Paesi Baschi, indipendenza open source

La comunità autonoma sceglie il riuso del software. A parte eccezioni per accordi specifici o questioni di sicurezza nazionale, il codice sviluppato per le istituzioni sarà messo a disposizione

Roma – Il Governo regionale dei Paesi Baschi, comunità autonoma ad alta spinta indipendentista nel nord della Spagna, si è schierato a favore del riuso del software: il codice scritto a favore delle istituzioni sarà reso disponibile affinché possa essere impiegato in altri progetti.

Secondo quanto riferisce El Pais , infatti, il governo regionale ha deciso che tutti i software prodotti per le istituzioni e gli organi pubblici baschi devono essere open source.

Le uniche eccezioni previste sono quelle legate ai software da impiegare direttamente per la sicurezza dello stato e una manciata di progetti condotti in collaborazione con fornitori di software commerciali.

I Paesi Baschi già mettono i propri dati a disposizione del pubblico in maniera aperta attraverso il sito “Open Data Euskadi”: su questa stessa piattaforma verrà pubblicato ora anche il codice sviluppato per il governo e che tutti gli enti sono tenuti a rilasciare.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maxsix scrive:
    Hmmm
    Vediamo.Gli utenti con windows server 2k... qualunque numero per moltissimi motivi non abbandoneranno la loro piattaforma.Gli utenti linux con più o meno infrastrutture cantinare non abbandoneranno le loro distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI insopportabile".Chi rimane?
    • MacGeek scrive:
      Re: Hmmm
      Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle server farm. È inevitabile.Fossi in Intel mi rimetterei a produrli, finché è in tempo.
      • Uno a caso scrive:
        Re: Hmmm
        Naaa, IBM sta crescendo in maniera poderosa con i suoi Power, dove c'è bisogno di potenza di calcolo vera (billing e CRM per esempio) ARM non ha le capacità per competere per i prossimi 10 anni almeno.Eppoi chiariamo una cosa, avere una board funzionante è una cosa, anche un "serverino" intero, ma se sapete cos'è un p780, un "superdome" o un m9000, sapete benissimo che per adesso ARM fa giocattoli..Con tutto il rispetto per i prodotti ARM, chiaramente.
        • iRoby scrive:
          Re: Hmmm
          Dimentichi le Sunfire 25000 multipartizionabili.Però io ai cluster con ARM una chance gliela darei... Non fosse altro che per i passi da gigante che stanno facendo calcolo distribuito e virtualizzazione.No, dico, qua parliamo di 48 CPU e 192 core su un unico Rack.Se ognuno di quei core riuscisse o a far girare un unico sistema operativo virtualizzato con un servizio leggero, web server, dns, voip, database, ecc. Avremmo 192 server in un solo rack, oppure unendone la potenza di calcolo in modo dinamico chissà che rapporto potenza di calcolo/consumo si ottiene.Anche perché, le architetture IBM che citi consumano parecchio, e hanno poche ottimizzazioni sul fronte consumi.Questi ARM possono spegnere i core in maniera dinamica e riaccendere alla richiesta di potenza di calcolo.Praticamente a basse richieste hai 48 CPU che consumano quanto una radiolina e pieno regime come un PC convenzionale.
        • MacGeek scrive:
          Re: Hmmm
          Mi riferivo a server farm per il web e il "cloud". Tipo quelle dei provider, google, facebook, ecc. Dove non è la potenza bruta del singolo chip che è importante ma contano le prestazioni/watt. E anche i costi dei singoli chip.Per me è inevitabile che gli ARM domineranno neanche fra tanto. 2-3 anni e sarà chiaro. 5 Anni e Intel addio in quegli ambiti.I Power hanno un'altro mercato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2012 00.18-----------------------------------------------------------
      • maxsix scrive:
        Re: Hmmm
        - Scritto da: MacGeek
        Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle server
        farm. È
        inevitabile.Non so, non mi hai convinto....
        Fossi in Intel mi rimetterei a produrli, finché è
        in
        tempo.Bah, a quel punto abbassano i costi di produzione (che magari hanno già) e ti sparano un X86 custom che va na bomba con ottimizzazioni varie ad una caccola di prezzo.Boh.
      • ruppolo scrive:
        Re: Hmmm
        - Scritto da: MacGeek
        Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle server
        farm. È
        inevitabile.
        Fossi in Intel mi rimetterei a produrli, finché è
        in
        tempo.Concordo. x86 è una rogna che serve solo a tenere in piedi il carrozzone Windows.
        • maxsix scrive:
          Re: Hmmm
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: MacGeek

          Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle server

          farm. È

          inevitabile.

          Fossi in Intel mi rimetterei a produrli, finché
          è

          in

          tempo.

