Mozilla e GNOME sfidano Longhorn

di A. Del Rosso - PI intervista Marco Pesenti Gritti, membro italiano della GNOME Foundation, sul piano di Mozilla.org e GNOME.org che potrebbe vedere i due progetti unire le forze contro Longhorn


Roma – Verso la fine dello scorso aprile si è tenuto un incontro tra diversi rappresentanti della GNOME Foundation e tre membri della Mozilla Foundation , due fra le maggiori e più importanti fondazioni del mondo open source. Uno dei temi centrali, a quanto si legge dal resoconto del meeting , è stata una proposta di collaborazione fra le due organizzazioni volta a creare una piattaforma desktop comune che possa meglio fronteggiare l’arrivo, nel 2006, di Windows Longhorn .

Come noto, il nuovo sistema operativo di Microsoft integrerà in modo molto stretto il browser Web al resto del sistema e utilizzerà un linguaggio basato su XML, XAML, per sviluppare Web service MS.NET pienamente integrati con il desktop e in grado di sfruttare tutte le potenzialità del nuovo motore grafico Avalon .

Una delle proposte della Mozilla Foundation è quella di collaborare con la GNOME Foundation per trovare un cammino comune verso la creazione di strumenti e applicazioni più coerenti che permettano a Linux di competere direttamente con la piattaforma Avalon/XAML. Per far questo c’è chi ha suggerito di unire GTK+ , il toolkit di sviluppo utilizzato da GNOME, con XUL , il linguaggio per la creazione di applicazioni Web-based utilizzato da Mozilla, e dar vita ad una soluzione omogenea basata su standard preesistenti, come ad esempio SVG . Il processo d’integrazione, qualora possibile, potrebbe tuttavia rivelarsi lungo e denso di ostacoli.

Fra le altre idee emerse durante il confronto vi è quella di integrare Mozilla Firefox in GNOME, eventualmente facendone il nuovo browser predefinito di questo desktop environment. Attualmente questo ruolo è ricoperto da Epiphany .

Per conoscere meglio gli intenti delle due organizzazioni, e sviscerare più a fondo le questioni in ballo, Punto Informatico ha intervistato Marco Pesenti Gritti , membro della GNOME Foundation e maintainer del browser Epiphany.

Punto Informatico : Marco, tu hai partecipato alla riunione di aprile. Quali erano gli scopi dell’incontro e quali sono state le proposte per fronteggiare la piattaforma che si troverà alla base di Longhorn?
Marco Pesenti Gritti : L’incontro è nato dallo sforzo di alcuni membri delle due comunità ? soprattutto, per quel che riguarda GNOME, di Havoc Pennington – di stabilire una roadmap comune per lo sviluppo di un desktop libero. Credo che l’ostacolo più rilevante alla costruzione di un ambiente desktop semplice, usabile e coerente per Linux sia l’inaccettabile livello di frammentazione dei progetti che costituiscono la galassia del Free Software. OpenOffice, KDE, GNOME e Mozilla, gli attori principali, sono basati su infrastrutture indipendenti e spesso non comunicanti. Vi sono stati, in passato, tentativi di creare ponti tra le varie tecnologie contendenti, ma sono miseramente falliti.

Credo che l’iniziativa portata avanti da freedesktop.org abbia dimostrato come l’unica possibilità di ridurre la frammentazione sia di cominciare a lavorare su specifiche e software comuni, lasciando da parte le contrapposizioni ideologiche sui linguaggi, le librerie di base, gli strumenti di sviluppo. Il prezzo della frammentazione non è tanto la duplicazione del lavoro, ma il ritrovarsi con parti fondamentali del desktop, come il word processor o il web browser, che presi singolarmente sono di grande qualità, ma che inseriti nel contesto del desktop si dimostrano monolitici, poco flessibili e non sufficientemente integrati. Se la tendenza centrifuga è in qualche modo inevitabile in un ambiente disomogeneo come quello del software libero, è sempre più importante creare collegamenti, strumenti e spazi di cooperazione tra i singoli progetti. Credo che questa sia la vera sfida per il futuro del desktop libero. Se anche XAML e Avalon dovessero imporsi, come le tecnologie che le hanno precedute verranno rimpiazzate in pochi anni: non va dunque misurata su di esse la capacità competitiva del software libero.

Purtroppo gran parte degli sviluppatori tende ad avere una concezione astratta del valore delle tecnologie. La vera questione non è quella di fronteggiare, ostacolare o clonare le tecnologie più o meno proprietarie di Microsoft, ma quella di rispondere alle esigenze degli utenti tramite tecnologie appropriate, che si inseriscano gradualmente nell’ecosistema del software libero già esistente.

PI : Sei dunque a favore di una collaborazione fra la fondazione che rappresenti e la giovane Mozilla Foundation?
MPG : Credo che si debba promuovere con forza una cooperazione tra GNOME e Mozilla per due motivi fondamentali. Il primo è che l’interazione tra le due comunità – Mozilla più focalizzata sulla creazione e la diffusione di standard Web aperti e di implementazioni multipiattaforma e libere di queste tecnologie, GNOME sui concreti bisogni dell’utente, sulla costruzione di un’ambiente desktop globale e integrato – sarebbe molto fruttuosa proprio per la complementarità delle due visioni. Il secondo è che l’integrazione tra locale e globale, desktop e Web, avrà vantaggi concreti per l’utente: da una parte bisognerà superare la povertà espressiva e di interazione di HTML, dall’altra l’isolamento delle applicazioni desktop tradizionali, incapaci di gestire l’enorme quantità di dati disponibili via Web e di consentire la condivisione e la cooperazione con altri utenti.

PI : A tuo avviso è possibile lavorare ad una piattaforma di sviluppo comune basata su GTK+ e XUL?
MPG : Senza dubbio è tecnicamente possibile, ma richiederà tempo. L’ostacolo principale non è però tecnico: è necessario risolvere gradualmente le differenze di visione delle due comunità e creare spazi di cooperazione concreta. Il livello attuale di comunicazione tra le due comunità è praticamente nullo: c’è senza dubbio molto da fare.

PI : Quale livello di interoperabilità e di integrazione pensi sia possibile raggiungere fra le tecnologie di Mozilla e quelle di GNOME?
MPG : Credo che Mozilla possa innanzitutto contribuire al desktop libero attraverso il suo fantastico motore di rendering delle pagine Web, una tecnologia capace di eliminare le differenze tra applicazioni locali e remote (principalmente XUL), e un sistema di componenti utilizzabili da linguaggi di alto livello quali Javascript o C#. Si tratta di verificare la reale volontà degli sviluppatori di Mozilla di riutilizzare le tecnologie già disponibili – dai tool per le traduzioni all’IPC ? anziché, com’è sempre avvenuto in passato, reinventarle per ottenere un’illusoria indipendenza dalla piattaforma. La necessità di far girare Mozilla su diversi sistemi operativi (Windows in particolare) non comporta automaticamente l’impossibilità di riutilizzare tecnologie native (attraverso layer di astrazione).


PI : Sei d’accordo con la proposta di fare di Firefox il browser predefinito di GNOME o, in alternativa, di fare di Epiphany un’implementazione per GNOME di Firefox?
MPG : È una decisione complessa. Credo che allo stato attuale Epiphany sia decisamente più in linea con i criteri normalmente utilizzati per decidere quali applicazioni inserire nella distribuzione ufficiale: in estrema sintesi, internazionalizzazione, semplicità, usabilità, integrazione con le altre applicazioni, look & feel, rispetto delle preferenze globali, utilizzo delle tecnologie GNOME. Firefox potrà soddisfare questi criteri solo se e quando il progetto di una piattaforma comune tra GNOME e Mozilla verrà effettivamente realizzato.

Sono decisamente a favore della piattaforma di sviluppo comune ma il progetto è ancora in una fase preliminare e non vedo comunque alcun vantaggio nel rinunciare a ciò che Epiphany può dare in più a GNOME, adesso. D’altra parte, però, una “guerra dei browser” nel mondo Linux non è cosa auspicabile. Credo che qualunque sia il browser predefinito utilizzato dalle principali distribuzioni, questo dovrà avere l’appoggio della Mozilla Foundation: lo stesso Epiphany, d’altronde, si basa sul motore Gecko di Mozilla.org.

Si tratta sostanzialmente di una decisione “politica” da cui preferisco tenermi lontano. Ho un’idea chiara dei requisiti e degli obiettivi, dal punto di vista dell’utente, di un browser per il desktop libero. Né Firefox né Epiphany li soddisfano completamente. È mia intenzione lavorare perché questi obiettivi siano raggiunti, indipendentemente da quali tecnologie e base di codice verranno scelte per realizzarli.

PI : A chi spetta l’ultima parola su quale browser appoggiare in GNOME?
MPG : C’è una differenza fondamentale tra la GNOME Foundation e la Mozilla Foundation. Mentre la seconda svolge anche un ruolo di guida tecnica, all’interno di GNOME le decisioni vengono delegate ai maintainer dei progetti e alla community degli sviluppatori in generale. Durante l’incontro Jeff Waugh, leader del team di GNOME che si occupa di coordinare le release, ha fatto capire che la GNOME Foundation non avrebbe potuto dare alcuna risposta concreta alla proposta della Mozilla Foundation di utilizzare Firefox come browser predefinito, ma che il problema avrebbe dovuto essere discusso direttamente con gli sviluppatori.

PI : La Mozilla Foundation è apparsa particolarmente desiderosa di annunciare quanto prima una qualche collaborazione con la GNOME Foundation. A tuo avviso qual è il motivo?
MPG : Dopo la defezione di AOL, penso che la Mozilla Foundation stia cercando di ridefinire il suo ruolo ed abbia necessità di formare alleanze con altri soggetti importanti del mondo Open Source.

PI : In attesa che la comunità open source sviluppi un’alternativa indipendente a XAML/Avalon, qualcuno ha proposto di clonare XAML per sfruttarne l’eventuale popolarità fra gli sviluppatori di Web service per Windows. C’è chi teme, altrimenti, che Linux possa essere emarginato dallo strapotere commerciale di Microsoft.
MPG : Adottare tecnologie sviluppate da un concorrente aggressivo come Microsoft, senza nessuna garanzia che queste diventino standard, mi sembra una strategia un po’ troppo rischiosa. Bisogna cercare di vedere le cose nelle loro reali dimensioni: XAML e Avalon sono tecnologie che potrebbero esserci utili nel raggiungimento dei nostri obiettivi, ma non sono indispensabili o inevitabili. Non hanno ancora dimostrato la loro effettiva utilità e le alternative aperte non mancano.
Credo che la ?openness? sia il valore fondante del software libero, e non vale la pena comprometterla per adottare tecnologie ?alla moda?.

Non sono particolarmente allarmato dal rischio di essere tagliati fuori. Non credo che tecnologie chiuse e controllate da una singola azienda verrano accettate dalla Rete. È possibile che io sia un po’ troppo idealista, ma in ogni caso il mondo del free software deve fare il possibile perché questo non accada.

PI : Se i team di Mozilla e GNOME trovassero una strada comune, e realizzassero una piattaforma per i Web service profondamente integrata con le librerie GTK+, credi che KDE verrebbe tagliato fuori?
MPG : Assolutamente no. GNOME e KDE hanno già intrapreso una strada comune con il progetto Freedesktop. Si tratta di portare Mozilla su questa stessa strada.

PI : Nel tuo intervento tu citi il fatto che i progetti Mozilla e GNOME hanno alcuni obiettivi in conflitto fra loro. Quali?
MPG : Semplificando al massimo, credo che la visione di Mozilla sia quella di favorire l’adozione di standard aperti per il Web attraverso applicazioni multipiattaforma che ne possano mostrare il valore. GNOME pone invece l’accento sull’integrazione delle applicazioni con una piattaforma particolare e su una progettazione globale del desktop in cui le tecnologie sono strumenti, e non obiettivi. Sono visioni parzialmente contrastanti.

Per anni ?multipiattaforma? ha significato per Mozilla esclusivamente ?indipendenza dalla piattaforma?, ovvero riduzione dell’utilizzo di tecnologie native ad un insieme minimo: questo è chiaramente limitante per un design globale del desktop. Ma sono anche visioni complementari: per questo ritengo che ci sia ampio spazio per una strategia comune.

PI : Parlando dell’integrazione fra le tecnologie di Mozilla e quelle di GNOME tu hai anche affermato che “molte cose importanti vengono sacrificate in nome delle tecnologie multipiattaforma?. Il che si riallaccia a quanto hai appena detto.
MPG : Esatto. Microsoft ha già compreso l’importanza dell’integrazione fra tecnologie e applicazioni: MS.NET ne è la dimostrazione. Il software libero ha un fondamentale vantaggio tattico sui concorrenti commerciali: la possibilità, per i vari progetti, di unire le proprie forze e lavorare insieme ad un unico obiettivo. Abbiamo la possibilità di realizzare un desktop che sia un sistema complesso ed integrato anziché una somma di applicazioni differenti che faticano a comunicare. L’indipendenza dalla piattaforma è un mito pericoloso, che si è già dimostrato più volte perdente: il supporto a più piattaforme è una possibilità desiderabile, a cui però non vale la pena di sacrificare la qualità del sistema desktop.

PI : Che mi dici del futuro di Epiphany?
MPG : Penso che i cambiamenti di rotta della Mozilla Foundation, quali l’utilizzo di tecnologie native fino alla possibile fusione con GNOME e il redesign di Firefox, dimostrino l’attualità delle due idee che hanno ispirato Galeon ed Epiphany: integrazione e semplicità. Il futuro di Epiphany come base di codice dipende principalmente da decisioni “politiche” di fronte alle quali mi sento incompetente. Se però intendiamo Epiphany come una visione e un progetto, una stretta collaborazione tra GNOME e Mozilla è decisamente una novità positiva.

Intervista a cura di Alessandro Del Rosso

Si veda anche: Interviste/ Browser, c’è vita oltre Mozilla , un’intervista a Gritti su Epiphany, Mozilla e il futuro dei browser Web.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hurricane scrive:
    non credeteci non modifikeranno nulla
    la legge urbani resterà così tale e quale, hanno depositato le modifiche....ci sono le elezioni ,è uscito1 sondaggio ke diceva ke con la legge urbani i fetenti perdevano il 2% di voti...quindi.... passate e elezioni le modifike resteranno nel cassetto .per conto mio disdico la adsl==================================Modificato dall'autore il 12/06/2004 6.08.17
  • Anonimo scrive:
    Mazza, cosa vuoi ??
    Mazza, cosa vuoi? Non sei contento che scambiarsi i files era ed è un reato? Nessuno ha detto che si regala la musica gratis, nessuno ha nemmeno detto che non c'è più il diritto d'autore. Le sanzioni amministrative c'erano e rimangono, ma non ti bastano? Ti piacerebbe che la gente vada in galera? Solo così sei contento? Ma se nemmeno la giustizia americana manda i colpevoli in prigione e la RIIA si limita a sanzionare economicamente i trasgressori.... (forse pensano che la detenzione in un penitenziario, in cella insieme ad assassini, stupratori e spacciatori sia un pochino esagerata per essersi scambiati una canzone in mp3?). Illuminaci, ti prego.
  • reVerendo scrive:
    1-1 palla al centro ma siamo sicuri?
    macchè politica, era la legge UrBaNi di pura ispirazione politico-elettorale. Ma StIaMo ScHeRzAnDo????? (linux)(troll):@
    • gatsu99 scrive:
      Re: 1-1 palla al centro ma siamo sicuri?
      calcolando che siamo sotto elezioni ...siamo sicuri che dopo le elezioni non ci sarà un altra revisione ??.
      • Anonimo scrive:
        Re: 1-1 palla al centro ma siamo sicuri?
        Non c'è da meravigliarsi se in Italia succedono queste cose. Se le Leggi dovessero essere prese tutte alla lettera..l'Italia intera si sfascerebbe. Ma...fateci caso...nessuno si è mai domandato:1) Dove va a finire tutto il materiale sequestrato durante i blitz di carabinieri, polizia, ecc ? (cd musicali, film hard, giochi play-station, ecc);2) Perchè non si parla mai di qualcosa che implica la multimedialità odierna? (internet, adsl,ecc)...con il rischio che, applicando tutte le leggi e i comma, nessun italiano potrebbe più navigare, guardare la televisione, il telegiornale, le pubblicità!!!!! (quelle non sono protette da copyright!)3) Perchè adesso vogliono combattere la pirateria dei cd musicali se gli incriminati sono, in primo luogo, coloro che hanno AUTORIZZATO la vendita dei masterizzatori ai cittadini?
  • Anonimo scrive:
    con grande rammarico
    si prende atto che le vendite di media in italia (forse per le leggi sbagliate forse per mancanza di soldi) stanno scendendo vertiginosamente. Non si sa quale rimedio ma sicuramente i produttori di media dovranno rivedere le politiche inerenti allo scopo di rendere più accessibili i materiali mediatici.
  • Anonimo scrive:
    multe da rovina di una famiglia
    le multe messe in atto dai governanti sono in tutti i settori tali da rischiare di mandare in rovina una famiglia, non comprendiamo noi cittadini il perchè di tanta mostruosa ferocia, anche se possiamo capire l'intendimento normalizzante di partenza delle leggi. Per far rinsavire un infrattore basta una multa di pochi euro e non quelle multe da suicidio che sono state approvate di recente dai governi attuali. Onde il malcontento si sta diffondendo in tutta la nazione per tanto livore nei confronti di un cittadino(spesso povero) che sbaglia! Le multe messe in atto dalla legge urbani ( che non se ne è reso conto forse) sono da suicidio (154 euro per un mp3), ciò significa che un ragazzino che ha nel computer mille mp3, perchè questo è possibile visto che nessuno ha impedito prima che fossero scaricabili, dovrebbe pagare una multa di 154X1000 ovvero centociquantaquattromila euro!!!! ORDUNQUE si suicidera?
  • Anonimo scrive:
    secondo voi
    dà fastidio a quegli psicopatici che vorrebbero mettere in galera un bambino per qualche schifoso mp3 che io smetta di comprare materiale mediatico (tre film in dvd da cinquantamilalire+cofanetti due al mese da novanta euro ciascuno circa al mese, un giornale un euro quotidiano , cinque riviste da otto-nove euro l'una, un computer all'anno, quattro cd musicali al mese, materiale mediatico vario per molti euro al mese etc etc.)??
  • Anonimo scrive:
    siamo duecentocinquantamila
    collegati tra noi in internet e non abbiamo deciso ancora a chi votare. Insomma a chi dobbiamo dare il voto?
  • Anonimo scrive:
    continua l'astensione dagli acquisti di
    media di qualunque tipo siano, giornali,cinema, cd dvd, e tutto ciò che vi è connesso?
  • Anonimo scrive:
    le multe? da suicidio se esagerate!
    delle multe che potrebbero essere da suicidio come mai non si parla?
    • Anonimo scrive:
      Re: le multe? da suicidio se esagerate!
      sai com'è .................si parla di galera (anzi quelli parlano di galera) le multe vengono comunque messe in secondo piano, le due cose poi non si escludono l'una dall'altra
  • Anonimo scrive:
    signori e signore
    Buongiorno a tutti, visito questo sito tutti i giorni ma un po a causa del poco tempo non mi metto mai a scrivere post.Allora signori e signore qua siamo sull' orlo di un baratro(bella scoperta direte),siamo molti si ma poco organizzati e soprattutto con poco tempo per partecipare a manifestazioni blocchi stradali e chi più ne ha più ne metta;qualcuno aveva trovato una cosa carina per farci notare, quella famosa petizione bella idea sono stato uno dei primi a sottoscriverla ma poi grazie a qualcuno che si è divertito ad inserire nonmi fasulli anche quella si è trasformata in una buffonata. Abbiamo avuto l'idea della manifestazione a Roma.... signori io come tante altre persone lavoro 10 ore al giorno non perche sono un coglione ma per cercare di arrivare a fine mese e non mi posso permettere di mollare tutto e venire la... cosa dico al mio capo?gli racconto della legge urbani??(non l'ho appositamente scritto con la lettera maiuscola!)Abbiamo fatto uno sciopero dell e connessini ok.... cosa abbiamo risolto?? nulla abbiamo buttato via 1/30 di 40 euro cioè il nostro bel canone... per saper che il 15% ha aderito allo sciopero... un pò poco direi..Bene a che punto siamo ora???da capo??? NO peggio! ora conoscono il fatto che siamo disorganizzati e ci considereranno ancora meno...Dopo tutto questo preambolo, che però mi sembrava d'obbligo, andiamo alla mia proposta che spero riceverà consigli e migliorie per arrivare ad una soluzione...ci avete mai pensato che noi singoli siamo nulla ma noi assieme siamo una potenza politica??? il vero problema è solo il quantificarci in maniera chiara e sicura....dobbiamo trovare un referente che se a tutti va bene può essere anche il senatore Cortiana e permettergli di poter contare su dei voti e non di lottare contro i mulini a vento sostenuto da 40 persone come ha fatto a Roma....si potrbbe creare un'indirizzo mail dove ognuno di noi votanti invierà il proprio nome cognome e magari codice fiscale o numero di carta di identità e barattare il nostro volere la libertà con il loro ..i voti Non mi venite a dire che inviando i nostri dati ci esporremo a rischi perchè tanto se siete intelligenti capite che i vostri dati soprattutto per che ha una adsl sono a disponibilità di cani e porci in ogni momento... spero ci aiuteremo a vicenda a trovare una soluzione al più prestojimmykiller
  • Anonimo scrive:
    P2P, questioni tecniche, sanzioni penali
    Brevemente, vorrei porre un quesito a qualcuno che in grado di rispondermi, perchè c'è un aspetto di tutta questa vicenda che proprio non capisco. E' tecnicamente possibile sapere che cosa un utente si sta scaricando? Io, forse ingenuamente, ero convinto che il provider fosse in grado solamente di quantificare un certo traffico di dati, ma da questo a stabilire in che cosa consistano questi dati, ne passa... Nell'eventualità che ciò fosse possibile, mi chiedo, in che modo lo è? Il provider, o Isp, deve intercettare la comunicazione telematica fra due utenti? Perchè, se così fosse, con quale diritto potrebbe farlo? Al di là del discorso della privacy, pur molto importante, ci sono norme del codice penale che qualificano come reato l'intercettazione di comunicazioni telefoniche, informatiche, telematiche... e secondo il codice di procedura penale, tali intercettazioni possono essere disposte solo in casi molto particolari e tassativamente previsti, e tra questi certamente non rientra la tutela del diritto d'autore (art. 266 c.p.p.). Nemmeno il Pubblico Ministero potrebbe quindi autorizzare intercettazioni nel caso specifico, tantomeno potrebbe agire autonomamente il provider, che non ha nessuna autorità, essendo un privato. Mi chiedo quindi: come sarebbe possibile, in concreto, individuare, nel rispetto della legge, un utente P2P che scarica files protetti dal diritto d'autore, senza esporsi ad una contro-denuncia che avrebbe conseguenze ben più gravi di quelle previste per la violazione del copyright?
  • Anonimo scrive:
    P2P: sanzioni? non è vero!
    Si è fatto un grande baccano intorno al decreto Urbani, recentemente trasformato in legge con modifiche dell?ultimo momento che ne avrebbero mutato radicalmente la struttura ed inasprito il regime sanzionatorio. Si è tacciato il Ministro di incompetenza e di aver favorito in maniera eccessiva le major del cinema e della musica, a scapito degli utenti domestici. Ma è davvero andata così? Vale a dire, si è effettivamente inasprito il regime a carico di chi scarica da casa ad uso esclusivamente privato file musicali o film? La chiave di lettura non dovrebbe essere nell?interpretazione, a mio parere, affrettata, che ne hanno dato i (pochi) giornali che se ne sono occupati. Bisogna leggere attentamente la legge Urbani in relazione alle altre, già vigenti, e a cui si fa un rimando. In particolare, bisogna riferirsi alla legge 18 agosto 2000 n°248, in vigore dal 1 settembre 2003. La legge 248/2000 apporta sostanziali modifiche alla disciplina della legge n. 633 del 1941: si legga la modifica all?art. 171-ter:? L?art. 171-ter della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituito dal seguente: Art. 171-ter.-1. É punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da cinque a trenta milioni di lire chiunque a fini di lucro:a)abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con qualsiasi procedimento, in tutto o in parte, un?opera dell?ingegno destinata al circuito televisivo, cinematografico, della vendita o del noleggio, dischi, nastri o supporti analoghi ovvero ogni altro supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive assimilate o sequenze di immagini in movimento.? Si legga ora l?art. 1, n. 2 e 3 della legge Urbani:?Al comma 1 dell?art. 171-ter della legge 22 aprile 1941 n°633 se successive modificazioni, le parole:? a fini di lucro? sono sostituite dalle seguenti:?per trarne profitto?. 3. Al comma 2 dell?articolo 171-ter della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, dopo la lettera a) è inserita la seguente: ?a-bis) in violazione dell?articolo 16, per trarne profitto, comunica al pubblico immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un?opera dell?ingegno protetta dal diritto d?autore, o parte di essa;?.Ebbene, se è vero che la locuzione ?a fini di lucro? è stata sostituita con quella più ampia di ?per trarne profitto?, tuttavia non è stato toccato l?aspetto più importante: il fatto è punito solo quando commesso per un uso non personale. Questo dovrebbe mantenere la liceità della copia privata, inclusa quella ottenuta tramite internet, in quanto ad uso personale. Il reato si commette e viene giustamente punito, quando dal fatto di ottiene in ingiustificato profitto per fini non personali, si pensi ad esempio a chi commercia cd o dvd falsi. A mio parere quindi, nonostante il grande clamore, chi da casa utilizza sistemi di condivisione, non commette un illecito penale (e ci sarebbe da discutere anche sul versante amministrativo, infatti nella legge n. 248/2000 e nella legge Urbani, non sono specificate sanzioni amministrative a carico di chi compie il fatto per uso personale), posto che comunque una parte dei proventi derivanti dall?aumento dei supporti digitali e dei masterizzatori, andrebbe a carico di un fondo per il diritto d?autore (il cosiddetto equo compenso). Più preoccupati dovrebbero essere (e lo sono) i prestatori di servizi della società dell?informazione, gravati da sanzioni sproporzionate e a cui sono attribuiti compiti di vigilanza a delazione alquanto dubbi. Esenti da ogni gravame, i fornitori di connettività, cui è riservato un trattamento di favore. Altro aspetto, se vero, che desterebbe preoccupazione semmai sarebbe quello che delega alla DIGOS il compito di raccogliere le segnalazioni e effettuare i controlli, cosa assolutamente enorme, posto che sicuramente in prima fase di applicazione della legge ci saranno sicuramente problemi di interpretazione anche circa l?effettivo ruolo di un organismo deputato alla prevenzione di crimini gravi. In sostanza, nessuno può essere punito penalmente se si scarica musica o film da internet ad uso personale, posto che nel nostro ordinamento giuridico l?interpretazione della legge penale è rigida. Amministrativamente la cosa non dovrebbe comportare sanzioni (da una lettura rapida del sistema di norme non mi sembra a prima vista di scorgerne), inoltre è molto interessante l?orientamento dei giudici italiani, che soprattutto in occasione di una sentenza, per alcuni aspetti simile all?argomento trattato, in quanto riguardante soprattutto i programmi di gioco, (n.320/03 del 18 marzo 2003, Tribunale di Arezzo), assolveva il reo di essersi procurato e aver diffuso via internet (addirittura ponendo in commercio!), materiale ludico e sonoro (reato commesso prima del 24 agosto 2001). Interessanti perché nella stessa direzione di altre corti straniere che tendono a legittimare il comportamento dell?utente domestico. Questa tendenza deve far riflettere sul fatto che i nuovi orizzonti della tecnica hanno ormai travolto tutti i settori dell?arte e dell?ingegno, e chiedono una soluzione diversa da quella meramente repressiva, con misure da stato di polizia da più parti insistentemente richieste. La legittimazione dei comportamenti degli utenti domestici deve corrispondere al riconoscimento in costoro della qualifica di clienti di materiale discografico e cinematografico, e non di ladri e deve richiedere alle case discografiche e di distribuzione uno sforzo concreto per modificare, alla luce di internet, il sistema dei compensi agli artisti, che corrisponda anche al reale valore dell?opera e delle esigenze delle nuove generazioni.
  • Anonimo scrive:
    ma voi.....
    in sti giorni usate mute? e come vi trovate? bene?il mulo l'avete abbandonato?:(
  • Anonimo scrive:
    Boicottaggio
    INCREDIBILE!Ho avuto notizie da uno degli organizzatori del convegno sulla pirateria che si terrà a Napoli il sette giugno prossimo, che molti musicisti e produttori di piccole case discografiche sono stati esclusi in tutta fretta dalla lista degli invitati perchè "non graditi" alla FIMI e alla SIAE!!! Altro che convegno, questo si annuncia come una riunione bulgara!!! Speriamo che almeno la Caselli, grande manager, gliene dica quattro a questi incompetenti prevaricatori.P.S.: Per Cortiana....il tuo collega Amato Lamberti della Provincia di Napoli, ha avallato questa scelta di "pulizia" per evitare il contraddittorio tra le parti e per farsi un po' di promozione elettorale.....Al centro studi FORMARTE che organizza l'evento, cui ho chiamato in serata, si trincerano dietro un "non sappiamo nulla". Ma io li conosco personalmente questi di Formarte, ho fatto 600 chilometri alcuni mesi fa per fare da loro uno stage con Celso Valli. Sono tutti musicisti ed intellettuali di livello, combattivi ed idealisti come pochi. Mah, che tristezza.Come facciamo a protestare contro questa odiosa lobby????RAGAZZI SVEGLIAAAAAAAAAAAAA!!!!!
  • yenaplyskyn scrive:
    Referendum contro SIAE
    In questo forum di idee e proposte ne ho lette tante e molte davvero intelligenti.Come altri anch'io ho postato le mie riflessioni e i miei ricordi riguardo alla "scorrettezza" della SIAE.Non ultimo, mi sono letto tutto l'articolo contenuto nel link segnalato da Elwood.A questo punto direi che vale la pena informarsi qual'è il decreto o la legge che hanno disposto la creazione della SIAE come istituto para-pubblico e promuovere un referendum per la sua abolizione.Ho solo lanciato la palla, ma sono pronto anche a raccogliere idee e impegni se vi pare che la cosa possa funzionare.Io credo di si==================================Modificato dall'autore il 03/06/2004 0.16.23==================================Modificato dall'autore il 03/06/2004 0.17.45
    • Anonimo scrive:
      Re: Referendum contro SIAE
      troppo bello x essere vero....
    • Anonimo scrive:
      Re: Referendum contro SIAE
      AHah La SIAE e' una macchinetta mangia soldi, io ho un bar e ogni anno gli pago quasi 70 euro per una radio accesa e 2 casse se ne avessi 4 pagherei di piu' e se mettessi il lettore cd pagherei la tassa di lusso.Ora ti chiedo Ti sembra giusto? la radio e' di tutti e le stazioni radiofoniche credo che paghino abbasstanza sto tizi, non mi sembre affatto giusto non per i soldi e' per un servizio che non esiste non ho parole.... :'(
  • Anonimo scrive:
    uffa
    tra poco ci calerannoi pantaloni(le tasse) e ci alzeranno la camicia(aumenti indiscriminati) come l'aumento del 10 DICO e RIDICO il DIECI per cento della tassa automobilistica in Campania::@:@:@:@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: uffa
      - Scritto da: Anonimo
      tra poco ci calerannoi pantaloni(le tasse) e
      ci alzeranno la camicia(aumenti
      indiscriminati) come l'aumento del 10 DICO e
      RIDICO il DIECI per cento della tassa
      automobilistica in Campania::@:@:@:@:@Ma mi sa che qui le cose non le ha capite nessuno come vanno.Meno IVA incassata dallo stato per minore vendite di Cd e meno entrate ha lo Stato. Cosi' lo Stato aumenta altre tasse o ne introduce di altre.Semplice no?
  • Anonimo scrive:
    trarne profitto
    non capisco perche' SIAE si allarghi tanto la bocca a sparare stronzate quando e' lei la prima a violare il decreto urbani...dopotutto SIAE non sfrutta gli autori per TRARNE PROFITTO????
  • Anonimo scrive:
    Sanzioni applicate davvero?
    Qualcuno di voi sà se qualcuno è gia stato beccato dalla polizia per aver scaricato opere protette?No...perchè diciamoci la verità...i sembra di notare che nei p2p gli scambi si effettuino ancora...secondo me l'intento della legge era quello di mettere paura a tutti noi....personalmente mi guardo bene dal scaricare qualcosa in questo momento...ma mi chiedo e vi chiedo...verrà applicata davvero?In pratica come li svolgerebbero questi controlli sui p2p?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sanzioni applicate davvero?
      Beh potresti fare una cosa, cioe' collegati alle reti p2p e facci sapere se ti ficcano dentro :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni applicate davvero?
        - Scritto da: Anonimo
        Beh potresti fare una cosa, cioe' collegati
        alle reti p2p e facci sapere se ti ficcano
        dentro :DPreferirei ricevere risposte serie....non siamo su un sito di cabaret mi risulta...siamo su un sito in cui si dà voce a chi altrimenti non potrebbe farsi sentire...e desidera apprendere,conoscere e capire!
        • Anonimo scrive:
          Re: Sanzioni applicate davvero?
          - Scritto da: Anonimo
          Beh potresti fare una cosa, cioe' collegati
          alle reti p2p e facci sapere se ti ficcano
          dentro Preferirei ricevere risposte serie....non siamo su un sito di cabaret mi risulta...siamo su un sito in cui si dà voce a chi altrimenti non potrebbe farsi sentire...e desidera apprendere,conoscere e capire!io ti ho risposto deriamente...ti ho detto che di questo nessuno ne ha parlato..levati i provider che dovevano fare da sceriffi pare che il controllo totale sia impossibile..
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni applicate davvero?
            Non ce l'avevo con te ma con il personaggio precedente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni applicate davvero?
            Va bene rispondo io. Io il problema non c'e' l'ho perche' non e' mia abitudine scaricare musica a scrocco.:|
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni applicate davvero?
            - Scritto da: Anonimo
            Va bene rispondo io. Io il problema non c'e'
            l'ho perche' non e' mia abitudine scaricare
            musica a scrocco.

