Palm prende Be, getta via BeOS

Il colosso degli hand held acquista Be e con essa l'OS embedded BeIA, a cui è interessata. BeOS, celebre OS desktop, rischia ora la morte


Menlo Park (USA) – Che fine farà il sistema operativo BeOS? La domanda corre sul Net dopo che Be ha confermato la vendita di tutte le sue proprietà intellettuali e le sue tecnologie a Palm per l’equivalente di 11 milioni di dollari in azioni.

“Questa mossa ci aiuterà ad espandere la piattaforma Palm OS su di un mercato più vasto”, ha dichiarato Carl Yankowski, CEO di Palm.

Palm è interessata a BeIA, il sistema operativo embedded che negli ultimi tempi si è guadagnato le attenzioni del mercato ed è recentemente finito su eVilla , l’LCD-PC di Sony. Gli interessi che hanno spinto Palm ad acquistare Be, in crisi finanziaria ormai da diverso tempo, preoccupano però tutti i fan di BeOS, il sistema operativo di Be apprezzato soprattutto per le sue qualità multimediali e la sua affidabilità: preoccupazioni peraltro confermate dalla stessa Palm, che in un comunicato di qualche giorno fa ha dichiarato di voler cessare lo sviluppo di BeOS.

Gli aficionados di questo sistema operativo desktop, attraverso il sito BeFaqs.com (che nel momento in cui scriviamo risulta irraggiungibile), hanno però recentemente annunciato di aver aperto un canale di comunicazione con Palm per discutere di BeOS e proporre, insieme alla comunità, eventuali linee di sviluppo future. Ma le probabilità che Palm possa accollarsi lo sviluppo di questo prodotto appaiono davvero scarse.

Jean-Louis Gassee, CEO e fondatore di Be, aiuterà temporaneamente Palm a suddividere il proprio business in due divisioni separate, una dedicata al software ed una all’hardware. 50 dei 57 impiegati in Be verranno invece assunti in Palm entro la fine dell’anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A me sembra carino
    Una cosa utile, l'ho provato con win2000 ita (per chi chiedeva se va anche x ita) e funziona.Certo, dice anche un po' di cose inutili, ma meglio abbondare con l'ovvio che saltare qualcosa.E' carino, e' gratis, nessuno obbliga ad usarlo, e non occupa praticamente spazio (quello online). Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: prova HFNetChk e vedrai
      io ho utilizzato la versione a linea di comando HFNetChk creato per le versioni server di Windows e mi sono convinto che funzioni solo con quelle EN-US
      • Anonimo scrive:
        Re: prova HFNetChk e vedrai
        Daje tempo. Non credo ci sia da meravigliarsi se le versioni localizzate escano a distanza di tempo....L'Italiano non e' proprio la lingua piu' diffusa al mondo, o almeno viene dopo tante altre....
        • Anonimo scrive:
          Re: prova HFNetChk e vedrai
          Bah, io non capisco nemmeno perche' facciano le versioni localizzate.Voglio dire: chi non sa l'inglese?
  • Anonimo scrive:
    Mal da Microsoft? PI ha le supposte
    Scrive l'articolista:«Sebbene Microsoft sostenga che questi tool erano in sviluppo già prima che il famigerato worm Code Red si diffondesse, risulta evidente come questi si possano considerare la risposta di Microsoft all'emergere sempre più massiccio di script maliziosi in grado di diffondersi e fare danni, sfruttando le falle di Windows o di software come IIS e Outlook.»Di evidente mi sembra ci siano (come al solito) due cose:1) la volontà da parte di Microsoft di supportare adeguatamente i propri prodotti;2) i pregiudizi e le opinioni di parte di chi si sente "minacciato" da suddetti prodotti.Riguardo all'insinuazione dell'articolista, c'è da rilevare che i controlli effettuati dal tool in oggetto (provare per credere) non sono certo limitati agli ambiti affetti dai worm, ma spaziano sull'intero sistema operativo. Quindi, l'illazione è palesemente disinformante e scorretta.Saluti,@ngel
    • Anonimo scrive:
      Re: Mal da Microsoft? PI ha le supposte
      - Scritto da: @ngel
      Scrive l'articolista:

      «Sebbene Microsoft sostenga che questi tool
      erano in sviluppo già prima che il
      famigerato worm Code Red si diffondesse,
      risulta evidente come questi si possano
      considerare la risposta di Microsoft
      all'emergere sempre più massiccio di script
      maliziosi in grado di diffondersi e fare
      danni, sfruttando le falle di Windows o di
      software come IIS e Outlook.»

