MS e Vodafone: il Web Service è mobile

Microsoft e Vodafone uniscono le forze per spingere i Web service sui dispositivi mobili e aprire le porte a servizi capaci di supportare sia le reti fisse che quelle mobili. Un'operazione sulla quale i due big puntano moltissimo


Ginevra – La capacità della nuova generazione di dispositivi mobili di interagire con il Web apre la strada alla condivisione, fra applicazioni desktop e wireless, di servizi basati sullo standard XML capaci di supportare sia le reti fisse che quelle mobili.

Microsoft e Vodafone sperano di velocizzare l’avvento di questa visione e attrarre schiere di sviluppatori verso le proprie piattaforme e servizi, collaborando insieme allo sviluppo di standard per il mercato mobile basati sulle tecnologie dei Web service.

Le due aziende, che hanno annunciato il proprio piano di collaborazione all’ ITU Telecom World 2003 di Ginevra, affermano che i Web service mobili “consentiranno nuove opportunità di business per gli sviluppatori di applicazioni e gli operatori di reti mobili ed offriranno ai clienti nuovi servizi integrati su reti fisse e wireless”, spiegando poi che grazie a tali standard i programmatori saranno in grado di accedere ed integrare nelle loro applicazioni alcuni servizi di rete mobile, come la messaggistica, la localizzazione e l?autenticazione.

Portare i web service sulle reti wireless significherà dunque agevolare lo sviluppo di applicazioni in grado di girare in modo indifferente su più device, quali ad esempio PC e smartphone, e su reti sia fisse che mobili.

Microsoft e Vodafone hanno annunciato l’intenzione di esporre in dettaglio, in occasione della Professional Developers Conference in programma fra il 27 il 30 ottobre, una roadmap tecnica in cui è già previsto lo sviluppo di specifiche per l’integrazione della tecnologia di autenticazione delle reti GSM con l’architettura definita dallo standard WS-Security (di cui Microsoft, insieme a IBM, è una delle promotrici).

“I Web service stanno già ridefinendo il modo in cui i clienti creano le applicazioni”, ha dichiarato Eric Rudder, vicepresidente senior del dipartimento Server e Tool di Microsoft. “L?estensione dei Web service nel mondo mobile è un passo in avanti naturale. Microsoft e Vodafone sono impegnate a lavorare tra l?industria informatica e quella mobile per accelerare lo sviluppo di Web service mobili”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    novità in mandrake 9.2
    Qualche sito ha già scritto quali sono le novità per questa release.Importanti news soprattutto per i newbiehttp://www.ittita.net/community/modules.php?name=News&file=article&sid=173&mode=&order=0&thold=0
  • Anonimo scrive:
    pagare il download
    perchè, oltre all'iscrizione al mandrake club, non fanno pagare qualcosa anche per il download della distro gpl? o comunque non danno la possibilità di fare piccole donazioni in cambio del download?sono pochi gli iscritti al club, perchè effettivamente costa "qualcosina", ma credo che tutti gli utenti mdk pagherebbero 5-10 ? per ogni release tranquillamente.. e sono tanti!
    • Anonimo scrive:
      Re: pagare il download
      intendo gli utenti, non gli euro! :)-
      effettivamente costa "qualcosina", ma credo
      che tutti gli utenti mdk pagherebbero 5-10 ?
      per ogni release tranquillamente.. e sono
      tanti!
  • kubu scrive:
    Bene
    Fa piacere sentire che Mandrake va avanti.Io ero rimasto alle notizie di crisi economiche e paventata chiusura.Bene, avanti così Mandrake :-)
  • Anonimo scrive:
    un'altra release? ...sembra M$
    qui ormai anche Linux assomiglia sempre piu' ai programmi M$....un po per riparare a piccoli bug, un po per far parlare di se lee principali testate informatiche, ormai anche i principali sviluppatori di linux si sono messi a "buttare sul mercato" sempre piu' spesso release dei loro programmi.....Red Hat 9, 9A, 9B ...Mandrake 9.0 , 9.1, 9.2.... etc etc ..mi ricordano ormai un po troppo i vari Windows Media Player 7, 8, 9 e anche Windows 95, 98, ME, 2000 questo atteggiamento non mi piace.. si stanno lasciando prendere dal "marketing" con un prodotto (Linux, appunto), che non dovrebbe seguire politiche di questo tipo....
    • Anonimo scrive:
      Re: un'altra release? ...sembra M$
      - Scritto da: Anonimo/cut
      questo atteggiamento non mi piace.. si
      stanno lasciando prendere dal "marketing"
      con un prodotto (Linux, appunto), che non
      dovrebbe seguire politiche di questo
      tipo....