            :|non ci credo....vorrei vedere se non hai nemmeno un cd masterizzato....guarda non ci credo ma neanche!!è facile fare moralismi...e per cosa lo usi internet?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sanzioni applicate davvero?
      Qualcuno di voi sà se qualcuno è gia stato beccato dalla polizia per aver scaricato opere protette?No...perchè diciamoci la verità...i sembra di notare che nei p2p gli scambi si effettuino ancora...secondo me l'intento della legge era quello di mettere paura a tutti noi....personalmente mi guardo bene dal scaricare qualcosa in questo momento...ma mi chiedo e vi chiedo...verrà applicata davvero?In pratica come li svolgerebbero questi controlli sui p2p?questao e' qualcosa che si sono ben guardati dal dire..forse perche' balla resa dei conti non hanno nessun modo per controllare milioni di utenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni applicate davvero?
        Non c'è bisogno di controllare milioni di utenti.Basta fingersi un utente, mettere in condivsione un file musicale o un film esca. Logghi chi te lo scarica e poi vai a casa sua a fargli un bucio di ku!0 grosso cosìFai così per un mesetto e vedi quanti si cagano sotto... io sto già sulla tazza del cesso....SolarisPS: bello il linguaggio colorito di oggi eh? Rende bene l'idea :p
        • Anonimo scrive:
          Re: Sanzioni applicate davvero?
          ...mi dispiace toglierti dalla tazza..ma cosi proprio non si puo fare.......Il problema è che se tu (forza di polizia) metti un file online per condividerlo commetti un reato e non puoi certo venire a casa mia per esempio per denunciarmi in quanto ho scaricato dal tuo pc un opera protetta!!!!!no no non si puo fare..stai tranquillo questo metodo non è applicabile..la figura dell'agente provocatore (cosi si chiama tecnicamente l'agente che opera sotto copertura e che commette quindi reati ma per i quali non si procede) non è certo prevista per il p2p...ci mancherebbe altro!!!!!!!!!!ciao...BP
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni applicate davvero?
            - Scritto da: Anonimo
            ...mi dispiace toglierti dalla tazza..ma
            cosi proprio non si puo fare.......Il
            problema è che se tu (forza di
            polizia) metti un file online per
            condividerlo commetti un reato e non puoi
            certo venire a casa mia per esempio per
            denunciarmi in quanto ho scaricato dal tuo
            pc un opera protetta!!!!!
            no no non si puo fare..stai tranquillo
            questo metodo non è applicabile..
            la figura dell'agente provocatore (cosi si
            chiama tecnicamente l'agente che opera sotto
            copertura e che commette quindi reati ma per
            i quali non si procede) non è certo
            prevista per il p2p...ci mancherebbe
            altro!!!!!!!!!!Sorry;) Le Forze di Polizia sono AUTORIZZATE dai DETENTORI del DIRITTO D'AUTORE, quindi nn compiono alcun illecito....;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni applicate davvero?
            ....allora se il file si puo condividere non è reato scaricarlo.......per cortesia non diciamo fesserie!!se i detentori del diritto di autore autorizzano qualcuno a mettere online un file, significa che scaricarlo non è piu reato. Le cose stanno esattamente come spiegato nel post precedente, se poi volete credere ai fantasmi fate pure come vi pare.C'è poi un altro principio fondamentale, che si procede solo quando si accerta l'esistenza di un reato. Ciò vuol dire che si intercetta, perquisisce, spia, solamente DOPO che è stato individuato un reato. Cio vuol dire che non si possono spiare diecimila IP per vedere chi compie un reato,...non so se mi sono spiegato.. in parole povere non si possono prendere tutti e poi cercare quello che ruba.......ciaoBP
  • Harkonnen scrive:
    eMail inviata a NIERLE
    Oggi ho spedito una bella letterina a www.nierle.de per avere un'informativa su rivenditori hw & sw in Germania che accettano ordini on line.Già che c'ero gli ho fatto un riassunto sulla storia della Legge Urbani e delle perplessità sull'integrità del nostro allegro MinCulPop Urbani (e degli appetiti di SIAE e affini).Ma credo che sapevano già tutta la storia, visto che il sito di cui sopra è disponibile in lingua italiana da tempi recenti Il barone Harkonnen che si è stufato di regalare soldi a pseudo-artisti che in teoria dovrebbero lavorare in miniera
  • Anonimo scrive:
    Tesi sul futuro del P2P. Terrificante...
    Se volte sapere dove sta andando veramenteil p2p, e cosa succederà nel futuro, non dateretta alla propaganda. Uno studio terrificanterealizzata da uno studioso inglese spiega comele compagnie musicali e video sappiano chee' finita, e stanno solo cercando di guadagnaretempo per l'inevitabile transizione ad uno scenariotanto rivoluzionario quanto incredibile...Leggetela qui:http://p2pnet.net/story/1531"Se vendi acqua nel deserto ed inizia a piovere, devi sviluppare un nuovo modello di business." -Ian Clarke, creatore del P2P network Freenet
    • Anonimo scrive:
      Re: Tesi sul futuro del P2P. Terrificante...
      Se volte sapere dove sta andando veramenteil p2p, e cosa succederà nel futuro, non dateretta alla propaganda. Uno studio terrificanterealizzata da uno studioso inglese spiega comele compagnie musicali e video sappiano chee' finita, e stanno solo cercando di guadagnaretempo per l'inevitabile transizione ad uno scenariotanto rivoluzionario quanto incredibile...Leggetela qui:http://p2pnet.net/story/1531 "Se vendi acqua nel deserto ed inizia a piovere, devisviluppare un nuovo modello di business." -Ian Clarke, creatore del P2P network Freenetsicuramente sanno anche loro che un altro modo lo devono trovare...pero' penso che stiano cercanmdo il modo migliore per inchiappettarci alla grande piu' di adesso...
  • Anonimo scrive:
    L'introduzione delle LIBERTA' DIGITALI..
    ........che non hanno nulla di liberale, hanno il solo scopo di scroccare la musica dalla rete, sancira' la morte della proprieta' intellettuale prima, e la morte della proprieta' privata poi.E bravi a quegli idioti che oggi esultano per la depenilazzizione di questo reato, depenalizzazione dettata solo da una campagna pubblicitaria dovuta alla imminenti elezioni e quindi lo scopo e' solo quello di ottenere il maggior numero di voti.Poi pero' quando l'Italia non avra' piu' capitali da investire e se non ci saranno piu' entrate per il fisco con l'IVA, andate a fare i profughi in Albania e non vi lamentate se metteranno anche la tassa su l'aria che respirate.Contenti voi................Per me che vi vedo dall'estero non posso far altro che impetosirmi. :s
    • Anonimo scrive:
      Re: L'introduzione delle LIBERTA' DIGITALI..
      Non ne posso più di sentire sempre la stessa cavolata da gente come teSe la vecchia distribuzione è un carrozzone costoso, farragginose e inutile è per quello che sta morendo: muore di vecchiaia! Punto e bastaSe si VUOLE un sistema che permetta a tutti di ascoltare musica, guardare film senza accendere mutui in banca, è forse chiedere troppo?Si è già visto come il p2p AIUTI la diffusione delle opere, al contrario del lobbysmo, che la ostacola.Usando il P2P con server centrale, detto tracker è possibile tener traccia di chi scarica cosa. E invece i maggiori server opennap per winmx vengono chiusi! Quale miglior metodo di fare statistiche per premiare gli autori più gettonati, che non prendere i dati direttamente alla fonte? E invece no...perchè poi ci sarebbe ben troppa trasparenza nella ripartizione del diritto d'autore, mica i fantomatici conteggi della siae che mandano i soldi delle discoteche al liscio! Puah!Col P2P è possibile scaricare GB di musica e film. Far pagare alla gente solo un cent per brano scaricato, farebbe entrare nelle casse degli autori e del governo MILIARDI. Oppure usare tariffe flat, magari con abbonamento in boundle con la connessione internet.E invece no... per adesso chi scarica con rosso alice, mtv et similia a un prezzo indecente, qualità pessima, disponibilità ridicola! E' questo il massimo che si può fare?E poi quelli come te vengono a dare del ladro a me! Ladro sarà chi ti obbliga a svenarti per ascoltare Bennato e Masini (2 esempi presi a caso)La musica, il film NON sono beni di prima necessità! Farebbero bene a pensarci 2 volte i signori discografici ingordi prima di stressare la loro già esigua clientela.Potremo rinunciarci del tuttoSolaris
  • Anonimo scrive:
    DL-Urbani 1-1
    quoto una parte della notizia:"Perchè il Ministro Stanca - si chiede ora Mazza - non regala invece linee telefoniche gratis agli italiani o banda larga gratis per tutti? Chi ha detto che la crescita della rete debba andare a discapito dei contenuti? Si continua con l'inaccettabile politica di avvantaggiare i contenitori a discapito dei contenuti, così la musica muore e le piattaforme di distribuzione online non decolleranno mai". Secondo Mazza, la presentazione delle modifiche equivale a quello che ha definito un ricatto. Mentre i dati mostrano un declino nel file sharing illegale, segno che si era sulla strada giusta, il Governo fa marcia indietro cedendo al ricatto dei pirati informatici, è assurdo".------------------discorsi di spicco e ad elevato contenuto culturale questi proposti dai due rappresenti delle forze in causa.. schiaffeggiando il popolo con le loro lauree ottenute anni fa', daltronde in qualche modo devono pur utilizzarle altrimenti la cartaigenica risulta decisamente più utile.. :$Peccato che ad ogni cd (sia audio che video) si pagano generossissimi pegni sia in denaro che di usabilità il che vuol dire che poi ognuno è costretto a non percorrere più la strada asfaltata per raggiungere la meta. Ricordiamoci infatti che TUTTI gli ultimi cd audio video sono protetti da dispositivi anticopia che a volte (80% dei casi) impedisce il corretto ascolto o la visone del contenuto!quindi dobbiamo, via software, sproteggere tali supporti per poi poter correttamente visionarne il contenuto ma questo fa sì che diventiamo "pirati" inquanto appunto abbiamo violato la protezione.. ok tanto nessuno lo sa'...poi dopo un po' di mesi ci accorgiamo che il supporto, fiorentemente comprato, si sta rovinado per usura/tempo/polvere e quindi vogliamo (perchè è un nostro diritto inquanto padroni del supporto) conservare tali contenuti in nuovi cd-vergini ma ci ritroviamo impossibilitati per via delle protezioni.. speriamo quindi che la casa produttrice abbia divulgato un sistema per consentirci di farlo ma nel 90% dei casi cio' non accade.. giriamo su internet speranzosi che qualche "anima pia" abbia escogitato tale sistema e dopo esserci inbattuti in guerre sanguinolente tra vermi, cavalli, orde di troll e lameroni riusciamo a trovare cio' che ci serve.. Ovviamente questo ci rende per la seconda volta, ma più di prima, "pirati"!!!Il supporto originale dopo qualche mese è talmente rovinato che bisogna gettarlo ma come faremo un giorno a dimostrare che era stato comprato? dovremmo quindi conservarlo, seppur illeggibile e non più funzionale dovremmo tenerlo e non far divertire il nostro animale domestico che tanto aspettava tale momento..vabbhè non importa gli compreremo un'altro giocattolo ;)Il tempo passa e si creano nuove amicizie, parlando del più e del meno scopriamo l'esistenza di nuovi gruppi musicali o telefilm/cartoni che in italia non si trovano, stupiti di cio' proviamo a visionare siti esteri che commerciano contenuti simili ma senza trovare la nostra "chimera", sempre più esterefatti chiediamo maggiori informazioni ai nostri amici i quali ci danno dritte estremamente utili..ci ritroviamo così a cercare sul p2p dove incredibilmente troviamo esattamente cio' che stiamo cercando ma ci rendiamo subito conto che ora più che mai siamo "pirati"!!! ci viene subito in mente una cosa che non ci aveva mai toccato personalmente e che avevamo fatto finta di ignorare, ma NOI paghiamo già una tassa controla pirateria e su tutti i supporti vergini!! allora non sono poi così tanto pirata, certo non posso pagare per il contenuto del film/cartone/mp3 ma sto dando un compenso per l'uso del p2p!! bhè diciamo che pago il nolleggio virtuale ;) mica li tengo tutti per sempre queste cose hehehhehe...Il p2p ormai ci ha abituati ma con estrema nostalgia ripensiamo ai momenti passati in chiacchere con il nostro negoziante sotto casa ormai lo incontrimao solo al bar la sera.. decidiamo di farci ritorno perchè le news italiane e straniere commercializzate ci piacciono e le sentiamo con entusiasmo sempre alla radio..compriamo i cd che ci interessavano, ovviamente l'aiuto del negoziante per rintracciare tali contenuti è stato essenziale, arriviamo a casa e con estremo stupore ci accorgiamo che solo quelle canzoni più ascoltate ci dilettano.. tremendo!! con stupore e increduli chiediamo consiglio proprio a lui il nostro negoziante..dopo un lungo e piacevolissimo colloquio torniamo a casa e ci teniamo questi cd comprati..troviamo dopo lunghe riflessioni a soluzione, scremiamo i prodotti con il p2p e poi semmai compriamo!! questo ci rende per la 4^ volta dei "pirati" ma abbiamo la scusa che poi compriamo!!seguendo questa strada ci siamo accorti che non acquistiamo più 25CD all'anno bensì 10CD, di cui alemeno 5 erano giochi.. ovviamente cio' che avevamo scaricato e che non ci interessava sostava nel'HD per non di più di un mesetto..daltronde quella merce se l'avessimo comprata poi l'avremmo venduta a qualche ignaro acquirente quindi la cosa non ci tocca più di tanto..leggendo poi quà e là tra le notizie che circondano la nostra vita scopriamo che vieniamo dichiaratamente ritenuti "pirati informatici" e veniamo accusati di aver contribuito al fallimento di aziende musicali e cinematografiche.. questo ci sorprende visto che la "crisi" viene urlata dai tempi del videoregistratore ovvero 15anni fa' ma gli introiti a queste "case" non sono mai mancati...Ci sentiamo infangati ed umiliati e dopo lunghi periodi di critiche ricevute gratuitamente ci ritegnamo indignati e anche quei piccoli lumi di buoni presupposti scompaiono lasciando strada alle altre soluzioni più economiche.. daltronde se il nostro negoziante ci avesse trattato a pesci in faccia perchè dovevamo acquistargli cio' che lui voleva avremmo sicuramente cambiato luogo di acquisto!!!tali aziende continuano la loro strada ma stavolta si fanno ancor più furenti decretando l'inizio di una guerra contro il "milite ignoto" a questo punto consideriamo TUTTI i negozi falliti e la nostra attenzione si concetra solo e soltanto sul p2p...la fiat rischia il fallimento e decreta esuberi, stessa sorte tocca ad alitalia e così seguono le bancheitaliane (se pur con qualche fiato di respiro in più) e in questo caso nessuno spara contro la pirateria.. cio' ci stupisce ormai eravamo convinti di essere la causa del crollo dell'economia americana oltre del cinema e musicale!!ora la legge che punisce con anni di galera chi scarica ma lascia pene superflue per atti di maggior rilievo o addirittura toglie la pena per chi tortura..forse bisogna fermarsi un po', fare qualche seduta dal psicanalista e una vacanza (che non guasta mai..).. magari ci stiamo dimenticando della realtà e quindi la mente non riesce a lavorare in modo obbiettivo!
  • Anonimo scrive:
    Nodezilla
    volevate l'anonimato e molte altre funzioni che non ha mute?http://membres.lycos.fr/nodezilla/index.htmllo sto provando in questi giorni e devo dire che mi va bene. Provatelo. Il concetto che usa e' nuovo, o almeno io non l'avevo visto implementato da nessun altro programma. Leggetevi le caratteristiche e se vi piace usatelo, io probabilmente saro' in linea.Per usarlo aprite la porta 4242 del firewall (se l'avete)Scrivete qualche commento, cosi, se e' decente, almeno lo facciamo conoscere a tutti.Buongiorno a tuttiPanda
    • Anonimo scrive:
      Re: Nodezilla
      Ciao,volevo chiederti che ultimamente ho sentito parlare anche di un altro programma chiamato: willy, sviluppato da un giapponese, ma purtroppo ancora non sono riuscito a trovare la pagina web da dove lo si possa scaricare.Tu percaso lo sapresti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Si chiama Winny
        IL programma si chiamma winny ma è tutto in giapponese. Io l'ho scaricato e provato.Anche i nomi dei file sono in giapponese.Per cui per noi è inutile.P.s. autore sta passando un sacco di guaii
    • Anonimo scrive:
      Re: Nodezilla
      Provato... programma interessante. Dovremmo pubblicizzarlo e farlo espandere così piu' nodi ci sono piu' si velocizza lo scambio dati.Invito chi legge a provarlo. Ne vale la pena;):D
  • Anonimo scrive:
    Scambiarsi la musica come le figurine
    E' di ieri la notizia che le pesanti sanzioni per chi pratica il file sharing saranno eliminate. Restano, comunque, quelle previste dalle norme sul diritto d'autore. Insomma, anche se il nuovo ddl sarà approvato non c'è da stare molto tranquilli nel condividere file protetti da copyright tramite le reti peer-to-peer. Come evitare di andare incontro a sanzioni, sia pure solo amministrative? La proposta che avanzo forse potrà sembrare ingenua, e per questo sono curioso di leggere i commenti. Vi ricordate quando da bambini ci si scambiava le figurine dei calciatori? Nessuno ha mai pensato di multarci per questo. L'idea è di realizzare siti dove gli amanti della musica possano incontrarsi, mostrare agli altri ciò che contiene la loro discoteca digitale e avanzare le proprie richieste. I file, poi, verrebbero scambiati tramite la posta elettronica. Il cui contenuto, fino a prova contraria, non è ancora soggetto al controllo di chicchessia. Tutto questo, non per evadere il pagamento di un diritto bensì per riaffermare che Internet non è altro che un allargamento delle nostre relazioni, e che scambiarsi libri, Cd o... figurine dei calciatori è sempre stato un modo di socializzare, oltre che uno strumento di solidarietà tra consumatori costretti a subire, loro malgrado, prezzi imposti da un mercato sul quale essi possono intervenire poco o niente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scambiarsi la musica come le figurine
      Ti sbagli... anche il controllo delle email ormai e di vecchia data... l'articolo è lungo...te ne mando solo una parte:SOTTOPOSTI AL SISTEMA DI SORVEGLIANZA GLOBALE: ECHELON Verso la fine degli anni ottanta, prendendo una decisione che poi probabilmente avranno rimpianto, gli Stati Uniti coinvolsero anche la Nuova Zelanda in un nuovo e segretissimo sistema di spionaggio globale. L?inchiesta di Hager e le sue scoperte sui ?dizionari? di ECHELON hanno portato alla luce uno dei maggiori e più segreti progetti dei servizi di intelligence. Il sistema permette alle varie agenzie di controllare la maggior parte delle comunicazioni via e-mail, telefono, fax e telex in tutto il mondo.di Nicky Hager(tratto da Covert Action Quarterly #59)[tradotto da Tactical Media Crew - http://www.tmcrew.org]Per 40 anni la più grande agenzia di intelligence della Nuova Zelanda, la Government Communications Security Bureau (GCSB) l?equivalente della americana National Security Agency (NSA) è stata aiutata dai suoi alleati occidentali a spiare nell?area del Pacifico, senza che questo fosse risaputo pubblicamente, ma neanche dalle maggiori cariche elettive dello stato. Quello che la NSA non poteva sapere è che verso la fine degli anni ottanta diversi ufficiali dell?agenzia decisero che le loro attività erano state troppo segrete e per troppo tempo e mi rilasciarono delle interviste e dei documenti che illustravano le attività dei servizi di intelligence neozelandesi. Più di cinquanta persone che lavoravano o avevano lavorato con i servizi ed in campi correlati accettarono di farsi intervistare.Tra le attività descritte e la documentazione riportata è stato possibile, dal Sud del Pacifico, far luce su alcuni progetti nati dalla alleanza di queste agenzie e che erano stati mantenuti completamente segreti fino ad allora. Di questi senza dubbio il più importante è ECHELON.Progettato e amministrato dalla NSA, il sistema ECHELON è utilizzato per intercettare normali e-mail, fax, telex e telefonate che viaggiano nella rete di telecomunicazioni mondiale. Diversamente dalla maggior parte dei sistemi di spionaggio sviluppati durante la Guerra Fredda, ECHELON è progettato principalmente per obiettivi non militari: come governi, organizzazioni, aziende, gruppi, ed individui praticamente in ogni parte del mondo. Potenzialmente sono sottoposte a sorveglianza tutte le comunicazioni tra le persone tra uno stato e l?altro (ma anche all?interno dello stesso paese) ovunque nel mondo.Non è certo una novità che le agenzie di intelligence sorveglino le e-mail e gli altri mezzi di comunicazione pubblici. Quello che c?è di nuovo nei materiali fuoriusciti dai servizi segreti neozelandesi sono i dati precisi su come lavora il sistema, quali sono le basi operative, le sue capacità e le sue insufficienze e molti altri dettagli come i nomi in codice. ECHELON non è stato progettato per spiare una particolare e-mail di un individuo o una utenza fax specifica. Al contrario il sistema lavora indiscriminatamente intercettando grandissime quantità di comunicazioni, ed usando i computer è poi in grado di estrarre i messaggi interessanti dalla massa degli altri di nessun interesse. E? stata organizzata una catena di strutture di intercettazione in giro per il pianeta per monitorare la rete di telecomunicazioni globale. Alcune strutture controllano i satelliti di comunicazione, altre i network a terra ed altre le comunicazioni radio. ECHELON lega insieme tutte queste strutture rendendo così possibile agli Stati Uniti ed ai suoi alleati di intercettare una grande quantità delle comunicazioni in atto nel pianeta.I computer posti in ogni stazione del sistema ECHELON cercano tra i milioni di messaggi intercettati quelli contenenti le keywords, le parole chiave, precedentemente inserite. Le keywords includono tutti i nomi, le località, i soggetti etc. che potrebbero essere contenuti nei messaggi ?interessanti?. Ogni parola di ogni messaggio intercettato viene scansionata automaticamente sia che il telefono, la e-mail o il fax siano nella lista di quelli ?da controllare?, ma anche nel caso provengano da qualsiasi altra utenza o natura del messaggio. Le migliaia di messaggi simultanei vengono letti in ?tempo-reale? come giungono alle stazioni, ora dopo ora, giorno dopo giorno e i computer riescono a trovare ?l?ago? scelto dagli intelligence nel ?pagliaio? delle telecomunicazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scambiarsi la musica come le figurine
      è una vera e propria cazzata! nelle caselle email (nelle più comuni ovviamente) non ci possono stare file più grandi di 2-3-4 mega
      • Anonimo scrive:
        Re: Scambiarsi musica come le figurine
        Ok, è vero che le più comuni caselle di posta elettronica non consentono di scambiare file maggiori di 3 o 4 MB, ma in alcuni abbonamenti premium a largabanda si arriva a 10 Mega. Per file di dimensioni maggiori si potrebbero utilizzare collegamenti FTP. Insomma, l'importante è evitare le reti p2p, quelle che saranno sempre sottoposte al maggiore controllo. L'intento, ripeto, non è quello di trasgredire le norme ma di affermare il nostro diritto a uscire per strada e scambiarci le figurine; invece di andare in piazza si va su internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scambiarsi la musica come le figuri
      Tralasciando i paranoici con Echelon(hanno ben altro a cui pensare che nonstare li a rompere le palle a chi scambiamusica), e tralasciando il fatto che non tuttisono così sfigati non potersi permettereun po' di spazio in più per le e-mail, mipare comunque un'idea un po' naive.I primi a bazziccare un sito di quelgenere sarebbero proprie le forzedell'ordine a cui tu mandi il tuo belmessaggio e loro ti vengono a pigliare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scambiarsi la musica come le figuri
        e usare icq per scambiarsi i files?:)però non mi piace l'abitudine di certi sul forum di insultare gli altrinon vi piace la loro idea? ok spiegate il perchè senza dire che è una cazzata
  • Anonimo scrive:
    Sono tutti pazzi
    Questi vogliono rendere "quasi legale" una cosa illegale.Ma chi si comprera' piu' un cd o un dvd originale?Se il duplicare illegalmente decine o centinaia di cd corrispondera' solo una multa di poche centinaia di euro chi si comrpera' piu' cd e dvd originali?Bastera' pagare una multa, ammesso che si venga pescati ed il gioco sara' fatto.Che razza di paese il nostro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono tutti pazzi
      Ho saputo che hai prestato un cd ad un amico....Questo non lo dovevi fare!!!!!!Il tuo amico adesso non comprerà più quel CD!!!Ho proprio voglia di denunciarti!!!!
      • ladyblue scrive:
        Re: Sono tutti pazzi
        Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.html Se ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono tutti pazzi
        - Scritto da: Anonimo
        Ho saputo che hai prestato un cd ad un
        amico....

        Questo non lo dovevi fare!!!!!!
        Il tuo amico adesso non comprerà
        più quel CD!!!

        Ho proprio voglia di denunciarti!!!!Su da bravo, tornatene a giocare con il tuo software p2p e domani ricordati disdire l'ADSL :p
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono tutti pazzi
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Ho saputo che hai prestato un cd ad un

          amico....



          Questo non lo dovevi fare!!!!!!

          Il tuo amico adesso non comprerà

          più quel CD!!!



          Ho proprio voglia di denunciarti!!!!

          Su da bravo, tornatene a giocare con il tuo
          software p2p e domani ricordati disdire
          l'ADSL :pPeccato per te che a "giocare" col p2p siamo in decine di milioni... mentre quelli come te sono solo poche decine...mi dispiace per te...e poi pensa a quel CD che hai prestato al tuo amico.... il danno che hai provocato! ma non ti vergogni? non ti senti in colpa... spero non lo farai più!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono tutti pazzi
            - Scritto da: Anonimo
            Peccato per te che a "giocare" col p2p siamo
            in decine di milioni... mentre quelli come
            te sono solo poche decine...mi dispiace per
            te...

            e poi pensa a quel CD che hai prestato al
            tuo amico.... il danno che hai provocato! ma
            non ti vergogni? non ti senti in colpa...
            spero non lo farai più!Infatti e' risaputa la scroccaggine degli Italiani in tutto il mondo.Il cd pretato all'amico? E chi te lo ha detto il prete? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono tutti pazzi
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            Peccato per te che a "giocare" col p2p
            siamo

            in decine di milioni... mentre quelli
            come

            te sono solo poche decine...mi dispiace
            per

            te...



            e poi pensa a quel CD che hai prestato
            al

            tuo amico.... il danno che hai
            provocato! ma

            non ti vergogni? non ti senti in
            colpa...

            spero non lo farai più!

            Infatti e' risaputa la scroccaggine degli
            Italiani in tutto il mondo.

            Il cd pretato all'amico? E chi te lo ha
            detto il prete? :DMa almeno sai leggere?E poi...Guarda che anche se ti sei confessato...il reato resta
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono tutti pazzi
            - Scritto da: Anonimo
            Ma almeno sai leggere?

            E poi...
            Guarda che anche se ti sei confessato...il
            reato restaMa vatti a fare un giro a Lourdes
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono tutti pazzi

      Questi vogliono rendere "quasi legale" una
      cosa illegale.
      Ma chi si comprera' piu' un cd o un dvd
      originale?
      Se il duplicare illegalmente decine o
      centinaia di cd corrispondera' solo una
      multa di poche centinaia di euro chi si
      comrpera' piu' cd e dvd originali?
      Bastera' pagare una multa, ammesso che si
      venga pescati ed il gioco sara' fatto.Ma che bel tarello che sei...Guarda, guarda, la musica la gente se lacopia ormai da un cinquantennio e sia lecase discografiche, che gli autori, sonoriusciti lo stesso a fare una tale quantità disoldi da doverci chiedere se dopo tuttoè etico che due ragazzette diventinomiliardarie per un paio di canzonettecreate a tavolino.Mi fanno proprio ridere quelli come te,qualche decennio fa a scuola non lefacevi le cassettine agli amici?Oppure a scuola ci stai andando adesso...
      Che razza di paese il nostro.Già, lo penso anche io quando leggoopinioni come la tua.
    • ladyblue scrive:
      Re: Sono tutti pazzi
      Credo che tu abbia le idee alquanto confuse....noi abbiamo firmato un contratto che dice di offrire tutti i servizi disponibili in rete ed ora ci dicono che non è così, quindi questa io la chiamo truffa nei confronti degli utenti. I ladri non siamo noi e lo Stato deve porvi rimedio.Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.html Se ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono tutti pazzi
      - Scritto da: Anonimo
      Questi vogliono rendere "quasi legale" una
      cosa illegale.
      Ma chi si comprera' piu' un cd o un dvd
      originale?
      Se il duplicare illegalmente decine o
      centinaia di cd corrispondera' solo una
      multa di poche centinaia di euro chi si
      comrpera' piu' cd e dvd originali?
      Bastera' pagare una multa, ammesso che si
      venga pescati ed il gioco sara' fatto.

      Che razza di paese il nostro.Ti sei dimenticato una cosa......BRUUUMMMMMMMMMM..........!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono tutti pazzi
      - Scritto da: Anonimo
      Questi vogliono rendere "quasi legale" una
      cosa illegale.
      Ma chi si comprera' piu' un cd o un dvd
      originale?
      Se il duplicare illegalmente decine o
      centinaia di cd corrispondera' solo una
      multa di poche centinaia di euro chi si
      comrpera' piu' cd e dvd originali?
      Bastera' pagare una multa, ammesso che si
      venga pescati ed il gioco sara' fatto.

      Che razza di paese il nostro. Smile You're Just a (troll)!!!!
  • Anonimo scrive:
    Rubare una ferrari.
    Sara' quindi possibile rubare una ferrari solo se ad uso privato o personale.Sempre peggio in questa Italia piena di Ladri.Siamo alla frutta. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare una ferrari.
      E' VECCHIA!!!Hanno già risposto in venti a questa CAYYATA!!!Non perdo tempo... rileggiti i vecchi post!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare una ferrari.
      - Scritto da: Anonimo
      Sara' quindi possibile rubare una ferrari
      solo se ad uso privato o personale.
      Sempre peggio in questa Italia piena di
      Ladri.
      Siamo alla frutta. :|Ancora con la Ferrari???? Ma basta, non se ne può più!! Parlare della Ferrari è obsoleto: se la desideri così tanto compratela o copiatela!!!E sopratutto piantala di rompere i co....ni in questo forum!!!P.S. HAi pagato i diritti d'autore per l'uso e la citazione di un marchio al possessore dello stesso???8):):)
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare una ferrari.
      - Scritto da: Anonimo
      Sara' quindi possibile rubare una ferrari
      solo se ad uso privato o personale.
      Sempre peggio in questa Italia piena di
      Ladri.
      Siamo alla frutta. :| Posso rileggerla venti volte ma mi fa pensare sempre lo stesso..l'autore è un coglionequelli che l'hanno copiata peggio
  • Anonimo scrive:
    Sciopero del cinema!
    Bisogna provare...non andiamo al cinema x una settimana intera...e vediamo cosa succede!sicuramente vedremo brad pitt che ci verrà a suonare alla porta a chiederci l'elemosina perchè scaricando il dvx di troy lo abbiamo reso povero!!A parte gli scherzi si dovrebbe organizzare qualcosa del genere per far capire che al cinema ci si va lo stesso e che è da noi che dipende tutto e non da loro...senza il pubblico loro sarebbero come noi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciopero del cinema!
      ma tu è solo una settimana che non vai al cinema?8);)dal decreto urbani in poi....non mi hanno più visto manco in formato jpg al cinema :D:D:D
    • ladyblue scrive:
      Re: Sciopero del cinema!
      Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.htmlSe ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciopero del cinema!
        ...sono anni che non vado al cinema....mi pare che l'ultimo film che ho visto è la vita è bella di benigni...e credo che ne passeranno altrettanti prima che ci rimetto piede.....un saluto a tutti quelli che "scambiano".......ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Sciopero del cinema!

          Comunque non so ancora quanto riesco a
          reggere :'(per il bene comune questo e altro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sciopero del cinema!
          Una settimana? Io non ci vado da quando urbani si è svegliato e ha sparato le sue stronzate
          Comunque non so ancora quanto riesco a
          reggere :'(Resisti tanto non ti perdi niente, di film belli (per belli intendo che meritino 8 euro per una sola visione) ne fanno, se va bene, uno ogni 2 anni.
  • Anonimo scrive:
    ma allora...
    mi chiedo se è legare cantare una canzone per strada...non è che magari si violano i diritti d'autore?!no, perchè a questo punto sono poche le cose che rimangono legali per essere l'ìtalia un paese libero!
    • ladyblue scrive:
      Re: ma allora...
      è la stessa domanda che mi pongo io....qui sono in ballo diritti come la libertà personale....qui trasformano il reato di truffa che ci fanno i provider (ci fanno pagare un abbonamento che prevede libero accesso a tutti i servizi) in reato da parte degli utenti (hanno deciso poi che non era vero che avevamo accesso ad ogni servizio)..............Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.html Se ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
      • Anonimo scrive:
        Re: ma allora...
        Grazie ladyblue...6 grande...la petizione l'ho sottoscritta gia ieri non appena l'ho letta!ottima idea!speriamo efficace!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora...
      - Scritto da: Anonimo
      mi chiedo se è legare cantare una
      canzone per strada...non è che magari
      si violano i diritti d'autore?!no,
      perchè a questo punto sono poche le
      cose che rimangono legali per essere
      l'ìtalia un paese libero!Qualunque "pezzo" musicale coperto da diritti d'autore (e quale non lo è?) se viene suonato in pubblico esige il pagamento della "tassa" SIAE!!!:@ Però vorrei sapere se lo stato italiano paga i diriti d'autore tutte le volte che viene suonato l'inno nazionale in pubblico (manifestazioni, caserme etc. etc.) agli eredi di chi lo scrisse....:(:'(
  • Anonimo scrive:
    Facciamola finita!
    La musica muore per il fatto che ci sono prezzi troppo alti per i cd e politiche sbagliatissime verso i consumatori i quali gia' tartassati dai costi elevati si sentono dare dei ladri se da internet si scaricano un file mp3 non e' cosi' che si rialza il mercato della musica! anzi lo si peggiora scoraggiando il consumatore.lo si puo' migliorare solo andando incontro a tutti ladro scaricatore compreso!
  • Anonimo scrive:
    PEONES !
    Kappa a volontà, hacktivismi e scassati metabolismi, lotte dure promesse o millantate, riunioni-pagliacciata , scioperi farseschi, clikkete clikkete con il parkinson.................... questo è un forum di bimbi.
  • Anonimo scrive:
    Sbugiardando i discografici.
    Il p2p uccide la musica e colpisce soprattutto i giovani emergenti? MA DOVE! Si da il caso che io conosca molto bene uno di questi artisti. Non è stra-famoso, ma ultimamente sta andando alla grande, sia in Italia che all'estero. Ultimamente è uscito il suo nuovo album. Immaginatevi la mia sorpresa quando, dopo aver sentito tutte le prese di posizione e le crociate di major e grandi artisti, mi son visto regalare una copia del suo cd con la RICHIESTA ESPRESSA che lo trasformassi in MP3 e lo mettessi in condivisione. "Scusa, ma non ti danneggia questa cosa?", gli ho chiesto io."Ma dove?", mi ha risposto lui. "E' un'ottima maniera per farmi conoscere!". Naturalmente non posso dire chi è: se la sua casa discografica lo viene a sapere gli sega le gambe.Non credo che il mio amico sia l'unico a pensarla così. Se ci pensate al giorno d'oggi per un giovane musicista la cosa più importante è farsi conoscere. Radio, concerti, tv, internet, tutto fa brodo. Più ti fai conoscere più ti invitano. Più ti invitano più ti conoscono. E più soldi fai. Non solo con i dischi. Ogni volta che mettono su un tuo brano da qualche parte ti arrivano soldi SIAE. Quando questo mio amico era ancora un pivello poco conosciuto gli sono un giorno arrivati dei soldi SIAE che nemmeno si aspettava. Era lo stipendio di 6 mesi di un operaio. Mi sono venuti i brividi pensando a cosa può guadagnare solo di diritti, che so, uno come Baglioni. Ma sto divagando.Insomma, ci vogliono far credere che a scaricare musica si danneggiano i giovani emergenti. Ma per favore! Quello che si danneggia è unicamente il baraccone che queste major hanno creato e tentano di difendere.Un tempo, capisco, produrre e distribuire un album era complicato e costoso, ci voleva una grossa struttura che se ne occupasse. Con i mezzi di oggi un musicista è in grado di registrare direttamente a casa sua il suo album e di auto-produrselo. Non ci vogliono i miliardi. Bastano poche migliaia di euro e un po' di iniziativa.Fare musica dunque, sotto qualsiasi aspetto, costa sempre di meno. All'artista che si produce da solo ormai basta vendere poche centinaia di copie per rifarsi dei soldi investiti.E allora perchè i cd sono così cari? Perchè sennò i poveri giovani emergenti non possono guadagnare e quindi emergere? MA PERFAVORE! Per voi i giovani sono solo carne da macello, altrochè! I prezzi sono alti perchè le major investono centinaia di miliardi in campagne faraoniche per promuovere le cantantucole di moda, i fenomeni da baraccone e la spazzatura varia con cui martellano in continuazione le povere menti dei teen-ager. I giovani non emergono proprio a causa di certe politiche delle major, che investono tutto su una stupida che magari non sa neppure cantare e ad altri molto più dotati lasciano le briciole.Ben venga dunque lo scaricaggio selvaggio, se crollasse un certo tipo di industria la musica con la M maiuscola ne trarrebbe solo giovamento (le piccole etichette che si sforzano con passione per produrre bella musica vanno invece sostenute!)Il P2P non è la morte della musica, e tantomeno dei giovani emergenti. E' LA MORTE DELLE MAJOR. Punto e basta.Stanno perdendo soldi, e ne perderanno sempre di più. E questo non perchè svariati milioni di efferati criminali si sono messi contro di loro, ma perchè la musica INIZIA A NON AVER PIU' BISOGNO DI LORO. Io dico che in un futuro non troppo lontano ogni giovane artista tenderà ad auto-prodursi, vedremo se mi sbaglio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.
      con tutto il rispetto per le tue parole mi viene difficile capire come un file sharing posso aiutare un perfetto sconosciutonon so te ma quando scarico, prima cosa cerco una album o un artista che cmq sono a conoscenza che esista, cercare a caso(cosa poi?) su 225.000.000 di file (il mulo in questo momento) è alquanto improbabile che qualcuno capiti su un mp3 del tuo amico(sempre a patto che venga scaricato) ..... equivale + o - a fare tredici al totocalcio ...... auguri
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbugiardando i discografici.

        con tutto il rispetto per le tue parole mi
        viene difficile capire come un file sharing
        posso aiutare un perfetto sconosciutoForse non hai mai usato mp3.com, ai tempi era esclusivamente popolato di sconosciuti. Inoltre la musica autoprodotta rispetto alla glaciale e vuota perfezione di un CD commerciale offre autentiche vibrazioni di vita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbugiardando i discografici.
        con tutto il rispetto per le tue parole mi viene difficile capire come un file sharing posso aiutare un perfetto sconosciutonon so te ma quando scarico, prima cosa cerco una album o un artista che cmq sono a conoscenza che esista, cercare a caso(cosa poi?) su 225.000.000 di file (il mulo in questo momento) è alquanto improbabile che qualcuno capiti su un mp3 del tuo amico(sempre a patto che venga scaricato) ..... equivale + o - a fare tredici al totocalcio ...... auguri 202.000.000...non allargarti
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbugiardando i discografici.
        - Scritto da: Anonimo
        con tutto il rispetto per le tue parole mi
        viene difficile capire come un file sharing
        posso aiutare un perfetto sconosciutoE' sconosciuto ai più, ma non è un "perfetto sconosciuto". Cercandolo con google si trovano 1200 pagine.Chiaro che esordienti assoluti fanno meglio a sguazzare su circuiti tipo Vitaminic perchè - come giustamente dici - la gente non cerca a caso.Sono convinto che tanti molti artisti poco conosciuti li hanno scoperti attraverso internet. Magari per curiosità si sono sentiti un loro mp3, gli è piaciuto e sono andati a comprare il loro cd. Se uno conosciuto lo è già un po' fa benissimo a permettere che gente da ogni parte del mondo possa scaricarsela, altrochè!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.

      Io dico che in un
      futuro non troppo lontano ogni giovane
      artista tenderà ad auto-prodursi,
      vedremo se mi sbaglio...Lo penso pure io, considera che oggi con un pc economico puoi produrre una registrazione con una qualita' superiore a quella ottenibile in uno studio di 15/20 anni fa. Ma ovviamente non e' questo che aggiunge valore alla musica, altrimenti non si ascolterebbero i capolavori degli anni 30/40/50 eccetera. Insomma, ascoltare Glen Gould dal riproduttore per cassette (quello a pila, da spiaggia) oppure da uno stereo da 50 mila euro non cambia molto, l'abisso sta tra Bach e Venditti per intenderci. Inoltre l'artista di oggi autoproducendosi e' anche nella condizione di disporre del proprio lavoro e di pubblicarlo in internet ottenendo la popolarita' che merita.Il fatto e' che occorre tornare ad offrire musica nei locali, occorre liberare i luoghi di ritrovo dal pizzo della SIAE e solo questo potra' offrire un meritato compenso agli artisti veri.Se proprio volessimo regolamentare la musica forse sarebbe ragionevole proibire la diffusione di riproduzioni con qualita' superiore agli attuali 128k di un mp3 e questo credo basterebbe a garantire l'acquisto "ragionato" di CD. Politica inaccettabile da parte di chi pesca nel torbido, ovvio, ma astenendoci tutti dal foraggiare gli squali, prima o poi le cose cambieranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.
      BRAVO!!!!APPROVO E CONCORDO
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbugiardando i discografici.
        non avete capito un tubo...non puo' dire il nome QUI ma non fuori di qui..sveglia!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.
      Questo è come la penso io, o meglio la mia situazione.Probabilmente il mio è un caso un po' particolare ma da quando utilizzo sistemi di p2p ho aumentato anche gli acquisti sia di cd che di dvd, cose che prima non mi sarei mai sognato di comprare e che solo dopo averne avuto un assaggio con sistemi p2p ho deciso di acquistare originali. Poi ci son cose come la discografia completa di qualche cantante o i film di un particolare regista che continuerò a prendere originali perchè mi piace averli così. Il p2p può anche essere visto in quest'ottica, magari prima ne compravo solo due o tre al mese, adesso oltre a scaricarli ne compro molti di più. Certo che se poi costassero di meno (si pensi anche all'iva del 20%) probabilemente riuscirei a comprarne ancora di più. Certo che alla fine certi politici (e mi assumo la responsabilità di averli votati) prima di fare determinate cose potrbbero anche collegarlo il cervello... ma lasciamogli il beneficio del dubbio, forse gli era caduta la connesione neurale, soprattutto quando alla fine dice al senato di legiferare come non andrebbe fatto e di votare comunque un decreto che non andrebbe votato... Adesso stiamo in attesa e speriamo di poter dare un giudizio migliore dopo la discussione in cui dovrebbero votare la modifica per "l'uso personale" e non a fini di lucro... ma sinceramene non ci spero molto, magari non nel fatto che sarà approvata ma nel fatto che sarà fatto in così breve tempo. Ciaooooooooooooo
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.
      - Scritto da: Anonimo
      Il p2p uccide la musica e colpisce
      soprattutto i giovani emergenti? MA DOVE!

      Si da il caso che io conosca molto bene uno
      di questi artisti. Non è stra-famoso,
      ma ultimamente sta andando alla grande, sia
      in Italia che all'estero. Ultimamente
      è uscito il suo nuovo album.
      Immaginatevi la mia sorpresa quando, dopo
      aver sentito tutte le prese di posizione e
      le crociate di major e grandi artisti, mi
      son visto regalare una copia del suo cd con
      la RICHIESTA ESPRESSA che lo trasformassi in
      MP3 e lo mettessi in condivisione.

      "Scusa, ma non ti danneggia questa cosa?",
      gli ho chiesto io.
      "Ma dove?", mi ha risposto lui. "E'
      un'ottima maniera per farmi conoscere!".
      Naturalmente non posso dire chi è: se
      la sua casa discografica lo viene a sapere
      gli sega le gambe.

      Non credo che il mio amico sia l'unico a
      pensarla così. Se ci pensate al
      giorno d'oggi per un giovane musicista la
      cosa più importante è farsi
      conoscere. Radio, concerti, tv, internet,
      tutto fa brodo. Più ti fai conoscere
      più ti invitano. Più ti
      invitano più ti conoscono. E
      più soldi fai. Non solo con i dischi.
      Ogni volta che mettono su un tuo brano da
      qualche parte ti arrivano soldi SIAE. Quando
      questo mio amico era ancora un pivello poco
      conosciuto gli sono un giorno arrivati dei
      soldi SIAE che nemmeno si aspettava. Era lo
      stipendio di 6 mesi di un operaio. Mi sono
      venuti i brividi pensando a cosa può
      guadagnare solo di diritti, che so, uno come
      Baglioni. Ma sto divagando.

      Insomma, ci vogliono far credere che a
      scaricare musica si danneggiano i giovani
      emergenti. Ma per favore! Quello che si
      danneggia è unicamente il baraccone
      che queste major hanno creato e tentano di
      difendere.

      Un tempo, capisco, produrre e distribuire un
      album era complicato e costoso, ci voleva
      una grossa struttura che se ne occupasse.
      Con i mezzi di oggi un musicista è in
      grado di registrare direttamente a casa sua
      il suo album e di auto-produrselo. Non ci
      vogliono i miliardi. Bastano poche migliaia
      di euro e un po' di iniziativa.

      Fare musica dunque, sotto qualsiasi aspetto,
      costa sempre di meno. All'artista che si
      produce da solo ormai basta vendere poche
      centinaia di copie per rifarsi dei soldi
      investiti.
      E allora perchè i cd sono così
      cari? Perchè sennò i poveri
      giovani emergenti non possono guadagnare e
      quindi emergere? MA PERFAVORE! Per voi i
      giovani sono solo carne da macello,
      altrochè!
      I prezzi sono alti perchè le major
      investono centinaia di miliardi in campagne
      faraoniche per promuovere le cantantucole di
      moda, i fenomeni da baraccone e la
      spazzatura varia con cui martellano in
      continuazione le povere menti dei teen-ager.
      I giovani non emergono proprio a causa di
      certe politiche delle major, che investono
      tutto su una stupida che magari non sa
      neppure cantare e ad altri molto più
      dotati lasciano le briciole.

      Ben venga dunque lo scaricaggio selvaggio,
      se crollasse un certo tipo di industria la
      musica con la M maiuscola ne trarrebbe solo
      giovamento (le piccole etichette che si
      sforzano con passione per produrre bella
      musica vanno invece sostenute!)

      Il P2P non è la morte della musica, e
      tantomeno dei giovani emergenti. E' LA MORTE
      DELLE MAJOR. Punto e basta.
      Stanno perdendo soldi, e ne perderanno
      sempre di più. E questo non
      perchè svariati milioni di efferati
      criminali si sono messi contro di loro, ma
      perchè la musica INIZIA A NON AVER
      PIU' BISOGNO DI LORO. Io dico che in un
      futuro non troppo lontano ogni giovane
      artista tenderà ad auto-prodursi,
      vedremo se mi sbaglio...
      Ma chi è sto famoso sconosciuto??
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbugiardando i discografici.
      BEN DETTO!!!!
  • Anonimo scrive:
    FOTO & PAROLE 2 (la vendetta)
    dopo le ultime notizie qualcuno sarà molto . . . http://www-personal.umich.edu/~imoteday/images/idin-angry.jpgnonostante le sovvenzioni ricevute, vorrebbe ottenere il controllo totale delle nuove tecnologie ...http://www.nedshaw.com/images/youth/napster.jpge questo perchè vede in pericolo il mondo del . . .http://www.drawshop.com/examples/angry%20crazy%20owner%20of%20compagny%20-%20custom%20drawings%20for%20marketing%20use.jpge di conseguenza i suoi . . . http://www.politicalamazon.com/images/money-suitcase.jpg...il popolo della rete invece dopo tante intense giornate dibattaglie e netstrike comincia a ...http://www.markovic.sk/big/relax.jpganche se ancora non è convinto che le cose torneranno come prima...http://www.catbull.com/grauzone/downloads/pic/mp3.gifeventualmente potrà sempre ribellarsi alle Lobby del potere...http://people.zeelandnet.nl/wbekkers/images0309/napster.jpg:| :| :$ :$ ;) ;) :D :D :) :@ :s :( :$ 8) :'( : :) :o;) :| :p :( :s (troll)8)
  • Anonimo scrive:
    Re: DVD che si autodistruggono dopo 8 or
    sarebbero destinati solo al noleggio ed evitano di doverli riportare.....cmq se vuoi te lo masterizzi lo stesso!
  • Elwood_ scrive:
    un link che dovrebbe far riflettere...
    http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82
    • Anonimo scrive:
      Re: un link che dovrebbe far riflettere...
      Ne ho letto una parte consistente e mi è venuto in mente il problema delle pensioni.La SIAE deve mantere parenti di autori per 70 anni dopo la morte.La popolazione è costante.Il potere di acquisto scende, i soldi non bastano mai.Il governo vuole ridurre l'età di pensionamento e forse ridurre le pensioniLa SIAE no ! La SIAE vuole continuare ad arricchire a spese dei cittadini italiani tutti quelli che le pagano un tributo per essere iscritti.Io penso che la SIAE vada abolita o quantomena riformata ritengo indecente che gli ci sia gente che per anni si arricchisca per il fatto che il trisnonno a scritto "volare".
    • Harkonnen scrive:
      Re: un link che dovrebbe far riflettere...
      - Scritto da: Elwood_
      www.report.rai.it/2liv.asp?s=82 Anche questi link fanno riflettere:http://www.theinquirer.net/?article=16230http://www.usatoday.com/tech/news/techpolicy/2004-05-28-italy-piracy-law_x.htmall'estero ci vedono così.Grazie SIAEGrazie FIMIGrazie Urbani
      • yenaplyskyn scrive:
        Re: un link che dovrebbe far riflettere...
        ...azzolina!!!!e pensa dove sono stati scritti questi articoli!!! :(
        • Harkonnen scrive:
          Re: un link che dovrebbe far riflettere...
          Non sono di certo i giornalini della parrocchia - Scritto da: yenaplyskyn
          ...azzolina!!!!

          e pensa dove sono stati scritti questi
          articoli!!! :(
  • Anonimo scrive:
    Attenzione: sul Sito di FI: nuova frase.
    E' appena comparsa, o mi era precedentemente sfuggita, una chiosa, frase, all'articolo:"Accordo per emendare con un ddl la legge vigente"In parte agganciandomi al mio precedente post, ("Ricapitolando, per spiegare bene.") sottolineo l'importanza della cosa. I tempi di un DDL sarebbero assai rapidi.http://www.forza-italia.it/notizie/pol_5388.htmcontrollate e, se volete, gioite :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr
      sei troppo un figo;)
    • TPK scrive:
      Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr
      1. Toh, tra un paio di settimane ci sono le elezioni e sul sito di FI e' riportata la notizia della "marcia indietro". Che caso!2. i tempi per un DDL (disegno di legge) non sono rapidi, a differenza di quelli per un DL (decreto legge)
      • Anonimo scrive:
        Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr
        Hai ragione: il sito di FI è ''troppo'' ottimista, avendo interpretato male, ma chiedo venia, l'errore è loro.DDL è, infatti, l'acronimo di ''decreto delegato legislativo'', solo per analogia mi sono accorto che, in materia, non esiste alcuna legge delega cui fare riferimento.Disegno di Legge, andrebbe riportato così, senza alcuna ''riduzione''.Saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr
        - Scritto da: TPK
        1. Toh, tra un paio di settimane ci sono le
        elezioni e sul sito di FI e' riportata la
        notizia della "marcia indietro". Che caso!
        2. i tempi per un DDL (disegno di legge) non
        sono rapidi, a differenza di quelli per un
        DL (decreto legge)Hai ragione, ma tutti i capigruppo sono daccordo quindi non passera' in parlamento ma solo per le commissioni di senato prima e poi camera....diciamo che in queste modalita' in un paio di mesi e' molto probabile si faccia tutto
        • Anonimo scrive:
          Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr

          Hai ragione, ma tutti i capigruppo sono
          daccordo quindi non passera' in parlamento
          ma solo per le commissioni di senato prima e
          poi camera....diciamo che in queste
          modalita' in un paio di mesi e' molto
          probabile si faccia tuttobwuahahahahah da quanti anni segui lapolitica in questo paese? passato il periodoelettorale vedrai che nessuno si ricorderàpiù di un bel nulla, garantito al limone.il governo avrà già delle enormi gatte dapelare per fare qualche super-manovrina(eufemismo) per raccattare i soldini chemancano all'appello.ah! questo governo, come qualunque altrogoverno sia ben chiaro.
    • Anonimo scrive:
      Paura eh...?
      - Scritto da: Anonimo
      E' appena comparsa, o mi era precedentemente
      sfuggita, una chiosa, frase, all'articolo:

      "Accordo per emendare con un ddl la legge
      vigente"

      www.forza-italia.it/notizie/pol_5388.htm Paura eh?Blu Notte docet... :DAdesso guarda il caso tutti ne parlano... persino il sito del caro presidente, ovvero il partito da cui viene il caro ministro...Io credo comunque che Urbani darebbe non so che per poter tornare indietro e mandare a quel paese la Rosa Funzeca e non rifare sto decreto... da quando lo ha emanato, non gli abbiamo più fatto chiudere occhio, un vero incubo :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenzione: sul Sito di FI: nuova fr

      "Accordo per emendare con un ddl la legge
      vigente"Ma tu credi che siano tutti imbecilli? Sapevano benissimo cosa stavano facendo, ci hanno provato e adesso si accorgono che forse non era una mossa troppo furba... Vanno COMUNQUE puniti, NESSUN PERDONO.
    • proust scrive:
      False promesse da marinaio
      - Scritto da: Anonimo
      E' appena comparsa, o mi era precedentemente
      sfuggita, una chiosa, frase, all'articolo:

      "Accordo per emendare con un ddl la legge
      vigente"

      In parte agganciandomi al mio precedente
      post, ("Ricapitolando, per spiegare bene.")
      sottolineo l'importanza della cosa. I tempi
      di un DDL sarebbero assai rapidi.

      www.forza-italia.it/notizie/pol_5388.htm

      controllate e, se volete, gioite :)Gioire di farsi raccontare frottole?Vedrai che questo semplice DISEGNO di Leggeverrà modificato e forse verrà anche peggiorato a favore della Majorse delle potenti case discografiche...Io aspetto al varco... vedremo!
  • Anonimo scrive:
    ormai è fatta
    Ragazzi, andate su www.forza-italia.itin prima pagina, a tutto carattere, c'è la marcia indietro. Prima nessuno dava notizia di questa legge Urbani, neanche i media si sono degnati di avvisare le famiglie e i ragazzi che le cose si mettevano difficili con il p2p. Da ore, da quando corre voce che perderanno milioni di voti, e si parla di milioni, dico milioni, guardate un po' che è successo...di colpo la legge Urbani è in primo piano e in prima pagina....con le sue modifiche.
  • Anonimo scrive:
    Ricapitolando, per spiegare bene.
    Allora:I fatti sono questi. Ad oggi la LU non ha avuto una circolare attuativa. Nella pratica risulta inapplicata (avete presente i ''bollini''? Finora sono lettera morta, eppure...) per tutta una serie di considerazioni di ordine pratico, ma andiamo oltre.Al Senato, un documento di intenti è stato -esplicitamente- votato. Quel documento invita a considerare la norma escludendo la sanzionabilità penale dello Sharing senza fine di lucro. Quel particolare documento programmatico influenza la giurisprudenza.Essa infatti non è altro che una ''interpretazione'' della norma atta a far aderire essa nel maggior modo sia possibile alle intenzioni del legislatore. Oggi, tale intenzioni sono -manifeste- Primo punto.Quello il vero e grande risultato di Fiorello Cortiana, per il quale ho solo parole di lode.Andiamo ai fatti nuovi.Il progetto di lLegge per le modifiche alla LU, totalmente aderente al documento programmatico di cui sopra, è già stato depositato, dal governo.Tale fatto indica che esso -sarà sicuramente discusso- e da quello che interpreto, votato ANCHE dall'opposizione.Quindi?Quindi, inevitabilmente, una legge sarà presentata E votata da ambo gli schieramenti, a modifica di un orrido decreto. Questa novazione rimetterà indietro le lancette di alcuni mesi, in attesa che la Commissione Stanca provveda a presentare una proposta organica su Internet.La verità, temo, sfugge ancora ai più, ma dovreste intuirla in questo vociare disperato da parte delle major e similari, in questo stesso articolo di PI. nella pratica, per una serie di squisite problematiche politiche, lo Sharing è ampiamente tollerato. Da sempre. Nessun partito vuole alienarsi le simpatie della massa degli elettori giovani, che non foss'altro per la novità, vota in massa, e non al 50% come le altre fasce d'età.Il governo Berlusconi è fondato anche sul seguito fra i giovani raccolto nelle scorse elezioni. La legge SARA' cambiata.Per il semplice motivo che è talmente impopolare da rasentare la follia, e anche perchè si è cercato di darle il minor rilievo possibile.Detto questo, la tempistica è purtroppo quella: pensate solo al tempo che c'è voluto per approvare il -decreto- urbani.Certo, si potrebbe dire sarebbe potuta seguirsi la via della modifica per decreto legge, da poi approvarsi, ma qui conta il gioco delle parti, e il gioco delle parti è sul bollino, e non sulle sanzioni penali.Si tratta, quindi, fondamentalmente di cercare e leggere il progetto di legge. In base a quello, sarà possibile rendersi conto della situazione. In più vorrei aggiungere una chiosa: mi dite ''non si sono ancora sbilanciati...''beh: http://www.forza-italia.it/notizie/pol_5388.htmpiù sbilanciati di così...Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricapitolando, per spiegare bene.
      un messaggio da incorniciare, puntuale e preciso grazie;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricapitolando, per spiegare bene.
      Al Senato, un documento di intenti è stato -esplicitamente- votato. Quel documento invita a considerare la norma escludendo la sanzionabilità penale dello Sharing senza fine di lucro. Quel particolare documento programmatico influenza la giurisprudenzaquesto non lo sapevo, grazie moltissime:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricapitolando, per spiegare bene.

