Miracolo di Google: Usenet riapre gli occhi

L'azienda riesce in molto meno tempo del previsto in una impresa che i più ritenevano improponibile: riportare in vita gli archivi dei newsgroup che furono di Deja.com. Archivi che sono di nuovo online, con novità non da poco


New York (USA) – “Questi sono sei anni di conversazioni tra gli uomini, qualcosa che gli utenti hanno chiesto per molto tempo”. Così il portavoce di Google David Crane ha annunciato “l’inizio del ritorno” sulla Rete dell’immenso archivio Usenet che Deja.com ha ceduto nei mesi scorsi a Google.

In anticipo sui tempi previsti e al fine di silenziare le polemiche sull’operazione di acquisizione dell’archivio newsgroup, Google ha appena presentato una versione beta di quello che sarà l’accesso a quell’archivio via Google. Una versione destinata ad interessare centinaia di migliaia di utenti Internet.

Quando Google aveva annunciato l’acquisto dell’archivio aveva anche dovuto evidenziare come non sarebbe più stato possibile ricercare al suo interno per lungo tempo al fine di predisporre un’interfaccia più dinamica di quella di Deja.com. Questa situazione aveva causato vivissime polemiche , legate al fatto che quel database è retto da infrastrutture tecnologiche di aziende come Deja.com o Google ma è costituito dai messaggi di utenti Internet. Ora l’azienda del più dinamico dei motori di ricerca ha aperto le porte alla ricerca in oltre 650 milioni di posting pari a circa un terabyte.

Secondo Crane, da quando Deja.com è stata forzata alla chiusura dell’accesso all’archivio Usenet, prima della sua cessione, la domanda degli utenti Internet per quel database è aumentata. Di conseguenza, si intuisce, dev’essere aumentato anche l’interesse di Google nel fornire in tempi rapidi un “accesso intelligente” a quell’archivio.

Nella versione Google beta groups , l’azienda ha inserito una serie di novità che dovrebbero migliorare l’utilizzo del database. C’è la presentazione gerarchica dei messaggi nonché la ricerca avanzata con la possibilità di individuare il messaggio di interesse per subject, autore, gruppo, numero del messaggio, data, parola chiave. Con pochi clic è possibile seguire complessi thread con una facilità che forse mancava all’interfaccia originaria di Deja.

“Ci aspettiamo – scrive Google nella breve presentazione della beta – di riuscire ad aggiungere le funzionalità che consentono di postare i messaggi entro metà maggio”. Sono senz’altro migliaia gli utenti che non vedono l’ora…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per far incazzare i Piccidipendenti
    Ricordo, ricordo... Liza, Liza?! Ah, siiii. Liza, vero! Liza... il primo computer creato da Steve Jobs... pure i nomi copiano. Ma ci hanno aggiunto un e. Porc! Devono averci pensato 5 anni a quell'"e". Non sanno più cosa inventare!!! =8-o:-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Per far incazzare i Piccidipendenti
      - Scritto da: Anna
      Ricordo, ricordo... Liza, Liza?! Ah, siiii.
      Liza, vero! Liza... il primo computer creato
      da Steve Jobs... pure i nomi copiano. Ma ci
      hanno aggiunto un e. Porc! Devono averci
      pensato 5 anni a quell'"e". Non sanno più
      cosa inventare!!! =8-o


      :-)))Ricordi male.Liza non e' stato il primo calcolatorecreato da Jobs che era l'APPLE Ihttp://web.mit.edu/invent/www/inventorsI-Q/apple.htmlEd Elisa era un programma "simil psicanalista"che girava nei primi anni 80.Proprio a questo si sono ispirati quelli dell'IBM che non lo nascondono mica:http://www-1.ibm.com/servers/eserver/introducing/eliza/whyeliza.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Per far incazzare i Piccidipendenti
        - Scritto da: precisino


        - Scritto da: Anna

        Ricordo, ricordo... Liza, Liza?! Ah,
        siiii.

        Liza, vero! Liza... il primo computer
        creato

        da Steve Jobs... pure i nomi copiano. Ma
        ci

        hanno aggiunto un e. Porc! Devono averci

        pensato 5 anni a quell'"e". Non sanno più

        cosa inventare!!! =8-o





        :-)))

        Ricordi male.
        Liza non e' stato il primo calcolatore
        creato da Jobs che era l'APPLE I

        http://web.mit.edu/invent/www/inventorsI-Q/apSe pensi che 10 righe parlino di Apple hai preso un granchio. Li non si parla neppure di Lisa (vabbé, Jobs l'ha italianizzato) che fu il computer che dimostrò al mondo che Apple Inc. C'era e avrebbe fatto strada. Da li nacquero Apple II, Plus e compagnia bella!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Per far incazzare i Piccidipendenti
          Ooops, vero. Mi rispondo da sola: prima c'era l'Apple I, ok. Hai ragione. Lisa fu il computer a costituire un inizio pallido di ciò che poi è diventata Apple (la prima ad usare interfaccia grafica).Ok, la verità sta nel mezzo (come si usa dire). Ma la mia è solo una mail provocatoria a dimostrare la scarsa fantasia usata (è quella non è databile perché è troppo vecchia!!!).
          • Anonimo scrive:
            Re: Per far incazzare i Piccidipendenti

            Ok, la verità sta nel mezzo (come si usa
            dire).Ti risbagli. Ho solo ragione io ;-)
            Ma la mia è solo una mail
            provocatoria a dimostrare la scarsa fantasia
            usata (è quella non è databile perché è
            troppo vecchia!!!).Oltre che presuntuosa vedo anche che non sai"ascoltare" in questo caso "leggere".I nomi non devono essere per forzadi fantasia, in questo caso e' stato sceltodi "citare" un classico dell'informatica,un piccolo tributo da parte dell'IBM alleprime implementazioni di "intelligenza artificiale".Io lo trovo molto azzeccato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per far incazzare i Piccidipendenti
            - Scritto da: precisino II

            Ok, la verità sta nel mezzo (come si usa

            dire).

