Napster un giorno tornerà, parola di CEO

Konrad Hilbers conferma che il sistemone per la condivisione di musica online tornerà, ma offrirà materiale protetto da copyright solo con il pagamento di un abbonamento


Aspen (USA) ? Napster, il noto sistema per lo scambio di file musicali online, riaprirà non prima della fine di quest’anno. Lo ha fatto sapere Konrad Hilbers, CEO di Napster e uomo della Bertelsmann AG, la multinazionale tedesca che si è accordata con Napster per fornire un sistema a pagamento per lo scambio di musica protetta da copyright.

Konrad Hilbers ha detto: “Credo fermamente nel ruolo di Napster, che è quello di condividere musica tra amici e consumatori, ovvero quando saranno disponibili (su Napster) cose come i motivetti natalizi cantanti in coro dai miei bambini o la musica che una piccola band ha registrato in garage”.

Ancora non è noto quale sarà il costo dell’abbonamento ai servizi che Napster offrirà alla sua riapertura, tuttavia sembra certo che non verrà chiesto un compenso per la condivisione di file non protetti da copyright. Quello che appare evidente è il ritardo di Napster in un momento nel quale il settore della distribuzione dei contenuti musicali online è in pieno fermento.

“E’ abbastanza ovvio ? ha continuato Hilbers – che saremo in concorrenza con il modello di business dell’industria della musica, in particolare sul prezzo dei CD, con un nuovo modello che stiamo preparando. Il mio obiettivo in Napster è di costruire un business legittimo basato sul fenomeno creato da Shawn Fanning”.

Napster era stato bloccato dai giudici americani all’inizio di luglio, quando gli era stato imposto di trovare il modo per evitare che tra i suoi utenti potessero essere scambiati contenuti protetti da copyright.

Quello di luglio è stato l’ultimo atto di una battaglia legale durata circa due anni, che ha visto contrapposti i fondatori di Napster, Shawn Fanning e Sean Parker, alla RIAA , l’associazione che raccoglie le più grandi case discografiche.

Sul sito di Napster sarà disponibile una preview del sistema a pagamento e volendo, per chi è disposto a lasciare il proprio indirizzo di posta elettronica, è possibile essere avvisati non appena sarà pronta…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Alla faccia del gratiz!!!
    SEI MILIONI!!!Ma non era gratis?Forse qualcuno mi può chiarire un po' la faccenda di linux.A me avevano detto che era gratis. Tutto un gratis dappertutto.BOH!!!!!!!Ma è vero o no?Stracazzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla faccia del gratiz!!!
      Linux è libero, non gratis, c'è una bella differenza: http://www.fsfeurope.org/documents/freesoftware.en.html
  • Anonimo scrive:
    Il santo vale la candela?
    "Si tratta del primo caso di una azienda costruttrice di computer che preferisce offrire ai clienti un proprio sistema operativo."Non esattamente, HP distribuisce wks e srv con linux redhat (ia-64). Sempre linux redhat è il cd con il linux preinstallato per alcune categorie di PC (intel) e sempre red hat è il bollino che assicura la compatibilità di PC, wks e srv HP con linux.HP Secure Linux è la piattaforma per il cliente, che necessita di una distribuzione con Apache + OpenSsl, Tripware, AMANDA ed OpenSsh.Ovviamente tutto questo si può avere gratis (è tutto software Open Source), hp lo ha solo configurato a puntino (system configuration lockdown) ed auditing (una nuova caratteristica del kernel 2.4), il tutto *probabilmente* (è una mia ipotesi) su una red hat.Secondo me un buon sistemista può fare lo stesso con la distribution preferita.
  • Anonimo scrive:
    umm
    ..un po' caro forse ??
  • Anonimo scrive:
    Ma se io violo la licenza...
    ...Open source, ad esempio modificando il Kernel di Linux commercializzandolo senza rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io violo la licenza...
      - Scritto da: §o§e
      ...Open source, ad esempio modificando il
      Kernel di Linux commercializzandolo senza
      rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?IO!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io violo la licenza...
        - Scritto da: Akuna incacchiata


        - Scritto da: §o§e

        ...Open source, ad esempio modificando il

        Kernel di Linux commercializzandolo senza

        rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?

        IO!e te pareva! WIWA WINDOWS ME ihihihihihihihih
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io violo la licenza...
      - Scritto da: §o§e
      ...Open source, ad esempio modificando il
      Kernel di Linux commercializzandolo senza
      rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?Ooooh finalmente a qualcuno e' venuto il dubbio.Sai che rilasciando un pacchetto closed assieme a un prodotto sotto GPL stai gia violando i termini? Quindi non appena IBM vorra' dare il suo application server (che non e' sotto GPL ne open) assieme a linux violera' la licenza ,quanto ci mettera' a violarla ancora? E HP a fare la stessa cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io violo la licenza...
        - Scritto da: Ciao


        - Scritto da: §o§e

        ...Open source, ad esempio modificando il

        Kernel di Linux commercializzandolo senza

        rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?

        Ooooh finalmente a qualcuno e' venuto il
        dubbio.Sai che rilasciando un pacchetto
        closed assieme a un prodotto sotto GPL stai
        gia violando i termini?leggiti la licenza invece di sparare troiate.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se io violo la licenza...

          leggiti la licenza invece di sparare troiate.Forse faresti meglio a leggerla tu e darci la tua personalissima interpretazione di questo paragrafo.These requirements apply to the modified work as a whole. If identifiable sections of that work are not derived from the Program, and can be reasonably considered independent and separate works in themselves, then this License, and its terms, do not apply to those sections when you distribute them as separate works. But when you distribute the same sections as part of a whole which is a work based on the Program, the distribution of the whole must be on the terms of this License, whose permissions for other licensees extend to the entire whole, and thus to each and every part regardless of who wrote it.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            Ciao cazzone sei tu che non hai capito una mazza.vai va vai a giocare col vb ViRuZgN0mE Return
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: ViRuZgN0mE
            Ciao cazzone sei tu che non hai capito una
            mazza.
            vai va vai a giocare col vb



            ViRuZgN0mE Return Ti hanno cacciato dalla colonia estiva?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: Ciao



            leggiti la licenza invece di sparare
            troiate.

            Forse faresti meglio a leggerla tu e darci
            la tua personalissima interpretazione di
            questo paragrafo.

            These requirements apply to the modified
            work as a whole.
            If identifiable sections of
            that work are not derived from the Program,
            and can be reasonably considered independent
            and separate works in themselves, then this
            License, and its terms, do not apply to
            those sections when you distribute them as
            separate works.
            But when you distribute the
            same sections as part of a whole which is a
            work based on the Program, the distribution
            of the whole must be on the terms of this
            License, whose permissions for other
            licensees extend to the entire whole, and
            thus to each and every part regardless of
            who wrote it. c'e' scritto che se tu effettui delle modifiche ad un programma gpl, devi rilasciare le nuove modifiche sotto gpl. Se ci sono parti identificabili e separabili (p.es. una libreria compilata) che non sono derivate da quel programma e che possono essere considerate a ragione parti indipendenti, allora la licenza GPL non si applica a tali parti. Se pero' distribuisci quelle parti come parte di un tutto, allora la GPL si estende al tutto. Certo.. se ti fermi qui appare come vuoi tu.. ma leggi dopoThus, it is not the intent of this section to claim rights or contest yourrights to work written entirely by you; rather, the intent is to exercisethe right to control the distribution of derivative or collective worksbased on the Program.tradotto, vuol dire che e' intenzione di questa parte controllare la distribuzione di lavori derivati collettivi che siano basati su un programma GPL. Questo non e' altro che una immunita', ovvero un deterrente per non fare inglobare un prodotto GPL da un'altra licenza non GPL.leggiamo piu' avanti: In addition, mere aggregation of another work not based on the Program withthe Program (or with a work based on the Program) on a volume of a storageor distribution medium does not bring the other work under the scope of thisLicense.La mera aggregazione di un altro lavoro non basato sul programma con il programma su uno stesso volume di immagazzinamento non prende il lavoro non GPL al di sotto della GPL.In altre parole, se hai una lib compilata e un programma GPL che devono interoperare, non vuol dire che la lib compilata deve essere rilasciata sotto GPL. puoi anche distribuirle assieme sullo stesso CD, ma restano prodotti distinti, indipendenti, e la eventuale altra licenza e' un qualcosa con cui la GPL, grazie al primo trafiletto che hai copiato, non vuole avere niente a che fare, parandosi le chiappe da un'eventuale tentativo di inglobamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...

            c'e' scritto che se tu effettui delle
            modifiche ad un programma gpl, devi
            rilasciare le nuove modifiche sotto gpl. Se
            ci sono parti identificabili e separabili
            (p.es. una libreria compilata) che non sono
            derivate da quel programma e che possono
            essere considerate a ragione parti
            indipendenti, allora la licenza GPL non si
            applica a tali parti.
            Se pero' distribuisci quelle parti come
            parte di un tutto, allora la GPL si estende
            al tutto. Esatto. C'e' scritto proprio che se distribuisco il mio prodotto assieme ad uno sotto GPL tutto deve essere sotto GPL . Ossia ESATTAMENTE quello che ho scritto nel messaggio precedente.
            Certo.. se ti fermi qui appare come vuoi
            tu.. ma leggi dopomi sono fermato qui perche' il paragrafo sottostante e' una dichiarazione di intenti non ha alcun valore ai fini della licenza. E' come se microsoft ti scrivesse in fondo al contratto "guarda che queste clausole restrittive non mirano a cautelare microsoft contro eventuali rivalse ma semplicemente impediscono truffe dell'utente verso microsoft stessa." .
            Thus, it is not the intent of this section
            to claim rights or contest your
            rights to work written entirely by you;
            rather, the intent is to exercise
            the right to control the distribution of
            derivative or collective works
            based on the Program.

