NEC, l'azienda clonata dai cinesi

L'ultima frontiera della contraffazione cinese: clonare un'azienda straniera, usandone gli stessi marchi, gli stessi prodotti e persino gli stessi impianti di produzione. E' accaduto a NEC, grande multinazionale giapponese

Tokyo – Ci sono voluti quasi due anni di indagini, ma alla fine NEC , tra le più importanti aziende giapponesi nel campo dell’elettronica, è riuscita a scoprire l’origine di una valanga di prodotti contraffatti diffusi in tutto il mondo: sono alcuni stabilimenti industriali della Repubblica Popolare Cinese, utilizzati da un’organizzazione di criminali per “clonare” NEC.

L’azienda “parallela” produceva lettori MP3, stereo, hardware informatico e centinaia di altri prodotti marchiandoli con l’inconfondibile logo NEC, per poi rivenderli in tutto il mondo. Le autorità giapponesi sono riuscite a scoprire almeno 50 impianti di produzione coinvolti in questa singolarissima operazione di “pirateria” su larga scala.

Per Fujio Okada, vicepresidente di NEC, non ci sono dubbi: “Si tratta di un’organizzazione molto complessa che conta su una catena di produzione e vendita completamente parallela alla nostra, pur utilizzando i nostri stessi marchi”. I sospetti di NEC sono iniziati quando, nel 2004, l’azienda giapponese ha iniziato a ricevere reclami da parte di clienti insoddisfatti per la qualità di prodotti, solitamente di buona fattura.

La controparte abusiva di NEC, sfruttando il marchio, era riuscita a creare un piccolo impero industriale, con tanto di laboratori di ricerca . I criminali sono riusciti addirittura ad ottenere pagamenti per l’uso in licenza di tecnologie digitali di proprietà NEC. In definitiva, l’ intera struttura societaria di NEC è stata copiata e contraffatta.

La multinazionale nipponica ha quindi esposto il caso alle autorità cinesi ma non ha voluto rivelare i nomi delle persone coinvolte. Per Steve Vickers, presidente dell’agenzia investigativa International Risk , “il problema più grande è che le fabbriche in Cina producono semplicemente tutto quello che viene richiesto: bisogna identificare chi fa queste richieste e consegnarlo alla giustizia”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Garson Poole scrive:
    ...casa tua è più brutta ancor
    ..e poi è in multiproprietà, abitabile un mese all'anno, gli anni bisestili due :)
  • Anonimo scrive:
    Guardate il governo Prodi cosa innesca
    Ricostruzione ipotetica del pensiero dei bombaroli:"Cuneo.... hmm.... tav... hmmm... sono anarchico... ora finalmente ho qualche amichetto potente che mi salva il culo... tipo i no global in parlamento... sì, su nelle stanze dei bottoni... hmmm sì è proprio tempo di mettere una bomba di fronte ai carabinieri.... hmmm..."E guardate i fatti:http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/06_Giugno/02/bombe.shtml
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardate il governo Prodi cosa innes
      Basta prendersela con questo nuovo governo!Se anche ai miei amici islamici sarà dato un bel permesso di soggiorno e quindi in futuro anche la cittadinanza italiana sarà solo merito di questo governo!W Prodi! W il ministro Ferrero! W la Sanatoria! W la società multirazziale!E ricordiamoci che siamo tutti clandestini a sto mondo!!!
  • Anonimo scrive:
    Questi sono i comunisti
    La loro ipocrisia:Da Ansa.it : Fausto Bertinotti spiega la sua presenza sul palco d'onore della parata militare ai Fori Imperiali al fianco del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, indicando la spilla con i colori della pace che porta su bavero. "Sono qui come rappresentante delle istituzioni. Se fosse per me, vestirei questa parata con i colori della pace". Come si può fare questo? "In tempi di pace, si può fare senza esibire le armi".Non so se avete notato, ma siccome pure i comunisti si sono resi conto che falce e martello fanno schifo ed all'estero, specialmente, vengono riconosciuti IDENTICAMENTE alla svastica, da circa 5-6 anni hanno sta ossessione con la bandiera del GAY PRIDE.Un esempio di "mimetismo simbolico": via falce e martello, ok arcobaleno gay con scritta "pace" (siamo gli unici in tutto il mondo ad usare così la bandiera del gay pride).L'intenzione di bertinotti è semplice no?GUARDIE ROSSE PER TUTTI
  • Anonimo scrive:
    Postano l'Internazionale!
    Cioè scusatemi un attimo cari moderatori.Morale e leggi sono separate e non spesso collimano (ahimè).MA: se qualcuno in un forum scrive l'Internazionale, l'inno di un culto sanguinario che ha fatto 50 milioni di vittime in tutto il mondo (storia), allora perché io non posso cantare Giovinezza? All'armi?Non fraintendetemi, lungi da me essere fascista, sono liberalissimo, ma questo è lo stato dell'Italia: gli eredi di un culto ideologico mortifero, peggiore rispetto a qualsiasi altra ideologia mai partorita dalla mente dell'uomo (grazie alla forza delle masse ignoranti di analfabeti), possono inneggiare quanto vogliono a falce e martello.Un fascista no. Guai. Eppure mi sembra che il fascismo abbia fatto assai meno danni del comunismo.Non è libertà. A maggior ragione, entrambe le cose (con l'aggiunta del nazismo) dovrebbero essere messe al bando perché pericolose e mortifere.Voi ragazzetti che scrivete su PI, sognando il sol dell'avvenire ed altre cazzate scomparse sotto cadaveri e metri di polvere, non avete un'idea di cosa dite: gli ideali che vi piacciono tanto hanno causato molte vittime anche sul suolo italiano.Leggetevi la storia ed andate a vedere i massacri che sono stati compiuti nel nome del vostro culto.Vi rammento due o tre chiavi di ricerca:Fatti d'UngheriaPrimavera di PragaPol PotMao Zedong, balzo in avanti, carestiaJuche, Kim Jong Il, corea del nord------------------------Dopo esservi fatti un po' di studi storici (che non si insegna su IndyMedia e tantomeno nelle sedi di partito), allora vergognatevi ogni volta che pensate bene del comunismo. Sentitevi come dei naziskin e sentite il peso delle vittime fatte nel *vostro* nome, nel nome della *vostra* ideologia.E poi volete la pace... ma per piacere. Per voi la pace passa dalla distruzione di quelli che hanno più di voi: il comunismo è la cristallizzazione della rabbia e dell'invidia di chi ha meno verso chi ha di più.Un po' come i talebani: siete la stessa cosa.Tanto il vostro governicchio da tre soldi, fatto da 200 partiti e con 101 ministri, durerà poco... essì che durerà poco. Ci vediamo al referendum!
    • Anonimo scrive:
      Re: Postano l'Internazionale!
      - Scritto da:
      Guai. Eppure mi sembra che il
      fascismo abbia fatto assai meno danni del
      comunismo.Sei in Italia... e in Italia il fascismo ha fatto parecchi danni mentre i comunisti hanno contribuito a scrivere la costituzione e a mantenere l'Italia un paese democratico.Ciao berlusca
      • Anonimo scrive:
        Re: Postano l'Internazionale!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Guai. Eppure mi sembra che il

        fascismo abbia fatto assai meno danni del

        comunismo.

        Sei in Italia... e in Italia il fascismo ha fatto
        parecchi danni mentre i comunisti hanno
        contribuito a scrivere la costituzione e a
        mantenere l'Italia un paese
        democratico.La costituzione caro disinformato è stata fatta dai comunisti SOLO in parte e la Costituente era formata dal Comitato di Liberazione Nazionale che raggruppava democristiani, repubblicani e via dicendo.Il fascismo t'ha dato la scuola che probabilmente non ti ha insegnato nulla, visto che è tutta in mano ai professori sessantottini incompetenti laureatisi con il "voto politico", visto che i tuoi amici comunisti hanno tenuto il paese nel terrore per 30 anni.Alla faccia dei "danni" non fatti all'italia dal comunismo. Il comunismo ha fatto più danni che altro.

        Ciao berluscaCi vediamo appena il tuo governicchio cade, prodino.
        • Anonimo scrive:
          Re: Postano l'Internazionale!
          CHE STRESS! OGNI PAESE HA LA PROPRIA STORIA E OVVIAMENTE OGNI REGIME HA FATTO E FARA' INGIUSTIZIE. SIA NERO O ROSSO. CMQ IN ITALIA C' E' STATO IL FASCISMO E QUESTA E LA NOSTRA ESPERIENZA, DEI NOSTRI PADRI, MADRI, NONNI. GUARDANDO AL PRESENTE IL PANORAMA POLITICO NON E' DEI MIGLIORI...NON INNEGGEREI TANTO AL REFERENDUM O ALLA BREVE DURATA DEL GOVERNO. NON LO FAREI SE AMASSI VERAMENTE IL MIO PAESE E VOLESSI STABILITA', NON SOLDI SPESI PER NUOVE CAMPAGNE ELETTORALI, SONDAGGI ECC. OCCORRE STABILITA' PER NOI E PER GLI OCCHI CHE CI GUARDANO DA FUORI. ECONOMIA E POLITICA VANNO DI PARI PASSO E SE GLI ALTRI PAESI CI GUARDANO CON SFIDUCIA SIAMO FRITTI. SPERO CHE IL NOSTRO PAESE RIACQUISTI DIGNITA'. NON MI VA CHE ALL' ESTERO MI RIDANO IN FACCIA PER BERLUSCONI! E MI E' SUCCESSO PIU' VOLTE. QUANDO UNA SITUAZIONE NON VA PIU' SI CAMBIA. E ANCHE SE I VOTI DI SCARTO SONO POCHI...BE' LA LEGGE E' STATA FATTA DA CALDEROLI E LUI STESSO L' HA DEFINITA UNA PORCATA. FA PARTE DI QUELLI CHE HANNO SPUTATO SULLA BANDIERA E SULL' UNITA' D' ITALIA.COSA C' ERA DA ASPETTARSI?!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Postano l'Internazionale!
            Ma fatti meno canne piuttosto !Avete scassato per 5 anni ogni santo giorno in piazza a distruggere le città con le truppe noglobal di criminali drogati per impedire a Berlusconi di governare e fare accordi con AN e UDC per far cadere il governo, ed ora parlate di stabilità ? Il Referendum Costituzionale di fine Giugno è essenziale per liberarci di tanta burocrazia. Ridurre il numero dei parlamentari è necessario.- Scritto da:
            CHE STRESS! OGNI PAESE HA LA PROPRIA STORIA E
            OVVIAMENTE OGNI REGIME HA FATTO E FARA'
            INGIUSTIZIE. SIA NERO O ROSSO. CMQ IN ITALIA C'
            E' STATO IL FASCISMO E QUESTA E LA NOSTRA
            ESPERIENZA, DEI NOSTRI PADRI, MADRI, NONNI.
            GUARDANDO AL PRESENTE IL PANORAMA POLITICO NON E'
            DEI MIGLIORI...NON INNEGGEREI TANTO AL REFERENDUM
            O ALLA BREVE DURATA DEL GOVERNO. NON LO FAREI SE
            AMASSI VERAMENTE IL MIO PAESE E VOLESSI
            STABILITA', NON SOLDI SPESI PER NUOVE CAMPAGNE
            ELETTORALI, SONDAGGI ECC. OCCORRE STABILITA' PER
            NOI E PER GLI OCCHI CHE CI GUARDANO DA FUORI.
            ECONOMIA E POLITICA VANNO DI PARI PASSO E SE GLI
            ALTRI PAESI CI GUARDANO CON SFIDUCIA SIAMO
            FRITTI. SPERO CHE IL NOSTRO PAESE RIACQUISTI
            DIGNITA'. NON MI VA CHE ALL' ESTERO MI RIDANO IN
            FACCIA PER BERLUSCONI! E MI E' SUCCESSO PIU'
            VOLTE. QUANDO UNA SITUAZIONE NON VA PIU' SI
            CAMBIA. E ANCHE SE I VOTI DI SCARTO SONO
            POCHI...BE' LA LEGGE E' STATA FATTA DA CALDEROLI
            E LUI STESSO L' HA DEFINITA UNA PORCATA. FA PARTE
            DI QUELLI CHE HANNO SPUTATO SULLA BANDIERA E
            SULL' UNITA' D' ITALIA.COSA C' ERA DA
            ASPETTARSI?!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Postano l'Internazionale!
            NON MI FACCIO CANNE. MAI FATTE. CON VOI E' INUTILE PARLARE FASCISTI DI MMMMMMMMMERDA.CHE TIRATE COCA.
          • Anonimo scrive:
            Re: Postano l'Internazionale!
            - Scritto da:
            NON MI FACCIO CANNE. MAI FATTE. CON VOI E'
            INUTILE PARLARE FASCISTI DI MMMMMMMMMERDA.CHE
            TIRATE
            COCA.Eh, sì, voi di sinistra parlate, sieti così tolleranti, non insultate mai. Ehhh
        • Anonimo scrive:
          Re: Postano l'Internazionale!
          - Scritto da:

          Sei in Italia... e in Italia il fascismo ha
          fatto

          parecchi danni mentre i comunisti hanno

          contribuito a scrivere la costituzione e a

          mantenere l'Italia un paese

          democratico.

          La costituzione caro disinformato è stata fatta
          dai comunisti SOLO in parte e la Costituente era
          formata dal Comitato di Liberazione Nazionale che
          raggruppava democristiani, repubblicani e via
          dicendo.

          Il fascismo t'ha dato la scuola che probabilmente
          non ti ha insegnato nulla, visto che è tutta in
          mano ai professori sessantottini incompetenti
          laureatisi con il "voto politico", visto che i
          tuoi amici comunisti hanno tenuto il paese nel
          terrore per 30
          anni.A proposito di scuola... l'hai finita vero? (quella dell'obbligo intendo). C'è scritto "i comunisti hanno contribuito a scrivere la costituzione" e tu rispondi che "la costituzione è stata fatta dai comunisti SOLO in parte". Bell'argomentazione... hai appena confermato quello cui hai risposto. Quindi o non hai letto o non sai leggere... oppure non conosci il significato di certe parole.I comunisti hanno tenuto nel terrore il paese per 30 anni? Guarda che la strategia della tensione la facevano gli altri, inoltre dimentichi che l'Italia seppure facente parte della NATO ha sempre avuto nell'URSS un ottimorapporto diplomatico... e al governo c'erano i fantocci degli USA (democristiani).
          Alla faccia dei "danni" non fatti all'italia dal
          comunismo. Il comunismo ha fatto più danni che
          altro.Ottimo! Mi hai convinto.
          Ci vediamo appena il tuo governicchio cade,
          prodino.Ah... ecco... accanito lettore de "il Giornale"... avrei dovuto capirlo subito... comunque mi dispiace.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Postano l'Internazionale!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Guai. Eppure mi sembra che il

        fascismo abbia fatto assai meno danni del

        comunismo.

