Peacelink: I Media siamo noi

Traduzione in arrivo


Roma – In occasione della Giornata nazionale per un’informazione e una comunicazione di Pace, indetta dalla Tavola della Pace e da altre organizzazioni della società civile per lo scorso 10 marzo, l’associazione PeaceLink, membro del direttivo della Tavola della Pace, “offre al popolo della Pace – come si legge in una nota – un libro gratuito in formato elettronico, che verrà distribuito sul sito web dell’associazione a partire dal 20 marzo prossimo”.

“I Media siamo noi” , traduzione italiana del libro “We The Media” , pubblicato dalle edizioni O’Reilly, verrà rilasciato con la stessa licenza di libero utilizzo “Creative Commons” utilizzata per l’originale inglese, e sarà quindi liberamente scaricabile e riproducibile via internet.

“I giornalisti dal basso – si legge nella presentazione del libro – stanno smantellando il monopolio dei grandi media sulle informazioni, trasformandolo da una lezione ad una conversazione. Non contenti di accettare le notizie così come vengono riferite, questi lettori-reporter pubblicano le loro notizie in tempo reale ad un’audience planetaria attraverso Internet. L’impatto del loro lavoro sta iniziando solo ora ad essere percepito dai giornalisti tradizionali e dai produttori di notizie. In “We The Media” l’editorialista Dan Gillmor racconta la storia di questo fenomeno emergente, e fa luce su questo grande cambiamento nel modo in cui produciamo e consumiamo le notizie”.

Il lavoro di traduzione è stato svolto in modo del tutto volontario da un gruppo di traduttori di Peacelink.

Peacelink è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Per chi lavora e/o possiede interessi in società
    di servizi internet via satellite: smettetela per
    favore di dire che il satellitare risolve il
    digital divide, siete ridicoli.Questa è una fesseria che io potrei ritorcere su chi lavora nel campo delle antennine o della posa e costruzione di fibre oppure addirittura accusare qualcuno di voler lasciare le cose come stanno perchè lavora per la Telecom nazionale.IO COMUNQUE NON LAVORO PER NESSUNA SOCIETà CHE PRODUCE SATELLITI O FORNOISCE SOLUZIONI INTERNET SATELLITARE.HO ESPRESSO SOLO UNA MIA OPINIONE e se rileggi bene quello che ho detto, a me andrebbe bene anche il pallone aerostatico o le antennine del Wimax se queste s'installassero immediatamente o quasi, dappertutto e non per gradi successivi e su tempi lunghi ricreando un'altra forma di digital divide.Se tu metti in dubbio la mia buona fede io posso fare altrettanto.Quindi atteniamoci all'argomento della discussione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !
    - Scritto da: Anonimo

    Io so che la tecnologia del sat bidirezionale

    esiste, con tutti i suoi problemi che ho

    compreso, ma a me sembra la migliore per
    arrivare

    dappertutto.

    Non mi risulta che i cavi elettrici siano il

    meglio, ma se tu potessi darmi alcuni link

    affidabili te ne sarei grato.

    Sulla Cina non credo che la dittatura di quel

    paese consenta verifiche serie.

    Che poi un Paese, bellissimo, ma non certo al
    top

    della tecnologia informatica coma la Grecia sia

    così avanti rispetto aglia altri in Europa sul

    digital divide mi trona nuova.

    Dammi dei link, comunque.

    Ma il tuo problema è che per te risoluzione del
    digital divide = satellite. Noi digital divisi
    NON VOGLIAMO IL SATELLITE, E' COSTOSO ( SPECIE IL
    BIDIREZIONALE ) E PRESTAZIONALMENTE INFERIORE
    ALL'ADSL VIA FIBRA.
    E' CHIARO?
    Comunque per i " link " esiste google.E' chiaro per te, non per me. E io ho parlato di ricerca sul satellite per quanto riguarda le prestazioni. Leggi bene.Non lo vuoi tu, forse. E i prezzi si abbassano con la diffusione su larga scala.
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    - Scritto da: Anonimo


    Anche non votando certifichi lo status quo.

    Non è vero, perchè non partecipo alla formazione
    del corpus istituzionale ( maggioranza e
    opposizione ) che determina lo status quo.

    Non partecipi, ma accetti passivamente quello che altri decidono per te. In pratica dici "va bene quello che scegliete voi". Votare o no non cambia: il corpo istituzionale verrà formato, con o senza il tuo contributo diretto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due

    Anche non votando certifichi lo status quo.Non è vero, perchè non partecipo alla formazione del corpus istituzionale ( maggioranza e opposizione ) che determina lo status quo.
  • Anonimo scrive:
    LIBERO ADSL 4 MEGA
    Sono un utente di libero ADSL 4 mega, le prestazioni sono quelle di una 56 k, vorrei cambiare operatore ma devo aspettare la scadenza del contratto di un anno.Questi contratti sono troppo a favore degli operatori e le tutele pr il cliente sono minime...è come rimbalzare contro un muro di gomma...CHI TUTELA IL CLIENTE DA QUESTI CONTRATTI CAPESTRO E PUBBLICITA' INGANNEVOLI???
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERO ADSL 4 MEGA
      CARISSIMI POSEGGO TUTTOINCLUSO DI LIBERO E DEVO DIRE CHE VA ALLA GRANDE, MOLTI FORSE NON SANNO CHE IN RETE NON SI PUO' ANDARE SEMPRE A 400 KBPS SE SI ESEGUE IL TEST DA LIBERO SI NOTA UNA MEDIA DI 3200 KBPS RISPETTO I 4000, VI POSSO GARANTIRE CHE NEI SITI GIUSTI ES. WWW.ARCOIRIS.TV CHE SI OCCUPA DI TV VI SONO DEI OTTIMI FILMATI DA SCARICARE E NON PICCOLI E VI GARANTISCO CHE UN FILMATO MPG DA 1,2 GIGA CI HO MESSO 36 MINUTI HO ESEGUITO LA FOTO SUL MONITOR E VI GARANTISCO CHE VIAGGIAVO OLTRE I 4 MEGA PRECISAMENTE 4920 KBPS.QUINDI SIGNIFICA CHE INDIPENDENTEMENTE DALLA RETE E DAL SITO E PROVAIDER LA VELOCITA CAMBIA , MA SE SI SCSRICA NEI SITI GIUSTI SI SFRUTTA A PIENO LA POTENZIALITA DEL CONTRATTO.PROVATE E VEDETE CHE MOLTI CI RIPENSANO NEI CONFRONTI DI LIBERO, SENZA CONTARE LO STATO DELL'IMPIANTO CHE ABBIAMO IN CASA, MOLTI DI VOI SONO CASALIGHI FAI DA TE E QUINDI SPESSO E VOLENTIERI SI CIMENTANO NELL'ESEGUIRE DEVIAZIONI DEL TELEFONO, O COORDLESS NON SCHERMATI BENE O COMBINATORI DI ALLARME SULLA LINEA PRINCIPALE, SAPPIATE CHE PER FARE I LAVORI IN REGOLA DOVETE MONTARE UNO SPLITTER IN INGRESSO SULLA LINEA DOVE ESTRAE LA LINEA MODEM E SEPARA QUELLA DEL TELEFONO, MOLTI DICONO MA IO GIA METTO IL FILTRO SULLA PRESA DEL TELEFONO, NON BASTA ANCHE PERCHE E UN FILTRO MOLTO STUPIDO CHE APPARENTEMENTE FUNZIONA MA IN MANIERA ECONOMICA IL FILTRO CHE HO MENZIONATO PRIMA LO INSTALLA LA TELECOM E DELLA ALCATELL E COSTA BEN 100 EURO E UNA CENTRALINA VERA E PROPRIA.LIBERO NON DICE QUESTO PERCHE DOVREBBE FARSI CARICO A SPESE SUE PER OGNI CLIENTE CHE STIPULA UN CONTRATTO, MA SE VOI LO ESIGETE ESEMPIO DICENDO CHE AVETE UN COMBINATORE DI ALLARME LIBERO VE LO INSTALLA A SPESE SUE.CREDETEMI QUESTE COSE LE HO SCOPERTE SOLO INFORMANDOMI BENE.
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    - Scritto da: Anonimo