            tradotto, vuol dire che e' intenzione diTradotto non vuol dire assolutamente nulla, e' come se avessero scritto 1) la licenza prevede che voi vi suicidate.Pero' questa parte di licenza non intende assolutamente privarvi della vita bensi evitare che voi respiriate.Se sopra c'e' scritta una cosa non puoi negarla nel paragrafo successivo. Se c'e' scritto che il programma che viene distribuito assieme (inteso come unico ossia ti do tutto assieme, il so che e' gpl e il programma che deve funzionare sotto quel so) va rilasciato sotto la stessa licenza e sotto scrivo "ah pero' non vogliamo appropriarci della proprieta' intellettuale" legalmente non significa nulla.
            In altre parole, se hai una lib compilata e
            un programma GPL che devono interoperare,
            non vuol dire che la lib compilata deve
            essere rilasciata sotto GPL. puoi ancheQuesto mi sembra ovvio, peccato pero' che non si possa dire il contrario, ed essendo rilasciato sotto GPL tutto il sistema operativo qualsiasi cosa andrebbe rilasciata sotto GPL . Ovviamente so che ci sono licenze modificate tipo lgpl e fintagpl e chisenefregagpl.... il problema e' che se il kernel e' sotto GPL qualsiasi cosa lo utilizzi dovrebbe essere sotto gpl perche' le cose funzionino.
            che hai copiato, non vuole avere niente a
            che fare, parandosi le chiappe da
            un'eventuale tentativo di inglobamento.Come ho scritto in passato e' tutto troppo fumoso ,troppo basato sul "ragionevolmente" che in termini legali significa tutto e niente. Chi decide quando due progetti sono "ragionevolmente" distinti ? Un application server e' distinto dalle applicazioni che rende disponibili in rete o deve comunque essere "basato" su di esse? Un giochino e' distinto dalle chiamate al server X o e' "basato" su di esse?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: Ciao
            Perche' fino ad ora nessuno si e' sognato di
            fare cause o di violare apertamente la
            licenza. In quanti tribunali e' stata
            impugnata la licenza gpl? Quante cause sono
            state aperte per violazione? Nessuna. Quindi
            per adesso il giochino funziona perche' di
            giochini si tratta ,vedremo se ci gireranno
            i soldi veri.gia' ci girano.
            Hai detto bene ,approfondisce e precisa
            nell'esempio nostro avrebbero dovuto dire:
            "la licenza GPL non si applica nel caso in
            cui il tuo lavoro sia completamente separato
            dal "programma" ,per completamente separato
            si intende : blah blah ". a me pare chiarissimo.. se tu non capisci non so cosa farci. Separato e' quando due cose possono vivere l'una indipendentemente dall'altra. Nel momento in cui una obbligatoriamente dipende in modo indissolubile da un'altra, allora non e' piu' separato.
            Scusa ma dichiarare dove? Cosa dico al mio
            utente ...guarda le librerie te le devi
            scaricare a parte anzi te le do io sul cd ma
            non te le sto vendendo assieme al programma
            che le usa...No... semplicemente sono cose separate.
            credi che in un ipotetico
            tribunale sta cosa reggerebbe?questo non e' compito mio dirlo. E cmq con tanti soldi alla giuria si e' visto che i tribunali cambiano idea molto velocemente.
            Un po' come
            dire guarda su sto cd c'e' windows copiato
            ma io ti sto vendendo solo tetris quindi non
            violo il copyright.Il paragone e' scazzato. qui stai violando un'altra licenza, nel qual caso la cosa prende un'altra via.
            Si ma questo dove e' specificato nella
            licenza? Dove si dice che se si tratta di
            libreria+programma non si classifica come
            "tutto"?senti... se devono spiegarti anche l'inglese devono forse dotarti di un dizionario in appendice alla licenza ?
            E non ti sei chiesto come mai microsoft si
            e' sentita in dovere di specificare quella
            cosa se il "giochetto" ,come lo chiami tu
            funziona? Non e' che i legali di microsoft
            ,piuttosto esperti, hanno capito che prima o
            poi il "giochetto" smettera' di funzionare?sicuramente i legali di microsoft sono molto esperti, visti i recenti fatti. Ad ogni modo, nessuno obbliga nessuno a usare codice GPL. Se vuoi puoi sempre scriverti il codice da zero... ma non lamentarti se poi ci metti il triplo del tuo concorrente che nel frattempo ha finito il lavoro e vende assistenza e nuove implementazioni personalizzate.
            Per la verita' la GPL in maniera piuttosto
            fumosa tenta di portare la questione a
            tarallucci e vino, c'e' persino scritto che
            a volte fanno delle eccezioni se vuoi
            includere il software in altro software
            gratuito. Bah questa roba puo' essere adatta
            a chi scrive il contachilometri del mouse ,
            non certo a prodotti seri che richiedono
            forti investimenti. gia'... ma qualcuno, me compreso, di soldi ne guadagna. Saro' forse un mago se faccio soldi dall'opensource ? o forse semplicemente so vendere bene le mie competenze ?
            A me sembra che microsoft si sia messa al
            riparo da una licenza che e' stata partorita
            da una mente malata e al di fuori di
            qualsiasi logica di mercato. E' una licenza che e' stata scritta contro lo sciacallaggio. Chi non ha il proprio codice sotto questa licenza (vedi BSD) viene depredato del proprio lavoro senza riceve niente in cambio. Se permetti questo atteggiamento non mi pare ne' corretto ne' onorevole, ma e' cio' che la microsoft ha fatto con BSD... certo, se agli sviluppatori bsd va bene cosi', ben venga, ma ad altra gente la loro scelta puo' andare stretta.noto che a tutto il resto del post non hai risposto.... chissa' perche'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...


            giochini si tratta ,vedremo se ci
            gireranno

            i soldi veri.
            gia' ci girano.Mi sa che non se ne e' accorto nessuno.
            a me pare chiarissimo.. se tu non capisci
            non so cosa farci. Separato e' quando due
            cose possono vivere l'una indipendentemente
            dall'altra. Nel momento in cui una
            obbligatoriamente dipende in modo
            indissolubile da un'altra, allora non e'
            piu' separato.Quindi qualsiasi software che non puo' girare senza kernel e' un tutto. Si ma io posso cambiare kernel ma devi mettercelo compatibile , e il compatibile vuol dire "basato su" . Quanto uguale e' il codice del kernel sostitutivo a quello sotto GPL poco,tanto,molto? Fa nulla basta poco per la licenza gpl.

            Scusa ma dichiarare dove? Cosa dico al mio

            utente ...guarda le librerie te le devi

            scaricare a parte anzi te le do io sul cd
            ma

            non te le sto vendendo assieme al
            programma

            che le usa...
            No... semplicemente sono cose separate.E basta dichiararlo ? Beh allora siamo a posto ...potevi dirlo subito che quel paragrafo che ti ho citato non serve a nulla.
            questo non e' compito mio dirlo. E cmq con
            tanti soldi alla giuria si e' visto che i
            tribunali cambiano idea molto velocemente.Gia' e' motivo per cui la GPL puo' funzionare solo fino a quando girano pochi soldi.

            Un po' come

            dire guarda su sto cd c'e' windows copiato

            ma io ti sto vendendo solo tetris quindi
            non

            violo il copyright.
            Il paragone e' scazzato. qui stai violando
            un'altra licenza, nel qual caso la cosa
            prende un'altra via.Se basta dichiarare che si tratta di due prodotti separati non sto violando alcunche'. Io ti vendo tetris ,se sul cd c'e' anche windows copiato non e' colpa mia ,c'era gia.
            senti... se devono spiegarti anche l'inglese
            devono forse dotarti di un dizionario in
            appendice alla licenza ?No devono scrivere le cose chiare , e' ovvio che tu l'hai capito ,hai capito quello che ti fa comodo. Anche io ho capito quello che mi fa comodo e guardacaso sono due cose diverse. Microsoft la pensa come me , FSF come te... se ritieni che sia tutto chiaro e limpido non ti serve solo un dizionario di inglese ...
            sicuramente i legali di microsoft sono molto
            esperti, visti i recenti fatti. Ad ogniNon direi ,perche' sbattersi a inserire quella clausola se come dici tu dare le sdk assieme a un software sotto GPL non e' vincolante? Di cosa hanno paura ?
            modo, nessuno obbliga nessuno a usare codice
            GPL. Se vuoi puoi sempre scriverti il codiceEh no ,qui non si parla solo di codice si parla di librerie ... hai detto tu stesso che non tutte sono sotto lgpl... quindi io potrei anche usare codice licenziato gpl senza accorgermene.
            da zero... ma non lamentarti se poi ci metti
            il triplo del tuo concorrente che nel
            frattempo ha finito il lavoro e vende
            assistenza e nuove implementazioni
            personalizzate.Piu' che altro mi chiedo cosa succederebbe nel caso in cui io mi scrivessi il codice da zero e risultasse uguale per il diciamo 70% a quello sotto GPL... chi decide quanto e' diverso?
            gia'... ma qualcuno, me compreso, di soldi
            ne guadagna. Saro' forse un mago se faccio
            soldi dall'opensource ? o forse
            semplicemente so vendere bene le mie
            competenze ?O forse semplicemente il mercato e' cosi' ristretto che non hai concorrenza?
            E' una licenza che e' stata scritta contro
            lo sciacallaggio. Chi non ha il proprio
            codice sotto questa licenza (vedi BSD) viene
            depredato del proprio lavoro senza riceve
            niente in cambio. Se permetti questoNiente in cambio sono solo vostre fantasie ,bsd e' stato scritto da un'universita' che viene abbondantemente sovvenzionata da microsoft (come tutte piu' o meno).
            atteggiamento non mi pare ne' corretto ne'
            onorevole, ma e' cio' che la microsoft haA me pare una perfetta logica di mercato , io pago per il tuo lavoro ma una volta che l'ho comprato ne faccio quel che voglio. Mentre a me non pare ne corretto ne onorevole farsi pagare per il lavoro (se ci riesci) e in piu' obbligare chi compra a rilasciare il proprio lavoro con la stessa licenza. Pago e stop il tuo lavoro finisce qui.
            noto che a tutto il resto del post non hai
            risposto.... chissa' perche'.Perche' non l'avevo visto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...


            atteggiamento non mi pare ne' corretto ne'

            onorevole, ma e' cio' che la microsoft ha

            A me pare una perfetta logica di mercato ,
            io pago per il tuo lavoro ma una volta che
            l'ho comprato ne faccio quel che voglio.
            Mentre a me non pare ne corretto ne
            onorevole farsi pagare per il lavoro (se ci
            riesci) e in piu' obbligare chi compra a
            rilasciare il proprio lavoro con la stessa
            licenza. Pago e stop il tuo lavoro finisce
            qui. Non dirmi che se compri windows dopo puoi farne quelo che vuoitu compri il permesso di usarlo,non compri un prodotto,solo un servizio

            noto che a tutto il resto del post non hai

            risposto.... chissa' perche'.