        Sei in Italia... e in Italia il fascismo ha fatto
        parecchi danni mentre i comunisti hanno
        contribuito a scrivere la costituzione e a
        mantenere l'Italia un paese
        democratico.

        Ciao berluscaI comunisti hanno ucciso barbaramente donne e bambini durante la seconda guerra mondiale, hanno commesso stupri di massa "contro il nemico fascista". Il brutto è che non se ne parla, esistono pochissimi testi storici che evidenziano questi fatti. Per questo poi vi è gente fanatica del comunismo come te. D'altronde immagino che per te in Iraq ed Afghanistan sia "la resistenza" del "popolo oppresso" contro i cattivi USA, eh ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Postano l'Internazionale!
          - Scritto da:
          I comunisti hanno ucciso barbaramente donne e
          bambini durante la seconda guerra mondiale, hannoOttimo! Mi hai convinto.
          del comunismo come te. D'altronde immagino che
          per te in Iraq ed Afghanistan sia "la resistenza"
          del "popolo oppresso" contro i cattivi USA, eh ?
          Per carità... ci sono i misericordiosi soldati USA che sono partiti per andare a liberare popoli lontani in nome della democrazia e della pace.Ma fammi il piacere...
    • Anonimo scrive:
      Re: Postano l'Internazionale!
      - Scritto da:
      Cioè scusatemi un attimo cari moderatori.

      Morale e leggi sono separate e non spesso
      collimano
      (ahimè).

      MA: se qualcuno in un forum scrive
      l'Internazionale, l'inno di un culto sanguinario
      che ha fatto 50 milioni di vittime in tutto il
      mondo (storia), allora perché io non posso
      cantare Giovinezza?
      All'armi?

      Non fraintendetemi, lungi da me essere fascista,
      sono liberalissimo, ma questo è lo stato
      dell'Italia: gli eredi di un culto ideologico
      mortifero, peggiore rispetto a qualsiasi altra
      ideologia mai partorita dalla mente dell'uomo
      (grazie alla forza delle masse ignoranti di
      analfabeti), possono inneggiare quanto vogliono a
      falce e
      martello.

      Un fascista no. Guai. Eppure mi sembra che il
      fascismo abbia fatto assai meno danni del
      comunismo.

      Non è libertà.

      A maggior ragione, entrambe le cose (con
      l'aggiunta del nazismo) dovrebbero essere messe
      al bando perché pericolose e
      mortifere.

      Voi ragazzetti che scrivete su PI, sognando il
      sol dell'avvenire ed altre cazzate scomparse
      sotto cadaveri e metri di polvere, non avete
      un'idea di cosa dite: gli ideali che vi piacciono
      tanto hanno causato molte vittime anche sul suolo
      italiano.

      Leggetevi la storia ed andate a vedere i massacri
      che sono stati compiuti nel nome del vostro
      culto.

      Vi rammento due o tre chiavi di ricerca:

      Fatti d'Ungheria

      Primavera di Praga

      Pol Pot

      Mao Zedong, balzo in avanti, carestia

      Juche, Kim Jong Il, corea del nordMettici pure Mario Bianchi è un signore che abita nel mio palazzo (vecchio iscritto del PCI) che ha tamponato la mia auto davanti al portone ed è andato via di nascosto'sti comunisti. Adesso danneggiano anche le automobili.PSL'altra sera un giovani iscritto a rifondazione mi ha mandato a quel paese... possiamo aggiungere anche questo comunista irrispettoso alla lista?PPSAll'elenco aggiungerei anche quel comunista di Peppino Impastato che, pensa un po', pensava di combattere la mafia... questi comunisti... pure contro le istituzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Luoghi comuni

    Infine voglio ricordarti che il Partito Comunista
    in Italia ha governato per decenni, in due
    regioni, Emilia Romagna e Toscana, che sono le
    più evolute socialmente e
    culturamente.
    La regione più anticomunista è la Sicilia. Che
    raffrontata alle due sopra è terzo
    mondo.Offensivo e sborone.Ho vissuto 6 anni a bologna vivo da sette a Catania.Tu non hai idea di quello che dici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Luoghi comuni
      - Scritto da:

      Offensivo e sborone.
      Ho vissuto 6 anni a bologna vivo da sette a
      Catania.

      Tu non hai idea di quello che dici.Reddito medio pro capite di un bolognese? Reddito medio pro capite di un catanese? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Luoghi comuni
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        Offensivo e sborone.

        Ho vissuto 6 anni a bologna vivo da sette a

        Catania.



        Tu non hai idea di quello che dici.

        Reddito medio pro capite di un bolognese? Reddito
        medio pro capite di un catanese?
        :DCosto di un parrucchiere a Catania? 9 euro, Bologna 22Se porti a casa 4000 euro al mese sei un grande.
  • Anonimo scrive:
    [OT] L'Internazionale
    Compagni avanti, il gran Partito,noi siamo dei lavorator'.Rosso un fiore in petto c'è fiorito,una fede c'è nata in cuor'.Noi non siamo più nell'officina,entro terra, nei campi, in mar',la plebe sempre all'opra chinasenza ideale in cui sperar'. Su, lottiam'! L'ideale, nostro al fine sarà, l'Internazionale, futura umanità.Un gran stendardo al sol fiammantedinanzi a noi glorioso va.Noi vogliam per esso giù infrantele catene alla libertà.Che giustizia venga, noi vogliamo:non più servi, non più signor':Fratelli tutti esser vogliamonella famiglia del lavor'. Su, lottiam'! L'ideale, nostro al fine sarà, l'Internazionale, futura umanità.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] L'Internazionale
      - Scritto da:
      Compagni avanti, il gran Partito,
      noi siamo dei lavorator'.In Italia con tutti gli scioperi che fate, mi sembrate tutto fuorché lavoratori....
      Rosso un fiore in petto c'è fiorito,
      una fede c'è nata in cuor'.Sì, appunto: fede, tientela per te, non l'andare ad imporre agli altri. Altrimenti sei un talebano.
      Noi non siamo più nell'officina,
      entro terra, nei campi, in mar',
      la plebe sempre all'opra china
      senza ideale in cui sperar'.Proprio: il popolino che si rivolta perché ha fame. Studiate e diventate imprenditori invece d'andare dietro cazzate ideologiche.

      Su, lottiam'! L'ideale,
      nostro al fine sarà,
      l'Internazionale,
      futura umanità.
      Il muro di Berlino è caduto nel 1989 erhm.
      Un gran stendardo al sol fiammante
      dinanzi a noi glorioso va.
      Noi vogliam per esso giù infrante
      le catene alla libertà.Vivi in un paese democratico con elezioni libere. Il comunismo impone un regime non democraticamente eletto. Mai sentito parlare di *dittatura* del proletariato? Quale è la libertà allorA?
      Che giustizia venga, noi vogliamo:
      non più servi, non più signor':
      Fratelli tutti esser vogliamo
      nella famiglia del lavor'.Si certo peace and love, tutti uguali però qualcuno è più uguale di altri.

      Su, lottiam'! L'ideale,
      nostro al fine sarà,
      l'Internazionale,
      futura umanità.Get a life.
  • Anonimo scrive:
    Re: Luoghi comuni

    La sicilia e' terzo mondo?!?????Non sono quello di prima. Però che la Sicilia sia terzo mondo è un dato oggettivo.Non facciamo gli ipocriti, è terzo mondo pieno. Sono messi davvero male.Vuoi mettere Lombardia con Sicilia? Ma dai...
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    consigli per gli *****....cercare su motore di ricerca:1-marx opere2-lenin opere(per fermarmi al "fondatore" e al suo più illustre "interprete")3-cercare attentamente le parole "pace" ed "uguaglianza" o similia4-trarre le prorpie conclusioni senza pregiudizi alcunisaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      - Scritto da:
      per questo abbiamo il governo prodi.Eri andato benissimo fino a questa riga, peccato... Vedo che la sconfitta elettorale ancora vi brucia molto! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    Ragazzi ma siamo nel 2006!Lo dico a tutti i Compagni, come fa una persona di sinistra a sostenere una cricca dittatoriale come quella di Fidel?!?! Non è il compito della sinistra lottare per la democrazia e per allargare diritti e possiblità a tutti?La storia ci ha insegnato ("propaganda dei capitalisti" a parte, mi sembra di tornare agli anni 70 madonna!!!) che la democrazia liberale occidentale e soprattutto il Capitalismo ha emancipato l'individuo, ha portato il benessere delle masse a livelli che neanche si potevano immaginare!!! Cercare di interpretare il mondo secondo l'ortodossia rivoluzionaria vecchia polverosa di almeno un secolo non è solo miopia è ridicolo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Comunismo unica salvezza.
    Che elaborata trollata! Mi è piaciuta :D
  • Anonimo scrive:
    Falce e martello = morte
    Via i comunisti dall'italia
    • Anonimo scrive:
      Re: Falce e martello = morte
      - Scritto da:
      Via i comunisti dall'italiaToglimi una curiosità, ma non hai proprio un caxxo da fare tutto il giorno, visto che perdi un sacco di tempo a infarcire il forum di PI con post tediosamente ripetitivi?Ma sei proprio un comunista scansafatiche! Va a lavurà, che è meglio! :|
  • Anonimo scrive:
    Comunismo è crudeltà
    Bambini morti di fame, persone nei campi di concentramento per motivi politici, reati d'opinione e pena di morte.E soprattutto niente elezioni libere e niente informazione libera.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo è crudeltà
      - Scritto da:
      Bambini morti di fame, persone nei campi di
      concentramento per motivi politici, reati
      d'opinione e pena di morte.

      E soprattutto niente elezioni libere e niente
      informazione libera.Berlusca!!! Le elezioni le hai perse... ti vuoi mettere l'anima in pace?
      • alfridus scrive:
        Re: Comunismo è crudeltà
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Bambini morti di fame, persone nei campi di

        concentramento per motivi politici, reati

        d'opinione e pena di morte.



        E soprattutto niente elezioni libere e niente

        informazione libera.

        Berlusca!!! Le elezioni le hai perse... ti vuoi
        mettere l'anima in
        pace? Per favore!Non insultate la vostra stessa intelligenza, di cui vi faccio credito!Non parlate solo per fare vento!
        • Garson Poole scrive:
          Re: Comunismo è crudeltà
          - Scritto da: alfridus

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Bambini morti di fame, persone nei campi di


          concentramento per motivi politici, reati


          d'opinione e pena di morte.





          E soprattutto niente elezioni libere e niente


          informazione libera.



          Berlusca!!! Le elezioni le hai perse... ti vuoi

          mettere l'anima in

          pace?
          Per favore!

          Non insultate la vostra stessa intelligenza, di
          cui vi faccio
          credito!

          Non parlate solo per fare vento!E Chikatilo ? :D
          • alfridus scrive:
            Re: Comunismo è crudeltà
            - Scritto da: Garson Poole

            E Chikatilo ?
            :DSono andato a vederne le biografie commentate...Mi spieghi - anche in privato, se credi - qual'e' il nesso che vedi con l'argomento in discorso?doct.alfridus
          • Garson Poole scrive:
            Re: Comunismo è crudeltà
            - Scritto da: alfridus

            - Scritto da: Garson Poole




            E Chikatilo ?

            :D

            Sono andato a vederne le biografie commentate...
            Mi spieghi - anche in privato, se credi - qual'e'
            il nesso che vedi con l'argomento in
            discorso?

            doct.alfridusIronia. Do you know? :D
          • alfridus scrive:
            Re: Comunismo è crudeltà
            - Scritto da: Garson Poole

            - Scritto da: alfridus



            - Scritto da: Garson Poole







            E Chikatilo ?


            :D



            Sono andato a vederne le biografie commentate...

            Mi spieghi - anche in privato, se credi -
            qual'e'

            il nesso che vedi con l'argomento in

            discorso?



            doct.alfridus

            Ironia. Do you know?
            :DI know...Soltanto, non mi sembrava il caso... [:-(doct.alfridus
          • Anonimo scrive:
            Re: Comunismo è crudeltà
            E poi si mangiano i bambini...i mussulmani son tutti terroristi con bin...i fascisti sono tutti hitler(e anche i tedeski)...i democristiani son tutti mafiosi (e anche i siculi) "come tanti"...le donne sono tutte belle come marilynE vai... il festival delle cazzate.Se io ammazzo uno gridandogli che lo amo mi fareste santo?E se un dittatore dice che è comunista?E se berlusconi dice che ci ama?Ma veramente credete a tutto quello che vi dicono?
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo è crudeltà
      - Scritto da:
      Bambini morti di fame, persone nei campi di
      concentramento per motivi politici, reati
      d'opinione e pena di
      morte.

      E soprattutto niente elezioni libere e niente
      informazione
      libera.E non dimenticare Chikatilo :D
  • Anonimo scrive:
    Comunismo è dittatura
    E morte. Vedrete in italia cosa succederà se non diamo una spallata ai DS ed al prestanome del mortadella
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo è dittatura
      - Scritto da:
      E morte. Vedrete in italia cosa succederà se non
      diamo una spallata ai DS ed al prestanome del
      mortadellaI DS non erano comunisti neppure quando si chiamavano PCI... si erano già piegati a 90° alla borghesia e ai democristiani.
      • Anonimo scrive:
        Re: Comunismo è dittatura
        E venne berlusconi e spartì le acque (i soldi no però) e salvò l'italia.Nessun italiano ebbe più occasione di lamentarsi(nè la forza -dato che non avevano più soldi per mangiare-, nè la possibilità -visto che le comunicazioni le governava lui-, veramente. Ma questo è un particolare).Poi prese il pane, lo divise e disse: scordatevi il companatico.Versò il vino e disse: bevete e non pensateci.Poi disse, l'altra volta il salvatore è stato tradito con un bacio, ora, io, avendo imparato dal passato, v'inculo col sorriso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo è dittatura
      - Scritto da:
      E morte. Vedrete in italia cosa succederà se non
      diamo una spallata ai DS ed al prestanome del
      mortadellaMi hai incuriosito, o sommo oracolo... cosa succederà?
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo è dittatura
      - Scritto da:
      E morte. Vedrete in italia cosa succederà se non
      diamo una spallata ai DS ed al prestanome del
      mortadellaEh. sì. E vero . I comunisti sono mostri.Guardate Chikatilo :D
  • Anonimo scrive:
    Comunisti come i nazisti
    Ci vuole la legge per equipararli. Falce e martello simboli di morte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunisti come i nazisti
      - Scritto da:
      Ci vuole la legge per equipararli. Falce e
      martello simboli di
      morte.Simboli di morte per i potentiSimboli di libertà per i più deboliSempre...
      • Anonimo scrive:
        Re: Comunisti come i nazisti

        Simboli di morte per i potenti
        Simboli di libertà per i più deboli

        Sempre...Beh non sempre sempre dai. Certo che però ogni volta che sono morti i potenti (parlo di Stalin, Polpot, Ho Chi Min e compagnia) in effetti i deboli sono stati abbastanza meglio.. bisogna riconoscerlo.Cmq ancora un paio d'anni e anche i cubani + deboli potranno avere un po' di libertà, poveracci... speriamo che tengano duro.
        • Garson Poole scrive:
          Re: Comunisti come i nazisti
          - Scritto da:


          Simboli di morte per i potenti

          Simboli di libertà per i più deboli



          Sempre...

