Morto Bigalow, padre di IAS

Il grande matematico e ricercatore è stato uno dei pionieri del computing e ha dato vita con i suoi colleghi allo IAS, calcolatore punto di riferimento negli anni '50


Roma – A 89 anni si è spento a Princeton, negli Stati Uniti, Julian Bigelow, matematico e ingegnere elettronico, considerato uno dei più importanti pionieri del computing la cui opera è direttamente collegata allo sviluppo dell’informatica moderna.

Nel 1946 Bigelow ha iniziato la sua proficua collaborazione con John von Neumann che presso l’Istituto per gli studi avanzati di Princeton aveva in animo di realizzare un ambizioso progetto, un computer che sarebbe poi divenuto noto come IAS e che insieme ad altri prototipi come EDVAC, ENIAC e Univac 1 ha posto le basi del computing.

Bigelow per tutti gli anni ’50 ricoprì un ruolo importante nell’evoluzione informatica. Si era laureato al Massachussets Institute of Technology.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vegeta scrive:
    un idea per smascherare i pedo su p2p
    Basterebbe che ogni utente avesse un file avi contenente la parola pedo.Ogni volta che avvenisse l'upload verificare l'ip di chi scarica e segnalarlo all'autorità
    • Anonimo scrive:
      Re: un idea per smascherare i pedo su p2p
      bravo coglione
    • Anonimo scrive:
      Re: un idea per smascherare i pedo su p2p
      hahahahahha
    • Anonimo scrive:
      Re: un idea per smascherare i pedo su p2p
      Mi potresti spiegare come si fa ad individuare l'IP di un utente che sta effetuando un upload dal mio computer?C'e qualcuno che me lo sa spiegare usando kazaa ad esempio?Grazie per un eventuale risposta?
      • Anonimo scrive:
        Re: un idea per smascherare i pedo su p2p
        quando sei connesso e stai scaricando puoi vedere tutte le connessioni col comando netstat del prompt dei comandi, quindi anche gli upload.. smk ..
  • atari scrive:
    concordo
    Arrestate i pedofili e non gli utenti che usano il P2P per scaricare materiale pornografico !Il controllo non credo vada effettuato su Internet ma per le strade, nelle scuole e in tutti i posti frequentati dai minori che possonon essere bersagli per i pedofili.Sono invece d'accordo nel controllo delle poste, conti correnti e delle transazioni economiche su internet; la vendita di materiale pedopornografico è sicuramente molto più grave che il semplice possesso.
  • xlthlx scrive:
    Esiste un luogo senza porno (e pedo)
    Tra i p2p ci sono anche persone che si sono sforzate e si sforzano tuttora di tener lontano prono e pedo tra i file che vengono condivisi.E questo ha provocato molta impopolarita'.Io credo che alla fine dei conti non si possa mettere davanti al computer qualcuno che non e' in grado di usarlo.Non ci si puo' lamentare che si trova di tutto.E' l'utente ed essere prima di tutto responsabile di quello cha fa: se non vuoi trovarti a contatto con il pedo non lo fai, punto.Come quando chiudi gli occhi davanti alle edicole piene di porno.Perche' se censuri qualcosa su internet, anche a raggion veduta (come i pedo), c'e' sempre qualcuno che eludera' la tua sorveglianza e qualcuno che gridera' alla mancanza di liberta'.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO

    Eccone un altro che condivide la cartella
    nella quale scarica!

    Scusa sai, supponiamo che usi WinMX: come si fa a impedire che la "incoming folder" sia condivisa?Solo impedendo l'upload. Ma allora che p2p è?Forse fai parte dei furbacchioni che non condivide nulla epretende di scaricare. Allora ti devono sbattere fuori acalci in c##o.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO
      - Scritto da: Anonimo

      Eccone un altro che condivide la cartella

      nella quale scarica!