            Ti risbagli. Ho solo ragione io ;-)


            Ma la mia è solo una mail

            provocatoria a dimostrare la scarsa
            fantasia

            usata (è quella non è databile perché è

            troppo vecchia!!!).

            Oltre che presuntuosa vedo anche che non sai
            "ascoltare" in questo caso "leggere".
            I nomi non devono essere per forza
            di fantasia, in questo caso e' stato scelto
            di "citare" un classico dell'informatica,
            un piccolo tributo da parte dell'IBM alle
            prime implementazioni di "intelligenza
            artificiale".
            Io lo trovo molto azzeccato.Se essere coscenti di saper scegliere è presunzione bene... sono presuntuosa. Io ho scelto e lo ribadisco!!!Riguardo il nome di fantasia il nome Luna è azzeccatissimo visto la conseguenza del volo spaziali grazie a Bill!!!Per il resto devo dire che i PC dipendenti sono dotati di scarsa ironia!!! Te compreso!In fondo anche Bill e tutti quelli che fanno informatica mettono in conto anche la creazione/ideazione delle cose e visto quello che mediamente guadagnano potrebbero sprecarsi di più!Per il presuntuosa... ma ti da tanto fastidio trovare una persona che ragiona fuori dalla massa/gregge e che sa decidere??? Forse che ti da fastidio una persona che non da per scontato nulla e cerca di capire e conoscere? Se si, bene! Ti do fastidio volentieri; se no! non capisco il tuo commento!!! Informatica=logica, logica=pensiero; pensiero è prerogativa di una persona libera ma temo che il mio concetto di informatica sia molto più futuristico del tu. Ma Apple mi ha abbituata ad essere un passo avanti a gli altri [questa e presunzione (ma neanche tanto) e me la godo]!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per far incazzare i Piccidipendenti

            Riguardo il nome di fantasia il nome Luna è
            azzeccatissimo visto la conseguenza del volo
            spaziali grazie a Bill!!!Sinceramente non l'ho capita.
            Per il resto devo dire che i PC dipendenti
            sono dotati di scarsa ironia!!! Te compreso!Non sono un pcdipendente (non saprei cosa e'Elisa/Liza e se ti pu' far sentire meglio ritirero' una NeXT Station)
            In fondo anche Bill e tutti quelli che fanno
            informatica mettono in conto anche la
            creazione/ideazione delle cose e visto
            quello che mediamente guadagnano potrebbero
            sprecarsi di più!Sul fatto che Bill dovrebbe sprecarsi un po'di piu', sfondi una porta aperta, visto cheBill non ha inventato proprio nulla (se noncome da sua intervista: le toolbar)

            Per il presuntuosa... ma ti da tanto
            fastidio trovare una persona che ragiona
            fuori dalla massa/gregge e che sa
            decidere??? No per niente.
            Forse che ti da fastidio una
            persona che non da per scontato nulla e
            cerca di capire e conoscere?No, mi da fastidio una persona che crede di conoscere ed in virtu' di questo si pavoneggiaparlando male di chi in realta' conosce piu' di lei (IBM in questo caso)
            Se si, bene! Ti
            do fastidio volentieri; se no! non capisco
            il tuo commento!!! Informatica=logica,
            logica=pensiero; pensiero è prerogativa di
            una persona libera ma temo che il mio
            concetto di informatica sia molto più
            futuristico del tu.Puoi esprimere liberamente tutti i pensieri che vuoi ma non puoi parlare male di altridicendo che non hanno fantasiaquando in realta' e' colpa tua che non conosci la storia. Se non l'hai ancora capito la loro e' unacitazione d'autore. Ma non di Liza cammuffatacon l'aggiunta di una "e" che va di moda, madel famoso programma "Elisa" progenitore dimolti programmi odierni.Ammetti di aver sbagliato (2 volte: non haicapito la citazione e credevi che il Liza fosseil primo calcolatoire di Jobs) ed e' finita li'.Se insisti rimarro' dell'idea che sei solouna presuntuosa.Un essere intelligente oltre che pensante,se ha sbagliato lo ammette.
            Ma Apple mi ha abbituata
            ad essere un passo avanti a gli altri
            [questa e presunzione (ma neanche tanto) e
            me la godo]!!!Questa e' quasi vera.Sfortunatamente per noi Apple non e' mai stataavanti come politica marketing/commerciale.Se sei una filo-apple (ma anche se non lo sei evuoi sapere un po' di piu' della storiadei calcolatori personali) puoi leggere l'interessantissimo romanzo:Il Tao di Silicon ValleyNascita di un imprenditore web di Randy Komisar (lo trovi scontato su:http://www.shopping24.ilsole24ore.com/catalog/Product.jhtml?PRODID=7482)e vedrai che cosa ha fatto di bello e di brutto Jobs. Fammi sapere se ti e' piaciuto.CiaoAndrea
  • Anonimo scrive:
    si certo
    Si certo...eLiza...E la FIAT ha già costruito un calcolatore di bordo sulla sua nuova BRAAAAAVIIII, basta dirgli:"Kit, sono Michel! Attiva il turbbobbboost" e lei salta i muretti...A punto informatticocoo sei peggio di focus,qualsiasi fagiolata va bene, basta far divertire i sognatori (per il momento diciamo...almeno i prossimi 20 anni :-))Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: si certo che si!
      ...sigh... e lasciaci sognare no?
    • Anonimo scrive:
      Re: si certo
      Non sai cos'e' l'IBM vero?- Scritto da: si certo
      Si certo...eLiza...E la FIAT ha già
      costruito un calcolatore di bordo sulla sua
      nuova BRAAAAAVIIII, basta dirgli:
      "Kit, sono Michel! Attiva il turbbobbboost"
      e lei salta i muretti...
      A punto informatticocoo sei peggio di focus,
      qualsiasi fagiolata va bene, basta far
      divertire i sognatori (per il momento
      diciamo...almeno i prossimi 20 anni :-))
      Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: si certo