          Beh non sempre sempre dai.
          Certo che però ogni volta che sono morti i
          potenti (parlo di Stalin, Polpot, Ho Chi Min e
          compagnia) in effetti i deboli sono stati
          abbastanza meglio.. bisogna
          riconoscerlo.
          Cmq ancora un paio d'anni e anche i cubani +
          deboli potranno avere un po' di libertà,
          poveracci... speriamo che tengano
          duro.Holyday in Cambodia!So you been to school for a year or twoAnd you know you've seen it allIn daddy's car thinkin' you'll go farBack east your type don't crawlPlay ethnicky jazz to parade your snazzOn your five grand stereoBraggin that you know how the niggers feel coldAnd the slums got so much soulIt's time to taste what you most fearRight Guard will not help you hereBrace yourself, my dearIt's a holiday in CambodiaIt's tough kid, but it's lifeIt's a holiday in CambodiaDon't forget to pack a wifeYour a star-belly sneech you suck like a leechYou want everyone to act like youKiss ass while you bitch so you can get richBut your boss gets richer on youWell you'll work harder with a gun in your backFor a bowl of rice a daySlave for soldiers til you starveThen your head skewered on a stakeNow you can go where people are oneNow you can go where they get things doneWhat you need my son:Is a holiday in CambodiaWhere people dress in blackA holiday in CambodiaWhere you'll kiss ass or crackPol Pot, Pol Pot, Pol Pot, Pol Pot [etc.]And it's a holiday in CambodiaWhere you'll do what you're toldA holiday in CambodiaWhere the slums got so much soulI Fought the Law (and I Won)Drinkin' beer in the hot sunI fought the law and I wonI needed sex and I got mineI fought the law and I wonThe law don't mean shit if you've got the right friendsThat's how the country's runTwinkies are the best friend I've ever hadI fought the lawAnd I wonI blew George & Harvey's brains out with my six-gunI fought the law and I wonGonna write my book and make a millionI fought the law and I wonI'm the new folk hero of the Ku Klux KlanMy cop friends think that's fineYou can get away with murder if you've got a badgeI fought the lawAnd I wonI am the lawSo I won Pol Pot! :D
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunisti come i nazisti
      - Scritto da:
      Ci vuole la legge per equipararli. Falce e
      martello simboli di
      morte.GChikatilo e Peter Kurten pari sono :D
  • Anonimo scrive:
    Comunismo è morte
    Comunismo è distruzione
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Comunismo è morte
      - Scritto da:
      Comunismo è distruzionespero non succeda una cosa del genere quì da noi in Italia....ma se dovesse succedere sarei il primo a " copiare " l'esempio del cubano.Ovvio che siamo ben lungi da tutto ciò ma spero vivamente che Fidel possa crepare quanto prima.www.bloggers.it/ThePowerOfLinuxCordiali saluti
      • Garson Poole scrive:
        Re: Comunismo è morte
        - Scritto da: SardinianBoy

        - Scritto da:

        Comunismo è distruzione

        spero non succeda una cosa del genere quì da noi
        in Italia....ma se dovesse succedere sarei il
        primo a " copiare " l'esempio del cubano.Ovvio
        che siamo ben lungi da tutto ciò ma spero
        vivamente che Fidel possa crepare quanto
        prima.
        www.bloggers.it/ThePowerOfLinux

        Cordiali salutiMa noi abbiamo l'esempio del toscano(Pacciani!) :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Comunismo è morte
          Ma tu sai cos'è il comunismo?L'ideale intendo.Credo di no, altrimenti non chiameresti comunisti dei dittatori.I più grandi pensatori di un paese, riuniti in una stanza, per decidere il governo di un paese nel quale avrebbero dovuto rinascere non sapendo il sesso, lo stato sociale, ecc ecc.Questo è l'ideale del comunismo. Niente a che vedere con ciò che tu (e moltiiiiiii altri chiamate comunismo)Tu forse hai avuto fortuna nel nascere...ma veramente credi che sia lo stesso per tutti?é così perfetta questa italia "democratica" che tanto decanti?Avete mai provato a leggere un libro?Bhe, ve lo consiglio. Piano piano vi si svilupperà una cosa chiamata pensiero che vi eleverà dai luoghi comuni.
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo è morte
      - Scritto da:
      Comunismo è distruzioneBehind the fields of Rape! :D
  • Anonimo scrive:
    A Cuba solo riso e piselli
    Questo è il comunismo. Se vuoi una bistecca alla fiorentina ti mettono dentro perché sei reazionario.Cuba fa schifo. Prova a viverci, o comunista che leggi questo messaggio.Ah già scusa dimenticavo: o ci vai con un visto diplomatico, magari firmato da un ministro di un governo comunista (come quello italiano), oppure devi subirti il "doppio listino prezzi" per residenti e stranieri.Questo è quanto vogliono bene all'umanità: un piatto di fagioli per loro costa 1, per te straniero costa 200.Questo è il comunismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cuba solo riso e piselli
      - Scritto da:

      Questo è quanto vogliono bene all'umanità: un
      piatto di fagioli per loro costa 1, per te
      straniero costa
      200.

      Questo è il comunismo.Chiamali stupidi! Sei stupido tu che vai in ferie a Cuba...
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cuba solo riso e piselli
      - Scritto da: [...]
      Questo è quanto vogliono bene all'umanità: un
      piatto di fagioli per loro costa 1, per te
      straniero costa
      200.

      Questo è il comunismo.No, questa è Roma nei mesi estivi.
    • Garson Poole scrive:
      Re: A Cuba solo riso e piselli
      - Scritto da:
      Questo è il comunismo. Se vuoi una bistecca alla
      fiorentina ti mettono dentro perché sei
      reazionario.

      Cuba fa schifo. Prova a viverci, o comunista che
      leggi questo
      messaggio.

      Ah già scusa dimenticavo: o ci vai con un visto
      diplomatico, magari firmato da un ministro di un
      governo comunista (come quello italiano), oppure
      devi subirti il "doppio listino prezzi" per
      residenti e
      stranieri.

      Questo è quanto vogliono bene all'umanità: un
      piatto di fagioli per loro costa 1, per te
      straniero costa
      200.

      Questo è il comunismo.Fa bene alla salute. Obeso!Smetti di mangiare patatine fritte e panini da Mac Donald o l'Alieno viene e te magna :D
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cuba solo riso e piselli
      - Scritto da:
      Questo è il comunismo. Se vuoi una bistecca alla
      fiorentina ti mettono dentro perché sei
      reazionario.

      Cuba fa schifo. Prova a viverci, o comunista che
      leggi questo
      messaggio.

      Ah già scusa dimenticavo: o ci vai con un visto
      diplomatico, magari firmato da un ministro di un
      governo comunista (come quello italiano), oppure
      devi subirti il "doppio listino prezzi" per
      residenti e
      stranieri.

      Questo è quanto vogliono bene all'umanità: un
      piatto di fagioli per loro costa 1, per te
      straniero costa
      200.

      Questo è il comunismo.No! Il comunismo è una società in cui si è tutti uguali (si parla di diritti).è una società in cui è il popolo il vero reè una società in cui la vita sociale non prevede che un altro possa metterti i piedi in testa perchè ha più soldiè probabilmente, è una società in cui troveresti risposta ad ogni tua lamentela quotidiana.Niente a che vedere con ciò che c'era in russia, o c'è a cuba e in cina.La democrazia, la casa delle libertà ecc, prevedono nel suo ideale forse la mafia, le truffe, ecc?Però ci sono. Questo non vuol dire che posso chiamare democratica vanna marchi.Lo stesso vale per i dittatori. Non rientrano nell'ideale comunista, ma preferiscono farsi chiamare così, per ovvi motivi.Un paese con un dittatore, e una classe dirigente che opprime la popolazione non ha niente a che vedere con una nazione in cui abbiano tutti gli stessi diritti.E questo lo vedrebbe anche un bambino.Allora: perchè vi ostinate a non vedere?Io non ho votato, visto che non trovo giusto continuare a far credere a sti quattro pagliacci di essere importanti (su una sola cosa erano d'accordo: la felicità per l'alta affluenza alle urne), visto che ritengo facciano solo i loro interessi (comunque sia, chiunque, l'italia la vogliono salvare coi nostri soldi. Prendendosi il merito, incolpandosi per l'insuccesso, non collaborando per il bene comune neanche sull'ovvio), e visto che non credo ad un sistema che prevede che i miei operai (i politici, intendo), si comportino come se fossero i miei padroni (non rispondono alle accuse, anche le più ovvie e banali, reagendo con prepotenza. Se la tirano stile antica nobiltà. Si approfittano di tutto, anche nella quotidianità: non pagando nei ristoranti, e pretendendo l'elemosina se devono fare dei lavori nelle loro case -e credetemi sulla parola, visto che ho avuto modo di appurarlo-, e infrangendo tutte le leggi che loro fanno: non hanno un solo dipendente in regola -a cominciare da chi gli scrive i discorsi-).Ma voi continuate così, mi raccomando: andate tutti a votare, visto che trovate qualcuno in cui credere e che vi piace, e visto che trovate che tutto funzioni a meraviglia in questo passamano di poteri.Io penso che se alle prossime elezioni dimostrassimo che vogliamo essere un popolo che merita rispetto, non presentandoci alle urne, bhe...forse capirebbero che devono lavorare per noi, e non CON* noi lavorare CON*= inteso come attrezzatura e materiali
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    Lembargo a Cuba raggiunge anche internetAngelo Rodríguez Álvarez20 Maggio 2006 Lassedio economico, finanziario e commerciale orchestrato dal governo nordamericano contro Cuba in più di 40 anni, non è solo il più lungo della storia, ma anche il più intenso.Le dettagliate ed argomentate relazioni presentate ogni anno dall'Isola all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, dimostrano che non esiste praticamente un solo aspetto della vita della società cubana che scappi a quella perversa ossessione dall'Impero.La connessione alla rete Internet non fa eccezione. Dal mese dottobre del 1996, quando la più grande isola delle Antille è stata ufficialmente integrata alla rete informatica internazionale di computer, Washington ha cominciato a creare vari ostacoli.Il più efficiente di questi fa leva sui mezzi tecnici (quelli che dovrebbero garantire il libero flusso di dati) perché la legislazione statunitense sul blocco non permette a Cuba laccesso al cavo di fibra ottica che loro amministrano, e attraverso il quale viaggia la quasi totalità di Internet.Questo cavo circonda l'arcipelago antillano ma... non può toccare le sue coste e come logica conseguenza l'accesso alla rete è stato seriamente compromesso, lasciando come unica opzione quella satellitare, molto più lenta, di minore qualità e capacità, ed ovviamente molto più cara.La Casa Bianca, con grande doppiezza, mentre nasconde una sua evidente aggressione alla libertà individuale, include nella campagna calunniosa contro la Rivoluzione a proposito dellargomento Internet, i regolamenti vigenti nell'isola per l'accesso alla rete di ogni cittadino che lo solleciti, regolamenti determinati dalla limitata capacità tecnica sopra indicata. La campagna diffamatoria prosegue omettendo - non dicono nemmeno una parola - sul modello di sviluppo scelto dal paese, che consiste nel dare priorità all'informatizzazione dei servizi sociali, specialmente nei settori dell'educazione e della sanità, in modo da garantire che i benefici di Internet possano arrivare per questa via a più ampi settori popolari.Tale concezione, adeguatasi alla situazione già spiegata ed alla condizione di nazione in via di sviluppo, ha permesso la graduale espansione di Internet a tal punto che attualmente ne beneficiano 790 mila professionisti, medici, professori e studenti di tutti i livelli e categorie.I progressi già realizzati, a dispetto delle limitazioni economiche, sono tali che sono già visibili in vari prodotti giornalistici, ma basti segnalare che per garantire il livello raggiunto e il suo futuro sviluppo, a Cuba è stata creata l'Università delle Scienze Informatiche, centro studi dotato della più moderna tecnologia, con otto mila studenti selezionati tra i migliori di tutto il territorio nazionale.Funzionano anche decine di Istituti Tecnologici in tutte le province, che contano su ben 40 mila studenti, capitale umano in formazione su cui si affideranno gli obiettivi già descritti.Così come è successo con l'economia cubana in generale, che dopo più di 45 anni di blocco si è ripresa e nel 2005 ha registrato un tasso di crescita del 11,8 %, il programma di informatizzazione diventerà irrefrenabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      Le tue sono cazzate.Fonti prego?
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
        o non sarà mica un articolo, di tal Angelo Rodrigues alvarez, come esplicitamente riferito, pirla ?Il problema non è se son cazzate o meno. E' ovvio che non lo sono.il punto, semmai, è che se da una parte l'ebargo impedisce a cuba di avere un accesso decente alla rete, e quindi obbliga a razionare l'accesso stesso, dall'altra è implicito che questa razionalizzazione delle risorse diventa il mezzo migliore per controllare l'accesso.Cuba non è un paradiso, ma non è nemmeno il diavolo.
        • Garson Poole scrive:
          Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
          - Scritto da:
          o non sarà mica un articolo, di tal Angelo
          Rodrigues alvarez, come esplicitamente riferito,
          pirla
          ?
          Il problema non è se son cazzate o meno. E' ovvio
          che non lo
          sono.
          il punto, semmai, è che se da una parte l'ebargo
          impedisce a cuba di avere un accesso decente alla
          rete, e quindi obbliga a razionare l'accesso
          stesso, dall'altra è implicito che questa
          razionalizzazione delle risorse diventa il mezzo
          migliore per controllare
          l'accesso.

          Cuba non è un paradiso, ma non è nemmeno il
          diavolo.Il diavolo è rosso, ricordalo :D
      • Garson Poole scrive:
        Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
        - Scritto da:
        Le tue sono cazzate.

        Fonti prego?Seduta spiritica com medium Berlusconi: evocato Pacciani! :D
    • Garson Poole scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      - Scritto da:
      Lembargo a Cuba raggiunge anche internet

      Angelo Rodríguez Álvarez

      20 Maggio 2006



      Lassedio economico, finanziario e commerciale
      orchestrato dal governo nordamericano contro Cuba
      in più di 40 anni, non è solo il più lungo della
      storia, ma anche il più
      intenso.
      Le dettagliate ed argomentate relazioni
      presentate ogni anno dall'Isola all'Assemblea
      Generale delle Nazioni Unite, dimostrano che non
      esiste praticamente un solo aspetto della vita
      della società cubana che scappi a quella perversa
      ossessione
      dall'Impero.
      La connessione alla rete Internet non fa
      eccezione. Dal mese dottobre del 1996, quando la
      più grande isola delle Antille è stata
      ufficialmente integrata alla rete informatica
      internazionale di computer, Washington ha
      cominciato a creare vari
      ostacoli.
      Il più efficiente di questi fa leva sui mezzi
      tecnici (quelli che dovrebbero garantire il
      libero flusso di dati) perché la legislazione
      statunitense sul blocco non permette a Cuba
      laccesso al cavo di fibra ottica che loro
      amministrano, e attraverso il quale viaggia la
      quasi totalità di
      Internet.
      Questo cavo circonda l'arcipelago antillano ma...
      non può toccare le sue coste e come logica
      conseguenza l'accesso alla rete è stato
      seriamente compromesso, lasciando come unica
      opzione quella satellitare, molto più lenta, di
      minore qualità e capacità, ed ovviamente molto
      più
      cara.

