Occhialini da piscina digitali

Una studentessa inglese realizza il sogno degli appassionati di nuoto: un dispositivo che permette la visualizzazione dei propri tempi in vasca sulle lenti degli occhialetti


Londra – Katie Williams, studentessa di design industriale presso la Brunel University , ha realizzato il primo prototipo di occhialini digitali da piscina, denominati Inview .

Al primo sguardo non sembrano avere niente di particolare ma, indossandoli, si scopre che sulle lenti vengono visualizzati elettronicamente i tempi di percorrenza delle vasche e il numero di quelle completate. Il dispositivo elettronico che lo permette è grande come una scatoletta ma un domani potrebbe essere semplicemente nascosto nella piccola fibbia dell’elastico, raggiungendo dimensioni prossime ad una monetina.

Grazie all’integrazione di un rilevatore digitale di direzione, il micro-sistema è in grado di comprendere il movimento del nuotatore all’interno della piscina fornendo così dati cronometrici e il numero di vasche effettuate.

Katie Williams è stata a lungo un operatore di salvataggio nelle piscine e ha notato che l’utilizzo degli orologi con cronometro distoglieva l’attenzione degli atleti, alterando la tecnica della bracciata. In questo modo, invece, i nuotatori possono tranquillamente concentrarsi solo ed esclusivamente sul gesto tecnico, migliorando quindi le prestazioni finali. Inoltre, essere costantemente aggiornati sui tempi realizzati potrebbe permettere una migliore gestione degli allenamenti.

Il progetto Inview è il risultato di uno studio durato tre anni, ma l’obiettivo è quello di ridurre ulteriormente le dimensioni dell’unità hardware. Lo sviluppo, quindi, continua.

