NEC Flask, un accendino per telefonare

Concept originale e alternativo, questo cellulare si alimenta con celle a combustibile

Roma – L’energia alternativa è un tema molto attuale e i produttori di telefonia mobile sembrano intenzionati a dedicare attività di ricerca a questo proposito. Anche NEC sta facendo i compiti a casa e ha presentato il primo risultato dei suoi studi: un telefonino alimentato con celle a combustibile.

Il nuovo dispositivo L’aspetto è quello di un accendino con scocca trasparente, per cui in questo caso la frase “accendo il telefonino” va interpretata. Chip Chick riferisce che il NEC Flask – questo è il suo nome – potrebbe essere lanciato sul mercato nel corso del 2008.

L’alimentazione è a celle di combustibile e il livello del liquido che fa da “carburante”, ben visibile, diminuisce man mano che l’apparecchio consuma energia. Proprio come un accendino.

Il display è touchscreen e, come il tastierino numerico, non nasconde la “riserva di energia” contenuta nel telefonino. Non se ne conoscono le caratteristiche tecniche, né le modalità di ricarica.

NEC – a questo indirizzo – spiega solamente che la tecnologia utilizzata per il suo concept deve essere utile anche ad esprimere “funzionale bellezza”.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti