Nanotecnologie? Danni per la salute

La comunità scientifica americana sta facendo pressione perché si varino regole ferree contro l'inquinamento prodotto dai nanocosi, che viene ora definito invisibile e pericoloso. Troppo forti gli interessi in gioco?


Washington (USA) – Porte aperte alla sperimentazione ed alla produzione di nanocomponenti, nell’elettronica di consumo così come nella chimica farmaceutica, ma con moderazione ed estrema cautela . La comunità scientifica degli Stati Uniti, prima al mondo per investimenti in ricerca nanotecnologica ed iniziatrice degli studi sull’ ecocompatibilità dei nanomateriali , condivide i dubbi espressi da Carlo d’Inghilterra e richiede l’intervento del governo per tutelare l’ambiente dall’esplosione dell’industria nanotecnologica.

Un boom , dichiarano alcuni esperti recentemente intervistati dal Washington Post , previsto per il 2015 e che darà il via ad un pantagruelico giro d’affari, quantificato in oltre 1000 miliardi di dollari l’anno . “Attualmente il governo sta affrontando la questione senza grinta sufficiente”, lamenta Jennifer Sass, ex-consigliere del direttivo EPA , l’agenzia statunitense per la tutela dell’ambiente.

La Sass si è dimessa proprio perché gli Stati Uniti, nonostante l’invidiabile produzione nazionale di circa 800 nanocomponenti , non sono riusciti a dotarsi di regole precise per la prevenzione dei danni causati dalle nanotecnologie. Danni ben noti ma ignorati dal governo , sostiene Fanqing Frank Chen, ricercatore presso l’ Università di Berkeley : al giorno d’oggi esistono test sperimentali condotti su mammiferi e pesci che evidenziano come alcuni nanomateriali utilizzati dalla grande industria causino danni permanenti , “ulcere ed infiammazioni agli organi”, in particolare ai tessuti dell’apparato respiratorio.

I nanotubi al carbonio , utilizzati nella produzione di schermi LCD d’ultima generazione, causano addirittura “apoptosi cellulare”, sostiene Chen. In pratica, i nanotubi attivano il gene suicida iscritto all’interno di alcune cellule animali, raddoppiandone la possibilità di morte prematura. “Il problema non è nei nanocomponenti in sé”, sottolinea Chen, “poiché sono solitamente stabili: il problema è nella loro produzione, nel rischio di fughe catastrofiche all’interno dell’ambiente”.

Le nanotecnologie vanno fermate , come sostengono autorevoli ricercatori ? La situazione sembra raggiungere lentamente un livello critico che impone una lunga riflessione pubblica sull’argomento.

Gli Stati Uniti stanno spendendo una cifra compresa tra il 10-20% dei finanziamenti destinati alla ricerca nanotecnologica per studiarne gli effetti sull’uomo. “E’ ancora troppo poco”, dichiarano i portavoce di Enviromental Defense , “l’allarme è già scattato e dobbiamo agire in maniera più decisa per capire gli effetti delle nanotecnologie sull’ecosistema”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Eccezionale nei sorpasssIi!
    Stai sorpassando il solito vecchietto rincoglionito che va a 60Km/h sulla statale quando ti si blocca l'acceleratore o ti si spegne l'auto con conseguente frontale con un camion che procede in senso opposto.E' proprio vero che la mamma degli imbecilli è sempre incinta.
    • xander2k scrive:
      Re: Eccezionale nei sorpasssIi!
      - Scritto da: Anonimo
      Stai sorpassando il solito vecchietto
      rincoglionito che va a 60Km/h sulla statale
      quando ti si blocca l'acceleratore o ti si spegne
      l'auto con conseguente frontale con un camion che
      procede in senso opposto.
      E' proprio vero che la mamma degli imbecilli è
      sempre incinta.Vero, basta frenare e ripetere l'operazione di sorpasso quando hai abbastanza strada dritta davanti a te da vedere che non ci sono camion in senso opposto (che poi è la cosa che avresti dovuto fare).
      • Anonimo scrive:
        Re: Eccezionale nei sorpasssIi!