        Non sai cos'e' l'IBM vero?Si certo che lo so :-)Ma so anche che siamo ancoraqui con i vari windozz linucs.....altro che intelligenza artificiale!E comunque, per ragioni di marketing,le novita' arrivano sempre con il contagoccequindi prima di riempire il mare che separai s.o. di ora ce ne passera' di tempo...
  • Anonimo scrive:
    IBM e HAL 9000
    Come qualcuno ha già fatto notare, il supercomputer in via di realizzazzione di IBM ricorda molto HAL 9000 di 2001 Odissea nello spazio. E' impressionante come proprio nel 2001 IBM annunci un progetto di questo tipo. Io non credo alle coincidenze e penso che anche alla IBM si siano divertiti all'idea di un parallelo col film. Penso che dovremmo conservare questa notizia, in un futuro forse molto vicino la considereremo come il primo annuncio di una nuova era di pc.Vorrei poi farvi notare come sempre IBM ha già in passato creato le prime rivoluzioni informatiche (primi supercalcolatori, primi personal, etc.).
  • Anonimo scrive:
    Ma i System Administrators che fine faranno?
    Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse portato a termine che fine farebbero gli amministratori di sistema?Devo iniziare a pensare ad un'altra professione?O lanciamo una sfida ad eLiza sulla sicurezza?Potrà davvero sopperire eLiza alla elasticità del pensiero umano?Io ho sempre ammirato l'IBM, soprattutto per il contributo che sta dando al pinguino e per l'estrema affidabilità dei propri server ma spero che non voglia ucciderci!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
      - Scritto da: Martoox
      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?
      Devo iniziare a pensare ad un'altra
      professione?
      O lanciamo una sfida ad eLiza sulla
      sicurezza?
      Potrà davvero sopperire eLiza alla
      elasticità del pensiero umano?

      Io ho sempre ammirato l'IBM, soprattutto per
      il contributo che sta dando al pinguino e
      per l'estrema affidabilità dei propri server
      ma spero che non voglia ucciderciMai fossilizzarsi e dormire suggli allori, prepararsi sempre al riciclaggio ed a cambiare scrivania o ditta, specialmente nel campo IC.Del resto se sei un buon SysAm, dovresti riuscire a trovare altri sbocchi senza troppi problemi nelle net-economy.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
      - Scritto da: Martoox
      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?
      Devo iniziare a pensare ad un'altra
      professione?perché quando cominciarono a licenziare operai per sostituirli con robot e schiavi sudamericani asiatici o dell'est Europa negli anni 80 tutti eravate a favore, ed ora invece vi lamentate?Prendete atto che il sysadm è morite in silenzio come avee preteso che facessero gli operai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
        - Scritto da: Antonio Fanelli
        perché quando cominciarono a licenziare
        operai per sostituirli con robot e schiavi
        sudamericani asiatici o dell'est Europa
        negli anni 80 tutti eravate a favore, ed ora
        invece vi lamentate?

        Prendete atto che il sysadm è morite in
        silenzio come avee preteso che facessero gli
        operai.Se la metti così?! Noi SysAdm possiamo anche morire ma abbiamo le capacità e le competenze per risorgere nel mondo IT-IC quindi a morire non siamo noi ma una professione, a mio modo di vedere la più interessante.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
          A me non piacerebbe molto essere un SysAdmin... essendo programmatore vedo l'apice in questa professione.MacMad
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
        - Scritto da: Antonio Fanelli


        - Scritto da: Martoox

        Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM
        fosse

        portato a termine che fine farebbero gli

        amministratori di sistema?

        Devo iniziare a pensare ad un'altra

        professione?


        perché quando cominciarono a licenziare
        operai per sostituirli con robot e schiavi
        sudamericani asiatici o dell'est Europa
        negli anni 80 tutti eravate a favore, ed ora
        invece vi lamentate?

        Prendete atto che il sysadm è morite in
        silenzio come avee preteso che facessero gli
        operai.Ciccio, il 'tutti' te lo puoi tenere per te...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
      - Scritto da: Martoox
      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?
      Devo iniziare a pensare ad un'altra
      professione?
      O lanciamo una sfida ad eLiza sulla
      sicurezza?
      Potrà davvero sopperire eLiza alla
      elasticità del pensiero umano?

