P2P, il conto è meno salato

Ridotta di dieci volte la multa a carico dello studente di Boston Joel Tenenbaum. I 675mila dollari iniziali sarebbero incostituzionali. Ristoranti e bar pagherebbero molto meno dei comuni cittadini

Roma – Un corposo documento di 65 pagine : contiene la decisione del giudice federale del Massachusetts Nancy Gertner, nell’ormai nota battaglia che vede contrapposti la grande sorella del disco Sony e il 26enne studente di Boston Joel Tenenbaum.

La multa imposta circa un anno fa dalla giuria sarebbe eccessiva, superando abbondantemente i limiti della costituzionalità . Un risarcimento troppo severo, che secondo il giudice Gertner dovrà essere ridotto di dieci volte. Per questo, Joel Tenenbaum sarà in debito con i detentori dei diritti per una cifra pari a 2.250 dollari per ogni brano scaricato a mezzo P2P .

2,250 dollari per un totale di 30 canzoni, ottenute dall’allora minorenne Tenenbaum attingendo alla fonte illecita del P2P. Un conto significativamente ridotto da parte del giudice Gertner: 67.500 dollari contro i 675mila richiesti dalla giuria nell’agosto del 2009.

E si tratterebbe di una sanzione ancora troppo dura, almeno secondo il giudice a stelle e strisce. Che ha in sostanza sottolineato come il danno causato da Tenenbaum alle etichette sia stato minore, non degno di una punizione così onerosa . La riduzione della sanzione servirebbe a lanciare un preciso messaggio a tutti i cittadini statunitensi.

Nelle intenzioni del Congresso non ci sarebbero mai state infatti multe così salate a carico dei semplici utenti del P2P, non all’interno del Digital Theft Deterrence Act . Ridurre la cifra – per il giudice – significherebbe spiegare a tutti che i vari Joel Tenenbaum sono protetti a livello costituzionale. E che c’è sempre la garanzia di un giusto processo , nella più generale tutela delle libertà individuali.

Una giustizia che non sempre viene pesata allo stesso modo, come sottolineato dalla stessa corte del Massachusetts. Che ha infatti fatto notare come il conto presentato ai gestori di bar e ristoranti – relativamente alla violazione del copyright per brani trasmessi senza aver acquisito la specifica licenza – sia decisamente più basso.

Un conto meno salato – ad esempio 6mila dollari circa a carico di un villaggio turistico in Pennsylvania – per entità commerciali capaci di affrontare spese simili. Mentre i comuni cittadini come Joel Tenenbaum e Jammie Thomas-Rassett verrebbero tartassati con richieste al di fuori di ogni ragionevolezza.

L’opinione del giudice Gertner è stata contestata dai rappresentanti della Recording Industry Association of America (RIAA), che hanno subito comunicato la loro decisione di ricorrere in appello. La corte avrebbe in sostanza ribaltato il volere di un’intera giuria, per non parlare dei rappresentanti del Congresso a stelle e strisce.

