Mozilla ha il suo Outlook Express

Per rivaleggiare ancor più da vicino con la coppia Internet Explorer/Outlook Express, Mozilla.org sviluppa un nuovo client di e-mail stand alone, appena giunto alla versione 0.1, che si sposerà con Mozilla Firebird


Roma – Se con il progetto Mozilla Firebird la comunità di sviluppo di Mozilla.org ha rilanciato la propria sfida ad Internet Explorer, con il progetto Mozilla Thunderbird la stessa comunità intende sviluppare, partendo dal lavoro già svolto negli anni passati, un client e-mail free software capace di rivaleggiare con Outlook Express sia sul fronte delle funzionalità che su quello della facilità d’uso e che garantisca, pur sotto forma di programma autonomo, la stessa uniformità con l’interfaccia utente di Mozilla che OE vanta nei confronti di IE.

I primi frutti di questo sforzo si sono ora concretizzati con il rilascio della prima major release di Thunderbird, la 0.1 , disponibile per Mac OS X, Linux e Windows. Questa versione, che gli sviluppatori giudicano già sufficientemente stabile per essere provata dagli utenti finali, condivide lo stesso tema grafico di Mozilla Firebird ed è in grado di importare gli account, i messaggi e i contatti da Outlook, Outlook Express, Eudora e Netscape Communicator 4.x.

Come si è appreso lo scorso aprile, quando Mozilla.org svelò la nuova rotta dello sviluppo del proprio browser, Thunderbird è destinato a rimpiazzare il componente per le e-mail e i newsgroup oggi integrato in Mozilla. Il nuovo client rappresenta una profonda riscrittura del vecchio Mozilla Mail , con il quale condivide la maggior parte delle funzionalità oggi presenti nella versione 0.1, ma rispetto al proprio predecessore utilizza un’interfaccia scritta con il linguaggio XUL , lo stesso adottato in Firebird, a cui possono essere applicati dei temi (un primo elenco è disponibile qui ). Oltre a questo, Thunderbird introduce diverse nuove funzionalità, fra cui una toolbar personalizzabile, un’interfaccia utente modulare a cui possono essere applicate le cosiddette ” extension “, un barra laterale con i propri contatti, un help on-line ed altre caratteristiche minori. Gli sviluppatori affermano che l’aver “portato fuori” dal browser il client e-mail, ed aver riscritto l’interfaccia con gli stessi toolkit utilizzati per Firebird, ha consentito di ottenere un programma più snello, leggero e veloce.

Thunderbird ha un’interfaccia capace di mettere a proprio agio gli utenti che provengono da OE, questo soprattutto per il fatto di utilizzare la tradizionale finestra a tre riquadri (elenco dei messaggi, anteprima, vista ad albero di mailbox e account) e includere wizard per la configurazione degli account. Il programma non necessita neppure di essere installato: basta decomprimerlo e lanciarlo.

Quasi in contemporanea alla release di Thunderbird, Mozilla.org ha rilasciato una nuova minor release di Firebird, la 0.6.1 , che aggiusta qualche baco e adotta un’icona simile a quella di Thunderbird per identificare l’applicazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Africano scrive:
    Re: Stastitiche in ferie d'agosto?
    - Scritto da: Africano
    - Scritto da: Anonimo




    Mmmmh, interessante, il traffico in


    percentuale generato da ogni browser.



    E' un dato un pò strano ma vedrò cosa
    posso

    ricavare. Purtroppo leggo solo ora questa

    richiesta e sto andando a casa, per cui
    devi

    aspettare la risposta fino a lunedì.



    P.S. Sui miei siti IE è intorno al 97-99%,

    probabilissimo che rimangano tali le

    percentuali, visto che la durata della

    navigazione, le pagine viste, i download

    fatti NON dipendono dal browser usati

    (ovviamente se il sito è visibile con ogni

    browser, cosa che per i miei siti
    avviene).

    Aspetterò senza pazienza quindi visti i
    tempi.
    Secondo la mia ipotesi, dovrebbe essere
    un'ipotesi, se i browser diversi fossero i
    più usati dai navigatori più navigati
    dovrebbero avere percentuali maggiori di
    quelle della diffusione dei browser che
    conta meno chi più naviga.
    Aspettiamo fino a lunedì allora.
    Grazie
    CiaoQuesto è successo venerdì.Lunedì è bello che andato.Anche martedì non durera più di un giorno.Sono cominciate le ferie?Buon per te, però non si fanno promesse che non si possono mantere, promissio pro boni viri obbligatio est. :D
  • Africano scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi (corr)
    - Scritto da: pippo75
    Little Correzione

    Infatti MS dava IE a pagamento insieme a
    windows in modo che l'utente pensasse che
    fosse gratis.
    Le prime versioni di IE erano gratis e
    separate da windows
    Qiello che ha rimesso da questa concorrenza
    è stata Netscape (poi comperata dal AOL)
    che ora vive in una piccola nicchia.Mi ci ero riferito qualche post fa. Tu cosa facevi, dormivi? :DSto a schrerzà.Il danno a netscape fu causato non dalla "gratuità di iexploder ma dal venire pre installato nel sistema operativo più diffuso al mondo. Nessuna Netscape del pianeta terra sarebbe sopravvissuta allo tsunami. aol ha comprato netscape che aveva rilasciato il codice del programma con una licenza gpl like o lesser i cui sviluppatori avevano rilasciato un sistema evoluto anche se ancora giovane di peer to peer subito ritirato da aol per disturbo dei propri interessi commerciali ma il sistema ormai era stato pubblicato e libero e disponibile e quindi ormai non c'era più niente da ritirare. Finale ancora senza fine la compagnia di iexploder paga Aol a sanatoria della questione Netscape e a firma di altri negoziati. Di Netscape quindi rimane Mozilla e derivati :) galeon non è pre installato di default in red hat 9, almeno come l'ho fatto io in automatico o quasi e senza sapere se e quando lo è stato.Ho dovuto installarlo dai pacchetti. Credo sia un altro discorso a parte che mi dà errore e forse ancora non l'ho installato.E di Nestcape resta il peer to peer che forse ci sarebbe stato anche senza gnutella ma che rimane come inizio storico del sistema.Molto recentemente da aol sono stati rilasciati codici ad ufficiale insaputa di aol di un sistema di peer to peer forse usato in aol per scopi aziendali di derivazione gnutella, con tanto di corredata licenza gpl subito contestata da aol e ritirata la pagina coi codici che ormai però circolano liberamente fuori di aol.Del resto, da un punto di vista, il valore maggiore di Aol, ci sono punti di vista che la vedono così, potrebbe essere in un evoluzione di gnutella, e anche se non tutta aol potrebbe avere questo punto di vista anzi pare proprio difficile non è mai stato escluso che chiunque a contatto con gnutella e in specie gli sviluppatori abbiamo avuto un punto di vista che assegnava valore molto alto allo sviluppo di gnutella per la sua importanza nel peer to peer.Questi discorsi hanno tutta l'aria di derive di discorsi.Tengo il filo comunque. (al posto di filo avevo scritto file)Come un classico arriva l'aspetto paradossale della vicenda con il maggior attore commerciale che gode di enormi benefici dalla rete malgrado la svista iniziale che ha dato via libera a Netscape che ha ormai archiviato come vicenda tanto che rilascerà una nuova versione di iexploder fra anni e solo in congiunzione col nuovo sistema operativo, e sembrerebbe abbandoni lo sviluppo delle attuali versioni di iexploder compatibili con più sistemi della casa.Compatibili con la casa ma non fra di loro, per avere più exploder sulla stessa macchina attualmente occore avere più sistemi operativi perché il sistema ne può far funzionare uno alla volta. Cosa che non succede con altri browser.Storicamente un errore storico come quello della casa di iexploder con internet avrebbe danneggiato la casa profondamente, altre case in occasioni simili, vedi la stessa fortuna iniziale della casa di iexploder, hanno dovuto rinunciare a fortune non quantificabili.Invece Nestcape si è evolotuo in Mozilla e Gnutella e iexploder da pre installato in un gran numero di sistemi non solo personal è sempre in testa nella diffusione di un browser internet, veramente aspetto per lunedì un altro tipo di statistiche, è il browser forse il tipo di programma più importante in questo momento, almeno quanto il sistema operativo stesso.Concludo colla pagina di aol su gnutella che è comparsa per poco a spiegazione del ritiro di gnutella in cui un tizio chiedeva a uno di accendere e per accontentarlo gli chiedeva di accordarsi che avrebbe acceso ma non fatto accendere altri, già c'è una violazione delle leggi sul fumo, :D ma poi ad aol deve aver avuto i suoi guai l'inventore di questa storiella cattiva pure per far ridere che è scomparsa prima che fosser in molti a sghignazzare. Farò una ricerca in un archivio di siti storici, difficile si trovi se è durata poco ma da qualche parte qualcosa ci dovrebbe essere.Concludo prima che perdo la speranza di rientrare nel limite dei caratteri, non prima di una osservazione recente, red hat distribuisce una red hat linux con riferimento a gnu solo nella licenza.
  • Africano scrive:
    Re: Stastitiche
    - Scritto da: Anonimo


    Mmmmh, interessante, il traffico in

    percentuale generato da ogni browser.

    E' un dato un pò strano ma vedrò cosa posso
    ricavare. Purtroppo leggo solo ora questa
    richiesta e sto andando a casa, per cui devi
    aspettare la risposta fino a lunedì.

    P.S. Sui miei siti IE è intorno al 97-99%,
    probabilissimo che rimangano tali le
    percentuali, visto che la durata della
    navigazione, le pagine viste, i download
    fatti NON dipendono dal browser usati
    (ovviamente se il sito è visibile con ogni
    browser, cosa che per i miei siti avviene).Aspetterò senza pazienza quindi visti i tempi.Secondo la mia ipotesi, dovrebbe essere un'ipotesi, se i browser diversi fossero i più usati dai navigatori più navigati dovrebbero avere percentuali maggiori di quelle della diffusione dei browser che conta meno chi più naviga.Aspettiamo fino a lunedì allora.GrazieCiao
  • pippo75 scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi (corr)
    Little Correzione Infatti MS dava IE a pagamento insieme a windows in modo che l'utente pensasse che fosse gratis. Le prime versioni di IE erano gratis e separate da windows Qiello che ha rimesso da questa concorrenza è stata Netscape (poi comperata dal AOL) che ora vive in una piccola nicchia.
  • pippo75 scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -

    negazione di ogni evoluzione. Del resto non
    vedo proprio, se domani uno si alza e decide
    di regalare il suo wordprocessor, come gli
    si possa impedire o pensare che i semplici
    utenti lo snobbino solo perché non vuole
    essere pagato. Capisco perfettamente che il
    software proprietario possa trovare
    fastidiosa questo tipo di concorrenza, ma
    sempre di concorrenza si tratta, se vogliono
    vendere qualcosa che sia appettibile anche a
    fronte di alternative gratuite e migliorino
    i prodotti altrimenti dove sarebbe
    l'evoluzione, nel fare pagare ciò che è già
    disponibile a prezzo zero? Infatti MS dava IE a pagamento insieme a windows in modo che l'utente pensasse che fosse gratis, infatti le prime versioni di IE erano gratis e separate da windowsQiello che ha rimesso da questa concorrenza è stata Netscape (poi comperata dal AOL).
  • Anonimo scrive:
    Re: Stastitiche

    Mmmmh, interessante, il traffico in
    percentuale generato da ogni browser.E' un dato un pò strano ma vedrò cosa posso ricavare. Purtroppo leggo solo ora questa richiesta e sto andando a casa, per cui devi aspettare la risposta fino a lunedì.P.S. Sui miei siti IE è intorno al 97-99%, probabilissimo che rimangano tali le percentuali, visto che la durata della navigazione, le pagine viste, i download fatti NON dipendono dal browser usati (ovviamente se il sito è visibile con ogni browser, cosa che per i miei siti avviene).
  • Africano scrive:
    Re: Stastitiche
    - Scritto da: Anonimo



    Poca importa per la diffusione dei browser

    ma non mi pare un dato secondario, per
    infatti, non è secondario.


    tornare ai libri mi pare che contino più
    i

    libri che escono dalla libreria che non
    gli

    accessi unici.

    Sarebbe interessante vedere qualche

    statistica pesata.
    Dimmi cosa ti interessa in particolare e te
    lo faccio sapere (dati validi sui miei
    server)
    Mmmmh, interessante, il traffico in percentuale generato da ogni browser.
  • Anonimo scrive:
    Re: Int.Explorer sparira' per sempre
    in effetti sono 3 anni che sento 'sta storia, ma vedo sempre IE tra i più usati...Mozilla, Firebird (ottimo!), e opera sono ottimi rivali. ma la concorrenza Microsoft è troppo forte attualmente. Non basta sviluppare un software migliore, purtroppo, ci vuole soprattutto il marketing... e/o una politica aggressiva come quella di Bill Gates...
  • Africano scrive:
    Stastitiche
    Da quanto leggo mi pare di capire che le statistiche si basano sul numero di utenti unici che accedono a delle pagine, ora credo che questo approccio indichi solo la diffusione dei browser sui vari computer che accedono alla rete che certo è un dato importante ma non credo che sia l'unico da considerare.Imho, sarebbe interessante sapere quanto traffico viene generato e da quali browser, magari limitandosi ai file html e correlati e scartando i download. Anche l'audience della tivì conta il tempo, se usasse lo stesso approccio un programma che viene visto per 1 secondo da molte persone avrebbe anche più audience da uno visto per tutta la durata ma da meno persone.Mi sbaglio di grosso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Stastitiche
      - Scritto da: Africano
      Imho, sarebbe interessante sapere quanto
      traffico viene generato e da quali browser,
      magari limitandosi ai file html e correlati
      e scartando i download. Anche l'audience
      della tivì conta il tempo, se usasse
      lo stesso approccio un programma che viene
      visto per 1 secondo da molte persone avrebbe
      anche più audience da uno visto per tutta la
      durata ma da meno persone.
      Mi sbaglio di grosso?Scusa, ma non ho capito cosa vuoi dire, potresti rispiegare?
      • Africano scrive:
        Re: Stastitiche
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Africano

        Imho, sarebbe interessante sapere quanto

        traffico viene generato e da quali
        browser,

        magari limitandosi ai file html e
        correlati

        e scartando i download. Anche l'audience

        della tivì conta il tempo, se usasse

        lo stesso approccio un programma che viene

        visto per 1 secondo da molte persone
        avrebbe

        anche più audience da uno visto per tutta
        la

        durata ma da meno persone.

