Pirateria, sequestrati 13 siti italiani

L'organizzazione agiva attraverso internet, vendendo cd duplicati contenenti materiali informatici, musicali, film e videogiochi


Nocera Inferiore – Sgominare un’organizzazione dedita alla produzione e allo smercio di prodotti contraffatti via internet: questo l’obiettivo di una operazione di polizia che nelle scorse ore ha portato al sequestro di 13 siti gestiti da italiani in varie zone del paese.

Stando ad una nota diramata dalla F.P.M.- Federazione contro la pirateria musicale , sono appunto 13 le persone deferite alla competente autorità giudiziaria per l’operazione concorsuale di smercio che riguarda programmi per personal computer, giochi per Playstation, cd musicali e Dvd. Il volume d’affari illecito sviluppato dai 13 è stato valutato intorno ai 2 miliardi di lire.

L’operazione “Aragosta” è stata condotta dall’Unità illeciti informatici della sezione Polizia postale e delle comunicazioni di Salerno, su delega dal sostituto procuratore Giovanni Paternoster del tribunale di Nocera.

L’indagine condotta dalla Polizia postale, che si è avvalsa del coordinamento del Compartimento polizia postale e delle comunicazioni della Campania, diretto da Domenico Foglia, ha interessato larga parte del territorio nazionale, giungendo all’identificazione dei responsabili dell’illecita riproduzione dei prodotti.

A quanto pare, i 13 si servivano di alcuni siti Internet per pubblicizzare la loro attività e per mantenere i contatti tra loro. Ora è sotto sequestro quello che viene definito “ingente quantitativo” di supporti ottici, unitamente alle attrezzature informatiche ed elettroniche in possesso degli indagati. I siti Internet individuati, invece, sono stati oscurati. Dei siti non sono state però diffuse le URL.

Per seguire la materia della Pirateria, è a disposizione il Canale Pirateria e Copyright di Punto Informatico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    basta un filo di rame
    tutti soldi buttati al vento!!!!basta un filo di comunissimo ed economicissimo rame ed un po' di pazienza... et voilaanche questa e' fatta!!!se i cd costassero meno e si lasciasse perdere il cosi' chiamato "diritto d'autore" la pirateria non ci sarebbe.
  • Anonimo scrive:
    prezzi e pirateria
    forse le case discografiche risolverebbero il problema abbassando i prezzi esorbitanti del CD...non ci penso nemmeno a spendere ormai 40.000 lire o circa 20 euro per un disco...se costassero meno li comprerei.perche' questo discorso non viene mai fuori?
    • Anonimo scrive:
      Re: prezzi e pirateria
      Mi associo ad Al.Non vado a spendere 40-50 mila per un cd, non sono un miliardario...Credo che il prezzo corretto sia al max 25.000Allora sì che sarei invogliato ad acquistare l'originale (che fa sempre piacere).E' ora di finitla con questo furto legalizzato
  • Anonimo scrive:
    Non ci resta che ridere...
    Nessuno ha mai pensato che è possibile copiare un CD anche per via NON DIGITALE ?Se io lo ascolto con un qualunque lettore CD, anche con un Walkman, e dall'uscita dell'apparecchio (anche quella della cuffia!) prendo il segnale e lo porto all'ingresso della scheda audio, posso bypassare qualsiasi protezione, perché la copia viene effettuata per via analogica.Magari la copia non sarà perfetta al 100% (la qualità dipende molto ddalla scheda audio e dal lettore CD), ma sfido chiunque ad accorgersi delle differenze.
  • Anonimo scrive:
    POVERI ILLUSI
    Ma davvero credete che le case discografiche riusciranno con questo sistema a fermare la pirateria? Forse non sanno qual'è la filosofia della pirateria: riuscire a realizzare quello che viene definito "irrealizzabile", violare, quello che è "inviolabile", copiare quello che è "incopiabile".Il sistema che vogliono adottare, l'ho visto, ed è veramente un tappo di sughero per una falla gigante.Purtroppo devono capire che se vogliono veramente fare la guerra alla pirateria, devono continuamente aggiornarsi, sfornare una teconologia veramente efficace (non come questa), e aspettare, aspettare che qualcuno non trovi il sistema di eluderla. E' solo una questione di tempo, prima o poi cmq qualcuno il sistema lo troverà.
  • Anonimo scrive:
    VINTA LA PRIMA CAUSA
    Un cittadino inglese ha vinto la causa contro una casa discografica rea di non avere scritto sulla confezione del cd che non si poteva leggere sui cd-rom.risultato: ritiro dal mercato del cd musicale.cmq credo che sia diritto di tutti creare una e una sola copia del proprio materiale digitale acquistato.
    • Anonimo scrive:
      Re: UNA COPIA ED OVUNQUE
      Una ed una sola copia, e suonabile (originale e copia) ovunque.Cosa significa che sul cd-rom del PC non deve funzionare? O magari nel car-audio o nel disc-man?Alla fine questi signori si beccano un bel po' di Lire per il CD, ed i CD audio costano sempre di più. a differenza delle videocassette preregistrate (da 100.000 a 19.000 Lire) ed anche dei DVD video.Possibile che così poca gente compri cd audio e le spese di registrazione siano così alte?
  • Anonimo scrive:
    Non sarà favorita la pirateria?
    Pensateci. Se voglio ascoltare l'ultimo cd di Universal, e non posso ascoltarlo in oltre metà dei dispositivi di casa, dove mi rivolgero?MP3 sta diventando l'unico modo per ascoltare musica su ogni tipo di players (compresi DVDs).Tutte le società sono cosi poco rispettose dei loro clienti? Spero di no.
  • Anonimo scrive:
    Ovvia soluzione
    Non acquistateli -- oppure, acquistateli, e restituiteli al rivenditore come difettosi.Occhio anche a http://fatchucks.com/corruptcds/
  • Anonimo scrive:
    IL PADRONE SONO ME!
    La soluzione è semplice. L'unica cosa che a lume di naso il consumatore può ottenere è che ci sia scritto sulla confezione che è a prova di copia.Ebbene, il cliente va in negozio legge l'avvertimento e......NON LO COMPRA!!!!Due o tre mesi di questa cura e i primi a scuoiare le case discografiche saranno i rivenditori. Saranno quindi costrette (le case) a rimangiarsi la furbata o gli salta la rete di diStribuzione. Ricordatevi sempre che finchè i dindini stanno nella mia saccoccia il padrone SONO ME!
    • Anonimo scrive:
      Re: IL PADRONE SONO ME!
      Si ma se a me interessa il cd che faccio??mi attacco??
      • Anonimo scrive:
        Re: IL PADRONE SONO ME!
        - Scritto da: type12a
        Si ma se a me interessa il cd che faccio??
        mi attacco??Paghi, ti cucchi quello che ti vendono così non soffri più ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: IL PADRONE SONO ME!
          Sono dell'idea che per migliorare uno stile di vita bisogna lottare, a volte anche a discapito del beneficio personale..Se questi signori si son permessi di mettere in giro CD con simili protezioni, son d'accordo con DEMOCRAT per quanto riguarda il boicottaggio del CD protetti... Ok, se io voglio quel CD magari devo farne a meno (ALMENO PER ORA), ma mantenere un principio è molto più "SANO" che sottostare a sevizie morali indirette come quelle che ci propongono le major discografiche!- Scritto da: DEMOCRAT