Tenenbaum, dal canto suo, ha sottolineato come la decisione del giudice sia da accogliere con la massima felicità. Lo studente ha tuttavia ribadito un concetto già espresso in passato: non sarebbe affatto in grado di pagare , nonostante la consistente riduzione.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sentinel scrive:
    Ha ha ha.
    "voler proibire i commenti anonimi"... Ma chi è lostolto che pensa di proibire una cosa su Internet?Internet è L I B E R A e tale rimarrà
    • Antony scrive:
      Re: Ha ha ha.
      Ecco il solito commento spazzatura.Come fai a dire che non si può ("è da stolti"?) bloccare i commenti perchè Internet è libera?Internet deve essere sviluppata e programmata da qualcuno....se si programma che è NECESSARIA la registrazione ti sfido a commentare da anonimo visto che la TUA Internet è libera ;)
      • Anonimo86 scrive:
        Re: Ha ha ha.
        il bello di internet è che è stata concepita proprio come progetto militare ai suoi inizi, ed è quindi progettata per essere resistente ad eventuali attacchi, spionaggi, danni o altri disservizi che un qualunque eventuale "nemico" volesse fare alla rete (internet). per esempio: Anche se butti giù un nodo importante, la rete nel suo complesso si riassesta, ecc.Questo per dirti, che anche se viene imposta la registrazione obbligatoria (cosa non per altro facile nelle "democrazie europee") ci sono sempre mille e mila modi per aggirarla.Come si dice, fatta la legge trovato l'inganno.. no? 8)
        • sentinel scrive:
          Re: Ha ha ha.
          - Scritto da: Anonimo86[CUT]
          Questo per dirti, che anche se viene imposta la
          registrazione obbligatoria (cosa non per altro
          facile nelle "democrazie europee") ci sono sempre
          mille e mila modi per
          aggirarla.
          Come si dice, fatta la legge trovato l'inganno..
          no? Infatti, spiegalo al tizio "Antony" che mi sa chenon ha ancora capito una emerita bega di Internet...
  • ciccio scrive:
    ironia?
    "che soprattutto in un mondo violento come quello di WoW"ma è ironico?
    • J.M. scrive:
      Re: ironia?
      Purtroppo no. Due anni fa il mio vicino di casa ha ricevuto la visita di un tale che nemmeno conosceva. Dopo averlo riempito di calci, se n'è andato dicendo "Ci vediamo in arena, XXXXXXX !".Ovviamente il tipo è stato identificato, denunciato, eccetera. Ma questo non cambia che naso fratturato, trauma cranico e un braccio rotto, per aver battuto un cretino in una battaglia FINTA in un gioco di mrd@ (pardon) sono davvero troppo.C'è gente malata. Il commento era, purtroppo, più che realistico, altro che ironico. Un tempo non ci credevo nemmeno io.
      • gofy scrive:
        Re: ironia?
        screenshot or never happen
      • panda rossa scrive:
        Re: ironia?
        - Scritto da: J.M.
        Purtroppo no. Due anni fa il mio vicino di casa
        ha ricevuto la visita di un tale che nemmeno
        conosceva. Dopo averlo riempito di calci, se n'è
        andato dicendo "Ci vediamo in arena, XXXXXXX
        !".

        Ovviamente il tipo è stato identificato,
        denunciato, eccetera. Ma questo non cambia che
        naso fratturato, trauma cranico e un braccio
        rotto, per aver battuto un cretino in una
        battaglia FINTA in un gioco di mrd@ (pardon)
        sono davvero
        troppo.Ci vorrai anche raccontare come ha fatto quell'XXXXXXXXX a conoscere l'indirizzo del tuo vicino di casa.Perche' pure io gioco online ma ben mi guardo dal comunicare nome, eta', sesso, citta', telefono, etc...Non giustifico l'XXXXXXXXX, ma il tuo vicino non ha certo avuto un comportamento prudente.
        C'è gente malata. Non e' una novita'.
        • J.M. scrive:
          Re: ironia?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: J.M.

          Purtroppo no. Due anni fa il mio vicino di casa

          ha ricevuto la visita di un tale che nemmeno

          conosceva. Dopo averlo riempito di calci, se n'è

          andato dicendo "Ci vediamo in arena, XXXXXXX

          !".



          Ovviamente il tipo è stato identificato,

          denunciato, eccetera. Ma questo non cambia che

          naso fratturato, trauma cranico e un braccio

          rotto, per aver battuto un cretino in una

          battaglia FINTA in un gioco di mrd@ (pardon)

