Periscope, Twitter non è un obbligo

La piattaforma di microblogging concede l'indipendenza all'app dello streaming effimero: non è necessario un account Twitter per condividere la propria vita in diretta

Roma – Secondo gli osservatori la Rete si sta avviando a vivere l’era della diretta video effimera: Twitter ha così compiuto una mossa per valorizzare l’acquisizione di Periscope, scindendola dagli account sulla piattaforma di microblogging per concederle di prosperare autonomamente.

Ad annunciarlo è il team dell’app dedicata al live streaming che, insieme ad alcuni update, ha aperto alla possibilità di registrare un account indipendente da quello di Twitter: basta ora un numero di telefono a coloro che ritengono di poter fare a meno della visibilità presso i contatti sulla piattaforma madre.

Twitter ha acquisito l’app dedicata allo streaming effimero per una cifra che sembra superare i 50 milioni di dollari e gli osservatori si mostrano concordi nel ritenere che la soluzione della scissione sia determinante per metterla a frutto: l’applicazione è sì al centro delle cronache , insieme alla contendente Meerkat, ma i dati relativi ai download , almeno negli States, non sembrano rispecchiare il chiacchiericcio che la vede come protagonista. Sganciare l’applicazione dall’obbligo di detenere un account Twitter concede agli utenti maggiore libertà di scelta, e consente di rivolgersi ad un pubblico più vasto.

Twitter, d’altro canto, ha già preso provvedimenti per consolidare la posizione di Periscope nel proprio ecosistema: lo ha fatto estromettendo la rivale Meerkat, che nel frattempo si è industriata per affondare le proprie radici in Facebook.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Abaddon scrive:
    numero
    Basta un numero per commentare il tutto:666
  • ... scrive:
    dove e' il probmema?
    L'applicazione DI LAVORO la tengo installata sullo SMARTPHONE DI LAVORO, che resta poi in ufficio quando torno a casa, oppure bellamente spento e con la batteria staccata quando fuori da orario di ufficio.Sul CELLULARE PERSONALE non installo nulla visto che non ci si puo' installare nulla (e' di quelli seri, che telefonano E BASTA).
    • ... scrive:
      Re: dove e' il probmema?
      E' sufficiente disattavare le funzionalità di localizzazione/connessione sul proprio dispositivo.Non c'è bisogno di spegnerlo o addirittura staccare la batteria.
      • rubick scrive:
        Re: dove e' il probmema?
        - Scritto da: ...
        E' sufficiente disattavare le funzionalità di
        localizzazione/connessione sul proprio
        dispositivo.
        Non c'è bisogno di spegnerlo o addirittura
        staccare la
        batteria.il principio e' fondamentale se poi ti costruiscono un dispositivo che non si puo' disattivare e ti obbligano ad usarlo cosa fai? e' molto meglio che la legge stia dalla tua parte
      • Passante scrive:
        Re: dove e' il probmema?
        - Scritto da: ...
        E' sufficiente disattavare le funzionalità di
        localizzazione/connessione sul proprio
        dispositivo.
        Non c'è bisogno di spegnerlo o addirittura
        staccare la batteria.Povero ingenuo...http://www.iphoneitalia.com/la-localizzazione-delliphone-5s-funziona-anche-da-spento-520191.htmlHai 14 anni ?
  • Etype scrive:
    Tecno
    Ma dai è per il bene del lavoratore,possibile che non ci si rende conto ?Benvenuta dittatura 2.0 ,così soft e con le peggiori scuse....
Chiudi i commenti