Nuove nomine in HP Italia

Annuncio

Milano – Da alcuni giorni Rosmara Ranieri è Corporate Marketing Manager di HP Italia. Lo annuncia l’azienda, spiegando che “in questo ruolo, Ranieri ha la responsabilità dello sviluppo e della realizzazione delle strategie di comunicazione esterna ed interna, delle attività di brand management e di Corporate Social and Environmental Responsibility dell’azienda, in stretta collaborazione con Nicola Aliperti, Amministratore Delegato di HP in Italia”.

Ranieri, 36 anni, proviene da DaimlerChrysler dove, dal gennaio 2005 a ottobre 2006, ha ricoperto il ruolo di Corporate Image, External Affarirs and Public Policy Manager. In precedenza, tra le varie esperienze, ha lavorato per Schering-Plough per 4 anni, ricoprendo numerose posizioni tra cui quelle di Service Procurement Manager e Raw Material and Packaging Manager. Ranieri è laureata in Economia all’Università di Bari, abilitata Commercialista, ha conseguito un MBA in International Business al MIB di Trieste.

HP Italia è a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sostituire i 3,5" con 2,5"
    io mi sono fatto i miei calcoli, e il risparmio energetico non compensa il costo triplo al gb, come mai nei server blade invece i 2,5" vanno alla grande?
    • Anonimo scrive:
      Re: sostituire i 3,5" con 2,5"
      - Scritto da:
      io mi sono fatto i miei calcoli, e il risparmio
      energetico non compensa il costo triplo al gb,
      come mai nei server blade invece i 2,5" vanno
      alla
      grande?Perchè i tuoi conti si fermano a poche unità. I server blade si montano in rack ed occupano interi edifici, sono migliaia di sistemi, interi armadi di HDU configurati in modalità RAID 5,6 o in sistemi superiori di distribuzione in rete con fibre ottiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: sostituire i 3,5" con 2,5"
      - Scritto da:
      io mi sono fatto i miei calcoli, e il risparmio
      energetico non compensa il costo triplo al gb,
      come mai nei server blade invece i 2,5" vanno
      alla
      grande?Ci sono almeno tre elementi che mi risulta debbano venir considerati nel calcolo di quanto viene risparmiato:- il volume occupato dal rack in rapporto ai Terabyte ospitati ha un costo legato all'edificio (affitto e correlate): se stipo più Terabyte a parità di volume del rack abbatto i costi;- il consumo di energia del disco in rapporto ai Terabyte messi a disposizione;- la dissipazione termica provocata dal funzionamento del disco, che a livello di server farm e datacenter occorre smaltire con impianti di condizionamento costosi (a loro volta per costo d'acquisto ed energia consumata nel funzionamento).Forse avevi considerato solo alcuni di questi elementi, per cui i conti non ti tornavano. :)
  • Anonimo scrive:
    Che noia...
    Non voglio HDD Ultradensi, ma HDD UltraRESISTENTI e UltraDUREVOLI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che noia...
      - Scritto da:
      Non voglio HDD Ultradensi, ma HDD UltraRESISTENTI
      e
      UltraDUREVOLI.Se fatti operare correttamente gli attuali HDD hanno ottimi valori di MTBF, se non sbaglio.Per il mondo server storage da anni l'approccio non è avere dischi che non si guastano mai, ma array di dischi capaci di guastarsi senza interrompere il servizio (spare disk e hot-plug in sistemi RAID adeguati).Per il mondo PC purtroppo rimane qualche rischio in più, ma al tasso di obsolescenza attuale, chi sente davvero il bisogno che un HDD di cinque o sei anni fa (capiente circa 40 GB ?) rimanga il nostro HDD di lavoro, se con poche decine di euro ne posso avere un modello capiente 10 volte tanto e con prestazioni migliori su tutti i fronti? AFAIK la maggior parte dei PC viene sostituita in un lasso di tempo attorno ai tre/quattro anni per obsolescenza complessiva del sistema. Anche se l'abuso dell'usa e getta non piace neppure a me, debbo dire che spesso la fatica di mantenere utile un sistema (disco incluso) vecchio di 5 anni assomiglia al voler viaggiare con vetture degli anni '60: si può fare e si può anche esserne affascinati, ma la ragione non si motiva nel viaggiare alle migliori condizioni di consumo, prestazioni e comfort. :)
  • Anonimo scrive:
    LO VOGLIO ULTRADURO
    come da titolo
  • Anonimo scrive:
    HDU 300,000GB da Seagate nel 2010
    http://uk.theinquirer.net/?article=36675300TB hard drive to arrive by 2010Seagate stakes claimBy Nick Farrell: mercoledì 03 gennaio 2007, 08.12PLATTER SPINNER Seagate thinks that it will be able to create a 300 TB hard-drive by 2010.According to Joystick, Seagate boffins are apparently working on a hard-drive which uses heat-assisted magnetic recording (HAMR) techniques.The boffins think that this will mean that they can shove 50TB of data into a single square inch of drive space, or around 300TB of information on a standard 3.5-inch drive.This means that you can stuff the entire Library of Congress onto your hard-drive without any compression.Being a gaming magazine, Joystick points out that this means that you could store 6,144 50GB Blu-ray disks or the entire Library of PS through PS3 games that could ever be created with room to spare. Of course there is no guarantee that anyone will be using Blu-Ray or the PS3 by 2010.More here. µhttp://www.joystiq.com/2007/01/02/seagate-the-answer-to-digital-distribution/
  • Anonimo scrive:
    Ovviamente...
    Ovviamente,come è successo con il perpendicular recording, mica lo introdurranno subito, aspetteranno tranquillamente di produrre e vendere la generazione attuale, dopodichè introdurre questi nuovi tagli, perchè, si sa, non è che esistono cartelli o accordi è solo che noi utenti siamo troppo lenti e fragili per tutte queste nuove tecnologie , meglio munger...ehm farci "investire" in tecnologie poco a poco.
Chiudi i commenti