          Concordo.
          x86 è una rogna che serve solo a tenere in piedi
          il carrozzone
          Windows.Beh non esagerare visto che ci tiene in piedi anche i mac.Per quanto non lo so, ma fino a che le prestazioni dei mac / mac os x a parità di proXXXXXre saranno così elevate rispetto al pari PC / windows Apple continuerà a montare proXXXXXri x86.
          • andro scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: MacGeek


            Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle
            server


            farm. È


            inevitabile.


            Fossi in Intel mi rimetterei a
            produrli,
            finché

            è


            in


            tempo.



            Concordo.

            x86 è una rogna che serve solo a tenere in
            piedi

            il carrozzone

            Windows.

            Beh non esagerare visto che ci tiene in piedi
            anche i
            mac.Ma luppolo non era un espertone?Non sa neppure la cpu che usa! :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: MacGeek


            Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle
            server


            farm. È


            inevitabile.


            Fossi in Intel mi rimetterei a
            produrli,
            finché

            è


            in


            tempo.



            Concordo.

            x86 è una rogna che serve solo a tenere in
            piedi

            il carrozzone

            Windows.

            Beh non esagerare visto che ci tiene in piedi
            anche i
            mac.Lo so, e la mia opinione non cambia.

            Per quanto non lo so, ma fino a che le
            prestazioni dei mac / mac os x a parità di
            proXXXXXre saranno così elevate rispetto al pari
            PC / windows Apple continuerà a montare
            proXXXXXri
            x86.Non per molto.
        • gnammolo scrive:
          Re: Hmmm
          vanno talmente male che apple si affida a loro
        • geo scrive:
          Re: Hmmm
          AHAHAHAHAHAHAH grande Puppolo, in questa tua frase hai confermato al mondo intero quante ne sai di informatica.Sei a conoscenza del 'grande tradimento' di apple vero ;)
          • ruppolo scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: geo
            AHAHAHAHAHAHAH grande Puppolo, in questa tua
            frase hai confermato al mondo intero quante ne
            sai di
            informatica.
            Sei a conoscenza del 'grande tradimento' di apple
            vero
            ;)No, sono a conoscenza del grande tradimento di IBM.Tanto per dimostrare che quello che non sa nulla di informatica sei tu.
          • cogito ergo nomico scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: geo

            AHAHAHAHAHAHAH grande Puppolo, in questa tua

            frase hai confermato al mondo intero quante
            ne

            sai di

            informatica.

            Sei a conoscenza del 'grande tradimento' di
            apple

            vero

            ;)

            No, sono a conoscenza del grande tradimento di
            IBM.
            Tradotto dal dialetto ruppoliano del macachese: IBM non ha fatto ESATTAMENTE quello che voleva Jobs nei tempi voluti da Jobs (gravissimo peccato agli occhi di qualunque macaco osservante) ed è quindi stata punita.
            Tanto per dimostrare che quello che non sa nulla
            di informatica sei
            tu.
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: geo

            AHAHAHAHAHAHAH grande Puppolo, in questa tua

            frase hai confermato al mondo intero quante
            ne

            sai di

            informatica.

            Sei a conoscenza del 'grande tradimento' di
            apple

            vero

            ;)

            No, sono a conoscenza del grande tradimento di
            IBM.
            Beh dai adesso non esageriamo.Che il power pc in declinazione 6** e poi G* fosse na mezza cialtronata mascherata lo sapevano anche i sassi.Certo se fosse arrivato in casa Apple il cell prima che zanza Sony lo cacciasse su sulle sue PS3 chissà, ma ora Intel è troppo avanti con le prestazioni e non si vede, ad oggi, nulla che gli si avvicina.E non tirarmi fuori A4 e A5 che mi arrabbio ;)
      • Nonriescoaf areillogin scrive:
        Re: Hmmm
        - Scritto da: MacGeek
        Tempo 5 anni ci saranno solo ARM nelle server
        farm. È
        inevitabile.Ma anche no.Secondo me 5 anni non basteranno ad ARM per arrivare neanche al 10% del mercato server.Beh, possiamo sempre rivederci qui fra 5 anni e vedere chi aveva ragione.Ah no, dimenticavo che a dicembre c'è la fine del mondo...
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: Hmmm
      - Scritto da: maxsix
      Vediamo.
      Gli utenti con windows server 2k... qualunque
      numero per moltissimi motivi non abbandoneranno
      la loro
      piattaforma.

      Gli utenti linux con più o meno infrastrutture
      cantinare non abbandoneranno le loro
      distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI
      insopportabile".
      Manca solo che ci spieghi che il server non si venderà perché non ci gira Assassin's creed..
    • cogito ergo nomico scrive:
      Re: Hmmm
      - Scritto da: maxsix
      Vediamo.
      Gli utenti con windows server 2k... qualunque
      numero per moltissimi motivi non abbandoneranno
      la loro
      piattaforma.

      Gli utenti linux con più o meno infrastrutture
      cantinare non abbandoneranno le loro
      distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI
      insopportabile".

