NASA, addio a Shuttle, Luna e posti di lavoro

L'agenzia spaziale statunitense dà il via a grandi cambiamenti: l'anziana navetta spaziale Shuttle è pronta per il pensionamento, mentre i piani iniziali di portare l'uomo sulla Luna e farcelo rimanere vengono pesantemente ridimensionati

Roma – Pare proprio che i tempi cambino anche per NASA: l’agenzia statunitense della “superiorità spaziale”, un tempo pozzo senza fondo in cui i presidenti pompavano fondi per riaffermare al mondo l’eccellenza e la lungimiranza tecnologiche degli States, sta attraversando un periodo di transizione in cui dovrà adattarsi a nuovi budget, nuove tecnologie di trasporto e nuovi obiettivi.

La tappa obbligata della transizione verso la nuova agenzia spaziale è costituita dal definitivo abbandono dello Space Shuttle, che dopo oltre 20 anni di attività si prepara alle sue ultime missioni prima di essere destinato agli hangar il prossimo anno. Lo Space Transportation System (STS), come viene ufficialmente chiamato lo Shuttle, manderà ancora 9 crew nello spazio, verso la International Space Station e la prossima (e ultima) missione di manutenzione dell’ Hubble Space Telescope , componente emerito del Great Observatories program anch’esso in via di pensionamento negli anni a venire.

Lo Shuttle verrà sostituito dalla nuova accoppiata di Orion (la navetta di trasporto degli astronauti) e Ares (il razzo vettore di nuova generazione), e la conseguenza più immediata del suo abbandono da parte di NASA è la riduzione dei posti di lavoro a contratto che hanno sin qui servito il progetto. I primi tagli contano 160 lavoratori responsabili per la manifattura del serbatoio di carburante esterno a New Orleans e dei razzi vettore realizzati nello Utah.

In totale, sino a settembre si attende una riduzione di forza lavoro complessiva di 900 unità, anche se val la pena sottolineare come gli stessi contractor che hanno sin qui rifornito lo Shuttle (Lockheed Martin, Boeing e altri) continuano a lavorare con l’agenzia al progetto Orion+Ares. A essere invece parecchio preoccupati per la vicenda sono i tanti business e i servizi di ristoro della “Space Coast” della Florida, che guardano con apprensione alla riduzione di guadagni che potrebbe abbattersi sulla zona nel corso dei prossimi cinque anni.

Il progetto di astronautica statunitense va avanti ma un altro grande cambiamento, o per meglio dire un ridimensionamento di obiettivi, è stato annunciato dall’ acting administrator di NASA Chris Scolese direttamente al Congresso: il paventato avamposto permanente sulla Luna, da realizzare entro il 2020, probabilmente non ci sarà . Gli americani torneranno sulla Luna entro la data prefissata, ma piuttosto che una base stanziale ci costruiranno una struttura adeguata per missioni di diverso tipo.