      Di evidente mi sembra ci siano (come al
      solito) due cose:

      1) la volontà da parte di Microsoft di
      supportare adeguatamente i propri prodotti;

      2) i pregiudizi e le opinioni di parte di
      chi si sente "minacciato" da suddetti
      prodotti.

      Riguardo all'insinuazione dell'articolista,
      c'è da rilevare che i controlli effettuati
      dal tool in oggetto (provare per credere)
      non sono certo limitati agli ambiti affetti
      dai worm, ma spaziano sull'intero sistema
      operativo. Quindi, l'illazione è palesemente
      disinformante e scorretta.

      Saluti,
      @ngelIl fato è che windows nt/2001-2001-2002ecc.... è molto semplice da configurare da culo,per configurarlo molto bene devi bestemmiare come meunix è duro da configurare,ma quando hai finito è messo tutto benecerto ci sono sempre gli admin cretini(su tutti gli os) ma su win ce ne sono moooooooooolti di +,e secondo me questa è l'ennesima prova di prigrizia dei sysadm
  • Anonimo scrive:
    Ma funziona solo con le versioni en-usa?
    io l'ho provato su un sistema con W2000 server Ita e mi sembra che non funzioni. In particolare il DB XML che consulta fa riferimento a una versione en-usa. E infatti continua a darmi come NOT FOUND le patch anche se sono installate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma funziona solo con le versioni en-usa?
      idem per me. o meglio.. io ho installato SP2 e Cumulative Patch e, da quanto ho letto, dovrei essere "coperto" fino al 17 Agosto, mi pare.. invece mi da come not found tutte le patch per win2000. Anche a qualcun'altro risulta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma funziona solo con le versioni en-usa?
        Anche io ho installato la cumulative ma poi mi dice che devo installarla... x!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma funziona solo con le versioni en-usa?
          Che versione di W2K avete installato? Ita o Eng?Io con quella in Inglese ho dovuto installare altri 7 HotFixes.....dal nome dei file sono tutti pre-ServicePack_3....mi e' suonato un po' strano ma dopo ho riprovato e mi ha detto che tutto era sistemato.Se avete problemi puo' essere che la versione localizzata di Windows non e' ancora completamente funzionante.- Scritto da: Sarpico
          Anche io ho installato la cumulative ma poi
          mi dice che devo installarla... x!
  • Anonimo scrive:
    Chi trova il bug, nello scovabug?
    Ho provato questo barbatrucco della ms su un server che ho su internet, quindi teoricamente assicurato bene. Al momento di pubblicare i risultati si è inchiodato e si inchioda ogni volta che lo lancio..Ah, la cara e buona mamma microsoft, non cambierà mai!
  • Anonimo scrive:
    Chissà perchè non rilasciano una patch per i CLSID
    E' dai tempi del Windowz 95 che i CLSID sono una minaccia per gli utenti che non sanno."Grazie" ai CLSID si può nascondere la vera estensione del file.Se volete saperne di più potete leggere questa pagina:http://www.lcdn.it/clsid.shtml
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà perchè non rilasciano una patch per i CLSID
      - Scritto da: GT
      E' dai tempi del Windowz 95 che i CLSID sono
      una minaccia per gli utenti che non sanno.

      "Grazie" ai CLSID si può nascondere la vera
      estensione del file.

      Se volete saperne di più potete leggere
      questa pagina:

      http://www.lcdn.it/clsid.shtmlDaccordissimo!!!!!!!!!!!!!!!!! chissà!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà perchè non rilasciano una patch per i CLSID
      - Scritto da: GT
      E' dai tempi del Windowz 95 che i CLSID sono
      una minaccia per gli utenti che non sanno.