        Al Senato, un documento di intenti è
        stato -esplicitamente- votato. Quel
        documento invita a considerare la norma
        escludendo la sanzionabilità penale
        dello Sharing senza fine di lucro. Quel
        particolare documento programmatico
        influenza la giurisprudenzaho l'impressione che faremo la solitafine: la legge c'é, ma nessuno la farispettare perché dopotutto non sicrede veramente che sia giusta.Non credo che nessuno voglia veramentefare un disegna di legge che di fattoautorizza i cittadini a "rubare".
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricapitolando, per spiegare bene.

      Nessun
      partito vuole alienarsi le simpatie della
      massa degli elettori giovani, che non
      foss'altro per la novità, vota in
      massa, e non al 50% come le altre fasce
      d'età.Giusto, ma non ci sono solo i giovani, pensa ai padri che rischiano la rovina economica e tutto in momenti in cui e' veramente difficile fare due pasti al giorno. Non parlerei di simpatie a meno di non voler considerare Goebbels, un antipatico e basta.Praticamente oggi e' possibile che ti piomino in casa le SS che ti trovino la fotocopia della dispensa che hai usato 30 anni fa per la tua tesi di laurea e sei spacciato. E chi non conserva una fotocopia di qualcosa semplicemente per motivi sentimentali? e lo stesso vale per un mp3 di 24 mila baci di cui non hai piu' il 45 giri.Ok, io non metto al muro un pazzo, lo comprendo e lo perdono, ma non potrei mai perdonare me stesso di averlo messo al governo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricapitolando, per spiegare bene.
        ...ricapitolando...io non voto + il polo perchè:primo fa una legge orridasecondo è conscio di fare una legge orridaterzo dopo dieci minuti che la emanata fa finta di accorgersi che la legge è orridaquarto dopo venti minuti dice che farà un altra legge perchè quella di prima è orridaquinto ...dice che la fa dopo le elezioni......:D:D:D:D:D:D:D:D......mi pare di essere stato chiaro
  • Anonimo scrive:
    un dubbio mi rode
    E' legale trovarsi tra amici e in spiaggia a suonare la chitarra intorno al fuoco? Non sto, scherzando.
    • Anonimo scrive:
      Re: un dubbio mi rode
      bè scusa.....cantate a fini di lucro?;)
      • Anonimo scrive:
        Re: un dubbio mi rode
        - Scritto da: Anonimo
        bè scusa.....cantate a fini di
        lucro?;)Anche se canti male è una esecuzione pubblica; come anche per la lettura di brani devi pagare il compenso all'autore, o ottenere prima una sua autorizzazione alla riproduzione dell'opera d'ingegno. Proibito cantare. Anche fischiettare non si dovrebbe, a rigor di logica. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: un dubbio mi prude
      - Scritto da: Anonimo
      E' legale trovarsi tra amici e in spiaggia a
      suonare la chitarra intorno al fuoco? Non
      sto, scherzando.grattati :D
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno mi sa rispondere?
    1.Se io vado a vedere un film al cinema e conservo il biglietto lo posso scaricare per rivederlo?non farei nessun reato...i loro copyright li avrei pagati al cinema! 2.E'possibile scaricare un film dopo che questo è gia stato trasmesso dalla TV?In pratica è come se venisse registrato nel momento in cui andava in onda!Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno mi sa rispondere?
      - Scritto da: Anonimo
      1.Se io vado a vedere un film al cinema e
      conservo il biglietto lo posso scaricare per
      rivederlo?non farei nessun reato...i loro
      copyright li avrei pagati al cinema!
      2.E'possibile scaricare un film dopo che
      questo è gia stato trasmesso dalla
      TV?In pratica è come se venisse
      registrato nel momento in cui andava in
      onda!
      GrazieMi risulta di no, in nessuno dei due casi.Se ho ben capito non è invece proibito registrare dalla tv per scopo esclusivamente personale.Per altri quesiti del genere è utile questa lettura.http://www.attivissimo.net/diritti/copia_p2p/i_miei_diritti.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno mi sa rispondere?

        www.attivissimo.net/diritti/copia_p2p/i_miei_Mi basta questo pezzo per farmicascare le braccia:
        Mia nonna si è persa una puntata della sua
        telenovela preferita. Se gliel'ho registrata, posso
        darle la cassetta?
        No, perchè la copia va effettuata personalmente
        (art. 71-sexies LDA).è veramente ora di finirla!
  • Anonimo scrive:
    Lastampa.it
    Referendum sul netstrike...siori e sioreeee votateeeeeeeeeee(win)http://www.lastampa.it/redazione/default.asp#
  • Anonimo scrive:
    PERCHE' NON CAPISCONO!
    Se l'uso personale si considera reato allora non si puo' nemmeno registrare una canzone dalla radio e ascoltarla quando si vuole....una volta si faceva cosi...ora c'è internet le canzoni si registrano su mp3 ....perhè non vogliono capire che è normale!qua non stiamo ammazzando nessuno!Allora aboliamo le radio e anche le televisioni che trasmettono video musicali!e i film che escono alla tv?...chi almeno una volta non ne ha mai registrato uno?è normale cavolo!non mi sembra neanche che i cinema siano vuoti....se il film merita le sale sono sempre piene...ma non si puo' andare al cinema tutti i giorni!stessa cosa per i cd....17 euro x un cd che poi contiene magari 2 o 3 canzoni decenti sono troppi!Devono essere piu' comprensivi...del resto ragazzi ci sono cose piu' importanti e ben piu gravi a cui pensare...che ci lascino le nostre libertà...non facciamo male a nessuno!
  • Anonimo scrive:
    Ruolo Provider
    Ciao a tutti, inauguro la mia presenza nel forum con una domanda, spero non troppo stupida ;) ..il ruolo dei provider, definito nella versione originale del decreto, fece molto discutere, in quanto si chiedeva ad essi di "monitorare" il traffico degli utenti ed, eventualmente, segnalare ogni abuso alle forze di polizia .. nella serie di modifiche "promesse" dopo le elezioni, però, non vedo alcun riferimento a ciò, cosa che ritengo abbastanza grave .. voi che ne dite?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ruolo Provider
      ma da quello che ho capito già nel passaggio dal decreto alla legge era stato eliminato il ruolo "poliziesco" del provider nei confronti dell'utente
  • Anonimo scrive:
    VOTO
    Credo che finalmente abbiamo trovato qualcuno che lotta e si batte per un'interesse che ci riguarda direttamente, come quello del file sharing. Quindi smettiamola di votare per "partito preso" e cominciamo a indirizzare il nostro voto verso chi tutela i nostri iteressi. Basta dire, io sono rosso, io nero. Nel mondo spazzatura quale è la politica bisogna cercare il modo di cambiare, trovando chi si giochi la faccia pur di difendere un'ideologia corretta.
  • Anonimo scrive:
    Secondo me, al massimo è 1-3
    Prima di cantare vittoria (o anche pareggio), ricordiamo il recente passato:1) queste modifiche sono state presentate come DISEGNO di legge, mentre la legge urbani era stata presentata come DECRETO (il che significa, tra l'altro, che era entrata in vigore quasi subito dopo l'approvazione del governo);2) prima della discussione in parlamento era stata presentata una pregiudiziale, poi ritirata in seguito alla promessa che il decreto sarebbe stato emendato; infatti, è stato così, ma gli emendamenti hanno dato una legge peggiore del decreto; se la pregiudiziale fosse stata approvata, il decreto sarebbe finito nel cestino prima di maggio;3) la legge urbani è tuttora in vigore;quindi, dire Internet-Urbani 1-1 mi sembra un tantinello esagerato e ottimista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me, al massimo è 1-3
      - Scritto da: Anonimo
      Prima di cantare vittoria (o anche
      pareggio), ricordiamo il recente passato:

      1) queste modifiche sono state presentate
      come DISEGNO di legge, mentre la legge
      urbani era stata presentata come DECRETO (il
      che significa, tra l'altro, che era entrata
      in vigore quasi subito dopo l'approvazione
      del governo);è probabile che si voti in commissione e non in aula, i tempi sarebbero accellerati
      2) prima della discussione in parlamento era
      stata presentata una pregiudiziale, poi
      ritirata in seguito alla promessa che il
      decreto sarebbe stato emendato; infatti,
      è stato così, ma gli
      emendamenti hanno dato una legge peggiore
      del decreto; se la pregiudiziale fosse stata
      approvata, il decreto sarebbe finito nel
      cestino prima di maggio;la pregiudiziale è stata presentata dal centrosinistra, non sarebbe mai passataè la stessa storia degli emendamenti di Cortiana con i tempi contingentati, presentarli non sarebbe servito a nulla
      3) la legge urbani è tuttora in
      vigore;
      è vero
  • Anonimo scrive:
    Diritto d' autore e mercato digitale
    Probabilmente molti sono d' accordo sul principio del diritto d' autore, a parte qualche fanatico. Il problema non è il principio, ma la sua applicazione nella realtà del mercato, e in particolare del mercato digitale di oggi.Il problema non è il principio, ma la sua applicazione nel contesto specifico, con i valori e le quantità specifiche del prodotto e del mercato.Prima lezione di economia base per i signori editori e distributori : che cos' é il prezzo di una merce ?Risposta dai signori:
    Risposta del docente: SBAGLIATO !!!La risposta giusta è: il prezzo è la quantità di denaro che chi compra è DISPOSTO A PAGARE.Lorsignori dovrebbero tatuarsi a fuoco sulla pella questa semplice definizione che chiunque abbia un minimo di cultura economica conosce benissimo.Cosa significa ? Semplice.Significa che se il prezzo è uguale al costo, i signori non guadagnano nulla, se è inferiore ci perdono. Giusto? Certo che è giusto, perché il valore di un qualsiasi prodotto commerciale è determinato da chi compra, non da chi vende.Se l' azienda X impiega 10 anni e costi enormi per produrre una schifezza inutile, nessuno la comprerà e il valore finale commerciale di quel prodotto sarà ZERO, nonostante i costi enormi.Se il prodotto è buono ma il prezzo troppo alto, i clienti o non comprano oppure trovano alternative.Per esempio, copiano.Finché il prezzo non cala.Già nel vecchio mercato normale le majors non avevano capito questa semplice legge, e continuavano a mantenere prezzi assurdi per prodotti non ritenuti all' altezza dai clienti, col risultato di incrementare di anno in anno la pirateria.Adesso, con il mercato digitale, si è aggiunto un vincolo che ha reso drammatico il problema.Copiare è facilissimo e immediato.Che prezzo sono disposti a pagare gli utenti ADSL P2P per un cd o un dvd ?Quasi ZERO, lo scaricano.Bene, quello è il prezzo effettivo del prodotto per questi clienti.E visto che in futuro saranno sempre di più, e che ogni contenuto di entertainment è digitalizzabile, praticamente qualsiasi opera del settore tende al prezzo zero. La facilità di copia e diffusione di un prodotto è un problema di chi produce. Naturalmente a lungo termine diventa un problema di tutti, perché se non conviene produrre non avremo più opere di qualità ( e fino ad oggi è convenuto, caspita se è convenuto ). Ma non può essere risolto dai clienti, né dal governo con stupide leggi, o con la repressione e il controllo che sono inapplicabili ( non fatemi ridere, la guardia di finanza che viene a casa a sequestrare gli mp3, ma per favore ... )Deve essere risolto da chi produce prima controllando qualità e prezzi, e dopo adottando sistemi di protezione.Se i prezzi fossero accettabili, la pirateria sarebbe decimata.Inoltre, è impensabile un mercato digitale futuro senza sistemi avanzati di protezione.Che senso ha avere masterizzatori a prezzi bassissimi sul mercato e poi lamentarsi della pirateria ?Le majors potevano pensarci prima, e fare accordi con i produttori hardware per avere prezzi alti o sistemi di protezione concordati. Si sono svegliati tardi, adesso pagano.Oggi si può copiare tutto e subito, è la tecnologia stessa, venduta arricchendo chi la produce, che ce lo consente.A questo punto deve essere scontro e confronto tra produttori.Se chi produce contenuti non è in grado di proteggerli, il loro valore commerciale è quasi zero, quindi deve svegliarsi e produrre tecnologie di protezione oppure accordarsi con chi produce le tecnologie che permettono la copia e la diffusione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto d' autore e mercato digitale

      Lorsignori dovrebbero tatuarsi a fuoco sulla
      pella questa semplice definizione che
      chiunque abbia un minimo di cultura
      economica conosce benissimo.oddio, chiunque abbia un minimo di culturaeconomica mi sa che riconosce da 1kmle estreme semplificazioni che stai facendoalle volte il mercato, e quindi anche lepersone disposte a spendere, vengonocreati dal nulla ad esempio con pubblicitào promozionima questo è solo un esempio e nullatoglie al fatto che le major dovrebberoessere ridimensionate nel modo di farebusiness
      • Anonimo scrive:
        Re: Diritto d' autore e mercato digitale
        Mi dispiace contraddirti, ma a livello di principi economici non ho fatto alcuna semplificazione, anche perché ho solo dato la definizione corretta di prezzo, che è semplice in sé. Casomai ho volutamente lasciato in superficie il discorso per ovvi motivi di spazio.La definizione di prezzo sbagliata che molti ancora considerano, consapevolmente o meno, non è venuta scritta nel mio intervento per un mio errore:prezzo = costo + ricavoQuesto è il tragico sbaglio economico da cui nascono tanti problemi, e che le majors hanno fatto in pieno.Il prezzo di una merce non è costo + ricavo, perché sul mercato se nessuno è disposto a pagare ( costo + ricavo ) il prezzo dovrà essere inferiore, persino al solo costo; al contrario se molti sono disposti a pagare cifre superiori a ( costo + ricavo ) chi produce perde i guadagni superiori che poteva avere.Il fatto è che il ricavo dovrebbe essere sempre stimato, nello studio di fattibilità, a partire dal prezzo finale che si ipotizza i clienti saranno disposti a pagare, sottrando i costi noti.Dopodiché le fluttuazioni e il tipo della domanda determineranno le variazioni dal prezzo iniziale sul mercato, dando origine a nuovi elementi per poter fare stime più precise in futuro; ma questo è un' altro discorso.Al contrario ancora oggi molte aziende, majors comprese, non fanno altro che cercare di imporre ricavi a priori basati sui loro esosi e fantasiosi progetti di guadagno.Chi comanda il gioco è il compratore finale, non chi vende.La tua osservazione sul mercato "creato dal nulla" o inventato dalle aziende, se non ho inteso male, è figlia di uno sbaglio o fraintendimento classico, simile a quello del prezzo.Nessuna azienda crea alcun mercato dal nulla, nemmeno tramite pubblicità di qualsivoglia potenza, anche occulta.Un prodotto/servizio nasce per SODDISFARE DELLE ESIGENZE, che sono sempre GIA' PRESENTI nell 'essere umano. Casomai cio' che si inventa di nuovo è il MODO di soddisfare quelle esigenze.Il famoso mercato indotto è in realtà un grande fraintendimento.La pubblicità non induce un bisogno o un esigenza nuova, ma induce la volontà di soddisfare esigenze già presenti comprando determinati prodotti piuttosto che altri.Anche qui, si parte sempre dal consumatore: un prodotto che si vende bene è un prodotto che soddisfa bene le sue esigenze. Ogni volta che si trascura questo principio, i prodotti falliscono.Uno dei casi eclatanti e discussi può essere quello dei SUV; ah, hanno inventato il mercato di costosi mezzi ibridi tra città e fuoristrada, inutili, e tanti minchioni se li comprano.Errore: i minchioni ci sono sempre stati; hanno cominciato decenni fa a usare i fuoristrada normali in città per fare scena, sentirsi grossi, guardare gli altri dall' alto, ecc. Le case automobilistiche hanno colto il messaggio e hanno cavalcato quelle esigenze. Ecco fuoristrada ibridi, di lusso, meno assurdi in città, più comodi ma abbastanza esibizionisti da soddisfare quelle esigenze. Boom, successo enorme; tutti i minchioni di prima che avrebbero voluto ma non si erano ancora decisi, sono stati soddisfatti.Bisogna stare attenti a non invertire causa ed effetto.Prima viene il consumatore e le sue esigenze, casomai nascoste o male interpretate ma già presenti, poi viene il prodotto con il suo prezzo.Tutto lo sforzo intelligente di chi vuole inventare un nuovo prodotto di successo sta proprio nel cercare di soddisfare le esigenze dei consumatori nel modo migliore possibile o in un modo nuovo; non nel cercare di inventare nuove esigenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto d' autore e mercato digitale

      il prezzo
      è la quantità di denaro che
      chi compra è DISPOSTO A PAGARE.Perfetta enunciazione di uno dei principi economici più veri e osteggiati sia dagli economisti mainstream che dai finti alternativi. Complimenti per tutto l'intervento, che pure non condivido appieno (sul diritto d'autore sono combattuto, non riesco a considerarlo moralmente giustificabile) ma che mostra idee chiare e grande coerenza.
  • Anonimo scrive:
    Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
    Annuncio che non appena la legge sara' emendata e non ci sara' piu' reato penale, riaccendero' WinMX mettendo in condivisione tutto, ma proprio tutto quanto!!!Inoltre ho scaricato un bellissimo file rutto.wav che ho impostato come suono di default per ogni download terminato.Naturalmente il rutto e' dedicato alla facciazza di mazza e di tutti i suoi compari di merende.W la musica e a morte le majors!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
      folkloristico:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Annuncio che non appena la legge sara'
      emendata e non ci sara' piu' reato penale,
      riaccendero' WinMX mettendo in condivisione
      tutto, ma proprio tutto quanto!!!

      Inoltre ho scaricato un bellissimo file
      rutto.wav che ho impostato come suono di
      default per ogni download terminato.

      Naturalmente il rutto e' dedicato alla
      facciazza di mazza e di tutti i suoi compari
      di merende.

      W la musica e a morte le majors!Cambia sistema credi a me e non ti fidare ne delle loro promesse ne degli "spioni" (winmx) e molto meglio se stai "mute" :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
        mettete i file in condivisione sulla cartella di mute
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
          - Scritto da: Anonimo
          mettete i file in condivisione sulla
          cartella di muteE che vor dì?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono pronto a riaccendere WinMX!!!
            forse vuol dire , scaricate da winmx ma pure da mute e mettete i files nella cartella relativa a mute:)
  • Anonimo scrive:
    Scuse e grazie a Cortiana
    Sono uno di quelli che pensava che Cortiana ci avesse traditi. Invece mi sbagliavo, e mi rendo conto che ha fatto un ottimo lavoro, nei limiti dello schifo in cui ci si deve muovere per fare politica. I Verdi hanno meritato il mio voto, e anche se non ho mai votato in vita mia, giuro che esco di casa e vado a mettere una croce su quella casella verde il 12 giugno. Anche se mi piacerebbe vedere SCRITTO nel programma dei verdi (che non so neanche dove sta??) che sosterranno SEMPRE il p2p libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scuse e grazie a Cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      Anche se mi piacerebbe vedere SCRITTO nel programma
      dei verdi (che non so neanche dove sta??) che
      sosterranno SEMPRE il p2p libero. Sinceramente, chi se ne frega.Per il momento faccio il viaggio insieme a loro, non e' detto che si debbano votare per sempre. :)
  • Anonimo scrive:
    La musica non muore, ma muoiono...
    ...le case di distribuzione. Case di distribuzione che possiedono i diritti d'autore: strano, ma non erano dell'autore?Ma i musicisti non dovrebbero fare i soldi con i concerti? suonando davanti alla gente? Se va avanti così forse moriranno quei "gruppi per l'estate" che nascono solo per svuotare le tasche dei ragazzini. Mentre rimarrà in vita chi sa fare musica dal vivo e chi a voglia di portarla in giro per le città!A mio avviso il diritto d'autore va salvato salvando i diritti dell'autore e non delle case di distribuzione.Uso questo forum per condividere con altri la mia opinione, prima che anche questo diventi reato!
    • Anonimo scrive:
      Re: La musica non muore, ma muoiono...
      - Scritto da: Anonimo
      ...le case di distribuzione. Case di
      distribuzione che possiedono i diritti
      d'autore: strano, ma non erano dell'autore?
      Ma i musicisti non dovrebbero fare i soldi
      con i concerti? suonando davanti alla gente?

      Se va avanti così forse moriranno
      quei "gruppi per l'estate" che nascono solo
      per svuotare le tasche dei ragazzini. Mentre
      rimarrà in vita chi sa fare musica
      dal vivo e chi a voglia di portarla in giro
      per le città!
      A mio avviso il diritto d'autore va salvato
      salvando i diritti dell'autore e non delle
      case di distribuzione.
      parole sante amico mio...
    • Anonimo scrive:
      Re: La musica non muore, ma muoiono...
      Mi associo anch'io.
  • Anonimo scrive:
    Dedicato a chi fa le leggi
    senza nemmeno sapere prima di cosa parlano:http://trashweb.web.ctonet.it/bravo.swfcomunque leggete il vademecum prima di legiferare:http://earth.prohosting.com/jesos
  • Anonimo scrive:
    (OT) qualcuno mi può spiegare.....
    perchè il Parlamento deve osservare una pausa elettorale?Non è una domanda retorica o ironica, vorrei veramente capire in base a quale regola è necessaria la pausa elettorale , da quando inizia e quando finisce.Grazie:)e siate fiduciosi e non disdite lo vostrii abbonamenti;););)
  • Anonimo scrive:
    xMAZZA
    "Perchè il Ministro Stanca - si chiede ora Mazza - non regala invece linee telefoniche gratis agli italiani o banda larga gratis per tutti? Chi ha detto che la crescita della rete debba andare a discapito dei contenuti? Si continua con l'inaccettabile politica di avvantaggiare i contenitori a discapito dei contenuti, così la musica muore e le piattaforme di distribuzione online non decolleranno mai".1) Non è assolutamente vero che la musica sta morendo, infatti non ho ancora visto nessun artista chiedere l'elemosina all'angolo di una strada.......2) Se le piattaforme legali di distribuzione ti fanno pagare a conti fatti un cd più di quello originale per forza che non decolleranno mai:non si fa pagare un brano 1,5 E ma 0,10 E perchè uno per scaricarlo deve avere un ADSL che costa un canone, poi ci deve mettere il supporto, la custodia, la copertina se la deve procurare e stampare...è molto comodo per le major dire: "noi vogliamo vendere il brano a x euro", ma uno deve trovare la sua convenienza a scaricarlo, altrimenti è come un cane che si morde la coda!!!!Se uno deve accontentarsi del mp3 scaricato è giusto che abbia un equo risparmio!"Secondo Mazza, la presentazione delle modifiche equivale a quello che ha definito un ricatto. Mentre i dati mostrano un declino nel file sharing illegale, segno che si era sulla strada giusta, il Governo fa marcia indietro cedendo al ricatto dei pirati informatici, è assurdo".Se parliamo di pirati allora dobbiamo menzionare anche quelli che ti chiedono uno sproposito per vedere un film al cinema, comportandosi da veri pirati!!!!:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    4.000.000 di voti in meno per la destra
    Per me la destra fra qualche giorno si leccherà le ferite, perche' il decreto urbani sarà il loro decreto ammazza poltrone. Si renderanno conto molto bene di tutto quello che hanno fatto in questi anni, lo schiaffo che avranno alle elezioni sarà così forte che sentiremo il berlusca ululare....così imparano cosa vuol dire calpestare i diritti degli Italiani e dei più deboli. Sono ancora in estasi per sentirsi unti dal signore, quando si sveglieranno saranno sempre unti ma di mexdx!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: 4.000.000 di voti in meno per la destra
      Si allora diamo il voto a chi lo merita " VERDI "
      • Anonimo scrive:
        Re: 4.000.000 di voti in meno per la destra
        - Scritto da: Anonimo
        Si allora diamo il voto a chi lo merita "
        VERDI "L'italia è messa propio bene :(P.s: ma i verdi non li avevano revocati gli emendamenti?
        • Anonimo scrive:
          Re: 4.000.000 di voti in meno per la des
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Si allora diamo il voto a chi lo merita
          "

          VERDI "

          L'italia è messa propio bene :(

          P.s: ma i verdi non li avevano revocati gli
          emendamenti?I verdi sono stati anche gli unici a presentarli, gli emendamenti!!! E sono stati gli unici (credo insieme a RC) a votare contro. E se non fosse stato per Cortiana a quest'ora non ci sarebbe nemmeno una commissione per la revisione di questa legge. Ma l'hai letto l'articolo? Dice che Cortiana aveva 8 minuti per presentare 750 emendamenti. Di contro, già il giorno prima, Urbani si era spaventato e aveva proposto di modificare gli articoli incriminati in commissione se Cortiana ritirava gli emendamenti. Tu cosa avresti fatto? Ne riparleremo quando gli emendamenti saranno pubblicati sulla GU!Alberto
    • Mariobusy scrive:
      Re: 4.000.000 di voti in meno per la destra
      - Scritto da: Anonimo
      Per me la destra fra qualche giorno si
      leccherà le ferite, perche' il
      decreto urbani sarà il loro decreto
      ammazza poltrone. Si renderanno conto molto
      bene di tutto quello che hanno fatto in
      questi anni, lo schiaffo che avranno alle
      elezioni sarà così forte che
      sentiremo il berlusca ululare....

      così imparano cosa vuol dire
      calpestare i diritti degli Italiani e dei
      più deboli. Sono ancora in estasi per
      sentirsi unti dal signore, quando si
      sveglieranno saranno sempre unti ma di
      mexdx!!!Concordo in pieno!Questa è stata l'ultima goccia che ha fatto travasare vaso:abbiamo ormai capito tutti che sono li solo per fare gli interessi delle loro aziende: Medusa, majors cinematografiche e discografiche... editoriali... etc.Impareranno dai loro sbagli,ormai fare simili PROMESSE da marinaio è solo ancora più irritante per il popolo della rete (più intelligente di quanto si pensi)
    • Anonimo scrive:
      Re: 4.000.000 di voti in meno per la destra
      Parole sante!!Questa legislatura è riuscita a DISTRUGGERE i giovani e non solosi parte dalle droghe leggere ai divx. carcere per qualsiasi cosa... fantastico non trovate? PENSIAMOCI TUTTE ALLE EUROPEE- Scritto da: Anonimo
      Per me la destra fra qualche giorno si
      leccherà le ferite, perche' il
      decreto urbani sarà il loro decreto
      ammazza poltrone. Si renderanno conto molto
      bene di tutto quello che hanno fatto in
      questi anni, lo schiaffo che avranno alle
      elezioni sarà così forte che
      sentiremo il berlusca ululare....

      così imparano cosa vuol dire
      calpestare i diritti degli Italiani e dei
      più deboli. Sono ancora in estasi per
      sentirsi unti dal signore, quando si
      sveglieranno saranno sempre unti ma di
      mexdx!!!
  • Anonimo scrive:
    Il clima elettorale?Si chiama DEMOCRAZIA
    Il clima elettorale sta condizionando negativamente l'atteggiamento dei politici? COME NO!!! STANNO AGENDO IN MODO MOLTO STRANO, CIOE' FANNO CIO' CHE I LORO ELETTORI GLI CHIEDONO! Dalle mie parti si chiama democrazia rappresentativa, e se in Italia l'abbiamo per solo 3 mesi ogni 2-3 anni, peccato, ma e' meglio che niente... Io farei le elezioni ogni 4 mesi, cosi' risolveremmo tutti i problemi... anzi, renderei possibile mandare a casa un deputato IN OGNI MOMENTO per voto popolare (magari in tempo reale via internet!! Questa si che sarebbe democrazia diretta!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il clima elettorale?Si chiama DEMOCR
      - Scritto da: Anonimo

      Il clima elettorale sta condizionando
      negativamente
      l'atteggiamento dei politici? COME NO!!!
      STANNO AGENDO IN MODO MOLTO STRANO,
      CIOE' FANNO CIO' CHE I LORO ELETTORI
      GLI CHIEDONO! Dalle mie parti si chiama
      democrazia
      rappresentativa, e se in Italia l'abbiamo
      per solo 3
      mesi ogni 2-3 anni, peccato, ma e' meglio
      che niente...Sono perfettamente d'accordo con te, la politica funziona così: io mi candido alle elezioni, presentando un programma che deve rispondere a determinate esigenze dell'elettorato, vengo eletto e poi mantengo le promesse fatte. In Italia purtroppo siamo talmente abituati alle promesse da politico ed ai programmi tanto corposi quanto inutili, che anche quando un politico sposa una causa si leva sempre la voce di quello che ha capito tutto:" lo fa solo per avere voti...". e per cosa lo dovrebbe fare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il clima elettorale?Si chiama DEMOCRAZIA
      te lo appoggio;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il clima elettorale?Si chiama DEMOCRAZIA
      Concordo con Te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il clima elettorale?Si chiama DEMOCRAZIA

      Il clima elettorale sta condizionando
      negativamente
      l'atteggiamento dei politici? COME NO!!!
      STANNO AGENDO IN MODO MOLTO STRANO,
      CIOE' FANNO CIO' CHE I LORO ELETTORI
      GLI CHIEDONO! Dalle mie parti si chiama
      democrazia
      rappresentativa, e se in Italia l'abbiamo
      per solo 3
      mesi ogni 2-3 anni, peccato, ma e' meglio
      che niente...Considera che la democrazia non dovrebbe comunque spingersi più in là di certi paletti. Non sarebbe legittimo, ad esempio, abolire la proprietà privata neanche se fosse il desiderio della maggioranza.Ora, non è questo il caso in oggetto, ma bisogna stare attenti con le lodi sperticate della democrazia. Esistono diritti naturali da salvaguardare sempre e comunque.
  • Anonimo scrive:
    Per Enzo Mazza
    Amico, guarda che non sei tu a decidere se scaricare software è illegale o meno. Tu non decidi un bel nulla, è il mercato e con esso i consumatori che decidono. Se il costume sta cambiando, o ti adegui o stai fuori dal gioco.
  • Anonimo scrive:
    Calo P2P falso...
    Sì, in realtà la gente che prima stava sulle reti P2P pubbliche e non protette, ha pensato bene di scappare in quelle cryptate. Ricordo che la RIAA è riuscita a beccare gente, anche sparando sul mucchio, proprio perchè le reti non erano cryptate.Adesso voglio vederli..
  • Anonimo scrive:
    La verita brucia sempre....
    Quote:In questo senso si è espresso il direttore generale di FIMI, Enzo Mazza, secondo cui il clima elettorale sta condizionando l'operato di certi politici.-----Ovviamente, perchè credi che tutti siano d'accordo ADESSO (e non prima)? Tu pensi che la gente si dimenticherà di sto fatto? Io dico proprio di no, anzi, dall'esito del netstrike, mi sà che son parecchio furiosi...Quote:Ciò non toglie che scaricare file protetti rimanga illegale ma soltanto che l'abuso non sarà più penalmente perseguibile...."C'è chi pensa di regalare musica gratis dalla rete per fini elettorali - ha affermato Mazza - ma purtroppo ci sono trattati internazionali da rispettare e il download per uso personale non esiste. Reato era e reato rimarrà".---E non è quello che è sempre stato? Inutile fare dell'allarmismo con ste minaccie. Piove sul bagnato.Quote:Secondo Mazza, la presentazione delle modifiche equivale a quello che ha definito un ricatto.---Articolo 661 c.p: Abuso della credulità popolare.Si tratta di reato anche spargere in giro voci non veritiere.Perchè i tizi della FIMI non dicono la verità? Non mi pare che quelli che sfruttano il P2P siano gli unici a commettere reato no? Pure mandare in giro quei 4 scemi che producono quei 4 film o quelle 4 strimpellature da matti, per fare propaganda anti P2P-Terroristi (ROTFL) è REATO.Quote:Secondo Rossi "un baratto digitale non è altro che una primitiva forma di commercio fatta sulle spalle di altri". ---Il baratto consiste nella cessione di un bene, allo scopo di ottenere un altro bene. Cessione, non duplicazione, come avviene in questo caso.Quote:Soddisfazione l'ha espressa anche il deputato diessino Pietro Folena che, sebbene il proprio gruppo si sia astenuto sia alla Camera che al Senato in occasione del voto sulla Legge Urbani, ritiene "positivo" l'annuncio delle modifiche al decreto Urbani.----Leccata fenomenale dei DS, siamo proprio sotto periodo elettorale...Il ministro dei beni culturali, deve anche PROMUOVERE nuove forme di scambio culturale, fornite dalle reti P2P.
    • Anonimo scrive:
      Re: La verita brucia sempre....
      quoto.Avevo già scritto:Il Governo ...nella sua urgente furia devastatrice della libera informazione, non si è accorto di aver urtato un iceberg chiamato "Internet".Come è profondo e gelido il mare ..... per chi non sà nuotare.
  • yusaku scrive:
    Sfatiamo i miti sulla musica gratuita
    Tra tutte le domande che i tizi di pro-music si preoccupano di dare risposta ne manca giusto una...la più importante: Scarico musica perchè comprarla costa molto. Andiamo pro-music...sfata questo.
    • ladyblue scrive:
      Re: Sfatiamo i miti sulla musica gratuita
      Noi ci stiamo battendo per riuscire a portare al Palazzo una proposta equa per tuttihttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=644658se ti va unisciti a noiladyblue
    • Anonimo scrive:
      Re: Sfatiamo i miti sulla musica gratuita
      pro-music ha anche sfatato il mistero sulla morte di Cristo: è morto di freddo- Scritto da: yusaku
      Tra tutte le domande che i tizi di pro-music
      si preoccupano di dare risposta ne manca
      giusto una...la più importante:
      Scarico musica perchè comprarla
      costa molto.

      Andiamo pro-music...sfata questo.
  • Anonimo scrive:
    piattaforme di distribuzione online..
    "le piattaforme di distribuzione online non decolleranno mai"... e perchè in america ci sono eccome?....e perchè il fair use in america è tollerato?io credo che questo che parla sia solo un barone riottoso alle novità che la rete porta nella distribuzione dei contenuticiaotristemente_famoso
  • Anonimo scrive:
    Promesse, promesse, promesse.....
    L'importante e che mi votate..........................................e poi (in caso) vedremo di mettere anche la pena di morte!!!!!!!!!!!!!!HHhhahhahahhahahahhahahhahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • pikappa scrive:
    pro-music.it gli scriviamo?
    c'è l'indirizzo dei contatti in fondo alla pagina, gli si manda una bel testo ragionato che confuta tutte le cagate che ci sono scritte sul sito?(magari in copia carbone a Cortiana e allo stesso Punto Informatico giusto per far vedere che è stato scritto qualcosa!)Ovviamente nienti insulti, sebbene l'idea di mandargli una mail con scritto BUFFONI! mi ha sfiorato :DAggiungerei che la suddetta mail(o le suddette mail) si potrebbero mandare una o + volte al giorno ad oltranza, non un mail bombing, ma cmq qualcosa che gli faccia capire che non siamo stupidi==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 15.01.24
    • Anonimo scrive:
      Re: pro-music.it gli scriviamo?
      - Scritto da: pikappaci ho fatto un giretto ieri su quel sito... una cosa tristissima, propaganda cieca e a testa bassa, al limite del "lavaggio del cervello". e il "bello" è che gli autori ci mettono anche la faccia! peggio per loro, non ho intenzioni di finanziare con i miei soldi personaggi come mazza (il quale, ve lo rammento, ha detto che il download resterà reato anche se cambia la legge... come dire che la fimi non riconosce l'autorità della legge dello stato!)scrivergli non ha senso, a loro la "nostra" opinione non interessa. combattiamoli con l'unico mezzo che abbiamo: boicottaggio a oltranza. vediamo se fimi siae e compagnia cantante riescono a far approvare una legge che ci obbliga ad riaprire il portafogli....
      • pikappa scrive:
        Re: pro-music.it gli scriviamo?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: pikappa
        scrivergli non ha senso, a loro la "nostra"
        opinione non interessa. combattiamoli con
        l'unico mezzo che abbiamo: boicottaggio a
        oltranza. vediamo se fimi siae e compagnia
        cantante riescono a far approvare una legge
        che ci obbliga ad riaprire il portafogli....beh non costa tanto farglielo sapere :panzi ti dirò di + la stessa famosa mail si può mandare in copia pure ai siti degli artisti italiani coinvolti nell'operazione, solo per fargli capire che se non cambiano direzione...non c'è trippa per gatti (e non certo per colpa loro)==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 15.57.41
      • Anonimo scrive:
        Re: pro-music.it gli scriviamo?
        - Scritto da: Anonimo
        con i miei soldi personaggi come mazza (il
        quale, ve lo rammento, ha detto che il
        download resterà reato anche se
        cambia la legge... come dire che la fimi non
        riconosce l'autorità della legge
        dello stato!)Ma tu dimentichi che egli è il famoso "discografico mascherato", che arriva li' dove la giustizia fallisce!!" Where law fails Mazza prevails!"
        scrivergli non ha senso, a loro la "nostra"
        opinione non interessa. combattiamoli conNon lo so, dopotutto scrivere un lettera non costa nulla, a parte un po' di tempo. Credo che bisognerebbe scrivere un bel documento da inoltrare a loro e agli artisti che hanno partecipato a questa messa in scena per dimostrargli che non siamo una massa di supini beoti che si bevono qualsiasi balla, che abbiamo ben chiari i termini della questione e abbiamo anche delle soluzioni da proprorre che OVVIAMENTE non corrispondono con le loro!Luke
        • Anonimo scrive:
          Re: pro-music.it gli scriviamo?
          - Scritto da: Anonimo
          " Where law fails Mazza prevails!"LOL!
          Non lo so, dopotutto scrivere un lettera non
          costa nulla, a parte un po' di tempo. Credo
          che bisognerebbe scrivere un bel documento
          da inoltrare a loro e agli artisti che hanno
          partecipato a questa messa in scena per[...]sì forse avete ragione tutti e due, scrivere una lettera non ci costa nulla ed è una cosa più che civile. ma bisogna scrivere agli artisti e non ai signori mazza o ai burattinai che tengono in piedi quella patetica vetrina di pro-music.it
          • Anonimo scrive:
            Re: pro-music.it gli scriviamo?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            " Where law fails Mazza prevails!"

            LOL!



