OOXML, Microsoft punta sull'open source

Un accordo per creare una comunità di sviluppatori di software libero. Per migliorare l'interoperabilità dello standard ECMA 376

Roma – È stato annunciato nelle scorse ore un accordo tra Microsoft e Sourcesense , importante gruppo italiano (attivo anche a livello europeo) impegnato nell’integrazione di soluzioni basate sull’open source: lo scopo dichiarato è quello di sviluppare nuove librerie a sorgenti liberi per garantire maggiore interoperabilità e un accesso più semplice ai formati office prodotti dall’azienda di Redmond.

OOXML, Microsoft punta sull'open source Al primo posto dell’elenco degli obiettivi della neonata collaborazione c’è lo sviluppo di una nuova versione del modulo Apache POI , l’API java utilizzata per manipolare file in formato Word ed Excel attraverso codice scritto nel celebre linguaggio di programmazione. La rinnovata libreria, che verrà rilasciata con licenza Apache 2.0 , dovrebbe costituire uno dei primi passi del rinnovato programma di apertura all’interoperabilità varato di recente da Microsoft.

Così i due partner sperano dunque di suscitare l’interesse di molte aziende, soprattutto quelle in cerca di compatibilità multipiattaforma: “Sono le richieste indirizzate ogni giorno da clienti, partner e sviluppatori ai principali player del mercato IT”, spiega Pierpaolo Boccadamo, direttore della Strategia di Piattaforma di Microsoft Italia. L’auspicio di BigM è che questo passo possa condurre verso la nascita di una comunità attiva di sviluppatori , che garantisca la nascita e la crescita di strumenti realmente in grado di consentire l’accesso al formato OOXML ad ogni tipo di applicazione.

I primi esempi dell’utilizzo di Apache POI in questo senso non mancano: “Le librerie Apache POI sono usate in molti progetti open source e in un gran numero di applicazioni enterprise che gestiscono documenti Office” ha chiarito il CEO di Sourcesense, Gianugo Rabellino. Allargando il supporto anche al possibile futuro standard ISO DIS 29500, sarebbe possibile ampliare il numero di strumenti anche open source che consentono ad operatori grandi e piccoli, privati e aziende, di implementare servizi di ogni tipo su qualunque piattaforma con accesso completo ai formati Office di Microsoft.

La prima versione aggiornata di Apache POI, con supporto esteso ad Office Open XML, è attesa per il secondo trimestre 2008 .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ricky scrive:
    pero'...utile risvolto!
    Certo che se potessimo infilare ste "cimici" nelle auto blu ne sentiremmo delle belle...OPpps...adesso che lo sanno pensate che uscira' una legge per IMPEDIRE che si possano fare intercettazioni sulle auto?Magari per lo piu' di colore BLU!?
  • Caio scrive:
    Buco legislativo
    Ma come fanno ad esserci buchi legislativi nelle leggi italiane che sono le più numerose al mondo?! Inteso come singolo paese... che strazio di paese...
  • masaniello scrive:
    anche cellulari
    ieri, al TG1, hanno riferito di persone che acquistavano un software da installare nel cellulare. Potevano intercettare gli sms e sapere la persona - il cellulare, a dire il vero - dove si trova. Lo facevano coniugi sospettosi, ma anche genitori con poca fiducia nei figli.
  • Pinco Pallino scrive:
    Giudici & avvocati
    Stupiscono sempre più!!!Potremmo fare un'esposizione: li _mettiamo_ tutti in piazza e ce li guardiamo bene...
    • Il Matusa scrive:
      Re: Giudici & avvocati
      ...MENTRE PENZOLANO....... !!!- Scritto da: Pinco Pallino
      Stupiscono sempre più!!!
      Potremmo fare un'esposizione: li _mettiamo_ tutti
      in piazza e ce li guardiamo
      bene...
  • richo scrive:
    e se li menassi in automobile...
    sarebbe anche questo legale?Mi sa che in cassazione oramai si sono completamente rincoglioniti.Vabbe' che e' la repubblica delle banane, me ne ero dimenticato per un attimo.
    • Michele scrive:
      Re: e se li menassi in automobile...
      Se je devi menà chiamame che te do na mano!
    • anonimo scrive:
      Re: e se li menassi in automobile...
      la cassazione e' un organo tecnico che verifica se un atto commesso e' o non e' ammesso dalla legislazione vigente, non entra nel merito delle cose (nota che l'articolo riporta che la cassazione indica che c'e' un buco legislativo).Il fatto e' che, al momento, la legge non equipara il diritto di privacy in casa col diritto di privacy in automobile, tutto qui. I buchi legislativi portano la cassazione a pronuncimaneti che spesso vanno contro il "comune sentire" dell'uomo comune, ma che sono tecnicamente ineccepibili.
      • Il Matusa scrive:
        Re: e se li menassi in automobile...
        GRAZIE...AVVOCATO !- Scritto da: anonimo
        la cassazione e' un organo tecnico che verifica
        se un atto commesso e' o non e' ammesso dalla
        legislazione vigente, non entra nel merito delle
        cose (nota che l'articolo riporta che la
        cassazione indica che c'e' un buco
        legislativo).
        Il fatto e' che, al momento, la legge non
        equipara il diritto di privacy in casa col
        diritto di privacy in automobile, tutto qui.