          - Scritto da: type12a

          Si ma se a me interessa il cd che faccio??

          mi attacco??

          Paghi, ti cucchi quello che ti vendono così
          non soffri più ;-)
  • Anonimo scrive:
    Giustizia
    Se è giusto che le case discografiche possono farsi pagare un CD a 40.000, perchè non devo poterli copiare.Perchè allora proteggere solo i CD Audio (che come sempre verranno matematicamente sprotetti), se poi posso comunque "copiarli" su un nastro.E se ricordo a memoria la mia musica preferita, nel futuro mi cancelleranno il cervello ?Se se registro la mia musica preferita dalla radio o dalla tv, mi condannano all'ergastolo ?ecc....ecc....
  • Anonimo scrive:
    Per chi si batte veramente contro la politica dei
    prezzi alti dei cd fate come me ascoltate la musica alla radio, io non compro cd non scarico niente da internet(visto che comunque la musica pirata scaricata da internet da un rientro di popolarita e immagine agli artisti).quando gli artisti si renderanno conto che nessuno più ascolta musica si faranno sentire e le politiche delle case musicali cambieranno.copiare non fa che continuare il fenomeno del prezzo alto dei cd e fa pagare le vostre copie pirata agli onesti.non fate che onesta sia sinonimo di stronzagine
    • Anonimo scrive:
      Re: Per chi si batte veramente contro la politica dei
      In linea di principio sono daccordo con te.Però, bisogna essere realisti... li vedi i negozi di CD, specialmente adesso che è Natale?Io compro solo CD "Nice Price", quelli sotto le 20.000, ma vedo che qualsiasi stron#ata che esce seppur a 39.000 alla fine, vuoi per un regalo vuoi perchè è il disco dell'artista che stavano aspettando, viene venduta...Poi per dirla tutta.. secondo me avrebbero la facciatosta di aumentare il canone delle radio, facendoti pagare in questo modo le royalties :-D- Scritto da: onestonzo
      prezzi alti dei cd fate come me ascoltate la
      musica alla radio, io non compro cd non
      scarico niente da internet(visto che
      comunque la musica pirata scaricata da
      internet da un rientro di popolarita e
      immagine agli artisti).
      quando gli artisti si renderanno conto che
      nessuno più ascolta musica si faranno
      sentire e le politiche delle case musicali
      cambieranno.
      copiare non fa che continuare il fenomeno
      del prezzo alto dei cd e fa pagare le vostre
      copie pirata agli onesti.
      non fate che onesta sia sinonimo di
      stronzagine
  • Anonimo scrive:
    Buon commento di PI
    Sono daccordo con tutto quano detto nell'articolo: sottolinerei l'inutilità di queste protezioni, facilmente aggirabili dagli utenti più smaliziati (http://www.zanezane.net/z.asp?code=51), e totalmente inutili per gli utenti "base", che ne ricevono solo fastidi.
  • Anonimo scrive:
    CD nuovi a 20.000!
    Questo è il miglior sistema anti pirateria!!...credo l'unico che non penalizza gli utenti onesti.Ma c'è chi certe cose insiste a non volerle capire.. allora cos'altro fare se non evitare proprio di comprare i CD?
  • Anonimo scrive:
    Il problema non si pone...
    Tutti i CD comprati dai marocchini a 7 mila lire si possono copiare. Prima acquistavo ogni tanto qualche CD originale, adesso non ne vale piu' la pena.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non si pone...
      Bravo !!!Fomenta l'immigrazione clandestina.... :-)- Scritto da: cocco
      Tutti i CD comprati dai marocchini a 7 mila
      lire si possono copiare. Prima acquistavo
      ogni tanto qualche CD originale, adesso non
      ne vale piu' la pena.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema non si pone...

