Nozze Free Pascal-Win x64 e REALbasic-Ubuntu

Nuove versioni dei due ambienti di sviluppo, l'uno open source l'altro proprietario, introducono il supporto a nuovi sistemi operativi. E non solo

Roma – Negli scorsi giorni sono state rilasciate nuove versioni di due noti tool di sviluppo multipiattaforma: il compilatore open source Free Pascal , arrivato alla versione 2.2, e l’ambiente proprietario REALbasic , giunto invece alla versione 2007 Release 4.

Free Pascal , anche noto come FPK Pascal, è un compilatore L/GPL che implementa il linguaggio Pascal della Borland (Turbo Pascal e Delphi) ed è in grado di girare su di una grande varietà di piattaforme, incluse Windows, Windows CE, Linux, Mac OS X, DOS, Netware, MorphOS e, a partire dall’ultima versione, Windows x64 e persino Game Boy Advance e Nintendo DS.

“Free Pascal è ora il primo e l’unico compilatore free software a supportare le versioni a 64 bit di Windows”, affermano gli autori del programma.

Una sintesi delle novità di Free Pascal 2.2 viene riportata in questo articolo di OSnews.com , mentre qui è possibile leggere le note di rilascio ufficiali.

REALbasic 2007 Release 4 è invece l’ultima versione di un ambiente di sviluppo basato su di un dialetto evoluto del BASIC creato dalla società texana REAL Software . Il software può essere utilizzato per creare applicazioni in grado di girare, senza modifiche, sotto Windows, Mac e Linux.

L’ultima versione del software introduce il supporto ufficiale a Ubuntu Linux; migliora le performance del plug-in ODBC e quelle dell’API di accesso ai database; migliora il debugger a riga di comando, a cui sono state aggiunte proprietà che simulano gli argomenti della riga di comando; e aggiunge un nuovo tipo di dato, Delegate , che fornisce una rappresentazione astratta di un metodo, consentendo un’implementazione variabile per una specifica invocazione.

La lista completa dei miglioramenti e delle nuove caratteristiche di REALbasic 2007 Release 4 è disponibile nelle note di rilascio contenute nel pacchetto commerciale e nella versione dimostrativa scaricabile da questo indirizzo .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Spillo scrive:
    Internet e Parlamento
    Su internet si imparta a fare le bombe....in parlamento si impara fare i mafiosi
  • aaaa scrive:
    non scherzare
    ed e proprio a questo che mi riferivo altro che database dna contro pericoli inesistenti o creati artificialmente
  • ermes scrive:
    grazie alcei
    alcei è un ente superiore
    • Anti Frattini scrive:
      Re: grazie alcei
      - Scritto da: ermes
      alcei è un ente superiore Ma purtroppo quello che dice rimarrà nel vuoto come è successo per tutte le cose giuste che ha detto in passato (es. la legge 269/98 da loro definita "sciagurata" e "pessima" che è stata ulteriormente peggiorata e ovviamente criticata)Se la AIIP non conta un cazzo in Italia, la ALCEI conta meno di un cazzo. Purtroppo.
  • Paolo scrive:
    Come la Cina
    E' incredibile che questa proposta è di stampo cinese!Viva la Casa delle Libertà Cinesi! (CDLC)
    • Anti Frattini scrive:
      Re: Come la Cina
      - Scritto da: Paolo
      E' incredibile che questa proposta è di stampo
      cinese!
      Viva la Casa delle Libertà Cinesi! (CDLC)Non ricordo se fu Frattini o un altro ma disse che l'Italia doveva ispirarsi all'esempio cinese. La notizia apparve qui su punto informatico un po' di tempo fa, probabilmente facendo una ricerca salta fuori.
  • nucly scrive:
    Re: Cara ALCEI, è evidente...
    guarda la questione dellapedofilia è molto nota a questo forum, l'utente che hai rimbeccato è stao uno dei protagonisti delle discussionia riguardo.è garantista, sostiene che invece che censurarli si debba discutere e controbattere (oltretutto è semplice controbattere) invece di insultare.okkio cmq al fatto che un conto sono i bambini un altro i ragazzini, io stesso sono stato "vittima" (virgoletto perchè non è vero che fui vittima) di una "pedofila" 19enne che quando io avevo 12 anni mi iniziò al sesso, sarebbe illegale e se oggi la questione fosse davanti ad un giudice lei sarebbein galera, con mio enorme rammarico.il "reato" è accaduto circa 40 anni fà.io oggi ho famiglia e figli e per primo mi schiero dalla parte dei linciatori nel caso di rapporti con bambini sotto i 12-13, credo che potrei uccidere se mi toccassero la mia bimba.ciao
    • ermes scrive:
      Re: Cara ALCEI, è evidente...
      - Scritto da: nucly
      guarda la questione dellapedofilia è molto nota a
      questo forum, l'utente che hai rimbeccato è stao
      uno dei protagonisti delle discussionia
      riguardo.