          sono davvero

          troppo.
          Ci vorrai anche raccontare come ha fatto
          quell'XXXXXXXXX a conoscere l'indirizzo del tuo
          vicino di
          casa.Il tipo era in gilda con lui, prima che passasse in orda. Già da gildano aveva perso alcune arene (avevano ovviamente due teams diversi) e la cosa non gli era andata giù. Poi si è fatto trasferire il pg in horde per "potergli rompere le ossa" e non c'è riuscito, continuando a perdere e straperdere. E' cosa comune che i gildani spesso si conoscano anche nella vita real, e i due ovviamente frequentavano lo stesso forum dove, nel profilo, c'era precisata il paese di residenza (e già, c'è ancora gente così ingenua). Essendo un paese molto piccolo, è stato facile trovare il "Pippo" - "di 25 anni" ed è finita come ho poc'anzi sopraesposto.I giornali non ne hanno parlato poiché la vittima non ha voluto attirare su di sé pubblicità e ha rifiutato di concedere qualunque dichiarazione (non sto facendo nomi, infatti). Ma io che abito a 30 metri da lui, so bene cos'è sucXXXXX davvero. Appena tre mesi fa.
          Non giustifico l'XXXXXXXXX, ma il tuo vicino non
          ha certo avuto un comportamento
          prudente.Verissimo. E' la stessa cosa che gli rimproverai io. Che ci stanno a fare i Nicknames altrimenti ? ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: ironia?
            - Scritto da: J.M.
            Il tipo era in gilda con lui, prima che passasse
            in orda. Ah, ecco.Boh... io con questi giochi ho un approccio diverso.Dialogo spesso coi miei avversari per due motivi: il primo per capire con chi ho a che fare, se e' uno che distingue chiaramente il gioco dalla vita reale e col quale quindi si puo' giocare, e l'altro per studiarne gli orari di connessione.Ogni tanto mi capita quello che non distingue il gioco dalla vita, e io semplicemente interrompo i rapporti di gioco.
            ... e i due
            ovviamente frequentavano lo stesso forum dove,
            nel profilo, c'era precisata il paese di
            residenza (e già, c'è ancora gente così ingenua).E che cavolo! Mettiamo pure le coordinate geografiche di casa nostra e magari la foto satellitare!
            Essendo un paese molto piccolo, è stato facile
            trovare il "Pippo" - "di 25 anni" ed è finita
            come ho poc'anzi sopraesposto.Ecco.Ci vorrebbe un daspo per quella gente li': gli devono staccare internet per almeno 6 mesi.
          • J.M. scrive:
            Re: ironia?

            Boh... io con questi giochi ho un approccio
            diverso.
            Dialogo spesso coi miei avversari per due motivi:
            il primo per capire con chi ho a che fare, se e'
            uno che distingue chiaramente il gioco dalla vita
            reale e col quale quindi si puo' giocare, e
            l'altro per studiarne gli orari di
            connessione.Esattamente. Più che giusto/logico !
            Ogni tanto mi capita quello che non distingue il
            gioco dalla vita, e io semplicemente interrompo i
            rapporti di
            gioco.E così dovrebbero far tutti. Tant'è che /ignore funziona benissimo.
            E che cavolo!
            Mettiamo pure le coordinate geografiche di casa
            nostra e magari la foto
            satellitare!Tu ci scherzi...ma c'è gente che nella firma mette addirittura il numero di telefono fisso. Inutile dire quanto poco basti per rintracciare l'abitazione con precisione millimetrica. Fu la cosa infatti che rimproverai al malcapitato. MAI usare dati veri su Internet. Io neanche uso Facebook. Figuriamoci se vado a elencare i fatti miei su un qualunque forum frequentato da malati :)
            Ecco.
            Ci vorrebbe un daspo per quella gente li': gli
            devono staccare internet per almeno 6
            mesi.Decisamente, la miglior soluzione. Unita magari a qualche settimana di galera forse farebbe riflettere meglio chi di dovere. I provvedimenti ci furono, ma molto "limitati" rispetto alla gravità della cosa. Non tanto il danno fisico in sé, che è stato completamente curato, ma il GESTO. Gravissimo, in un paese "civile".
    • lordream scrive:
      Re: ironia?
      - Scritto da: ciccio
      "che soprattutto in un mondo violento come quello
      di
      WoW"
      ma è ironico?no manco un po.. ho una taglia da parte di una gilda ally.. quando vedono il mio pg prete mi camperano.. uno che ho umiliato in 10 arene è venuto a cercarmi a casa a perugia da bolzano.. se fai pvp è facile attirarsi inimicizie.. sopratutto se sei orda
      • panda rossa scrive:
        Re: ironia?
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: ciccio

        "che soprattutto in un mondo violento come
        quello

        di

        WoW"

        ma è ironico?