            Non lo so, dopotutto scrivere un
            lettera non

            costa nulla, a parte un po' di tempo.
            Credo

            che bisognerebbe scrivere un bel
            documento

            da inoltrare a loro e agli artisti che
            hanno

            partecipato a questa messa in scena per
            [...]
            sì forse avete ragione tutti e due,
            scrivere una lettera non ci costa nulla ed
            è una cosa più che civile. ma
            bisogna scrivere agli artisti e non ai
            signori mazza o ai burattinai che tengono in
            piedi quella patetica vetrina di
            pro-music.it
            E perche'? loro gli "artisti" sono proprio i grandi assenti in tutto il dibattito!Sai perche?Per il semplice motivo che sono sotto il ricatto dell'esimio signor Mazza il quale non li fa piu' lavorare se osano fiatare!La verita' che tutti sanno (bada bene) ma nessuno dice e' che il sistema SIAE-Editoria tiene bloccato tutto sulla convenienza del proprio "modello di business" e del cosidetto artista non gliene frega nulla! anzi l'artista e' ancora piu' sotto ricatto che nell'epoca del "mecenate" .Cio che e' insopportabile e' proprio questo che la campagna del signor Mazza e' sopratutto a difesa del proprio portafogli!Non che questo (la difesa del portafogli) sia riprovevole in se' anzi..Cio' che e' riprovevole e tentare di farla passare come "interesse superiore" dell'arte della musica e degli artisti.Il giorno in cui sentiro' il signor Mazza dire la verita' saro' molto ma molto piu' disposto a sentire le sue ragioni, ma sono convinto che quel giorno sia molto lontano, il sigor mazza e' il classico tipo dell "imbecille eroico"!Sai quei tipi che nella scelta tra capire e morire vanno con radioso e sprezzante sorriso "incontro alla morte in un campo di biondo grano"?Mandiamogli qualche vignetta del compianto "bonvi" (sturmtruppen) e chissa' che non capisca! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: pro-music.it gli scriviamo?
            - Scritto da: Anonimo[cut]
            Mandiamogli qualche vignetta del compianto
            "bonvi" (sturmtruppen) e chissa' che non
            capisca! :Dquella è arte VERA, e secondo me non può capirla!! :Dsai com'è.... dare le perle ai p....... ;)
    • Elwood_ scrive:
      Re: pro-music.it gli scriviamo?
      - Scritto da: pikappa
      c'è l'indirizzo dei contatti in fondo
      alla pagina, gli si manda una bel testo
      ragionato che confuta tutte le cagate che ci
      sono scritte sul sito?(magari in copia
      carbone a Cortiana e allo stesso Punto
      Informatico giusto per far vedere che
      è stato scritto qualcosa!)
      Ovviamente nienti insulti, sebbene l'idea di
      mandargli una mail con scritto BUFFONI! mi
      ha sfiorato :DGuarda sarò un pessimista, ma dubito che vogliano sentire le ragioni di chi è stanco di cacciare 20 euro per un CD cavalcano il palco da Star e lo fanno anche sul loro sito, credo che cambierebbe poco.Peccato che una persona d'avanguardia come pelù, abbia fatto delle dichiarazioni simili, peccato lo ritenevo più lungimirante." col P2P sono Duoloriiiiii winmx mi muandi di fuouriiiiiiiiiii":D
      Aggiungerei che la suddetta mail(o le
      suddette mail) si potrebbero mandare una o +
      volte al giorno ad oltranza, non un mail
      bombing, ma cmq qualcosa che gli faccia
      capire che non siamo stupidimah te lo ripeto l'idea sarebbe anche giusta, ma dubito che si possa affrontare un dibattito.come diceva proprio pelù "pro pro proibittoooooooo.... qui è prouibito e prouibito anche scaricuareeee, dice che è proibuito ma alle mie tascue fa molto malueeeeeee" :Dpeluosamente Elwood
  • Anonimo scrive:
    Chi troppo vuole...
    Finalmente con questi netstrike possiamo far capire al governo che il decreto Urbani ha bisogno di qualche modifica, e che i prezzi di cd e dvd sono troppo alti e soprattutto per questo motivo il p2p non morirà mai!Perciò abbassare i prezzi conviene a loro stessi perchè come dicono dalle mie parti, "Chi troppo vuole... me la stringe" (afferrandosi il pacco)Ciao da Ernesto Che Vanton
  • Anonimo scrive:
    Motivi della protesta:
    Ma se vi chiessero i veri motivi della protesta non vi vergognereste di rispondere che volete continuare a scaricare divx, mp3 e programmi e altro gratis come avete fatto sino ad ora??E non rompete con la solita storia della violazione della privacy che non c'entra nulla!!Sarebbe come dire che la guerra in Iraq è stata fatta per esportare la democrazia e non per il petrolio!!!Non rompete neanche con le tasse per i supporti perchè c'era da aspettarselo, non per niente le cassette audio e video costano + dei cd
    • Anonimo scrive:
      Re: Motivi della protesta:
      - Scritto da: Anonimo
      Ma se vi chiessero i veri motivi della
      protesta non vi vergognereste di rispondere
      che volete continuare a scaricare divx, mp3
      e programmi e altro gratis come avete fatto
      sino ad ora??Anche se fosse...e allora?
      Sarebbe come dire che la guerra in Iraq
      è stata fatta per esportare la
      democrazia e non per il petrolio!!!Perchè se vai a fare questa domanda al diretto interessato pensi che ti dica la verità???LOL!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Motivi della protesta:
      Te lo ripeto in questo forum, visto che nell'altro mi hai ignorato... o forse non sei in grado di capire...Ricopio qui:*************************- Scritto da: Anonimo
      Ma se vi chiessero i veri motivi della
      protesta non vi vergognereste di rispondere
      che volete continuare a scaricare divx, mp3
      e programmi e altro gratis come avete fatto
      sino ad ora??Forse e' il caso che ti rileggi i post da novembre ad oggi, sempre che tu abbia voglia di capire e non solo di leggere...Mi sembra infati che la protesta NON sia stata proprio impostata in questi termini! Sei TU che ne cambi il significato per poterlo denigrare.
      E non rompete con la solita storia della
      violazione della privacy che non c'entra
      nulla!!Ti ricordo che il decreto iniziale prevedeva l'obbligo per i provider di tenere traccia di tutto il tuo traffico in internet, di controllarne i contenuti per (eventualmente) segnalarti non alla polizia postale o al magistrato, ma alla DIGOS... e che a questa sarebbe spettato (non ad un giudice come avviene in QUALUNQUE altro caso) decidere di perquisirti la casa e sequestrarti tutto il materiale informatico (e cmq quello che riterrebbe utile per le indagini)... e che la perquisizione sarebbe potuta avvenire "per procurarsi" le prove (mentre la normativa prevede che la perquisizione avvenga solo SE ci sono le prove della colpevolezza...) ricordi queste cose? o meglio: lo sapevi? Scusa tanto se a "qualcuno" in Italia tutto cio' non piace o meglio sembra proprio che vada ben oltre al normale uso che si fa delle leggi. Per quanto riguarda i provider: avrebbero dovuto tenere traccia in un database del fatto che tu oggi hai scritto questo post su PI, ed anche il suo contenuto (come obbligare le PPTT a tenere l'elenco di tutte le lettere circolanti ma non solo: anche di farne copia... e pure dei pacchi, delle pubblicita' ecc... anche delle tua lettere alla morosa ovviamente..)Se tu ritieni che in queste situazioni (volute dal decreto!!! non sono supposizioni chiaro?) il diritto alla privacy sia solo una scusa, o peggio ancora, che il diritto alla privacy sia una cosa senza senso.... bhe' mi dispiace per te.... la scarsita' dei TUOI valori richiede che tu non disturbi piu' la gente che ha qualcosa da comunicare.
      Sarebbe come dire che la guerra in Iraq
      è stata fatta per esportare la
      democrazia e non per il petrolio!!!Questo lo pensi tu. Anche io lo penso. Mia nonna non lo pensa.Insomma queste sono opinioni. I fatti di cui sopra invece, come detto, sono FATTI, non parole. Percio' non mescolare concetti diversi per potergli attribuire un significato uguale... e' semplicimente stupido.
      Non rompete neanche con le tasse per i
      supporti perchè c'era da
      aspettarselo, non per niente le cassette
      audio e video costano + dei cdCosa ti rispondo a fare... leggendo queste tue ultime righe ci si puo' solo rendere conto che sei una persona senza alcun senso.... ma da quando in qua si accettano imposizioni solo perche' "c'era da aspettarselo"?? ma che tipo di persona sei? Domani ti aumentano il costo della chiave inglese per rinfondere la lobby delle acciaierie, e ti mettono in galera se la presti ancora all'amico che deve cambiarsi il filtro dell'aria (in questo modo tu sottrai all'acciaieria la vendita di una chiave inglese, quindi rubi, quindi sei un pirata) e tu riterresti giusto tutto cio'???Dio mio!... quando incontro persone cosi' do' maggiore senso alle parole "abbiamo i politici che ci meritiamo" (ma non tutti, sia ben chiaro).*************************Smettila di seminare ca**ate, non farci perder tempo
      • Anonimo scrive:
        Re: Motivi della protesta:
        - Scritto da: Anonimo
        Te lo ripeto in questo forum, visto che
        nell'altro mi hai ignorato... o forse non
        sei in grado di capire...


        Ricopio qui:


        *************************
        - Scritto da: Anonimo

        Ma se vi chiessero i veri motivi della

        protesta non vi vergognereste di
        rispondere

        che volete continuare a scaricare divx,
        mp3

        e programmi e altro gratis come avete
        fatto

        sino ad ora??

        Forse e' il caso che ti rileggi i post da
        novembre ad oggi, sempre che tu abbia voglia
        di capire e non solo di leggere...
        Mi sembra infati che la protesta NON sia
        stata proprio impostata in questi termini!
        Sei TU che ne cambi il significato per
        poterlo denigrare.


        E non rompete con la solita storia della

        violazione della privacy che non c'entra

        nulla!!
        Ti ricordo che il decreto iniziale prevedeva
        l'obbligo per i provider di tenere traccia
        di tutto il tuo traffico in internet, di
        controllarne i contenuti per (eventualmente)
        segnalarti non alla polizia postale o al
        magistrato, ma alla DIGOS... e che a questa
        sarebbe spettato (non ad un giudice come
        avviene in QUALUNQUE altro caso) decidere di
        perquisirti la casa e sequestrarti tutto il
        materiale informatico (e cmq quello che
        riterrebbe utile per le indagini)... e che
        la perquisizione sarebbe potuta avvenire
        "per procurarsi" le prove (mentre la
        normativa prevede che la perquisizione
        avvenga solo SE ci sono le prove della
        colpevolezza...) ricordi queste cose? o
        meglio: lo sapevi? Scusa tanto se a
        "qualcuno" in Italia tutto cio' non piace o
        meglio sembra proprio che vada ben oltre al
        normale uso che si fa delle leggi. Per
        quanto riguarda i provider: avrebbero dovuto
        tenere traccia in un database del fatto che
        tu oggi hai scritto questo post su PI, ed
        anche il suo contenuto (come obbligare le
        PPTT a tenere l'elenco di tutte le lettere
        circolanti ma non solo: anche di farne
        copia... e pure dei pacchi, delle
        pubblicita' ecc... anche delle tua lettere
        alla morosa ovviamente..)
        Se tu ritieni che in queste situazioni
        (volute dal decreto!!! non sono supposizioni
        chiaro?) il diritto alla privacy sia solo
        una scusa, o peggio ancora, che il diritto
        alla privacy sia una cosa senza senso....
        bhe' mi dispiace per te.... la scarsita' dei
        TUOI valori richiede che tu non disturbi
        piu' la gente che ha qualcosa da comunicare.



        Sarebbe come dire che la guerra in Iraq

        è stata fatta per esportare la

        democrazia e non per il petrolio!!!

        Questo lo pensi tu. Anche io lo penso. Mia
        nonna non lo pensa.
        Insomma queste sono opinioni. I fatti di cui
        sopra invece, come detto, sono FATTI, non
        parole. Percio' non mescolare concetti
        diversi per potergli attribuire un
        significato uguale... e' semplicimente
        stupido.


        Non rompete neanche con le tasse per i

        supporti perchè c'era da

        aspettarselo, non per niente le cassette

        audio e video costano + dei cd

        Cosa ti rispondo a fare... leggendo queste
        tue ultime righe ci si puo' solo rendere
        conto che sei una persona senza alcun
        senso.... ma da quando in qua si accettano
        imposizioni solo perche' "c'era da
        aspettarselo"?? ma che tipo di persona sei?
        Domani ti aumentano il costo della chiave
        inglese per rinfondere la lobby delle
        acciaierie, e ti mettono in galera se la
        presti ancora all'amico che deve cambiarsi
        il filtro dell'aria (in questo modo tu
        sottrai all'acciaieria la vendita di una
        chiave inglese, quindi rubi, quindi sei un
        pirata) e tu riterresti giusto tutto cio'???

        Dio mio!... quando incontro persone cosi'
        do' maggiore senso alle parole "abbiamo i
        politici che ci meritiamo" (ma non tutti,
        sia ben chiaro).
        *************************

        Smettila di seminare ca**ate, non farci
        perder tempo
        volete solo continuare a rubare LADRI!

    • Anonimo scrive:
      Re: Motivi della protesta:
      Chi ti paga?Per cos'altro ti pagherebbero se non ci fosse il P2P (visto che neanche questo riesci a farlo bene)?
  • Anonimo scrive:
    Cerchiamo di rimanere imparziali
    Sono d'accordo con chi sostiene che ormai le case di produzione sono diventate la spina nel fianco alla diffusione di idee e opere artistiche, in quanto la loro frapposizione nella catena di distribuzione che va dall'artista al fruitore, seppur fin'ora necessaria per motivi prettamente logistico/organizzativi, sembra ormai destinata all'estinzione in quanto è probabile che in un prossimo futuro l'opera arrtistica sarà veicolata all'acquirente per via telematica (vedi George Michael). Pur essendo d'accordo con tale visione e condannando le pressioni fatte dalle case di distribuzione per potersi ingrassare ancora di più a discapito degli utenti, non posso che dissentire con chi vuol agganciare tale dicorso ai provvedimenti legislativi volti a combattere la pirateria. Io credo che nell'ambito della polemica divampata a seguito del decreto urbani si siano alzate voci che nulla hanno a che vedere con i problemi legati all'ingiusto potere attribuito alle case di distribuzione. Se infatti è vero che il decreto è senz'altro il frutto di spinte da parte di gatti ingrassati all'ombra di privilegi ormai sorpassati, questo non può però portare a sostenere che le disposizioni legislative volte a sanzionare comportamenti che violino il diritto d'autore non abbiano ragione d'essere. Ammettendo pure che ormai la frapposizione delle case di distribuzione sia diventata obsoleta e che in un prossimo futuro si avrà un canale diretto fra artista e acquirente, anche in quest'ultima evenienza non credo proprio che verrà meno la copia illecita di materiale frutto dell'alotrui ingegno. Allora , o si critica il diritto d'autore nella sua essenza contestando che gli autori abbiano un diritto assoluto nei confronti di chiunque friusca delle opere da esso prodotte, oppure se si punta il dito solo contro le case di distribuzione si fa un'errore dozzinale, in quanto si perde di vista il vero problema che la legge vuole giustamente combattere: la pirateria.io credo infatti che 99% di chi utilizza il P2P lo strumentalizzi a fini illeciti, o per rivendere a terzi l'opera o per usarle per se, in entrambi i casi è un comportamento che vulnera il diritto d'autore (posto che, come ho detto sopra non si contesti il diritto in sè, cosa che non mi sambra sia avvenuta).Credo che le proteste levatesi contro il decreto urbani abbiano colto nel segno laddove lo criticavano sotto lo spropositato profilo sanzionatorio, o laddove il decreto imponeva tasse su masterizzatori, bollini di autenticità ecc.Ma mi fanno sorridere coloro che affermano che il P2P è solo lop strumento per "provare" un prodotto per poi acquistarlo. Senz'altro coloro che hanno scritto in tal senso sono in buona fede e utilizzano il P2P in quel modo, ma si scordano che la quasi totalità degli utenti lo usano per fruire di un prodotto d'ingengno senza pagare l'autore dello stesso. Perciò immagino che il decreto urbani avesse l'intenzione di punire siffatti comportamenti (lo ha fatto in maniera irragionevole, certo) e non si può certo dire che il principio sia censurabile, fintatochè il diritto d'autore non venga meno come diritto soggettivo
  • Anonimo scrive:
    Per favore aiutatemi...!
    Scusate...mi rivolgo a voi esperti: sono un privato cittadino e mi piacerebbe molto mantenere i miei siti personali e crearne di nuovi...alla fin fine, quali doveri ho???devo inviare copie del mio sito...? Posso mettere sul sito dei file creati da me e che voglio regalare ai visitatori?Grazie per l'attenzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per favore aiutatemi...!
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate...mi rivolgo a voi esperti: sono un
      privato cittadino e mi piacerebbe molto
      mantenere i miei siti personali e crearne di
      nuovi...alla fin fine, quali doveri ho???

      devo inviare copie del mio sito...? Posso
      mettere sul sito dei file creati da me e che
      voglio regalare ai visitatori?

      Grazie per l'attenzione.Io non ci metto assolutamente niente , e non invio nessuna copia dei miei siti a chicchessia.Che vengano a cercarmi...
  • Anonimo scrive:
    Già rubano, che altro vogliono ?
    Son tassati i cd i dvd i vhs, i masterizzatori, i registratori.... ma cosa ca%%o vogliono ancora ? Non rubano già abbastanza ? E datevi dei limiti! Buffoni !
  • Anonimo scrive:
    arte o bene di consumo e profitto ???
    e' incredibile, e secondo me sara' proprio questo a sconfiggere definitivamente questi personaggi, come sempre piu' si sia perso il valore di cio' di cui stiamo parlando. Signori,sono un musicista, forse non ricco e famoso, e nemmeno ingrassato a diritti siae come tanti illustri nomi, ma vi posso garantire che il P2P non ci ha mai danneggiato! Anzi, molte volte mi e' capitato di trovare nostri pezzi su winmx e kazaa e di avere ragazzini che si venivano a comprare il nostro CD al banchetto del merchandise, ammettendo tranquillamente di averselo gia' scaricato da internet. beh? Noi li incoraggiamo! Perche' il P2P ci ha fatto da cassa di risonanza e molti di quei ragazzini che ci hanno scaricato, sono poi venuti ai nostri concerti, e ci han permesso di suonare e di farci conoscere. Da "scaricato" e da scaricatore (quasi sempre, se mi piace un brano di un artista scaricato, o un video in inglese, poi me lo compro..ma resto comunque un pirata per questi signori!) voglio sottolineare come qui si parli sono di meri interessi commerciali e di "perdite" in entrate, non di "danni" agli autori. I danni li chiedono i mercanti, non gli artigiani, per intendersi. E questo, francamente, mi fa schifo.(linux)
    • Pupix scrive:
      Re: arte o bene di consumo e profitto ???
      Complimenti davvero !!!!!!!!! CLAP CLAP :) :)
    • ladyblue scrive:
      Re: arte o bene di consumo e profitto ???
      • Anonimo scrive:
        Re: arte o bene di consumo e profitto ???
        - Scritto da: ladyblue
        Noi ci stiamo mobilitando per fare questa
        richiesta al Parlamento, se ti piace
        partecipa anche tu:
        www.petitiononline.com/urbanid/petition.html E' cosi' ingenua, cosi' discutibile, cosi' poco politica e diplomatica, cosi'......Insomma ha tanti di quei difetti che la ho trovata irresistibile!Col cuore la ho dovuta firmare!Ciao ;-)
    • ladyblue scrive:
      Re: arte o bene di consumo e profitto ???
      Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.html Se ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
  • Anonimo scrive:
    solo in vista delle elezioni
    non mi fido...... in realtà si sono resi conto del possibile impatto e cercano solo di evitare di prendere decisioni impopolari a ridosso delle elezioni... in seguito di questa modifica non se ne farà niente vedrete...
  • Anonimo scrive:
    Ecco le vere ragioni
    "il download per uso personale non esiste. Reato era e reato rimarrà""così la musica muore e le piattaforme di distribuzione online non decolleranno mai"Questo ha detto il direttore generale di FIMI, Enzo Mazza.Tradotto, significa che l'attuale configurazione della legge sul copyright, modificata dall'infausta legge Urbani, e' esattamente cio' che auspicavano le major, quando tutto questo e' iniziato, potete scommetterci, su loro "sollecitazione".E la solerzia con la quale il governo ha ubbidito e' assai sospetta, per essere un governo pronto a condonare tutto, pure i peccati in confessione.La motivazione per la quale le major volevano mettere in galera gli "scaricatori" era per costringerli a comprare musica e video online, oltre che cd originali.Come fulmini, dopo l'approvazione della legge ecco che nasce un sito: http://www.pro-music.it/ che e' stato voluto proprio dalle major.Andateci e vedete cosa c'e' nella home: volgarmente ci ricordano che e' stata approvata la legge urbani e che le major manderanno la GDF a casa nostra a sequestrarci tutto.Io non comprero' MAI musica on line dal sito http://www.pro-music.it/ , semmai usero' ITunes.
  • Anonimo scrive:
    caro Mazza
    sarà illegale scaricare sono d'accordo.E registraze dalla radio come si faceva prima?RITORNO A FARE COSI'?Fatemi sapere.
  • proust scrive:
    Solo promesse, niente di buono ancora!
    Promettono di modificare l'assurda legge solo dopo le elezioni europee?Ok, li voteremo dopo le elezioni.(Ispirato da Altan)Cosa significa aver depositato un disegno di legge per modificare la pasticciatissima legge voluta dal Ministro Giuliano Urbani e dalle Majors del cinema e della musica italiane? Niente... solo promesse.Io aspetto di vedere qualcosa di buono confidando nel buon senso che qualcuno in Parlamento dovrà pur avere.
    • ladyblue scrive:
      Re: Solo promesse, niente di buono ancora!
      anche noi aspettiamo, però non molliamo, aiutaci anche tu se sei d'accordo con noi.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=644658ladyblue
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo promesse, niente di buono ancor

      Io aspetto di vedere qualcosa di buono
      confidando nel buon senso che qualcuno in
      Parlamento dovrà pur avere.Il buon senso lo usano solo per amministrare la loro paghetta ed eventualmente per integrarla qualora non bastasse al mantenimento della barca a vela.Visto che Cortiana e' rimasto praticamente solo a votare contro la legge Urbani mi chiedo perche' non abbia ancora mollato i verdi, forse perche' si trattava solo di propaganda elettorale e l'insuccesso garantito era quanto serviva a garantire la riconoscenza da parte dei ladroni al partito. Ma perche' allora limitarsi a contare i soldi sulla pelle dei ragazzini che si scambiano canzonette? non sarebbe piu' redditizio darsi al commercio degli organi? Evidentemente non sanno neppure badare a loro stessi, altro che voler governare.
  • Anonimo scrive:
    Non posso più sentire....
    Non posso più sentire queste cose!Le majors ed i cantanti scoppiazzano in qua ed in là qualche riga di musica o codice di programma e poi si arrogano il diritto di dire che ciò che fanno è originale: solo il brevetto è originale..... ma per spillare i quattrini! 8)
  • Anonimo scrive:
    caro Folena...
    Lei dice: "e di tutto ciò dovremmo gioirne tutti: si sta sperimentando una novità importante, la partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica attraverso la Rete".mah...non so quanto gioira' appena vedra' molti dei frequentatori di forum come questi che si ASTERRANNO dal votarla....capita la battuta?
  • Anonimo scrive:
    PER FAVORE BASTA BLA BLA
    Basta basta basta basta bla-bla.Aggiorniamo la situazione.Prepariamo il nuovo testo e mail a tutti.Argomenti:- netstrike e cambiamento di rotta sul decreto- prezzi dei cd dvd cinema e sciopero ad oltranza senza data di inizio o fine- link e riferimenti NON POLITICI per favore; non ci sono buoni e cattivi; basta scrivere con par condicio chi ha fatto chi non ha fatto chi fa finta di fare e chi fa finta di non fare.Faq:- Perche' non fai tu?- Domani un'ora per mettere insieme una mail da spedire a duecento persone la trovo. Ed e' una cosa che ho gia' fatto.- Io sciopero gia' e non compro.- Bene bravo; medaglia e non sprecare banda.- Cosa possiamo scrivere su PI ?- Riferimenti ad iniziative prossime, valide e non politiche; perche' se ci metti la politica e' come mettere il pizzico di sale sulla torta prima di servirla.- Bla bla bla..- bla bla??? Ma hai letto la prima riga?B-A-S-T-A B-L-A B-L-A-- Erotua
    • Anonimo scrive:
      Re: PER FAVORE BASTA BLA BLA
      - Scritto da: Erotua
      Basta basta basta basta bla-bla.
      Prepariamo il nuovo testo e mail a tutti.(voto: 0, Inutile) Grazie.Paura?Occhio ragazzi abbiamo i tiratori franchi anche nel forum.-- Erotua
      • Anonimo scrive:
        Re: PER FAVORE BASTA BLA BLA
        no, sembra solo un post delirantepost-canna.ci sono diecimila modi per dire lecose, il tuo è forse il peggiore.
    • ladyblue scrive:
      Re: PER FAVORE BASTA BLA BLA
      Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.htmlSe ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
  • Anonimo scrive:
    Il far-west sono loro!
    Hanno paura, una paura matta di perdere il loro privilegi, Rossi e Mazza, con i loro ragionamenti, dimostrano ampiamente di non vivere nel mondo reale, non si rendono neppure conto che che la gente è stanca di pagare per cose surreali, che i costi dei beni audio & video non hanno il valore di mercato che è stato imposto, ed è quello il far-west!Il far-west è far pagare una tassa PREVENTIVAMENTE su cd-vergini, masterizzatori e supporti magnetici indipendentemente dall'uso che se ne fà, il far-west è dare un plauso incondizionato alla legge urbani anti-sociale e liberticida, il far-west è come distribuiscono i profitti in siae e affini, il far-west è il copyright che non tutela minimamente il consumatore, il far-west è dare del ladro a chi vi ha riempito le saccoccie di soldi.Fine della storia.
  • Anonimo scrive:
    Eh no, caro Fiorello
    dalla lettera di Fiorello Cortiana:"Non ha senso aspettarsi che chi aveva espresso giudizi affrettati ed insulti rivolti a me ed ai verdi, adesso si scusi e faccia pubblica ammenda."vorrei far notare che per adesso la legge NON è ancora cambiata, quindi scuse e pubbliche ammende sarebbero fuori luogo.Il fatto che tu, caro Fiorello, consideri come vangelo delle promesse di politici sotto elezioni, può forse andare bene per i ragazzini che non hanno ancora sufficiente esperienza. Ma io, che ragazzino non sono, ne ho già viste abbastanza da parte di una classe politica a dir poco disgustosa, fin dai tempi del CAF (Craxi Andreotti Forlani) per non avere la minima fiducia in certa gentaglia che ci (mal)governa da una vita.Spero di ricredermi, ma non ci conto.Non ho insultato i verdi, ma li ho ampiamente criticati, considerando gli interventi di Cortiana e del suo partito come semplici tattiche demagogiche pre-elettorali, volte unicamente a farsi conoscere il più possibile per raccattare qualche voto in più. Quindi sono disposto a fare pubblica ammenda nel caso ciò si renda necessario. E ne sarei oltremodo felice ma..... temo che dopo le elezioni non sarò io a doverla fare. Scommettiamo???
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      :|:(:'(:|:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello

      Quindi sono disposto a fare pubblica ammenda
      nel caso ciò si renda necessario. E
      ne sarei oltremodo felice ma..... temo che
      dopo le elezioni non sarò io a
      doverla fare. Scommettiamo???Forse che ai tempi del CAF c'ero anch'io... E forse che essendo passati per Amato, D'alema, Prodi, Berlusconi... e circondari vari non posso che darti ragione al 100%.Guardacasso uno 'ha vinto' in nome del popolo e l' altro modifica.... tutto però dopo le elezioni. Mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      OOOOOOHHHH! Ma quanto è grosso il tuo casco........Film a parte, concordo con te al 100% "L'inferno è lastricato di buone intenzioni...".Staremo a vedere, intanto so per chi votare, e non saranno i verdi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello

        Staremo a vedere, intanto so per chi votare,
        e non saranno i verdi.Vota pure chi ti pare, siamo in una democrazia.Se non ci fossero stati i Verdi e Cortiana a quest'ora saremmo ancora alle sanzioni penali e alle maxi-multe senza possibilità di uscirne in alcun modo.Quella che voi chiamate una promessa (che è MOLTO più di una promessa in quanto modifiche già depositate in parlamento) va ben oltre a quello che ci si poteva aspettare fino a qualche mese fa.Che palle 'sti quindicenni irriconoscenti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello

          Quella che voi chiamate una promessa (che
          è MOLTO più di una promessa in
          quanto modifiche già depositate in
          parlamento) va ben oltre a quello che ci si
          poteva aspettare fino a qualche mese fa.

          Che palle 'sti quindicenni irriconoscenti...
          1) Non sono un quindicenne2) I quindicenni non votano (per ora) =
          non sei logico nello scrivere... 3) Del p2p me ne frega poco: non scarico4) Del futuro del www e problemi ad esso legati invece mi preoccupo non poco5) Sono più proccupato dell'Italia che del www... :(6) I vedri italiani hanno ancora molta strada da fare per raggiungere la qualità dei loro corrispettivi all'estero7) Apprezzo cmq Cortiana per quello che ha fatto, staremo a vedere la sua coerenza8) Direi che può bastare... sennò uccido qcunoo per noia :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh no, caro Fiorello

            1) Non sono un quindicennema sembra che ragioni come loro a volte :)
            2) I quindicenni non votano (per ora) =

            non sei logico nello scrivere... era solo un paragone... l'avevi capito vero?
            3) Del p2p me ne frega poco: non scaricoOgnuno e libero di fare come crede.
            4) Del futuro del www e problemi ad esso
            legati invece mi preoccupo non pocoIntrinsecamente anche se ci si batte per il P to P,di fondo ci sono di mezzo le liberta di libera espressioneche troppe volte vengono lese.
            5) Sono più proccupato dell'Italia
            che del www... :(il www è un mezzo di comunicazione non meno importante della TV del telefono ecc ecc e quindi fà parte "dell'Italia" che menzioni.
            6) I vedri italiani hanno ancora molta
            strada da fare per raggiungere la
            qualità dei loro corrispettivi
            all'esteroMah!!!
            7) Apprezzo cmq Cortiana per quello che ha
            fatto, staremo a vedere la sua coerenza
            8) Direi che può bastare...Meno male... :)
            sennò uccido qcunoo per noia :)Classico impulso giovanile ... ma quanti anni hai ??? LOL ciao ... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello
          Ahh, non eravamo sotto regime?Strano la parola suddetta è sparita dai post.A volte usare i termini appropriati non sarebbe male.I regimi sono ben altra cosa, chiedete ai cinesi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello
          - Scritto da: Anonimo

          Staremo a vedere, intanto so per chi
          votare,

          e non saranno i verdi.

          Vota pure chi ti pare, siamo in una
          democrazia.

          Se non ci fossero stati i Verdi e Cortiana a
          quest'ora saremmo ancora alle sanzioni
          penali e alle maxi-multe senza
          possibilità di uscirne in alcun modo.

          Quella che voi chiamate una promessa (che
          è MOLTO più di una promessa in
          quanto modifiche già depositate in
          parlamento) va ben oltre a quello che ci si
          poteva aspettare fino a qualche mese fa.in effetti le cantine del parlamento sono PIENE di promesse depositate......

          Che palle 'sti quindicenni irriconoscenti...che palle sti 40/50 enni che si son fatti scippare l'italia da sotto il naso.....tu dov'eri negli ultimi 30 anni???cosa hai fatto anche solo per tentare di evitare che il nostro Paese arrivasse a questo punto??rispondi, se puoi, senza salire in cattedra, che di presunti professori sono pieni i bar ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh no, caro Fiorello
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Staremo a vedere, intanto so per
            chi

            votare,


            e non saranno i verdi.



            Vota pure chi ti pare, siamo in una

            democrazia.



            Se non ci fossero stati i Verdi e
            Cortiana a

            quest'ora saremmo ancora alle sanzioni

            penali e alle maxi-multe senza

            possibilità di uscirne in alcun
            modo.



            Quella che voi chiamate una promessa
            (che

            è MOLTO più di una
            promessa in

            quanto modifiche già depositate
            in

            parlamento) va ben oltre a quello che
            ci si

            poteva aspettare fino a qualche mese fa.

            in effetti le cantine del parlamento sono
            PIENE di promesse depositate......




            Che palle 'sti quindicenni
            irriconoscenti...

            che palle sti 40/50 enni che si son fatti
            scippare l'italia da sotto il naso.....
            tu dov'eri negli ultimi 30 anni???
            cosa hai fatto anche solo per tentare di
            evitare che il nostro Paese arrivasse a
            questo punto??

            rispondi, se puoi, senza salire in cattedra,
            che di presunti professori sono pieni i bar
            ;)Dove stava lui non ne ho idea..Ma ho una idea precisa di dove stavo io a partire dal '68, non credo tu abbia idea di cosa fossero l'italia e la scuola prima, ma forse puoi trovare qualcuno che te lo puo' raccontare!In seguito e se ti riferisci alla rete io stavo "chino sui server" (prima in america e poi in italia) per mettere in piedi quella struttura di rete (Internet ora e DARPA a quei tempi) che ti da per il momento qualche garanzia di poter parlare al mondo scaricare files e conoscenze e lavorare con qualcuno in Australia senza tante censure!Forse potevo fare di piu' (come tutti) ma non mi lamento... e sopratutto non ho ancora finito.. perche' ci sono ancora e in prima linea! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh no, caro Fiorello
            - Scritto da: Anonimo[cut]
            Dove stava lui non ne ho idea..
            Ma ho una idea precisa di dove stavo io a
            partire dal '68, non credo tu abbia idea di
            cosa fossero l'italia e la scuola prima, ma
            forse puoi trovare qualcuno che te lo puo'
            raccontare!nel '68 io a scuola ci stavo già da due anni, e qualche vago ricordo lo conservo ancora ;)e sono anche profondamente grato a chi, in quegli anni, si è fatto un mazzo per migliorare il migliorabile.io al tempo, per quanto giovane, nel mio piccolo qualcosa ho fatto :)
            In seguito e se ti riferisci alla rete io
            stavo "chino sui server" (prima in america e
            poi in italia) per mettere in piedi quella
            struttura di rete (Internet ora e DARPA a
            quei tempi) che ti da per il momento qualche
            garanzia di poter parlare al mondo scaricare
            files e conoscenze e lavorare con qualcuno
            in Australia senza tante censure!nono, non mi riferivo affatto ad internet, parlavo dall'Italia....e allora sono grato a te e alla gente che come te ha dato anche a me, che navigo ormai dal '95, questa possibilità... purtroppo non sono un tecnico e in questo non posso contribuire, ma cercare di far capire cosa veramente sia Internet, beh, quello lo faccio tutti i giorni ;)

            Forse potevo fare di piu' (come tutti) ma
            non mi lamento... e sopratutto non ho ancora
            finito.. perche' ci sono ancora e in prima
            linea! :Danche io, nel mio piccolo :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello

          Se non ci fossero stati i Verdi e Cortiana a
          quest'ora saremmo ancora alle sanzioni
          penali e alle maxi-multe senza
          possibilità di uscirne in alcun modo. Ancora ci siamo..
          Quella che voi chiamate una promessa (che
          è MOLTO più di una promessa in
          quanto modifiche già depositate in
          parlamento) va ben oltre a quello che ci si
          poteva aspettare fino a qualche mese fa.

          Che palle 'sti quindicenni irriconoscenti...Mi dispiace contraddirti, non ho quindici anni, sono un pò più grande ma credo che il quindicenne in questione, da 'poco esperto di politica' e così schifosamente 'ingrato' abbia capito molto più di te !!!non ti arrabbiare per quello che sto scrivendo...le promesse dei politici sono quanto di più astratto possa esistere.. te ne ricordo una: al Consiglio europeo il popolo dell'Open Source aveva vinto sulla legge per i brevetti.. e come è finita lo sappiamo tutti. Ma la cosa più ignobile è stata che molti politici che avevano promesso di dar battaglia, compreso il ministro Stanca, si sono tirati indietro.La verità è che il governo si è reso conto di essersi tirato la zappa sui piedi e sta tentando di recuperare parte dei voti che sono andati persi. Finite le elezioni non interesserà più a nessuno portare avanti questa modifica di legge... e sono pronto a scommetterci su qualcosa.Ciao e scusa se mi permetto, comincia a crescere
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello
          di Utente non registrato del 01/06/04 (14:02)
          Staremo a vedere, intanto so per chi votare,
          e non saranno i verdi.Vota pure chi ti pare, siamo in una democrazia.Se non ci fossero stati i Verdi e Cortiana a quest'ora saremmo ancora alle sanzioni penali e alle maxi-multe senza possibilità di uscirne in alcun modo.Quella che voi chiamate una promessa (che è MOLTO più di una promessa in quanto modifiche già depositate in parlamento) va ben oltre a quello che ci si poteva aspettare fino a qualche mese fa.Che palle 'sti quindicenni irriconoscenti... sembrerebbe che solo cortiana faccia qualcosa per cercare voti...invece gli altri cosa cercano...noccioline??? mi sembra ovvio e normalissimo che cerchino voti no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello
        - Scritto da: Anonimo
        OOOOOOHHHH! Ma quanto è grosso il tuo
        casco........

        Film a parte, concordo con te al 100%
        "L'inferno è lastricato di buone
        intenzioni...".
        Staremo a vedere, intanto so per chi votare,
        e non saranno i verdi.Intanto solo i Verdi e Cortiana in particolare hanno avuto il coraggio di arrivare lì dove altri non sono arrivati scegliendo di astenersi. Bisogna premiare coloro che si impegnano!Che sia una mossa pre-elettorale? Perchè il dietrofront di Urbani cosa rappresenta? Comunque se non ci fosse stato almeno 1 ad opporsi a questa idiozia a quest'ora non staremmo qui neanche a parlarne!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      - Scritto da: LordCasco
      dalla lettera di Fiorello Cortiana:

      "Non ha senso aspettarsi che chi aveva
      espresso giudizi affrettati ed insulti
      rivolti a me ed ai verdi, adesso si scusi e
      faccia pubblica ammenda."

      vorrei far notare che per adesso la legge
      NON è ancora cambiata, quindi scuse e
      pubbliche ammende sarebbero fuori luogo.
      Il fatto che tu, caro Fiorello, consideri
      come vangelo delle promesse di politici
      sotto elezioni, può forse andare bene
      per i ragazzini che non hanno ancora
      sufficiente esperienza. Ma io, che ragazzino
      non sono, ne ho già viste abbastanza
      da parte di una classe politica a dir poco
      disgustosa, fin dai tempi del CAF (Craxi
      Andreotti Forlani) per non avere la minima
      fiducia in certa gentaglia che ci
      (mal)governa da una vita.
      Spero di ricredermi, ma non ci conto.
      Non ho insultato i verdi, ma li ho
      ampiamente criticati, considerando gli
      interventi di Cortiana e del suo partito
      come semplici tattiche demagogiche
      pre-elettorali, volte unicamente a farsi
      conoscere il più possibile per
      raccattare qualche voto in più.
      Quindi sono disposto a fare pubblica ammenda
      nel caso ciò si renda necessario. E
      ne sarei oltremodo felice ma..... temo che
      dopo le elezioni non sarò io a
      doverla fare. Scommettiamo???guarda ... quello che vuoi, ma se non era per Cortianaa quest'ora il decreto era bello che passato nella suainterezza e forma originale... quindi un pò di rispetto pensoche non guasti :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello

        guarda ... quello che vuoi, ma se non era
        per Cortiana
        a quest'ora il decreto era bello che passato
        nella sua
        interezza e forma originale... quindi un
        pò di rispetto penso
        che non guasti :)infatti è diventato legge nella sua interezza e forma quasi originale (nel senso che hanno sostituito il fine di lucro con il profitto, quindi peggiorandolo).Il resto sono solo, per ora, promesse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello
        Cmq giusto per la cronaca contro urbani hanno votato non solo i verdi ma anche rifondazione!In ogni caso la lotta di cortiana è encomiabile, unico neo effettivamente anche essa può passare per propaganda pre elettorale, giacchè la rinuncia agli emendamenti...Poi riguardo l'essere grato a una persona che sta facendo solo il suo dovere bhe... è un pò come premiare un politico solo per il fatto che non ruba!!Il guaio è che è da solo (e dal mio punto di vista si è pure arreso)Bha chi vivrà vedrà , in ogni caso non disperdiamo quanto fatto finora please! se prendiamo coscienza siamo una forza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      - Scritto da: LordCasco
      dalla lettera di Fiorello Cortiana:

      Spero di ricredermi, ma non ci conto.......
      ma..... temo che
      dopo le elezioni non sarò io a
      doverla fare. Scommettiamo???.....Minchia, ma tu porti sfiga ?!?Se non cambiano la legge la colpa è dei gufacci come te .....Tutta questa iattura solo per poter recitare al mondo intero :"Io l'avevo detto!!!"Ma va a c.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello

        Minchia, ma tu porti sfiga ?!?
        Se non cambiano la legge la colpa è
        dei gufacci come te .....forse sono io che porto sfiga, o forse sei tu che sei un illuso. Il tempo dirà chi ha ragione.
        Tutta questa iattura solo per poter recitare
        al mondo intero :
        "Io l'avevo detto!!!"spero proprio di non doverlo dire (rileggiti il post originale)

        Ma va a c.........Auguro 1000 volte a te quello che tu auguri a me (letto tempo fa sul retro di un tir, ma ti si addice :D )
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello
        - Scritto da: LordCasco
        dalla lettera di Fiorello Cortiana:

        Spero di ricredermi, ma non ci conto.......
        ma..... temo che
        dopo le elezioni non sarò io a
        doverla fare. Scommettiamo???.....Minchia, ma tu porti sfiga ?!?Se non cambiano la legge la colpa è dei gufacci come te .....Tutta questa iattura solo per poter recitare al mondo intero :"Io l'avevo detto!!!"Ma va a c.........ben detto...ma considera che se l'italia e' andata a rotoli e' solo per colpa di questi gufacci iettatori...
    • ladyblue scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh no, caro Fiorello
        io concordo con chi porta riconoscenza a Cortiana. Se non era x lui a quest'ora non staremmo nemmeno parlando!
        • allanon scrive:
          Re: Eh no, caro Fiorello
          Io personalmente ho messo su una vera e propria campagna elettorale a favore di Cortiana. Realisticamente parlando gli ho procurato dai 5 ai 10 voti, forse non tantissimi, ma tutti di gente che non avrebbe mai votato verdi, e che se non fosse stato per me magari non avrebbe mai conosciuto la situazione creata dal DL Urbani.Da quando ho saputo che gli emendamenti erano stati ritirati ho "sospeso" la mia piccola campagna elettorale. Per sospeso intendo che non ho detto a quelle stesse persone "mi sono sbagliato, Cortiana è un traditore", ma ho raccontato come sono andate le cose in parlamento, ho detto loro che tutto sommato Cortiana è l'unico che almeno ha preso in considerazione le lamentele del popolo della rete, ma che ancora devo capire perchè a ritirato gli emendamenti...Diciamo che se prima mi sarei shierato con Cortiana senza riserve, ora faccio molta più attenzione alle sue mosse ed intendo giudicarlo nel tempo.Il fatto è che rimane sempre la domanda: "perchè ha ritirato gli emendamenti?" . I suoi portavoce dicono di aver barattato gli emendamenti con un esplicita garanzia che sarebbero state apportate modifiche al DL, ma quali controindicazioni c'erano a presentare ugualmente gli ementamenti e costringere il senato a votarli?Se gli emendamenti erano tanto pochi da essere inutili perchè il sig. Urbani ha accettato il baratto?Ho voglia di credere in Cortiana, ma c'è sempre una vocina magligna che bisbiglia nella mia testa: una vocina che parla di un accordo di Cortiana con Urbani e le major in cui Urbani si impegnava a non far fare la figura del traditore a Cotiana, aggiungendo il suo personale impegno ad apportare le modifiche alla legge, persino a far finta di portare avanti il progetto, fino a prima delle europee, per poi relegare il tutto fra le mille promesse elettorali mai mantenute.Non me ne intendo a sufficenza di politica per accusare oppure assolvere, quindi il sig. Cortiana mi perdonerà se d'ora in poi lo giudicherò solo in base ai risultati. Nel fra tempo si accontenti dei voti che glio ho già procurato più il mio dato sulla fiducia...Spero anche che si renda conto di cosa vorrebbe dire tradire la fiducia di quanti lo appoggiano ora
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh no, caro Fiorello
            - Scritto da: allanon
            Io personalmente ho messo su una vera e
            propria campagna elettorale a favore di
            Cortiana. Realisticamente parlando gli ho
            procurato dai 5 ai 10 voti, forse non
            tantissimi, ma tutti di gente che non
            avrebbe mai votato verdi, e che se non fosse
            stato per me magari non avrebbe mai
            conosciuto la situazione creata dal DL
            Urbani.

            Da quando ho saputo che gli emendamenti
            erano stati ritirati ho "sospeso" la mia
            piccola campagna elettorale. Per sospeso
            intendo che non ho detto a quelle stesse
            persone "mi sono sbagliato, Cortiana
            è un traditore", ma ho raccontato
            come sono andate le cose in parlamento, ho
            detto loro che tutto sommato Cortiana
            è l'unico che almeno ha preso in
            considerazione le lamentele del popolo della
            rete, ma che ancora devo capire
            perchè a ritirato gli emendamenti...

            Diciamo che se prima mi sarei shierato con
            Cortiana senza riserve, ora faccio molta
            più attenzione alle sue mosse ed
            intendo giudicarlo nel tempo.

            Il fatto è che rimane sempre la
            domanda: "perchè ha ritirato gli
            emendamenti?" . I suoi portavoce dicono di
            aver barattato gli emendamenti con un
            esplicita garanzia che sarebbero state
            apportate modifiche al DL, ma quali
            controindicazioni c'erano a presentare
            ugualmente gli ementamenti e costringere il
            senato a votarli?
            Se gli emendamenti erano tanto pochi da
            essere inutili perchè il sig. Urbani
            ha accettato il baratto?

            Ho voglia di credere in Cortiana, ma
            c'è sempre una vocina magligna che
            bisbiglia nella mia testa: una vocina che
            parla di un accordo di Cortiana con Urbani e
            le major in cui Urbani si impegnava a non
            far fare la figura del traditore a Cotiana,
            aggiungendo il suo personale impegno ad
            apportare le modifiche alla legge, persino a
            far finta di portare avanti il progetto,
            fino a prima delle europee, per poi relegare
            il tutto fra le mille promesse elettorali
            mai mantenute.