        Bravo !!!
        Fomenta l'immigrazione clandestina.... :-)Non sia mai!!!!Uniamo le nostre forze e copiamo tutto il compiabile con tutti i mezzi! dobbiamo impedire che gli immigrati conquistino il mercato dei CD pirata!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non si pone...
      - Scritto da: cocco
      Tutti i CD comprati dai marocchini a 7 mila
      lire si possono copiare. Prima acquistavo
      ogni tanto qualche CD originale, adesso non
      ne vale piu' la pena. Ma l'assortimento mi pare basso, 20, 30 titoli massimo, in un negozio ho 2000, 3000 titoli, in rete 30.000. Mi pare che affidarsi ai marocchini non sia la soluzione finale :-)))iL Lordo
  • Anonimo scrive:
    Il cd anticopia non esiste pero con il tempo
    sarà sempre più difficile copiarli che diventera per lo più un'attivita di pochi pirati, quindi la massa degli utonti rimarra fuori da questa opportunità al massimo potranno rivolgersi agli amanti del genere pirata(più una filosofia di vita che di guadagno).buon metodo per evitare le copie pirata, rendere la pratica cosi difficile da scoraggiare la massa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo
      - Scritto da: buonmetodo
      sarà sempre più difficile copiarli che
      diventera per lo più un'attivita di pochi
      pirati, quindi la massa degli utonti rimarra
      fuori da questa opportunità al massimo
      potranno rivolgersi agli amanti del genere
      pirata(più una filosofia di vita che di
      guadagno).
      buon metodo per evitare le copie pirata,
      rendere la pratica cosi difficile da
      scoraggiare la massa.Basta 1 sono in gamba che scriva un copiatore, cosi' come per amiga solo uno seppe scrivere X-Copy, gli altri si limitarono ad utilizzarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo

        Basta 1 sono in gamba che scriva un
        copiatore, cosi' come per amiga solo uno
        seppe scrivere X-Copy, gli altri si
        limitarono ad utilizzarlo.Per l'appunto.Dato che con un normale Hi-Fi si leggono senza problemi basta leggere il CD in modo RAW e far passare il contenuto nello stesso algoritmo di correzione che applicherebbe l'Hi-Fi, solo che, questa volta viene implementato via software anzi che da un chip dentro il lettore.Ritengo anche che tale algoritmo sia assolutamente pubblico ( o almeno facilmente reperibile ) altrimenti non ci sarebero 2 mila produttori diversi di lettori cd.In sostanza se lo si puo' leggere lo si puo' copiare. Punto.Arriveremo ai CD write-only ? :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo
          - Scritto da: Nic

          Basta 1 sono in gamba che scriva un

          copiatore, cosi' come per amiga solo uno

          seppe scrivere X-Copy, gli altri si

          limitarono ad utilizzarlo.

          Per l'appunto.
          Dato che con un normale Hi-Fi si leggono
          senza problemi basta leggere il CD in modo
          RAW e far passare il contenuto nello stesso
          algoritmo di correzione che applicherebbe
          l'Hi-Fi, solo che, questa volta viene
          implementato via software anzi che da un
          chip dentro il lettore.
          Ritengo anche che tale algoritmo sia
          assolutamente pubblico ( o almeno facilmente
          reperibile ) altrimenti non ci sarebero 2
          mila produttori diversi di lettori cd.
          In sostanza se lo si puo' leggere lo si puo'
          copiare. Punto.
          Arriveremo ai CD write-only ? :-)si ma devi avere conoscenze e manualita che la maggior parte degli utonti copiatori (comprano il pc solo per questo) non hanno, quindi come vedi ai già ridotto di molto il numero di chi si lancia in tale attività.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo

            si ma devi avere conoscenze e manualita che
            la maggior parte degli utonti copiatori
            (comprano il pc solo per questo) non hanno,
            quindi come vedi ai già ridotto di molto il
            numero di chi si lancia in tale attività.Sbagli! Solo chi scrive l'utility deve avere quelle caratteristiche. Per farla arrivare agli "utonti" basta internet.Al limite chi scrive l'utility si deve sbattere per dotarla di un'interfaccia utente semplice da usare.Tutto qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo
        - Scritto da: Caine
        - Scritto da: buonmetodo


        sar?sempre pi?difficile copiarli che

        diventera per lo pi?un'attivita di pochi

        pirati, quindi la massa degli utonti
        rimarra

        fuori da questa opportunit?al massimo

        potranno rivolgersi agli amanti del genere

        pirata(pi?una filosofia di vita che di

        guadagno).


        buon metodo per evitare le copie pirata,

        rendere la pratica cosi difficile da

        scoraggiare la massa.

        Basta 1 sono in gamba che scriva un
        copiatore, cosi' come per amiga solo uno
        seppe scrivere X-Copy, gli altri si
        limitarono ad utilizzarlo.non e assolutamente vero se il metodo anticopia si basa sulle proprieta del supporto, puoi scrivere un programma per copiare ma con tanti parametri da configurare che l'utonto rimane appecorito.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il cd anticopia non esiste pero con il tempo

