Muggiamo perché così cambia tutto

di Saverio Manfredini - La rete porta consapevolezza, la nuova informazione è una necessità per l'individuo che ne va a caccia e tradisce i mercati e i media tradizionali. Non è pirateria, è rivoluzione


Roma – Mi succede, ma credo accada a tanti, di circondarmi via mail, via forum o via usenet di un continuo chiacchiericcio. Sotto la superficie del trolleggio cazzeggiante endemico sulla rete si cela una montagna di informazioni. E queste cambiano il mio modo di pensare, il mio modo di usare la rete e anche il mio essere consumatore. Ma questo non succede solo a me, succede a tanti, a tantissimi.

D’accordo, è una constatazione banale, ma dipinge una rivoluzione che è già cominciata , sebbene industria e governi fatichino a prenderne atto. E i suoi effetti sono dirompenti.

Come esperti ben più autorevoli già hanno detto e scritto, viviamo immersi in un coacervo di informazioni di prima mano , aneddoti ed esperienze su ogni cosa, compreso ciò che offre il mercato, sulle leggi e sui loro effetti. Un insieme dinamico di dati le cui origini e modalità di propagazione sfuggono completamente agli strumenti ingessati dei media mainstream e, come ben sanno certi blogger, sebbene di tanto in tanto qualcuno cerchi di mettere ordine, tentare una sintesi rimane impossibile. Siamo immersi in un insieme di “notizie” come mai prima nella nostra storia.

“Internet – ha scritto un magistrato noto per le sue vedute avanzate, Gennaro Francione – è una realtà psicologicamente liberatoria: la possibilità di smontare l’informazione è una necessità psichica dell’individuo per rispondere al condizionamento quotidiano dei media”.

Tutto questo ha un impatto esplosivo perché io utente, che in fin dei conti non sono soltanto consumatore di tecnologia (internet) ma anche di tante altre cose, non sono “bombardato” come a qualcuno piace credere, vado proprio a caccia di informazioni del terzo tipo, per tentare un incontro ravvicinato con realtà altrimenti a me sconosciute, per accertarmi della serietà di un’azienda o dell’affidabilità di un servizio, per sapere se vale la pena scucire decine di euro per l’ultimo CD d’oltreoceano. In altre parole, imparo a scegliere . La molteplicità di fonti disorganiche mi provoca e mi emancipa attraverso la conoscenza: mi consente di scegliere diventando via via sempre più padrone di ciò che faccio e, soprattutto, di come consumo .

Di conseguenza compro molti meno compact disc, valuto con attenzione l’acquisto di un DVD, scelgo tra gli operatori telefonici quello che effettivamente mi offre il servizio migliore al prezzo migliore, rinuncio al satellite perché non condivido certe scelte industriali, compro alimenti che so da dove provengono e reagisco stupito se sui prodotti c’è solo un marchio di fabbrica anziché l’esatta filiera finanziaria che mi consenta di sapere se dietro a un, chessò, “barilla” c’è un, dico per dire, “philip morris”. Sono risentito se non mi danno informazioni che considero banali e mio diritto, perché mi sto abituando a sapere , a capire, a vedere oltre. E so dove cercare i pezzi necessari a completare i puzzle che mi mettono di fronte.

Ma non lo faccio solo io. Conosco via forum, via email e via usenet decine di persone che mi hanno confidato di fare la stessa cosa. Ma davvero la pirateria e il P2P sono le ragioni per cui non si compra più? Ma chi di quelli che frequenta Usenet crede alle dichiarazioni di certi ministri sulla copertura ADSL? Ma quante sono le aziende che usano o hanno davvero bisogno del broad band? Chi non consulta l’esperienza degli altri prima di acquistare un abbonamento alla telefonia mobile o un accesso ad Internet?

L’impressione è che tutto ma proprio tutto stia cambiando e che ci siano discutibili tesi, come la relazione che vi sarebbe tra P2P e crisi del mercato musicale, che non sono cortine fumogene, come dice qualcuno, ma sono proprio frutto di ignoranza , ossia dell’ignorare che quello che sta avvenendo non è una follia collettiva ma è, semmai, una collettiva presa di coscienza. I cui effetti, lo spero davvero, andranno ben oltre gli interessi o i dolori di una manciata di corporation.

Saverio Manfredini

di S.M. vedi anche:
Urbani si riscopre mammista
L’olandese volante

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E poi non comprare salva la nostra posta
    Per cercare di ridurre lo spam, è necessario NON acquistare mai NIENTE tramite i messaggi di spam. Ormai i 3/4 della posta è spam, non è possibile.Se proprio uno vuole, vada sul sito indicato SENZA entrarci dalla e-mail. Alla fine se uno non vende la pianta. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Tagliato male!
    Cos'e', droga? :-) E poi la parola "tagliato" in questo contesto, breeee, che paura :-)
  • Anonimo scrive:
    V.i.a.g.r.a /iagra V1agra / IAGRA
    Avete voglia di impostare i filtri anti spam per bloccare quella parola la mente umana trova sempre il modo di ingannare una macchina.Pero' effettivamente, se nessuno abboccasse a queste offerte percolose e noiose forse smetterebbero di farle :@
    • napodano scrive:
      Re: V.i.a.g.r.a /iagra V1agra / IAGRA
      io ho creato la seguente regexp per il mio filtro, che finora mi ha dato grandi soddisfazioni:[v,V]([a,i,à,ì,1,4,@,l]|[Í,ÿ]){2}[G,g,9][R,r][A,a,4]|[Í,ÿ]tie', te la regalo.
      • Anonimo scrive:
        Re: V.i.a.g.r.a /iagra V1agra / IAGRA

        io ho creato la seguente regexp per il mio
        filtro, che finora mi ha dato grandi
        soddisfazioni:

        [v,V]([a,i,à,ì,1,4,@,l]|[Í,ÿ]){

        tie', te la regalo.ottima, mi permetto le seguenti integrazioni:[v,V,w,W]([a,i,à,ì,1,4,@,l]|[Í,ÿ]){2}[G,g,9][R,r][A,a,4]|[Í,ÿ]sarebbe divertente ed utile tenerla aggiornata :D
    • Anonimo scrive:
      Re: V.i.a.g.r.a /iagra V1agra / IAGRA
      Se non fossero sole non avrebbero bisogno di trucchi per aggirare i filtri antispam...
  • Anonimo scrive:
    Nimesulide
    Anche Nimesulide non è Aulin ma funzia lo stesso... Si preoccupano solo di quote di mercato...
    • Anonimo scrive:
      OT Re: Nimesulide
      Non è sempre così, anche se il proncipio chimico è uguale,Io li ho provati entrambi ma Aulin resta sempre + efficace (ed ora i prezzi si avvicinano di molto).Saluti e Sceriffo
      • Anonimo scrive:
        Re: OT Re: Nimesulide
        a parità di quantità l'effetto dovrebbe grosso modo essere lo stesso. La differenza.... l'effetto Placebo
        • Anonimo scrive:
          Re: OT Re: Nimesulide
          - Scritto da: Anonimo
          massimo. Mentre chi produce Nimesulide deve
          produrre bene solo per un po', poi
          può tranquillamente risparmiare sul
          controllo di qualità ...Ma per favore, non dire c......te.Sull'etichetta c'e' scritto quanti mg di nimesulide ci sono, e quelli sono. Punto. Non ci sono storie.
        • Anonimo scrive:
          Re: OT Re: Nimesulide
          Concetto sbagliato - i produttori di generici sono di due tipi:1 - Quelli che FORNISCONO le case farmaceutiche dei principi attivi, e che si sono messi a confezionare loro stessi i loro prodotti (che quindi sono assolutamente identici a quelli di marca);2 - le STESSE case farmaceutiche che sotto un altro nome (generalmente intestano lo stabilimento ad una società diversa) commercializzano due prodotti identici con nomi e scatole diverse.I generici, che io uso da anni comprati in UK, sono ASSOLUTAMENTE identici ai prodotti a marchio e, ad eccezione di dosaggi diversi o di ingredienti aggiuntivi sono efficaci allo stesso modo; ipotesi confermatami anche da moltissimi medici, tanto è vero che negli ospedali usano formulazioni generiche per moltissimi prodotti.............
      • Anonimo scrive:
        Re: OT Re: Nimesulide
        - Scritto da: Anonimo
        Non è sempre così, anche se il
        proncipio chimico è uguale,Io li ho
        provati entrambi ma Aulin resta sempre +
        efficace (ed ora i prezzi si avvicinano di
        molto).

        Saluti e
        Sceriffohttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=756245
    • Anonimo scrive:
      Re: Nimesulide
      - Scritto da: Anonimo
      Anche Nimesulide non è Aulin ma
      funzia lo stesso... Si preoccupano solo di
      quote di mercato...Per tua informazione, la nimesulide è il PRINCIPIO ATTIVO dell'Aulin. Quella che trovi in farmacia con il nome di Nimesulide ( 30 bustine da 100mg ) è esattamente la stessa cosa; è il cosidetto farmaco generico.
    • fabri.80 scrive:
      Re: Nimesulide
      Nell'articolo si parlava di un prodotto legale ed uno no!Quello "illegale" non è autorizzato dal min della sanità...Aulin e Nimesulide sono entrambi autorizzati dal min della Sanità e l'unica differenza è che il secondo è un farmaco generico ma con gli stessi principi attivi!
  • Anonimo scrive:
    Ma io mi domando...
    Ma davvero esiste qualcuno che clicca sui messaggi di spam e poi arriva addirittura ad acquistare qualcosa?Che serietà puo' trasmettere un messaggio che é anche incomprensibile ai più?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io mi domando...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma davvero esiste qualcuno che clicca sui
      messaggi di spam e poi arriva addirittura ad
      acquistare qualcosa?Si, leggi sotto e inorridisci.

      Che serietà puo' trasmettere un
      messaggio che é anche incomprensibile
      ai più?Hanno risparmiato un euro, ti pare poco?Naturalmente dimenticandosi le spese doganali, l'iva e quello che ha speso uno " per farlo analizzare ".Di cosa parlo? Vedi i post sotto e capirai.
  • Anonimo scrive:
    Che scoperta...
    E' come il windows a prezzi stracciati che ti vogliono vendere per spam... stai a vedere che è originale :D
    • carpigjan scrive:
      Re: Che scoperta...
      vabè.. tu magari hai acquistato da una farmacia autorizzata che vende online.. mi sembra un altro discorso.. qui si parla dell'acquisto di farmaci da criminali (e non possono essere altro visto il modo con cui propongono la loro merce) e dei possibili rischi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Che scoperta...
      Mi dici presso quale sito ti sei servito per cortesia?GrazieA.
Chiudi i commenti