        Vero, basta frenare e ripetere l'operazione di
        sorpasso quando hai abbastanza strada dritta
        davanti a te da vedere che non ci sono camion in
        senso opposto (che poi è la cosa che avresti
        dovuto fare).Ciò non toglie che il primo intervento sia giusto.non puoi trovarti in fase di sorpasso a dover gestire ulteriori complicazioni.Spero che queste centraline non passino mai alla produzione in serie.Il problema poi secondo me rimane l'idiozia diffusa della gente (diciamo di gran parte delle persone), che in auto guidano distratte (qui a roma ad esempio la metà della gente che vedo al volante sta parlando al cellulare) e non hanno una preparazione alla guida adeguata.Mettiamoci poi che la patente la prende chiunque in italia.
        • xander2k scrive:
          Re: Eccezionale nei sorpasssIi!
          - Scritto da: Anonimo


          Vero, basta frenare e ripetere l'operazione di

          sorpasso quando hai abbastanza strada dritta

          davanti a te da vedere che non ci sono camion in

          senso opposto (che poi è la cosa che avresti

          dovuto fare).

          Ciò non toglie che il primo intervento sia giusto.
          non puoi trovarti in fase di sorpasso a dover
          gestire ulteriori complicazioni.
          Spero che queste centraline non passino mai alla
          produzione in serie.Così su due piedi penso che potrebbero esser invece utilizzate, ma non per frenare la macchina, bensì per attivare un elemento di disturbo (un forte bip, per esempio), che l'utente alla guida potrebbe ben sopportare per l'azione del sorpasso ma che non sarebbe invece compatibile con una guida ad una velocità costantemente sopra i limiti.Oppure, rimanendo sulla soluzione del rallentamento forzato, questo potrebbe avvenire solo dopo 1 minuto di velocità eccessiva, così da permetterti di terminare la manovra azzardata o rinunciarci in partenza se è evidentemente troppo pericolosa.Se si usa il cervello, di soluzioni alla fine se ne trovano. Distruggere in partenza ogni idea nuova mi pare da poveri sciocchi.
          Il problema poi secondo me rimane l'idiozia
          diffusa della gente (diciamo di gran parte delle
          persone), che in auto guidano distratte (qui a
          roma ad esempio la metà della gente che vedo al
          volante sta parlando al cellulare) e non hanno
          una preparazione alla guida adeguata.Giusto, ma questo problema è insito nella natura umana, non credo si possa eliminarlo, non del tutto per lo meno. Puoi alleviarlo, oppure puoi cambiare strumento (il mezzo di trasporto, in questo caso) sostituendolo con uno meno foriero di potenziali pericoli, ma certe abitudini umane sono la conseguenza (in)diretta di istinti primordiali e ce li dobbiamo tenere. Fino a prova contraria, ovvio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eccezionale nei sorpasssIi!
      Raga' io sto piangendooooooo non posso fare nulla perke' non ho brevettato nulla, ma era un idea ke avevamo in mente io ed un altro mia amico, anzi il mio amico me l aveva proposto. era un annetto circa che ci pensavamo. Ho appreso solo ora la notizia e mi sento un idiota,cmq ho un idea in piu' e credo che questa volta la brevettero'. Salve.
  • Anonimo scrive:
    CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200Kmh!!
    Il problema è alla fonte!!!!!Le case continuano a produrre auto sempre più potenti.......e gli stati, per vendere i carburanti le omologano......
    • Anonimo scrive:
      Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
      Si si facciamole che vanno solo a 50KhMa dai
      • Anonimo scrive:
        Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
        beh magari limitate ai 150km/h, a te che cambia? sicuramente ci sarebbero meno morti sulle strade, amici compresi...- Scritto da: Anonimo
        Si si facciamole che vanno solo a 50Kh

