Opera 9.27 stucca due falle di sicurezza

Opera Software ha di recente rilasciato un aggiornamento per il proprio browser che sistema due importanti vulnerabilità di sicurezza e migliora la stabilità generale del programma

Oslo – La scorsa settimana Opera Software ha rilasciato un aggiornamento minore al proprio browser, il 9.27, che corregge due vulnerabilità potenzialmente gravi, entrambe scoperte dal ricercatore di sicurezza polacco Michal Zalewski .

Il primo problema è causato da una non corretta gestione dei feed RSS, e potrebbe consentire ad un malintenzionato di creare un newsfeed malformato che, una volta aperto con Opera, causa il crash del browser ed esegue del codice con gli stessi privilegi dell’utente.

La seconda falla consiste invece in un errore nel modo in cui Opera elabora gli elementi HTML canvas , utilizzati per il rendering dinamico di immagini bitmap via script. Un aggressore potrebbe creare uno script per il ridimensionamento di un’immagine che causa il crash del browser ed esegue del codice maligno.

In questo advisory Secunia valuta la pericolosità complessiva delle due falle di livello “highly critical”, ma Opera Software considera il secondo bug di rischio moderato.

Opera 9.27 migliora inoltre la gestione delle password, corregge un bug nel client BitTorrent integrato, risolve un problema di stabilità con il test Acid3 (che nella versione 9.5 beta è in grado di completare al 100% ) e include altre ma non specificate correzioni rivolte a migliorare la stabilità del programma.

L’ultima versione di Opera può essere scaricata da qui per Windows, Mac OS X, Linux, Solaris e FreeBSD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    E per una legge Urbani che se ne va...
    Arriva Rajoy da un'altra parte: in Spagna, se passa la legge, bisognerà registrarsi per ogni accesso al cybercafé. Divieto di telefonate via Skype agli immigrati irregolari:http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/14/immigrazione-spagna-vieta-le-telefonate-e-lutilizzo-di-internet-ai-clandestini/950490/
  • mha scrive:
    Re: I costi nascosti di Gasparri
    Tanto per fare un esempio, prova a chiamare un tecnico certificato redhat e a pagarlo a 60 euro l'ora :PI tecnici certificati microsoft/windows sono molti di più, c'è concorrenza e per fare lo stesso lavoro ti chiedono 30/35 euro l'ora...Attenzione, non lo dico a scopo polemico, anzi secondo me è giusto che sia così, è la legge del mercato :P
  • arcibaldo68 scrive:
    daccordissimo
    ...e quoto
  • picard12 scrive:
    gasparri
    da come parla gasparri si capisce che non sa di cosa stia parlando...ottimo.. comunque gentile a rispondere
  • Nome e Cognome scrive:
    Giuliano Urbani
    Giuliano Urbani è stato uno dei fondatori di Forza Italia ed è Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana.Il 9 Giugno compirà 70 anni.
  • pippo75 scrive:
    grillini, sicurezza e soldi

    Il software open source è più robusto, più sicuro
    e naturalmente molto più economico. vuoi dire che i programmi di gestione anagrafica ( o se preferisci: catasto, calcolo, altro ), li hai trovati più sicuri nelle versioni open rispetto a quelli closed?Quanti programmi hai provato? Per quanto tempo? Quanti problemi sono sorti? I Tempi di correzione?Erano tutti open o erano closed ma con librerie open, open ma con alcune librerie closed?
    Investiamo piuttosto di più sui nostri giovani e
    sulle nostre menti, con contratti a progetto?
    Software ad hoc ed open source. Teniamo gli
    investimenti "in casa" e se creiamo soluzioni
    di eccellenza, queste cose già si fanno, non serve metterle nelle promesse elettorali.Fossi in te metteri allora le autotrade, i treni, i vallichi delle alpi ( almeno non devi fare niente, dato che già esistono, lavoro già svolto )
    all'informatica e scoprirete che tutti gli
    impiegati di Trenitalia non vedono l'ora di
    abbandonare Os/2 Warp.e pensare che credevo che preferivano avere locomotori migliori.E invece il problema delle ferrovie è "OS/2".
  • Bastard Inside scrive:
    Veltrusconi esiste!
    Non passa giorno che non spuntino fuori nuovi punti di contatto fra i due principali opposti(?) schieramenti. :p
  • giuliano scrive:
    Re: I costi nascosti di Gasparri

    costi nascosti ha ragione, quanti progetti sono
    nati in italia, hanno preso i soldi e non sono
    mai stati realizzati?Non capisco cosa c'entra questo con l'open source...Italia.it è il progetto che ha rubato piu soldi di tutti...e non mi risulta fosse open.
    Si può risparmiare, ma si deve anche coordinare
    il tutto, magari fare in modo che più enti usino
    lo stesso programma, ma di default non è
    cosi.Quoto in pienissimo. Non è cosi solo xkè ci sono interessi politici in ballo...anche solo x far vedere alla gente che il comune x è migliore di quello y.Non c'è un reale interesse di intenti..di collaborazione.
    • pippo75 scrive:
      Re: I costi nascosti di Gasparri

      Non capisco cosa c'entra questo con l'open
      source...Italia.it è il progetto che ha rubato
      piu soldi di tutti...e non mi risulta fosse
      open.infatti in questo messaggio non parlavo di italia.it in particolare.
      Non c'è un reale interesse di intenti..di
      collaborazione.più che altro non si vedono molti vantaggi.
  • dorylinux scrive:
    ...mica bisogna aspettare che "vincano"!
    ...qualcuno non me ne voglia se tra le varie discussioni l' intuizione è già stata esposta.Allora, siamo ben abituati alle belle promesse pre-elettorali ma, ironia della sorte, molti dei partiti o coalizioni che hanno risposto o risponderanno hanno già dei loro funzionari di partito dislocati:a) nelle regionib) nelle provincec) nei comuni...con le varie cariche, presidente
    sindaco
    assessore
    quello-che-è. (!)Se hanno voglia di "rinfrescare" la loro immagine e credibilità, basta che domani mattina facciano un bel giro di telefonate ai loro collaboratori, in regione, in provincia, in comune e dicano : "ragazzi, sotto con l' open source!!!"Breve termine:Si comincia dai pc installati nelle varie biblioteche e centri civici i quali offrono la navigazione in internet ma sono tutti equipaggiati con windows. Soluzione

    installiamo ubuntu così la gente può scaricarselo anche sul pc di casa ed evitare di spendere soldi o craccare i softwareSi prosegue col migrare i corsi di informatica (ne stanno facendo anche nel mio comune
    Marcon (Ve)) da:
    pro-windows
    pro-pacchetto-office
    pro-programmi-a-pagamento a:corso pro-ubuntu
    pro-pacchetto-openoffice così la gente può scaricarselo anche sul pc di casa ed evitare di spendere soldi o craccare i software.Sostituire tutti i documenti scaricabili dai siti/portali delle P.A. in formato proprietario con quelli O.D.F.... ...chi vuole allungare la lista può integrare tranquillamente, io mi fermo quì perchè il concetto è, mi sembra ben chiaro.NB al politico: nota bene che non ho letteralmente toccato l' argomento migrazione-sistema-operativo, che di per se va pianificato nei modi e nei tempi opportuni..... ache se lo auspico!, ti ho dato una "dritta" per fare bella figura con poca fatica, se sei furbo datti da fare,buon lavoro.dorylinux
    • Lemon scrive:
      Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!
      - Scritto da: dorylinux
      ...qualcuno non me ne voglia se tra le varie
      discussioni l' intuizione è già stata
      esposta.

      Allora, siamo ben abituati alle belle promesse
      pre-elettorali ma, ironia della sorte, molti dei
      partiti o coalizioni che hanno risposto o
      risponderanno hanno già dei loro funzionari di
      partito
      dislocati:

      a) nelle regioni
      b) nelle province
      c) nei comuni

      ...con le varie cariche, presidente
      sindaco

      assessore
      quello-che-è.
      (!)

      Se hanno voglia di "rinfrescare" la loro immagine
      e credibilità, basta che domani mattina facciano
      un bel giro di telefonate ai loro collaboratori,
      in regione, in provincia, in comune e dicano :
      "ragazzi, sotto con l' open
      source!!!"

      Breve termine:
      Si comincia dai pc installati nelle varie
      biblioteche e centri civici i quali offrono la
      navigazione in internet ma sono tutti
      equipaggiati con windows. Soluzione


      installiamo ubuntu così la gente può scaricarselo
      anche sul pc di casa ed evitare di spendere soldi
      o craccare i
      software

      Si prosegue col migrare i corsi di informatica
      (ne stanno facendo anche nel mio comune
      Marcon
      (Ve))
      da:

      pro-windows
      pro-pacchetto-office

      pro-programmi-a-pagamento
      a:
      corso pro-ubuntu
      pro-pacchetto-openoffice
      così la gente può scaricarselo anche sul pc di
      casa ed evitare di spendere soldi o craccare i
      software.

      Sostituire tutti i documenti scaricabili dai
      siti/portali delle P.A. in formato proprietario
      con quelli O.D.F....


      ...chi vuole allungare la lista può integrare
      tranquillamente, io mi fermo quì perchè il
      concetto è, mi sembra ben
      chiaro.

      NB al politico: nota bene che non ho
      letteralmente toccato l' argomento
      migrazione-sistema-operativo, che di per se va
      pianificato nei modi e nei tempi opportuni.....
      ache se lo auspico!, ti ho dato una "dritta" per
      fare bella figura con poca fatica, se sei furbo
      datti da
      fare,
      buon lavoro.

      dorylinuxConcordo abbastanza pienamente, credo però che le iniziative non debbano arrivare dai politici ma dalle risorse tecniche e dalla volontà delle persone.Poi bisogna affrontare anche la realtà ed i limiti di OGNI sistema e soluzione.Personalmente a me è capitato di assistere ad un progetto presso una biblioteca comunale che vedeva tutta la realizzazione su macchine e server linux, in corso d'opera non funzionava nulla ed hanno dovuto convertire tutto a windows a loro spese (del vincitore dell'appalto intendo). Con questo non voglio dire che linux non vada bene, anzi, però mi ha fatto capire che quando c'è in mezzo denaro pubblico sono in tanti a buttarsi nell'affare pur non avendo conoscenze adeguate. Per questo ho paura di un OBBLIGO al cambiamento, perchè sarebbe più facile cadere in queste trappole. Il fine ultimo dei responsabili di sistema è che tutto funzioni adeguatamente, mi dispiace ma il fatto che il denaro vada in Italia o all'estero è demagogia (certo che sarebbe meglio per tutti rimanesse qua), non capisco perchè questo ragionamento lo si applichi solo per il software ed in particolare per MS.
    • pippo75 scrive:
      Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!

      Allora, siamo ben abituati alle belle promesse
      pre-elettorali ma, ironia della sorte, molti dei
      partiti o coalizioni che hanno risposto o
      risponderanno hanno già dei loro funzionari di
      partito dislocati:visto che hai capito, sono solo promesse pre-elettorali come sicuramente ne stanno sparando altre ( visto che nons segue i comizi, posso solo supporre ).
      Se hanno voglia di "rinfrescare" la loro immagine
      e credibilità, basta che domani mattina facciano
      un bel giro di telefonate ai loro collaboratori,
      in regione, in provincia, in comune e dicano :
      "ragazzi, sotto con l' open source!!!"nel bello e nel brutto, non è loro competenza, la scelta degli sturmenti spetta ad altri.Loro stanno solo sparando termini per fare bella figura.
      Si comincia dai pc installati nelle varie
      biblioteche e centri civici i quali offrono la
      navigazione in internet ma sono tutti
      equipaggiati con windows.per le biblioteche cercasi oltre al programma di nagizazione anche programmi di gestione.non ci stanno? addio ubuntu.Me ne hanno già proposti un paio, non ricordo bene i nomi, purtroppo per motivi vari non erano proponibili nel breve periodo. Purtroppo non ho disponibile ora i riferimenti.

      Sostituire tutti i documenti scaricabili dai
      siti/portali delle P.A. in formato proprietario
      con quelli O.D.F....e l'ODF in quanti lo leggono? non è meglio mettereDOC/PDF/RTF/ODF in 4 formati diversi?
      • dorylinux scrive:
        Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!
        @lemon...bene!...comunque, anche se lo auspico come già detto sopra, non propongo (se sono già pronti tipo bolzano
        http://it.youtube.com/watch?v=R2kM6bTh_XY , molto bene!) la megamigrazione a Linux, propongo, per la scuola , dalle elementari fino alle medie e, nelle biblioteche, che nel mio caso si chiama niente-popò-di-meno-che
        "Centro CULTURALE de Andrè" dei pc con Linux al posto dell' attuale sistema operativo .In un mese li fai tutti: SCUOLE e CENTRI CULTURALI. I corsi di Informatica , al posto che farli su sistemi operativi che, o si comperano, o si craccano, idem per i sofware, vengano fatti su software sistemi operativi opensource e software opensource...... che una volta a casa tutti possano scaricarsi in santa pace ed in PIENA LEGALITA'..... anzi non solo è legale ma l' uso di tali software è AMPIAMENTE INCORAGGIATO.@pippo75...l' ODF è il formato open source per eccellenza.Si scarica ed installa GRATUITAMENTE, ANCHE PER USO PROFESSIONALE ED AZIENDALE SU TUTTI I PC DEL TUO UFFICO/AZIENDA/SCUOLA/GANGA @^, ANCHE SE SONO + di 1.OOO.000 di pc..., la suite Open Office da qua
        http://it.openoffice.org/ ...al di là che tu usi Linux, mac o windows o altro....semplice no? (newbie)
        • pippo75 scrive:
          Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!

          ...l' ODF è il formato open source per eccellenza.

          Si scarica ed installa GRATUITAMENTE, ANCHE PER
          USO PROFESSIONALE ED AZIENDALE SU TUTTI I PC DEL
          TUO UFFICO/AZIENDA/SCUOLA/GANGA @^, ANCHE SE
          SONO + di 1.OOO.000 di pc..., la suite Open
          Office da qua
          http://it.openoffice.org/ ...al
          di là che tu usi Linux, mac o windows o
          altro.coincidenza io uso openoffice, ma non tutti possono farlo.dove ci sono programmi che interagiscono direttamente con word/excel/access/altro, questo passaggio non è cosi' immediato.A casa mia lo scarico e lo installo, in ufficio una pratica del tipo scarica/installa la vedo meno bene (in casi di problemi chi fa assistenza ? trovato chi la fa si procede, puo' essere uno interno o uno esterno all'ufficio ).
          • dorylinux scrive:
            Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!
            ...guarda quel che io NON VEDO BENE è esattamente l' atteggiamento che proponi e che noto è un pò il leitmotive di questo forum:...si potrebbe però chissà se si può...... si sarebbe bello ma poi chi è che......non dico di no, però se uno può......e ma allora cosa facciamo con...Diciamocela tutta: tutta questa animosità per lasciare le cose come stanno, a chi conviene?Se mi arriva uno e mi dice che ha una macchina che inquina meno delle solite marche, e per fortuna, tranne che sui sistemi operativi, si può scegliere, ...scusa riprendo, ed il carburante TE LO PUO' FORNIRE CHIUNQUE, ANZI, TE LO PUOI FARE DA SOLO, che tiratere politiche ideologiche spunteranno ?Faccio notare che il fatto che CHIUNQUE
          • dorylinux scrive:
            Re: ...mica bisogna aspettare che "vincano"!
            .... azz si è inserito da solo......riprendo,Faccio notare che il fatto che CHIUNQUE possa fornirti il carburante anche te stesso è una indiscutibile libertà.Se invece, come adesso, le macchine vanno solo a petrolio (derivati dal) dov'è la libertà?Semplicemente
            non esiste!Tu sei costretto, per gli interessi dei petrolieri e dei fabbricanti di automobili comperare la loro schifosa merce che inquina e costa 1 e rotti al litro.Si può uscirne? chi lo sà!...e le macchine eletriche si ma poi......ma se devi andare in.. ,... come fai a......e poi, senza la benzina cosa faranno i petrolieri......le pompe di benzina andrebbero chiuse, toh
            se passiamo alle macchine elettriche
            abbiamo la responsabilità di distruggere posti di lavoro....e poi ca**o tutta questa aria pulita
            creeremo nuova disoccupazione alle cause farmaceutiche ed agli ospedali, sai meno tumori= meno lavoro..... ehhhh non lo sò! mi sà che è meglio che ci teniamo le macchine a petrolio, col loro bell' inquinamento, il costo, i tumori di cui tutti abbiamo diritto!eccheccazzo! no-no-noh! pufffh ....che stramberie......
  • Riccardo Giordani scrive:
    Veltroni
    Immagino che sia stato interpellato anche lui. Purtroppo non ha risposto. Però tempo fa aveva preso posizione su censura e proprietà intellettuale (http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2075837).Sulla riforma del diritto d'autore, in questa legislatura era al lavoro una commissione che coinvolgeva anche soggetti autorevoli.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Veltroni
      - Scritto da: Riccardo Giordani
      Immagino che sia stato interpellato anche lui.
      Purtroppo non ha risposto. Però tempo fa aveva
      preso posizione su censura e proprietà
      intellettuale
      (http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2075837).

