Pedoporno in cache? Innocente

La presenza di foto illegali nella cache del sistema non costituisce reato. Lo ha stabilito un tribunale americano, che parla di ambiguità delle leggi in materia

Roma – Era già successo in Pennsylvania, si ripete ora in Georgia: Edward Ray Barton, un uomo accusato di sfruttamento sessuale per avere avuto nella cache del browser 106 immagini a sfondo pedopornografico, è stato prima condannato alla galera e poi scagionato dalla Corte d’Appello, che ha stabilito l’inconsistenza delle prove di reato .

Le immagini incriminate erano state individuate soltanto dopo un’analisi forense del laptop di Barton da parte di consulenti dell’intelligence americana, che avevano appunto scovato tracce del materiale nello spazio del disco fisso riservato allo stoccaggio dei file temporanei di Internet Explorer, Mozilla Firefox e compagnia.

Nessun altra prova era stata raccolta a sostegno dell’accusa di possesso o diffusione di immagini illegali, né era stato rinvenuto alcun software specifico adatto alla lettura e all’interpretazione della cache che potesse permettere a Barton di visionarne il contenuto a piacimento. È la dimostrazione, ha deciso la corte di appello del giudice Yvette Miller, che non vi fosse alcun possesso consapevole dei file e quindi dell’assenza di prove del fatto che Barton li avesse salvati per un utilizzo successivo.

In buona sostanza, in assenza di copie su altri supporti , quelle immagini non costituiscono prova e quindi Barton non può essere accusato di alcun reato, pertanto va rilasciato.

Ad essere chiamata in causa è ancora una volta l’azione del legislatore, che a Washington secondo la Corte ha ora il compito di chiarire l’utilizzo dell’ambigua terminologia della legge , laddove indica, ma non spiega, la parola “possesso” nell’ambito di simili reati in relazione alle tecnologie informatiche. Fino a quanto questo chiarimento non sarà prodotto, dice ancora Miller, il giudice non può far altro che interpretare la legge alla lettera e in favore dell’accusato.

Il caso non costituisce un precedente valido per l’intera confederazione, essendo un problema interno del solo stato della Georgia. Pur tuttavia, dopo il già citato caso omologo della Pennsylvania, questo è il secondo campanello d’allarme sulla difficoltà di inseguire con leggi ad hoc l’evoluzione della società dell’informazione basata sui bit.

