Pescara, corso base gratuito per Linux

L'associazione PescaraLug organizza nella provincia abruzzese un corso di alfabetizzazione al sistema operativo libero. L'appuntamento è dal prossimo sabato fino al 2 aprile

Roma – Per tutti coloro che volessero diventare esperti del sistema operativo libero GNU/LINUX l’appuntamento è a Pescara , il prossimo sabato 29 gennaio .

L’associazione PescaraLug organizza presso la sede della CGIL della cittadina abruzzese l’ottavo corso gratuito di base su Linux.

Il programma si articolerà in dieci incontri che si terranno ogni sabato fino al 2 aprile. Il corso prevede lezioni tecniche (installazione ubuntu) e momenti di riflessione teorica (filosofia open brevetti copyright).

La partecipazione è libera e gratuita. L’appuntamento è in Via Benedetto Croce 108, a partire dalle 15:30.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fedechicco scrive:
    Censura delle risposte?
    Perché sono state bloccate le risposte al thread: Anche su Bibbia e Corano?Mi sembra un'osservazione lecita, degna di risposte di approvazione.Uno degli admin mi spiega il blocco?Grazie
    • utopia scrive:
      Re: Censura delle risposte?
      Mi sembra ovvio.... gente è morta per quelle cose e non si devono discutere in questa sede (sennò tra un po' ci buttiamo dentro pure la politica e ne facciamo un frullato).Restiamo nell'ambito entertainment per favore...e siamo seri.
      • fedechicco scrive:
        Re: Censura delle risposte?
        e non è forse un articolo di politica questo?La battaglia dei repubblicani contro la possibile violenza provocata da videogiochi, la possibile approvazione di una legge per cui ci sono etichette che segnalano rischi nel giocare.Quest'articolo parla di politica già di per se, qualunque commento consono non può che farlo a sua volta.Bisogna nascondere i massacri presenti nella Bibbia? Tanto vale nascondere la Bibbia a quel punto. Per i fedeli ognuno dei massacri ha un significato importante (vedi il diluvio), per gli altri è un libro qualunque, neanche particolarmente cruento.
    • Aleph72 scrive:
      Re: Censura delle risposte?
      - Scritto da: fedechicco
      Perché sono state bloccate le risposte al thread:
      Anche su Bibbia e
      Corano?
      Mi sembra un'osservazione lecita, degna di
      risposte di
      approvazione.

      Uno degli admin mi spiega il blocco?
      GraziePerché il T1000 è in realtà Ratzinger travestito da robot.
    • krane scrive:
      Re: Censura delle risposte?
      - Scritto da: fedechicco
      Perché sono state bloccate le risposte al thread:
      Anche su Bibbia e Corano?
      Mi sembra un'osservazione lecita, degna di
      risposte di approvazione.
      Uno degli admin mi spiega il blocco?
      GrazieC'e' qui spiegata la logica della censura su P.I.http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Punto_Informatico
    • fiertel91 scrive:
      Re: Censura delle risposte?
      - Scritto da: fedechicco
      Perché sono state bloccate le risposte al thread:
      Anche su Bibbia e
      Corano?È un'osservazione lecita eccome, dato che non viene mai segnalato che quei testi sacri contengono: omicidi (anche in famiglia), genocidi, incesti, stupri, sessismo, discriminazione e via dicendo.Ma certe osservazioni sono un tabù: la religione è autoreferenziale e sacra anche per chi non vi aderisce.
  • ostrega scrive:
    IO l'ho sempre detto
    Il problema ormai risiede nel realismo che i videogiochi hanno ormai raggiunto, in particolare gli FPS. Non serve alcuno studio per capire che ormai equivalgono ad un vero e proprio LAVAGGIO DEL CERVELLO.Ma non sono solo i giovani la categoria a rischio, ma tutti quei soggetti instabili, o che inconsciamente soffrono di psicosi latenti, i quali potrebbero sviluppare istinti OMICIDI qualora facessero uso/abuso di tali forme di intrattenimento.Un analisi psicologica dovrebbe essere una prerogativa obbligatoria a consentire l'acquisto di giochi appartenenti a determinate tipologie.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: IO l'ho sempre detto

      Ma non sono solo i giovani la categoria a
      rischio, ma tutti quei soggetti instabili, o che
      inconsciamente soffrono di psicosi latenti, i
      quali potrebbero sviluppare istinti OMICIDI
      qualora facessero uso/abuso di tali forme di
      intrattenimento.Perfetto: se il videogioco libera tali istinti nascosti, il soggetto potenzialmente pericoloso diventa immediatamente riconoscibile, e diventa così possibile fermarlo e curarlo. Se invece gli viene impedito di usare il videogioco, si rischierebbe di non accorgersi mai della sua instabilità mentale (e in tal modo non sarebbe possibile tentare di riabilitarlo)Il videogioco è un ottimo sistema per permettere a questi individui instabili di fare "outing"
      Un analisi psicologica dovrebbe essere una
      prerogativa obbligatoria a consentire l'acquisto
      di giochi appartenenti a determinate
      tipologie.Ma è proprio il gioco l'analisi psicologica! Se ci giochi per mesi, e non diventi aggressivo, hai la prova che sei mentalmente stabile. Se invece cominci a dare i numeri, diventa possibile individuarti.Senza tali giochi, diventerebbe quasi impossibile individuare gli individui potenzialmente pericolosi.
      • yoshimitsu scrive:
        Re: IO l'ho sempre detto
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Ma non sono solo i giovani la categoria a

        rischio, ma tutti quei soggetti instabili, o che

        inconsciamente soffrono di psicosi latenti, i

        quali potrebbero sviluppare istinti OMICIDI

        qualora facessero uso/abuso di tali forme di

        intrattenimento.

        Perfetto: se il videogioco libera tali istinti
        nascosti, il soggetto potenzialmente pericoloso
        diventa immediatamente riconoscibile, e diventa
        così possibile fermarlo e curarlo. Se invece gli
        viene impedito di usare il videogioco, si
        rischierebbe di non accorgersi mai della sua
        instabilità mentale (e in tal modo non sarebbe
        possibile tentare di
        riabilitarlo)si certo, ma non era meglio prevenire che curare? non e' meglio lasciare le psicosi latenti in uno stato "dormiente", evitando ondate di omicidi, invece che farle affiorare con la scusa del "tanto poi lo curiamo"?
        Il videogioco è un ottimo sistema per permettere
        a questi individui instabili di fare
        "outing"outing pericoloso direi... il gioco non vale la candela, ecco perche' dovremmo prescrivere una serie di sedute dallo psicologo ad ognuno che voglia acquistare un FPS. In modo da PREVENIRE il danno.

        Un analisi psicologica dovrebbe essere una

        prerogativa obbligatoria a consentire l'acquisto

        di giochi appartenenti a determinate

        tipologie.

        Ma è proprio il gioco l'analisi psicologica! Se
        ci giochi per mesi, e non diventi aggressivo, hai
        la prova che sei mentalmente stabile. Se invece
        cominci a dare i numeri, diventa possibile
        individuarti.NO! E' stare a guardare la follia dilagare nelle strade, quando questa sarebbe rimasta sotto forma di latenza!
        Senza tali giochi, diventerebbe quasi impossibile
        individuare gli individui potenzialmente
        pericolosi.potenzialmente NON significa pericolosi, mentre un videogioco potrebbe renderli REALMENTE pericolosi a scapito della stabilita' sociale generale.
        • yoshimitsu scrive:
          Re: IO l'ho sempre detto
          nnooooooooo
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: IO l'ho sempre detto

          si certo, ma non era meglio prevenire che curare?Per prevenire, devi prima trovare i soggetti a rischio.
          non e' meglio lasciare le psicosi latenti in uno
          stato "dormiente", evitando ondate di omicidi,
          invece che farle affiorare con la scusa del
          "tanto poi lo
          curiamo"?Certo che no, perchè:1) per prevenire, creeresti problemi anche ai soggetti sani2) prevenendo, non potresti sapere chi sono i soggetti a rischio.


          Il videogioco è un ottimo sistema per permettere

          a questi individui instabili di fare

          "outing"

          outing pericoloso direi... un rischio da correre
          il gioco non vale la
          candela, ecco perche' dovremmo prescrivere una
          serie di sedute dallo psicologo ad ognuno che
          voglia acquistare un FPS. In modo da PREVENIRE il
          danno.No. altrimenti, molti rinuncerebbero a usare il gioco, evitando il test, e così non ci sarebbe modo di individuarli.



          Ma è proprio il gioco l'analisi psicologica! Se

          ci giochi per mesi, e non diventi aggressivo,
          hai

          la prova che sei mentalmente stabile. Se invece

          cominci a dare i numeri, diventa possibile

          individuarti.

          NO! E' stare a guardare la follia dilagare nelle
          strade, quando questa sarebbe rimasta sotto forma
          di
          latenza!Lo scopo è questo: bisogna SAPERE quali sono i pazzi. Se girano per la strada, si vedono. Non possiamo lasciarli in forma latente; le città non sono sicure, se il tuo vicino di casa può essere un pazzo (sia pure latente) e tu non puoi saperlo.
          potenzialmente NON significa pericolosiPer ora... ma in futuro sì; e potrebbero essere decisamente peggiori.Se uno non è pericoloso, invece, non lo è neanche dopo aver giocato. E quindi, se sai che uno ha giocato, e non gli è sucXXXXX nulla, sai che quello è un individuo non pericoloso.
        • asd scrive:
          Re: IO l'ho sempre detto
          - Scritto da: yoshimitsu
          - Scritto da: uno qualsiasi


          Ma non sono solo i giovani la categoria a


          rischio, ma tutti quei soggetti instabili, o
          che


          inconsciamente soffrono di psicosi latenti, i


          quali potrebbero sviluppare istinti OMICIDI


          qualora facessero uso/abuso di tali forme di


          intrattenimento.



          Perfetto: se il videogioco libera tali istinti

          nascosti, il soggetto potenzialmente pericoloso

          diventa immediatamente riconoscibile, e diventa

          così possibile fermarlo e curarlo. Se invece gli

          viene impedito di usare il videogioco, si

          rischierebbe di non accorgersi mai della sua

          instabilità mentale (e in tal modo non sarebbe

          possibile tentare di

          riabilitarlo)

          si certo, ma non era meglio prevenire che curare?
          non e' meglio lasciare le psicosi latenti in uno
          stato "dormiente", evitando ondate di omicidi,
          invece che farle affiorare con la scusa del
          "tanto poi lo
          curiamo"?


          Il videogioco è un ottimo sistema per permettere

          a questi individui instabili di fare

          "outing"

          outing pericoloso direi... il gioco non vale la
          candela, ecco perche' dovremmo prescrivere una
          serie di sedute dallo psicologo ad ognuno che
          voglia acquistare un FPS. In modo da PREVENIRE il
          danno.



          Un analisi psicologica dovrebbe essere una


          prerogativa obbligatoria a consentire
          l'acquisto


          di giochi appartenenti a determinate


          tipologie.



          Ma è proprio il gioco l'analisi psicologica! Se

          ci giochi per mesi, e non diventi aggressivo,
          hai

          la prova che sei mentalmente stabile. Se invece

          cominci a dare i numeri, diventa possibile

          individuarti.

          NO! E' stare a guardare la follia dilagare nelle
          strade, quando questa sarebbe rimasta sotto forma
          di
          latenza!