      Sulla riforma del diritto d'autore, in questa
      legislatura era al lavoro una commissione che
      coinvolgeva anche soggetti autorevoli.Ed una prima modifica alla legge è stata approvata a fine anno (2007) per consentire la diffusione limitata di opere protette via internet a scopo 'didattico' o 'scientifico'.Veltroni credo che sia molto interessato a tale argomento come politico e come appassionato di cinema e letteratura. L'articolo di PI riporta ciò che effettivamente mi risulta essere la sua posizione sull'argomento.
    • la redazione scrive:
      Re: Veltroni
      - Scritto da: Riccardo Giordani
      Immagino che sia stato interpellato anche lui.Posso confermarti che due diversi solleciti al PD sui diversi indirizzi ufficiali non hanno dato, per ora, alcun esito.Ma continuiamo a sperare :)Ciao!!
  • anonimo scrive:
    Gasparri e' senziente?
    Al di la del fatto che firma quello che gli dicono di firmare (vedi Legge Gasparri), ma ha capito la dichiarazione che gli hanno scritto? Un colpo al cerchio ed uno alla botte, tipico del politico che non sa un caxxo ma fuole fare il figo a tutti i costi.... bah!
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Gasparri e' senziente?
      - Scritto da: anonimo
      Al di la del fatto che firma quello che gli
      dicono di firmare (vedi Legge Gasparri), ma ha
      capito la dichiarazione che gli hanno scritto? Un
      colpo al cerchio ed uno alla botte, tipico del
      politico che non sa un caxxo ma fuole fare il
      figo a tutti i costi....
      bah!Ma la maggioranza uscente ha fatto qualcosa per modificare la Urbani? Eppure sembrava che (a parole) fosse uno dei pochi punti in cui la maggioranza era coesa e coi numeri per spuntarla nelle votazioni... :p
  • Lemon scrive:
    Via la politica dall'informatica
    A me non sembra che ci siano leggi per utilizzare il telefonino al posto del telefono fisso, per andare in macchina anzichè a piedi o a cavallo, per fare i film a colori e non in bianco e nero.Quello che voglio dire è che i progressi tecnologici devono avvenire perchè ne vengono riconosciuti i vantaggi, non perchè sono imposti da qualcuno.C'è già il CNIPA che fornisce delle linee guida, non voglio svegliarmi un giorno dover cambiare il mio sistema inforamtico perchè me lo dice grillini o chi per lui, i politici NON HANNO MAI fatoo una legge corretta in campo di tecnologia, mai, io non mi fido.
    • Mah scrive:
      Re: Via la politica dall'informatica
      Non si parla del tuo sistema informativo, si parla di opensource nelle P.A., mi pare che sia una bella differenza.- Scritto da: Lemon
      A me non sembra che ci siano leggi per utilizzare
      il telefonino al posto del telefono fisso, per
      andare in macchina anzichè a piedi o a cavallo,
      per fare i film a colori e non in bianco e
      nero.
      Quello che voglio dire è che i progressi
      tecnologici devono avvenire perchè ne vengono
      riconosciuti i vantaggi, non perchè sono imposti
      da
      qualcuno.
      C'è già il CNIPA che fornisce delle linee guida,
      non voglio svegliarmi un giorno dover cambiare il
      mio sistema inforamtico perchè me lo dice
      grillini o chi per lui, i politici NON HANNO MAI
      fatoo una legge corretta in campo di tecnologia,
      mai, io non mi
      fido.
      • Lemon scrive:
        Re: Via la politica dall'informatica
        Io lavoro ANCHE per una PA locale, abbiamo sistemi misti, abbiamo un occhio di riguardo per tutto ciò che è standard e per l'open-source, tuttavia non voglio che domani mi impongano qualcosa.
  • Daniel Jackson scrive:
    Re: I costi nascosti di Gasparri
    La risposta di Gasparri ricorda la campagna pubblicitaria "Linux, get the facts" di Microsoft.
  • pippo75 scrive:
    Italia.IT
    Parlando di open, ma di trasparenza?Non è che vogliono mettere in campo la trasparenza? Il sito del turismo che fine ha fatto, come hanno speso i soldi?In questi mesi/anni per favori l'open source, sia a livello nazionele che locale, cosa hanno fatto?Quanto hanno stanziato per progetti open?Quanto spendono per i loro privilegi e quanto spendono per sviluppo e ricerca ( sia SW che di altro tipo ).Parole, parole, soltanto fumo.
  • Zotto Tarzillo scrive:
    Italia terra dei cachi
    Italia terra dei cachi !!!!AFFRETTATI ! Il primo sito web a durata LIMITATA: http://www.solo365giorni.com
  • Pippo Baudo scrive:
    Grillini
    Di che schieramento è? Poco importa, anche se volessi, non potrò votare per lui specificamente.Mi pare che sia l'unico che abbia dato una risposta un minimo articolata sull'uso dei programmi a sorgente aperto nella pubblica amministrazione.Le altre sembrano veramente risposte preconfezionate, che lasciano al candidato la possibilità di agire a piacere (o di continuare ad ignorare l'argomento).
  • Pippo Anonimo scrive:
    Eh, lo stavamo facendo, poi il gov è cad
    ...solita risposta del cactus.Domande su leggi ben più importanti della urbani (u minuscola intenzionale), sempre la stessa risposta: eh, ci stavamo lavorando, poi sapete tutti cosa è successo (con lacrime atte a suscitare compatimento e mestizia).Ho le OO a terra e non so veramente che pesci pigliare, infatti non voterò, ho già prenotato aereo e hotel, vado a farmi un giro fuori dall'italia (i minuscola intenzionale) in un'altro paese europeo che da inferiore a noi in pochi anni ci sta letteralmente lasciando indietro, ha salari piu' alti e prezzi piu' bassi.Quando torno vedrò cosa il caos ha creato. Se torno, magari decido di fermarmi lì a vivere e lavorare...
    • Kyashan scrive:
      Re: Eh, lo stavamo facendo, poi il gov è cad
      dimmi che paese è che vengo anch'io!
      • Simone scrive:
        Re: Eh, lo stavamo facendo, poi il gov è cad
        Facile...o si tratta dell'Irlanda o della Spagna (Maiuscole intenzionali)... propendo per la seconda opzione...... se sei nel mondo degli business, della consulenza o delle attività in generale non tecniche io ti consiglio anche il Belgio dove vivo io...... birra abbondante, ottime ragazze, prezzi onesti (salvo bruxelles)... solo un tempo di merda, ma basta vestirsi
  • Pinco Pallino scrive:
    Open Source!
    È bello vederli parlare di cose che non conoscono, rispondendo in modo qualunquista, per evitare di mostrare al popolo la loro ignoranza, che sarebbe comunque passabile se non fosse anche indice del loro parziale o totale disinteresse per l'argomento.È simpatico vederli disquisire di gratuità del software, piuttosto che di vantaggio economico, o altre stronzate simili, legate esclusivamente a quelle quattro frescacce che ormai chiunque sa ripetere a pappagallo, salvo poi parlare con gente competente e scoprire che, per l'appunto, in quanto frescacce, non stanno ne in cielo né in terra.L'Open Source nelle PA, può servire a risparmiare 4 molliche di pane, forse, perché comunque per come è gestita "la cosa pubblica" in Italia, cambierà chi ci mangia, ma qualcuno ci mangerà comunque, facendo lievitare la spesa anche con l'Open Source, spostando i costi dalla vendita del software, a quella per l'assistenza.L'Open Source nelle PA, deve essere invece adottato come strumento di sviluppo, per fare in modo che tutte le PA italiane, e magari collaborando anche con quelle europee, condividano lo stesso codice e le stesse conoscenze, diventando oltretutto anche garanzia di trasparenza per il cittadino. Questo comporterebbe che il software per le PA, verrebbe sviluppato dalle PA stesse, potendo contare su un gruppo di sviluppatori virtualmente illimitato (perché oltre al personale specializzato delle PA, potrebbe contare anche sulle comunità Open Source che si potrebbero sviluppare attorno ai progetti). Inoltre questo software potrebbe essere customizzato per altri scopi, dietro compenso, o potrebbe persino essere venduto (Open Source, NON SIGNIFICA GRATIS!!!), o potrebbe essere venduta l'assistenza ai soggetti terzi che ne fossero interessati (un software di contabilità può essere usato anche al di fuori di una PA).Infine nell'era del web 2.0, la PA potrebbe sviluppare software di gestione via web, e vendere servizi.Tutto questo cosa comporta?Comporta uno sforzo di volontà, sia da parte dei politici, sia da parte del personale delle PA.Si viene da ridere anche a me. Un riso amaro, comunque.Andrebbero rivalorizzate, la dove possibile, le competenze dei dipendenti delle PA, aggiornando il personale, e dando la possibilità, a chi ne avrebbe le competenze (magari certificate), di sviluppare software.Tutto ciò, strutturato e organizzato a dovere, nel medio termine (grosso modo il tempo di una legislat... ehm... 5 anni) porterebbe, non solo a non dover pagare uno sproposito un gestionale scritto da cani il VisualBasic o in Java, che necessita, solitamente di almeno un altro anno di debug (pagato), ma quindi a risparmiare questi soldi, e magari ad avere anche delle entrate, oltre che del personale informaticamente competente e preparato.Però si sa, nella gestione della cosa pubblica, i soldi devono girare, perché altrimenti non si riescono a restituire i favori ricevuti in campagna elettorale, e quindi il "risparmio" è una brutta cosa.Se poi ci mettiamo che di tutto ciò, dubito fortemente ci sia anche un solo politico in Italia che ne abbia coscienza, il quadro è abbastanza completo.Ed ecco spiegate le risposte sull'Open Source ricevute da Punto Informatico, dove l'Open Source è diventato sostituire Office con OpenOffice per risparmiare 4 licenze (che non sarebbe poi tanto male, se venisse fatto davvero).Ah, e infine la risposta (non ricordo di chi e non ho voglia di andare a vedere chi fosse) che giustifica l'uso di software proprietario perché quelle software house si stanno aprendo all'Open Source, è davvero patetica (e quasi oscena nella sua sfacciataggine).
    • aaa scrive:
      Re: Open Source!
      concordo su tutta la linea ma un intervento così corposo come il tuo forse merita più visibilità, lasciato in questo forum raggiungerà solo poche persone, ciao
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Open Source!
        Eh lo so, ma che posso farci?E anzi ho tralasciato tutti gli aspetti che deriverebbero da una riqualificazione del personale, o da una PA più tecnica e professionale, che produce e rivende prodotti e servizi tecnologici all'avanguardia, che lavora fianco a fianco dei privati, che spinge l'economia interna dall'interno, e magari esporta anche, oltre che importare soltanto, e genera anche know-how, magari collaborando anche con le Università, facendo quella ricerca e promuovendo quello sviluppo, almeno nel settore informatico, a cui lo Stato normalmente invece dedica le molliche che cadono (per sbaglio) dal tavolo.Ok ok, adesso smetto di sognare e torno in Italia. :(
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Open Source!
          - Scritto da: Pinco Pallino
          Eh lo so, ma che posso farci?Io lo pubblicherei sul mio blog collettivo.
          • Pinco Pallino scrive:
            Re: Open Source!
            Fai pure, ti ho appena mandoto un'email di conferma all'indirizzo presente sul tuo blog.
    • bitmap scrive:
      Re: Open Source!
      Sante parole pinco.Speriamo che un giorno veramente si avverino, ma purtroppo credo che le tue più nere previsioni siano le più probabili.
  • Fdecollibus scrive:
    Ghost writer per Gasparri?
    Siete sicuri che abbia risposto DAVVERO Gasparri? Non mi sembra lui...
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Ghost writer per Gasparri?
      Infatti era Neri Marcorè... :D
    • Cozy scrive:
      Re: Ghost writer per Gasparri?
      - Scritto da: Fdecollibus
      Siete sicuri che abbia risposto DAVVERO Gasparri?
      Non mi sembra
      lui...a me sembra perfettamente in linea con quello che ha sempre detto ma chissà poi che faranno quando saranno eletti io comunque a votare non ci vado
      • Pinta scrive:
        Re: Ghost writer per Gasparri?
        meglio andare a votare ma annullare la scheda... giusto per dimostrare "avrei potuto votarti, ma per dimostrare quanto tutto faccia schifo, annullo"..
        • Rob scrive:
          Re: Ghost writer per Gasparri?
          Scusate l'OT, ma se le fate nulle o bianche verranno contate nel calcolo del premio di maggioranza...Quindi favorirete sempre i soliti..Credo sia più utile a quel punto rifiutare la scheda e farlo mettere a verbale.
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: Rob
            Scusate l'OT, ma se le fate nulle o bianche
            verranno contate nel calcolo del premio di
            maggioranza...No. Nel c.d. premio di maggioranza entrano solo i voti validamente espressi. Le schede bianche, le schede nulle, le astensioni, non rilevano.
            Quindi favorirete sempre i soliti..
            Credo sia più utile a quel punto rifiutare la
            scheda e farlo mettere a
            verbale.Credi male.
          • sbagliato scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?

            No. Nel c.d. premio di maggioranza entrano solo i
            voti validamente espressi. Le schede bianche, le
            schede nulle, le astensioni, non
            rilevano.no. ha ragione quello che hai quotato.leggi le milioni di discussioni che ci sono nel web in questi giorni
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: sbagliato
            no. ha ragione quello che hai quotato.
            leggi le milioni di discussioni che ci sono nel
            web in questi
            giorniChe scemo che sono, dimenticavo le discussioni sul web! Certo che se qualcuno sul web afferma una cosa, deve per forza essere vera. Ovviamente se io ti chiedessi di indicarmi la norma che produce gli effetti da te descritti, tu non avresti problemi a farlo, nevvero?La legge però è chiara, e nella parte relativa al premio di maggioranza, consistente nell'attribuzione alla lista o coalizione più votata di un numero di seggi pari almeno al 55% del totale, non fa alcuna menzione di schede nulle, bianche e di astensioni.
          • medioman scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes

            La legge però è chiara, e nella parte relativa al
            premio di maggioranza, consistente
            nell'attribuzione alla lista o coalizione più
            votata di un numero di seggi pari almeno al 55%
            del totale, non fa alcuna menzione di schede
            nulle, bianche e di
            astensioni.Se la legge e' chiara allora Calderoli e' uno statista. Ma siccome Calderoli, statista, sono un ossimoro, allora la legge non e' chiara manco un po' :-)dala sito della camera: * si accerta, nelle circoscrizioni e in ambito nazionale, il totale dei voti conseguiti da ciascuna coalizione o singola lista non collegata e si individua quale di esse ha ottenuto a livello nazionale il maggior numero di voti ai fini dell'attribuzione dell'eventuale premio di maggioranza * si individuano le coalizioni di liste e le liste non collegate che, superando le soglie di sbarramento, sono ammesse all'assegnazione dei seggi * si determina su base nazionale il numero di seggi spettanti a ciascuna coalizione di liste o lista non collegata che ha superato la soglia di sbarramento. La ripartizione è effettuata in proporzione ai voti ottenuti con il metodo dei quozienti interi e dei più alti resti * si verifica se la coalizione di liste o la lista non collegata che ha ottenuto il più alto numero di voti ha conseguito 340 seggi * in caso positivo, il premio di maggioranza non trova applicazione. I seggi spettanti a ciascuna coalizione sono assegnati alle liste ammesse al riparto che le compongono. Si procede quindi a distribuire in ogni circoscrizione i seggi assegnati in sede nazionale a ciascuna lista ammessa * se nessuna coalizione di liste o lista non collegata ha ottenuto almeno 340 seggi, si attribuisce a quella di esse più votata il premio di maggioranza, consistente in un numero di seggi pari alla differenza tra 340 e il numero di seggi ad essa assegnati sulla base della ripartizione proporzionale. I 277 seggi rimanenti sono distribuiti tra le altre coalizioni o liste non collegate secondo il metodo dei quozienti interi e dei più alti resti * si proclamano, nelle diverse circoscrizioni, i candidati eletti secondo l'ordine di successione fissato in ciascuna lista. Se la lista dei candidati è esaurita, si attinge, nell'ordine, alla medesima lista in un'altra circoscrizione, ad un'altra lista della stessa coalizione presentata nella circoscrizione originaria, ovvero in un'altra circoscrizione.La legge invece e' questa:http://www.camera.it/parlam/leggi/05270l.htmper quello che ho capito (ma andando di fretta...) le schede bianche dovrebbero rientrare nei "quozienti". L'effetto sarebbe forse quello di sfavorire le coalizioni che arrancano verso la fatidica soglia del 4%, ed in genere abbassare la percentuale per il calcolo del quoziente per tutte le liste. Dopodiche' se questo favorisca la coalizione di maggioranza francamente non l'ho capito :-OA voi l'ardua sentenza...hola
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: medioman

            La legge però è chiara, e nella parte relativa
            al

            premio di maggioranza
            Se la legge e' chiara allora Calderoli e' uno
            statista. Ma siccome Calderoli, statista, sono un
            ossimoro, allora la legge non e' chiara manco un
            po'
            :-)Calderoli NON è uno statista per il semplice fatto che al Senato il premio di maggioranza esiste solo sulla carta. Per vincoli di carattere costituzionale, infatti, il premio scatta a livello regionale e, di conseguenza, per avere il 55% dei seggi utili (i.e. quanto promesso dal premio di maggioranza), occorre essere il partito (o coalizione) più votato in ogni singola regione italiana. A ciò si aggiungano i seggi degli italiani all'estero e quello della Val D'Aosta, nonché i senatori a vita, ed il minestrone è completo.
            per quello che ho capito (ma andando di
            fretta...) le schede bianche dovrebbero
            rientrare nei "quozienti".Le schede bianche non entrano da nessuna parte.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: medioman



            La legge però è chiara, e nella parte relativa

            al


            premio di maggioranza


            Se la legge e' chiara allora Calderoli e' uno

            statista. Ma siccome Calderoli, statista, sono
            un

            ossimoro, allora la legge non e' chiara manco un

            po'

            :-)

            Calderoli NON è uno statista per il semplice
            fatto che al Senato il premio di maggioranza
            esiste solo sulla carta. Per vincoli di carattere
            costituzionale, infatti, il premio scatta a
            livello regionale e, di conseguenza, per avere il
            55% dei seggi utili (i.e. quanto promesso dal
            premio di maggioranza), occorre essere il partito
            (o coalizione) più votato in ogni singola regione
            italiana. A ciò si aggiungano i seggi degli
            italiani all'estero e quello della Val D'Aosta,
            nonché i senatori a vita, ed il minestrone è
            completo.


            per quello che ho capito (ma andando di

            fretta...) le schede bianche dovrebbero

            rientrare nei "quozienti".

            Le schede bianche non entrano da nessuna parte.Tutte le percentuali si basano sul numero dei 'votanti', e non degli 'aventi diritto', per cui le scede bianche e le nulle concorrono a formare quel 100% del totale.Un alto numero di voti non attribuibili, quindi, aumenta la base su cui si calcola la percentuale, abbassando di conseguenza le percentuali attribuite ai partiti. Ad essere sfavoriti sono unicamente le liste che lottano per raggiungere la soglia di sbarramento.In ogni caso è meglio votare.Meglio di tutto è votare per chi ha messo fuori i pregiudicati.
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Tutte le percentuali si basano sul numero dei
            'votanti', e non degli 'aventi diritto', per cui
            le scede bianche e le nulle concorrono a formare
            quel 100% del
            totale.Sbagliato. I calcoli del premio di maggioranza si fanno sulla base dei voti validi! Le schede bianche/nulle NON sono voti validi. Anche per quanto riguarda le soglie di sbarramento si applica il medesimo principio. La legge ripete, fino alla nausea, l'espressione "... per cento dei voti validi espressi".Cacchio, è scritto nella legge, basta prendersi la briga di leggerla.
          • medioman scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org


            Tutte le percentuali si basano sul numero dei

            'votanti', e non degli 'aventi diritto', per cui

            le scede bianche e le nulle concorrono a formare

            quel 100% del

            totale.

            Sbagliato. I calcoli del premio di maggioranza si
            fanno sulla base dei voti validi! Le schede
            bianche/nulle NON sono voti validi. Anche per
            quanto riguarda le soglie di sbarramento si
            applica il medesimo principio. La legge ripete,
            fino alla nausea, l'espressione "... per cento
            dei voti validi
            espressi".

            Cacchio, è scritto nella legge, basta prendersi
            la briga di
            leggerla.Il punto e' proprio questo. Le schede bianche non sono voti annullati. Tu dici che vanno equiparate all'astensione, ma io questo particolare non l'ho trovato scritto da nessuna parte.Ripeto, non faccio affermazioni, chiedo invece lumi...hola
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: medioman
            Il punto e' proprio questo. Le schede bianche non
            sono voti annullati. Tu dici che vanno equiparate
            all'astensione, ma io questo particolare non l'ho
            trovato scritto da nessuna
            parte.
            Ripeto, non faccio affermazioni, chiedo invece
            lumi...

            holaNo, ancora non ci siamo capiti. Io non dico nulla, la legge invece dice che contano i voti validi. La scheda bianca NON contiene alcun voto, ergo non è un voto valido, ergo no. conta ai fini del premio di maggioranza e delle percentuali di sbarramento, per i quali, come già detto, rilevano i voti validi.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org


            Tutte le percentuali si basano sul numero dei

            'votanti', e non degli 'aventi diritto', per cui

            le scede bianche e le nulle concorrono a formare

            quel 100% del

            totale.

            Sbagliato. I calcoli del premio di maggioranza si
            fanno sulla base dei voti validi! Le schede
            bianche/nulle NON sono voti validi. Le schede bianche non sono voti annullati. Il fatto che non venga specificato esplicitamente nella legge, rimanda alla normativa analoga o precedente. Lo stesso particolare crea ambiguità di interpretazione, per cui entrambe le posizioni possono apparire legittime.E' probabile che un chiarimento sia esposto nei plichi normativi dei presidenti di seggio.
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Le schede bianche non sono voti annullati. Il
            fatto che non venga specificato esplicitamente
            nella legge, rimanda alla normativa analoga o
            precedente.Le schede bianche non sono voti espressi. Punto.Le attribuzioni dei seggi, il calcolo del premio di maggioranza, la determinazione delle percentuali di sbarramento, sono procedimenti per i quali, per espressa previsione legislativa (quindi le boiate in merito di analogia et similia sono inconferenti), rilevano solo i voti espressi validi.
            Lo stesso particolare crea ambiguità di
            interpretazione, per cui entrambe le posizioni
            possono apparire
            legittime.Ma va...
            E' probabile che un chiarimento sia esposto nei
            plichi normativi dei presidenti di
            seggio.Be' certo, i "plichi" prevalgono sulla legge.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            Le schede bianche non sono voti espressi. Punto.Nelle mie passate esperienze in seggio e come candidato il conto dei voti espressi è sempre stata la somma di tutte le schede contenute delle urne, comprese bianche e nulle.In mancanza di indicazioni chiare ed inequivocabili nella legge attuale, come puoi essere certo di quel che dici?So che su questo punto ci sono molte discussioni. Mi pare sensato dubitare.
            Be' certo, i "plichi" prevalgono sulla legge.No, sono interpretazioni e direttive basate sulla legge in vigore su come comportarsi in sede di spogli dei voti. Servono ad evitare lunghe discussioni inutili, ritardi ed interpretazioni non omogenee della legge.
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Nelle mie passate esperienze in seggio e come
            candidato il conto dei voti espressi è sempre
            stata la somma di tutte le schede contenute delle
            urne, comprese bianche e
            nulle.No. Le schede bianche vengono timbrate e messe in una busta apposita. Al fine dell'attribuzione dei seggi, non hanno alcuna influenza. Le statistiche sono altra cosa.
            In mancanza di indicazioni chiare ed
            inequivocabili nella legge attuale, come puoi
            essere certo di quel che
            dici?Una scheda nulla è un voto validamente espresso? Una scheda bianca è un voto validamente espresso? Ad oggi questi non-voti rilevano solo in due votazioni:1) referendum abrogativi2) elezioni comunali, anche se solo in determinate circostanze
            So che su questo punto ci sono molte discussioni.
            Mi pare sensato
            dubitare.Togliti ogni dubbio, leggiti la legge.
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            Riporto il link originariamente segnalato da Reolix:http://www.governoinforma.it/pillole/domande-e-risposte/2008/marzo/schede-nulle-e-bianche.aspxPiù chiaro di così...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            Nelle mie passate esperienze in seggio e come

            candidato il conto dei voti espressi è sempre

            stata la somma di tutte le schede contenute
            delle

            urne, comprese bianche e

            nulle.

            No. Le schede bianche vengono timbrate e messe in
            una busta apposita. Al fine dell'attribuzione dei
            seggi, non hanno alcuna influenza. Le statistiche
            sono altra cosa.Credo che stiamo parlando di due cose diverse. E' pacifico che le schede bianche e quelle nulle non abbiano influenza sull'attribuzione dei seggi.Non ho mai scritto il contrario.Io ho sempre parlato del calcolo della percentuale dei voti, ed in ogni conteggio entrano sempre anche le schede con i voti 'non attribuiti'. Il 100% è composto anche dalla percentuale di schede bianche e nulle.Il sistema di attribuzione dei seggi prescinde da questo dettaglio.
            Una scheda nulla è un voto validamente espresso?
            Una scheda bianca è un voto validamente espresso?Non ho mai detto questo, forse non ci siamo capiti.
          • medioman scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: medioman



            La legge però è chiara, e nella parte relativa

            al


            premio di maggioranza


            Se la legge e' chiara allora Calderoli e' uno

            statista. Ma siccome Calderoli, statista, sono
            un

            ossimoro, allora la legge non e' chiara manco un

            po'

            :-)

            Calderoli NON è uno statista Si , questo e' chiaro
            per il semplice
            fatto che al Senato il premio di maggioranza
            esiste solo sulla carta. Per vincoli di carattere
            costituzionale, infatti, il premio scatta a
            livello regionale e, di conseguenza, per avere il
            55% dei seggi utili (i.e. quanto promesso dal
            premio di maggioranza), occorre essere il partito
            (o coalizione) più votato in ogni singola regione
            italiana. A ciò si aggiungano i seggi degli
            italiani all'estero e quello della Val D'Aosta,
            nonché i senatori a vita, ed il minestrone è
            completo.


            per quello che ho capito (ma andando di

            fretta...) le schede bianche dovrebbero

            rientrare nei "quozienti".