      Io ho sempre ammirato l'IBM, soprattutto per
      il contributo che sta dando al pinguino e
      per l'estrema affidabilità dei propri server
      ma spero che non voglia ucciderci!Molto semplice: andranno a tappare i buchi di eLiza e a soccorrere quelle aziende che hanno licenziato tutti i sysadm convinte che non servissero più a niente
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
      Fantastico!!! La storia si ripete ... come gli operai delle tessiture del 1800 che si opponevano all'industrializzazione perché avevano paura che le macchine gli rubassero il lavoro ... Fantastico ... la storia si ripete ... fantastico ...- Scritto da: Martoox
      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?
      Devo iniziare a pensare ad un'altra
      professione?
      O lanciamo una sfida ad eLiza sulla
      sicurezza?
      Potrà davvero sopperire eLiza alla
      elasticità del pensiero umano?

      Io ho sempre ammirato l'IBM, soprattutto per
      il contributo che sta dando al pinguino e
      per l'estrema affidabilità dei propri server
      ma spero che non voglia ucciderci!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?

      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?La stessa che faranno presto i telefonisti, dati i progressi nel riconoscimento vocale (al telefono, almeno)La stessa che faranno nel medio periodo gli impiegati di basso livelloLa stessa che faranno nel lungo periodo i menager (che sono impegati di basso livello con potere decisionale)Sul medio-lungo periodo penso che dovremmo inventarci lavori nuovi, come è successo nel passaggio dall'industria al terziario. Probabilmente avremo 2 sbocchi: quello ludico (un sacco di tempo libero da riempire) e il contatto con gli altri (ci vorrà parecchio per far digerire alla casalinga di Voghera il negozio senza addetti che l'IBM pubblicizza oggi in TV).Sempre che si arrivi al lungo periodo prima che ci stronchino le nonotecnologie.Che il popolo di Seattle abbia ragione?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
        - Scritto da: Futurista
        La stessa che faranno presto i telefonisti,
        dati i progressi nel riconoscimento vocale
        (al telefono, almeno)

        La stessa che faranno nel medio periodo gli
        impiegati di basso livello

        La stessa che faranno nel lungo periodo i
        menager (che sono impegati di basso livello
        con potere decisionale)

        Sul medio-lungo periodo penso che dovremmo
        inventarci lavori nuovi, come è successo nel
        passaggio dall'industria al terziario.
        Probabilmente avremo 2 sbocchi: quello
        ludico (un sacco di tempo libero da
        riempire) e il contatto con gli altri (ci
        vorrà parecchio per far digerire alla
        casalinga di Voghera il negozio senza
        addetti che l'IBM pubblicizza oggi in TV).

        Sempre che si arrivi al lungo periodo prima
        che ci stronchino le nonotecnologie.

        Che il popolo di Seattle abbia ragione?Che il popolo di Seattle abbia ragione ho qualche dubbio. La natura evolutiva dell'uomo non si può fermare fin quando non avremo raggiunto la perfezione o fin quando ci saremo distrutti(cosa più probabile)! Sul fatto che sarà necessario un riadattamento dei ruoli professionali non c'è dubbio alcuno ma non credo che il settore ludico possa trarne molti giovamenti se non per i progressi e per l'affermazione della stessa "arte". Si dovrà ridisegnare tutta l'economia planetaria e naturalmente emergeranno quei mestieri umili e non, che sono del tutto incontaminati dall'IT e che da essa non possono essere sostituiti. Mi riferisco all'artigianato al terziario "sociale" ma soprattutto alla produzine di materia prima ma anche a tutto quello che viente in mente a voi.La guerra contro l'IA è già iniziata e non ce ne siamo accorti! Ma noi siamo dotati di tre cose che le macchine no avranno mai: Sentimento, genio e volontà. Questa, però, è solo una previsione futuristica vista attraverso una lente offuscata dal pessimismo e da tanta fantasia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
      Siamo sempre più tecnologicamente avanzati,ma non ci rendiamo conto che siamo sempre più vicini al ciclo di vita della natura ?Evoluzione,evoluzione,evoluzione ,questo sta succedendo....Tutti si lamentano ,dall'operaio al S.A. fino ai professori....Quello che si fa oggi, non si faceva 30 anni fa , ma si lavora lo stesso,bisogna solo avere il coraggio di adattarsi, di cambiare il modo di vedere le cose...il caos, il cambiamento,portano all'evoluzione...nella natura non è lo stesso ?Scusate la prilissità.Pg- Scritto da: Martoox
      Se davvero l'ottimo progetto dell' IBM fosse
      portato a termine che fine farebbero gli
      amministratori di sistema?
      Devo iniziare a pensare ad un'altra
      professione?
      O lanciamo una sfida ad eLiza sulla
      sicurezza?
      Potrà davvero sopperire eLiza alla
      elasticità del pensiero umano?