      La Casa Bianca, con grande doppiezza, mentre
      nasconde una sua evidente aggressione alla
      libertà individuale, include nella campagna
      calunniosa contro la Rivoluzione a proposito
      dellargomento Internet, i regolamenti vigenti
      nell'isola per l'accesso alla rete di ogni
      cittadino che lo solleciti, regolamenti
      determinati dalla limitata capacità tecnica sopra
      indicata. La campagna diffamatoria prosegue
      omettendo - non dicono nemmeno una parola - sul
      modello di sviluppo scelto dal paese, che
      consiste nel dare priorità all'informatizzazione
      dei servizi sociali, specialmente nei settori
      dell'educazione e della sanità, in modo da
      garantire che i benefici di Internet possano
      arrivare per questa via a più ampi settori
      popolari.
      Tale concezione, adeguatasi alla situazione già
      spiegata ed alla condizione di nazione in via di
      sviluppo, ha permesso la graduale espansione di
      Internet a tal punto che attualmente ne
      beneficiano 790 mila professionisti, medici,
      professori e studenti di tutti i livelli e
      categorie.
      I progressi già realizzati, a dispetto delle
      limitazioni economiche, sono tali che sono già
      visibili in vari prodotti giornalistici, ma basti
      segnalare che per garantire il livello raggiunto
      e il suo futuro sviluppo, a Cuba è stata creata
      l'Università delle Scienze Informatiche, centro
      studi dotato della più moderna tecnologia, con
      otto mila studenti selezionati tra i migliori di
      tutto il territorio
      nazionale.
      Funzionano anche decine di Istituti Tecnologici
      in tutte le province, che contano su ben 40 mila
      studenti, capitale umano in formazione su cui si
      affideranno gli obiettivi già
      descritti.
      Così come è successo con l'economia cubana in
      generale, che dopo più di 45 anni di blocco si è
      ripresa e nel 2005 ha registrato un tasso di
      crescita del 11,8 %, il programma di
      informatizzazione diventerà
      irrefrenabile.
      Fischia il ventoinfuria la buferascarpe rotte eppur bisogna andar...
  • Anonimo scrive:
    Comunismo cancro del mondo
    Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti religiosi islamisti?Loro ne parlano come di "oppressi", ma in realtà lo scopo dei comunisti è uno solo: distruggere la democrazia ed entrare nei ranghi della rivoluzione verde dell'Islam radicale e totalitario, per schiacciare l'America.I comunisti soffrono patologicamente di complesso d'inferiorità dopo il crollo del muro di Berlino e dell'URSS. Mentre nell'URSS morivano di fame, la politica di Raegan negli USA regalava benessere a milioni di famiglie.Mentre nella DDR tedesca morivano di fame e venivano uccisi dalle guardie di confine mentre scappavano, nella Germania ovest sono riusciti a creare un livello d'industrializzazione senza precedenti. I dislivelli tra Ost Deutschland e West Deutschland sono ancora vivi.PEr questo i comunisti ce l'hanno con l'occidente. Sono repressi e completamente plagiati dal senso di sconfitta. La storia non gli basta: no, non gli basta essere i distruttori dell'umanità e della libertà. Vogliono di più: distruggere tutto quello in cui crediamo, ovvero libertà, individualità e diritto alla felicità perseguita in modo autonomo.Per quesot i comunisti sono il cancro del mondo. E la loro vicinanza all'islam radicale (vedi Bertinotti o Diliberto) è un segno di questo: vogliono distruggere il mondo col sostegno dei terroristi.Islam + comunismo = morte dell'occidente
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      - Scritto da:
      Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in
      Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti
      religiosi
      islamisti?
      No, mi sono chiesto piuttosto QUANDO mai...
      • Anonimo scrive:
        Re: Comunismo cancro del mondo
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in

        Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti

        religiosi

        islamisti?



        No, mi sono chiesto piuttosto QUANDO mai...Diliberto, Bertinotti e compagnia bella....amici di Arafat? Scusa? Strette di mano? Erhm. Dovrebbero vergognarsi. Quello era un terrorista di primissimo piano. Fortuna che è crepato (o l'han fatto crepare)
        • Garson Poole scrive:
          Re: Comunismo cancro del mondo
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Vi siete mai domandati come mai i comunisti,
          in


          Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti


          religiosi


          islamisti?






          No, mi sono chiesto piuttosto QUANDO mai...

          Diliberto, Bertinotti e compagnia bella....

          amici di Arafat? Scusa? Strette di mano? Erhm.
          Dovrebbero vergognarsi. Quello era un terrorista
          di primissimo piano. Fortuna che è crepato (o
          l'han fatto
          crepare)Anche Chikatilo e Dahmer volevano stringergli la mano, ma sono stati giustiziati come comunisti mangiabimbi :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      Guarda che l'occidente morirà in ogni caso, visto che di figli ne facciamo ben pochi... Per esempio, le italiane se la tirano troppo, meglio una straniera. Le asiatiche o le sudamericane, in particolare, sanno essere così dolci... :D
      • Garson Poole scrive:
        Re: Comunismo cancro del mondo
        - Scritto da:
        Guarda che l'occidente morirà in ogni caso, visto
        che di figli ne facciamo ben pochi... Per
        esempio, le italiane se la tirano troppo, meglio
        una straniera. Le asiatiche o le sudamericane, in
        particolare, sanno essere così dolci...
        :DPoveretto. Hai capito tutto, eh!:'( : :@-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 giugno 2006 10.04-----------------------------------------------------------
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      - Scritto da:
      Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in
      Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti
      religiosi
      islamisti?

      Loro ne parlano come di "oppressi", ma in realtà
      lo scopo dei comunisti è uno solo: distruggere la
      democrazia ed entrare nei ranghi della
      rivoluzione verde dell'Islam radicale e
      totalitario, per schiacciare
      l'America.

      I comunisti soffrono patologicamente di complesso
      d'inferiorità dopo il crollo del muro di Berlino
      e dell'URSS. Mentre nell'URSS morivano di fame,
      la politica di Raegan negli USA regalava
      benessere a milioni di
      famiglie.

      Mentre nella DDR tedesca morivano di fame e
      venivano uccisi dalle guardie di confine mentre
      scappavano, nella Germania ovest sono riusciti a
      creare un livello d'industrializzazione senza
      precedenti. I dislivelli tra Ost Deutschland e
      West Deutschland sono ancora
      vivi.

      PEr questo i comunisti ce l'hanno con
      l'occidente. Sono repressi e completamente
      plagiati dal senso di sconfitta. La storia non
      gli basta: no, non gli basta essere i distruttori
      dell'umanità e della libertà. Vogliono di più:
      distruggere tutto quello in cui crediamo, ovvero
      libertà, individualità e diritto alla felicità
      perseguita in modo
      autonomo.

      Per quesot i comunisti sono il cancro del mondo.
      E la loro vicinanza all'islam radicale (vedi
      Bertinotti o Diliberto) è un segno di questo:
      vogliono distruggere il mondo col sostegno dei
      terroristi.

      Islam + comunismo = morte dell'occidente[...moderato il linguaggio(richiamo del moderatore)]... scrivere baggianate [cut] prestampate by Libero & La Padania Copyright :-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 giugno 2006 12.56-----------------------------------------------------------
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      - Scritto da:
      Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in
      Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti
      religiosi
      islamisti?

      Loro ne parlano come di "oppressi", ma in realtà
      lo scopo dei comunisti è uno solo: distruggere la
      democrazia ed entrare nei ranghi della
      rivoluzione verde dell'Islam radicale e
      totalitario, per schiacciare
      l'America.

      I comunisti soffrono patologicamente di complesso
      d'inferiorità dopo il crollo del muro di Berlino
      e dell'URSS. Mentre nell'URSS morivano di fame,
      la politica di Raegan negli USA regalava
      benessere a milioni di
      famiglie.

      Mentre nella DDR tedesca morivano di fame e
      venivano uccisi dalle guardie di confine mentre
      scappavano, nella Germania ovest sono riusciti a
      creare un livello d'industrializzazione senza
      precedenti. I dislivelli tra Ost Deutschland e
      West Deutschland sono ancora
      vivi.

      PEr questo i comunisti ce l'hanno con
      l'occidente. Sono repressi e completamente
      plagiati dal senso di sconfitta. La storia non
      gli basta: no, non gli basta essere i distruttori
      dell'umanità e della libertà. Vogliono di più:
      distruggere tutto quello in cui crediamo, ovvero
      libertà, individualità e diritto alla felicità
      perseguita in modo
      autonomo.

      Per quesot i comunisti sono il cancro del mondo.
      E la loro vicinanza all'islam radicale (vedi
      Bertinotti o Diliberto) è un segno di questo:
      vogliono distruggere il mondo col sostegno dei
      terroristi.

      Islam + comunismo = morte dell'occidenteMaledetto cancro comunista. Mi aveva attaccato pure un rene, Ho chiamato Bush ma mi voleva bombardare con l'atomica. Chikatilo però ha avuto pietà: ha tagliato e ha detto. "però, buono questo cancro occidentale, quasi quasi mi trasferisco in Italia". E infatti le elezioni lo hanno dimostrato :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      e i marziani allora? ho sentito che vogliono distruggere ogni forma di caciocavallo a bergamo alta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo cancro del mondo
      - Scritto da:
      Vi siete mai domandati come mai i comunisti, in
      Italia soprattutto, appoggiano gli estremisti
      religiosi
      islamisti?

      Loro ne parlano come di "oppressi", ma in realtà
      lo scopo dei comunisti è uno solo: distruggere la
      democrazia ed entrare nei ranghi della
      rivoluzione verde dell'Islam radicale e
      totalitario, per schiacciare
      l'America.

      I comunisti soffrono patologicamente di complesso
      d'inferiorità dopo il crollo del muro di Berlino
      e dell'URSS. Mentre nell'URSS morivano di fame,
      la politica di Raegan negli USA regalava
      benessere a milioni di
      famiglie.

      Mentre nella DDR tedesca morivano di fame e
      venivano uccisi dalle guardie di confine mentre
      scappavano, nella Germania ovest sono riusciti a
      creare un livello d'industrializzazione senza
      precedenti. I dislivelli tra Ost Deutschland e
      West Deutschland sono ancora
      vivi.

      PEr questo i comunisti ce l'hanno con
      l'occidente. Sono repressi e completamente
      plagiati dal senso di sconfitta. La storia non
      gli basta: no, non gli basta essere i distruttori
      dell'umanità e della libertà. Vogliono di più:
      distruggere tutto quello in cui crediamo, ovvero
      libertà, individualità e diritto alla felicità
      perseguita in modo
      autonomo.

      Per quesot i comunisti sono il cancro del mondo.
      E la loro vicinanza all'islam radicale (vedi
      Bertinotti o Diliberto) è un segno di questo:
      vogliono distruggere il mondo col sostegno dei
      terroristi.

      Islam + comunismo = morte dell'occidenteGuarda che il cancro ci viene per l'inquinamento industriale, smandrappone, poi stringigli la mano al tuo padrone merlusconi quando si fa il giro pubblicitario per gli ospedali per trovare le vittime dell'inquinamento
  • Anonimo scrive:
    Al bando i partiti comunisti
    Anche dall'Italia, così come nelle nazioni europee che hanno assaggiato il dolore di questa ideologia folle e malata. Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lituania ed Estonia.Comunismo = Nazismo + 44milioni di morti in piùFuori il comunismo dal governo italiano. L'Italia merita di più che d'essere governata da comunisti senza palle che predicano la pace ma poi bruciano le vetrine a Genova ed a Milano.L'Italia merita di più di ministri usciti dalle fabbriche, senza titolo di studio e con solo esperienza sindacale. Non rappresentano nessuno. Le elezioni politiche 2006 sono state vinte dai comunisti per un soffio e senza i senatori a vita i comunisti non avrebbero la maggioranza al senato.Questo governo non rappresenta l'Italia.Al bando il comunismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Al bando i partiti comunisti
      - Scritto da:
      Al bando il comunismo.Berlusca smettila di dire ca**ate su PI... è un quotidiano d'informatica mica di propaganda forzista.Ciao minoranza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Al bando i partiti comunisti
      - Scritto da:
      L'Italia merita di più di ministri usciti dalle
      fabbriche[...]Cioè cosa?[...]
      Questo governo non rappresenta l'Italia.
      Quello passato sì? Ma dove hai vissuto finora?
      • Anonimo scrive:
        Re: Al bando i partiti comunisti
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        L'Italia merita di più di ministri usciti dalle

        fabbriche
        [...]

        Cioè cosa?
        Ministri competenti, non degli analfabeti burocrati che nel curriculum hanno solo 40 anni di militanza nel sindacato.
        [...]

        Questo governo non rappresenta l'Italia.



        Quello passato sì? Ma dove hai vissuto finora?Quello passato non ha vinto di 20000 voti. Non ha avuto la fiducia al senato grazie al voto vincolante dei senatori a vita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Al bando i partiti comunisti
          - Scritto da:
          Ministri competenti, non degli analfabeti
          burocrati che nel curriculum hanno solo 40 anni
          di militanza nel
          sindacato.Puoi fare qualche esempio di ministro con solo 40 anni di sindacato alle spalle?
          Quello passato non ha vinto di 20000 voti. Non ha
          avuto la fiducia al senato grazie al voto
          vincolante dei senatori a
          vita.Al senato la maggioranza c'è anche se i senatori a vita si astenessero... invece il berluscoione la prima volta al governo manco l'aveva il senato. Immagino che ti strappavi le vesti come oggi... ma a giudicare dalle argomentazioni che porti o non eri ancora nato o scrivi per Belpietro.
    • alfridus scrive:
      Re: Al bando i partiti comunisti
      - Scritto da:
      Anche dall'Italia, così come nelle nazioni
      europee che hanno assaggiato il dolore di questa
      ideologia folle e malata. Ungheria, Repubblica
      Ceca, Slovacchia, Lituania ed
      Estonia.

      Comunismo = Nazismo + 44milioni di morti in più


      Fuori il comunismo dal governo italiano. L'Italia
      merita di più che d'essere governata da comunisti
      senza palle che predicano la pace ma poi bruciano
      le vetrine a Genova ed a
      Milano.