            Le schede bianche non entrano da nessuna parte.Quindi sono conteggiate tra gli astenuti, pero' vorrei vederlo scritto da qualche parte...hola
          • lorenzodes scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: medioman
            vorrei vederlo scritto da qualche
            parte...

            holaTi basta la Legge 21 dicembre 2005, n. 270?
          • medioman scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: lorenzodes
            - Scritto da: medioman


            vorrei vederlo scritto da qualche

            parte...



            hola

            Ti basta la Legge 21 dicembre 2005, n. 270?Allora il link che ho postato l'hai letto? :-)Suppongo tu abbia anche letto la legge, perche' io gli ho dato un'occhiata superficiale ma i dubbi mi rimangono. Ma del resto l'occhiata era davvero superficiale...hola
          • Reolix scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            Servitohttp://www.governoinforma.it/pillole/domande-e-risposte/2008/marzo/schede-nulle-e-bianche.aspx
          • Reolix scrive:
            Re: Ghost writer per Gasparri?
            - Scritto da: sbagliato

            No. Nel c.d. premio di maggioranza entrano solo
            i

            voti validamente espressi. Le schede bianche, le

            schede nulle, le astensioni, non

            rilevano.

            no. ha ragione quello che hai quotato.
            leggi le milioni di discussioni che ci sono nel
            web in questi
            giorniAccedono alla ripartizione le coalizioni che abbiano raggiunto complessivamente, sommando le cifre elettorali nazionali di tutte le liste componenti, il 10 per cento del totale dei voti validi, [...]Sono ammesse, altresì, le singole liste non collegate che abbiano ottenuto almeno il 4 per cento dei voti validi nazionali , nonché liste collegate a coalizioni non ammesse, ma che abbiano raggiunto singolarmente tale soglia [...]Tra le coalizioni e le singole liste ammesse sono ripartiti complessivamente 617 seggi [...] utilizzando la formula proporzionale dei quozienti interi e dei più alti resti. Ciò si verifica se, al termine di questa operazione, una delle coalizioni o delle liste singole abbia ottenuto almeno 340 seggi (corrispondenti circa al 55 per cento dei seggi da assegnare); in caso negativo, la quota di maggioranza (340 seggi, appunto) viene attribuita alla coalizione o alla lista singola con la maggiore cifra elettorale nazionale. Si procede, di conseguenza, alla ripartizione dei restanti 277 seggi tra le altre coalizioni o liste singole.I seggi conquistati da coalizioni sono poi ripartiti, sempre sul piano nazionale, tra le liste componenti. A ciascuna ripartizione interna sono ammesse le liste che abbiano ottenuto almeno il 2 per cento dei voti e la maggiore tra le liste eventualmente sotto tale soglia [...] Anche in tal caso, viene utilizzata la formula dei quozienti interi e dei più alti resti. I seggi complessivamente spettanti a ciascuna formazione politica sul piano nazionale sono poi suddivisi tra le 26 circoscrizioni, in rapporto alla distribuzione territoriale dei voti delle coalizioni e delle singole liste.[...]Le schede nulle e bianche non vengono prese in considerazione nell assegnare i seggi, invece è cosa buona e giusta NON votare scheda bianca per evitare eventuali uusi impropri a fini personalistici
        • Kyashan scrive:
          Re: Ghost writer per Gasparri?
          - Scritto da: Pinta
          meglio andare a votare ma annullare la scheda...
          giusto per dimostrare "avrei potuto votarti, ma
          per dimostrare quanto tutto faccia schifo,
          annullo".. quoto....preferibilmente riempire la scheda di frasi ingiuriose,frasi divertenti(tipo Cannavaro al Ministero della Difesa oppure Gattuso ministro dell'educazione etc etc),fette di salame (o mo magnatevi pure questa!) o riferimenti al V-day
  • ippocampo scrive:
    richiesta alla redazione
    Gentile Redazione di P.I.,correi sapere se avete mandato queste domande anche agli indirizzi riportati sul sito di Sinistra Critica.Il loro sito è su server linux e la licenza è CC.Nel loro (IMO ottimo) programma però non vedo accenno a politiche er quanto riguarda l'opensource.Sareste così cortesi da mandarla anche a loro, oppure, nel caso lo abbiate già fatto di pubblicare i nomi dei partiti che NON hanno risposto?Grazie
  • juri gagarin scrive:
    Proposta: vogliamo un coder nel governo?
    Vogliamo o no un coder nel governo?Chi potrebbe essere?Un coder debian sarebbe simpatico a tutti no? Ce ne vuole uno che regga il palco.
  • Ricky scrive:
    MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
    Esattamente come DOVEVANO per non perdere ulteriori voti.Fare una domanda ad un politico e' come una ragazza che chiede al proprio ragazzo "sono brutta?".LE risposte sono pilotate,ovviamente c'e' un tornaconto sotto.Per quanto mi riguarda non credero' a nulla , solo i FATTI dimostreranno se sono persone per bene o ciarlatani come tanti altri.Chi andra' al governo, con una legge elettorale ingiusta e anticostituzionale, fara' i cavolacci suoi, come sempre.SE,per una congiunzione astrale incredibile, nei primi mesi di vita del nuovo governo vedro' trattare celermente e BENE i temi piu' scottanti MAI GESTITI sino ad oggi allora mi ricredero' ma al momento pe me sono tutti dei parassiti incompetenti.Visto il loro operato sino ad oggi, dopo ANNI di legislature, possiamo dirlo a gran voce.LE facce sono le stesse...cambiano nomi ai partiti, colore agli stemmi ma sono sempre loro...quelli che da anni ci succhiano la vita e i soldi.Vi siete mai accorti che non esiste una legge che punisca un politico se non fa bene il proprio mestiere?Un resoconto a fine legislatura che dica "hai promesso QUESTO E QUESTO, hai fatto invece QUESTO E QUEST'ALTRO" quindi ti crocefiggiamo!PEr i comuni mortali sbagliare vuol dire pagare e spesso pesantemente, per loro che hanno impatti molto piu' ampi e gravi e' previsto solo il cambio di poltrona...E quando ce li leviamo da dosso questi...
    • Schiavo Italiano scrive:
      Re: MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
      A me piace, sono masochista! Master Berlusca, Padron Veltron, che bello, che bello, voglio soffrire, pagare un sacco di soldi per i capricci dei miei dominatori!!!Ahhhhhh!!Se diventi come me l'insopportabile diverrà più sopportabile. Dopo anni di inutili lotte, secondo me è l'unica soluzione che ti resta. :p ;)
    • PoLdO scrive:
      Re: MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
      QUOTO IN PIENO PAROLE SANTE(anche se grillini sembra un po più impegnato nel promuovere open source) - Scritto da: Ricky
      Esattamente come DOVEVANO per non perdere
      ulteriori
      voti.
      Fare una domanda ad un politico e' come una
      ragazza che chiede al proprio ragazzo "sono
      brutta?".
      LE risposte sono pilotate,ovviamente c'e' un
      tornaconto
      sotto.
      Per quanto mi riguarda non credero' a nulla ,
      solo i FATTI dimostreranno se sono persone per
      bene o ciarlatani come tanti
      altri.
      Chi andra' al governo, con una legge elettorale
      ingiusta e anticostituzionale, fara' i cavolacci
      suoi, come
      sempre.
      SE,per una congiunzione astrale incredibile, nei
      primi mesi di vita del nuovo governo vedro'
      trattare celermente e BENE i temi piu' scottanti
      MAI GESTITI sino ad oggi allora mi ricredero' ma
      al momento pe me sono tutti dei parassiti
      incompetenti.
      Visto il loro operato sino ad oggi, dopo ANNI di
      legislature, possiamo dirlo a gran
      voce.
      LE facce sono le stesse...cambiano nomi ai
      partiti, colore agli stemmi ma sono sempre
      loro...quelli che da anni ci succhiano la vita e
      i
      soldi.
      Vi siete mai accorti che non esiste una legge che
      punisca un politico se non fa bene il proprio
      mestiere?Un resoconto a fine legislatura che dica
      "hai promesso QUESTO E QUESTO, hai fatto invece
      QUESTO E QUEST'ALTRO" quindi ti
      crocefiggiamo!
      PEr i comuni mortali sbagliare vuol dire pagare e
      spesso pesantemente, per loro che hanno impatti
      molto piu' ampi e gravi e' previsto solo il
      cambio di
      poltrona...
      E quando ce li leviamo da dosso questi...
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
      - Scritto da: Ricky
      Un resoconto a fine legislatura che dica
      "hai promesso QUESTO E QUESTO, hai fatto invece
      QUESTO E QUEST'ALTRO" quindi ti crocefiggiamo!Una promessa non è un contratto.Si cominci a cacciar via chi ha fimato un contratto e non l'ha rispettato...
      E quando ce li leviamo da dosso questi...Quando deciderai di votare anche tu per chi ha ripulito le lista dai 'grandi vecchi' e dai criminali.
      • Ricky scrive:
        Re: MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
        CHI ha ripulito COSA!? Hai presente chi abbiamo da votare?Berlusca E Veltronio...o uno o l'altro o NIENTE.Ora dimmi chi dei due avrebbe TOLTO gli oltre 20 condannati e "amichetti" vari.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: MA guarda...hanno risposto ESATTAMENTE..
          - Scritto da: Ricky
          CHI ha ripulito COSA!? Hai presente chi abbiamo
          da votare?Berlusca E Veltronio...o uno o l'altro
          o NIENTE.
          Ora dimmi chi dei due avrebbe TOLTO gli oltre 20
          condannati e "amichetti" vari.Veltroni e Di Pietro. Hai letto le liste?
  • Duilio Gennari scrive:
    Open source/open standard
    Condivido, per quel poco che sò più la posizione di gasparri. ciao
    • Sus Scrofa scrive:
      Re: Open source/open standard
      Ovvio, ha detto una cosa di una banalità tale da non poter non essere daccordo.Come se vengo a dirti le mele fanno bene o la pace è bella.
  • pentolino scrive:
    Curiose osservazioni
    Mi hanno colpito due osservazioni: primo quella di Franco Grillini sul discorso di non volere che i nostri dati sensibili e/o strategici siano in mano a software chiuso prodotto all' estero; sono d' accordo al 100% e lo ho scritto altre volte su questo forum, io già a casa alle volte mi preoccupo che il mio Mac (bello ma closed) non mi combini qualche porcheria alle spalle, figuriamoci se parliamo dei dati sensibli di milioni di cittadini! Ma come si fa ad affidarli ad un software closed? Secondo me è pura follia...Secondo: Gapsarri sull' open source. Eccone un altro che cade nell' equivoco "free = gratis"... il punto dell' open nella PA è quello che ha esposto Grillini, non è detto che si spenda di meno, solo secondo me si spende meglio perchè gli investimenti rimangono sul territorio e non finiscono tutti nelle tasche dei soliti noti.Insomma diciamo che in questi giorni mi sto un po' chiarendo le idee su chi devo votare (io sono uno di quegli indecisi al 100%, potrei votare dall' estrema sinistra all' estrema destra, dato che più che sulle ideologie mi baso sulle persone candidate e sui programmi)!
    • Sus Scrofa scrive:
      Re: Curiose osservazioni
      Il tipico imbecille
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Curiose osservazioni
      - Scritto da: pentolino
      Mi hanno colpito due osservazioni: primo quella
      di Franco Grillini sul discorso di non volere che
      i nostri dati sensibili e/o strategici siano in
      mano a software chiuso prodotto all' estero; sono
      d' accordo al 100% e lo ho scritto altre volte su
      questo forum, io già a casa alle volte mi
      preoccupo che il mio Mac (bello ma closed) non mi
      combini qualche porcheria alle spalle,
      figuriamoci se parliamo dei dati sensibli di
      milioni di cittadini! Ma come si fa ad affidarli
      ad un software closed? Secondo me è pura
      follia...
      Secondo: Gapsarri sull' open source. Eccone un
      altro che cade nell' equivoco "free = gratis"...
      il punto dell' open nella PA è quello che ha
      esposto Grillini, non è detto che si spenda di
      meno, solo secondo me si spende meglio perchè gli
      investimenti rimangono sul territorio e non
      finiscono tutti nelle tasche dei soliti
      noti.

      Insomma diciamo che in questi giorni mi sto un
      po' chiarendo le idee su chi devo votare (io sono
      uno di quegli indecisi al 100%, potrei votare
      dall' estrema sinistra all' estrema destra, dato
      che più che sulle ideologie mi baso sulle persone
      candidate e sui programmi)!Io solitamente sono attratto dalle idee espresse, nel caso siano vicine alle mie. Questa volta, invece, c'è una persona candidata a guidare il Governo che seguo da quasi quindici anni per simpatia ed affinità intellettuale, ma anche per l'onestà, la cultura, il gusto artistico che dimostra da sempre e per la passione che mette in ogni iniziativa. Questa volta ho scelto senza dubbi l'uomo.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Curiose osservazioni
        ...e se non si è capito chi è, basta sbirciare su *guardailnick*
      • pentolino scrive:
        Re: Curiose osservazioni
        sì immagino quale sia la persona che intendi; io non intendo votare ne' per lui ne' per quell' altro, il problema non è tanto la persona in se', quanto gli individui che si porta dietro...P.S.: ti ho scritto un messaggio privato a proposito della questione sollevata da Cubasia venerdì, attendo tue notizie :-)
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Curiose osservazioni
          - Scritto da: pentolino
          sì immagino quale sia la persona che intendi; io
          non intendo votare ne' per lui ne' per quell'
          altro, il problema non è tanto la persona in se',
          quanto gli individui che si porta
          dietro...
          P.S.: ti ho scritto un messaggio privato a
          proposito della questione sollevata da Cubasia
          venerdì, attendo tue notizie
          :-)Ho visto il messaggio, appena possibile ti rispondo.
  • Francesco Freezone scrive:
    Sarebbe bello se.
    Quest'idea di P.I. mi piace assai. Che siano i portavoce, i segretari o i camerieri a rispondere poco inporta, essi portano comunque idee in linea con il programma del politico che sostengono. Che poi queste riposte siano un po di parte e da campagna politca è anche questo abbastanza auspicabile. Sentire un politico che mi parla di open source come scelta valutabile mi puzza un po' troppo di chimera (vista poi questa strana attitudine tutta italiana dove le gare d'appalto nella pubblica amministrazione si giocano al rialzo dei prezzi più che al ribasso, causando quasi sempre una scelta fondata su chi ci mangia più soldi NdR). Per lo più in un contensto come punto Informatico che per quanto pilastro, se me lo concedete, dell'informazione tecnologica in Italia ancora non compete (e meno male!) con le più seguite testate nazionali e soprattutto il Porta a Porta di Vespa. E allora si, sarebbe bello se tutti quelli che leggono quest'articolo ne postassero un link sul proprio sito, blog, facebook etc. così da rendere questa "tribuna" più mapia possibile. Sarebbe bello leggere di Berlusconi e Veltroni su queste pagine perchè queste argomentazioni, su quello che ci sta a cuore, siano diventate impossibili da evitare (senza ovviamente prescindere l'importanza di tutti gli altri punti di un programma di governo). E allora a quel punto ben vengano anche i portavoce e rappresentanti, tuttalpiù che qualcuno dei politici di punta lo ha pure ammesso che di computer non ne capisce un granchè.Si, saerbbe proprio bello...
  • z f k scrive:
    Ehm...
    Maurizio GasparriÈ eccessivo applicare il codice penale a queste fattispecie. Tuttavia non va sottovalutato il significato che ha la proprietà intellettuale nello sviluppo della società moderna, che si basa sempre più su servizi immateriali. Pare l'output di un "rispost-a-matic", un generatore automatico di risposte semicontestualizzate :DNo, dico, da una parte parla di "proprieta' intellettuale" e dall'altra di "servizi immateriali"? Sottintendendo una relazione diretta?Se la proprieta' intellettuale e' bloccata/vincolata da qui all'eternita' meno un giorno, quali servizi immateriali ci si possono sviluppare? La protezione ad oltranza della proprieta' intellettuale e i servizi immateriali sono due campi in netta contrapposizione, o sbaglio?Per questo il diritto d'autore consente all'autore una protezione della propria opera per il tempo necessario a sfruttarla come si deve, tempo finito il quale tutti possono fornire servizi basati su di essa, consentendo una crescita diffusa. Se tale tempo da congruo diventa eccessivo o enorme...CYA
  • Adriano Meis scrive:
    Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
    Ricordiamoci chi ha promulgato il decreto urbani... Anno 2004, chi c'era al governo?Governo Berlusconi II (giugno 2001- aprile 2005)What a coincidence...
    • mak77 scrive:
      Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
      - Scritto da: Adriano Meis
      Ricordiamoci chi ha promulgato il decreto
      urbani... Anno 2004, chi c'era al
      governo?cosa poi prontamente corretta dal governo successivo eh... su siamo seri, facciamo di tutta l'erba un fascio, sono tutti uguali, sia che li guardi con l'occhio destro che col sinistro...
      • medioman scrive:
        Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
        - Scritto da: mak77
        - Scritto da: Adriano Meis

        Ricordiamoci chi ha promulgato il decreto

        urbani... Anno 2004, chi c'era al

        governo?

        cosa poi prontamente corretta dal governo
        successivo eh... su siamo seri, facciamo di tutta
        l'erba un fascio, sono tutti uguali, sia che li
        guardi con l'occhio destro che col
        sinistro...Effettivamente...Pero' bisogna riconoscere che un anno e mezzo non e' un banco di prova sufficiente per trarre delle conclusioni sulle intenzioni...hola
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
          - Scritto da: medioman
          - Scritto da: mak77

          - Scritto da: Adriano Meis


          Ricordiamoci chi ha promulgato il decreto


          urbani... Anno 2004, chi c'era al


          governo?



          cosa poi prontamente corretta dal governo

          successivo eh... su siamo seri, facciamo di
          tutta

          l'erba un fascio, sono tutti uguali, sia che li

          guardi con l'occhio destro che col

          sinistro...

          Effettivamente...Pero' bisogna riconoscere che
          un anno e mezzo non e' un banco di prova
          sufficiente per trarre delle conclusioni sulle
          intenzioni...Specie in considerazione della grande quantità di riforme realizzate, tra cui la modifica di alcune vecchie norme in materia di diritto d'autore e la preparazione di una revisione dell'intera normativa. Se si vogliono trarre indicazioni sulla direzione intrapresa, non possono che essere positive. Sappiamo tutti, poi, in quali condizioni ha operato il Governo prodi.
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            Specie in considerazione della grande quantità di
            riforme realizzate, tra cui la modifica di alcune
            vecchie norme in materia di diritto d'autore e la
            preparazione di una revisione dell'intera
            normativa.


            Se si vogliono trarre indicazioni sulla direzione
            intrapresa, non possono che essere positive.
            Sappiamo tutti, poi, in quali condizioni ha
            operato il Governo
            prodi.
            Scusa, ma di FATTI io non ne ho visti. Ah sì, è passata la IPRED2; salutata dai giornali come "non è più reato scaricare", in realtà ha mantenuto la natura penale dell'illecito (se scarichi col mulo, condividi anche) ed in più ha introdotto la possibilità per i privati di spiare la gente. Alla faccia delle indicazioni positive!Quanto alle condizioni in cui ha "lavorato" questo governo, ognuno è libero di credere a ciò che gli pare, ma diciamo che l'impressione che ho io è che abbiano messo molto più impegno nell'accaparrarsi soldi & posti di potere - come tutti, del resto - che a promuovere l'open source.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            - Scritto da: Izio
            Scusa, ma di FATTI io non ne ho visti. Il fatto che tu non li veda, non ha alcuna influenza sulla loro esistenza.
            ha introdotto la possibilità per i privati di spiare
            la gente. Stai delirando?
            Quanto alle condizioni in cui ha "lavorato"
            questo governoNon ti sei accorto della maggioranza estremamente esigua al senato?
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Izio

            Scusa, ma di FATTI io non ne ho visti.

            Il fatto che tu non li veda, non ha alcuna
            influenza sulla loro
            esistenza.
            Esattamente come il fatto che tu dica di vederli.

            ha introdotto la possibilità per i privati di
            spiare

            la gente.

