Misurato il Web italiano!

C'è lo storico motore de IlTrovatore dietro una misurazione che non ha precedenti e che stima in 48 milioni le pagine web offerte da domini .it. Ecco i dettagli della presenza italiana su web


Roma – Per la prima volta, grazie a tecnologie specifiche sviluppate dallo storico motore di ricerca e indice di siti web Il Trovatore , è stato possibile quantificare le “dimensioni” del Web italiano. Un dato che finora è mancato pur a fronte di numerose e diverse analisi sulla presenza dei materiali italiani sulla rete internet.

“Gli spider de IlTrovatore – si legge in una nota diffusa ieri dalla società -hanno rilevato la presenza di ben 48 milioni di pagine Web, tra statiche e dinamiche, tutte appartenenti a siti con dominio.it.”

Le pagine web generate in modo dinamico, in continua crescita, spesso e volentieri non vengono calcolate dagli spider web mentre IlTrovatore sostiene di aver potuto tenere conto anche del loro numero. Anzi, afferma di rappresentare in questo senso una “unica eccezione nel panorama dei motori di ricerche”, scoprendo così che “il Web italiano è ben più vasto di quanto si pensasse”.

In particolare, gli spider de IlTrovatore hanno evidenziato che il cosiddetto Web dinamico supera di gran lunga quello statico. Nel mese di settembre, infatti, IlTrovatore ha rilevato la presenza nel Web italiano di ben 30 milioni di pagine dinamiche e di circa 16 milioni di pagine statiche.

Dalla fotografia scattata da IlTrovatore sul Web Italiano nel mese di settembre è inoltre emerso che:

– esistono circa 16 milioni di pagine statiche, cioè le pagine con estensione.htm o.html;
– sono 32 milioni le pagine dinamiche, ossia quelle costruite nei contenuti in base alle istruzioni specificate dall’utente (come quelle di Punto Informatico);
– sono 84.000 le pagine Web che cambiano posizione in maniera permanente da un mese all’altro, mentre 500.000 hanno un redirect verso un altro sito;
– 30.000 mila pagine Web richiedono la password per l’accesso;
– circa 700.000 mila sono i “File not Found” (l’errore HTTP 404) in un mese;
– circa 50.000 pagine Web danno origine all'”Internal server Error”;
– circa 60.00 pagine sono raggiungibili tramite un link ma ne è vietato l’accesso (Forbidden).

IlTrovatore, uno dei pionieri del web italiano, è disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • grgoras sabin scrive:
    sabin
    fbi nu misca nimeni
  • grgoras sabin scrive:
    dj sabin
    (linux)ciao
  • Anonimo scrive:
    o no!!!
    accidenti, io ho codiviso 5 giga di mp3 per non parlare di tutti i software :(Ed ora?come spieghero che ho comprato un totale di software da 500.000 ?maya3dslightwavetutti gli adobe...mamma mia!!!
  • Anonimo scrive:
    Rincoglioniti Imbecilli Arteriosclerotici Acuti
    se sti deficienti arrivano a questo vuol proprio dire ke si sentono il fiato sul collo e sanno ke hanno perso!!!E' vero ke qui è rato di violazione di domicilio ma anke se x caso nessuno t entrasse nel pc cmq già vedere AudioGalaxy morto dopo Napster e tutte le reti intasate non rende allegri, no?Sono patetici e pazzi fottuti. Se mi entrano nel pc e mi fanno danni altro ke aerei sulle torri....Andate a lavorare stronzi, altro ke rubare miliardi alla gente, tanto siete tutti drogati, froci e alcolizzati, e io non solo dovrei arrikkirvi ma anke rimetterci il pc? fottetevi!!!
  • Anonimo scrive:
    Noi siamo in Italia
    Se anche passasse quella diavolo di legge negli Usa noi siamo in Italia dove queste pratiche sono ancora illegali.Ovviamente potremmo risentire degli effetti di tali azioni, ma attraverso reti locali (intendo dove tutti i nodi sono computer in territorio non statunitense) il problema sarebbe pressochè scongiurato.Inoltre questa distinzione tra americani-non americani costringerebbe la riaa ad introdurre molti filtri nei loro sistemi, rendendoli più complicati da fare e da gestire.Non ultimo il fatto che, se non applicassero tali accorgimenti, sicuramente qualche organizzazione internazionale farebbe causa alla riaa, provocando fastidiosi strascichi giudiziari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi siamo in Italia

      Se anche passasse quella diavolo di legge
      negli Usa noi siamo in Italia dove queste
      pratiche sono ancora illegali.e quando non lo saranno piu ????
      Non ultimo il fatto che, se non applicassero
      tali accorgimenti, sicuramente qualche
      organizzazione internazionale farebbe causa
      alla riaa, provocando fastidiosi strascichi
      giudiziari.ah si ???? e chi ????
  • Anonimo scrive:
    ahahahahahah
    vi aspetto pezzi di merda provateci anche se volete!! forza sono qui! poi non vi lamentate se l'intera Italia formulera' un super DoS sui vostri domini...o ancora peggio i migliori wxploit unix in circolazione! MUAHAHAHAH
  • Anonimo scrive:
    e come cazzo facciamo a proteggerci?
    se loro arrivano a rompere, tu come fai a rispondere? intendo dire per ributtargliela in culo (dove dovrebbe stare) ... e rispondere a tono? dato che di guerra informatica si tratta, almeno bisogna rispondere come si deve, no?
  • Anonimo scrive:
    E' VIOLAZINE DI DOMICILIO!
    In Italia è un reato penale dal 1997, Non può entrare senza autorizzazione nei PC degli utenti, e non è credibile che riesca ad ottenere milioni di autorizzazioni! Voi la volete autorizzare?
  • Anonimo scrive:
    ma chi sono
    un proverbio dice che piu sono grandi e piu fracasso fanno quando cadono!!!devono togliersi dalla testa le fesserie che partoriscono i loro cervelli, malati di denaro,che tanto nella cassa da morto non serve!!!!poi si parla di diritti......ma allora solo i grandi hanno diritti...e fanno le leggi per proprio tornaconto!!
  • Anonimo scrive:
    RIAA TI PISCIO IN BOCCA!!!!!( e scusate se è poco)
    Chiedo scusa a puntoinformatico per aver leso la policy dei forum, ma questa volta era proprio il caso.RIAA GET OUT OF THIS UNIVERSE AND FUCK YOURSELF
  • Anonimo scrive:
    MA non vi preoccupate...
    Sono solo dei poveracci, è un anno che continuano a parlare di cazzate, di cose che non faranno mai o faranno solo in minima parte.. ancora non avete capito?? ve lo dico io.. LA RIAA ci guadagna dalla pirateria, altro che combattere.. figurarsi se fanno una cosa del genere.. conosco impiegati di major discografiche o stessi artisti che ancora prima che esca un album lo mettono almeno un mese prima dal rilascio commerciale su Winmx e altri sistemi di file sharing noti...prima coi nastri.. poi con i cd... i dat.. i minicd.. adesso con i dvd.. tutto regolare.Scaricate tutto tranquillamente, conoscevo degli impiegati della SIAE e di altre Major discografiche che avevano almeno 10gb di mp3 dentro il disco.. tutti scaricati da Napster, alla faccia della famosa "lotta alla pirateria" di cui tanto si vantavano e si vantano.Ma tanto ste cose si sanno, non sono neanche + una novità.. chi sta nel giro lo sa benissimo, è scontato!Non vi preoccupate..Un saluto, Cgun.
    • Anonimo scrive:
      c'è chi può e chi no amico cgun
      sospetto anche io che ciò possa accadere ... ma se - supponiamo - un impiegato della SIAE commette un illecito, non lo commette la SIAE, ma lo commette LUI.Si pareranno sempre il culo, mentre TU, no.Se ti intercettano, ti mandano la pula a casa e ti chiedono da dove vengono quei cd masterizzati, tu avrai ben poco da blaterare.Su un forum si fa presto, ma in aula, caro mio, non credo che saremmo talto baldanzosi; né io, né te.
      • Anonimo scrive:
        Re: c'è chi può e chi no amico cgun
        - Scritto da: Yosemite Sam Brown

        sospetto anche io che ciò possa accadere ...
        ma se - supponiamo - un impiegato della SIAE
        commette un illecito, non lo commette la
        SIAE, ma lo commette LUI.
        Si pareranno sempre il culo, mentre TU, no.