      Scusa sai, supponiamo che usi WinMX: come si
      fa a impedire che la "incoming folder" sia
      condivisa?
      Solo impedendo l'upload. Ma allora che p2p è?
      Forse fai parte dei furbacchioni che non
      condivide nulla e
      pretende di scaricare. Allora ti devono
      sbattere fuori a
      calci in c##o.Dovrebbero sbatterti fuori a calci a te!Basta togliere la cartella dove scarichi dalle cartelle da condividere (viene condivisa di default, ma si può benissimo togliere).Lasciando condivise sole le cartelle dove sposti i download una volta verificati i contenuti.E' anche grazie a te che girano tante bufale sui vari P2P.P.S. Anche il citato winmx lo permette.
      • Anonimo scrive:
        Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO

        Dovrebbero sbatterti fuori a calci a te!
        Basta togliere la cartella dove scarichi
        dalle cartelle da condividere (viene
        condivisa di default, ma si può benissimo
        togliere).
        Lasciando condivise sole le cartelle dove
        sposti i download una volta verificati i
        contenuti.
        E' anche grazie a te che girano tante bufale
        sui vari P2P.

        P.S. Anche il citato winmx lo permette.Non sono quello a cui scrivi, cmq a sua difesa, esistono P2P dove condividi parti di files scaricate, e che quindi non puoi controllare, e P2P dove automaticamente condividi tutti i files scaricati. Esistono anche network dove non solo è possibile scaricare, ma anche mandare attivamente files agli altri; anche se tecnicamente non è sharing, il problema della condivisione di files indesiderati come vedi non si risolve.
  • Anonimo scrive:
    Sono un pornografoooo
    maniacoo sessuale uno zozzone un animaaaaaleeee si lo soooo sono pure un po necrofiloooo masochista e deviato, ma sti cazzi!! SONO UN PORNOGRAFO NATOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.
  • Anonimo scrive:
    Caccia alle streghe
    Cerchiamo di esser chiariAssumendo che TUTTI condanniamo la pedofiliae che nessuno o quasi pensa che un bimbo di 9 anni possa essere "consenziente"ma cio che non vuol dire che contro la pedofilia (come contro il terrorismo) ci si possa permettere una caccia alle streghe ovvero periodicamente si alzano campagne persecutorie contro "internette" in quanto "covo di pedofili" e sfruttare l'indignazione contro la pedofilia per censurare aumentare il controllo sulle informazioni, sullo scambio di file, ma nulla viene fatto agendo realmente sul territorio, prevenendo, curando, aiutando i pedofili a uscire dalla loro malattia o a controllarla .Cosi come viene usata "l'emergenza terrorismo" per criminalizzare il dissenso e ridurre l'agibilita politica delle formazioni antagoniste di chi si oppone alla destrutturazione del mercatio del lavoro o chi si oppone alla guerra (terrorista, traditore)Cosi come l'antimafia purtroppo viene vista quasi solo come repressione e non come riduzione del radicamento sul territorio attraverso misure sociali e una maggiore presenza dello stato (non solo come polizia)
  • CERCHIO scrive:
    Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO

    Se invece lo conservi e lo condividi pure...
    non ti capita mai di lasciare il pc a scaricare e magari uscire di casa? io tiro giù 200-250 mega l'ora..... la cartella condivista è solo un "cache" tra la rete e il posto definitivo (sia esso il mio hard disc, un cd o il cestino) oltre che, come sto stesso nome suggerisce, una cartella dentro cui mettere i file da condividire.....può capitare di condividere per sbaglio cose che non si condividono! bello il giro parole? e guarda un po' prima di buttarle le vedo pure!dato che non mi piace parlare solo per sentito dire;-)non vuol dire che approvo certe abberrazioni di un'umanità sempre più malata!cordialmenteFrancesco
  • Anonimo scrive:
    Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO


    Eccone un altro che condivide la cartella
    nella quale scarica!

    Se uno scarica vecchi video musicali i quali sono subito pronti in share per chi scambia non mi sembra ci sia niente di grave mica scarica l'enceclopedia della sodomia.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL RECENTE CASO DI SEQUESTRO
      - Scritto da: Anonimo




      Eccone un altro che condivide la cartella

      nella quale scarica!





