PayPal e i micropagamenti social

Annunciato un nuovo servizio che permetterà agli utenti di acquistare beni multimediali con due click. Ma anche denaro virtuale su applicazioni videoludiche come FarmVille

Roma – Un nuovo servizio di micropagamenti, recentemente annunciato da PayPal nel corso di una recente conferenza dedicata ai vari developer . Un servizio che renderà più semplici e immediati gli acquisti di certi beni digitali, in particolare quelli videoludici presenti sulla piattaforma social di Facebook .

Come sottolineato da PayPal, agli utenti basteranno “giusto un paio di click” per acquistare un contenuto multimediale o del denaro virtuale da spendere poi in applicazioni su Facebook, come FarmVille. Il tutto senza dover abbandonare la pagina ufficiale di un publisher di giochi o di news .

L’acquisto sarà dunque immediato, paragonato dalla società specializzata in micropagamenti all’inserimento di un quarto di dollaro per giocare con una slot machine. La quota trattenuta da PayPal sarà pari al 5 per cento , con 5 centesimi di dollaro aggiuntivi per ciascun acquisto al di sotto dei 12 dollari.

Facebook è stata una delle prime società partner dell’iniziativa, insieme al Financial Times e alla piattaforma Justin.tv . PayPal ha inoltre sottolineato come le sue trattenute siano attualmente le più basse dell’intera industria dei contenuti digitali.

Nel corso della conferenza, PayPal ha inoltre presentato alcune novità in campo mobile . Su tutte, l’app PayPal Mobile for iPhone 3.0 , che utilizza la geolocalizzazione per scovare le varie aziende che accettano i suoi micropagamenti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • the_m scrive:
    Sti qua guadagnano tanti di quei $...
    Secondo quanto dichiarato dallo smanettone di turno, ci è voluto un pomeriggio per far funzionare alcuni titoli del Palm Pre su N900.Diciamo che volendo fare test adeguati, avrebbero potuto rendere disponibili con un investimento di qualche giorno-uomo questi titoli anche per Maemo.Questi sviluppatori per piattaforme mobili (es. EA) guadagnano già tanti di quei soldi che non sono neanche interessati un mercato praticamente senza concorrenza stimato in almeno 500.000 unità N900 vendute... Ovvero poche ore di lavoro per centinaia di migliaia di $.Potessi tornare indietro, mollerei lo sviluppo desktop per buttarmi solo sullo sviluppo per mobile (cylon)(cylon)(cylon)
    • Cryon scrive:
      Re: Sti qua guadagnano tanti di quei $...
      - Scritto da: the_m
      Secondo quanto dichiarato dallo smanettone di
      turno, ci è voluto un pomeriggio per far
      funzionare alcuni titoli del Palm Pre su
      N900.
      Diciamo che volendo fare test adeguati, avrebbero
      potuto rendere disponibili con un investimento di
      qualche giorno-uomo questi titoli anche per
      Maemo.

      Questi sviluppatori per piattaforme mobili (es.
      EA) guadagnano già tanti di quei soldi che non
      sono neanche interessati un mercato praticamente
      senza concorrenza stimato in almeno 500.000 unità
      N900 vendute... Ovvero poche ore di lavoro per
      centinaia di migliaia di
      $.

      Potessi tornare indietro, mollerei lo sviluppo
      desktop per buttarmi solo sullo sviluppo per
      mobile
      (cylon)(cylon)(cylon)non credere che siano gli sviluppatori a decidere ed a prendere una valangata di soldi ;)
      • the_m scrive:
        Re: Sti qua guadagnano tanti di quei $...
        - Scritto da: Cryon
        non credere che siano gli sviluppatori a decidere
        ed a prendere una valangata di soldi
        ;)beh il riferimento a EA era inteso "le aziende che sviluppano..." :DComunque anche i singoli sviluppatori che hanno avuto l'occhio lungo es. Rovio (famosi per Angry Birds) e chissà quante altre start-up in 5-6 anni sono diventati milionari (idea)(idea)
Chiudi i commenti