Opera, la VPN è anche su Android

La casa norvegese annuncia la disponibilità del proprio servizio di navigazione sicura anche sull'OS mobile di Google. A costo zero, pagato dalla pubblicità

Roma – A qualche mese di distanza dall’ arrivo sui gadget iOS , la VPN (Virtual Private Network) di Opera fa ora il suo debutto anche su Android promettendo agli utenti di schermare la loro presenza online. Il servizio, gratuito, dovrebbe quindi rendere più sicura la navigazione Web soprattutto all’interno di reti wireless pubbliche.

Opera VPN non impone limiti di traffico per la navigazione, non richiede login o sottoscrizioni e garantisce protezioni avanzate per l’accesso alle reti WiFi; un’offerta completa e molto diversa rispetto alla concorrenza, sostiene il presidente di Opera SurfEasy VPN Chris Houston.

Il servizio di VPN è stato integrato sulla piattaforma di Opera proprio a partire dall’ acquisizione di SurfEasy nel 2015 , include il camuffamento della geolocalizzazione su uno dei cinque paesi “virtuali” supportati (USA, Canada, Germania, Singapore, Paesi Bassi) e garantisce il blocco del tracciamento delle abitudini di navigazione dell’utente.

In realtà la visualizzazione di un po’ di advertising “leggero” è l’unico prezzo richiesto per l’utilizzo del servizio, mentre per quanto riguarda l’impatto della rete virtuale sulle performance telematiche si parla di riduzioni sensibili – e tipiche quando si utilizza una VPN – ma non eccessive nella velocità di navigazione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti