Niente più carta per un dominio italiano

Dopo anni di discussioni e polemiche cambia e si semplifica l'iter di registrazione dei domini .it

Roma – Per registrare un dominio .it da oggi non è più richiesto inviare la LAR , quella Lettera di Assunzione di Responsabilità che per un decennio ha rallentato le richieste di chi voleva associare al proprio nome un dominio italiano di secondo livello.

L’autorità competente continuerà ad essere informata su chi si assume il controllo di un dominio. A variare sono le modalità con cui la procedura di registrazione viene comunicata al Network Information Centre per l’Italia: il tutto avverrà attraverso una piattaforma di sincronizzazione che dovrà essere sviluppata dai singoli registrar.

Grazie alla trasmissione in tempo reale della domanda in pochi secondi l’utente che effettua la registrazione riceverà ora un codice che gli garantisce la proprietà del dominio. Il famoso e contestato fax non è più contemplato in questo genere di procedura. Per la soddisfazione di registrar e utenti italiani.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nCWbsoQRJKN DHNGEnF scrive:
    WQlGmaiSmDhLe
    http://www.ihustlelive.com/autoinsurancequotes auto insurance quotes 7933 http://www.roomofzen.com/homeinsurancerates.html home insurance quotes luyxi http://www.arcataenglishcockers.com/home-insurance-rates.html home insurance coverage 332110 http://www.fimbresforcouncil.com/cheaphealthinsurance.html group health insurance gucvqf http://www.robkellysurf.com/health_insurance_quotes.html individual health insurance plans bqqz
  • Funz scrive:
    Contro lo spam
    Nessuno si è mai organizzato per far finta di essere clienti interessati, e bombardare gli spammoni di mail di richiesta informazioni? Così forse l'attività diventerebbe meno redditizia...
  • Salvo Vazzana scrive:
    Sistema Antispam "Checkmate"
    Scusandomi per il parziale o.t., (non ho come inviare questa richiesta ad un indirizzo email diretto),desidererei chiedere al dott. Maruccia se ha ricevuto l'email che gli ho inviato per presentargli l'innovativo metodo antispam, "Checkmate", che credo possa davvero rappresentare la soluzione definitiva del problema spam.Cordiali saluti e buon lavoro.
    • panda rossa scrive:
      Re: Sistema Antispam "Checkmate"
      - Scritto da: Salvo Vazzana
      Scusandomi per il parziale o.t.,
      (non ho come inviare questa richiesta ad un
      indirizzo email
      diretto),
      desidererei chiedere al dott. Maruccia se ha
      ricevuto l'email che gli ho inviato per
      presentargli l'innovativo metodo antispam,
      "Checkmate", che credo possa davvero
      rappresentare la soluzione definitiva del
      problema
      spam.Magari gliel'ha filtrata l'antispam. (rotfl)
  • BluEdoG scrive:
    criteri di mercato
    D'altronde se lo spam non funzionasse, sarebbe già estinto da un pezzo. Evidentemente qualche babbeo compra (e mi chiedo cosa gli arrivi realmente, quando non si trova clonata la CC), forse bisognerebbe cercare di sensibilizzare il target finale. Però sullo spam ci sono parecchie aziende che campano sugli effetti collaterali, creando antivirus e antispam. Insomma il cane che si morde la coda.
Chiudi i commenti