            Non me ne intendo a sufficenza di politica
            per accusare oppure assolvere, quindi il
            sig. Cortiana mi perdonerà se d'ora
            in poi lo giudicherò solo in base ai
            risultati. Nel fra tempo si accontenti dei
            voti che glio ho già procurato
            più il mio dato sulla fiducia...
            Spero anche che si renda conto di cosa
            vorrebbe dire tradire la fiducia di quanti
            lo appoggiano oragrazie al cielo c'è ancora qualcuno che ragiona su questo forum.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      - Scritto da: LordCasco
      dalla lettera di Fiorello Cortiana:

      "Non ha senso aspettarsi che chi aveva
      espresso giudizi affrettati ed insulti
      rivolti a me ed ai verdi, adesso si scusi e
      faccia pubblica ammenda."

      vorrei far notare che per adesso la legge
      NON è ancora cambiata, quindi scuse e
      pubbliche ammende sarebbero fuori luogo.
      Il fatto che tu, caro Fiorello, consideri
      come vangelo delle promesse di politici
      sotto elezioni, può forse andare bene
      per i ragazzini che non hanno ancora
      sufficiente esperienza. Ma io, che ragazzino
      non sono, ne ho già viste abbastanza
      da parte di una classe politica a dir poco
      disgustosa, fin dai tempi del CAF (Craxi
      Andreotti Forlani) per non avere la minima
      fiducia in certa gentaglia che ci
      (mal)governa da una vita.
      Spero di ricredermi, ma non ci conto.
      Non ho insultato i verdi, ma li ho
      ampiamente criticati, considerando gli
      interventi di Cortiana e del suo partito
      come semplici tattiche demagogiche
      pre-elettorali, volte unicamente a farsi
      conoscere il più possibile per
      raccattare qualche voto in più.
      Quindi sono disposto a fare pubblica ammenda
      nel caso ciò si renda necessario. E
      ne sarei oltremodo felice ma..... temo che
      dopo le elezioni non sarò io a
      doverla fare. Scommettiamo???Come sarei contento se tu avessi torto! e invece mi tocca darti ragione! :'(
    • Elwood_ scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      - Scritto da: LordCasco
      dalla lettera di Fiorello Cortiana:

      "Non ha senso aspettarsi che chi aveva
      espresso giudizi affrettati ed insulti
      rivolti a me ed ai verdi, adesso si scusi e
      faccia pubblica ammenda."

      vorrei far notare che per adesso la legge
      NON è ancora cambiata, quindi scuse e
      pubbliche ammende sarebbero fuori luogo.
      Il fatto che tu, caro Fiorello, consideri
      come vangelo delle promesse di politici
      sotto elezioni, può forse andare bene
      per i ragazzini che non hanno ancora
      sufficiente esperienza. Ma io, che ragazzino
      non sono, ne ho già viste abbastanza
      da parte di una classe politica a dir poco
      disgustosa, fin dai tempi del CAF (Craxi
      Andreotti Forlani) per non avere la minima
      fiducia in certa gentaglia che ci
      (mal)governa da una vita.
      Spero di ricredermi, ma non ci conto.
      Non ho insultato i verdi, ma li ho
      ampiamente criticati, considerando gli
      interventi di Cortiana e del suo partito
      come semplici tattiche demagogiche
      pre-elettorali, volte unicamente a farsi
      conoscere il più possibile per
      raccattare qualche voto in più.
      Quindi sono disposto a fare pubblica ammenda
      nel caso ciò si renda necessario. E
      ne sarei oltremodo felice ma..... temo che
      dopo le elezioni non sarò io a
      doverla fare. Scommettiamo???daje torto....
    • ladyblue scrive:
      Re: Eh no, caro Fiorello
      Sono convinta che Cortiana faccia tutto quanto gli sia possibile per la causa ed è apprezzabile, tutti criticano e nessuno fa nulla.Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare anche questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.htmlSe ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
  • allanon scrive:
    Lettera aperta
    Cari sig Enzo Mazza, Davide Rossi, e editori tutti, permettete che vi illustri la vostra situazione.Da quando sono state inventete le audiocassete la gente ha cominciato a capire che in realtà voi non vendete qualcosa di tangibile, ma un non meglio definibile "diritto di utilizzo". Sul termine stesso "vendere" ci sarebbe poi molto da dire, visto che non è possibile utilizzare liberamente il prodotto acquistato, ma sorvoliamo...Non è possibile in questo caso, tacciare gli utenti di ignoranza: tutti sin da subito hanno capito il vostro messaggio "copiare è reato", ma pochi lo hanno accettato. Dico pochi soltanto perchè in linea di principio posso credere che esista qualcuno che non possegga un audiocassetta-videocassetta-CD-DVD-mp3 non conforme alle vostre contorte regole di distribuzione, ma personalmente non conosco nessuno.Vi siete mai posti la domanda, "come mai?". Io penso di si, e la risposta e tanto semplice da essere banale.Un bambino cresce copiando, ovvero imitando i gesti dei genitori. Sin dalle elementari gli insegnano a copiare alla lavagna, a imitare uno stile di vita, un modello positivo...Si potrebbe in un certo senzo dire che la vita stessa parte dal semplice gesto di copiare, imitare il modello genetico dei genitori in quanto geneticamente vincente, per applcare soltanto in un secondo momento alcune creative modifiche.Come può allora un essere umano percerpire la copia come qualcosa di negativo? Eppure inculcare questo contorto concetto nelle menti umane è la vostra unica possibilità di sopravvivenza. Il vostro mestiere infatti, fino ad oggi, è stato quello di copiare. Il vostro compito era decidere se un prodotto artistico poteva o meno essere gradito da un pubblico, e fare delle copie di quel prodotto.Tralasciando i criteri di giudizio, con cui decidete o meno se un'idea ha o meno possibilità di successo, tralasciando le percentuali che vi siete assicurati sullo sfruttamento di detta idea, tralasciando le vostre tecniche monopolistiche, le vostre indebite pressioni sui legislatori per far allungare oltre ogni ragionevole criterio i tempi di sfruttamento di un prodotto d'ingegno, rimane una domanda: perchè volete che copiare rimanga un vostro privilegio?Poteva averre senzo quando la copia aveva un costo elevato, quando copiare significava investire del danaro su un'idea, quando un autore trovava nell'editore la sua unica possibilità di promozione, ma adesso? Gli autori hanno davvero ancora bisogno di voi?Giorno dopo giorno la risposta diventa sempre più evidente. Posso capire che guardare in faccia alla realtà delle cosè è per voi un duro colpo, posso comprendere i vostri tentativi di mistificazione mirati a far sopravvivere una realtà già morta, ma devo chiedervi di farvi da parte il prima possibile, in quando la vostra agonizzante presenza sta intalciando lo sviluppo culturale, tecnologico ed economico della nostra società.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta
      Encomiabile...:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera aperta
      In generale il contenuto è ok ... ma:Un bambino cresce copiando, ovvero imitando i gesti dei genitori. Sin dalle elementari gli insegnano a copiare alla lavagna, a imitare uno stile di vita, un modello positivo...a me risulta che si copino anche i modelli negativi:e di conseguenza si può passare una vita di infernoper aver "copiato" un modello errato . . .quindi sul copiare ci sarebbe da discute e mi sembra un pò lontano dall'argomento in discussione. Intendosempre come paragone.Si potrebbe in un certo senzo dire che la vita stessa parte dal semplice gesto di copiare, imitare il modello genetico dei genitori in quanto geneticamente vincente, per applcare soltanto in un secondo momento alcune creative modificheil modello genetico non si copia si riceve...scusa le precisazioni...comunque mi fermo quì e di base il contenuto lo condivido con te.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Lettera aperta
        che dire altro, hai perfettamente centrato il problema, loro vogliono copiare per fini di lucro, e cio da molto fastidio!:)Legge pienioristica la hanno pure definita!!!forse sarebbe piu utile che al governo prendano decisioni molto piu importanti che non a stare a segare le gambe al web, qui il p2p non centra proprio nulla, ma e' l'unico mezzo che berlusconi non riesce a controllare (radio televisione cinema ecc,) gia li ha.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lettera aperta
          Per certi comunisti/sinistroidi di vecchia data e nuova data (già perchè ci sono anche i ragazzi 68ini pro-Che) non mettere Berlusconi in un discorso è come sparare sulla crocerossa!!!Il decreto urbani sarebbe andato perfettamente in un paese civile. Ma in un paese di accattoni come l'italia, è impossibile.Sarebbe come emanare un decreto per vietare ai napoletani di essere napoletani... magari!
          • wstar scrive:
            Re: Lettera aperta
            - Scritto da: Anonimo
            Per certi comunisti/sinistroidi di vecchia
            data e nuova data (già perchè
            ci sono anche i ragazzi 68ini pro-Che) non
            mettere Berlusconi in un discorso è
            come sparare sulla crocerossa!!!

            Il decreto urbani sarebbe andato
            perfettamente in un paese civile. Ma in un
            paese di accattoni come l'italia, è
            impossibile.

            Sarebbe come emanare un decreto per vietare
            ai napoletani di essere napoletani...
            magari!Beh, non sono affatto d'accordo, io sono apolitico ma certo non ho apprezzato il modo in cui Berlusconi ed il suo staff hanno gestito il passaggio dell'Italia alla moneta unica, di fatto dimezzando il potere d'acquisto degli stipendi, non mi piace la cosiddetta riforma Moratti, l'estensione della scuola dell'obbligo ai 18 anni, la mancanza di una reale attenzione verso la disoccupazione e il decremento demografico in Italia, e NON MI PIACE avere meno diritti degli extracomunitari che arrivano qui da noi ad ondate.Tanto per dirne una, un pò di tempo fa e si può controllare sugli archivi di PI erano stati arrestati degli extracomunitari che a Roma facevano commercio di cassette e cd e sai la novità? Sono stati rilasciati perchè "lo facevano in stato di necessità!" , ma questo per l'italiano non vale, se lo avessi fatto io quando ero disperato e senza lavoro a quest'ora non avrei più i miei strumenti informatici e avrei dovuto pagare una multa salatissima che probabilmente mi avrebbe rovinato.Chiudo con una ultima notizia: sotto questo regime è capitato che un immigrato clandestino che doveva essere espulso ma di fatto è rimasto qui, ha ricevuto dalle nostre autorità non un arresto con scorta alla frontiera, ma l'invito a recarsi in caserma dove gli sarebbe stata consegnata una letterina nella quale lo si sarebbe invitato a lasciare l'Italia, provalo a far tu negli altri paesi!Cmq io non voglio annoiare nessuno, non sto per nessun partito e sono amareggiato nel vedere le cose andare cosìGrazie a tutti per l'attenzioneP==================================Modificato dall'autore il 02/06/2004 10.46.41
          • wstar scrive:
            Re: Lettera aperta
            - errore di invioscusate==================================Modificato dall'autore il 02/06/2004 10.45.52
    • ladyblue scrive:
      Re: Lettera aperta
      Noi, che altro non siamo che un gruppo di amici, abbiamo pensato di fare questa richiesta: http://www.petitiononline.com/urbanid/petition.html Se ti piace l'idea unisciti a noi.ladyblue
  • Anonimo scrive:
    MAFIOSI!!!!!
    è questo che siete, o voi "abitanti" del popolo della rete.Se il padrino di turno non è d'accordo con qualcuno, lo minaccia e magari gli incendia la casa per fagli camibare idea.Voi, downloadori selvaggi, state utilizzando dei metodi MAFIOSI nei confronti di un ministro della Repubblica: vergogna!Ma non vi rendere conto che cosi' state mettendo in luce soltanto il lato negativo della rete? "Chi sono gli internauti?", chiederà un giorno un bambino alla madre. "Dei mafiosi picciotti che hanno voluto delegittimare un Ministro della nostra amata Repubblica.""E sono pericolosi?""Certo, lo erano, perchè poi sono stati spazzati via, come meritavano. Vieni, andiamo a comprare il cd di quell'artista che ti piace tanto. Vedi, se non avessero spazzato via quella spazzatura umana che erano gli scaricatori selvaggi, oggi non ci sarebbe più la musica, figlio mio..."Ecco una ricostruzione verosimile di una conversazione futura. Fuori dai piedi i LADRI INFORMATICI, coloro che usano mezzi MAFIOSI per incoraggiare la cosiddetta libertà di espressione, ma che in realtà non è altro che la libertà di RUBARE le cose di proprietà altrui.baciamo le mani, picciotti del P2P
    • trollenstein scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!
      si, è vero, è tutta colpa dei linari pinguinazzoli open sorci che vogliono tutto gratis, tutto gratis, tutto gratis!!!spazziamoli via dal mercato e il P2P sarà libero!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: MAFIOSI!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: MAFIOSI!!!!!
        - Scritto da: trollenstein
        si, è vero, è tutta colpa dei
        linari pinguinazzoli open sorci che vogliono
        tutto gratis, tutto gratis, tutto gratis!!!

        spazziamoli via dal mercato e il P2P
        sarà libero!!!!!!!ma finiscila di parlare e di postare delle cose inutili, specie di troll venuto male.ma la vuoi finire di occupare banda su internet? Ma vai a giocare con gli amichetti, prima che la mamma si arrabbia, e lascia gli adulti parlare di cose serie
        • Anonimo scrive:
          Re: MAFIOSI!!!!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: trollenstein

          si, è vero, è tutta colpa
          dei

          linari pinguinazzoli open sorci che
          vogliono

          tutto gratis, tutto gratis, tutto
          gratis!!!



          spazziamoli via dal mercato e il P2P

          sarà libero!!!!!!!

          ma finiscila di parlare e di postare delle
          cose inutili, specie di troll venuto male.

          ma la vuoi finire di occupare banda su
          internet? Ma vai a giocare con gli
          amichetti, prima che la mamma si arrabbia, e
          lascia gli adulti parlare di cose seriebasta con i troll da quattro soldi, finiamola con le trollate, cerchiamo di fare dei discorsi seri!
        • trollenstein scrive:
          Re: MAFIOSI!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      è questo che siete, o voi "abitanti"
      del popolo della rete.

      Se il padrino di turno non è
      d'accordo con qualcuno, lo minaccia e magari
      gli incendia la casa per fagli camibare
      idea.
      la storia insegna...
      Voi, downloadori selvaggi, state utilizzando
      dei metodi MAFIOSI nei confronti di un
      ministro della Repubblica: vergogna!
      Questo è grave, è un attacco di chiaro stile anarchico alle istituzioni fondanti la nostra repubblica.
      Ma non vi rendere conto che cosi' state
      mettendo in luce soltanto il lato negativo
      della rete?
      è vero, ci sono 1000 utenti "normali", ma di loro non si parla, si parla solo della pecora nera. grazie a voi, un giorno non avremo più internet.
      "Chi sono gli internauti?", chiederà
      un giorno un bambino alla madre.
      "Dei mafiosi picciotti che hanno voluto
      delegittimare un Ministro della nostra amata
      Repubblica."
      "E sono pericolosi?"
      "Certo, lo erano, perchè poi sono
      stati spazzati via, come meritavano. Vieni,
      andiamo a comprare il cd di quell'artista
      che ti piace tanto. Vedi, se non avessero
      spazzato via quella spazzatura umana che
      erano gli scaricatori selvaggi, oggi non ci
      sarebbe più la musica, figlio mio..."

      Ecco una ricostruzione verosimile di una
      conversazione futura. Fuori dai piedi i
      LADRI INFORMATICI, coloro che usano mezzi
      MAFIOSI per incoraggiare la cosiddetta
      libertà di espressione, ma che in
      realtà non è altro che la
      libertà di RUBARE le cose di
      proprietà altrui.
      Spassosissima la ricostruzione, la conservo, anzi se sei d'accordo la invio ai miei amici. Creperanno dalle risate!
      baciamo le mani, picciotti del P2Pa vossia!
      • Anonimo scrive:
        Re: MAFIOSI!!!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        è questo che siete, o voi
        "abitanti"

        del popolo della rete.



        Se il padrino di turno non è

        d'accordo con qualcuno, lo minaccia e
        magari

        gli incendia la casa per fagli camibare

        idea.



        la storia insegna...la storia insegna che grazie a quell'organizzazione che tutti si ostinano a chiamare MAFIA oggi la Sicilia è un paese ricco e sviluppato, che se si aspettava i Savoia col cavolo che i soldi arrivavano in sicilia.


        Voi, downloadori selvaggi, state
        utilizzando

        dei metodi MAFIOSI nei confronti di un

        ministro della Repubblica: vergogna!



        Questo è grave, è un attacco
        di chiaro stile anarchico alle istituzioni
        fondanti la nostra repubblica.
        Non si puo' criticare l'UNICO governo che nella storia d'Italia ha fatto DAVVERO l'interesse della gente, dei poveri, delle persone sfavorite dalla vita, che hanno ora per la prima volta nella loro vita la possibilità di RISCATTARSI: grazie al governo che è attualmente in carica.NON DIMENTICATELO!


        "Chi sono gli internauti?",
        chiederà

        un giorno un bambino alla madre.

        "Dei mafiosi picciotti che hanno voluto

        delegittimare un Ministro della nostra
        amata

        Repubblica."

        "E sono pericolosi?"

        "Certo, lo erano, perchè poi sono

        stati spazzati via, come meritavano.
        Vieni,

        andiamo a comprare il cd di
        quell'artista

        che ti piace tanto. Vedi, se non
        avessero

        spazzato via quella spazzatura umana che

        erano gli scaricatori selvaggi, oggi
        non ci

        sarebbe più la musica, figlio
        mio..."

        Monumentale!


        baciamo le mani, picciotti del P2P

        a vossia!salutammo
    • Anonimo scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!
      Visto che stai invocando il manganello e l'olio di ricino ti auguro di cuore di incontrarli presto.- Scritto da: Anonimo
      è questo che siete, o voi "abitanti"
      del popolo della rete.

      Se il padrino di turno non è
      d'accordo con qualcuno, lo minaccia e magari
      gli incendia la casa per fagli camibare
      idea.

      Voi, downloadori selvaggi, state utilizzando
      dei metodi MAFIOSI nei confronti di un
      ministro della Repubblica: vergogna!

      Ma non vi rendere conto che cosi' state
      mettendo in luce soltanto il lato negativo
      della rete?

      "Chi sono gli internauti?", chiederà
      un giorno un bambino alla madre.
      "Dei mafiosi picciotti che hanno voluto
      delegittimare un Ministro della nostra amata
      Repubblica."
      "E sono pericolosi?"
      "Certo, lo erano, perchè poi sono
      stati spazzati via, come meritavano. Vieni,
      andiamo a comprare il cd di quell'artista
      che ti piace tanto. Vedi, se non avessero
      spazzato via quella spazzatura umana che
      erano gli scaricatori selvaggi, oggi non ci
      sarebbe più la musica, figlio mio..."

      Ecco una ricostruzione verosimile di una
      conversazione futura. Fuori dai piedi i
      LADRI INFORMATICI, coloro che usano mezzi
      MAFIOSI per incoraggiare la cosiddetta
      libertà di espressione, ma che in
      realtà non è altro che la
      libertà di RUBARE le cose di
      proprietà altrui.

      baciamo le mani, picciotti del P2P
    • Anonimo scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!! e tu Fotocopi?
      Come ho gia scritto in un altro intervento, basta sostiture P2P. masterizzatori e software con le parole PRESTITO+ AUTOBUS, FOTOCOPIATRICE E LIBRO per capire che razza di polemica da deficienti si sta facendo!Farsi prestare un libro, andare in copisteria con l'autobus e fotocopiare un libro per andare in galera?E quei disgraziati piratoni, complici, guidatori di autobus che ti portano in copisteria? Q quei mammasantissima dei venditori di scanner o PEGGIO noleggiatori di fotocopiatrici che non segnalano l'attività illegale alla polizia?Ed infine il vero padrino: il boss della copisteria, che non fa neppure lo scontrino fiscale!!!!!Non parliamo poi dei veri pervertiti, quelli che fanno le fotocopie a colori di PLAYMAN!Insito, siamo in un mondo di deficenti, alcuni scrivono qui' altri fanno le commissioni sull'informatica e sulla rete!
    • Anonimo scrive:
      [OT] Do NOT feed the Troll please....
      Come da oggetto.( http://www.urban75.com/Mag/troll.html )
    • Anonimo scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!
      HAHAHAHAHAHAHAHAAAAAAAAHAHAHAHAHAAAAAAAAAAA.....ME STO' A SCOMPISCIA'vai a Zelig, lì si che hai un futuro, che ho l'impressione ti trovi maluccio nella vita reale ;)- Scritto da: Anonimo
      è questo che siete, o voi "abitanti"
      del popolo della rete.a proposito, ti informo che gli abitanti non abitano un popolo, ma un luogo :)

      Se il padrino di turno non è
      d'accordo con qualcuno, lo minaccia e magari
      gli incendia la casa per fagli camibare
      idea.

      Voi, downloadori selvaggi, state utilizzando
      dei metodi MAFIOSI nei confronti di un
      ministro della Repubblica: vergogna!ministro della repubblica?? e secondo te basta essere "ministro della repubblica" per diventare automaticamente una persona seria, intelligente e rispettabile???HAAAAAHAHAHAHAHAHAAAAAAHHHHHHAAAAAAAAA.....

      Ma non vi rendere conto che cosi' state
      mettendo in luce soltanto il lato negativo
      della rete?

      "Chi sono gli internauti?", chiederà
      un giorno un bambino alla madre.
      "Dei mafiosi picciotti che hanno voluto
      delegittimare un Ministro della nostra amata
      Repubblica."
      "E sono pericolosi?"
      "Certo, lo erano, perchè poi sono
      stati spazzati via, come meritavano. Vieni,
      andiamo a comprare il cd di quell'artista
      che ti piace tanto. Vedi, se non avessero
      spazzato via quella spazzatura umana che
      erano gli scaricatori selvaggi, oggi non ci
      sarebbe più la musica, figlio mio..."

      Ecco una ricostruzione verosimile di una
      conversazione futura. Fuori dai piedi i
      LADRI INFORMATICI, coloro che usano mezzi
      MAFIOSI per incoraggiare la cosiddetta
      libertà di espressione, ma che in
      realtà non è altro che la
      libertà di RUBARE le cose di
      proprietà altrui.

      baciamo le mani, picciotti del P2Pbravo, già che ci sei baciami anche il c........
    • Anonimo scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!

      CHIUNQUE puo' permettersi di spendere almeno
      100 - 150 euro al mese per musica - cinema,
      altrimenti sei proprio un pezzente!!!Certo, è risaputo che gli _studenti_ (dato che sono loro i maggiori acquirenti di musica e film) abbiano uno stipendio, fin dalla più tenera età. Ti rendi conto della colossale puttanata che hai appena scritto? Hai idea quante siano *300mila lire* in un mese? Magari in una famiglia monoreddito, dove già si fa fatica a far quadrare i conti di casa? Tu pensi che tutte le famiglie diano *70mila lire* di mancia settimanale ai propri figli?Ma voi "figli di papà" fate i furbi solo perchè tanto c'è paparino che sgancia i soldi? Bah, lasciamo perdere, sei scarsino anche come troll...
    • Pupix scrive:
      Re: MAFIOSI!!!!!

      Se non te lo puoi permettere (ne dubito,
      CHIUNQUE puo' permettersi di spendere almeno
      100 - 150 euro al mese per musica - cinema,
      altrimenti sei proprio un pezzente!!!),
      allora CICCIA, resti a casina tua e guardi
      Canale 5.Mi fai sinceramente pena:hai dato dei pezzenti a milioni di italiani che si spaccano il c**o lavorando.Non ho parole per definirti se non "poveretto", sul piano celebrale ovviamente.
      Questo è il mondo in cui viviamo.
      Puo' piacere o no, ma bisogna accettarlo
      cosi' com'è...
      Il mondo è così xkè c'è gente come te ...........
  • Anonimo scrive:
    Ekleptical???
  • Anonimo scrive:
    L'assordante silenzio degli AUTORI
    .... ho trovato questo intelligente pezzo su sto sito che c'ha pure la traduzione di Courtney Love sulla pirateria :)Ve ne riporto un pezzettinoQualcuno di voi ha sentito una qualsiasi voce sollevarsi da parte degli iperprotetti "Autori" contro le vessazioni cui vanno incontro i loro fan? Alzi la mano chi ha sentito dichiarare da qualcuno di tali "Artisti" cose del tipo: "E' una vergogna che qualcuno vada in galera a causa mia; semplicemente per avere voluto ascoltare via internet un mio brano o per aver voluto vedere un mio film. Da parte mia non consentirò mai una simile infamità."?http://www.hitparadeitalia.it/a_autori.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: L'assordante silenzio degli AUTORI
      io sono un cantautore e ti garantisco che la posizione degli artisti è molto semplice: se parlano le case discografiche non gli fanno più fare i dischi e poi queste vogliono che gli cedono i diritti...Prendetevela con i discografici!
  • Anonimo scrive:
    Cosa ne pensano i musicisti?
    Beh, date un occhiata voi stessi:www.subsonica.itAdoro questi ragazzi, sono bravi e hanno cervello.Meritano il loro successo e meritano il sostegno di tutti noi!
  • Anonimo scrive:
    Bisogna collaborare
    Salve, vorrei dire che non si dovrebbe solo protestare e dire sempre che tutto è sbagliato. Bisogna trovare soluzioni ai problemi, fare proposte per migliorare cio' che palesemente è ingiusto.La soluzione va trovata tra noi utenti, provider, governoNoi vogliamo navigare e scaricarci ogni tanto qualche mp3, i provider vogliono vendere sempre a + persone le connessioni a banda larga, il governo deve tutelare la legge e i diritti di enti e dei cittadini. Gli abbonamenti a banda larga costano ancora un'esagerazione, 35 euro medi al mese non vi sembrano troppi? se di questa cifra si utilizzasse una percentuale da devolvere per i diritti sui copyright (es 15%) ? In pratica pagheremmo tutti la stessa cifra, faremmo contenti i provider ugualmente (mica ci smenano) e faremmo contenti siae governo etc.. che dal p2p in questo modo guadagnerebbero pure loro..
  • Anonimo scrive:
    commento
  • Anonimo scrive:
    Affermazione del sig. Mazza
    Come riportato sull'articolo di P.I."C'è chi pensa di regalare musica gratis dalla rete per fini elettorali - ha affermato Mazza - ma purtroppo ci sono trattati internazionali da rispettare e il download per uso personale non esiste. Reato era e reato rimarrà".E come pensi di far punire il download per uso personale? Facendo rompere le gambe da "personale specializzato" a chi pratica il p2p?A laurà (troll) lobbista ($€)
  • Anonimo scrive:
    "Ricatto"?
    "Secondo Mazza, la presentazione delle modifiche equivale a quello che ha definito un ricatto"...che, come rovescio della medaglia, si chiama lobbismo delle majors nei confronti del governo, per farsi approvare leggi su misura, facendosi stanziare fondi ed usando le forze dell'ordine per tutelare i propri interessi. Caro Mazzo, per caso funziona solo a senso unico? Guarda caso il vostro, vero? "un baratto digitale non è altro che una primitiva forma di commercio fatta sulle spalle di altri"Certo, meglio un buon commercio evoluto, in regime di oligopolio con prezzi artificialmente gonfiati, sulle spalle dei consumatori, che tanto sono più robuste...Penoso; togli il biberon al lattante per farlo piangere!!!
  • vaizeman scrive:
    cambierà veramente qualcosa?
    Siamo veramente sicuri che le modifiche che forse verranno apportate alla legge cambieranno veramente qualcosa?Siamo sicuri che qualche sfigato tra noi utenti comuni di P2P (non a scopo di lucro) non venga svegliato una delle prossime afose mattine di agosto dai carabinieri o dalla guardia di finanza in relazione all'intercettazione del nostro ip in un'operazione intesa a stroncare il traffico di materiale protetto su internet? E una volta che le guardie abbiano constatato la presenza su supporti informatici di materiale "piratato" siete sicuri che basterà dire "non c'è problema signora guardia ne traggo solo profitto non lucro"?Il problema di fondo è che questa legge è stata fatta unicamente per colpire l'utente finale del P2P e non il pirata che rivende cd e dvd copiati.Il legislatore o chi per lui ha voluto colpire nel mucchio a causa della forte espansione della banda larga che permette a chiunque di scaricare ciò che vuole da Internet.E' chiaro che Mazza della FIMI si inc**zi perchè la legge nella sua ottica deve costringere il consumatore a consumare nella giusta direzione. A Mazza non giene importa na Mazza del pirata che vende i DVD o i cd copiati in quanto questi ultimi sono molto più difficili da reperire di un account ADSL a 640 Kb/s.
    • ladyblue scrive:
      Re: cambierà veramente qualcosa?
      Anche noi abbiamo gli stessi dubbi e vogliamo portare al Palazzo la nostra richiesta informale:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=644658se ti piace unisciti a noiladyblue
  • alexl79 scrive:
    Mercato ingiusto
    Sono contento di quello che é successo. Almeno una volta, la classe politica, ha fatto valere la voce del popolo.Ma poi, riflettendo, mi chiedo, quali saranno state le vere ragioni per cui si é deciso di cambiare una legge, se questa, giá dalle prime ore dall'approvazione, riscuoteva il risultato desiderato?Non é che dietro tutto c'é lo zampino dei gestori delle telecomunicazioni? Loro si che potevano rimetterci le penne!! non come il mercato discografico che é da sempre dilaniato dai pirati e, nonostante tutto, ancora continua ad esistere.In effetti, chi comprerebbe un abbonamento ADSL a 1024 Kbps per scaricare solo la posta o consultare qualche sito web? per questo va benissimo anche una semplice connessione dial up.Mi domano un'altra cosa, perché, invece di applicare leggi su tutto quello che contorna ( o meglio minaccia) il mercato discografico, non si decidono ad applicare una legge che, in qualche modo, faccia scendere il prezzo dei CD e dei DVD?In questo modo sono sicurissimo che gli utenti potranno fare a meno delle copie pirata!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mercato ingiusto
      Perchè i cantanti sono tutti dei falsi ipocriti attaccati ai soldi!Loro dicono che i soldi dei CD servono a fare investimenti per far crescere i piccoli cantanti emergenti... Pero' intanto 5 Milioni di euro Ramazzotti li prende eh? Quindi perchè magari lui non ne prendo solo 500.000 di euro all'anno (che sono gia' troppi!!!) e gli altri li mette a disposizione di questi benedetti investimenti?E poi emergenti cosa? Caparezza? Che canta canzoni comuniste senza senso? Bha!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mercato ingiusto
        - Scritto da: Anonimo
        E poi emergenti cosa? Caparezza? Che canta
        canzoni comuniste senza senso? Bha!Ecco uno che dal tunnel non ci uscirà presto ;)
  • condor63 scrive:
    Da che pulpito...
    ...viene la predica: "C'è chi pensa di regalare musica gratis dalla rete per fini elettorali - ha affermato Mazza - ma purtroppo ci sono trattati internazionali da rispettare e il download per uso personale non esiste. Reato era e reato rimarrà". quando essi stessi, in passato, sono stati riconosciuti colpevoli (e quindi legalmente perseguiti) per aver commesso LORO STESSI un reato).Consigli a tutti la lettura del seguente testo:http://www.diritto.it/articoli/civile/lordi.htmlUtile anche per chi vuole farsi un'idea di come vengono ripartite le varie percentuali che contribuiscono all'assurdo prezzo finale dei CD musicali.:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che pulpito...

      Consigli a tutti la lettura del seguente
      testo:
      www.diritto.it/articoli/civile/lordi.html Incredibile, un cd "vero" costa 2500 lire, finito e imballato e le parole dell'antitrust che li ha multati nel 1997 sono: "l'esistenza di una pirateria di dimensioni inusitate rispetto agli altri paesi europei è dovuta al concorrere di più fattori, tra i quali il prezzo." (su cui infatti fanno cartello per non abbassarlo)E dal 1997 a ora i prezzi dei cd sono aumentati a dismisura, mentre il potere d'acquisto italiota NO... Complimenti alle major e alla loro ingordigia :@ se vogliono chiudere baracca è la strada giusta :D
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Da che pulpito...
      grazie per le infoquanto riportato dal link che hai postato lo userò sicuramente in qualche mail che ho intenzione di mandare a chi, se anche non le leggerà mai, comunque se le merita e i dati in esso contenuti li userò per qualche letterina al direttore da far pubblicare su quotidiani e riviste.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che pulpito...
      - Scritto da: condor63
      ...viene la predica:

      "C'è chi pensa di regalare musica
      gratis dalla rete per fini elettorali - ha
      affermato Mazza - ma purtroppo ci sono
      trattati internazionali da rispettare e il
      download per uso personale non esiste. Reato
      era e reato rimarrà". Che dire..... reato non era, casomai illecito amminsitrativo che e' una cosa ben diversa. La campagna di criminalizzazione psicologica non funziona, e' tardi :)E' inutile parlare di reato, ladri, criminali, pirati, furto ecc.. ecc: la questione non viene cosi' percepita dalla societa'."Reato rimarra' ?" Da quando un singolo privato svolge le funzioni del legislatore ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Da che pulpito...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: condor63

        ...viene la predica:



        "C'è chi pensa di regalare musica

        gratis dalla rete per fini elettorali -
        ha

        affermato Mazza - ma purtroppo ci sono

        trattati internazionali da rispettare e
        il

        download per uso personale non esiste.
        Reato

        era e reato rimarrà".

        Che dire..... reato non era, casomai
        illecito amminsitrativo che e' una cosa ben
        diversa. La campagna di criminalizzazione
        psicologica non funziona, e' tardi :)
        E' inutile parlare di reato, ladri,
        criminali, pirati, furto ecc.. ecc: la
        questione non viene cosi' percepita dalla
        societa'.
        "Reato rimarra' ?" Da quando un singolo
        privato svolge le funzioni del legislatore
        ?
        E? un uomo finito....lasciatelo perdere...non sa piu' che fare e quando uno sbotta e spara parole sensa senzo peggio di quelle che ha sparato per ilr esto della sua vita significa che sente la fine vicina...caro Mazza...tra poco sarai a vendere i cd sul Rettifilo
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che pulpito...
      Azz... il '97!Ricordavo perfettamente quella multa dell'antitrust ( e ne avevo accennato in un qualche post su questo forum), ma credevo risalisse più o meno al 2000.Si invecchia ragazzi miei, si invecchia!:
  • Anonimo scrive:
    Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
    faccio un esempio con dati del 2000125 milioni cd vergini immessi sul mercatoquindi 125000000*0.29 ( tassa ) = 36250000 ?soldini che la SIAE si prendere solo dai supporti vergini!!Questo nel 2000 con poca diffusione del P2P .Secondo voi questa cifra ad oggi ha quanto può ammontare??Tenendo conto che il bilancio della sia di quest'anno è di 365 ml di ? beh una bella mano direi solo dei cd vergini nn mettendo in mezzo i masterizzatori( 3% sul prezzo) e DVD ( che la tasse e di 0.87 cent) !!Nn contanto tutti gli introiti che arrivano dalle discoteche etc..etc..etcSecondo voi nn è già abbastanza coperta?? 8)Sapete come funziona la ripartizione dei proventi agli autori e chi la gestisce??Cerchiamo un dialogo ...... ciao pinius
    • allanon scrive:
      Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
      Io so come funziona la ripartizione degli acquisti dei miei CD vergini: in parte al governo tedesco sotto forma di tasse, in parte ai produttori di supporti in quando comro su www.nierle.de oppure su dvd-italia.de.Peccato che chi ci governa in italia sia così idiota
      • lorenzaccio scrive:
        Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergi
        Bravo. Anch'io.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
        - Scritto da: allanon
        Io so come funziona la ripartizione degli
        acquisti dei miei CD vergini: in parte al
        governo tedesco sotto forma di tasse, in
        parte ai produttori di supporti in quando
        comro su www.nierle.de oppure su
        dvd-italia.de.

        Peccato che chi ci governa in italia sia
        così idiota.. io ci aggiungerei "da lamentarsi che l'economia non gira".....
    • proust scrive:
      Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
      - Scritto da: Anonimo
      faccio un esempio con dati del 2000

      125 milioni cd vergini immessi sul mercato

      quindi 125000000*0.29 ( tassa ) = 36250000 ?

      soldini che la SIAE si prendere solo dai
      supporti vergini!!

      Questo nel 2000 con poca diffusione del P2P .

      Secondo voi questa cifra ad oggi ha quanto
      può ammontare??
      Tenendo conto che il bilancio della sia di
      quest'anno è di 365 ml di ? beh una
      bella mano direi solo dei cd vergini nn
      mettendo in mezzo i masterizzatori( 3% sul
      prezzo) e DVD     ( che
      la tasse e di 0.87 cent) !!
      Nn contanto tutti gli introiti che arrivano
      dalle discoteche etc..etc..etcScusa,ma quali sono le fonti dei tuoi dati?Sono attendibili?La Siae sembrerebbe troppo ingorda...guadagna senza fare niente di efficacemente utile agli utenti finali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergi
        qualcosa di utile per l'utente ? ma quando mai ? devono comprarsi la villa con piscina, la ferrari e pagarsi un paio d'amanti. ecco dove vanno i soldi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergi
          - Scritto da: Anonimo
          qualcosa di utile per l'utente ? ma quando
          mai ? devono comprarsi la villa con piscina,
          la ferrari e pagarsi un paio d'amanti. ecco
          dove vanno i soldi.Un paio di centinaia. Senza considerare la polverina magica...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
        proust le percentuali su masterizzatori, cd, dvd sono LEGGI belle è scritte , la quota dei cd immessi nel 2000 ho trovato il dato su internet ( sole 24 h ) !!facendo due calcoli bene o male sono queste le cifre........poi c'è tutto un discorso di ridistribuzione... etc etc etc.....Stanno in crisi perchè se prima riuscivano a rubare 10 adesso 5 nn gli bastano + e con qualcuno se la devono prendere.....;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto guadagna la SIAE dai Cd vergini??
      - Scritto da: Anonimo
      faccio un esempio con dati del 2000

      125 milioni cd vergini immessi sul mercato

      quindi 125000000*0.29 ( tassa ) = 36250000 ?

      soldini che la SIAE si prendere solo dai
      supporti vergini!!

      Questo nel 2000 con poca diffusione del P2P .

      Secondo voi questa cifra ad oggi ha quanto
      può ammontare??
      Tenendo conto che il bilancio della sia di
      quest'anno è di 365 ml di ? beh una
      bella mano direi solo dei cd vergini nn
      mettendo in mezzo i masterizzatori( 3% sul
      prezzo) e DVD     ( che
      la tasse e di 0.87 cent) !!
      Nn contanto tutti gli introiti che arrivano
      dalle discoteche etc..etc..etc

      Secondo voi nn è già
      abbastanza coperta?? 8)
      Il problema è che alla loro ingordigia sembra che non ci sia limite...purtroppo!!!:@:@:@
    • Anonimo scrive:
      Come funziona la SIAE: Rai Report
      - Scritto da: Anonimo
      [...]
      Sapete come funziona la ripartizione dei
      proventi agli autori e chi la gestisce??

      Cerchiamo un dialogo ...... ciao piniushttp://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82Non commento, dico solo che il servizio è precedente alle imposte su CD e compagnia bella.
  • Anonimo scrive:
    ATTENZIONE !!
    Attenzione, non ci cascate. Questa e' tutta propaganda politica.Dimenticate forse che tra una decina di giorni ci sono le elezioni.:|
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENZIONE !!
      - Scritto da: Anonimo
      Attenzione, non ci cascate. Questa e' tutta
      propaganda politica.
      Dimenticate forse che tra una decina di
      giorni ci sono le elezioni.

      :|beh, se vogliono il mio voto si devono sbrigare in questi 10 giorni allora.
  • Anonimo scrive:
    Ecco perchè ora P2P piu' che mai...
    ?C?e solo una risposta alla pirateria: abbassare il prezzo dei CD.?In un mondo ideale tutto sarebbe gratis. Gli artisti non avrebbero bisogno di soldi per comprare strumenti. Le case discografiche non investirebbero soldi nelle registrazioni. Grafici e rivenditori regalerebbero il loro tempo e i talent scouts non avrebbero alcun costo. Ma soprattutto, le tasse no esisterebbero. Ma dobbiamo affrontare la verità, questo è il mondo reale. Questo è quello che scrivono gli IPOCRITI sul sito pro-music.it.Peccato pero' che io, che sono un Lavoratore, non un cantantucolo che fa quattro caxxo di canzoni, devo comunque comprarmi gli strumenti di lavoro (computers e simili), pagarmi la macchina (benzina, usura, riparazioni...), pagare il mutuo, pagare le tasse, ed il mio datore di lavoro mica mi fa contratti da 10 Milioni di euro all'anno!!!Se viviamo noi con 1000 euro al mese (se non di meno) possono benissivo vivere pure gli artisti, se no che gli strumenti e le cazzate varie che se li comprino da se, visto che guadagnano miliardi di vecchie lire, senza far spendere a noi 20 euro a CD (nds: Ultimo CD di Max Pezzali 22,50 euro!!!)Cerchiamo di capirci va...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco perchè ora P2P piu' che mai...
      perchè......Max Pezzali mò canta pure..................? capisco (ma non accetto) spendere 20 euro per gli U2mi sa di presa in giro bella evidente
  • Anonimo scrive:
    E adesso prendetevela con.....
    http://www.pro-music.itquesto e' il sito prodotto dalla Fimi a cui appartiene Mazza, controllato dalle multinazionali della musica (che di italiano hanno ben poco) e che vende musica online a prezzi comparabili con quelli stampati, che non puo' reggere la concorrenza p2p legalizzata o non legalizzata, motivo per cui le multinazionali hanno chiesto che il p2p venga pesantemente punito.Ecco la considerazione che hanno di internet, un'altra fonte di guadagno e nulla di piu'........... .e i netstrike li hanno fatti contro il sito del ministro che sta realmente dimostrando di venirci incontro.......
    • Anonimo scrive:
      Re: E adesso prendetevela con.....
      io mi domando come mai nel netstrike non hanno preso dentro siae fimi fapav promusic e tutto il resto...
  • Anonimo scrive:
    il paese dalle leggi inapplicabili
    è di oggi la notizia che la famigerata legge Bossi-Fini non funziona e che i giudici vista la gran mole di immigrati che giungno nel nostro paese sono costretti a trovare soluzioni di patteggiamento, che nei fatti lasciano a piede libero coloro che dovrebbero essere reimpatriati.E' un esempio di come i signori del governo scrivano le leggi con i piedi...figuriamoci quindi se il decreto Urbani, partorito da menti che nulla sanno e nulla capiscono delle nuove tecnologie, sia uno strumento in grado realmente di avere una qualche efficacia. Ma figuriamoci...certo nulla toglie che sia un provvedimento stupido e gravemente lesivo della privacy e che in prospettiva indichi un pericoloso cambiamento di rotta da parte dei potenti rispetto a un mezzo di comunicazione come internet, ma sinceramente, vista la repubblica delle Banane in cui viviamo mi sento di poter dire che possiamo dormire fra due guanciali....
  • Anonimo scrive:
    [OT] Noi Verdi di qua, noi verdi di là..
    Sappiate che non vi voterò MAI.Apprezzo quello che ha fatto Cortiana, ma i Verdi hanno fatto troppe stro**ate in questi anni.Le frane, gli incendi, le inondazioni sono tutta causa loro, ad esempio. Perché? Perché non si possono più pulire i boschi dalla legna secca.Poi leggi assurde, come quella di liberare vipere e lupi nei boschi per "ripristinare la fauna". Ma scherziamo?Al mio paese non si è potuto pulire il letto del fiume dai massi e dalle canne perché i Verdi lo hanno proibito, poi è piovuto e mi sono ritrovato la casa allagata. Perché non si prendono le loro responsabilità?
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Noi Verdi di qua, noi verdi di là..
      - Scritto da: Anonimo
      Sappiate che non vi voterò MAI.
      Apprezzo quello che ha fatto Cortiana, ma i
      Verdi hanno fatto troppe stro**ate in questi
      anni.
      Le frane, gli incendi, le inondazioni sono
      tutta causa loro, ad esempio. Perché?
      Perché non si possono più
      pulire i boschi dalla legna secca.
      Poi leggi assurde, come quella di liberare
      vipere e lupi nei boschi per "ripristinare
      la fauna". Ma scherziamo?
      Al mio paese non si è potuto pulire
      il letto del fiume dai massi e dalle canne
      perché i Verdi lo hanno proibito, poi
      è piovuto e mi sono ritrovato la casa
      allagata. Perché non si prendono le
      loro responsabilità?c'e' gente che si scandalizza del fatto che stiamo in iraq a diferendere il petrolio , ma poi quando vanno a fare il pieno, s'incaxxano se trovano il prezzo aumentato....scandalizzatevi per i milioni di bambini che vengono lasciati a morire di fame con sofferenze di anni e anni....ah, e' vero...quei bambini non hanno voce, non possono lamentarsi e non sono "sfruttabili" politicamente per i propri interessiLa politica segue sempre gli interessi che reputa possano dargli maggiori voti (o vantaggi)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Noi Verdi di qua, noi verdi di là..
      - Scritto da: Anonimo
      Sappiate che non vi voterò MAI.
      Apprezzo quello che ha fatto Cortiana, ma i
      Verdi hanno fatto troppe stro**ate in questi
      anni.
      Le frane, gli incendi, le inondazioni sono
      tutta causa loro, ad esempio. Perché?
      Perché non si possono più
      pulire i boschi dalla legna secca.
      Poi leggi assurde, come quella di liberare
      vipere e lupi nei boschi per "ripristinare
      la fauna". Ma scherziamo?
      Al mio paese non si è potuto pulire
      il letto del fiume dai massi e dalle canne
      perché i Verdi lo hanno proibito, poi
      è piovuto e mi sono ritrovato la casa
      allagata. Perché non si prendono le
      loro responsabilità?c'e' gente che si scandalizza del fatto che stiamo in iraq a diferendere il petrolio , ma poi quando vanno a fare il pieno, s'incaxxano se trovano il prezzo aumentato....scandalizzatevi per i milioni di bambini che vengono lasciati a morire di fame con sofferenze di anni e anni....ah, e' vero...quei bambini non hanno voce, non possono lamentarsi e non sono "sfruttabili" politicamente per i propri interessiLa politica segue sempre gli interessi che reputa possano dargli maggiori voti (o vantaggi)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Noi Verdi di qua, noi verdi di là..
      - Scritto da: Anonimo
      Sappiate che non vi voterò MAI.
      Apprezzo quello che ha fatto Cortiana, ma i
      Verdi hanno fatto troppe stro**ate in questi
      anni.
      Le frane, gli incendi, le inondazioni sono
      tutta causa loro, ad esempio. Perché?
      Perché non si possono più
      pulire i boschi dalla legna secca.
      Poi leggi assurde, come quella di liberare
      vipere e lupi nei boschi per "ripristinare
      la fauna". Ma scherziamo?
      Al mio paese non si è potuto pulire
      il letto del fiume dai massi e dalle canne
      perché i Verdi lo hanno proibito, poi
      è piovuto e mi sono ritrovato la casa
      allagata. Perché non si prendono le
      loro responsabilità?Non prendertela solo con loro! Le frane non sono colpa di chi impedisce la raccolta di legna secca, ma di chi disbosca dissennatamente per costruire e alla prima pioggia seria, dato che non ci sono radici di alberi che trattengono il terreno le frane sono cosa normale....I fiumi non solo si possono pulire, ma è obbligo di legge tenerli puliti! Se poi questo non viene fatto portando come scusa il non distruggere la natura è un problema degli amministratori pubblici che non fanno il loro dovere!Ricordati che un fatto è la salvaguardia della natura, un altro è il non fare le cose minime per aiutare la natura a NON creare danni.
  • Anonimo scrive:
    colpire nel portafoglio
    Il netstrike o lo sciopero di un giorno possono avere un certo effetto mediatico ma poi finisce li.Le major hanno paura che con internet si venda di meno, la siae ha paura di incassare di meno... bene allora colpiamoli dove hanno veramente paura.Non per un giorno, non per un mese ma almeno per tre mesi (visto che i bilanci per qualcuno sono trimestrali) smettiamo di comprare CD, DVD, giochi, etc... oppure compriamo via internet (a meno), come ad esempio su www.cd-wow.com.hk.Facciamo crollare le vendite per 3 mesi e forse qualcuno capirà. Almeno posso dire che con internet prima poteva provare un prodotto scaricando qualche brano e valutare un CD prima di spendere 18 euro. Adesso mi toccherebbe comprare a scatola chiusa e magare beccare un cesso, a queste condizioni di sicuro non compro.
  • Anonimo scrive:
    in questo mondo di ladri
    persino un ministro onesto come urbani che sognava di perseguire il furto sistematico di opere di ingegno si e' dovuto piegare .. la pirateria non si sconfigge con 2 multe, ci vogliono sequestri e carcere per i recidivi. Gia' immagino una manica di ragazzini analfabeti, grassi e bavosi gridare vittoria e riprendere il saccheggio di opere che hanno richiesto anni di sacrifici, genitori buoni solo a piangersi addosso, dopo aver buttato soldi in sigarette, la macchina nuova, vestiti firmati decidono improvvisamente di risparmiare sui film e la musica rubandoli in rete.Non cambiate la legge!!
    • Anonimo scrive:
      Re: in questo mondo di ladri
      (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: in questo mondo di ladri
      (troll)^(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: in questo mondo di ladri
      (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
    • Anonimo scrive:
      [OT] Do NOT feed the Troll please....
      come da oggetto....( http://www.urban75.com/Mag/troll.html )
    • Anonimo scrive:
      Per un trolling di qualità ...
      Come da oggettohttp://www.bynoi.com
  • Anonimo scrive:
    Mmmmmmmmmmm
    Se provoco il mal di stomaco a certi lettori, mi dispiace, ma qui sono libera di dire quello che penso senza prosopopea, sono sempre disponibile a prendere in considerazione gli altri e ricredermi. Non credo alle promesse di questo governo. Approveranno la modifica della legge prima delle elezioni europee.?? mmmmmmmmmL?industria discografica ha il potere del denaro e certamente non starà a guardare il governo che fa marcia indietro mentre qualche giorno fa presentava dati che mostravano che erano nella strada giusta e finalmente il file sharing andava verso il declino: http://punto-informatico.it/p.asp?i=48341:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Mmmmmmmmmmm

      Non credo alle promesse di questo governo.
      Approveranno la modifica della legge prima
      delle elezioni europee.?? mmmmmmmmmGuarda che non l'hanno mai detto.... Anzi dicono dopo le elezioni...
      L?industria discografica ha il potere del
      denaro e certamente non starà a
      guardare il governo che fa marcia indietroQuesto è da vedere: talvolta incaponirsi troppo porta al proprio male invece che al proprio bene...E se poi volessero fare qualcosa di buono che abbassassero i prezzi una volta per tutte!!!
      mentre qualche giorno fa presentava dati
      che mostravano che erano nella strada giusta
      e finalmente il file sharing andava verso
      il declino:    Quelli sono dati scritti da chi e raccolti come? Lo dicono loro che scende l'uso del p2p!Frequento gruppi di scambio da anni ormai e ogni giorno arriva il tipo nuovo che ha appena messo FW o ADSL eh ha bisogno di sapere come fare a scaricare... quindi che non ci vengano a raccontare caxxate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mmmmmmmmmmm
        - Scritto da: Anonimo


        Non credo alle promesse di questo
        governo.