        I buchi legislativi portano la cassazione a
        pronuncimaneti che spesso vanno contro il "comune
        sentire" dell'uomo comune, ma che sono
        tecnicamente
        ineccepibili.
    • Il Matusa scrive:
      Re: e se li menassi in automobile...
      aPPUNTO... !- Scritto da: richo
      sarebbe anche questo legale?
      Mi sa che in cassazione oramai si sono
      completamente
      rincoglioniti.
      Vabbe' che e' la repubblica delle banane, me ne
      ero dimenticato per un
      attimo.
  • gdhdfgujhyj d scrive:
    ok non e' violazione della privacy
    ma e' comunque reato entrare nell'automobile di terzi, anche se non si ruba nulla e ci si limita a installare apparati di video/audio sorveglianza
    • Michele scrive:
      Re: ok non e' violazione della privacy
      Basta menaje!
    • aed scrive:
      Re: ok non e' violazione della privacy
      Scusa.....quale reato? Qui ci può stare al massimo il danneggiamento, e probabilmente neanche quello. Non è reato tutto ciò che è illecito nè ogni azione che viola diritti altrui. è reato solo ciò che la legge prevede espressamente come tale.Per questo a volte escono fuori sentenze apparentemente strane come questa. La Cassazione non può mica inventarseli i reati. In questo caso, evidentemente, si è ritenuto che nessuna norma di legge preveda espressamente il reato consistente nell'installare strumenti di intercettazione all'interno di un'auotomobile. Il giorno che verrà introdotta una norma del genere il problema sarà risolto...prima di allora è inutile stupirsi
    • Beri scrive:
      Re: ok non e' violazione della privacy
      - Scritto da: gdhdfgujhyj d
      ma e' comunque reato entrare nell'automobile di
      terzi, anche se non si ruba nulla e ci si limita
      a installare apparati di video/audio
      sorveglianzadifatti un tale comportamento è reato: violazione di proprietà pricata, fosse pure solo un automa in questi casi, spero, che l'auto fosse in comunione di beni e/o anche utilizzabili dalla moglie, mandataria del detective privato, x cui le chiavi gliele ha date lei
      • Tibet Libero scrive:
        Re: ok non e' violazione della privacy
        - Scritto da: Beri
        - Scritto da: gdhdfgujhyj d