        Mi sbaglio di grosso?
        Scusa, ma non ho capito cosa vuoi dire,
        potresti rispiegare? Mi chiedevo se con quelle stastitiche un navigatore assiduo non venga contato allo stesso modo di uno occasionale. Faccio un esempio, supponiamo che per leggere dei libri occorrano degli occhiali speciali, l'equivalente dei browser, se si contano gli occhiali all'ingresso di una libreria avremo delle statistiche ma se si associano a quegli occhiali anche i libri che si porta a casa chi li indossa ne avremmo altre, questo è un dato di poco conto?
        • Anonimo scrive:
          Re: Stastitiche

          Mi chiedevo se con quelle stastitiche un
          navigatore assiduo non venga contato allo
          stesso modo di uno occasionale. Faccio unSì, è così.Il punto è che per questo genere di statistiche non si intende avere delle statistiche "pesate".Del tipo che te visiti un sito dieci volte più di me e quindi le info che leggo da te pesano10 volte + delle mie.Per sapere la diffusione dei browser mi importa sapere che browser hai tu e che browser ho io.Che tu visiti un sito 100 volte o una volta sola x 2 secondi poco importa (questo per le statistiche inerenti ai browser o ai sistemi operativi).
          esempio, supponiamo che per leggere dei
          libri occorrano degli occhiali speciali,
          l'equivalente dei browser, se si contano gli
          occhiali all'ingresso di una libreria avremo
          delle statistiche ma se si associano a
          quegli occhiali anche i libri che si porta a
          casa chi li indossa ne avremmo altre, questo
          è un dato di poco conto?
          • Africano scrive:
            Re: Stastitiche
            - Scritto da: Anonimo


            Mi chiedevo se con quelle stastitiche un

            navigatore assiduo non venga contato allo

            stesso modo di uno occasionale. Faccio un
            Sì, è così.
            Il punto è che per questo genere di
            statistiche non si intende avere delle
            statistiche "pesate".
            Del tipo che te visiti un sito dieci volte
            più di me e quindi le info che leggo da te
            pesano10 volte + delle mie.
            Per sapere la diffusione dei browser mi
            importa sapere che browser hai tu e che
            browser ho io.
            Che tu visiti un sito 100 volte o una volta
            sola x 2 secondi poco importa (questo per le
            statistiche inerenti ai browser o ai sistemi
            operativi).Poca importa per la diffusione dei browser ma non mi pare un dato secondario, per tornare ai libri mi pare che contino più i libri che escono dalla libreria che non gli accessi unici.Sarebbe interessante vedere qualche statistica pesata.


            esempio, supponiamo che per leggere dei

            libri occorrano degli occhiali speciali,

            l'equivalente dei browser, se si contano
            gli

            occhiali all'ingresso di una libreria
            avremo

            delle statistiche ma se si associano a

            quegli occhiali anche i libri che si
            porta a

            casa chi li indossa ne avremmo altre,
            questo

            è un dato di poco conto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Stastitiche

            Poca importa per la diffusione dei browser
            ma non mi pare un dato secondario, perinfatti, non è secondario.
            tornare ai libri mi pare che contino più i
            libri che escono dalla libreria che non gli
            accessi unici.
            Sarebbe interessante vedere qualche
            statistica pesata.Dimmi cosa ti interessa in particolare e te lo faccio sapere (dati validi sui miei server)
  • Africano scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano

    - Scritto da: Anonimo


    Il pane forse non lo sarà mai ma il
    software

    ha costi di progettazione ma non di

    produzione, per tornare al pane fattone
    uno

    li hai fatti tutti. è questo che rende

    l'informatica speciale, se io fossi
    fornaio

    e volessi regalare il mio pane potrei
    farlo

    fino a quando non fossi costretto a
    chiudere

    per esaurimento delle mie finanze ma se

    fossi programmatore non avrei nessun

    problema di produzione.



    scusami se ho tagliato gran parte del tuo
    post, volevo infatti solo dire che il
    problema di produzione c'è e come se c'è...

    hai mai fatto anche una sola piccola
    applicazione (tipo scadenziario e cose del
    genere)...Non sono un programmatore.
    sai quante volte sei costretto a fare
    assistenza "aggratis"???... più di quanto
    immagini. Perdere un po' più tempo col manuale? O anche con l'eula? Ah, ma allora pure tu dai le cose aggratis? :D Sto a scherzà.
    Sai che il modello economico open source è
    basato sull'assistenza ed è proprio questo
    metodo che non funge...
    Sì, ma l'open source si fa pagare appunto l'assistenza, non la regala, a meno di volontari che non sono obbligati a farlo e di solito certo non lo fanno per aziende o professionisti.
    Per fare un esempio banale, riprendendo il
    programmino dello scadenziario, ti ritrovi
    con decine di telefonate al giorno di
    clienti che ti chiedono come si fa per far
    ricomparire l'icona sul desktop scomparsa,
    oppure ti chiedono come mai non funziona la
    stampa sulla nuova epson, oppure vogliono
    sapere perchè si è bloccato una volta
    durante gli ultimi 36 mesi!!! Non so se è leggenda ma uno dei maggiori produttori di computer stava valutando se non era il caso di inserire sulle tastiere un tasto "any", gli telefonavano che non lo trovavano e non potevano "press any key" :D
    Roba da
    matti... eppure secondo il tuo modello
    economico, quei clienti non ti hanno mai
    pagato perchè tu credevi che non
    costituivano un costo di produzione...Chiaramente mi riferivo al costo minimo di duplicazione dei bit, e chi li regala non fa lo stesso coll'assistenza che invece costa eccome.
    La fregatura sta proprio qui...
    nell'impossibilità di dare un servizio
    valido e completo per ogni copia
    "regalata"... e non mi venire a dire che gli
    manderesti la fattura per avere risposto al
    dubbio sul crash dell'applicazione.Se gli fai pagare la copia e in quel prezzo c'è compreso un po' di assistenza non gli mandi la fattura, fino a un certo punto no? Ma se non l'ha pagata non vedo perché non potresti pretendere di farti pagare l'assistenza? O come uno dovrebbe pretendere di avere l'assistenza gratis.L'open source non fa storie sulle copie, interpretando correttamente la novità dei bit e massimizzando la capacità di diffusione che è quel che conta alla fine, e li fa proprio sull'assistenza e personalizzazioni e messe a punto e quant'altro, che non sono bit. Questo mettendo da parte i codici aperti che certo non è cosa da sottovalutare.

    Spero che tu non mi faccia l'esempio dei
    colossi come IBM e Sun... perchè il quel
    caso valgono ben altre regole e strategie di
    aziende già ricche e non per l'open
    source...Non è che ho molto chiaro il tuo punto di vista, tu lamenteresti l'assenza di assistenza nei prodotti open? Quella se la vuoi la paghi a parte, e normalmente dovresti essere molto più disponibile a pagare visto che per le copie paghi molto poco o addirittura niente, e nei prodotti closed l'assistenza è sempre assicurata forse? Nell'open hai il vantaggio che nessuno ti conta le copie, e l'assistenza, che per forza devi pagare la puoi cercare dove ti pare, visto che il sorgente aperto lo consente e consente cose impensabili con quello closed, se credi di poterne fare a meno tanto meglio altrimenti paghi per quel che ti serve. Forse vuoi dire che anche pagando non si trova chi faccia assistenza per prodotti open? Be' questo più che altro mi pare un argomento per cercare di convincere qualche cliente a non abbondanare il closed, se ci crede.
  • Akiro scrive:
    Re: Da quando i browser si mascherano da
    "e un'opzione che permette di settare come deve venir identificato il vostro browser (di default credo si setti su IE, ma potete scegliere anche Opera o Netscape in differenti versioni)."http://www.dooyoo.it/review/323749.htmlil link al sito ufficiale adesso non ho voglia di cercarlo...byez
    • Anonimo scrive:
      Re: Da quando i browser si mascherano da
      - Scritto da: Akiro
      "e un'opzione che permette di settare come
      deve venir identificato il vostro browser
      (di default credo si setti su IE, ma potete
      scegliere anche Opera o Netscape in
      differenti versioni)."

      http://www.dooyoo.it/review/323749.html


      il link al sito ufficiale adesso non ho
      voglia di cercarlo...

      byezpurtroppo oggi ho poco tempo per cercare in quel sito che mi hai indicato, inoltre trattava la versione 5.0 che usavo più di due anni fa'... le mie affermazioni fanno riferimento alle versioni più recenti (6 - 7)...in quel sito potrebbe esserci scritto qualsiasi cosa, ma io credo solo a quello che vedo e che provo in prima persona.Opera 7 restituisce Opera 7.0 (idem con la versione sei e i recenti mozilla... delle vecchie versioni non ho prove a sufficienza)...Posso mandarti pure un semplice script che recupera gli headers...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'importante e' ...
    - Scritto da: Anonimo
    ... che dall'altra parte del filo
    ci sia apache...peccato che IIS lo ha quasi raggiunto:Apache: 40% circaIIS: 30% circaAltro 30% circaahahahahah
    • Anonimo scrive:
      Re: L'importante e' ...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      ... che dall'altra parte del filo

      ci sia apache

      ...peccato che IIS lo ha quasi raggiunto:

      Apache: 40% circa
      IIS: 30% circa
      Altro 30% circapeccato che ti sei appena svegliatoDeveloperJuly 2003PercentAugust 2003PercentChangeApache2695187963.722738886063.980.26Microsoft1097634225.951016574523.75-2.20SunONE6745711.5915345863.581.99Zeus7669431.817462401.74-0.07
      • kensan scrive:
        Re: L'importante e' ...
        - Scritto da: munehiro
        Microsoft1097634225.951016574523.75-2.20Però, oltre ad avere una percentuale ridicola sta crollando di brutto, perdere oltre due punti in un mese vuol dire che nessuno se lo fila...(Linux)
  • Anonimo scrive:
    Da quando i browser si mascherano da IE?
    ... a me non risultaOpera 7 restituisce: Opera 7.0Operta 6.06 restituisce: Operta 6.06 ... la stessa cosa vale per mozilla e netscape che si presentano entrambi come: Netscape /7.02 oppure Netscape /7.0Queste informazioni le leggo anche da un piccolo contatore che ho realizzato tempo fa... Le stringhe degli headers sono un po' manipolate e "pulite", ma dalle prove che faccio non ho dubbi, nessun browser si maschera IE di default. L'unico programma che si camuffa di predefinito da IE è teleport... ma è tutt'altra cosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma andate tutti...
    - Scritto da: Anonimo
    a mungere la vacca di redmond!
    La verità è che in quel 98% di winzozzoni
    che usano IE il 97% non paga nemmeno una
    lira per la copia di windows e tutto il
    softwrae allegatose fosse così, perchè bill è il più ricco?
    e poi viene a rompere il
    cazzo a gente che invece di compiere
    illeciti permette la nascita di una cultura
    liberale e fautrice di una vera riuvolzuione
    nel capo software, che è l'open source.ahahahahah... si..si ... openoffice? ahahahah... mozilla??? ahahahaha
    E finitela di dire che opn source=
    schifezza... ne siete sicuri???lo dice la statistica
    Allora navigate con IE e crashate ogni 2
    minuti, usate Outlook Express e prendetevi
    nel culo tutti i virus inventati dal
    bontempone del momento, usate IIS così il
    vostro sito sarà al riparo da attacchi
    informatici...io faccio tutto quello che hai detto, eppure faccio sogni d'oro oramai da anni (dal 1994)
    Ma non vi vergognate? Schiavi di un
    monopolio vi ergete a difensori del closed
    unicamente perchè vi piace fare i bastian
    contrari... ma crepate winzozzoni del mio
    pene!!alcuni credono al modello closed... e in questo non c'è nulla di male.Credo proprio che nessuno ce l'abbia con linux... semmai è la gpl sputtanata ovunque il vero disastro
    • Alessandrox scrive:
      La statistica.....
      - Scritto da: Anonimo

      E finitela di dire che opn source=

      schifezza... ne siete sicuri???
      lo dice la statisticaSecondo la statistica in circolazione ci sono piu' fiat che Roll RoyceErgo le Fiat sono migliori delle Roll Royce...Bel ragionamento del CAXXO il tuo eh...?

      Allora navigate con IE e crashate ogni 2

      minuti, usate Outlook Express e prendetevi

      nel culo tutti i virus inventati dal

      bontempone del momento, usate IIS così il

      vostro sito sarà al riparo da attacchi

      informatici...
      io faccio tutto quello che hai detto, eppure
      faccio sogni d'oro oramai da anni (dal 1994)


      Ma non vi vergognate? Schiavi di un

      monopolio vi ergete a difensori del closed

      unicamente perchè vi piace fare i bastian

      contrari... ma crepate winzozzoni del mio

      pene!!

      alcuni credono al modello closed... e in
      questo non c'è nulla di male.

      Credo proprio che nessuno ce l'abbia con
      linux... semmai è la gpl sputtanata ovunque
      il vero disastro
  • Anonimo scrive:
    Re: Int.Explorer sparira' per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    Il programma della Microsoft, che ora
    detiene il 95 % del mercato e' destinato a
    diventare il meno usato al mondo entro breve
    tempo, perche' ormai Firebird e Mozilla si
    stanno imponendo sempre piu' ,E questa notizia lo dimostra pienamente, vero? Quando si dice negare l'evidenza.
    come anche
    Linux, sui desktop di tutto il mondo..Quando si dice tapparsi gli occhi.
    quindi entro 2 o 3 anni nessuno si
    ricordera' piu' del programma della
    Microsoft... affossato da Linux e da
    Mozilla.L'ho gia' sentito 2 o 3 anni fa.
  • Anonimo scrive:
    Re: sensa senso
    Quanto scommetti che a percentuali invertite saresti qui a dire che queste statistiche sono la Bibbia?
  • Alessandrox scrive:
    Re: Mio modesto parere
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo la mia modesta opinione ci sono più
    babbalani testimoni di linux che trovano più
    semplice navigare con IE, che non
    utilizzatori di minchiabrowser che cambiano
    le stringhe di accesso HTTP_USER_AGENT.Non so su cosa basi le TUE opinioni, che tuttavia rispetto ma ho idea che siano basate sul NULLA:Io uso tanti SO tra cui Linux e Win, conosco tanti "testimono linux" (per essere affiliato ad un LUG) e anche "testimoni WIN" e ti assicuro che tra i primi NESSUNO sente la mancanza di IE.Tantomeno io che l'ho ERADICATO e uso OPERA, NeTSCAPE e Mozilla.Divertiti con gli ActiveX....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma andate tutti...
    A dire il vero, io uso comodamente tutti i servizi che hai elencato e, non solo non crasho mai, ma no ho nemmeno virus o problemi di sicurezza; e sì che non ho neppure antivirus....Basta tenere tutto in ordine e aggiornato.E comq se vuoi parliamo di Opera o Mozilla che sono talmente bucati da andar bene per colare la pasta.Ovviamente sono meno attaccati....
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ma andate tutti...
      - Scritto da: Anonimo
      A dire il vero, io uso comodamente tutti i
      servizi che hai elencato e, non solo non
      crasho mai, ma no ho nemmeno virus o
      problemi di sicurezza; e sì che non ho
      neppure antivirus....Confermo
      Basta tenere tutto in ordine e aggiornato.Infatti
      E comq se vuoi parliamo di Opera o Mozilla
      che sono talmente bucati da andar bene per
      colare la pasta.Vogliamo allora discutere di quelli di IE-Outlook?Basta fare una banale ricerca su PI...O vuoi negare questa evidenza?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma andate tutti...
        Naturalmente no. Anzi: IE senza patch e drammaticamente vulnerabile....Tuttavia resta il browser piu attentamente aggiornato e seguito e, pertanto, sicuro.Certo che se poi tutti vi si accaniscono contro....bhe prima o poi qualcosa si trova (finche non esce la patch correttiva).Se si usa male un oggetto e questo non va.....bhe non è colpa dell'oggetto.Ah..il mio IE 6.0 SP1 è aggiornato alla patch Q818529 e outlook alle Q330994 e Q820223. Quanti di quelli che criticano hanno fatto altrettanto?(E poi sono tutte patch scaricabili in automatico....mha)
        • Alessandrox scrive:
          Re: Ma andate tutti...
          - Scritto da: Anonimo
          Naturalmente no. Anzi: IE senza patch e
          drammaticamente vulnerabile....Confermo
          Tuttavia
          resta il browser piu attentamente aggiornato
          e seguito e, pertanto, sicuro.Falso:sei mai stato su www.mozilla.org?lo sai che ci sono le nightly builds?Cosa sono?Praticamente ogni notte, o quasi, rilasciano una nuova versione ricompilata e la si puo' scaricare.Vogliamo dire che IE e' piu' aggiornato di Mozilla?
          Certo che se poi tutti vi si accaniscono
          contro....bhe prima o poi qualcosa si trova
          (finche non esce la patch correttiva).
          Se si usa male un oggetto e questo non
          va.....bhe non è colpa dell'oggetto.Sono daccordo.
          Ah..il mio IE 6.0 SP1 è aggiornato alla
          patch Q818529 e outlook alle Q330994 e
          Q820223. Quanti di quelli che criticano
          hanno fatto altrettanto?IOSaluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando le statistiche rovinano i sog
    - Scritto da: Anonimo
    Tutto l'anno a parlare di aumento della
    diffusione di sistemi operativi e browser
    alternativi a quelli di ms, poi puntualmente
    escono le statistiche da vari siti (google,
    OneStat., PI o altro) ed ecco che si arriva
    alla dura verità!