        Se ti intercettano, ti mandano la pula a
        casa e ti chiedono da dove vengono quei cd
        masterizzati, tu avrai ben poco da
        blaterare.

        Su un forum si fa presto, ma in aula, caro
        mio, non credo che saremmo talto baldanzosi;
        né io, né te.Hehehe... casualmente conosco anche diversi amici Finanzieri della mia città... tra cui un Maresciallo, ogni tanto parliamo.. mi informa sui blitz e su come vanno queste cose. E la situazione sul fronte pirateria adesso mi sembra veramente tranquilla, almeno in Italia.Saluti, Cgun.
  • Anonimo scrive:
    RIAA o CIAA?
    ma chi si credono di essere questi qua?Poliziotti con licenza di hackerare?Sara bene che si mettano in testa che sono solo una associazione di industrie discografiche, non una agenzia federale degli Stati Uniti.
    • Anonimo scrive:
      Re: RIAA o CIAA?
      - Scritto da: a.a
      ma chi si credono di essere questi qua?

      Poliziotti con licenza di hackerare?

      Sara bene che si mettano in testa che sono
      solo una associazione di industrie
      discografiche, non
      una agenzia federale degli Stati Uniti.Hai mai letto nulla di cyberpunk ???Visto Max Heldroom o Robocop ???!!!???Hai presente le scene in cui il corporativo che gestisce il progetto Robocop maltratta il capo del commissariato ?!?!Ecco questo e' il cyberpunk, e ci stiamo finendo.
  • Anonimo scrive:
    Penoso: non acquisterò più CD a questo punto
    Ascolterò musica solo da tv e radio a questo punto. E' vergognoso questo atteggiamento da parte delle case discografiche. Se vogliono distruggere la pirateria non hanno che da abbassare i prezzi dei CD e moltiplicarne quindi le vendite. Un CD dovrebbe costare L.15mila. Costano invece moooltooo di più e hanno fatto sparire i CD singoli. Pensate che io abbia L.40mila da buttare? Quando sono usciti i CD gli Album in vinile costavano L.15mila e i primi CD L.25mila e si diceva che il prezzo dei CD sarebbe sceso negli anni. Invece è aumentato sino all'orrore dei prezzi attuali quando troviamo in edicola riviste che a L.6900 lire allegano ben 2 CD! Il costo di stampa per copia per "voi" case discografiche è irrisorio. Non riuscirete mai, mai, mai a fermare la libertà di diffusione della musica in internet perchè morto un sistema se ne farà un altro. Io ascolto solo qualche canzone straniera, inglese. Concentratevi sulla vendita on-line, sui servizi, su prezzi venduti a basso costo nei supermercati. Altrimenti perderete sempre più soldi, perchè oltre all'uso dei file .mp3 E' con atteggiamenti di questo tipo che diventerete antipatici agli utenti. Quando nacquero i registratori che permettevano di duplicare le cassette vi preoccupaste, ora con gli .mp3. Ma logicamente quasi nessuno si mette a scaricare un album intero di un cantante. Molto meglio il cd originale, lo stampato con le canzoni, ecc. ma non a L.40mila. Con queste cifre perderete, perderete, perderete e soprattutto ci rimetterete in termini di immagine: questo penso che sia per voi la perdita più grossa.Un caloroso e cordiale saluto
  • Anonimo scrive:
    ALT! FERMI TUTTI!!!
    L'articolo parla espressamente di emendamenti ad una legge americana. Il bello è che qui in Italia, una legge americana vale meno di un chewing-gum su un marciapiede: entrare nel PC di un utente internet sarebbe per le leggi italiane e comunitarie una grave violazione della privacy. E non penso che la Comunità Europea, al pari del Congresso americano, sia così disponibile a piegarsi a 90 ogni volta che la lobby di turno sente il bisogno di una sveltina. Quindi vedo molto difficile l'introduzione di una legge analoga al di qua dell'atlantico. L'unico dubbio potrebbe consistere in "e dopo che mi sono entrate dagli USA nel mio PC qui a Cologno Monzese, chi li va a prendere?" ... ma questo discorso potrebbe valere anche al contrario.Il problema è che questi ancora non hanno capito che non si può vendere un CD 40mila solo perchè a Michael Jackson i bambini costano cari. Ciao ciao.
    • Anonimo scrive:
      Monsanto e la Micro$oft (Re: ALT! FERMI TUTTI!!!)
      - Scritto da: Cesare
      L'articolo parla espressamente di
      emendamenti ad una legge americana. Il bello
      è che qui in Italia, una legge americana
      vale meno di un chewing-gum su un
      marciapiede: [...]
      E non penso che la Comunità
      Europea, al pari del Congresso americano,
      sia così disponibile a piegarsi a 90 ogni
      volta che la lobby di turno sente il bisogno
      di una sveltinapovero illuso...l'Europa non e`stata capace di appellarsi al diritto della salutequando ha proibito l'importazionedella carne agli ormoni; gli scienziatidella Monsanto dissero che non faceva malee da allora noi europei1) paghiamo sanzioni all'America2) veniamo ostacolati nell'esportazionedei prodotti tipici con pesanti tasseche li rendono poco appetibili agliamericani magnamburgherma allora ovviamente le voci contrarie alle multinazionaliamericane del farmaco vennero messe a tacere;http://www.report.rai.it/servizio.asp?s=7nel 1994 facemmo una figuraccia con il famigerato Italian Crackdown promosso dalla BSA (dietro la quale c'e`principalmente la Microsoft comemaggiore promotrice): irruzioni in unaBBS, sequestro di computer, c'e`chi ha nutrito dubbi sulla legittimita`di tale intervento..., ma allora ovviamente le voci contrarie alle multinazionaliamericane del software vennero messe a tacere;per quale motivo proprio stavoltale multinazionali del disco dovrebberocedere di fronte a quella barzellettadi legge che e`la legge sulla privacyin Italia?!?Pino Silvestre
      • Anonimo scrive:
        Re: Monsanto e la Micro$oft (Re: ALT! FERMI TUTTI!!!)
        e non dimentichiamo il caso sklyarov...ha scritto un software _legale_ nel suo paese e appena è sceso dall' aereo in america l' hanno arrestato....
    • Anonimo scrive:
      Re: ALT! FERMI TUTTI!!!
      Hai pienamente ragione, una legge così può esistere solo negli stravaganti USA.In quanto ad entrare nel mio PC, ke ci provino......se avete paura di intrusioni, procuratevi un buon FireWall gratuito.www.zonealarm.com
  • Anonimo scrive:
    Ah, nostalgia delle musicassette mixed by Erry...
    Per anni la gente si e`accontentatadi musicassette pirata la cui qualita`e`lontana da quella dei CD e degli MP3ma comunque era preferibile di gran lungaall'acquisto di musica originale;OGGIAnche mettendo le migliori protezioniai CD audio, creare mp3 da una registrazioneanalogica da un lettore CD connessodirettamente alla schedina sonoracrea comunque musica di qualita`miglioredella migliore delle musicassette;gli mp3 continueranno a girare...______________________E`risaputo oltretutto chepagando 25.000 un album, al cantante/autore vanno si e no 3000 lire, il resto va a questi distinti gentiluomini.Direi che questa bella trovata di entrare nel PC degli utenti ecancellargli gli mp3 e/o smurfarlie`la goccia che fa traboccare il vaso;ma in questi cavolo di parlamentipossibile che non abbiano nessun problemapiu`serio di cui parlare?chesso`, della mafia e della malavitaorganizzata che nel sud italiaimpedisce all'imprenditore di creareoccupazione, lo stesso imprenditore quandova al nord riesce a mettere su la fabbrichetta, che volente o nolentecrea posti di lavoro.E`disonesto e scorretto nei confronti dell'interasocieta` spingere anche le forze politichein parlamento per dare priorita`alla lunghezzadello yacht e delle piscine di questidistinti signori che piagnucolano continuamente alla crisi ma che non vanno mai in perdita, alla facciadi napster e della musica di contrabbando...Pino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    è la solita storia... la riaa non voleva all'epoca
    quando la pphilips produceva i le unità dat, su cui ancora si salvano i master musicali dei brani musicali, non voleva che venissero vendute le medesime unità dat per fare i backup dei server.la philips giustamente le ha messe in commercio.se fosse per la riaa, internet dovrebbe essere chiusa come ha fatto il regime afganistano.l'utende deve solo essere un pollo da spennare e che possiblimente non si lamenti.io ho comprato un cd originale e il mio stereo lo leggge a tratti, ho dovuto masterizzarlo, la copia naturalmente va che è una meraviglia, la musica è nitida.ma che supporti vengono usati per gli originali ?da 300 £ altro che verbatim
    • Anonimo scrive:
      Re: è la solita storia... la riaa non voleva all'epoca
      Confermo!Anche a me è successo 2 volte.Si trattava (non ho nessun problema a dirlo) di:Saviour Machine - Legend Pt. 2 (Massacre Records / MCM)Liquid Tension Experiment - LTE II (Magna Charta)Ho dovuto rimasterizzarli entrambi!E peggio:Il DVD "La notte dei morti viventi" edizione celebrativa del 30° anniversario della ElleU Multimedia posso vederlo solo in DivX ;-) !!!Avete capito bene! Ho dovuto ripparmelo sul PC perché sul DVD da salotto è difettoso!Ovviamente il centro commerciale (catena Carrefour) di certo non me lo sostituisce.
      • Anonimo scrive:
        Re: è la solita storia... la riaa non voleva all'epoca