          non e assolutamente vero se il metodo
          anticopia si basa sulle proprieta del
          supporto, puoi scrivere un programma per
          copiare ma con tanti parametri da
          configurare che l'utonto rimane appecorito.Sbagliato anche questo.Non si puo' escludere la creazione di un data-base (tipo CDDB) on-line con i dati necessari per ogni singolo supporto ed il programma, da solo, una volta identificato il cd, si scarica quanto necessario dalla rete.Non c'e' niente da fare... e' una strada senza uscita.
  • Anonimo scrive:
    La botte piena e la moglie ubriaca....
    Ma pensate un pò:La sony vende cd-r e rw progettati espressamente per la musica (chissà uno cosa se ne fa, se non copiare un cd originale...)Sony, Philips e altri vendono lettori dvd "che leggono i cd audio, addirittura i cd-rw audio!" tutti vendono masterizzatori con possibilità di mettere i cd-text (chissà a cosa servono, se non a copiare un cd audio e metterci i titoli)La sony fa miliardi con la playstationVendono lettori di mp3 sempre più costosi e sofisticati.Dopodichè gli stessi personaggi si lamentano della vendita di cd vergini, fanno cd illeggibili sui dvd, pc e playstation e impossibilitati a essere riversati su un lettore mp3.... insomma, ci siete o ci fate?Non tirate troppo la corda, che si sta spezzando... con grande gioia dei rivenditori di cd masterizzati.ricordate, fin quando un cd sarà ascolatbile anche da un solo tipo di stero, sarà copiabile!
    • Anonimo scrive:
      Re: La botte piena e la moglie ubriaca....
      Guarda che, sony a parte, tutti gli altri non c'entrano... La philips infatti ha pensato bene di vendere la sua etichetta a qualcun'altro poco prima di brevettare il masterizzatore...Ennesima prova (ma ce n'è ancora bisogno) che questa storia è una guerra industriale e dei consumatori non frega niente a nessuno... neppure a punto informatico che spesso ultimamente cavalca le notizie per fare più traffico... ;-)Vabbuò ia, fra un po' è natale e ci vorremo tutti più bene...Ciucco
    • Anonimo scrive:
      Re: La botte piena e la moglie ubriaca....

      Ma pensate un pò:
      La sony vende cd-r e rw progettati
      espressamente per la musica (chissà uno cosa
      se ne fa, se non copiare un cd originale...)Ma ci sei cascato davvero!?!? I cd-r con la scritta "For Audio" o "For Music Use Only" che ti costano 3000 lire e oltre sono ESATTAMENTE IDENTICI agli Acer da 990 lire che compri al supermercato, solo che nei primi paghi il pizzo alla SIAE.Lorenzo TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: La botte piena e la moglie ubriaca....
        Anch'io compro i cd-r al supermercato... quelli che costano meno... tanto vanno bene tutti!ciò non toglie che abbia visto i cd-r audio in questione negli stessi supermercati, non ne ho mai comprati ma qualcuno li utilizzerà, sennò i super non li terrebbero nemmeno più! Non ho neanche un dvd per tv e il mio masterizzatore è un hp...ciao
  • Anonimo scrive:
    E fnuta l'evera piecer
    tradotto dal terrone (terra di grande saggezza e rassegnazione) e terminata l'erba pecorone , ai voluto strafare e ora non c'è più da mangare.spero che questa politica invada sempre più il mondo basta con la facilità di copia se vuoi il sw o la musica devi pagare, in modo che tutti paghiamo meno.spero che la stessa cura venga applicata alle tv a pagamento vista la facilità con cui e possibile procurarsi tessere clonate, o programmarsele da se, ce gente che del pc conosce solo il sw per caricare i codici nelle pic.Gli onesti aspettano fiduciosi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E fnuta l'evera piecer
      - Scritto da: onesti
      tradotto dal terrone (terra di grande
      saggezza e rassegnazione) e terminata l'erba
      pecorone , ai voluto strafare e ora non c'è
      più da mangare.
      spero che questa politica invada sempre più
      il mondo basta con la facilità di copia se
      vuoi il sw o la musica devi pagare, in modo
      che tutti paghiamo meno.

      spero che la stessa cura venga applicata
      alle tv a pagamento vista la facilità con
      cui e possibile procurarsi tessere clonate,
      o programmarsele da se, ce gente che del pc
      conosce solo il sw per caricare i codici
      nelle pic.

      Gli onesti aspettano fiduciosi.CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP Venti minuti di standing ovation !E ricorda: io sono valtellinese, ma siamo tutti terroni per qualcun altro più a nord.Sarebbe veramente l'ora che finisse questa mentalità dei "furbi" che si procurano le cose a scrocco. E che tanta gente tornasse alle consolle, invece di usare il PC per cose del genere.
      • Anonimo scrive:
        Re: E fnuta l'evera piecer


        il mondo basta con la facilità di copia se

        vuoi il sw o la musica devi pagare, in
        modo

        che tutti paghiamo meno.Questa l'ho sentita tante, troppe volte, sembra quasi una favola.