    Semmai è vero il contrario: bisogna forzarsi di

    fare una scelta (una qualunque, non sono certo

    qui a fare propaganda) ma starsene a casa è la

    scelta peggiore.

    Quando votare chiunque equivale a certificare lo
    status quo, meglio l'ASTENSIONE.Anche non votando certifichi lo status quo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    Per chi lavora e/o possiede interessi in società di servizi internet via satellite: smettetela per favore di dire che il satellitare risolve il digital divide, siete ridicoli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due

    Semmai è vero il contrario: bisogna forzarsi di
    fare una scelta (una qualunque, non sono certo
    qui a fare propaganda) ma starsene a casa è la
    scelta peggiore.Quando votare chiunque equivale a certificare lo status quo, meglio l'ASTENSIONE.
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !

    Io so che la tecnologia del sat bidirezionale
    esiste, con tutti i suoi problemi che ho
    compreso, ma a me sembra la migliore per arrivare
    dappertutto.
    Non mi risulta che i cavi elettrici siano il
    meglio, ma se tu potessi darmi alcuni link
    affidabili te ne sarei grato.
    Sulla Cina non credo che la dittatura di quel
    paese consenta verifiche serie.
    Che poi un Paese, bellissimo, ma non certo al top
    della tecnologia informatica coma la Grecia sia
    così avanti rispetto aglia altri in Europa sul
    digital divide mi trona nuova.
    Dammi dei link, comunque.Ma il tuo problema è che per te risoluzione del digital divide = satellite. Noi digital divisi NON VOGLIAMO IL SATELLITE, E' COSTOSO ( SPECIE IL BIDIREZIONALE ) E PRESTAZIONALMENTE INFERIORE ALL'ADSL VIA FIBRA.E' CHIARO?Comunque per i " link " esiste google.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo

    Ma tu scherzi? lanciare un satellite all'anno?
    per i digital divisi? IN ITALIA?Direi digital divisi d?Europa, anche perchè son sicuro che L'italia non farà mai niente da sola e tra l'altro i satelliti son costosi per cui un intervento Europeo sarebbe migliore.Ma comunque ancora una cosa.Senti, Internet non è semplice da usare come un telefonino e se le cifre sulla bassa propensione degli italiani ad andare on line sono vere, magari anche perchè i costi sono alti, puoi capire come sia importantissimo per chi ama Internet e ne auspica lo sviluppo che il Digital divide sia eliminato radicalmente e a breve termine e soprattutto non solo temporaneamente. Io non vedo altra soluzione che il satellite per fare questo con le opportune ricerche nel settore.Ti basti pensare a come col satellite si è risolto il problema della mancanza di copertutra dei ripetitori Tv terrestri del passato nelle zone d'ombra. Ti basti pensare a quanto ha impiegato la telefonia cellulare ad arrivare ad una copertura quasi totale, ma son sicuro che ancora non lo è al 100%, in Italia e il nostro Paese è uno dei Paesi Europei, se non il primo, a più alta densità di cellulari per abitante.Io tiro semplicemte le somme sulla base di queste storie.Che il satellite possa coprire il 100% del territorio più facilmente di altre tecnologie e chi vorrà Internet a banda larga non avrà grossi problemi, salvo che pagarsi l'abbonamento, è un fatto chiarissimo per me.Così come è chiaro per me che i singoli Provider Internet col Wimax o wifi, il wireless con le antenninine per intenderci, faranno molto peggio del satellite e anche molto peggio dei provider di telefonia cellulare (l'ho detto sopra: Internet non è così semplice da usare come un telefonino) nell'arrivare ad una copertura al 100%.Perciò, se Internet non è facile da usare e comunque per quanto si faccia non riuscirà a svilupparsi comunque al ritmo della Tv o della telfonia cellulare, se ci si ostina a percorrere strade che non implicano il satellite il Digital Divide rimarrà perenne.
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !
    - Scritto da: Anonimo

    I direi basta con il digital divide.

    Se poi tu hai una fabbrica di posatori di fibra

    che lavorano a bassissimmo costo e disponibili a

    portarla dapperttutto ne riparliamo.

    Ma scusa dove nel mondo hanno risolto il digital
    divide col satellite? in Cina usano la rete
    elettrica, in Grecia il wireless...Io so che la tecnologia del sat bidirezionale esiste, con tutti i suoi problemi che ho compreso, ma a me sembra la migliore per arrivare dappertutto.Non mi risulta che i cavi elettrici siano il meglio, ma se tu potessi darmi alcuni link affidabili te ne sarei grato.Sulla Cina non credo che la dittatura di quel paese consenta verifiche serie.Che poi un Paese, bellissimo, ma non certo al top della tecnologia informatica coma la Grecia sia così avanti rispetto aglia altri in Europa sul digital divide mi trona nuova.Dammi dei link, comunque.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo

    Ma tu scherzi? lanciare un satellite all'anno?
    per i digital divisi? IN ITALIA?Ho detto: "se necessario", mica lanciarli tando per divertimento.Guardati comunque i siti di Astra e Eutelsat e vedi quanti hanno in programma di lanciarne: per la Tv e la radio.Come se il futuro in Europa fosse solo la Tv e la radio , mentre Internet dovrebbe esser relegata in una posizione da cenerentola. E' ovvio che se i governi europei investissere nel satellite bidirezionale ( e questo già sappiamo che è possibile) i relativi problemi (la famosa latenza) si potrebbero risolvere.Ma quello che ostinatamente si rifiuta a priori è l'utilizzo del satellite. Ed è questo che altrettanto ostinatamente mi porta ad insitere, anche su questo Forum.Il satellite ha dei vantaggi enormi rispetto ad altre tecniche e primo fra tutti che copre il 100% del territorio d'interesse in un colpo solo, senza attese di copertura parziale con antennine o peggio ancora con un (improbabile) aggiornamento delle centrali telecom.O pensate che fastweb arrivi davvero fra 10 anni ( e sono ottimista) a coprire con la sua fibra indipendente da telecom il 100% dell'Italia?Ma voi pensate davvero che le antennine del wifi risolveranno il Digital divide?I provider che le installeranno vorranno precise garnazie di ritorno degli investimenti che dovranno fare e le vorranno tutti installare dove il ritorno economico è garantito il più rapidamente possibile e rieccoci con il solito problema delle zone d'ombra.Ma perchè nessuno, anche Punto Informatico, non fa un'inchiesta chiedendo tra i produttori satellitari se il problema della latenza è risolvibile oppure no?
  • abbasso scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    - Scritto da: Anonimo

    Ci sono gli amici delgi amici che non lo

    permettono...

    Tu non andare a votare così togliamo forza
    contrattuale a questi amici.Semmai è vero il contrario: bisogna forzarsi di fare una scelta (una qualunque, non sono certo qui a fare propaganda) ma starsene a casa è la scelta peggiore.
  • Anonimo scrive:
    Re: PROTESTA FILTRI ANTI P2P LIBERO ADSL
    Sono dei pagliacci, mi ha risposto direttamente ANTONIO CONVERTI per e-mail, ha detto che sulla rete ULL:"In questo caso, i nostri valori di "oversubscription" sono la meta' della media di mercato e non abbiamo problemi di banda sul backbone."Parole sue, quindi la Libero un ULL non ha problemi, e dichiarano di NON applicare i filtri QoS (cylon), ma la realtà è ben diversa, io sono in TuttoInCulo, ed è da Novembre che la connessione è RIDICOLAE non sono l'unico, andate su P2P Forum a leggere i post della gente... Libero, mi fai SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOO
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due

    Ci sono gli amici delgi amici che non lo
    permettono...Tu non andare a votare così togliamo forza contrattuale a questi amici.
  • Anonimo scrive:
    Re: DATECI LA COPERTURA ADSL !!!!!!!!!!!
    E basta con questo satellite! facciamo così, visto che " risolve il digital divide " tu ci dai la tua adsl ex fibra e ti prendi una bella connessione satellitare a tua scelta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo

    Guarda, se si riuscisse in tempi brevi a portare
    la fibra dappertutto potrebbe anche parzialmente
    andare bene.
    Dico parzialmente perchè poi in tempi
    relativamente brevi verrebbero fuori velocità
    Internet impossibili da fruire con la fibra
    disponibile. E allora si riprirà il problema
    della cablatura di nuovo.
    Cablare significa molto più impegno che non
    lanciare un satellite all'anno, se necessario.
    Col satellite si arriva dapperetutto e in tutta
    Europa e molto più celermente.Ma tu scherzi? lanciare un satellite all'anno? per i digital divisi? IN ITALIA?
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !

    I direi basta con il digital divide.
    Se poi tu hai una fabbrica di posatori di fibra
    che lavorano a bassissimmo costo e disponibili a
    portarla dapperttutto ne riparliamo.Ma scusa dove nel mondo hanno risolto il digital divide col satellite? in Cina usano la rete elettrica, in Grecia il wireless...
  • Anonimo scrive:
    Re: banda in upload!
    non per tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: TPM
    No perche non ti obligano a comprare.puoi scegliere di rinunciare a internet e poi le multinazionale e lo stato sonno d accordo , guarda il digitale terestre.
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !
    - Scritto da: Anonimo


    E questa un'altra delle conseguenze del Digital

    divide la cui rimozione col satellite ( o qulche

    tecnologia simile) di cui ho parlato potrebbe

    eliminare, ma non lo si vuol fare. La

    speculazione immobiliare ha trovato un altro

    strumento per far divenire più ricchi quelli che

    già lo sono e più poveri quelli che poveri o

    sfigati già lo sono!

    E basta con questa storia del satellite, ma che
    hai una fabbrica di satelliti?I direi basta con il digital divide.Se poi tu hai una fabbrica di posatori di fibra che lavorano a bassissimmo costo e disponibili a portarla dapperttutto ne riparliamo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    NON concordo sull'uso del satellite come
    tecnologia.
    Qui il potere politico ( lo stato ) DEVE
    intervenire finanziando la copertura IN FIBRA,
    unitamente alla CEE.
    Mi si risponderà che " non ci sono i soldi ".
    La risposta è sbagliata, poichè questo governo ha
    speso molto per finanziare le nuove attivazioni
    adsl, fregandosene dei digital divisi, al solito
    è questione di volontà politica e non di pecunia
    cessante.Guarda, se si riuscisse in tempi brevi a portare la fibra dappertutto potrebbe anche parzialmente andare bene.Dico parzialmente perchè poi in tempi relativamente brevi verrebbero fuori velocità Internet impossibili da fruire con la fibra disponibile. E allora si riprirà il problema della cablatura di nuovo.Cablare significa molto più impegno che non lanciare un satellite all'anno, se necessario. Col satellite si arriva dapperetutto e in tutta Europa e molto più celermente.
  • abbasso scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    - Scritto da: Anonimo
    Vi prego trovate il modo: se c'e' una soluzione
    per tutto quello che sta succedendo (vedi
    copertura, vedi filtri ecc) e' dividere T in due