      Chi rimane?I geni che parlano di GUI su un server linux......Ubuntu server è a riga di comando come ogni OS server degno di questo nome.
      • maxsix scrive:
        Re: Hmmm
        - Scritto da: cogito ergo nomico
        - Scritto da: maxsix

        Vediamo.

        Gli utenti con windows server 2k... qualunque

        numero per moltissimi motivi non
        abbandoneranno

        la loro

        piattaforma.



        Gli utenti linux con più o meno
        infrastrutture

        cantinare non abbandoneranno le loro

        distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI

        insopportabile".



        Chi rimane?
        I geni che parlano di GUI su un server linux......
        Ubuntu server è a riga di comando come ogni OS
        server degno di questo
        nome.Giusto, hai ragione mi sono confuso.Ma a sto punto.Perché Ubuntu quando Debian è la stessa identica cosa?
        • cogito ergo nomico scrive:
          Re: Hmmm
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: cogito ergo nomico

          - Scritto da: maxsix


          Vediamo.


          Gli utenti con windows server 2k...
          qualunque


          numero per moltissimi motivi non

          abbandoneranno


          la loro


          piattaforma.





          Gli utenti linux con più o meno

          infrastrutture


          cantinare non abbandoneranno le loro


          distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI


          insopportabile".





          Chi rimane?

          I geni che parlano di GUI su un server
          linux......

          Ubuntu server è a riga di comando come ogni
          OS

          server degno di questo

          nome.

          Giusto, hai ragione mi sono confuso.
          Ma a sto punto.
          Perché Ubuntu quando Debian è la stessa identica
          cosa?Supporto a pagamento, che Canonical fornisce e Debian no.
        • crumiro scrive:
          Re: Hmmm
          - Scritto da: maxsix
          Perché Ubuntu quando Debian è la stessa identica
          cosa?Spiegazione da due soldi: prova ad installare qualcosa di diverso / più complesso di un server LAMP e poi capisci subito perchè "Ubuntu server".Ubuntu server è quello che si può definire "un compromesso": è un server Debian MA con la filosofia (piaccia o meno) di Ubuntu, ovvero "più pappa pronta possibile".
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: crumiro
            - Scritto da: maxsix


            Perché Ubuntu quando Debian è la stessa
            identica

            cosa?

            Spiegazione da due soldi: prova ad installare
            qualcosa di diverso / più complesso di un server
            LAMP e poi capisci subito perchè "Ubuntu
            server".
            Ubuntu server è quello che si può definire "un
            compromesso": è un server Debian MA con la
            filosofia (piaccia o meno) di Ubuntu, ovvero "più
            pappa pronta
            possibile".??apt-get install/remove quellochetipare?Non mi hai convinto.
          • crumiro scrive:
            Re: Hmmm
            Vedi risposta sotto ;)Ad ogni modo mica ti devo convincere per forza ...
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: crumiro
            - Scritto da: maxsix


            Perché Ubuntu quando Debian è la stessa
            identica

            cosa?

            Spiegazione da due soldi: prova ad installare
            qualcosa di diverso / più complesso di un server
            LAMP e poi capisci subito perchè "Ubuntu
            server".
            Ubuntu server è quello che si può definire "un
            compromesso": è un server Debian MA con la
            filosofia (piaccia o meno) di Ubuntu, ovvero "più
            pappa pronta
            possibile".Scusa eh, di installazioni Debian ne ho un po' in giro e Ubuntu non me lo sono mai filato di striscio, ma da quello che ho capito tu mi dici che:- non c'è GUI, se la vuoi te la installi. Anche in Debian minimale.- l'installazione è fatta tramite la struttura apt, come in Debian. I pacchetti ovviamente sono gli stessi.- Canonical da supporto a pagamento, ovviamente Debian no. Ma che supporto è visto che se c'è un problema di installazione non mettono mani (questione di struttura dei pacchetti), se c'è un problema di configurazione mi aspetto che il sistemista che installa sappia risolverlo tanto quanto lo farebbe con una Debian visto che la roba è la stessa. Quindi?In fin dei conti a che mischia serve Ubuntu server? ;)
          • crumiro scrive:
            Re: Hmmm
            Beh, allora vediamo...- installazione- presenza di pacchetti aggiuntivi già presenti (la pappa pronta)- drivers (come dessert)- differenze di release ed aggiornamentiSe vuoi andare più sul tecnico, ma nemmeno troppo...- Systemv / inittab, mentra ubuntu usa (mah...) Upstart- differenze nel root e su come abilitarlo- i pacchetti presenti su Debian gli sceglie chi lo amministra, su Ubuntu c'è una lista scelta dai mantainers - (talvolta) ci sono patch di Canonical al Kernel. Sarà capitato... vediamo... due volte?Poi puoi leggere qui altre sottili differenze che per me non hanno proprio proprio tanto senso ma che sicuramente per certe cose ce l'hanno:http://geekyschmidt.com/2011/03/11/debian-server-vs-ubuntu-server
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: crumiro
            Beh, allora vediamo...