      guarda le differenze tra mdk 9.1 e 9.2 e giudica. ti ricordo poi che la puoi scaricare gratis (tra un paio di settimane). se poi ti danno fastidio le versioni, debian unstable e apt-get :)ciao,raist
    • Anonimo scrive:
      Re: un'altra release? ...sembra M$
      una distribuzione non consiste solo in kernel+pacchetti aggiornati dei server, ma anche in una raccolta di software per vari usi aggiornato. e avere tutto su 3 cd ti risparmia la fatica di aggiornarti a mano tutte le librerie per ognuno di questi.la differenza con le versioni di windows è che nessuno ti obbliga a passare all'ultima, nel senso che puoi lavorare tranquillamente con una distro vecchia e aggiornartela te a mano.e sopratutto la mandrake non ti dice che "finalmente" la sua distro funziona (leggi: se hai pagato windows 98 sei un idiota). :)- Scritto da: Anonimo
      qui ormai anche Linux assomiglia sempre piu'
      ai programmi M$..

      ..un po per riparare a piccoli bug, un po
      per far parlare di se lee principali testate
      informatiche, ormai anche i principali
      sviluppatori di linux si sono messi a
      "buttare sul mercato" sempre piu' spesso
      release dei loro programmi.

      ....Red Hat 9, 9A, 9B ...Mandrake 9.0 ,
      9.1, 9.2.... etc etc ..mi ricordano ormai un
      po troppo i vari Windows Media Player 7, 8,
      9 e anche Windows 95, 98, ME, 2000

      questo atteggiamento non mi piace.. si
      stanno lasciando prendere dal "marketing"
      con un prodotto (Linux, appunto), che non
      dovrebbe seguire politiche di questo
      tipo....

    • Anonimo scrive:
      Re: un'altra release? ...sembra M$
      - Scritto da: Anonimo
      qui ormai anche Linux assomiglia sempre piu'
      ai programmi M$..
      gia'..e questo windows assomiglia sempre piu' ai programmi Mac..
      • Anonimo scrive:
        Re: un'altra release? ...sembra M$
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        qui ormai anche Linux assomiglia sempre
        piu'

        ai programmi M$..



        gia'..e questo windows assomiglia sempre
        piu' ai programmi Mac..già.... e questo Mac prende sempre più da Linux e BSD....E allora ?Dove andiamo a finire ?
        • Anonimo scrive:
          Re: un'altra release? ...sembra M$
          avete scritto cose insensate:M$ che diventa sempre + Mac... MA DOVE???????diciamo che ci prova.... che poi ci riesca e' TUTTO da dimostrare.... per ora sta ancora nel suo lordo brodo e sogna.Abbastanza vero il fatto che Apple prende da Unix, solo che ci si dimentica di osservare che per l'utente comune la complessita' intrinseca di Unix e' completamente sparita.Apple e' riuscita a mantenere le potenzialita' di Unix e l'eleganza e la semplicita' di OS9.
          • Anonimo scrive:
            Re: un'altra release? ...sembra M$
            - Scritto da: Anonimo
            Apple e' riuscita a mantenere le
            potenzialita' di Unix e l'eleganza e la
            semplicita' di OS9.ma tanto, come fatto notare in un'altra news su PI, Apple sta gia scomparendo (anzi, non esiste neanche piu', superata come parco installato da Linux), quindi non vale nemmeno piu' la pena di parlarne..Apple e' morta, e per sempre. Inutile sprecare altra carta (bit) su di lei.
          • Anonimo scrive:
            Re: un'altra release? ...sembra M$
            - Scritto da: Anonimo
            Apple e' riuscita a mantenere le
            potenzialita' di Unix e l'eleganza e la
            semplicita' di OS9.linux è uguale in questo ma non costa una lira e non gira PER FORZA su macchine proprietarie...a parte photoshop e freehand... che ha di diverso OSX ?ah, i wizards... e che i demoni presi da linux e bsd hanno nomi più fighi....
Chiudi i commenti