P2P, il record è di Hong Kong

In due anni e mezzo gli utenti del peer-to-peer della regione avrebbero scaricato almeno 130 milioni di brani musicali, buona parte dei quali protetti da diritto d'autore. Sarebbe un record mondiale


Roma – Certe informazioni vanno prese con una qualche dose di scetticismo, soprattutto quando si tratta di sondaggi condotti attraverso interviste e relative ad una attività che viene più o meno globalmente considerata sostanzialmente illegale: l’uso degli strumenti di condivisione peer-to-peer. Un’attività che, parrebbe, trova ad Hong Kong i suoi massimi cultori.

Ad affermarlo è uno studio realizzato dalla società di ricerche di mercato internazionali TNS secondo cui “scaricare illegalmente non è più una attività di nicchia , ma uno dei principali utilizzi di internet. Riteniamo che questa (di Hong Kong, ndr) sia la più alta del mondo”.

Il 48 per cento dei 500 residenti di Hong Kong utenti internet, intervistati da TNS, ha ammesso di aver scaricato almeno un brano. Un dato che nella fascia tra i 15 e i 24 anni salta fino a quota 81 per cento. In quella fascia, in realtà, si collocano coloro che condividono e scaricano più di tutti: addirittura un quinto di loro ha dichiarato di aver downloadato sul proprio computer la bellezza di 250 brani musicali.

Ad influenzare il tutto, secondo TNS, è senza dubbio la diffusione pervasiva a HK della banda larga , una diffusione che si avvicina notevolmente ai record mondiali della Corea del Sud : quasi il 70 per cento degli utenti internet dispone di broad band.

Sebbene TNS non distingua nel proprio sondaggio tra download di materiali protetti o di altri materiali, i suoi ricercatori hanno riscontrato che per la massima parte i brani scaricati sono prodotti da industrie discografiche che tutto vogliono meno che siano condivisi in questo modo su internet. Una stima valuta addirittura nell’equivalente di circa 100 milioni di euro il valore di mercato dei brani scaricati dai trader di HK.

I ricercatori non mancano poi di sottolineare come questa attività di massa corrisponda ad un aumento complessivo della consapevolezza delle leggi sulla proprietà intellettuale, una “presa di coscienza” misurata dal governo cinese che, però, non sembra influenzare affatto le abitudini degli utenti.

Gli studi della TNS sono destinati a preoccupare ulteriormente le major, non solo perché evidenziano un comportamento che è tanto diffuso quanto consapevolmente illegale ma anche perché proprio la diffusione del broad band rende sempre più facile trasferire e scambiare file di grandi dimensioni. Non più solo musica, dunque, ma anche film e altri contenuti video complessi. La situazione è talmente compromessa che gli esperti di TNS sono convinti che esiste una sola soluzione: l’intervento rapido dei produttori dei dispositivi digitali , gli unici che potrebbero garantirne l’uso “non illecito”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Succede anche in VODAFONE
    Anche in vodafone inserendo caratteri "particolari" nelle login per l'accesso a 190.it puoi vedere dati di altra gente.. volendo farti anche ricariche.. ma nn lo sapeva nessuno ?? o li nn si controlla?
  • Anonimo scrive:
    io trado con directa
    e la password e di pochi caratteri...ho paura che prima o poi qualcuno mi entri dentro..ma non possono ciularmi i soldi(il bonifico si puo fare solo verso un conto)ma se un hacker mi avesse fatto comoprare azioni parmalat ?i rischi esiste..
    • Mechano scrive:
      Re: io trado con directa
      - Scritto da: Anonimo
      e la password e di pochi caratteri...
      ho paura che prima o poi qualcuno mi entri
      dentro..
      ma non possono ciularmi i soldi
      (il bonifico si puo fare solo verso un conto)
      ma se un hacker mi avesse fatto comoprare
      azioni parmalat ?

      i rischi esiste..Attento a nominare la parola Hacker a sproposito. Gli hacker non sono criminali. I cracker sono criminali. Senza gli hacker non avresti Internet adesso.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    E la nuova normativa?
    Riporto:
    Al contrario - spiega l'Autorità guidata da Stefano Rodotà - come più volte ribadito dal Garante, la legge n. 675 del 1996 ..Ma la 675/96 non è stata sorpassata dalla nuova normativa in vigore dal primo gennaio 2004?
  • Anonimo scrive:
    Meno computer e piu' persone...
    Nelle banche dovrebbe ritornare in voga lo slogan:"Meno computer e piu' persone... di buon senso."Ma il personale costa e far far tutto al pc e' un bel risparmio per le banche.Invece di interagire con una persona in carne ed ossa si interagisce con una stupida macchina che fa fare a noi tutto il lavoro. BHA!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno computer e piu' persone...
      Non so tu, ma io preferisco effettuare le mie operazioni dall'ufficio in 5 minuti invece che perdere un ora per andare in banca e fare la fila.Poldo
    • Anonimo scrive:
      Re: Meno computer e piu' persone...
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di interagire con una persona in
      carne ed ossa si interagisce con una stupida
      macchina che fa fare a noi tutto il lavoro.
      BHA!!!!Veramente molte persone scelgono un conto online per aver il meno a che fare possibile con i bancari.Non vedo tutta questa
  • Anonimo scrive:
    IL NOME DELLA BANCA E' FINECO!!!
    BANCA FINECO,Notizia certa al 100%il diavolo
  • LockOne scrive:
    Ovviamente il nome della banca..
    ..non si dice, eh, no. tanto per rispondere al post precedente, e tanto per riaffermare che lorsignori non si toccano.il problema di questo forum e' che chiamare le cose col proprio nome, in questo caso, equivale ad essere icsati.evviva.ah, se volete farvi quattro risate, andate sul sito pattichiari.it.. *le banche cambiano*.ma perpiacere.
  • Anonimo scrive:
    Ma quale e' la banca ??!?!?
    Quale e' la banca che e' stata ispezionata ?!?!?!
  • alte scrive:
    mai avuto problemi
    Sono anni che ne uso diverse, tutto bene .. e .... comodo ....
    • Anonimo scrive:
      Re: mai avuto problemi