      L'Italia merita di più di ministri usciti dalle
      fabbriche, senza titolo di studio e con solo
      esperienza sindacale. Non rappresentano nessuno.


      Le elezioni politiche 2006 sono state vinte dai
      comunisti per un soffio e senza i senatori a vita
      i comunisti non avrebbero la maggioranza al
      senato.

      Questo governo non rappresenta l'Italia.

      Al bando il comunismo.Certo che, come esempio di dichiarazione democratica, fai decisamente colpo...
    • Garson Poole scrive:
      Re: Al bando i partiti comunisti
      - Scritto da:
      Anche dall'Italia, così come nelle nazioni
      europee che hanno assaggiato il dolore di questa
      ideologia folle e malata. Ungheria, Repubblica
      Ceca, Slovacchia, Lituania ed
      Estonia.

      Comunismo = Nazismo + 44milioni di morti in più


      Fuori il comunismo dal governo italiano. L'Italia
      merita di più che d'essere governata da comunisti
      senza palle che predicano la pace ma poi bruciano
      le vetrine a Genova ed a
      Milano.

      L'Italia merita di più di ministri usciti dalle
      fabbriche, senza titolo di studio e con solo
      esperienza sindacale. Non rappresentano nessuno.


      Le elezioni politiche 2006 sono state vinte dai
      comunisti per un soffio e senza i senatori a vita
      i comunisti non avrebbero la maggioranza al
      senato.

      Questo governo non rappresenta l'Italia.

      Al bando il comunismo.Bando di concorso:Quel che non ammazza ingrassa!(Chikatilo) :D
  • Anonimo scrive:
    Comunismo è morte
    Comunismo è morte e distruzione
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunismo è morte
      - Scritto da:
      Comunismo è morte e distruzioneEmbè? Ma alla fine, con qualunque governo, non si muore lo stesso? Non conosco nessuno che abbia mmille anni d'età! Ma alla fine il Sole non distruggerà la Terra quando diventerà una gigante rossa? La distruzione non la puoi evitare, nemmeno con Berlusconi :D
      • Garson Poole scrive:
        Re: Comunismo è morte
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Comunismo è morte e distruzione

        Embè? Ma alla fine, con qualunque governo, non si
        muore lo stesso? Non conosco nessuno che abbia
        mmille anni d'età! Ma alla fine il Sole non
        distruggerà la Terra quando diventerà una gigante
        rossa? La distruzione non la puoi evitare,
        nemmeno con Berlusconi
        :DRicorda: del maiale non si butta via niente|E: quel che non ammazza ingrassa! :D
    • Garson Poole scrive:
      Re: Comunismo è morte
      - Scritto da:
      Comunismo è morte e distruzioneBehind The Rose:Fields of Rape!
  • Anonimo scrive:
    Re: Luoghi comuni

    Infine voglio ricordarti che il Partito Comunista
    in Italia ha governato per decenni, in due
    regioni, Emilia Romagna e Toscana, che sono le
    più evolute socialmente e
    culturamente.
    La regione più anticomunista è la Sicilia. Che
    raffrontata alle due sopra è terzo
    mondo.

    Io direi che il comunismo non può essere
    affrontato con discorsi da Bar come fai
    tu.Il terzo mondo lo hai in testa tu, in Sicilia ti diamo lezioni di civiltà, perchè non siamo tutti mafiosi e prepotenti come te, il tuo mortadella e tutti i comunisti
    • Anonimo scrive:
      Re: Luoghi comuni

      Il terzo mondo lo hai in testa tu, in Sicilia ti
      diamo lezioni di civiltà, perchè non siamo tutti
      mafiosi e prepotenti come te, il tuo mortadella e
      tutti i
      comunistiPoi ti sei svegliato ed era un sogno
    • Anonimo scrive:
      Re: Luoghi comuni
      - Scritto da:
      Il terzo mondo lo hai in testa tu, in Sicilia ti
      diamo lezioni di civiltà, perchè non siamo tutti
      mafiosi e prepotenti come te, il tuo mortadella e
      tutti i
      comunistiHa ragione, comunista o no. iniziate a costruire le strade, le fogne, le ferrovie, a farvi arrivare l'acqua corrente in casa 7 giorni su 7 invece di avere le cisterne come nemmeno in Africa.Fatevi una sanità decente che mandate tutti i malati al nord. Poi potrete aprire la bocca.Avevate una terra bellissima l'avete distrutta col cemento. Potevate campare di turismo invece siete più disorganizzati di qualsiasi paese costiero Africano.Per favore un po' di serietà. Mio nonno era siciliano e m'ha sempre ripetuto "la sicilia è bella, i siciliani no".
      • Anonimo scrive:
        Re: Luoghi comuni

        Ha ragione, comunista o no. iniziate a costruire
        le strade, le fogne, le ferrovie, a farvi
        arrivare l'acqua corrente in casa 7 giorni su 7che fascistone...
  • Anonimo scrive:
    Re: Appello ai comunisti
    Che bello leggere quese cose.Premetto che sono a conoscenza del fatto che Cuba sia una dittatura anti-democratica, che limita le libertà personali, che incarcera i dissidenti, che oscura la grande rete etc. etc.Ma qualcuno di noi si è mai soffermato a riflettere sul perchè si è arrivati a questa situazione a Cuba? Qualcuno si è mai preso la briga di andare in libreria e comprarsi un libro in cui vengano riportati i fatti "non interpretazioni a mho del libro nero del comunismo" di quello che è successo dal 1955 ad oggi in quell' isola?Da quello che leggo qui penso proprio di no!!Si dice che gli USA siano il modello di libertà a cui bisogna ispirarsi, che internet è nata da mamma America e che tutte le cose belle che ci sono a questo mondo vengono dagli States. Che negli states si fa ricerca, che gli States etc. etc. ci siamo capiti insomma. Ed è tutto vero.Vorrei ,però, un attimo riflettere su questa cosa della libertà e della democrazia statunitense.Siamo proprio convinti che gli USA siano questa democrazia che ci raccontano tutti? Invece non potremmo pensare che sia una oligarchia liberista? Cioè che rende libero solamente il mercato e tutto quello che è producente, mentre tende a soffocare ogni altro tipo di attività? In effetti se ci fermiamo a riflettere sulla composizione del governo degli Stati Uniti notiamo subito che non si tratta di una vera e propria democrazia (ricordo che non basta una costituzione per essere democratici) ma ben si di una grande oligarchia fatta dalle corporation (o multinazionali), queste gigantesche e ricchissime lobby detengono il potere nello stato più potente del mondo, decidono cosa il New York Times e tutti i media deve dire al popolino, decidono quale è il paese a cui bisogna fare guerra, e decidono quale presidente e di quale stato è scomodo o meno agli States, o meglio alla United States of America inc.Ai politici non rimane altro che trovare delle buone scuse per poter giustificare quello che le lobby economiche decidono per loro. Al popolo, ben indottrinato da ormai decenni, tutto quello che sentono arrivare dalla voce del presidente è come la voce di Dio.Te credi di essere libero, perchè ti hanno detto, fin dalla nascita che vivi in uno stato in cui te puoi tutto, in cui tutto è possibile, in cui non ci sono limiti alla persona e alle possibilità per il cittadino americano. Rispondete a questa domanda: Quanti presidenti degli USA sono stati di pelle nera? Risposta: 0. Quenti presidenti degli stati uniti sono di origine hispanica? Risposta: 0.Ci hanno fatto credere, anche a noi poveri abitanti della più remota provincia di questo enorme impero dei dollari, che l' america è il sogno di tutti, centinaia di migliaia di italiani all' inizio del secolo scorso sono partiti alla volta di questo sogno americano. Migliaia sono stati discriminati, Sacco e Vanzetti sono stati giustiziati, nonostante innocenti, perchè anarchici e italiani. Ma tornando a Cuba, voglio dire semplicemente, che da rapporti della CIA, ormai pubblici, si capisce benissimo il risentimento di Castro verso i dissidenti cubani. Questi personaggi scappati da Cuba (come i sostenitori della regina d' Inghilterra fuggirono e/o furono torturati e uccisi negli States appena nascenti) sono stati per anni favoriti dalla CIA nel compiere attentati dinamitardi nei confronti di uomini politici di Cuba, contro la stessa popolazione civile. Il gruppo Omega 7 è famoso per aver fatto schiantare almeno 4 aerei di linea battenti bandiera cubana con a bordo almeno 100 persone. Sono famosi i tentativi di assassinare Castro, mai riusciti.A Miami questi dissidenti, hanno sempre vissuto in un completo stato di anarchia controllata dalla CIA. Hanno smerciato cocaina, eroina e qualsiasi altro tipo di droghe per potersi finanziare un commercio illecito di armi per poter ritornare a Cuba e "liberarla". Hanno organizzato nel 1960 la famosa invasione della Baia dei porci. etc etc.E tutto questo nonostante Cuba negli anni '60 si era sempre dichiarata neutrale per quanto riguardava la guerra fredda. Che Guevara era addirittura arrivato nel 1961 in Uruguay (mi sembra) ad incontrarsi con l' attuale vice consigliere speciale del presidente Kennedy tale Richard Goodwin in cui aveva dichiarato che Cuba era preparata a rinnegare qualunque alleanza politica con il blocco sovietico, pagare un indenizzo al prezzo corrente per le proprietà american confiscate (dopo la Rivoluzione) e riconsiderare il sostegno di Cuba alle sollevazioni di sinistra di altri paesi. In Cambio si chiedeva agli Stati Uniti di cessare qualunque azione ostile contro Cuba. La risposta di Washington fu l' immediata intensificazione della pressione economica su Cuba e pochi mesi dopo l'amministrazione Kennedy autorizzò l'operazione "Mangusta", cioè quell' oiperazione che portò all' embargo totale (che spinse poi ovviemante cuba ad allinearsi con l' URSS) e a tutti gli attentati terroristici di cui i dissidenti cubani si sono fatti carico e di cui parlavo prima.Questa è la situazione, sono fatti non opinioni, la Storia è scritta negli archivi della CIA ormai pubblici, vista l'inconsistenza geopolitica di Cuba ad oggi. Quello che mi domando è perchè data l'inconsistenza geopolitica di Cuba, viene mantenuto ancora l'embargo? La risposta che mi dò è semplice: Cioè che l' amministrazione di washington sarebbe soggetta a forti critiche perchè svelerebbe quello che già molti sanno e che molti altri fanno finta di non sapere, e cioè che Cuba, la sua povertà, e la sua Storia politica degli ultimi 40 anni sono stati fortemente condizionate dall' azione diplimatica e terroristica degli Stati Uniti d' America. Per motivi più di strategia militare e atta a finalizzare la politica del terrore sulla popolazione americana, piuttosto che per amor di libertà e democrazia.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Appello ai comunisti
      - Scritto da:
      Che bello leggere quese cose.Purtroppo lo stesso non vale per quello che scrivi tu.Dillo subito che non te ne frega nulla di Cuba e che il tuo vero obiettivo e l'ennesima trita e ritrita propaganda sugli usa nel tenore "aprite gli occhi, leggete".
      Ma qualcuno di noi si è mai soffermato a
      riflettere sul perchè si è arrivati a questa
      situazione a Cuba?Forse perche Castro ritiene di essere la cosa migliore per Cuba, di certo la sua posizione e' la cosa migliore per se' stesso.No? Ah gia' e' colpa degli americani.Sei un altro di quelli o lo stesso, comunque ci hai rotto.I fatti che descrivi in merito alla CIA sono fatti, ma le tue conclusioni sono opinioni che lasciano il tempo che trovano.Soprattutto quando sono cosi' smaccatamente di parte. Perche' se parliamo di Cuba, improvvisamente il discorso va per forza girato come una bella frittatona per raccontare al prossimo quanto siano malvagi gli Usa?Infatti non ci racconti solo quanto sia stata importante secondo te l'influenza delle sclete americane, ci fa tutta una predica che l'America
      tende a soffocare ogni altro tipo di attivitàPeccato che di attivita' in USA, anche antigovernative, politiche ed economiche, sociali e culturali ce ne siano a bizzeffe a smentirti. Facciamo il solito esempio, al momento la liberta' di espressione in america e' molto meglio tutelata che da noi.Come vedi la stampa, che rientra in ogni altro tipo di attività, non e' soffocata.
      Ma tornando a CubaBugia, ci torni per tornaci a parlare degli usa.
      Questa è la situazione, sono fatti non opinioni
      la Storia è scritta negli archivi della CIA ormai
      pubblici, vista l'inconsistenza geopolitica di
      Cuba ad oggi. Quello che mi domando è perchè data
      l'inconsistenza geopolitica di Cuba, viene
      mantenuto ancora l'embargo?

      La risposta che mi dò è semplice: Cioè che l'
      amministrazione di washington sarebbe soggetta a
      forti critiche perchè svelerebbe quello che già
      molti sanno e che molti altri fanno finta di non
      sapere, e cioè che Cuba, la sua povertà, e la sua
      Storia politica degli ultimi 40 anni sono stati
      fortemente condizionate dall' azione diplimatica
      e terroristica degli Stati Uniti d' America. E queste sono opinioni, non fatti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Appello ai comunisti

        Purtroppo lo stesso non vale per quello che
        scrivi
        tu.
        Dillo subito che non te ne frega nulla di Cuba ...Di Cuba mi interesso assai invece, quello che mi da fastidio sono le storie sui dissidenti, poverini che sono "vittime" di un regime che il popolo cubano in larga misura tollera e approva. Altrimenti lo avrebbero già rovesciato, visto che gli States sono 40 anni che cercano di riovesciare Castro ma non ci riescono. Come mai?
        Forse perche Castro ritiene di essere la cosa
        migliore per Cuba, di certo la sua posizione e'
        la cosa migliore per se'
        stesso.
        Bhè probabilmente Castro è stata la cosa migliore che potesse capitare a Cuba, in quegli anni. Sappiamo benissimo che fine hanno fatto i vari Allende (Cile), Arbenz (Guatemala), Massadeq (Iran), Jagan (Guaiana Britannica). Tutti dismessi e sostituiti con dittatori sanguinari e corrotti dal governo USA perchè contrari alla politica economica delle corporation USA. E' riuscito a completare una riforma agraria, il modello sociale Cubano, fa invidia ancora a molti paesi del Sud America in cerca di se stessi, tutti possono andare a scuola gratuitamente (cosa che nei democratici USA non accade), gli ospedali, la previdenza sociale etcetc. Il tutto però è aggravato da una forte povertà non dovuta, come vogliamo credere, e/o come ci hanno fatto sempre credere al regime comunista, ma ben si ad un embargo che dura ormai da 40 anni.
        No? Ah gia' e' colpa degli americani.Certo che è colpa loro, hanno sempre fatto questo gioco, da dopo la prima guerra mondiale fino ad oggi con l'Iraq, e ultimamente l' Iran, cercano sempre di fare i propri interessi, mascherando la cosa come interesse mondiale, e mettendo bocca, e non solo, nelle faccende di interesse nazionale che a loro, come amministrazione non dovrebbero riguardare. Violano di continuo trattai internazionali quali quello sulla tortura, violano il diritto internazionale almeno una volta al giorno, usano stati come la Libia, la Siria etc etc. a loro piacimento per deportare finiti terrroristi, catturano persone in Pakistan, di cittadinanza Tedesca, li portano a Guantanamo li torturano e li processano senza nemmeno la possibilità di difendersi e comunque violando almeno almeno una cinquantina di articoli del codice internazionale e del codice dei diritti umani (che se non sbaglio uno dei più illustri americani contribui a scrivere), e nessuno può dire o osare nulla, tutti devono tenere la testa bassa e approvare quello che fanno. Pena l'esclusione dal mondo civile, pena la guerra, o minaccie di guerra (vedi quello che sta succedendo in Iran).
        I fatti che descrivi in merito alla CIA sono
        fatti, ma le tue conclusioni sono opinioni che
        lasciano il tempo che
        trovano.Sono fatti da cui ognuno è libero di trarre le conlusione che ritiene opportuno. Io le mie le ho tratte da tempo, e c'è sempre più gente al mondo che la pensa come me.