      "Grazie" ai CLSID si può nascondere la vera
      estensione del file.

      Se volete saperne di più potete leggere
      questa pagina:

      http://www.lcdn.it/clsid.shtmlDaccordissimo!!!!!!!!!!!!!!!!! chissà!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Domanda ingenua
    Ho provato l'MPSA ma mi dice che devo installare un controllo Active X.Non so bene cosa sia e ne ho sempre sentito parlare male o con scetticismo.Chi mi da' una dritta?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda ingenua
      ActiveX e' una tecnologia inventata da Microsoft per creare dei "componenti" aperti integrabili in una qualsiasi applicazione.Mi sembra di capire che questo programma analizza il sistema in locale e "suggerisce (?!?!?)" eventuali operazioni da fare per renderlo piu' sicuro.Evidentemente, si colleghera' anche ad un server remoto per verificare se ci sono patch da applicare al sistema.Concludendo, se vuoi usare questo programmino non ti puoi sottrarre dall' installazione di tutti gli ActiveX necessari al suo funzionamento ...... altrimenti non lo usi e ti occupi in prima persona della sicurezza del tuo sistema , mantenendo aggiornato il tuo antivirus e, magari, installando un mini-firewall gratuito ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda ingenua
        - Scritto da: GNU
        Mi sembra di capire che questo programma
        analizza il sistema in locale e "suggerisce
        (?!?!?)" eventuali operazioni da fare per
        renderlo piu' sicuro.Si, funziona via web. Scarica 2 activex e poi parte con 70 test sulle password, alla fine apre nella pagina web una tabella con il riassunto di quanto trovato, nel mio caso che l'Administrator non ha password (avevo bisogno di un tool che me lo dicesse ..), però sembra entusiasta del fatto che non ho installato l'office, uso NTFS e l'Audit, non uso l'Autologon e che i servizi hanno un "Proper account security".Insomma questo tool è per quegli utenti che si improvvisano sysadmin e dimenticano buchi evidenti nel sistema, nulla di più.
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda ingenua
          - Scritto da: Amon
          Insomma questo tool è per quegli utenti che
          si improvvisano sysadmin e dimenticano buchi
          evidenti nel sistema, nulla di più.Secondo me, questo tool è per quegli utenti che NON SONO SYSADMIN e NON HANNO DIMENTICATO BUCHI EVIDENTI DA NESSUNA PARTE, ma che vogliono il loro sistema aggiornato e, per quanto possibile, sicuro.Saluti,@ngel
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda ingenua
            Si ma proca miseria lasciare le password vuote mi sembra proprio cattiva abitudine....Non voglio difendere nessuno ma credo che non stabilire una password per l'amministratore della macchina e non cambiare la password per l'account del Guest e' da incoscenti.Almeno secondo il mio punto di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda ingenua
            Gli ActiveX non sono niente di tragico, solo dei file (certificati da Microsoft, quindi - per quanto possibile, è ovvio - sicuri) che consentono al browser l'accesso a certe funzionalità del sistema. Anche il servizio di Windows Update, per funzionare, deve scaricare un controllo ActiveX sul pc. Ad ogni modo, terminata la scansione, si possono sempre rimuovere (si trovano nella cartella c:\winnt\downloaded program files, basta far clic col tasto destro sul file e scegliere Disinstalla).P.S.: incosciente si scrive con la "i"!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda ingenua
            - Scritto da: @ngel
            Secondo me, questo tool è per quegli utenti
            che NON SONO SYSADMINEsatto non sysadmin, ma che si improvvisano sysadmin :)
            DIMENTICATO BUCHI EVIDENTI DA NESSUNA PARTE,
            ma che vogliono il loro sistema aggiornato
            e, per quanto possibile, sicuro.Centrato, è proprio quello che intendo con improvvisatori. Utenti che cercano di ottenere il loro sistema aggiornato e per quanto possibile sicuro, ma non essendo del settore, lasciano il PC come un colabrodo.Non te la prendere, questo è il target medio dei sistemi MS, insomma quando si copre il 90% dell'utenza mondiale, non si può pretendere che questa sia specializzata.
Chiudi i commenti