        ma e' comunque reato entrare nell'automobile di

        terzi, anche se non si ruba nulla e ci si limita

        a installare apparati di video/audio

        sorveglianza

        difatti un tale comportamento è reato: violazione
        di proprietà pricata, fosse pure solo un
        autoPotresti gentilmente citare la fonte normativa (articolo del codice penale o di altra legge) che prevede questo fantomatico reato?
        • Tuanonna scrive:
          Re: ok non e' violazione della privacy
          Non c'è bisogno di citazioni o fonti per sapere che aprire la macchina di un altro senza permesso sia reato.
          • Tibet Libero scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy
            - Scritto da: Tuanonna
            Non c'è bisogno di citazioni o fonti per sapere
            che aprire la macchina di un altro senza permesso
            sia
            reato.La violazione di proprietà privata non esiste come reato autonomo, almeno in Italia. In ogni caso, quando si parla di leggi, è sempre buona regola citare le fonti, altrimenti si rischia di fare la figura del cazzaro.
          • Tuanonna scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy
            Quindi, secondo la legge italiana, io potrei tranquillamente salire sulla tua barca, con una cassa di birra e dieci amici, e fare il cazzo che mi pare senza per questo commettere nessun reato? Mi sembra piuttosto difficile. Ora non ho ne tempo ne voglia di mettermi a cercare quante e quali leggi vietano questi comportamenti, ma mi sembra davvero strano che come dici tu, in Italia ci sia un buco legislativo così imponente.
        • sdshfgfn scrive:
          Re: ok non e' violazione della privacy
          - Scritto da: Tibet Libero
          - Scritto da: Beri

          - Scritto da: gdhdfgujhyj d


          ma e' comunque reato entrare nell'automobile
          di


          terzi, anche se non si ruba nulla e ci si
          limita


          a installare apparati di video/audio


          sorveglianza



          difatti un tale comportamento è reato:
          violazione

          di proprietà pricata, fosse pure solo un

          auto

          Potresti gentilmente citare la fonte normativa
          (articolo del codice penale o di altra legge) che
          prevede questo fantomatico
          reato?violazione di proprieta' privata (che prevede alcune eccezioni tipo l'art.842 per i cacciatori che transitano su terreni privati)
          • Diomede scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy

            violazione di proprieta' privata (che prevede
            alcune eccezioni tipo l'art.842 per i cacciatori
            che transitano su terreni
            privati)Ehm... il codice penale arriva solo all'art. 734bis.
          • sdshfgfn scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy
            - Scritto da: Diomede

            violazione di proprieta' privata (che prevede

            alcune eccezioni tipo l'art.842 per i cacciatori

            che transitano su terreni

            privati)

            Ehm... il codice penale arriva solo all'art.
            734bis.infatti l'art.842 sta nel codice civilehttp://www.leggeonline.info/codicecivile/art842.php
          • QuiQuoQua scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy

            infatti l'art.842 sta nel codice civile
            http://www.leggeonline.info/codicecivile/art842.ph... che infatti non è un reato ...
          • Tibet Libero scrive:
            Re: ok non e' violazione della privacy
            - Scritto da: sdshfgfn
            - Scritto da: Tibet Libero

            - Scritto da: Beri


            - Scritto da: gdhdfgujhyj d



            ma e' comunque reato entrare nell'automobile

            di



            terzi, anche se non si ruba nulla e ci si

            limita



            a installare apparati di video/audio



            sorveglianza





            difatti un tale comportamento è reato:

            violazione


            di proprietà pricata, fosse pure solo un


            auto



            Potresti gentilmente citare la fonte normativa

            (articolo del codice penale o di altra legge)
            che

            prevede questo fantomatico

            reato?

            violazione di proprieta' privata (che prevede
            alcune eccezioni tipo l'art.842 per i cacciatori
            che transitano su terreni
            privati)Non è una norma penale (ce ne sono anche nel codice civile), riguarda la caccia e la pesca.Ritenta. Ci vediamo il prossimo semestre.
  • Antonio Mela scrive:
    Coincidenze?
    Non so se è capitato anche a voi, ma questa notizia me ne ha fatta ricordare un'altra di qualche tempo fa, quella che riguardava il team spionistico che operava illegalmente dentro telecom, che tra le altre cose (stando a quanto ha dichiarato ai magistrati uno di loro durante gli interrogatori) piazzava cimici nelle auto degli altri.Coincidenze?
Chiudi i commenti