No, i cellulari non fanno popcorn

Ci vuole un fisico per mettere ordine in un turbinìo di video che girano online

Roma – Da alcuni giorni rimbalzano di blog in blog: sono dei brevi video realizzati per far credere che “concentrando” le onde emesse dai telefoni cellulari attorno ad un chicco di mais sia possibile vederlo trasformare in un popcorn, come se proprio i cellulari fossero la causa della “cottura” del mais. Video postati su YouTube, come quello qui sotto:

Se è vero che popcorn e cellulari affollano YouTube da lungo tempo , quello dei popcorn realizzati circondando un chicco con quattro telefonini sta diventando un tormentone visto da milioni di persone. Ciò che non viene detto è che si tratta di un fake, un falso.

Lo spiega in queste ore Louis Bloomfield, fisico dell’Università della Virginia, secondo cui “una cosa del genere proprio non può accadere”. Il riferimento che viene fatto ai microonde non regge, perché in gioco ci sono potenze ben diverse: “Il microonde scalda l’acqua all’interno del mais fino a trasformarlo in un gas sotto pressione, cosa che provoca il pop . Se i cellulari emettessero così tanta energia, l’acqua nelle dita della gente che li tiene in mano si scalderebbe. E sarebbe dolorosissimo. I cellulari probabilmente scaldano i tessuti, ma gli studi indicano che questo non è dannoso”.

Le dichiarazioni di Bloomfield sono state raccolte da Wired .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joliet Jake scrive:
    Skiantos
    Vedo che nessuno ha colto la citazione!"La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo!"Non era un titolo infelice... :D
  • luminor scrive:
    Chiariamoci
    In pratica questo ragazzotto, dotato di capacità tecniche indubbie e curiosità, ha messo nei guai alcune persone che non hanno niente a che vedere con multinazionali "cattivone" e simili.Non che questo avrebbe costitutio una scusante.Cosa vuole comprensione ?Posso provare comprensione per il suo handicap, ma è giusto che paghi.
  • nitinol scrive:
    Go go GO!
    Abbattete il sistema prima che questo abbatta voi!HImMdhoBITAhITAhLfmZ5Clv61UvZKrhiBkevXAt9aFc3e7Q9UUbfeJAGnts3S3GCJMc8iJENpybb5GPouiTLVQ=
  • Darshan scrive:
    Beh...queste sono le pari opportunità...
    Com'è giusto che sia il fatto che il phreaker sia cieco non costituisce un attenuante.Ma allora perchè avete incentrato l'articolo proprio sulla sua cecità?
    • Zantor scrive:
      Re: Beh...queste sono le pari opportunità...
      - Scritto da: Darshan
      Ma allora perchè avete incentrato l'articolo
      proprio sulla sua
      cecità?Non sarà un'attenuante, ma neanche un dettaglio da poco.
      • dura lex scrive:
        Re: Beh...queste sono le pari opportunità...
        Cosa non vi è chiaro nella frase "La legge e' uguale per tutti" ?
        • Zantor scrive:
          Re: Beh...queste sono le pari opportunità...
          Cosa non ti è chiaro del seguente principio giornalistico?"Cane che morde l'uoomo non fa notizia, ma uomo che morde cane sì".Di Hacker è pieno il mondo, ma se ne trovi uno cieco che merita le attenzioni dell'FBI, allora diventa un caso.
      • attonito scrive:
        Re: Beh...queste sono le pari opportunità...
        Alto o basso,bianco o negro,altoatesino o siciliano,Presidente del Consiglio o privato cittadino,cieco o vedente,prete o laico,un farabutto resta un farabutto.
    • Olmo scrive:
      Re: Beh...queste sono le pari opportunità...
      Quoto.Il titolo dell'articolo non è solo infelice, è proprio di cattivo gusto. Peccato, perché l'articolo è interessante
Chiudi i commenti