      è garantista, sostiene che invece che censurarli
      si debba discutere e controbattere (oltretutto è
      semplice controbattere) invece di
      insultare.

      okkio cmq al fatto che un conto sono i bambini un
      altro i ragazzini, io stesso sono stato "vittima"
      (virgoletto perchè non è vero che fui vittima) di
      una "pedofila" 19enne che quando io avevo 12 anni
      mi iniziò al sesso, sarebbe illegale e se oggi la
      questione fosse davanti ad un giudice lei
      sarebbein galera, con mio enorme
      rammarico.

      il "reato" è accaduto circa 40 anni fà.

      io oggi ho famiglia e figli e per primo mi
      schiero dalla parte dei linciatori nel caso di
      rapporti con bambini sotto i 12-13, credo che
      potrei uccidere se mi toccassero la mia
      bimba.

      ciaosei un ciglione
  • carmelo francescon i scrive:
    Frattini e ALCEI
    [code][/code]Ammesso che Franco Frattini, al di là di possibili dubbi, sia persona onesta, rimane il fatto che questa volta ha commesso una imperdonabile dabbenaggine. Forse qualcuno che gli è vicino e che di internet ne capisca più di lui, glielo faccia notare prima di novembre. Io comunque lo spero... carmelo
    • localhost scrive:
      Re: Frattini e ALCEI
      - Scritto da: carmelo francescon i
      [code][/code]Ammesso che Franco Frattini, al di
      là di possibili dubbi, sia persona onesta, rimane
      il fatto che questa volta ha commesso una
      imperdonabile dabbenaggine. Forse qualcuno che
      gli è vicino e che di internet ne capisca più di
      lui, glielo faccia notare prima di novembre. Io
      comunque lo spero...

      carmelo"Qualcuno che gli è vicino" e "che ne capisca di internet" nel contesto in esame è una cosa veramente poco probabile.La cosa deprimente è che la reazione a qualsiasi abuso delle tecnologie nella mente dei politici è sempre e soltanto "vietiamo le tecnologie".E' un continuo confondere la causa con l'effetto provocato da ignoranza abissale. Se su internet ci sono contenuti illegali, si proceda contro coloro che li hanno creati e messi in linea, non cercando di impedire che vengano visti.Un po' come se dicessero "ci sono troppe persone che guidano ubriache? vietiamo l'uso della macchina"
      • Might scrive:
        Re: Frattini e ALCEI
        Io invece credo che sia giusto vietare una tecnologia, se questa può essere potenzialmente pericolosa e portare gli uomini alla violenza!A tale proposito, siccome una guida alla costruzione di autobombe potrebbe anche essere pubblicata su un libro, propongo anche di bruciare tutti i libri esistenti, giusto per stare tranquilli.Oooops.... ma qualcuno non ha già scritto su questo argomento? :-)
    • YURY scrive:
      Re: Frattini e ALCEI