D.d.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Azagga scrive:
    superconduttivi?
    "nuovi catodi polimerici superconduttivi."forse è usato un po' a sproposito ...
  • Anonimo scrive:
    Mi chiedo in che cassetto sia finito...
    Mi chiedo in che cassetto sia finito il brevetto della pila/accumulatore al magnesio che avevano creato nell'università di Padova. In rete l'unica cosa che ho trovato è un pdf dello student branch dell'IEEE dell'Università di Padova. http://www.dei.unipd.it/~ieeesb/documents/Journal9.pdf
  • Anonimo scrive:
    Avveniristica macchina da guerra
    Avveniristica macchina da guerra... mamma mia che suggestione... mi viene la pelle d'oca... :
    • Anonimo scrive:
      Re: Avveniristica macchina da guerra
      Era molto meglio l'allegra macchina da guerra:DOcchetto dixit;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Avveniristica macchina da guerra
        - Scritto da: Anonimo
        Era molto meglio l'allegra macchina da guerra:D
        Occhetto dixit;)Dissi gioiosa... che è ben altra cosa! :D
  • Anonimo scrive:
    Ricerca di base....
    Ehhhh... qui parliamo parliamo e tra un po' saremo meno tecnologici degli africani...Dai, dai, continuamo a fare scarpe e magliette che tanto noi abbiamo lo stile, il gusto per la moda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricerca di base....
      - Scritto da: Anonimo
      Ehhhh... qui parliamo parliamo e tra un po'
      saremo meno tecnologici degli africani...
      Dai, dai, continuamo a fare scarpe e magliette
      che tanto noi abbiamo lo stile, il gusto per la
      moda.Ma sì noi puntiamo alle vendite durante i gay pride... :
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricerca di base....
        A me piacerebbe sapere come fa un paese come la Francia, uguale sotto tutti glia spetti all'Italia, a destinare il doppio delle risorse alla ricerca, avere un esercito degno di questo nome, una sanità migliore e pensioni decenti anche se non èo ggetto di questo forum.Immaginate quanti cardiopatici gioveranno di batterie più piccole e potenti.E ci sono anche dispositivi che si installano nella colonna vertebrale antidepressivi e , giuro che l'ho letto,anche la macchinetta per l'orgasmo per le donne con difficoltà che si installa all'altezza della settima vertebra
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricerca di base....
          - Scritto da: Anonimo
          A me piacerebbe sapere come fa un paese come la
          Francia, uguale sotto tutti glia spetti
          all'Italia, a destinare il doppio delle risorse"uguale"?Stesso livello di evasione fiscale e corruzione?Anche loro si ritrovano un premier che e' la persona piu' ricco dell'intera nazione ed elude milioni di euro di imposte?In tal caso la risposta e' una sola: falsificano i bilanci!Beh, probabilmente avranno depenalizzato il reato come qui da noi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricerca di base....
          - Scritto da: Anonimo
          A me piacerebbe sapere come fa un paese come la
          Francia, uguale sotto tutti glia spetti
          all'Italiapiano piano frena: la francia aveva un impero coloniale, mercati assicurati e privilegiati (importazione materie prime e manodopera/esportazione prodotti finiti); un'industria avanzata che ha saputo (anche grazie alla maggior competitività e adeguatezza del sistema paese, infrastrutture, preparazione della popolazione) restare sempre all'avanguardia anche in anni bui, mercato interno assolutamente esterofobico per cultura, vocazione e natura, NON HANNO PERSO LA II GUERRA MONDIALE a costo di perdere non so quanti milioni di uomini, organizzazione sociale interna estremamente piramidale/elitaristica ma solo in parte basata sul censo. Certo, non tutto è oro neanche in francia, ma dire che sono uguali a noi sotto tutti gli aspetti... è profondamente falso e stupido.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricerca di base....
          - Scritto da: Anonimo
          A me piacerebbe sapere come fa un paese come la
          Francia, uguale sotto tutti glia spetti
          all'Italia, a destinare il doppio delle risorse
          alla ricerca, avere un esercito degno di questo
          nome, una sanità migliore e pensioni decenti
          anche se non èo ggetto di questo forum.Semplice: sono FRANCESI. Significa che riescono ad ottenere il meglio da qualsiasi condizione SENZA compromettersi. Esempi? L'esito della seconda guerra mondiale penso sia da manuale. Cosi' come il conflitto in Iraq (la Francia non si è mossa MA le sue aziende sono li' a ricostruire.. e guadagnare).
    • DarkDirtyDwarf scrive:
      Re: Ricerca di base....
      - Scritto da: Anonimo
      Ehhhh... qui parliamo parliamo e tra un po'
      saremo meno tecnologici degli africani...Beh, se prendiamo i paesi industrializzati, di fatto noi siamo gia' una sorta di Africa.Digital divide galoppante con controllo delle masse e oscurantismo con i media tradizionali, industria ai minimi storici con crisi che ormai arrivano anche nel nord est (!), ricerca inesistente, sanita' in declino, privatizzazione di servizi come le poste con conseguente disservizio (uno sportello aperto con gente che non sa' nemmeno cos'e' un piego di libri), criminalita' organizzata meglio della "criminalita'" politica (chi ha visto report ieri? Bel tipo Formigoni...).E si potrebbe andare avanti.Ma tanto e' importante solo avere l'ultimo modello di cellulare.Personalmente mi sto organizzando per trasferire i miei progetti di ricerca all'estero il prima possibile.
  • Anonimo scrive:
    Vorrei confrontarle
    Io aspetto di poterle confrontare con quelle a combustibile.Se è vero che quelle al metanolo decuplicano l'autonomia dele attuali Li-Ion, non vedo l'ora di provarne una su un portatile.
    • avvelenato scrive:
      Re: Vorrei confrontarle
      - Scritto da: Anonimo
      Io aspetto di poterle confrontare con quelle a
      combustibile.