        Soprattutto quando sono cosi' smaccatamente di
        parte. Perche' se parliamo di Cuba,
        improvvisamente il discorso va per forza girato
        come una bella frittatona per raccontare al
        prossimo quanto siano malvagi gli
        Usa?Gli Stati Uniti non sono malvagi, fanno semplicemente i loro interessi, come tutti gli stati del mondo, solo che loro lo fanno avendo un vantaggio su tutti gli altri, hanno una marea di soldi, sono riusciti a far girare il mondo secondo le loro regole e ora, giustamente (dal loro punto di vista) pretendono che tutto il mondo giri insieme a loro, se qualcuno gira al contrario o è fuori o gli fanno guerra. E' la legge del più forte, non è cattiveria è semplicemnte la natura antropologica dell' uomo. E a me non piace, quindi vorrei cercare di cambiarla.
        Infatti non ci racconti solo quanto sia stata
        importante secondo te l'influenza delle sclete
        americane, ci fa tutta una predica che
        l'AmericaTe le ho spiegate le scelte fatte dall' amministrazione Kennedy e il sostegno a gruppi di terroristi come Omega 7 e il progetto Mangusta.
        Peccato che di attivita' in USA, anche...Si peccato che se quell' attività non fa buisiness te sei in mezzo alla strada e non avrai aiuti per poterti raddrizzare e/o comunque poter provare ad avere una vita normale. Fallito sei e fallito rimani.In quanto alla libertà di stampa, dipende da come intendi la libertà di stampa. Perchè se te mi vuoi paragonare il nostro modello giornalistico e mass-mediatico con quello degli USA allora ti dico che rispetto ad avere un duopolio televisivo, preferisco avere un mercato libero (negli USA tutto funziona così e ha i suoi lati positivi la cosa) se però poi vogliamo parlare delle manipolazioni governative a livello massmediatico questo è un altro discorso. Lo sanno benissimo che i mass-media sono i mezzi per formare un popolo. C'è uno scrittore americano William Blum che sintetizzava questo processo molto bene.L' Anticomunismo è un fenomeno che si è sviluppato in Europa intorno agli anni 20 del novecento, gli Stati Uniti fin da subito ne fecero la loro battaglia, infatti in Spagna nel '39 oltre a truppe naziste e fasciste c'erano anche i Marines americani a combattere per Franco contro i "comunisti" (questo non lo dicono mai nei libri di storia). Da quegli anni negli USA cominciarono a nascere televisioni, finanziate e favoreggiate dal governo, per poter inculcare nella testa del popolo americano la demonizzazione del pericolo comunista rosso, dopo la seconde guerra mondiale (periodo in cui questa demonizzazione si era placata causa alleanze militari con l' URSS) raggiunge il suo picco massimo. Esistono delle pubblicità bellissime e divertentissime fatte a quell' epoca cioè gli anni 50.Ora immaginate, la generazione dei nati intorno agli anni 30-40 che si sono ritrovate bombardate su tutti i fronti, TV, giornali, pubblicità etc. etc. del pericolo comunista venuto dalla Russia, questa gente in automatico è diventata anticomunista e così i loro figli etc. etc. fino a che questo processo non è diventato automatico, cioè va avanti senza che il governo faccia più nulla poichè l' anticomunismo è entrato nella cultura della società e quindi ne fa parte in maniera indissolubile.Ecco come controllano i mezzi di comunicazione i liberal americani e di come li stanno controllando tutt' ora. La storia del terrorismo islamico post 11/9 è la stessa cosa più o meno.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Appello ai comunisti
          L'hai messo il cappello di carta stagnola? Dice che ci sono raggi pericolosi che manipolano il cervello delle persone.Li inviano da Washigton.
          • Anonimo scrive:
            Re: Appello ai comunisti
            Che bello discutere con te... Sembra veramente di essere al Bar dello Sport
  • Anonimo scrive:
    Ironicamente la dittatura salva Cuba
    La cosa più assurda è che è grazie ad un regime non democratico che a Cuba si sta meglio che nei paesi vicini. Cuba ha pochi soldi, però ha un livello culturale altissimo. Basti pensare che ha un programma, attivo da decenni, di aiuto ai paesi del terzo mondo. Invia medici, non soldi.Messico, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama, Colombia... quelli son posti dove ufficialmente c'è democrazia. Però lì si muore di fame e la situazione è davvero disastrosa.L'assurdità è che Cuba è protetta proprio dal fatto di essere una dittatura chiusa all'esterno, ovvero all'influenza degli USA.Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente starebbero peggio, come nei paesi confinanti.La democrazia la si dirige coi soldi, la dittatura no.Con la democrazia Cuba sarebbe come Haiti, è bene tenerselo in mente.Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande maggioranza dei cubani sta con Fidel. Altrimenti si sarebbe già ribellata (come si ribellò a Batista).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
      - Scritto da:
      Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente
      starebbero peggio, come nei paesi
      confinanti.
      La democrazia la si dirige coi soldi, la
      dittatura
      no.Grazie al cazzo.Con la dittatura puoi procurarti milioni di schiavi a prezzo zero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba

      Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande
      maggioranza dei cubani sta con Fidel. Altrimenti
      si sarebbe già ribellata (come si ribellò a
      Batista).Grazie al ca**o 2.Con la dittatura non passa un arma alla frontiera. E senza, contro esercito e polizia, fai solo la rivoluzione nel tuo tinello.Comunque chiedile le cose ai cubani prima di appioppargli le tue posizioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
        Frontiera?? Quale frontiera? Cuba è un'isola.E' un colabrodo dato che chiunque può fuggire, anche con una zattera. Figuriamoci se beccherebbero i motoscafi.Inoltre a Cuba è presente una base militare americana. Le armi già ce le avrebbero. Il problema è che non c'è un appoggio popolare alla deposizione di Castro, mentre ci fu per Batista (che fu cacciato con pochi mezzi).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
      - Scritto da:
      La cosa più assurda è che è grazie ad un regime
      non democratico che a Cuba si sta meglio che nei
      paesi vicini. Cuba ha pochi soldi, però ha un
      livello culturale altissimo. Basti pensare che ha
      un programma, attivo da decenni, di aiuto ai
      paesi del terzo mondo. Invia medici, non
      soldi.

      Messico, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama,
      Colombia... quelli son posti dove ufficialmente
      c'è democrazia. Però lì si muore di fame e la
      situazione è davvero
      disastrosa.

      L'assurdità è che Cuba è protetta proprio dal
      fatto di essere una dittatura chiusa all'esterno,
      ovvero all'influenza degli
      USA.
      Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente
      starebbero peggio, come nei paesi
      confinanti.
      La democrazia la si dirige coi soldi, la
      dittatura
      no.
      Con la democrazia Cuba sarebbe come Haiti, è bene
      tenerselo in
      mente.

      Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande
      maggioranza dei cubani sta con Fidel. Altrimenti
      si sarebbe già ribellata (come si ribellò a
      Batista).Vorrei ricordarti che l'America non è solo il Capitalimo, ma questo i comunisti non lo vogliono sapere. Purtroppo è vero che la democrazia la si dirige coi soldi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
      - Scritto da:
      La cosa più assurda è che è grazie ad un regime
      non democratico che a Cuba si sta meglio che nei
      paesi vicini. Cuba ha pochi soldi, però ha un
      livello culturale altissimo. Basti pensare che ha
      un programma, attivo da decenni, di aiuto ai
      paesi del terzo mondo. Invia medici, non
      soldi.

      Messico, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama,
      Colombia... quelli son posti dove ufficialmente
      c'è democrazia. Però lì si muore di fame e la
      situazione è davvero
      disastrosa.

      L'assurdità è che Cuba è protetta proprio dal
      fatto di essere una dittatura chiusa all'esterno,
      ovvero all'influenza degli
      USA.Beh allora anche in Corea del Nord, dove il grande capo della rivoluzione locale ha provocato una carestia tale che sono morti e muoiono ancora come mosche, devono essere proprio ben protetti, dato che nessuna influenza riesce a entrare. Che fortunati questi paesi dittatoriali!!!Guarda invece come sono messi male in Corea del Sud, paese non solo influenzato dagli USA ma anche con un nutrito contingente di truppe americane al suo interno.E si', a Seoul nel sud tra Hyundai e Samsung stanno proprio messi male, questi giovninastri coreani non sanno dove parcheggiare la seconda mancchina, che infelici.CHE FORTUNATI A CUBA! HANNO CASTRO!Castro lo sa ed e' per questo che non indice elezioni. La democrazia porta alla rovina, lo dice sempre lui, e ci sono anche i celebrolesi che gli credono.Eccone uno:
      Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente
      starebbero peggio, come nei paesi
      confinanti.Sicuramente.Indovino del piffero...
      La democrazia la si dirige coi soldi, la
      dittatura no.E' vero non bastano i soldi, occorre anche la polizia politica.
      Con la democrazia Cuba sarebbe come Haiti, è bene
      tenerselo in
      mente.Mo' me lo scrivo, pifferiaio...
      Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande
      maggioranza dei cubani sta con Fidel. Sentite il pifferiaio: dobbiamo ammettere, non ci son dubbi.
      Altrimenti
      si sarebbe già ribellata (come si ribellò a
      Batista).Sotto Batista circolavano armi, merci, idee e malcontento. Sotto Castro circola solo il malcontento.Ma chi se ne importa, sono protetti contro l'influenza USA, l'Unico Vero Male che sei in grado di vedere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
      - Scritto da:
      La cosa più assurda è che è grazie ad un regime
      non democratico che a Cuba si sta meglio che nei
      paesi vicini. Cuba ha pochi soldi, però ha un
      livello culturale altissimo. Basti pensare che ha
      un programma, attivo da decenni, di aiuto ai
      paesi del terzo mondo. Invia medici, non
      soldi.

      Messico, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama,
      Colombia... quelli son posti dove ufficialmente
      c'è democrazia. Però lì si muore di fame e la
      situazione è davvero
      disastrosa.

      L'assurdità è che Cuba è protetta proprio dal
      fatto di essere una dittatura chiusa all'esterno,
      ovvero all'influenza degli
      USA.
      Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente
      starebbero peggio, come nei paesi
      confinanti.
      La democrazia la si dirige coi soldi, la
      dittatura
      no.
      Con la democrazia Cuba sarebbe come Haiti, è bene
      tenerselo in
      mente.

      Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande
      maggioranza dei cubani sta con Fidel. Altrimenti
      si sarebbe già ribellata (come si ribellò a
      Batista).I soldi a Cuba ci sono.E moltissimi.Sono tutti quelli dei narcotrafficanti amici del fratello di Fidel, Raoul.Solo che sono tutti dentro i materassi dei fratelli Castro.Agli altri restano solo i piselli (infilati dove puoi immaginarlo).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ironicamente la dittatura salva Cuba
      Sì, sicuro "la Kultura" magari.. ma per favore!La tua ottusità e fanatismo sinistroidi '68ini sono patetici. Ma ti rendi conto di cosa dici ?Ma che cultura e cultura ?? A Cuba si muiono di fame sotto il regime e si prostituiscono agli occidentali che vanno lì "in vacanza", tutti i bravi elettori di sinistra "che fanno solidarietà" a Cuba.. Ehhhh!La propaganda della sinistra che vuole far credere che i regimi comunisti portano cultura è patetica e pericolosa. Svegliatevi !- Scritto da:
      La cosa più assurda è che è grazie ad un regime
      non democratico che a Cuba si sta meglio che nei
      paesi vicini. Cuba ha pochi soldi, però ha un
      livello culturale altissimo. Basti pensare che ha
      un programma, attivo da decenni, di aiuto ai
      paesi del terzo mondo. Invia medici, non
      soldi.

      Messico, Haiti, Honduras, Nicaragua, Panama,
      Colombia... quelli son posti dove ufficialmente
      c'è democrazia. Però lì si muore di fame e la
      situazione è davvero
      disastrosa.

      L'assurdità è che Cuba è protetta proprio dal
      fatto di essere una dittatura chiusa all'esterno,
      ovvero all'influenza degli
      USA.
      Se a Cuba ci fosse la democrazia, sicuramente
      starebbero peggio, come nei paesi
      confinanti.
      La democrazia la si dirige coi soldi, la
      dittatura
      no.
      Con la democrazia Cuba sarebbe come Haiti, è bene
      tenerselo in
      mente.

      Inoltre dobbiamo ammettere una cosa: la grande
      maggioranza dei cubani sta con Fidel. Altrimenti
      si sarebbe già ribellata (come si ribellò a
      Batista).
  • Anonimo scrive:
    Re: Appello ai comunisti
    - Scritto da:
    Andate a Cuba e vedete come si sta. Parlate con
    qualche dissidente. Ne conosco. Conosco gente che
    è fuggita. Conosco gente che non ne può più di
    riso e piselli tutti i giorni. Sono gratis,
    pagati dallo
    stato.Di sicuro non si sta bene se la qualità della tua vita la misuri con i parametri del mondo occidentale ovvero quanto hai, cambiando parametri hai molto di più del mondo occidentale.
    Così come è pagato l'AIDS, che le giovani
    generazioni prendono in maniera esorbitante
    poiché manca qualsiasi tipo di campagna
    preventiva o curativa
    anti-HIV.Non credo tu stia parlando di Cuba, le sue statistiche sulle infezioni da HIV sono inferiori a quelle europee.
    Ritorno a Cuba, infine, dove la gente non ha
    niente e dove vivono come larve, privati del loro
    potenziale individuale da un superstato
    orwelliano che vuole diluire il singolo per il
    bene della massa uguale.
    Formiche.Credimi, i cubani umanamente hanno molto di più di noi europei.