        Ma dai
        • Anonimo scrive:
          Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
          - Scritto da: Anonimo
          beh magari limitate ai 150km/h, a te che cambia?
          sicuramente ci sarebbero meno morti sulle strade,
          amici compresi...Piuttosto sarebbe meglio che quello che guida con la propria testa decidesse di andare più piano, altro che i limitatori di velocità! :
    • Anonimo scrive:
      Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
      La velocità non è la principale causa degli incidenti.Finiamola con questa fesseria.In Germania (dove non ci sono limiti di velocità in autostrada) non ci sono certo più morti che da noi.Le non rare volte che vado lì in auto per lavoro guido tranquillamente arrivando anche a 230/240 Km/h e non ho mai avuto nessun problema.Il problema non è la velocità. E' la testa della gente. Se vai sulla provinciale a 200 sei un cogl1one. In autostrada invece i cogl1oni sono quelli che si mettono a 100 in terza corsia e non si schidano in nessun modo costringendomi a superare a destra.SalutiMario
      • Anonimo scrive:
        Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K

        costringendomi a
        superare a destra.e' compito della polizia fermarlo e dargli la multa, non hai comunque diritto a infrangere una norma stradale!
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
          - Scritto da: Anonimo

          costringendomi a

          superare a destra.

          e' compito della polizia fermarlo e dargli la
          multa, non hai comunque diritto a infrangere una
          norma stradale!Rileggiti il Codice, perché superare (non sorpassare) da destra è consentito se non si cambia corsia per farlo.C'è una sottile differenza, ma questa cosa è scritta anche sul sito della Polizia http://www.poliziadistato.it/pds/faq_new/index.php?cat=Stradale&so=patente%20a%20punti&id=236&zoom=1In pratica se sto viaggiando sulla prima corsia e più avanti c'è qualcuno che viaggia più piano sulla seconda corsia, posso regolarmente superarlo sulla destra rimanendo sulla mia corsia, dato che tale manovra non è considerata un sorpasso.
      • Anonimo scrive:
        Re: CONTINUANO AD OMOLOGARE AUTO DA 200K
        - Scritto da: Anonimo
        La velocità non è la principale causa degli
        incidenti.
        Finiamola con questa fesseria.
        In Germania (dove non ci sono limiti di velocità
        in autostrada) non ci sono certo più morti che da
        noi.
        Le non rare volte che vado lì in auto per lavoro
        guido tranquillamente arrivando anche a 230/240
        Km/h e non ho mai avuto nessun problema.Anche perchè se lo avessi avuto ora non saresti qui a contarla...
        Il problema non è la velocità. E' la testa della
        gente. Se vai sulla provinciale a 200 sei un
        cogl1one. In autostrada invece i cogl1oni sono
        quelli che si mettono a 100 in terza corsia e non
        si schidano in nessun modo costringendomi a
        superare a destra.Diciamo che quelli che vanno piano in terza corsia sono coglioni ne più e ne meno di quelli che superano sulla destra. In compenso i primi sono meno pericolosi... soprattutto quando i secondi viaggiano a 240 km/h ...
  • Anonimo scrive:
    Io sarei iper d'accordo
    Credo che se ci fosse l'obbligo di montare tale sistema su tutte le auto non ci sarbbe più bisogno dei vili autovelox e dei nostri dipendenti (forze dell'ordine) che si occupano di queste faccende.Ci sarebbe un risprmio e si potrebbe adoperare le stesse persone per fare realmente il loro lavoro!D'altro canto non cerdo che il sistema sia così stupido da non consentirti di fare una accellerata brusca di 5 secondi per uscire da un possibile guaio!In Italia però non verrà mai utilizzato perchè le multe sono un introito enorme per lo stato, comuni etc...Poi, se uno compra un ferrari o similari può scannellare serenamente in pista... li il limite non c'è... quindi può andare quanto la macchina lo permette.In questa maniera anche sulla strada si rispetta la legalità e credo che se le case automobilistiche lo dovessero mettere obbligatoriamente nn si pagherebbe di + l'auto stessa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sarei iper d'accordo