        Ovviamente il centro commerciale (catena
        Carrefour) di certo non me lo sostituisce.be, forse loro no, ma dovresti chiedere a loro come fare per fartelo sostituire dall'azienda produttrice.
  • Anonimo scrive:
    devono solo convincersi di aver perso la guerra.
    se vendono la musica online a 200 lire al brano, fanno tanti soldi più di adesso.devono capire che prendono già tanti soldi e volerne troppi e non accontentarsi alla fine non paga. con il pc si lavora non solo si sente musica, con questi programmi di intrusione mi possono rubare dati riservati oltre a farmi pagare dei costi in quanto la connesione la paga l'utente e non loro.mi distruggono il pc solo perchè sospettano che tra i brani mp3 che ci sono, ve ne sia uno che viola il copyright... e se in mp3 ho dei file che inserisco in un sito di un cliente ... chi mi paga i danni...allora teniamo sotto controllo anche i cellulari...la libertà dell'individuo è primaria, il pee to peer è una nuova opportunità di sviluppo e di businness che non può essere bloccata per gli interessi di alcuni...
  • Anonimo scrive:
    www.aimster.com
    Non dico altro
    • Anonimo scrive:
      www.aimster.com, bella cazzata!
      - Scritto da: Ramen
      www.aimster.com
      Non dico altroe tte credo....aimster e`basato su un server centralizzato, proprio come napsterstaremmo punto e daccapo...ma statti zitt che e`meglioPino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    Ahsahshashahsah
    Vorrei proprio vedere come farebbe il fantomatico robot a "floodare" tutti gli utenti che fanno filesharing (dove compaiono tral'altro linee t3 e superiori)...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahsahshashahsah
      bhe, le t3 e supperiori (addiritura) non sempre sono t3 o supperiori addiritura...- Scritto da: Ufo13
      Vorrei proprio vedere come farebbe il
      fantomatico robot a "floodare" tutti gli
      utenti che fanno filesharing (dove compaiono
      tral'altro linee t3 e superiori)...
  • Anonimo scrive:
    PROBLEMINO ETICO...
    E' assolutamente logico che in mancanza di una normativa i detentori di un diritto (giusto o sbagliato che sia, ma a stabilirlo c'è una legge, che fa un parlamento, che eleggiamo noi!) si difendano.Che la RIAA o la Sony si comportio così è fuorilegge esattamente come lo è copiare gli mp3 senza averne il diritto. Problemino etico: vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca?
    • Anonimo scrive:
      Re: PROBLEMINO ETICO...
      c'e gente che ha TROPPI diritti e c'e gente che ne ha troppO POCHI...
      E' assolutamente logico che in mancanza di
      una normativa i detentori di un diritto
      (giusto o sbagliato che sia, ma a stabilirlo
      c'è una legge, che fa un parlamento, che
      eleggiamo noi!) si difendano.
      Che la RIAA o la Sony si comportio così è
      fuorilegge esattamente come lo è copiare gli
      mp3 senza averne il diritto.
      Problemino etico: vogliamo la botte piena e
      la moglie ubriaca?
      • Anonimo scrive:
        Re: PROBLEMINO ETICO...
        Beh, si, ma sempre diritti sono........il problemino etico non mi sembra da sottovalutare.....Se io fossi un artista, un compositore, un qualunque che crea un opera, mi girerebbero un po' a vederla sfruttata senza prenderci i dovuti diritti..........su quanto devono essere, poi, ($$) è un mercato come un altro..... anche come quello del lavoro, no ??Pensiamoci...
    • Anonimo scrive:
      Re: PROBLEMINO ETICO...
      Ma quale problema etico! Gli mp3 sono mezzo per metterla in quel posto ai discografici. Il prezzo di fabbrica di un cd è di 3.000 lire! Nelle 3.000 lire sono compresi materiale e manodopera; se prezzo sale fino a 40.000 è colpa della gente avida che lavora dietro le case discografiche.Nelle 40.000 sono compresi profitti e ingaggi miliardari dei cantanti. E io dovrei sentirmi in colpa se non finanzio la ferrari di Ramazzotti?Per favore!
      • Anonimo scrive:
        Re: PROBLEMINO ETICO...
        ...beh, non ti obbliga certo il dottore a comprare i CD di Ramazzotti.....
        • Anonimo scrive:
          Re: PROBLEMINO ETICO...
          CHE CA**O C'ENTRA IL GRANDE EROS E IN GENERALE TUTTI GLI ARTISTI (PARLO PER QUELLI ITALIANI) QUANDO SANNO TUTTI CHE DELLE £40 000 DEL CD VA ALL'ARTISTA SOLO UN 10% (£4 000). IL PROBLEMA è CHI SI MANGIA LE ALTRE £36 000 (CASE DISCOGRAFICHE PRODUTTORI CO-PRODUTTORI ROYALTIES VARIE A FIGURE OMBRA ...). PRIMA DI SPARARE A ZERO SU UN'ARTISTA E SU COSE CHE NON CONOSCI CERCA DI PENSARCI BENE. QUI C'è SOLO UN FATTO PER LO PIU' IPOTETICO CHE MAI, DICO MAI SI REALIZZERA', PERCHE' GLI EMENDAMENTI DEL CONGRESSO AMERICANO (SEMPRE CHE PASSI) VARRANO AL LIMITE PER L'AMERICA E LE HAWAII MICA PER ITALIA E GERMANIA. QUINDI SE E' LEGALE IN AMERICA NON LO POTRA' ESSERE MAI IN ITALIA E EVENTUALI AZIONI DI CONTRASTO NON SARANNO PERSEGUIBILI. SEMPLICE.
    • Anonimo scrive:
      Re: PROBLEMINO ETICO...
      ma che cavolo di ragionamento fai? Se io copio un cd so di fare qualcosa di ILLEGALE, mentre loro vogliono LEGALIZZARE una cosa che è ILLEGALE. Mi sembra ben diverso. O non ci arrivi?- Scritto da: LOGICO
      E' assolutamente logico che in mancanza di
      una normativa i detentori di un diritto
      (giusto o sbagliato che sia, ma a stabilirlo
      c'è una legge, che fa un parlamento, che
      eleggiamo noi!) si difendano.
      Che la RIAA o la Sony si comportio così è
      fuorilegge esattamente come lo è copiare gli
      mp3 senza averne il diritto. NON si comportano "fuorilegge", tentano di rendere LEGALE qualcosa che non lo è. Ma ci sei o ti fai?
  • Anonimo scrive:
    LA PRENDO A CALCI IN CULO
    Solo se prova ad entrarci.
  • Anonimo scrive:
    I corruttori...
    La RIAA? Le associazioni discografiche? Dovrebbero stare zitte se avessero dignità. Proprio loro, che portano MILIONI di ragazzetti allo sbando, propinando FALSI IDOLI, FALSI MODELLI, CANTANTI DICHIARATAMENTE DROGATI, PUT...NE, FRO..I, etc. ect.. per musicisti... Proprio loro ora vorrebbero che il mondo che loro stessi hanno così creato si preoccupasse di pagarli.. UAUAHUHA. Gli sta bene a questa manica di pervertiti schifosi capaci solo di intascare quattrini, alla faccia della moralità (altrui).
    • Anonimo scrive:
      Re: I corruttori...