      Se uno scarica vecchi video musicali i quali
      sono subito pronti in share per chi scambia
      non mi sembra ci sia niente di grave mica
      scarica l'enceclopedia della sodomia.è buona regola fare:1- scaricare roba2- controllare che non contengano altro3- condividerlesenza il punto 2 ci si mette a condividere cose potenzialment inutili.
  • Anonimo scrive:
    Distinguo
    Ancora una volta mettetevi questa cosa in testa, se e' sacrosanto combattere la diffusione di materiale pedo a pagamento che favorisce per vie traverse la pedofilia, spiegatemi il senso di combattere il possesso casuale di jpg (cioe' agglomerato di pixel) che e' possibile reperire ovunque.. su usenet, nel p2p ecc.. queste foto sono solo la documentazione di un fenomeno che esiste da 400.000 anni, dall'uomo erectus, ne parla la bibbia, era una pratica comune nell'antica grecia. La pedofilia va combattuta cosi' come gli omicidi, gli stupri ec... ma non riesco proprio a spiegarmi perche' quest'accanimento contro le foto pedo e non le foto di omicidi o stupri che circolano allegramente nei siti altrettanto raccapriccianti e a pagamento. Al giorno d'oggi (giorni di virus, backdoor, dialer, ignoranza) punire il possesso di jpg puo' essere PERICOLOSISSIMO per chiunque, basta una semplice backdoor per ritrovarsi nei guai e sputtanati per l'eternita' pur non avendo fatto assolutamente *nulla*, vi invito a riflettere su questa cosa perche' se si punisce il possesso di gif, in questo momento siete tutti dei potenziali pedofili, suore e magistrati compresi.Giustificazioni del tipo "si' ma sa, poi si valuta caso per caso" lasciano il tempo che trovano considerando che dopo uno sputtanamento intergalattico sui giornali e' difficile anche venendo assolti in formula piena, scrollarsi l'immagine di mostro e questo solo magari per lo scherzo di un amico. Meditate gente
    • Ekleptical scrive:
      Re: Distinguo

      piena, scrollarsi l'immagine di mostro e
      questo solo magari per lo scherzo di un
      amico.Seee, va beh....Un conto è se ti beccano con un'immagine per caso.Un conto è se ne hai directory su directory piene!!!!Nella prima ipotesi puoi anche addurre la giustificazione dello scherzo o del download "involontario". (E non vedo perchè non crederti)Nel secondo mi pare un tantino meno sostenibile come ipotesi, sai com'è!!!Finora, da quel che si sa dal TG tutti i pedoficli online beccati rientrano nella 2. E mi pare sacrosanto sbatterli in galera, visto il traffico che alimentano!Peraltro faccio notare che nessuno commette un omicido per rivenderne la foto in Internet!!!!!
      • CERCHIO scrive:
        Re: Distinguo

        Peraltro faccio notare che nessuno commette
        un omicido per rivenderne la foto in
        Internet!!!!!non lo escuderei!
      • Anonimo scrive:
        Re: Distinguo

        Seee, va beh....
        Un conto è se ti beccano con un'immagine per
        caso.
        Un conto è se ne hai directory su directory
        piene!!!!Io e te capiamo la differenza, ma la legge la capisce? Se no, sono esattamente la stessa cosa.
        Peraltro faccio notare che nessuno commette
        un omicido per rivenderne la foto in
        Internet!!!!!Eh, magari. Cerca "snuff movies" e rabbrividisci. Mi pare che il film "8mm" parli di questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Distinguo
        i ho 10 anni e ho fatto sesso con la bambina + bella dela mondo e mi ha cicciato il pisello, è bellissimo
      • Anonimo scrive:
        Re: Distinguo
        - Scritto da: Ekleptical

        piena, scrollarsi l'immagine di mostro e

        questo solo magari per lo scherzo di un

        amico.