      Autovelox a parte, dalla mia esperienza ho visto che i vigili e i comuni tendono a limitare la loro responsabilità su eventuali incidenti, piuttosto che pensare alla sicurezza di chi circola. Un esempio? le pedonali contrassegnate con file di paletti di ferro, mortali anche per un giovane che cade dal ciclomotore a 30km/h (mai visto 14enni andare in giro in motorino con la neve, magari per andare a scuola? io sì). Altro esempio? guard-rail che limitano la larghezza della strada (due camion prima ci passavano, ora no), messi su perchè spesso si verificano uscite di strada causate dalla inesistente segnalazione orizzontale. Altro esempio? i limiti di velocità ridicoli che mettono loro al riparo da eventuali responsabilità in caso di incidente.Riguardo al dispositivo in questione: a quando le multe automatiche? E poi siamo davvero sicuri che il dispositivo capisca le accelerazioni per i sorpassi? E' impensabile che capisca (efficientemente) ogni situazione.E poi il prezzo, così come air-bags e abs, sarebbe sulle nostre spalle, il governo è impegnato col digitale terrestre, non eventualmente con la nostra sicurezza.
    • Anonimo scrive:
      5 --
      ah fermone ma vai a dormire va
  • Anonimo scrive:
    scandalosamente pericoloso
    a mio avviso è pericolosissimo.
  • Anonimo scrive:
    dateje er gassone
    come da subject
  • Anonimo scrive:
    come ti faccio un frontale..
    si certo già mi vedo uno che per superare una macchina dove è consentito va ad accellerare ma non riesce ad accellerare a sufficienza e fa un bel frontale con la macchina che stava venendo in senso contrario..
  • Ubu re scrive:
    La rivelazione dell'anno!
    Secondo i dati dell'ente trasporto canadese, il fattore velocità sarebbe responsabile di incidenti fatali nel 25% dei casi.Finalmente hanno sfatato il mito della velocita'=pericolo.In ogni caso non sarebbe piu' intelligente utilizzare satelliti e altre magnifiche risorse per risolvere il 75% dei fattori responsabili di incidenti fatali?
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: La rivelazione dell'anno!
      - Scritto da: Ubu re
      In ogni caso non sarebbe piu' intelligente
      utilizzare satelliti e altre magnifiche risorse
      per risolvere il 75% dei fattori responsabili di
      incidenti fatali?
      Tipo per esempio l'assoluta incapacità di guidare di parecchi individui?Per quelli i satelliti non bastano.Ci sono quelli che corrono troppo, è verissimo.Purtroppo non si nota mai che ci sono anche quelli che vanno troppo piano costituendo nel migliore dei casi un intralcio, nel peggiore un vero e proprio pericolo. Come ad esempio vecchie carrette a 80 Km/h sulla corsia centrale di autostrade e tangenziali, rigorosamente a luci spente.Già perché anche le luci male utilizzate sono un esempio di come non spesso non si sappia stare sulle strade. Stamattina di macchine che giravano a fari spenti ne ho viste a decine, e chi arriva da fuori Milano sa cosa vuol dire, specialmente in questa stagione.Per non parlare dell'uso di specchi e frecce, rigorosamente considerati opzionali, soprattutto nei cambi di corsia. Tanto che lo specchio viene scrupolosamente tenuto piegato, non si sa mai che si rovini.
    • Anonimo scrive:
      Re: La rivelazione dell'anno!
      80 Km/h in tangenziale sulla corsia di " non sorpasso "mi sebra più che ragionevole .. tanto più che sulla tangenziale da me il limite è 90 .
  • Anonimo scrive:
    centralina
    basterebbe collegarlo alla centralina elettronica, che ormai è in tutte le auto.
    • Anonimo scrive:
      Re: centralina
      - Scritto da: Anonimo
      basterebbe collegarlo alla centralina
      elettronica, che ormai è in tutte le auto.Sì ma la velocità di un sistema GPS è precisa al decimo di Km/h, la velocità di una centralina dipende da un sacco di cose, ad esempio se cambi i cerchi e metti gomme con una circonferenza di rotolamento diversa la velocità rilevata dalla centralina è falsata di brutto.
  • Anonimo scrive:
    Risparmio?
    Cioè mi vogliono far credere che dotare tutte le auto di tale sistema GPS costa di meno che installare dei rallentatori in città?Ah si... sono GLI UTENTI che pagano per tali sistemi che servono a controllarli non la città... dimenticavo... devono aver preso esempio dalla RIAA: l'utente paga per i sistemi che servono ad impedigli gli usi, a loro dire, illeciti.E poi... come farà tale sistema a stabilire se si tratta di un capriccio o di un'emergenza?E se magari quei 20Km/h in più fossero stati necessari per concludere un sorpasso prima che sopraggiunga l'auto nella direzione opposta a tamponarmi e magari uccidermi?E se stessi scappando da qualcosa?Mah... a me questi sistemi che mi impediscono di usare le MIE cose sinceramente mi danno i brividi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Risparmio?