            Stai delirando?
            No.(...)Su uno dei fronti più caldi di IPRED2, quello delle squadre investigative comuni di forze dell'ordine e detentori dei diritti, gli emendamenti approvati correggono di qualche grado il tiro. Se prima i detentori dei diritti potevano "contribuire" ora possono "cooperare", nell'ambito di un quadro che gli stati membri, nel recepire la direttiva, dovranno assicurarsi che "non comprometta i diritti dell'accusato, ad esempio pregiudicando l'accuratezza, l'integrità e l'imparzialità delle prove".Allora, con le "indicazioni sulla direzione intrapresa" che "non possono che essere positive", così come con gli interventi di Stallman in Camera dei Deputati ci accendo la stufa, se non si traducono in fatti tangibili. La IPRED2 e le investigazioni private (magari tramite Logistep) sono una realtà più che tangibile, che il Garante per la Privacy tenta per ora di arginare. Le promesse elettorali e le belle parole, finché restano tali sono solo fumo.La maggioranza risicata è una ben misera scusa: altri problemi hanno monopolizzato l'attenzione del governo per il 99,5% del tempo. E' sicuramente legittimo, visto che non è obbligatorio che open source e diritto d'autore siano al centro dell'agenda, ma evitiamo di girare le carte in tavola in periodo elettorale. Soprattutto facendo finta di dimenticarci le trovate di un certo Giuseppe Fioroni, che fino a prova contraria NON era schierato col Berlusca e lo stesso non ha fatto una gran figura.Poi posso consigliarti un bel respiro e un passo indietro? Chi arriva ad accusare gli altri di delirio e ad affermare che "generalmente quelli in grado di ragionare autonomamente restano nell'area " probabilmente si è lasciato un po' trascinare, perché spero che non creda davvero di essere così tanto più intelligente di mezza popolazione. Io non faccio politica: non mi sogno affatto di dirti che il governo precedente sia stato un paladino delle libertà digitali; tu invece ti stai progressivamente sbilanciando - impressione mia - dalla discussione informatica all'acritica propaganda per le "facce nuove". Vota per chi ti pare, siamo in democrazia, ma non offenderti se non tutti vedono le cose nel tuo stesso modo.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            - Scritto da: Izio
            Esattamente come il fatto che tu dica di vederli.Io non dico, li vedo. Come molti altri.
            Se prima i detentori dei diritti
            potevano "contribuire" ora possono "cooperare",
            nell'ambito di un quadro che gli stati membri,
            nel recepire la direttiva, dovranno assicurarsi
            che "non comprometta i diritti dell'accusato, ad
            esempio pregiudicando l'accuratezza, l'integrità
            e l'imparzialità delle prove".Cioè non si possono violare i diritti fondamentali. Chi spia?
            Allora, con le "indicazioni sulla direzione
            intrapresa" che "non possono che essere
            positive", così come con gli interventi di
            Stallman in Camera dei Deputati ci accendo la
            stufa, se non si traducono in fatti tangibili.Come il passaggio a sistemi liberi della Camera dei Deputati già effettuato?
            IPRED2 e le investigazioni private (magari
            tramite Logistep) sono una realtà più che
            tangibile, che il Garante per la Privacy tenta
            per ora di arginare. Investigazioni private ci sono sempre state. Esistono figure professionali autorizzate, tutti gli altri compiono reato.
            La maggioranza risicata è una ben misera scusaPensi che non sia un problema?
            altri problemi hanno monopolizzato l'attenzione
            del governo per il 99,5% del tempo.In che modo l'hai misurato?
            evitiamo di
            girare le carte in tavola in periodo elettorale.Appunto, io ho detto che una legge è stata modificata ed una proposta era pronta ad iniziare l'iter parlamentare. Quindi evita di immaginare altro.
            Soprattutto facendo finta di dimenticarci le
            trovate di un certo Giuseppe FioroniChe non c'entra affatto col discorso. E comunque dovresti specificare a cosa ti riferisci: quello che hai scritto non ha senso.
            accusare gli altri di delirio Certe frasi non possono definirsi diversamente.
            affermare che "generalmente quelli in grado di ragionare
            autonomamente restano nell'area " No, "nell'area democratica o di sinistra". L'ho detto e lo ribadisco: i tuoi discorsi ne sono la palese conferma.
            spero che non creda davvero di essere così tanto più
            intelligente di mezza popolazione.Bisogna guardare in faccia la realtà, senza falsa modestia. Io sono sopra la media. Almeno sopra la tua.
            tu invece ti stai progressivamente sbilanciandoNiente affatto. Ho sostenuto che una legge sul diritto d'autore è stata modificata. Ed è vero. Ed ho citato un DDL mai giunto in Parlamento per il venir meno del Governo. Nulla più. In che modo mi sbilancio?
            dalla discussione informatica all'acritica
            propaganda per le "facce nuove".Dove vedi la 'propaganda'?Rileggi con meno agitazione quello che ho scritto.
            non offenderti se non tutti vedono le cose nel tuo stesso modo.Non ho nulla da offendermi. Non sono certo io a sbagliare.
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            Ti commenti da solo. Non sprecherò altro tempo a cercare di farti ragionare, ho sbagliato a considerarti un interlocutore valido. Ovviamente glissi su tutto quello che non vuoi vedere, e sogni fatti che non esistono. Permettimi solo di sghignazzare sulle tue considerazioni idiote riguardo al nostro rispettivo livello intellettuale, povero demente deluso.
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            Vediamo un po' quello che hai detto finora.- passaggio dei sistemi informativi della Camera a software libero? Interessante, questo sarebbe una buona cosa - ma certo non di enorme rilevanza.- modifica della legge sul diritto d'autore. Quella sulle immagini degradate? Woooooowwwwww! E' straripato il Po, forniamo la Protezione Civile di bicchierini per raccogliere l'acqua!- C'era pronta La Legge che Avrebbe Risolto Tutti i Problemi e Prodotto Patata Gratis per Tutti ma purtroppo il governo è caduto appena prima di firmarla. Questo genere di cose l'ha SEMPRE detto OGNI governo uscente. Di conseguenza A ME causa semplicemente ilarità, TU evidentemente la prendi sul serio.- IPRED2 a quanto pare per te non esiste. Se ne è discusso ampiamente, su PI e altrove, e se tu vuoi negare che peggiori di brutto la situazione in termini di rispetto della privacy, non sono io ad avere il paraocchi.- Fioroni ha pesantemente attaccato le libertà digitali, mostrando tra l'altro di possedere zero competenza nel campo. Chi non ricorda il suo blog che violava le sue stesse direttive? Ma anche questo ti fa scomodo, quindi cavilli.- Rifiuti di ammettere che il governo se ne sia ampiamente fregato di libertà digitali e mi chiedi come io faccia a misurarne l'attenzione. Semplice: non erano quelli gli argomenti all'ordine del giorno, lo dico leggendo i giornali, mica consultando la sfera di cristallo. Il governo ha affrontato parecchi altri argomenti, ma non questo.- Tu ti ritieni senza falsa modestia più intelligente di me e di tanti altri. A me viene da ridere perché le mie conclusioni sono diametralmente opposte.- Probabilmente poi sei convinto di avere davanti un fan del cavaliere, e a me viene da ridere ancora di più perché mostri nuovamente i tuoi limiti.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            - Scritto da: Izio
            - passaggio dei sistemi informativi della Camera
            a software libero? Interessante, questo sarebbe
            una buona cosa E' una buona cosa: è gia stato fatto.- ma certo non di enorme rilevanza.Perché no?
            - modifica della legge sul diritto d'autore.
            Quella sulle immagini degradate? Certo. Vedi che lo sai?
            - C'era pronta La Legge...
            Questo genere di cose l'ha SEMPRE detto
            OGNI governo uscente. Di conseguenza A ME causa
            semplicemente ilarità, TU evidentemente la prendi
            sul serio.Io ho letto un'estratto della proposta, che è (era) pubblica. Se tu seguissi le notizie relative all'informatica dovresti saperlo.
            - IPRED2 a quanto pare per te non esiste. Se ne è
            discusso ampiamente, su PI e altrove, e se tu
            vuoi negare che peggiori di brutto la situazione
            in termini di rispetto della privacy, non sono io
            ad avere il paraocchi.Ti sembra che abbia negato l'esistenza di qualcosa? Ti ho già chiesto di limitarti ad addebitarmi unicamente quel che ho scritto, non quello che credi di aver capito. Ma siccome ne parli... No, le direttive europee non peggiorano affatto la situazione in termini di privacy, dal momento che contengono dichiarazioni esplicite sul rispetto dei diritti alla riservatezza. Per di più contengono anche norme sull'uso 'equo' delle opere coperte da copyright. Per le sanzioni, tali direttive inaspriscono il trattamento dei reati gravi, già puniti con detenzione di almeno 4 anni. Per le violazioni minori non ci sono differenze.Per finire, si tratta di una serie di norme approvate in sede europea, quindi non c'entra nulla con la discussione in corso. Ti bastava leggere gli articoli su PI per saperlo.
            - Fioroni ha pesantemente attaccato le libertà
            digitali, mostrando tra l'altro di possedere zero
            competenza nel campo. Chi non ricorda il suo blog
            che violava le sue stesse direttive? Ma anche
            questo ti fa scomodo, quindi cavilli.Di cosa stai parlando? Fioroni è ministro dell'istruzione, a quali direttive ti riferisci? Quelle sugli esami di maturità?
            - Rifiuti di ammettere che il governo se ne sia
            ampiamente fregato di libertà digitaliNon ho alcun motivo di ammettere ciò che è falso.
            Semplice: non erano quelli gli argomenti
            all'ordine del giorno, lo dico leggendo i
            giornali, mica consultando la sfera di cristallo.Evidentemente hai letto i giornali di 'quel padrone', quindi non puoi avere una visione verosimile dei fatti.
            Il governo ha affrontato parecchi altri
            argomenti, ma non questo.Può non esserti piaciuto il modo, ma negare completamente la realtà non ti fa apparire granché saggio.
            - Tu ti ritieni senza falsa modestia più
            intelligente di me e di tanti altri. A me viene
            da ridere perché le mie conclusioni sono diametralmente
            opposte.Non potrebbe essere altrimenti: con questo confermi le mie parole.
            - Probabilmente poi sei convinto di avere davanti
            un fan del cavaliereNiente affatto: davanti a me c'è una finestra.
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            Ma cosa stai dicendo??? Leggere i giornali di "quel padrone"? Se ti interessa saperlo, leggo Google news, il che per me significa leggere un po' ovunque. Ma soprattutto, cosa non ti è chiaro del fatto che non ho nemmeno nominato le conclusioni tratte dagli articolisti o da me, ma solo il peso relativo degli argomenti trattati?Per dirla più semplicemente, ti pare che si sia parlato di più di PACS/DiCo o di P2P? Di leggi anti-omofobia o di libertà digitali? Di vietare le intercettazioni ai danni dei politici o di vietare quelle ai danni degli internauti? Io mi limito a constatare che gli argomenti indicati da PI hanno avuto un peso minimo rispetto a quelli che ti ho appena nominato io, indipendentemente dal giornale che leggi e senza riferimento alcuno alla validità degli stessi.Sulla IPRED2 boh, che ti devo dire? Mi hai messo una pulce nell'orecchio e tornerò a controllare, giusto per essere sicuro. Ricordo che ai tempi le reazioni della stampa specializzata erano state tutt'altro che entusiastiche, a partire appunto da quelle di PI (e L'Unità, il Giornale e il Corriere, tanto per par condicio, su argomenti così tecnici tipicamente non fanno testo). E in seguito alla IPRED2 i privati hanno avuto BEN MAGGIORI, e non minori, possibilità di monitoraggio in rete. Verificherò.Fioroni: ecco che rientra in gioco la tua memoria selettiva. Non ricordi? "Intendo tutelare i minori dall'accesso a tutto ciò che possa danneggiare la loro formazione e il loro sviluppo. È assurdo e ipocrita avere una censura sui film vietati ai 14 anni e ai 18 anni quando poi in Rete c'è di tutto di più". Serve riepilogare le obiezioni morali e tecniche mosse a questo bulldozer paleoinformativo? E' compatibile una trovata come questa con l'idea stessa di libertà di parola? Se ne è già parlato mesi fa, e chi è VERAMENTE interessato a capire può verificarlo.Intelligenza: cucciolo, sarei pronto a scommettere 1000 euro che ti dò un bel distacco su qualsiasi test certificato. Se vuoi fare la prova e non abiti troppo lontano da me, sono disponibilissimo. Fammi vedere in pratica quanto sei geniale, dai!
          • Izio scrive:
            Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
            Tanto per dare qualche altro elemento ammettendo che tu possa essere in buona fede, che ne dici di Fioroni che si ispira alla Cina? Da Repubblica:Ministro, piovono critiche in Rete da quando lei ha auspicato con urgenza «un giro di vite su Internet»: può spiegarsi?«Intendo tutelare i minori dallaccesso a tutto ciò che possa danneggiare la loro formazione e il loro sviluppo. È assurdo e ipocrita avere una censura sui film vietati ai 14 e ai 18 anni quando poi in Rete cè di tutto e di più. Una regolamentazione è un prerequisito di civiltà e spero che lItalia per una volta possa diventare di esempio».Lo sa che nemmeno gli Usa hanno una norma simile? Che il governo Bush ha provato a chiedere a Google lelenco dei suoi utenti per individuare i consumatori di pornografia online e Google ha detto «no, grazie»?«Mi risulta che ci siano altri Paesi invece che sono riusciti a ottenere fior di filtri».Intende la dittatura di Pechino?«Sì, anche se i nostri obiettivi sono diversi dai loro: non la libertà despressione, ma il rispetto del nostro principio costituzionale di libertà senza danneggiare la libertà altrui. Nella fattispecie, la libertà dei minori di non essere esposti a contenuti violenti o criminali».Ma a quanto pare nemmeno in Cina i filtri funzionano davvero: gli esperti dicono che, ammesso che sia giusto filtrare, per la natura senza confini di Internet è impossibile applicare tali controlli. Meglio educarli, i ragazzi.«Dire che è complicato suona come una scusa. Non mi chieda come si fa: io penso a porre il problema, saranno i tecnici a trovare la soluzione».
        • pippo75 scrive:
          Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...


          Effettivamente...Pero' bisogna riconoscere che
          un anno e mezzo non e' un banco di prova
          sufficiente per trarre delle conclusioni sulle
          intenzioni...

          holapero' il tempo per proporre la "InternetTax" lo avevano trovato?http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2092327
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Chi ha promulgato il Decreto Urbani...
        - Scritto da: mak77
        sono tutti uguali, sia che li
        guardi con l'occhio destro che col sinistro...No.Per niente.Non è vero.Non sono tutti uguali.Basta prendersi il disturbo di informarsi.
  • nonna papera scrive:
    domanda?
    Ma chiedere a sta gente quando pensa di andarsene dall'italia prima che combinino ulteriori danni?????
    • Revolution scrive:
      Re: domanda?
      - Scritto da: nonna papera
      Ma chiedere a sta gente quando pensa di andarsene
      dall'italia prima che combinino ulteriori
      danni?????L'unico modo per toglierceli dalle palle è: 1)piazzargli un inceneritore vicino casa.Ma verremmo chiamati terroristi2)fargli capire che dovrebbero essere gli unici ad essere PRECARIMa visto il q.i. dell'italiano medio è fantascienza3)impedire ai delinquenti di avvicinarsi al parlamentoMa sarebbe come fare un colpo di stato4)Unirsi e picchiarli ogni volta che dicono cazzateMa se fossimo stati capaci di unirci sti coglioni morirebbero di fame, e poi ci si consumerebbero le braccia dalle tante botte che meritano
  • Nilok scrive:
    Sono più INTERESSANTI le NON risposte
    Ave.E' molto più interessante sapere che TUTTI gli altri non hanno risposto.Questo significa che le loro riposte avrebbero potuto avere effetti negativi sulla loro Campagna Elettorale: cioè gli avrebbero TOLTO voti!!!C'è da aspettarsi il peggio...A presto.Nilok
    • Klaus scrive:
      Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte

      E' molto più interessante sapere che TUTTI gli
      altri non hanno
      risposto.Per una volta sono d'accordo con te Nilok. Secondo me semplicemente su certe cose molti partiti proprio non ce l'hanno una posizione figurati quanti conoscono Internet o il WWW..................
    • il curioso scrive:
      Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte

      C'è da aspettarsi il peggio...Una domanda OT.Il "perfetto dianetico" (notare il vigolettato) vota, non vota, per chi vota?Mi spiego meglio: il "comunista" si riconosce nel modello proposto da Bertinotti... e il dianetico?PS Nessun intento polemico ma semplice curiosità
      • Number 6 scrive:
        Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
        - Scritto da: il curioso

        C'è da aspettarsi il peggio...

        Una domanda OT.
        Il "perfetto dianetico" (notare il vigolettato)
        vota, non vota, per chi
        vota?Dipende da come gli girano i thetans.
        • il curioso scrive:
          Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte

          Dipende da come gli girano i thetans.Traduzione?
          • nanobastard o scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
            - Scritto da: il curioso

            Dipende da come gli girano i thetans.

            Traduzione?traduzione, essendo lo scientologista una persona con limiti oggettivi, e percio' facilmente plagiabile, probabilmente votera' per forza italia (o partito delle liberta' o come ca**o si chiama adesso)
          • Qualcuno scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
            Penso che anche dalla parte di Veltroni gli elettori siano persone facilmente plagiabili...
          • qualcunaltr o scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte

            Penso che anche dalla parte di Veltroni gli
            elettori siano persone facilmente
            plagiabili...In effetti non vedo grosse differenze fra i nostri due eroi: stesso pelo sullo stomaco, stessa attitudine a pronunciare solo frasi declinate al futuro (cambieremo, riformeremo etc etc)Che gente squallida.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
            - Scritto da: Qualcuno
            Penso che anche dalla parte di Veltroni gli
            elettori siano persone facilmente
            plagiabili...Qualcuno ci sarà, ma generalmente quelli in grado di ragionare autonomamente restano nell'area democratica o di sinistra.
          • un altro ancora scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte

            Qualcuno ci sarà, ma generalmente quelli in grado
            di ragionare autonomamente restano nell'area
            democratica o di sinistra.D'Alema e compagni di (ricche) merende sarebbero riconducibili a un'area democratica o di sinistra?Dio mio, come siamo caduti in basso...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
            - Scritto da: un altro ancora
            D'Alema e compagni di (ricche) merende sarebbero
            riconducibili a un'area democratica o di
            sinistra?Vuoi dire che siccome sarebbero farabutti, devono essere di destra? In tal caso il tuo ragionamento conferma il mio.Comunque rileggi meglio. Intendevo esattamente quel che ho scritto, niente altro.
      • Gaglia scrive:
        Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
        Condivido questa curiosita' senza alcuno scopo di flame, ma credo la domanda sia malposta.Ad esempio, per quale partito vota il "perfetto cattolico"? C'e' chi direbbe DC, chi direbbe Rosa Bianca, chi direbbe altro ancora.Magari si potrebbe meglio chiarire con la domanda: per quale partito il "perfetto dianetico" sicuramente NON voterebbe?Di nuovo, non c'e' scopo di flame, solo curiosita' (non conosco abbastanza bene scientology da esprimere opinioni personali.P.S.: nonostante le frequenti diatribe con Nilok stavolta concordo sul suo post :P
      • ddeee scrive:
        Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
        - Scritto da: il curioso

        C'è da aspettarsi il peggio...

        Una domanda OT.
        Il "perfetto dianetico" (notare il vigolettato)
        vota, non vota, per chi
        vota?

        Mi spiego meglio: il "comunista" si riconosce nel
        modello proposto da Bertinotti... e il
        dianetico?
        penso + in sinistra critica o il partito comunista dei lavoratori..bertinotti come già saprai ha avallato tutte le richieste del precdente governo tradendo così ogni posizione comunista che poteva avere.Vedi caso Basi di vicenza, finanziamento afghanistan, esplsione turigliatto, firma welfare ecc..ecc
        PS Nessun intento polemico ma semplice curiosità
    • lente scrive:
      Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
      Ma sei convinto che il Software sia il problema maggiore del paese?Non credo che i quesiti posti possano far pendere l'ao della bilancia da un lato o dall'altro.E poi cos'è tutta questa ansia sulle pene per il file sharing... in ogni caso il diritto d'autore va rispettato.CiaoGO
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Sono più INTERESSANTI le NON risposte
      - Scritto da: Nilok
      Questo significa che le loro riposte avrebbero
      potuto avere effetti negativi sulla loro Campagna
      ElettoraleNo, significa che non hanno risposto. Informati.
  • Revolution scrive:
    Scusa?
    Una domanda dallo scemo del villaggio:Non ho capito a cosa serva parlare di politica.Non ho capito che scopo ha parlare di politica.Non ho capito perché la chiamate politica.A cosa vi porta?
    • Un Moderato Laico scrive:
      Re: Scusa?
      - Scritto da: Revolution
      Una domanda dallo scemo del villaggio:
      Non ho capito a cosa serva parlare di politica.
      Non ho capito che scopo ha parlare di politica.
      Non ho capito perché la chiamate politica.

      A cosa vi porta?Non ti preoccupare ancora pochi giorni e tornerà LUI. I treni arriveranno in orario, l'economia verrà assestata, l'immigrazione clandestina sparirà e in tv apparirà per tutto il giorno la scritta: "STA ANDANDO TUTTO BENE. NON PREOCCUPATEVI. BUONA GIORNATA!"
      • ba1782 scrive:
        Re: Scusa?
        L'importante è la quota 90!
      • Sus Scrofa scrive:
        Re: Scusa?
        E a Samuel Jackson continuerà a non fregare niente del fatto che Berlusconi ha le TV :)
        • Number 6 scrive:
          Re: Scusa?
          - Scritto da: Sus Scrofa
          E a Samuel Jackson continuerà a non fregare
          niente del fatto che Berlusconi ha le TV
          :)Samuel L. Jackson ne ha avuto abbastanza delle f**tute TV sul fo**tuto aereo.
    • Zampogno scrive:
      Re: Scusa?
      Diciamo che non hai capito come funziona una nazione.
      • Revolution scrive:
        Re: Scusa?
        - Scritto da: Zampogno
        Diciamo che non hai capito come funziona una
        nazione.Già. Arriverà un giorno, se continuerai a studiare, in cui anche tu non capirai.
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Scusa?
      La tua domanda è meno peregrina di quel che pare....
      Non ho capito a cosa serva parlare di politica.A nulla, tanto fanno quel che vogliono, è come parlare di sesso degli angeli..
      Non ho capito che scopo ha parlare di politica.Perdere tempo...
      Non ho capito perché la chiamate politicaPerché non si possono usare termini scurrili....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 aprile 2008 11.44-----------------------------------------------------------
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Scusa?
      - Scritto da: Revolution
      Una domanda dallo scemo del villaggio:
      Non ho capito a cosa serva parlare di politica.
      Non ho capito che scopo ha parlare di politica.
      Non ho capito perché la chiamate politica.

      A cosa vi porta?A cosa serve organizzare elezioni?A cosa serve avere un parlamento?A cosa serve la democrazia?Era meglio quando si stava peggio...Domande ridicole.
      • Revolution scrive:
        Re: Scusa?
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: Revolution

        Una domanda dallo scemo del villaggio:

        Non ho capito a cosa serva parlare di politica.

        Non ho capito che scopo ha parlare di politica.

        Non ho capito perché la chiamate politica.



        A cosa vi porta?

        A cosa serve organizzare elezioni?
        A cosa serve avere un parlamento?
        A cosa serve la democrazia?

        Era meglio quando si stava peggio...



        Domande ridicole.Prima della democrazia i nobili facevano quello che volevano, il popolo stava male e lavorava solo perchè i nobili potessero fare la bella vita, e se i cittadini parlavano l'esercito li massacrava di botte.Ora:I politici fanno quello che vogliono, il popolo sta male e lavora solo per perchè i politici si possano permettere una bella vita, e se i cittadini parlano la polizia li massacra di botte.Un giorno vi renderete conto che:- se prendete tumori e per la scelte fatte da chi votate.- se non riuscite neanche ad amare è per il malessere generato dalle scelte di chi votate- se fate una vita da schiavi è per le scelte di chi votate- se vivete la vostra unica esistenza da coglioni è per le scelte di chi votate- se non vi potete permettere di avere figli è per le scelte di chi votate- se ... ecc ecc eccUn giorno verrà anche a voi la voglia di rendergli pan per focaccia, e allora più che votarli vorrete ... (ciò che meritano).
  • Beppe scrive:
    Decreto Pisanu
    Già che c'eravate potevate chiedere anche del Decreto Pisanu, che ci impedisce di collegarci liberamente a Internet come si fa in altri paesi, anche se veramente colpiti da atti di terrorismo (per esempio a Londra puoi collegarti a Internet mentre aspetti il bus grazie ai terminali sponsorizzati da Yahoo), inoltre per via dei requisiti richiesti agli Internet Point, molti luoghi che offrivano gratuitamente l'accesso a Internet hanno dovuto cessare questo servizio, e nel mentre criminali che gestiscono gli Internet Point dove vanno gli stranieri possono mettere le mani e tenere copia sui documenti dei loro connazionali e magari usarli per ricattarli o scopi non leciti.
    • Un Moderato Laico scrive:
      Re: Decreto Pisanu
      - Scritto da: Beppe
      Già che c'eravate potevate chiedere anche delSenti ma c'è scritto che queste sono le prime di una serie di domande che hanno spedito a MARZO, prossimamente pubblicheranno le altre.Mi sembra che tu ed altri non l'abbiate capito perché non avendo ancora letto tutte le domande non puoi sapere se hanno o non hanno chiesto qualcosa sul decreto Pisanu.
  • Overture scrive:
    Mia opinione qui, mia opinione là...
    ...ma fatti, una bella cippa di niente ed il motivo è presto detto.Quando si crea un partitino e lo si allea con uno grosso per forza di cose non si conta un accidente, si deve venire sempre a compromessi, se la parte dominante è composta da gente che non ha le stesse idee (e spesso diametralmente opposte) gli altri stanno cuccia.Sono in pratica, alleanze di comodo buone solo a fregarsi qualche fetta delle tre torte: camera, senato e parlamento europeo.Voi direte che diversamente non c'è modo di cambiare le cose ma intanto mi piacerebbe vedere qualcuno che ci provi sul serio, che si presenti e dica chiaro e tondo "nessuna alleanza, vogliamo la maggioranza perchè vogliamo veramente cambiare le cose". No, non mi sto riferendo a Casini (quello viaggia da solo semplicemente perchè è compromesso su ambo i fronti), ma a qualcuno di nuovo, di veramente nuovo.
    • sam scrive:
      Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
      - Scritto da: Overture
      ...ma fatti, una bella cippa di niente ed il
      motivo è presto
      detto.
      Quando si crea un partitino e lo si allea con uno
      grosso per forza di cose non si conta un
      accidente, si deve venire sempre a compromessi,
      se la parte dominante è composta da gente che non
      ha le stesse idee (e spesso diametralmente
      opposte) gli altri stanno
      cuccia.
      Sono in pratica, alleanze di comodo buone solo a
      fregarsi qualche fetta delle tre torte: camera,
      senato e parlamento
      europeo.
      Voi direte che diversamente non c'è modo di
      cambiare le cose ma intanto mi piacerebbe vedere
      qualcuno che ci provi sul serio, che si presenti
      e dica chiaro e tondo "nessuna alleanza, vogliamo
      la maggioranza perchè vogliamo veramente cambiare
      le cose". No, non mi sto riferendo a Casini
      (quello viaggia da solo semplicemente perchè è
      compromesso su ambo i fronti), ma a qualcuno di
      nuovo, di veramente
      nuovo.Ma che discorsi, se uno è troppo nuovo non prende voti e non può fare i cambiamenti. Guarda Di Pietro che non era proprio uno sconosciuto, quando è andato da solo ha fatto eleggere una sola persona che poi ha cambiato casacca nel giro di 24 ore.In realtà le cose si fanno per gradi, lentamente nel tempo. Chi crede nei cambiamenti a 180° è un fesso, così come erano fessi quelli che nel 94 votavano Berlusconi perché pensavano fosse il nuovo.
      • Overture scrive:
        Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
        Di Pietro mollando l'incarico da pm ed entrando in politica ha trasmesso semplicemente il messaggio che s'è venduto ed alleandosi con i grossi partiti ne ha data piena conferma.Non mi stupisco che non prenda voti.
        • Sus Scrofa scrive:
          Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
          Ogni tanto leggi anche qualcosa di diverso da Libero, per favore.
          • Gaglia scrive:
            Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
            - Scritto da: Sus Scrofa
            Ogni tanto leggi anche qualcosa di diverso da
            Libero, per
            favore.Non credo Overture sappia leggere altro oltre a Libero... e' un problema di fonts capito? (troll)
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
          - Scritto da: Overture
          Di Pietro mollando l'incarico da pm ed entrando
          in politica ha trasmesso semplicemente il
          messaggio che s'è venduto ed alleandosi con i
          grossi partiti ne ha data piena
          conferma.
          Non mi stupisco che non prenda voti.Vuoi il cambiamento, ma non lo sai riconoscere.Intanto qualcuno ha cominciato a ripulire le liste dai 'grandi vecchi' e dai criminali. Per cominciare è un buon passo avanti. Non ti pare?
          • Gaglia scrive:
            Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Overture

            Di Pietro mollando l'incarico da pm ed entrando

            in politica ha trasmesso semplicemente il

            messaggio che s'è venduto ed alleandosi con i

            grossi partiti ne ha data piena

            conferma.