        Seee, va beh....
        Un conto è se ti beccano con un'immagine per caso.
        Un conto è se ne hai directory su directory
        piene!!!!E tu che ne sai?? Hai per caso in mano i verbali delle perquisizioni per affermare ciò??Ti faccio notare che un amico quì del forum ha subito una perquisizione ed un sequesto solo per esere stato per errore la bellezza di 9 secondi su di un sito pedo, e tu mi parli di directory.Vedi un po te!!!
        Nella prima ipotesi puoi anche addurre la
        giustificazione dello scherzo o del download
        "involontario". (E non vedo perchè non crederti)

        Nel secondo mi pare un tantino meno sostenibile
        come ipotesi, sai com'è!!!

        Finora, da quel che si sa dal TG tutti i
        pedoficli online beccati rientrano nella 2. E mi
        pare sacrosanto sbatterli in galera, visto il
        traffico che alimentano!

        Peraltro faccio notare che nessuno commette un
        omicido per rivenderne la foto in Internet!!!!!
    • vegeta scrive:
      Re: Distinguo
      ma l'agglomerato di pixel insieme formasno bambini nudi o in atti sessuali.Che un bambino di 9 anni possa essere consensiente potrebbe essere ma credi realmente che capisca cosa faccia lui e il suo violentatore?IO non credop.s a quanto pare giri su siti porno ma,non credere a tutto quello che vedi.Le violenze di cui parli potrebbero essere porno attori....
      • Anonimo scrive:
        Re: Distinguo
        - Scritto da: vegeta
        ma l'agglomerato di pixel insieme formasno
        bambini nudiCome la classica foto del bambino che fa il bagnetto che praticamente tutti i genitori fanno? Cerchiamo di non farci prendere dall'isteria..
  • Anonimo scrive:
    "lasciate che i bimbi"
    tempo fa ho scaricato questo breve e-book dopo aver letto l'articolo riguardante su P.I. e devo dire che mi ha gelato il sangue nelle vene.Non sono schifato da quei "criminali" che sono attratti sessualmente dai fanciulli ma dalla società, dalla polizia, dalla chiesa, dalle organizzazioni dei genitori che sfruttano il fenomeno "pedofilia" per combattere e vincere le proprie battaglie politiche... pensateci bene: basta anche un'accusa di pedofilia e la persona in questione é infangata per tutta la vita, anche se si dimostra la sua innocenza.Tempo fa l'omosessualità era considerata una malattia (e ancora oggi) ora é il turno della pedofilia... ma la parola in sè contiene "amore", allora mi chiedo quanto sia nel giusto una società che considera l'amore una malattia.I bambini vengono maltrattati, tutti i giorni: non solo da chi li stupra ed uccide o da chi li sfrutta come schiavi ma da tutti gli adulti che pensano solo ad insegnare e non hanno l'umiltà di imparare, da chi nega loro la possibilità di essere, decidere e sbagliare, da chi pensa che il fanciullo sia "puro" e tale debba restare, da chi pensa che i bambini nascano con il peccato originale.Io dico che se c'é amore e consenso, il sesso tra un maggiorenne e un minorenne non é immorale. E se non posso credere a questo, non crederò più in niente.soulista@supereva.it
    • Ekleptical scrive:
      Re: "lasciate che i bimbi"

      dico che se c'é amore e consenso, il sesso
      tra un maggiorenne e un minorenne non é
      immorale. E se non posso credere a questo,
      non crederò più in
      niente.Ma cos'è? PI è il regno dei pedofili? O forse la visione "da TG" che si ha della rete non è poi così peregrina? Mah!Mi spieghi esattamente come fa ad essere consenziente una bambina di 8-9 anni o meno?Mi pare che la legge ponga l'età minima suoi 16 anni, età alla quale qualunque ragazza (e ragazzo) sa esattametne cosa sia il sesso e le potenziali ripercussioni che può avere.A 8-9 anni o molto meno chi cavolo ne sa veramente qualcosa?Non parliamo poi di "amore", per favore, che scadiamo totalmente nel ridicolo. Soprattutto dal lato del bambino!Poi l'adulto malato può anche essere innamorato, presumo.Ma un bambino piccolo conosce a malapena la parola!
      • Anonimo scrive:
        Re: "lasciate che i bimbi"