    1. infrastrutture

    2. servizi (T servizi acquista da 1 alle stesse
    condizioni di tutti gli altri)


    l'HANNO gia' fatto con BT!!!Ci sono gli amici delgi amici che non lo permettono...
  • Anonimo scrive:
    Re: Le mie proposte
    Ti dimentichi la copertura...
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Non fatevi incantare dalle balle della Telecom:
    gli investimenti necessari per rinnovare del
    tutto le sue obsolete- spesso- centrali non li
    farà mai, altro che portare l'Adsl 2 a tutti!
    Se si accetta l'idea che dare accesso alla banda
    larga in modo paritetico a tutti è un problema
    d'interesse nazionale , ma oramai dobbiamo
    ragionare in termini comunitari (visto che oramai
    molto del tempo dei deputati nazionali nei
    Parlamenti europei è utilizzato nel tradurre-
    adattare alle relative situazioni locali le
    direttive di Bruxelles), la ricerca della
    soluzione andrà fatta a livello Cee.Concordo sulle balle di Telecom, unitamente alla necessità di intervento comunitario urgente e risolutivo.NON concordo sull'uso del satellite come tecnologia.Qui il potere politico ( lo stato ) DEVE intervenire finanziando la copertura IN FIBRA, unitamente alla CEE.Mi si risponderà che " non ci sono i soldi ".La risposta è sbagliata, poichè questo governo ha speso molto per finanziare le nuove attivazioni adsl, fregandosene dei digital divisi, al solito è questione di volontà politica e non di pecunia cessante.
  • Anonimo scrive:
    Proposte di clausole contrattuali
    Credo che se il contratto ADSL contenesse alcune clausole che stimolassero la concorrenza, tanti problemi si potrebbero risolvere. Per esempio:a) L'utente può disdire il contratto in ogni momento in maniera completamente discrezionale;b) La disdetta del contratto da parte dell'utente non comporta alcuna penale, nè alcuna somma per la disattivazione del servizio;c) Il servizio sarà disattivato entro quindici giorni dalla ricezione della disdetta e quindi ogni importo relativo a periodi successivi non sarà più dovuto;d) Nessuna somma è dovuta per l'attivazione del servizio o al massimo esso potrà essere pari ad una mensilità;e) I tempi di prima attivazione del servizio dovranno essere inferiori a quindici giorni; trascorso tale periodo dal momento della richiesta l'utente sarà libero nel richiedere l'attivazione ad un altro fornitore;f) I tempi di attivazione del servizio in caso di subentro di un nuovo fornitore dovranno coincidere con i tempi di disattivazione da parte del precedente fornitore;g) L'utente può richiedere gratuitamente la modifica delle caratteristiche (sia in upgrade che in downgrade) del servizio in ogni momento.Ovviamente ritengo che tale di tipo di clausole non siano facili da ottenere. Esse vogliono essere solo un contributo da sottoporre a chi persegue od intende perseguire gli interessi dei consumatori (associazioni dei consumatori, politici di buonà volontà, fornitori aperti alla concorrenza, opinionisti, etc.).P.S. Tale contributo ha valenza soprattutto per coloro che possono ottenere un servizio ADSL e non per coloro che non sono coperti da tale servizio. Per essi ritengo che la questione sia sostanzialmente di carattere politico. E' la politica che deve trovare i modi e le forme affinchè un servizio così importante, come quello della larga banda, raggiunga ogni cittadino nello stesso modo del servizio di fonia. Per esempio con un obbligo di convenzione con la Telecom.
  • barnum64 scrive:
    Re: PROTESTA FILTRI ANTI P2P LIBERO ADSL
    La migliore, più veloce ed efficace forma di protesta è da sempre il boicottaggio attuato dai consumatori.Cominciamo da subito a non richiedere nuove attivazioni con Libero e a preferire altri providers.Fra poco dovrebbe essere disponibile la procedura di subentro di ADSL di altro operatore.Quando sarà operativa, si potrà passare agevolmente da un operatore all'altro fatto salvo il minimo contrattuale di un anno che quasi tutti gli operatori attuano.Ritengo che un operatore debba essere libero di dimensionare la propria offerta come desidera filtrando quello che vuole per poter introdurre profili competitivi.Altro discorso è quello di vendere qualcosa a qualcuno e in corso di erogazione modificare il profilo contrattuale peggiorando le condizioni. Questo si, è scorretto.==================================Modificato dall'autore il 11/03/2006 9.29.47==================================Modificato dall'autore il 11/03/2006 9.29.59
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !
    - Scritto da: Anonimo
    Saluti con tanta invidia a tutti i fortunati ADSL
    connessi, da un disperato che sta cercando di
    cambiare casa per andare ad abitare dove la linea
    ADSL è presente.
    E questa un'altra delle conseguenze del Digital divide la cui rimozione col satellite ( o qulche tecnologia simile) di cui ho parlato potrebbe eliminare, ma non lo si vuol fare. La speculazione immobiliare ha trovato un altro strumento per far divenire più ricchi quelli che già lo sono e più poveri quelli che poveri o sfigati già lo sono!
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !

      E questa un'altra delle conseguenze del Digital
      divide la cui rimozione col satellite ( o qulche
      tecnologia simile) di cui ho parlato potrebbe
      eliminare, ma non lo si vuol fare. La
      speculazione immobiliare ha trovato un altro
      strumento per far divenire più ricchi quelli che
      già lo sono e più poveri quelli che poveri o
      sfigati già lo sono!E basta con questa storia del satellite, ma che hai una fabbrica di satelliti?
  • Anonimo scrive:
    Re: DATECI LA COPERTURA ADSL !!!!!!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    Solo di questo dovrete parlare!!

    Questo e' il problema in Italia, oggi.