      Se è vero che quelle al metanolo decuplicano
      l'autonomia dele attuali Li-Ion, non vedo l'ora
      di provarne una su un portatile.
      non c'entrano niente.la notizia di oggi riguarda pile che saranno sempre più piccole, e anche se potranno produrre il 40% di energia in più delle precedenti, avranno comunque i loro limiti dovuti alla dimensione. Le fuel cell a metanolo saranno sicuramente molto più efficienti, ma non riusciranno mai a rimpicciolirle più di tanto.C'è chi dice che oltre i notebook non andranno, c'è chi se le immagina sui cellulari, ma sicuramente o quasi (mai dire mai!) non le useremo mai su orologi ultrapiatti, applicazioni biomediche, ed ovunque servano formati molto molto piccoli. Insomma stanno creando gli eredi delle onorevoli (e costosissime!) pile a pastiglia, che tra l'altro sono anch'esse al litio (ma non possono essere ricaricate). Le fuel cell sono indirizzate altrove.
  • Anonimo scrive:
    E figurati...
    considerato da dove arriva la ricerca se lo scopo principale non è quello bellico...ma quando cacchio capirà l'uomo che è ora di piantarla di pensare solo ad essere primi nel fare a botte perche si è poi solo sempre gli ultimi. Il rispetto non lo si guadagna con il terrore, ma con l'amore e fatti positivi, quando lo capiremo ci saremo già estinti da millenni con gran sollievo dell'universo tutto !.Puà !
    • Anonimo scrive:
      Re: E figurati...
      - Scritto da: Anonimo
      considerato da dove arriva la ricerca se lo
      scopo principale non è quello bellico...ma quando
      cacchio capirà l'uomo che è ora di piantarla di
      pensare solo ad essere primi nel fare a botte
      perche si è poi solo sempre gli ultimi. Il
      rispetto non lo si guadagna con il terrore, ma
      con l'amoreLa prossima volta che qualcuno ci attacca mandiamo i soldati alla carica con il culo di fuori e le magliette rosa aderenti, beh forse potrebbe funzionare :s
      • Anonimo scrive:
        Re: E figurati...

        La prossima volta che qualcuno ci attacca
        mandiamo i soldati alla carica con il culo di
        fuori e le magliette rosa aderenti, beh forse
        potrebbe funzionare :sFaccio un forward a "quelli che ci governano".Saranno fieri di aver fatto un buon lavoro su di te.
        • Anonimo scrive:
          Re: E figurati...
          Cresci un po', le armi sono un altro discorso ma la difesa strettamente parlando è necessariamente la materia più importante di ogni paese.
    • avvelenato scrive:
      Re: E figurati...
      - Scritto da: Anonimo
      considerato da dove arriva la ricerca se lo
      scopo principale non è quello bellico...ma quando
      cacchio capirà l'uomo che è ora di piantarla di
      pensare solo ad essere primi nel fare a botte
      perche si è poi solo sempre gli ultimi. Il
      rispetto non lo si guadagna con il terrore, ma
      con l'amore e fatti positivi, quando lo capiremo
      ci saremo già estinti da millenni con gran
      sollievo dell'universo tutto !.

      Puà !tristemente: sul come far l'amore avranno scoperto ormai tutto.... o no?
  • Anonimo scrive:
    Scongiurate
    le pile col tubo di scarico, per fortuna...
  • Anonimo scrive:
    La dimensione?
    "La DIMENSIONE e la durata delle nuove batterie aumenterà notevolmente"Ma siamo sicuri?
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimensione?
      - Scritto da: Anonimo
      "La DIMENSIONE e la durata delle nuove batterie
      aumenterà notevolmente"

      Ma siamo sicuri?Non proprio... "Alcuni scienziati statunitensi hanno realizzato batterie agli ioni di litio di nuova generazione, fino a 100 volte più piccole di quelle attuali." :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimensione?
      - Scritto da: Anonimo
      "La DIMENSIONE e la durata delle nuove batterie
      aumenterà notevolmente"significa che avremo batterie di una ventina di metri ma che durano tanto di piu'! :-)
    • Anonimo scrive:
      x la redazione
      ho letto anche io manca un pezzo altrimenti e' sbagliato il verbo...
Chiudi i commenti