      imperdonabile dabbenaggine. Forse qualcuno che
      gli è vicino e che di internet ne capisca più di
      lui, glielo faccia notare prima di novembre.Di solito quelli molto vicini ai politici e moooolto più intelligenti di loro si chiamano lobbisti... il problema è sperare che ai cosiddetti poteri forti la censura NON faccia comodo (io ne dubito)
  • aaaa scrive:
    banca dna
    visto che se n'era parlato, che in uk vogliono gia schedare tutti (incluso chiunque entra in uk, e ovviamente us si adattera a breve) e' che anche in italia se la notizia e vera e di una gravita eccezionaledue domande:- se non prendono i terroristi come CAZZ* fanno a prendere loro il dna ????? se invece li hanno gia presi a che serve il database ?????- siamo sicuri che sto CAZZ* di database non servira a ben altri scopi (profili genetici, alterazioni attraverso vaccini, lasciare il tuo dna sulla scena di qualche crimine per incriminarti, ecc) che a combattere i terroristi ?????
  • sniffer2 scrive:
    ATTENTI A PUNTO CENSORE (ex informatico)
    ATTENTI A PUNTO INFORMATICO - SONO AMICI DI MERENDE DI FRATTINI! VERGOGNA PUNTO INFORMATICO
  • un cittadino onesto scrive:
    diciamo le cose come stanno
    Chi non ha niente da nascondere non deve aver paura di nulla.
    • A O scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      - Scritto da: un cittadino onesto
      Chi non ha niente da nascondere non deve aver
      paura di
      nulla.dici???bene... allora, domani il governo decide che l'uso della parola "nascondere" (che si trova nel tuo post) e' indice di attivita' terroristica perche' rivela la ricerca di informazioni su come non farsi catturare...(e siamo perfettamente in linea con la proposta fatta da quel certo ex-ministro che non nomino per non fagli pubblicita')lo stesso governo decide anche che, naturalmente, questo vale anche in senso retroattivo perche' e' chiaro che chi oggi ha intenti criminali e terroristici li aveva anche ieri...(altro ragionamento in linea con la logica che ispira questi personaggi)sai cosa succede dopodomani all'alba???indovina chi ti viene a svegliare?indovina dove ti rinchiudono?...indovina dove buttano la chiave???...tu pero', mi raccomando, diglielo che non hai fatto nulla... digli le cose come stanno eh!
    • Rododendro scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      E bravo il "chi non ha niente da nascondere"....Ci mancava il beota che invoca una forca in ogni piazza. E se poi, su quella forca, ti tocca salirci anche "se non hai niente da nascondere", non ti lamentare.Che c'e', non sei convinto? A te non potrebbe mai succedere perche sei "un cittadino onesto" ? Si,si, conosco il tipo. Pure Robespierre era convinto che la ghigliottina l'avesse messa lui in piazza per tagliare la testa agli altri.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      contenuto non disponibile
    • Giorgio scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      Sì,lo dicevano anche in Russia a quelli che si "adombravano" perchè kgb si predeva la libertà di intercettare leggere eliminare la posta (mica quella elettronica)considerata contraria agli interessi del partito.E'incredibile come, dopo soli 17anni dalla caduta del muro, ci siano persone che i nome di una ipotetica maggiore sicurezza sono disposti a rinunciare a diritti elementari come libertà di espressione o privacy.Il bello è che le proposte migliori in questo senso arrivano tutte dai paladini della libertà e dell'anticomunismo.Frattini oltre a non capire che il provvedimento da lui proposto sarebbe tecnicamente inutile oltre che difficile da realizzare, non si rende nemmeno conto che Beria o Stalin sarebbero orgogliosi di lui.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      Allora togli i muri da casa tua e metti grandi vetrate, e per chi non vive nelle vicinanze, tante webcam in tutte le stanze collegate a internet 24 ore su 24. Tanto non hai niente da nascondere, no?