            Perche' non l'avevo visto. orbo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            [non avevo visto il seguito]
            assolutamente no, visto che il sistema
            operativo non e' una parte del tutto, eDove e' scritto questo?
            cose distinte. Diverso e' il caso in cui si
            linki statico, nel qual caso codice
            compilato entra fisicamente nel tuo
            programma, diventando parte di un tutto...
            per questo esiste la LGPL, e tutte (gran
            parte) delle librerie sono rilasciate con
            Lesser GPL, anche detta Library GPL, che non
            vincola come la GPL sull'inclusione di
            statico.Quindi se anche una sola delle librerie che io vado a linkare non e' sotto LGPL ma sotto GPL, tutto va sotto GPL. Anche una cosa che avviene in maniera semiautomatica , al di fuori del mio controllo, come il linkaggio delle librerie potrebbe fregarmi. Di conseguenza il programmatore che vuole rilasciare con qualcosa di diverso si deve assicurare che nessuna delle librerie che gli vengono fornite col compilatore sia sotto GPL . Questa e' pura follia.
            tant'e' che se cambi il kernel linux e passi
            da 2.2 a 2.4 un programma gira
            tranquillamente. Le specifiche delle syscallCerto perche' uno e' basato sull'altro.
            sono POSIX, quindi standard, e tranne casi
            rari, potresti far girare un eseguibile
            linux su freebsd senza alcun problema.Su questo ho parecchi dubbi , un programma non e' solo chiamate di sistema.
            una corte, la stessa magari che asserisce
            che microsoft non e' monopolista...Quello che quella corte trova ragionevole tu lo trovi irragionevole. Come vedi o le cose si dicono in maniera chiara o si lascia liberta' di interpretazione ,una corte potra' dire una cosa ,un'altra l'opposto.
            se cambi il server X (ce ne sono di
            commerciali) il giochino continua a
            funzionare. Sono sempre parti distinte.Beh in tal caso qualcuno sta violando la licenza dato che un server in grado di fare le stesse cose di un altro diciamo che c'e' una forte probabilita' che contenga lo stesso codice o una certa parte o anche una piccolissima parte ma tanto la GPL non da mica una percentuale ...due righe GPL sono come 10.000 righe GPL , o no?
            ad ogni modo, se ti interessa sviscerare la
            questione, perche' non mandi una mail a
            discussioni@softwarelibero.org ?
            saranno felicissimi di risponderti.Per la verita' a me non tanto ,nessuna delle cose che scrivo io per lavoro verra' mai messa opensource anche perche' fregherebbe solo alla concorrenza , mentre se mai dovessi scrivere qualcosa per hobby sicuramente lo rilascerei sotto GPL o anche una bella e ipotetica SGPL (sharper-gpl) in cui qualsiasi software lontanamente simile al mio deve essere rilasciato con la stessa licenza , chissa' mai che un giorno trovi qualche software di microsoft o di hp da interessare qualche avvocato americano...
            certo che basta proprio poco per aprirlo
            come una cozza.. almeno le vulnerabilita'
            che escono sotto linux sono un po' piu'
            impegnative :)Se uno clicca sugli allegati che si chiamano antivirus.exe e' fesso quasi quanto un sysadmin che usa la stessa password su due siti diversi :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: Ciao
            [non avevo visto il seguito]


            assolutamente no, visto che il sistema

            operativo non e' una parte del tutto, e

            Dove e' scritto questo?senti... l'unico sistema operativo al mondo in cui applicazioni e kernel sono parte di un tutto e' windows. se sei abituato cosi' non ci posso fare niente. E cmq e' inutile che parli con me. Parla con quelli di softwarelibero... vedrai che sicuramente possono citarti molto piu' di quello che posso citarti io.

            cose distinte. Diverso e' il caso in cui
            si

            linki statico, nel qual caso codice

            compilato entra fisicamente nel tuo

            programma, diventando parte di un tutto...

            per questo esiste la LGPL, e tutte (gran

            parte) delle librerie sono rilasciate con

            Lesser GPL, anche detta Library GPL, che
            non

            vincola come la GPL sull'inclusione di

            statico.

            Quindi se anche una sola delle librerie che
            io vado a linkare non e' sotto LGPL ma sotto
            GPL, tutto va sotto GPL.solo se linki static, cosa che praticamente non e' mai fatta. A noi non piace mandare in giro eseguibili di decine di mega per fare stronzate. Le librerie sono in un altro pacchetto, te le installi e il linker dinamico le piazza in runtime. Ma il tuo eseguibile contiene solo delle chiamate ad una libreria che puoi riscriverti in qualsiasi momento. Se linki static la libreria viene fisicamente incollata dentro al tuo eseguibile, e in tal caso c'e' inclusione. Devo dedurre che non sai cos'e' il linking statico e dinamico? Ah gia' dimenticavo che tu clicchi icone.
            Anche una cosa che
            avviene in maniera semiautomatica , al di
            fuori del mio controllo, come il linkaggio
            delle librerie potrebbe fregarmi.Qualsiasi programmatore conosce benissimo le librerie che va ad includere nel suo programma. Se tu non lo sai, non vuol dire che la gente che lavora non lo sappia.
            Di
            conseguenza il programmatore che vuole
            rilasciare con qualcosa di diverso si deve
            assicurare che nessuna delle librerie che
            gli vengono fornite col compilatore sia
            sotto GPL . Questa e' pura follia.Assolutamente no. Primo perche' riguarda solo il linking statico, secondo perche' scusa tu quando programmi (ammesso che tu lo faccia) sotto windoze e scarichi una OCX o una DLL per fare qualcosa, non verifichi le condizioni per usarla a fini commerciali e non ?

            tant'e' che se cambi il kernel linux e
            passi

            da 2.2 a 2.4 un programma gira

            tranquillamente. Le specifiche delle
            syscall

            Certo perche' uno e' basato sull'altro.veramente il kernel 2.4 e' stato praticamente riscritto da zero.

            sono POSIX, quindi standard, e tranne casi

            rari, potresti far girare un eseguibile

            linux su freebsd senza alcun problema.

            Su questo ho parecchi dubbi , un programma
            non e' solo chiamate di sistema.ovviamente no, ma ti ricordo che gli eseguibili SCO giravano (e girano) tranquillamente in modo nativo su linux grazie ad una implementazione POSIX delle syscall di SCO e un modulo kernel per linux chiamato iBCS che rende interpretabile il formato binario. Nulla piu'.

            una corte, la stessa magari che asserisce

            che microsoft non e' monopolista...

            Quello che quella corte trova ragionevole tu
            lo trovi irragionevole. Come vedi o le cose
            si dicono in maniera chiara o si lascia
            liberta' di interpretazione ,una corte
            potra' dire una cosa ,un'altra l'opposto.in america le sentenze fanno legge. In italia no. Credi forse che il codice civile non venga interpretato ? L'unico caso in cui non si effettua interpretazione e' il codice penale.
            Beh in tal caso qualcuno sta violando la
            licenza dato che un server in grado di fare
            le stesse cose di un altro diciamo che c'e'
            una forte probabilita' che contenga lo
            stesso codice o una certa parte o anche una
            piccolissima parte ma tanto la GPL non da
            mica una percentuale ...due righe GPL sono
            come 10.000 righe GPL , o no? beh allora io dico chemain() {}e' sotto gpl e dato che tutti gli altri sarebbero lavori derivati, secondo te, tutto quanto il programmato dall'uomo in C e C++ diventa GPL. Per modifiche si intende aggiunta di nuove funzionalita' ad una infrastruttura esistente e che svolga gia' un compito approssimativamente simile. Questa e' la mia spiegazione di non leguleio. Se vuoi una spiegazione legalmente valida rivolgiti ad un tuo avvocato o a softwarelibero o ad Andrea Monti.D'altro canto, come fa la siae a decidere se una canzone e' plagiata da un'altra ? La regola delle 7 battute credo che ormai sia estinta, e si decide caso per caso.

            certo che basta proprio poco per aprirlo

            come una cozza.. almeno le vulnerabilita'

            che escono sotto linux sono un po' piu'

            impegnative :)

            Se uno clicca sugli allegati che si chiamano
            antivirus.exe e' fesso quasi quanto un
            sysadmin che usa la stessa password su due
            siti diversi :)se ti riferisci al caso apache, noto con dispiacere che ancora non hai capito una neggia di quello che e' successo. Sei proprio senza speranza... e io che perdo pure il mio tempo con te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: munehiro
            Sei
            proprio senza speranza... e io che perdo
            pure il mio tempo con te.Nice try munehiro, ma come haidedotto alla fine qui e' pienodi "senza speranza".Alcuni a tal punto che credo siano dipendentiM$.Non vale la pena perderci del tempo,hanno sempre ragione loro.E di fronte all'evidenza i casi sono dueo negano o ti insultano.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: Ciao


            c'e' scritto che se tu effettui delle

            modifiche ad un programma gpl, devi

            rilasciare le nuove modifiche sotto gpl.
            Se

            ci sono parti identificabili e separabili

            (p.es. una libreria compilata) che non
            sono

            derivate da quel programma e che possono

            essere considerate a ragione parti

            indipendenti, allora la licenza GPL non si

            applica a tali parti.

            Se pero' distribuisci quelle parti come

            parte di un tutto, allora la GPL si
            estende

            al tutto.