    La cosa triste è poi leggere certe
    giustificazioni o certe teorie da lamer
    informatici. Delle volte mi chiedo quale sia
    il livello di cultura informatica della
    maggior parte dei lettori di Punto
    Informatico!
    :-Generalmente MOLTO superiore alla tua.Mai sentito dire chi con le statistiche si dimostra quello che si VUOLE dimostrare ?Basta scegliere con cura la base su cui FARLE, le statistiche.... e cioè selezionare i siti in base agli utilizzatori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando le statistiche rovinano i sog
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Tutto l'anno a parlare di aumento della

      diffusione di sistemi operativi e browser

      alternativi a quelli di ms, poi
      puntualmente

      escono le statistiche da vari siti
      (google,

      OneStat., PI o altro) ed ecco che si
      arriva

      alla dura verità!



      La cosa triste è poi leggere certe

      giustificazioni o certe teorie da lamer

      informatici. Delle volte mi chiedo quale
      sia

      il livello di cultura informatica della

      maggior parte dei lettori di Punto

      Informatico!

      :-


      Generalmente MOLTO superiore alla tua.
      Mai sentito dire chi con le statistiche si
      dimostra quello che si VUOLE dimostrare ?
      Basta scegliere con cura la base su cui
      FARLE, le statistiche.... e cioè selezionare
      i siti in base agli utilizzatori.infatti, cosa che non vale certo x google frequentato da chiunque o OneStat.Ovvio che il sito della ms sarà al 100% visitato con IE (va solo con ie infatti), che un sito di linux vedrà molti più browser diversi da IE.Per il resto la statistica insegna che basta un numero molto alto di campioni presi senza alcun criterio che li lega fra loro x rendere la statistica affidabile.Se mi faccio un sito mio protetto da password e ci entro solo IO con Netscape 4.x avrò delle statistiche che mi darranno ns al 100%, ma non sono rispettati entrambe le regole che ti ho annunciato. Cosa che invece si applica x es. con OneStat.
  • Anonimo scrive:
    Ma andate tutti...
    a mungere la vacca di redmond!La verità è che in quel 98% di winzozzoni che usano IE il 97% non paga nemmeno una lira per la copia di windows e tutto il softwrae allegato, e poi viene a rompere il cazzo a gente che invece di compiere illeciti permette la nascita di una cultura liberale e fautrice di una vera riuvolzuione nel capo software, che è l'open source.E finitela di dire che opn source= schifezza... ne siete sicuri???Allora navigate con IE e crashate ogni 2 minuti, usate Outlook Express e prendetevi nel culo tutti i virus inventati dal bontempone del momento, usate IIS così il vostro sito sarà al riparo da attacchi informatici...Ma non vi vergognate? Schiavi di un monopolio vi ergete a difensori del closed unicamente perchè vi piace fare i bastian contrari... ma crepate winzozzoni del mio pene!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Quali siti ??
    PERFETTO !!!Questo è esattamente quello che intendevo dire.Che, d' altronde, ne è la LOGICA lettura.Invece, il solito amante dei flame, ha inteso che cercassi di sminuire la sua amata Microsoft.....Invece intendevo proprio dire che i dati sono falsati, in quanto non tengono conto dell' utilizzatore.Ovvio che un 90% ( e forse più ) di persone usano Explorer, sono tutti quelli che potremmo definire "Lower User", bassa utenza, ossia la massa di utilizzatori esposta a virus, dialer, worm e explorer.....Mi sembra chiaro.C'è perfino gente convinta che Microsoft non venderebbe MAI della fuffa....Ma per piacere......
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -
    - Scritto da: Africano
    - Scritto da: Anonimo
    Il pane forse non lo sarà mai ma il software
    ha costi di progettazione ma non di
    produzione, per tornare al pane fattone uno
    li hai fatti tutti. è questo che rende
    l'informatica speciale, se io fossi fornaio
    e volessi regalare il mio pane potrei farlo
    fino a quando non fossi costretto a chiudere
    per esaurimento delle mie finanze ma se
    fossi programmatore non avrei nessun
    problema di produzione.
    scusami se ho tagliato gran parte del tuo post, volevo infatti solo dire che il problema di produzione c'è e come se c'è...hai mai fatto anche una sola piccola applicazione (tipo scadenziario e cose del genere)...sai quante volte sei costretto a fare assistenza "aggratis"???... più di quanto immagini. Sai che il modello economico open source è basato sull'assistenza ed è proprio questo metodo che non funge... Per fare un esempio banale, riprendendo il programmino dello scadenziario, ti ritrovi con decine di telefonate al giorno di clienti che ti chiedono come si fa per far ricomparire l'icona sul desktop scomparsa, oppure ti chiedono come mai non funziona la stampa sulla nuova epson, oppure vogliono sapere perchè si è bloccato una volta durante gli ultimi 36 mesi!!! Roba da matti... eppure secondo il tuo modello economico, quei clienti non ti hanno mai pagato perchè tu credevi che non costituivano un costo di produzione...La fregatura sta proprio qui... nell'impossibilità di dare un servizio valido e completo per ogni copia "regalata"... e non mi venire a dire che gli manderesti la fattura per avere risposto al dubbio sul crash dell'applicazioneSpero che tu non mi faccia l'esempio dei colossi come IBM e Sun... perchè il quel caso valgono ben altre regole e strategie di aziende già ricche e non per l'open source...
  • Anonimo scrive:
    Re: 2 esempi a caso
    - Scritto da: SiN
    Che midanno statisticeh diverse.

    E NON si tratta di siti per smanettoni Linux
    o dintorni...


    http://counter14.bravenet.com/index.php?id=12

    http://s3.shinystat.it/cgi-bin/shinystatv.cgi


    Che strano...Guarda che uno dei concetti base della statistica sono un ampio ed non uniforme n. di campioni.Qui sono sì non uniformi ma il numero è piuttosto basso.17.000 nel primo, non so quanti nel secondo.Poi n genere si lavora con gli utenti unici (un untente viene contato una volta sola).Il primo non si capisce cosa conti, il secondo conta le pagine.Se vuoi trovare dati dissimili, dacci i dati con siti sopra il milione come "hit" (possibilmente utenti unici).
  • Akiro scrive:
    Re: Gratis = Spazzatura
    se per te Mozilla è instabile.. allora nn hai capito un [beep].provalo prima di parlareabbasso i monopoli
    • Anonimo scrive:
      Re: Gratis = Spazzatura
      - Scritto da: Akiro
      se per te Mozilla è instabile.. allora nn
      hai capito un [beep].

      provalo prima di parlarelo uso già dal 2001 (prima usavo netscape)... ma solo per questioni di verifica della compatibilità
      abbasso i monopolid'accordissimo, e aggiungerei pure: abbasso la concorrenza selvaggia del "tuttogratisperforza"
  • Akiro scrive:
    Re: Quali siti ??
    un sito preso a caso non è molto "statistico"...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo
    Questa è l'ultima volta che te lo scrivo.
    Tu mi hai passato dei dati che io ho
    scartatoper quel 127.0.0.1.
    Il motivo per cui te l'ho scartati è appunto
    perchè mi hai dato l'IP del localhost.
    Tu mi hai chiesto: "come capisci da questi
    dai che sto con un brwoser mascherato".
    Io ti ho risposto.

    Quindi la prossima volta riporta un esempio
    fatto meglio, perchè dai dati che mi hai
    passato da validare c'era un qualcosa che
    non andava.
    E' chiaro ora?hahahahahaha.hahahahahahaha.hahahahahaha.se lo stai prendendo per il culo, ok.In caso contrarioTristezza :'( hahahahascarto l'indizzohahahahaperchè l'ip non è validohahahahahaper una prova fatta in localehahahahahahahahahaha
  • Anonimo scrive:
    Re: Gratis = Spazzatura
    - Scritto da: Anonimo
    ... mi dispiace pei linari, ma così va il
    mondo.
    ma guarda che molti utenti, windows lo usano gratis.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gratis = Spazzatura
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      ... mi dispiace pei linari, ma così va il

      mondo.



      ma guarda che molti utenti, windows
      lo usano gratis....ma sanno che costa perchè la qualità ha un prezzo... questa è l'ovvia mentalità
      • Anonimo scrive:
        Re: Gratis = Spazzatura


        ...ma sanno che costa perchè la qualità ha
        un prezzo...
        e' vero, pero' dovrebbe costare il 90% in meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando le statistiche rovinano i sog
    - Scritto da: Anonimo
    Tutto l'anno a parlare di aumento della
    diffusione di sistemi operativi e browser
    alternativi a quelli di ms, poi puntualmente
    escono le statistiche da vari siti (google,
    OneStat., PI o altro) ed ecco che si arriva
    alla dura verità! la parte piu' importante del paradigma client - server e' il server, vatti a dare un'occhiata alle statistiche dei web server e fammi sapere in che posizione sitrova iis.
    La cosa triste è poi leggere certe
    giustificazioni o certe teorie da lamer
    informatici. Delle volte mi chiedo quale sia
    il livello di cultura informatica della
    maggior parte dei lettori di Punto
    Informatico!
    :- attento a non stilare classifiche,potresti sorprenderti di quanto la tua posizionesi trova in basso.
  • Anonimo scrive:
    L'importante e' ...
    ... che dall'altra parte del filoci sia apache
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di nuovo sotto il Sole
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    Perche' mai un utente comune dovrebbe
    prendersi la briga di installarsi un altro
    browser (ammesso che sappia che c'e' questa
    possibilita'), quando ne ha gia' uno che
    funziona egregiamente preinstallato con il
    sistema operativo?Soprattutto considerando che quello installato con il sistema operativo funziona bene...
    • SiN scrive:
      Re: Nulla di nuovo sotto il Sole
      - Scritto da: Anonimo


      Soprattutto considerando che quello
      installato con il sistema operativo funziona
      bene...Beh, adesso non esageriamo.Certo a chi non ha mai guidato una Ferrari può sembrare che la Punto funzioni bene.
  • Anonimo scrive:
    Re: E in italia va pure peggio.
    - Scritto da: Anonimo
    Qui le percentuali di IE oscillano
    mediamente fra il 98 e il 99%.Allora volevi dire "meglio".;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: quindi...
    - Scritto da: Anonimo
    Più il 95,4% degli utenti mondiali ha pagato
    il sistema operativo... sarà vero?
    mmm... Bill Gates sarebbe ancora più ricco
    di così, mentre gli utili scendono e il
    timore aumenta!Veramente gli utili di Microsoft sono cresciuti.Revenue (Fatturato): 32.19 G$ nel 2003 contro 28.37 G$ del 2002. Vale a dire +13%Net Income (utili): 9.99 G$ nel 2003 contro 7.83 G$ nel 2002. Vale a dire +27.5%.http://www.microsoft.com/msft/earnings/FY03/earn_rel_q4_03.mspxQuali sono le fonti quando dici che gli utili scendono?
    • Anonimo scrive:
      Re: quindi...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Più il 95,4% degli utenti mondiali ha
      pagato

      il sistema operativo... sarà vero?

      mmm... Bill Gates sarebbe ancora più ricco

      di così, mentre gli utili scendono e il

      timore aumenta!

      Veramente gli utili di Microsoft sono
      cresciuti.

