Pedoporno online, indagato 3D

L'esponente del celebre gruppo dei Massive Attack finisce nei guai per delle immagini illecite che avrebbe scaricato da internet. Ma lui proclama la propria innocenza


Roma – Le immagini pedopornografiche che girano in rete, con cui capita a molti utenti di entrare in contatto anche loro malgrado, hanno messo nei guai ancora una volta un nome noto del mondo della musica. Si tratta di Robert Del Naja, meglio conosciuto come 3D, componente e motore delle celebre band dei Massive Attack .

Da quanto si è saputo, la polizia britannica di Avon e Somerset nei giorni scorsi lo ha fermato per sottoporlo ad un interrogatorio relativo ad immagini pedopornografiche che sarebbero state al centro di un traffico. Ma nulla di più è trapelato dell’inchiesta che, per una volta, sembra procedere senza trasformare l’indagato in un mostro, al contrario di quanto era accaduto di recente con l’inchiesta su Pete Townsend, chitarrista degli Who.

3D ha fatto sapere di essersi proclamato innocente da ogni accusa di partecipazione a ring pornopedofili e di non aver mai consapevolmente scaricato quel genere di immagini. Contestualmente ha sottolineato la propria massima fiducia nella giustizia e ha pregato tutti, a partire della stampa, di “non dare giudizi affrettati”.

Va segnalato che l’arresto cade proprio nel momento in cui l’ultimo album dei Massive Attack, “100th Window”, sta scalando tutte le classifiche di vendita mondiali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Xkè allora non clonare Britney Spears?
    Buonanotte alla creatività e alla innovazione, w l'omologazione per il profitto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Xkè allora non clonare Britney Spear
      - Scritto da: Anonimo
      Buonanotte alla creatività e alla
      innovazione, w l'omologazione per il
      profitto.Semmai bisogna clonare i produttori della musica che Britney Spear si limita ad interpretare sui vari palchi.
  • Anonimo scrive:
    In teoria dovrebbe funzionare....
    Come da topic, una cosa del genere potrebbe benissimo funzionare.Essenzialmente non è altro che un'immenso databasi di "campioni" di brani musicali a cui è stato associato un'indice numerico a seconda di quanto successo ha avuto in passato quel determinato brano.Quindi confronta un modello matematico di tutti i campioni in memoria con il modello matematico del brano da esaminare e predice quanto, secondo i gusti passati, presenti e euristicamente futuri il brano potrebbe piacere.Se ci pensate tutto ciò non è fantascienza, si è sempre fatto un lavoro simile, anche se più ad "orecchio" e non certo con modelli matematici.La fantascienza sta invece nell'accettare un simile abominio, vista la quantità di schifezze partorite a causa del sistema "ad orecchio", centinaia di pezzi tutti identici, tutti di marcato successo e immancabilmente dimenticati dopo pochi mesi.Una macchina simile può benissimo predire un successo da discoteca, ma le sonorità che scaturiscono da chi fa musica ricercando nuove sonorità, chi esce dagli schemi o semplicemente chi inventa uno stile suo...beh, quelli difficilmente potranno essere predetti. anzi, il pericolo è che proprio questi ultimi vengano "segati" dalle major per fare posto a pezzi ben più stupidi e commerciali ma con il bollino di qualità approvato dal programma/computer in questione.Che tristezza :(Tharon
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria dovrebbe funzionare....
      - Scritto da: Anonimo
      il pericolo è che
      proprio questi ultimi vengano "segati" dalle
      major per fare posto a pezzi ben più stupidi
      e commerciali ma con il bollino di qualità
      approvato dal programma/computer in
      questione.Gia'. Se si applica questo principio anche ai generi di nicchia (e credo si possa fare) potrebbe essere la fine dell'innovazione musicale.. o l'inizio di nuove forme di distribuzione, piu' flessibili e specializzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: In teoria dovrebbe funzionare....
      non ti preoccupà, non funziona te lo dice lo zio !
  • Anonimo scrive:
    Finalmente
    Abbiamo un'implementazione funzionante di stupidita' artificiale.
  • napodano scrive:
    che bei tempi...
    ...quelli in cui si componeva affinché il risultato fosse di gradimento a sé stessi.. vabe'..
  • Anonimo scrive:
    Ricordate il film "L'attimo fuggente"?
    ...quando il professor Keating faceva stracciare le pagine di quel saggio "Comprendere la Poesia" in cui si pretendeva di MISURARE l'importanza di una poesia come area di un rettangolo?
    • AdessoBasta scrive:
      Re: Ricordate il film "L'attimo fuggente"?
      Sì, ma sarebbe altrettanto corretto e inoppugnabile se dicessi che la matematica permea tutto l'universo e quindi anche la nostra anima e le nostre emozioni.Chi sia in grado di ricostruire con esattezza questi modelli matematici poi, è tutto un altro paio di maniche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricordate il film "L'attimo fuggente"?
        La matematica non permea l'Universo - siamo noi che ce lo rappresentiamo attraverso modelli matematici. Una teoria non è una spiegazione, ma un modello che fa previsioni corrette e sperimentalmente verificabili. Non c'entra niente con le emozioni - neppure una Teoria del Tutto (una TOE) potrebbe spiegarle, perché avrebbe dentro di sé le quote di indeterminazione dovute alla meccanica quantistica, alla teoria del caos e chi più ne ha più ne metta. Tutti fattori che ne limiterebbero la capacità previsionale sul singolo evento specifico. A me va così tanto bene tenere musica e poesia da una parte e gli spazi di Hilbert dall'altra...- Scritto da: AdessoBasta
        Sì, ma sarebbe altrettanto corretto e
        inoppugnabile se dicessi che la matematica
        permea tutto l'universo e quindi anche la
        nostra anima e le nostre emozioni.
        Chi sia in grado di ricostruire con
        esattezza questi modelli matematici poi, è
        tutto un altro paio di maniche.