            - installazioneOvvero? L'ultima Debian che ho qua va su in 5 min netti su vmware fusion.A cavolo, è sotto mac.Sgrin.
            - presenza di pacchetti aggiuntivi già presenti
            (la pappa
            pronta)Con Debian ti prendi i CD della release Stable (la testing lasciala pure la).Te li mandano anche a casa e c'è il mondo dentro.Quindi?
            - drivers (come dessert)Gli stessi che ha Debian.Posso passarti che probabilmente Ubuntu attinge su questi dal testing di debian forzando un po' la mano (che alle volte gli si ritorce sonoramente contro ma shhht, non dirlo a nessuno).
            - differenze di release ed aggiornamentiPer esempio? Vorresti venirmi a dire che Ubuntu ha una velocità di release di pacchetti superiore alla debian testing?Ma ci fai, ci sei, butti un giro al bar?

            Se vuoi andare più sul tecnico, ma nemmeno
            troppo...

            - Systemv / inittab, mentra ubuntu usa (mah...)
            Upstartapt-get remove upstartse è il caso
            - differenze nel root e su come abilitarlo
            - i pacchetti presenti su Debian gli sceglie chi
            lo amministra, su Ubuntu c'è una lista scelta dai
            mantainers
            Oh, come. No questa è bella, allora tutti a strapparsi i capelli che Linux e declinazioni varie devono essere liberi e Ubuntu fa il walled garden?Ahhh. Very good.
            - (talvolta) ci sono patch di Canonical al
            Kernel. Sarà capitato... vediamo... due
            volte?
            E quanti disastri ha fatto?Chiedo, come vedi Ubuntu non lo filo nemmeno di striscio.
            Poi puoi leggere qui altre sottili differenze che
            per me non hanno proprio proprio tanto senso ma
            che sicuramente per certe cose ce
            l'hanno:

            http://geekyschmidt.com/2011/03/11/debian-server-vUbuntu è una declinazione di Debian.A casa mia, in modo più terra terra si dice tarocco.Mi stai confermando quello che ho sempre pensato.
          • cogito ergo nomico scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: crumiro

            - Scritto da: maxsix




            Perché Ubuntu quando Debian è la stessa

            identica


            cosa?



            Spiegazione da due soldi: prova ad installare

            qualcosa di diverso / più complesso di un
            server

            LAMP e poi capisci subito perchè "Ubuntu

            server".

            Ubuntu server è quello che si può definire
            "un

            compromesso": è un server Debian MA con la

            filosofia (piaccia o meno) di Ubuntu, ovvero
            "più

            pappa pronta

            possibile".

            Scusa eh, di installazioni Debian ne ho un po' in
            giro e Ubuntu non me lo sono mai filato di
            striscio, ma da quello che ho capito tu mi dici
            che:
            - non c'è GUI, se la vuoi te la installi. Anche
            in Debian
            minimale.
            - l'installazione è fatta tramite la struttura
            apt, come in Debian. I pacchetti ovviamente sono
            gli
            stessi.
            - Canonical da supporto a pagamento, ovviamente
            Debian no. Ma che supporto è visto che se c'è un
            problema di installazione non mettono mani
            (questione di struttura dei pacchetti), se c'è un
            problema di configurazione mi aspetto che il
            sistemista che installa sappia risolverlo tanto
            quanto lo farebbe con una Debian visto che la
            roba è la stessa.
            Quindi?

            In fin dei conti a che mischia serve Ubuntu
            server?
            ;)Il supporto (non solo di Canonical: in generale) serve per poter dire: da qui in poi se ne occupa lui
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            [cut]

            Il supporto (non solo di Canonical: in generale)
            serve per poter dire: da qui in poi se ne occupa
            luiE il "qui" dove sarebbe?Così per curiosità.
          • matematica. ... scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: maxsix
            [cut]



            Il supporto (non solo di Canonical: in
            generale)

            serve per poter dire: da qui in poi se ne
            occupa

            lui

            E il "qui" dove sarebbe?

            Così per curiosità.Il "qui" sarebbe dove fa comodo all'azienda.La possibilità di poter dire: "abbiamo avuto un determinato problema, i nostri tecnici non hanno potuto/saputo risolverlo, adesso la palla è passata all'assistenza", per una qualsiasi azienda è fondamentale.Significa poter scaricare le responsabilità su di un soggetto terzo quando fa più comodo.
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: matematica. ...
            - Scritto da: maxsix

            [cut]





            Il supporto (non solo di Canonical: in

            generale)


            serve per poter dire: da qui in poi se
            ne

            occupa


            lui



            E il "qui" dove sarebbe?



            Così per curiosità.
            Il "qui" sarebbe dove fa comodo all'azienda.
            La possibilità di poter dire: "abbiamo avuto un
            determinato problema, i nostri tecnici non hanno
            potuto/saputo risolverlo, adesso la palla è
            passata all'assistenza", per una qualsiasi
            azienda è
            fondamentale.
            Significa poter scaricare le responsabilità su di
            un soggetto terzo quando fa più
            comodo.Ok.Patata passata.Risolta?Se si in tempi umani e tollerabili?
          • cogito ergo nomico scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: matematica. ...

            - Scritto da: maxsix


            [cut]







            Il supporto (non solo di
            Canonical:
            in


            generale)



            serve per poter dire: da qui in
            poi
            se

            ne


            occupa



            lui





            E il "qui" dove sarebbe?





            Così per curiosità.

            Il "qui" sarebbe dove fa comodo all'azienda.

            La possibilità di poter dire: "abbiamo avuto
            un

            determinato problema, i nostri tecnici non
            hanno

            potuto/saputo risolverlo, adesso la palla è

            passata all'assistenza", per una qualsiasi

            azienda è

            fondamentale.

            Significa poter scaricare le responsabilità
            su
            di

            un soggetto terzo quando fa più

            comodo.

            Ok.
            Patata passata.
            Risolta?
            Se si in tempi umani e tollerabili?Ho idea che non abbia colto il concetto: quantomeno in Italia, avere un capro espiatorio è fondamentale. Una volta che le responsabilità sono state scaricate su qualcun altro, si festeggia.Questo è, quantomeno, l'atteggiamento che ho riscontrato nelle varie aziende che ho girato negli anni
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: cogito ergo nomico
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: matematica. ...


            - Scritto da: maxsix



            [cut]









            Il supporto (non solo di

            Canonical:

            in



            generale)




            serve per poter dire: da qui
            in

            poi

            se


            ne



            occupa




            lui







            E il "qui" dove sarebbe?







            Così per curiosità.


            Il "qui" sarebbe dove fa comodo
            all'azienda.


            La possibilità di poter dire: "abbiamo
            avuto

            un


            determinato problema, i nostri tecnici
            non

            hanno


            potuto/saputo risolverlo, adesso la
            palla
            è


            passata all'assistenza", per una
            qualsiasi


            azienda è


            fondamentale.


            Significa poter scaricare le
            responsabilità

            su

            di


            un soggetto terzo quando fa più


            comodo.



            Ok.

            Patata passata.

            Risolta?

            Se si in tempi umani e tollerabili?
            Ho idea che non abbia colto il concetto:
            quantomeno in Italia, avere un capro espiatorio è
            fondamentale. Una volta che le responsabilità
            sono state scaricate su qualcun altro, si
            festeggia.
            Questo è, quantomeno, l'atteggiamento che ho
            riscontrato nelle varie aziende che ho girato
            negli
            anniCerto, lo so benissimo. Sono anni che giro anch'io.Ma alla fine i nodi vengono al pettine.E li poi sono mutande che volano.
        • il signor rossi scrive:
          Re: Hmmm
          - Scritto da: maxsix

          Giusto, hai ragione mi sono confuso.
          Ma a sto punto.
          Perché Ubuntu quando Debian è la stessa identica
          cosa?1) driver: Debian non ha il supporto all'hardware e non ha driver proprietari, poi ha kernel che sono sempre indietro. Guarda, io sono un gran fan di Debian, l'ho avuta per anni sul mio server "cantinaro", ma per un'azienda lo sforzo necessario per installazione e configurazione non vale la pena, senza tener conto del fatto che se ho un server e mi si guasta una scheda di rete o altro io non posso stare 3 giorni a compilare il driver open source o a cercare sul wiki come far funzionare quel dato hardware.2) certificazioni: per un'azienda è importante che un software sia certificato. Ti faccio un esempio: grandi aziende, banche ecc. richiedono che i software siano certificati per la distribuzione che usano. Ergo, se io fornisco un servizio che richiede il software X (vmware, java o quant'altro), tale software deve essere stato certificato, ovvero che sono stati fatti test eccetera che mi danno la garanzia che quel software girerà correttamente su quella versione di quella distribuzione.3) supporto: Debian non ha supporto. Se io ho un problema che il mio amministratore non sa risolvere, deve essere possibile alzare il telefono e chiamare un supporto tecnico che ti risolve il problema, pagando un canone per il supporto ovviamente. Sto ragionando in ambito aziendale.Debian rimane una delle distro più sicure, tuttavia essendo un progetto portato avanti da volontari manca di tutta una serie di cose che invece sono importanti per un'azienda.4) compatibilità con i software di virtualizzazione: supponi che io abbia un bel server di virtualizzazione, su tale server voglio installare delle macchine virtuali linux. Ebbene, i produttori di software di virtualizzazione come citrix, vmware ecc. i test non li fanno con debian, ma con ubuntu, redhat eccetera, così come i tool da installare sulla macchina virtuale per garantire l'integrazione con il software di virtualizzazione sono generalmente distribuiti in versioni testate per queste distribuzioni qui.Insomma, per tutta questa serie di cose nelle aziende è abbastanza difficile usare debian, poi se si parla di una piccola azienda dove un sysadmin appassionato deve metter su un serverino per farci il sito web è un altro discorso, io ti parlo di datacenter, banche, grandi aziende, fornitori di servizi e via dicendo.
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: il signor rossi
            - Scritto da: maxsix



            Giusto, hai ragione mi sono confuso.

            Ma a sto punto.

            Perché Ubuntu quando Debian è la stessa
            identica

            cosa?

            1) driver: Debian non ha il supporto all'hardware
            e non ha driver proprietari, poi ha kernel che
            sono sempre indietro. Guarda, io sono un gran fan
            di Debian, l'ho avuta per anni sul mio server
            "cantinaro", ma per un'azienda lo sforzo
            necessario per installazione e configurazione non
            vale la pena, senza tener conto del fatto che se
            ho un server e mi si guasta una scheda di rete o
            altro io non posso stare 3 giorni a compilare il
            driver open source o a cercare sul wiki come far
            funzionare quel dato
            hardware.
            Permetti e questo è un discorso in generale eh, chi butta su un server pro (e non da cantinaro) cerca hardware stabile, conosciuto e con supporto.Quando rispetti il suddetto con Debian non hai problemi.Per il kernel indietro dipende. Se parliamo di release stable si è vero, ma il kernel è stabile e non lo butta giù nemmeno il second impact [cit. per i volenterosi ;) ].Se parliamo di testing, beh benvenuto nel mondo del "facciamoci del male".
            2) certificazioni: per un'azienda è importante
            che un software sia certificato. Ti faccio un
            esempio: grandi aziende, banche ecc. richiedono
            che i software siano certificati per la
            distribuzione che usano. Ergo, se io fornisco un
            servizio che richiede il software X (vmware, java
            o quant'altro), tale software deve essere stato
            certificato, ovvero che sono stati fatti test
            eccetera che mi danno la garanzia che quel
            software girerà correttamente su quella versione
            di quella
            distribuzione.
            Beh allora a sto punto, tiriamo fuori un luogo comune ma vero.Prendiamoci allegramente il nostro bel datacenter certificato da M$ e tutta la gente intorno anche.E viviamo felici.Ho una rogna? Alla più XXXXX prendo la mazza e vado a milano a divertirmi.Con canonical?
            3) supporto: Debian non ha supporto. Se io ho un
            problema che il mio amministratore non sa
            risolvere, deve essere possibile alzare il
            telefono e chiamare un supporto tecnico che ti
            risolve il problema, pagando un canone per il
            supporto ovviamente. Sto ragionando in ambito
            aziendale.Certo, ma mi chiedo, che scindere / controllo ha Canonical su una release che è figlia di test fatti in casa su base Debian?Non so, sarò io ottusangolo [cit.] ma sento tanto puzza di bruciato.Con redhat la cosa cambia. Redhat ha il controllo totale sulla sua release, sui pacchetti, sul come viene implementata.E' tutta un altra storia (bella? Mah lasciamo perdere).
            Debian rimane una delle distro più sicure,
            tuttavia essendo un progetto portato avanti da
            volontari manca di tutta una serie di cose che
            invece sono importanti per
            un'azienda.
            E torniamo sempre li a girarci intorno.Canonical prende Debian testing, fa 4 XXXXXte (o dice di farle), la vende e da supporto.Mi chiedo:- che supporto può dare una gestione del genere- che garanzie può dare una cosa che nasce dall'anarchia di Debian- che cosa vuol dire "certificazioni" in un sistema del genere.Sopratutto sulle ultime, io prendo un sistema fatto da altri, giro il pentolone, faccio 4 cose in croce e do certificazioni su questo a uno che mi paga per averle e vendo il fatto di avere gente certificata ad altri che pagano a loro volta.Se succede qualcosa, tutti certificati e nessuno sa cosa fare tranne quel povero cristo che in un modo o nell'altro finirà a vedere come si fa in uno dei millemila forum legati a Debian.Scusa ma sento tanta ma tanta puzza di sterco montano.
            4) compatibilità con i software di
            virtualizzazione: supponi che io abbia un bel
            server di virtualizzazione, su tale server voglio
            installare delle macchine virtuali linux. Ebbene,
            i produttori di software di virtualizzazione come
            citrix, vmware ecc. i test non li fanno con
            debian, ma con ubuntu, redhat eccetera, così come
            i tool da installare sulla macchina virtuale per
            garantire l'integrazione con il software di
            virtualizzazione sono generalmente distribuiti in
            versioni testate per queste distribuzioni
            qui.
            Tipo questo?http://partnerweb.vmware.com/GOSIG/Debian_6.htmlo questo?http://partnerweb.vmware.com/comp_guide2/search.php?testConfig=16&deviceCategory=softwareCitrix non so e non ho voglia di cercare.
            Insomma, per tutta questa serie di cose nelle
            aziende è abbastanza difficile usare debian, poi
            se si parla di una piccola azienda dove un
            sysadmin appassionato deve metter su un serverino
            per farci il sito web è un altro discorso, io ti
            parlo di datacenter, banche, grandi aziende,
            fornitori di servizi e via
            dicendo.Certo certo, niente da dire.Ma non prendiamoci in giro.M$ fa il suo sistema bello o brutto e fa le sue certificazioni.Redhat fa il suo sistema (kernel a parte) e fa le sue certificazioni.IBM fa il suo sistema e fa le sue certificazioni.Apple fa il suo sistema e fa le sue certificazioni.Canonical gira il pentolone Debian e fa le sue certificazioni.C'è decisamente qualcosa che non torna.Concordi?
        • Piero scrive:
          Re: Hmmm
          Ubuntu ha lavorato sulle infrastrutture cloud ed è in grado di fornire un SO già configurato con delle referenze niente male. Senza contare che è un partner commerciale facilmente individuabile rispetto a a Debian, con una struttura più adatta.
          • maxsix scrive:
            Re: Hmmm
            - Scritto da: Piero
            Ubuntu ha lavorato sulle infrastrutture cloud ed
            è in grado di fornire un SO già configurato con
            delle referenze niente male. Senza contare che è
            un partner commerciale facilmente individuabile
            rispetto a a Debian, con una struttura più
            adatta.Hmmm.Se la mettiamo dal punto di vista di partner commerciale, beh mi dispiace IBM è la e chi la schioda.Se IBM mi sta sul testicolo, pronti con redhat / M$ con le varie partnership HP et simila.Altrimenti?Canonical che mescola il pentolone di Debian e hardware a piacere.Concordo che di boccaloni in giro ce ne sono tanti, ma qua si sta un filino esagerando.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2012 23.49-----------------------------------------------------------
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: Hmmm
      - Scritto da: maxsix
      Vediamo.
      Gli utenti con windows server 2k... qualunque
      numero per moltissimi motivi non abbandoneranno
      la loro
      piattaforma.