      Io ho sempre ammirato l'IBM, soprattutto per
      il contributo che sta dando al pinguino e
      per l'estrema affidabilità dei propri server
      ma spero che non voglia ucciderci!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
        - Scritto da: Pg

        Siamo sempre più tecnologicamente
        avanzati,ma non ci rendiamo conto che siamo
        sempre più vicini al ciclo di vita della
        natura ?
        Evoluzione,evoluzione,evoluzione ,questo sta
        succedendo....
        Tutti si lamentano ,dall'operaio al S.A.
        fino ai professori....
        Quello che si fa oggi, non si faceva 30 anni
        fa , ma si lavora lo stesso,bisogna solo
        avere il coraggio di adattarsi, di cambiare
        il modo di vedere le cose...il caos, il
        cambiamento,portano all'evoluzione...nella
        natura non è lo stesso ?
        Scusate la prilissità.PgSono fodamentalmente d'accordo con te ma credo che all'accettazione del caos sia preferibile una ragionata collocazione e distinzione tra competenze umane e competenze cibernetiche. La vera rivoluzione informatica sta iniziando ora e possiamo cercare di gestirla!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
          Sono daccodo con te sul fatto che la tecnologia informatica sia solo all'inizio.Intendo il caos, non come paradigma decisionale, ma solo come accettazione della natura stessa dell'uomo e di tutte le cose.Il caos è dentro e fuori di noi, la natura stessa, dalla formazione della terrra a quella della vita è stata regolata dal caos .Si può tentare di dividere i compiti delle macchine e quelli dell'uomo ma tutto questo è possibile solo adesso per come si immaginano le cose.In seguito, è irrimediabile che le due si fondano.Inoltre , in epoche di nanotecnologie e ingegneria genetica avanzata , non mi preoccuparei troppo di server autoriparanti, è solo la punta di un iceberg.Ciao..Pg- Scritto da: Martoox


          - Scritto da: Pg



          Siamo sempre più tecnologicamente

          avanzati,ma non ci rendiamo conto che
          siamo

          sempre più vicini al ciclo di vita della

          natura ?

          Evoluzione,evoluzione,evoluzione ,questo
          sta

          succedendo....

          Tutti si lamentano ,dall'operaio al S.A.

          fino ai professori....

          Quello che si fa oggi, non si faceva 30
          anni

          fa , ma si lavora lo stesso,bisogna solo

          avere il coraggio di adattarsi, di
          cambiare

          il modo di vedere le cose...il caos, il

          cambiamento,portano all'evoluzione...nella

          natura non è lo stesso ?

          Scusate la prilissità.Pg
          Sono fodamentalmente d'accordo con te ma
          credo che all'accettazione del caos sia
          preferibile una ragionata collocazione e
          distinzione tra competenze umane e
          competenze cibernetiche. La vera rivoluzione
          informatica sta iniziando ora e possiamo
          cercare di gestirla!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            - Scritto da: Pg
            Intendo il caos, non come paradigma
            decisionale, ma solo come accettazione della
            natura stessa dell'uomo e di tutte le
            cose.Il caos è dentro e fuori di noi, la
            natura stessa, dalla formazione della terrra
            a quella della vita è stata regolata dal
            caos .
            Si può tentare di dividere i compiti delle
            macchine e quelli dell'uomo ma tutto questo
            è possibile solo adesso per come si
            immaginano le cose.
            In seguito, è irrimediabile che le due si
            fondano.
            Inoltre , in epoche di nanotecnologie e
            ingegneria genetica avanzata , non mi
            preoccuparei troppo di server autoriparanti,
            è solo la punta di un iceberg.
            Ciao..PgVedo che entrambi ci rendiamo conto della situazione ma credo sia riduttivo ricondurla alla teoria del caos. Non so se hai fondamenti scientifici per affermare che il caos domina tutto.Io vedo un ordine spaventoso nella natura. Il caos è solo dentro di noi. Cmq questa è, come la tua, una opinione personale, quindi discutibile.Ora se il destino umano è quello di passare il testimone alla IA nella staffetta evolutiva non lo so ma ho l'impressione che soggetti cinematografici come 2001 Odissea nello spazio o come Matrix stiano alimentando non poco la nostra fantasia. Sicuramente c'è un reale pericolo che l'IA possa venire alla luce ed avere disastrose conseguenze ma si può evitare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            Il problema, semmai, è un altro:Facciamo una analisi che una prima "I.A.", almeno nel significato fantascientifico del termine, potrebbe fare:Gli esseri umani servono a qualcosa? - Sì, a spingere sull'acceleratore del processo evolutivo, ma nella direzione sbagliata, quella dell'omologazione e dell'appiattimento.Questa è una paura che ognuno di noi, almeno chi mastica fantascienza e tecnologie informatiche da qualche tempo, condivide.Il problema può essere risolto alla radice insegnando a questa I.A. il rispetto per la vita umana e per l'intelligenza che le ha dato la luce.A voi, quindi, la domanda: riusciranno degli esseri che, almeno nella civiltà occidentale ed "evoluta" (che brutto termine), hanno a cuore quasi esclusivamente il proprio profitto ed il proprio destino, ad insegnare ad una intelligenza da loro derivata proprio quello che essi stessi non possiedono?, ovvero il rispetto della vita e della dignità altrui e il desiderio di cooperazione?Ai posteri l'ardua sentenza, ammesso che, nel medio-lungo termine, esistano posteri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            Grazie mi hai risparmiato un post!E' questo che intendevo con "possiamo evitarlo"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            - Scritto da: Martoox


            - Scritto da: Pg

            Intendo il caos, non come paradigma

            decisionale, ma solo come accettazione
            della

            natura stessa dell'uomo e di tutte le

            cose.Il caos è dentro e fuori di noi, la

            natura stessa, dalla formazione della
            terrra

            a quella della vita è stata regolata dal

            caos .