      Proprio loro, che portano MILIONI di
      ragazzetti allo sbando, propinando FALSI
      IDOLI, FALSI MODELLI, CANTANTI
      DICHIARATAMENTE DROGATI, PUT...NE, FRO..I,
      etc. ect.. per musicisti... Proprio loro oraMi sembra che questo sia un fare fare pipi fuori dal vasino:Jim Morrison, Jimi Hendrix et compagnia bella si drogavano regolarmente.Freddie Mercury e' morto di AIDS, bisessuale.Elton John e' dichiaratamente gay.Miles Davis era tossicomane, come John Coltrane e Charlie Parker.Se vuoi andiamo piu' indietro nel tempoOscar Wilde e' finito ai lavori forzati per omosessualita', Conan Doyle utilizzava sostanze stupefacenti (come il suo Sherlock Holmes).Giusto un piccolo campionario di gente non proprio perbene. Ti posso concerdere che i primi possano aver sfruttato e essere stati sfruttati dal cosidetto *star system*, ma gli altri...Il Conte
      • Anonimo scrive:
        Re: I corruttori...
        Veramente non ho disquisito sulla moralità dei musicisti, ma su quella della RIAA. Come può pretendere di fare soldi utilizzando MODELLI SPUDORATAMENTE CONTRO OGNI REGOLA E LEGGE (ti ricordo che spaccio e traffico di droga sono reati) e al contempo pretendere pure che tutti gli altri le rispettino? :-DE' il gatto che si morde la coda. Mi hai insegnato che si può agire illegalmente e addirittura arricchirsi (moltissimi cantanti sono straricchi) ed adesso vieni a piangere perchè non compro i tuoi dischi ma li copio? Uhauhauha.
        • Anonimo scrive:
          Re: I corruttori...
          A quanto pare sono io ad avere problemi di mira ^__^dopo questo tuo chiaremento sono d'accordoByeIl Conte
  • Anonimo scrive:
    E' una bufala
    1)Se Distribuiranno un nuovo software camuffato, entro 24 ore sarà intereccatato, i patterne del file ("stringhe di riconoscimento" ) saranno note e sarà facile eliminare l'intruso.2) Possono entrare nei pc degli utenti attraverso la condivisione delle risorse ( condivisione del disco C ). Consiglio Togliere sempre la condivisione del disco quando si naviga in internet3)Possono utilizzare una tecnica di pirateria informatica denominata "Men in the middle" ma hanno bisogno della collaborazione di tutti i prividers ( ISP ) che forniscono connettività.4)Possono essere tranquillamente denunciati in quanto ledono i diritti della privacy Legge 675/96.Spero di essere stato utile.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una bufala
      Mi sa che non hai colto il punto :-)Il problema qui non e' tanto quello che fanno che faranno ma quello che hanno detto di voler fare in linea di principio. Metti anche che oggi quella legge non consentira' le intrusioni, questo e' quello a cui questi puntano.Sai che ci fanno con la legge sulla privacy?
  • Anonimo scrive:
    PREDICARE BENE...
    ...E RAZZOLARE MALE.FACCIAMO QUALCOSA DI CONCRETO CONTRO QUESTI SOPRUSI.MAGARI COMINCIAMO DAL CAMBIARE FORMATO AUDIO...SCEGLIETE LA LIBERTA`, SCEGLIETE VORBIS !!!http://www.vorbis.com
  • Anonimo scrive:
    Ma se io...
    Ma allora, se io produco ad esempio un qualunque software (anche uno shareware da un euro), posso andare ad hackerare i computer altrui per scoprire se lo usano? Magari anche i computer della RIAA, in quanto potrebbe essere utente del tale programma?
  • Anonimo scrive:
    P.I.: la notizia ha fatto la muffa
    Spiacente, ma la notizia e' vecchia e gia' superata: la RIAA ha gia' rinunciato ai suoi propositi.http://slashdot.org/articles/01/10/15/1715233.shtmlVoto: 4 meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Massì, RIAA spendete pure i nostri/loro soldi...

    A parte che vorrei proprio sapere chi
    saranno questi spavaldi programmatori
    mercenari che si venderanno alla RIAA (credo
    che avranno paura ad uscire di casa e
    smetteranno di frequentare chat, forum e
    newsgroup ;-))direi...;-0)
    ... E poi con tutta la gente
    che ce l'ha a morte con la RIAA... Non solo
    questi sistemi avranno vita breve, ma pure
    difficile. su questo non sono tanto sicuro...vedrai quando comincerano a fare pubblicita in tv...
    Scommetterei non so cosa che
    prima di tutto i sistemi da loro proposti
    sarebbero attaccati in una maniera folle
    (altro che ddos!), e che soprattutto
    utilizzerebbero le loro stesse armi contro
    di loro ^________^embe...un centinaio di server (si sai la riaa fa sempre le cose in grnade) su oc3...;-0)e magari su msuindows anche...;-0)che goduria...;-0)
  • Anonimo scrive:
    basta con la RIIA
    Ragazzi ma non è possibile che la RIAA ci controlli anche i pc! Non si può creare un comitato mondiale contro questa benedetta multinazionale oppure fare una bella giornata di NETSTRIKE? Devono capire che non ci devono rompere!
  • Anonimo scrive:
    007 licenza di farsi i cavoli altrui??
    Ma stiamo scherzando??? Vabbene il diritto di proprieta' e il sacrosanto diritto d'autore, pero' qui si esagera!Alla RIAA si saranno detti : "Questi non rispettano il diritto di proprieta' intellettuale dei brani musicali? E noi non rispettiamo il diritto alla privacy" . Mi sembra davvero un discorso da pazzi. E chi me lo dice che questi bot non logghino gli affari miei su qualche server e usino i miei dati per tristi affari? Perchè mai gli omini RIAA non spendono i soldi che stanno investendo in questa crociata persa in partenza (vista la direzione intrapresa) non li destinano a nuove forme di distribuzione delle song? A incrementare la qualita' dei lavori (che al momento tende drasticamente al basso... sempre i soliti accordi e qualche urletto) , a ripartire con piu' equità i proventi dei copyright , invece di destinarli a chi non ne ha diritto (tipo il liscio che si prende i soldi dei pezzi da disco) ?Credo che anziche' vedere Internet come il nemico, dovrebbero forse non combatterlo ma invece farselo amico: la rete offre sterminate possibilità anche commerciali , e' tanto difficile vedere che le cose sono GIA' cambiate e che il vecchio sistema che RIAA si ostina a tenere in piedi non e' piu' adeguato??Io non voglio mantenere le loro Ferrari. Un saluto a tutti. SadPetronius
  • Anonimo scrive:
    Come faranno?
    Il mio router è impostato per non accettare nessun tipo di connessione in entrata...come faranno a "entrare" nella mia rete e cancellarmi tutti gli mp3 sul mio fileserver?per non parlare per es. degli utenti fastweb che navigano in centinaia con 1 solo IP pubblico... loro saranno automaticamente immuni?Tecnicamente quello che vogliono fare sti c0gl10n1 mi sembra irrealizzabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come faranno?
      non conosco fastweb...pero se il tuo router non accetta conessioni in entrata...come kezzo hai fatto a postare qui ???
      Il mio router è impostato per non accettare
      nessun tipo di connessione in entrata...

      come faranno a "entrare" nella mia rete e
      cancellarmi tutti gli mp3 sul mio
      fileserver?

      per non parlare per es. degli utenti fastweb
      che navigano in centinaia con 1 solo IP
      pubblico... loro saranno automaticamente
      immuni?