      Mah... a me questi sistemi che mi impediscono di
      usare le MIE cose sinceramente mi danno i
      brividi...Vallo a dire a mio fratello...al Musocco...
      • Anonimo scrive:
        Re: Risparmio?
        - Scritto da: Anonimo
        Vallo a dire a mio fratello...al Musocco...Mi dispiace per tuo fratello, e mi dispiace doverti rispondere come sto per fare perché non mi piace usare le disgrazie altrui per sostenere le mie tesi. Non so perché tuo fratello sia finito al cimitero (suppongo che sia di un cimitero che stai parlando), ma se hai risposto a questo messaggio evidentemente lo ha fatto perché correva troppo (altrimenti non si spiegherebbe il tuo post) o perché qualcun'altro correva troppo.Siamo dotati di libero arbitrio, siamo noi a decidere come usare gli strumenti che abbiamo a disposizione, se li usiamo in modo sconsiderato ed irresponsabile mettiamo a rischio la nostra e l'altrui vita, ma questa NON deve essere una ragione per privarci del libero arbitrio.La vita è pericolosa, e lo è dal momento della nostra nascita sino al momento della nostra morte. Se la vita la si vive nella continua paura di morire, nella continua paura di avere un incidente (per propria o altrui colpa), nella continua paura dei terroristi, allora tale vita non vale nemmeno la pena di essere vissuta perché si finisce con il vivere dentro una bottiglia di vetro... e anche così facendo nessuno ti garantisce che un giorno non cadrai dal letto e ti spaccherai la testa sul pavimento.È vero, ci sono tanti incoscenti sulle strade: gente che sorpassa in curva, gente che viaggia a 130 Km/h in città, gente che non si ferma ai semafori... ma questo non significa che si debba porre limiti e restrizioni a tutti.Come dicevo, un giorno, la possibilità di andare un po' (o anche molto) più veloce dei limiti di velocità consentiti potrebbe salvare la mia vita o la vita di qualcun'altro (per esempio per correre in ospedale per un caso urgente, per scappare da qualcuno o da qualcosa, ecc.) e sinceramente non vedo proprio perché il fatto che tuo fratello sia morto (per colpa sua o colpa altrui) debba influire nelle mie scelte o nelle scelte di qualcun'altro.I limiti di velocità già esistono, tocca a noi, consapevolmente, rispettarli. Tocca a noi decidere quando vanno rispettati ed, eventualmente, in casi limite, quando non vanno rispettati.Quindi mi spiace per tuo fratello, ma non può essere usato come scusa per imporre ingiusti limiti a tutti quanti.==================================Modificato dall'autore il 06/12/2005 11.30.27
      • Anonimo scrive:
        Re: Risparmio?

        Vallo a dire a mio fratello...al Musocco...Vallo a dire al mio "ex" :( amico di moto...che mentre andava tranquillamente con la sua custom un "simpatico" vecchietto ha deciso che doveva fare inversione con la sua Mitsubishi soncaXXo da 3 tonnellate....Ti assicuro che ne uno ne l'altro superavano i 50 km/h!!!!Allora?
    • Anonimo scrive:
      Re: Risparmio?

