Nomine in Google Italia

Paola Scarpa è la nuova Industry Leader Telco, Media & Entertainment. Avrà l'obiettivo di sviluppare il business in questi due importanti settori

Milano – Con una nota, Google Italia ha resto nota la nomina di Paola Scarpa a Industry Leader di Telecomunicazioni, Media & Entertainment . A lei, spiegano, andrà “il compito di sviluppare e implementare le strategie di business relative all’advertising online per questi due specifici mercati”.

“Coordinando un team dedicato – prosegue la nota – Paola svolgerà attività di consulenza strategica e supporto operativo per i clienti italiani attivi in questi settori”.

“Le telecomunicazioni e l’entertainment sono mercati altamente strategici per Google Italia” ha commentato Massimiliano Magrini, country manager di Google Italia: “Sono convinto che in questo nuovo incarico, Paola ci consentirà di sviluppare ulteriormente il business in questi settori”.

Paola Scarpa si è laureata in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano. In passato ha svolto il ruolo di project leader in molti progetti relativi il mondo delle TELCO. Al suo attivo anche oltre sette anni in Vodafone, dove si è occupata di marketing e vendite sia nel settore consumer che business. È entrata in Google nel 2007, dove si è impegnata nello sviluppo delle relazioni con i partner strategici italiani per i servizi web e mobile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Stefano Volo scrive:
    Valore Aggiunto
    Mi unisco anche io al commento fatto dalla mia collega (non solo di azienda ma anche di gruppo di lavoro).Finita l'università si ha l'impressione di avere imparato tutto ciò che c'è da sapere e di essere pronti a dare filo da torcere al mondo, ma la verità è che non è così. E' impressionante scoprire quante cose che in realtà sono importantissime sono sempre state ignorate durante la preparazione accademica, cose che anche se spiegate non rendono l'idea finchè non le si vive sulla propria pelle.Vi invito a considerare seriamente l'opportunità descritta in questo articolo, c'è molto da guadagnare.Ne approfitto per mandare un gigantesco in bocca al lupo a tutti coloro che nei prossimi giorni affronteranno le selezioni!
    • Spectator scrive:
      Re: Valore Aggiunto
      - Scritto da: Stefano Volo
      Mi unisco anche io al commento fatto dalla mia
      collega (non solo di azienda ma anche di gruppo
      di
      lavoro).

      Finita l'università si ha l'impressione di avere
      imparato tutto ciò che c'è da sapere e di essere
      pronti a dare filo da torcere al mondo, ma la
      verità è che non è così. E' impressionante
      scoprire quante cose che in realtà sono
      importantissime sono sempre state ignorate
      durante la preparazione accademica, cose che
      anche se spiegate non rendono l'idea finchè non
      le si vive sulla propria
      pelle.

      Vi invito a considerare seriamente l'opportunità
      descritta in questo articolo, c'è molto da
      guadagnare.

      Ne approfitto per mandare un gigantesco in bocca
      al lupo a tutti coloro che nei prossimi giorni
      affronteranno le
      selezioni![yt]3_7OY5NABbg[/yt]
  • Carla Giuliano scrive:
    Campus 2007/2008
    Solo due parole da chi quest'esperienza l'ha vissuta: è raro riuscire a conciliare, addirittura prima della laurea triennale, studio e prove generali di lavoro, università e azienda, lavoro ed amicizia. Campus è un tentativo di realizzare tutto questo, ed essere stati i primi 18 che l'hanno vissuto è stata un'avventura che rifarei domani.Un in bocca al lupo per i futuri Campussiani, e per coloro che leggendo questo articolo decideranno di mettersi alla prova!
    • Spectator scrive:
      Re: Campus 2007/2008
      - Scritto da: Carla Giuliano
      Solo due parole da chi quest'esperienza l'ha
      vissuta: è raro riuscire a conciliare,
      addirittura prima della laurea triennale, studio
      e prove generali di lavoro, università e azienda,
      lavoro ed amicizia.


      Campus è un tentativo di realizzare tutto questo,
      ed essere stati i primi 18 che l'hanno vissuto è
      stata un'avventura che rifarei
      domani.

      Un in bocca al lupo per i futuri Campussiani, e
      per coloro che leggendo questo articolo
      decideranno di mettersi alla
      prova![yt]jfGFs03CI1g[/yt]
      • una vita da precario scrive:
        Re: Campus 2007/2008
        - Scritto da: Spectator
        - Scritto da: Carla Giuliano

        Solo due parole da chi quest'esperienza l'ha

        vissuta: è raro riuscire a conciliare,

        addirittura prima della laurea triennale, studio

        e prove generali di lavoro, università e
        azienda,

        lavoro ed amicizia.





        Campus è un tentativo di realizzare tutto
        questo,

        ed essere stati i primi 18 che l'hanno vissuto è

        stata un'avventura che rifarei

        domani.



        Un in bocca al lupo per i futuri Campussiani, e

        per coloro che leggendo questo articolo

        decideranno di mettersi alla

        prova![yt]59suXZ4JC2E[/yt]
    • se se vabbe scrive:
      Re: Campus 2007/2008
      - Scritto da: Carla Giuliano
      Solo due parole da chi quest'esperienza l'ha
      vissuta: è raro riuscire a conciliare,
      addirittura prima della laurea triennale, studio
      e prove generali di lavoro, università e azienda,
      lavoro ed amicizia.e quando mi sono fatto il mazzo da ingegnere a 24 annicon una media del 28/30mi faccio il campus e potro' cosi apprezzare una bella vita da precario a 1000 euro al mese

      Campus è un tentativo di realizzare tutto questo,
      ed essere stati i primi 18 che l'hanno vissuto è
      stata un'avventura che rifarei
      domani.bravi auguri vediamo questi diciotto con un progettino in irlanda o in inghilterra di 5 settimane e il rimborso di euro 300 cosa troveranno dopo
      Un in bocca al lupo per i futuri Campussiani, e
      per coloro che leggendo questo articolo
      decideranno di mettersi alla
      prova!il mio consiglio se avete una laurea con 110 e lode e una media di 27/30 e la conoscenza dell'inglese ANDATEVENE NON PERDETE PROPRIO TEMPO.IN IRLANDA O IN INGHILTERRA CI POTETE ANDARE SENZA CAMPUS CON STIPENDI DA INGEGNERI E LAVORO SICURO E FISSO.LASCIATE PERDERE L'ITALIA
Chiudi i commenti