  • Anonimo scrive:
    eh ?
    Ma perchè, a qualcuno risulta che il successo di un pezzo dipenda dall'indice di gradimento dello stesso ?Ed io che pensavo che fossero solo mosse commerciali, che babbeo...
  • Anonimo scrive:
    che bisogno c'è?
    ma dico io... la ricetta per vendere musica esiste già... si prendono alcune basi, le si mixa in modo del tutto random senza preoccuparsi del risultato, si aggiunge un testo senza senso... dopodichè si trovano quattro galline ignoranti o quattro idioti brufolosi, non importa che sappiano cantare, basta che si sappiano agitare un po' sul palco e che si spoglino il più possibile (soprattutto le donne, diciamolo) si fa il video e via... in testa a tutte le top ten per una decina di giorni... e poi si ricomincia!
  • Anonimo scrive:
    sembra un titolo di Mens Healt....
    ggiungi questi muscoli in meno di una settimana !!!! Trovata la formula per portarsi a letto tutte le donne....e quelli della sony ci cascano e pagano pure
  • Anonimo scrive:
    Scettico
    Sono scettico anch'io. Un programma potrà anche stabilire il grado di affinità tra un brano nuovo e un vecchio successo ma la musica, come tutte le arti, è in perenne movimento, muta, progredisce, si rinventa. Un programma del genere non avrebbe la stessa capacità di giudizio di una persona perchè non possiderebbe la capacità di modificare il gusto in base alle tendenze e ai cambiamenti personali rimanendo così ancorata a un modello dato solo dall'analisi dei vecchi successi. Non mettiamo limiti alla creatività, Bjork e tantissimi altri, artisti originali o inventori di nuovi generi, non avrebbero mai sfondato se un programma avesse dovuto analizzare il loro grado di affinità ai successi già pubblicati. Luke
    • Anonimo scrive:
      Scettico anch'io ed aggiungo
      aggiungo che naturalmente un programma che possa prevedere un successo discografico (almeno + di un buon esperto musicale) certamente non esiste e non esisterà ancora per molto tempo.D'altronde è cosi' facile verificare se funziona oppure no ! Eppoi io se avessi un simile programma credi che lo venderei alle case discografiche ? SAREI UN PIRLA ALL'ENNESIMA POTENZA SE LO FACESSI !Mi fonderei una casa tutta mia ed avrei uno strumento per azzeccare i successi e mi farei i soldi a palate beccaccioni !
      • Anonimo scrive:
        Re: Scettico anch'io ed aggiungo
        Ormai le major sono disposte a spendere qualunque cifra pur di venderci i loro prodotti ai prezzi imposti da loro! Questi si sono inventati sto software e a quanto pare ste case si sono bevuti pure sta bufala, quasi quasi adesso invento anche io qualcosa!- Scritto da: Anonimo
        aggiungo che naturalmente un programma che
        possa prevedere un successo discografico
        (almeno + di un buon esperto musicale)
        certamente non esiste e non esisterà ancora
        per molto tempo.
        D'altronde è cosi' facile verificare se
        funziona oppure no ! Eppoi io se avessi un
        simile programma credi che lo venderei alle
        case discografiche ? SAREI UN PIRLA
        ALL'ENNESIMA POTENZA SE LO FACESSI !
        Mi fonderei una casa tutta mia ed avrei uno
        strumento per azzeccare i successi e mi
        farei i soldi a palate beccaccioni !
  • GiTax scrive:
    MIDI, PLUGINS, MP3 ed altro
    Poveri artisti, il breve :Non si "suona" più perchè ci sono i midi fileNon si "canta" più perchè ci sono i pluginsNon si "vende" più perché c'è MP3La domanda viene spontanea:Per cosa l'hanno fatto il Polyphonic HMI ?
    • MaurizioB scrive:
      Re: MIDI, PLUGINS, MP3 ed altro
      - Scritto da: GiTax
      Poveri artisti, il breve :
      Non si "suona" più perchè ci sono i midi file
      Non si "canta" più perchè ci sono i plugins
      Non si "vende" più perché c'è MP3Quest'affermazione può essere opinabile. Questi mezzi non sono necessariamente negativi alla musica, dipende da come vengono utilizzati (e possono essere molto ben utilizzati)
      La domanda viene spontanea:

      Per cosa l'hanno fatto il Polyphonic HMI ?Lo dicono chiaramente: "Stiamo aiutando le etichette ad incrementare la produttività vendendo musica ad un numero maggiore di persone e incrementando l'efficienza dei loro investimenti nel marketing".Lo fanno per VENDERE, stop.Non anno alcun interesse per l'evoluzione della musica, per la crescita dell'arte. VENDONO, stop.Finché la spinta dell'industria della musica sarà la stessa spinta dell'industria automobilistica (o di molti altri campi prettamente consumistici), continueremo a sentirci strombazzare le solite canzonette che ti martellano per 2 mesi e poi non ricordi più. Non voglio dire che tutta la musica "commerciale" sia da cestinare, alcune cose sono anche gradevoli ed orecchiabili, ma la motivazione che v'è sotto non è assolutamente il giusto stimolo per la crescita di un'arte tra le più comunicativamente importanti.Ormai la musica che si sente ogni giorno è dettata dal puro marketing e bassa è la spinta culturale alla base. Questo anche perché è totalmente assente una cultura musicale anche minima che non sia quella portata dai mass media.Un progetto di questo genere può essere solo una condanna alla vera musica, visto che ucciderebbe già alla partenza idee, proposte nuove che vengono bocciate perché non sufficientemente redditizie dal punto di vista economico.Le major non capiscono (oltre a svariate altre cose) che se evitassero di impuntarsi su musichette fischiettabili 10 giorni e s'impegnassero a produrre e pubblicizzare anche tutto il materiale che attualmente viene considerato "alternativo", potrebbero guadagnare molto di più.Solo un consiglio mi resta, per tutti: non siate pigri, imparate ad ascoltare anche altra musica, oltre a quella che vi propina la radio o la tv di turno; non pretendo che a tutti piaccia tutta la musica (sarebbe impossibile), ma provate ad allargare i vostri orizzonti, senza porre limitazioni in partenza... Forse quei 36 euro del concerto di Shakira (o chi per lei) potevate spenderli meglio...Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: MIDI, PLUGINS, MP3 ed altro
        credo che fosse ironico
      • Anonimo scrive:
        Re: MIDI, PLUGINS, MP3 ed altro
        ...senti...Avrai anche ragione, ma se "vanno tanto" queste canzoncine commerciali 100%marketing e 0% cultura, vuol dire che a qualcuno piace così........e sono la maggiornanza che ascoltano e comprano i CD di Shakira.......ecchissene....
    • Anonimo scrive:
      Re: MIDI, PLUGINS, MP3 ed altro
      hahahhahahah.... giustissimo ;-)
  • TADsince1995 scrive:
    Asereje ah eh eh!!!
    Dategli in pasto sta roba da ragazzine idiote e vediamo se sto HSS non si impalla! ;-)TAD since 1995
    • vegeta scrive:
      Re: Asereje ah eh eh!!!
      - Scritto da: TADsince1995