      E poi... come farà tale sistema a stabilire se si
      tratta di un capriccio o di un'emergenza?...se è un'mergenza sei forse autorizzato ad andare oltre i limiti rischiando magari di innescare "altre emergenze"?
      E se magari quei 20Km/h in più fossero stati
      necessari per concludere un sorpasso prima che
      sopraggiunga l'auto nella direzione opposta a
      tamponarmi e magari uccidermi?se sai prima che più di tanto non puoi darci di acceleratore, ti regoli nei sorpassi... E comuque se ti documenti meglio vedrai che il sistema sarà tarato perchè intevenga dopo un tempo minimo necessario per affrontare sitauazioni come quelle prospettate da te. Una cosa è un sorpasso da 10 secondi e una cosa è andare per dieci minuti a 200 in autostrada...
      Mah... a me questi sistemi che mi impediscono di
      usare le MIE cose sinceramente mi danno i
      brividi...A te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Risparmio?
        - Scritto da: Anonimo
        ...se è un'mergenza sei forse autorizzato ad
        andare oltre i limiti rischiando magari di
        innescare "altre emergenze"?Se c'è un emergenza stai pur sicuro che i limiti di velocità saranno la mia minore preoccupazione, specie se a rischiare la vita è qualcuno a cui tengo. In ogni caso non devi essere tu, né la mia auto, a decidere quando e se io debba rispettare i limiti stradali.
        prospettate da te. Una cosa è un sorpasso da 10
        secondi e una cosa è andare per dieci minuti a
        200 in autostrada...Certamente, ma bisogna vedere _perché_ il tizio in questione sta viaggiando a 200 in autostrada.
        A te...Si, a me si.
  • Anonimo scrive:
    Per me sbagliano
    Questa è una mia idea giusta o sbagliata che sia.Un camion che procede a velocità moderata in centro abitato(40-50Km/h) magari carico di ghiaia, cerco di superarlo perchè ho paura che uno dei pochi sassi che perde lungo la strada possa colpirmi rovinanomi l'auto o rompendomi il cristallo, appena comincio il sorpasso il limitatore di velocità me lo impedisce...a questo punto cosa devo fare?rallentare e aspettare che il camion sia a debita distanza?magari procedo a 40 Km/h?Io penso che sia più giusto, in questo caso, poterlo superare anche a 70 e una volta ultimato il sorpasso continuare per tutto il centro abitato a 50.E poi scusate per quale motivo continuano a fare auto di piccola taglia che corrono anche a 160? o auto da 250? che senso ha??Deve cambiare la nostra educazione stradale non sopprimerci con queste cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per me sbagliano
      - Scritto da: Anonimo
      E poi scusate per quale motivo continuano a fare
      auto di piccola taglia che corrono anche a 160? o
      auto da 250? che senso ha??Soprattutto che senso ha, io mi domando, continuare a fabbricare Porsche, BMW M3, SAAB......Tanto vale fare come in Unione Sovietica: tutti in Trabant!Se vogliono farci fare quella fine, che lo dicano!
      • Anonimo scrive:
        Re: Per me sbagliano
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo


        E poi scusate per quale motivo continuano a fare

        auto di piccola taglia che corrono anche a 160?
        o

        auto da 250? che senso ha??

        Soprattutto che senso ha, io mi domando,
        continuare a fabbricare Porsche, BMW M3,
        SAAB......

        Tanto vale fare come in Unione Sovietica: tutti
        in Trabant!

        Se vogliono farci fare quella fine, che lo dicano!A Mosca molti girano in Mercedes, BMW, Porsche e girano pure un sacco di SUV americani.Ma anche chi gira in Zighoulì guida piuttosto allegro ( e con 10 euro ti portano dove vuoi). ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per me sbagliano
      Se a metà di un sorpasso ti segano l'acceleratore è un frontale assicurato :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Per me sbagliano
        l'acceleratore non si blocca ma diventa solo piu' duro, come e' giusto che sia
        • Anonimo scrive:
          Re: Per me sbagliano
          - Scritto da: Anonimo
          l'acceleratore non si blocca ma diventa solo piu'
          duro, come e' giusto che siaah, ma allora è un sistema di Force Feedback! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Per me sbagliano

