Nintendo: addio Satoru Iwata

Muore a 55 anni il Presidente della casa videoludica giapponese. Sotto la sua direzione è esploso il successo di Wii e DS, prima che Nintendo affrontasse un triennio difficile

Roma – Nintendo ha annunciato che nella giornata di ieri è venuto a mancare all’età di cinquantacinque anni il suo Presidente Satoru Iwata .

Iwata Nell’ asciutto comunicato che ne dà notizia, si legge che la causa è una rara forma di cancro molto difficile da individuare in tempo, che colpisce il condotto biliare. Proprio per cercare di rimuovere chirurgicamente il tumore Iwata è stato costretto ad assentarsi dall’ultimo incontro annuale con gli azionisti di Nintendo.

All’azienda videoludica giapponese Satoru Iwata era approdato negli anni 80: ha iniziato lavorando a giochi come Earthbound, Ballon Fight e Birky e da lì la sua scalata è stata costante, fino alla nomina come Presidente della compagnia nel 2002 , proprio al posto di Hiroshi Yamauchi, che per 50 anni aveva tenuto le redini dell’azienda.

Sotto la sua guida Nintendo ha visto l’esplosione di vendite di due dei suoi principali prodotti, le console Nintendo DS e la Wii .

Complici i cambiamenti sul mercato, gli ultimi tre anni hanno visto la giapponese soffrire la crisi, tornando a sorridere solo con l’ ultima trimestrale , un segno che dopo tre anni era stata nuovamente imboccata la strada giusta.

Anche se non sono mancati ostacoli lungo il suo percorso, dunque, come i deludenti GameCube e Wii U, Iwata era una figura molto amata : non solo per le sue interviste dirette con gli sviluppatori “Iwata Asks” e per i successi commerciali segnati, ma anche per le sue qualità umane che lo facevano sentire molto affine ai gamer.


Iwata lascia come eredità un nuovo progetto hardware, attualmente noto col nome in codice di NX, ed un riassetto che spinge verso un maggiore impegno nei confronti del mercato mobile . Inoltre Iwata ha avuto modo di dare il via ad un altro misterioso nuovo progetto tecnologico che ha quanto pare ha al centro la “qualità della vita”.

Nintendo non ha ancora reso noto il nome del suo sostituto, ma ha annunciato che rimarranno come direttori con poteri decisionali Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto che avranno anche il compito di continuare a portare avanti i progetti avviati da Iwata.

Claudio Tamburrino

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pianeta Video scrive:
    Il copyright vale l'inibizione?
    Sì! @^
  • thepassenge r scrive:
    Re: E Legù??
    Legu non ha mai capito perchè questi enti parassitari esistono, in primo loco per spartirsi i soldi dei contribuenti, in secondo, se capita, per censurare siti scomodi. la finalità non è mai per buoni propositi quando c'è di mezzo la politica ed enti fortemente provatizzati con cui vanno a braccetto.non c'è da meravigliarsi se si sta privatizzando tutto e svendendo la nostra sovranità per ingrassare quegli avvoltoi delle banche crucche e le lobbies yankee.campa cavallo.- Scritto da: Si Ma
    Come da oggetto.
    • Passante scrive:
      Re: E Legù??
      - Scritto da: thepassenge r
      Legu non ha mai capito perchè questi enti
      parassitari esistono,Poco male, l'importante è che sia andato fuori dalle OO.Piuttosto: ma un bell'articolo sulla sonda di plutone ? Di quelli del Maruccia che butta termini a caso e crea solo confusione non lo scriviamo ?Noi qua stiamo aspettando per rompergli le OO anche a lui eh !
    • Si Ma scrive:
      Re: E Legù??
      - Scritto da: thepassenge r
      Legu non ha mai capito Fermati qui...Il resto è superfluo... anzi dannoso. :D
  • Si Ma scrive:
    E Legù??
    Come da oggetto.
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Se anche un solo sito inibito su 1000 impedisce ad un solo scarricone di rubare un film, significa che ne è valsa la pena! La pirateria va fermata questo ha priorità assoluta! @^
  • volpone scrive:
    il tipico approccio
    dell'imbecille "eroico".Nella scelta tra capire e morire facendosi del danno va incontro al suicidio col sole in fronte in un campo di biondo grano!
    • MegaJock scrive:
      Re: il tipico approccio
      E infece kuel maledetto cekkinen...
      • bubba scrive:
        Re: il tipico approccio
        - Scritto da: MegaJock
        E infece kuel maledetto cekkinen...sempre all'erta sto'[img]http://www.ilbafometto.it/wp-content/uploads/2013/07/bonvi.jpg[/img]
      • Bonvi scrive:
        Re: il tipico approccio
        - Scritto da: MegaJock
        E infece kuel maledetto cekkinen...Altolà chi va là, amiken o nemiken?Semplici conoscenti...
  • bubba scrive:
    analisi lunga per risultato breve
    analisi lunga per risultato breve: l'efficacia del versante repressivo e' SCARSA (quando non "dannosa"..).gran bella scoperta :P AGCOM e i portaborse parlamentari delle major lavorano unicamente sull'enforcment e MAI per calare i privilegi accumulati, gli articoli (di legge) bizantini, contraddittori ecc... chiaro che poi produci mostri con le gambe di argilla (se poi "un tennico" andasse a guardare quello che scrive agcom sui provvedimenti di inibizione... vedrebbe anche che "il re e' nudo"... scambia file con metadati per opere in violazione.. ecc... un pateracchio)
    • Pigmeo scrive:
      Re: analisi lunga per risultato breve
      - Scritto da: bubba
      analisi lunga per risultato breve: l'efficacia
      del versante repressivo e' SCARSA (quando non
      "dannosa"..).
      Basta un'immagine[img]http://4.bp.blogspot.com/-ArCy9upDlmc/Ua0J17D5tuI/AAAAAAAAPXw/sqLPtT9HJoU/s1600/pioggia.jpg[/img]Ogni volta che bloccano un sito scatta la pubblicita' io me lo farei bloccare apposta il sito :| :| :|Ottimo report per i molto pigri o gli utonti che non sanno dove andare a scaricare un elenco di siti testati e verificati dirattamente da agcom (ghost)(ghost)(ghost)
    • thepassenge r scrive:
      Re: analisi lunga per risultato breve
      non importa se i filtri sono efficaci o meno, devono dare parvenza e sparare numeri a caso, lo fanno per dare i soldi dei contribuenti a enti privati, come la Boldroni che si occupa delal logistica, in classico magna magna italiano fra amici e parenti.bella scoperta, e anche adesso che si evince che non servono a una mazza non succederà nulla cone al solito purchè i soliti mangino a sbafo.- Scritto da: bubba
      analisi lunga per risultato breve: l'efficacia
      del versante repressivo e' SCARSA (quando non
      "dannosa"..).

      gran bella scoperta :P AGCOM e i portaborse
      parlamentari delle major lavorano unicamente
      sull'enforcment e MAI per calare i privilegi
      accumulati, gli articoli (di legge) bizantini,
      contraddittori ecc... chiaro che poi produci
      mostri con le gambe di argilla (se poi "un
      tennico" andasse a guardare quello che scrive
      agcom sui provvedimenti di inibizione...
      vedrebbe anche che "il re e' nudo"... scambia
      file con metadati per opere in violazione..
      ecc... un
      pateracchio)
Chiudi i commenti