        no manco un po.. ho una taglia da parte di una
        gilda ally.. quando vedono il mio pg prete mi
        camperano.. uno che ho umiliato in 10 arene è
        venuto a cercarmi a casa a perugia da bolzano..
        se fai pvp è facile attirarsi inimicizie..
        sopratutto se sei
        ordaE quello come faceva a sapere dove e come trovarti?
        • bah scrive:
          Re: ironia?
          se la storia che racconti fosse vera l'avremmo letta su qualche giornale...... ma forse sbaglio
          • J.M. scrive:
            Re: ironia?
            - Scritto da: bah
            se la storia che racconti fosse vera l'avremmo
            letta su qualche giornale...... ma forse
            sbaglioDipende. Se come nel caso del mio amico, la vittima ha rifiutato di rilasciare dichiarazioni e non ha confermato nulla per diritto alla privacy, non è detto che la si trovi su un giornale. Al massimo senza nomi, indirizzi, riferimenti, e FORSE intervistando gli organi di polizia che si occuparono del tutto. Ma altrimenti...
  • Nilok scrive:
    Prostituirsi per soldi
    AUGH!Cosa c'è di sbagliato nel fare qualsiasi cosa....per soldi?????Niente?....avanti la prossima prostituta!!!Ho parlato.Nilok
  • MALFIDENTE scrive:
    una cosa che PI ha capito 100 anni fa
    PI ha capito questa cosa 100 anni fa!se io passso e devo dire la mia ca***ina , la dico.se mi devo autenticare eccetera...... nei newsgroup questo è sempre stata LA PRASSI: c'è la regola del bar, che è anche in netiquette.i luoghi virtuali pubblici vanno considerati come bar.non si rutta e XXXXXXXXX troppo... ma mica si tira fuori la carta di identità per dire qualcosa del governo e bersi una birra.ci mancherebbe altro.e tra un po' ci arriveremo, se continuiamo così :-)cito un tipo di un newsgroup (che forse citava qualcuno): "Non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo,il nostro compito è di fare il possibile per lasalvezza degli anni nei quali viviamo,sradicando il male dai campi che conosciamo."può anche averlo detto Paperone, ma io lo condivido.
    • lordream scrive:
      Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
      tolkien
    • Pino scrive:
      Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
      Giusto per la cronaca, qualche anno fa anche PI aveva fatto lo stesso errore. I commenti erano possibili solo agli utenti registrati.Dopo una marea di proteste e il calo vertiginoso di messaggi a corredo degli articoli, PI fortunatamente ha fatto marcia indietro...- Scritto da: MALFIDENTE
      PI ha capito questa cosa 100 anni fa!
      se io passso e devo dire la mia ca***ina , la
      dico.
      se mi devo autenticare eccetera...

      ... nei newsgroup questo è sempre stata LA
      PRASSI: c'è la regola del bar, che è anche in
      netiquette.

      i luoghi virtuali pubblici vanno considerati come
      bar.

      non si rutta e XXXXXXXXX troppo... ma mica si
      tira fuori la carta di identità per dire qualcosa
      del governo e bersi una
      birra.

      ci mancherebbe altro.

      e tra un po' ci arriveremo, se continuiamo così
      :-)

      cito un tipo di un newsgroup (che forse citava
      qualcuno):


      "Non tocca a noi dominare tutte le maree del
      mondo,
      il nostro compito è di fare il possibile per la
      salvezza degli anni nei quali viviamo,
      sradicando il male dai campi che conosciamo."

      può anche averlo detto Paperone, ma io lo
      condivido.
      • Kralizec scrive:
        Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
        La registrazione al forum obbligatoria per poter effettuare commenti mi sembra giusta, specialmente in un forum come quello di Punto Informatico, dove il livello dei commenti purtroppo è estremamente basso. Non sarebbe la soluzione definitiva, ma almeno agirebbe da filtro.
        • bubba scrive:
          Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
          - Scritto da: Kralizec
          La registrazione al forum obbligatoria per poter
          effettuare commenti mi sembra giusta,
          specialmente in un forum come quello di Punto
          Informatico, dove il livello dei commenti
          purtroppo è estremamente basso. Non sarebbe la
          soluzione definitiva, ma almeno agirebbe da
          filtro.ma no... le 2 cose non sono affatto collegate. Basti pensare al fatto che "ruppolo" e' un utente registrato, e questa teoria si schianta miseramente.
          • ... scrive:
            Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
            (rotfl)
          • Kralizec scrive:
            Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
            Anche se non lo risolverebbe, almeno ridimensionerebbe il problema, in aggiunta ad una maggiore moderazione naturalmente.
          • Axel scrive:
            Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
            Anche se non lo risolvereSSe....semmai- Scritto da: Kralizec
            Anche se non lo risolverebbe, almeno
            ridimensionerebbe il problema, in aggiunta ad una
            maggiore moderazione
            naturalmente.
          • Axel scrive:
            Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
            ehm....Anche se non lo risolveSSe....semmai- Scritto da: Axel
            Anche se non lo risolvereSSe....semmai