      Revenue (Fatturato): 32.19 G$ nel 2003
      contro 28.37 G$ del 2002. Vale a dire +13%
      Net Income (utili): 9.99 G$ nel 2003 contro
      7.83 G$ nel 2002. Vale a dire +27.5%.

      http://www.microsoft.com/msft/earnings/FY03/e

      Quali sono le fonti quando dici che gli
      utili scendono?Per forza che salgono, quando compri un pc e permetti di vendertelo con windows preinstallato, beh, windows lo paghi.E aumentando il numero di pc venduti... etc. etc.
  • SiN scrive:
    2 esempi a caso
    Che midanno statisticeh diverse.E NON si tratta di siti per smanettoni Linux o dintorni...http://counter14.bravenet.com/index.php?id=128337&type=browser&usernum=1131969765http://s3.shinystat.it/cgi-bin/shinystatv.cgi?TIPO=11&USER=ilnucleoChe strano...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    bhe' con il quoziente intellettivo che dimostri di avere o sei un uebmaster o fai marketing, vedi tu..
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    PLONK !Ti sei proprio convinto sulla mia professione, vero?La prossima volta starò attento a non usare l'ironia quando non sono certo di essere capito.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    ma perche' non vi limitate a fare siti voi uebmaster, invece che impicciarvi in cose che i vostri 2 neuroni non vi permettono di comprendere?
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    ma vatti a far validare il cervello
    • Anonimo scrive:
      [OT] X Il represso delle prove in locale
      Come volevasi dimostrare.8)Facile nascondersi dietro un monitor, vero?:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] X Il represso delle prove in lo
        perche' oltre gli insulti e la figuraccia che hai fatto vuoi anche le mazzate? non vi facevo cosi' masochisti voi uebmaster
  • Anonimo scrive:
    Re: Gratis = Spazzatura

    La gente sa che gratis vuol dire anche
    precarietà e se deve risparmiare lo fa al
    massimo con i programmini del
    superenalotto...Ma guarda che anche IE è gratis, quindi è spazzatura?!?IE non fa le cose più basilari... non protegge la mia privacy, non blocca le pop-up, non ha il tabbed browsing, insomma, IE è veramente spazzatura!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo
    ecchettavevodettoio? Con 2 neuroni che
    vagano solitari per il cervello solo il
    web-master potevi fare (anche se avevo il
    dubbio che potessi essere un markettaro)Poveretto, neppure un pò di ironia riesci a capire!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    ok o sei ritardato o mi stai prendendo per
    il culo; ogni volta che cerchi di offendermi (sinceramente me ne frego delle tue offese) mi confermi di essere un povero represso.:-)
    nel dubbio che tu sia ritardato (e
    il fatto che fai il web-master potrebbe
    avvalorare tale nefasta ipotesi) provo aE non hai neppure capito che quando ho scritto:"Se ti fa star meglio con te stesso posso dirti che faccio il Web-Master così sarai contento."lo facevo per farti contento non perchè quella fosse la mia professione, ma evidentemente ho preteso troppo dalle tue capacità.:-)
    spiegarti meglio il concetto:
    quel 127.0.0.1 l'ho lasciato come era
    perche' non credevo ci fosse qualcuno con un
    Q.I. talmente basso da non capire che stavo
    facendo la prova passando per loopback (si
    capiva perlappunto da quel 127.0.0.1); laVisto che era un dato per te inutile, lo potevi levare.Lo hai lasciato e io l'ho preso in considerazione, la prossima volta stai più attento.
    prossima volta anche se faro' prove in
    locale alterero' oppurtunamente gli IP in
    modo da venire incontro alle tue ridotte
    facolta' mentali, contento?Ecco bravo, vedo che con molta pazienza fai progressi. Ora vediamo se riesco a insegnarti anche l'educazione.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    non è vero guarda shinystat collegati con opera cammuffato da ie e vedrai cosa ti risulta...opera
  • Africano scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano


    anch'io condivido codici e saperi... ma

    non


    farei mai un wordprocessor per

    regalarlo...


    non sta qui lo sviluppo e
    l'evoluzione. La


    mania del "tuttofree" è soltanto una
    mania


    autolesionante a lungo termine (imho)

    Scusa l'intromissione anche tu.

    Noto una certa contraddizione tra gli
    utenti

    che danno addosso al software libero e non

    farei mai un wordprocessor per regalarlo,

    se non sei un semplice utente non puoi

    esprimere giudizi da semplice utente e se
    lo

    sei non puoi farlo come programmatore. Che

    ci siano dei semplici utenti che si

    lamentino di pagare poco o addirittura

    niente un qualsiasi prodotto mi pare fuori

    da ogni logica. Se da sempre l'economia
    ha

    avuto degli enormi limiti nelle capacità

    produttive, limiti che svaniscono nel
    mondo

    dei bit non si vede perché si dovrebbero

    introdurre artificialmente, sarebbe come

    dire che domani qualcuno inventa il pane

    riproducibile a volontà con un

    masterizzatore e i fornai scendono in
    piazza

    per dare addosso ai masterizzatori perchè

    non ci sarebbe sviluppo ed evoluzione. Mi

    pare che proprio questo atteggiamento sia
    la

    negazione di ogni evoluzione. Del resto
    non

    vedo proprio, se domani uno si alza e
    decide

    di regalare il suo wordprocessor, come gli

    si possa impedire o pensare che i semplici

    utenti lo snobbino solo perché non vuole

    essere pagato. Capisco perfettamente che
    il

    software proprietario possa trovare

    fastidiosa questo tipo di concorrenza, ma

    sempre di concorrenza si tratta, se
    vogliono

    vendere qualcosa che sia appettibile
    anche a

    fronte di alternative gratuite e
    migliorino

    i prodotti altrimenti dove sarebbe

    l'evoluzione, nel fare pagare ciò che è
    già

    disponibile a prezzo zero? Anche nel mondo

    reale se il pane diventa gratis e vuoi

    continuare a fare il fornaio conviene che

    almeno sforni qualche panino, o vorresti
    si

    facesse finta di niente per tenere aperti

    forni ormai inutili? Questa sarebbe

    l'evoluzione, tenere in piedi attività

    superflue?

    Ciao

    sono perfettamente d'accordo... tuttavia il
    pane non sarà mai gratis poichè ha un
    costo... così come ha un costo il software,
    anzi quet'ultimo è più costoso.Il pane forse non lo sarà mai ma il software ha costi di progettazione ma non di produzione, per tornare al pane fattone uno li hai fatti tutti. è questo che rende l'informatica speciale, se io fossi fornaio e volessi regalare il mio pane potrei farlo fino a quando non fossi costretto a chiudere per esaurimento delle mie finanze ma se fossi programmatore non avrei nessun problema di produzione.
    secondo me non c'è sviluppo se non c'è
    economia e commercio. Questa è una legge
    alla quale credo fermamente.Il commercio funziona fino a quando serve a portare merci al mercato altrimenti introvabili, non si possono nascondere beni a disponibilità illimitata solo per poterne commerciare altre, se non c'è ragione di commerciare una merce ci saranno altre merci da commerciare che magari mai si sarebbero viste al mercato se i mercanti avessero avuto la possibilità di continuare un commercio ormai superfluo.

    Se il pane si vendesse solo aggratis, avrei
    paura di mangiarlo...Credo dovresti riflettere sull'assurdità della tua affermazione, il commercio serve a fornire merci altrimenti introvabili quello che già c'è è inutile commerciarlo, assurdo per assurdo allora potremmo anche mettere fuorilegge l'aria così che si possa poi commerciare, eppure non ti lamenti di respirare aggratis :D

    in poche parole: W la concorrenza leale
    (abbasso tutte le forme di monopolio e di
    gratuità selvagge e suicide)Cosa c'è di sleale nel regalare un programma? Se si può regalare in quantità straordinarie vuol solo dire che chi lo vende deve tenere conto che non ha costi di produzione delle singole copie e trarne le conseguenze, abbassare i prezzi e aumentare il venduto e/o renderlo superiore al concorrente regalato. è troppo comodo prendersi i vantaggi dei bit solo per se e impedire di fare altrettanto al resto del mondo.Nell'economia tradizionale è sleale vendere sottocosto per far fuori i concorrenti, ma appunto, le copie di un programma non costano nulla e quindi non è possibile venderle sottocosto.In tutto questo il precedente più eclatante parla della più grossa software house del pianeta che ha fatto fuori il suo concorrente "regalando" il suo prodotto all'epoca inferiore, e non mi pare che abbia avuto guai per il "regalo" ma perché ha approfittato dell'evidente vantaggio di poterlo preinstallare in praticamente tutti i personal.Io credo che se tu commerci software fai bene a preoccuparti, ma la stessa preoccupazione che deve avere un mercante che si confronta col mercato di un paese evoluto i cui cittadini hanno a disposizione come l'aria beni di tutti i tipi, quelli è chiaro non ha senso che tu li offra a pagamento (a meno di abilità di marketing) ma non per questo qualcuno ti impedisce di disporre sullo scaffale ciò che si trova solo nel tuo negozio e ai tuoi prezzi né puoi pretendere che per farti tenere aperto il negozio si butti via quello che fa comodo a te. Evoluzione è anche che chi produce produca di più e meglio e chiaramente ciò che manca.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    ecchettavevodettoio? Con 2 neuroni che vagano solitari per il cervello solo il web-master potevi fare (anche se avevo il dubbio che potessi essere un markettaro)
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo

    il web server se non locale NON vedra'

    127.0.0.1 ma l'ip pubblico da cui
    sembrera'

    (nat e proxy permettendo) provenire la

    richiesta, nel caso in questione c'e' quel

    ip perche' la prova e' stata fatta in
    locale

    e quindi e' passato tutto per loopback, E

    STUDIATI STA CACCHIO DI RFC DI HTTP.
    Questa è l'ultima volta che te lo scrivo.
    Tu mi hai passato dei dati che io ho
    scartatoper quel 127.0.0.1.
    Il motivo per cui te l'ho scartati è appunto
    perchè mi hai dato l'IP del localhost.
    Tu mi hai chiesto: "come capisci da questi
    dai che sto con un brwoser mascherato".
    Io ti ho risposto.

    Quindi la prossima volta riporta un esempio
    fatto meglio, perchè dai dati che mi hai
    passato da validare c'era un qualcosa che
    non andava.
    E' chiaro ora?ok o sei ritardato o mi stai prendendo per il culo; nel dubbio che tu sia ritardato (e il fatto che fai il web-master potrebbe avvalorare tale nefasta ipotesi) provo a spiegarti meglio il concetto:quel 127.0.0.1 l'ho lasciato come era perche' non credevo ci fosse qualcuno con un Q.I. talmente basso da non capire che stavo facendo la prova passando per loopback (si capiva perlappunto da quel 127.0.0.1); la prossima volta anche se faro' prove in locale alterero' oppurtunamente gli IP in modo da venire incontro alle tue ridotte facolta' mentali, contento?
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    il web server se non locale NON vedra'
    127.0.0.1 ma l'ip pubblico da cui sembrera'
    (nat e proxy permettendo) provenire la
    richiesta, nel caso in questione c'e' quel
    ip perche' la prova e' stata fatta in locale
    e quindi e' passato tutto per loopback, E
    STUDIATI STA CACCHIO DI RFC DI HTTP.Questa è l'ultima volta che te lo scrivo.Tu mi hai passato dei dati che io ho scartatoper quel 127.0.0.1.Il motivo per cui te l'ho scartati è appunto perchè mi hai dato l'IP del localhost.Tu mi hai chiesto: "come capisci da questi dai che sto con un brwoser mascherato".Io ti ho risposto.Quindi la prossima volta riporta un esempio fatto meglio, perchè dai dati che mi hai passato da validare c'era un qualcosa che non andava.E' chiaro ora?
  • SiN scrive:
    Re: sensa senso
    - Scritto da: Anonimo

    Secondo logica ha ragione, quasi tutti gli
    utenti Mac che conosco usano Safari o Camino
    facendoli "passare" per IE6.0 per Win
    altrimenti alcuni siti non si riescono a
    vedere....Poi incappano in un sito fattocome si deve, che ha gli script su misure per Opera, che a passargli lgli script per IE lo manda in crash (esperienza personale, una volte che mi ero dimenticato di ri-settare Opera , dopo esser passato in un sito lamer)
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    dal Q.I. che dimostri di avere scommetto che
    fai il webmaster, mi sbaglio? btw ti hoAH! AH! AH! AH! AH! Sei un grande! Mi fai troppo divertire!Maleducato, volgare e che parla tanto per parlare e senza prove alla mano.Se ti fa star meglio con te stesso posso dirti che faccio il Web-Master così sarai contento.:)
    risposto, e per cortesia prima di rispondere
    vatti a dare una guardata alla RFC relativa
    al protocollo HTTP.Risposto, ma che noia e che arroganza!Postilla OT:Ma tu hai recepito il concetto di forum come un posto dove puoi insultare il prossimo (cosa che stai facendo regolarmente dall'inizio) o dove persone civili parlano scambiandosi informazioni utili x loro e per gli altri?Viste le tue risposte la domanda è retorica. Comunque in genere le persone dall'insulto facile su internet sono dei poveri repressi che nella vita reale si fanno mettere i piedi in testa da chiunque e quindi si sfogano su web nascosti dietro il loro monitorino. Sono stati scritti anche dei libri su questo, lo sai? C'è gente che campa scrivendo sulle persone come te!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo

    ma non puoi dire che il web server

    riconosce il browser dal fatto che li
    leggi

    127.0.0.1 in quanto quello e' solo l'ip
    del

    browser e non lo qualifica minimamente
    (nel
    io ho detto che il web server riconosce di
    aver ricevuto dati taroccati se riceve come
    host 127.0.0.1
    è chiaro o devo spiegartelo in parole ancora
    + semplici?il web server se non locale NON vedra' 127.0.0.1 ma l'ip pubblico da cui sembrera' (nat e proxy permettendo) provenire la richiesta, nel caso in questione c'e' quel ip perche' la prova e' stata fatta in locale e quindi e' passato tutto per loopback, E STUDIATI STA CACCHIO DI RFC DI HTTP.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando le statistiche rovinano i sog
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    gnappa:~# nc -l -p 80



    Can't grab 0.0.0.0:80 with bind



    gnappa:~# /etc/init.d/apache stop



    Stopping web server: apache.



    gnappa:~# nc -l -p 80



    GET / HTTP/1.1



    Connection: Keep-Alive



    User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible;

    MSIE



    5.5; Windows 98 )



    Accept: text/*, image/jpeg,
    image/png,



    image/*, */*



    Accept-Encoding: x-gzip, gzip,
    identity



    Accept-Charset: Any, utf-8, *



    Accept-Language: en



    Host: 127.0.0.1







    questo con konqueror, ora mi dici
    come



    distingui quel "User-Agent:
    Mozilla/4.0



    (compatible; MSIE 5.5; Windows 98
    )" da


    uno



    vero.








    Questo esempio viene scartato al volo x


    questo dato:


    Host: 127.0.0.1





    Per validate un dato NON si usa
    solamente

    lo


    user-agent, ma vengono analizzate nel


    complesso tutte le informazioni che si


    scambiano nell'intestazione il client
    e il


    server.





    evidentemente capisci ben poco del

    protocollo http, quel 127.0.0.1 che vedi
    e'

    l'indirizzo assegnato all'interfaccia di

    loopback e risulta essere tale perche' ho

    eseguito la prova in locale, quindi vai a

    dormire.