            Esatto. C'e' scritto proprio che se
            distribuisco il mio prodotto assieme ad uno
            sotto GPL tutto deve essere sotto GPL .
            Ossia ESATTAMENTE quello che ho scritto nel
            messaggio precedente.


            Certo.. se ti fermi qui appare come vuoi

            tu.. ma leggi dopo

            mi sono fermato qui perche' il paragrafo
            sottostante e' una dichiarazione di intenti
            non ha alcun valore ai fini della licenza.
            E' come se microsoft ti scrivesse in fondo
            al contratto "guarda che queste clausole
            restrittive non mirano a cautelare microsoft
            contro eventuali rivalse ma semplicemente
            impediscono truffe dell'utente verso
            microsoft stessa." .


            Thus, it is not the intent of this section

            to claim rights or contest your

            rights to work written entirely by you;

            rather, the intent is to exercise

            the right to control the distribution of

            derivative or collective works

            based on the Program.



            tradotto, vuol dire che e' intenzione di

            Tradotto non vuol dire assolutamente nulla,
            e' come se avessero scritto
            1) la licenza prevede che voi vi suicidate.

            Pero' questa parte di licenza non intende
            assolutamente privarvi della vita bensi
            evitare che voi respiriate.

            Se sopra c'e' scritta una cosa non puoi
            negarla nel paragrafo successivo. Se c'e'
            scritto che il programma che viene
            distribuito assieme (inteso come unico ossia
            ti do tutto assieme, il so che e' gpl e il
            programma che deve funzionare sotto quel so)
            va rilasciato sotto la stessa licenza e
            sotto scrivo "ah pero' non vogliamo
            appropriarci della proprieta' intellettuale"
            legalmente non significa nulla.cazzo spari,ci sono tanti programmi che non danno i sorgenti eppure sono sotto linux

            In altre parole, se hai una lib compilata
            e

            un programma GPL che devono interoperare,

            non vuol dire che la lib compilata deve

            essere rilasciata sotto GPL. puoi anche

            Questo mi sembra ovvio, peccato pero' che
            non si possa dire il contrario, ed essendo
            rilasciato sotto GPL tutto il sistema
            operativo qualsiasi cosa andrebbe rilasciata
            sotto GPL . Ovviamente so che ci sono
            licenze modificate tipo lgpl e fintagpl e
            chisenefregagpl.... il problema e' che se il
            kernel e' sotto GPL qualsiasi cosa lo
            utilizzi dovrebbe essere sotto gpl perche'
            le cose funzionino.il kernel è una cosa,un gioco un'altra,anche se si basa su di lui

            che hai copiato, non vuole avere niente a

            che fare, parandosi le chiappe da

            un'eventuale tentativo di inglobamento.

            Come ho scritto in passato e' tutto troppo
            fumoso ,troppo basato sul "ragionevolmente"
            che in termini legali significa tutto e
            niente. Chi decide quando due progetti sono
            "ragionevolmente" distinti ? Un application
            server e' distinto dalle applicazioni che
            rende disponibili in rete o deve comunque
            essere "basato" su di esse? Un giochino e'
            distinto dalle chiamate al server X o e'
            "basato" su di esse? bla bla bla e ble e blu
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...
            - Scritto da: Ciao
            Forse faresti meglio a leggerla tu e darci
            la tua personalissima interpretazione di
            questo paragrafo.il paragrafo da te citato non ha niente che fare con la distribuzione sullo stesso supportodi due prodotti diversi.
            These requirements apply to the modified
            work as a whole. If identifiable sections ofqui parla di lavoro derivato.se i prodotti di IBM fossero realizzati modificando codice preesistente e copertoda licenza GPL, allora IBM dovrebbe rilasciaresotto GPL anche le varianti da lei apportate.Questo non significa affatto che IBM debbarilasciare DB2 sotto GPL.
            that work are not derived from the Program,
            and can be reasonably considered independent
            and separate works in themselves, then this
            License, and its terms, do not apply to
            those sections when you distribute them as
            separate works.ecco qui ribadito.per quei lavori che possono essere consideratiragionevolmente indipendenti e separati, la GPLNON SI APPLICA (=fai quello che vuoi).
            But when you distribute the
            same sections as part of a whole which is a
            work based on the Program, the distribution
            of the whole must be on the terms of this
            License, whose permissions for otherqui occorre sapere cosa viene inteso con parte del tutto. GNU ha ribadito piu' volteche l'interpretazioni corretta e': - programmi che sono separati e comunicano tra loro scambiando dati via rete o via files etc. non rappresentano "un tutto" (quindi GPL non si applica... anche se i programmi separati sono distribuiti sullo stesso CD) - librerie linkate insieme per formare un programmone (es. le DLL di win) e che in RAM diventano un blocco unico sono "un tutto" (quindi GPL si applica in questo senso praticamente solo alle librerie e forse ai drivers di periferica)spero sia abbastanza chiaro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma se io violo la licenza...

            considerati
            ragionevolmente indipendenti e separati, laDa chi?
            GPL
            NON SI APPLICA (=fai quello che vuoi).[...]
            qui occorre sapere cosa viene inteso con
            parte del tutto. GNU ha ribadito piu' volteDa chi?
            che l'interpretazioni corretta e':[...]
            - programmi che sono separati e comunicano
            tra loro scambiando dati via rete o via
            files etc. non rappresentano "un tutto"Via RAM? E comunque chi lo decide?
            - librerie linkate insieme per formare un
            programmone (es. le DLL di win) e che in
            RAM diventano un blocco unico sono
            "un tutto" (quindi GPL si applica in
            questo senso praticamente solo alle
            librerie e forse ai drivers di periferica)Ossia tutti.
            spero sia abbastanza chiaro.Per nulla ,almeno finche' nella licenza non viene specificato quello che tu hai scritto sopra (e non c'e') . Quello che FSF ribadisce (dove?) mi frega poco ,io parlo di quello che c'e' scritto nella licenza. E nella licenza c'e' scritto che se il mio "lavoro" viene venduto assieme a "qualcosa" sotto gpl come un "tutto" allora devo rilasciarlo come GPL . Nella licenza NON c'e' scritto a chiare lettere cosa si intende per "tutto" quindi puo' voler dire tutto , puo' voler dire niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io violo la licenza...
        - Scritto da: Ciao


        - Scritto da: §o§e

        ...Open source, ad esempio modificando il

        Kernel di Linux commercializzandolo senza

        rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?

        Ooooh finalmente a qualcuno e' venuto il
        dubbio.Sai che rilasciando un pacchetto
        closed assieme a un prodotto sotto GPL stai
        gia violando i termini? Quindi non appena
        IBM vorra' dare il suo application server
        (che non e' sotto GPL ne open) assieme a
        linux violera' la licenza ,quanto ci
        mettera' a violarla ancora? E HP a fare la
        stessa cosa? Inutile ragionare con PRETORIANI COME TE.VOI AVETE IL CERVELLO "VIOLATO".QUINDI E' INUTILE PERDERSI IN SIMILI ARGOMENTI FUMOSI COME QUELLI CHE SOLLEVI.VATTI A FARE UN GIRO IN CANTINA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io violo la licenza...
      - Scritto da: §o§e
      ...Open source, ad esempio modificando il
      Kernel di Linux commercializzandolo senza
      rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?la free software fundation.. che sono anni che affila le armi in attesa che qualcuno violi la licenza.oppure un tuo cliente abbastanza incacchiato a cui non vuoi dare gli stessi diritti che hai ricevuto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io violo la licenza...
        - Scritto da: munehiro



        - Scritto da: §o§e

        ...Open source, ad esempio modificando il

        Kernel di Linux commercializzandolo senza

        rilasciare i sorgenti... chi mi fa causa?

        la free software fundation.. che sono anni
        che affila le armi in attesa che qualcuno
        violi la licenza.C'e' gia stata una violazione (flaskmpg) e nessuno ha fatto nulla ... chissa' quante altre di cui non si ha notizia perche' l'autore si e' laureato/sposato e ha altro a cui pensare.
        oppure un tuo cliente abbastanza incacchiato
        a cui non vuoi dare gli stessi diritti che
        hai ricevuto.Piu' probabile ,ammesso che il cliente sappia cos'e' la licenza gpl.
  • Anonimo scrive:
    W i commerciali
    Un sistema operativo sicuro, proprio quello di cui c'era bisogno... ma vakkagare!
  • Anonimo scrive:
    Torno e gia' mi scappano risate.
    Eccomi a casa... Prima notizia e gia' c'e' da ridere. Questo alla faccia dei sognatori "evviva i benefattori dell'umanita'" e contro i "draga". Rotfl. Dico ben fatto ad HP! Faranno piu' soldi loro in un giorno, grazie al pinguino, che tutte le distro-company-familiari in questi anni.Il prossimo passo? Kernel 3 chiuso ed a (forte) pagamento. Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Torno e gia' mi scappano risate.
      Tra l'altro, mi sono dimenticato, che vuol dire "offrira' il Linux sicuro"? Vuol dire che quello attuale non lo e'?
      • Anonimo scrive:
        Re: Torno e gia' mi scappano risate.
        ROTFL. No vuol dire che quello che ti danno e' certificato dalla NSA come "sicuro" ,ossia e' sicuro che da qualche parte c'e' una loro backdoor.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torno e gia' mi scappano risate.
        Forse si intende che installato, e senza metterci le mani piu' di tanto, gia' consente di avere un buon livello di sicurezza.Se installi una qualsiasi distribuzione e non ci metti le mani, lasci aperte tante di quelle porte che anche l'ultimo script kiddie ti puo' aprire come una cozza... e il rischio aumenta con l'aumento della diffusione (thanks God) di Linux.Quindi non vedo che male vi fanno quelli di HP.Fa comodo a tutti l'interesse delle Big Companies, non ci vedo niente di rischioso per Linux, poi spiegami come farebbero a "chiudere" il kernel 3...Comunque non volevo attaccarti, giusto per fare due chiacchiere con gente che non usa maiuscole a profusione.SrKea.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torno e gia' mi scappano risate.
        - Scritto da: Ciao

        Tra l'altro, mi sono dimenticato, che vuol
        dire "offrira' il Linux sicuro"? Vuol dire
        che quello attuale non lo e'?Esatto ! Pensa una grossa forma di groviera... ecco la RedHat 7.Vai a leggere i commenti a questo e fatti quattro risate:http://freshmeat.net/projects/kaladix/E poi dimmi se non hanno tutti un complesso di persecuzione grosso come una casa...
    • Anonimo scrive:
      Un po' duro...
      - Scritto da: Ciao
      Il prossimo passo? Kernel 3 chiuso ed a
      (forte) pagamento. Opensource non vuol dire che non puoi rendere commerciale del SW ma solo che devi rendere pubblici i sorgenti, quindi nulla vieta di vendere delle distribuzioni Linux ma se ne modifichi ad esempio il kernel , devi pubblicare i sorgenti con le modifiche.Quindi HP non sta' facendo nulla di sconvolgente , sta solo applicando una possibilita' offerta dalla licenza OpenSource. Non possono "chiudere" un SW gia' distribuito come Open a meno di incorrere in violazioni della licenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un po' duro...