D’altronde, riafferma Scolese, l’avamposto lunare è sempre stato un progetto ponte, da usare per raccogliere dati utili al vero obiettivo costante nei pensieri dell’agenzia, vale a dire l’invio di esseri umani sul Pianeta Rosso. Nonostante le esigenze del budget, la perdita di lavoratori e il pensionamento dello (degli) Shuttle, la NASA su Marte vuole comunque arrivarci.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Maria Novella Loppel Paternolli scrive:
    fabbisogno energetico
    Per soddisfare il fabbisogno energetico ci sarebbe la macchina di luce. Perchè nessuno la vuole? E' praticamente a costo zero. Why not?
  • vincaldo scrive:
    e l'energia solare?
    Il problema dell'energia non verrà mai risolto se non si mettono in campo soldi e "menti" in grado di sviluppare l'energia solare. Il vero problema è che non possono mettere il contatore al sole e impedire alla gente di usarlo come fonte di energia.
    • Sathack scrive:
      Re: e l'energia solare?
      - Scritto da: vincaldo
      Il problema dell'energia non verrà mai risolto se
      non si mettono in campo soldi e "menti" in grado
      di sviluppare l'energia solare. Il vero problema
      è che non possono mettere il contatore al sole e
      impedire alla gente di usarlo come fonte di
      energia.Bravo bravissimo, quoto in pieno perchè tra l'altro le tecnologie 'solari' sono gia a buon punto e, nonostante la diffusione sia lenta perchè ostacolata da molti, i prezzi sono in continua discesa.Restando in campo IT con 100E di computer (arm cortex) ed altri 100E tra un pannellino solare da 20W ed una batteria da motorino, ti fai una postazione pc dal costo energetico prossimo a 0.
      • nome cognome scrive:
        Re: e l'energia solare?
        su quali basi parlate? ma sapete quanti soldi si stanno spendendo per sviluppare nuove celle? e soprattutto per renderle poco costose ?ci sono già celle che con un efficenza nominale del 28% solo che per ora vengono usate solo nello spazio e si stanno sviluppando e testando celle col 32% di efficenza.Nei prossimi anni le vedrete usare anche per applicazioni terrestri al posto delle attuali "monocristalline" o delle obsolete "amorfe"
        • vincaldo scrive:
          Re: e l'energia solare?
          Sono molto contento che questo avvenga. Il problema è che la richiesta di energia aumenta in modo esponenziale, ed è un ottimo alibi per continuare a proporre, da parte dei monopolisti, le tecnologie obsolete che ancora usiamo; compreso il nucleare. Non credo che il tempo sia molto. Sicuramente con l'informazione (come in questo forum) molti potranno modificare l'offerta; i momenti di crisi sono ideali per i cambiamenti. Se ognuno avesse un piccolo impianto come suggerito da Sathack, in una città quanta energia si risparmierebbe! Bisognerebbe avere lo schema che ha suggerito Sathack (da come lo ha descritto sembrerebbe semplice da realizzare).
  • eymerich scrive:
    Sviluppatori
    E tornare all'antico? A quell'epoca in cui gli sviluppatori erano veri sviluppatori e stavano lì a contare i cicli di CPU invece che a mettere le farfalline sullo schermo?Solo 10 anni fa con un proXXXXXre che era migliaia di volte meno potente di quello della playstation si faceva la contabilità di una media azienda ... adesso la segretaria vuole il gattino che miagola appena si apre Outlucco :-(
  • Undertaker scrive:
    Colpa della CO2
    la colpa di queste immissioni di CO2 forse la possiamo far risalire ad un gruppetto di idioti molto rumorosi che, anni fa non volle il nucleare e oggi non vuole i combustibili fossili.
  • punto_inter rogativo scrive:
    vice-presidente di Sun Microsystems ?
    Sarà per questo, che la Sun doveva essere comprata da chiunque (IBM o Oracle - alla fine Oracle) ?Il signore, invece di pensare agli affari dell'azienda, chiaramente pensava di come salvare il mondo ?Così non ha salvato né mondo, né l'azienda. Bravo !E noi continuiamo a correre dietro falsi, auto-proclamati profeti.
    • Mauro scrive:
      Re: vice-presidente di Sun Microsystems ?
      Sì hai ragione infatti l'antani soppaltate doveva accordarsi con lo scappellamento a destra ma lo sbidiguda la pensava diversamente dal tarapia tapioco così fuffaXXXXXXX ed il mento toccò il gomito.
  • Faustino scrive:
    Capre -
    OLD
    In scozia si usano le capre per tagliare l'erba ovunque. dai castelli alle aiuole. Una delle cose più antiche e intelligenti di sempre.
  • anonymous scrive:
    mah
    stupore perchè sono arrivati a"impiegare un'orda di capre affamate per brucare i prati nel circondario da sostituire a tagliaerbe" ?presto le impiegheranno anche come sistemisti, già sento le motivazioni dei managers: "puzzano e sXXXXXno meno, danneggiano un po' il cablaggio ma si fanno mungere più volentieri e si accontentano di un pugno di sale come gratifica"ma imho il meglio di sè questi simpatici ovini lo darebbero in un consiglio di amministrazione
    • Paolo Garbet scrive:
      Re: mah
      ma LOL!
      • chuckcisco scrive:
        Re: mah
        gia mi immagino il titolo dell'articolo:sopra la panca la capra cabla...
        • KaysiX scrive:
          Re: mah
          - Scritto da: chuckcisco
          gia mi immagino il titolo dell'articolo:

          sopra la panca la capra cabla......e sotto la panca la capra grimpa?
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: mah
            - Scritto da: KaysiX
            - Scritto da: chuckcisco

            gia mi immagino il titolo dell'articolo:



            sopra la panca la capra cabla...

            ...e sotto la panca la capra grimpa?ROTFL, cio' i crampi :-D
Chiudi i commenti