Paolucci: Microsoft con i disabili

Il vicepresidente di Microsoft Corp. attacca: le nostre tecnologie sono di supporto ai disabili e molti dipendenti Microsoft sono portatori di handicap


Roma – Per rispondere ad alcune polemiche, il vicepresidente di Microsoft Corporation Umberto Paolucci ha ieri difeso le politiche dell’azienda in tema di sostegno alle disabilità.

Microsoft, ha spiegato Paolucci, dimostra da sempre attenzione verso i portatori di handicap e sono molti i disabili impiegati dall’azienda, “che sono una grande risorsa perché hanno sensibilità e attenzioni diverse rispetto alle persone normodotate e arricchiscono con il loro lavoro i nostri team”.

Paolucci ha anche voluto dare una stoccata a Red Hat, dalla quale provenivano alcune delle critiche, sottolineando la qualità di alcuni prodotti Microsoft come il sintetizzatore vocale per l’accesso alle tecnologie da parte dei non vedenti. “Quello di Red Hat basato su Linux – ha sostenuto – sarà anche gratis ma non può essere paragonato allo screen reader perché non è altrettanto raffinato”.

Secondo Paolucci “non è vero che Microsoft abbia creato barriere nei confronti dei disabili. La nostra azienda, al contrario, si preoccupa di mettere le sue tecnologie a disposizione di tutti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Attenti a Google
    Oggi e' uno spettacolo, ma domani con tutti gli acquisti che sta facendo sara' una piovra, con tante braccia e un cervello solo. Mi vengono i brividi
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenti a Google
      - Scritto da: Anonimo
      Oggi e' uno spettacolo, ma domani con tutti
      gli acquisti che sta facendo sara' una
      piovra, con tante braccia e un cervello
      solo. Mi vengono i brividiBuona questamettiti una coperta
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenti a Google
      una piovra è proprio quello che un motore di ricerca dev'essere
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenti a Google
      Non c'è niente da scherzare!Google è candidato per diventare il Big Brother of the Year 2003http://www.privacyinternational.org/bigbrother/us2003/La politica della gestione dei dati che google raccoglie non è perniente chiara:i cookie che google lascia sui pc degli utente scadranno non prima del 2038.Alcuni programmatori di Google collaborano strettamente con la National Security Agency, Google è oggi una delle società al mondo più spinte nel Data Mining.Fate un pò voi....Giorgetto
  • Anonimo scrive:
    Re: "Ouverture", non "Overtoure"
    Né l'uno né l'altro...si chiama "Overture", che è un gioco di parole("over" + "ouverture")www.overture.comDrake
Chiudi i commenti