      Gli utenti linux con più o meno infrastrutture
      cantinare non abbandoneranno le loro
      distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI
      insopportabile".

      Chi rimane?Esimio postatore di Punto Informatico, le faccio rispettosamente notare che il citato apparecchio non esprime le sue capacità come alternativa ai sistemi operativi da lei indicati, ne tantomeno deve essere additato come non adatto in quanto non dotato di una interfaccia grafica che le aggrada, essendo esso una dispositivo per uso server a basso consumo. La sua critica è talmente fuori luogo che sarebbe come affermare che non avrà sucXXXXX in quanto non riuscirà a far girare l'ultimo il videogioco di grido.Propongo il moderatore di rimuovere un post tanto inutile e chiaramente generato solo per alimentare polemiche.Ossequi.
      • maxsix scrive:
        Re: Hmmm
        - Scritto da: TuttoaSaldo
        - Scritto da: maxsix

        Vediamo.

        Gli utenti con windows server 2k... qualunque

        numero per moltissimi motivi non abbandoneranno

        la loro

        piattaforma.



        Gli utenti linux con più o meno infrastrutture

        cantinare non abbandoneranno le loro

        distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI

        insopportabile".



        Chi rimane?


        Esimio postatore di Punto Informatico, le faccio
        rispettosamente notare che il citato apparecchio
        non esprime le sue capacità come alternativa ai
        sistemi operativi da lei indicati, ne tantomeno
        deve essere additato come non adatto in quanto
        non dotato di una interfaccia grafica che le
        aggrada, essendo esso una dispositivo per uso
        server a basso consumo. La sua critica è talmente
        fuori luogo che sarebbe come affermare che non
        avrà sucXXXXX in quanto non riuscirà a far girare
        l'ultimo il videogioco di
        grido.
        Propongo il moderatore di rimuovere un post tanto
        inutile e chiaramente generato solo per
        alimentare
        polemiche.
        Per quello che riguarda Ubuntu mi era sfuggita la declinazione server. Per quello che riguarda le considerazioni in casa M$ mi spiace ma ho ragione io.Comunque ne stiamo parlando di Ubuntu server più su.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Hmmm
      - Scritto da: maxsix
      Vediamo.
      Gli utenti con windows server 2k... qualunque
      numero per moltissimi motivi non abbandoneranno
      la loro
      piattaforma.vero, ma ci sono continuamente nuovi utenti al mondo...
      Gli utenti linux con più o meno infrastrutture
      cantinare non abbandoneranno le loro
      distribuzioni perché ubuntu ha una "GUI
      insopportabile".evidentemente non sei al corrente del fatto che ubuntu server non ha interfaccia grafica, in ogni caso in un server l'interfaccia grafica che hai non è così importante dato che la usi solo per l'amministrazione del sistema, le cose importanti sono altre come le certificazioni, il supporto, la compatibilità con i sistemi di virtualizzazione ecc., e ubuntu è in grado di offrirle, ovviamente non è l'unica (redhat in primis...), ma non vedo perché no.Gli utenti linux cantinari continueranno a usare Debian, ma non è certo questo il mercato a cui si rivolge Dell con questo tipo di prodotti, ma alle aziende. Se poi pensi che i server linux siano usati solo nelle cantine, del mondo business conosci poco... :-)
      • maxsix scrive:
        Re: Hmmm