      Dategli in pasto sta roba da ragazzine
      idiote e vediamo se sto HSS non si impalla!
      ;-)

      TAD since 1995solo perchè a te non piace non vuol dire che sia brutta
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Asereje ah eh eh!!!

        solo perchè a te non piace non vuol dire che
        sia bruttaRispetto i gusti altrui, per carità! Peccato che tra un paio di mesi sarà già "robba vecchia" e quando hanno intervistato le cantanti e hanno chiesto: "Che significa il ritornello?" loro hanno detto un terribile "niente!"...........TAD since 1995
      • Anonimo scrive:
        Re: Asereje ah eh eh!!!
        - Scritto da: vegeta

        - Scritto da: TADsince1995



        Dategli in pasto sta roba da ragazzine

        idiote e vediamo se sto HSS non si
        impalla!

        ;-)



        TAD since 1995

        solo perchè a te non piace non vuol dire che
        sia bruttaNon e' che sia brutta e' che si tratta di roba fatta apposta per dei decerebrati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Asereje ah eh eh!!!
      - Scritto da: TADsince1995

      Dategli in pasto sta roba da ragazzine
      idiote e vediamo se sto HSS non si impalla!
      ;-)

      TAD since 1995Saranno anche idiote, ma hanno guadagnato più loro in un estate che tutti noi in un anno........tanto imbecilli non mi sembrano....
      • Anonimo scrive:
        Re: Asereje ah eh eh!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TADsince1995



        Dategli in pasto sta roba da ragazzine

        idiote e vediamo se sto HSS non si
        impalla!

        ;-)



        TAD since 1995

        Saranno anche idiote, ma hanno guadagnato
        più loro in un estate che tutti noi in un
        anno....
        ....tanto imbecilli non mi sembrano....E che' gente ancora piu' imbecille disposta a pagare per ascoltare una canzone con un ritornello simile a quello che i bambini cantano gratis quando stanno imparando a parlare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Asereje ah eh eh!!!




          Saranno anche idiote, ma hanno guadagnato

          più loro in un estate che tutti noi in un

          anno....

          ....tanto imbecilli non mi sembrano....

          E che' gente ancora piu' imbecille disposta
          a pagare per ascoltare una canzone con un
          ritornello simile a quello che i bambini
          cantano gratis quando stanno imparando a
          parlare.
          Infatti il problema non è di chi vende........ma degli idiocti che comprano....E finché c'è gente idiota che compra, è giusto che chi vende ci guadagni....
  • leonardo() scrive:
    E se..
    e se le major si affidano alla tecnologia...allora viva le etichette indipendenti..
Chiudi i commenti