Opera lancia la sfida a Firebug

La società norvegese ha rilasciato la versione preliminare di un add-in open source per Opera, Dragonfly, che fornisce funzionalità di analisi e debugging delle pagine web molto simili a quelle offerte dall'estensione Firebug di Firefox

Oslo – Gli sviluppatori web che utilizzano il browser Opera hanno ora a disposizione un nuovo e potente strumento di debugging: Dragonfly . Si tratta di un insieme di tool che si ispira da vicino alle funzionalità offerte da Firebug , una delle estensioni di Firefox più apprezzate dai web designer. Come quest’ultimo, Dragonfly permette agli sviluppatori di analizzare in modo interattivo il codice sorgente di una pagina web.

Opera lancia la sfida a Firebug Integrato in Opera 9.5 beta 2 , dove è accessibile dal menù Tools -> Advanced -> Developer Tools , Dragonfly permette di scovare e tracciare i bug che si annidano nel codice JavaScript, identificare gli errori nell’HTML, ispezionare fogli di stile (CSS) e DOM, e modificare ciascuno di questi elementi, testandone in tempo reale effetti e interazioni. Tutti gli errori così trovati vengono archiviati in un file di log, e possono essere filtrati e ordinati.

Dragonfly include un completo debugger JavaScript che consente di analizzare l’esecuzione del codice linea per linea, con la possibilità di inserire eventuali break point. Dal momento che JavaScript manca di vere funzionalità di debugging, gli esperti affermano che tool come quello sviluppato da Opera possono drasticamente semplificare il lavoro di testing e revisione del codice dei programmatori Ajax. Dragonfly è altresì in grado di mostrare la versione più aggiornata del document object model (DOM) di una pagina, così da rendere le modifiche dinamiche ad una pagina web più trasparenti e facilmente tracciabili.

Opera Dragonfly

Tra le caratteristiche più interessanti di questa piccola ma potente suite di tool per sviluppatori c’è il supporto al debugging remoto : Dragonfly può connettersi a qualsiasi computer o dispositivo remoto, compreso un telefono cellulare, su cui giri una versione supportata di Opera.

Opera Software ha sviluppato Dragonfly come tool open source : il suo codice è disponibile sotto la ben nota licenza BSD , e può essere modificato da chiunque o riutilizzato all’interno di altre applicazioni.

Al momento, il software è ancora in versione alpha , e manca di funzionalità piuttosto importanti come la piena modifica dei fogli di stile. La società norvegese conta di inserire nella versione 1.0 del proprio tool pieno supporto all’editing di CSS, JavaScript e DOM, modalità di visualizzazione a singola finestra, una migliore gestione dei thread JavaScript, funzionalità per il controllo HTTP e XHR, un miglior supporto alla navigazione via tastiera, e la localizzazione del programma in un certo numero di lingue.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • VE LO DICO IO scrive:
    sulla mia corvette...
    ...c'è scritto 380 di contachilometri ma arriva solo a 320... posso fare causa?? credevo arrivasse a 380..... (rotfl)
  • Vanamonde scrive:
    Anglicismi
    "Sono eleggibili per un risarcimento"??? Non si potrebbero evitare questi orrendi anglicismi?
    • Homer S. scrive:
      Re: Anglicismi
      - Scritto da: Vanamonde
      "Sono eleggibili per un risarcimento"??? Non si
      potrebbero evitare questi orrendi
      anglicismi?Anglicismi???Sono = verbo essereeleggibili = verbo eleggereper = di, a, da, in, con, su, per, tra, fra (congiunzione)un = articolo indeterminativorisarcimento = effetto del risarcire (inteso come compensazione in denaro)Quale parte della grammatica italiana non ti è chiara? :o
      • Marsil scrive:
        Re: Anglicismi
        Essere eleggibile per un risarcimento ...Non è italiano ... E' un problema sintattico non grammaticale... Nessuno ti "elegge" per darti un risarcimento
      • AvvocatoDel Diavolo scrive:
        Re: Anglicismi
        - Scritto da: Homer S.
        - Scritto da: Vanamonde

        "Sono eleggibili per un risarcimento"??? Non si

        potrebbero evitare questi orrendi

        anglicismi?

        Anglicismi???