          l'acceleratore non si blocca ma diventa solo piu' duro,
          come e' giusto che siaCome fai a dire che è giusto che mi mettano un assistente sociale al fianco pronto a fermare un sorpasso in corso?Ma porca puttana con che testa ragionate?In vita vostra non avete mai fatto un sorpasso???E poi non penso che l'acceleratore possa diventare soltanto più duro e mi consenta ugualmente di fare il sorpasso a 100Km/h in centro abitato...perchè se fosse realmente così basterebbe soltano mettere una cicalina in macchina che mi avvisa dell'infrazione e non un pedale che si indurisce!
    • francobusa scrive:
      Re: Per me sbagliano
      Non vedo quale sia il problema di procedere ai 40 all'ora......se ci fosse più cultura è rispetto dei limiti si partirebbe prima da casa e si rispetterebbero i limiti. Il problema è che noi italiani partiamo sempre in ritardo e quindi per arrivare prima si va allegramente ai 90 in centro abitato e se poi ci fermano si dice la classica scusa "mi spiace ma ero di fretta" (vedi un certo FISICHELLA)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per me sbagliano
        - Scritto da: francobusa
        Non vedo quale sia il problema di procedere ai 40
        all'ora......se ci fosse più cultura è rispetto
        dei limiti si partirebbe prima da casa e si
        rispetterebbero i limiti. Il problema è che noi
        italiani partiamo sempre in ritardo e quindi per
        arrivare prima si va allegramente ai 90 in centro
        abitato e se poi ci fermano si dice la classica
        scusa "mi spiace ma ero di fretta" (vedi un certo
        FISICHELLA)Se fai queste domande vuol dire che non hai mai guidato.Il problema è che se il tuo controllo sul veicolo viene meno, anche a velocità molto ridotte, le conseguenze possono essere molto pericolose. E' come se mentre cammini, per una qualche ragione di sicurezza un dispositivo bloccasse il tuo ginocchio sinistro. la possiblità di cadere è del 95%.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per me sbagliano
          comunque è la società che ci fa sempre andare di fretta ed è poi la società che se ti vede correre ti sega le gambe.Questo e solo riferito a che dice che andare a 40 km orari è giusto...per voi è giusto! io penso che se uno davanti a me va a 40 mi sta solo rompendo le palle. i limiti di velocità sono stati fatti quando c'erano ancora le cinquecento e ora che abbiamo auto con qualsiasi controllo di sbandata, frenata..etc..etc.. ci mettono pure i limiti di 30km!!!! a 30 all'ora ci vado in bici!!!Comunque anche questo è sempre riferito a chi non ha un cazzo da fare e che va a 40 per le strade per far passare il tempo.Un bacio a tutti quelli che mi insulteranno e che si incazzeranno per quello che ho scritto.SMACK.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per me sbagliano

            l'acceleratore non si blocca ma diventa solo piu' duro,
            come e' giusto che siaCome fai a dire che è giusto che mi mettano un assistente sociale al fianco pronto a fermare un sorpasso in corso?Ma porca puttana con che testa ragionate?In vita vostra non avete mai fatto un sorpasso???E poi non penso che l'acceleratore possa diventare soltanto più duro e mi consenta ugualmente di fare il sorpasso a 100Km/h in centro abitato...perchè se fosse realmente così basterebbe soltano mettere una cicalina in macchina che mi avvisa dell'infrazione e non un pedale che si indurisce!................................................................................................
  • Anonimo scrive:
    ABOLITE LE AUTO, I TRENI, GLI AEREI!!
    eh? visto che Vi lamentate tanto, creiamo una bella dittatura, cosi siamo tutti al sicuro! eh? bello vero?domani vado a lavorare sulla groppa di uno di questi trentisti all'ora, poi vediamo se 15 km lo svegliano un po.
  • Anonimo scrive:
    Questo genere di dispositivi.....
    .........sono una rottura di "conigli" disumana.Vero è che rimanevano facilmente prevedibili. In un mondo ove guidano anche i CANI (soprattutto in Italia), perchè la patente la danno anche agli impediti, non sarebbe dovuto mancare il modo di ridurre tutti gli automobilisti ad una massa bovina a cui segnare il passo, con sommo gaudio ed agiatezza di coloro che fino a ieri stavano nel mezzo di strada a 30 all'ora, ostacolando la circolazione con la loro incapacità alla guida.Se ci pensate bene, è ovvio: più cretini allo sterzo ci sono, più gli altri, normali guidatori, devono adeguarsi al passo dei mentecatti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo genere di dispositivi.....
      - Scritto da: Anonimo

      .........sono una rottura di "conigli" disumana.