            Si può tentare di dividere i compiti delle

            macchine e quelli dell'uomo ma tutto
            questo

            è possibile solo adesso per come si

            immaginano le cose.

            In seguito, è irrimediabile che le due si

            fondano.

            Inoltre , in epoche di nanotecnologie e

            ingegneria genetica avanzata , non mi

            preoccuparei troppo di server
            autoriparanti,

            è solo la punta di un iceberg.

            Ciao..Pg

            Vedo che entrambi ci rendiamo conto della
            situazione ma credo sia riduttivo ricondurla
            alla teoria del caos. Non so se hai
            fondamenti scientifici per affermare che il
            caos domina tutto.
            Io vedo un ordine spaventoso nella natura.
            Il caos è solo dentro di noi. Cmq questa è,
            come la tua, una opinione personale, quindi
            discutibile.
            Ora se il destino umano è quello di passare
            il testimone alla IA nella staffetta
            evolutiva non lo so ma ho l'impressione che
            soggetti cinematografici come 2001 Odissea
            nello spazio o come Matrix stiano
            alimentando non poco la nostra fantasia.
            Sicuramente c'è un reale pericolo che l'IA
            possa venire alla luce ed avere disastrose
            conseguenze ma si può evitare.MATRIX FANTASIA????MATRIX C'E'..... E' QUI ATTORNO A NOI.LA CENTRALE IA MATRIX SAPPIAMO DOVE E'; A REDMOND.CHI COMBATTE LA CENTRALE MATRIX? L' OPEN SOURCE CON LA SUA FILOSOFIA.PESANTI ATTACCHI SONO VENUTI E VENGONO TUTTORA DALLA CENTRALE MATRIX ALL' OPEN SOURCE. LA POSTA IN GIOCO E' ALTISSIMA; IL CONTROLLO GLOBALE DEI SO E DEL SW, QUINDI IL CONTROLLO GLOBALE DEL MERCATO DA PARTE DEI SO/SW PROPRIETARI ED ANCHE IL CONTROLLO DELL' IA, VISTO IL TEMA.STA' A NOI, EVITARE DI ESSERE CONGLOBATI TUTTI DENTRO MATRIX, BASTA RIFLETTERE IN POCO, BASTA FORSE SOLO VINCERE LA PIGRIZIA ANCHE.LE MIE SONO SOLO PROVOCAZIONI? FORSE,..... MA NE SIETE SICURI CHE POSSANO ESSERE RIDOTTE A STUPIDE PROVOCAZIONI?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            Prima cosa: non urlare che mi scateni l'emicrania!
            MATRIX FANTASIA????
            MATRIX C'E'..... E' QUI ATTORNO A NOI.Seconda: Matrix potrebe non essere fantasia ed è questo che dobbiamo evitare

            LA CENTRALE IA MATRIX SAPPIAMO DOVE E'; A
            REDMOND.
            CHI COMBATTE LA CENTRALE MATRIX? L' OPEN
            SOURCE CON LA SUA FILOSOFIA.
            PESANTI ATTACCHI SONO VENUTI E VENGONO
            TUTTORA DALLA CENTRALE MATRIX ALL' OPEN
            SOURCE. LA POSTA IN GIOCO E' ALTISSIMA; IL
            CONTROLLO GLOBALE DEI SO E DEL SW, QUINDI IL
            CONTROLLO GLOBALE DEL MERCATO DA PARTE DEI
            SO/SW PROPRIETARI ED ANCHE IL CONTROLLO
            DELL' IA, VISTO IL TEMA.Terza: non mi preoccuperei di redmond! Sono capaci solo a fare marketing e se la IA dovesse dipendere da loro non nascerebbe neppure.Quarta: il futuro sarà di Tux! Non ci sono alternetive!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            Vedi,anche tu hai risparmiato un post a qualcuno oggi . ;-)Pg- Scritto da: Martoox
            Prima cosa: non urlare che mi scateni
            l'emicrania!

            MATRIX FANTASIA????

            MATRIX C'E'..... E' QUI ATTORNO A NOI.
            Seconda: Matrix potrebe non essere fantasia
            ed è questo che dobbiamo evitare



            LA CENTRALE IA MATRIX SAPPIAMO DOVE E'; A

            REDMOND.

            CHI COMBATTE LA CENTRALE MATRIX? L' OPEN

            SOURCE CON LA SUA FILOSOFIA.