        Approveranno la modifica della legge
        prima

        delle elezioni europee.?? mmmmmmmmm

        Guarda che non l'hanno mai detto.... Anzi
        dicono dopo le elezioni...
        Chi ha detto dopo le elezioni???leggi qui http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/05_Maggio/30/legge_urbani.shtml---------:)
        • Anonimo scrive:
          Re: Mmmmmmmmmmm
          sul forum di cortiana sono scritte le probabili date di proposta in commissione e discussione alle camere.tempo stimato per la ratificazione delle modifiche: entro fine lugliocon i dovuti dubbi ovviamenteciaojvit
        • Anonimo scrive:
          Re: Mmmmmmmmmmm
          - Scritto da: nessuno53
          .


          Approveranno la modifica della
          legge

          prima


          delle elezioni europee.?? mmmmmmmmmL'italiano è una bella lingua.... per me questo vuol dire "prima delle elezioni europee"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mmmmmmmmmmm
      Lo sharing è in declino a causa del fucile che ci hanno puntanto contro.. Ci siamo mossi in massa e hanno valutato il fatto che gli utenti che non scaricano più (migliaia e migliaia) erano potenziali elettori!! quindi abbiamo preso il fucile e lo abbiamo rivolto contro di loro.. La legge va solo rivista.. era illegale scaricare prima (file di qualità molto bassa tengo a precisare)ma lo si faceva lo stesso perchè le sanzioni non erano così drastiche... credo che illegale sia vendere ciò che si scarica... non condividerlo.. Ora hanno paura di aver perso molti voti et voila dietrofront (spero)..La cambieranno la legge vedrai...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mmmmmmmmmmm
        Ora hanno paura di aver perso
        molti voti et voila dietrofront (spero).si... i voti di milioni di 16enni brufolosi.Raga, ci dobbiamo dare una ridimensionata, non siano così importanti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mmmmmmmmmmm
          beh in fondo anche loro hanno genitori che votano e come....e non credo gradiscano la possibilità di sanzioni penali per i propri figli brufolosi che hanno scaricato 2 mp3 o l'ultima gag di zelig....
        • Anonimo scrive:
          Re: Mmmmmmmmmmm
          siamo importanti come lo è ogni goccia nel mare.genitori, amici, parenti formano una catena che anche se parte da un 16enne raggiunge persone che razionalizzano e capiscono che nn è solo la lotta al p2p o alla pirateria l'argomento cardine. è la lotta per i propri diritti di cittadini che ogni giorno lavorano e sputano sangue per vivere.chi di voi si ricorda del prelievo del 6per 1000 dal conto bancario di ciascuno di noi?un salutojvit
    • Anonimo scrive:
      Re: Mmmmmmmmmmm
      - Scritto da: nessuno53
      Se provoco il mal di stomaco a certi
      lettori, mi dispiace, ma qui sono libera di
      dire quello che penso senza prosopopea,
      sono sempre disponibile a prendere in
      considerazione gli altri e ricredermi.
      Non credo alle promesse di questo governo.
      Approveranno la modifica della legge prima
      delle elezioni europee.?? mmmmmmmmm
      L?industria discografica ha il potere del
      denaro e certamente non starà a
      guardare il governo che fa marcia indietro
      mentre qualche giorno fa presentava dati
      che mostravano che erano nella strada giusta
      e finalmente il file sharing andava verso
      il
      declino:    punto-informa
      :oNon e' che tu non abbia ragione!In sostanza credo che tutti ci aspettiamo che "tornino alla carica".Al momento pero' siamo sotto elezioni e gli tocca leccarsi le ferite mandando giu' il rospo!E' pero' vero che la prossima volta dovranno confrontarsi col fatto che ci sono dei precedenti che non potranno ignorareSaluti.P.S. '53 anche io ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mmmmmmmmmmm
      Non stiamo parlando di pensioni o di tasse, dove certamente la propaganda politica avrebbe + peso (e + senso), ma solo di file sharing. Quindi escludo manovre del governo per recuperare consensi ( per lo più di minorenni!!! ) in vista di elezioni europee ( di cui non si frega nessuno ).Detto questo, e nella convizione che questo governo mi abbia risolto qualsiasi problema di stitichezza, vi dico che secondo me la legge è stata approvata così com'era solo perchè non c'era il tempo sufficiente di modifcarla nei punti, per noi e per fiorello, CHIAVE. Come sicuramente sapete se una legge non viene approvata nel tempo stabilito essa non può + essere riproposta.Resto in speranzosa attesa delle modifiche promesse. Ma mi sembra che gli auspici siano buoni.salut
  • Anonimo scrive:
    Folena Buffone .....
    .... prima vi astenete sul voto ...... poi provi soddisfazione .... bello gioire x il lavoro degli altri .......non ho parole ...... :@
  • Baruch scrive:
    Sveglia, ci sono le elezioni...
    ...in tutta sincerita' non credo ad una miracolosa "conversione" di Urbani. Nonostante le pressioni di utenti e provider.Perche' questa magnanimita' improvvisa? Votiamo bene gente, se no rischiamo di rimanere al buio per anni a venire.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
      - Scritto da: Baruch
      ...in tutta sincerita' non credo ad una
      miracolosa "conversione" di Urbani.
      Nonostante le pressioni di utenti e
      provider.

      Perche' questa magnanimita' improvvisa?
      Votiamo bene gente, se no rischiamo di
      rimanere al buio per anni a venire.

      Ciao

      queste sono elezioni europee non politiche!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
        inveceha ragione, anche se le lezioni sono europee, i nostri politici partecipano, e non credere che un voto dato bene non conti....se a queste elezioni la maggioranza non prende abbastanza voti, si potrebbe anche rischiare una crisi di governo, e io ci spero tanto.adesso come adesso, almeno tutti i sottoscrittori della petizione (piu' di 30000) per coerenza non dovrebbero votoare per chi li ha castigati, ma per chi ha dimostrato di volerli aiutare..altrimenti....beh poi non ci lamentiamo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
          io il mio voto lo do a cortiana e hai verdi, sia alle europee, che alle provinciali....tanto non ho fiducia piu' in nessun altro..
          • Anonimo scrive:
            Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
            ma quando mai c'è stata una pressione dei providerhanno reclamato solo per nondover fare i poliziotti( che era uguale a nuovi costi) ma del resto se ne sonofregati altamente, anzi alla mia mail di promessa di disdetta hanno risposto con una mail circolare di minaccia ... facendo riferimento al DL (bada bene al DL e non alla legge) che loro intendono rispettare
          • Anonimo scrive:
            Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
            - Scritto da: Anonimo
            ma quando mai c'è stata una pressione
            dei provider
            hanno reclamato solo per nondover fare i
            poliziotti
            ( che era uguale a nuovi costi) ma del resto
            se ne sono
            fregati altamente, anzi alla mia mail di
            promessa di
            disdetta hanno risposto con una mail
            circolare di
            minaccia ... facendo riferimento al DL (bada
            bene al DL
            e non alla legge) che loro intendono
            rispettareMotivo in più per bastonare elettoralmente questa diarrea di maggioranza (sarò icsato, ma non ho termini più gentili per qualificarla. Forse "scorreggia di maggioranza" ...)
        • Mariobusy scrive:
          Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
          - Scritto da: Anonimo
          inveceha ragione, anche se le lezioni sono
          europee, i nostri politici partecipano, e
          non credere che un voto dato bene non
          conti....se a queste elezioni la maggioranza
          non prende abbastanza voti, si potrebbe
          anche rischiare una crisi di governo, e io
          ci spero tanto.
          adesso come adesso, almeno tutti i
          sottoscrittori della petizione (piu' di
          30000) per coerenza non dovrebbero votoare
          per chi li ha castigati, ma per chi ha
          dimostrato di volerli aiutare..
          altrimenti....beh poi non ci lamentiamo...Concordo perfettamente!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Baruch

        ...in tutta sincerita' non credo ad una

        miracolosa "conversione" di Urbani.

        Nonostante le pressioni di utenti e

        provider.



        Perche' questa magnanimita' improvvisa?

        Votiamo bene gente, se no rischiamo di

        rimanere al buio per anni a venire.



        Ciao





        queste sono elezioni europee non politiche!
        Anche se non politiche sai che smacco per qualcuno!!!! Non per niente ha detto di non votare per i partiti + piccoli (ergo per il suo!!!)Manco per sogno!!!:D:D:D
    • Mariobusy scrive:
      Re: Sveglia, ci sono le elezioni...
      - Scritto da: Baruch
      ...in tutta sincerita' non credo ad una
      miracolosa "conversione" di Urbani.
      Nonostante le pressioni di utenti e
      provider.

      Perche' questa magnanimita' improvvisa?
      Votiamo bene gente, se no rischiamo di
      rimanere al buio per anni a venire.

      CiaoConcordo in pieno con te, Baruch Espinoza! *_^E' evidente che sia solo una manovra propagandisticaper riconquistare i voti persi con le assurde leggi di Giuliano Urbani (ideologo di Forza Italia se non erro...?)Hanno passato veramente il punto del non ritorno.Basta!Chi sbaglia deve pagare senza prendere ulteriolmente per i fondelli.
  • Anonimo scrive:
    DImenticate troppo presto
    Vi ricordate della famosa tassa sui cd di 0,23 e sui dvd di 0,87 che han fatto impennare il costo di tali supporti?A me non è ancora andata giu e la trovo MOLTO più incostituzionale del decreto urbani.. in quanto ha duplicato se non triplicato il prezzo di cd e dvd... perchè non facciamo battaglie anche per quello?
    • Anonimo scrive:
      Re: DImenticate troppo presto
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordate della famosa tassa sui cd di
      0,23 e sui dvd di 0,87 che han fatto
      impennare il costo di tali supporti?
      A me non è ancora andata giu e la
      trovo MOLTO più incostituzionale del
      decreto urbani.. in quanto ha duplicato se
      non triplicato il prezzo di cd e dvd...
      perchè non facciamo battaglie anche
      per quello?Adesso non facciamo gli "sboroni" :-)Continuiamo con logica e coerenza:Sciopero e propaganda per sensibilizzare amici e conoscenti per quanto riguarda il prezzo di cd e cinema.Questo che ho trovato, ha un fondamento, riscontrosu altri siti?-- Erotua
      • Anonimo scrive:
        Re: DImenticate troppo presto

        Questo che ho trovato, ha un fondamento,
        riscontro
        su altri siti?Oops, partito un colpo :-)il sito che ho trovato e'http://utenti.lycos.it/cplu/index.htm -- Erotua
    • ryoga scrive:
      Re: DImenticate troppo presto
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordate della famosa tassa sui cd di
      0,23 e sui dvd di 0,87 che han fatto
      impennare il costo di tali supporti?
      A me non è ancora andata giu e la
      trovo MOLTO più incostituzionale del
      decreto urbani.. in quanto ha duplicato se
      non triplicato il prezzo di cd e dvd...
      perchè non facciamo battaglie anche
      per quello?Una cosa alla volta.Comunque per il momento dobbiamo combattere contro la IPERpenalizzazione verso reati informatici.Finire in galera per aver scaricato un file ( via p2p o via web ), è un qualcosa di assurdo, quando in giro c'e' gente che ha ammazzato e non s'e' fatto neanche 1 mese di carcere.Per quanto riguarda i cd, ti consiglio di acquistare un pacco da 100 in Germania.Il mio ultimo acquisto di cd vuoti risale a Natale scorso ( presi 30 cd ) e per il momento ne ho ancora 10 ( i backup non si fanno mica tutti i giorni ).Ciao :)
    • Anonimo scrive:
      hai ragione
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordate della famosa tassa sui cd di
      0,23 e sui dvd di 0,87 che han fatto
      impennare il costo di tali supporti?
      A me non è ancora andata giu e la
      trovo MOLTO più incostituzionale del
      decreto urbani.. in quanto ha duplicato se
      non triplicato il prezzo di cd e dvd...
      perchè non facciamo battaglie anche
      per quello?e' un nuovo modo di fare protesta e siccome siamo in tanti possiamo ottenere cio' che voglioamo sempre
    • ladyblue scrive:
      Re: DImenticate troppo presto
      leggi e unisciti a noi se sei d'accordo a fare questa richiesta al parlamento: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=644658ladyblue
    • lol scrive:
      Re: DImenticate troppo presto
      Comunque nessuno ha ancora risposto effettivamente....accettate anche il costo dei cd e dvd piu alto senza batter ancora ciglio?La SIAE a mio avviso é un ente che sta facendo il bello e cattivo tempo alzando i prezzi anche del doppio di generi che fanno sviluppare veramente l´italia
    • Anonimo scrive:
      Re: DImenticate troppo presto

      Vi ricordate della famosa tassa sui cd di
      0,23 e sui dvd di 0,87 che han fatto
      impennare il costo di tali supporti?

      perchè non facciamo battaglie anche
      per quello? Perché? Perché per fortuna siamo in europa ed esistono siti come questo: www.amazon.de Dove puoi comprare pacchi da 50 DVD+R 4x a 36 euro. Eccoli qui:http://www.amazon.de/exec/obidos/ASIN/B00013EVW4/ref=pd_bxgy_text_1/028-2373340-4522901 Grazie all'europa, almeno non ci fregano piu' su quello (tutti quelli che conosco comprano cd e dvd da siti come quello che ho citato). La SIAE ha solo messo in mutande i poveri negozianti hi-tech italiani (non so se avete letto il sole 24 ore di oggi, dove dice che secondo il rapporto di NetConsulting/Assinform l'italia e' l'unico paese che ha il settore hi-tech in diminuzione (4.542 milioni di euro nel 2004 contro i 4.606 del 2003), mentre il resto del mondo cresce a velocita' vertiginose...
  • Anonimo scrive:
    Ho trovato un'intervista...
    ad un admin di un server opennapdove parla di come e' stato vissuto tutto l'iter del decreto urbani fino alla sua conversione in leggehttp://www.ilbuonpinna.it/modules.php?name=News&file=article&sid=25&mode=&order=0&thold=0
  • Anonimo scrive:
    x Mazza
    "Si continua con l'inaccettabile politica di avvantaggiare i contenitori a discapito dei contenuti, così la musica muore e le piattaforme di distribuzione online non decolleranno mai"No, le major muoiono e con esse le lobby della musica commerciale, dei gruppitti fatti a tavolino e dei vari Sanremo e Festivalbar.Mentre la vera musica torna ad essere quel che DEVE essere: ovvero un bene di TUTTI gli abitanti di questo pianeta come l'aria e l'acqua.
  • Anonimo scrive:
    Prima delle elezioni...
    Spero che il nuovo DL venga approvato prima delle elezioni, altrimenti penso che non se ne fara' piu' nulla...;)
  • Anonimo scrive:
    Manovra pre-elettorale?
    Continuiamo a fare pressione, ragazzi. Questo DL mi puzza di manovra preelettorale. E se, passate le europee, non lo votassero più?
  • Anonimo scrive:
    Le fotocopie all'Università e nei licei
    ... Sono una delle principali preoccupazioni della Einaudi e di molte altre case editrici specializzate.Chi di noi non ne ha approfittato (Urbani incluso...) ? Perche' le zone attorno alle università sono piene di copisterie con prezzi "minimi"? Chi crede che servono per le tesi di laurea e' cieco o deficiente!Le strategie per contrastere il fenomeno? edizioni "economiche" , sconti, motivi per cui valga la pena di avere il libro invece che le fotocopie (belle immagini, ben rilegato, ulteriori sconti sull'acquisto di altri libri...)Se la fotocopia fosse stata un reato penale ora i testi universitari probabilmente costerebberero il triplo!Viviamo in un Paese in cui si deve considerare un successo la logica, e con un gruppo di legislatori contro cui si deve fare una sollevazione popolare per .... l'OVVIO!Togliete le parole software e masterizzazione, mettete libro e fotocopia e vi ammazzerete dal ridere sulle conseguenze..Ad esempio:"I noleggiatori (PROVIDER) di fotocopiatrici che abbiano sentore dell'uso illegale debbono indagare sull'uso e segnalare al'autorità giudiziaria i fotocopiatori illegali""Tutte le copisterie, sui cui "fini di lucro" nell'attività fotocopiatoria non ci sono dubbi, in galera!""Tutti gli zainetti degli studenti sottoposti a perquisione. perche' fortemente sospettati di possesso di materiali ottenuti illegalmente ""Tassa sulle fotocopiatrici per i soldi persi dalle case editrici, tasse sugli scanner e sulle stampanti"e via andare...., oggi a Roma piove, governo ......!
    • Anonimo scrive:
      Re: Le fotocopie all'Università e nei licei
      - Scritto da: Anonimo
      ... Sono una delle principali preoccupazioni
      della Einaudi e di molte altre case editrici
      specializzate.
      Chi di noi non ne ha approfittato (Urbani
      incluso...) ? Perche' le zone attorno alle
      università sono piene di copisterie
      con prezzi "minimi"? Chi crede che servono
      per le tesi di laurea e' cieco o deficiente!
      Le strategie per contrastere il fenomeno?
      edizioni "economiche" , sconti, motivi per
      cui valga la pena di avere il libro invece
      che le fotocopie (belle immagini, ben
      rilegato, ulteriori sconti sull'acquisto di
      altri libri...)

      Se la fotocopia fosse stata un reato penale
      ora i testi universitari probabilmente
      costerebberero il triplo!

      Viviamo in un Paese in cui si deve
      considerare un successo la logica, e con un
      gruppo di legislatori contro cui si deve
      fare una sollevazione popolare per ....
      l'OVVIO!

      Togliete le parole software e
      masterizzazione, mettete libro e fotocopia e
      vi ammazzerete dal ridere sulle
      conseguenze..
      Ad esempio:

      "I noleggiatori (PROVIDER) di fotocopiatrici
      che abbiano sentore dell'uso illegale
      debbono indagare sull'uso e segnalare
      al'autorità giudiziaria i
      fotocopiatori illegali"

      "Tutte le copisterie, sui cui "fini di
      lucro" nell'attività fotocopiatoria
      non ci sono dubbi, in galera!"

      "Tutti gli zainetti degli studenti
      sottoposti a perquisione. perche' fortemente
      sospettati di possesso di materiali ottenuti
      illegalmente "

      "Tassa sulle fotocopiatrici per i soldi
      persi dalle case editrici, tasse sugli
      scanner e sulle stampanti"

      e via andare...., oggi a Roma piove, governo
      ......!non aggiungiamo altra carne al fuoco...........gli editori/produttori potrebbero allargare i propri orizzonti........e far diventare san vittore più popolata dell'intera milano....ahahahahhaBel paragone comunque. Ciauzz
    • wishyou scrive:
      Re: Le fotocopie all'Università e nei licei
      -
      "Tassa sulle fotocopiatrici per i soldi
      persi dalle case editrici, tasse sugli
      scanner e sulle stampanti"

      e via andare...., oggi a Roma piove, governo
      ......!Ehm, la gabella sulle fotocopie da versare alla SIAE esiste già: è stata introdotta dal Governo D'ALema con la famosa legge del bollino su ogni supporto
    • Anonimo scrive:
      Re: Le fotocopie all'Università e nei licei
      - Scritto da: Anonimo
      "Tassa sulle fotocopiatrici per i soldi
      persi dalle case editrici, tasse sugli
      scanner e sulle stampanti"

      e via andare...., oggi a Roma piove, governo
      ......!FOrse non lo sai...ma gia' si paga una tassa per ogni foglio...minima certo..la paga il commerciante (pero' te la fa pagare a te) ma si paga....COmunque fottetevene...E' GIUSTO fotocopiare i libri, e' cultura, uno ha bisogno di studiare e non tutti hanno le decine di migliaia di euro per pagare tutti i libri...e se vogliono che solo i ricchi studino...beh...noi siamo piu' intelligenti e copiamo....i soldi inutili lasciamoli spendere a chi non sa cosa farsene
  • Anonimo scrive:
    precisazione
    chi di udc e margherita ha presentato personalmente quei folli emendamenti? meritano di essere resi noti a tutto il popolo della rete! logico
  • Anonimo scrive:
    Illustre commento? Bah...
    Illustre commento? Bah...
  • Anonimo scrive:
    Solo promesse elettorali !!
    Come' che sono stati cosi' veloci quando si trattava di approvare la legge, mentre per la modifica si parla a dopo le elezioni?Vedrete che dopo che quest'ultime saranno passate, tutti si dimenticheranno delle modifiche.SONO SOLO PROMESSE ELETTORALI !!!
  • Anonimo scrive:
    SIAE: ovvero....
  • Anonimo scrive:
    MAZZA & Co. i veri Pirati...
    Ha avuto il coraggio di definirci tutti pirati, tutti criminali solo perchè non ci stiamo ad ingrassare il suo già pingue conto in banca.......Sapete che vi dico?Vorrei vedere sta gente in giro con i CD su una coperta in mezzo alla strada e i senegalesi al consiglio di amministrazione delle major.....MAZZA VAI ZAPPARE!!!
  • Anonimo scrive:
    E adesso come farà l'avv. Andrea Buti?
    Come potrà riaversi dal colpo mortale assestato alla sua brama giustizialista che avrebbe voluto punire il mainfestarsi del P2P dovunque esso si manifestasse? ma l'avvocato Buti avrà letto quello che scrive l'avvocato Valerio de Cataldis? C'è da dubitare che appartengano entrambi allo stesso pianeta... uno scriveva che il principio di valutazione di una legge rimane lo stesso nei secoli dei secoli indipendentemente dal mutamento della società e dall'aumentata possibilità di commettere il reato... l'altro osserva pacatamente come tutti i pronunciamenti giudiziari anteriori alla Urbani andavano decisamente nel senso del considerare il download illegale come un illecito e non un reato, e conclude il suo articolo parlando di "una criminalizzazione generalizzata e sconsiderata di condotte ormai largamente diffuse" (allora il fatto che una condotta sia diffusa HA un effetto penale sul modo di considerarla!) e giustamente mettendoci in guardia sul "carico di pendenze giudiziarie che, qualora alla suddetta legge venga data applicazione, andrà ad ingolfare ulteriormente i già sovraccarichi organi di giustizia". L'avvocato Buti non ha niente da dire su tutto questo? Possibile che non voglia intervenire per illuminarci con il suo verbo di giustizia? O per dirci, tanto per cambiare, che siamo tutti fuori tema?
  • Anonimo scrive:
    FOTO e PAROLE :)
    Tiriamo un sospiro di sollievo, non dovremo andare più in...http://www.rockkansas.com/camarosmith/images/camarosmith-wallpaper2.jpge a coloro che volevano mandarci possiamo fare il ...http://www.rockkansas.com/downloads/wallpaper/worldcup-wallpaper.jpgabbiamo mosso le acque e creato un bel...http://www.visi.com/~charlesr/photogal/pretty/tornado.jpge adesso, anche se qualcuno vuole vorrebbe ancora...http://www.usarec.army.mil/hq/amu/downloads/wallpaper/5.jpgnoi ce ne freghiamo...http://alpha120.com/pictures/vanlennep/butt.jpg8);):);)8):):$;):|8)::):$;):o;):p:D:|:'(::$:s:o:):|:):D:'(::@;):o;):):):):o;)
    • rogerz scrive:
      Re: FOTO e PAROLE :)
      grandioso!belle foto e parole...cmq sono troppo felice che il movimento del popolo di internet abbia visto una svolta dei fatti !!sono sicuro che vinceremoCIAO!;):p
      • Anonimo scrive:
        Re: FOTO e PAROLE :)
        :DParlate di noi giovani, ci condannate, ma nn sapete che per un amico che muore, siamo capaci di piangere su i nostri jeans strappati e dietro ai nostri capelli lunghi sappiamo ricordarlo. Noi nn abbiamo paura di morire, perche' sappiamo che qualcuno piangera' per noi, i nostri amici sbandati e nn di certo voi, persone civili che nn avete nemmeno il tempo di piangere.Jim Morrison :'(
  • Anonimo scrive:
    IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
    Dei politici amorali e senza spina dorsale hanno impedito che le giuste punizioni ristabilissero la giustizia.Ancora una volta il crimine getta la sua lunga ombra sulle forze del bene!ma dalla sua bat-caverna Mazza ha parlato:"Era reato e resterà reato......."e impugnando minaccioso il mouse per la coda ha aggiunto "il P2P è il male.... io la cura..."(musica epica) Ormai tutti i Lucio Dalla e Gino Paoli in pericolo aspettano col cuore colmo di speranza l'avvento di un nuovo eroe! Il discografico mascherato, che punirà i delitti che questa sporca giustizia corrotta non vuole punire!!Li' dove la GdF non arriva, li' dove Urbani non osa, il discografico mascherato punisce il male! Egli presta orecchio alle vocine tremebonde delle royalties in pericolo! Egli giunge in soccorso delle protezioni anticopia che resistono strenuamente al sopraggiungere del male! Egli non ha paura dei masterizzatori double layer e del MUTE, si batte per la giustizia e per il bene di tutti (tutti i discografici, tutta la SIAE, tutta la FIMI.....) IL DISCOGRAFICO MASCHERATO!! ***Prossimamente sui vostri browser***
    • adriano284 scrive:
      Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
      ***Prossimamente sui vostri browser***Piuttosto direi nei vostri ...."PC"!!!:s:s:s
      • Anonimo scrive:
        Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
        Ma anche nelle vostre case, alle 7.00 del mattino.- Scritto da: adriano284

        ***Prossimamente sui vostri browser***

        Piuttosto direi nei vostri ...."PC"!!!
        :s:s:s
        • Anonimo scrive:
          Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
          Vuol dire che mi specializzerò nel lancio dell'HD dalla finestra.
          • Anonimo scrive:
            Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
            Ma no, basta che ti organizzi col porta HD estraibile, di modo che appena ti suonano alla porta hai tutto il tempo di togliere il tuo HD con MP3 e rimpiazzarlo con un altro HD senza, nascondendolo ed il gioco è fatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
      cool :)
    • Anonimo scrive:
      Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
      ...o IL CAVALIERE MASCARATO..."sono invincibile!!!".......LOL!!!!!:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: IL DISCOGRAFICO MASCHERATO
      Il vero problema della musica sono queste persone.Cattivi amministratori e gente senza scrupolo.Evidentemente il Sig. Mazza e simili credono di poter risolvere tutto quanto denunciando radio locali (che promozionano musica e fanno guadagnare soldi) oppure i Dj all'uscita della discoteca per un bollino in meno su un CD, e per concludere in bellezza chi scarica la musica da Internet.Per carità, è anche giusto affermare sia un reato, ma è anche un 'reato' continuare a tenere alti i prezzi dei supporti e dei diritti d'autore, connessi e altro. La musica per anni interi è stata una "gallina dalle uova d'oro" per tutte le persone che l'hanno amministrata, ora che la recessione economica si fa sentire anche in questo settore, potete ben comprendere quanta "fame" hanno questi signori dai guadagni facili.Tuttavia la crisi economica e l'incubo di finire sul lastrico hanno indotto la gente comune a tagliare alcune spese.Il CD a 40.000 vecchie lire invoglia meno, un DVD a 12 euro (24.000 lire), più economico, con un po' di contenuti e qualche ora in piu' come durata, seduce di piu' l'acquirente. Ed infatti la prova evidente è l'aumento dei lettori venduti e dei relativi software. Ma in fin dei conti .. alla fine ... se permettete .. che noiaaaa... stiamo ripetendo fino alla nausea le stesse cose....
  • Elwood_ scrive:
    col p2p non si vende più?
    ma ne siamo proprio sicuri?Ma siamo proprio sicuri che qualcuno avrebbe speso unn cent per certi gruppi che andavano avanti con vu vu vu mi skifii tu.Si butta sempre avanti la questione p2p=danno alle vendite.Ma ste vendite certi gruppi o certe canzoni le avrebbero mai maturate?Oppure non è che niente niente certe case discografiche puntano alla canzocina orecchiabbile per vendere altre dieci traccie di obbrobbi?Non è che certe case discografiche puntano al tormentone dell'estate "asseueuè bidè...." etc etc? Senza che alla fin fine si producano artisti giovani che valgano la pena di produrre?E infine se vanno di moda gli asseueuè bidè, dell'estate e vu vu me dispiaci tu... non è che il danno principale andava a quei gruppi (veri nuovi talenti) che non producevano musica orecchiabile per fare dei cd ascolta e poi giocaci a fresbee col cane?Io credo che bisognava difendere questo tipo di discografia non credo che si abbia fatto un soldo di danno...asseueuè bidè... Elwood==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 2.01.27==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 2.02.16
    • Anonimo scrive:
      Re: col p2p non si vende più?
      vu vu vu...........mi piaci tu!!!!!!!!!! tuttuttu ttuttuttuuuuuuu
    • adriano284 scrive:
      Re: col p2p non si vende più?
      - Scritto da: Elwood_
      ma ne siamo proprio sicuri?
      Ma siamo proprio sicuri che qualcuno avrebbe
      speso unn cent per certi gruppi che andavano
      avanti con vu vu vu mi skifii tu.
      Si butta sempre avanti la questione
      p2p=danno alle vendite.
      Ma ste vendite certi gruppi o certe canzoni
      le avrebbero mai maturate?
      Oppure non è che niente niente certe
      case discografiche puntano alla canzocina
      orecchiabbile per vendere altre dieci
      traccie di obbrobbi?
      Non è che certe case discografiche
      puntano al tormentone dell'estate
      "asseueuè bidè...." etc etc?
      Senza che alla fin fine si producano artisti
      giovani che valgano la pena di produrre?

      E infine se vanno di moda gli
      asseueuè bidè, dell'estate e
      vu vu me dispiaci tu... non è che il
      danno principale andava a quei gruppi (veri
      nuovi talenti) che non producevano musica
      orecchiabile per fare dei cd ascolta e poi
      giocaci a fresbee col cane?
      Io credo che bisognava difendere questo tipo
      di discografia non credo che si abbia fatto
      un soldo di danno...

      asseueuè bidè... ElwoodCiao Elwoodzooooo non ti si vede +!!!!!!!!!comunque hai ragione e per di + te lo dissi io 6 mesi fa cosa sarebbe successo ricordi?Beh io rimango dell'idea che l'unica soluzione è .........." il canone" per un freesharing alla Brasiliana ( che non è una mutanda....). Anzi pensandoci bene potevo brevettarla quell'idea ......!!!Che cogljone che sono!!!!!:@
      • Elwood_ scrive:
        Re: col p2p non si vende più?
        - Scritto da: adriano284

        - Scritto da: Elwood_

        ma ne siamo proprio sicuri?

        Ma siamo proprio sicuri che qualcuno
        avrebbe

        speso unn cent per certi gruppi che
        andavano

        avanti con vu vu vu mi skifii tu.

        Si butta sempre avanti la questione

        p2p=danno alle vendite.

        Ma ste vendite certi gruppi o certe
        canzoni

        le avrebbero mai maturate?

        Oppure non è che niente niente
        certe

        case discografiche puntano alla
        canzocina

        orecchiabbile per vendere altre dieci

        traccie di obbrobbi?

        Non è che certe case
        discografiche

        puntano al tormentone dell'estate

        "asseueuè bidè...." etc
        etc?

        Senza che alla fin fine si producano
        artisti

        giovani che valgano la pena di produrre?



        E infine se vanno di moda gli

        asseueuè bidè,
        dell'estate e

        vu vu me dispiaci tu... non è
        che il

        danno principale andava a quei gruppi
        (veri

        nuovi talenti) che non producevano
        musica

        orecchiabile per fare dei cd ascolta e
        poi

        giocaci a fresbee col cane?

        Io credo che bisognava difendere questo
        tipo

        di discografia non credo che si abbia
        fatto

        un soldo di danno...



        asseueuè bidè... Elwood
        Ciao Elwoodzooooo
        non ti si vede +!!!!!!!!!come vedi sono tornato e a causa dell logorio della vita moderna come diceva Cynar ho bevuto un cynar con ghiaccio:D
        comunque hai ragione e per di + te lo dissi
        io 6 mesi fa cosa sarebbe successo ricordi?difatti avevi ragione
        Beh io rimango dell'idea che l'unica
        soluzione è .........." il canone"
        per un freesharing alla Brasiliana ( che non
        è una mutanda....).
        Anzi pensandoci bene potevo brevettarla
        quell'idea ......!!!
        Che cogljone che sono!!!!!:@ma se la brevettavi poi dovevi far pagare i diritti di autore :D
    • Anonimo scrive:
      Re: col p2p non si vende più?

      avanti con vu vu vu mi skifii tu.Proposta per i Pitura Freska:Pi tu Pi, me piasi ti
    • Anonimo scrive:
      Re: col p2p non si vende più?
      - Scritto da: Elwood_
      ma ne siamo proprio sicuri?
      Ma siamo proprio sicuri che qualcuno avrebbe
      speso unn cent per certi gruppi che andavano
      avanti con vu vu vu mi skifii tu.
      Si butta sempre avanti la questione
      p2p=danno alle vendite.
      Ma ste vendite certi gruppi o certe canzoni
      le avrebbero mai maturate?
      Oppure non è che niente niente certe
      case discografiche puntano alla canzocina
      orecchiabbile per vendere altre dieci
      traccie di obbrobbi?
      Non è che certe case discografiche
      puntano al tormentone dell'estate
      "asseueuè bidè...." etc etc?
      Senza che alla fin fine si producano artisti
      giovani che valgano la pena di produrre?

      E infine se vanno di moda gli
      asseueuè bidè, dell'estate e
      vu vu me dispiaci tu... non è che il
      danno principale andava a quei gruppi (veri
      nuovi talenti) che non producevano musica
      orecchiabile per fare dei cd ascolta e poi
      giocaci a fresbee col cane?
      Io credo che bisognava difendere questo tipo
      di discografia non credo che si abbia fatto
      un soldo di danno...

      asseueuè bidè... Elwood
      Una cosa e' sicura, da quando c'e' il P2P c'e' piu' interesse dei giovani per la musica ed esponenzialmente all'aumento dei prezzi dei cd (di circa il 70% negli ultimi 3 anni) si vende sicuramente molto di piu' grazie al P2P
  • Anonimo scrive:
    Caro signor Mazza
    ...perchè invece di pretendere reati penali per i cittadini non comincia lei a proporre piattaforme di distribuzione online?Forse perchè non è nella sua cultura affarista e spremicittadino?Si fa tanto paladino delle nuove forme di distribuzione (dicendo poi che la condivisione addirittura ne rallenta l'ingresso) quando sa benissimo che queste piattaforme nascono grazie a chi condivide e grazie alla forte domanda che ciò ha creato per avere contenuti online.Dovrebbe solo ringraziarci per le nuove prospettive che NOPI CONSUMATORI da sempre bistrattato abiiamo aperto anche a quelli come lei...sempre pronti,come ha ampiamente dimostrato con le sue dichiarazioni,a pretendere un mercato statntio e senza sbocchi in modo che il cittadino ci rimanga ben intrappolato all'interno e venga comunque spremuto per bene.Stavolta le è andata male caro signore..cominci a rimboccarsi le maniche..avrete presto da lavorare
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro signor Mazza
      Detto sinceramente, e prima di andarmene a letto, da persona incazzata che non riesce a dormire ...... i loro WMA conditi da DRM a bitrate del piffero per un euro ciascuno possono schiaffarseli nel buco del fondoschiena uno dietro l'altro.Io sono talmente esacerbato dalla questione che al solo sentirmi chiedere di andare al cinema mi sento ribollire il sangue; quando mi propongono di acquistare un cd per fare un regalo di compleanno, mi prende un mezzo accidente.Con il materiale originale meno ci avrò a che fare e meglio starò.Quanto all'esimio manager Dottor Mazza, ricordo che non esiste in un paese (malgrado tutto) democratico il potersi far emanare leggi su misura. I tempi cambiano; lei, caro Dottore, cambi mestiere oppure se ne vada in Cina.Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro signor Mazza
        neanche a me i WMA col DRM stanno bene...ma francamente mi sta bene un negozio come l'ITMS...quando arriverà le cose più belle le acquisterò lì regolarmente.Ovviamente è la mia opinione..ognuno faccia come gli pare..
  • Anonimo scrive:
    situazione palese! :D
    Ormai la situazione è palese: devono cambiare modello distributivo, e cambiare l'attuale impostazione sul diritto d'autore.Se la protesta continua (e chi la ferma più?) prima o poi arrivieremo alla diffusione legale tramite condivisione. le major è ora che si mettano da parte. Il mercato lo chiede a gran voce...
  • Radames scrive:
    ma allora si può ancora fare politica
    complimenti Cortiana, in italia non è ancora del tutto scomparso il mestiere di far politica, credevo che bastasse avere stipendi con sei zeri per poter parlare in parlamento, invece no, abbiamo dimostrato che il popolo può ancora fare tanto... e possono fare tanto anche i veri politici, quelli che ancora difendono i valori e diriti del popolo, classe che credevo ormai scomparsa dopo la rivoluzione francese... non capisco le major, invece di perseguitare e fare leggi assurde bastava ridurre i prezzi dei cd, che sono esagerati... io sono uno studente, mi devo mantenere agli studi, non posso comprare dvd e cd a mio piacimento... è per come la penso posso fare a meno di un mercato di pessima qualità, canzoncine con la rima amore cuore, ma perfavore! ... per questo mercato di pessima scelta va più che bene il p2p... e spesso dato che compro poco, prendo qualcosa solo dopo averla vista o ascoltata scaricandola dalla rete... non prima... se no rischio di comprare robetta
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora si può ancora fare politica

      abbiamo dimostrato
      che il popolo può ancora fare
      tanto... Quando mai il popolo ha avuto veramente voce in capitolo? Al di là della propaganda.... E' forse ORA che abbiamo uno strumento per farci sentire.
      e possono fare tanto anche i veri
      politici, quelli che ancora difendono i
      valori e diriti del popolo, Guardiamo oltre. Io non credo di averne mai conosciuti... (Forse qualche assessore di paeselli..)
  • DjVincenT scrive:
    Ammazza che Mazza..ta
    Beh diciamo che qualkuno ora roderà un pò. :)Finalmente gli Italiani incominciano a muoversi ed av avere qualke risultato, grazie anche alla collaborazione del Sen. Cortiana e Soci (verdi).Ora si deve proseguire e come dice il proverbio, "se non vedo non ci credo" 8)
  • Anonimo scrive:
    ekleptikaaaalllllllll
    prrrrrrrrrrrrrrrrrttttttttttttt
    • Anonimo scrive:
      Re: ekleptikaaaalllllllll
      Mi sa che le cose non vanno come aveva previsto lui :D- Scritto da: Anonimo
      prrrrrrrrrrrrrrrrrttttttttttttt
      • Anonimo scrive:
        Re: ekleptikaaaalllllllll
        e ci mancherebbe altro... in galera per un mp3? ma siamo seri.. e per un eccesso di velocità che c'è la decapitazione in loco? :|
  • Anonimo scrive:
    vediamo di fare presto il 2:1 per noi ..
    come da topic
    • TPK scrive:
      Re: vediamo di fare presto il 2:1 per no
      L'importante e' non andare ai rigori...E soprattutto non essere arbitrati da Byron Moreno...
      • Anonimo scrive:
        Re: vediamo di fare presto il 2:1 per no
        - Scritto da: TPK
        L'importante e' non andare ai rigori...
        E soprattutto non essere arbitrati da Byron
        Moreno...Cortiana come Totti? Speriamo che non ce lo buttino fuori ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: vediamo di fare presto il 2:1 per noi ..
      alla partita del 12 e 13 giugno io e i miei amici gli facciamo un bel 10 a 0 nel primo tempo...e nel secondo se ne puo pure tornare a casina lui e il suo allenatore Silvio Ceausescu.
  • Anonimo scrive:
    Lettera aperta al Signor Mazza
    "C'è chi pensa di regalare musica gratis dalla rete per fini elettorali - ha affermato Mazza - ma purtroppo ci sono trattati internazionali da rispettare e il download per uso personale non esiste. Reato era e reato rimarrà"Innazi tutto vorrei ricordarLE come poco tempo fa' l' UNIONE EUROPEA abbia legiferato in maniera inequivocabile sul diritto d'autore a livello europeo; in questa sede, che come ben sa' e' riconosciuta dall' ITALIA, si esplicita chiaramente che il download che non preveda fini lucrosi DEBBA esser considerato un illecito e quindi NON un reato. Credo che il fatto da me appena esposto possa considerarsi un TRATTATO INTERNAZIONALE, ritengo quindi errata la sua affermazione. Per secondo vorrei ricordarLE che nessun parlamentare, hai MAI espresso idee che possano avvicinarsi al "regalare musica gratis" (vorrei ricordarLE che regalare e gratis nella stessa frase rendono la stessa rindondante) e quindi ribadisco il mio totale dissenso alle sue affermazioni che allo stato attuale dei fatti , e presupponendo siano effettivamente frutto della sua persona, sono FALSE e DI PARTE. Saluti, un internauta.
  • Elwood_ scrive:
    Urbani e i dietrofront...
    D'altronde non è che si poteva arrestare tutti per aver scaricato la canzone dei puffi oppure l'ultima "hitte" de sbreatney Sbears!In Italia, è lento e difficile processare quelli CHE i reati penali li fanno, e seri pure, figuriamoci se un PM si doveva mettere a firmare migliaia di avvisi di garanzia perchè qualcuno aveva scaricato "lo sai che i papaveri...".Il voler punire a tutti i costi chi utilizza il p2p a vantaggio di chi mette tasse su masterizzatori e su i cd-rom (pure su quelli dove hai salvato i tuoi legalissimi files compreso zio peppino che si butta dai faraglioni) non mi pareva una "gran trovata" e un tale decreto (contrario alle normative europee) non poteva e non doveva rimanere tale.In fondo se ci pensate bene attualmente grazie alle tasse su cd -rom dvd e masterizzatori infondo infondo non ci vedono tutti degli "Scrocconi abusivi peertoperratori?".Una scelta del genere per l'ennesima volta sarebbe andata a vantaggio dei pochi.Ma sììì mandiamo in galera qualche ragazzina/ino o qualche vecchietto (del texsasso come già avvenuto) perchè si è scaricato la canzone del reuccio... gli è andata male.Quello che il Signor Mazza forse non ha capito, che voler rimanere appollaiati sulle proprie posizioni senza guardare più in là non è prova di lungimiranzaAfavoredelvecchiettodeltexasso e pallaalcentramente vostro Elwood.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani e i dietrofront...
      TANTI DIRITTI MA NIENTE DOVERI- Scritto da: Elwood_
      D'altronde non è che si poteva
      arrestare tutti per aver scaricato la
      canzone dei puffi oppure l'ultima "hitte" de
      sbreatney Sbears!
      In Italia, è lento e difficile
      processare quelli CHE i reati penali li
      fanno, e seri pure, figuriamoci se un PM si
      doveva mettere a firmare migliaia di avvisi
      di garanzia perchè qualcuno aveva
      scaricato "lo sai che i papaveri...".
      Il voler punire a tutti i costi chi utilizza
      il p2p a vantaggio di chi mette tasse su
      masterizzatori e su i cd-rom (pure su quelli
      dove hai salvato i tuoi legalissimi files
      compreso zio peppino che si butta dai
      faraglioni) non mi pareva una "gran trovata"
      e un tale decreto (contrario alle normative
      europee) non poteva e non doveva rimanere
      tale.
      In fondo se ci pensate bene attualmente
      grazie alle tasse su cd -rom dvd e
      masterizzatori infondo infondo non ci vedono
      tutti degli "Scrocconi abusivi
      peertoperratori?".
      Una scelta del genere per l'ennesima volta
      sarebbe andata a vantaggio dei pochi.
      Ma sììì mandiamo in
      galera qualche ragazzina/ino o qualche
      vecchietto (del texsasso come già
      avvenuto) perchè si è
      scaricato la canzone del reuccio... gli
      è andata male.
      Quello che il Signor Mazza forse non ha
      capito, che voler rimanere appollaiati sulle
      proprie posizioni senza guardare più
      in là non è prova di
      lungimiranza

      Afavoredelvecchiettodeltexasso e
      pallaalcentramente vostro Elwood.Grazie elwood, la musica e' la mia vita, nel senso che io ci mangio, e visto che negli ultimi anni ci mangio sempre meno penso che cambiero' lavoro (mi sto gia guardando in giro...)Vedi, io faccio parte di quella "minoranza" che CI VIVE con la musica, e se non mi arrivassero quei quattro diritti d'autore e un po di royalties sui cd dovrei smettere di comporre.Chi me lo fa fare?Oppure facciamo cosi', io continuo a produrre "musica per le tue orecchie" (ah, non sono ricco, tuttaltro) e poi tu mi mandi un piatto di spaghetti e i soldini per l'affitto. Se no basta musica, visto che voi scaricatori avete tutti i diritti e nessun dovere e soprattutto volete essere tutelati SULLA NOSTRA PELLE.Grazie
      • Elwood_ scrive:
        Re: Urbani e i dietrofront...



