Photoshop CS4 sarà a 64 bit. Ma solo per Windows

La prossima major release del software di fotoritocco arriverà per la prima volta anche in una edizione a 64 bit, ma supporterà esclusivamente Windows. Gli utenti Mac dovranno attendere almeno CS5: ecco perché

Santa Clara (USA) – Adobe si prepara a traghettare alcuni dei suoi più famosi software nell’era delle piattaforme di calcolo a 64 bit. Una transizione che inizierà con l’imminente Lightroom 2.0, di cui negli scorsi giorni è stata rilasciata una prima beta , e passerà attraverso il futuro Photoshop CS4 per Windows. La prossima versione di Photoshop per Mac OS X resterà invece a 32 bit.

Logo Photoshop A fare un po’ di luce sulla roadmap di Adobe verso i 64 bit è John Nack, product manager per Photoshop, che sul proprio blog spiega che CS4 a 64 bit supporterà ufficialmente soltanto Windows Vista , sebbene dovrebbe girare – eventualmente con qualche problema minore – anche su Windows XP x64. Per godere dei 64 bit gli utenti di Mac OS X dovranno invece attendere Photoshop CS5 .

Il manager di Adobe ha giustificato questa apparente discriminazione con la necessità, per il proprio team di sviluppo, di migrare Photoshop per Mac dalle attuali interfacce di programmazione Carbon a quelle Cocoa . Necessità resa inevitabile, dice Nack, dalla decisione di Apple di abbandonare lo sviluppo di una versione a 64 bit di Carbon per focalizzarsi unicamente sulle API Cocoa, con cui è possibile creare applicazioni a 32 e a 64 bit.

“Alla Worldwide Developers Conference dello scorso giugno Adobe e altri sviluppatori hanno appreso che Apple ha deciso di cessare il progetto Carbon 64”, si legge nel post di Nack. “Questo significa che le applicazioni Mac a 64 bit necessitano di essere riscritte per l’uso di Cocoa al posto di Carbon (che è esattamente ciò che è stato fatto con Lightroom). Ma questo sginifica anche che dovremo riscrivere ampie porzioni di Photoshop e dei suoi plug-in, un’operazione che interessa potenzialmente oltre un milione di linee di codice”.

Questo porting non coinvolgerà dunque soltanto gli sviluppatori di Photoshop, ma anche quelli di plug-in: le versioni a 32 bit di questi ultimi, infatti, non potranno funzionare con Photoshop a 64 bit.

“Nessuno ha mai migrato un’applicazione della dimensione di Photoshop da Carbon a Cocoa”, ha dichiarato Nach, che ha ricordato come persino Apple non abbia ancora rilasciato una versione Cocoa-based del suo famoso software per l’editing video Final Cut Pro.

Lightroom 2 Se una versione a 64 bit di Photoshop per Mac appare dunque ancora distante, i fotografi evoluti che utilizzano la piattaforma della Mela possono spremere i propri sistemi a 64 bit con Lightroom 2.0 Beta , disponibile sia per Mac OS X 10.5.x che per Windows Vista x64. Le principali caratteristiche di questo software, che nel campo del fotoritocco e della gestione delle foto rivaleggia con Apple Aperture , sono descritte in questo post .

Ma quali benefici concreti porta l’indirizzamento della memoria a 64 bit? Oltre a quello più noto, ossia la possibilità di utilizzare più di 4 GB di memoria RAM, i vantaggi non sono poi così vistosi. Nack ha spiegato che, con quantitativi di memoria standard (2-4 GB), l’incremento di velocità fornito dalla versione a 64 bit di Photoshop è tipicamente compresa fra l’8 e il 12 per cento.

Per notare davvero la differenza occorrono workstation ben equipaggiate e file grafici di grandi dimensioni: su un sistema quad-core con 32 GB di RAM, ad esempio, Photoshop x64 ha aperto un’immagine da 3,75 gigapixel 10 volte più velocemente della controparte a 32 bit. Il merito va attribuito alla capacità dell’applicazione di sfruttare tutta la memoria RAM a disposizione, minimizzando così l’uso della lenta memoria virtuale (che utilizza l’hard disk).

“Il computing a 64 bit è una parte importante della storia futura di Photoshop e Lightroom, ma non è una panacea, e non abbiamo intenzione di rivenderla come tale”, commenta Nack. “Siamo contentissimi di offrire già ora una versione nativa a 64 bit di Lightroom sia per Mac che per Windows, e di fornire una versione a 64 bit di Photoshop per Windows come parte della prossima release. E per quanto riguarda Mac x64, continueremo a lavorare strettamente con Apple (come abbiamo fin qui fatto) per rendere questa transizione il più veloce ed efficiente possibile”.

Sono trascorsi cinque anni dall’introduzione sul mercato delle prime CPU x86 a 64 bit , ma come si è più volte detto in queste pagine, il supporto del software a questa tecnologia è ancora lacunoso, soprattutto quando si parla di applicazioni e driver di periferica utilizzati in ambito consumer e dei piccoli uffici. Persino colossi come Microsoft si trovano ancora nel bel mezzo di questa migrazione: ad oggi BigM ha dato la precedenza ai suoi prodotti aziendali di punta, come Exchange Server, Windows Compute Cluster Server e Hyper-V.

Lo scorso anno un dirigente di Microsoft ha pronosticato che Windows Server 2008 sarà il primo sistema operativo del big di Redmond le cui versioni a 64 bit supereranno, per diffusione, quelle a 32 bit. Una previsione però considerata da più parti troppo ottimistica, persino per un sistema operativo x86 espressamente dedicato alle aziende.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Er Puntaro scrive:
    Vedo, prevedo, travedo.
    Tira una gran brutta aria, gente! E non solo in Dell! C'è qualcosa di molto, ma molto brutto all'orizzonte!
    • necosi scrive:
      Re: Vedo, prevedo, travedo.
      all'orizzonte? per ora 5500 persone sono in coda, in cerca di lavoro :)altro che orizzonte, loro sono gia' proiettati nel futuro mi sa'...
    • Pippo Calo scrive:
      Re: Vedo, prevedo, travedo.
      Ci pensa Veltrusconi!
      • Veltrusconi scrive:
        Re: Vedo, prevedo, travedo.
        - Scritto da: Pippo Calo
        Ci pensa Veltrusconi!Un lavoratore più attivo. Ma anche , serenamente, passivo.Il trenino dell'ammore. Ma anche un Eurostar per Capalbio.Più t°p@ per tutti! Ma anche più qlo! O)
Chiudi i commenti