    TUTTI i cittadinihanno dirtto di accedere al
    broadband, non solo quelli di serie A, e' una
    cosa che va riconosciuta come servizio
    universale, BASTA DISCRIMINAZIONI !Sono d'accordo con te. Pe questo ho parlato di uso del satellite. Essitesse un'altra tecnolgia o un filone di ricerca altrattando valido e non discriminante rispetto al satellite per eliminare il Digital divide mi starebbe bene lo stesso, ma per ora non lo vedo.Ma su una cosa ancora vorrei spendere alcune parole.Molte persone "fortunate" oggi coperte da adsl si crogiolano soddifatti sotto il sole della banda larga disponibile per loro e se ne fregano degli altri.Potri farlo anch'io, coperto come sono.Ma non sono così miope da non pensare agli svantaggi di un comportamento del genere.Se la copertuta in banda larga non sarà al 100% non ci sarà nemmeno quella possibile massa di persone che consentiranno lo sviluppo di Internet e di tutti i possibili ed immaginabili servizi che questa può offrire.E quindi non ci saranno nemmeno i vantaggi pieni per coloro che sono così fortunati da essere comunque abbastanza coperti.Per esempio niente banda larga effettiva e tariffe comunque troppo alte e truffaldine: ti prometto 4 mega, ma devi fare un contratto annuale con me. Poi vatti a lamentare se la velocità effettiva è di solo 10 k e magari chi ha una buona connesione in dial-up col vecchio modem 56 k ti supera pure! Intanto ti ho fregato per 1 anno!La tua lamentele sarà comunque quella di un "privilegiato", di un "coperto" da adsl e non troverà ascolto tra gli sfigati. Vatti a lamentare con le associazioni dei consumatori o i politici: ma tu sei comunque coperto e cosa dovrebbero dire quelli che "coperti" non lo sono? In fondo una volta nella tua vita di navigatore internet a banda larga l' avrai pure toccata l'ebbrezza del download almeno a 2 mega o no? E chi questa "straordinaria" esperienza non può che sognarla perchè non coperto?Quindi ti si dirà: stai zitto e accontentati!E' sufficiente questo ai "coperti" d'Italia?
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Tutti i problemi di latenza tipici dei satelliti

    attuali son sicuro che si possano risolvere

    tecnicamente.

    Purtroppo, invece, sono IRRISOLVIBILI. E' un
    fatto di percorso praticamente triplo o quadruplo
    rispetto al cavo, ed essendo la velocita' dei
    campi elettromagnetici finita, non si puo' fare
    nulla: il satellite avra' sempre una latenza
    inaccettabili rispetto al cavo, la cosa e'
    ineliminabile, e' proprio un limite fisico.
    *****************Avresti mai immaginato offerte nelle direzione dell'usodei satellit biderzionali o la stessa esistenza di questa possibilità per Internet solo alcuni anni fa. D'accordo che hanno molti limiti attulamente e sono costosissimi, per questo ho parlato di ricerca in questo settore.
    E poi a livello globale costa molto meno per la
    comunita' investire sul cavo o sul wireless, che
    non sul satellite bidirezionale, specialmente
    sui grandi numei, non c'e' paragone.
    **********************Su quali grandi numeri?Il wireless con le antennine lascerà sicuramente molte zone d'ombra che nessun provider wireless vorrai mai comprire spontaneamente per mancanza di convenienza economica e il segnale, come per la telefonia cellulare, si degraderà con l'aumento della distanza: altra forma di Digital divide.
    Il problema e' dare la copertura a tutti sancendo
    che la copertura e' un servizio universale come
    acqua e luce, fino a che non ci sara' un
    riconoscimento del genere sara' tutto inutile e
    meta' del paese sara' tagliato fuori come e'
    oggi.**********Appunto, è un fatto politico. Ma non si può chiedere alla gente di interessarsi ad un fatto politco senza la nobiltà di offrire una soluzione valida indistintamente per tutti.Nel momento in cui si prospetteranno soluzioni che daranno vantaggi ad alcuni e savantaggi o non gli stessi vantaggi ad altri verrà meno la nobiltà dell'atto politico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Tutte fesserie, a parte la latenza ( e hai detto
    ca**i ) con quello che spenderesti per lanciare
    il satellite oppure affittare tutti i transponder
    in due anni si porterebbe la fibra pure ai cervi
    selvatici nei boschi!
    La verità è che la telecom questi benedetti soldi
    NON LI VUOLE SPENDERE, perchè spende miliardi in
    pubblicità e servizi nel comparto dei cellulari e
    per fare concorrenza all'estero, del digital
    divide SE NE FREGANO.Hai mai sentito parlare di "ricerca e sviluppo"? Io ho parlato di un satellite dedicato ad internet auspicabilmente finanziato in ricerca e messa in funzione dalla comunità europea. Sono abbastanza "italiano" per sapere che il nostro Paese da solo non lo farà mai. Del resto basta solo ricordare con quanto ritardo abbiamo adottato la Tv a colori in Italia rispetto agli altri Paesi occidentali.Il cavo scordatelo, almeno per un momento, e concentrati su come portare banda a tutti indistintamente. Come fare senza satellite?Tutte le soluzione alternative che si stanno tentando fino ad ora risptto al cavo (la più interessante mi sembra quella wireless coi palloni aerostatici) hanno sempre il limite che il segnale si degrada con l'aumenetare della distanza dalla sorgente del segnale stesso. Questa è un'altra forma di digital Divide, ma sempre Divide è!Non fatevi incantare dalle balle della Telecom: gli investimenti necessari per rinnovare del tutto le sue obsolete- spesso- centrali non li farà mai, altro che portare l'Adsl 2 a tutti!Se si accetta l'idea che dare accesso alla banda larga in modo paritetico a tutti è un problema d'interesse nazionale , ma oramai dobbiamo ragionare in termini comunitari (visto che oramai molto del tempo dei deputati nazionali nei Parlamenti europei è utilizzato nel tradurre- adattare alle relative situazioni locali le direttive di Bruxelles), la ricerca della soluzione andrà fatta a livello Cee.
  • Harlock75 scrive:
    Le mie proposte
    1 - Riscrittura a livello nazionale dei contratti ADSL:I contratti attuali tutelano per il 90% il provider e quasi mai l'utente.2 - Bisogna far sì che gli ISP non si possano nascondere dietro al fatto che la velocità massima di DL/UL non è garantita, per poi rispettare solo l'MCR, che spesso è misero (ad esempio nel mio caso 20kbps su una ADSL 1280/256).Quindi, la Banda Minima Garantita non deve essere la scusa per vendere false ADSL truffando i clienti.3 - Bisogna fare in modo che un ISP non possa economizzare a discapito dell'utente non comprando banda quando questa è necessaria per sovraffollamento dei lotti nazionali. Questo per impedire gravi cali di banda che portano poi all'applicazione di limitazioni di applicazioni come file sharing.Se un ISP vende una ADSL 1280/256 è vero che non deve andare sempre al massimo, ma da qui ad andare permanentemente a 56k ce ne passa.Questa è truffa legalizzata.Fin quando non si risolvono prima queste situazioni gli ISP faranno sempre quello che vogliono e gli utenti non potranno mai avere ragione: poi dopo viene l'aumento della banda in UL e compagnìa bella.Quindi, gli ISP devono essere obbligati a garantire un servizio come dichiarato da contratto, altrimenti l'utente deve essere RISARCITO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le mie proposte
      - Scritto da: Harlock75
      1 - Riscrittura a livello nazionale dei contratti
      ADSL:
      I contratti attuali tutelano per il 90% il
      provider e quasi mai l'utente.
      2 - Bisogna far sì che gli ISP non si possano
      nascondere dietro al fatto che la velocità
      massima di DL/UL non è garantita, per poi
      rispettare solo l'MCR, che spesso è misero (ad
      esempio nel mio caso 20kbps su una ADSL
      1280/256).
      Quindi, la Banda Minima Garantita non deve essere
      la scusa per vendere false ADSL truffando i
      clienti.
      3 - Bisogna fare in modo che un ISP non possa
      economizzare a discapito dell'utente non
      comprando banda quando questa è necessaria per
      sovraffollamento dei lotti nazionali. Questo per
      impedire gravi cali di banda che portano poi
      all'applicazione di limitazioni di applicazioni
      come file sharing.
      Se un ISP vende una ADSL 1280/256 è vero che non
      deve andare sempre al massimo, ma da qui ad
      andare permanentemente a 56k ce ne passa.
      Questa è truffa legalizzata.