        Sono = verbo essere
        eleggibili = verbo eleggere
        per = di, a, da, in, con, su, per, tra, fra
        (congiunzione)
        un = articolo indeterminativo
        risarcimento = effetto del risarcire (inteso come
        compensazione in
        denaro)
        Quale parte della grammatica italiana non ti è
        chiara?
        :oConcordo con Vanamonde, non è questione di grammatica ma di semantica. Anche "Muovi il puntatore con il topo" è una frase grammaticamente corretta ma in italiano non vuol dire assolutamente nulla. La traduzione per assonanza del verbo inglese "to be eligible to..." con "essere eleggibile per..." non è assolutamente corretta in italiano.
        • Nemo_bis scrive:
          Re: Anglicismi
          Infatti; bastava dire "possono richiedere un risarcimento" o "sono ammissibili a un risarcimento".
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Anglicismi
            - Scritto da: Nemo_bis
            Infatti; bastava dire "possono richiedere un
            risarcimento" o "sono ammissibili a un
            risarcimento".E la lana caprina dove la mettiamo?
  • Kevin Mitnick scrive:
    In america....
    Li funziona cosi ! se vuoi vendere qualcosa deve a) FUNZIONARE b) DURARE NEL TEMPO...Qui per venderti una lavatrice basta che ti fanno vedere che ha un bel design, che costa poco e consuma poco...In AMERICA devono dimostrare che possa fare un ciclo completo piena di MATTONI.Vedi tutte le pubblicità estreme di Miracle Blade o dei frullatori blendtech (willitblend.com)
  • Raven scrive:
    Anche in Italia...
    ...ora esiste la Class Action, che consiste nel far valere una sentenza civile verso tutti i terzi colpiti (mentre una "normale" sentenza civile fa stato solo tra le parti coinvolte nel processo).Ma seriamente, chi si va a incasinare in una cosa del genere?
    • 0verture scrive:
      Re: Anche in Italia...
      Beh se si scoprisse che le Sim Card dei telefonini soffrono dello stesso errore di conto si potrebbe fare una maxi class action contro tutti i carrier. L'importante è saper catturare l'attenzione della massa
  • Undertaker scrive:
    Cause ridicole
    Sono le classiche cause civili ridicole americane, tipo il cane nel microonde.In teoria dovrebbero tutelare il consumatore ma gli unici a guadagnarci sono gli avvocati.
    • 0verture scrive:
      Re: Cause ridicole
      Proprio ridicole non direi. Con l'aumentare della dimensione delle memorie, la differenza tra Giga e Gibi si fa sentire sempre di più
      • Federico scrive:
        Re: Cause ridicole
        Saro' ignorante ma io questo gibibyte e' la prima volta in vita mia che lo sento, ma non credo che avrei fatto mai una causa legale per una decina di mp3 in piu' nel mio lettore. In america il tempo non ha valore probabilmente!
        • fred scrive:
          Re: Cause ridicole
          E 'perche' si ragiona in questa maniera che in italia siamo truffati su tutto, altrimenti ci penserebbero 2 volte.Come su Ebay che quando ti tirano il pacco lasci perdere e cosi' quello che t'ha fregato continuera' a comportarsi con gli altri comesi e' comportato con te e non e' piu' finita.
        • Pinco Pallino scrive:
          Re: Cause ridicole
          Effettivamente sei un po' ignorante... ma nella media ;-)La differenza tra 1 GB (vedi foto) e 1 GiB è del 7%Il 7% è tanto!!! Prova a pensare all'inflazione, al tasso di interesse in banca... chiedi il 7% e vedi cosa ti rispondono!!!È comunque una questione di correttezza...
        • 0verture scrive:
          Re: Cause ridicole
          Fino a ieri anch'io intendevo GigaByte con 1024 byte e penso continuerò a farlo ma è anche vero che il termine Giga vale nella notazione in base 10 con 10^9 cioè un miliardo tondo.Con i Gibi hanno solamente voluto togliersi di torno le lagnate di qualche purista della matematica e della fisica
        • Akiro scrive:
          Re: Cause ridicole
          se ci sono aziende che ci "marciano" sui termini devono essere sanzionate.altrimenti quando vai dal macellaio dovrebbe essere normale che ogni volta invece di venderi 1 kg di carne te ne da allo stesso prezzo 0.950 kg
  • gino scrive:
    e qui siamo sempre i soliti sfigati
    eggià perchè in italia ce la possiamo sognare una cosa del genere...
    • djdion.. scrive:
      Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
      - Scritto da: gino
      eggià perchè in italia ce la possiamo sognare una
      cosa del
      genere...BigQuoto
    • Zarbon scrive:
      Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
      - Scritto da: gino
      eggià perchè in italia ce la possiamo sognare una
      cosa del
      genere...Più che altro in Italia c'è solo gente che sa lamentarsi come te, in America c'è anche gente che passa ai fatti, ciò nonostante questa causa è davvero ridicola
      • Akiro scrive:
        Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati

        ciò nonostante questa causa è
        davvero ridicola???GB sono gigabyte... se un azienda l'interpreta a suo modo, sbagliando, sono fatti suoi e deve pagare.edit: ho notato che su wiki si parla di kilo come 10^3 (1000)... e che c'è stata una modifica nel sistema dei multipli nel 1998.indi gibi & co. mi giungono nuovi. a scuola prima del 98 si studiava i kilo come 2^10 (1024).il tutto per colpa dell'elettronica di consumo... tristezza!!!infatti:Historical context*Once upon a time, computer professionals noticed that 210 was very nearly equal to 1000 and started using the SI prefix "kilo" to mean 1024. That worked well enough for a decade or two because everybody who talked kilobytes knew that the term implied 1024 bytes. But, almost overnight a much more numerous "everybody" bought computers, and the trade computer professionals needed to talk to physicists and engineers and even to ordinary people, most of whom know that a kilometer is 1000 meters and a kilogram is 1000 grams. http://physics.nist.gov/cuu/Units/binary.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 maggio 2008 15.04-----------------------------------------------------------
    • IlDruido scrive:
      Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
      In Italia spero che ce le sogneremo per l'eternità queste cose, a me sembra una presa in giro, come la denuncia dell'obesa che dava la colpa a McDonald della sua obesità. Se non sai cosa stai comprando sono problemi tuoi, io ho sempre visto la chiara dicitura 1000MB sui lettori da 1GB, per cui chi sa un minimo di computing sa che non è un GigaByte.Mi sembra surreale che certe cose siano permesse...
      • IlDruido scrive:
        Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
        Mi correggo, sul sito della creative è indicato il valore in GB, per cui non hanno tutti i torti... Sulle confezioni non so, sinceramente.
      • mak77 scrive:
        Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
        - Scritto da: IlDruido
        sempre visto la chiara dicitura 1000MB sui
        lettori da 1GB, per cui chi sa un minimo di
        computing sa che non è un
        GigaByte.veramente chi sa un minimo di computing sa che1GB = 1000MB1GiB = 1024MBhttp://it.wikipedia.org/wiki/Gibibyte
        • LouCypher scrive:
          Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
          Attenzione all'errore:- Scritto da: mak77
          1GB = 1000MB
          1GiB = 1024MB 1 GiB = 1024 MiBcome viene indicato anche nella fonte citata.

          http://it.wikipedia.org/wiki/Gibibyte
        • Izio scrive:
          Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
          - Scritto da: mak77
          - Scritto da: IlDruido

          sempre visto la chiara dicitura 1000MB sui

          lettori da 1GB, per cui chi sa un minimo di

          computing sa che non è un

          GigaByte.

          veramente chi sa un minimo di computing sa che
          1GB = 1000MB
          1GiB = 1024MB

          http://it.wikipedia.org/wiki/GibibyteKibibyte e gibibyte, sono principalmente roba da wikipediani, ed è PIENO di esperti di informatica che non ne hanno mai sentito parlare in vita loro.
      • iRoby scrive:
        Re: e qui siamo sempre i soliti sfigati
        Stando alla tua affermazione sull'obesa e poi la descrizione del discorso creative, io penso che l'obesa abbia anche lei ragione......Dove sta l'etichetta con i valori nutrizionali e le calorie dei prodotti del McDonald's?Vorrei pur calcolare di quante calorie necessito al giorno e quante me ne fornisce quella porcheria che vendono al McDonald's, per sapermi regolare.
Chiudi i commenti