Pioneer scrive i Blu-ray a 12x

Pioneer ha introdotto un masterizzatore Blu-ray capace di spingere la massima velocità di scrittura dei supporti BD a 12x. Masterizzare 50 GB di dati è ora questione di un quarto d'ora

Roma – Pioneer ha annunciato il suo nuovo masterizzatore interno Blu-ray BDR-205 , pubblicizzato come la prima unità del suo genere a raggiungere la velocità di scrittura di 12x. L’attuale generazione di masterizzatori a laser blu fornisce una velocità massima in scrittura di 8x.

Pioneer BDR-205 Il nuovo drive di Pioneer è in grado di scrivere a 12x, ossia a 54 MB/s, sia con i supporti BD a singolo layer (25 GB) che con quelli a doppio layer (50 GB): con il primo tipo di dischi il processo di masterizzazione viene completato in circa 8 minuti.

Sebbene al momento non esistano sul mercato BD-R/RE certificati 12x, Pioneer afferma che il proprio driver può raggiungere la massima velocità di scrittura anche con gli attuali media 6x, purché di buona qualità (Pioneer ha testato quelli prodotti da lei stessa e da Sony).

Le performance del nuovo BDR-205 sono date soprattutto dall’implementazione di un nuovo e più efficace meccanismo anti-vibrazioni, che secondo Pioneer migliora significativamente l’accuratezza del processo di scrittura e riduce gli errori.

Il drive è anche in grado di leggere e scrivere i DVD e i CD registrabili ad una velocità, rispettivamente, di 16x e 40x.

Il BDR-205 è dotato dell’ormai classica interfaccia SATA e include 4 MB di cache. La sua introduzione sul mercato al dettaglio è stata fissata per l’inizio del prossimo anno al prezzo di 249 dollari (175 euro), ma sul canale OEM l’unità verrà distribuita già a partire dalle prossime settimane.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mmmmm scrive:
    che tristezza
    Sì.........certo lasciamo stare la ricerca....alla fine c'è sempre la possibilà di diventare il nuovo Briatore dei poveri........che poi se è quello che vuoi fare nella vita!!!
  • DioFa scrive:
    Meglio così...
    ...che la matematica e le altre scienze "astratte" muoiano in Italia.Alla fine è l'agricoltura e la pastorizia che ci danno da mangiare e ci fanno guadagnare, la ricerca (grandi spese, bassi profitti) lasciamola fare agli altri.
    • -HCK- scrive:
      Re: Meglio così...
      ...Non siamo già abbastanza arretrati rispetto al resto del mondo occidentale?
      • DioFa scrive:
        Re: Meglio così...
        - Scritto da: -HCK-
        ...Non siamo già abbastanza arretrati rispetto al
        resto del mondo
        occidentale?Dipende da cosa intendi per "arretrati". Negli USA ad esempio manca un servizio sanitario nazionale utilizzabile da tutti: in questo ad esempio gli "arretrati" sono loro.
        • -HCK- scrive:
          Re: Meglio così...
          Beh la sanità italiana, nonostante tutto, è ancora una delle migliori. Ma in quanto all' avanguardia tecnologica non brilliamo molto, e sono pochi i ricercatori che preferiscono restare qui ed essere sottopagati piuttosto che scappare all' estero.
  • Lord Kap scrive:
    Per la redazione
    A meno che non abbia capito la battuta (non si sa mai), direi che forse "l'evento clue" è da modificare in "l'evento clou". ;)-- Saluti, Kap
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Per la redazione
      eravamo ubriachie influenzatigrazie! ;)però non era male come idea... :D
      • Claudio Tamburrino scrive:
        Re: Per la redazione
        l'evento cluedo: trova i fondi ^^-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 ottobre 2009 11.33-----------------------------------------------------------
  • laura scrive:
    notte di cultura,altro che sagra!
    Non sono assolutamente d'accordo con Andrea e non penso che sia giusto sfogare quella che magari è amarezza e disillusione personale su chi quella sera, nonostante tutto e nonostante la situazione della ricerca in Italia, ha comunque con fervore e passione spiegato ad altri quel poco (o molto dipende dai punti di vista)che in Italia si riesce a fare dati i pochi mezzi messi a disposizione. E'vero la ricerca è messa male nel nostro paese,sottovalutata e offesa, ma è ben lontana dall'essere morta proprio perchè c'è qualcuno che continua a farla e la notte della ricerca ne è stata la dimostrazione.In un periodo in cui vogliono farci credere che tutto ciò che è cultura sia di genere "leggero",quella serata ha dimostrato di essere qualcosa di ben lontano da ciò che tutto intorno il mondo italiano ci propina e quindi ben lontana anche da circhi e sagre di paese, questo di sicuro.
    • Andrea scrive:
      Re: notte di cultura,altro che sagra!
      Cara laura, in Italia la ricerca va avanti per volontariato. Se vogliamo che qualcosa cambi sul serio, occorre protestare e boicottare. E smetterla di fare volontariato.
      • laura scrive:
        Re: notte di cultura,altro che sagra!
        Non credo che il protestare sia incompatibile col fare volontariato,anzi.Protestare sì ma boicottare no, anche perchè faremmo solo un gran piacere a chi già ha ridotto così la ricerca.
        • Andrea scrive:
          Re: notte di cultura,altro che sagra!
          - Scritto da: laura
          Non credo che il protestare sia incompatibile col
          fare
          volontariato,anzi.Ecco. Forse questo modo di pensare è il vero problema. Non credi che il modo migliore per protestare sia proprio smetterla di contribuire a questo sistema neo-schiavistico tutto Italiano?Un po' di orgoglio personale (e professionale) no?
          • rionero scrive:
            Re: notte di cultura,altro che sagra!
            - Scritto da: Andrea
            - Scritto da: laura

            Non credi che il modo migliore per
            protestare sia proprio smetterla di contribuire a
            questo sistema neo-schiavistico tutto
            Italiano?...disse il marito tagliandosi le palle per far dispetto alla moglie
          • Ciccio scrive:
            Re: notte di cultura,altro che sagra!
            - Scritto da: rionero
            - Scritto da: Andrea

            - Scritto da: laura


            Non credi che il modo migliore per

            protestare sia proprio smetterla di contribuire
            a

            questo sistema neo-schiavistico tutto

            Italiano?

            ...disse il marito tagliandosi le palle per far
            dispetto alla
            mogliePerché tu vai a letto con il tuo datore di lavoro? Non è sufficiente far gli schiavi?
      • Luca Cappellett i scrive:
        Re: notte di cultura,altro che sagra!
        - Scritto da: Andrea...
        Se vogliamo che qualcosa cambi sul
        serio, occorre protestare e boicottare. E
        smetterla di fare
        volontariato.hai proprio toppato.Se vuoi cambiare qualcosa devi connetterti e fare rete ed insieme costruire invece che lagnarti gridare e boicottare.Ti unici e fai associazionismo e la società la costruisci con i tuoi pari incvece di aspettare che il paparino stato ti imbocchi ogni volta.Niente di personale che sia chiaro.A titolo di esempio vedi i sistemi collettivi come lo sviluppo del kernel di Linux...Insomma la via di mezzo..sempre
        • DioFa scrive:
          Re: notte di cultura,altro che sagra!
          - Scritto da: Luca Cappelletti
          A titolo di esempio vedi i sistemi collettivi
          come lo sviluppo del kernel di
          Linux...Bella XXXXX Linux... tira fuori un esempio migliore...
        • Andrea scrive:
          Re: notte di cultura,altro che sagra!
          - Scritto da: Luca Cappellett i
          - Scritto da: Andrea
          ...