Una questione che tocca anche la legislazione italiana , che al pari di quella americana tende a sanzionare solo il possesso esplicito di materiale pedopornografico, sotto forma di immagini e contenuti salvati su disco fisso o altri tipi di supporti, atti alla visione e alla fruizione in un momento successivo al download.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • alexa scrive:
    avelichk@yahoo.com
    The site is http://www.mp3sparks.com and you might want to blow $10 there before the RIAA goes nuts on the Russians. Then again, the Russian's have a nuclear arsenal.But once i find out that most russian mp3 site are cheaper than mp3sparks and allofmp3!Top 20 russian mp3 stores http://mp3sparks-news.blogspot.com
  • Vortigaunt scrive:
    Dove stà il problema?
    Il database di allofmp3 è lo stesso di alltunes, basta scaricarsi alltunes dal sito www.alltunes.com poi si accede tranquillamente con la propria password del vecchio account di allofmp3 e si può continuare a comprare musica tranquillamente esattamente come su allofmp3.Quindi....non mi sembra cambi molto se al posto del loro sito si passa ad usare un loro programma che si collega agli stessi server...Dove stà il problema?Bah...
    • tuttabirra scrive:
      Re: Dove stà il problema?
      Semplice, tanto semplice che non ci avevo pensato.Complimenti e grazie.
    • Caterina Di Buono scrive:
      Re: Dove stà il problema?
      Come si ricarica il credito? Bisogna attivare un PIN ma mi dice sempre che è già in uso
      • tuttabirra scrive:
        Re: Dove stà il problema?
        Ciao, al momento alltunes accetta solo ricariche con carte di credito mastercard, niente visa.Se vuoi un consiglio io ho fatto una carta di credito ricaricabile presso la banca di roma, non serve neanche avere il conto, ho cercato in giro ed è l'unico prodotto ricaricabile che giri come mastercard che ho trovato...magari tu sei più fortunata.Auguri.
        • Caterina scrive:
          Re: Dove stà il problema?
          Grazie :-) Solo che non ho capito come si fa - ho il programma scaricato e a un certo punto mi dice di attivare il PIN; ecco - non vado oltre :-(. Qualche suggerimento?
          • tuttabirra scrive:
            Re: Dove stà il problema?
            Ok cerco di spiegarmi più dettagliatamente.1 clicca sul tasto login di alltunes2 inserisci user e pass di allofmp33 clicca su balance4 clicca su refill balanceora in automatico explorer aprirà una pagina dove troverai dei pulsanti5 clicca add money by credit card nella pagina aperta da explorer6 scegli l'importo desiderato e clicca su confirm payment7 controlla i dati alla pagina successiva e conferma con il pulsante8 non ti rimane che compilare il form con i tuoi dati e quelli della carta e confermare il pagamento.Spero di aver risposto al tuo problema, fammi sapere, ciao(rotfl)
  • pisto73 scrive:
    sito allofmp3
    mi potete dire se dal sito russo, io del resto come altra gente a lasciato dei soldi io 5 dollari, vanno persi o posso recuperarli???vi ringrazio, eppoi cè 1 sito 1 po + fidabile, che oramai in internet paghi anche l'aria.........ciao
    • stivi scrive:
      Re: sito allofmp3
      - Scritto da: pisto73
      mi potete dire se dal sito russo, io del resto
      come altra gente a lasciato dei soldi io 5
      dollari, vanno persi o posso recuperarli???vi
      ringrazio, eppoi cè 1 sito 1 po + fidabile, che
      oramai in internet paghi anche
      l'aria.........ciaopropongo una class action vittime di allofmp3.
      • Adfc scrive:
        Re: sito allofmp3
        Eccomi qua, come già scritto, anche io ho perso soldi e mp3 già acquistati ma non ancora scaricati. E non hanno mai passato il mio account su www.mp3sparks.com. Che, del resto, sembra già morto pure lui, al momento è irraggiungibile.
        • alexa scrive:
          Re: sito allofmp3
          The site is http://www.mp3sparks.com and you might want to blow $10 there before the RIAA goes nuts on the Russians. Then again, the Russian's have a nuclear arsenal.But once i find out that most russian mp3 site are cheaper than mp3sparks and allofmp3!Top 20 russian mp3 stores http://mp3sparks-news.blogspot.com
        • Davide P. scrive:
          Re: sito allofmp3
          Ciao, sarà un caso..comunque io stasera sono entrato su www.mp3sparks.com e mi sono registrato ed è andato tutto bene. Il sito sembra in funzione...quindi se volete provare ad accedere provate. buon download a tutti;)
  • Cr4z33 scrive:
    Mp3Sparks.com già chiuso
    Come da oggetto. :/
    • tuttabirra scrive:
      Re: Mp3Sparks.com già chiuso
      Dopo molti giorni di silenzio mp3sparks oggi è di nuovo raggiungibile....speriamo che duri(rotfl)
  • Viva l'Italia Libera scrive:
    Ultimi Rigurgiti dei Boiardi Monopolisti