        spero che la stessa cura venga applicata

        alle tv a pagamento vista la facilità con

        cui e possibile procurarsi tessere
        clonate,

        o programmarsele da se, ce gente che del
        pc

        conosce solo il sw per caricare i codici

        nelle pic.Della serie, "Chi è senza peccato scagli la prima pietra" ...
        Sarebbe veramente l'ora che finisse questa
        mentalità dei "furbi" che si procurano le
        cose a scrocco. E che tanta gente tornasse
        alle consolle, invece di usare il PC per
        cose del genere.Mi sa che i talibani sono un pò + democratici ...
    • Anonimo scrive:
      Re: E fnuta l'evera piecer
      - Scritto da: onesti
      tradotto dal terrone (terra di grande
      saggezza e rassegnazione) e terminata l'erba
      pecorone , ai voluto strafare e ora non c'è
      più da mangare.
      spero che questa politica invada sempre più
      il mondo basta con la facilità di copia se
      vuoi il sw o la musica devi pagare, in modo
      che tutti paghiamo meno.Un altro di quelli che fanno la morale agli altri e poi magari sfruttano la rete aziendale per scaricarsi a sbafo tonnellate di materiale da Internet. Oppure hanno vinto al superenalotto e possono permettersi di spendere 40.000 lire a CD tutti i giorni. Ma andate a quel paese.
  • Anonimo scrive:
    Sta all'autore sceglere
    Chi firma un contratto riman legato (e come un matrimonio) ma il punto e se i nuovi artisti(e non crediate che non ce ne siano)(ma cactus i cantanti sono sempre quelli ???)si dedichino alla licenza "O" la trovate sul sito della EFF vedete che le loro protezioni vanno a farsi fottere !!!Nessuno vieta di fare cose libere e di fasi pagare giustamente il supporto !!Ci sono 2 possibilita'O il mondo finisce nelle mani di MAJOR & B.S.A.o tutto diventa libero la via di mezzo non esistesta a chi produce e chi consuma fare le scelte.loro SONO SOLO intermediari
  • Anonimo scrive:
    Linux + cdparanoia
    Sepoffa', sepoffa' :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux + cdparanoia
      prima di spararne di grosse informati meglio, banfone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux + cdparanoia
      Per "Luigi"..http://www.xiph.org/archives/paranoia/0667.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux + cdparanoia
      - Scritto da: *.*
      Sepoffa', sepoffa' :-)non ne sono cosi' convinto.il problema e' hardware... non software
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux + cdparanoia
        - Scritto da: munehiro
        non ne sono cosi' convinto.
        il problema e' hardware... non softwareE' risolvibile ricreando in software l'algoritmo di correzione di questi errori.. cosi' disse uno dei guru sulla mlist Vorbis (link dato poco sopra).
  • Anonimo scrive:
    Pregate il vostro dio...
    ...che non compri mai un cd protettto da 'sti nuovi sistemi anti-copia e poi scopra che non funzioni sul mio vecchio home stereo o sul mio pc.di sicuro al negozio dove l'ho comprato non saranno felici di rivedermi scontrino alla mano per richiedere: un'altra copia del cd, questa volta "leggibile" o alternativamente i miei soldi indietro.soddisfatti o rimborsati, dicevano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pregate il vostro dio...
      paghi per la disonesta dei tanti quindi non vedo perche devi darne colpa ai negozianti, prenditela con chi costringe i produttori ad applicare queste tecniche
      • Anonimo scrive:
        Re: Pregate il vostro dio...
        mmm... interessante...Chi è che "costringe i produttori"???Non credo che i produttori siano costretti a fare nulla... è solo una logica di profitto, che fino ad un certo limite è più che giusta, ma allora facciamo fare il prezzo al mercato (ne parlano tanto quando gli conviene!!)...Invece qui, più la richiesta scende (sono anni che i produttori fanno il pianto greco dicendo che le copie pirata fanno vendere milioni di copie in meno!!) e più il prezzo sale (assurdo no?) e poi per evitare quanto diventa fisiologico (l'ottenimento del prodotto per altre vie) vengono emanate leggi che criminalizzano chi effettua copie e inventati meccanismi che impediscono persino a chi spende le 40.000 lire di ascoltarsi il suo cavolo di CD sul proprio lettore cd-rom!!!A S S U R D O ! ! !- Scritto da: maperche
        paghi per la disonesta dei tanti quindi non
        vedo perche devi darne colpa ai negozianti,
        prenditela con chi costringe i produttori ad
        applicare queste tecniche
        • Anonimo scrive:
          Re: Pregate il vostro dio...
          - Scritto da: Kua Lun Kuista
          mmm... interessante...
          Chi ?che "costringe i produttori"???
          Non credo che i produttori siano costretti a
          fare nulla... ?solo una logica di profitto,
          che fino ad un certo limite ?pi?che
          giusta, ma allora facciamo fare il prezzo al
          mercato (ne parlano tanto quando gli
          conviene!!)...
          Invece qui, pi?la richiesta scende (sono
          anni che i produttori fanno il pianto greco
          dicendo che le copie pirata fanno vendere
          milioni di copie in meno!!) e pi?il prezzo
          sale (assurdo no?) e poi per evitare quanto
          diventa fisiologico (l'ottenimento del
          prodotto per altre vie) vengono emanate
          leggi che criminalizzano chi effettua copie
          e inventati meccanismi che impediscono
          persino a chi spende le 40.000 lire di
          ascoltarsi il suo cavolo di CD sul proprio
          lettore cd-rom!!!
          A S S U R D O ! ! !volevo non rispondere vista l'insulsagine della tua richiesta, chi costringe le societa a fare questo tu copiando e facendo pagare anche agli altri le tue copie pirata.se vuoi combattere la politica dei prezzi attuali dei cd fai come me non comprare i cd (e neanche copie pirata ed mp3 visto che servono solo ad aumentare la popolarità dei cantanti) vedrai che alla fine i prezzi caleranno

