Nota/ Occhio, eMule è gratis

Le truffe abbondano, chiudere il portafoglio

Roma – Sarà forse colpa della pausa festiva, dedicata spesso al web e ai tanti divertimenti che contiene, ma in queste settimane si sono fatte sempre più frequenti segnalazioni a proposito di pagamenti effettuati per fantomatici codici di attivazione per Emule , il celeberrimo programma per lo scambio file .

Emule, e pressoché tutti i suoi derivati ( EmulePlus , etc), sono programmi open source e gratuiti: l’autore non percepisce introiti da chi vende codici a pochi euro per attivare ed utilizzare un programma che non necessita di nessun codice e attivazione.

Occhi aperti dunque: se nessuno ricorre ad un avvocato per alcuni euro, questa truffetta così popolare non fa che minare la reputazione di un progetto aperto e gratuito al quale collaborano in tanti (vedi anche la guida in italiano).

È bene quindi ricordare, ripetere e mantenere alta l’attenzione su quella che, per la modesta quantità della cifra richiesta, è una truffetta che non troverebbe ascolto in sede legale ma che comunque “mina” il buon nome di un progetto opensource e gratuito. Una truffetta realizzata da siti web apparentemente legittimi ma in realtà da evitare assolutamente.

Molti di questi siti “civetta” vengono rintracciati tramite i più diffusi motori di ricerca. Mai farsi ingannare, e rivolgersi sempre a forum o a recensioni come quelle di PI Download : leggere, consultare, ricercare sempre prima di foraggiare inutilmente attività illecite.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    2,5 pollici?
    Visto che non ci sono dischi che girano, immagino sia solo il fattore di forma esterno: "grande come un HD da 2,5"
    • pabloski scrive:
      Re: 2,5 pollici?
      - Scritto da: Funz
      Visto che non ci sono dischi che girano, immagino
      sia solo il fattore di forma esterno: "grande
      come un HD da
      2,5"infatti, devono mantenere le dimensioni e la forma degli hard disk altrimenti non si possono installare in un normale PC o notebookdel resto la stessa scelta dello standard SATA è vincolata, nessuno avrebbe vietato di collegarli al bus PCI o magari al bus di sistema
  • sk000ks scrive:
    incredibile
    Questi dischi conquistano primati uno dopo l'altro. A ritmo velocissimo.Se si confronta la lentezza dell'evoluzione degli HD attuali non c'è dubbio che tempo 5-6 anni ci sarà il sorpasso, anche in termini economici.
    • Guido La Vespa scrive:
      Re: incredibile
      - Scritto da: sk000ks
      Questi dischi conquistano primati uno dopo
      l'altro. A ritmo
      velocissimo.

      Se si confronta la lentezza dell'evoluzione degli
      HD attuali non c'è dubbio che tempo 5-6 anni ci
      sarà il sorpasso, anche in termini
      economici.Secondo me anche prima.Diciamo due anni?
      • Zanzibar scrive:
        Re: incredibile
        - Scritto da: Guido La Vespa
        Secondo me anche prima.
        Diciamo due anni?Prestazionalmente sono già superiori, ricordiamo infatti che i tempi di accesso sono in ordine dei ns, anziche dei ms, e già questo fa una differenza bestiale. Il transfer rate massimo forse è ancora più veloce nei più veloci hd 'rotanti', ma ricordiamo anche che per gli SSD il trasfer rate massimo è uguale a quello medio, mentre per i dischi tradizionali no...Per quanto riguarda l'affidabilità, ormai si parla di 1,9 - 2,5 milioni di ore di MTBF, anche qui c'è stato il sorpasso.Quanto alle dimensioni, il pareggio non tarderà ad arrivare, e per il prezzo speriamo veramente che arrivi entro un paio d'anni perché sono veramente stufo di aspettare :-pUn bel 128GB per s.o. + programmi sarebbe sufficiente, a 100 euro sarebbe ottimo!
        • andrea scrive:
          Re: incredibile
          Io aspetto con ansia quel giorno... vi immaginate... computer acceso e ... (come diceva uno spot) "praticamente non lo senti" ... silenzioso... ecco, a meno delle ventole, mi è appena partita per far ricordare che c'è anche lei. Il passo successivo sarà eliminare i sovrariscaldamenti e quindi le ventole!
          • franz1789 scrive:
            Re: incredibile
            Quello è anche un problema di processore... Più aumentano le prestazioni, più c'è il rischio di surriscaldamento...
          • simo scrive:
            Re: incredibile
            Su, su, nessuna paura, tra poco ci saranno i proci a qubit, e faremo sparire anche le ultime ventoline.E, forse, riusciremo a giocare a Crysis a 60 fps ^_^
Chiudi i commenti