            - Scritto da: Kralizec

            Anche se non lo risolverebbe, almeno

            ridimensionerebbe il problema, in aggiunta ad
            una

            maggiore moderazione

            naturalmente.
          • Kralizec scrive:
            Re: una cosa che PI ha capito 100 anni fa
            Chiedo scusa, se c'è una cosa che odio è fare di questi errori di grammatica!!
  • Matt Young scrive:
    Admin e mod questi sconosciuti...
    Come da titolo
    • panda rossa scrive:
      Re: Admin e mod questi sconosciuti...
      - Scritto da: Matt Young
      Come da titoloMa anche se il forum non fosse moderato, chissenefrega degli anonimi.Cioe', metti caso che pandarossa insultasse pesantemente matt young: a me e a te che ce ne frega? Io non sono pandarossa e tu non sei matt young.Stiamo giocando a wow, gia' ci ammazziamo di botte virtuali nel game, che cosa cambia se proseguissimo la battaglia a parole nel forum?
      • dimmi prima tu chi sei scrive:
        Re: Admin e mod questi sconosciuti...
        Beh si presume (ma questo è un concetto generale)che i forum dovrebbero avere una certa utilità...Se in un forum devo perdere la maggior parte del tempo a scartare messaggi più che a leggerli,non so te,ma non è che lo trovi divertente,ora te dirai "beh chi ti obbliga ad andare li,puoi sempre andare su un altro" giustissimo,ma credo che non farebbe male avere un pò di e-monnezza in meno no?Ma poi a sto punto allora la Netiquette che l'hanno inventata a fare se poi vige (almeno da quanto deduco dal tuo intervento) la legge del chissene?Ps:Con questo non voglio dire che l'idea blizzard di far postare solo con la RealID fosse buona,tutt'altro,quella vuole essere una "toppa" al problema,perchè il problema è di (non)educazione.- Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Matt Young

        Come da titolo

        Ma anche se il forum non fosse moderato,
        chissenefrega degli
        anonimi.

        Cioe', metti caso che pandarossa insultasse
        pesantemente matt young: a me e a te che ce ne
        frega? Io non sono pandarossa e tu non sei matt
        young.

        Stiamo giocando a wow, gia' ci ammazziamo di
        botte virtuali nel game, che cosa cambia se
        proseguissimo la battaglia a parole nel
        forum?
        • panda rossa scrive:
          Re: Admin e mod questi sconosciuti...
          - Scritto da: dimmi prima tu chi sei
          Beh si presume (ma questo è un concetto
          generale)che i forum dovrebbero avere una certa
          utilità...

          Se in un forum devo perdere la maggior parte del
          tempo a scartare messaggi più che a leggerli,non
          so te,ma non è che lo trovi divertente,ora te
          dirai "beh chi ti obbliga ad andare li,puoi
          sempre andare su un altro" giustissimo,ma credo
          che non farebbe male avere un pò di e-monnezza in
          meno no?Ma poi a sto punto allora la Netiquette
          che l'hanno inventata a fare se poi vige (almeno
          da quanto deduco dal tuo intervento) la legge del
          chissene?La netiquette l'hanno inventata quando i client erano dumb e l'utenza dotata di cervello.Naturalmente la netiquette vale sempre, ma oggi che i client sono intelligenti e programmabili, si fa in fretta a scartare i messaggi monnezza: un bel filtro sull'autore e neppure li vedi in elenco!
          Ps:
          Con questo non voglio dire che l'idea blizzard di
          far postare solo con la RealID fosse
          buona,tutt'altro,quella vuole essere una "toppa"
          al problema,perchè il problema è di
          (non)educazione.Quindi tu sei ancora convinto che tutto nasca dal bisogno di avere maggiore educazione nei forum?
          • dimmi prima tu chi sei scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi tu sei ancora convinto che tutto nasca dal
            bisogno di avere maggiore educazione nei
            forum?Probabilmente mi darai dell'ingenuo,ma penso che fondamentalmente sia quello il problema,alla fine se ci pensi è proprio l'educazione che ci permette di conversare senza mandarci a quel paese l'un l'altro anche se le nostre opinioni divergono leggermente.Comprendo (in parte) il tuo punto di vista,ma utilizzare software "evoluti" che mettono una "pezza" sul problema,anzichè provare a risolverlo,mi sembra un pò come chiudersi nel proprio bunker full-optional,mentre tutto intorno va in malora.Non so te,ma anche su PI (spesso e volentieri capita quando c'è un articolo sui prodotti apple) mi passa la voglia di leggere i commenti,anche se molto probabilmente in mezzo a tutto quel marasma qualcosa d'interessante c'è,ma che ce voi fa,per molti la libertà di espressione (che è così tanto di moda invocare),significa dire sempre e comunque la propria,anche quando non si ha realmente una mazza da dire su di un determinato argomento.
          • panda rossa scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...
            - Scritto da: dimmi prima tu chi sei
            - Scritto da: panda rossa