          Se vogliamo che qualcosa cambi sul

          serio, occorre protestare e boicottare. E

          smetterla di fare

          volontariato.

          hai proprio toppato.
          Se vuoi cambiare qualcosa devi connetterti e fare
          rete ed insieme costruire invece che lagnarti
          gridare e
          boicottare.
          Ti unici e fai associazionismo e la società la
          costruisci con i tuoi pari incvece di aspettare
          che il paparino stato ti imbocchi ogni
          volta.
          Niente di personale che sia chiaro.
          A titolo di esempio vedi i sistemi collettivi
          come lo sviluppo del kernel di
          Linux...
          Insomma la via di mezzo..sempreSe ci pensi bene quello che tu dici non è in contraddizione con quello che ho detto io. Anzi...Per restare nella metafora: per associarsi e creare un kernel di linux, occorre prima di tutto smettere di lavorare gratis per la Microsoft.
      • DioFa scrive:
        Re: notte di cultura,altro che sagra!
        - Scritto da: Andrea
        Cara laura, in Italia la ricerca va avanti per
        volontariato. Se vogliamo che qualcosa cambi sul
        serio, occorre protestare e boicottare. E
        smetterla di fare
        volontariato.La cosa giusta è lasciare stare la ricerca, troppo costosa e poco remunerativa.
        • Pascquale scrive:
          Re: notte di cultura,altro che sagra!
          - Scritto da: DioFa
          - Scritto da: Andrea

          Cara laura, in Italia la ricerca va avanti per

          volontariato. Se vogliamo che qualcosa cambi sul

          serio, occorre protestare e boicottare. E

          smetterla di fare

          volontariato.

          La cosa giusta è lasciare stare la ricerca,
          troppo costosa e poco
          remunerativa.Soprattutto per i paesi del terzo mondo come l'Italia.
  • Andrea scrive:
    Boicottate l'iniziativa
    Se veramente avete a cuore la ricerca in Italia boicottate questa iniziativa ridicola. La ricerca ridotta a sagra di paese. E' solo un triste luna-park condotto da zombi a cui è stata derubata la scintilla vitale. E' la "generazione-X" (ora anche Y e Z...), scomparsa dalle cartine sociali d'Italia, ora è riciclata per far la comparsa da clown in questo circo per famiglie.La scienza in Itala è morta. I ricercatori fra poco pure. Ma essa viene riesumata come Mike Bongiorno nella pubblicità, per far scena, con questo lugubre e ridicolo spettacolo.
  • Principe di Valacchia scrive:
    4 mila iscritti a matematica ogni anno
    Ogni anno si iscrivono 4 mila matricole ai corsi di matematica in tutta Italia, e' una tragedia assurda, mi sa che siamo proprio morti dal punto di vista delle nuove generazioni (eh beh ci sto anche io in mezzo :-P ).C'e' piu' gente che frequenta corsi di studio sul gufo indonesiano della papuasia polare che corsi scientifici -.-'' .
    • Andrea scrive:
      Re: 4 mila iscritti a matematica ogni anno
      E fanno bene. Casa farebbero una volta laureati qui in Italia.A proposito di matematica, proprio ieri mattina durante il test di matematica (quanto fa 2+2, con risposte multiple, ti assicuro che il livello è quello) per un corso di infermieristica (3 anni e posto assicurato in quest'italia gerontocratica), ho notato tra gli iscritti due ragazze con Ph.D in Biologia e Fisica.
      • ... scrive:
        Re: 4 mila iscritti a matematica ogni anno
        dipende pure dove si sono laureatenon sono tutti uguali i dipartimenti eh...e soprattutto non è la laurea che fa il matematico, conosco laureati in matematica che non sanno cos'è un tensore di curvatura o un fibrato...e io non sono laureato in matematica, ma per le mie ricerche ho dovuto fare determinati studi in quel settore (per me facoltativo, per un matematico OBBLIGATORIO)
        • Principe di Valacchia scrive:
          Re: 4 mila iscritti a matematica ogni anno
          La matematica e' enorme, e' difficile anche solo elencare tutte le varie branche, e' ovviamente impossibile che uno sappia anche solo dell'esistenza di ogni singolo argomento.
      • DioFa scrive:
        Re: 4 mila iscritti a matematica ogni anno
        - Scritto da: Andrea
        E fanno bene. Casa farebbero una volta laureati
        qui in Italia.
        Finalmente qualcuno che ragiona ;)
Chiudi i commenti