        Mi spieghi esattamente come fa ad essere
        consenziente una bambina di 8-9 anni o meno?
        Mi pare che la legge ponga l'età minima suoi
        16 anni, età alla quale qualunque ragazza (e
        ragazzo) sa esattametne cosa sia il sesso e
        le potenziali ripercussioni che può avere.
        A 8-9 anni o molto meno chi cavolo ne sa
        veramente qualcosa?Perchè quando commettono un crimine, allora, vengono riconosciuti "capaci di giudizio" anche se minori di 16 anni?Quanti di noi, alle medie, hanno avuto fantasie su qualche prof o supplente o sognato di essere "iniziato" da una adulta? si vorrebbe negare che fossero desideri sessuali?Aldo Busi, nel libro che ho citato, dice che non crede all'innocenza dei fanciulli perchè lui stesso, da piccolo era consapevole di poter sedurre un adulto...ricordo la storia, negli stati uniti, di un ragazzo di 13 anni che ha messo in cinta due volte la sua professoressa, che per due volte é finita in galera... eppure ogni volta si cercavano.C'é un'età in cui l'amore é illegale?sono solo convenzioni sociali e ipocrisie
        • Abacus scrive:
          Re: "lasciate che i bimbi"
          - Scritto da: Anonimo

          Mi spieghi esattamente come fa ad
          essere
          consenziente una bambina di 8-9
          anni o meno?Perchè quando
          commettono un crimine, allora, vengono
          riconosciuti "capaci di giudizio" anche se
          minori di 16 anni?anche e ritenibile "capaci di giudizio" sono sottoposti ad una legislazione speciale, proprio perchè si ritiene che il loro "giudizio" sia diverso dal giudizio di un quanrantenne
          Quanti di noi, alle
          medie, hanno avuto fantasie su qualche prof
          o supplente o sognato di essere "iniziato"
          da una adulta? si vorrebbe negare che
          fossero desideri sessuali?quanti di noi alle medie hanno avuto rapporti con la maestra???!!stai confondendo la realtà con le fantasie
          Aldo Busi, nel
          libro che ho citato, dice che non crede
          all'innocenza dei fanciulli perchè lui
          stesso, da piccolo era consapevole di poter
          sedurre un adulto...il problema non sta nell'innocenza del fanciullo...il fatto che i fanciulli abbiano desideri sessuali è un conto...il fatto che gli adulti sfruttino le fantasie sessuali di un bambino per realizzare le proprie è un altro..
          negli stati uniti, di un ragazzo di 13 anni
          che ha messo in cinta due volte la sua
          professoressa, che per due volte é finita in
          galera... eppure ogni volta si
          cercavano.
          C'é un'età in cui l'amore é
          illegale?
          sono solo convenzioni sociali e
          ipocrisiese per te l'amore equivale a mettere incinta una persona allora si si tratta di ipocrisie sociali.
    • Anonimo scrive:
      Re: "lasciate che i bimbi"
      perchè avere un rapporto sessuale é "una decisione importante"?
      • Abacus scrive:
        Re: "lasciate che i bimbi"
        - Scritto da: Anonimo
        perchè avere un rapporto sessuale é "una
        decisione importante"?anche se non la vuoi vedere come importante rimane comunque una "decisione". Se ritieni che un bambino di 8 anni possa prendere una "decisione" allora fagli investire i tuoi guadagni.
    • vegeta scrive:
      Re: "lasciate che i bimbi"
      - Scritto da: Anonimo
      tempo fa ho scaricato questo breve e-book
      dopo aver letto l'articolo riguardante su
      P.I. e devo dire che mi ha gelato il sangue
      nelle vene.Non sono schifato da quei
      "criminali" che sono attratti sessualmente
      dai fanciulli ma dalla società, dalla
      polizia, dalla chiesa, dalle organizzazioni