    Evidentemente non hai capito, se io mi trovo
    un 127.0.0.1 lo scarto. Tu mi hai chiesto
    come riconosco quella stringa farlocca e io
    l'ho fatto, quindi :Pma mi pigli per il culo o veramente non conosci il protocollo HTTP? nel secondo caso:1) vatti a leggere la RFC relativa prima di fare altre figuracce2) quel 127.0.0.1 non e' altro che l'ip della macchina che risulta (nat e proxy permettendo) abbia fatto la richiesta http al web server, OVVIAMENTE se uno fa una prova in locale l'ip che vedi e' quello assegnato all'interfaccia di loopback, ma se io mi fossi connesso ads esempio a questo forum con konqueror settato per presentare quel user agent il web server di PI avrebbe visto gli stessi dati e al posto di 127.0.0.1 nel host ci sarebbe stato il mio ip pubblico; chiaro ora? se fai il web-master e di protcolli non capisci una mazza almeno non venire a fare lo sborone sui forum, risparmiati le figuracce.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    ma allora sei di coccio e'? lo sai
    cosa e'


    l'indirizzo di loopback?

    e secondo te perchè ho scartato questi
    dati?




    lo sai che se le


    prove le fai in locale e nel browser

    ficchi


    http://127.0.0.1 e' normale che ti
    compaia


    quel ip?



    e chi l'ha detto che le prove devi farle x

    forza in locale?

    nessuno bene
    ma non puoi dire che il web server
    riconosce il browser dal fatto che li leggi
    127.0.0.1 in quanto quello e' solo l'ip del
    browser e non lo qualifica minimamente (nelio ho detto che il web server riconosce di aver ricevuto dati taroccati se riceve come host 127.0.0.1è chiaro o devo spiegartelo in parole ancora + semplici?
    caso in questione era 127.0.0.1 perche' la
    prova e' stata fatta in locale); ora ci
    arrivi?io da un pezzo, sei tu che forse non leggi attentamente le risposte.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo


    l'intelligenza anche, a quanto pare:


    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid

    X l'educazione come al solito va bene la
    pagina che c'è ora.
    Il resto lo trovi in risposta al tuo link.dal Q.I. che dimostri di avere scommetto che fai il webmaster, mi sbaglio? btw ti ho risposto, e per cortesia prima di rispondere vatti a dare una guardata alla RFC relativa al protocollo HTTP.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo


    ma allora sei di coccio e'? lo sai cosa e'

    l'indirizzo di loopback?
    e secondo te perchè ho scartato questi dati?


    lo sai che se le

    prove le fai in locale e nel browser
    ficchi

    http://127.0.0.1 e' normale che ti compaia

    quel ip?

    e chi l'ha detto che le prove devi farle x
    forza in locale?nessuno ma non puoi dire che il web server riconosce il browser dal fatto che li leggi 127.0.0.1 in quanto quello e' solo l'ip del browser e non lo qualifica minimamente (nel caso in questione era 127.0.0.1 perche' la prova e' stata fatta in locale); ora ci arrivi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo.....
    Il punto è che in genere chi per lavoro
    fornisce delle statistiche ci sta attento a
    cosa riceve e non si ferma a controllare che
    compaia in qualche punto dello useragent la
    scritta MSIE (come invece succede coi
    javascript).Diciamo che perlomeno modificare lo UA è sufficente per accedere ai siti malfatti.... anche se rimango della mia idea sui siti malfatti...Piuttosto, se esistono altre informazioni scambiate, immagino si possa in via teorica fare in modo di modificare anche queste informazioni... ma quì sconfiniamo nella fantascienza...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    Ho trovato qualche cosa quì:

    http://www.gemal.dk/browserspy/basic.htmlgrazie ancora, sei una ottima fonte di link.:-)
    Mettendo AOL su OSX ho ottenuto questi
    risultati (la formattazione è andata a
    donnine allegre...):no problem .
    --------
    Variable Setting
    appName Netscape
    appCodeName Mozilla
    appVersion 5.0 (Windows; en-US)
    appMinorVersion Property not supported or
    blank!
    IE real version Not Internet Explorer or
    version is undetectable!
    UserAgent Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC
    Mac OS X; en-US; rv:1.0.1) Gecko/20020730
    AOL/7.0
    Security Policy Property not supported or
    blank!
    Browser Name Netscape Navigator 5
    Operating System Windows NT 5.0
    Platform Win32 - Windows 32-bit platform
    CPU Property not supported or blank!
    Online Property not supported or blank!
    Connection Type Property not supported or
    blank!
    -----

    Resta da vedere cosa hanno utilizzato per le
    statistiche, ma comunque, come dicevo prima,
    non penso che molta gente tarocchi di
    default lo UA...Il punto è che in genere chi per lavoro fornisce delle statistiche ci sta attento a cosa riceve e non si ferma a controllare che compaia in qualche punto dello useragent la scritta MSIE (come invece succede coi javascript).Anche per me sono in pochi quelli che viaggiano "mascherati" (sotto il 2%, ma posso indagare al riguardo). Il punto è che questo 2% (o quello che è) difficilmente riesce a ingannare chi elabora questi dati per lavoro. A esagerare (e di moloto molto) direi un 10%, equivalente a contraffarre i dati complessivi di un misero 0.2%.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    ma allora sei di coccio e'? lo sai cosa e'
    l'indirizzo di loopback? e secondo te perchè ho scartato questi dati?
    lo sai che se le
    prove le fai in locale e nel browser ficchi
    http://127.0.0.1 e' normale che ti compaia
    quel ip?e chi l'ha detto che le prove devi farle x forza in locale?
  • Anonimo scrive:
    [OT] Per il Censore strabico
    - Scritto da: Anonimo

    e si... è troppo grosso e pesante per

    riuscire a trovare spazio per la

    proliferazione... appena l'1,6% ...



    ...povero animale manco è nato ed il suo

    destino è già segnato



    viva IE, viva Opera, viva il software

    proprietario
    Prendi un tanto a marchetta o le fai aggratis?Censurare un post come questo, visto il livello medio del forum e il messaggio originale al quale rispondeva, e' da minus habens.Da oggi avrete un lettore in meno a far girare il contatore dei banner.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!

    l'intelligenza anche, a quanto pare:
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?midX l'educazione come al solito va bene la pagina che c'è ora.Il resto lo trovi in risposta al tuo link.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando le statistiche rovinano i sog
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    gnappa:~# nc -l -p 80


    Can't grab 0.0.0.0:80 with bind


    gnappa:~# /etc/init.d/apache stop


    Stopping web server: apache.


    gnappa:~# nc -l -p 80


    GET / HTTP/1.1


    Connection: Keep-Alive


    User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible;
    MSIE


    5.5; Windows 98 )


    Accept: text/*, image/jpeg, image/png,


    image/*, */*


    Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identity


    Accept-Charset: Any, utf-8, *


    Accept-Language: en


    Host: 127.0.0.1





    questo con konqueror, ora mi dici come


    distingui quel "User-Agent: Mozilla/4.0


    (compatible; MSIE 5.5; Windows 98 )" da

    uno


    vero.





    Questo esempio viene scartato al volo x

    questo dato:

    Host: 127.0.0.1



    Per validate un dato NON si usa solamente
    lo

    user-agent, ma vengono analizzate nel

    complesso tutte le informazioni che si

    scambiano nell'intestazione il client e il

    server.


    evidentemente capisci ben poco del
    protocollo http, quel 127.0.0.1 che vedi e'
    l'indirizzo assegnato all'interfaccia di
    loopback e risulta essere tale perche' ho
    eseguito la prova in locale, quindi vai a
    dormire.Evidentemente non hai capito, se io mi trovo un 127.0.0.1 lo scarto. Tu mi hai chiesto come riconosco quella stringa farlocca e io l'ho fatto, quindi :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ....

    Visto cosa fa opera? Maschera che tipo di

    browser sia, ma lascia comunque ampiamente

    traccia di se nello UserAgent!
    .....

    Idem per altri browser.

    Fermo restando il fatto che non so cosa
    combini Opera, e fermo restando il fatto che
    non credo che molta gente giochicchi con lo
    User Agent (io sono dell'idea che se un sito
    è fatto così male che si vede solo con IE
    perchè controlla lo UA ma non gestisce altri
    browser, allora non merita di essere
    visto...idea sempre confermata in
    pratica...), questi sono alcuni esempi di
    ciò che posso ottenere con Firebird su
    Windows 2000 (il primo caso è quello non
    contraffatto):

    Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.0;
    en-US; rv:1.5a) Gecko/20030728 Mozilla
    Firebird/0.6.1

    Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US;
    rv:1.0.0+) Gecko/20020518

    Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows
    NT 5.1)

    Mozilla/4.78 [en] (Win98; U)

    Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC Mac OS X;
    en-US; rv:1.0.1) Gecko/20020730 AOL/7.0

    Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.0;
    Mac_PowerPC)

    Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Linux
    i686)

    Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 8.0 SP3; Linux
    IA64)

    SuperBrowser (not compatible; SB ver. 1.0;
    My System)


    Le prove le ho fatte su:

    http://kluge.in-chemnitz.de/tools/browser.php


    Poi se ci sono altri sistemi per rilevare la
    macchina client puoi anche indicarli....Grazie per la risposta con tanto di esempi e link.Ovviamente ci sono anche altri sistemi in quanto non si usa solamente lo user-agent.Un esempio semplice semplice l'ho fatto qui:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=411567Se mi riporti l'intero blocco delle intestazioni HTTP magari posso rispondere anche ai tuoi esempi.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Hai ragione, la statistica non vale!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo



      ....


      Visto cosa fa opera? Maschera che tipo
      di


      browser sia, ma lascia comunque
      ampiamente


      traccia di se nello UserAgent!

      .....


      Idem per altri browser.



      Fermo restando il fatto che non so cosa

      combini Opera, e fermo restando il fatto
      che

      non credo che molta gente giochicchi con
      lo

      User Agent (io sono dell'idea che se un
      sito

      è fatto così male che si vede solo con IE

      perchè controlla lo UA ma non gestisce
      altri

      browser, allora non merita di essere

      visto...idea sempre confermata in

      pratica...), questi sono alcuni esempi di

      ciò che posso ottenere con Firebird su

      Windows 2000 (il primo caso è quello non

      contraffatto):



      Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.0;

      en-US; rv:1.5a) Gecko/20030728 Mozilla

      Firebird/0.6.1



      Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US;

      rv:1.0.0+) Gecko/20020518



      Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows

      NT 5.1)



      Mozilla/4.78 [en] (Win98; U)



      Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC Mac OS X;

      en-US; rv:1.0.1) Gecko/20020730 AOL/7.0



      Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.0;

      Mac_PowerPC)



      Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Linux

      i686)



      Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 8.0 SP3;
      Linux

      IA64)



      SuperBrowser (not compatible; SB ver. 1.0;

      My System)





      Le prove le ho fatte su:




      http://kluge.in-chemnitz.de/tools/browser.php





      Poi se ci sono altri sistemi per rilevare
      la

      macchina client puoi anche indicarli....

      Grazie per la risposta con tanto di esempi e
      link.
      Ovviamente ci sono anche altri sistemi in
      quanto non si usa solamente lo user-agent.
      Un esempio semplice semplice l'ho fatto qui:
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid

      Se mi riporti l'intero blocco delle
      intestazioni HTTP magari posso rispondere
      anche ai tuoi esempi.

      Ciaoma allora sei di coccio e'? lo sai cosa e' l'indirizzo di loopback? lo sai che se le prove le fai in locale e nel browser ficchi http://127.0.0.1 e' normale che ti compaia quel ip?
    • Anonimo scrive:
      Re: Hai ragione, la statistica non vale!
      - Scritto da: Anonimo
      .....
      Ovviamente ci sono anche altri sistemi in
      quanto non si usa solamente lo user-agent.Yes....Ho trovato qualche cosa quì:http://www.gemal.dk/browserspy/basic.htmlMettendo AOL su OSX ho ottenuto questi risultati (la formattazione è andata a donnine allegre...):--------Variable SettingappName NetscapeappCodeName MozillaappVersion 5.0 (Windows; en-US)appMinorVersion Property not supported or blank!IE real version Not Internet Explorer or version is undetectable!UserAgent Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC Mac OS X; en-US; rv:1.0.1) Gecko/20020730 AOL/7.0Security Policy Property not supported or blank!Browser Name Netscape Navigator 5Operating System Windows NT 5.0Platform Win32 - Windows 32-bit platformCPU Property not supported or blank!Online Property not supported or blank!Connection Type Property not supported or blank!-----Resta da vedere cosa hanno utilizzato per le statistiche, ma comunque, come dicevo prima, non penso che molta gente tarocchi di default lo UA...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo....
    Visto cosa fa opera? Maschera che tipo di
    browser sia, ma lascia comunque ampiamente
    traccia di se nello UserAgent!.....
    Idem per altri browser.Fermo restando il fatto che non so cosa combini Opera, e fermo restando il fatto che non credo che molta gente giochicchi con lo User Agent (io sono dell'idea che se un sito è fatto così male che si vede solo con IE perchè controlla lo UA ma non gestisce altri browser, allora non merita di essere visto...idea sempre confermata in pratica...), questi sono alcuni esempi di ciò che posso ottenere con Firebird su Windows 2000 (il primo caso è quello non contraffatto):Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 5.0; en-US; rv:1.5a) Gecko/20030728 Mozilla Firebird/0.6.1Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.0.0+) Gecko/20020518Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1)Mozilla/4.78 [en] (Win98; U)Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC Mac OS X; en-US; rv:1.0.1) Gecko/20020730 AOL/7.0Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.0; Mac_PowerPC)Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Linux i686)Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 8.0 SP3; Linux IA64)SuperBrowser (not compatible; SB ver. 1.0; My System)Le prove le ho fatte su:http://kluge.in-chemnitz.de/tools/browser.phpPoi se ci sono altri sistemi per rilevare la macchina client puoi anche indicarli....
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando le statistiche rovinano i sog
    gnappa:~# nc -l -p 80Can't grab 0.0.0.0:80 with bindgnappa:~# /etc/init.d/apache stopStopping web server: apache.gnappa:~# nc -l -p 80GET / HTTP/1.1Connection: Keep-AliveUser-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.5; Windows 98 )Accept: text/*, image/jpeg, image/png, image/*, */*Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identityAccept-Charset: Any, utf-8, *Accept-Language: enHost: 127.0.0.1questo con konqueror, ora mi dici come distingui quel "User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.5; Windows 98 )" da uno vero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando le statistiche rovinano i sog
      - Scritto da: Anonimo
      gnappa:~# nc -l -p 80
      Can't grab 0.0.0.0:80 with bind
      gnappa:~# /etc/init.d/apache stop
      Stopping web server: apache.
      gnappa:~# nc -l -p 80
      GET / HTTP/1.1
      Connection: Keep-Alive
      User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE
      5.5; Windows 98 )
      Accept: text/*, image/jpeg, image/png,
      image/*, */*
      Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identity
      Accept-Charset: Any, utf-8, *
      Accept-Language: en
      Host: 127.0.0.1

      questo con konqueror, ora mi dici come
      distingui quel "User-Agent: Mozilla/4.0
      (compatible; MSIE 5.5; Windows 98 )" da uno
      vero.Questo esempio viene scartato al volo x questo dato:Host: 127.0.0.1Per validate un dato NON si usa solamente lo user-agent, ma vengono analizzate nel complesso tutte le informazioni che si scambiano nell'intestazione il client e il server.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando le statistiche rovinano i sog
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        gnappa:~# nc -l -p 80

        Can't grab 0.0.0.0:80 with bind

        gnappa:~# /etc/init.d/apache stop

        Stopping web server: apache.

        gnappa:~# nc -l -p 80

        GET / HTTP/1.1

        Connection: Keep-Alive

        User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE

        5.5; Windows 98 )

        Accept: text/*, image/jpeg, image/png,

        image/*, */*

        Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identity

        Accept-Charset: Any, utf-8, *

        Accept-Language: en

        Host: 127.0.0.1



        questo con konqueror, ora mi dici come

        distingui quel "User-Agent: Mozilla/4.0

        (compatible; MSIE 5.5; Windows 98 )" da
        uno

        vero.