    • Barbonz scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      uhm.. chi è che decide cos'è da nascondere?
    • MVC scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      Perchè non mettiamo telecamere in ogni casatanto chi non ha nulla da nascondere, perchènon sbattiamo tutti in galera un mese tantopreventivamente, che ne sai se in futuro puoicombinare qualcosa.Io non costruisco bombe, ma mi romperebbe le balle che, mi impedissero di trovareil termineperchè qualcuno potrebbe fare una bomba, tantose uno vuole non è che non la fa anche se non ha internet.Mi piacerebbe pure ioche ci fosse un archiviocentrale del DNA e delle Impronte digitali maci si potrebbe trovare senza un rene perchè diquei dati qualcuno potrebbe fare un uso sbagliatola censura inizia bene con buoni termini ma sesi inizia tra 10 anni non ci saranno più altriVaffanculo Day, perchè verrà censurato comeAnti-politica..... BLA.... Termine creato perchèhanno paura di perdere la poltrona quella maremmadi Porci.
    • Re Kahr scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      Non bisogna dimenticare quali erano i metodi delle camicie nere sotto il regime fascista, non era questione di essere onesti o disonesti, semplicemente si viveva in un regime di terrore.
    • Re Kahr scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      Daccordo, tu sei un cittadino onesto e la cosa è lodevole, ma se qualcuno si comporta in modo disonesto e per evitare ogni forma di critica, semplicemente decide di toglierti la parola, tu non hai più nessun mezzo non solo per far valere le tue idee, ma nemmeno per far valere i tuoi diritti. Guarda per esempio Beppe Grillo, in televisone viene censurato dai politi, è chiaro che se ne acessero il potere ne chiuderebbero anche il blog e magari, con il pretesto di censurare il termine "bomba" censurerebbero anche il termine "Grillo". Guarda inoltre ai paesi soffocati dai regimi, dove i giornalisti non graditi dal potere vengono censurati se non uccisi, e questo nonostante possano essere delle persone oneste come me o come te. Sono proprio le persone oneste che devono preoccuparsi quando le libertà individuali e delle idee vengono messe in pericolo.
    • Non authenticat scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      - Scritto da: un cittadino onesto
      Chi non ha niente da nascondere non deve aver
      paura di
      nulla.Onesto?Come i nostri parlamentari?Onesto?come i "manager" pluricondannati?Onesto?.... a SCAMPIA sono più "onesti" della attuale "classe dirigente".... è proprio matematica questione di percentuale!Condannati e giudicati/incensurati....A scampia la percentuale è MIGLIORE!E tu non hai nulla da nascondere a "loro"?.... che sono così "onesti"?.... certo certo.... contento tu!
    • uno sveglio scrive:
      Re: diciamo le cose come stanno
      ma vaffanculo te e frattini...
  • sniffer scrive:
    ATTENTI A PUNTO CENSORE (ex informatico)
    ATTENTI A PUNTO INFORMATICO - A FORZA DI PARLARE DI CENSURA CI HA PRESO GUSTOPUNTO INFORMATICO E' ALLA MERCE DEI CENSORI ED E' RILUTTANTE E DEPLOREVOLE QUANTO LOROFATE SCHIFO MODERATORI DI PUNTO INFORMATICO
  • Federico scrive:
    Il punto di vista dell'Esperto...
    Ne parla anche Matteo Flora, lo stesso del famoso filmato su come eludere i controlli di polizia.http://www.lastknight.com/2007/09/12/heli-fiorer-il-nazista-di-internet/interessante il suo confronto con le metodologie del Terzo Reich...Il tragazzo non scrive molto, ma quando scrive fa danni :)
    • misterdougl as scrive:
      Re: Il punto di vista dell'Esperto...