        OpenSource. Non possono "chiudere" un SW
        gia' distribuito come Open a meno di
        incorrere in violazioni della licenza. Sai che gli frega... chi fa causa a HP ? Redhat? Linus Thorvalds? Quando decideranno che e' il momento di prendersi il kernel e renderlo proprietario lo faranno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un po' duro...
          - Scritto da: Ciao


          OpenSource. Non possono "chiudere" un SW

          gia' distribuito come Open a meno di

          incorrere in violazioni della licenza.

          Sai che gli frega... chi fa causa a HP ?
          Redhat? Linus Thorvalds? Quando decideranno
          che e' il momento di prendersi il kernel e
          renderlo proprietario lo faranno. se esiste una licenza bisogna rispettarla,non è una cosa inventata la GPL,quindi o la si rispetta o ci si marchia a fuoco il culo
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po' duro...

            se esiste una licenza bisogna
            rispettarla,non è una cosa inventata la
            GPL,quindi o la si rispetta o ci si marchia
            a fuoco il culoSi , certamente... anche l'antitrust e' una cosa seria...eppure microsoft ,ibm ,le assicurazioni , i petrolieri , le multinazionali in genere possono fregarsene... welcome to your new world.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un po' duro...
          - Scritto da: Ciao


          OpenSource. Non possono "chiudere" un SW

          gia' distribuito come Open a meno di

          incorrere in violazioni della licenza.

          Sai che gli frega... chi fa causa a HP ?
          Redhat? Linus Thorvalds? Quando decideranno
          che e' il momento di prendersi il kernel e
          renderlo proprietario lo faranno. come ha fatto microsoft con il kernel di BSD ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po' duro...
            - Scritto da: Sburella


            Sai che gli frega... chi fa causa a HP ?

            Redhat? Linus Thorvalds? Quando
            decideranno

            che e' il momento di prendersi il kernel e

            renderlo proprietario lo faranno.

            come ha fatto microsoft con il kernel di BSD
            ?La licenza BSD consente anche questo (ed altro). E per fortuna: ne vedremo delle belle ora che la Wind River Systems ha acquisito BSDi, dopo essersi fatta le ossa con la versione free OpenBSD. Di certo MACH è veramente un'ottimo microkernel, moderno ed efficiente, basato su idee che certo non si possono mettere sotto copyright: chiunque sappia programmare ed abbia del tempo si può mettere lì col testo del Tanenbaum, a latere il Silberschatz, e scriversene una implementazione decente in C ed assembly (meglio più assembly, of course).In ogni caso sono vent'anni che pezzi di software freeware e PD (perfino shareware mal protetti, di quando il nagware non esisteva) finiscono in prodotti commerciali, e nessuno si è mai scandalizzato - inclusi gli autori. Già i primi compilatori commerciali C++ erano TUTTI pesantemente basati sui sorgenti del Cfront uscito dai Bell Labs, e certo IBM, SUN ed HP (e perfino quel papocchio di Glockenspiel !) non si sono vergognati di usarli, più o meno dichiaratamente. E chissà in quante dozzine di cloni DOS embedded sono andati a finire, con un pò di makeup, il kebit lite di Pino Navato o i vari drivers EMS/XMS e ramdisk, le librerie in sorgente come pictor o dflat e tonnellate di altro abandonware (incluso, magari, qualche pezzo dell'attuale FreeDOS)...Il fatto è che si vuol regalare del software a tutti lo classifica come freeware, da che mondo è mondo. La GPL è una strana bestia... un pò difficile da tenere al guinzaglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po' duro...
            - Scritto da: *BSD RULEZ


            - Scritto da: Sburella




            Sai che gli frega... chi fa causa a HP
            ?


            Redhat? Linus Thorvalds? Quando

            decideranno


            che e' il momento di prendersi il
            kernel e


            renderlo proprietario lo faranno.



            come ha fatto microsoft con il kernel di
            BSD

            ?

            La licenza BSD consente anche questo (ed
            altro). E per fortuna: ne vedremo delle
            belle ora che la Wind River Systems ha
            acquisito BSDi, dopo essersi fatta le ossa
            con la versione free OpenBSD.
            allora con la licenza bsd,non gpl ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po' duro...
            - Scritto da: Sburella

            allora con la licenza bsd,non gpl ?Personalmente preferisco di gran lunga la BSD e continuo a sostenere il software libero come giusto complemento a quello commerciale, che per fortuna non è solo M$: basta citare a caso roba solida ed immarcescibile come QNX o ME30, ProEngineer, SAP o BeOS o VMS... Poi, ognuno è libero di pensarla come gli pare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un po' duro...

            come ha fatto microsoft con il kernel di BSD
            ?No ,probabilmente lo prenderanno gratis. Con la licenza BSD conviene pagare l'autore perche' poi faccio quello che mi pare del codice ,con la GPL conviene fregarmene e rischiare una causa che vincero' sicuramente .
  • Anonimo scrive:
    LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
    BJENVENIDA "HP".Hai capito (FINALMENTE) che il futuro dei SO si giocherà oltre che sulla stabilità anche sul fronte della "SICUREZZA".Hai capito anche Tu, dopo IBM, che solo SO OPEN SOURCE come LINUX possono assicurare ENTRAMBE.IL DRAGA SARA' CONFINATO SI PC-CESSO DELLE ANCORA STERMINATE SCHIERE DI UTONTI, grazie anche alle campagne di FORAGGIAMENTO DEI PRETORIANI.UAHUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUDRAGASACCOCCE DI REDMOND,...... PRESTO IL TUO CADAVERE PASSERA' SOTTO IL PONTE, SONO LI' SEDUTO AD ASPETTARTI, CERCA DI FAR PRESTO.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......

      BJENVENIDA "HP".
      Hai capito (FINALMENTE) che il futuro dei SO
      si giocherà oltre che sulla stabilità anche
      sul fronte della "SICUREZZA".
      Hai capito anche Tu, dopo IBM, che solo SO
      OPEN SOURCE come LINUX possono assicurare
      ENTRAMBE.Ciao Alien, vedo che le ferie ti hanno fatto bene: cominci ad usare le minuscole ...

      IL DRAGA SARA' CONFINATO SI PC-CESSO DELLE
      ANCORA STERMINATE SCHIERE DI UTONTI, grazie
      anche alle campagne di FORAGGIAMENTO DEI
      PRETORIANI.
      UAHUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

      DRAGASACCOCCE DI REDMOND,...... PRESTO IL
      TUO CADAVERE PASSERA' SOTTO IL PONTE, SONO
      LI' SEDUTO AD ASPETTARTI, CERCA DI FAR
      PRESTO.
      ARGH ... ho parlato troppo presto :-)Alien lowercase : per un futuro migliore ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
        MALEDETTI PRETORIANI, SARETE TUTTI STERMINATI.UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUVOI ED I SO DEL VOSTRO PADRONE DRAGASACCOCCE DI UTONTI. VOI AVETE FINITO LA TRIPPA PER GATTI, NON AVRETE MAI PIU' UN CENT DA ME MALEDETTI SUCCHIATORI DI RISORSE DI SISTEMA CON I VOSTRI SO BURLETTA PER UTONTI.PROFITTATORI E LADRI DI INTELLIGENZA UMANOIDE, CONFINATORI DI NEURONI BACATI, COMPILATORI DI BACKDOOR, CORNUTACCI LECCACULO DA STRAPAZZO SIETE.PIANTATELA DI ATTACCARE LINUX MALEDETTI PRETORIANI, RUFFIANI LECCACULO SCENDILETTO DI QUEL BUFFONE LADRONE DI REDMOND.PESTE VI COLGA. CIALTRONI VENDITORI DI ACCOZZAGLIE DI FERRAGLIA.VOI NON AVETE LAI SAPUTO COSA FOSSE UN VERO SO. VOI SIETE SOLO UN' ACCOZZAGLIA DI PRETORIANI MAIALI E MAIALE, SOLO GHIANDE MERITATE.RUFFIANI LECCACULI, MANAGERS DA STRAPAZZO RUBASTIPENDIO CHE NON SAPETE MANCO LONTANAMETE COSA SIA LA SICUREZZA DI UNA RETE E COME SI POSSA DIFENDERLA. BUTTATEVI NEL CESSO!!!MA CHI CAZZO VI DAì IN GESTIONE LE RETI A DEI BUFFONI COME VOI CHE VI OSTINATE A MONTARE SO DEL DRAGA CHE DELLA SICUREZZA HA FATTO SOLO POLPETTE?!!!!UAHUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUBUTTATEVI NEL CESSO E TIRATE LA CORDA.
        • Anonimo scrive:
          Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
          Hai ragione. Un altro mese e' passato. E l'unica diffeneza che vedo e' su netcraft IIS in forte salita (IIS notoriamente gira su serverpingui', vero?)QUanto dovrai aspettare ancora per vedere passare questo cadavere? 100 anni?
        • Anonimo scrive:
          Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
          Questo tuo ultimo reply me lo sono tenuto da parte! Era così bello che, se mai mi capiterà l'occasione, lo spedirò al primo che mi rompe le balle!Complimenti per la fantasia!
        • Anonimo scrive:
          Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
          Complimenti una vera chicca da un vero giocatore di linux!Gioca pure gioca, che a Redmond continuano ad ingrassare...Ma il sito non era moderato ? Pero' di fronte a certe chicche...
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Kaiman
            Complimenti una vera chicca da un vero
            giocatore di linux!
            Gioca pure gioca, che a Redmond continuano
            ad ingrassare...
            Ma il sito non era moderato ? Pero' di
            fronte a certe chicche...PRETORIANO Kaiman, quando vi toccano il vostro amato PADRONE DRAGASACCOCCE DI UTONTI, invocate sempre il MODERATORE...UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUNON CERCARE DI SALVARTI IN CORNER E MEDITA SULLE LADRADE DI SO DEL TUO PADRONE DI REDMOND.SUCCHIATORE DI RISORSE PER SO DA CESSO, BELLO FUORI E MARCIO DENTRO.PHUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAANCHE TU NON HAI LA PIU' PALLIDA IDEO DI COSA DEBBA ESSERE UN SO E LA RELATIVA SICUREZZA. VAI A FARTI UN CORSO ACCELERATO, MA NON PIU' A REDMOND, PRETORIANO!.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......