      Fin quando non si risolvono prima queste
      situazioni gli ISP faranno sempre quello che
      vogliono e gli utenti non potranno mai avere
      ragione: poi dopo viene l'aumento della banda in
      UL e compagnìa bella.
      Quindi, gli ISP devono essere obbligati a
      garantire un servizio come dichiarato da
      contratto, altrimenti l'utente deve essere
      RISARCITO.Non c'è la massa critica di persone per fare queste cose. Ed è una delle conseguenze del Digital Divide.L'ho scritto altrove su questo forum.Per questo ho parlato di uso del satellite. Essitesse un'altra tecnolgia o un filone di ricerca altrattando valido e non discriminante rispetto al satellite per eliminare il Digital divide mi starebbe bene lo stesso, ma per ora non lo vedo.Ma su una cosa ancora vorrei spendere alcune parole.Molte persone "fortunate" oggi coperte da adsl si crogiolano soddifatti sotto il sole della banda larga disponibile per loro e se ne fregano degli altri.Potri farlo anch'io, coperto come sono.Ma non sono così miope da non pensare agli svantaggi di un comportamento del genere.Se la copertuta in banda larga non sarà al 100% non ci sarà nemmeno quella possibile massa di persone che consentiranno lo sviluppo di Internet e di tutti i possibili ed immaginabili servizi che questa può offrire.E quindi non ci saranno nemmeno i vantaggi pieni per coloro che sono così fortunati da essere comunque abbastanza coperti.Ninete banda larga effettiva e tariffe comunque troppo alte e truffaldine: ti prometto 4 mega, ma devi fare un contratto annuale con me. Poi vatti a lamentare se la velocità effettiva è di solo 10 k e magari chi ha una buona connesione in dial-up col vecchio modem 56 k ti supera pure! Intanto ti ho fregato per 1 anno!la tua lamentele sarà comunque quella di un "privilegiato", di un "coperto" da adsl e non troverà ascolto tra gli sfigati. Vatti a lamentare con le associazioni dei consumatori o i politici: ma tu sei comunque coperto e cosa dovrebbero dire quelli che "coperti" non lo sono? In fondo una volta nella tua vita di navigatore internet a banda larga l' avrai pure toccata l'ebbrezza del download almeno a 2 mega o no? E chi questa "straordinaria" esperienza non può che sognarla perchè non coperto?Quindi ti si dirà: stai zitto e accontentati!E' sufficiente questo ai "coperti" d'Italia?
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente proclami, C O P E R T U R A !
    - Scritto da: Anonimo
    Basta con le promesse dell'incombente rilasciate
    ad hoc per evitare ulteriori cali delle azioni,
    VOGLIAMO LA COPERTURA ADSL PER TUTTI, NEL 2 0 0 6
    !!!VOGLIO URLAREEEEE COSI' FORSE I RESPONSABILI DI QUESTA SITUAZIONE MI SENTONO MEGLIO.NON HANNO CAPITO CHE AUMENTANDO LA BANDA DI CONNESSIONE NELLE ZONE DOVE L'ADSL E' GIA PRESENTE PORTANDOLA A 4 POI 8 POI 15 POI 20 ADDIRITTURA A 50Mbps, NON FANNO CHE AUMENTARE IL DIGITAL DIVIDE RISPETTO AI POVERACCI COME ME CHE ANCORA CAMMINANO LENTAMENTE A 0,048Mbps (48Kbps).Saluti con tanta invidia a tutti i fortunati ADSL connessi, da un disperato che sta cercando di cambiare casa per andare ad abitare dove la linea ADSL è presente.Freddy.
  • Harlock75 scrive:
    Re: PROTESTA FILTRI ANTI P2P LIBERO ADSL
    Il problema dei filtri nasce dal fatto che l'ISP non ha banda sufficiente perchè vuole economizzare a scapito degli utenti e allora affolla i lotti.Così facendo le applicazioni p2p, che consumano molta banda, diventano vere e proprie "killer application" per loro, e da qui l'applicazione dei filtri.Bisogna battersi per impedire che si verifichino situazioni del genere e allora vedrai che i filtri nessuno li mette più.
  • Anonimo scrive:
    PROTESTA FILTRI ANTI P2P LIBERO ADSL
    Vi prego di aiutarci a risolvere il problema riguardante i filtri anti p2p o come lo chiamano loro QoS.la cosa che mi fa arrabbiare sono le dichiarazioni rilasciate, a Punto Informatico, dai responsabili di libero:"Da qualche giorno abbiamo attivato un engine che, in caso di traffico elevato, dà priorità a quello più prezioso per l'utenza residenziale: navigazione, posta, VoIP (...) a scapito del resto, per esempio del peer to peer. Però non credo che gli utenti possano protestare se, per un'ora al giorno, non riescono a scaricare gli MP3. Dopotutto, il regno del peer to peer è la notte, quando la banda è libera"Tutto falso!!!1) Questo engine(come lo chiamano loro) è stato attivato da Novembre; e non da qualche giorno!!2) L'engine è attivo 24h al giorno; e non un'ora come dichiarato da loro! Io sto connesso dalla mattina alla sera e non ho mai visto migliorare la situazione in nessun orario, neanche verso le 4 di notte.3) Chi dice a loro cosa ha maggiore priorità rispetto ad un'altra!? Io utilizzo l'adsl soprattutto per scaricare documenti, dai programmi p2p, per me di estrema importanza, che non si trovano facilmente su internet, considerando che vado all'università.4) Io ho un contratto 4 mega, cosa me ne faccio considerando che per aprire le paginette di internet può bastare una 56K? Non posso neppure passare alla "Mini", che è disponibile solo per i nuovi "utonti" che si fanno abbindolare.5) Se mi azzardo ad aprire un programma p2p, non solo non riesco a scaricare niente, ma la connessione sul Web è resa impossibile.Io con la Libero ho chiuso definitivamente i rapporti, ho inviato la mia disdetta, e a scadenza del contratto mi attiverò con un ISP serio che tutela i suoi clienti.Spero che prendiate in considerazione il mio commento per migliorare questa situazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Come ho detto più volte, solo il lancio di un
    satellite bidirezionale dedicato ad internet,
    soprattutto se frutto di un'impresa coordinata a
    livello di Comunità europea, potrà dare una vera
    svolta alla diffusione di internet a banda larga
    e alla eliminizazione totale del Digital divide.
    Tutti i problemi di latenza tipici dei satelliti
    attuali son sicuro che si possano risolvere
    tecnicamente.Tutte fesserie, a parte la latenza ( e hai detto ca**i ) con quello che spenderesti per lanciare il satellite oppure affittare tutti i transponder in due anni si porterebbe la fibra pure ai cervi selvatici nei boschi!La verità è che la telecom questi benedetti soldi NON LI VUOLE SPENDERE, perchè spende miliardi in pubblicità e servizi nel comparto dei cellulari e per fare concorrenza all'estero, del digital divide SE NE FREGANO.
  • Anonimo scrive:
    Niente proclami, C O P E R T U R A !!!
    Basta con le promesse dell'incombente rilasciate ad hoc per evitare ulteriori cali delle azioni, VOGLIAMO LA COPERTURA ADSL PER TUTTI, NEL 2 0 0 6 !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    - Scritto da: Anonimo
    Vi prego trovate il modo: se c'e' una soluzione
    per tutto quello che sta succedendo (vedi
    copertura, vedi filtri ecc) e' dividere T in due