        Grazie elwood,
        la musica e' la mia vita, nel senso che io
        ci mangio, e visto che negli ultimi anni ci
        mangio sempre meno penso che cambiero'
        lavoro (mi sto gia guardando in giro...)beh è strano che con 20 ? a cd tu appartenga a quella categoria di artisti che non ci vive.La musica non è solo la tua vita la musica è vita, caro signor cantante, ai tempi dei menestrelli mica c'erano quelli della Siae dietro che chiedevano i diritti di autore, eppure il menestrello la musica la continuava a produrre, ai tempi di Dante o di Tasso, non è che senza ufficio registrazione SIAE i due si siano disperati, per la paura di non poter più vivere e mangiare.
        Vedi, io faccio parte di quella "minoranza"
        che CI VIVE con la musica, e se non mi
        arrivassero quei quattro diritti d'autore e
        un po di royalties sui cd dovrei smettere di
        comporre.Perchè caro signor musicista invece di chiedere royalities e diritti di autore la sua musica non se la distribuisce su un suo sito? Le posso assicurare che se lei vendesse il suo cd o la sua musica e la distribuisse lei stessa ad un prezzo decente la gente la comprerebbe.
        Chi me lo fa fare?

        Oppure facciamo cosi', io continuo a
        produrre "musica per le tue orecchie" (ah,
        non sono ricco, tuttaltro) e poi tu mi mandi
        un piatto di spaghetti e i soldini per
        l'affitto. ma ben volentieri tu metti sul tuo sito gli mp3 delle tue canzoni e chiedi un prezzo ragionevole per lo scaricamento diciamo 20 centesimi a pezzo che moltiplicato per tutti i tuoi fans e vedrai che sarò il primo a venire a scaricare presso il tuo sito. Davvero pensi che tutti vadano a scrocco oppure ci vanno perchè attualmente non sanno dove sbattere la testa?
        Se no basta musica, visto che voi
        scaricatori avete tutti i diritti e nessun
        dovere e soprattutto volete essere tutelati
        SULLA NOSTRA PELLE.

        GrazieMa guarda permettimi ma attualmente con le tasse sui cd-rom sui dvd sui masterizzatori e qualcuno paventa pure un euro per ogni Gigabyte, sulla pelle certe società per i diritti di autore sta vivendo ma sulla nostra di pelle, anche se io col cd ci metto i miei file che non ledono i diritti di autore di nessuno.Il piagnisteo o lo sventolare di cappi non ha mai risolto niente.Caro amico mio, i tempi cambiano, la società cambia e se non ci si vuole adattare forse davvero e bene che si pensi di cambiar lavorosenza rancore Elwood
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani e i dietrofront...
          Nessun Rancore,per carita',visto che me lo suggerisci, cambiero' mestiere, anche perche' i soldini per fare pubblicita' alle mie canzoni, mica li ho, e internet NON E' LA TV che faai zapping e ti trovano...Per quello che so io i menestrelli (come li chiami tu) per mangiare, oltre a cantare per il potente di turno, o a chiedere l'elemosina in piazza a fare i saltimbanchi colla berrettina, a volte davano via il c...Non mi piace la prospettiva...probabilmente se la gente lo facesse con giudizio, il peertopeer non sarebbe cosi' dannoso, purtroppo TUTTI quelli che conosco con l'adsl stanno attaccati 24 ore al gg a scaricarsi di tutto, dalle canzoni ai dvd ai video porno ai programmi... ma come si sa, l'italia e' la patria dei furbetti..Ma di netiquette forse non ne avete mai sentito parlare...Ah, a 20c. a canzone dovrei vendere 10000 canzoni al mese dal mio sito, per tirare su , puliti dalle spese reali e le tasse. 7-800 euro.Briteny spears forse si fara' la villa enorme, ma io non ci cavero' nemmeno i soldi per vivere e la musica, come tutte le attivita', richiede LAVORO, ma questo VOI non lo capite...Volete di nuovo i saltimbanchi col piattino? fatelo, ma se per voi questo e' progresso...Cosa farete quando succedera' lo stesso coi libri?LA vostra liberta?E la mia?Comunque i cd a 20 euro se li vendessero a 10 sarebbe uguale, quando costavano 20.000 lire e anche 8000 i pirati c'erano lo stesso...
          • TPK scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            probabilmente se la gente lo facesse con
            giudizio, il peertopeer non sarebbe cosi'
            dannoso, purtroppo TUTTI quelli che conosco
            con l'adsl stanno attaccati 24 ore al gg a
            scaricarsi di tutto, dalle canzoni ai dvd ai
            video porno ai programmi... ma come si sa,
            l'italia e' la patria dei furbetti..

            Ma di netiquette forse non ne avete mai
            sentito parlare...Scaricano anche roba tua?Ti arrecano danno?
            Ah, a 20c. a canzone dovrei vendere 10000
            canzoni al mese dal mio sito, per tirare su
            , puliti dalle spese reali e le tasse. 7-800
            euro.A 2 euro dovresti venderne 1000.A 20 euro 100.Adesso di diritti e cd quanto prendi?Non penso che la SIAE ti copra d'oro se non vendi numerosi cd.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Non ho problemi a dirlo, posso fare una media annuale (siae e discografia pagano mediamente a 6 mesi) prendo circa 30.000 euro all'anno sporchi, cioe' tra ritenute e tasse varie e spese (computer, software, relativi aggiornamenti, studi e turnisti costano) ne restano circa 10-11000, sempre con la speranza di azzeccare un successo internazionale, perche' qui in italia non si e' mai saltato molto... il grano vero (alla Spears per intendersi) lo fanno e ce l'hanno solo i Big (Baglioni, Dalla, De gregori, etc.) che quando non menano sugli scaricamenti e' solo perche' tanto ormai hanno il culo al riparo per diverse generazioni a venire...Si fa per passione, certo, ma non crediate che la passione vi riempia il piatto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            "e internet NON E' LA TV che faai zapping e ti trovano..."da questa frase risulta palese come tu non abbia ancora capito "cosa e'" realmente internet, ne' tantomeno come potrebbe essere utilizzato (con una "potenza" di svariati ordini di grandezza superiore a quella della tv).Ritengo giusto che chi come te non riesce a capire e ad adeguarsi alla tecnologia la quale porta grossi cambiamenti nel nostro modo di vivere, si dedichi a mestieri piu' "semplici" (senza per questo essere meno dignitosi), come quelli basati sul lavoro fisico piuttosto che intellettuale e/o creativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Ascolta,Forse non lo sai, ma io questa tecnologia l'ho vista e vissuta nascere, crescere, ci ho lavorato e ci lavoro tuttora, non faccio discorsi filosofici da bancario che usa il computer solo per produrre estratti conto...Vedo invece molti teorici dell'ultima ora (nati oggi pomeriggio) che mi consigliano di dedicarmi ad attivita' piu' consone alla mia limitata intelligenza.Ho sempre amato in pari modo la muscia e la tecnologia, ha solo vinto la musica e ho scelto di dedicarmici e non ne sono pentito.Pero' mi ricordo anccora di quando, nel 1974 ho messo le mani sul mio primo computer... E di quando Internet e' partita (nella preistoria ci collegavaamp con accoppiaturi acustici a 300 baud e costruivamo interfacce per suonare in remoto...Ti risparmio il mio passato da vecchio hacker (se volessi anche oggi saprei difendermi bene, visto il ritorno di Unix (linux OSX etc. Windows non lo considero in quanto colabrodo).NE faccio una questione pratica.Tu vuoi la mia roba gratis? Io dico di no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            Ascolta,
            Forse non lo sai, ma io questa tecnologia
            l'ho vista e vissuta nascere, crescere, ci
            ho lavorato e ci lavoro tuttora, non faccio
            discorsi filosofici da bancario che usa il
            computer solo per produrre estratti conto...
            Vedo invece molti teorici dell'ultima ora
            (nati oggi pomeriggio) che mi consigliano di
            dedicarmi ad attivita' piu' consone alla mia
            limitata intelligenza.aho bello guarda che sei su punto informatico mica sul sito caccia e pesca!
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Che c'e', non si puo' rispondere a tono?Caccia e pesca di Mp3?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Caro amico cosiddetto musicista, potresti per cortesia farci una stima di quanti soldi ritieni di aver perso in media all'anno per colpa del sanguinario fenomeno del P2P? Sarei proprio curioso di saperlo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            -

            Tu vuoi la mia roba gratis? Io dico di no.e basta con questa storia da piagnisteo gotico...hai detto che campi di diritti d'autore? bene..allora non avrai nulla in contrario a promuovere la tua musica su web: ti costa di meno e non hai troppi intermediari da pagare ne tu (se vuoi farlo da solo) ne la tua casa discografica (se vuoi farlo tramite lei).ti lamenti di 20c a canzone?...ma se al massimo gli artisti prendono un euro netto ad album...ma che c'è da lamentarsi?guadagnereste il doppio..Fiondati su tutti i music store che ci sono e che arriveranno e vedrai che se meriti guadagni un sacco di soldi altro che gratis...se poi i ragazzini si scambieranno la tua musica via P2P significa promozione gratis (anche perchè se non la scambiano significa che non gliene frega nulla e che la tua musica l'avrebbero snobbata).Questo è quanto..altro che piagnisteo.Se poi vuoi cambiare lavoro per forza accomodati pure..io faccio l'ingegnere e dopo aver studiato tuttta la vita guadagno un pò più della metà di quello che guadagni tu e di certo non mi posso appellare ai cattivoni del P2P se questo succede
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            e basta con questa storia da piagnisteo
            gotico...Mi sembra che a piangere siate soprattutto voi, visto che il netsrike non l'ho organizzato io
            hai detto che campi di diritti d'autore?
            bene..allora non avrai nulla in contrario a
            promuovere la tua musica su web: ti costa di
            meno e non hai troppi intermediari da pagare
            ne tu (se vuoi farlo da solo) ne la tua casa
            discografica (se vuoi farlo tramite lei).ma scherzi? e la promozione? Chi la paga?
            ti lamenti di 20c a canzone?...ma se al
            massimo gli artisti prendono un euro netto
            ad album...ma che c'è da lamentarsi?
            guadagnereste il doppio..Il doppio di che? ma sai di cosa parlo?
            Fiondati su tutti i music store che ci sono
            e che arriveranno e vedrai che se meriti
            guadagni un sacco di soldi altro che
            gratis...se poi i ragazzini si scambieranno
            la tua musica via P2P significa promozione
            gratis (anche perchè se non la
            scambiano significa che non gliene frega
            nulla e che la tua musica l'avrebbero
            snobbata).Se merito? Se sanno che esisto forse mi merito qualcosa...
            Questo è quanto..altro che piagnisteo.E dagli
            Se poi vuoi cambiare lavoro per forza
            accomodati pure..io faccio l'ingegnere e
            dopo aver studiato tuttta la vita guadagno
            un pò più della metà di
            quello che guadagni tu e di certo non mi
            posso appellare ai cattivoni del P2P se
            questo succedeNooo, guadagni 600 euro al mese puliti? io rischio sul mercato qualcosa, se la canzone non piace non guadagno. e tu? cosa rischi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...


            Mi sembra che a piangere siate soprattutto
            voi, visto che il netsrike non l'ho
            organizzato iono..io rido...mi sembra che a piangere sia tu che ancora ribadisci la tesi del "P2P dove si ruba la musica gratis"

            ma scherzi? e la promozione? Chi la paga?vedo che ragioni sempre col vecchio schemetto...la promozione online non la paga nessuno...se la tua musica piace viene venduta altrimenti no..il negozio stesso ha interesse a farti promozione all'interno di se stesso.Se poi vuoi farti promozione fuori accomodati...sosterrai i costi classici che il business ha creato per te.Ma ricordati che online questi costi non esistono..esistono radio free,esistono negozi di musica esistono siti internet e se vuoi il P2P.Se poi vuoi RadioDJ sono cavoli tuoi.. ti lamenti di 20c a canzone?...ma se al

            massimo gli artisti prendono un euro
            netto

            ad album...ma che c'è da
            lamentarsi?

            guadagnereste il doppio..

            Il doppio di che? ma sai di cosa parlo?allora...te lo rispiego...la media degli artisti guadagan un euro netto a CD..magari anche qualcosina di più ma quella è la cifra.A te sta bene? Se SI allora non avrai nulla in contrario a guadagnare 20c a canzone visto che sommandole si supera di gran lunga l'euro.

            Se merito? Se sanno che esisto forse mi
            merito qualcosa...perchè invece di blaterare non ti guardi le classifiche di vendita dell'ITMS? noterai come il 60% di quelli che vendono non sia poi cosi conosciuto...
            Nooo, guadagni 600 euro al mese puliti? io
            rischio sul mercato qualcosa, se la canzone
            non piace non guadagno. e tu? cosa rischi?mentre tu guadagni i tuoi 30.000 sporchi che tanto ti pesano..io ne guadagno 20.000 sporchi..poi puoi anche arrampicarti sugli specchi del rischio se vuoi..ma tanto alla fine chi guadagna di più sei sempre tu..non è che i soldi poi te li rubano..certo io rischio meno di te..ma allora,se è vero che se la canzone non piace non guadagni non avrai nulla in contrario a fare la stessa cosa online...se la canzone non piace d'altronde non guadagni anche li.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Filosofia di frontiera la tua...Fai i conti i tasca agli altri?Ma sei un ingegnere o il nipote di Tremonti?Mi dici cosa devo fare per vivere?Mi dici che u guafdagni solo 20000 all'anno? guarda che io spendo la maggior parte dei miei nel lavoro stesso...Se hai dei tiramenti di culo perche' ti senti castrato nel tuo lavoro sono affari tuoi, ma che tu venga rompere le palle al mio con sparate demagogiche non mi va bene.La musica e' cultura, ma e' anche un prodotto. e non e' in fondo ne l'uno ne' l'altro.Ma tu sei un ingeenere. Ragioni sequenzialmente. vito o byte che siano.Il resto e' filosofia da bar
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            -comoda questa risposta e me l'aspettavo,sapevo ti saresti attaccato a questa faccenda del lavoro non potendo rispondere a tema.Filosofia di frontiera la chiami...beh..pare che oltreoceano la gente con questa filosofia di frontiera ci faccia paccate di soldi considerando appunto la musica un prodotto e giustamente creando mercato online per quel prodotto.mentre tu rimani al palo gli altri hanno già capito l'andazzo ed oltreoceano le etichette indipendenti si gfiondano su questa nuova possibilità.Per quanto mi riguarda il mio lavoro non mi da problemi..mi da invece problemi vedere gente sbandierare 30.000 euro all'anno (lordi) e piagnucolare a tutto spiano se utenti che ne guadagnano la metà spingono per comprare il prodotto musica ad un prezzo più equo.P.S: Evita la risposta che la muscia viene rubata...è grazie al famoso P2P se cominciano a fioccar i negozi online..non certo grazie a quelli come te e alla loro presunta lungimiranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Ripeto la richiesta: vorresti dirci per piacere quanti dei tuoi miseri striminziti 30.000 euro ritieni ti vengano rubati all'anno per colpa del peer-to-peer? Sarei proprio curioso di sentire fare una stima da parte di un autore... sempre che sia veramente un autore naturalmente, e non il lupo travestito da autore... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Sto seguendo altri thread da cui mi sono appena staccato e dissociato.Se leggi vedi le cifre.I miei pezzi sul ptp ci sono e e anche parecchi30000 lordi. non netti. e se non vendo non guadano. nessuno mi regala niente, non sono uno che lavora in comune.Ma a voi non ve ne frega nulla. volete solo succhiare gratis l'anima a chi ne ha poca poca perche' qualcuno ne ha molta.Spero che vada via la luceAdiosSono il vostro agello sacrificale, altro che lupo
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            I miei pezzi sul ptp ci sono e e anche
            parecchi
            non ti ho chiesto se i tuoi pezzi sul ptp ci sono, ma quanti soldi ritieni obiettivamente di perdere - mettiamola così: guadagni 30mila lordi all'anno. Quanti pensi che ne guadagneresti se non esistesse il p2p?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...


            Nooo, guadagni 600 euro al mese puliti? io
            rischio sul mercato qualcosa, se la canzone
            non piace non guadagno. e tu? cosa rischi?Se la canzone non piace non guadagni? E cosa ci sarebbe di strano? Vediamo se ho capito bene...tu vorresti guadagnare in ogni caso sia che faccia una bella canzone sia che no!Allora facciamo così...tu vieni nel mio bar io ti faccio un bel tramezzino gusto cacca vomito e cemento e tu me lo paghi perchè io devo guadagnare...Buona digestione e auguri per la tua canzoneCiao
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            come come????????? vechio hacker???????uuuaaaahahahahahahahahahahah, sei ridicolo!!!!!! colgo l'occasione per dire anche: vuoi guadagnare 7/8 mila euro al mese? e chi cazzo sei? qui ci voglion o 4/5 stipendi nostri per fare quella cifra, di gente che si spacca il culo a lavorare tutte le mattine.... e tu con la tua canzonetta del cazzo vorresti campare di rendita? mentre io devo lavorare almeno 35 anni?muori pazzo!!!!!
          • Elwood_ scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            Nessun Rancore,per carita',
            visto che me lo suggerisci, cambiero'
            mestiere, anche perche' i soldini per fare
            pubblicita' alle mie canzoni, mica li ho, e
            internet NON E' LA TV che faai zapping e ti
            trovano...vedi anche qui sbagli, e tutto 'sto carrozzone che non funziona IMHO, preview presentazione una capatina al costanzo sciò e un altra a bona domenica o a bonasera. Ti lanciamo qui, il disco per l'estate il disco per la primavera, il festivalbar il festival dell'autogrill.... Dei Jugghernaut mastodontici che IMHO servono a mantenere le ville di certi Cantanti e Di Certi produttori.Se tu appartieni alla categoria del cantante con la piscina che comincia ad ostia e finisce nella costa ligure ti faccio una domanda:Vivere sì, ma non ti sembra esagerato in queste condizioni?Non è che per una canzoncina e due concerti i soldi forse che ti sono entrati nelle taschine erano un tantino troppi ?Accontentarsi e mettere prezzi ai propri cd decenti e invece delle mega villone accontentarsi forse non sarebbe stata la cosa più intelligente da farsi?Se invece appartieni alla categoria degli artisti che vivacchiala domanda è un altra: Non è che continui a vivacchiare perchè certi Jugghernaut Difendono artisti che fanno far guadagnare tanti soldi e facile con musica di serie Z e a te che la musica la fai seriamente, sei l'ultimo della ruota?In entrambi i casi, c'e qualcosa che non funziona.Vivere sì, approfittarsene NO!
            Per quello che so io i menestrelli (come li
            chiami tu) per mangiare, oltre a cantare per
            il potente di turno, o a chiedere
            l'elemosina in piazza a fare i saltimbanchi
            colla berrettina, a volte davano via il c...

            Non mi piace la prospettiva...Che ti piaccia o no, che il cantante faccia il saltinbanco o viva in ville di 2000 metri quadri (manco l'esposizione di Aiazzone) le cose sono cambiate.E poi ti posso assicurare c'era molta dignità nei menestrelli, ancora se ne parla vorrei vedere tra 100 anni se si parlerà ancora dei GAZOSA O DI ALEXIA!
            probabilmente se la gente lo facesse con
            giudizio, il peertopeer non sarebbe cosi'
            dannoso, purtroppo TUTTI quelli che conosco
            con l'adsl stanno attaccati 24 ore al gg a
            scaricarsi di tutto, dalle canzoni ai dvd ai
            video porno ai programmi... ma come si sa,
            l'italia e' la patria dei furbetti..Una percentuale forse, i furbi ci sono sempre ma è possibile che siano tutti furbi o scrocconi? Non è che niente niente, per uno studente 20 euro a Cd è un PREZZO ANCORA TROPPO ALTO?
            Ma di netiquette forse non ne avete mai
            sentito parlare...A riguardo di cosa?
            Ah, a 20c. a canzone dovrei vendere 10000
            canzoni al mese dal mio sito, per tirare su
            , puliti dalle spese reali e le tasse. 7-800
            euro.se sei bravo 10000 collegamenti li fai al giorno....
            Briteny spears forse si fara' la villa
            enorme, ma io non ci cavero' nemmeno i soldi
            per vivere e la musica, come tutte le
            attivita', richiede LAVORO, ma questo VOI
            non lo capite...Il compenso deve essere adeguato al lavoro, attualmente le persone vedono una certa DISCREPANZA tra quello che guadagnano i cantanti e il loro attuale stipendio medio, che vuoi fare? Un lavaggio del cervello per far capire che è giusto che certi cantanti piangano nelle loro ville al mare?Come diceva qualcuno meglio piangere nelle ville al mare che ridere dormendo dentro un cartone....
            Volete di nuovo i saltimbanchi col piattino?
            fatelo, ma se per voi questo e' progresso...Ma quali saltinbanchi, qui la gente vuole solo una cosadei prezzi decenti per i cd.Napster è stata di necessità virtù la risposta al costo esorbitante dei prezzi dei cd.
            Cosa farete quando succedera' lo stesso coi
            libri?i libri che vengano letti su carta o su e-book alla fine non cambiano di qualità e comunque i libri sono sempre appartenuti alla categoria elitaria, se il libro faceva schifo nessuno lo comperava (invece certe canzoni le trasformano in tormentoni) e la gente 20 euro per un buon libro li spende. Sono categorie diverse e le persone per i libri li spenderanno sempre perchè un libro non lo comperi sperando benenon è che le prime 10 pagine sono alla Emingway e il resto è spazzatura... invece certi cd due traccie e vai col tango
            LA vostra liberta?
            E la mia?La nostra per fortuna è ancora rimasta (anche se molti volevano far tintinnare le manette)la tua è una sola comiciare a creare qualcosa di tuo e lasciar perdere i carrozzoni
            Comunque i cd a 20 euro se li vendessero a
            10 sarebbe uguale, quando costavano 20.000
            lire e anche 8000 i pirati c'erano lo
            stesso...Guarda che la gente preferisce sempre il disco originale alla copia del marocchino, perchè il cd originale è sempre preferibile... quando i prezzi lo permettonoMenestrellamente Vostro Elwood==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 2.41.06
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Fammi capire... Alexia e i Gasosa non Ci piacciono, giusto?E allora perche' lamentarsi se i loro dischi costano 20 euro?Basta non comprarli, restano negli scaffali e via...Pero' non vedo utilizzare lo stesso criterio per gli altri prodotti di consumo... (dentifrici ecc.) che alla base hanno un cost irrisorio e vengono venduti al pubblico ad almeno 30 volte tanto ( se non di piu'))Io non capisco il ragazzino che gira con la divisa da centinaia di euro (e sono in tanti cosi) e poi si scarica la musica da internet.E' un problema di saturazione e percezioneI giovanissimi CREDONO che la musica sia gratis
          • Elwood_ scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            Fammi capire... Alexia e i Gasosa non Ci
            piacciono, giusto?
            E allora perche' lamentarsi se i loro dischi
            costano 20 euro?
            Basta non comprarli, restano negli scaffali
            e via...eh se solo quelli costassero venti euro...il problema e pure quello della DMB costa 20 di euro!
            Pero' non vedo utilizzare lo stesso criterio
            per gli altri prodotti di consumo...
            (dentifrici ecc.) che alla base hanno un
            cost irrisorio e vengono venduti al pubblico
            ad almeno 30 volte tanto ( se non di piu'))ancora io il capitano (quello della pasta) dentro ai villoni di Los Angeles non c'e l'ho visto :D
            Io non capisco il ragazzino che gira con la
            divisa da centinaia di euro (e sono in tanti
            cosi) e poi si scarica la musica da
            internet.divisa? vabbè che i cd costano caro ma addiritturai ragazzini per scaricare usino la mimetica mi pare esagerato :D
            E' un problema di saturazione e percezioneeh la saturazione di certi portafogli versus la saturazione di certe altre cose dei consumatori che comperano i cd... stavolta hai centrato nel segno
            I giovanissimi CREDONO che la musica sia
            gratisMentre i discografici CREDONO che la gente che compera i cd SIANO LIMONI DA SPREMERE1:1 palla al centro
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            ancora io il capitano (quello della pasta)
            dentro ai villoni di Los Angeles non c'e
            l'ho visto C'e', ce ne e' piu' di uno... solo che non li vedi... te lo mettono dietro e non ti ncazzi neppure
            divisa? vabbè che i cd costano caro
            ma addirittura
            i ragazzini per scaricare usino la mimetica
            mi pare esagerato :D Quella di diesel o affini, che ti vendono stracci per tanti euro, ma mi sembra che nessuno dica nulla... forse perche' non sono digitalizzabili...

            I giovanissimi CREDONO che la musica sia

            gratis

            Mentre i discografici CREDONO che la gente
            che compera i cd SIANO LIMONI DA SPREMEREE allora vai a noleggiare il CD in biblioteca, adesso si puo', no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            -

            E allora vai a noleggiare il CD in
            biblioteca, adesso si puo', no?
            ma allora insisti..non li vogliamo i benedetti CD!!nè il loro penoso sistema di distribuzione dai centomila passaggi che poi casualmente paghiamo noi...dovresti ringraziarci...se il sistema di distribuzione cambia i soldi ve li spartite tu,il negozio online e la casa discografica...mi viene un sospetto: ma non sarà che con un sistema meritocratico ci perdi ed invece col sistema attuale va tutto a gonfie vele?In questo caso chi sarebbe il furbetto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            ma allora insisti..non li vogliamo i
            benedetti CD!!
            nè il loro penoso sistema di
            distribuzione dai centomila passaggi che poi
            casualmente paghiamo noi...Ma pensa te... io credo che tu ne paghi poca di musica..
            dovresti ringraziarci...se il sistema di
            distribuzione cambia i soldi ve li spartite
            tu,il negozio online e la casa
            discografica...MAgari fosse vero, il problema e' che le vostre analisi semplicestiche non fanno i conti con la realta' del mercato
            mi viene un sospetto: ma non sarà che
            con un sistema meritocratico ci perdi ed
            invece col sistema attuale va tutto a gonfie
            vele?
            In questo caso chi sarebbe il furbetto?Allo stato attuale io mi faccio il culo e voi tirate su dal modem AGRATIS...Ditemi chi e' il furbo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            -
            Ma pensa te... io credo che tu ne paghi poca
            di musica..io ne ho pagata altro che se ne ho pagata...e sulle centinaia di CD che ho a casa a decine ne ho dovuti ricomprare grazie al supporto che si ossidava grazie alla povera casa discografica che nella sua povertà non me lo garantiva.


            dovresti ringraziarci...se il sistema di

            distribuzione cambia i soldi ve li
            spartite

            tu,il negozio online e la casa

            discografica...

            MAgari fosse vero, il problema e' che le
            vostre analisi semplicestiche non fanno i
            conti con la realta' del mercatoa me sembra che sei TU che non fai i conti col mercato perchè ti fa comodo il sistema che c'è adesso...vatti ad informare come sono strutturate le ripartizioni a canzone dell'ITMS..quelli hanno venduto 50 milioni di canzoni fino ad ora..dici che anche loro si basano su analisi semplicistiche del mercato?


            mi viene un sospetto: ma non
            sarà che

            con un sistema meritocratico ci perdi ed

            invece col sistema attuale va tutto a
            gonfie

            vele?

            In questo caso chi sarebbe il furbetto?

            Allo stato attuale io mi faccio il culo e
            voi tirate su dal modem AGRATIS...

            Ditemi chi e' il furbo...Tu..Tu sei il furbetto.Perchè se non ti sta bene gudaganre a seconda delle vendite significa che vuoi gudagnare coi miliardi dovuti ai bugiardini imprecisi della SIAE,agli impianti stereo dei locali,alle tasse sui supporti etc etc etc.contribuendo TU a mantenere lo status quo in cui un CD costa oltre i 20 euro ed una SIAE che retribuisce i soliti noti...beh..pare che la pacchia sia finita
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            meglio per noi...addio e non farti rivedere
          • Elwood_ scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo


            ma allora insisti..non li vogliamo i

            benedetti CD!!

            nè il loro penoso sistema di

            distribuzione dai centomila passaggi
            che poi

            casualmente paghiamo noi...

            Ma pensa te... io credo che tu ne paghi poca
            di musica..beh dagli torto con i prezzi che fate di musica poca se ne compera grazie ad una struttura obsolescente e che artisti come te non hanno capito, che ormai sta andando in pezzi.Manda una bella email al tuo amico David Bowie (che probabilmente grazie alla tua fama... darai del tu, visto tutti i tuoi pezzi scaricano dal p2p...) vedrai che ti spiegherà tante belle cosine... lui l'ha capito che il mondo sta cambiando, peccato non l'abbia capito tu ostinandoti a difendere posizioni da sempre indifendibili.

            MAgari fosse vero, il problema e' che le
            vostre analisi semplicestiche non fanno i
            conti con la realta' del mercatoe' QUESTA LA NUOVA REALTA' DEL MERCATO C'E POCO DA DISCUTERE O SI ACCETTA O SI FINISCE PER ESSERNE SCHIACCIATI PUNTO!Mentre la società cambia con la decentralizzazione dell'economia qualcuno ancora sta appresso a carrozzoni ormai sulla via della rottamazioneso chi sarebbe il furbetto?

            Allo stato attuale io mi faccio il culo e
            voi tirate su dal modem AGRATIS...

            Ditemi chi e' il furbo...Il culo per qualche canzone mi pare forse un poco esagerato, il culo se lo fa il manovale che alle 6 di mattina si alza e va in cantiere e ti posso assicurare che quello ci pensa 100 volte prima di buttare 20 euro su un cd.Ps Guarda io in un pub ho tentato di fare il copia e incolla di una pinta di birra, peccato non ci sono mai riuscito.:DNon dovresti chiederti come mai non sia possibile? Da qui dovresti arrivarci da te che tutta la tua difesa al carrozzone fa acqua da tutte le partiRottamazionalmente Vostro Elwood==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 23.36.41
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani e i dietrofront...
        Il problema di tutta questa storia è che entrambre le parti hanno ragione di lamentarsi... lo 'scaricatore' perchè non è giusto andare in galera o essere vittima di una caccia all'untore solo per aver scaricato una canzone di Britney Spears.. dall'altra il musicista perchè col suo mestiere deve pur viverci e qualcuno deve pur scrivere e suonare la musica che poi lo scaricatore preleva illegalmente dalla rete.Io con umiltà penso che la situazione attuale non sia colpa nè della prima categoria nè della seconda: non è possibile pagare 20-22 euro un cd di Britney Spears, una che canta in playback e la si definisce cantante quando non fa altro che ballare.. ci sono musicisti con le palle i cui cd li trovi a 7.99 euro negli autogrill.. tu da musicista sei fiero di questa situazione ? pensi sia giusto ? il prezzo attuale dei cd è troppo elevato, potrebbe essere tranquillamente più basso di almeno 5 euro.. ma nonostante questo, io sarei felicissimo di spendere 20 euro per un cd decente, con musica innovativa, con canzoni meno commerciali ma tanto belle da durare nel tempo (non 2-3 mesi al massimo..), con magari nuovi contenuti come video musicali e senza le fastidiose protezioni software che limitano la mia libertà!!! E' questo quello che il popolo della rete (a meno degli scrocconi che cmq esistono in qualunque settore) cerca di comunicare utilizzando il file-sharing, la propria insoddisfazione per una industria della musica che non riesce ad andare incontro alle mutate esigenze della gente. E sono le persone come te che lavorano in questo settore che per prime dovrebbero far pressioni per un cambiamento.
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani e i dietrofront...
          La tue mi sembra l'opinione piu' equilibrata letta finora..Siamo d'accordo sulla Spears, ma forse basta non comprare il CD...Se in un bar fanno il caffe' a 5 euro, io non ci vado, è il libero mercato...io comunque campo piu' di diritti d'autore che di vendita, visto che, come forse sai , oggi se hai un negozio di cd ti conviene chiudere e mettere su una panetteria...E qui vedo che tutti mi massacrano la SIAE, che sara' storta, ma e' l'unico modo che abbiamo per vedere due soldini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            io comunque campo piu' di diritti d'autore
            che di vendita, visto che, come forse sai ,
            oggi se hai un negozio di cd ti conviene
            chiudere e mettere su una panetteria...

            E qui vedo che tutti mi massacrano la SIAE,
            che sara' storta, ma e' l'unico modo che
            abbiamo per vedere due soldini.
            ma campare di concerti no?se dici il vero, 11.000 euro all'anno sono una miseria,con concerti di 500 persone (se sei bravo sono una bazzecola)a 10 euro a biglietto sono 5.000 euro,anche tolte le spese un rientro(minimo) c'è, fatti il conto di quante serate puoi fare in un anno....davvero è tanto conveniente aspettare quello che fai passare come "obolo" dalla siae per campare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani e i dietrofront...
        cambia mestiere, e' meglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani e i dietrofront...
          Seguirò il tuo prezioso consiglio... Ma dovrei farlo per mancanza di capacita' artistiche o per mancanza di mercato del lavoro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            Seguirò il tuo prezioso consiglio...

            Ma dovrei farlo per mancanza di capacita'
            artistiche o per mancanza di mercato del
            lavoro?dovresti farlo perchè a quanto ci è dato capire tu guadagni solo grazie alla SIAE: -apparentemente nessun guadagno da concerti -nessuna intenzione di promuoversi online -guadagnare 20c a canzone è "cacca" mentre guadagnare un euro ad album è benecoloro che scaricano sono cattivoni..ma mi chiedo quanto ti farebbe comodo la promozione aggratis dei cattivoni se scambiassero la tua musica.non sarà che,come ci ha spiegato per bene report,tu sia uno di quelli che guadagna grazie ai calcoli probabilistici della SIAE a scapito di quelli che non vedono una lira?
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            -apparentemente nessun guadagno da concertiRelativamente vero
            -nessuna intenzione di promuoversi onlineMolto sbagliato, Ho cominciato a promuovermi sulla rete che esistevano ancora le BBS, ho lavorato con tutti, Vitaminic compreso e non ho mai visto una lira. Ho anche delle cose su Itunes music store in America ma nessuno scarica quello che non conosce...
            -guadagnare 20c a canzone è "cacca"Da itunes dovrei prendere 40 c, lordi, in un anno non ho visto una lira
            mentre guadagnare    un
            euro ad album è bene
            coloro che scaricano sono cattivoni..ma mi
            chiedo quanto ti farebbe comodo la
            promozione aggratis dei cattivoni se
            scambiassero la tua musica.Se fosse veramente promozione... ma A chi vuoi raccontaree che dopo che ho scaricato una canzone che mi piace e me la sono Ipodata o masterizzata me la vado a ricomprare? MA CHE FILM HAI VISTO?
            non sarà che,come ci ha spiegato per
            bene report,tu sia uno di quelli che
            guadagna grazie ai calcoli probabilistici
            della SIAE a scapito di quelli che non
            vedono una lira?MAGARI.Ho dichiarato le mie cifre nei post precedenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            ma dai ragazzi non l'avete ancora capito che questo qui è solo uno dei tanti troll sguinzagliati dalla SIAE e dalla lobby dei discografici per farci il lavaggio del cervello? Non credo a una sola parola di quello che sta dicendo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            visto quello che scrive e come lo scrive, a questo punto devo ammettere che sa di troll da un miglio di distanza....
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            visto quello che scrive e come lo scrive, a
            questo punto devo ammettere che sa di troll
            da un miglio di distanza....Facile per voi nascondervi dietro un filo d'erba...Sono un troll? uno della SIAE?, ne' l'uno ne' l'altro,Sono uno che cerca di capire le motivazioni per cui una banda di teppisti gli vuole togliere il pane di bocca.E non rilevo motivazioni valide.Solo Stronzate argomentate da filosofia spicciola e ignorante per giustificare il nulla organizzato.Siete inutili come un culo senza il buco e state al mondo perche' c'e' posto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            Siete inutili come un culo senza il buco e
            state al mondo perche' c'e' posto.questa e' di zelig. hai pagato poi i diritti?
          • allanon scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            Ho letto con attenzione la sfilza di post, vediamo se sono riuscito a farmi un quadro della situazione...Dici di guadagnare circa 30000 euro l'anno, soprattutto grazie alla SIAE...Soprattutto, che vuol dire? Vado a naso, supponiamo 20000...Dici anche che il p2p ti arreca un danno notevole, giusto? Allora mi azzordo a vare altre ipotesi: i ragazzini hanno scaricato circa 10000 copie delle tue canzoni, questo vuol dire che ha circa 10000 fan...Quanto costa un biglietto per un tuo concerto? Nessuno dei tuoi fan vien mai a un tuo concerto? Nessun locale ti paga per fare uno spettacolo ed incrementare la sua clientela per quella sera? Nessun CD venduto, tutti disposti solo a scaricarlo?Forse nessuno no, ma a giudicare dai tuoi discorsi pochi...Domandone finale, come mai la SIAE ti passa 20000 euro l'anno quando nessun altro è disposto ad investire così tanto su di te?- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            visto quello che scrive e come lo
            scrive, a

            questo punto devo ammettere che sa di
            troll

            da un miglio di distanza....

            Facile per voi nascondervi dietro un filo
            d'erba...

            Sono un troll? uno della SIAE?,
            ne' l'uno ne' l'altro,
            Sono uno che cerca di capire le motivazioni
            per cui una banda di teppisti gli vuole
            togliere il pane di bocca.

            E non rilevo motivazioni valide.

            Solo Stronzate argomentate da filosofia
            spicciola e ignorante per giustificare il
            nulla organizzato.

            Siete inutili come un culo senza il buco e
            state al mondo perche' c'e' posto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...


            Molto sbagliato, Ho cominciato a promuovermi
            sulla rete che esistevano ancora le BBS, ho
            lavorato con tutti, Vitaminic compreso e non
            ho mai visto una lira. Ho anche delle cose
            su Itunes music store in America ma nessuno
            scarica quello che non conosce...senti..parliamoci chiaro...tu sei quello che ha compratoi un computer nel 74 quando praticamente non esisteva neanche lo scatolotto di Jobs e Wozniak ed il primo Apple I era del 76/77 (distribuito a mano).L'unico computer (venduto per corrispondenza) nel 74 era lo Scelbi a 440 dollari.tu sei quello che si promuoveva con le BBS (che elungimirante) e che lo ha fatto tramite Vitaminic...tu sei quello che distribuisce online la sua musica con l'ITMS .ma che non vede una lira..quando fino a due posts fa non sapevi neanche le percentualiora ho capito...sei solo un ragazzino che racconta balle....
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...