            Non mi stupisco che non prenda voti.

            Vuoi il cambiamento, ma non lo sai riconoscere.
            Intanto qualcuno ha cominciato a ripulire le
            liste dai 'grandi vecchi' e dai criminali.

            Per cominciare è un buon passo avanti. Non ti
            pare?No ma per Overture i criminali sono solo quelli col cappuccio nero che per sport vanno in giro a devastare auto e vetrine e gli IMMIGRATI che violentano le donne.Quindi Di Pietro per lui non fa testo :)
        • Sam scrive:
          Re: Mia opinione qui, mia opinione là...
          - Scritto da: Overture
          Di Pietro mollando l'incarico da pm ed entrando
          in politica ha trasmesso semplicemente il
          messaggio che s'è venduto ed alleandosi con i
          grossi partiti ne ha data piena
          conferma.
          Non mi stupisco che non prenda voti.E' entrato in politica 2 anni dopo aver lasciato la magistratura. Se era come dicevi tu ci entrava quando era ancora magistrato e una popolarità tale da garantirgli una enorme maggioranza.
  • Anonimo scrive:
    i veri problemi non sono l'open
    Che noia. Vabbè, ormai è inutile continuare lo stesso discorso:Windows + Office sono 200 euro a postazione, riscrivere un software costa dai 20000 al milione.Un consulente mandato tramite body rental facendo 4 passaggi per prendere 1000/1500 al mese ne costa 1000 al giorno.Vogliamo innanzitutto eliminare questo?Eliminare le body rental.Questo è il vero spreco della pubblica amministrazione. Una persona che prende dai 1000 ai 1500 euro nette al mese arriva a costare anche 1000 euro al giorno tra i vari passaggi. Questo è lo schifo che si deve eliminare, non solo per l'informatica, ma per ogni settore lavorativo.In questa spinta all'open vedo solo un cambio di succhia sangue ed un modo per nascondere il vero problema dell'IT:le body rental.Finchè ci saranno questi sistemi che succhiano sangue allo Stato l'Italia andrà sempre peggio.
    • sam scrive:
      Re: i veri problemi non sono l'open
      - Scritto da: Anonimo
      Che noia. Vabbè, ormai è inutile continuare lo
      stesso
      discorso:
      Windows + Office sono 200 euro a postazione,
      riscrivere un software costa dai 20000 al
      milione.Con la differenza che il software open source sviluppato poi lo puoi dare gratis in tutta Italia a tutti gli uffici dell'amministrazione che ne hanno bisogno.
      • Anonimo scrive:
        Re: i veri problemi non sono l'open

        Con la differenza che il software open source
        sviluppato poi lo puoi dare gratis in tutta
        Italia a tutti gli uffici dell'amministrazione
        che ne hanno
        bisogno.bello vedere che di tutto un discorso hai preso solo la riga che ti interessava.Cosa centra questo?Il sistema delle consulenze non cambia. Ma perchè nelle scuole non organizzano una gita in una vera azienda di informatica, la gente pensa che il software sia quello nelle scatole. Il 99% è codice fatto così:"devo gestire i nuovi bolli auto, realizza una base dati ed un applicativo lato web per gestirla".Ok, vammi a trovare open source una cosa che fa questo. Semplice, non lo trovi. Ora per un DB metti un DBMS serio (Oracle). Ora puoi decidere, Windows o Linux per i server. Usando Linux risparmi magari 10000 euro. Il grosso rimane però il team di 10 programmatori da 10000 euro al mese per 12 mesi per analisi, sviluppo, collaudo e messa in esercizio. 1200000 euro. Manutenzione, aggiornamenti ed altro, 500000 euro di persone l'anno. Totale dopo 5 anni:3 milioni e duecento mila euro.Dimmi, cosa abbiamo risolto con l'open? Non sarebbe il caso di lavorare su quei 3 milioni?Prendiamo dipendenti direttamente, così dandogli anche qualcosa di più costeranno solo 3000 al mese tra tasse e tutto. I 3 milioni diventano 1 scarso. Risultato uguale, costo di un terzo. Ora dimmi, evitare di spendere quelle licenze quanto fa risparmiare considerando che ci sono decine e decine di questi software in giro per ogni ente ed azienda?Le aziende che vedete nei film non sono quelle che realmente lavorano. Solo le più sfigate fanno il gestionalino VB6 o Java per stampare le ricevute, software che finiscono negli studi di max 5 dipendenti. Le vere aziende di informatica vanno dal cliente e lavorano su progetti su cui girano milioni di euro, maggior parte dei quali persi nelle body rental.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: i veri problemi non sono l'open
          - Scritto da: Anonimo
          Cosa centra questo?E' l'argomento dell'articolo.
          Il sistema delle consulenze non cambia. Chi può dirlo? E comunque è questione diversa.
          Ok, vammi a trovare open source una cosa che fa
          questo. Semplice, non lo trovi. Ora per un DB
          metti un DBMS serio (Oracle). Ora puoi decidere,
          Windows o Linux per i server. Usando Linux
          risparmi magari 10000 euro. Il grosso rimane però
          il team di 10 programmatori da 10000 euro al mese
          per 12 mesi per analisi, sviluppo, collaudo e
          messa in esercizio.Un software gestionale di quel tipo lo realizzavamo in due mettendoci tre mesi. Non è così complicato se hai un po' di esperienza di programmazione.
          1200000 euro. Manutenzione, aggiornamenti ed
          altro, 500000 euro di persone l'anno. Totale dopo
          5 anni: 3 milioni e duecento mila euro.Mi piacerebbe sapere su quale base hai fatto questi calcoli irreali.
          Dimmi, cosa abbiamo risolto con l'open? Che il lavoro pagato da una amministrazione possa essere utilizzato da tutte le altre ed aggiornato ed adattato sulla base delle singole esigenze senza dipendere dai capricci di una multinazionale straniera. Ti pare poco?
          Ora dimmi, evitare di spendere quelle licenze
          quanto fa risparmiare considerando che ci sono
          decine e decine di questi software in giro per
          ogni ente ed azienda?Moltissimo. Se t'informi presso le amministrazioni che sono passate al software libero puoi trovarne conferma.
          Le aziende che vedete nei film non sono quelle
          che realmente lavorano. Certo, anche i personaggi dei film in realtà sono attori.
          Solo le più sfigate fanno
          il gestionalino VB6 o Java per stampare le
          ricevute, software che finiscono negli studi di
          max 5 dipendenti. Le vere aziende di informatica
          vanno dal cliente e lavorano su progetti su cui
          girano milioni di euro, maggior parte dei quali
          persi nelle body rental.Indipendentemente dalle dimensioni dell'azienda, il lavoro di programmazione è lo stesso.Ho scritto software per piccoli studi di tre persone e per la gestione di interi reparti ospedalieri senza differenza, con gli stessi strumenti e con la stessa accuratezza.
          • anonimo scrive:
            Re: i veri problemi non sono l'open
            se parli così significa che hai sempre scritto software molto piccoli e semplici.Non posso fare nomi, altrimenti potrei anche passare guai, ma posso dirti che il software su cui lavoro è usato da tutta Italia e fornisce al cliente un incasso di decine di milioni di euro al mese.Quindi non venire a dirmi che queste cifre sono anomale perchè non è così. Ci sono realtà piccole e realtà grandi. Nelle grandi si fanno progetti da 1 ad anche 30 persone e durano anni (questo dove mi trovo ora sono già 3 anni).Nel palazzo dove mi trovo ci sono più di 3000 dipendenti.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: i veri problemi non sono l'open
            - Scritto da: anonimo
            se parli così significa che hai sempre scritto
            software molto piccoli e semplici.Non è così.
            il software su
            cui lavoro è usato da tutta Italia e fornisce al
            cliente un incasso di decine di milioni di euro
            al mese.La qual cosa non ha nulla a che vedere col numero di programmatori che ci hanno lavorato.
            Nelle grandi si fanno progetti
            da 1 ad anche 30 persone e durano anni (questo
            dove mi trovo ora sono già 3 anni).Se ci metti anche lo sviluppo nel tempo è ovvio. Anche i 'piccoli' progetti cui ho lavorato io hanno avuto durata pluriennale, ma la consegna del software funzionante al cliente non può richiedere tempi lunghi.
            Nel palazzo dove mi trovo ci sono più di 3000
            dipendenti.Non credo che siano pagati tutti per un unico cliente.Insomma non hai dimostrato nulla che riguardi l'argomento dell'articolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: i veri problemi non sono l'open

            Non è così.lo è visto che dici che un progetto viene fatto da 2-3 persone. Non hai mai lavorato ad un progetto importante
            Se ci metti anche lo sviluppo nel tempo è ovvio.
            Anche i 'piccoli' progetti cui ho lavorato io
            hanno avuto durata pluriennale, ma la consegna
            del software funzionante al cliente non può
            richiedere tempi
            lunghi.30 persone partite per fare lo sviluppo, poi ridotte per le modifiche negli anni, ma in partenza 30. Il mio progetto in particolare eravamo 15 all'inizio, poi diventati 5.
            Non credo che siano pagati tutti per un unico
            cliente.invece ti posso dire quasi si (un grosso cliente, e pochi minori).
            Insomma non hai dimostrato nulla che riguardi
            l'argomento
            dell'articolo.ho dimostrato che forzare all'uso di una tecnologia per etica e non per reali esigenze può fare solo danni.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: i veri problemi non sono l'open
            - Scritto da: Anonimo

            Non è così.
            lo è visto che dici che un progetto viene fatto
            da 2-3 persone. Non hai mai lavorato ad un
            progetto importanteNon ti ho raccontato tutta la mia vita lavorativa: in che modo credi di saperne più di me?Ridicolo.
            30 persone partite per fare lo sviluppo, poi
            ridotte per le modifiche negli anni, ma in
            partenza 30. Il mio progetto in particolare
            eravamo 15 all'inizio, poi diventati 5.Quindi confermi.
            invece ti posso dire quasi si (un grosso cliente,
            e pochi minori).Quasi non è sì. Giochiamo con le parole?
            ho dimostrato che forzare all'uso di una
            tecnologia per etica e non per reali esigenze può
            fare solo danni.Cioè nulla.Non c'è alcuna forzatura, non si parla di etica, ma di reali esigenze.
    • Athlon64 scrive:
      Re: i veri problemi non sono l'open
      - Scritto da: Anonimo
      Un consulente mandato tramite body rental facendo
      4 passaggi per prendere 1000/1500 al mese ne
      costa 1000 al
      giorno.Non è affatto vero...Io sono lavoratore dipendente a tempo indeterminato, guadagno netti 1300 euro per 14 mensilità (CCNL del Commercio) e la mia azienda mi fa spesso fare body renting presso altre aziende. La mia azienda fattura 336 euro al giorno. Considerato al mio datore di lavoro costo 2600 euro al mese (lordo + contributi), per 15 mesi (c'è il TFR) e ne lavoro 10 (calcolando ferie, permessi, festività e mutua), il mio costo giornaliero per il Cliente non è affatto spropositato, anzi...
    • Fabrizio scrive:
      Re: i veri problemi non sono l'open
      - Scritto da: Anonimo
      Che noia. Vabbè, ormai è inutile continuare lo
      stesso
      discorso:
      Windows + Office sono 200 euro a postazione,
      riscrivere un software costa dai 20000 al
      milione.

      Un consulente mandato tramite body rental facendo
      4 passaggi per prendere 1000/1500 al mese ne
      costa 1000 al
      giorno.

      Vogliamo innanzitutto eliminare questo?
      Eliminare le body rental.
      Questo è il vero spreco della pubblica
      amministrazione.

      Una persona che prende dai 1000 ai 1500 euro
      nette al mese arriva a costare anche 1000 euro al
      giorno tra i vari passaggi. Questo è lo schifo
      che si deve eliminare, non solo per
      l'informatica, ma per ogni settore
      lavorativo.

      In questa spinta all'open vedo solo un cambio di
      succhia sangue ed un modo per nascondere il vero
      problema
      dell'IT:
      le body rental.
      Finchè ci saranno questi sistemi che succhiano
      sangue allo Stato l'Italia andrà sempre
      peggio.primo riscrivere un programma costa ma costa per tutte le postazioni (i 20000 euro che citi vanno divisi per tutte le postazioni pubbliche che usano quel programma quindi una licenza win+office costa 200 euro un programma costa circa 2 euro a postazione), secondo è meglio spendere 20000 euri in aziende italiane che spenderne meno in aziende straniere. da che mondo è mondo i soldi spesi all'estero creano ricchezza all'estero quelli spesi in italia creano ricchezza in italia. Io programmatore italiano vengo pagato e vado a fare la spesa in italia, il mio supermercato si rifornisce dal grossista x con i miei soldi, il grossista si rifornisce dal contadino y con i miei soldi, il contadino compra il mangime da z con i miei soldi, ecc
      • Fabrizio scrive:
        Re: i veri problemi non sono l'open

        primo riscrivere un programma costa ma costa per
        tutte le postazioni (i 20000 euro che citi vanno
        divisi per tutte le postazioni pubbliche che
        usano quel programma quindi una licenza
        win+office costa 200 euro un programma costa
        circa 2 euro a postazione), secondo è meglio
        spendere 20000 euri in aziende italiane che
        spenderne meno in aziende straniere. da che mondo
        è mondo i soldi spesi all'estero creano ricchezza
        all'estero quelli spesi in italia creano
        ricchezza in italia. Io programmatore italiano
        vengo pagato e vado a fare la spesa in italia, il
        mio supermercato si rifornisce dal grossista x
        con i miei soldi, il grossista si rifornisce dal
        contadino y con i miei soldi, il contadino compra
        il mangime da z con i miei soldi,
        eccdimenticavo le tasse :-)
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: i veri problemi non sono l'open
          - Scritto da: Fabrizio

          dimenticavo le tasse :-)Questa è grave!:-)
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: i veri problemi non sono l'open
      - Scritto da: Anonimo
      Che noia. Vabbè, ormai è inutile continuare lo
      stesso discorso:
      Windows + Office sono 200 euro a postazione,
      riscrivere un software costa dai 20000 al milione.A parte il fatto che paragonare un 'nuovo software' ad una suite da ufficio è quantomeno insensato (nessuno commissionerebbe la riscrittura di una suite da ufficio: sono ben altri i software in questione), è chiaro che non hai compreso quale sia la questione. Affidare a software proprietari la gestione di documenti pubblici è una soluzione a rischio di per sé, al di la dei costi immediati di licenza.
      Vogliamo innanzitutto eliminare questo?
      Eliminare le body rental.Non si parla di questa questione in questo articolo. Se ne è parlato altrove, pochi giorni fa. Mi pare anche abbastanza chiaro che discutere di un problema non vuol certo dire rifiutare di risolvere tutti gli altri.
      che si deve eliminare, non solo per
      l'informatica, ma per ogni settore lavorativo.Appunto. E' un argomento che non ha nulla a che vedere con questo articolo.
      In questa spinta all'open vedo solo un cambio di
      succhia sangue ed un modo per nascondere il vero
      problema dell'ITNiente affatto, è una possibile ed auspicata soluzione ad altri problemi. Vero anche questo, ammesso che ce ne siano di 'falsi'.
  • ipsilon scrive:
    Posso dubitare?
    Chi ci garantisce che non sia stato qualche segretario (e anche qua sarebbe già strano) a fornire le risposte? A vederli in faccia non è verosimile che sappiano cos'è l'open source.
    • sam scrive:
      Re: Posso dubitare?
      - Scritto da: ipsilon
      Chi ci garantisce che non sia stato qualche
      segretario (e anche qua sarebbe già strano) a
      fornire le risposte? A vederli in faccia non è
      verosimile che sappiano cos'è l'open
      source.Se prendi un parlamentare a caso non ne sa niente. Però quelli che hanno risposto qui non è la prima volta che parlano di open source. Probabilmente sarebbe più interessante sapere chi è che non ha risposto. Quelli di PI che sono di Roma dovrebbero fare come le Iene. Mettersi davanti al parlamento e fare delle domandine a quelli che entrano e poi mettere tutto qui sul sito. Così dopo vedi come si informano per evitare le figuracce.
      • Ciucciati il calzino Homer scrive:
        Re: Posso dubitare?

        Quelli di PI che sono di Roma dovrebbero fare
        come le Iene. Mettersi davanti al parlamento e
        fare delle domandine a quelli che entranoNon è che tutti i parlamentari debbano essere esperti di open source.Si può essere esperti in altro: non tutti nono esperti di informatica.Né è detto che a tutti debba piacere. A me non interessa, non ne traggo benefici e vivo bene col sw chiuso.
      • Lamb scrive:
        Re: Posso dubitare?

        Quelli di PI che sono di Roma dovrebbero fare
        come le Iene. Mettersi davanti al parlamento e
        fare delle domandine a quelli che entrano e poi
        mettere tutto qui sul sito. Così dopo vedi come
        si informano per evitare le
        figuracce.Lo scopo a ridosso delle elezioni però non era quello di educare i politici (e ce ne sarebbe un gran bisogno) sui temi "informatici", ma verificare come si avvicinano alle elezioni. E come trattano Internet: da qui l'utilizzo esclusivo ed esplicito dell'email. Però hai ragione sull'assoluta carenza di "cultura digitale" in Parlamento.
    • Lamb scrive:
      Re: Posso dubitare?
      - Scritto da: ipsilon
      Chi ci garantisce che non sia stato qualche
      segretario (e anche qua sarebbe già strano) a
      fornire le risposte? A vederli in faccia non è
      verosimile che sappiano cos'è l'open
      source.Ciao,non è stato chiesto a qualcuno nello specifico. A parte certe email inviate direttamente a personalità già coinvolte in passato nel settore, il grosso delle email è stato inviato ai partiti per conoscere le loro posizioni ufficiali.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Posso dubitare?
      - Scritto da: ipsilon
      Chi ci garantisce che non sia stato qualche
      segretario (e anche qua sarebbe già strano) a
      fornire le risposte? A vederli in faccia non è
      verosimile che sappiano cos'è l'open
      source.Boselli è stato uno dei promotori, con Bertinotti, dell'invito di Richard Stallman e Bruce Perens a tenere un discorso sul software libero alla Camera dei Deputati. La visita è avvenuta l'estate scorsa. Forse non lo da a vedere molto, ma dalle sue parole (non solo qui, ma soprattutto altrove e da qualche tempo) una certa conoscenza della questione traspare.
  • Daniel Jackson scrive:
    Il conflitto d'interessi che ci riguarda
    Non so a voi ma a me che un candidato abbia tre emittenti non è mai importato, come non mi ha mai toccato l'accusa che la sinistra lancia dal lontano '94 in merito al conflitto di interessi. Non votavo quello schieramento ma da semplice fruitore di media ritenevo "spiacevole" l'idea che Mediaset potesse essere indebolita per colpire un avversario.Questo in passato.Adesso la situazione è diversa: con i "media" abbiamo a che fare tutti ed è in atto uno scontro fra produttori e loro clienti.Una volta se registravi un brano dalla radio nessuno se la prendeva. Oggi se scarichi una canzone ti definiscono "ladro".Eppure chi non ha mai scaricato anche magari una rarità anni '70 ormai fuori catalogo? Chi non ha scelto per il video delle vacanze una musica di moda? YouTube ne è pieno e anche i ragazzini commentano i video delle gite scolastiche con le canzoni dei loro idoli. Idoli che spuntano in blog e forum con foto, fotomontaggi, blend, firme, fan video e quant'altro.Ecco il punto: non siamo più meri fruitori di media, ne siamo utilizzatori e riutilizzatori, creiamo mashup, scambiamo idee, ricordi, immagini e suoni. Certo, cose che andrebbero regolamentate (fair use!) ma possiamo aspettarci che lo faccia con equilibrio fra produttori e i consumatori chi è a sua volta produttore e distributore?Io temo che dopo il decreto Urbani, che tutti criticano ma nessuno ha ancora cambiato, si rischi di vedere applicate in Italia leggi come quelle francesi e inglesi, con la minaccia di distacco delle linee di chi lede gli interessi di una parte.
    • Sus Scrofa scrive:
      Re: Il conflitto d'interessi che ci riguarda
      - Scritto da: Daniel Jackson
      Non so a voi ma a me che un candidato abbia tre
      emittenti non è mai importato,Permettimi ma non è questione di cosa importa al singolo individuo. Una democrazia in cui uno dei candidati controlla i mezzi di informazione non è una democrazia. E non c'entra niente cosa importa a te o a qualcun'altro. E' un fatto.Se non ci arrivi, bhè, non tutti sono condannati ad essere intelligenti (cit.)
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Il conflitto d'interessi che ci riguarda
      - Scritto da: Daniel Jackson
      Non so a voi ma a me che un candidato abbia tre
      emittenti non è mai importato, come non mi ha mai
      toccato l'accusa che la sinistra lancia dal
      lontano '94 in merito al conflitto di interessi.Non si tratta di una accusa, ma di una vera e propria violazione dei più elementari principi democratici. La situazione televisiva italiana è illegale da quasi vent'anni. I decreti per l'adeguamento sono stati continuamente prorogati fino all'inverosimile, fino all'approvazione della legge Gasparri in una settimana, pochi giorni prima dell'oscuramento di Rete4, che occupa illegalmente frequenze assegnate ad altri quasi dieci anni fa.Lo stesso editore che viola la legge in questo modo è candidato a guidare il governo. In violazione della legge che vieta ai titolari di concessioni statali (le frequenze per le trasmissioni sono concesse dallo Stato) di concorrere per cariche pubbliche. Si chiama conflitto di interessi, e l'Italia è un esempio unico tra i Paesi democratici di mancanza di regolamentazione.
      fruitore di media ritenevo "spiacevole" l'idea
      che Mediaset potesse essere indebolita per
      colpire un avversario.A me pare molto più spiacevole vivere in una democrazia dimezzata per non 'colpire' un avversario politico.
      Ecco il punto: non siamo più meri fruitori di
      media, ne siamo utilizzatori e riutilizzatori,
      creiamo mashup, scambiamo idee, ricordi, immagini
      e suoni. Certo, cose che andrebbero regolamentate
      (fair use!) ma possiamo aspettarci che lo faccia
      con equilibrio fra produttori e i consumatori chi
      è a sua volta produttore e distributore?Va rivista la legislazione sul diritto d'autore, su questo sono d'accordo tutte le persone di buon senso. Lo dico da fruitore e da autore.
      Io temo che dopo il decreto Urbani, che tutti
      criticano ma nessuno ha ancora cambiatoIn realtà un nuovo disegno di legge era già pronto per la discussione in Parlamento, inoltre alcune modifiche alla legge sul diritto d'autore sono state apportate alla fine dello scorso anno per tener conto delle nuove tecnologie.Modifiche piccole, ma che rientravano in una ridiscussione complessiva che il Governo aveva iniziato, prima di dimettersi.
  • Ste scrive:
    Risposte pre-stampate
    Ovvio...sono politici. E non lo dico per qualunquismo: le risposte sono aperte a qualsiasi tipo di interpretazione. Da una parte dicono che il penale pare inutile e eccessivo (e qui Gasparri mi ha stupito). Però poi...si lasciano aperta una porta dicendo che qualcosa si deve pur fare (e anche su questo posso essere daccordo)...MA NON DICONO PER NULLA CHE COSA PENSANO DI FARE!!! E' qui il problema! Sono loro che sono qualunquisti...perchè dicono che così non va bene, ma non propongono alternative.Infine: poco conta chiedere il parere di politici che (ahìmè) contano come il 2 di briscola. Tanto si sa chi tirerà le fila di qualunque governo dovesse uscire dalle elezioni, chi detterà il calendario e le priorità. Per cui tutte queste cose resteranno lettera morta senza l'appoggio delle (ahìmè) principali (numericamente) forze politiche.
    • sam scrive:
      Re: Risposte pre-stampate
      - Scritto da: Ste
      MA NON DICONO PER NULLA CHE COSA
      PENSANO DI FARE!!! E' qui il problema! Sono loro
      che sono qualunquisti...perchè dicono che così
      non va bene, ma non propongono
      alternative.
      Non è vero, Di Pietro ha detto che se ne deve discutere e decidere in sede europea e ha ragione.
      • UbuPinguino scrive:
        Re: Risposte pre-stampate
        - Scritto da: sam
        - Scritto da: Ste