    Smettetela di vivere nel vostro mondo. Gli USA
    sono l'unica speranza di libertà per il mondo.
    Tutto il resto è Francia, Gran Bretagna,
    Germania, comunismo o
    islamismo.
    Sei tesserato Forza Italia o in mezzo ai pomodori ci pianti anche qualcosaltro e poi te lo fumi?
    A voi la scelta. E' sempre stato così. Voi
    scegliete dalla parte degli sconfitti (il
    comunismo), poiché ormai solo uno stupido può
    parlare del comunismo come un "sistema d'esempio"
    per "oppressi". I primi sottoprodotti di un
    regime comunista sono proprio OPPRESSI ed
    OPPRESSORI: un moltiplicarsi di gulag e laogai,
    contemporaneamente ad una crescita esponenziale
    di gente per bene che finisce nei guai solo per
    la propria avversione a questa ideologia
    mortifera.
    L'ideologia del comunismo non sarebbe neanche sbagliata,il problema è che si scontra sempre con gli interessi di pochi.
  • Anonimo scrive:
    Antiamericano GET A LIFE
    Ma l'hai sistemato per bene il cappello di carta stagnola?Ho letto su www.indyinformazioneparanoidepersedicentianarchici.orgche gli USA controllano i cervelli del mondo intero usando onde sparate da una base nascosta sul lato oscuro della luna.I raggi sono diretti soprattutto agli esponenti dei media, che grazie all'ausilio di ripetitori piazzati in Israele diffondono il segnale prosionista proamericano in tutto il mondo.Poi ho letto su www.laverastoriascrittadaunoconlaterzamedia.com che gli USA sono andati in Iraq ed hanno praticamente fatto sparire tutta la popolazione ed hanno utilizzato le piane attorno a Baghdad per creare una simulazione olografica in modo da gabbare il mondo. L'Iraq NON ESISTE!Non ci credi? Guarda www.sonoparanoicoecomunista.ru! C'è scritto che Bush è un alieno proveniente da Zeta Reticuli e se vai di fronte alla Casa Bianca di notte vedi tante lucine attorno al palazzo.Inoltre, ho letto su www.superbertinottifanvivalapace.org che i comunisti di nuova generazione soprattutto italiani sono talmente contro la guerra e per la pace che vorrebbero far esplodere tutti gli Stati Uniti, dalla Florida al Wyoming, usando un'armata di amici kamikaze iraniani. Naturalmente in nome della Pace, quella vera [c]...................la tua avversione contro gli USA è ridicola
    • Anonimo scrive:
      Re: Antiamericano GET A LIFE
      - Scritto da:
      Bush è un alieno proveniente da Zeta Reticuli e
      se vai di fronte alla Casa Bianca di notte vedi
      tante lucine attorno al
      palazzo.Quello é vero, ma viene da Vega Sette, non da Zeta Reticuli.
    • Garson Poole scrive:
      Re: Antiamericano GET A LIFE
      - Scritto da:
      Ma l'hai sistemato per bene il cappello di carta
      stagnola?

      Ho letto su
      www.indyinformazioneparanoidepersedicentianarchici
      che gli USA controllano i cervelli del mondo
      intero usando onde sparate da una base nascosta
      sul lato oscuro della
      luna.

      I raggi sono diretti soprattutto agli esponenti
      dei media, che grazie all'ausilio di ripetitori
      piazzati in Israele diffondono il segnale
      prosionista proamericano in tutto il
      mondo.

      Poi ho letto su
      www.laverastoriascrittadaunoconlaterzamedia.com
      che gli USA sono andati in Iraq ed hanno
      praticamente fatto sparire tutta la popolazione
      ed hanno utilizzato le piane attorno a Baghdad
      per creare una simulazione olografica in modo da
      gabbare il mondo. L'Iraq NON
      ESISTE!

      Non ci credi? Guarda
      www.sonoparanoicoecomunista.ru! C'è scritto che
      Bush è un alieno proveniente da Zeta Reticuli e
      se vai di fronte alla Casa Bianca di notte vedi
      tante lucine attorno al
      palazzo.

      Inoltre, ho letto su
      www.superbertinottifanvivalapace.org che i
      comunisti di nuova generazione soprattutto
      italiani sono talmente contro la guerra e per la
      pace che vorrebbero far esplodere tutti gli Stati
      Uniti, dalla Florida al Wyoming, usando un'armata
      di amici kamikaze iraniani. Naturalmente in nome
      della Pace, quella vera
      [c].

      ..................

      la tua avversione contro gli USA è ridicola
      Ha ragione. L'America non è solo la terra di Bush e Rumsfeld, Reagan e Habbott& Costello.E anche la patria dei grandi eroi:Jeffrey Dahmer, John Watne Gacy (in momen omen!), Henry Lee Lucas...Questi eroi hanno fatto grande la "land of liberty".Eroi dell'umanità intera! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    ditelo a red ronnie, per lui è tutto bello a cuba
  • scala40 scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà online
    Carissimi Presidenti dei diritti umani di tutto il mondo , mi unisco all'ingiustizia che subisce il cittadino di Cuba , perchè tutti al mondo avremmo il diritto di essere cittadini liberi , certo rimanendo nella legalità , ma informarsi su internet o giornali o altro fa parte anche di istruzione personale , non immaginate quante cose ho capito informandomi trammite internet , ora mi auguro che quel cittadino cessi lo sciopero della fame e che abbia il diritto di essere uomo libero come me lo auguro che in tutti gli Stati al mondo si usi la libertà di parola e pensiero sempre raccontando verità .Vi invio un cielo di sorrisi e che entrano nel cuore di tutti noi per difendere le ingiustizie :-D .....un abbraccio grande grande a tutte le persone che soffrono *:-):-) soprattutto dove si soffre per malattia e perchè hanno solo lacrime nel piatto perchè anche questo fa parte di sofferenze ingiuste *:-):-) .Da una mamma di nome Angela
  • Anonimo scrive:
    L'ennesima bufala (3)
    La verità è che Cuba rappresenta un esempio per tutti i popoli oppressi soprattutto nell'America Latina che ora comincia davvero ad affrancarsi dall'oppressore nordamericano. Non riuscite a perdonare a Cuba di essere ancora lì, persino dopo il crollo dell'Impero sovietico. Pure malconcia continua a resistere, a rivendicare la propria indipendenza, a ribadire il proprio diritto a sottrarsi allo sfruttamento dell'occidente e a sciegliere autonomamente la propria via. È proprio questo che non perdonate a Fidel Castro: essere una persona che insieme al proprio popolo, con intelligenza straordinaria e abnegazione incredibile, ha ridato dignità al popolo cubano. Non permettetevi di parlare a nome del popolo cubano perché voi non lo rappresentate, come non lo rappresentano i cosidetti "dissidenti" comprati a suon di dollari dalla SINA nella persona di James Cason (ora trasferito in Paraguay). I cubani si ricordano molto bene il nostro amico Fulgencio Batista, conoscono bene i vari Rios Montt, Augusto Pinochet, Videla, Fujimori, ecc. Non ho mai sentito "giornalisti" gridare per la difesa dei diritti umani in un'America Latina dilaniata dai gorilla addestrati nei campi militari Usa (vedi Fort Benning).Cuba pur appartenendo al terzo mondo garantisce ai propri cittadini, nonostante l'embargo e le aggressioni, servizi sociali da primo mondo, molto spesso persino meglio. Sì, perché difendere i diritti umani significa, dare un tetto ai propri cittadini, assicurargli l'assistenza sanitaria, l'istruzione, il diritto all'arte. Cuba ha una mortalità infantile inferione a quella degli Stati uniti. Questi sono i diritti umani. La violazione dei diritti umani contro il popolo cubano viene dagli Stati uniti che continuano a praticare un blocco economico criminale (tra le altre cose). I media "liberi" che non perdono occasione per attaccare Cuba dimostrano continue amnesie quando ogni anno l'ONU condanna il criminale embargo contro Cuba votato all'unanimità con la contrarietà dei soliti Usa, Israele e Isole Marshall. Prima del vu.vu.vu vengono i diritti fondamentali e Cuba questi li assicura al proprio popolo cosa che quasi tutti gli altri paesi del pianeta non fanno.Ma torniamo a Guillermo Farinas. Farebbe parte di un'agenzia di stampa indipendente, ma indipendente da chi se praticamente tutte le agenzie di stampa cubane "indipendenti" che si definiscono tali prendono soldi dal dipartimento si stato americano attraverso la SINA? E perché non dire che la stragrande maggioranza di queste "agenzie" sono composte da una sola persona? Venendo al famoso sciopero della fame a oltranza "o internet o muerte" sorgono numerosi altri dubbi sulla veridicità di tale digiuno. Basterebbe rifarsi ai casi di sciopero della fame portati alle estreme conseguenze del passato. Per questo ci rifaremo al caso Bobby Sands il quale incarcerato insieme ad altri nelle carceri inglesi per essere un membro dell'IRA per protesta entrò in sciopero della fame e morì esattamente dopo 65 giorni di digiuno. Seguirono altre 9 morti con le stesse modalità e nessuna di queste persone andò oltre il settantesimo giorno di digiuno. Perciò i quattro mesi di digiuno del farinas sono, non solo improbabili, ma impossibili (pure considerando le flebo di glucosio in quanto so di cosa si parla). Sono pronto a scommettere con chiunque che il Farinas non morirà (per fortuna) e che questa vicenda è l'ennesima boutade studiata a tavolino facente parte della più ampia aggressione contro Cuba che gli Stati uniti mettono in campo da oltre 45 anni. Questa volta utilizzando un altro "novello Pannella".E ora parliamo dell'aspetto puramente tecnico. Le dichiarazioni del governo cubano sulla limitate risorse di banda da razionalizzare al massimo sono più che verosimili. Infatti nella rivista "Diario" di un paio di settimane fa c'era un articolo sulla ricerca medica cubana in cui si diceva che questa aveva raggiunto notevoli risultati nonostante i ricercatori nella stragrande maggioranza non potessero accedere a internet e quindi interagire con i loro omologhi stranieri proprio per la limitatezza della banda di rete.Un ultimo appunto lo voglio fare a puntoinformatico che ancora una volta dimostra tutta la propria attenzione e devozione all'agenda dettata dal dipartimento di stato americano.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesima bufala ?????
      guarda che ormai il sudamerica ha intrapreso una via diversa...informati sui risultati delle ultime elezioni nei più importanti paesi del sudamerica..argentina brasile perù venezuela stanno risorgendo -se pur con tante difficoltà- all'interno di un contesto democratico.cuba non ha scuse...solo la colombia è rimasta un protettorato americano
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ennesima bufala ?????
        - Scritto da:
        guarda che ormai il sudamerica ha intrapreso una
        via
        diversa...
        informati sui risultati delle ultime elezioni nei
        più importanti paesi del
        sudamerica..
        argentina brasile perù venezuela stanno
        risorgendo -se pur con tante difficoltà-
        all'interno di un contesto
        democratico.
        cuba non ha scuse...
        solo la colombia è rimasta un protettorato
        americanoBrasile?Una via diversa?E dove te la sei sognata questa, nella cantina del centro sociale?Quanto all'Argentina, beh, sono buoni tutti a fare i fin... col c.. degli altri.Magari anche col cu.. dei risparmiatori italiani: pagassero i debiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesima bufala (3)
      Rilassati. Spegni il PC.Spegni anche il PCI.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ennesima bufala (3)
        ma soprattutto, oltre a consigliarlo di spegnere di qua e di la, digli di accendere il cervello,e, se ha la possibilità, di andare a farselo un giretto a cuba e di parlare con la gente... e vedrà se davvero gli diranno peste e corna degli americani, o se diranno peste e corna della loro oligarchia comunista!!!Ma mi chiedo certa gente da dove salti fuori e chi gli fa il lavaggio del cervello....E questo non nell'intento di proteggere gli stati uniti che effettivamente di porcate ne fanno e che sanno benissimo come difendersi da soli (magari mediante un'altra porcata).
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ennesima bufala (3)
          - Scritto da:
          ma soprattutto, oltre a consigliarlo di spegnere
          di qua e di la, digli di accendere il cervello,e,
          se ha la possibilità, di andare a farselo un
          giretto a cuba e di parlare con la gente... e
          vedrà se davvero gli diranno peste e corna degli
          americani, o se diranno peste e corna della loro
          oligarchia comunista!!!In effetti parla tanto, ma lui ha chiesto ai cubani se non sarebbe il caso di votare il proprio rappresentante?Io l'ho fatto e indovina un po'? Non ne possono proprio piu' di Castro...Ma tanto presto muore e verranno fuori tante ma tante cose che ora si tacciono per paura, perche' e' rischioso.Questo e' il regime di Castro, la SUA volonta' imposta con la forza.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesimo delirio
      Ogni volta che si parla di Cuba te ne esci con questi polpettoni. Cuba vittima degli USA, Fidel salvatore del popolo, cattiveria di tutti contro Cuba, PI fazioso, Farinas al soldo del vile americano... ecc.Rimane il fatto pero' che il grande fidel, salvatore dei cubani e' un despota, tiranno, che si guarda bene dall'idea di libere elezioni. Che usa la polizia come e piu' di Stalin Hitler e Mussolini. Un modello per il Sud America? Tientelo, ci sputiamo sopra e di gran gusto.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesima bufala (3)
      Visto che Cuba è il ParadisoInTerra perchè molti vogliono scappare... e nessuno ci vuole andare a vivere?Persino i nostri ineffabili turisti di sinistra non vedono l'ora di tornare a casa una volta trombato per pochi dollari.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ennesima bufala (3)
        - Scritto da:

        Visto che Cuba è il ParadisoInTerra perchè molti
        vogliono scappare... e nessuno ci vuole andare a
        vivere?