      Sono anni che ne uso diverse, tutto bene ..
      e .... comodo ....Anche io sono vari anni che ne faccio uso. Nonostante questo, alcuni istituti non hanno secondo me una visione chiara di cosa significhi "sicurezza" su internet. Ad es. su una di queste cliccando sul pulsante "chiudi sessione" in realtà viene chiusa solo la finestra del browser....Diversa è stata l'esperienza con uno dei più "grossi" sul mercato delle banche online: sempre tutto bene e (per quanto ho potuto vedere) grande attenzione ai temi della sicurezza, tranne un piccolo "caso": una volta ho ricevuto una e-mail che diceva che l'estratto conto trimestrale era pronto per essere stampato, sono entrato sul sito e l'ho stampato. Dopo qualche ora ho ricevuto un'altra mail che diceva che c'erano dei problemi tecnici e che l'estratto conto sarebbe stato disponibile nuovamente nel giro di qualche giorno. Infatti... dopo qualche giorno i saldi erano diversi!!! Ho le stampe delle due diverse versioni. Ma nella sostanza (movimenti) era tutto a posto.Che dire... la paura di entrare sul sito e vedere il saldo azzerato c'è sempre (e poi come dimostrare che non sono stato io?), ma in fin dei conti penso che la stessa cosa mi potrebbe accadere con un conto corrente tradizionale. Il problema è che tutte le volte che mi devo recare in banca (ad es. per versare assegni) mi viene la nausea perchè _spesso_ ho a che fare con impiegati supponenti, strafottenti e maleducati.
      • Anonimo scrive:
        Re: mai avuto problemi

        Diversa è stata l'esperienza con uno
        dei più "grossi" sul mercato delle
        banche online: sempre tutto bene e (per
        quanto ho potuto vedere) grande attenzione
        ai temi della sicurezza, tranne un piccolo
        "caso": una volta ho ricevuto una e-mail che
        diceva che l'estratto conto trimestrale era
        pronto per essere stampato, sono entrato sul
        sito e l'ho stampato. Dopo qualche ora ho
        ricevuto un'altra mail che diceva che
        c'erano dei problemi tecnici e che
        l'estratto conto sarebbe stato disponibile
        nuovamente nel giro di qualche giorno.
        Infatti... dopo qualche giorno i saldi erano
        diversi!!! Ho le stampe delle due diverse
        versioni. Ma nella sostanza (movimenti) era
        tutto a posto.Be' la mia esperienza con "una delle piu' grosse banche on-line" e dalla tua descrizione mi sa che e' la stessa :-) mi sono ritrovatoun bonifico di 900 euro con causale "Stipendio!!!!" :-()Ho chiamato l'helpdesk notificando il sicuro errore, visto chei tizi che hanno provveduto al bonifico io neanche li conosco....Se non l'avessi fatto si sarebbero resi conto dell'errore ???Vedi un po' tu.....
        • Anonimo scrive:
          Re: mai avuto problemi

          mi sono ritrovato
          un bonifico di 900 euro con causale
          "Stipendio!!!!" :()

          Ho chiamato l'helpdesk notificando il sicuro
          errore, visto che
          i tizi che hanno provveduto al bonifico io
          neanche li conosco....
          Se non l'avessi fatto si sarebbero resi
          conto dell'errore ???Boh, magari ha sbagliato a inserire i dati chi ha emesso il bonifico, e non la banca... anche se in teoria dovrebbero verificare anche il nome del destinatario (in pratica fare un automatismo su questo non è tanto facile....)ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: mai avuto problemi
          - Scritto da: Anonimo

          Be' la mia esperienza con "una delle piu'
          grosse banche on-line"
          e dalla tua descrizione mi sa che e' la
          stessa :) mi sono ritrovato
          un bonifico di 900 euro con causale
          "Stipendio!!!!" :()

          Ho chiamato l'helpdesk notificando il sicuro
          errore, visto che
          i tizi che hanno provveduto al bonifico io
          neanche li conosco....
          Se non l'avessi fatto si sarebbero resi
          conto dell'errore ???
          Chi lo sa, io al tuo posto avrei aspettato a dirglielo... ovviamente solo per vedere se se ne accorgevano! ;) ;) ;)
  • Anonimo scrive:
    La mia esperienza..
    A me è capitato di trovare l'indirizzo di posta elettronica di un'altra persona, al posto del mio indirizzo nella sezione anagrafica del mio online banking. Al reclamo non ho ricevuto nessuna risposta, e così ho fatto ricorso all'Omdusman bancario, senza poi ottenere nulla.. tranne la conferma scritta che in effetti la banca aveva commesso un errore. BHA!
Chiudi i commenti