          - Scritto da: maperche

          paghi per la disonesta dei tanti quindi
          non

          vedo perche devi darne colpa ai
          negozianti,

          prenditela con chi costringe i produttori
          ad

          applicare queste tecniche
          • Anonimo scrive:
            Re: Pregate il vostro dio...
            Ma.. volevi rispondere a me?Se è così mi sa che non hai letto il mio post..A quale insulsa richiesta fai riferimento??E poi tanto per mettere i puntini sulle i:1) Non ho affermato da nessuna parte di fare copie pirata! Ho solo detto che è fisiologico che qualcuno finisca per farlo (è una cosa ben diversa)2) Non ho menzionato in alcun modo gli MP33) Personalmente io non compro nuove uscite su CDda 3 anni.Quanto alla legge della domanda e dell'offerta mi sembra che la pensi come me, visto quanto hai affermato.Pertanto, se era a me che volevi rispondere, fai meglio a rileggerti il mio post... Ciao- Scritto da: vaicosi

            volevo non rispondere vista l'insulsagine
            della tua richiesta, chi costringe le
            societa a fare questo tu copiando e facendo
            pagare anche agli altri le tue copie pirata.
            se vuoi combattere la politica dei prezzi
            attuali dei cd fai come me non comprare i cd
            (e neanche copie pirata ed mp3 visto che
            servono solo ad aumentare la popolarità dei
            cantanti) vedrai che alla fine i prezzi
            caleranno
          • Anonimo scrive:
            Re: Pregate il vostro dio...
            Povero illuso...chissà perchè se vai nella patria del capitalismo (USA) i CD li paghi già 1/4 di quanto li paghi quì in Italia...Non farti illudere dalle parole...E' bello ascoltare scuse come quelle delle major discografiche che danno colpa solo alla pirateria per i loro prezzi.. perchè prima che si copiassero i CD, i prezzi dei CD stessi non erano uguali? Io ricordo benissimo che prima ancora che uscissero i masterizzatori, un CD Estero lo pagavi già 30k... ma per favore..- Scritto da: vaicosi


            - Scritto da: Kua Lun Kuista

            mmm... interessante...

            Chi ?che "costringe i produttori"???



            Non credo che i produttori siano
            costretti a

            fare nulla... ?solo una logica di
            profitto,

            che fino ad un certo limite ?pi?che

            giusta, ma allora facciamo fare il prezzo
            al

            mercato (ne parlano tanto quando gli

            conviene!!)...

            Invece qui, pi?la richiesta scende (sono

            anni che i produttori fanno il pianto
            greco

            dicendo che le copie pirata fanno vendere

            milioni di copie in meno!!) e pi?il prezzo

            sale (assurdo no?) e poi per evitare
            quanto

            diventa fisiologico (l'ottenimento del

            prodotto per altre vie) vengono emanate

            leggi che criminalizzano chi effettua
            copie

            e inventati meccanismi che impediscono

            persino a chi spende le 40.000 lire di

            ascoltarsi il suo cavolo di CD sul proprio

            lettore cd-rom!!!

            A S S U R D O ! ! !

            volevo non rispondere vista l'insulsagine
            della tua richiesta, chi costringe le
            societa a fare questo tu copiando e facendo
            pagare anche agli altri le tue copie pirata.
            se vuoi combattere la politica dei prezzi
            attuali dei cd fai come me non comprare i cd
            (e neanche copie pirata ed mp3 visto che
            servono solo ad aumentare la popolarità dei
            cantanti) vedrai che alla fine i prezzi
            caleranno




            - Scritto da: maperche


            paghi per la disonesta dei tanti quindi

            non


            vedo perche devi darne colpa ai

            negozianti,


            prenditela con chi costringe i
            produttori

            ad


            applicare queste tecniche
  • Anonimo scrive:
    eppure la soluzione sarebbe semplice
    Sono tutti sforzi inutili, loro creano cd protetti, domani nascera' un software in grado di aggirare il problema, e intanto molti sfortunati compreranno dei cd che non sapranno dove riprodurre...ma non hanno ancora capito che per risolvere il problema basterebbe diminuire il prezzo dei cd di nuova pubblicazione?
  • Anonimo scrive:
    www.cdfreaks.com/news2.php3?ID=3114
    E' solo questione di tempo!Feurio! - beating copy protections?12 December - 16:57 - Source: Feurio! CD-WriterOur affiliate Burnarchive reports about the new Feurio!® v1.63.4 Beta update being able to repreduce working copies of copy-protected audio-cd's... The new generation of copy-protected discs is limited in usage (e.g. no listening to in the computer, no copying on mp3-Player), but Feurio! now has new routines, that can correct this problem. BurnArchive has tested this with multiple copy-protected discs, and the current Feurio! seems to take care of this!
  • Anonimo scrive:
    Poverini..
    Oh ma quanto mi dispiace...Internet e gli MP3 "stanno causando agli artisti e alle case di registrazione danni reali",Accidenti!!! Michael Jackson rischia di tornare nero e Jennifer Lopez non si potrà più permettere di andare in palestra!!!La verità è che ne abbiamo le tasche piene di CD che costano uno sproposito !!!!!!!!Personalmente adoro acquistare CD originali, però solo di artisti che valgono VERAMENTE 40.000 lire..Il resto è pura immondizia, ed hanno anche il coraggio di lamentarsi....VERGOGNA!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Poverini..
      Pensa che sorpresa quando scopriranno che tutte le protezioni possibili e immaginabili non funzioneranno e un coder dodicenne creerà un programma che se ne frega e le bypassa!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Poverini..
      gli album dei pearl jam si trovano sulle 30.000 lire. Sono tra i pochi artisti "famosi" che non hanno scelto di farsi distribuire da grosse etichette e si vede:non sono pubblicizzati in giro, le custodie dei loro cd non sono "sbrilluccicanti" come quelle di altri tizi piu' sponsorizzati e piu' insignificanti.Eppure fanno bella musica, e i loro cd sono quasi sempre pienissimi di tracce.Spero che non venga visto come pubblicita', quanto come un atto di rispetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Poverini..
        Be se la sony non è una grossa etichetta allora io sono bill gates.non ho nulla contro i pearls era solo una precisazioneciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Poverini..
        - Scritto da: lord auberon
        gli album dei pearl jam si trovano sulle
        30.000 lire.
        Sono tra i pochi artisti "famosi" che non
        hanno scelto di farsi distribuire da grosse
        etichette e si vede:
        non sono pubblicizzati in giro, le custodie
        dei loro cd non sono "sbrilluccicanti" come
        quelle di altri tizi piu' sponsorizzati e
        piu' insignificanti.