            Se fosse veramente promozione... ma A chi
            vuoi raccontaree che dopo che ho scaricato
            una canzone che mi piace e me la sono
            Ipodata o masterizzata me la vado a
            ricomprare? MA CHE FILM HAI VISTO?cadiam dalle nuvoleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee. splatguarda ho parlato con tante persone e, funziona proprio cosi'!!non ci crederai, ma davvero ascoltare una canzone gratizz, anzi , rubare una canzone puo' portare a comperare l'album.e visto che sembra il classico post "mio cugino mio cugino"ti dico quali album ho comperato dopo aver rubato (oddio, sono un criminale) una canzone1) muse showbiz2) at the drive-in - relationship of command3) radiohead the bends4) carmeno consoli (fai praticamente tutta la discografia)5) starsailor silence is easy6) placebo (tutti gli album tranne l'ultimo)7) soundgarde - superunknown8) hole celebrity skinepoimisonstufatodiscrivere....come vedi ho fatto un grave danno al panorama musicaleecco come vedi noi guardiamo un altro filmciaoCappeps: e' vero su internet non c'e' lo zapping, ma esistono i motoridi ricerca. e sai puoi fare in modo di essere il primo della lista su google se cerchi delle parole, tipo il titolo della tua canzone
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            io mi sono letto stamani , e ci ho messo più di un'oratutti e 41 i commenti di questo 3ddunque il nostro artista guadagna 30.000 eur l'anno ma 20.000 glieli fottono... e piange , ma non vuole abbandonare la strada del farsi fottere i soldi... come fare senza siae , non si sente tranquillo... ma non è che lui ha fatto una canzoncina e pensava di farsi subito la villa che da ostia arriva a santa marinella(dico dei nomi a caso) con un yacht all'imbarcadero ?conosco degli operai che fanno turni di 12 ore e cantanobenissimo... eppure questi lo yacht non lo sognano e neanche piangono su internet o a PIa lavorare caro amico ! a lavorare !
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            io mi sono letto stamani , e ci ho messo
            più di un'ora
            tutti e 41 i commenti di questo 3d

            dunque il nostro artista guadagna 30.000 eur
            l'anno
            ma 20.000 glieli fottono... e piange , ma
            non vuole
            abbandonare la strada del farsi fottere i
            soldi... come
            fare senza siae , non si sente tranquillo...

            ma non è che lui ha fatto una
            canzoncina e pensava di
            farsi subito la villa che da ostia arriva a
            santa marinella
            (dico dei nomi a caso) con un yacht
            all'imbarcadero ?

            conosco degli operai che fanno turni di 12
            ore e cantano
            benissimo... eppure questi lo yacht non lo
            sognano e
            neanche piangono su internet o a PI

            a lavorare caro amico ! a lavorare !E possibilmente in miniera!! 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Urbani e i dietrofront...
            - Scritto da: Anonimo
            io mi sono letto stamani , e ci ho messo
            più di un'ora
            tutti e 41 i commenti di questo 3d

            dunque il nostro artista guadagna 30.000 eur
            l'anno
            ma 20.000 glieli fottono... e piange , ma
            non vuole
            abbandonare la strada del farsi fottere i
            soldi... come
            fare senza siae , non si sente tranquillo...

            ma non è che lui ha fatto una
            canzoncina e pensava di
            farsi subito la villa che da ostia arriva a
            santa marinella
            (dico dei nomi a caso) con un yacht
            all'imbarcadero ?

            conosco degli operai che fanno turni di 12
            ore e cantano
            benissimo... eppure questi lo yacht non lo
            sognano e
            neanche piangono su internet o a PI

            a lavorare caro amico ! a lavorare !Questo più che un musicista mi sa che è un musicante (e neanche bravo)Effettivamente un po' di sano lavoro non gli farebbe male, magari nel campo informatico così si fa una cultura in materia e non spara + castrionerie (nel '74..........MA LOLLLL)PS Lasciate stare gli Alpini :) almeno loro l'inno nazionale lo sanno :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani e i dietrofront...

        Grazie elwood,
        la musica e' la mia vita, nel senso che io
        ci mangio, e visto che negli ultimi anni ci
        mangio sempre meno penso che cambiero'
        lavoro (mi sto gia guardando in giro...)

        Vedi, io faccio parte di quella "minoranza"
        che CI VIVE con la musica, e se non mi
        arrivassero quei quattro diritti d'autore e
        un po di royalties sui cd dovrei smettere di
        comporre.

        Chi me lo fa fare?

        Oppure facciamo cosi', io continuo a
        produrre "musica per le tue orecchie" (ah,
        non sono ricco, tuttaltro) e poi tu mi mandi
        un piatto di spaghetti e i soldini per
        l'affitto.

        Se no basta musica, visto che voi
        scaricatori avete tutti i diritti e nessun
        dovere e soprattutto volete essere tutelati
        SULLA NOSTRA PELLE.

        Grazie(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)please don't feed the (troll)
  • andyzan scrive:
    Tante leggi, nessun controllo
    La solita ipocrisia, capisco tutto questo fermento, eccome!!L'anti-p2p sarebbe stata una bella lotta, visto che le autorità avrebbero potuto combattere la "Criminalità" comodamente seduti in ufficio davanti al proprio PC....E di tutti quegli extracomunitari che girano per tutta Italia vendendo CD musicali contraffatti????Nooo, alzare il culo dalla sedia per uscire a correre dietro ad un marocchino con un centinaio di CD contraffatti è troppo faticoso....... troppo!Perchè non fanno gli appostamenti anche per queste cose, ma solo per la droga?? Perchè i CD non si sniffano, non si inoculano o non si fumano???Ah, adesso capiscosiamo proprio un Bel Paese...==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 1.05.31
    • golbez scrive:
      Re: Tante leggi, nessun controllo
      un po' (troll) questo commento...Cmq sia è un Italiano che fornisce i CD ai marocchini..
      • Anonimo scrive:
        Re: Tante leggi, nessun controllo
        Già, ed pure un commento dai vaghi contenuti razzisti e perbenisti..Come se i poveri immigrati fossero il male peggiore.....Mazza e compagni sono i veri criminali da perseguire......CHE CREPINO DI FAME......
        • Anonimo scrive:
          Re: Tante leggi, nessun controllo
          non comprate roba dagli extracomunitari, è di qualità scadente e non vale la spesa, non regalate i vostri soldi a quei truffatori.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tante leggi, nessun controllo
          - Scritto da: Anonimo
          Mazza e compagni sono i veri criminali da
          perseguire......Quoto in pieno !!!
        • andyzan scrive:
          Re: Tante leggi, nessun controllo
          - Scritto da: Anonimo
          Già, ed pure un commento dai vaghi
          contenuti razzisti e perbenisti..
          Come se i poveri immigrati fossero il male
          peggiore.....
          Era solo un esempio attinente all'argomento,non sono assolutamente razzista, come ci sono i delinquenti marocchini/algerini, ci sono anche gli Italiani/Tedeschi, ecc....Tutto il mondo è paeseE' solo per dire che si fanno leggi a non finire, ma solo per giustificare le poltrone che gli abbiamo stupidamente concesso; poi, per i controlli (anti-pirateria, sicurezza stradale, sicurezza dei cittadini, ecc...) è tutto lasciato al caso.Per esempio: ieri in autostrada c'era una pattuglia della Polstrada che viaggiava a fari SPENTI!!!!
  • Anonimo scrive:
    non comprate più nulla
    Visto come major,lobbyes, ecc ecc ci trattano meritano un crollo finanziario, i soldi alla fine della fiera glieli diamo noi consumatori
    • Anonimo scrive:
      Re: non comprate più nulla
      ok!!!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: non comprate più nulla
        utopia
        • Anonimo scrive:
          Re: non comprate più nulla
          Macchè utopia.....Cuciti il portafogli, saldalo, incollalo, ciappalo fai quello che vuoi ma per favore NON DARE UNA LIRA A STA GENTE!!
          • Anonimo scrive:
            Re: non comprate più nulla
            basta ridurre gli acquisti anche del cinquanta per cento per ridimensionare le velleità degli avid centers, e convincerli che stanno moltiplicando spots contro se stessi e su vasta scala.
  • Anonimo scrive:
    Lo sanno in SIAE che...
    http://www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100.0200&view=4&open_menu=yes&id_news=683Secondo l'Interpol il traffico commerciale di CD pirata favorisce il terrorismo.Se lo sanno e se tengoono piu' alla sicurezza internazionale che alla cassa, non si oppongano a una legge che evitera' che migliaia di persone si rivolgano ai venditori ambulanti di CD pirata, visto che la gente non puo' permettersi di pagare 20 euro a CD.I fatti sono questi: la copia ad uso personale (ivi inclusa la registrazione dalla radio!) e' un reato "tollerato" visto che comunque i dischi vendono milioni e milioni di copie. Reprimerlo equivale a spingere la gente verso l'acquisto di CD pirata.Fare la voce grossa poi non serve: uno sciopero prolungato e di massa dall'acquisto di CD/DVD/biglietti del cinema non e' illegale e puo' farvi tanto male, cosi' male che andrete a chiedere di nuovo agli alpini di pagare i diritti SIAE per cantare l'inno d'Italia... ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo sanno in SIAE che...
      - Scritto da: Anonimo
      I fatti sono questi: la copia ad uso
      personale (ivi inclusa la registrazione
      dalla radio!) e' un reato "tollerato" visto
      che comunque i dischi vendono milioni e
      milioni di copie.
      La registrazione dalla radio e dalla TV non è reato, purché effettuata personalmente su supporti per i quali sia stata corrisposta la tassa a copertura dei diritti dell'autore.http://www.siae.it/Faq_sezione.asp?click_level=0600.1100.0300&sezione=utilizzatori&divisione=Copia%20Privata&level=0600.1100.0300
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo sanno in SIAE che...
      - Scritto da: Anonimo
      www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100

      Secondo l'Interpol il traffico commerciale
      di CD pirata favorisce il terrorismo.

      Se lo sanno e se tengoono piu' alla
      sicurezza internazionale che alla cassa, non
      si oppongano a una legge che evitera' che
      migliaia di persone si rivolgano ai
      venditori ambulanti di CD pirata, visto che
      la gente non puo' permettersi di pagare 20
      euro a CD.

      I fatti sono questi: la copia ad uso
      personale (ivi inclusa la registrazione
      dalla radio!) e' un reato "tollerato" visto
      che comunque i dischi vendono milioni e
      milioni di copie. Reprimerlo equivale a
      spingere la gente verso l'acquisto di CD
      pirata.

      Fare la voce grossa poi non serve: uno
      sciopero prolungato e di massa dall'acquisto
      di CD/DVD/biglietti del cinema non e'
      illegale e puo' farvi tanto male, cosi'
      male che andrete a chiedere di nuovo agli
      alpini di pagare i diritti SIAE per cantare
      l'inno d'Italia... ;)
      HAHA sei un mito!!!!!!!!!!!!!!! cavolo non ti puoi mettere contro 15 milioni di persone siae
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo sanno in SIAE che...
      - Scritto da: Anonimo
      www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100

      Secondo l'Interpol il traffico commerciale
      di CD pirata favorisce il terrorismo.:)certo, la siae coi suoi diritti sui cd pirata [prima ancora che lo diventino] finanzia il terrorismo internazionale, io almeno ho capito così. è infatti l'unica che ci guadagna [la solita cifra] insieme ai "pirati". fare commercio delle idee altrui mi sembra solo un modo stupido per impedire il diffondersi del libero scambio di idee che nei suoi primi 5000 anni ha reso competitiva la nostra società e sviluppato il progresso dell'umanità intera. ora siamo alle solite.....vogliamo ritornare all'età della pietra e siamo proprio sulla strada giusta. continuiamo così!!!!! notizie false e faziose per coltivare il proprio orto.....domani sarà l'unico e varrà tanta.....sabbia.ByeSiberia
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo sanno in SIAE che...
      - Scritto da: Anonimo
      www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100

      Secondo l'Interpol il traffico commerciale
      di CD pirata favorisce il terrorismo.Lo sanno, lo sanno, mica sono nati ieri. Ma non gliene frega un tubo, non gli interessa se un ragazzino di 15 anni rischia la galera, figurati del mafioso che finanzia il giro di droga...
      • TPK scrive:
        Re: Lo sanno in SIAE che...
        - Scritto da: Akaal
        figurati del mafioso che finanzia il
        giro di droga...Sicuro? :p==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 1.28.09
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo sanno in SIAE che...
          - Scritto da: TPK
          - Scritto da: Akaal

          figurati del mafioso che finanzia il

          giro di droga...

          Sicuro?
          :pBeh non è che li ho conosciuti di persona ;)Però non è un mistero che i soldi dei cd taroccati vanno a finire a persone non proprie pulite...Se poi intendi dire che la siae potrebbe marciarci anche sui cd taroccati e prendere soldi sottobanco io personalmente non ci credo, ci rimettono una barca di soldi, e a suo tempo se ricordate bene iniziarono una campagna veemente anche contro questo fenomeno.Fenomeno che puntualmente, da quando c'è il terrore sul p2p, è ripreso più florido che mai... e viceversa. compare Gigino, scompare Gigetto :D
          • TPK scrive:
            Re: Lo sanno in SIAE che...
            Intendevo che in quel giro sostanze "strane" ne girano...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo sanno in SIAE che...
            - Scritto da: TPK
            Intendevo che in quel giro sostanze "strane"
            ne girano...Ahhh... beh si, hai ragione :$Anche se forse un pò più in passato che adesso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo sanno in SIAE che...
      Sono d'accordo....come si fa a considerare illegale l'uso personale?Allora che non trasmettano piu' canzoni in radio e video musicali in tv perchè c'è il pericolo che qualcuno li copi su qualche supporto!!!Finchè i prezzi degli originali non scenderanno si scaricherà sempre....smettere di andare al cinema e di comprare cd/dvd secondo me sarebbe una mazzata di incredibile potenza verso chi ci contrasta....allora si che capirebbero davvero cosa vuol dire paura!
  • Anonimo scrive:
    Se non cambiasse la legge Urbani...
    http://www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100.0200&view=4&open_menu=yes&id_news=683Secondo l'Interpol il traffico commerciale di CD pirata favorisce il terrorismo.Se lo sanno e se tengoono piu' alla sicurezza internazionale che alla cassa, non si oppongano a una legge che evitera' che migliaia di persone si rivolgano ai venditori ambulanti di CD pirata, visto che la gente non puo' permettersi di pagare 20 euro a CD.I fatti sono questi: la copia ad uso personale (ivi inclusa la registrazione dalla radio!) e' un reato "tollerato" visto che comunque i dischi vendono milioni e milioni di copie. Reprimerlo equivale a spingere la gente verso l'acquisto di CD pirata.Fare la voce grossa poi non serve: uno sciopero prolungato e di massa dall'acquisto di CD/DVD/biglietti del cinema non e' illegale e puo' farvi tanto male, cosi' male che andrete a chiedere di nuovo agli alpini di pagare i diritti SIAE per cantare l'inno d'Italia... ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non cambiasse la legge Urbani...


      I fatti sono questi: la copia ad uso
      personale (ivi inclusa la registrazione
      dalla radio!) e' un reato "tollerato" visto
      che comunque i dischi vendono milioni e
      milioni di copie. Reprimerlo equivale a
      spingere la gente verso l'acquisto di CD
      pirata.
      la copia personale di un film dalla tv o musica dalla radio non è reato
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non cambiasse la legge Urbani...
        - Scritto da: Anonimo




        I fatti sono questi: la copia ad uso

        personale (ivi inclusa la registrazione

        dalla radio!) e' un reato "tollerato"
        visto

        che comunque i dischi vendono milioni e

        milioni di copie. Reprimerlo equivale a

        spingere la gente verso l'acquisto di CD

        pirata.



        la copia personale di un film dalla tv o
        musica dalla radio non è reatose la copia ad uso personale da tv e radio non è reatoperchè deve esserlo la copia da internet ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Se non cambiasse la legge Urbani...
          questo e' francamente incomprensibile in effetti!!comporta anche più spese da parte dell'utente (connessione, pc, HD tassato, cd tassati etc...)boh.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Se non cambiasse la legge Urbani...
            - Scritto da: Anonimo
            questo e' francamente incomprensibile in
            effetti!!

            comporta anche più spese da parte
            dell'utente (connessione, pc, HD tassato, cd
            tassati etc...)

            boh.....Da quel che mi è dato capire, un motivo c'è. Lo scambio di file ha due attori: chi trasmette e chi riceve. A differenza del caso emittente fruitore, nel quale ambo le parti pagano quanto dovuto all'autore attraverso la SIAE (poi modi ed ammontare possono essere oggetto di discuddione), nel caso uploader e downloader solo il downloader paga, attraverso la maggiorazione sui supporti. Infatti, prima del decreto Urbani scaricare era illecito, mentre distribuire senza averne titolo è sempre stato reato.
  • Anonimo scrive:
    Intanto grazie cortiana
    mi sembra doveroso. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra doveroso. ;)Quoto: penso che qualcuno di quelli per la serie "Voglio 750 emendamenti in 8 minuti" dovrebbe fare un pò di mea culpa... Senza nessuna cattiveria, si intende, ma si fa sempre presto a dare del giuda agli altri, ma se otterrà davvero le modifiche bisognerebbe riflettere se la sua alla fine non sia stata una strategia più intelligente...Per ottenere delle vittorie importanti ci vuole sempre un lavoro di pazienza, tutto e subito non è così facile.Io spero che metterà lo stesso impegno anche sulla questione europea della brevettabilità del software, di cui secondo me si continua a parlare troppo poco ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto grazie cortiana
        - Scritto da: Akaal
        - Scritto da: Anonimo

        mi sembra doveroso. ;)

        Quoto: penso che qualcuno di quelli per la
        serie "Voglio 750 emendamenti in 8 minuti"
        dovrebbe fare un pò di mea culpa...

        Senza nessuna cattiveria, si intende, ma si
        fa sempre presto a dare del giuda agli
        altri, ma se otterrà davvero le
        modifiche bisognerebbe riflettere se la sua
        alla fine non sia stata una strategia
        più intelligente...

        Per ottenere delle vittorie importanti ci
        vuole sempre un lavoro di pazienza, tutto e
        subito non è così facile.

        Io spero che metterà lo stesso
        impegno anche sulla questione europea della
        brevettabilità del software, di cui
        secondo me si continua a parlare troppo
        poco...E' questa, in realta', la battaglia piu' importante, ricordiamoci che noi europei non abbiamo ne brevetti sw (se li sono gia' accaparrati tutti gli americani), ne petrolio, ne materie prime, ne cheap labour, con questa legge ci taglieremo le p...e da soli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      mi associo..grazie a cortiana...mi ricorderò di tutto quando sarà il momento
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto grazie cortiana
        grazie per aver dato voce in parlamento al popolo della rete, avevamo bisogno di essere rappresentati in questa democrazia incompleta che è l'italia delle lobby prepotenti avide, antidemocratiche e liberticide,
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra doveroso. ;)Si, esatto.Grazie :)
    • Itan scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      Assolutamente si!Già alle Europee me ne ricorderò anch'io...
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      Vero !!A Natale gli faro arrivare un prosciutto di parma scaricato conil P2P .. prosciut to Prosciuta parte glis cherzi .. scrivete anche al ministro Urbani ...Fateli capire che ha fatto un errore l'indirizzo lo trovate sul sito del parlamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra doveroso. ;)Quoto anch'io. E me ne ricorderò alle prossime europee.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto grazie cortiana
      cvdhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=645662
    • Anonimo scrive:
      Speriamo che sia coerente!
      Visto l'effetto che cortiana ha avuto qui io spero vivamente che sia coerente e che non l'abbia fatto per motivi elettorali..
  • Anonimo scrive:
    sig. Mazza, meno ipocrisia perfavore!!
    Eh sì perchè è inutile negare che se chiunque avesse un briciolo di raziocinio non potrebbe gioire per la'ssociazione del reato penale con la condivisione di contenuti protetti... anche se è illegale...Uno stato di diritto DEVE prevedere una pena proporzionata alla colpa!!!E lei ipocritamente fa queste asserzioni perchè è a capo di chi vede ledere i proprio interessi.. non perchè questo sia oggettivamente un pensiero condivisibile... o che lei appoggia SINCERAMENTE...Anche io potrei volere che chi m'imbratta con lo spray il muro di casa fosse condannato a 3 anni di carcere, ma sarebbe fuori dal mondo noo??...
    • Anonimo scrive:
      Re: sig. Mazza, meno ipocrisia perfavore!!
      Figurati, cosa gliene frega a quello.
      • Anonimo scrive:
        Re: sig. Mazza, meno ipocrisia perfavore!!
        - Scritto da: Anonimo
        Figurati, cosa gliene frega a quello.e' ora che si svegli l'amico ....
        • Anonimo scrive:
          Re: sig. Mazza, meno ipocrisia perfavore
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Figurati, cosa gliene frega a quello.


          e' ora che si svegli l'amico ....Inutile, secondo quella gente, "il mondo" è ciò che loro vogliono che sia. Ed è molto difficile svegliarsi da allucinazioni simili, indotte dalla droga più potente, i soldi... ;)Hakkar
  • TPK scrive:
    Quattro risate
    http://www.pro-music.it/Consigliato in particolare: Sfatiamo i miti sulla musica gratuita http://www.pro-music.it/freemusic/popfreemusic.asp Parlano gli artisti http://www.pro-music.it/artistsspeak/printed.asphttp://www.pro-music.it/artistsspeak/index.asp Il copyright è il motore del progresso http://www.pro-music.it/copyright/oncopy.aspPersonalmente in home avrei visto bene l'immagine di un sedicenne che ruba una Ferrari...
    • Elwood_ scrive:
      Re: Quattro risate
      ?Andresti a rubare un Cd in un negozio di musica? E? la stessa cosa, la gente va su internet e ruba la nostra musica. E? la stessa identica cosa, quindi perché farlo??Sbreatney Sbears-------------------------------------------------------------------------------Riusciresti a Comperarti una villa al mare che la veranda comincia a Los Angeles e il cucinino c'e' l'ha a Boston? Nooo? Allora perchè continuare a non darci la possibilità di farlo?-------------------------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      BuahhahaahahahhaahhahaahahLa "dichiarazione" di Eminem è una della cose piu' divertenti che ho letto ultimamente :DE anche le altre meritano.... ahahahhahaGrazie TPK!
      • TPK scrive:
        Re: Quattro risate
        - Scritto da: Anonimo
        Buahhahaahahahhaahhahaahah
        La "dichiarazione" di Eminem è una
        della cose piu' divertenti che ho letto
        ultimamente :D

        E anche le altre meritano.... ahahahhaha

        Grazie TPK!Peccato che Mazza sia passato di qui ed abbia votato il mio post inutile...:'(:'(:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      Comunque leggendo le opinioni di questi "artisti", si capisce che fan musica SOLAMENTE per soldi.... e questo è veramente uno schifo.Bha.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      andassero a zappare la terra a mani nude.. ma chi è quel criminale che speca banda per sti quattro idioti poi... bah..
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      - Scritto da: TPK
      www.pro-music.it /

      Consigliato in particolare:
      Sfatiamo i miti sulla musica gratuita
      www.pro-music.it/freemusic/popfreemusic.asp

      Parlano gli artisti
      www.pro-music.it/artistsspeak/printed.asp
      www.pro-music.it/artistsspeak/index.asp

      Il copyright è il motore del
      progresso
      www.pro-music.it/copyright/oncopy.asp

      Personalmente in home avrei visto bene
      l'immagine di un sedicenne che ruba una
      Ferrari...PESSIMA GRAFICA...sembra un sito di quelli dove trovi tutto e gratiscon banner pubblicitari ecc HA HA HA.... CHE ILLUSI :)
    • Kremmerz scrive:
      Re: Quattro risate
      Dunque, tutto questo mi fa sempre più pensare che i musicisti realmente degni di portare quel nome, sono i virtuosi che decidono di rimanere tali.Mi spiego, un Glenn Gould, un Arturo Benedetti Michelangeli....mettiamoci anche Keith Jarrett e magari Michael Hedges. Credo che mai avrebbero potuto fare quel che hanno fatto senza suonare, suonare, suonare risuonare ed avere un talento immane. Quindi questi signori hanno (quasi tutti avevano perchè sono morti) il diritto di chiamarsi musicisti, perchè mai avrebbero potuto ottenere certi risultati facendo un lavoro normale e in più "il musico".Di tutti gli artisti con quelle belle citazioni, l'unico virtuoso rimane Alex Britti...che però ha pensato bene:" Perchè fare il chitarrista blues morto di fame quando invece, scrivendo tre canzoncine cretine, potrei fare un sacco di soldi?"...quindi il suo virtuosismo se lo può mettere in quel posto.Insomma, quel che producono non è arte: qualitativamente è cacca, tecnicamente è il nulla o la banalità. Ma che vogliono questi signori? Se alla gente piace ascoltare letame a me va benissimo, ma che non vengano a piangere perchè, poverini, ci mettono anima e corpo....ma non scherziamo!Raramente ricordo qualcosa di più patetico, l'unico rmessaggio che mi lascia è un disprezzo ancora più grande verso certe persone: direi cementificato!==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 3.52.27
      • Anonimo scrive:
        Re: Quattro risate
        Sottoscrivo in toto......Sta gente fa veramente schifo!E' sacrosanto pagare la pagnotta a chi si fa il mazzo, ma sentire i miliardari piangere miseria è la cosa più ignobile in assoluto.....Artisti.....osano chiamarsi.....Si, artisti del nulla e mercanti dell'inutile.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Quattro risate
        - Scritto da: Kremmerz
        Di tutti gli artisti con quelle belle
        citazioni, l'unico virtuoso rimane Alex
        Britti...che però ha pensato bene:"
        Perchè fare il chitarrista blues
        morto di fame quando invece, scrivendo tre
        canzoncine cretine, potrei fare un sacco di
        soldi?"...Esattamente come la penso io: un bravissimo musicista (sentirlo live è uno spetàacolo) che per "necessità" (o "furbizia") si è venduto. Un po' lo capisco cmq :( Peccato.
        • pikappa scrive:
          Re: Quattro risate
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Kremmerz

          Di tutti gli artisti con quelle belle

          citazioni, l'unico virtuoso rimane Alex

          Britti...che però ha pensato
          bene:"

          Perchè fare il chitarrista blues

          morto di fame quando invece, scrivendo
          tre

          canzoncine cretine, potrei fare un
          sacco di

          soldi?"...

          Esattamente come la penso io: un bravissimo
          musicista (sentirlo live è uno
          spetàacolo) che per
          "necessità" (o "furbizia") si
          è venduto. Un po' lo capisco cmq :(
          Peccato.Quoto in pieno, è un chitarrista eccezionale, per me può continuare a fare canzoncine cretine (non le compro semplicemente) ma potrebbe benissimo far qualche pezzo degno di essere chiamato canzone e magari rilasciarlo su internet, visto che tanto ci farebbe pochi soldi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      "La pirateria musicale in Africa costituisce oggi il più grande ostacolo allo sviluppo delle istituzioni culturali legate alla musica.Ha ha ha !!!!!Che cazzata!! Ora l'Africa non si sviluppa per colpa del P2P!!!Semmai per colpa delle multinazionali che ci lucrano sopra...o ci fanno profitto come preferite!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quattro risate
        - Scritto da: Anonimo
        "La pirateria musicale in Africa costituisce
        oggi il più grande ostacolo allo
        sviluppo delle istituzioni culturali legate
        alla musica.
        Aberrante!!
        • Pupix scrive:
          Re: Quattro risate
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          "La pirateria musicale in Africa
          costituisce

          oggi il più grande ostacolo allo

          sviluppo delle istituzioni culturali
          legate

          alla musica.



          Aberrante!!Allo skifo non esiste limite.......vergognoso !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quattro risate
        - Scritto da: Anonimo
        "La pirateria musicale in Africa costituisce
        oggi il più grande ostacolo allo
        sviluppo delle istituzioni culturali legate
        alla musica.

        Ehm...qualcuno ha spiegato all'autore di tale aberrante delirio di parole che in africa forse c'è il piccolo problema che metà continente è in guerra più o meno dichiarata e l'altra metà ha come principale problema come mettere insieme pranzo e cena?E ancora quanti in Africa hanno una connessione ADSL quando il telefono esiste solo in alcuni stati e neanche per tutti i cittadini, vista la disparità esistente tra numero di ricchi e numero di poveri???Probabilmente, tanto per citare qualcuno ad esempio, un eritreo medio (che mangia un giorno si e due no) ha la colpa di non possedere un impianto HiFi da 5000$ e quella di non spendere 16$ al giorno per un CD??MA FATEMI IL PIACERE DI ANDARE TUTTI IN MINIERA!!!!:@Uno veramente stufo di sentire caxxate del genere a sostegno di persone degne solo di stare nel luogo sopracitato!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quattro risate
      Quegli artisti? Braccia rubate all'industria edilizia !!!- Scritto da: TPK
      www.pro-music.it /

      Consigliato in particolare:
      Sfatiamo i miti sulla musica gratuita
      www.pro-music.it/freemusic/popfreemusic.asp

      Parlano gli artisti
      www.pro-music.it/artistsspeak/printed.asp
      www.pro-music.it/artistsspeak/index.asp

      Il copyright è il motore del
      progresso
      www.pro-music.it/copyright/oncopy.asp

      Personalmente in home avrei visto bene
      l'immagine di un sedicenne che ruba una
      Ferrari...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quattro risate
        - Scritto da: Anonimo
        Quegli artisti? Braccia rubate all'industria
        edilizia !!!
        Concordo pienamente, :)solo che le preferirei nell'industria mineraria!! (funziona meglio...:|)
        - Scritto da: TPK

        www.pro-music.it /



        Consigliato in particolare:

        Sfatiamo i miti sulla musica gratuita


        www.pro-music.it/freemusic/popfreemusic.asp



        Parlano gli artisti


        www.pro-music.it/artistsspeak/printed.asp

        www.pro-music.it/artistsspeak/index.asp



        Il copyright è il motore del

        progresso

        www.pro-music.it/copyright/oncopy.asp



        Personalmente in home avrei visto bene

        l'immagine di un sedicenne che ruba una

        Ferrari...
        • Anonimo scrive:
          Re: Quattro risate... POVERE GIOIE....
          Ma poverini.....Dai non si può.... E no ragazzi....Io che sgobbo in canitiere dalle 7 del mattino alle 1820 (quando và tutto bene)magari al freddo sotto la pioggia, per pagare l'affitto, mantenere la mia famiglia, dare le cure ai miei genitori, e i miei figli, pagare LE TASSE, mangiare, gas, luce e tutto il resto e fare il mutuo per pagarmi una macchinetta per spostarmi.....E dare il meglio alla mia famiglia per non farla soffrire.....E lasciare da parte qualcosa per i miei figli per fargli avere un futuro migliore del mio, pieno di sofferenze e sacrifici VERI....E LORO SI LAMENTANO facendo niente dalla mattina alla sera, o facendo le prove spacandosi dalle risate se sbagliano (visto i numerosi retro scena eccetera...)perchè povere gioiette non riescono a comprarsi la 10ima villa al mare?Che vadano a spararsi!Viva gli artisti emergenti!Viva la musica per chi la ha nel cuore e NON NEL PORTAFOGLIO (o dovrei dire in banca?)
  • Anonimo scrive:
    richiesta di info
    vorrei sapere se registrare segnali radiofonici streaming via internet si configura come scaricamento di un file. La cosa sarebbe paradossale, perché registrare la stessa stazione via etere (incluse le trasmissioni radiofoniche sat digitali) è legale se uno ha pagato il canone, mi sembra.
    • Anonimo scrive:
      Re: richiesta di info
      - Scritto da: Anonimo
      vorrei sapere se registrare segnali
      radiofonici streaming via internet si
      configura come scaricamento di un file.In America la RIAA pensa proprio di sì... Trovi maggiori informazioni facendo una ricerca su Slashdot.
      • Anonimo scrive:
        Re: richiesta di info
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        vorrei sapere se registrare segnali

        radiofonici streaming via internet si

        configura come scaricamento di un file.

        In America la RIAA pensa proprio di
        sì... Trovi maggiori informazioni
        facendo una ricerca su Slashdot.Però qui siamo un UE e la RIAA non conta (ancora). Se io attacco il cavo dell'uscita audio del ricevitore SAT all'ingresso della scheda audio del PC e mi registro via satellite le canzoni -diciamo- di Radio Swiss Pop, non commetto alcun reato. Io ho pagato il canone in Italia ed ho diritto di asvcoltare e registrare trasmissioni pubbliche, gli svizzeri avranno certamente pagato i diritti per la trasmissione a livello continentale di quelle canzoni, quindi io ho dato, loro hanno dato, nessuno commette reato. Se mi masterizzassi le canzoni, invece di registrarle su nastro, oltretutto ci pagherei pure sopra una bella tassa. Sino a quando non scambio, sono nel mio diritto (o altrimenti mi si corregga). Allora, perché non dovrei poter registrare direttamente dal sito della stazione, che trasmette anche online gli STESSI programmi?Negli USA il canone non esiste, in UE sì, in svizzera pure, ed in più paghiamo le tasse sui supporti.
        • Anonimo scrive:
          Re: richiesta di info
          - Scritto da: Anonimo
          Però qui siamo un UE e la RIAA non
          conta (ancora). Se io attacco il cavo
          dell'uscita audio del ricevitore SAT
          all'ingresso della scheda audio del PC e mi
          registro via satellite le canzoni -diciamo-
          di Radio Swiss Pop........commetti un reato. Punto.Il canone è la tassa sul possesso dell'apparecchio ricevente, almeno qui in Italia, e la registrazione dei brani, audio o video che siano, equivale in tutto e per tutto alla copia pirata che trovi dal maroc o che scarichi con il pirtupìr.....
  • Anonimo scrive:
    Pietro Folena
    Facile saltare sul carro del vincitore eh? Vergogna!:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Pietro Folena
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=47974http://punto-informatico.it/p.asp?i=47897http://punto-informatico.it/p.asp?i=47389http://punto-informatico.it/p.asp?i=48048
      • Anonimo scrive:
        Re: Pietro Folena
        - Scritto da: Anonimo
        punto-informatico.it/p.asp?i=47974
        punto-informatico.it/p.asp?i=47897
        punto-informatico.it/p.asp?i=47389
        punto-informatico.it/p.asp?i=48048 Appunto appunto... Folena si distingue sempre nelle DICHIARAZIONI, poi però quando si tratta di VOTARE le cose sono un cicinin diverse. Vergogna!:@
        • Anonimo scrive:
          Re: Pietro Folena
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          punto-informatico.it/p.asp?i=47974

          punto-informatico.it/p.asp?i=47897

          punto-informatico.it/p.asp?i=47389

          punto-informatico.it/p.asp?i=48048


          Appunto appunto... Folena si distingue
          sempre nelle DICHIARAZIONI, poi però
          quando si tratta di VOTARE le cose sono un
          cicinin diverse. Vergogna!

          :@e' di sinistra........e' l'atteggiamento normale
          • Anonimo scrive:
            Re: Pietro Folena
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            punto-informatico.it/p.asp?i=47974


            punto-informatico.it/p.asp?i=47897


            punto-informatico.it/p.asp?i=47389


            punto-informatico.it/p.asp?i=48048





            Appunto appunto... Folena si distingue

            sempre nelle DICHIARAZIONI, poi
            però

            quando si tratta di VOTARE le cose sono
            un

            cicinin diverse. Vergogna!



            :@


            e' di sinistra........e' l'atteggiamento
            normalela destra invece ha votato compatta... A FAVORE :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Pietro Folena
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo




            punto-informatico.it/p.asp?i=47974




            punto-informatico.it/p.asp?i=47897




            punto-informatico.it/p.asp?i=47389




            punto-informatico.it/p.asp?i=48048








            Appunto appunto... Folena si
            distingue


            sempre nelle DICHIARAZIONI, poi

            però


            quando si tratta di VOTARE le cose
            sono

            un


            cicinin diverse. Vergogna!





            :@





            e' di sinistra........e' l'atteggiamento

            normale

            la destra invece ha votato compatta... A
            FAVORE :@beh, loro sono COERENTI, cosa che a sinistra sembra essere sconosciuta ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pietro Folena
            - Scritto da: Anonimo
            e' di sinistra........e' l'atteggiamento
            normaleSono quello che ha scritto il post originale, sono anch'io di sinistra e infatti io ce l'ho con Folena, mica con Cortiana.Sull'operato della destra ti conviene solo tacere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pietro Folena
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          punto-informatico.it/p.asp?i=47974

          punto-informatico.it/p.asp?i=47897

          punto-informatico.it/p.asp?i=47389

          punto-informatico.it/p.asp?i=48048


          Appunto appunto... Folena si distingue
          sempre nelle DICHIARAZIONI, poi però
          quando si tratta di VOTARE le cose sono un
          cicinin diverse. Vergogna!

          :@infatti se è vero che la pensava anche lui cosìdoveva battersi fianco a fianco con Cortiana,e così non è stato .... e allora ???E' nei fatti che si vedono le persone....VERGOGNA :) LOL
        • Anonimo scrive:
          Re: Pietro Folena
          - Scritto da: Anonimo

          Appunto appunto... Folena si distingue
          sempre nelle DICHIARAZIONI, poi però
          quando si tratta di VOTARE le cose sono un
          cicinin diverse. Vergogna!
          Sarebbe troppo facile. La verità è che le sanzioni contro il P2P erano solo una _parte_ del decreto Urbani, che conteneva molte altre disposizioni condivise da tutto il parlamento, per esempio i finanziamenti al cinema italiano. Se da una parte c'era la contrarietà al primo articolo (quello appunto sul p2p), c'era anche parere favorevole su tutto il resto. Da qui l'astensione. Troppo difficile, da parte del Governo, dividerlo in due questo decreto legge? Cosa c'entrano i finanziamaneti al cinema con il p2p, o con la tassa sui masterizzatori? Non chiederlo a me... Comunque trovi tutto quanto negli archivi di www.camera.it e www.senato.it, leggi in particolare le dichiarazioni di voto.E ora il problema si ripropone: sapendo che queste modifiche al decreto urbani sono condivise da tutto il parlamento e che verranno sicuramente approvate, chissà cosa proveranno ad infilarci (magari camuffando un po')... :(
  • Anonimo scrive:
    urbanik
    http://www.giava.com/nando/nando.html
  • Anonimo scrive:
    Sanzioni Amministrative = P2P a volontà
    Beh, analizziamo un attimo la situazione... non appena tornano le sanzioni amministrative invece del penale, diventerà impossibile effettuare perquisizioni per chi fa download dal p2p. Questo comporta la totale impossibilità delle major di dimostrare che un utente stava commettendo attività illecita sul p2p, perchè i provider non loggano il traffico ma solo gli ip, quindi senza perquisizioni come possono dimostrare eventuali violazioni ???Forse pensano di fornire solo indirizzo ip, orario, nome del file e hash del file ??Beh, il problema è che devono dimostrare che l'utente aveva quel file in quel momento.... e loro possono dimostrare solo che l'utente aveva un certo ip in un certo momento, stop !E siccome in Italia la legge è diversa rispetto agli usa dove li se ti accusano di un reato sei colpevole e devi dimostrare il contrario... qui invece sei innocente e l'accusa deve dimostrare il contrario.... per questi motivi credo che si prospettino tempi duri per le majors !!!!!
    • Tony Sarnano scrive:
      Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà
      - Scritto da: Anonimo
      impossibilità delle major di
      dimostrare che un utente stava commettendo
      attività illecita sul p2p,
      perchè i provider non loggano il
      traffico ma solo gli ip, quindi senza
      perquisizioni come possono dimostrare
      eventuali violazioni ???
      Forse Alice (quella di Rosso Alice per intenderci) potrebbe loggare anche la porta locale e quella remota a cui quel dato IP si connetteva e l'hash md5 del file trasferito.Dato che moltissimi utenti ADSL si collegano attraverso Alice e che la stessa Alice ha interessi nella vendita di contenuti a pagamento io ci andrei piano prima di trarre facili quanto incaute conclusioni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà
        Ma si...perchè non estendiamo il penale a tutti gli illeciti esistenti? Così daremo alla giustizia tutti gli strumenti necessari per perseguire qualsiasi violazione!
        • Tony Sarnano scrive:
          Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà


          Forse Alice (quella di Rosso Alice

          per intenderci) potrebbe loggare anche la

          porta locale e quella remota a cui quel dato

          IP si connetteva e l'hash md5 del file

          trasferito.

          Dato che moltissimi utenti ADSL si collegano

          attraverso Alice e che la stessa Alice ha

          interessi nella vendita di contenuti a

          pagamento io ci andrei piano prima di trarre

          facili quanto incaute conclusioni... - Scritto da: Anonimo
          Ma si...perchè non estendiamo il
          penale a tutti gli illeciti esistenti?
          Così daremo alla giustizia tutti gli
          strumenti necessari per perseguire qualsiasi
          violazione!Scusa ma questa sarebbe una risposta o solo parole in libertà tanto per dare aria alla bocca... ehm... tanto per pigiare un po' sulla tastiera?Capisci il senso dei post a cui rispondi o sei completamente scollegato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà

        Forse Alice (quella di Rosso Alice
        per intenderci) potrebbe loggare anche la
        porta locale e quella remota a cui quel dato
        IP si connetteva e l'hash md5 del file
        trasferito.Beh non credo che tin.it logghi anche le porte, significherebbe loggare il traffico e sarebbe troppo oneroso archiviare una tale mole di dati... anche per un grosso provider come tin.it!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
        - Scritto da: Tony Sarnano

        perchè i provider non loggano il

        traffico ma solo gli ip, quindi senza

        perquisizioni come possono dimostrare

        eventuali violazioni ???



        Forse Alice (quella di Rosso Alice
        per intenderci) potrebbe loggare anche la
        porta locale e quella remota a cui quel dato
        IP si connetteva e l'hash md5 del file
        trasferito.non sono dati utili alla fatturazione del servizio, non li possono loggare. a meno che non vogliano portare in tribunale prove acquisite illegalmente, e beccarsi una controdenuncia per violazione della privacy.
        • Tony Sarnano scrive:
          Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
          Molto interessante, non conosco la normativa in merito, ma se è come dici tu (e penso che lo sia) ha effettivamente un senso.- Scritto da: Anonimo

          Forse Alice (quella di Rosso Alice

          per intenderci) potrebbe loggare anche
          la

          porta locale e quella remota a cui quel
          dato

          IP si connetteva e l'hash md5 del file

          trasferito.

          non sono dati utili alla fatturazione del
          servizio, non li possono loggare. a meno che
          non vogliano portare in tribunale prove
          acquisite illegalmente, e beccarsi una
          controdenuncia per violazione della privacy.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
            - Scritto da: Tony Sarnano
            Molto interessante, non conosco la normativa
            in merito, ma se è come dici tu (e
            penso che lo sia) ha effettivamente un
            senso.Beh, la segretezza delle comunicazioni è un diritto sancito dalla costituzione... non si scappa !
          • Anonimo scrive:
            Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
            - Scritto da: Tony Sarnano
            Molto interessante, non conosco la normativa
            in merito, ma se è come dici tu (e
            penso che lo sia) ha effettivamente un
            senso.la normativa è cambiata con il decreto dello scorso dicembre, convertito all'inizio di quest'anno (febbraio, mi pare). se ne è parlato anche molto della c.d. "data retention", da quello che ho capito per quanto riguarda il trasferimento dati le cose stanno come ho detto qui sopra (sono l'autore del post a cui rispondi). discorso diverso sarebbero le mail.. per le quali la normativa prevede il log di data, mittente, destinatari e altre cose - ma non il contenuto!!. ma per il trasferimento dati AFAIK non c'è l'obbligo di log il che significa che le connessioni diverse da quelle specificate rientrano nella sfera delle comunicazioni personali che in italia sono inviolabili - lo dice la costituzione e non una legge qualsiasi. insomma, la vedo dura per loro ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà
        - Scritto da: Tony Sarnano

        - Scritto da: Anonimo

        impossibilità delle major di

        dimostrare che un utente stava
        commettendo

        attività illecita sul p2p,

        perchè i provider non loggano il

        traffico ma solo gli ip, quindi senza

        perquisizioni come possono dimostrare

        eventuali violazioni ???



        Forse Alice (quella di Rosso Alice
        per intenderci) potrebbe loggare anche la
        porta locale e quella remota a cui quel dato
        IP si connetteva e l'hash md5 del file
        trasferito.
        Dato che moltissimi utenti ADSL si collegano
        attraverso Alice e che la stessa Alice ha
        interessi nella vendita di contenuti a
        pagamento io ci andrei piano prima di trarre
        facili quanto incaute conclusioni...non mi pare di avere autorizzato alice a fare questo.. se loro loggano il io traffico oltre il consentito gli pelo il culo in sede giudiziaria
      • Anonimo scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volontà
        - Scritto da: Tony Sarnano
        Forse Alice (quella di Rosso Alice
        per intenderci) potrebbe loggare anche la
        porta locale e quella remota a cui quel dato
        IP si connetteva e l'hash md5 del file
        trasferito.No..semplicemente non possono farlo...tecnicamente e legalmente
    • Anonimo scrive:
      Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
      Provate Earthstation5.Si connette a una serie di proxy e crea solo traffico udp non tcp, quindi, niente porte dedicate, ma solo pacchetti di datagrammi che passano da un proxy all'altro
      • TPK scrive:
        Re: Sanzioni Amministrative = P2P a volo
        - Scritto da: Anonimo
        Provate Earthstation5.
        Si connette a una serie di proxy e crea solo
        traffico udp non tcp, quindi, niente porte
        dedicate, ma solo pacchetti di datagrammi
        che passano da un proxy all'altroHanno tolto la backdoor? :p