            PESANTI ATTACCHI SONO VENUTI E VENGONO

            TUTTORA DALLA CENTRALE MATRIX ALL' OPEN

            SOURCE. LA POSTA IN GIOCO E' ALTISSIMA; IL

            CONTROLLO GLOBALE DEI SO E DEL SW, QUINDI
            IL

            CONTROLLO GLOBALE DEL MERCATO DA PARTE DEI

            SO/SW PROPRIETARI ED ANCHE IL CONTROLLO

            DELL' IA, VISTO IL TEMA.
            Terza: non mi preoccuperei di redmond! Sono
            capaci solo a fare marketing e se la IA
            dovesse dipendere da loro non nascerebbe
            neppure.
            Quarta: il futuro sarà di Tux! Non ci sono
            alternetive!
          • Anonimo scrive:
            TRANQUILLIZZATI ALIEN
            TRANQUILLIZZATI ALIEN
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            IMHO il pericolo vero non è l'IA, almeno finchè non si raggiungeranno livelli simili appunto a quelli di HAL9000 (e se tanto mi da tanto ci vorrà ancora un po'... questa IA ha eseguito un'operazione non valida e sarà terminata.. :O)), ma la DR (Deficienza Reale)... quella di chi si butterà a capofitto fiutando l'affarone e licenziando personale per poi accorgersi che non funziona nulla e che gli servirebbe giusto il personale appena scaricato...Non so, la mia è solo un'impressione, ma ho idea che i sysadm (così come i programmatori - che a giudicare dai proclami dei sostenitori della Rational Rose di qualche tempo fa dovrebbero scomparire anch'essi) serviranno ancora per un bel po' di tempo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma i System Administrators che fine faranno?
            Sono contento che ci sia qualcuno che la pensa come me...tu dici che vedi molto ordine nella natura e io ti ribadisco, il caos, non è forse ordine ?(qualcuno mi prenderà per pazzo ;-) )Inoltre dici che il caos è dentro la nostra testa(dentro di noi) ma noi, non siamo forse l'esterno che vediamo ?Spero che i tanti film(che peraltro apprezzo)portino la gente ad una riflessione e ad un diverso modo di guardare le cose intorno a noi non che alimentino finte credenze o fanatismi.Ti ringrazio comunque per le tue risposte e per il rispetto di quella che, seppur largamente opinabile, è la mia idea.- Scritto da: Martoox


            - Scritto da: Pg

            Intendo il caos, non come paradigma

            decisionale, ma solo come accettazione
            della

            natura stessa dell'uomo e di tutte le

            cose.Il caos è dentro e fuori di noi, la

            natura stessa, dalla formazione della
            terrra

            a quella della vita è stata regolata dal

            caos .

            Si può tentare di dividere i compiti delle

            macchine e quelli dell'uomo ma tutto
            questo

            è possibile solo adesso per come si

            immaginano le cose.

            In seguito, è irrimediabile che le due si

            fondano.

            Inoltre , in epoche di nanotecnologie e

            ingegneria genetica avanzata , non mi

            preoccuparei troppo di server
            autoriparanti,

            è solo la punta di un iceberg.

            Ciao..Pg

            Vedo che entrambi ci rendiamo conto della
            situazione ma credo sia riduttivo ricondurla
            alla teoria del caos. Non so se hai
            fondamenti scientifici per affermare che il
            caos domina tutto.
            Io vedo un ordine spaventoso nella natura.
            Il caos è solo dentro di noi. Cmq questa è,
            come la tua, una opinione personale, quindi
            discutibile.
            Ora se il destino umano è quello di passare
            il testimone alla IA nella staffetta
            evolutiva non lo so ma ho l'impressione che
            soggetti cinematografici come 2001 Odissea
            nello spazio o come Matrix stiano
            alimentando non poco la nostra fantasia.
            Sicuramente c'è un reale pericolo che l'IA
            possa venire alla luce ed avere disastrose
            conseguenze ma si può evitare.
  • Anonimo scrive:
    pubblicita'
    a) la categoria degli amministratori di sistema che fine fara' secondo ibm ? diventano tutti spazzini ?b) com'e' possibile realizzare tecnologie hw/sw con fault tolerance (tolleranza dei guasti ) cosi' alta ?questa e' l'ennesima trovata pubblicitaria di una ditta che ormai lentamente sta collassando in se stessa
    • Anonimo scrive:
      Re: pubblicita'
      Potrebbe essere una buona supposizione....- Scritto da: samu

      a) la categoria degli amministratori di
      sistema che fine fara' secondo ibm ?
      diventano tutti spazzini ?

      b) com'e' possibile realizzare tecnologie
      hw/sw
      con fault tolerance (tolleranza dei
      guasti ) cosi' alta ?


      questa e' l'ennesima trovata pubblicitaria
      di una ditta che ormai lentamente sta
      collassando in se stessa
  • Anonimo scrive:
    Questa trama non mi e' nuova...
    "IBM sostiene che entro pochi anni, in seno al progetto eLiza, verrà creato Blue Gene, il primo supercomputer al mondo in grado di curare sé stesso."Poi se non sbaglio il computer decide che noi non siamo piu' necessari, ma anzi danneggiamo il nostro pianeta...Non ricordo solo se era TERMINATOR o MATRIX (o tutti e 2???)
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa trama non mi e' nuova...
      - Scritto da: Ciccio

      "IBM sostiene che entro pochi anni, in seno
      al progetto eLiza, verrà creato Blue Gene,
      il primo supercomputer al mondo in grado di
      curare sé stesso."

      Poi se non sbaglio il computer decide che
      noi non siamo piu' necessari, ma anzi
      danneggiamo il nostro pianeta...

      Non ricordo solo se era TERMINATOR o MATRIX
      (o tutti e 2???)"2001 ODISSEA NELLO SPAZIO""giro giro tondo casca il mondo casca la terra tutti giù...........", era riuscito a togliera l' ultima scheda ad "All 9000".
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...


        Poi se non sbaglio il computer decide che

        noi non siamo piu' necessari, ma anzi

        danneggiamo il nostro pianeta...



        Non ricordo solo se era TERMINATOR o
        MATRIX

        (o tutti e 2???)