          Senza tali giochi, diventerebbe quasi
          impossibile

          individuare gli individui potenzialmente

          pericolosi.

          potenzialmente NON significa pericolosi, mentre
          un videogioco potrebbe renderli REALMENTE
          pericolosi a scapito della stabilita' sociale
          generale.CHE DA DOMANI TUTTI I PRODUTTORI DI COLTELLI DA CUCINA SMETTANO DI LAVORARE ONDE EVITARE OMICIDI!
    • Mr. X scrive:
      Re: IO l'ho sempre detto
      - Scritto da: ostrega
      Il problema ormai risiede nel realismo che i
      videogiochi hanno ormai raggiunto, in particolare
      gli FPS. Non serve alcuno studio per capire che
      ormai equivalgono ad un vero e proprio LAVAGGIO
      DEL
      CERVELLO.
      Ma non sono solo i giovani la categoria a
      rischio, ma tutti quei soggetti instabili, o che
      inconsciamente soffrono di psicosi latenti, i
      quali potrebbero sviluppare istinti OMICIDI
      qualora facessero uso/abuso di tali forme di
      intrattenimento.
      Un analisi psicologica dovrebbe essere una
      prerogativa obbligatoria a consentire l'acquisto
      di giochi appartenenti a determinate
      tipologie.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)Ti ringrazio.. sei riuscito a farmi fare 2 sane risate...ora faccio una partitina a gta e poi vado ad oliare la motoXXXX che stasera devo uscire(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl)
    • raptus84 scrive:
      Re: IO l'ho sempre detto
      Ha risposto giustamente il Feliciaus.Ho giocato a Mortal Kombat, tutta la serie, Carmageddon (quello che uccidi i pedoni per dirti) a quasi tutti gli FPS, cosa dovrei essere adesso?Eppure mi definiscono una delle persone più tranquille, non mi sognerei mai nemmeno di dare uno scappellotto ad un amico per scherzo.Come lo spieghi? Eppure dai tuoi discorsi dovrei essere l'assassino più feroce del mondo. Non è proprio perchè i videogiochi, come la musica, come il cinema sono e DEVONO essere una valvola di sfogo attiva?Io mi sfogo pure con la musica, e si, mi sfogo pure guardando un bel film perchè mi distendo la mente, la faccio viaggiare, come con un libro.Ogni cosa che permette di sfogare, cioè di far "cambiare aria" alla mente, ovvio nella fantasia, è arte e come tale va rispettata.Le tue tesi fanno acqua sig. Mussolini, o le dimostri scientificamente o non hanno senso.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: IO l'ho sempre detto
        - Scritto da: raptus84
        Ha risposto giustamente il Feliciaus.

        Ho giocato a Mortal Kombat, tutta la serie,
        Carmageddon (quello che uccidi i pedoni per
        dirti) a quasi tutti gli FPS, cosa dovrei essere
        adesso?