            Quindi tu sei ancora convinto che tutto nasca
            dal

            bisogno di avere maggiore educazione nei

            forum?

            Probabilmente mi darai dell'ingenuo,ma penso che
            fondamentalmente sia quello il problema,alla fine
            se ci pensi è proprio l'educazione che ci
            permette di conversare senza mandarci a quel
            paese l'un l'altro anche se le nostre opinioni
            divergono leggermente.Indubbiamente, ma converrai anche tu che la medesima educazione e' anche quella che ci permette di dare credibilita' a quello che scriviamo.Se io utilizzassi un tono aspro e ricco di insulti, potrei scrivere la piu' assoluta delle verita' ma non mi si filerebbe nessuno.La prova e' questo forum dove, quando le conversazioni si mantengono nei binari della decenza, escono dibattiti interessanti e vengono messe a confronto opinioni molto diverse.Non appena i toni si involgariscono, o si scatena il flame, o il thread muore, ma questo non ha mai impedito di discutere.
            Comprendo (in parte) il tuo punto di vista,ma
            utilizzare software "evoluti" che mettono una
            "pezza" sul problema,anzichè provare a
            risolverlo,mi sembra un pò come chiudersi nel
            proprio bunker full-optional,mentre tutto intorno
            va in malora.Perche' invece l'idea della Blizzard di imporre nome e cognome in chiaro non e' forse una pezza?Io resto dell'idea che il problema si risolve da se' con una semplice autoregolamentazione.Un filtro nel client serve solo a facilitare tale autoregolamentazione.Se il provocatore viene filtrato e quindi ignorato, abbandona il campo.
            Non so te,ma anche su PI (spesso e volentieri
            capita quando c'è un articolo sui prodotti apple)
            mi passa la voglia di leggere i commenti,anche se
            molto probabilmente in mezzo a tutto quel marasma
            qualcosa d'interessante c'è,ma che ce voi fa,per
            molti la libertà di espressione (che è così tanto
            di moda invocare),significa dire sempre e
            comunque la propria,anche quando non si ha
            realmente una mazza da dire su di un determinato
            argomento.Be' dai, con un po' di astuzia si riesce a capire se c'e' un messaggio interessante e dove si trova, soprattutto nei thread dove si parla di apple.
          • gofy scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...
            non tenete comunque conto che molti utenti vivono di flame, e anche per esempio su PI molti utenti si divertono a leggere i commenti con gente che si insulta.vivamo nell'era di Sgarbi, Luttazzi, Santoro, Beppe Grillo, Di Pietro, Bruno Vesta, Pino scottoChi piu' urla viene ascoltato indipendentemente da cosa urla o anche semplice per il fatto che urli.La gente ha bisogno di sentirsi urlare qualcosa
          • panda rossa scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...
            - Scritto da: gofy
            non tenete comunque conto che molti utenti vivono
            di flame, e anche per esempio su PI molti utenti
            si divertono a leggere i commenti con gente che
            si insulta.Certa gente si diverte con poco.Comunque meglio divertirsi a leggere dei flame su P.I. che andare a sballarsi in disco il sabato notte e poi schiantarsi ubriachi la domenica mattina.
            vivamo nell'era di Sgarbi, Luttazzi, Santoro,
            Beppe Grillo, Di Pietro, Bruno Vesta, Pino
            scottoPino scotto chi e?
            Chi piu' urla viene ascoltato indipendentemente
            da cosa urla o anche semplice per il fatto che
            urli.Ma anche no.E comunque i forum hanno il vantaggio che non si urla, e se qualcuno urla, non si sente.
            La gente ha bisogno di sentirsi urlare qualcosaUn bel film di Tarzan?
          • gofy scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...