        "2001 ODISSEA NELLO SPAZIO"
        "giro giro tondo casca il mondo casca la
        terra tutti giù...........", era riuscito a
        togliera l' ultima scheda ad "All 9000".Eh beh... hai pure ragione! Anche lui si stava curando dai virus umani che lo volevano danneggiare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...
        - Scritto da: Alien


        - Scritto da: Ciccio



        "IBM sostiene che entro pochi anni, in
        seno

        al progetto eLiza, verrà creato Blue Gene,

        il primo supercomputer al mondo in grado
        di

        curare sé stesso."



        Poi se non sbaglio il computer decide che

        noi non siamo piu' necessari, ma anzi

        danneggiamo il nostro pianeta...



        Non ricordo solo se era TERMINATOR o
        MATRIX

        (o tutti e 2???)

        "2001 ODISSEA NELLO SPAZIO"
        "giro giro tondo casca il mondo casca la
        terra tutti giù...........", era riuscito a
        togliera l' ultima scheda ad "All 9000".ATTENZIONE non ALL 9000 ma HAL 9000H A e L sono le 3 lettere che precedono I B e M !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa trama non mi e' nuova...

      Non ricordo solo se era TERMINATOR o MATRIX
      (o tutti e 2???)Sicuramente era un film.Se il computer può curarsi da solo, può prendere delle decisioni, ma, visto che tu sei appassionato del genere, sai che deve seguire certe regole. E a volte possono esser aggirare, a volte ingannate.Nel nostro caso, penso che semplicemente che in ogni caso il PC deve eseguire nulla più che istruzioni. Al massimo basta staccare la spina.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...
        Per ora si, ma se la cosa funziona che succede ?Bene, diamo piu' potere all'intelligenza artificiale, perche' non metterle in mano che so, il sistema bancario ? o la sicurezza ?I computer non barano no ?quindi non possono ingannare, raccontare frottole, tradire ecc... quindi, la sicurezza e' in buone mani e cosi comincio' Terminator :-)))
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa trama non mi e' nuova...
          - Scritto da: Nemo
          Per ora si, ma se la cosa funziona che
          succede ?
          Bene, diamo piu' potere all'intelligenza
          artificiale, perche' non metterle in mano
          che so, il sistema bancario ? o la sicurezza
          ?
          I computer non barano no ?
          quindi non possono ingannare, raccontare
          frottole, tradire ecc... quindi, la
          sicurezza e' in buone mani e cosi comincio'
          Terminator :-)))Dall'introduzione di 2001 Odissea,parla Arthur Clarke:"comunque sia questo resta solo un libro,la realtà sarà come sempre molto più strana"Gli uomini sono troppo innamorati del potere,cioè poter prendere decisioni;Difficilmente delegheremo alle macchine il nostrosport preferito ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...
        Wow, già che ci siamo, scriviamogli un bel demone di sistema, che so.. IsaacD con le tre leggi della robotica.. tanto per completare il quadro fosco...- Scritto da: l


        Non ricordo solo se era TERMINATOR o
        MATRIX

        (o tutti e 2???)

        Sicuramente era un film.
        Se il computer può curarsi da solo, può
        prendere delle decisioni, ma, visto che tu
        sei appassionato del genere, sai che deve
        seguire certe regole. E a volte possono
        esser aggirare, a volte ingannate.
        Nel nostro caso, penso che semplicemente che
        in ogni caso il PC deve eseguire nulla più
        che istruzioni. Al massimo basta staccare la
        spina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa trama non mi e' nuova...
      C'è dietro anche una discreta letteratura fantascientifica, se non erro, a partire dal racconto, di cui ricordo solo il titolo "The last question" in cui ad un computer viene chiesto come invertire il processo di accrescimento dell'entropia e, dopo millenni, il computer più potente mai realizzato dall'uomo (che assorbe l'umanità stessa) decide di rispondere:"Sia la luce..."- Scritto da: Ciccio

      "IBM sostiene che entro pochi anni, in seno
      al progetto eLiza, verrà creato Blue Gene,
      il primo supercomputer al mondo in grado di
      curare sé stesso."

      Poi se non sbaglio il computer decide che
      noi non siamo piu' necessari, ma anzi
      danneggiamo il nostro pianeta...

      Non ricordo solo se era TERMINATOR o MATRIX
      (o tutti e 2???)
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...
        - Scritto da: Yupa
        C'è dietro anche una discreta letteratura
        fantascientifica, se non erro, a partire dal
        racconto, di cui ricordo solo il titolo "The
        last question" in cui ad un computer viene
        chiesto come invertire il processo di
        accrescimento dell'entropia e, dopo
        millenni, il computer più potente mai
        realizzato dall'uomo (che assorbe l'umanità
        stessa) decide di rispondere:
        "Sia la luce..."Se non ricordo male il racconto e' di Asimov.Sempre di Asimov e' anche interessante, riguardo all'argomento in questione, il ciclo di racconti sui robot, che ha avuto l'idea delle famose tre leggi della robotica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa trama non mi e' nuova...
        - Scritto da: Yupa
        C'è dietro anche una discreta letteratura
        fantascientifica, se non erro, a partire dal
        racconto, di cui ricordo solo il titolo "The
        last question" Si, lo dovrei aver letto su un Urania. Era un racconto breve ma intenso.Forse poi dall'idea e' stato derivato il primo film di Spielberg, dove una bomba capricciosa prima non vuole esplodere perche' non e' sicura dei suoi input, poi indecisa su cosa e' veramente reale o no prende come riferimento la Bibbia e con il "E luce sia" fa saltare tutto in aria.Va beh! Qui si sta divagando! Ciao
Chiudi i commenti