            PRETORIANO Kaiman, quando vi toccano il
            vostro amato PADRONE DRAGASACCOCCE DI
            UTONTI, invocate sempre il MODERATORE...
            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

            NON CERCARE DI SALVARTI IN CORNER E MEDITA
            SULLE LADRADE DI SO DEL TUO PADRONE DI
            REDMOND.
            SUCCHIATORE DI RISORSE PER SO DA CESSO,
            BELLO FUORI E MARCIO DENTRO.
            PHUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
            ANCHE TU NON HAI LA PIU' PALLIDA IDEO DI
            COSA DEBBA ESSERE UN SO E LA RELATIVA
            SICUREZZA. VAI A FARTI UN CORSO ACCELERATO,
            MA NON PIU' A REDMOND, PRETORIANO!.
            ALIENATOOOO LINUX HAI I SUOI PREGI E DIFETTI COME WINDOWS. SEI TU CHE HAI BISOGNO INVECE DI UNA REGOLATA. ALMENO USA ARGOMENTI VALIDI SINISTROIDE!BAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUU
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Pier



            PRETORIANO Kaiman, quando vi toccano il

            vostro amato PADRONE DRAGASACCOCCE DI

            UTONTI, invocate sempre il MODERATORE...


            UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU



            NON CERCARE DI SALVARTI IN CORNER E MEDITA

            SULLE LADRADE DI SO DEL TUO PADRONE DI

            REDMOND.

            SUCCHIATORE DI RISORSE PER SO DA CESSO,

            BELLO FUORI E MARCIO DENTRO.

            PHUAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

            ANCHE TU NON HAI LA PIU' PALLIDA IDEO DI

            COSA DEBBA ESSERE UN SO E LA RELATIVA

            SICUREZZA. VAI A FARTI UN CORSO
            ACCELERATO,

            MA NON PIU' A REDMOND, PRETORIANO!.


            ALIENATOOOO LINUX HAI I SUOI PREGI E DIFETTI
            COME WINDOWS. SEI TU CHE HAI BISOGNO INVECE
            DI UNA REGOLATA. ALMENO USA ARGOMENTI VALIDI
            SINISTROIDE!

            BAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUPER UN PRETORIANO NON POSSONO ESISTERE "ARGOMENTI" VALIDI.I PRETORIANI ANDRANNO "TERMINATI" E BASTA.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Alien


            - Scritto da: Pier





            ALIENATOOOO LINUX HAI I SUOI PREGI E
            DIFETTI

            COME WINDOWS. SEI TU CHE HAI BISOGNO
            INVECE

            DI UNA REGOLATA. ALMENO USA ARGOMENTI
            VALIDI

            SINISTROIDE!



            BAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

            PER UN PRETORIANO NON POSSONO ESISTERE
            "ARGOMENTI" VALIDI.
            I PRETORIANI ANDRANNO "TERMINATI" E BASTA.ALLA FACCIA DEL "DEMOCRATICO" CHE TI SEI APPIOPPATO!BAAAAUUUUUUUUUUUUUUU
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Pier


            - Scritto da: Alien





            - Scritto da: Pier









            ALIENATOOOO LINUX HAI I SUOI PREGI E

            DIFETTI


            COME WINDOWS. SEI TU CHE HAI BISOGNO

            INVECE


            DI UNA REGOLATA. ALMENO USA ARGOMENTI

            VALIDI


            SINISTROIDE!





            BAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUU



            PER UN PRETORIANO NON POSSONO ESISTERE

            "ARGOMENTI" VALIDI.

            I PRETORIANI ANDRANNO "TERMINATI" E BASTA.

            ALLA FACCIA DEL "DEMOCRATICO" CHE TI SEI
            APPIOPPATO!

            BAAAAUUUUUUUUUUUUUUUCERTO CHE SONO UN "DEMOCRATICO", MA C'E' UN LIMITE A TUTTO, QUINDI CON I PRETORIANI NON SI PUO' ANDARE DI FIORETTO.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Alien


            - Scritto da: Pier





            - Scritto da: Alien








            - Scritto da: Pier













            ALIENATOOOO LINUX HAI I SUOI PREGI E


            DIFETTI



            COME WINDOWS. SEI TU CHE HAI BISOGNO


            INVECE



            DI UNA REGOLATA. ALMENO USA
            ARGOMENTI


            VALIDI



            SINISTROIDE!







            BAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUU





            PER UN PRETORIANO NON POSSONO ESISTERE


            "ARGOMENTI" VALIDI.


            I PRETORIANI ANDRANNO "TERMINATI" E
            BASTA.



            ALLA FACCIA DEL "DEMOCRATICO" CHE TI SEI

            APPIOPPATO!



            BAAAAUUUUUUUUUUUUUUU


            CERTO CHE SONO UN "DEMOCRATICO", MA C'E' UN
            LIMITE A TUTTO, QUINDI CON I PRETORIANI NON
            SI PUO' ANDARE DI FIORETTO.ALLORA NON SAI COSA VUOL DIRE DEMOCRATICO, COME TANTI SINISTROIDI DEL RESTO.BAAAUUUUUUUU
        • Anonimo scrive:
          Alien: Le SUE perle di saggezza ehhhh!!!!
          Alien,innanzittutto ben tornato, vedo che le ferie hanno rinvigorito le tue energie, sono contento per te.Pero' che perle di saggezza infinita ci regali quando le tue dita schiacciano quei tastini impauriti di fronte a te......La tua furia impera e come uno squalo in piena frenesia da cibo ti avventi sul nemico spolpandolo senza pieta', non capisci piu' nulla in pieno stile berseker martelli a piu' non posso.Ora calmati e senti questa:E' gia' da un po' di tempo che il sottoscritto lavora su workstation HP e queste hanno da tempo immemorabile come SO HP-UX (un clone proprietario HP di unix).........Inoltre volevo solo rammentarti altri due SO utilizzati da IBM su sistemi considerati seri dalla stessa casa: AIX (altro clone di unix, sulla serie RISC) e OS/400 (sulla serie AS/400).Per non parlare di SGI...Per cui e' da tempo che su sistemi di alta fascia le due case succitate (e molte altre) usano da tempo SO che sembrano piu' SO che giochi.......Ti saluto e ti suggerisco una rilettura della storia dell'informatica (almeno a livello professionale).........
          • Anonimo scrive:
            Re: Alien: Le SUE perle di saggezza ehhhh!!!!
            - Scritto da: Snowcat
            Alien,
            innanzittutto ben tornato, vedo che le ferie
            hanno rinvigorito le tue energie, sono
            contento per te.
            Pero' che perle di saggezza infinita ci
            regali quando le tue dita schiacciano quei
            tastini impauriti di fronte a te......
            La tua furia impera e come uno squalo in
            piena frenesia da cibo ti avventi sul nemico
            spolpandolo senza pieta', non capisci piu'
            nulla in pieno stile berseker martelli a
            piu' non posso.
            Ora calmati e senti questa:
            E' gia' da un po' di tempo che il
            sottoscritto lavora su workstation HP e
            queste hanno da tempo immemorabile come SO
            HP-UX (un clone proprietario HP di
            unix).........
            Inoltre volevo solo rammentarti altri due SO
            utilizzati da IBM su sistemi considerati
            seri dalla stessa casa: AIX (altro clone di
            unix, sulla serie RISC) e OS/400 (sulla
            serie AS/400).
            Per non parlare di SGI...
            Per cui e' da tempo che su sistemi di alta
            fascia le due case succitate (e molte altre)
            usano da tempo SO che sembrano piu' SO che
            giochi.......
            Ti saluto e ti suggerisco una rilettura
            della storia dell'informatica (almeno a
            livello professionale).........Hello Snow, how do you do?Volevo solo sottolineare che nel recente passato sia IBM che HP hanno dato troppo credito e fiducia al DRAGASACCOCCE DI REDMOND, facendom il suo gioco e facendosi spiazzare come sane Aziende NON DOVREBBERO MAI FARE IN UN LIBERO MERCATO.I vecchi MANAGEMENT di IBB e di HP che diedero eccessivo credito ai SO PROPRIETARI DEL DRAGASACCOCCE DI REDMOND meritavano calci nel culo e di essere buttati fuori dai centri di comando a calci nel culo in quanto corresponsabili di gravi ritardi nello sviluppo di veri SO sicuri e garanti della PRIVACY.So che hanno usato veri SO come UNIX e derivati, ma ciò non toglie il fatto che sono stati corresponsabili di aver DROGATO il MERCATO MONDIALE DEI SO in pastetta col DRAGASACCOCCE DI REDMON in modo cieco e bieco menando per il naso UTENTI single (privati) e UTENTI professionali Aziendali, il tutto con complicità implicite ed esplicite colpose (senza sapere cosa facessero) o interessate (PRETORIANI consapevoli).Solo recentemente prima IBM e po HP pare abbiano capito con chi avessero a che fare e annusato il vento nuovo che spira anche tra i consumatori dando una decisa svolta verso SO OPEN SOURCE.Che sia la volta buona.
        • Anonimo scrive:
          Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
          Ma quanto tempo e' che non vedi una donna? ;-)Take it easy!In parecchi non lavorerebbero (e divertirebbero, come me) se tutti i sistemi fossero tutti perfetti e sicuri, quindi e' inutile incazzarsi.Tutti devono avere modo di esprimere le proprie inclinazioni, anche il Draga (come lo chiami tu).Tanto e' stato dimostrato, anche da te che ne fai a meno totalmente, che non si riesce a imporre dittature su (e con) internet.SrKea
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: SrKea
            Ma quanto tempo e' che non vedi una donna?
            ;-)
            Take it easy!

