Nuovo piccolo antipatico pornoworm

Si tratta del trojan Fortnight, che colpisce i sistemi Windows mandandoli su un sito porno che contiene il worm vero e proprio. Ecco i dettagli


Roma – In arrivo un nuovo worm che, almeno per il momento, certo non spaventa: gli osservatori infatti considerano JS.Fortnight un software malevolo che non sta dimostrando grandi capacità di diffusione. Ma è interessante il suo meccanismo.

Fortnight è infatti un codice che si potrebbe classificare come un vero e proprio cavallo di troia capace di infilare nel sistema Windows sul quale riesce a giungere un piccolo file che sostituisce la firma nei messaggi spediti dall’utente infetto con Outlook Express. Questo significa che ogni volta che viene inviato un messaggio da un computer infetto si manda contestualmente nella stessa email anche una copia del trojan.

Non solo. Fortinight una volta dentro il sistema riconfigura la pagina iniziale del browser (sia Microsoft Internet Explorer che Netscape Navigator) affinché diriga sul sito rowtocash.net e altri siti collegati, siti a luci rosse dalle cui pagine viene sparato il worm vero e proprio. Si tratta quindi di un’operazione in due tempi che rischia di catturare tutti coloro che non aggiorneranno l’antivirus e che non si accorgeranno delle modifiche attivate sul proprio sistema.

Secondo F-Secure , per entrare sul computer dell’utente trasportato sulle pagine di rawtocash, il worm sfrutta una vulnerabilità di Microsoft VM Active X, una falla di cui non soffrono i sistemi di quegli utenti che aggiornano spesso il proprio sistema con le patch rilasciate da Microsoft.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    la vedo dura per amd...se intel continua due anni
    cosi...forza amd...vediamo che sai fare...evviva la concorrenza...
    • Anonimo scrive:
      Re: la vedo dura per amd...se intel continua due anni
      mah, mi sa che se Intel continua così tra due anni avremo il Pentium 5 a 10 GHz con le prestazioni di un Pentium 3 a 1 GHz!A parte l'esagerazione, Intel è in pessime acque, con una IA32 (dopo il cambio generazionale dall'architettura P2/P3 a Netburst) che è poco sopra il livello di AMD (che è ancora alla vecchia generazione K7) a livello di prestazioni, con prezzi più alti, e soprattutto l'IA64 che non ha tirato come previsto.AMD al contrario si trova a poter contare sull'imminente cambio generazionale con una architettura ibrida 32/64 bit sulla carta ottima, sia per l'utilizzo in fascia bassa che medio/alta. Se manterrà le promesse non vorrei essere un azionista/dipendente di Intel! Specie dopo tutte le cantonate che quest'ultima ha preso di recente (tre anni di ritardo per produrre quel flop di Itanium/Merced; due anni di contratto capestro, in scadenza, con RAMBUS...)
Chiudi i commenti