        Questo esempio viene scartato al volo x
        questo dato:
        Host: 127.0.0.1

        Per validate un dato NON si usa solamente lo
        user-agent, ma vengono analizzate nel
        complesso tutte le informazioni che si
        scambiano nell'intestazione il client e il
        server.evidentemente capisci ben poco del protocollo http, quel 127.0.0.1 che vedi e' l'indirizzo assegnato all'interfaccia di loopback e risulta essere tale perche' ho eseguito la prova in locale, quindi vai a dormire.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    ma perche' non taci?gnappa:~# nc -l -p 80GET / HTTP/1.1Connection: Keep-AliveUser-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 5.5; Windows 98)Accept: text/*, image/jpeg, image/png, image/*, */*Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identityAccept-Charset: Any, utf-8, *Accept-Language: enHost: 127.0.0.1questo con konqueror; vai a dormire va'
    • Anonimo scrive:
      Re: Hai ragione, la statistica non vale!
      - Scritto da: Anonimo
      ma perche' non taci?

      gnappa:~# nc -l -p 80
      GET / HTTP/1.1
      Connection: Keep-Alive
      User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE
      5.5; Windows 98)
      Accept: text/*, image/jpeg, image/png,
      image/*, */*
      Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identity
      Accept-Charset: Any, utf-8, *
      Accept-Language: en
      Host: 127.0.0.1

      questo con konqueror; vai a dormire va'l'educazione è un optional, vero?comunque (ed è solo un esempio):http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=411567
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai ragione, la statistica non vale!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ma perche' non taci?



        gnappa:~# nc -l -p 80

        GET / HTTP/1.1

        Connection: Keep-Alive

        User-Agent: Mozilla/4.0 (compatible; MSIE

        5.5; Windows 98)

        Accept: text/*, image/jpeg, image/png,

        image/*, */*

        Accept-Encoding: x-gzip, gzip, identity

        Accept-Charset: Any, utf-8, *

        Accept-Language: en

        Host: 127.0.0.1



        questo con konqueror; vai a dormire va'

        l'educazione è un optional, vero?
        comunque (ed è solo un esempio):
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid
        l'intelligenza anche, a quanto pare:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=411572
  • Anonimo scrive:
    Re: software libero e gratis = affare!
    - Scritto da: Anonimo
    ... mi dispiace pei linari, ma così va il
    mondo.mi dispiace per te, ma il mondo del software va al contrario di quell che pensigratis e libero nel codice significa maggiore diffondibilità, ovvero maggiore possibilità di intervento senza vincoli commerciali, ovvero maggiore possibilità di miglioramento del programma
    La gente se ne fotte dei sorgenti.può darsi, ma la gente che conosco io mi chiede di installargli un browser che blocchi i pop-up e io gli installo Mozilla. E' anche contanta che non gli faccio pagare il programma (perché già aver pagato windows gli sembra un furto)
  • Anonimo scrive:
    Re: Gratis = Spazzatura
    - Scritto da: Anonimo
    ... mi dispiace pei linari, ma così va il
    mondo.
    Sono pure sicuro che se lo vendessero almeno
    per 26 euro a copia, mozilla e C. avrebbero
    uno share maggiore.
    La gente sa che gratis vuol dire anche
    precarietà e se deve risparmiare lo fa al
    massimo con i programmini del
    superenalotto... Questo punto di vista mi sembra legato soprattutto alla mentalità italiana ; in altri paesi non sono abituati alla associazione di idee gratis-fregatura come qui in Italia.Punto secondo : non tutte le alternative ad IE sono gratis.
    La gente se ne fotte dei sorgenti.Credo che più che altro la gente non sia ben consapevole della situazione open-closed e non ne veda tutte le sfaccettature, quando addirittura non ne sia neanche al corrente.Matteo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Int.Explorer sparira' per sempre
    Sapete, a volte mi viene il sospetto che questi messaggi pro-qualcosa seguiti da uno contro-la-stessa-cosa siano inviati dalla stessa persona la quale non abbia nient'altro da fare che accendere i flame... un po' come i piromani che buttano il fiammifero e poi tornano a casa a guardare il telegiornale e godere... non sembra anche a voi?Magari a postare su questo forum in realtà sono solo 5 o 6 persone in tutto.Mah...Cmq ritornando in topic, io per ora mi trovo molto bene con Firebird e , in generale, se il mondo open source mi offre un'alternativa come in questo caso non ci vedo niente di male.Matteo.
  • cutler scrive:
    Tanto bello...
    ...questo odio viscerale nei confronti di noi "linari"...Mi verrebbero molte cose da dire ma penso che sarebbeforza sprecata...In fondo sono contento che tutta questagente usi windows/explorer. Tutta l'ignoranza informatica che gira oggi non può che far comodo a me, che sistemeròi disastri combinati da persone che vengono dipinti come esperti perchè hanno preso la patente europea del computer, che poi non sanno la differenza tra il web ed internet, e le chat sono sono via msn messenger e web.Tanto bello sentire dire gratis=schifezza... Ne devodedurre che avere un rapporto con mia moglie non saràmai così soddisfacente come averlo con una prostituta...Già, Mozilla è lento, Linux è bacato, Microsoft è il meglio..blablabla...Pare che a molti sia sfuggito che lo scopo del software libero è innanzitutto dare la libertà di modifica e copia agli utentie ai programmatori. Se poi esso risulta tecnicamente superiore, cosa che non certo male, non è che un aspetto'secondario' ...
  • Anonimo scrive:
    quindi...
    Più il 95,4% degli utenti mondiali ha pagato il sistema operativo... sarà vero?mmm... Bill Gates sarebbe ancora più ricco di così, mentre gli utili scendono e il timore aumenta!Mi sa che prima o poi il signor Gates inizierà a pretendere soldoni, con le sue maniere.Poi daremo di nuovo un'occhiata alle statistiche! :)Salutigl :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo
    Hai pienamente ragione!!
    Io uso prevalentemente Opera in Linux, il
    quale si maschera da IE 6.0, altrimenti
    alcuni siti gli negano l'accesso!!! Sarebbe
    più interessante sapere il perché di ciò!Ma perchè le persono continuano a parlare di cose che non sanno?Facciamo un esempio pratico.Sapete cosa leggo analizzando le stringhe di identificazione con opera mascherato da IE?Browser: Internet ExplorerVersione: 5.0Sistema operativo: Windows 2000 Opera 6.01 [it]Visto cosa fa opera? Maschera che tipo di browser sia, ma lascia comunque ampiamente traccia di se nello UserAgent!Questo genere di trucchetti x gente che di cose ne conosce (come qualunque sito serio che per lavoro fornisce statistiche) sono conosciutissimi.Idem per altri browser.Rinnovo l'invito scritto da un tale in questo forum.Fatevi un vostro sito e leggete le stringhe di identificazione che i vari browser mascherati mandano al server. Eviterete così di scrivere certe risposte da utonti informatici!
  • Anonimo scrive:
    Quando le statistiche rovinano i sogni
    Tutto l'anno a parlare di aumento della diffusione di sistemi operativi e browser alternativi a quelli di ms, poi puntualmenteescono le statistiche da vari siti (google, OneStat., PI o altro) ed ecco che si arriva alla dura verità!La cosa triste è poi leggere certe giustificazioni o certe teorie da lamer informatici. Delle volte mi chiedo quale sia il livello di cultura informatica della maggior parte dei lettori di Punto Informatico!:-
  • Anonimo scrive:
    Gratis = Spazzatura
    ... mi dispiace pei linari, ma così va il mondo.Sono pure sicuro che se lo vendessero almeno per 26 euro a copia, mozilla e C. avrebbero uno share maggiore.La gente sa che gratis vuol dire anche precarietà e se deve risparmiare lo fa al massimo con i programmini del superenalotto...La gente se ne fotte dei sorgenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quali siti ??
    Se non ti vanno bene quello che statistiche lì allora fai così..Prendi questi URL quihttp://v.extreme-dm.com/?login=quello_che_vuoie al posto di quello_che_vuoi metti qualche nome a caso, trovando così le statistiche di un sito..ad esempiohttp://v.extreme-dm.com/?login=nnconfor[è il primo che ho trovato]Anche quelle statistiche sono controllate e falsate dalla M$ ???? Guarda che tu vedi troppi X-Files e vedi complotti ovunque !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • kensan scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    - Scritto da: Anonimo
    ci sono siti di statistiche che nonostante
    per esempio si mascheri opera da ie6 viene
    riconosciuto lo stesso come opera altri
    no...Non mi pare sia vero, mi baso su quello che veniva detto in un post precedente, la stringa che identifica un browser e che viene registrata nei log la spedisce il browser secondo le impostazioni dell'utente. Questo significa che il sito registra IE quando si collega un IE e registra un IE quando si collega un Opera.D'altronde la prova della falsità di questa statistica è che Safari ha percentuali inferiore alle macchine in cui è preinstallato.
  • kensan scrive:
    Re: sensa senso
    - Scritto da: Anonimo
    2- i quasi tutti gli utenti mac che conosci
    sono una goccia nell'oceano e
    statisticamente influiranno x lo
    0,000000000000000001% (ma non ingannano
    nessuno, v. consiglio n.1).Si può ragionare invece che con gli utenti mac che ogni uno conosce, con tutti gli utenti Apple che se non erro sono tra il 4 e il 5 percento. Bene, molti di questi usano IE perché nei vecchi SO era preinstallato, adesso comincia ad essere preinstallato Safari (credo da qualche mese) .http://www.apple.com/safari Ovviamente considero che tutti i mac siano collegati ad internet, cosa in massima parte vera.Questo significa che nel giro di qualche anno ci dovrebbe essere il 4 % di IE in meno. Dai dati pubblicati nella news si parla di percentuali di Safari ridicole, secondo me è come diceva il post precedente e cioè che ci si presenta come IE ma non lo si è.Volendo sparare dei numeri diciamo che è preinstallato da 3 mesi e diciamo che si cambia macchina ogni 4 anni, significa che 1/16 di mac ha safari cioè 0.25% dovrebbe essere la percentuale di Safari in Internet.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Int.Explorer sparira' per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    Il programma della Microsoft, che ora
    detiene il 95 % del mercato e' destinato a
    diventare il meno usato al mondo entro breve
    tempo, perche' ormai Firebird e Mozilla si
    stanno imponendo sempre piu' , come anche
    Linux, sui desktop di tutto il mondo..
    quindi entro 2 o 3 anni nessuno si
    ricordera' piu' del programma della
    Microsoft... affossato da Linux e da
    Mozilla.sognare fa bene... quindi ti lascio sognare caro (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Mio modesto parere
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo la mia modesta opinione ci sono più
    babbalani testimoni di linux che trovano più
    semplice navigare con IE, che non
    utilizzatori di minchiabrowser che cambiano
    le stringhe di accesso HTTP_USER_AGENT.

    Lu Pentosto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mio modesto parere
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Secondo la mia modesta opinione ci sono
      più

      babbalani testimoni di linux che trovano
      più

      semplice navigare con IE, che non

      utilizzatori di minchiabrowser che
      cambiano

      le stringhe di accesso HTTP_USER_AGENT.



      Lu Pen

      tosto!tosto si! e IMHO c'ha anche ragione!!!(linux)
  • Anonimo scrive:
    Mio modesto parere
    Secondo la mia modesta opinione ci sono più babbalani testimoni di linux che trovano più semplice navigare con IE, che non utilizzatori di minchiabrowser che cambiano le stringhe di accesso HTTP_USER_AGENT.Lu Pen
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -
    - Scritto da: Africano

    anch'io condivido codici e saperi... ma
    non

    farei mai un wordprocessor per
    regalarlo...

    non sta qui lo sviluppo e l'evoluzione. La

    mania del "tuttofree" è soltanto una mania

    autolesionante a lungo termine (imho)
    Scusa l'intromissione anche tu.
    Noto una certa contraddizione tra gli utenti
    che danno addosso al software libero e non
    farei mai un wordprocessor per regalarlo,
    se non sei un semplice utente non puoi
    esprimere giudizi da semplice utente e se lo
    sei non puoi farlo come programmatore. Che
    ci siano dei semplici utenti che si
    lamentino di pagare poco o addirittura
    niente un qualsiasi prodotto mi pare fuori
    da ogni logica. Se da sempre l'economia ha
    avuto degli enormi limiti nelle capacità
    produttive, limiti che svaniscono nel mondo
    dei bit non si vede perché si dovrebbero
    introdurre artificialmente, sarebbe come
    dire che domani qualcuno inventa il pane
    riproducibile a volontà con un
    masterizzatore e i fornai scendono in piazza
    per dare addosso ai masterizzatori perchè
    non ci sarebbe sviluppo ed evoluzione. Mi
    pare che proprio questo atteggiamento sia la
    negazione di ogni evoluzione. Del resto non
    vedo proprio, se domani uno si alza e decide
    di regalare il suo wordprocessor, come gli
    si possa impedire o pensare che i semplici
    utenti lo snobbino solo perché non vuole
    essere pagato. Capisco perfettamente che il
    software proprietario possa trovare
    fastidiosa questo tipo di concorrenza, ma
    sempre di concorrenza si tratta, se vogliono
    vendere qualcosa che sia appettibile anche a
    fronte di alternative gratuite e migliorino
    i prodotti altrimenti dove sarebbe
    l'evoluzione, nel fare pagare ciò che è già
    disponibile a prezzo zero? Anche nel mondo
    reale se il pane diventa gratis e vuoi
    continuare a fare il fornaio conviene che
    almeno sforni qualche panino, o vorresti si
    facesse finta di niente per tenere aperti
    forni ormai inutili? Questa sarebbe
    l'evoluzione, tenere in piedi attività
    superflue?
    Ciaosono perfettamente d'accordo... tuttavia il pane non sarà mai gratis poichè ha un costo... così come ha un costo il software, anzi quet'ultimo è più costoso.secondo me non c'è sviluppo se non c'è economia e commercio. Questa è una legge alla quale credo fermamente.Se il pane si vendesse solo aggratis, avrei paura di mangiarlo...in poche parole: W la concorrenza leale (abbasso tutte le forme di monopolio e di gratuità selvagge e suicide)
  • Anonimo scrive:
    Int.Explorer sparira' per sempre
    Il programma della Microsoft, che ora detiene il 95 % del mercato e' destinato a diventare il meno usato al mondo entro breve tempo, perche' ormai Firebird e Mozilla si stanno imponendo sempre piu' , come anche Linux, sui desktop di tutto il mondo.. quindi entro 2 o 3 anni nessuno si ricordera' piu' del programma della Microsoft... affossato da Linux e da Mozilla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    ci sono siti di statistiche che nonostante per esempio si mascheri opera da ie6 viene riconosciuto lo stesso come opera altri no...altri ancora nn riconoscono proprio questi browser con particolari sistemi operativi e vengono catalogati come "sconosciuti"...poi bisogna tenere conto se queste statistiche sono fatte su accesi unici...che siti vengono presi in considerazione...per assurdo se si analizzano solo siti che parlano di linux le percentuali di mozilla come sarebbero...?
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisione statistiche
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    C'e' una cosa da considerare, credo.
    Alcuni

    browser permettono di 'identificarsi' come

    altri. Ad esempio, Opera permette di

    identificarsi come Opera, Netscape, o IE.
    In

    questo modo si puo' accedere alla maggior

    parte dei siti che funzionano solo con IE
    (e

    si puo' visualizzare anche msn, che
    boicotta

    esplicitamente Opera formattando le pagine

    con porcherie varie - v. sito opera.com).