            In parecchi non lavorerebbero (e
            divertirebbero, come me) se tutti i sistemi
            fossero tutti perfetti e sicuri, quindi e'
            inutile incazzarsi.

            Tutti devono avere modo di esprimere le
            proprie inclinazioni, anche il Draga (come
            lo chiami tu).
            Tanto e' stato dimostrato, anche da te che
            ne fai a meno totalmente, che non si riesce
            a imporre dittature su (e con) internet.

            SrKeaERRORE!!!!Non sono certo, nè l' OPEN SOUCE di certo, nè tantomeno LINUX e/o derivati che vogliamo imporre DITTATURE INFORMATICHE.l'UNICO, IL DESUPREMO, IL TAMPINATORE CORRUTTORE DI UTONTI CHE TENTATO NEGLI ULTIMI 15 ANNI E TUTTORA DI IMPORRE DITTATURE NEL CAMPO INFORMATICO E DI RECENTE ANCHE IN INTERNET E' IL FAMIGERARO DRAGASACCOCCE DI REDMOND alias BILL GATES con la sua MICROSOFT.Da sempre, cercando di proliferare sull' IMMENSO HUMUS O LIMO delle STERMINATE MASSE DI UTONTI DERIVATI MATRIX.Pertanto, SrKea, non cercare di rivoltare la frittata, conosciamo da tempo i vostri metodi PRETORIANI.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            non hai capito, rileggi, poi se vuoi continua a farneticare.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Alien

            l'UNICO, IL DESUPREMO, IL TAMPINATORE
            CORRUTTORE DI UTONTI CHE TENTATO NEGLI
            IMMENSO HUMUS O LIMO delle STERMINATE MASSE
            DI UTONTI DERIVATI MATRIX.Ma Alien, non sai esprimere un'opinione in modo civile? E poi cos'è tutta questa rabbia contro MS? A me pare che Il software di MS funzioni bene, ok, ok molte cose sono migliorabili. Un paio di anni fa' ho lavorato su linux e non mi è dispiaciuto, però, se le cose non sono parecchio migliorate, la vedo un po dura a darlo ad un utente finale, non credi?
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Pier


            - Scritto da: Alien



            l'UNICO, IL DESUPREMO, IL TAMPINATORE

            CORRUTTORE DI UTONTI CHE TENTATO NEGLI

            IMMENSO HUMUS O LIMO delle STERMINATE
            MASSE

            DI UTONTI DERIVATI MATRIX.

            Ma Alien, non sai esprimere un'opinione in
            modo civile?
            E poi cos'è tutta questa rabbia contro MS?
            A me pare che Il software di MS funzioni
            bene, ok, ok molte cose sono migliorabili.
            Un paio di anni fa' ho lavorato su linux e
            non mi è dispiaciuto, però, se le cose non
            sono parecchio migliorate, la vedo un po
            dura a darlo ad un utente finale, non credi?I SO DEL DRAGA SONO UNA CIOFECA DEGNA DEI PEGGIORI UTONTI.Uno con un minimo di sale in zucca non può dire che i SO del DRAGA siano dei SO; al massimo può dire che sono SO x UTONTI.Che il DRAGASACCOCCE DI REDMOND sia un CORRUTTORE del LIBERO MERCATO ormai non sono il solo pensarla così, vedi tutti i processi che ha in corso per avere drogato la libera concorrenza con operazioni sleali introducendo nei suo SO x UTONTI (milioni) programmi integrati in violazione del libero mercatgo e della concorrenza, il prox processo a breve per decidere la sentenza contro Microsoft.Che LINUX non è ancora per l' UTENTE FINALE, è oggi una CIOFECA, vero forse 2 anni fa; NON ORA.LINUX SI IMPORRA' SUL MERCATO DEI VERI SO PER SICUREZZA DEI CODICI LIBERI E PER STABILITA'.E' solo questione di tempo e di utenti con la mente APERTA, che superi la pigrizia di passare ad altro SO.LINUX migliora oramai DI MESE IN MESE IN MODO ESPONENZIALE. E NON SOLO SUL LATO SERVER, MA ANCHE SUL LATO DESK-TOP.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA SICUREZZA SARA' LA TOMBA DEL DRAGA......
            - Scritto da: Alien


            - Scritto da: Pier





            - Scritto da: Alien




            Ma Alien, non sai esprimere un'opinione in

            modo civile?

            E poi cos'è tutta questa rabbia contro
            MS?

            A me pare che Il software di MS funzioni

            bene, ok, ok molte cose sono migliorabili.

            Un paio di anni fa' ho lavorato su linux e

            non mi è dispiaciuto, però, se le cose non

            sono parecchio migliorate, la vedo un po

            dura a darlo ad un utente finale, non
            credi?
            I SO DEL DRAGA SONO UNA CIOFECA DEGNA DEI
            PEGGIORI UTONTI.
            Uno con un minimo di sale in zucca non può
            dire che i SO del DRAGA siano dei SO; al
            massimo può dire che sono SO x UTONTI.
            Che il DRAGASACCOCCE DI REDMOND sia un
            CORRUTTORE del LIBERO MERCATO ormai non sono
            il solo pensarla così, vedi tutti i processi
            che ha in corso per avere drogato la libera
            concorrenza con operazioni sleali
            introducendo nei suo SO x UTONTI (milioni)
            programmi integrati in violazione del libero
            mercatgo e della concorrenza, il prox
            processo a breve per decidere la sentenza
            contro Microsoft.

