Microsoft, tra certezze e un futuro da costruire

Alla conferenza per i partner la corporation di Redmond alterna sicurezze (Windows, Office) e ammissioni di scarsa rilevanza (nel mondo mobile e "post-PC"), mentre promette: con noi si cresce, ovunque

Roma – Microsoft ha aperto la sua Worldwide Partner Conference con un interventi densi di numeri, parole d’ordine e prospettive future, con l’obiettivo di rassicurare le aziende che vendono (o rivendono) i suoi prodotti riguardo al fatto che certi business sono solidi (Windows, Office) e certi altri non possono che crescere (mobile, cloud).

Sopra tutto, Microsoft ora ammette di non essere più al centro del mondo e di rappresentare, con il suo ecosistema di software e servizi, solo il 14 per cento dell’intero mercato dei gadget e dispositivi elettronici comprendenti PC, smartphone, tablet e thin client; la mentalità dell’azienda è cambiata, rassicura il management, così come l’obiettivo, ed è ora di affrontare una concorrenza sempre più agguerrita con prodotti innovativi e di qualità.

Non che le basi fondanti del colosso economico di Redmond siano destinate a crollare dalla sera alla mattina, beninteso: Windows ha 1,3 miliardi di utenti nel mondo PC, le app Metro/Modern “universali” sono sempre più una realtà e nuovi dispositivi a basso prezzo (vale a dire meno di 200 dollari) prodotti da HP sono in arrivo per contrastare la popolarità crescente dei terminali Internet-dipendenti basati su Chrome OS (Chromebook).

La futura versione di Windows sarà basata sul feedback degli utenti oltre che su cloud e le tecnologie più in voga del momento, rassicura Microsoft, e a riprova dell’accresciuto peso di questo feedback ci sarebbe uno screenshot tratto da una build recente di Windows “Threshold” con un menu Start rinato e contenente sia le applicazioni software per desktop che le app monofunzionali in stile Metro/Modern UI.

E Office? Anche il business della suite di produttività e relativi servizi continua a generare utili con il suo miliardo e oltre di utenti suddivisi tra versioni complete del software e abbonamenti “cloud” a Office 365, con ottimi margini di crescita nel caso di quest’ultima tipologia di prodotto SAAS (Software-as-a-Service) Internet-dipendente.

Office cresce sul cloud ed è oramai un prodotto “cross-platform” capace di girare su PC e gadget mobile con micro-schermo, spiega Microsoft, e la versione Touch della suite arriverà presto anche su Android e Windows 8.1 dopo il debutto su iPad.

Uno dei lati parzialmente negativi del keynote di Microsoft è Windows Phone, un sistema che non avrebbe avuto il successo travolgente che la corporation si aspettava ma che nondimeno fa sperare per il futuro con la sua crescita di mercato del 91 per cento anno-su-anno, il 10 per cento di market share in 8 mercati nazionali e i risultati superiori a iPhone di Apple su 24 mercati. Più di 12 milioni di terminali Windows Phone sono stati venduti sin qui, rivela Microsoft, e il Lumia 520 rappresenterebbe il miglior prodotto nella sua categoria di prezzo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Una canzoncina che diventò
    un inno... ah no ... siamo ancora nel 2014 ... vabbè c'è tempo ...http://www.youtube.com/watch?v=Et8eiLURIFk
  • Ulik scrive:
    Tirannie
    Ciclicamente sembra che i popoli abbiano bisogno di tirannia.Dalle tirannie hard del passato, adesso siamo a quelle tecno-soft; la democrazia, per quanto sia mai esistita, sta retrocedendo un po' dappertutto.Quanto all'implicazione di M$ mi vien da ridere (per non piangere): dove girano soldi e potere regna l'assenza di etica, perché proprio il desiderio di soldi e potere è un segno sicuro di vuoto umano .Infine è evidente che non a caso Orwell è vissuto in UK.Anni fa si diceva di quanto è civile l'inghilterra perché ha meno di diecimila fra leggi e regolamenti, contro l'italia che ne ha più di 130.000; invece l'inciviltà ha solo forme diverse, in quanto da noi è palese e palesemente repressa, mentre da loro è mascherata da un incredibile rigidità sociale formata da regole non scritte ma estremamente castranti.E si sa, dove c'è repressione c'è perversione...
  • ... scrive:
    che getta nuovi dubbi???
    che getta nuove certezze, vorrai dire.Ma i coglioni li lascia a casa quando scrivi ste cose?
  • aaaa scrive:
    bhe...
    se queste (modifica dei sondaggi online e ricerca di foto sui siti) sono le loro capacita' operative mi sento piu' al sicuro dopo aver letto l'articolo...
  • ... scrive:
    LE MISURE DEL PENE
    [yt]q4sTCyd-q-0[/yt]
  • bubba scrive:
    GCHQ i nuovi black SEO ?
    heh, leggendo mi e' sovvenuta questa "interpretazione" dei fatti ... e l'ho trovata buffa.Nell'insieme invece siamo al Ministero della Verita'[*], a pieno regime. Ugh :P[*] si il solito 1984. http://it.wikipedia.org/wiki/Ministero_della_Verit%C3%A0
    • collione scrive:
      Re: GCHQ i nuovi black SEO ?
      - Scritto da: bubba
      Nell'insieme invece siamo al Ministero della
      Verita'[*], a pieno regime. Ughe si tratta pure di un palese complotto, ovvero l'associazione tra più persone alfine di compiere attività eversive nei confronti della Leggesolo che se li chiami complotti, la gente automaticamente non ci credeonestamente non ho mai capito se lo fanno per stupidità o semplicemente cercano di esorcizzare la paura bollandoli come impossibilieppure di complotti sono pieni i libri di storia
  • ... scrive:
    arriddaje!
    "una situazione - quest'ultima - che getta nuovi dubbi circa il coinvolgimento di Microsoft con le autorità"...Arriddaje. Non era possibile non mettere in mezzo la Microsoft! :|
    • bubba scrive:
      Re: arriddaje!
      - Scritto da: ...
      "una situazione - quest'ultima - che getta nuovi
      dubbi circa il coinvolgimento di Microsoft con le
      autorità"...

      Arriddaje. Non era possibile non mettere in mezzo
      la Microsoft!
      :|beh, come fa a non esserci. E' quella che e' piazzata da piu' tempo tra gli scranni di washington...
    • panda rossa scrive:
      Re: arriddaje!
      - Scritto da: ...
      "una situazione - quest'ultima - che getta nuovi
      dubbi circa il coinvolgimento di Microsoft con le
      autorità"...

      Arriddaje. Non era possibile non mettere in mezzo
      la Microsoft!
      :|Se questa situazioene getta dubbi, allora vuol dire che la posizione di M$ sta migliorando.Fino a ieri c'era la certezza di un coinvolgimento sdraiato.
Chiudi i commenti