    Prima acquistavo regolarmente cd e files da iTunes, adesso penso che possano andare tutti a fare in culo. Ho rinunciato alla tv, farò lo stesso senza gli mp3.Viva la musica libera a prezzi onesti. Il monopolio dei boiardi è ormai al tramonto.
  • mirko scrive:
    domanda tecnica
    scusate la mia ignoranza in materia ma non capisco una cosa:se io scarico musica da questo sito che è dichiarato fuori legge rischio le stesse sanzioni per scaricare musica da una rete p2p?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: domanda tecnica
      Eh si, direi proprio di si....
      • mirko scrive:
        Re: domanda tecnica
        Ma allora che senso ha usare questo sito?
        • fulmine scrive:
          Re: domanda tecnica
          - Scritto da: mirko
          Ma allora che senso ha usare questo sito?Non prendi fregature, buona/buonissima qualità dei brani, far capire alle Major qual'è il prezzo giusto.Inoltre nessuno è mai stato arrestato per aver scaricato da allofmp3, stai tranquillo ;) !
      • Adriano scrive:
        Re: domanda tecnica
        In svizzera non é illegale ad esempio, penso che non lo sia nemmeno in italia. Scaricare per uso personale non può essere visto come violazione...E' il rendere pubblico che è illegale.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: domanda tecnica
          Il download in Italia è considerata un'infrazione di tipo civile, con la condivisione si va nel penale. Ringraziate Urbani, che il padreterno lo abbia presto in gloria, spero....
      • tuttabirra scrive:
        Re: domanda tecnica
        ciao a tutti del forum.A mio avviso allofmp3 come i vari altri siti russi simili non sono paragonabili al p2p poichè non prevedono la condivisione dei file ma solo il loro download dopo aver regolarmente pagato il prezzo richiesto, non si può' neanche ravvisare l'incauto acquisto dato che si usa un metodo di pagamento come la carta di credito che dovrebbe presupporre un negozio alle spalle.Permettimi la battuta ma tu chiedi al tuo salumiere (senza offesa per la categoria) se paga tutte le tasse?Non spetta al cliente finale interessarsene.Ciao e grazie.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 luglio 2007 17.36-----------------------------------------------------------
  • Gardun scrive:
    Ma è proprio necessario entrare nel WTO?
    E' una associazione di fatto comandata in modo spregiudicato dagli USA che lo usano, come s'è visto in questo caso, per minacciare stati "ostili".Ma farsene uno alternativo ?Sai quanti ci entrerebbero... Specie se la fonda la Russia
  • regynald scrive:
    che schifo
    Il WTO nasce per redistribuire un po' la ricchezza del pianeta, e dare qualcosa a chi ha meno. Cosa cazzo c'entrano gli interessi economici delle major musicali con tutto ciò?Si potrà dire, bè, uno paese che non elimina questo tipo di realtà illegali, non può fare parte del world trade organizzation. Ma qualcuno ha la vaga idea di cosa fanno e che leggi vìolano multinazionali come novartis, nestlè, monsanto??Cose davvero in contraddizione collo spirito che dovrebbe animare il WTO, come il divieto mai rispettato da nestlè di pubblicizzare il latte per l'infanzia nei paesi del terzo mondo, che provoca la morte in un gran numero di bimbi di età compresa tra gli 0 e i 5 anni, e l'impossibilità per loro di sviluppare un buon sistema immunitario. O la creazione di sementi geneticamente modificate by monsanto, capaci di resistere ai fichissimi pesticidi by monsanto.Pensano agli mp3, puah.
    • eric scrive:
      Re: che schifo
      il mondo è alla rovesciaadesso i russi ci danno lezioni di liberismo
      • nifft scrive:
        Re: che schifo
        E' da tempo che gli USA, per quanto riguarda la questione dei brevetti, diritti d'autore, ecc... e' diventato il paese piu' illiberale in assoluto. Sembra paradossale ma tecnicamente e' cosi'. Il problema e' che leggi simili a quelle in vigore negli USA stanno piano piano prendendo piede anche in Europa...Poco tempo fa ho letto una notizia che mi ha lasciato molto sorpreso: lo sapevate che Hollywood, cioe' piu' o meno il centro dell'industria "produttrice di contenuti" (come amano definirsi) e' nata all'inizio del secolo scorso, da produttori di film fuggiti dall'east coast per poter produrre e distribuire in maniera clandestina film SENZA PAGARE I DIRITTI D'AUTORE (a quei tempi molti film si basavano su idee e su plot derivati da spettacoli teatrali messi in scena nelle citta' dell'east coast)? Hollywood era letteralmente UN COVO DI PIRATI! E questo in tempi in cui la legislazione sul diritto d'autore era incredibilmente piu' permissiva di quella in vigore adesso (ad esempio il diritto d'autore scadeva poco prima di vent'anni e non durava praticamente in eterno come avviene adesso)...meditate...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 19.01-----------------------------------------------------------