            Che LINUX non è ancora per l' UTENTE FINALE,
            è oggi una CIOFECA, vero forse 2 anni fa;
            NON ORA.
            LINUX SI IMPORRA' SUL MERCATO DEI VERI SO
            PER SICUREZZA DEI CODICI LIBERI E PER
            STABILITA'.
            E' solo questione di tempo e di utenti con
            la mente APERTA, che superi la pigrizia di
            passare ad altro SO.
            LINUX migliora oramai DI MESE IN MESE IN
            MODO ESPONENZIALE. E NON SOLO SUL LATO
            SERVER, MA ANCHE SUL LATO DESK-TOP.AO' A ALIENATOOO NE HO CONOSCIUTI DI SPARONI, MA TU LI BATTI TUTTI, DI SOLITO CHI SPARA COME TE, SENZA ARGOMENTI VALIDI E' SOLO PER NASCONDERE L'IGNORANZA: TONTO CHI UTILIZZA WINDOWS? MA COSA STAI DICENDO? SOLO PERCHE' TU REPUTI LINUX MIGLIORE CONSIDERI TONTO CHI USA WINDOWS? E POI MI VIENI A DIRE CHE SEI DEMOCRATICO? SEEEE BEL DEMOCRATICO, PARE PROPRIO CHE HAI PRESO LE PEGGIORI QUALITA' DEI DESTROIDI E DEI SINISTROIDI.BAAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU
  • Anonimo scrive:
    Ma mi faccia il piacere
    La HP ha un suo unix (HP-UX) che e' peggio diun gruviera, buchi ovunque. Secondo voi che puo' fare al massimo un programa distruttivosu unix (non lanciato da root) ... direte voi:darmi un bel segmentation fault, e invece sottoHP-UX e' piuttosto facile scrivere un programmillo in C che fa' resettare la workstation! Avete capito bene, resettare!!! A livello di win95.E ora mi vogliono far credere che sono capaci di mettere le mani dentro Linux per renderlo piu' sicuro ? Ma mi facciano il piacere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma allora quale unix scegliere?
      Ma allora dovendo scegliere una piattaforma unix cosa prenderesti? AIX dell'ibm?Forse è OT, ma stavo per comprare dei server HP, non vorrei toppare l'acquisto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma allora quale unix scegliere?
        - Scritto da: stefano
        Ma allora dovendo scegliere una piattaforma
        unix cosa prenderesti? AIX dell'ibm?
        Forse è OT, ma stavo per comprare dei server
        HP, non vorrei toppare l'acquisto...Bah, dipende da che uso ne devi fare. Se devisviluppare una tua applicazione, o se ad esempio devi farne girare una esistente che sai che sotto HP-UX e' cmq abbastanza stabile ...Per l'AIX dell'ibm non ti saprei dire, sono molti anni che non lo vedo da vicino, l'ultima volta che ne avevo toccato uno era per verificare una notizia, quando era uscita quella famosa backdoor che consetiva di loggarsi come root dando una passwd predefinita. Altri tempi.Ritornando al linux-HP, direi che se devi sviluppare un tuo applicativo e l'HP con questa operazione non ha messo le mani nel kernel allora ti potresti fidare. Sei cmq sicuro che non ti basta un super PC con una qualsiasi distribuzione di linux ?Ciao,-Ale
        • Anonimo scrive:
          Gruviera?
          Non capisco, scrivi due messaggi uno l'opposto dell'altro. HP-UX e' un gruviera pero' e' stabile. Fa schifo ma lo consigli.Per resettare una workstation basta spegnerla. E' probabile che conti di piu' la sicurezza di un server, o meglio di un cluster di server, o meglio di un servizio (e-commerce, e-banking).Mi sembra che HP abbia fatto uscire prodotti che sono poco meno che strabilianti (Superdome). Certamente non sono a buon mercato e bisogna utilizzare tanto software di HP e i loro carissimi servizi. Ma tutta un'altra cosa rispetto alla babele IBM o a Sun.Questo passo Expanded-Linux penso si rivolga a chi vuole un sistema e servizi paragonabili UX a costi che sono ridotti di almeno un ordine di grandezza. Complimenti a loro, passo coraggioso.Cordialmente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gruviera?
            - Scritto da: arzigogolo
            Non capisco, scrivi due messaggi uno
            l'opposto dell'altro. HP-UX e' un gruviera
            pero' e' stabile. Fa schifo ma lo consigli.Forse non mi sono spiegato bene. Ho esperienza tramite amici che sviluppanotuttora su HP-UX, a cui ogni tanto do' un appoggio"psicologico" :) che effettivamente HP-UX e'un gruviera, questo al di la' di tutte le patchpossibili (vedi il msg di Neo). Visto dal lato dello sviluppo di applicazioniquesto significa che la *frequenza* con cui si cade in un buco durante una codifica che usi pesantemente le primitive del SO (e si e'costretti ad aggirarlo in attesa della patch delfuturo, tutte cose che fanno perdere un saccodi tempo e soldi), non sembra minimamente calarenel tempo segno che la stabilita di HP-UX e' dila' da raggiungere al contrario di quella del di linux 2.4. Forse e' proprio per questo cheHP sembra voler mollare UX a favore di Linux ?Fin qui il concetto di gruviera, poi quello dicompromesso per le esigenze reali. Se non si sviluppa ma si compra HP per usare un applicativo che e' stabile perche' poggiaper calcolo (workaround vari, vedi "tappulli" :) o/e semplice fortuna su zone non bacate del SO,allora la scelta per me e' consigliabile.In pratica sono d'accordo con te che possonoesistere fantastiche applicazioni anche dal lato stabilita', palafittate su una gruviera. Ma se l'acquisto e' dettato da esigenze di sviluppo allora io per la mia salute psichica non userei HP-UX ma senz'altro linux, magarianche quello di HP perche' no, se hai un budget che ti permette spese folli ... ma lasciami lamia diffidenza verso chi naviga in un mare senzaconfini di patch sul SUO SO, quando decide dimettere le mani in un altro SO nato in ben altromodo e di ben altra tempra.Ciao,-Ale
          • Anonimo scrive:
            Re: Gruviera?
            Grazie per il chiarimento. Concordo su quasi tutto.Aggiungerei una battuta: la sanita' psichica di un programmatore e' tutelata semplicemente dalla accessibilita' al codice sorgente di Linux. Nessuno o quasi si azzarda a modificarne il codice (che risulterebbe immediatamente fuori standard) anche in presenza di bug evidenti. Si segnala e si aspetta comunque la patch...Lo sviluppatore e' sempre frustrato (oltre che dal project manager) dall'impermeabilita' di tutti i SO proprietari e di qualunque cosa non rientri nel suo diretto controllo.Un saluto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma allora quale unix scegliere?
        Non stare a sentire le balle che vengono dette su uno UNIX piuttosto che su un altro, alla fine devi semplicemente vedere l'uso che ne devi fare. Io lavoro da anni su HP-UX e sto cominciano ora con Solaris (sono consulente per HP principalmente). Quello che ti posso dire e' che HP-UX non e' IL sistema operativo, ma e' UN sistema operativo. Io lo trovo molto stabile se patchato a dovere (come tutti i sistemi operativi). Lo preferisco a Solaris (per quel poco che lo conosco) perche' mi sembra piu' ordinato e l'assistenza HP mi sembra piu' efficiente. Inoltre i problemi di stabilita' denunciati dall'amico che ha iniziato questo topic, vengo risolti da una delle patch del sistema. HP di certo poi non fa come SUN che scoperta una gravissima falla di sicurezza sul demone LPD (che fa in modo di dare i privilegi di root a chiunque) fa aspettare dei mesi per la patch: se questa e' una azienda seria...ciaoNEO
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma mi faccia il piacere

      E ora mi vogliono far credere che sono
      capaci di mettere le mani dentro Linux per
      renderlo piu' sicuro ? Ma mi facciano il
      piacere!A parte il fatto che non penso che alla HP siano i primi arrivati... qui si parla che vogliono mettere a punto un loro LINUX da installare sulle loro macchine, per cui perfettamente configurato e con una certa assistenza dietro, non la documentazione, le FAQ e i newsgroup, che per quando favolosi potrebbero non essere sufficiente garanzia di qualita' per un'azienda. Secondo me fanno un'ottima strategia...Io non sono contro le cose a pagamento, basta che siano fatte bene. Se per esempio dovessi comprare un PC sarei benissimo disposto a pagare il prezzo di un Linux ottimizzato e perfettamente configurato per la macchina. Perche' no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma mi faccia il piacere
      La HP ha un suo unix (HP-UX) che e' peggio diun gruviera, buchi ovunque. E ora mi vogliono far credere che sono capaci di mettere le mani dentro Linux per renderlo piu' sicuro ? Ma mi facciano il piacere!Certo arrivi tu a spiegargli come fare?Sei un mito....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma mi faccia il piacere
      -- Scritto da: Alessandro
      E ora mi vogliono far credere che sono
      capaci di mettere le mani dentro Linux per
      renderlo piu' sicuro ?Che sono capaci di mettere le mani dentro linux lo hanno dimostrato col porting del kernel su piattaforma ia-64. (http://sverre.home.cern.ch/sverre/Linux_IA64_project.html)Non solo, anche in applicativi per linux come "OpenMail" ed anche progetti opensource come "Linux PC clustering", ecc.Credo che non gli si possa negare una certa dimestichezza con linux.Peccato che PI non abbia messo il link ad HP Secure Linux, sicuramente qualcuno, malgrado certi commenti sara' interessato ad arrivarci con un colpo di click: http://www.hp.com/security/products/linux/
  • Anonimo scrive:
    Ma dai...
    Forse tanti sono in vacanza e quindi niente polemiche in questi giorni. La notizia comunque è ancora una di quelle che dice che vendere è l'unica cosa che interessa alle aziende (e penso sia ovvio).
  • Anonimo scrive:
    Agli esperti di Open Source
    Mi chiedo se HP possa VENDERE (ok, dare in licenza) il SO.Dovrebbe poter vendere applicazioni realizzate sull'SO (quindi non soggette a GPL), ma non certo il SO. E se modifica il SO stesso, lo dovrebbe rimettere "in circolo".Sbaglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli esperti di Open Source
      beh credo di siAnche le distribuzioni 'normali' vengono vendute,eccetto DebianLa licenza open source non vieta di vendere un software.Sarebbe violata se-venisse modificato il kernel (o un altro componente open source) senza rilasciarne anche il codice sorgente- credo, se le licenza fosse a postazione, cioè se una volta comprato il pacchettino mi ritrovo con un limite di installazioni. Qui la cosa non è specificata.In altre parole, se io perchè mi chiamo HP e ritengo di poter fornire un super servizio di assistenza faccio pagare la mia distribuzione 20 volte quello che costa la Suse, posso farloNon è il prezzo che fa la differenza(ricordo che Suse non fornisce la distribuzione liberamente scaricabile e che il suo tool di amministrazione del sistema, YAST, non è neppure open source)
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli esperti di Open Source

        ricordo che Suse non fornisce la
        distribuzione liberamente scaricabilewww.linuxiso.org (7.1 per Sparc) oppureftp.suse.deFortunatamente 'vim' lo e' :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Agli esperti di Open Source
          Anche se non esiste una iso di SuSE è possibile scaricarsi i pacchetti ed installarla ugualmente, nel SdB sul sito di SuSE è presente un documento ke spiega come fare. x quel ke riguarda Yast2 nonostante non sia open source è cmq liberamente utilizzabile, quindi non si hanno limiti di licenza del tipo a postazione ed è un ottimo tool di configurazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Agli esperti di Open Source
            Scusate, ma la mia non voleva essere una criticaa Suse, che tra l'altro è la distribuzione che uso con molta soddisfazioneVolevo solo dire che il concetto di open sourcenon va confuso con gratis per forza, tutto qui
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli esperti di Open Source

      HP ha capito che c'e' del business, perche'
      biasimarla? io la ringrazio, non la biasimo!Linux non puo` fare altro che guadagnare da iniziative simili!
      Se c'e' gente contenta di pagare di piu'
      per sentirsi piu' sicura....
      ...peggio per loro!qui non sono cosi` critico nel confronto di chi vuole scegliere di pagare per un sw/servizio di hp... non mi sembra una cosa cosi` negativa pagare per fare fare ad una ditta piu` esperta della mia cio` che non so fare... insomma, mi costano meno i 3000$ di HP piuttosto che i tanti $$$ che pagherei a dei consulenti per svilupparmi in casa una architettura simile
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli esperti di Open Source


        Se c'e' gente contenta di pagare di piu'

        per sentirsi piu' sicura....

        ...peggio per loro!

        qui non sono cosi` critico nel confronto di
        chi vuole scegliere di pagare per un
        sw/servizio di hp... non mi sembra una cosa
        cosi` negativa pagare per fare fare ad una
        ditta piu` esperta della mia cio` che non so
        fare... insomma, mi costano meno i 3000$ di
        HP piuttosto che i tanti $$$ che pagherei a
        dei consulenti per svilupparmi in casa una
        architettura simileHai ragione. Se uno non e' in grado fa bene aspendere per avere un buon servizio.Io ero critico verso ditte che pur avendo ilknow-how preferiscono pagare un ente esterno.Poi si ritrovano ad aspettare le patches per mesimentre i propri dipendenti, per casa, se le sono gia' scaricate da Internet...
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli esperti di Open Source
      Può vendere un pacchetto di sw + assistenza+ personalizzazione, etc., come tutti possonofare.NON può mettere sotto licenza hp sw opensource, né modificare alcun programmagpl senza renderlo a sua voltagpl, ma può inserire nel pacchettosw proprietario sotto licenza hp,o di qualsaisi altra azienda.In generale, l'offerta hp avrà untarget, ma non mi sembramolto attraente
Chiudi i commenti