    Quindi nel 90 e rotti percento di IE,

    secondo il mio modesto parere, rientrano

    anche vari altri browser che si spacciano

    per IE.

    allora tanto vale fare siti per solo IE,
    dato che chi ha browser alternativi riesce
    così facilmente a risolvere facendosi
    passare per IE
    e chi ti dice che nel restante poco% non ci
    siano degli IE truccati da altro browser? O
    da qualche parte in mezzo alla comunicazione
    una routine che altera le stringhe degli IE
    scrivendo che è qualcos'altro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai ragione, la statistica non vale!
    Hai pienamente ragione!!Io uso prevalentemente Opera in Linux, il quale si maschera da IE 6.0, altrimenti alcuni siti gli negano l'accesso!!! Sarebbe più interessante sapere il perché di ciò!
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo seri!
    Sono d'accordo.Avete notato quante persono si sono beccati i dialers ?Le associazioni dei consumatori non dovrebbero chiamare in causa anche la MicroSoft che col suo software permette queste truffe ? Ah, già... c'è la EULA.Condoglianze.BrUtE AiD
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo seri!

      Avete notato quante persono si sono beccati
      i dialers ?
      Le associazioni dei consumatori non
      dovrebbero chiamare in causa anche la
      MicroSoft che col suo software permette
      queste truffe ? Ah, già... c'è la EULA.io penso che la principale resistenza alla diffusione di linux e apple sia lo strenuo impegno dei produttori di antivirus, firewall e sistemi di sicurezza in genere, e quand'anche trovassero spazio per i loro prodotti in quegli os li difenderebbero strenuamente dalla concorrenza di sistemi operativi ancora più sicuri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo seri!
      - Scritto da: Anonimo
      Sono d'accordo.
      Avete notato quante persono si sono beccati
      i dialers ?
      Le associazioni dei consumatori non
      dovrebbero chiamare in causa anche la
      MicroSoft che col suo software permette
      queste truffe ? Ah, già... c'è la EULA.

      Condoglianze.

      BrUtE AiDche cavolo c'entra IE con i dialer (spero almeno che ti riferisci alle versioni activex)... se gli utenti cliccano su "OK" di ogni dialer che sbuca allora si vede che hanno soldi da buttare oppure non sanno usare il computersemplice no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo seri!


        Avete notato quante persono si sono beccati i dialers ?
        che cavolo c'entra IE con i dialer (spero
        almeno che ti riferisci alle versioni
        activex)... se gli utenti cliccano su "OK"
        di ogni dialer che sbuca allora si vede che
        hanno soldi da buttare oppure non sanno
        usare il computerNon c'e' nessun bisogno di premere OK, il dialer si installa, butta giu la linea e richiama un altro numero (IE6 con l'ultimo fix 2 gg. prima).Il bello e' che era installato correttamente con la voce nel menu' programmi e l'uninistall.
  • fakezeta scrive:
    Siamo seri!
    Ragazzi siamo seri per favore!Le statistiche potranno essere prese male, falsate ma guardiamoci intorno. Vediamo i computer dei vicini di ufficio, quelli con Win2000 o WinXP e Office installato e che stanno tutto il giorno a navigare su internet.La percentuale di navigatori che usano IE è sicuramente superiore al 90% e poco importa secondo me se è il 93 o il 95.Non serve a nulla negare l'evidenza.La prima cosa necessaria per migliorarsi è riconoscere i propri sbagli (se ce ne sono) e soprattutto i propri limiti.Io personalmente uso mozilla dalla M18 in cui era praticamente inutilizzabile, poi sono passato a galeon (per linux, mantenendo mozilla su Win e Netscape 6 su SUN) ed infine Firebird.Dico quest'ultima cosa soltanto per i troll che aspettano affamati nuovi thread da divorare.Flavio
  • Anonimo scrive:
    Re: Precisione statistiche
    - Scritto da: Anonimo
    C'e' una cosa da considerare, credo. Alcuni
    browser permettono di 'identificarsi' come
    altri. Ad esempio, Opera permette di
    identificarsi come Opera, Netscape, o IE. In
    questo modo si puo' accedere alla maggior
    parte dei siti che funzionano solo con IE (e
    si puo' visualizzare anche msn, che boicotta
    esplicitamente Opera formattando le pagine
    con porcherie varie - v. sito opera.com).
    Quindi nel 90 e rotti percento di IE,
    secondo il mio modesto parere, rientrano
    anche vari altri browser che si spacciano
    per IE.allora tanto vale fare siti per solo IE, dato che chi ha browser alternativi riesce così facilmente a risolvere facendosi passare per IEe chi ti dice che nel restante poco% non ci siano degli IE truccati da altro browser? O da qualche parte in mezzo alla comunicazione una routine che altera le stringhe degli IE scrivendo che è qualcos'altro?
  • Anonimo scrive:
    Precisione statistiche
    C'e' una cosa da considerare, credo. Alcuni browser permettono di 'identificarsi' come altri. Ad esempio, Opera permette di identificarsi come Opera, Netscape, o IE. In questo modo si puo' accedere alla maggior parte dei siti che funzionano solo con IE (e si puo' visualizzare anche msn, che boicotta esplicitamente Opera formattando le pagine con porcherie varie - v. sito opera.com).Quindi nel 90 e rotti percento di IE, secondo il mio modesto parere, rientrano anche vari altri browser che si spacciano per IE.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nulla di nuovo sotto il Sole

    Perche' mai un utente comune dovrebbe
    prendersi la briga di installarsi un altro
    browser (ammesso che sappia che c'e' questa
    possibilita'),ammesso che sappia cosa sia un browser
  • Akiro scrive:
    Re: Si ma su cosa si basano ???
    infatti... bisognerebbe saper i siti e quanti camuffano il proprio browser...in pratica nn si saprà mai 8 )
  • Akiro scrive:
    Re: Quali siti ??

    E, tanto per essere polemici, chi mi
    garantisce che OneStat è seria ? Microsoft ?
    Ma per piacere .......uahaha infatti!anke SCO Caldera era seria!!!Pure AOL.. poi è un attimo prender soldi da Microsoft ;)
  • Akiro scrive:
    Re: Mozilla farà la fine dei dinosauri..

    e si... è troppo grosso e pesante per
    riuscire a trovare spazio per la
    proliferazione... appena l'1,6% ... se è pesante Mozzy... prova a calcolare quanto pesa IE.. a no! scusa... è integrato nel s.o. è difficile stabilir i MB usati...
    ...povero animale manco è nato ed il suo
    destino è già segnatoboh, lo vedi segnato te forse.abbasso i monopoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mozilla farà la fine dei dinosauri..
      se è pesante Mozzy... prova a calcolare quanto pesa IE.. a no! scusa... è integrato nel s.o. è difficile stabilir i MB usati...
      ...povero animale manco è nato ed il suo
      destino è già segnato boh, lo vedi segnato te forse. abbasso i monopoli.Scusate, ma perchè non vi limitate a vedere come realmente funziona un software, senza badare a da dove questo arriva?E sopratutto valutate sempre quale versione state giudicando e su quale piattaforma HW sta girando. E' troppo facile dire che Windows XP (per esempio) fà schifo,è lento e pesante e magari l'avete visto girare UNA sola volta, su un P2 400mhz con 64 mb ram e magari provveniente da un'upgrade di un Win98...
      • Akiro scrive:
        Re: Mozilla farà la fine dei dinosauri..

        E' troppo facile dire che
        Windows XP (per esempio) fà schifo,è lento e
        pesante e magari l'avete visto girare UNA
        sola volta, su un P2 400mhz con 64 mb ram e
        magari provveniente da un'upgrade di un
        Win98...bhe ma è vero ;Dmetti w98se e metti XP... in quando a velocità il primo da lammerda al secondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: E in italia va pure peggio.
    le statistiche di cui parli non hanno alcun senso in quanto sono fatte basandosi sulla stringa di identificazione che il browser manca al web server, quindi assolutamente inattendibili e non verificabili.
    • Anonimo scrive:
      Re: E in italia va pure peggio.
      - Scritto da: Anonimo
      le statistiche di cui parli non hanno alcun
      senso in quanto sono fatte basandosi sulla
      stringa di identificazione che il browser
      manca al web server, quindi assolutamente
      inattendibili e non verificabili.si, sono pienamente daccordo, e in più secondo me le percentuali di mozilla, opera, konqueror, netscape e compagnia bella sono date da buontemponi che fanno identificare IE come altri browser. Tanto non si può dimostrare il contrario.
      • Anonimo scrive:
        Re: E in italia va pure peggio.
        - Scritto da: Anonimo....
        si, sono pienamente daccordo, e in più
        secondo me le percentuali di mozilla, opera,
        konqueror, netscape e compagnia bella sono
        date da buontemponi che fanno identificare
        IE come altri browser. Tanto non si può
        dimostrare il contrario.Come ? Utilizzando un editor binario ? Con il reverse engineering ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E in italia va pure peggio.

          Come ? Utilizzando un editor binario ? Con
          il reverse engineering ?certo, si può dimostrare il contrario?Oppure, come sosteneva di fare spesso e volentieri un programmatore open source qualche giorno fa su questi schermi (per STUDIARE il codice!), si può decompilare e modificare l'applicazione, poi ricompilarla... per quanto creda che con IE sia quantomeno una impresa improba, non si può certo escludere a priori
  • Anonimo scrive:
    Re: sensa senso
    - Scritto da: Anonimo
    2 cose:
    1- ripeto il consiglio, fatti un sito e
    leggiti queste benedette stringhe così
    capirai.amministro 4 web-server con apache e le stringhe di identificazione le vedo tutti i giorni nei log, che c'e' da capire? che se un browser si identifica come pincopallo-browser non sta scritto da nessuna parte che sia pincopallo-browser? mi sembra evidente, quindi statistiche fatte in base a questo non hanno alcun senso e alcun valore.
    2- i quasi tutti gli utenti mac che conosci
    sono una goccia nell'oceano e
    statisticamente influiranno x lo
    0,000000000000000001% (ma non ingannano
    nessuno, v. consiglio n.1).se il browser manda la stessa stringa come li distingui? configuri il web-server per fare un tcp/ip fingeprint dello stack tcp/ip della macchina ove gira il browser cosi' da avere un indizio almeno sul sistema operativo su cui gira il suddetto browser (ammesso che sia un browser, perche' nulla mi vieta di scrivermi 4 righe di codice che aprano un socket verso un webserver e facciano una get identificandosi come browser pincopallo)?
  • Africano scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi -
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Prova a rileggere



    dieci volte quello che ho scritto, e



    forse ti accorgerai che ti è sfuggito



    qualcosa.





    sì, servo e cagnolino ci sarai te!



    Proprio non capisci. Ti dò una mano.



    Nel messaggio originale dicevo di

    comprendere perchè certi sviluppatori di

    software proprietario odino il software

    libero.



    Quello che non capisco è perchè certi
    utenti

    diano addosso al software libero,
    nonostante

    facendo così danneggino in primo luogo sè

    stessi.

    scusa l'intrusione... ma io ritengo che il
    software libero spesso (quasi sempre)
    coincide con il gratis anche in progetti
    molto corposi... ecco perchè certi utenti
    diano addosso al software libero... ecc..

    la condivisione delle informazioni è una
    cosa giusta e normale..., dare al proprio
    lavoro valore zero è un'altra...

    anch'io condivido codici e saperi... ma non
    farei mai un wordprocessor per regalarlo...
    non sta qui lo sviluppo e l'evoluzione. La
    mania del "tuttofree" è soltanto una mania
    autolesionante a lungo termine (imho)Scusa l'intromissione anche tu.Noto una certa contraddizione tra gli utenti che danno addosso al software libero e non farei mai un wordprocessor per regalarlo, se non sei un semplice utente non puoi esprimere giudizi da semplice utente e se lo sei non puoi farlo come programmatore. Che ci siano dei semplici utenti che si lamentino di pagare poco o addirittura niente un qualsiasi prodotto mi pare fuori da ogni logica. Se da sempre l'economia ha avuto degli enormi limiti nelle capacità produttive, limiti che svaniscono nel mondo dei bit non si vede perché si dovrebbero introdurre artificialmente, sarebbe come dire che domani qualcuno inventa il pane riproducibile a volontà con un masterizzatore e i fornai scendono in piazza per dare addosso ai masterizzatori perchè non ci sarebbe sviluppo ed evoluzione. Mi pare che proprio questo atteggiamento sia la negazione di ogni evoluzione. Del resto non vedo proprio, se domani uno si alza e decide di regalare il suo wordprocessor, come gli si possa impedire o pensare che i semplici utenti lo snobbino solo perché non vuole essere pagato. Capisco perfettamente che il software proprietario possa trovare fastidiosa questo tipo di concorrenza, ma sempre di concorrenza si tratta, se vogliono vendere qualcosa che sia appettibile anche a fronte di alternative gratuite e migliorino i prodotti altrimenti dove sarebbe l'evoluzione, nel fare pagare ciò che è già disponibile a prezzo zero? Anche nel mondo reale se il pane diventa gratis e vuoi continuare a fare il fornaio conviene che almeno sforni qualche panino, o vorresti si facesse finta di niente per tenere aperti forni ormai inutili? Questa sarebbe l'evoluzione, tenere in piedi attività superflue?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi
    - Scritto da: Anonimo


    Prova a rileggere


    dieci volte quello che ho scritto, e


    forse ti accorgerai che ti è sfuggito


    qualcosa.



    sì, servo e cagnolino ci sarai te!

    Proprio non capisci. Ti dò una mano.

    Nel messaggio originale dicevo di
    comprendere perchè certi sviluppatori di
    software proprietario odino il software
    libero.

    Quello che non capisco è perchè certi utenti
    diano addosso al software libero, nonostante
    facendo così danneggino in primo luogo sè
    stessi.scusa l'intrusione... ma io ritengo che il software libero spesso (quasi sempre) coincide con il gratis anche in progetti molto corposi... ecco perchè certi utenti diano addosso al software libero... ecc..la condivisione delle informazioni è una cosa giusta e normale..., dare al proprio lavoro valore zero è un'altra...anch'io condivido codici e saperi... ma non farei mai un wordprocessor per regalarlo... non sta qui lo sviluppo e l'evoluzione. La mania del "tuttofree" è soltanto una mania autolesionante a lungo termine (imho)
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi


    Prova a rileggere

    dieci volte quello che ho scritto, e

    forse ti accorgerai che ti è sfuggito

    qualcosa.

    sì, servo e cagnolino ci sarai te!Proprio non capisci. Ti dò una mano.Nel messaggio originale dicevo di comprendere perchè certi sviluppatori di software proprietario odino il software libero.Quello che non capisco è perchè certi utenti diano addosso al software libero, nonostante facendo così danneggino in primo luogo sè stessi.
  • Anonimo scrive:
    Re: sensa senso
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    le statistiche son fatte basandosi
    sulle


    stringhe di identificazione che i
    browser


    inviano ai web-server, quindi per
    quanto

    ne


    so io possono anche usare per il 99%


    konqueror, il grado di attendibilita'
    di


    statistiche del genere e' prossimo allo


    zero.