        MA NON DICONO PER NULLA CHE COSA

        PENSANO DI FARE!!! E' qui il problema! Sono loro

        che sono qualunquisti...perchè dicono che così

        non va bene, ma non propongono

        alternative.



        Non è vero, Di Pietro ha detto che se ne deve
        discutere e decidere in sede europea e ha
        ragione.Cioè non si deve far nulla.La sede comunitaria è quel posto dove questo tipo di decisione verrà procastinata all'inverosimile.Mi pare molto più sensata la risposta di Gasparri che evidenzia come il perseguire il singolo piccolo scambiatore sia un favore (per lo spreco di risorse di polizia e giudiziarie) ai grossi malfattori. Vanno invece perseguiti con decisione e fermezza chi sul lavoro degli altri fa commercio.
        • sam scrive:
          Re: Risposte pre-stampate
          - Scritto da: UbuPinguino
          Cioè non si deve far nulla.
          La sede comunitaria è quel posto dove questo tipo
          di decisione verrà procastinata
          all'inverosimile.Non è vero, ogni anno vengono approvate direttive importanti. Anzi mi sa che ormai sono più importanti le decisioni a livello europeo di quelle dei singoli stati.Cmq è inutile in Europa avere leggi diverse da paese a paese, quello del diritto d'autore è un problema che va discusso a livello più ampio.
          Mi pare molto più sensata la risposta di Gasparri
          che evidenzia come il perseguire il singolo
          piccolo scambiatore sia un favore (per lo spreco
          di risorse di polizia e giudiziarie) ai grossi
          malfattori. Vanno invece perseguiti con decisione
          e fermezza chi sul lavoro degli altri fa
          commercio.Sì vabbe' ha dato la classica risposta pre elettorale che non dice niente: la legge c'è però dice di non applicarla così com'è, puniamo chi lucra bla bla.Sì ma le leggi mica sono dei consigli, fra l'altro l'ha fatta la sua maggioranza.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Risposte pre-stampate
          - Scritto da: UbuPinguino
          Cioè non si deve far nulla.
          La sede comunitaria è quel posto dove questo tipo
          di decisione verrà procastinata all'inverosimile.Mi pare tu sia male informato sull'attività del Parlamento Europeo. Il lavoro è intenso e generalmente più rapido dei parlamenti nazionali.
          Mi pare molto più sensata la risposta di Gasparri
          che evidenzia come il perseguire il singolo
          piccolo scambiatore sia un favore (per lo spreco
          di risorse di polizia e giudiziarie) ai grossi
          malfattori. Vanno invece perseguiti con decisione
          e fermezza chi sul lavoro degli altri fa commercio.A me pare l'ennesima variante del 'benealtrismo', ovvero 'prima c'è da fare ben altro'. Ovvero la più abusata scusa per l'immobilismo.E' corretto invece un approccio al problema che riveda complessivamente la normativa sul diritto d'autore, come chiaramente detto da due intervistati su tre. Gasparri non ha mostrato di conoscere granché l'argomento.
      • Ste scrive:
        Re: Risposte pre-stampate
        - Scritto da: sam
        - Scritto da: Ste

        MA NON DICONO PER NULLA CHE COSA

        PENSANO DI FARE!!!



        Non è vero, Di Pietro ha detto che se ne deve
        discutere e decidere in sede europea e ha
        ragione.Hai perfettamente ragione, però non ha detto quale sarà la sua posizione in tale sede. Ovvero: se ne deve discutere in sede comunitaria e io (o chi per me) in tale sede proporrò la seguente idea.Sennò va a finire che a decidere sarà qualcun altro.Poi come ho già scritto nel mio post iniziale: questi piccoli partiti possono avere tutte le idee (anche lodevoli) che vogliono, tanto alla fine si sa chi sarà a decidere per tutti. Sia con il voto dei piccoli, sia senza. Ecco...solo se il voto dei piccoli sarà decisivo (e ne dubito) si potrebbe scendere a compromessi, ma non più di tanto.Senza contare che le lobby ungono tutti indiscriminatamente...per cui dubito che alla fine si giunga da qualche parte utile a chi non è rappresentato da una lobby, ovvero l'uomo "comune".
    • laSorgente scrive:
      Re: Risposte pre-stampate
      - Scritto da: Ste
      Sono loro
      che sono qualunquisti...perchè dicono che così
      non va bene, ma non propongono
      alternative.La cosa più triste sono le persone che criticano Beppe Grillo dicendo "Lui accusa tutti ma non risolve mai niente", non mi sembra che i politici facciano di più... almeno Grillo 4 risate me le fa fare!!
    • MAI Veltroni Presidente scrive:
      Re: Risposte pre-stampate
      - Scritto da: Ste
      Ovvio...sono politici. E non lo dico per
      qualunquismo: le risposte sono aperte a qualsiasi
      tipo di interpretazione. Da una parte dicono che
      il penale pare inutile e eccessivo (e qui
      Gasparri mi ha stupito). Però poi...si lasciano
      aperta una porta dicendo che qualcosa si deve pur
      fare (e anche su questo posso essere
      daccordo)...MA NON DICONO PER NULLA CHE COSA
      PENSANO DI FARE!!!Tolto il penale, cosa resta?- multa- lavori forzati- blocco della linea (e conseguente multa)non è che ci sia altro da fare per chi fa qualcosa di illegale.Questa materia verrà sempre più spesso regolata dall'Europa e non dal governo nazionale.Non te ne fossi accorto, già moltissime sono le competenze dell'Ue e queste continuano ad aumentare.Finirà che l'Italia farà paro paro quel che fanno in Francia i Germania, non è che ci sia molta scelta.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Risposte pre-stampate
        - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
        Tolto il penale, cosa resta?Civile, amministrativo... tutto il resto, insomma.Ne sai poco di legge, eh?
        Questa materia verrà sempre più spesso regolata
        dall'Europa e non dal governo nazionale.Come è giusto che sia.
        Finirà che l'Italia farà paro paro quel che fanno
        in Francia i Germania, non è che ci sia molta
        scelta.Non proprio. Italia, Francia, Germania e tutti gli altri Paesi dell'Unione si comporteranno come deciso dal Parlamento unitario. Cosa c'è che non ti va bene?
        • Mastro Costruttor e scrive:
          Re: Risposte pre-stampate
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: MAI Veltroni Presidente

          Tolto il penale, cosa resta?

          Civile, amministrativo... tutto il resto, insomma.Multe. Tutto il resto si risolve nelle multe.Guardala dal lato del cittadino che viola le regole.O va in carcere o paga la multa, o non gli si fa nulla.Che altre "punizioni" conosci?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Risposte pre-stampate
            - Scritto da: Mastro Costruttor e
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente


            Tolto il penale, cosa resta?



            Civile, amministrativo... tutto il resto,
            insomma.
            Multe. Tutto il resto si risolve nelle multe.La multa è una sanzione amministrativa, c'è poi il codice civile cui si ricorre per ottenere risarcimento del danno che può portare a pignoramenti di beni e del quindo dello stipendio. Nei casi gravi c'è la sospensione temporanea o l'interdizione a vita da alcune licenze e concessioni ed altro genere di sanzioni. Dipende dal reato, dalla legge, dal giudizio e dal danneggiato, oltre che dalla gravità dei danni arrecati.Se sfogli un codice civile ti fai un'idea in proposito.Ma in ogni caso una multa non ti pare abbastanza?
  • MAH scrive:
    Gasparri NE SA
    "L'adozione di software Open Source va valutata con attenzione caso per caso, perché talvolta riduce i costi, ma a volte ne nasconde altri."
    • fred scrive:
      Re: Gasparri NE SA
      ma non era lui il relatore della famigerata riforma tv di cui nemmeno conosceva il contenuto?
      • Rialzati Italia scrive:
        Re: Gasparri NE SA
        - Scritto da: fred
        ma non era lui il relatore della famigerata
        riforma tv di cui nemmeno conosceva il
        contenuto?No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce alla perfezione.E' stato ministro per quasi un'intera legislatura: ben pochi in Italia hanno avuto un incarico così duraturo in politica. Puoi scommetterci quello che vuoi sul fatto che in materia di telecomunicazioni è ben informato.Per par condicio, anche Dini è ben informato, ma sul campo delle pensioni.I politici non sono tuttologi, non possono sapere tutto di tutto, ognuno ha il suo campo di specializzazione e in quello eccelle.Tremonti ad esempio sa tutto in materia tributaria, In materia di informatica, più che a Gasparri avrebbero potuto chiedere all'ex ministro Stanca, dato che uno dei suoi compiti era proprio l'informatizzazione della PA.
        • Zezzo scrive:
          Re: Gasparri NE SA
          - Scritto da: Rialzati Italia
          - Scritto da: fred

          ma non era lui il relatore della famigerata

          riforma tv di cui nemmeno conosceva il

          contenuto?
          No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce
          alla
          perfezione.E l'europa cosa ha detto a proposito di quella riforma?
          • Orloch scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            L'ha bocciata, se non cambiamo la legge ci becchiamo 3-400mila euro di multa al giorno dal 2006
          • Zezzo scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Orloch
            L'ha bocciata, se non cambiamo la legge ci
            becchiamo 3-400mila euro di multa al giorno dal
            2006Appunto e dopo quella bella legge ancora dobbiamo sentir parlare questo Gasparri? La multa la paga lui e il suo amico Berlusconi o la paghiamo noi? Ovviamente noi...
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Orloch
            L'ha bocciata, se non cambiamo la legge ci
            becchiamo 3-400mila euro di multa al giorno dal
            2006L'Europa ha bocciato quella legge su un punto ben determinato: dove ricopia la vecchia riforma fatta dalla sinistra (attuale pd) nel marzo del 2001.Come se non bastasse l'Europa ha bocciato il bando di gara fatto da D'Alema e con cui Europa 7 aveva vinto una concessione tv. Secondo la Corte di Giustizia quel bando non era trasparente, perché offriva più concessioni delle frequenze effettivamente disponibili.La Gasparri è accusata di aver lasciato le cose come stavano.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
            - Scritto da: Orloch

            L'ha bocciata, se non cambiamo la legge ci

            becchiamo 3-400mila euro di multa al giorno dal

            2006
            L'Europa ha bocciato quella legge su un punto ben
            determinato: dove ricopia la vecchia riforma
            fatta dalla sinistra (attuale pd) nel marzo del
            2001.

            Come se non bastasse l'Europa ha bocciato il
            bando di gara fatto da D'Alema e con cui Europa 7
            aveva vinto una concessione tv. Secondo la Corte
            di Giustizia quel bando non era trasparente,
            perché offriva più concessioni delle frequenze
            effettivamente disponibili.

            La Gasparri è accusata di aver lasciato le cose
            come stavano.In sostanza dici che è una legge inutile. Meglio che cambi le tue fonti d'informazione.L'Alta Corte di Giustizia europea ha dato ragione a Di Stefano, regolare assegnatario delle frequenze in base al bando del 1999 e tuttora illegalmente occupate da rete4. La legge Gasparri è di conseguenza giudicata illegittima perché lascia continuare le trasmissioni di Rete4 e non risolve il problema della riorganizzazione delle telecomunicazioni, anzi, ne aggrava la situazione. Riduce lo spazio alla concorrenza ed aumenta ancora le possibilità di espansione di Mediaset.
          • pizza scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Zezzo
            - Scritto da: Rialzati Italia

            - Scritto da: fred


            ma non era lui il relatore della famigerata


            riforma tv di cui nemmeno conosceva il


            contenuto?

            No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce

            alla

            perfezione.

            E l'europa cosa ha detto a proposito di quella
            riforma?L'Europa? Quella che si occupa del diametro dei cetrioli?Bell'esempio di istituzione!!!Hanno fatto la brutta copia del congresso americano, lobbies comprese.
          • Zezzo scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: pizza
            - Scritto da: Zezzo

            - Scritto da: Rialzati Italia


            - Scritto da: fred



            ma non era lui il relatore della famigerata



            riforma tv di cui nemmeno conosceva il



            contenuto?


            No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce


            alla


            perfezione.



            E l'europa cosa ha detto a proposito di quella

            riforma?
            L'Europa? Quella che si occupa del diametro dei
            cetrioli?
            Bell'esempio di istituzione!!!
            Hanno fatto la brutta copia del congresso
            americano, lobbies
            comprese.Ignorante la mia era un'allusione alla sentenza della corte europea che non c'entra una fava con quello di cui parli tu.
          • medioman scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Rialzati Italia

            Proprio sul punto delle frequenze la Corte di
            Giustizia afferma che in caso si tolgano a rete4
            per darle ad europa7, Mediaset dovrebbe ricevere
            un risarcimento danni. Ma se non lo facciamo, il
            risarcimento danni dovrà essere dato ad
            Europa7.
            In un caso e nell'altro a noi tocca pagare e
            tutto per quel che ha combinato D'Alema nel
            secolo
            scorso.Se fossi in voi non parlerei male di D'Alema. Anzi, dovreste accendergli un cero...hola
          • picard12 scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            in testa gli accendo il cero a quel barcaiolo che 12 anni fa fu beccato a vivere nelle case dell'iNPS pagando un affitto di 200 mila lire di un'appartamento che ne valeva molti di pià in centro a roma.... che belli sti sinistrorsi dalla memoria cortissima, ma lunga solo su silvietto..
          • tux scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            se proprio bisogna pagare anke se dubito ,almeno fede si leva dai coglioni
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: pizza
            L'Europa? Quella che si occupa del diametro dei
            cetrioli?
            Bell'esempio di istituzione!!!
            Hanno fatto la brutta copia del congresso
            americano, lobbies comprese.Sei per caso antiamericano?O soltanto anti-europeo?Oppure cerchi solo di sostenere l'autore di una legge palesemente e ufficialmente illecita?
          • Ciucciati il calzino Homer scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: pizza

            L'Europa? Quella che si occupa del diametro dei

            cetrioli?

            Bell'esempio di istituzione!!!

            Hanno fatto la brutta copia del congresso

            americano, lobbies comprese.

            Sei per caso antiamericano?
            O soltanto anti-europeo?
            Oppure cerchi solo di sostenere l'autore di una
            legge palesemente e ufficialmente
            illecita?Ufficialmente illecita in cosa? Ma che dici???
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Ciucciati il calzino Homer

            Sei per caso antiamericano?

            O soltanto anti-europeo?

            Oppure cerchi solo di sostenere l'autore di una

            legge palesemente e ufficialmente

            illecita?
            Ufficialmente illecita in cosa? Ma che dici???L'Alta Corte di Giustizia europea di Lussemburgo ha ufficialmente dichiarato illegittime tutte le proroghe che dal 1999 privano Europa 7 delle frequenze regolarmente ottenute, compresa la legge Gasparri, non per caso definita 'salva-Rete4'. Quindi, fino a sentenza diversa, è, come ho detto, palesemente e ufficialmente illecita.
          • Mastro Costruttor e scrive:
            Re: Gasparri NE SA

            L'Alta Corte di Giustizia europea di Lussemburgo
            ha ufficialmente dichiarato illegittime tutte le
            proroghe che dal 1999 privano Europa 7 delle
            frequenze regolarmente ottenute, compresa la
            legge Gasparri, non per caso definita
            'salva-Rete4'.Non fosse altro che la Gasparri non concede alcuna proroga a Rete4... Ciampi aveva fatto fare questa modifica prima di apporre la firma e promulgare la legge.Quanto ad europa7, il problema suo è relazionato con rete4.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Mastro Costruttor e
            Non fosse altro che la Gasparri non concede
            alcuna proroga a Rete4... Non direttamente. Però mantiene inalterato lo status quo, senza recepire la sentenza della Corte Costituzionale del 2002.
            Quanto ad europa7, il problema suo è relazionato
            con rete4.Si tratta di un contenzioso contro lo Stato che rischia di costare all'Italia una quantità non precisabile di milioni(miliardi?) di euro.
        • andrea scrive:
          Re: Gasparri NE SA

          No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce
          alla perfezione.diciamo che gli e' stata scritta in casa mediaset ... dire che l'ha scritta lui mi sembra veramente ridicolo. se poi avesse veramente scritto quelle bestialita' per favorire apretamente una delle parti in causa, significa che e' purtroppo un pessimo ministro
          Tremonti ad esempio sa tutto in materia
          tributaria, si si un vero genio ... non a caso e' stato buttato fuori dal governo da fini perche' aveva presentato conti falsi all'europa
          In materia di informatica, più che a
          Gasparri avrebbero potuto chiedere all'ex
          ministro Stanca, dato che uno dei suoi compiti
          era proprio l'informatizzazione della
          PA.ricordiamo che stanca e' la presona che ha commissionato ed approvato il meraviglioso progetto italia.it di cui s'e' parlato tanto bene in questo sito ... 50 milioni di euro buttati sono un'eccellente credenzialeandrea
        • Lamb scrive:
          Re: Gasparri NE SA

          Tremonti ad esempio sa tutto in materia
          tributaria, In materia di informatica, più che a
          Gasparri avrebbero potuto chiedere all'ex
          ministro Stanca, dato che uno dei suoi compiti
          era proprio l'informatizzazione della
          PA.Ciao, solo per dire che anche a Stanca sono state mandate le domande. Io spero ancora che arrivino le risposte da lui e da tanti altri, secondo me sono risposte che "misurano" in qualche modo le competenze e la conoscenza di certi argomenti.
          • Gas scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Lamb
            anche a Stanca sono state
            mandate le domande. Io spero ancora che arrivino
            le risposte da lui e da tanti altri, secondo me
            sono risposte che "misurano" in qualche modo le
            competenze e la conoscenza di certi
            argomenti.Per darci maggiore informazione che ne direste di pubblicare una lista di tutti quelli cui avete mandato queste domande?Potremmo così avere un'idea più precisa.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Gasparri NE SA
          - Scritto da: Rialzati Italia
          No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce
          alla perfezione.Ne conosce a memoria tutti i passaggi illegali...
          E' stato ministro per quasi un'intera
          legislatura: ben pochi in Italia hanno avuto un
          incarico così duraturo in politica.Questo non ne fa un esperto in materia di telecomunicazioni. Tutt'altro, è più un fedele esecutore di ordini.
          Tremonti ad esempio sa tutto in materia tributaria, Sa alla perfezione di come si evadono le tasse. E di come si fanno i condoni.Per questo come ministro economico è stato cacciato. Dai suoi.
        • Reolix scrive:
          Re: Gasparri NE SA
          - Scritto da: Rialzati Italia
          - Scritto da: fred

          ma non era lui il relatore della famigerata

          riforma tv di cui nemmeno conosceva il

          contenuto?
          No. Ha scritto lui la riforma TV e la conosce
          alla
          perfezione.Che la conosce avrei molti dubbi, introducendo la gherminella dei SIC (viola il principio del pluralismo dell'Art. 21....) altro non ha fatto che aumentare la posizione dominante del duopolio Mediaset-Rai con la raccolta pubblicitaria in un mercato TOTALMENTE chiuso come il nostro, ma il SUO intento (?) era di "liberare" il mercato....eh si, ha proprio le idee chiare....
          E' stato ministro per quasi un'intera
          legislatura: ben pochi in Italia hanno avuto un
          incarico così duraturo in politica. Puoi
          scommetterci quello che vuoi sul fatto che in
          materia di telecomunicazioni è ben
          informato.Il fatto che duri 5 anni non giustifica per niente la preparazione, non è la durata ma i risultati e si sono visti sia nei fatturati del suo capo sia in sede europea
          Per par condicio, anche Dini è ben informato, ma
          sul campo delle
          pensioni.Soprattutto quelle dell'alta società: la conosci la storia di Dini e consorte e gli interessi che proteggono? Informati
          I politici non sono tuttologi, non possono sapere
          tutto di tutto, ognuno ha il suo campo di
          specializzazione e in quello
          eccelle.Questa me la segno :$ Il nano scommetto che è laureato in prescrizione.....
          Tremonti ad esempio sa tutto in materia
          tributariaInfatti ha presentato conti falsi ed è stato sostituito quante volte.....In materia di informatica, più che a
          Gasparri avrebbero potuto chiedere all'ex
          ministro Stanca, dato che uno dei suoi compiti
          era proprio l'informatizzazione della
          PA.Peccato che Italia.it non rispettava i parametri di accessibilità imposti dalla stessa legge Stanca, che ha inviato L'innovazione digitale per le famiglie per posta a SPESE NOSTRE, che identifica la tecnologia con l'informazione e comunicazione come fine ultimo e non come strumento utile a migliorare il rendimento in ogni settore......Peppino avrebbe detto:"Ho detto tutto"
          • Geppetto scrive:
            Re: Gasparri NE SA