        Eppure mi definiscono una delle persone più
        tranquille, non mi sognerei mai nemmeno di dare
        uno scappellotto ad un amico per
        scherzo.Questa è la prova di quello che ho detto: tu sei un individuo stabile. E ora, ne possiamo essere sicuri. Prima, non potevamo esserlo.
    • 444 scrive:
      Re: IO l'ho sempre detto
      Tu hai mai giocato ad un FPS? Possibili risposte:a) "Ovviamente no": la tua teoria allora fa acqua da tutte le parti, dato che hai nell'avatar la foto di Mussolini per cui sei un individuo pericoloso... MA non hai mai giocato ad un FPS.b) "Sì": allora potresti anche avere ragione e ne sei la prova.c) "Boh io sto solo trollando": risposta più plausibile :P
    • deactive scrive:
      Re: IO l'ho sempre detto
      parli di lavaggio del cervello con quella buddy?EPIC FAIL
  • bubba scrive:
    mitici i repubblicani
    A loro non fa un baffo la vendita delle ARMI VERE, mentre si preoccupano dell'uso di armi finte sulla tv.
    • fiertel91 scrive:
      Re: mitici i repubblicani
      - Scritto da: bubba
      A loro non fa un baffo la vendita delle ARMI
      VERE, mentre si preoccupano dell'uso di armi
      finte sulla
      tv.Sono repubblicani.
  • Feliciaus scrive:
    IO SAREI UN SERIAL KILLER
    Se fosse vero allora io sarei già un potenziale serial Killer visto l'amore per gli sparatutto e il multiplayer in questa tipologia di giochi :-)
    • Funz scrive:
      Re: IO SAREI UN SERIAL KILLER
      - Scritto da: Feliciaus
      Se fosse vero allora io sarei già un potenziale
      serial Killer visto l'amore per gli sparatutto e
      il multiplayer in questa tipologia di giochi
      :-)Io ho ammazzato più di settantamila zombi nell'ultimo anno, chissà cosa dovrei essere diventato :D
  • Gino Zucchino scrive:
    Anche su Bibbia e Corano
    con tutti i danni che hanno fatto al mondo le religioni anche su questi libri va applicata un'etichetta come su sigarette e giochi. "La lettura di questo libro può portare al fanatismo""La lettura di questo libro può scatenare guerre religiose"ecc.
  • raptus84 scrive:
    E' una farsa incredibile
    E' una farsa bella e buona, si vede lontano un miglio che è l'ennesimo tentativo disperato del marketing per affossare o almeno diminuire l'influsso che possono avere i videogiochi nel business dell'intrattenimento.Fanno paura perchè hanno:- Grafica ed effetti ormai equivalenti al cinema (anzi il cinema li copia)- Storia originale (anche qua il cinema li copia)- Hanno più fans (grazie ai giovani ed alle console ormai di massa)Insomma fanno paura, per questo si inventano la farsa della violenza.I film sono meno violenti? Dobbiamo solo citare TARANTINO? La musica no? Qualsiasi forma d'arte è violenta, non si vuole ancora ammettere che un videogioco è una forma d'arte di per se, una grande forma espressiva.
    • deactive scrive:
      Re: E' una farsa incredibile
      hai stra-ragione- Scritto da: raptus84
      E' una farsa bella e buona, si vede lontano un
      miglio che è l'ennesimo tentativo disperato del
      marketing per affossare o almeno diminuire
      l'influsso che possono avere i videogiochi nel
      business
      dell'intrattenimento.
      Fanno paura perchè hanno:
      - Grafica ed effetti ormai equivalenti al cinema
      (anzi il cinema li
      copia)
      - Storia originale (anche qua il cinema li copia)
      - Hanno più fans (grazie ai giovani ed alle
      console ormai di
      massa)

      Insomma fanno paura, per questo si inventano la
      farsa della
      violenza.
      I film sono meno violenti? Dobbiamo solo citare
      TARANTINO? La musica no? Qualsiasi forma d'arte è
      violenta, non si vuole ancora ammettere che un
      videogioco è una forma d'arte di per se, una
      grande forma
      espressiva.
    • puro godimento scrive:
      Re: E' una farsa incredibile
      E io propongo che a tutti i maschi sia applicata un'etichetta sul pipino, che avvisi di tutti i pericoli e le conseguenze legate all'abuso!
    • ostrega scrive:
      Re: E' una farsa incredibile
      Spiacente ma sono due forme di intrattenimento assolutamente non paragonabili. La natura PASSIVA del cinema non ne fa una fonte di pericolo, mentre e' proprio la natura ATTIVA dei videogiochi che agisce ad un livello piu' profondo nella cervice.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: E' una farsa incredibile
        - Scritto da: ostrega
        Spiacente ma sono due forme di intrattenimento
        assolutamente non paragonabili. La natura PASSIVA
        del cinema non ne fa una fonte di pericolo,
        mentre e' proprio la natura ATTIVA dei
        videogiochi che agisce ad un livello piu'
        profondo nella
        cervice.Ottimo! Questo è un passo essenziale, per la formazione di un individuo. Comprendere la propria aggressività è fondamentale, nello sviluppo.
      • caratteri disponibil i scrive:
        Re: E' una farsa incredibile
        nella DOVE? :|
Chiudi i commenti