        Gli utenti linux cantinari continueranno a usare
        Debian, ma non è certo questo il mercato a cui si
        rivolge Dell con questo tipo di prodotti, ma alle
        aziende. Se poi pensi che i server linux siano
        usati solo nelle cantine, del mondo business
        conosci poco...
        :-)Chi Dell?Quella che ha le schede di rete che ti tocca cercare i driver alfa sorgenti ogni volta che metti su un server qualunque?No grazie, le robe serie, ma serie sul serio si fanno con altre cose.
  • 40ma248346 scrive:
    I server SUN usano arm
    anche i server SUN (ora ORACLE) usavano ed credo usino ancona proXXXXXri SPARC simili agli ARM e cioè di tipo RISC (con set istruzioni ridotto) in antitesi ai CISC di INTEL, AMD etc.
    • MacGeek scrive:
      Re: I server SUN usano arm
      - Scritto da: 40ma248346
      anche i server SUN (ora ORACLE) usavano ed credo
      usino ancona proXXXXXri SPARC simili agli ARM e
      cioè di tipo RISC (con set istruzioni ridotto) in
      antitesi ai CISC di INTEL, AMD
      etc.Non c'entra niente. Gli Sparc sono nati come proXXXXXri di fascia alta. Gli ARM sono nati come proXXXXXri semplificati per home-computer. Ok, erano entrambi RISC, ma le premesse erano opposte. Uno partiva dall'alto, l'altro dal basso.Poi le cose si sono evolute...
    • iRoby scrive:
      Re: I server SUN usano arm
      Seee bonaaaseraaa. Ancora RISC, CISC e compagnia.Ormai non possono più fare tali distinzioni.Anche i386 è ormai un RISC come lo è AMD64 che ha core derivato da Alpha.Però si portano dietro elettronica ridondante del traduttore x86. Per cui non si riesce a semplificarli come delle microarchitetture ARM o Sparc native.Il vantaggio di ARM non è l'architettura RISC ma i numerosi accorgimenti che mettono in sleep componenti inutilizzati, wake-up istantanei ed altre idee per risparmiare energia.Sparc lasciamo perdere, sono potenti e anche se RISC consumano comunque parecchio.Ed ormai sono indietro come sviluppo, chissà se farà la fine del PowerPC.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 maggio 2012 22.38-----------------------------------------------------------
      • Nonriescoaf areillogin scrive:
        Re: I server SUN usano arm
        - Scritto da: iRoby
        Seee bonaaaseraaa. Ancora RISC, CISC e compagnia.

        Ormai non possono più fare tali distinzioni.Mah, è discutibile, ma si può anche dire.
        Anche i386 è ormai un RISC come lo è AMD64Questo non si può dire. Forse stai facendo confusione sulle sigle.
        che ha
        core derivato da
        Alpha.Questo decisamente NON si può dire.
        Sparc lasciamo perdere, sono potenti e anche se
        RISC consumano comunque
        parecchio.
        Ed ormai sono indietro come sviluppo, chissà se
        farà la fine del
        PowerPC.Quali PowerPC? Quelli che stanno dentro PS3, Xbox 360 e Wii? Penso che alla Oracle farebbero salti di gioia se arrivassero a quei numeri :DComunque SPARC è un'archittetura aperta, implementato anche da altri produttori, e sono molto diffusi in router e aerospaziale.
      • collione scrive:
        Re: I server SUN usano arm
        - Scritto da: iRoby
        i numerosi accorgimenti che mettono in sleep
        componenti inutilizzati, wake-up istantanei ede aggiungiamoci pure i core clockless
        Sparc lasciamo perdere, sono potenti e anche se
        RISC consumano comunque
        parecchio.
        Ed ormai sono indietro come sviluppo, chissà se
        farà la fine del
        PowerPC.praticamente scontato
  • trollolo scrive:
    Azz
    questa si che e una notizia. Ad occhio l'idea mi sembra molto buona, certo bisognera capire per quali applicazioni vale la pena usare proXXXXXri piu snelli. Forse non per J2EE e forse neanche per DB, ma per web server penso proprio di si
Chiudi i commenti