      dei genitori che sfruttano il fenomeno
      "pedofilia" per combattere e vincere le
      proprie battaglie politiche... pensateci
      bene: basta anche un'accusa di pedofilia e
      la persona in questione é infangata per
      tutta la vita, anche se si dimostra la sua
      innocenza.Tempo fa l'omosessualità era
      considerata una malattia (e ancora oggi) ora
      é il turno della pedofilia... ma la parola
      in sè contiene "amore", allora mi chiedo
      quanto sia nel giusto una società che
      considera l'amore una malattia.I bambini
      vengono maltrattati, tutti i giorni: non
      solo da chi li stupra ed uccide o da chi li
      sfrutta come schiavi ma da tutti gli adulti
      che pensano solo ad insegnare e non hanno
      l'umiltà di imparare, da chi nega loro la
      possibilità di essere, decidere e sbagliare,
      da chi pensa che il fanciullo sia "puro" e
      tale debba restare, da chi pensa che i
      bambini nascano con il peccato originale.Io
      dico che se c'é amore e consenso, il sesso
      tra un maggiorenne e un minorenne non é
      immorale. E se non posso credere a questo,
      non crederò più in
      niente.soulista@supereva.itora non ho tempo per riposndere a tutto.Ti dico solo questo ricollegati e ne riparliamo.....
    • vegeta scrive:
      Re: "lasciate che i bimbi"
      - Scritto da: Anonimo
      tempo fa ho scaricato questo breve e-book
      dopo aver letto l'articolo riguardante su
      P.I. e devo dire che mi ha gelato il sangue
      nelle vene.Non sono schifato da quei
      "criminali" che sono attratti sessualmente
      dai fanciulli ma dalla società, dalla
      polizia, dalla chiesa, dalle organizzazioni
      dei genitori che sfruttano il fenomeno
      "pedofilia" per combattere e vincere le
      proprie battaglie politiche... pensateci
      bene: basta anche un'accusa di pedofilia e
      la persona in questione é infangata per
      tutta la vita, anche se si dimostra la sua
      innocenza.Le tue parole sono contraddittorie.Non puoi dire che sei disgustato e poi li chiami criminali.Anche se è diffficilissimo se non impossibile uscire puliti da un 'accusa di pedofilia,ciò non toglie che già chi è attratto sessualmente dai bambini non è degno di essere chiamato essere umano.Tempo fa l'omosessualità era
      considerata una malattia (e ancora oggi) ora
      é il turno della pedofilia... ma la parola
      in sè contiene "amore", allora mi chiedo
      quanto sia nel giusto una società che
      considera l'amore una malattia.I bambini
      vengono maltrattati, tutti i giorni: non
      solo da chi li stupra ed uccide o da chi li
      sfrutta come schiavi ma da tutti gli adulti
      che pensano solo ad insegnare e non hanno
      l'umiltà di imparare, da chi nega loro la
      possibilità di essere, decidere e sbagliare,
      da chi pensa che il fanciullo sia "puro" e
      tale debba restare, da chi pensa che i
      bambini nascano con il peccato originale.Io
      dico che se c'é amore e consenso, il sesso
      tra un maggiorenne e un minorenne non é
      immorale. E se non posso credere a questo,
      non crederò più in
      niente.Parto dalla tua ultima frase.Non credere in niente.Tutti sanno che i bambini vengono sfruttati.Magari sono stati sfruttati per realizzare le scarpe che hai ai piedi o qualsiasi altra cosa tu abbia ma,non per questo,si deve tollerale la pedofilia.Un bambino non deve essere libero di sbagliare.Questa cosa va bene agli adulti ed ai ragazzi non ai bambini.Pensa a quante volte vorrebbero mangiare qualcosa di schifoso,o fare ualcosa di pericoloso....Parli l'amore per i bambini.Ti dico una cosa quello di cui tu parli è odio.In quel momento si viola il bambino non lo si ama.Amare un bambino vuol dire prendersi cura di lui,adoperarsi affinche abbia tutte le cose di cui ha bisogno ma di certop non del sesso.Non so quanti anni tu abbia ma per i maschi i primi impulsi sessuali avvengono a 13 anni e grosso modo per le bambine è lo stesso.Non credo quindi che a 5 anni abbiano poi tutta questa voglia di fare sesso....Infine in Italia c'è ancora la legge che vieta certe cosealmeno in questo caso W l'Italiasoulista@supereva.it