        Eppure fanno bella musica, e i loro cd sono
        quasi sempre pienissimi di tracce.

        Spero che non venga visto come pubblicita',
        quanto come un atto di rispetto.ottime intenzioni ma scarse info: i pj sono distribuiti da major ma decidono loro prezzi di cd e concerti
  • Anonimo scrive:
    NON PENSO CHE FACCIANO LA FAME !!!
    Che portino allora il prezzo dei CD a 29.000 lire come quando furono lanciati sul mercato. Oggi stampare un Cd a livello industriale costa meno di 500 lire cadauno, ma i prezzi sono aumentati sempre di piu'.E' UNA VERGOGNA !!!Mi domando come facciano a sorprendersi se dopo la gente scarica musica da internet !!!Emanuel
    • Anonimo scrive:
      Re: NON PENSO CHE FACCIANO LA FAME !!!
      vuoi ascoltare la musica devi pagare e paghi quello che loro chiedono e devi stare zitto, oppure fai come me ascolti la musica alla radio e te ne freghi, io non compro cd non scarico niente dai internet(visto che comunque la musica pirata scaricata da internet da comunque un rientro di popolarita e immagine agli artisti).quando gli artisti si renderanno conto che nessuno più ascolta musica si faranno sentire e le politiche delle case musicali cambieranno.copiare non fa che continuare il fenomeno del prezzo alto dei cd.
  • Anonimo scrive:
    Ci stanno spingendo....
    ....inesorabilmente verso la pirateria.A me piace lavorare con un CD inserito nel lettore. Vorrà dire che ricorrerò agli mp3 scaricati dalla rete ^__-
  • Anonimo scrive:
    Clonecd & simle non lo copiano ? Baaa.....
    Questi famosi programmi che fanno la clonazione del cd, invece di "leggere" i file non funzioneranno ? ci credo poco....
    • Anonimo scrive:
      Re: Clonecd & simle non lo copiano ? Baaa.....
      Copiano, copiano.Non riuscivo a farmi la copia del cd di maz gazzè che è protetto con Cactus, ho chiesto ad un mio amico che fa il pirata informatico in modo serio e ci è riuscito tranquillamente, (con clone e cdaextractor mi ha dettto...)Il problema è che mi ha fatto esattamente una copia , quindi anche questa è protetta.Morale della favola: se ne voglio altre copie mi devo nuovamente rivolgere a lui che gentilmete (ad un prezzo direi onesto)mi fa tante copie protette del mio cd protetto.Per i pirati che ci sanno fare le protezioni non sono un problema, lo sono solo per noi che lo facciamo a livello amatoriale...
      • Anonimo scrive:
        Re: Clonecd & simle non lo copiano ? Baaa.....
        - Scritto da: giorgetto
        Copiano, copiano.

        Non riuscivo a farmi la copia del cd di maz
        gazzè che è protetto con Cactus, ho chiesto
        ad un mio amico che fa il pirata informatico
        in modo serio e ci è riuscito
        tranquillamente, (con clone e cdaextractor
        mi ha dettto...)uuauaua ma per piacere.. adesso per usare Clone CD bisogna essere dei pirati informatici... e in modo serio per giunta... ma va va
  • Anonimo scrive:
    L'erosione dei diritti dei consumatori
    Come già detto a proposito del .wma, è l'ennesima tappa dell'erosione dei diritti dei consumatori, che comprano pagando salato della musica, ma non sono padroni di ascoltarla come e quando vogliono, ma devono rispettare tutti i paletti e i palettini messi su da ingordi produttori che, non contenti di essere ingrassati come porci facendo pagare prezzi esorbitanti pochi minuti di musica, vogliono sempre più profitto e sempre più guadagni.Così c'è il paletto che la musica la puoi ascoltare sullo stereo portatile ma non sul lettore CD, che non puoi copiarla sul lettore portatile, che la puoi ascoltare 10 volte e poi la butti, che la puoi ascoltare entro una settimana e poi la butti, che non puoi avere la massima qualità, che non tutti i lettori te la devono leggere, che non puoi farne una copia di sicurezza, che il tuo amico non la può ascoltare e basta perché deve anche lui pagarsi la sua copia, che il vicino non la deve sentire perché altrimenti un orecchio in più che non paga non va bene agli ingordi della RIAA, che non puoi riversartela su altro supporto (es. musicassetta) e ascoltarla col radioregistratore, che...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'erosione dei diritti dei consumatori
      Se poi non lo sapeste, gli e-books non possono essere letti ad alta voce! E` espressamente vietato dalla licenza d'uso.http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=704&ar2=stampa&numero=250
      • Anonimo scrive:
        [OT] Re: L'erosione dei diritti dei consumatori
        - Scritto da: Duck
        Se poi non lo sapeste, gli e-books non
        possono essere letti ad alta voce! E`
        espressamente vietato dalla licenza d'uso.
        http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&Si rischiano 25 anni di galera come se facessi il reverse del formato??!?!?!?!??http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38433
  • Anonimo scrive:
    ringraziamo di tutto cuore le case discografiche
    ho quasi il dubbio che BMG, Sony, ... stiano facendo apposta.....secondo voi,cosa otterranno le case discografiche con il rilascio di CD protetti che però hanno 10000000 difetti? secondo me, finiranno per spingere alla disperazione anche quelli che si comprano tranquilli l'originale (magari già disperati per la faccenda-prezzo CD), convincendoli "finalmente" a passare ai CD pirata......saremo sempre di +, non sempre di - !!!!!grazzzzzzie ancora
  • Anonimo scrive:
    mp3 o cd originali
    chi da tempo e' abituato a reperire musica in formato mp3 legalemnte o tramite file sharing difficilmente accettera che le Mayor adottino protezioni ed limitazioni d'uso senza una dicitura sul prodotto acquistato, se noi tutti non acquisteremo un solo cd come protesta, allora saranno le mayor a bussarci a casa per pregarci di scaricare determinati brani per ascoltarli.oppure regaleranno a domicilio le copie di cd invenduti....e gli artisti (c'e ne saranno ben pochi e solo i migliori..non tutta questa monnezza....saranno solo loro che andranno nelle piazze dei paesi a suonare gratuitamente...gli altri...cambieranno mestiere(zappate la terra)chi troppo vuole (senza acquirenti rimane)
  • Anonimo scrive:
    ASSOLUTAMENTE RIDICOLO
    Cari signorotti delle multinazionali, volete abbattere del tutto la pirateria? chiudete internet allora, perchè secondo me ci sara' sempre qualcuno pronto a diffondere un crack per le vostre "protezioni" o direttamente le tracks da lui estratte, dunque, dal momento che chiudere internet farebbe male a tutti e anche alle vostre tasche vi consiglio di cambiare atteggiamento perchè mi sa che così non risolverete mai un cazzo, questo e' solo un consiglio cmqps: io i cd li compro originali x vostra fortuna e xche' fortunatamente ho i soldi x farlo ma non tutti hanno questa "fortuna" purtroppo..
  • Anonimo scrive:
    invito agli artisti
    se valete davvero, saltate i discografici : artista - consumatore.gli dai gli mp3 gratis, fai buona musica e la fai dal VIVO, con concerti a prezzi decenti in spazi di qualità, magari tanti, ma piccoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: invito agli artisti
      - Scritto da: commerciosemitradizionale

