Net neutrality, New York mette gli ISP alla prova

Le autorità dello stato americano indagano sulla presunte limitazioni che i provider impongono alle connessioni degli utenti. L'attivista Tim Wu è della partita, gli ISP sostengono di essere senza macchia

Roma – L’ufficio di Eric Schneiderman, Attorney General dello stato di New York, ha avviato un’indagine sulla possibile violazione delle regole della net neutrality da parte dei provider locali; a guidare l’iniziativa è Tim Wu, noto attivista e professore della Columbia University Law School attualmente impegnato come consulente per Schneiderman.

Wu, che tra l’altro è colui a cui si deve l’espressione “net neutrality”, è subito partito in quarta e poche settimane dopo essere stato chiamato dalle autorità di New York si è messo in comunicazione con Cablevision, Verizon e Time Warner Cable, chiedendo in tutti i casi spiegazioni sul comportamento degli ISP nei confronti dei rispettivi clienti.

Il Procuratore Generale di New York è in particolare interessato a verificare la differenza tra le velocità di connessione descritte dal marketing e quelle effettivamente a disposizione degli utenti dopo la sottoscrizione di un abbonamento, una discrepanza che potrebbe in definitiva portare all’apertura di una vera e propria azione legale contro i provider chiamati in causa.

Nelle lettere spedite a Cablevision, Verizon e Time Warner, Tim Wu chiede di poter visionare una documentazione dettagliata sulla gestione dei network e le eventuali lamentele degli utenti delle connessioni a banda larga sui problemi relativi alle performance di rete.

Particolare interesse viene poi espresso riguardo ai punti di interconnessione tra le reti degli ISP e i network di terze parti, giunture la cui efficienza e velocità dipende dagli accordi tra gli ISP e le aziende di rete esterne e che potrebbero rallentare non poco la fruizione di Internet da parte degli utenti finali.

Tim Wu, che nel 2014 ha provato ad agguantare la candidatura a vice-governatore dello stato di New York senza successo, fa parecchio sul serio e difficilmente mollerà la presa senza verificare il comportamento effettivo degli ISP locali. Per il momento, inutile dirlo, i tre provider contattati dal consulente professano innocenza e si dicono pronti a collaborare appieno alle indagini.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giuseppe Rossi scrive:
    In Siria
    Spiano solo i terroristi cattivi, per sapere quando hanno finito le munizione e paracadutargliene altre!Hanno distrutto Palmira! Grazie USA! o dovremmo dire un'altro nome?
  • Pianeta Spione scrive:
    ma di cosa si lamentano i tedeschi???
    Gli spioni USA hanno giurato che spiano solo i terroristi.ERGO, se spiano le cariche tedesche, significa che questi tedeschi SONO terroristi.E si lamentano pure? Ringrazino piuttosto che non ci sia un drone assassino per ognuno di loro, perché è questa la giusta fine che devono fare i terroristi!
  • prova123 scrive:
    forse la NSA ?
    Perchè escludere a priori il GCHQ ? Notizie abbastanza recenti indicano proprio che il GCHQ sia tecnicamente coinvolto.http://mashable.com/2015/01/28/regin-malware-warriorpride-gchq/Poi che in questa attività potrebbe esserci lo zampino della NSA non c'è nulla che lo escluda ma per il momento il primo chiamato in causa sembra proprio essere il GCHQ.
    • bubba scrive:
      Re: forse la NSA ?
      - Scritto da: prova123
      Perchè escludere a priori il GCHQ ? Notizie
      abbastanza recenti indicano proprio che il GCHQ
      sia tecnicamente
      coinvolto.

      http://mashable.com/2015/01/28/regin-malware-warri

      Poi che in questa attività potrebbe esserci lo
      zampino della NSA non c'è nulla che lo escluda ma
      per il momento il primo chiamato in causa sembra
      proprio essere il
      GCHQ.e su theintercept si parla di tutti i Five Eyes (framwork in comune..?)E pochi mesi fa : i Servizi sono tutti amici tra loro ;)
      • prova123 scrive:
        Re: forse la NSA ?
        Sono tutti amici ed il loro gioco preferito è il "fotticompagno" :D
        • prova123 scrive:
          Re: forse la NSA ?
          PS: Ho trovato l'articolo ;)http://pdf.zeit.de/digital/datenschutz/2015-05/bnd-oesterreich-luxemburg-nsa-datenverkehr.pdf
      • Pianeta Spione scrive:
        Re: forse la NSA ?
        - Scritto da: bubba
        Lo scandalo è presto detto: la BDN avrebbe
        compiuto attività di spionaggio su richiesta
        della Nsa americana, violando così la privacy dei
        cittadini tedeschi.ma quale scandalo?Se li spiano vuol dire che sono terroristi!Però a pensarci bene se hanno spiato la Merkel la situazione è gravissima: non è ammissibile che un stato europeo sia governato da una terrorista!
      • prova123 scrive:
        Re: forse la NSA ?
        - Scritto da: bubba
        Lo scandalo è presto detto: la BDN avrebbe
        compiuto attività di spionaggio su richiesta
        della Nsa americana, violando così la privacy dei
        cittadini tedeschi.



        i Servizi sono tutti amici tra loro ;)Praticamente la BDN è la STASI di un tempo. USA e Germania di nuovo alleate come prima della seconda guerra mondiale. Ricordiamoci sempre che Hitler salì al potere grazie all'elite USA e UK. Poi la germania divenne uno stato canaglia per gli usa ... la storia di sempre e come sempre non si impara nulla dalla storia.
        • prova123 scrive:
          Re: forse la NSA ?
          Test:[img]http://www.voltairenet.org/local/cache-vignettes/L400xH288/d_d-8bbaa-fa25c-b21e7.gif[/img][img]http://dagospia.nhc.ticdn.it/img/patch/06-2013/brindisi-obama-merkel-247779.jpg[/img]Quanti nazisti riesci a vedere nelle due fotografie!Manda un SMS al ........ :D
Chiudi i commenti