            SIC (viola il principio del
            pluralismo dell'Art. 21....)Da nessuna parte è scritto che il SIC viola l'articolo 21 Cost..E' una tua invenzione.
            altro non ha fatto
            che aumentare la posizione dominante del duopolio
            Mediaset-Rai con la raccolta pubblicitariaAnche qui sbagli. Il SIC prende in considerazione tutte le possibili fonti di fatturato che gli operatori tv possno ricevere: pubblicità, canoni vari, ppv.Ogni operatore non può superare una certa quota del totale.Il conto è corretto, non si può pensare al solo indicatore sulla raccolta pubblicitaria, dato che solo Mediaset ha questo molto elevato. La rai (che fissa i prezzi per gli spot) ricava metà fatturato dalla pubblicità, Sky quasi la totalità dal canone. Eppure ognuno di loro è dominante nel suo campo.
            mercato TOTALMENTE chiuso come il nostro,Anche qui sbagli. In questo mercato "chiuso" come lo definisci tu, sono avvenuti moltissimi cambi in pochi anni.L'Espresso ha comprato frequenze per la tv analogica e per la tv nazionale.Telecom Italia ha acquisito TMC e MTV, per non parlare di tutte le frequenze comprate per la tv free e pay su digitale terrestre.H3G ha comprato un canale e ha già cominciato le sue trasmissioni in dvb-h.Lo stesso ha fatto Mediaset che trasmette per conto di Vodafone e di Tim.Qualcuno ha forse dimenticato che in questo chiusissimo mercato è riuscita ad entrare SKY??Sono poi nate altre tv come SitCom1, oggi nota come FacileTv e altre tv locali su piattaforma digitale.I cambiamenti ci sono e ci saranno ancora di più quando l'autorità garante preleverà il 40% di queste risorse per cederle, via gara pubblica, a nuovi operatori, così come richiede la Gasparri.Di chiusa c'é la tua mentalità. Mi spiace, ma le possibilità per nuovi operatori ci sono, quel che serve però è un elevato investimento iniziale.Senza investimenti non si fa nulla. Oppure pensi che sia lo Stato a dover finanziare il rischio d'impresa?Un esempio ancora: Mediaset ha investito 1 miliardo e 800 milioni di euro per il digitale terrestre. La7 meno, ma anche lei ha investito.
            Il fatto che duri 5 anni non giustifica per
            niente la preparazioneGiustifica la conoscenza dei problemi.
            Peccato che Italia.it non rispettava i parametri
            di accessibilità imposti dalla stessa legge
            StancaIl progetto di Stanca era ed è corretto.Quel che non ha funzionato è stata l'applicazione.Cosa che è avvenuta nel periodo di Rutelliana memoria.
          • Peppino o meccanico scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Geppetto....................
            Anche qui sbagli. Il SIC prende in considerazione
            tutte le possibili fonti di fatturato che gli
            operatori tv possno ricevere: pubblicità, canoni
            vari,
            ppv.
            Ogni operatore non può superare una certa quota
            del
            totale.
            Il conto è corretto, non si può pensare al solo
            indicatore sulla raccolta pubblicitaria, dato che
            solo Mediaset ha questo molto elevato. La rai
            (che fissa i prezzi per gli spot) ricava metà
            fatturato dalla pubblicità, Sky quasi la totalità
            dal canone. Eppure ognuno di loro è dominante nel
            suo
            campo.Appunto! Se nessuno secondo la legge Gasparri e' dominante non ti sembra che la legge sia palesemente sbagliata.La base su cui definire la "dominanza" (il SIC) e' stata resa cosi' vasta che nessuno riuscira' mai ad averne un controllo dominante."...i soggetti (che sono quelli previsti dall'art.1, co.6, lett. A), num.5 della legge 31 luglio 1997, num. 249)non possono conseguire, nè direttamente, nè attraverso soggetti controllati, ricavi superiori al 20% dei ricavi complessivi del sistema integrato delle comunicazioni (tale limite corrisponde a circa 26 miliardi di euro, e sostituisce il limite del 30% della l. Maccanico, il quale però corrispondeva a 12 miliardi)..."...................
            L'Espresso ha comprato frequenze per la tv
            analogica e per la tv
            nazionale.Si ma non stanno trasmettendo nulla; che si siano accaparrati un po' di frequenze analogiche/digitali per rivenderle al momento opportuno
            Telecom Italia ha acquisito TMC e MTV, per non
            parlare di tutte le frequenze comprate per la tv
            free e pay su digitale
            terrestre.Operazione del 2001 e che nel 2008 rimane ancora canale di nicchia, pregevole ma pur sempre di nicchia
            H3G ha comprato un canale e ha già cominciato le
            sue trasmissioni in
            dvb-h.
            Lo stesso ha fatto Mediaset che trasmette per
            conto di Vodafone e di
            Tim.Non sono "Nuovi canali" sono solo "ritrasmissioni" di altri
            Qualcuno ha forse dimenticato che in questo
            chiusissimo mercato è riuscita ad entrare
            SKY??Entrare??!! Non ha fatto altro che assorbire i resti della TV satellitare italiana e costruire un nuovo monopolio
            Sono poi nate altre tv come SitCom1, oggi nota
            come FacileTv e altre tv locali su piattaforma
            digitale. A parte la diffusione limitata del digitale terrestre ma le tv locali italiane sono poverissime sul fronte dei contenuti e della diffusione sul territorio
            I cambiamenti ci sono e ci saranno ancora di più
            quando l'autorità garante preleverà il 40% di
            queste risorse per cederle, via gara pubblica, a
            nuovi operatori, così come richiede la
            Gasparri.

            Di chiusa c'é la tua mentalità. Mi spiace, ma le
            possibilità per nuovi operatori ci sono, quel che
            serve però è un elevato investimento
            iniziale.
            Senza investimenti non si fa nulla. Oppure pensi
            che sia lo Stato a dover finanziare il rischio
            d'impresa?

            Un esempio ancora: Mediaset ha investito 1
            miliardo e 800 milioni di euro per il digitale
            terrestre. La7 meno, ma anche lei ha
            investito.


            Il fatto che duri 5 anni non giustifica per

            niente la preparazione
            Giustifica la conoscenza dei problemi.


            Peccato che Italia.it non rispettava i parametri

            di accessibilità imposti dalla stessa legge

            Stanca
            Il progetto di Stanca era ed è corretto.
            Quel che non ha funzionato è stata l'applicazione.
            Cosa che è avvenuta nel periodo di Rutelliana
            memoria.Italia.it messo in linea a fine 2006/inizio 2007 dopo essere stato "deliberato" dal buon Stanca a marzo 2004.Non mi sembra che Rutelli ne sia stato molto coinvolto...
          • AlbertoPDL scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Peppino o meccanico
            - Scritto da: Geppetto
            ....................

            Anche qui sbagli. Il SIC prende in
            considerazione

            tutte le possibili fonti di fatturato che gli

            operatori tv possno ricevere: pubblicità, canoni

            vari,

            ppv.

            Ogni operatore non può superare una certa quota

            del

            totale.

            Il conto è corretto, non si può pensare al solo

            indicatore sulla raccolta pubblicitaria, dato
            che

            solo Mediaset ha questo molto elevato. La rai

            (che fissa i prezzi per gli spot) ricava metà

            fatturato dalla pubblicità, Sky quasi la
            totalità

            dal canone. Eppure ognuno di loro è dominante
            nel

            suo

            campo.
            Appunto! Se nessuno secondo la legge Gasparri e'
            dominante non ti sembra che la legge sia
            palesemente sbagliata.Imho tu non hai mai studiato nulla di economia e nulla delle norme che regolano l'unione europea.Le posizioni dominanti NON DEVONO IN ALCUN MODO essere decise per legge da norme nazionali. Quando Gentiloni ha presentato in Europa la sua riforma con cui si riduceva al 45% il tetto di risorse pubblicitarie che ogni tv può accaparrarsi, l'Europa ha bocciato lui e la sua legge proprio su questo punto.In Europa vige una regola per cui la posizione dominante va valutata caso per caso.Quando questa posizione dominante è stata appurata NON SUCCEDE NULLA.Ciò che può recare danno è l'ABUSO di posizione dominante.Microsoft abusa della sua posizione se non permette ad altre software house di interfacciarsi col suo OS o se blocca l'ingresso di nuovi programmi sul suo OS.Alo stesso modo Mediaset abusa della sua posizione se non permette a qualche società di promuoversi sulle sue reti, cosa che non avviene (pure Sky si promuove su C5...). Quanto all'ingresso di nuovi operatori, questo è stabilito dalla legge e Mediaset non può fare nulla in proposito. Anche qui la posizione dominante non è oggetto di problemi.

            L'Espresso ha comprato frequenze per la tv

            analogica e per la tv nazionale.
            Si ma non stanno trasmettendo nullaFALSO.L'Espresso trasmette su analogico con il canale AllMusic a livello nazionale, su digitale ha un Mux in cui trasmette AllMusic, RepubblicaTv e vari canali radio. Non è molto, ma questo fanno: trasmettono.

            Telecom Italia ha acquisito TMC e MTV
            Operazione del 2001 e che nel 2008 rimane ancora
            canale di nicchia, pregevole ma pur sempre di
            nicchiaSono entrati nel mercato. Questo importa all'Ue.Le operazioni su digitale terrestre (hanno 2 mux, in alcuni casi 3) sono invece successive alla Gasparri.

            dvb-h.
            Non sono "Nuovi canali" sono solo
            "ritrasmissioni" di altriSono canali a pagamento di Sky e di Mediaset.Trasmissione o ritrasmissione non importa: H3G è entrata nel mercato e ha stretto accordi con vari produttori di contenuti. Questo è quel che conta.

            SKY??
            Entrare??!! Non ha fatto altro che assorbire i
            resti della TV satellitare italiana e costruire
            un nuovo monopolioImmagino avresti potuto fare lo stesso anche tu.Stream e Tele+ erano quasi al fallimento. Sky è una realtà economica di tutto rispetto.Anche qui abbiamo un operatore nuovo che ha investito. Il mercato come vedi è aperto.

            Sono poi nate altre tv come SitCom1, oggi nota

            come FacileTv e altre tv locali su piattaforma

            digitale.
            A parte la diffusione limitata del digitale
            terrestreQuesta non è un'obiezione che conta. La limitata diffusione dipende solo e soltanto da problemi tecnici: le frequenze sono le stesse per analogico e digitale.Quando ci sarà lo switch off, la copertura sarà totale.
            Italia.it messo in linea a fine 2006/inizio 2007
            dopo essere stato "deliberato" dal buon Stanca a
            marzo 2004.Esatto: l'idea è stata di Stanca, la realizzazione è stata tutta sballata da Rutelli.Non so se ricordi la finta partenza del portale senza contenuti...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Geppetto
            Anche qui sbagli. Il SIC prende in considerazione
            tutte le possibili fonti di fatturato che gli
            operatori tv possno ricevere: pubblicità, canoni
            vari, ppv.
            Ogni operatore non può superare una certa quota
            del totale.Nominalmente abbassa il tetto antitrust al 20%, estendendo però la base di calcolo arbitrariamente ad ogni campo ed ottenendo come risultato l'innalzamento a più del doppio del mercato considerato. In questo modo nessuno potrà risultare 'dominante' sul mercato. In particolare Mediaset.Proprio questo punto viola il principio costituzionale della pluralità delle fonti di informazione (art. 21).Inoltre viola la sentenza del 2002 della Consulta che impone la consegna al legittimo assegnatario delle frequenze nazionali ancora occupate illegalmente da Rete4Recentemente è stata oggetto di una sentenza dell'Alta Corte di Giustizia europea a seguito della quale la legge va modificata al più presto.Mi pare che basti.
            Anche qui sbagli. In questo mercato "chiuso" come
            lo definisci tu, sono avvenuti moltissimi cambi
            in pochi anni.Falso. Gli operatori analogici nazionali non sono cambiati. Tutto il resto è una artificiosa estensione del mercato che ha poco a che vedere con la realtà.Le trasmissioni digitali avrebbero dovuto coprire l'intero territorio nazionale entro la fine del 2006, cosa che si è tradotta in una ulteriore proroga al 2012 della situazione illegale di Mediaset.
            Qualcuno ha forse dimenticato che in questo
            chiusissimo mercato è riuscita ad entrare SKY??Che non opera su frequenze analogiche nazionali.
            I cambiamenti ci sono e ci saranno ancora di più
            quando l'autorità garante preleverà il 40% di
            queste risorse per cederle, via gara pubblica, a
            nuovi operatori, così come richiede la Gasparri.Tu sostieni che una autorità garante possa prelevare risorse (quali? E da chi?) e redistribuirle?Sei sicuro di sapere quello che scrivi?

            Il fatto che duri 5 anni non giustifica per

            niente la preparazione
            Giustifica la conoscenza dei problemi.I problemi li conosce anche l'usciere del mio condominio. La differenza è che un amministratore dovrebbe risolverli. Gasparri ne ha creati: c'è differenza.
          • AlbertoPDL scrive:
            Re: Gasparri NE SA


            Ogni operatore non può superare una certa quota

            del totale.
            Nominalmente abbassa il tetto antitrust al 20%,
            estendendo però la base di calcolo
            arbitrariamente ad ogni campoPer nulla. Il campo è delineato e non arbitrario.La tv può avere come fatturato il canone, la ppv e la pubblicità.
            In questo modo nessuno potrà
            risultare 'dominante' sul mercato.Anche qui sbagli. Mediaset è dominante nella raccolta pubblicitaria.Il settore televisivo però non è composto di sola raccolta pubblicitaria: i 3 grandi blocchi (Rai, Mediaset, Sky) hanno pressapoco lo stesso fatturato, sebbene lo traggano da fonti diverse.
            Proprio questo punto viola (art. 21).Prima cosa l'art. 21 non parla di divieto di posizione dominante, né di pluralità di operatori tv, ma di pluralità di voci, cosa che può avvenire e che avveniva anche con una sola tv di stato (cosa che avveniva prima dell'avventi delle tv private nazionali).Seconda cosa, la definizione di una posizione dominante non è compatibile con le norme comunitarie.
            Inoltre viola la sentenza del 2002 della Consulta
            che impone la consegna al legittimo assegnatario
            delle frequenze nazionali ancora occupate
            illegalmente da Rete4Che noioso. Pure qui sbagli.Quella sentenza non parla di restituzione di frequenze ad un legittimo assegnatario, semplicemente perché non esiste un legittimo assegnatario. Leggiti la sentenza della corte costituzionale e scoprirai che non afferma proprio che quelle frequenze debbano tornare a qualcuno. Ciò che si afferma è che rete4 deve passare su satellite e chiudere sull'analogico, cosa che sta avvenendo nelle regioni all digital (Sardegna, Valle d'Aosta e a breve alcune province del Piemonte). Le frequenze però restano a Mediaset, non vanno ad altri, dato che la sentenza nulla dice in proposito.Anche la Corte di Giustizia Europea ha da poco sentenziato che se per qualche motivo si togliessero le frequenze a Mediaset, questa avrebbe diritto a richiedere un risarcimento (milionario) allo Stato Italiano per tutti gli investimenti fatti in questi anni.Sempre la stessa corte afferma che anche europa 7 dovrebbe ricevere un risarcimento.Le cose sono complicate.
            Mi pare che basti.Mi pare che tu non ci abbia capito molto di queste cose.
            Le trasmissioni digitali avrebbero dovuto coprire
            l'intero territorio nazionale entro la fine del
            2006,Sbagliato ancora. Lo spegnimento dell'analogico doveva avvenire nel 2006, non la copertura del digitale.
            proroga al 2012 della situazione illegale di
            Mediaset.Mediaset non è in alcuna posizione illegale, come già chiarito.Quanto allo spostmento al 2012... chiedi a Gentiloni. La colpa è sua.La data del 2006 pure è stata decisa dalla sinistra del "nuovo" pd.Nel governo Berlusconi la data è stata spostata al 2008 per evidente impossibilità di concludere un difficile passaggio nel giro di pochi anni.

            I cambiamenti ci sono e ci saranno ancora di più

            quando l'autorità garante preleverà il 40% di

            queste risorse per cederle, via gara pubblica, a

            nuovi operatori, così come richiede la Gasparri.
            Tu sostieni che una autorità garante possa
            prelevare risorse (quali? E da chi?) e
            redistribuirle?
            Sei sicuro di sapere quello che scrivi?Così dice la legge Gasparri.E' una norma introdotta proprio per aumentare il pluralismo di operatori.Vai sul sito dell'autorità e trovi i riferimenti.Per ogni mux digitale sarà prelevato il 40% della banda e sarà ceduto a terzi operatori attraverso un bando pubblico.Mi sa che tu hai bisogno di informarti MOLTO.Hai argomenti fallati, probabilmente derivanti dall'aver spulciato qua e là articoli falsi di wikipedia o del gran furbetto del quartierino che è il grillo parlante.Prova a leggere qualche norma (Gasparri e varie sentenze) e capirai da solo i tuoi enormi errori. Sempre se sai usare il cervello.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: AlbertoPDL


            Ogni operatore non può superare una certa
            quota


            del totale.

            Nominalmente abbassa il tetto antitrust al 20%,

            estendendo però la base di calcolo

            arbitrariamente ad ogni campo
            Per nulla. Il campo è delineato e non arbitrario.Quale parte di 'esteso arbitrariamente' ti è difficoltoso capire?E poi su quali basi difendi una legge del genere? Ritieni di essere più capace di giudici costituzionali italiani e di quelli della Corte europea messi insieme?
            Anche qui sbagli. Mediaset è dominante nella
            raccolta pubblicitaria.E sarebbe fuori legge con una legge decente. CVD.

            Proprio questo punto viola (art. 21).
            Prima cosa l'art. 21 non parla di divieto di
            posizione dominante, né di pluralità di operatori
            tv, ma di pluralità di voci, Ciò che viene accuratamente evitato dalla legge Gasparri, che lascia Rete4 ad occupare illegalmente frequenze assegnate ad altri. CVD.

            Inoltre viola la sentenza del 2002 della
            Consulta

            che impone la consegna al legittimo assegnatario

            delle frequenze nazionali ancora occupate

            illegalmente da Rete4
            Che noioso. Pure qui sbagli.
            Quella sentenza non parla di restituzione di
            frequenze ad un legittimo assegnatario,
            semplicemente perché non esiste un legittimo
            assegnatario. Il legittimo assegnatario esiste, si chiama Francesco Di Stefano ed è colui il quale ha ottenuto a proprio favore la sentenza della Corte Costituzionale e dell'Alta Corte di Giustizia europea. Forse sei tu a doverti informare.
            Ciò che si afferma è che rete4 deve
            passare su satellite e chiudere sull'analogicoPerché le frequenze analogiche appartengono ad altri. Informati.
            Le cose sono complicate.Perché ti riesce difficile capirle.

            Le trasmissioni digitali avrebbero dovuto
            coprire

            l'intero territorio nazionale entro la fine del

            2006,
            Sbagliato ancora. Lo spegnimento dell'analogico
            doveva avvenire nel 2006, non la copertura del digitale.Nessuna legge stabilisce la fine delle trasmissioni analogiche.

            proroga al 2012 della situazione illegale di

            Mediaset.
            Mediaset non è in alcuna posizione illegale, come
            già chiarito.Non hai chiarito nulla. Hai sentenziato falsità.
            Nel governo Berlusconi la data è stata spostata
            al 2008 per evidente impossibilità di concludere
            un difficile passaggio nel giro di pochi anni.Quindi la legge è stata sbagliata di proposito?

            Tu sostieni che una autorità garante possa

            prelevare risorse (quali? E da chi?) e

            redistribuirle?

            Sei sicuro di sapere quello che scrivi?
            Così dice la legge Gasparri.
            E' una norma introdotta proprio per aumentare il
            pluralismo di operatori.Non hai risposto. Quali risorse? Da chi sarebbero prelevate? A chi e con che criterio sarebbero distribuite? Te la sei inventata?
            Mi sa che tu hai bisogno di informarti MOLTO.
            Hai argomenti fallati, probabilmente derivanti
            dall'aver spulciato qua e là articoli falsi Io ho letto le leggi e le sentenze, e tu? Come fai a sostenere che siano false le posizioni ufficiali dei giudici italiani e non?
            Prova a leggere qualche norma (Gasparri e varie
            sentenze) e capirai da solo i tuoi enormi errori.
            Sempre se sai usare il cervello.Bravo, vedo che usi gli stessi metodi argomentativi di chi minaccia d'imbracciare fucili. Se non sai discutere in modo civile, puoi evitarlo.
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Gasparri NE SA

            Ritieni di essere più capace di giudici
            costituzionali italiani e di quelli della Corte
            europea messi insieme?No. Ritengo che tu non sappia di che parli e che tu non abbia mai letto nulla delle cose che citi (a sproposito).