      Tecnicamente quello che vogliono fare sti
      c0gl10n1 mi sembra irrealizzabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come faranno?
        Quando entri in un sito apri una connessione in uscita... Per connessione in entrata si intende quando hai un host con un servizio in listening e un client che vi accede.. non è il mio caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come faranno?
        - Scritto da: blah
        non conosco fastweb...pero se il tuo router
        non accetta conessioni in entrata...come
        kezzo hai fatto a postare qui ???
        Semplicemente vieta l'entrata dei pacchetti con il flag SYN (quelli che tentano di APRIRE una connessione da un altro server al tuo). Ma i pacchetti senza SYN (dati in entrata di connessione da TE aperte) passano tranquilli.Comunque il flodding ce l'hai comunque, la tua interfaccia riceve comunque i pacchetti, li esamina e li scarta, quindi la connessione è comunque rallentata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come faranno?
        - Scritto da: blah
        non conosco fastweb...pero se il tuo router
        non accetta conessioni in entrata...come
        kezzo hai fatto a postare qui ???
        Semplicemente vieta l'entrata dei pacchetti con il flag SYN (quelli che tentano di APRIRE una connessione da un altro server al tuo). Ma i pacchetti senza SYN (dati in entrata di connessione da TE aperte) passano tranquilli.Comunque il flodding ce l'hai comunque, la tua interfaccia riceve comunque i pacchetti, li esamina e li scarta, quindi la connessione è comunque rallentata.
  • Anonimo scrive:
    podarsi anche che
    si becchino na denuncia per DoS.a proposito scaricate anche voi packetstormsecurity.com/riaa-triino.tar =)bye
    • Anonimo scrive:
      Re: podarsi anche che
      Ho provato ma dice che non trova il file...hai il link corretto?oppure dicci cosa cercare... con riaa non trova nulla...Ciao!P.S. che cos'e' ? :-)- Scritto da: davex
      si becchino na denuncia per DoS.
      a proposito scaricate anche voi
      packetstormsecurity.com/riaa-triino.tar =)
      bye
      • Anonimo scrive:
        Re: podarsi anche che
        era uno scherzo...faceva lo spiritoso...il file non esiste...;-0)cerca triino su google...con una i con a finale, ecc...varia...- Scritto da: curioso
        Ho provato ma dice che non trova il file...
        hai il link corretto?
        oppure dicci cosa cercare... con riaa non
        trova nulla...

        Ciao!

        P.S. che cos'e' ? :-)

        - Scritto da: davex

        si becchino na denuncia per DoS.

        a proposito scaricate anche voi

        packetstormsecurity.com/riaa-triino.tar =)

        bye
  • Anonimo scrive:
    ve lo ricordate?
    http://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=79258&fid=37270leggetevi il finale di questo ... sembrava para ... e invece ...MA QUESTO CAZZO DI FREENET, COME CAVOLO FUNZIONAAAAAAAAAAAAAAA??????????????
  • Anonimo scrive:
    Prossimo attentato USA
    Ma sta RIAA non ce l'ha una sede? sicuramente con tutti i soldi che hanno un bel palazzo da chissa' quanti piani lo hanno no?"hey BIN! senti.."
  • Anonimo scrive:
    Basta! è sempre la stessa storia!
    Se la RIAA mettesse in pratica quello che ha detto, sicuramente verrebbero fuori nuovi sistemi in grado di eludere questi controlli. E poi con che diritto vogliono proclamarsi giudici, giuria e esecutori di questa battaglia sui diritti? Non sono di certo migliori loro nel crackare i pc della gente di quegli utenti che scambiano canzoni su internet crackando le protezioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta! è sempre la stessa storia!
      IL crack di una protezione e reato in usaviola il dmcact(?) quindi loro stessi hanno chiesto una legge ora la vogliono violarevai su elcomsoft.come quarda cosa e' successo al programmatore che ha crakkato gli e-book di adobee stato invitato in usa ad una conferenza sulla sicurezza e li e' stato arrestatoti sembra una cosa giusta ?il reato non e' stato fatto in usa ma in russia e non e' un reatol'fbi ha fatto il gioco di adobe.
  • Anonimo scrive:
    Odiata RIAA
    Penso che nella classifica degli odiati di questi tempi la RIAA sia preceduta solo da Bin Laden.
  • Anonimo scrive:
    mi sa che c'e' in giro qualche nuovo stupefacente.
    bhe ultimamente ne sto sentendo molte in riguaro.Questa e' proprio bella, forse hanno trovato loro stessi un modo leggittimo per poterli contrattaccare; che limitati esseri.Mi sa che si fanno.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sa che c'e' in giro qualche nuovo stupefacente.
      ... e non mi dicono niente?!egoisti...
      • Anonimo scrive:
        Re: mi sa che c'e' in giro qualche nuovo stupefacente.
        tra poco metteranno quella (C) anche su quello.non sanno piu' come far soldi ma che volete il monopolio e che cazzo.
  • Anonimo scrive:
    roba da ridere
    si sentono talmente potenti (o talmente alle strette) da inscenare ormai cose degne di teatro.Voglio vedere come va a finire
  • Anonimo scrive:
    Ma allora e' vero...
    esiste qualcosa di peggio della SIAE!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora e' vero...
      - Scritto da: Ansia
      esiste qualcosa di peggio della SIAE!!!!!!!Peggio insomma... diciamo che la RIAA ha piu' potere della SIAE e cerca di far passare questo provvedimento.Una volta che questo e' passato allora i simpatici amichetti e colleghi italiani provvederano a un bel "avete visto? Nell'america patria di tutte le liberta' hanno deciso cosi', facciamo anche noi come loro..." e vissero tutti felici e contenti....
  • Anonimo scrive:
    Mi controllano?non acquisto piu'.
    Se veramente riusciranno a mettere su questo sistema per rompere le scatole alla gente e violare la privacy, allora io non acquistero' piu' e non ascoltero' piu'. Tanto alla radio fanno tutto e nessuno puo' impedirmi di ascoltarla, quindi andate a cagare teste di concio.
  • Anonimo scrive:
    Ma va a cagar. ia roto i cojoni
    Ie tutti semi qua.
  • Anonimo scrive:
    Mi ingolfi? ti disconnetto.
    Kazaa e Gnutellosi vari potrebbero mettere in piedi sistemi (disattivabili dall'utente) che si accorgono se hai la connessione ingolfata e disattivano l'accesso del robot dopo averlo segnalato "alla rete".Una sorta di linfocita T ... che difende i buoni e ammazza i cattivi... anche se mascherati da buoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi ingolfi? ti disconnetto.
      - Scritto da: Dottor T

      Kazaa e Gnutellosi vari potrebbero mettere
      in piedi sistemi (disattivabili dall'utente)
      che si accorgono se hai la connessione
      ingolfata e disattivano l'accesso del robot
      dopo averlo segnalato "alla rete".

      Una sorta di linfocita T ... che difende i
      buoni e ammazza i cattivi... anche se
      mascherati da buoni.Potrebbe essere un'arma a doppio taglio....Così potrebbero usare la stessa tecnica per disconnettere tutti quelli che vogliono...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi ingolfi? ti disconnetto.
        si ma chi?quelli del programma?intendo dire, è il programma che viene (in questa mia ipotesi) riprogettato per cacciare fuori i robot "dei cattivi".i "cattivi" non avrebbero controllo sulla disconnessione degli utenti.Fantascienza?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi ingolfi? ti disconnetto.
      basterebbe una lista di ip cattivi...da inserire nel client sia automaticamente che manualmente...e sincronizzata ogni tanto...
      Kazaa e Gnutellosi vari potrebbero mettere
      in piedi sistemi (disattivabili dall'utente)
      che si accorgono se hai la connessione
      ingolfata e disattivano l'accesso del robot
      dopo averlo segnalato "alla rete".