            Certa gente si diverte con poco.
            Comunque meglio divertirsi a leggere dei flame su
            P.I. che andare a sballarsi in disco il sabato
            notte e poi schiantarsi ubriachi la domenica
            mattina.sono scelte, purche' non ledono la liberta' degli altri ognuno a parer mio e' libero di divertirsi a modo proprio, anche tentando il suicidio.
            Pino scotto chi e?vai su youtube, e' pieno delle sue perle di saggezza
        • bah scrive:
          Re: Admin e mod questi sconosciuti...
          - Scritto da: dimmi prima tu chi sei
          Beh si presume (ma questo è un concetto
          generale)che i forum dovrebbero avere una certa
          utilità...

          Se in un forum devo perdere la maggior parte del
          tempo a scartare messaggi più che a leggerli,non
          so te,ma non è che lo trovi divertente,ora te
          dirai "beh chi ti obbliga ad andare li,puoi
          sempre andare su un altro" giustissimo,ma credo
          che non farebbe male avere un pò di e-monnezza in
          meno no?Ma poi a sto punto allora la Netiquette
          che l'hanno inventata a fare se poi vige (almeno
          da quanto deduco dal tuo intervento) la legge del
          chissene?

          Ps:
          Con questo non voglio dire che l'idea blizzard di
          far postare solo con la RealID fosse
          buona,tutt'altro,quella vuole essere una "toppa"
          al problema,perchè il problema è di
          (non)educazione.

          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Matt Young


          Come da titolo



          Ma anche se il forum non fosse moderato,

          chissenefrega degli

          anonimi.



          Cioe', metti caso che pandarossa insultasse

          pesantemente matt young: a me e a te che ce ne

          frega? Io non sono pandarossa e tu non sei matt

          young.



          Stiamo giocando a wow, gia' ci ammazziamo di

          botte virtuali nel game, che cosa cambia se

          proseguissimo la battaglia a parole nel

          forum?infatti qui il 99% dei post non e' di troll
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Admin e mod questi sconosciuti...
        Se vogliono risolvere il problema dei troll o aumentano i mods oppure linkano l'account in game con l'account sul forum cosicchè solo chi ha un account attivo può postare, gli utenti anonimi o i lurkers di turno possono solo leggere ma non postare. Problema risolto, almeno in buona parte. :)- Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Matt Young

        Come da titolo

        Ma anche se il forum non fosse moderato,
        chissenefrega degli
        anonimi.

        Cioe', metti caso che pandarossa insultasse
        pesantemente matt young: a me e a te che ce ne
        frega? Io non sono pandarossa e tu non sei matt
        young.

        Stiamo giocando a wow, gia' ci ammazziamo di
        botte virtuali nel game, che cosa cambia se
        proseguissimo la battaglia a parole nel
        forum?
        • Talking Head scrive:
          Re: Admin e mod questi sconosciuti...
          E' già così. Sui forum WoW per postare devi avere un account, e vieni identificato con un tuo personaggio (ovviamente non nescessariamente quello che usi, basta creare uno gnomo prete di livello 1 e i problemi di reputazione svaniscono).Onestamente infatti la cosa che mi ha perplesso maggiormente è proprio che i forum Blizzard sono tra quelli con meno spam e trolling in giro...
          • lordream scrive:
            Re: Admin e mod questi sconosciuti...
            - Scritto da: Talking Head
            E' già così. Sui forum WoW per postare devi avere
            un account, e vieni identificato con un tuo
            personaggio (ovviamente non nescessariamente
            quello che usi, basta creare uno gnomo prete di
            livello 1 e i problemi di reputazione
            svaniscono).

            Onestamente infatti la cosa che mi ha perplesso
            maggiormente è proprio che i forum Blizzard sono
            tra quelli con meno spam e trolling in
            giro...sono poche le trollate pesanti in effetti.. di solito si entra per insultare blizzard quando i servers cadono.. raro che si entra per insultare qualcuno..
Chiudi i commenti