    • Adriano scrive:
      Re: che schifo
      Te la prendi con gli svizzeri adesso?
  • giggi scrive:
    5 euro
    Ero abituato a comprare (leggasi pagare) qualche CD al mese. Il sito chiude? No problem, gli euro li pago al ragazzino p2paro del piano di sotto... non solo risparmio banda ma mi ritrovo il CD già masterizzato con tanto di copertina.MORALEPer me un CD vale 5euro, se alle major non bastano è un loro problema.
    • Abusivo scrive:
      Re: 5 euro
      E' anche la mia opinione. Con il p2p in giro, non mi sembra che possano permettersi di fare gli schizzinosi.
  • Abusivo scrive:
    Sai che vittoria
    Avevo visto un bell'album a 5 dollari, ma non mi fido a lasciare i miei dati ad un sito che potrebbe essere perquisito da autorità fuori controllo.Ho scaricato lo stesso album con il muletto.Ma pensano davvero di vincerla, questa battaglia?
    • fulmine scrive:
      Re: Sai che vittoria
      - Scritto da: Abusivo
      ma non mi
      fido a lasciare i miei dati ad un sito che
      potrebbe essere perquisito da autorità fuori
      controllo.Non credo che la RIAA, MPAA o la giustizia USA abbia giurisdizione su suolo russo. Stai tranquillo :) !
  • Ilpiccolo scrive:
    Account
    C'è da dire che hanno trasferito tutti gli account sul nuovo sito... professionali i ragasssi... :)
    • xxxx scrive:
      Re: Account
      - Scritto da: Ilpiccolo
      C'è da dire che hanno trasferito tutti gli
      account sul nuovo sito... professionali i
      ragasssi...
      :)Non il mio ..... :-(
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Account
      contenuto non disponibile
    • fred scrive:
      Re: Account
      hanno trovato sicuramente un accordo interno;l'accesso al wto era condizionato alla chiusura di allofmp3 e gli accordi sono stati rispettati, non siete daccordo?Adesso se gli Usa ponessero delle nuove condizioni difatto violerebbero gli accordi presi quindi devono fare buon viso a cattivo gioco!La considerei una bella cosa se non per il fatto che allofmp3 ha perso simbolicamente cosi' come e' andata perduta la causa;un po' come se cadesse piratebay che e' un simbolo e che venisse sostituito da un altro migliore, piu' potente e efficente ma che ha lo stesso status simbolico.
    • Adfc scrive:
      Re: Account
      Eh no, non è mica giusto: o trasferiscono tutti gli account o nessuno. Come mai tu ritrovi il tuo account e io no?
      • Sim Sala Bim scrive:
        Re: Account
        - Scritto da: Adfc
        Eh no, non è mica giusto: o trasferiscono tutti
        gli account o nessuno. Come mai tu ritrovi il tuo
        account e io
        no?Sfiga?
  • Prof. Giovanni scrive:
    Come mai?
    PI si mantiene così neutrale sulla faccenda di allofmp3/mp3sparks e invece è così determinato nel documentare gli "abusi" contro la chiusura dei portali propedofilia o psudopropedofilia?
  • Metaller scrive:
    C'è tutto
    Proprio bello e ben organizzato.Prezzi molto bassi.Da comprare tutto ! :D
  • Beccamorto scrive:
    Ma tanto entro oggi...
    ...sarà tutto finito per il meglio: un terrorista di al-Qaeda mi doveva un favore e gli ho chiesto se per favore, per sdebitarsi, il più grande attentato della storia, previsto per oggi, non potevano farlo vicino alla sede della RIAA o del WTO (idea) O)
    • nardo scrive:
      Re: Ma tanto entro oggi...
      - Scritto da: Beccamorto
      ...sarà tutto finito per il meglio: un terrorista
      di al-Qaeda mi doveva un favore e gli ho chiesto
      se per favore, per sdebitarsi, il più grande
      attentato della storia, previsto per oggi, non
      potevano farlo vicino alla sede della RIAA o del
      WTO (idea)
      O)Mi sa che non puo' perchè in quelle sedi (riia, wto, fmi, ocse..) ha parenti,amici e colleghi. In fondo al suo battesimo c'era sicuramente anche qualche texano dal sorriso a scimpanzè che si faceva chiamare, tra un whiskey e un altro, busc...o qualcosa del genere...ciao!
  • Ste scrive:
    Ma non sarebbe molto più semplice se
    ...una cosa non mi torna: si pone la chiusura di allof come condizione non derogabile per l'ingresso nel WTO...ma se facessero entrare la Russia nel WTO sarebbe poi molto più semplice farle chiudere Allof.Perchè le possibilità di enforcement sarebbero molto più forti dopo, rispetto ad ora.Mi sorge il dubbio che la chiusura di Allof sia solo uno dei vari pretesti.Infine: ma se allof sostiene che opera legalmente sotto la ROMS e le major sostengono che la ROMS è illegale...non fanno prima a far causa alla ROMS ed a eliminare il problema alla radice?Troppe cose non mi sono chiare nel modo di agire contro allof.
Chiudi i commenti