        Persino i nostri ineffabili turisti di sinistra
        non vedono l'ora di tornare a casa una volta
        trombato per pochi
        dollari.Ovvio, perche' i vicini USA fanno l'embargo, non hai letto il delirio?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesima bufala (3)
      - Scritto da:
      La verità è che Cuba rappresenta un esempio per
      tutti i popoli oppressi Ho sempre avuto questa curiosità e oggi finalmente posso chiedere a qualcuno che mi può rispondere: ma è doloroso quando ti fanno il lavaggio del cervello con l'idropulitrice ?
    • Margherita scrive:
      Re: L'ennesima bufala (3)
      sei proprio un cretino, la gente scappa da cuba per come quel delinquente di fidel li fa vivere, le ragazze sono per lo piu'prostitute, non hanno di che mangiare se non un chilo di riso alla settimana e tu parli di dignità dal tuo comodo divano nella tua casetta con internet libero e sgranocchiando noccioline, vergognati
  • Anonimo scrive:
    L'ennesima bufala (2)
    Una volta il compito della NED era svolto dai "Comitati per i diritti umani a Cuba" ma, successivamente, di fronte agli insuccessi i governanti Usa hanno deciso di affidare qusto lavoro sporco ad associazioni come quella di Menard, che ufficialmente dovrebbero aiutare i giornalisti africani, proprio quelli vittime, quasi sempre delle "politiche" portate avanti in quel continente dalla CIA. Questo è così vero che l'ONU ha sospeso RSF da organo consultivo proprio per "atti incompatibili con i princìpi e gli obiettivi della Carta delle Nazioni Unite". Evidentemente il compito assegnato a suon di dollari dalla CIA a RSF non è ancora finito. Ma seguitiamo con la lista dei finanziatori di Reporters sans Frontiéres. Saatchi & Saatchi, gigante mondiale della pubblicità, Publicis che è la concessionaria delle strategie di promozione delle forze armate Usa, Coca Cola che di giornalisti e sindacalisti in Colombia ha fatto strame e, dulcis in fundo, la Bacardi che finanzia e organizza atti di terrorismo contro Cuba insieme alla mafia anticastrista di Miami. L'attività di Menard è tanto sfacciata da farsi fotografare insieme a noti terroristi anticastristi della Florida, persone che con le loro bombe hanno ucciso uomini, donne e bambini (si veda Orlando Bosch).A questo punto si impone una seria riflessione sul ruolo che svolgono i media cosidetti "liberi". È evidente contro ogni ragionevole dubbio che contro Cuba è in corso una campagna di aggressione mediatica (tra le altre) vergognosa, capziosa e senza precedenti. L'isola di Martì non ha più colpe di qualsiasi altro paese del pianeta. La verità è che ormai la professione di giornalista è ricoperta da loschi figuri, vili e asserviti agli interessi del più forte e tanto più servile è il loro atteggiamento tanto più rapida e folgorante la loro carriera. Chi al contrario si rifiuta di prestarsi a questo sporco gioco si ritrova a scrivere l'oroscopo in una testata locale o, peggio, disoccupato.In questo periodo in cui le parole "lotta al terrorismo" sono ripetute in modo ossessivo da tutti i media "liberi" è emblematico il caso dei cinque cubani incarcerati in Florida e condannati a pene tombali per aver scoperto e sventato numerosi attentati della mafia anticastrista di Miami. Dopo aver fornito prove inconfutabili al governo americano sull'operato di alcuni gruppi terroristi con sede a Miami, l'FBI non ha fatto nulla contro i terroristi, ma addirittura ha incarcerato i cinque cubani. E che dire del caso Luis Posada Carrilles noto terrorista che si vanta pubblicamente di aver fatto esplodere un areo della Cubana provocando la morte di 73 persone. Lo stesso che si pavoneggia per l'aver organizzato gli attentati contro le strutture turistiche cubane, attentati nei quali, nel 1997, l'italiano Fabio Di Celmo trovava la morte all'Hotel Copacabana. Il criminale Posada Carrilles è ospitato a Miami e passeggia libero e impunito sotto la protezione del governo Usa che si rifiuta di concedere l'estradizione richiesta da Cuba e Venezuela. Di fronte a questi scandali dove sono i media occidentali? Dove sono gli editoriali del Corriere della Sera? Dove i reportage di Francesco Battistini? E dove gli articoli sul terrorismo dei vari Magdi Allam. Niente, silenzio totale.Cuba è una piccola isola con appena 11 milioni di abitanti situata dall'altra parte del globo eppure i "nostri" media gli dedicano tanto di quello spazio da far sorgere (nelle persone intelligenti o intellettualmente oneste) più di un dubbio. Addirittura nel 2003 il Corriere della Sera in una settimana gli dedicò ben tre (dico tre) editoriali a firma del politologo Angelo Panebianco (qualcuno poi mi spiegherà che lavoro è il "politologo"), di Alberto Rochey e un terzo di cui non ricordo l'autore. Ovviamente si gettavano anatemi non solo su Fidel Castro ma addirittura anche su chi si ostinava a difendere Cuba. In tutti gli articoli Castro viene definito "dittatore sanguinario" eppure dal trionfo della Rivoluzione a Cuba non vi è stato un solo caso di assassinio di un giornalista e nemmeno alcun caso di desaparecidos, nemmeno uno. Se guardiamo la percentuale della popolazione carceraria vediamo che a Cuba è molto più bassa che negli Usa. A Cuba non vi sono casi di tortura anche questo è un fatto. Eppure i media "liberi" rappresentano la realtà cubana in termini così negativi da superare il limite del ridicolo e del grottesco. Eason Jordan ha dvuto dimettersi dalla CNN per aver dichiarato al forum di Davos "le truppe in Iraq non vanno per il sottile. Sono a conoscenza dei casi di 12 giornalisti uccisi deliberatamente dai soldati americani proprio in qunto reporter". Ovviamente non una parola si è levata da RSF.
  • Anonimo scrive:
    L'ennesima bufala (1)
    Quando si parla di Cuba non si può prescindere dal contesto in cui quest'isola si trova a dover vivere. Essa è vittima di una guerra non dichiarata da parte degli Stati uniti, la più grande potenza che l'umanità abbia mai conosciuto. Stati uniti che non si privano di nessun mezzo per aggredire il piccolo vicino. Un criminale embargo economico che costringe il popolo cubano a durissimi sacrifici da 45 anni; il terrorismo che ha provocato nell'isola oltre 3.500 morti e oltre 2.000 feriti; i tentativi di invasione come quello della Baia dei Porci; la guerra batteriologica come il tentativo di far scoppiare una epidemia di febbre emorragica che ha portato al contagio di circa 1.100 cubani e alla morte di 105 persone, quasi tutti bambini, oppure come il tentativo di far scoppiare, negli anni 80, un'epidemia di peste suina che costrinse Cuba ad abbattere quasi tutti i propri capi di maiali. Cuba di fronte alla gravità degli atti portati avanti dal potente vicino nordamericano ha il dovere di organizzarsi e di fare ogni cosa è in suo potere per difendere la propria indipendenza, il proprio popolo e scongiurare il pericolo di un'invasione militare. In questa situazione ci sono persone che in condizioni normali non vivrebbero la condizione che invece in questo caso sono costrette a vivere. Ma la responsabilità non è di Cuba ma degli Usa che da oltre 45 anni assediano e aggrediscono l'isola con qualsiasi mezzo. In una guerra non ci sono solo i morti ma anche le vittime e Guillermo Farinas potrebbe essere una di queste. Questo discorso è valido però fino a quando non si va ad analizzare il caso in questione. E qui nascono le prime perplessità. Questa notizia era già apparsa il nei mesi scorsi (tra gli altri media) proprio su puntoinformatico (credo che sia la prima volta che PI riporti la stessa notizia 2 volte). Il "giornalista indipendente" (Cuba deve essere il paradiso del giornalismo visto quanti sono coloro che si dichiarano "indipendenti") dichiara di essere in sciopero della fame in quanto il governo cubano gli avrebbe vietato l'accesso al web cosa, che di fatto, gli impedirebbe l'esercizio della propria professione. Nella campagna di stampa contro Cuba lanciata nel marzo scorso sul caso Farinas compariva una foto in cui il "giornalista indipendente" parlava tranquillamente al cellulare. Qualcuno all'epoca fece notare che il suddetto avrebbe potuto dettare i propri articoli via telefono, tecnica tra l'altro usata da moltissimi giornalisti in tutto il mondo. Ed infatti nel secondo giro di valzer della "campagna Farinas" di questi giorni la fotografia è stata (ma guarda che coincidenza) sostituita con una in cui il cellulare è miracolosamente sparito. Eppure la foto è stata scattata nello stesso luogo e nello stesso momento. Ma la cosa più clamorosa e che PI non si vergogna di riportare come affidabile la fonte: i Reporters sans Frontiéres di Robert Menard. Vediamo chi sono costoro e quanto sono credibili. Nel loro sito si legge che il comportamento degli Usa in termini di diritti umani è ottimo. Eppure gli Usa hanno fatto una guerra criminale contro l'Iraq dispensando bugie a destra e a manca pure di conseguire i loro scopi imperiali. Ci sono stati (e ci sono) Guantanamo, Abu Grahib, il fosforo bianco su Falluja, lo scandalo dei voli segreti della Cia con tanto di sequestri, oltre 3000 desaparecidos negli Usa dei quali dopo l'11 settembre né le loro famiglie né i loro legali ne sanno più nulla, ecc. ecc. Solo in Iraq gli Usa hanno trucidato, ad oggi, 27 giornalisti. Ma per RSF va tutto bene, non una parola. Ma per capire meglio chi siano davvero RSF bisogna andare a vedere la lista dei loro finanziatori. La NED agenzia della CIA messa in piedi da Ronald Reagan nel 1983 per svolgere un lavoro di discredito verso tutti quei governi o leader esecrati dal governo Usa o non convenienti alle multinazionali americane. Campagne come quella messa in atto nel 2002 contro il Venezuela di Chavez che portò nell'aprile dello stesso anno al tentativo di golpe industrial-militare (poi fortunatamente fallito). Un golpe che è stato dimostrato venne appoggiato da Bush e Aznar.
  • Anonimo scrive:
    amici di sinistra, cuba non è il paradis
    c'è ancora qualcuno che si definisce progressista o umanista... o comunista! e giustifica il regime castrista in nome di una rivoluzione ideale che -se mai è avvenuta- ora è solo il governo di pochi ottusi su tanti ottusi.. e già perchè se il livello di scontro sociale è basso (ecco perchè il regime non sembra troppo repressivo) il motivo è che i cubani hanno aspettative bassisime nei confronti della vita.certo quando gli daremo il benvenuto nel libero mercato non è che le cose andranno meglio (vedi russia), ma del resto a volte la brace è moolto meglio della padella.. almeno diventi croccante quando cuoci.
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    se consideri quanti morti ci sono stati sotto il regime (e quanti morti ogni giorno) ... vedi che x morti in pochi giorni per liberarsi del regime sono un numero inferiore ai morti causati dal regime stessoin merito a cuba: è comunismo... la liberta di parola, stampa, di associazione sono vietate... e visto che la giustizia la fa il partito (e il suo dittatore) tutto quello che è di idea diversa non è "uno che la pensa diversamente" ... è un nemico e come tale viene trattato (e grazie che non lo hanno messo in una fossa comune)
  • Anonimo scrive:
    Consiglio a Farinas
    Guillermo Farinas invece di continuare fino alla morte, dovrebbe attendere quella di Castro. Ormai e' anziano e non manca molto. Come ha detto Madeleine Albright in una intervista "con Cuba lasciamo che la biologia faccia il suo corso".
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio a Farinas
      - Scritto da:
      Guillermo Farinas invece di continuare fino alla
      morte, dovrebbe attendere quella di Castro. Ormai
      e' anziano e non manca molto. Come ha detto
      Madeleine Albright in una intervista "con Cuba
      lasciamo che la biologia faccia il suo
      corso".ha detto anche che mezzo milione di bambini iraqeni morti erano un prezzo accettabile per un cambio di regime
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio a Farinas
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Guillermo Farinas invece di continuare fino alla

        morte, dovrebbe attendere quella di Castro.
        Ormai

        e' anziano e non manca molto. Come ha detto

        Madeleine Albright in una intervista "con Cuba

        lasciamo che la biologia faccia il suo

        corso".
        ha detto anche che mezzo milione di bambini
        iraqeni morti erano un prezzo accettabile per un
        cambio di regimeE come c'entra di grazia?
        • Anonimo scrive:
          Re: Consiglio a Farinas
          vuol dire che stai dicendo cazzate
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio a Farinas
            - Scritto da:
            vuol dire che stai dicendo cazzateNo vuole dire che gli americani sono cattivi per cui se si cita una battuta di un americano bisogna subito infilare qualche frecciatina politica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio a Farinas
        - Scritto da:

        ha detto anche che mezzo milione di bambini
        iraqeni morti erano un prezzo accettabile per un
        cambio di
        regimeMi riporti per favore UN link dove si riporta che in Iraq siano morti 500mila bambini a causa di questa guerra? Grazie
  • Anonimo scrive:
    Faustiño, Armandiño e i loro amici...
    ...bella gente! (troll2)
  • Anonimo scrive:
    Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
    Capita spesso che mi incazzi come una iena per quello che succede qua in Italia, ma a volte mi domando come deve essere vivere in posti come Cina o Cuba(o qualsiasi altro luogo con governi così oppressivi)...Il non poter esprimere opinioni o il non poter sentirsi liberi di andare dove meglio pare deve essere decisamente brutto... Nonostante berlusconi, mi sento fortunato per essere nato qui :/Omissis (apple)
    • mister_xyz scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      - Scritto da:
      Il non poter esprimere opinioni o il non poter
      sentirsi liberi di andare dove meglio pare deve
      essere decisamente brutto... Nonostante
      berlusconi, mi sento fortunato per essere nato
      quiConsiglio a tutti di scaricare il video di Crozza che canta: El Celentanhttp://www.rockpolitik.it/view/Buena%20Vista%20Social%20Club.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      Nonostante Berlusconi e nonostante Bertinotti-Cossutta, amici e sostenitori di Castro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
        - Scritto da:
        Nonostante Berlusconi e nonostante
        Bertinotti-Cossutta, amici e sostenitori di
        Castro.Staremo a vedere quanto censureranno gli altri Bertinotti e Cossutta, quanto controlleranno le reti televisive e i giornali di loro possesso, e specialmente quanto si permetteranno di delegittimare poteri dello stato a loro scomodi.Oh, e non dimentichiamo di stare a vedere quante leggi per i propri interessi(e per quelli degli amici) faranno loro.Se faranno così o peggio, avrai ragione. Altrimenti, temo che sia un commento che lascia un po' il tempo che trova.Omissis (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba, rischia la vita per la libertà
      - Scritto da:
      Capita spesso che mi incazzi come una iena per
      quello che succede qua in Italia, ma a volte mi
      domando come deve essere vivere in posti come
      Cina o Cuba(o qualsiasi altro luogo con governi
      così
      oppressivi)...Ah ma è colpa dell'embargo, eh...
  • Anonimo scrive:
    Da noi invece si sciolgono dopo 2 giorni
    la gente ancora non ha capito che non conta nulla.Se non c'è dietro una forza politica nessuna protesta porta mai a nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da noi invece si sciolgono dopo 2 gi
      - Scritto da:
      la gente ancora non ha capito che non conta nulla.
      Se non c'è dietro una forza politica nessuna
      protesta porta mai a
      nulla.vabbé, almeno il "nulla" è già qualcosa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Da noi invece si sciolgono dopo 2 gi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        la gente ancora non ha capito che non conta
        nulla.

        Se non c'è dietro una forza politica nessuna

        protesta porta mai a

        nulla.

        vabbé, almeno il "nulla" è già qualcosa...certo, bisogna vincere le elezioni con una maggioranza di cattocomunistipostsessantossiniverdiestremistinoglobaltransessualiper contare qualcosa ed occupare le tanto sospirate poltrone del potere. abbiamo 101 tra ministri ed alte cariche. non aggiungo altro: la scorpacciata dell'armata brancaleone!
Chiudi i commenti