    1. infrastrutture

    2. servizi (T servizi acquista da 1 alle stesse
    condizioni di tutti gli altri)


    l'HANNO gia' fatto con BT!!!Secondo me l'unica soluzione è ridare la telecom allo stato. Prima i servizi c'erano per tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: DATECI LA COPERTURA ADSL !!!!!!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    Solo di questo dovrete parlare!!

    Questo e' il problema in Italia, oggi.

    TUTTI i cittadinihanno dirtto di accedere al
    broadband, non solo quelli di serie A, e' una
    cosa che va riconosciuta come servizio
    universale, BASTA DISCRIMINAZIONI !Sante parole, però noi discriminati secondo me non dobbiamo fare solo la figura dei parolai e basta.BISOGNA PROTESTARE DEMOCRATICAMENTE.Non diamo i soldi della fonia all'incombente, nemmeno quelli della flat 56k, gli rimarrà SOLO IL CANONE e siamo milioni di persone ( naturalmente niente schede TIM ).Basta poco per farsi sentire.Soprattutto ASTENSIONE ELETTORALE.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo

    Quoto, ma vorrei aggiungere che in ogni caso
    anche la cablatura ha i propri limiti, sia di
    costi sia di tecnologia.In un paese civile e democratico la banda larga, cioè la possibilità di usare liberamente la rete esprimendosi LIBERAMENTE dovrebbe essere una priorità politica, ma in Italia le priorità sono altre.
    Non dimentichiamoci che il segnale si degrada
    all'aumentare della distanza, per cui potrei
    essere proprio lo sfigato al di là del limite
    fisico del mezzo che pur essendo collegato alla
    centrale con DSLAM non riuscirà mai ad agganciare
    la portante.Non è vero, l'adsl 2 come tecnologia supera questi limiti di portata. ADSL 2 PER T U T T I
  • Anonimo scrive:
    TPM
    si potrebbe chiedere la disponibilita' a regolamentare a livello nazionale l'utilizzo del fritz chip e del TC.sarebbe un ottimo esempio per tutti gli altri paesi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    Non sono soddisfatti rispetto a cosa? Potresti gentilmente documentare questa affermazione un po' troppo generica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Copertura banda larga
    - Scritto da: Anonimo
    ...
    La "cabina" ADSL è a 100 metri da casa mia, ma la
    mia zona non è collegata, e siamo nel 2006...Dove l'ho già sentita questa.... umh :- ah-si: IO!Anche io ho questa "disgrazia" anche se nel mio caso si pone in modo diverso: 50 mt fuori dal confine della città servito da Adsl.sigh!-- Alanna
  • AranBanjo scrive:
    Re: banda in upload!
    - Scritto da: Anonimo
    Non pensate solo al download! [CUT]
    abbiamo diritto di
    condividere il nostro sapere!Bello questo giro di parole per dire: dateci upload altrimenti non riesco a scaricare decentemente perchè gli altri hanno poca banda in up ^^
  • Anonimo scrive:
    banda in upload!
    Non pensate solo al download! Per i nuovi servizi che stanno avanzando (come condivisione applicazioni di microsoft live, google disk ecc.) è indispensabile avere una buona velocità di upload! D'altronde non possiamo essere solo passivi fruitori di contenuti, abbiamo diritto di condividere il nostro sapere!Grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Tutti i problemi di latenza tipici dei satelliti
    attuali son sicuro che si possano risolvere
    tecnicamente.Purtroppo, invece, sono IRRISOLVIBILI. E' un fatto di percorso praticamente triplo o quadruplo rispetto al cavo, ed essendo la velocita' dei campi elettromagnetici finita, non si puo' fare nulla: il satellite avra' sempre una latenza inaccettabili rispetto al cavo, la cosa e' ineliminabile, e' proprio un limite fisico.E poi a livello globale costa molto meno per la comunita' investire sul cavo o sul wireless, che non sul satellite bidirezionale, specialmente sui grandi numei, non c'e' paragone.Il problema e' dare la copertura a tutti sancendo che la copertura e' un servizio universale come acqua e luce, fino a che non ci sara' un riconoscimento del genere sara' tutto inutile e meta' del paese sara' tagliato fuori come e' oggi.
  • Anonimo scrive:
    DATECI LA COPERTURA ADSL !!!!!!!!!!!!!!!
    Solo di questo dovrete parlare!!Questo e' il problema in Italia, oggi.TUTTI i cittadinihanno dirtto di accedere al broadband, non solo quelli di serie A, e' una cosa che va riconosciuta come servizio universale, BASTA DISCRIMINAZIONI !
  • Enzo4510 scrive:
    Re: Solo il satellite è risolutivo
    - Scritto da: Anonimo
    Come ho detto più volte, solo il lancio di un
    satellite bidirezionale dedicato ad internet,
    soprattutto se frutto di un'impresa coordinata a