  • Anonimo scrive:
    sconfiggere il p2p ... SIMCARD ...
    se, come leggo nell'altro articolo di oggi, dovesse essere OBBLIGATO ogni utente alla connessione tramite simcard ... ecco che sconfiggi il p2p
    • Anonimo scrive:
      Re: sconfiggere il p2p ... SIMCARD ...
      - Scritto da: Anonimo
      se, come leggo nell'altro articolo di oggi,
      dovesse essere OBBLIGATO ogni utente alla
      connessione tramite simcard ... ecco che
      sconfiggi il p2pBellissima opinione.Degna proprio di chi di privacy e libertà non ha capito ASSOLUTAMENTE niente.
  • nasoblu4 scrive:
    A proposito dei pedofili, quelli veri...
    A questo indirizzo www.survivorfirst.orguna benemerita associazione delle vititme pubblica una lista di circa 1200 pedofili che si sono macchiati di orrendi abusi sui minori a loro affidati in quanto "tutori" della pubblica morale. In America evidentemente fanno sul serio non come da noi dove spuntano come funghi associazioni che sparano cifre assurde come quella di qualche tempo fa degli 11 miliardi di euro nel 2002 per la sola Italia di mercato del pedoporno od organizzano nuove caccie all'untore senza sporcarsi le mani nell'andare in quelle aree di emarginazione sociale dove gli abusi vengono perpetrati sul serio. Ma si sa ormai in Italia nessuno vuole piu' sporcarsi le mani..... e tanti come diceva Sciascia ormai ne hanno fatto una professione che regala loro privilegi, notorieta' e promozioni.Sempre dal sito segnalato sembra che i 1200 pedofili appartengono ad una sola organizzazione ramificata in tutto il mondo....Ulteriori indagini sono in corso.....Saluti scetticiNasoblu4
    • avvelenato scrive:
      non credo sia giusto diffondere i nomi
      io non lo ritengo giusto ed efficace.certo manco nasconderli. trattarlo come un reato normale, dal punto di vista strettamente legale, con la sua gravità esagerata, ma senza che per questo si vada ad eccezioni. altrimenti potremmo tutti chiedere a gran voce indirizzo e numero di telefono di coloro i quali ci hanno rubato la macchina. per farne che?(dal punto di vista morale è abominevole, che schifo.)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma il crimine è davvero la pedofilia?
      - Scritto da: avvelenato
      *se l'azione è quella di visionare materiale
      pedopornografico ottenuto senza incoraggiare
      economicamente o in altre maniere la
      crescita del fenomeno dello stesso, non è
      una colpa, e quindi non necessita di pena,
      anzi imho sarebbe controproducente:
      lascierebbe lo spazio all'interessato di
      costruirsi un piccolo mondo mentale dove la
      società e le sue regole ce l'hanno con lui,
      e in questo modo autogiustificarsi
      chiudendosi a guscioOppure procurarsi le immagini che lo eccitano direttamente nella vita reale.In effetti chi compie reati per strada gode di una anomita' molto maggiore di chi naviga in internet quindi perche' rischiare la galera scaricandosi immagini proibite quando si puo' tranquillamente violentare un bambino con la certezza quasi assoluta dell'impunita' ?
      • avvelenato scrive:
        Re: ma il crimine è davvero la pedofilia
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: avvelenato