      Il tragazzo non scrive molto, ma quando scrive fa
      danni
      :)e tu ti chiami federico :D
  • zerouno scrive:
    Assurdo...
    Impedire la ricerca di termini come: bomba, uccidere, genocidio o terrorismo è semplicemnete assurdo.Bomba:Bomba ad idorgeno o bomba nucleare/atomica associate ad Hiroshima e Nagasaki. Per ricerche storiche o semplicemnete per capirne il loro funzionamento. Cosa che qualunque libro di fisica spiega senza problemi. Se mi ricordo bene c'erano delle semplici spiegazioni anche sul sussidiario che utilizzavo alle elementari. Spiegazioni che si possono anche trovare su qualunque romanzo di fanta-politica o tecno-thriller.Uccidere:Inteso come assassinio. Questo mi potrebe essere utile, ad esempio, per una ricerca sull'attentato a Kennedy, Martin Luther King, Giulio Cesare ecc ecc.Genocidio:Beh questa parola potrebbe essere utilizzata a scopo di ricerca sul genocidio armeno o ebraico.Terrorismo:Parola utilizzata per ricerche riguardanti atti di terrorismo attuale (cronaca di tutti i giorni) o passato (I tedeschi durante la seconda guerra mondiale giudicavo gli atti dei partigiani terrorismo). La lotta al terrorismo.Censurare le parole è un atto alquanto stupido e privo di senso. Oltretutto denota una marcata ignoranza circa l'utilizzo della rete da parte dei netizen. Perciò ALCEI fa bene ad intervenire tempestivamente difronte a queste folli sparate da parte dei nostri politici.
  • Re Kahr scrive:
    Libertà individuale in pericolo!
    Non capisco come mai certe persone si debbano sentire in dovere di limitare la libertà altrui, è una cosa che si ripete da sempre nella storia, ed è ora che lo si capisca che certe cose portano ai totalitarismi, e alla dittatura. Poi, per ritornare liberi occorrono rivolte, rivoluzioni, guerre e martiri. Quante persone sono morte per la libertà nel corso della storia? E noi lasciamo che le loro conquiste ci scivolino via sotto il naso e, che senza che nemmeno ce ne accorgiamo, di punto in bianco non possiamo più aprire una pagina web senza il timore di finire schedati chissà su quale banca dati e chissà con quali conseguenze?! O forse un giorno ci sveglieremo e aprendo un browser vedremo scritto: "il servizio internet è stato sospeso, la navigazione delle pagione web è un reato". Un ministro europeo, signori, che parla di censura, dopo che l'europa ha criticato paesi come la cina proprio per la loro propensione alla censura. Tutto questo in nome della paura verso l'islam? Per la paura che qualcuno possa imparare a costruire una bomba molotov? Quando i governi dispongono invece di bombe atomiche, e quando i governi stessi rischiano di uccidere la democrazia? Il problema del mondo ai nostri giorni non è tanto l'islam in quanto religione, ma sono i fondamentalismi, di ogni sorta essi siano, sia islamici che occidentali, e si creando una sorta di alleanza per uccidere la libertà individuale, per fermare il progresso, per controllare e mortificare i cittadini, per ritornare all'ancien regime, con uomini che godono di privilegi e con uomini che di umano non hanno più nulla.
  • p4in scrive:
    Paradosso
    Censurando quel genere di parole non sarà possibile cercare neanche notizie dei giornali e dei tg. Bravo, bel colpo, bis! Gente pagata 144 mila euro all'anno per dire boiate di questo genere mentre i pensionati si trascinano con 500 euro al mese quando va bene.
  • Giorgio Silvio scrive:
    exercise with the private sector.
    clear exploring exercise with the private sector.Non è un sistema per dare dei fondi a ditte private e poi ............. (riempire i puntini) .Pensare male è peccato, ma ci si prende sempre !!Ciao
  • Vday scrive:
    Altre parole da censurare
    CorruzioneGiustiziaManifestazionePolitici+CorrottiBeppe+GrilloUna volta sviluppato il programma che fai ? Non lo usi ???
  • ziolla scrive:
    frattini è tutto ...
    ito rincoglondetto però in fretta in fretta
  • YURY scrive:
    frattini = politico
    Il signor frattini e' un politico, ovvero uno squallido personaggio il cui unico scopo è aumentare i propri privilegi (oserei dire il proprio conto in banca)Ad esempio internet, o meglio la possibilità di diffondere le proprie idee con visibilità teoricamente illimitata, viene vista come fumo negli occhi e quindi si cerca di "limitarla" in ogni modo possibile (oggi si censura bomba, domani sciopero, dopodomani liberta')
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: frattini = politico
      scusa ma...perché lo chiami politico?Non elevare il suo stato sociale, lui è un "politicante" come la quasi totalità di chi attualmente si occupa di politica.Di "Politici" ne son rimasti ben pochi il resto è "povera" gente senza arte nè parte.
  • Contro la censura scrive:
    Protegge i criminali
    Come ci si può organizzare per impedire un genocidio se non si può parlare di genocidi? Ad esempio, se all'epoca della guerra di Bosnia non se ne fosse potuto parlare, quante decine di migliaia di persone sarebbero morte in più rispetto a quelle che già morirono?E se non si fosse potuto scrivere e parlare di bombe, come avremmo saputo dei tanti attentati che ci sono stati in Italia negli ultimi decenni (stazione di Bologna, Dalla Chiesa, etc.)?Infine, se i governi dovessero decidere cosa possiamo dire e scrivere, non ci troveremmo automaticamente in una dittatura? Guardando al passato recente mi vengono in mente il Cile, l'URSS e pure l'Italia di tanti anni fa. Guardando ad oggi Cuba, Myanmar e la Corea del Nord.E bravo Frattini, in che bella compagnia ti trovi.
    • J.C. scrive:
      Re: Protegge i criminali