    livello di Comunità europea, potrà dare una vera
    svolta alla diffusione di internet a banda larga
    e alla eliminizazione totale del Digital divide.
    Tutti i problemi di latenza tipici dei satelliti
    attuali son sicuro che si possano risolvere
    tecnicamente.Ah si? E come?Sei capace di far viaggiare le onde elettromagnetiche più velocemente della luce?
  • Anonimo scrive:
    Copertura banda larga
    Come diceva l'industriale Ford, "il progresso è vero progresso quando è per tutti". Quindi impegnamoci affinché TUTTI possano usufruire dei nuovi servizi di banda larga. Non posso fare a meno di sorridere amaramente ogniqualvolta leggo di nuove offerte ADSL, nuove velocità e nuovi servizi quando io ancora navigo a 56K tra le ire dei miei familiari che devono telefonare...La "cabina" ADSL è a 100 metri da casa mia, ma la mia zona non è collegata, e siamo nel 2006...Emanueleemanuele00@hotmail.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due
    Lo penso da sempre anch'io. Anche le FS hanno dovuto separare la rete ferroviaria in un azienda a se stante. Ma la lobby telecom è potentissima.........
  • Anonimo scrive:
    Re: Spezzare Telecom in due

    l'HANNO gia' fatto con BT!!!difatti gli inglesi non sono per nulla soddisfatti della qualità dei servizi
  • Anonimo scrive:
    Spezzare Telecom in due
    Vi prego trovate il modo: se c'e' una soluzione per tutto quello che sta succedendo (vedi copertura, vedi filtri ecc) e' dividere T in due1. infrastrutture 2. servizi (T servizi acquista da 1 alle stesse condizioni di tutti gli altri)l'HANNO gia' fatto con BT!!!
  • Anonimo scrive:
    Solo il satellite è risolutivo
    Come ho detto più volte, solo il lancio di un satellite bidirezionale dedicato ad internet, soprattutto se frutto di un'impresa coordinata a livello di Comunità europea, potrà dare una vera svolta alla diffusione di internet a banda larga e alla eliminizazione totale del Digital divide. Tutti i problemi di latenza tipici dei satelliti attuali son sicuro che si possano risolvere tecnicamente.Al contrario tutte le proposte alternative, a comiciare da quelle che sembrano prender piede più rapidamente ora (soprattutto il wirelss con antenninine sparse) risente degli stessi problemi della telefonia cellulare: le zone d'ombra non saranno coperte e chi sarà escluso lo rimarrà quasi per sempre!Ci si deve rendere conto che la vera Internet non è la Tv e che è uno strumento, insieme al Pc, che non è di uso semplice per tutti. E non tutti hanno voglia di spender tempo e denaro per i computer. Con gli strumenti anche wireless, non satellitari, che ci si ostina a proporre fino ad ora come risolutivi del Digital divide, si perpetua il solito problema che Internet a banda larga viene offerta a chi magari non ne ha bisogno o non ne è interessato. Il caso delle Adsl fantasma attivate da Telecom, per es., ad anziani ignari della cosa. Solo perchè nella loro zona l'adsl via cavo può essere attivata, gli viene attivata. Ad altri cui l'adsl comunque gliela si porti, cavo o no, interessa, ma che non sono coperti, possono continuare magari in eterno ad essere esclusi.Smettiamola di pensare che i ferri vecchi contenuti dentro molte centrali obsolete, anche se forzata dal governo, la Telecom li aggiornerà: magari arriverà a darà a tutti un mezzo Megabyte in download e lo spaccerà per diffusione della banda larga, perpetuando ad un nuovo livello il digital divide esistente: chi sarà più fortunato avra la 50 Mb e chi no dovrà accontentarsi del mezzo Mb.Il futuro di Internet è wireless e il modo migliore è con satelliti bidirezionali dedicati allo scopo in grado di dare il massimo delle prestazioni a tutti coloro che lo vorrano e saranno disposati a pagare il giusto in relazione alle loro esigenze di banda, indistintamnte: sia che abitino nel centro di una grande città che in una piccola frazione montana.Questo dovrebbe fare una politica seria. Il resto è solo niente o quasi.Spero che ripetendo fino alla noia queste cose qualcuno le ascolterà.Attenzione, io sono coperto da adsl in tutte leforme veloci attualmente possibili in Italia, per cui non parlo per interesse personale.Parlo nell'interesse generale. Solo se l'internet veloce, allo stesso livello di velocità disponobile per tutti coloro che la vorranno, si diffonderà si potranno vedere diffondersi velocemente servizi fruibili utilizzando questo strumento, con indubbi vantaggi per lo sviluppo tecnologico ed economico del Paese e della sua ansimante economia.Le elezioni sono alle porte e secondo me è bene che ci si faccia sentire anche per questo problema.
Chiudi i commenti