      Una sorta di linfocita T ... che difende i
      buoni e ammazza i cattivi... anche se
      mascherati da buoni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi ingolfi? ti disconnetto.
        Mai sentito parlare di limitazioni di banda se ho una linea 56k (5kb/s) posso decidere quanti k assegare in in e out dal mio pccosa ingolfano la retequanto durerebbero 3 gg il temo di organizzare un netstrike o un attacco flood dico che microsoft. com come sempio non riuscirebbe a stare dietro a tutti gli utenti di win se si riversassero ad una certa ora sul serverla stessa cosa accadrebbe alla riaagnutella winmx edonkey gnucleus hanno la possibilita di limitare la bandapoi cosa ingolfano in un sistema senza serverpossono attaccare un utente (sara contento il provider del'utente quando gli saltera' la banda)ma se il sistema riconosce l'invio di pacchetti fasulli (windows) non fa una piega li eliminanon mollano ? mi riconnetto e cambio IPho adsl con ip fisso mi attacco
  • Anonimo scrive:
    ma certo, evviva il far west
    ma questi signori sono rimasti ai tempi dei loro nonni? si rendono minimamente conto del significato della parola "diritto"? cioè, se a loro tutto questo è concesso, allora anche io voglio avvalermi dello stesso "privilegio";voglio dire che se ritengo che un mio amico mi abbia fregato l'autoradio, ho tutto il diritto di piombargli a casa, magari sfondando la finestra, e _naturalmente_ non sono in alcun modo responsabile dei danni da me causati, anche se non trovo alcun autoradio - in fondo sto solo difendendo i miei diritti.ma siamo pazzi?è verissimo che la pirateria esiste e che è anche molto diffusa, ma - opinione personale - esiste solo e soltanto perchè la sfacciata speculazione di certi signori ha davvero toccato il fondo;in altre parole: fate pagare i cd, le videocassette, i dvd ecc. il prezzo che valgono, abolite le tangenti su audio e videocassette vergini... utopia?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma certo, evviva il far west
      - Scritto da: HellBoy
      ma questi signori sono rimasti ai tempi dei
      loro nonni? si rendono minimamente conto del
      significato della parola "diritto"? cioè, se
      a loro tutto questo è concesso, allora anche
      io voglio avvalermi dello stesso
      "privilegio";Certo... è un diritto difendersi dalle intrusioni, ed essere "armati" contro le stessa...non vedo nulla di illegale, se per esempio dopo che loro mi hanno intasato la banda, procedere a difendermi con lo stesso principio, cercando un bel DOS a quel server....
      • Anonimo scrive:
        Far WEBst (Was Re: ma certo, evviva il far west)
        - Scritto da: l

        Certo... è un diritto difendersi dalle
        intrusioni, ed essere "armati" contro le
        stessa...
        non vedo nulla di illegale, se per esempio
        dopo che loro mi hanno intasato la banda,
        procedere a difendermi con lo stesso
        principio, cercando un bel DOS a quel
        server....Da quello che si legge viene legittimato il diritto all'aggressione, mica quello alla legittima difesa.Sulla base di quale principio mi sembra un mistero, diciamo che e' un poco hai tempi del far west, e la RIAA vuole la parte del cacciatore di taglie.
  • Anonimo scrive:
    Deh!! Sembra vero...
    E' come rimettere su la legge del taglione, o legittimare la vendetta... mi sa che hanno visto troppi film di fantascienza!!!...Se credono che i cosiddetti "pirati" se ne staranno a guardare...
  • Anonimo scrive:
    che tempi...
    non sono a mio agio nella parte dell'antiamericana, ma come faccio a non dirlo:nell'occidente democratico tutte le entità organizzate che hanno un qualche interesse a vincolare le libertà democratiche e accrescere il proprio controllo sui cittadini stanno approfittando della congiuntura politica;l'ipocrisia e' nel fatto che quanto vanno facendo e' dettato dalla necessita' di difendere proprio libertà e democrazia.aiuto.
    • Anonimo scrive:
      Re: che tempi...
      - Scritto da: Grazia
      non sono a mio agio nella parte
      dell'antiamericana, ma come faccio a non
      dirlo:

      nell'occidente democratico tutte le entità
      organizzate che hanno un qualche interesse a
      vincolare le libertà democratiche e
      accrescere il proprio controllo sui
      cittadini stanno approfittando della
      congiuntura politica;

      l'ipocrisia e' nel fatto che quanto vanno
      facendo e' dettato dalla necessita' di
      difendere proprio libertà e democrazia.

      aiuto.sono d'accordo...usciamo ?
  • Anonimo scrive:
    vergognamoci per loro
    Ogni volta che sembra abbiano toccato il fondo,dimostrano che possono scendere ancora piu' inbasso.Che si puo' dire di piu'??Forza, che potete fare di peggio.
  • Anonimo scrive:
    Il fatto e' che la musica fa schifo
    Logica conseguenza pochi sono disposti a pagarla. Se mi ricordo bene il CD piu' recente che ho e' Brand New Day di Sting. Non riuscirei proprio a spendere $14 per un CD di un teenager che schiamazza di fronte ad un microfono ed e' solo frutto di un'operazione di marketing.Non ci riesco. Magari ho dei gusti diversi, ma secondo me la grande quantita' di pop e rock in giro fa proprio schifo e pochi sono disposti a pagare certi prezzi....a prescindere dalla pirateria. Io certo presunti "artisti" non li riesco proprio ad ascoltare.Purtroppo pero' le vendite devono rimanere alte quindi si cerca ogni modo per rialzare le vendite senza pero' pensare bene se sia quello giusto. Stesso modo di agire del Congresso che pretende di prevenire altri attacchi terroristici monitorando le comunicazioni dei cittadini invece di cambiare la politica estera.....Non vi meravigliate se alla fine la RIAA l'avra vinta: e' questione di mentalita'. Mentalita' difficile da comprendere perche' molto diversa da quella razionale che ci si aspetta da un uomo sapiens sapiens. Allo stesso modo in cui la presunta guerra al terrorismo non verra' mai vinta, nonostante i proclami che presto verranno fatti dalla Casa Bianca, cosi' la guerra al file-sharing non verra' mai vinta, nonostante la RIAA affermera' il contrario non appena le saranno dati i mezzi per mettere in atto i propri piani.Cio' mi dispiace e mi rattrista.Credo che l'ide di mettere una scadenza ai diritti d'autore sia percorribile ed interessante. Secondo me per le schifezze quotidiane del pop squallido che ormai spopola sulle radio, basterebbero 3 anni....il resto andrebbe deciso ma questo sarebbe gia' un buon punto di partenza.Saluti a tutti.
  • Anonimo scrive:
    E IO ENTRO NELLE LORO CASE
    MI TROMBO LA MOGLIE LA FIGLIA POI ME NE VADO FACENDOGLI SENTIRE IL MIO ULTIMO DISCO IN MP3 PIENO DI ROTTI E SCUREGGIONI.www.prophilax.itporno R0CK senza COPIRAIT
    • Anonimo scrive:
      Re: E IO ENTRO NELLE LORO CASE
      - Scritto da: PROPHILAX
      MI TROMBO LA MOGLIE LA FIGLIA POI ME NE VADO
      FACENDOGLI SENTIRE IL MIO ULTIMO DISCO IN
      MP3 PIENO DI ROTTI E SCUREGGIONI.
      www.prophilax.it