      Infine, se i governi dovessero decidere cosa
      possiamo dire e scrivere, non ci troveremmo
      automaticamente in una dittatura? E' proprio questo l'obiettivo: instaurare una dittatura, togliendo preventivamente alla popolazione la capacità di ribellarvisi. Se i partigiani, in Italia, non fossero stati in grado di procurarsi o costruire armi da fuoco e bombe, la resistenza probabilmente non ci sarebbe nemmeno stata.
      • Paperino scrive:
        Re: Protegge i criminali
        per quel che è servita... :Pha sostituito una dittatura al servizio di un'idea con un sistema di dittature al servizio di nuove idee...non ci ha liberato da nessuna guerra, ha portato fiumi di sangue e ci ha incagliati in una pseudodemocrazia servile e mafiosa...- Scritto da: J.C.
        la resistenza probabilmente non ci sarebbe
        nemmeno stata.
    • ba1782 scrive:
      Re: Protegge i criminali
      Al tuo elenco di "contemporanei" aggiungerei la Cina, se mi è concesso :)
  • m00f scrive:
    A casa!
    Frattini, cercati un bel lavoro, magari in callcenter per 5/h
    • dadaumpa scrive:
      Re: A casa!
      quelli nei call center non vengono neppure pagati ad ora ma a scatti con tariffe più complesse dei piani telfonici per cellulari
  • drive in scrive:
    non è l'unico incoscente
    di stamane la notizia che rutelli (il minuscolo è dovuto) vuole creare la banca del DNA come in america, il tutto con la solita scusa TERRORISMO.Hanno stufato con questo falso terrorismo, i veri terroristi sono solo loro, sostenuti da una imbecillità che travasa in persone senza dignità ne onore.La LIBERTA' non ha paura del terrorismo, è il TERRORISMO ad aver paura della LIBERTA'.
    • flavio scrive:
      Re: non è l'unico incoscente
      ma bravo! hai usato ben 4 volte la parola incriminata "terrorismo", hai dato dell'imbecille al signor "minuscolo" e, cosa piu' grave di tutte, hai tirato in ballo il concetto anarchico e destabilizzante di "libertà"... per questo aspettati la digos, i ris, il sig. capitano della finanza che verranno a prelevare il tuo DNA e.... indovina dove ti infileranno la sonda?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: non è l'unico incoscente
      contenuto non disponibile
      • ba1782 scrive:
        Re: non è l'unico incoscente
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Mi sembra giusto: con tutte le milioni di vittime
        che fa il terrorismo ogni anno in
        italia!Quoto, anche a me pare il minimo!ROTFL
  • ammatwain scrive:
    MacGyver docet...
    [img]http://static.flickr.com/29/63142635_dd0040b305.jpg?v=0[/img]
  • billygatto scrive:
    Come alimentare i "sotterranei"
    La proposta di Frattini se messa in pratica potrebbe paradossalmente facilitare eventuali terroristi. Come? La censura su singole parole (es. bomba, costruire bomba, esplosivo, plastico, ..) finirà per alimentare strade alternative più nascoste che consentano di avere accesso allo stesso modo ad informazioni giudicate pericolose. Per esempio al posto di "bomba" una strada alternativa diventerebbe b0//b4, ma questo era solo un esempio. Constatando che è impossibile censurare tutti gli eventuali "sinonimi" si finirebbe per alimentare strade alternative più oscure, conosciute solo dagli addetti del settore (terroristi o giù di li) creando una sorta di sotterraneo di riferimenti e links per gli addetti ai lavori, molto più difficile da trovare e molto meno alla luce del sole. Il mettere al bando certe parole chiave che esistono alla luce del sole potrebbe non fare altro che alimentare sotterranei più nascosti e paradossalmente finire per creare vie di accesso più sicure per chi volesse ..costruire bombe!
    • syntomo scrive:
      Re: Come alimentare i "sotterranei"
      Integro dicendo che secondo me è grazie alla rete che a volte vengono facilitate le indagini per scoprire attentatori o costruttori di bombe.....assurdo.
      • billygatto scrive:
        Re: Come alimentare i "sotterranei"
        - Scritto da: syntomo
        Integro dicendo che secondo me è grazie alla rete
        che a volte vengono facilitate le indagini per
        scoprire attentatori o costruttori di
        bombe.....assurdo.verissimo.
  • Alphonse Elric scrive:
    Brava ALCEI
    Vedo che qualcuno con un po' di sale in zucca è rimasto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Brava ALCEI
      Però non avranno mai spazio nei TIGI
      • C. M. Burns scrive:
        Re: Brava ALCEI
        E chi si informa più, sui tiggì. Hanno la credibilità di un asino rosa volante...
        • Re Nikku scrive:
          Re: Brava ALCEI
          - Scritto da: C. M. Burns
          E chi si informa più, sui tiggì. Hanno la
          credibilità di un asino rosa
          volante...Il 90% della popolazione che crede che internet sia piena di pedofili e terroristi... mai sottovalutare il potere degli ignoranti italioti medi...
          • Blah scrive:
            Re: Brava ALCEI
            E' vero...Incluse le persone di mezza età in su (che guarda caso sono la maggior parte qui in Italia... tutti vecchiacci della malora!)
          • crochet scrive:
            Re: Brava ALCEI
            - Scritto da: Blah
            E' vero...