    Sensa senso è un commento come il tuo.

    Un consiglio.

    Fatti un sito e navigaci con i browser che

    vuoi mandando le stringhe di
    identificazione

    che preferisci.

    Ti renderai conto allora del non senso che

    hai detto.

    Secondo logica ha ragione, quasi tutti gli
    utenti Mac che conosco usano Safari o Camino
    facendoli "passare" per IE6.0 per Win
    altrimenti alcuni siti non si riescono a
    vedere....2 cose:1- ripeto il consiglio, fatti un sito e leggiti queste benedette stringhe così capirai.2- i quasi tutti gli utenti mac che conosci sono una goccia nell'oceano e statisticamente influiranno x lo 0,000000000000000001% (ma non ingannano nessuno, v. consiglio n.1).
  • Anonimo scrive:
    E in italia va pure peggio.
    Qui le percentuali di IE oscillano mediamente fra il 98 e il 99%.E le % sono spesso influenzate da noi sviluppatori che usiamo i più svariati browser per verificare che non vi siano problemi x sviste varie.Un fatto da notare secondo me è l'incremento dello 0.4% di mozilla, incremento che si ha praticamente solo ai danni di netscape.
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi
    - Scritto da: Anonimo

    Non esiste solo Bill Gates.

    Il mondo è pieno di sviluppatori di

    programmi closed che vengono pagati per il

    loro lavoro ed il loro sw.

    Poi ci sono persone come te che non

    capiscono proprio come fa ad esistere
    gente

    che la pensa diversamente e che insulta.

    Oh, ma che bella risposta. Prova a rileggere
    un dieci volte quello che ho scritto, e
    forse ti accorgerai che ti è sfuggito
    qualcosa.sì, servo e cagnolino ci sarai te!
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi

    Non esiste solo Bill Gates.
    Il mondo è pieno di sviluppatori di
    programmi closed che vengono pagati per il
    loro lavoro ed il loro sw.
    Poi ci sono persone come te che non
    capiscono proprio come fa ad esistere gente
    che la pensa diversamente e che insulta.Oh, ma che bella risposta. Prova a rileggere un dieci volte quello che ho scritto, e forse ti accorgerai che ti è sfuggito qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mozilla farà la fine dei dinosauri..
    - Scritto da: Anonimo
    e si... è troppo grosso e pesante per
    riuscire a trovare spazio per la
    proliferazione... appena l'1,6% ...

    ...povero animale manco è nato ed il suo
    destino è già segnato

    viva IE, viva Opera, viva il software
    proprietarioPrendi un tanto a marchetta o le fai aggratis?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mozilla farà la fine dei dinosauri..
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      e si... è troppo grosso e pesante per

      riuscire a trovare spazio per la

      proliferazione... appena l'1,6% ...



      ...povero animale manco è nato ed il suo

      destino è già segnato



      viva IE, viva Opera, viva il software

      proprietario

      Prendi un tanto a marchetta o le fai
      aggratis?pensa che ci sono i linari che fanno suite intere aggratis... e io che ho fatto solo un "open post" già mi bersagliate in questo modo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Essere senza cervello oggi
    Non esiste solo Bill Gates. Il mondo è pieno di sviluppatori di programmi closed che vengono pagati per il loro lavoro ed il loro sw.Poi ci sono persone come te che non capiscono proprio come fa ad esistere gente che la pensa diversamente e che insulta.Da qui il titolo, da uno che non ha problemi col mondo open apparte la gente come te che ne è la rovina.
  • Anonimo scrive:
    Re: sensa senso
    - Scritto da: Anonimo
    le statistiche son fatte basandosi sulle
    stringhe di identificazione che i browser
    inviano ai web-server, quindi per quanto ne
    so io possono anche usare per il 99%
    konqueror, il grado di attendibilita' di
    statistiche del genere e' prossimo allo
    zero.Sensa senso è un commento come il tuo.Un consiglio.Fatti un sito e navigaci con i browser che vuoi mandando le stringhe di identificazione che preferisci.Ti renderai conto allora del non senso che hai detto.
    • Anonimo scrive:
      Re: sensa senso
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      le statistiche son fatte basandosi sulle

      stringhe di identificazione che i browser

      inviano ai web-server, quindi per quanto
      ne

      so io possono anche usare per il 99%

      konqueror, il grado di attendibilita' di

      statistiche del genere e' prossimo allo

      zero.

      Sensa senso è un commento come il tuo.
      Un consiglio.
      Fatti un sito e navigaci con i browser che
      vuoi mandando le stringhe di identificazione
      che preferisci.
      Ti renderai conto allora del non senso che
      hai detto.Secondo logica ha ragione, quasi tutti gli utenti Mac che conosco usano Safari o Camino facendoli "passare" per IE6.0 per Win altrimenti alcuni siti non si riescono a vedere....
  • Anonimo scrive:
    Essere servi oggi

    e si... è troppo grosso e pesante per
    riuscire a trovare spazio per la
    proliferazione... appena l'1,6% ...

    ...povero animale manco è nato ed il suo
    destino è già segnato

    viva IE, viva Opera, viva il software
    proprietarioOgni volta che leggo questo tipo di commenti rimango basito.Il software libero è spesso sviluppato in modo comunitario, e spesso da persone simili a coloro che scrivono questo genere di commenti (stessa età, stesso ceto sociale...). Il software libero nasce dalle persone per le persone. Nasce per liberarsi assieme dalla schiavitù imposta dal software proprietario.Posso capire che uno sviluppatore di qualche grossa azienda produttrice di software proprietario odi e tema il software libero. Dopo tutto, è pagata anche per questo.Ma quando una persona comune, e non pagata da Bill Gates, odia il software libero nonostante esso aiuti la sua stessa libertà, allora non c'è più logica.A meno che non ci sia una gratificazione nel servilismo, una grande soddisfazione nell'essere i primi e i più bravi a strisciare ai piedi dei padroni. Come tanti cagnolini che saltellano e scodinzolano non tanto per il gusto di una carezza, quanto per il gusto di essere più cagnolini di tutti gli altri.Io non concepisco una cosa del genere. Se mi spiegate cosa si prova ad essere i più cagnolini, magari in futuro capirò un pò meglio questi fenomeni.
  • Anonimo scrive:
    sensa senso
    le statistiche son fatte basandosi sulle stringhe di identificazione che i browser inviano ai web-server, quindi per quanto ne so io possono anche usare per il 99% konqueror, il grado di attendibilita' di statistiche del genere e' prossimo allo zero.
  • kensan scrive:
    Metodologia:
    Methodology: A global usage share of xx percent for browser Y means that xx percent of the visitors of Internet users arrived at sites that are using one of OneStat.com?s services by using browser Y. All numbers mentioned in the research are averages of last week and all measurements are normalised to the GMT timezone. Research is based on a sample of 2 million visitors divided into 20,000 visitors of 100 countries each day.
  • kensan scrive:
    Re: Nulla di nuovo sotto il Sole
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    Perche' mai un utente comune dovrebbe
    prendersi la briga di installarsi un altro
    browser (ammesso che sappia che c'e' questa
    possibilita'), quando ne ha gia' uno che
    funziona egregiamente preinstallato con il
    sistema operativo?Concordo parecchio, purtrobbo la realtà è triste e quasi tutti quelli che sanno usare un computer in realtà non hanno le capacità tecniche per cambiare browser, non sono in grado di avere un'opinione chiara su quello che usano e quindi si fidano di quello che altri gli hanno installato.Non per nulla Safari comincia ad avere percentuali significative, è preinstallato da alcuni mesi e quindi avrà le percentuali di chi usa Apple meno i poweruser che invece useranno la testa per decidere cosa montare sulla loro macchina.
    MI sembra che l'1.6% sia perfettamente in
    linea con la percentuale di power users che
    ci sono in giro.Che tristezza però è probabilmente un buon metodo per valutare gli utenti passivi da quelli attivi, poi io diversificherei e parlerei pure di opera come indicatore di power user e pure di konquerror ecc.
    Personalmente ho abbandonato IE a favore
    Mozilla dalla versione 1.1, perche' non ho
    nessuna voglia di dover continuamente
    rischiare che qualcuno mi penetri nel PC
    attraverso il browser e trovo molto comodo
    poter bloccare le finestre di pop-up (ed
    alcune funzioni javascript) senza installare
    programmini aggiuntivi vari.Ho abbandonato Netscape appena Mz ha raggiunto un minimo di stabilità.(linux)
  • NeutrinoPesante scrive:
    Nulla di nuovo sotto il Sole
    Perche' mai un utente comune dovrebbe prendersi la briga di installarsi un altro browser (ammesso che sappia che c'e' questa possibilita'), quando ne ha gia' uno che funziona egregiamente preinstallato con il sistema operativo?MI sembra che l'1.6% sia perfettamente in linea con la percentuale di power users che ci sono in giro.Personalmente ho abbandonato IE a favore Mozilla dalla versione 1.1, perche' non ho nessuna voglia di dover continuamente rischiare che qualcuno mi penetri nel PC attraverso il browser e trovo molto comodo poter bloccare le finestre di pop-up (ed alcune funzioni javascript) senza installare programmini aggiuntivi vari.Ma e' sicuramente un punto di vista da tecnico, e non da utente che alla fine vuole solo navigare, e se ne strafotte di questo tipo di problematiche (fino a quando gli viene installato di nascosto un bel dialer, e gli arriva la bolletta da migliaia di euro....).Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Quali siti ??
    - Scritto da: Anonimo
    Sarebbe carino sapere su QUALI siti viene
    fatta la rilevazione ...
    Falsare i dati è sempre facilissimo.adesso non volete nemmeno accettare le statistiche di OneStat.com ???cosa devo sentire ancora...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali siti ??
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Sarebbe carino sapere su QUALI siti viene

      fatta la rilevazione ...

      Falsare i dati è sempre facilissimo.

      adesso non volete nemmeno accettare le
      statistiche di OneStat.com ???

      cosa devo sentire ancora...Non sò cosa devi sentire.Di sicuro prima devi accendere il cervello, altrimenti le orecchie potrebbero avere problemi.Un pò come il motore di una automobile, insomma.....E, tanto per essere polemici, chi mi garantisce che OneStat è seria ? Microsoft ? Ma per piacere .......
    • Mechano scrive:
      Re: Quali siti ??
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Sarebbe carino sapere su QUALI siti viene

      fatta la rilevazione ...

      Falsare i dati è sempre facilissimo.

      adesso non volete nemmeno accettare le
      statistiche di OneStat.com ???

      cosa devo sentire ancora...Eppure devo dire che l'affermazione dell'autore del thread non sia campata in aria.Vero, quali siti?Perche' se le statistiche provengono in base ai visitatori di siti come il portale di un provider, quelli di shopping generico e di musica o per giovani che seguono mode e tendenze, tutta questa gente appartiene allo stereotipo dell'utente medio di Windows. Ragazze/Ragazzi e utenti medi che usano il computer per navigare, divertirsi, informarsi, ma solitamente persone che usano e non sentono necessita' di ricercare browser diversi da quelli che trovano preinstallati. Tra l'altro persone che raramente usano Linux.Se le statistiche fossero state fatte su siti come slashdot, freshmeat, gnu.org, ecc. ecc. Automaticamente vedremmo tutto ribaltato!Non penso che la statistica sia falsa ma sia inutile il suo dato come indice della diffusione dei browser. Ossia e' sbagliato usarla per individuare la diffusione "globale" dei vari tipi di browser.E' forse piu' valida per individuare l'utente tipo e le sue preferenze in fatto di browser, per i siti presi in esame per la statistica. Che pero' non conosciamo bene.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Mozilla farà la fine dei dinosauri...
    e si... è troppo grosso e pesante per riuscire a trovare spazio per la proliferazione... appena l'1,6% ... ...povero animale manco è nato ed il suo destino è già segnatoviva IE, viva Opera, viva il software proprietario
  • Anonimo scrive:
    Quali siti ??
    Sarebbe carino sapere su QUALI siti viene fatta la rilevazione ...Falsare i dati è sempre facilissimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si ma su cosa si basano ???
    - Scritto da: Goul_duKat
    Se si basano sulla voce che il browser invia
    al server cme riconoscimento mi sa' che
    quelle percentuali sono cannatissime ...
    opera come configurazione base si fa
    riconoscere come un qualunque explorer, ed
    anche gli altri browser hanno questa
    possibilita' di farsi riconoscere come
    explorer grazie a molti siti che negli hanni
    d'oro davano la possibilita' di visionare le
    pagine solo a chi usava un browser MS.

    ora non so che dirvi ... lo so anch'io che
    la % di IE e' grossa ma penso che un'altra
    buona % sono browser camufatti.

    ciaook..ok... ti regalo mezzo punto percentuale
    • Anonimo scrive:
      Re: Si ma su cosa si basano ???
      ahhaah bellissima quella del "Ti regalo mezzo punto percentuale"! :)Ad ogni modo... se uno, di sua volontà o meno..., maschera lo user agent... beh questi sono affari suoi e a volte questa politica gli si può anche rivoltare contro. Per intenderci, molti utenti linux usano browsers che comunicano fake user agent (IE piuttosto che altro) e poi si lamentano del fatto che IE domini il pianeta. Se usassero uno user agent corretto, le statistiche come questa dimostrerebbero agli omini del marketing che non esiste solo solo IE e questi farebbero pressione sugli sviluppatori perchè costruiscano i siti anche per gli altri browsers...Però è più facile così... vero linari?Sigmund (Ciao ema...)
      • SiN scrive:
        Re: Si ma su cosa si basano ???
        - Scritto da: Anonimo
        Se usassero uno user agent corretto, le
        statistiche come questa dimostrerebbero agli
        omini del marketing che non esiste solo solo
        IE e questi farebbero pressione sugli
        sviluppatori perchè costruiscano i siti
        anche per gli altri browsers...Beh, io navigo con Opera che si presenta come Opera.Ma ogni tanto trovo un sito fatto da un lamer che mi dice che il mio browser non può entrare, per cui lo cammuffo da IE ed entro lo stesso...
  • Goul_duKat scrive:
    Si ma su cosa si basano ???
    Se si basano sulla voce che il browser invia al server cme riconoscimento mi sa' che quelle percentuali sono cannatissime ... opera come configurazione base si fa riconoscere come un qualunque explorer, ed anche gli altri browser hanno questa possibilita' di farsi riconoscere come explorer grazie a molti siti che negli hanni d'oro davano la possibilita' di visionare le pagine solo a chi usava un browser MS.ora non so che dirvi ... lo so anch'io che la % di IE e' grossa ma penso che un'altra buona % sono browser camufatti.ciao
Chiudi i commenti