Partiti i PC scontati per studenti

Un accordo del Governo con le banche e con la rete di distribuzione consente agli studenti italiani di acquistare un personal computer a tasso zero in 24 rate da 60mila lire. WindowsME il sistema operativo

Roma – Per una catena di distribuzione di computer e accessori italiana si tratta probabilmente del “colpo gobbo” più importante finora realizzato, e per molti studenti potrebbe rivelarsi la via all’acquisto di un personal computer. Da poche ore, infatti, è partito il progetto PC per gli studenti , un progettone che consente agli studenti che nell’anno scolastico 2000-2001 si sono iscritti al primo anno di scuola superiore, di acquistare un personal computer a condizioni agevolate.

Per accedere al progetto, gli studenti devono farsi consegnare dalla scuola il certificato di iscrizione. Con questo certificato e con un proprio genitore, i ragazzi possono recarsi presso uno dei punti vendita dei distributori convenzionati (come Wellcome, Vobis, Computer Discount ed altri). Il negoziante provvede a rilasciare un “buono d’ordine” per il PC con il quale lo studente può recarsi presso uno degli istituti bancari convenzionati. Presentando il buono e il certificato, allo studente viene assegnato il finanziamento a tasso zero, contestualmente al versamento delle prime due delle 60 rate previste. Ottenuto il finanziamento, è sufficiente tornare dal negoziante per chiedere la consegna del computer prescelto.

Il valore complessivo del PC non può superare 1.440.000 lire (Iva inclusa), importo pari a 24 rate da 60mila lire, che rappresenta la somma decisa come una sorta di “prestito d’onore” dal Governo che assieme all’Associazione banche italiane (ABI) ha dato vita al progetto.

Per il momento sono due le configurazioni che Wellcome “consiglia”.

La prima si base su processore Celeron 667MHz, 128 MB di SDRAM, motherboard Fsb 100 MHZ chipset Intel 810, 10 GB di hard disk, lettore cd 50x, speaker 120 W, microfono, monitor Hansol 15 pollici, modem-fax 56K e WindowsME.

La seconda sfrutta un Athlon AMD 750 MHz con 64 mega di SDRAM, 20 giga di hard disk, lettore cd 50x, modem-fax 56K, speaker 120 W, microfono, monitor Hansol 15 pollici e Windows ME.

Analoghe configurazioni sono offerte da Vobis , Computer Discount e altri distributori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' ora di finirla
    E' inutile che si inventino diavolerie strane per rilanciare le vendite... l'unica cosa che può funzionare è abbassare il prezzo dei cd!Non occorre essere un mago del marketing e non è una cosa nuova... spendere L. 40/50 mila per un CD non è un prezzo ragionevole. Lo sarebbe L. 25/30 forse....
  • Anonimo scrive:
    Ma le vendite non erano in crescita?
    Ma non era stato confermato da fonti ufficiali che, nonostante la fantomatica pirateria online degli MP3, le vendite dei CD non erano affato scese, bensì erano anche aumentate sensibilmente negli ultimi mesi?!?!?!?!Mah...
Chiudi i commenti