            Incluse le persone di mezza età in su (che guarda
            caso sono la maggior parte qui in Italia... tutti
            vecchiacci della
            malora!)Io ho 63 anni e non mi sento un vecchiaccio della malora... non siamo tutti così!Uso internet da 10 anni ed il Pc da 23... e ti assicuro che a quell'epoca era tutto MOOOLTO diverso da oggi e più difficile.
          • zerouno scrive:
            Re: Brava ALCEI
            Io sono uno di mezza età che da 20 lavora nel settore informatico e ti posso garantire che non faccio parte della schiera degli ignoranti italidioti medi di cui parli. Occhio ad etichettare le persone anche perchè conosco un sacco di italidioti che di anni ne hanno si e no 20.
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: Brava ALCEI
            - Scritto da: zerouno
            Io sono uno di mezza età Mi era venuta in mente una battuta davvero cattiva ma poi ho deciso di graziarti :)
          • ba1782 scrive:
            Re: Brava ALCEI
            - Scritto da: BlahAnche io e molti miei coetanei siamo molto meno svegli(è palese a tutti) dei 18enni di anni fa...O forse è sempre stato così... non saprei.. :)
    • alessandro fiorini scrive:
      Re: Brava ALCEI
      - Scritto da: Alphonse Elric
      Vedo che qualcuno con un po' di sale in zucca è
      rimasto.quoto e straquoto (rotfl)... pericolo cessato ... almeno per il momento :(
      • anonimo01 scrive:
        Re: Brava ALCEI
        - Scritto da: alessandro fiorini
        - Scritto da: Alphonse Elric

        Vedo che qualcuno con un po' di sale in zucca è

        rimasto.
        quoto e straquoto (rotfl)

        ... pericolo cessato ... almeno per il momento :(il pericolo non sarà mai cessato, almeno finchè abbiamo un cervello funzionante nella scatola cranica ed un cavo per la banda larga, noi siamo il pericolo numero uno per loro.non mi piace autolinkarmi, ma...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2061687&m=2062237#p2062237http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2062721&m=2062835#p2062835e questo è poco... :(
  • Pater Noster scrive:
    Già detto e ripeto
    Frattini,............è RINCOGLIONITO.
    • qwerty scrive:
      Re: Già detto e ripeto
      - Scritto da: Pater Noster
      Frattini,............è RINCOGLIONITO.No, di più!
    • Igor scrive:
      Re: Già detto e ripeto
      Purtroppo non è il solo. Molti conservatori in tutto il mondo credono che la censura sia giusta.
    • Anonymous scrive:
      Re: Già detto e ripeto
      E' un vendicu**o. Basta guardare cos'ha combinato negli ultimi 9 mesi per capire che il tale dice le cose ed espone le idee solo quando gli fanno comodo, per opportunismo.
Chiudi i commenti