      porno R0CK senza COPIRAITMi sto facendo un sacco di ghignate vedendo la pagina dei Prophilax, quando arrivo a lavoro mi scarico tutte le canzoni e ci faccio il cd per la macchina! :)))
  • Anonimo scrive:
    RIAA+FBI: DIO CE NE SCAMPI E LIBERI!
    Quanto scommettete che questa legge di "Crackeraggio legalizzato" passerà in America?La RIAA ha molti soldi.E TROPPO potere...Perciò si possono benissimo calpestare gli utenti per un profitto ancora più alto!In più l'FBI non aspetta altro che il permesso di intrufolarsi nei PC altrui!...Dio ce ne scampi e liberi!
    • Anonimo scrive:
      Re: RIAA+FBI: DIO CE NE SCAMPI E LIBERI!
      - Scritto da: ??
      In più l'FBI non aspetta altro che il
      permesso di intrufolarsi nei PC
      altrui!Credi che già non lo faccia???
      • Anonimo scrive:
        Re: RIAA+FBI: DIO CE NE SCAMPI E LIBERI!
        Non ho detto che già non lo faccia...Con tutte le backdoor di windows!Dico solo che ci mancherebbe la legalizzazzione di queste pratiche da guerra fredda!
  • Anonimo scrive:
    Rispondiamo!
    Ragazzi... cosa si fa quando qualcuno decide per tutti ma a nessuno la decisione va bene ???Boicottaggio!Non comprate piu' niente di originale nel modo piu' assoluto e ditelo anche agli amici, conoscenti, ecc...!Non e' illegale NON COMPRARE!Alla fine si fanno grandi con i $ che, nonostante tutto, gli diamo ancora noi. Tagliamogli i fondi!Ad essere in tanti e molto convincenti sarebbe una bella cosa!! :-) :-)
  • Anonimo scrive:
    Non ci credo.
    La stupidità umana non può essere così grande, mi rifiuto di credere che un homo sapiens si riduca così. No è impossibile.Quella di "nukare" gli utenti saturandogli la banda è talmente ridicola che mi rifiuto di crederci, sarebbe come se quelli della Audi bucassero le gomme alle macchine Fiat per far comprare le loro auto. E poi? Cioè loro si prendono il diritto di agire illegalmente per far rispettare la legge? ...no...cioè .... io non ci posso credere dai.E poi già che ci sono, perchè non si intrufolano a casa mia quando non ci sono per controllare che non abbia cd pirata? Se il ragionamento è quello.... incredibile porco___!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci credo.

      E poi già che ci sono, perchè non si
      intrufolano a casa mia quando non ci sono
      per controllare che non abbia cd pirata? Se
      il ragionamento è quello.... incredibile
      porco___!E tu sei sicuro che se avessero appigli legali non lo farebbero?Non pensi che il volere un "eccezione a una legge anti-terrorismo" in USA di questi tempi non sia un sentirsi vicino a Dio?Neanche l'FBI ha mai osato chiedere una "potenza di fuoco" del genere, ma loro sapevano di non riuscire mai ad averla, invece i signori della musica forse ci riusciranno (l'FBI verra' subito dopo, tranquilli!).
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ci credo.
        non riesco a capire che c'entra questa merda con le leggi anti-terrorismo ???
        Non pensi che il volere un "eccezione a una
        legge anti-terrorismo" in USA di questi
        tempi non sia un sentirsi vicino a Dio?tutti dovrebbero abbassare un po la cresta...
        Neanche l'FBI ha mai osato chiedere una
        "potenza di fuoco" del genere, ma loro
        sapevano di non riuscire mai ad averla,
        invece i signori della musica forse ci
        riusciranno (l'FBI verra' subito dopo,
        tranquilli!).ovvio...una associazione privata che ha piu diritti del fbi
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ci credo.
          Recentemente, cercando di sfruttare l'ondata emotiva causata dagli attentati terroristici, in America si sta cercando di far passare una legge che equipara l'hacking a un atto terroristico. E' allucinante, ma e' cosi'. Leggetevi questo articolo (e altri, io vi suggerisco solo un link):http://www.censurati.it/article.php/sid/162/mode/nested/order/0/thold/0Evito ulteriori commenti, perche' non c'e' proprio nient'altro da aggiungere...CiaoGiordano
  • Anonimo scrive:
    si aprono le danze...
    su signori... la Riaa dichiara guerra al mondo... denunciamoli alla Nato, qualcosa capitera'...
  • Anonimo scrive:
    scadenza dei copyright
    il tono della posizione della RRia è eccessivo, dovuto al grande potere economico che dispone.Ma, gli Stati non potrebbero esercitare più potere, affermando che la musica è cultura e come tale può essere condivisa liberamente fra tutte le nazioni?Magari, limitando la detenzione del diritto di copyright per un massimo di 5 anni; un pò come si fa con i brevetti.Trovo assurdo che accampino dei diritti di autore anche su tutto il mondo musicale senza che conoscano il senso della musica
    • Anonimo scrive:
      Re: scadenza dei copyright
      - Scritto da: iod
      Magari, limitando la detenzione del diritto
      di copyright per un massimo di 5 anni; un pò
      come si fa con i brevetti.
      Trovo assurdo che accampino dei diritti di
      autore anche su tutto il mondo musicale
      senza che conoscano il senso della musica 5 anni a mio parere sono pochi. Potrebbero valere per la musica "commerciale" che in genere dopo 4 o 5 anni nella stragrande maggioranza dei casi non se la fila più nessuno (a parte pochi sopravvissuti).Ma il resto?Certo, non dico di andare a centinaia d'anni come si fa per le esecuzioni di musica classica (assurdo, ormai tutti i contributi SIAE che si pagano per concerti vanno solo più alla SIAE, come se già non rubassero abbastanza soldi), ma 5 sono seriamente pochi...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: scadenza dei copyright
      Sogna bimbo, sogna.
    • Anonimo scrive:
      Re: scadenza dei copyright
      - Scritto da: iod
      il tono della posizione della RRia è
      eccessivo, dovuto al grande potere economico
      che dispone.non si riesce a farlo capire al mondo, nei riguardi del potere del G8 e del WTO, organismi sovranazionali formati da gente come questa... e secondo te ci si riesce in questo ambito?Io sarei d'accordo con te ... ma non vedi come la gente si improsciuttisce gli occhi quando dici le due sole parole "GI" e "otto" ? Subito diventi un criminale, uno che da fuoco a qualcosa, che spacca qualcosa, che istiga a qualcosa di malvagio ... poi soffrono, se la prendono in culo, si lamentano ... ma non importa, contestare non è mai diventato normale.E' sempre "roba da comunisti terroristi".Anche se magari sei di destra. Tutta roba che non c'entra niente. Chi se ne frega della destra o la sinistra.Beh, ci siamo capiti, dai.
      Ma, gli Stati non potrebbero esercitare più
      potere, affermando che la musica è cultura e
      come tale può essere condivisa liberamente
      fra tutte le nazioni?Questo sa un po' da esproprio e non mi trovi completamente d'accordo.Capisco la caduta del Copyright (in relazione al guadagno, non al fatto di affermare che una data opera è frutto dell'ingegno di XY, questo mai) dopo un certo periodo ma per il resto ...Negli anni 70 c'era una folla di gente che ci ha provato, ai concerti dei Led Zeppelin e di altri ... non è più venuta un sacco di gente per anni.Voi dite che sia una buona soluzione?Alla fine la gente poi pretende che tutto sia gratis.Secondo me deve POTERLO essere SE l'autore decide di si, con modi e tempi.Per esempio i dischi si e i concerti no.E i dischi si ... se scarichi gli Mp3, se masterizzi.Perché nel resto c'è lavoro di altri in mezzo.
      Magari, limitando la detenzione del diritto
      di copyright per un massimo di 5 anni; un pò
      come si fa con i brevetti.Su questo sarei d'accordo, ma dando la possibilità di tempificare all'autore.In fondo le stesse case discografiche sanno quanto dura il successo dei loro prodotti a tavolino: li confezionano apposta per avere ricambio, perché tu ti stufi e cerchi roba nuova.Però poi ci sono le raccolte "10 anni dopo". Mah...
      Trovo assurdo che accampino dei diritti di
      autore anche su tutto il mondo musicale
      senza che conoscano il senso della musica Questo è anche vero, ma in questo caso suona retorico...
  • Anonimo scrive:
    si che poi gli si smonta i server a sti cialtroni
    La RIAA ha tentato di fare in modo che il Congresso passasse un emendamento che avrebbe reso i detentori del diritto d'autore immuni da qualsiasi responsabilità qualora le proprie intrusioni e i tentativi di hacking nei computer altrui avessero causato danni. Intrusioni che vengono giustificate, nella bozza di emendamento presentato dalla RIAA, come accertamenti "che sono pensati per impedire o prevenire" la pirateria.Ricapitolando: scrivo una canzone del menga mi registro come autore e comincio a bucare siti giustificando il fatto che sto cercando la mia canzone piratata in mp3 facendo casini inenarrabili.Di conserguenza dunque se esplodo in un botto i server della riaa non sono passibile di denuncia o reato...Si per me e' ottima sta cosa :))))))))tutti a registrarsi autori in usa !
    • Anonimo scrive:
      Re: si che poi gli si smonta i server a sti cialtroni
      Dai formiamo un complesso "hacker" che poi ci divertiamo con i serveroni della RIAA!
  • Anonimo scrive:
    meno male che erano i difensori della legalita...
    se lo fanno...direi che sono kezzi loro...sul serio stavolta...chi va in giro a seminare vento...
  • Anonimo scrive:
    Ma questi so' pazzi
    E pure pericolosi!!Sono senza parole.Dio ci salvi
  • Anonimo scrive:
    tu scarichi e loro ti smurfano
    mi pare equo... chissa' se il mio provider ne sara' contento ?
    • Anonimo scrive:
      Re: tu scarichi e loro ti smurfano
      se uno e intelligente (cosa di cui dubito) filtra ogni protoccolo da certi ip...- Scritto da: munehiro
      mi pare equo... chissa' se il mio provider
      ne sara' contento ?
      • Anonimo scrive:
        Re: tu scarichi e loro ti smurfano
        - Scritto da: blah
        se uno e intelligente (cosa di cui dubito)
        filtra ogni protoccolo da certi ip...Non e' solo discorso di intelligenza... ma anche di conoscenze!Perche' non ci insegni come si fa?Oppure manda qualche link dove si insegni a farlo...
        • Anonimo scrive:
          Re: tu scarichi e loro ti smurfano