      Vero è che rimanevano facilmente prevedibili.

      In un mondo ove guidano anche i CANI (soprattutto
      in Italia), perchè la patente la danno anche agli
      impediti, non sarebbe dovuto mancare il modo di
      ridurre tutti gli automobilisti ad una massa
      bovina a cui segnare il passo, con sommo gaudio
      ed agiatezza di coloro che fino a ieri stavano
      nel mezzo di strada a 30 all'ora, ostacolando la
      circolazione con la loro incapacità alla guida.

      Se ci pensate bene, è ovvio: più cretini allo
      sterzo ci sono, più gli altri, normali guidatori,
      devono adeguarsi al passo dei mentecatti.straquoto! e comunque, vista la inproduttività in termini economici saranno banditi per come guidano.i 30 kmh li devono fare dove c'è un reale pericolo, tipo i centri storici, le statali sono altra cosa.
  • Anonimo scrive:
    Peter Burns
    ma è il cantante dei Dead or Alive? :p :p :p
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Peter Burns
      - Scritto da: Anonimo
      ma è il cantante dei Dead or Alive? :p :p :peh no quello e' Pete Burns ;)
    • matteo.moro scrive:
      Re: Peter Burns
      - Scritto da: Anonimo

      ma è il cantante dei Dead or Alive? :p :p :p
      E' il fratello cattivo di Montgomery :Dciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
  • Anonimo scrive:
    Ma bene....
    DRM nelle automobili, che reagiscono incoerentemente ai comandi del guidatore. Mi sembra la cura peggiore del male: cosa succederebbe se il veicolo fosse spento da remoto mentre stai cercando di uscire da una situazione pericolosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma bene....
      "se non hai niente da nascondere non hai nulla da temere"se non per il fatto che potresti farti moooolto male. O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma bene....
        - Scritto da: Anonimo
        "se non hai niente da nascondere non hai nulla da
        temere"

        se non per il fatto che potresti farti moooolto
        male. O)mi pare lo dicesse hitler....
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Ma bene....
      - Scritto da: Anonimo
      DRM nelle automobili, che reagiscono
      incoerentemente ai comandi del guidatore. Mi
      sembra la cura peggiore del male: cosa
      succederebbe se il veicolo fosse spento da remoto
      mentre stai cercando di uscire da una situazione
      pericolosa?Forse che quella macchina che ha bucato lo stop, dirigendosi dritta sulla tua fiancata, e che magari con un bell'affondo potevi evitare, o per lo meno far finire giusto sul fanalino di coda, ora è finita dritta sulla portiera posteriore.Credo che il controllo dell'auto debba essere in mano totalmente a chi la guida.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma bene....
        Dipende da chi la guida :_
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma bene....
          - Scritto da: Anonimo
          Dipende da chi la guida :_Giusto. Ci lamentiamo che le strade sono affollate e non ci sono soldi per ampliarle. Allora cominciamo a togliere la patente a quelli che non la meritano. Chi viaggia a 80 all'ora in autostrada sulla corsia centrale dovrebbe essere il primo.Eliminati (dalla strada) gli incapaci, potremmo misurare gli efffetti e decidere se certi limiti di velocità servono davvero. Poi potremo parlare di fare rispettare quelli che servono.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ma bene....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dipende da chi la guida :_

            Giusto. Ci lamentiamo che le strade sono
            affollate e non ci sono soldi per ampliarle.
            Allora cominciamo a togliere la patente a quelli
            che non la meritano. Chi viaggia a 80 all'ora in
            autostrada sulla corsia centrale dovrebbe essere
            il primo.Io farei una "patente autostradale", che abilita a guidare in autostrade e tangenziali.Credo che non sia un caso che gli incidenti autostradali aumentino proprio ad agosto e nei weekend, quando gente che non guida mai si piazza in autostrada.
      • Anonimo scrive:
        9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma bene....

        Credo che il controllo dell'auto debba essere in
        mano totalmente a chi la guida.Spiegalo allo sterzo della BMW, all'acceleratore elettronico, all'ESP, DTC, WWW, ecc....O piu' semplicemente alla sonda lambda di una punto.
Chiudi i commenti