            Anche qui sbagli. Mediaset è dominante nella

            raccolta pubblicitaria.
            E sarebbe fuori legge con una legge decente.CVD non conosci una fava della materia: l'Ue non permette che per legge si vieti una posizione dominante, né permette che si definisca per legge cosa una posizione dominante è. In ambito europeo nemmeno è punita la posizione dominante.Lo è solo il suo abuso, da giudicarsi caso a caso. Chiaro?
            Gasparri, che lascia Rete4 ad occupare
            illegalmente frequenze assegnate ad altri.CVD non conosci la legislazione in materia.Mediaset ha in dote le frequenze di rete4 perché le ha acquistate dalla Mondadori quando stava in fallimento. Al tempo aveva anche la concessione.Poi per facilitare i suoi amici D'Alema ha tolto la concessione a rete4 e ha fatto un bando di gara in cui ha dato concessioni tv a decine di tv... senza però dare mai indicazione di dove avrebbe preso le frequenze. Nessuno s'è infatti visto assegnare le frequenze necessarie. MAI! Europa7 non è il legittimo proprietario di nulla, semplicemente perché gli è stata assegnata solo la concessione tv, come una patente per trasmettere: poi deve cercarsi da solo la macchina da guidare. Proprio come hanno fatto gli altri vincitori.
            Il legittimo assegnatario esiste, si chiama
            Francesco Di StefanoCVD non conosci una fava della normativa: Di Stefano non ha ottenuto delle frequenze, perché lo Stato non ne aveva di disponibili. E, purtroppo per te, il bando di gara con cui ha vinto la concessione è stato pure dichiarato NON TRASPARENTE proprio dalla corte di giustizia europea che tu citi (a sproposito).
            Forse sei tu a doverti informare."Forse". in realtà chi si deve informare sei tu. Leggiti la sentenza e poi ne riparliamo.

            Ciò che si afferma è che rete4 deve

            passare su satellite e chiudere sull'analogico
            Perché le frequenze analogiche appartengono ad
            altri.CVD sbagli pure qui, non ne sai una fava: ammettilo!Mediaset ha acquisito le frequenze di rete4 dalla Mondadori in odore di fallimento.Quelle frequenze sono ancora di Mediaset e, ai sensi di quanto affermato di recente dall'Ue, togliergliele comporterebbe una richiesta di risarcimento danni da pagare a Mediaset. Il problema di europa7 è diverso, perché lì d'Alema ha regalato concessioni tv a tutti e ne ha regalate in numero superiore non solo rispetto a quelle che aveva disponibili, ma anche rispetto a quelle tecnicamente e fisicamente utilizzabili.Riesci a capirlo questo? O vuoi il disegnino? La Ue ha giudicato NON CHIARO, NON TRASPARENTE e completamente sbagliato proprio quel bando con cui Europa7 ha vinto la concessione tv. Nonostante ciò, come gistamente si dice, Europa7 deve avere un risarcimento dallo Stato. Ma Mediaset non c'entra nulla.
            Nessuna legge stabilisce la fine delle
            trasmissioni analogiche.No... lo stabilisce l'Europa.Lo stabilisce la riforma sinistra del 2001, lo ripete la Gasparri, lo ristabiliscono ancora altre 2 volte sia il governo berlusconi, sia il governo prodi.Hai proprio ragione: nessuno stabilisce nulla.Oppure sei tu che non sai di che parli...

            Nel governo Berlusconi la data è stata spostata

            al 2008 per evidente impossibilità di concludere

            un difficile passaggio nel giro di pochi anni.
            Quindi la legge è stata sbagliata di proposito?No. Nel 2001 la sinistra ha messo come data il 2006, nel governo Berlusconi la data è stata spostata al 2008 e ora Gentiloni l'ha spostata al 2012. Vedi che la legge per spegnere l'analogico esiste????!!!!!! Mangia una fava, va'!
            Non hai risposto. Quali risorse? Da chi sarebbero
            prelevate? A chi e con che criterio sarebbero
            distribuite? Te la sei inventata?Signore! Ma ci sei o ci fai?Le risorse da prelevare sono PORZIONI DI BANDA UTILIZZATA DAGLI OPERATORI TV ATTUALI. Mediaset, Rai e gli altri. Il 40% di questa banda sarà prelevato nel senso che l'autorità garante farà un bando per aprire a nuovi operatori. Questi operatori vincitori del bando avranno diritto di trasmettere sulle frequenze degli attuali operatori del dtt.Qui hai un esempio: ALLEGATO A alla delibera n 566/07/CONS del 31 ottobre 2007http://www.agcom.it/provv/d_566_07_CONS/d_566_07_CONS_All_A.pdf
            Io ho letto le leggi e le sentenze, e tu?Mi sa che non hai letto una fava.Ora leggiti quel che ti ho linkato e vediamo se scopri che il 40% da cedere esiste.Poi leggi la Gasparri e scoprirai che l'apertura a nuovi operatori togliendo il 40% delle frequenze da Mediaset e dagli altri operatori è cosa fatta in epoca Berlusconiana.
            Se non sai discutere in modo civile, puoi
            evitarlo.INFORMATI MEGLIO. Perché al momento dimostri solo (tanta) ignoranza.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente

            Ritieni di essere più capace di giudici

            costituzionali italiani e di quelli della Corte

            europea messi insieme?
            No. Ritengo che tu non sappia di che parli Sbagli.


            Anche qui sbagli. Mediaset è dominante nella


            raccolta pubblicitaria.

            E sarebbe fuori legge con una legge decente.
            CVD non conosci una fava della materiaSbagli.
            l'Ue non permette che per legge si vieti una posizione
            dominante, né permette che si definisca per legge
            cosa una posizione dominante è. In ambito europeo
            nemmeno è punita la posizione dominante.Non ho mai detto nulla del genere. La legge Gasparri non permette che si configurino abusi perché distorce la definizione del mercato.

            Gasparri, che lascia Rete4 ad occupare

            illegalmente frequenze assegnate ad altri.
            Mediaset ha in dote le frequenze di rete4 perché
            le ha acquistate dalla Mondadori quando stava in
            fallimento. Al tempo aveva anche la concessione.
            Poi per facilitare i suoi amici D'Alema ha tolto
            la concessione a rete4 e ha fatto un bando di
            gara in cui ha dato concessioni tv a decine di tv... Falso.Il bando di gara era dovuto per legge, per la riorganizzazione delle frequenze televisive. La legge allora in vigore non consentiva la proprietà ai privati di più di due reti televisive. La posizione di Berlusconi era dovuta ad una deroga di craxiana memoria.
            Europa7 non è il legittimo proprietario di nulla,
            semplicemente perché gli è stata assegnata solo
            la concessione tv, come una patente per
            trasmettere: poi deve cercarsi da solo la
            macchina da guidare. Che vuol dire?Francesco Di Stefano è l'assegnatario legittimo delle frequenze nazionali. Ogni grado di giudizio da dieci anni a questa parte gli è stato favorevole.Nell'attesa le sue reti locali trasmettono e producono programmi. I suoi studi di produzione a Roma sono presi in affitto da Rai e Mediaset ed il suo portafoglio cinematografico è già molto ricco. Informati.
            Di Stefano non ha ottenuto delle frequenze, perché
            lo Stato non ne aveva di disponibili.Informati, bello.
            Leggiti la sentenza e poi ne riparliamo.Dovresti capire quel che leggi, prima di sentenziare. Ridicolo.
            Mediaset ha acquisito le frequenze di rete4 dalla
            Mondadori in odore di fallimento.Perdendole molti anni dopo. Perché neghi la realtà? Che ci guadagni?
            Quelle frequenze sono ancora di Mediaset e, ai
            sensi di quanto affermato di recente dall'Ue,E' chiaro che non hai capito nulla. Seppure hai letto quel che dici di aver letto.
            problema di europa7 è diverso, perché lì d'Alema
            ha regalato concessioni tv a tutti e ne ha
            regalate in numero superiore non solo rispetto a
            quelle che aveva disponibili, ma anche rispetto a
            quelle tecnicamente e fisicamente utilizzabili.Leggi anche qualcosa di diverso della propaganda berlusconiana.
            No... lo stabilisce l'Europa.
            Lo stabilisce la riforma sinistra del 2001, lo
            ripete la Gasparri, lo ristabiliscono ancora
            altre 2 volte sia il governo berlusconi, sia il
            governo prodi.Nessuna normativa al mondo stabilisce la fine delle trasmissioni analogiche. Nessuna. Dove t'informi? Su Tiramolla?
            Vedi che la legge per spegnere l'analogico esiste?Creare una rete di trasmissione digitale non significa chiudere l'analogico. Mi sa che veramente non sai cosa dici.
            Le risorse da prelevare sono PORZIONI DI BANDAPorzioni di banda?Guarda che non si tratta di suonatori di strumenti a fiato. Fatti spiegare quello che leggi da uno bravo...
            Poi leggi la Gasparri e scoprirai che l'apertura
            a nuovi operatori togliendo il 40% delle
            frequenze da Mediaset e dagli altri operatori è
            cosa fatta in epoca Berlusconiana.Stai fingendo. Non puoi credere seriamente a tali stupidaggini...
          • Reolix scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            Ma non ti sei stancato di dare perle ai porci?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Reolix
            Ma non ti sei stancato di dare perle ai porci?Sì, ma non riesco a smettere! :-)Forse ne ho tante, e sono altruista...
          • Reolix scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: AlbertoPDL



            Ogni operatore non può superare una certa


            Anche qui sbagli. Mediaset è dominante nella

            raccolta pubblicitaria .
            [...]Ecco la summa del discorso che di proposito non vuole capire: le televisioni non vivono di noccioline ma devono fare profitti e visto che i profitti provengono dalla raccolta pubblicitaria (ora dice canone, la ppv e la pubblicità e scemenze varie, andiamo a vedere quanto è la percentuale della raccolta pubblicitaria fine a se stessa e poi ne parliamo...) se questa se la pappano rai e mediaset mi dici quale altra cavolo di televisione vedrai mai entrare? In un "libero mercato" una o più aziende non devono crescere talmente tanto da soffocare la nascita di altre e vale anche per Sky. E questo non è successso per intervento divino ma per grazia ricevuta sotto il nome Gasparri. I limiti antitrust posti nel Sic saltano, precisamente negli Art.2, 14 e 15. Te lo spiego perchè mi sà che sei un pò tardo: con la nascita del Sic viene creato un unico paniere nel quale confluiscono le risorse della televisione, della stampa, della radiofonia, ma anche di Internet, della pubblicità diretta, delle affissioni, delle sponsorizzazioni, dei biglietti venduti al cinema, dei Dvd e delle videocassette noleggiati e venduti. Un immenso calderone, quantificato in circa 26 miliardi di euro, sul quale - è questo il nodo della Gasparri - si calcola il nuovo limite antitrust. Ogni operatore non può possedere più del 20% delle risorse complessive del Sic. Mettendo a confronto i precedenti limiti antitrust contenuti nella legge Meccanico con quelli previsti dalla Gasparri è evidente quanto vengano favorite le posizioni dominanti esistenti, con una vantaggio per i grandi gruppi a partire da Mediaset. Se prima, infatti, un operatore televisivo non poteva raccogliere più del 30% delle risorse del settore tv, ora può arrivare al 20% dell'intero Sic. Tradotto in cifre, per esempio, il Sole 24 Ore ha prudentemente stimato che Fininvest (Medusa, Mediaset e Mondatori) potrà far crescere i suoi ricavi del 30%....Questo permetterà alle aziende del nano sempre maggiori risorse pubblicitarie senza essere più fuorilegge: nel passato infatti l'AGCom ha richiamato (ti aiuto, RICHIAMATO non MULTATO capito a papà?))Mediaset per aver costantemente violato il tetto stabilito dalla legge Maccanico. Grazie alla Gasparri che allarga i limiti antitrust, Mediaset per miracolo torna ad essere in regola e potrà, come i suoi fatturati dimostrano, allargarsi ulteriormente Europa 7 Nel luglio 1999 ottiene dallo Stato Italiano la concessione per una rete Nazionale, ma il Governo D'Alema non le assegna le frequenze per iniziare a trasmettere, alla stessa data Retequattro non ottiene la concessione. Ora la tua grande mente mi deve spiegare perchè Europa 7 rispettando le regole non ha trasmesso ma R4 si. C'entra forse il nano piduista e Craxi o le sue sceneggiate, in ginocchio, davanti all'allora ministro delle telc.? Mah.Inoltre la Gasparri viola le direttive europee sul settore televisivo nel momento in cui avvantaggia gli operatori esistenti nel passaggio dal sistema analogico a quello digitale potendo precludere l'accesso al digitale terrestre di nuovi operatori che attualmente non sono attivi nel campo delle trasmissioni analogiche, impedendo di sperimentare tecnologie e di creare dei propri network digitali (caso Sky). Inoltre la legge consente l'occupazione delle frequenze da parte degli operatori dominanti: infatti gli operatori attivi nell'analogico (e chi saranno mai?) possono acquisire ulteriori frequenze per trasmissioni digitali e hanno quindi la possibilità di trasmettere contemporaneamente sia sull'analogico che sul digitale (democratico eh). Infine c'è una parte della legge che consente agli operatori dominanti di mantenere il controllo sulle frequenze e sulle reti per le trasmissioni analogiche fino al momento in cui passeranno al digitale terrestre, privando gli operatori concorrenti (democratico bis). Queste aberrazioni NON ESISTONO in nessun altro paese al mondo.....ma tu sicuramente tendi oltre, illuminaci la via
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Reolix
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            - Scritto da: AlbertoPDL




            Ogni operatore non può superare una certa




            Anche qui sbagli. Mediaset è dominante
            nella


            raccolta pubblicitaria .

            [...]

            Ecco la summa del discorso che di proposito non
            vuole capire: le televisioni non vivono di
            noccioline ma devono fare profitti e visto che i
            profitti provengono dalla raccolta pubblicitaria
            (ora dice canone, la ppv e la pubblicità e
            scemenze varie, andiamo a vedere quanto è la
            percentuale della raccolta pubblicitaria fine a
            se stessa e poi ne parliamo...) se questa se la
            pappano rai e mediaset mi dici quale altra cavolo
            di televisione vedrai mai entrare? In un "libero
            mercato" una o più aziende non devono crescere
            talmente tanto da soffocare la nascita di altre e
            vale anche per Sky. E questo non è successso per
            intervento divino ma per grazia ricevuta sotto il
            nome Gasparri. I limiti antitrust posti nel Sic
            saltano, precisamente negli Art.2, 14 e 15. Te lo
            spiego perchè mi sà che sei un pò tardo: con la
            nascita del Sic viene creato un unico paniere nel
            quale confluiscono le risorse della televisione,
            della stampa, della radiofonia, ma anche di
            Internet, della pubblicità diretta, delle
            affissioni, delle sponsorizzazioni, dei biglietti
            venduti al cinema, dei Dvd e delle videocassette
            noleggiati e venduti. Un immenso calderone,
            quantificato in circa 26 miliardi di euro, sul
            quale - è questo il nodo della Gasparri - si
            calcola il nuovo limite antitrust. Ogni operatore
            non può possedere più del 20% delle risorse
            complessive del Sic. Mettendo a confronto i
            precedenti limiti antitrust contenuti nella legge
            Meccanico con quelli previsti dalla Gasparri è
            evidente quanto vengano favorite le posizioni
            dominanti esistenti, con una vantaggio per i
            grandi gruppi a partire da Mediaset. Se prima,
            infatti, un operatore televisivo non poteva
            raccogliere più del 30% delle risorse del settore
            tv, ora può arrivare al 20% dell'intero Sic.
            Tradotto in cifre, per esempio, il Sole 24 Ore ha
            prudentemente stimato che Fininvest (Medusa,
            Mediaset e Mondatori) potrà far crescere i suoi
            ricavi del 30%....Questo permetterà alle aziende
            del nano sempre maggiori risorse pubblicitarie
            senza essere più fuorilegge: nel passato infatti
            l'AGCom ha richiamato (ti aiuto, RICHIAMATO non
            MULTATO capito a papà?))Mediaset per aver
            costantemente violato il tetto stabilito
            dalla legge Maccanico. Grazie alla Gasparri che
            allarga i limiti antitrust, Mediaset per miracolo
            torna ad essere in regola e potrà, come i suoi
            fatturati dimostrano, allargarsi ulteriormente


            Europa 7 Nel luglio 1999 ottiene dallo
            Stato Italiano la concessione per una rete
            Nazionale, ma il Governo D'Alema non le assegna
            le frequenze per iniziare a trasmettere, alla
            stessa data Retequattro non ottiene la
            concessione. Ora la tua grande mente mi deve
            spiegare perchè Europa 7 rispettando le regole
            non ha trasmesso ma R4 si. C'entra forse il nano
            piduista e Craxi o le sue sceneggiate, in
            ginocchio, davanti all'allora ministro delle
            telc.?
            Mah.
            Inoltre la Gasparri viola le direttive europee
            sul settore televisivo nel momento in cui
            avvantaggia gli operatori esistenti nel passaggio
            dal sistema analogico a quello digitale potendo
            precludere l'accesso al digitale terrestre di
            nuovi operatori che attualmente non sono attivi
            nel campo delle trasmissioni analogiche,
            impedendo di sperimentare tecnologie e di creare
            dei propri network digitali (caso Sky). Inoltre
            la legge consente l'occupazione delle frequenze
            da parte degli operatori dominanti: infatti gli
            operatori attivi nell'analogico (e chi saranno
            mai?) possono acquisire ulteriori frequenze per
            trasmissioni digitali e hanno quindi la
            possibilità di trasmettere contemporaneamente sia
            sull'analogico che sul digitale (democratico eh).
            Infine c'è una parte della legge che consente
            agli operatori dominanti di mantenere il
            controllo sulle frequenze e sulle reti per le
            trasmissioni analogiche fino al momento in cui
            passeranno al digitale terrestre, privando gli
            operatori concorrenti (democratico bis). Queste
            aberrazioni NON ESISTONO in nessun altro paese al
            mondo.....ma tu sicuramente tendi oltre,
            illuminaci la
            viaImmagino tu stessi rispondendo al mio stesso interlocutore e non a me, visto che hai scritto (molto bene, peraltro) ciò che condivido...
        • Meddix Tuticus scrive:
          Re: Gasparri NE SA
          Ma stanca non è un ex IBM???
          • Giugiaro scrive:
            Re: Gasparri NE SA
            - Scritto da: Meddix Tuticus
            Ma stanca non è un ex IBM???Certo! Hanno finalmente pensato di mettere un tecnico che sa il suo mestiere invece di un politico che di innovazione e informatica non sa nulla.
        • tiecc scrive:
          Re: Gasparri NE SA

          Tremonti ad esempio sa tutto in materia
          tributaria, ...AAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHHAHAHAHAH.....AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAAHbasta basta vi prego gia mi fanno scompisciare quelli che fanno di tutto pur di farsi eleggere,compreso leccare il sedere anche al più sparuto nugolo di votanti, se vi ci mettete anche voi morirò di risate XDTremonti che ne sa di materia tributaria.. XDDmatte risate XDbah, figurati se gasparri ne sa,come figurati se qualcuno in quella gabbia ne sa tanto così di informatica..rispondono perchè rispondendo così guadagnano il tuo vot,quelli che si sbattono un pò si fanno spiegare a grandi linee come funziona e poi tirano giù delle leggi più o meno come pensano che vada.ne è un perfetto esempio la legge,e la sua correzione, sulle opere d'arte di quel geniaccio(sebbene io sia di sinistra) di rutelli. E' riuscito perfino a peggiorare il tutto citando "opere deteriorate"...come ad esempio gli mp3?mah!
  • daddda scrive:
    poniamole noi le domande!!!
    poniamole noi utenti le domande!!!!
  • Radical Chic scrive:
    Qualcuno ha risposto
    Meno male che qualche politico si è degnato perlomeno a rispondere alla domande poste sull' Open Source.Per ora commento solo questo.
    • sam scrive:
      Re: Qualcuno ha risposto
      - Scritto da: Radical Chic
      Meno male che qualche politico si è degnato
      perlomeno a rispondere alla domande poste sull'
      Open
      Source.
      Per ora commento solo questo.Guarda che rispondono sempre da anni alle domande sull'open source, dicono tutti sempre le stesse cose. Dicono: "Sì va bene l'open source, però boh...poi vediamo!"
  • Franco scrive:
    Umh...sono colpito
    Ok,risposte standard,però sono piacevolmente impressionato.Sarebbe interessante sentire come mai in 2 anni di legislatura del centro-sinistra nessuno si sia mai dedicato alla modifica di questo abominio di legge.Però se preferite possiamo fare del qualunquismo e dire che si tratta solo delle solite frasi di circostanza da campagna elettorale...fate vobis.
    • Symon46 scrive:
      Re: Umh...sono colpito
      - Scritto da: Franco
      Ok,risposte standard,però sono piacevolmente
      impressionato.
      Sarebbe interessante sentire come mai in 2 anni
      di legislatura del centro-sinistra nessuno si sia
      mai dedicato alla modifica di questo abominio di
      legge.

      Però se preferite possiamo fare del qualunquismo
      e dire che si tratta solo delle solite frasi di
      circostanza da campagna elettorale...fate
      vobis.Bravo... vogliono solo il voto :D
      • sam scrive:
        Re: Umh...sono colpito
        - Scritto da: Symon46
        - Scritto da: Franco

        Ok,risposte standard,però sono piacevolmente

        impressionato.

        Sarebbe interessante sentire come mai in 2 anni

        di legislatura del centro-sinistra nessuno si
        sia

        mai dedicato alla modifica di questo abominio di

        legge.



        Però se preferite possiamo fare del qualunquismo

        e dire che si tratta solo delle solite frasi di

        circostanza da campagna elettorale...fate

        vobis.

        Bravo... vogliono solo il voto :DPrima del voto-
        NOI POLITICI SIAMO CON IL POPOLO! FAREMO QUESTO E QUELLODopo il voto -
        messaggio gratuito, la persona da lei chiamata non è al momento raggiungibile, la preghiamo di riprovare alle prossime elezioni, grazie.
    • MircoM scrive:
      Re: Umh...sono colpito
      anche io sono colpito, ma solo parzialmente.ad esempio, 'ste cose le hanno dette grillini gasparri e di pietro. tutte seconde (o terze, o quarte) linee, le cui parole valgono ancora meno rispetto a quelle dei due contendenti principali (ammesso che quelle valgano qualcosa).se poi aggiungiamo che siamo in campagna elettorale...
  • Zampogno scrive:
    Domande giuste, domande sbagliate
    Personalmente avrei fatto domande su cosa hanno intenzione di fare i cari politici per l'innovazione tecnologica del nostro paese.Ma bene così. Idea interessante!
    • medioman scrive:
      Re: Domande giuste, domande sbagliate
      - Scritto da: Zampogno
      Personalmente avrei fatto domande su cosa hanno
      intenzione di fare i cari politici per
      l'innovazione tecnologica del nostro
      paese.E pensi che qualcuno di costoro sarebbe in grado di risponderti? Al massimo ritirano fuori la tv digitale e le detrazioni per i decoder.Almeno avessero detto di voler finanziare un po di ricerca per cavare dall'OS una via Italiana alla tecnologia digitale... hola
Chiudi i commenti