          Non e' solo discorso di intelligenza... ma
          anche di conoscenze!
          Perche' non ci insegni come si fa?
          Oppure manda qualche link dove si insegni a
          farlo...e una cosa che sanno fare anche i bambini...di solito i privati lo fanno a livello di firewall...mentre gli isp direttamente a alivello di router...si possono fare filtri per bloccare un detterminato range di ip, cioe block se il source address e in quel determinato range in funzione dia) un determinato protocollo (http, ftp, telnet, ecc)b) di tutti i protocollipoi le combinazioni sono infinite...
          • Anonimo scrive:
            in soldoni (se vuoi aiutarci)

            e una cosa che sanno fare anche i
            bambini...ok, sei bravo. Benissimo.Noi no.Pensa che non sappiamo niente, ma aiuta.Se io condivido gli mp3 e so come proteggermi lo insegno ad altri e anche tu sei più contento.Non credi?Allora, facciamo che tu sei bravo e noi no, detto questo, puoi spiegare, VERAMENTE?Non ti offendere, pensa solo che nessuno ha capito. Siamo stupidi, siamo ignoranti, quello che vuoi.Aiutaci!
            di solito i privati lo fanno a
            livello di firewall...mentre gli isp
            direttamente a alivello di router...va bene. In pratica come?Azione per azione.
            si possono fare filtri per bloccare un
            detterminato range di ip, cioe block se il
            source address e in quel determinato range
            in funzione di
            a) un determinato protocollo (http, ftp,
            telnet, ecc)
            b) di tutti i protocollima io non voglio bloccare, io voglio solo fare in modo che non mi entrino, giusto?che non possano spiare, oppure, non voglio che registrino il mio IP. Giusto?oppure voglio essere anonimo, voglio usare un IP di qualcun altro (magari quello del provider! :-) )o no?ma COME CAVOLO FACCIO!!!!!spiega un programma un sistema, qualcosa!Sotto winzozz, ovviamente.Schifami quanto vuoi, ma pensa che come me siamo in tanti, e ovviametne, per un sistema di P2P di musica, quantità significa anche qualità.Non fare l'offeso, aiutaci!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: tu scarichi e loro ti smurfano
      - Scritto da: munehiro
      mi pare equo... chissa' se il mio provider
      ne sara' contento ?Il problema è che agiranno sul principio dei grossi numeri.Inutile perdere tempo per fermare tutti.Lo scopo è fermare la maggioranza di utonti Winzoz, senza nessun tipo di protezioni e molto vulnerabili, oltre che, naturalmente, ma tutti il diritto di esserlo, inesperti.Così, persa la grande maggioranza degli utenti, un sistemone di File Sharing muore, perchè il successo di un sistama di tale tipo dipende dalla quantità di utenti che ci mettono musica...Che importa se anche il 20% se la cava, filtrando o bloccando gli accessi....Senza l'altro 80% di gente che riempie il sistema di file...L'unica difesa, in questo caso, è l'attacco.Denial of Service all'indirizzo di quel robot, per impedire che faccia danni agli utonti indifesi...Oppure un bel Netstrike.... ancora più bello perchè frutto della collaborazione di tutti....
      • Anonimo scrive:
        Attacco! sono d'accordo!
        io non so farlo, né mi so filtrare l'aggeggio, come ha detto BLA.Ma se voi che sapete farlo, lo fate, state sicuri che avrete un sacco di gente inesperta che condividerà quintali di Mp3, che poi sono utili anche a voi!No?Io credo che sia una cosa giusta.Loro ci mettono la pappa e voi ci mettete The Power.Vi appoggio! :-))))
      • Anonimo scrive:
        Re: tu scarichi e loro ti smurfano
        il problema e che se lo fanno loro VE BENE...se lo facciamo noi...direi proprio di no...- Scritto da: l


        - Scritto da: munehiro

        mi pare equo... chissa' se il mio provider

        ne sara' contento ?

        Il problema è che agiranno sul principio dei
        grossi numeri.
        Inutile perdere tempo per fermare tutti.
        Lo scopo è fermare la maggioranza di utonti
        Winzoz, senza nessun tipo di protezioni e
        molto vulnerabili, oltre che, naturalmente,
        ma tutti il diritto di esserlo, inesperti.
        Così, persa la grande maggioranza degli
        utenti, un sistemone di File Sharing muore,
        perchè il successo di un sistama di tale
        tipo dipende dalla quantità di utenti che ci
        mettono musica...
        Che importa se anche il 20% se la cava,
        filtrando o bloccando gli accessi....
        Senza l'altro 80% di gente che riempie il
        sistema di file...
        L'unica difesa, in questo caso, è l'attacco.
        Denial of Service all'indirizzo di quel
        robot, per impedire che faccia danni agli
        utonti indifesi...
        Oppure un bel Netstrike.... ancora più bello
        perchè frutto della collaborazione di
        tutti....
        • Anonimo scrive:
          Re: Blocco?
          Si parla di firewall senza probabilmente pensare che il firewall non e' inattaccabile.Ma questo poi e' n'altro discorso.Pensate un pochino ad un attacco DDOS ...Avete idea di cosa possono fare 20 macchine zombie su un utonto casalingo che sparano a raffica quintallate di pacchetti nello stesso istante ? (provate a chiedere a Steave Gibson) Bene se trovate un firewall che riesce a difendervi fatemi un fischio. Sia ISP che Utenti casalinghi.Filtrare a livello router gli IP ? Potrebbe essere una idea , ma un attacco DDOS spoofato e' la cosa piu' potente ma anche piuttosto semplice che chiunque possa fare ovviando cosi' ad ogni genere di precauzione.Alla luce di tutto questo rimane una sola soluzione , rispondere nella stessa maniera. Il problema e' che se lo fa la RIAA e' un conto se lo fa un utente le cose cambiano dal momento che per sparare pacchetti frammentati da 20 macchine contemporaneamente dovete procurarvele. Quindi o comprate 20 server e acquistate un po' po' di banda oppure li hackate. Pero' hackare e' perseguibile. Quindi alla fine ci si rimette sempre.ciao e non fate puttanate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Blocco?
            Completamente d'accordo...Ah, se volete controllare di preciso in che cosa e' consistito il succitato episodio di DDOS contro Steve Gibson, basta che vi dirigiate suwww.grc.comIl sito e' ottimo anche per le altre tematiche di sicurezza; vale davvero la pena di dargli un'occhiata.Ciao a tuttiGiordano
Chiudi i commenti