        *se l'azione è quella di visionare
        materiale

        pedopornografico ottenuto senza
        incoraggiare

        economicamente o in altre maniere la

        crescita del fenomeno dello stesso, non è

        una colpa, e quindi non necessita di pena,

        anzi imho sarebbe controproducente:

        lascierebbe lo spazio all'interessato di

        costruirsi un piccolo mondo mentale dove
        la

        società e le sue regole ce l'hanno con
        lui,

        e in questo modo autogiustificarsi

        chiudendosi a guscio

        Oppure procurarsi le immagini che lo
        eccitano direttamente nella vita reale.
        In effetti chi compie reati per strada gode
        di una anomita' molto maggiore di chi naviga
        in internet quindi perche' rischiare la
        galera scaricandosi immagini proibite quando
        si puo' tranquillamente violentare un
        bambino con la certezza quasi assoluta
        dell'impunita' ?
        hai colpito nel segno ^_^queste persone hanno dei problemi, perchè farli diventare degli schifosi criminali? dunque credo che concordi con me, oppure ho capito male?
        • Abacus scrive:
          Re: ma il crimine è davvero la pedofilia
          - Scritto da: avvelenato
          hai colpito nel segno ^_^
          queste persone hanno dei problemi, perchè
          farli diventare degli schifosi criminali?
          dunque credo che concordi con me, oppure ho
          capito male?Schifosi no ma criminali si. Il fatto che abbiano dei problemi può influire sulla tipologia di pena inflitta ma non sul loro essere criminali. Lo sono e basta. Sul fatto che siano schifosi, bhe, l'aggettivo deriva semplicemnte dal fatto che compiono unr eato partiolarmente odioso, che è sentito dalla maggioranza della collettività come appunto schifoso.....
          • avvelenato scrive:
            Re: ma il crimine è davvero la pedofilia


            Schifosi no ma criminali si. Il fatto che
            abbiano dei problemi può influire sulla
            tipologia di pena inflitta ma non sul loro
            essere criminali. Lo sono e basta. Sul fatto
            che siano schifosi, bhe, l'aggettivo deriva
            semplicemnte dal fatto che compiono unr eato
            partiolarmente odioso, che è sentito dalla
            maggioranza della collettività come appunto
            schifoso.....dissento completamente, perchè mi sto riferendo con chi NON compie il reato, nè lo istiga, ma dentro di sè vorrebbe poterlo fare (anche se se lo impedisce dal punto di vista pratico):vedi, il fatto che loro NON abbiano commesso violenze ai bimbi NE' incoraggiato le stesse, li salva dalla definizione di criminali (inteso nel senso di coloro i quali violano leggi)mentre sono schifosi, ma essere schifosi non è una colpalo stesso mio zio ha continuato a mangiarsi caccole fino a 24anni, e non lo consideravo certo per questo colpevole!(anche questo è imo un problema psicologico ^_^ )avvelenato che spera chi abbia vocazioni pedofile la prima cosa che faccia è rivolgersi a qualche dottore di quelli bravi.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma il crimine è davvero la pedofilia?

      la mia tesi è NO. imho la pedofilia è in sè
      un disturbo psicologico.
      In realtà non è proprio come dici tu, si tratta più semplicemente di una perversione. In pratica le perversioni le abbiamo tutti, a chi piace andare con due donne, a chi essere sodomizzati, c'è chi ama farsi fare gli escrementi addosso e così via. Il problema ovviamente nasce dal fatto che la pedofolia va contro una categoria di persone (i bambini) che non potranno mai essere acconsenzienti perchè non maturi sessualmente (intendo non solo fisicamente). Oltre al danno fisico si aggiunge inoltre un danno psicologico enorme.Capire poi come sia possibile che una persona maturi questa perversione è una cosa che dovrebbe interessarci. Gli abusi fatti a danno di bambini abbandonati ad esempio a volte è ben accetta dal bambino perchè riceve quelle attenzioni che la mancanza di una famiglia non gli ha mai dato, da notare poi che spesso chi riceve abusi da piccolo diventa a sua volta perverso da adulto.Per chi fosse interessato a questo ma anche ad altri temi, consiglio la lettura di "Delitti" di Andreoli, 10 casi di assassinii tra i quali anche quelli del "Mostro di Foligno".Per evitare incompresioni tengo a precisare che sono una persona interessata ad approfondimenti del mondo criminale, non giustifico in ogni caso alcun reato, a partire dal furto di una mela per finire allo sfruttamento sessuale dei bambini.
Chiudi i commenti