      se valete davvero, saltate i discografici :
      artista - consumatore.

      gli dai gli mp3 gratis, fai buona musica e
      la fai dal VIVO, con concerti a prezzi
      decenti in spazi di qualità, magari tanti,
      ma piccoli.E bravo scemo! cosi' devo lavorare come unnegro
      • Anonimo scrive:
        Re: invito agli artisti
        Questo è rivelatore del genere di gente ...io sono scemo, perché penso che invece di aumentare il costo della roba al consumatore per far fare un cazzo a gente come te, sia meglio che un vero artista, che vive per l'arte, lavori, come tutti, se vuole farlo per lavoro.e non che viva dopo aver pensato per un anno, per 10 anni.e suono e ho suonato anche io.cocco.- Scritto da: MusicMaker



        E bravo scemo! cosi' devo lavorare come un
        negro
        • Anonimo scrive:
          Re: invito agli artisti
          Ma era una battuta! E' ovvio che e' d'accordo con te. Questi sistemi anticopia lascianocomunque il tempoche trovano.
      • Anonimo scrive:
        Re: invito agli artisti

        E bravo scemo! cosi' devo lavorare come un
        negroSempre meglio di quei cani che escono con un CD all'anno con UN misero inedito e 47 canzoni stravecchie... altro che 40.000 lire...
    • Anonimo scrive:
      Re: invito agli artisti
      - Scritto da: commerciosemitradizionale

      se valete davvero, saltate i discografici :
      artista - consumatore.E' un pochino + complicato.Quando non sei nessuno, nessuno compra nulla, poichè il cosidetto consumatore medio, attualmente si scarica solo musica che gli propongono non se la va a cercare.Una casa ti prende solo tramite agente, inoltre, si premunisce e se vuoi fare il disco, devi accettare contratti che ti vincolano per anni e anni a costo di salatissime penali.Gli artisti che possono scegliere, sono veramente pochi...... Se Eros Ramazzotti, per esempio, facesse così.... gli agenti gli taglierebbero i ponti. L'industria dello spettacolo è una gran accozzaglia di agenti che si spartiscono la piazza... niente contatti con le TV, niente comparse in TV.....
      gli dai gli mp3 gratis, fai buona musica e
      la fai dal VIVO, con concerti a prezzi
      decenti in spazi di qualità, magari tanti,
      ma piccoli.Vecchia storia. Buona solo nelle discussioni da bar.Prova a fare un concerto in zona emilia/lombardia/veneto.I locali piccoli, a causa delle tartassate della SIAE non ti fanno suonare, non sarebbe conveniente. Quelli medio/grandi, sono tutti sotto contratti di esclusiva con agenzie. O passi dall'agente, o non suoni. L'agenzia ti mette sotto contratto, suoni quello che hai contrattato, dici quello che ti dicono di dire, e nulla di più.All'aperto, tra autorizzazioni e balle varie, non è semplice suonare.Impossibile reggere le spese di un service che ti amplifichi in modo decente all'aperto se non hai o finanziamenti dal comune.Il problema è che tu dirai.. "si, ma io intendevo gli artisti famosi...."E' già... ma per diventare famosi bisogna passare tutta questa trafila, e quando lo sei, sei già ingabbiato nella maglia di contratti e contrattini.Solo pochi artisti al mondo sono abbastanza famosi da poter svincolarsi dalle maglie dell'industria discografica. E li vedi tutti, ad uno ad uno.Basta che guardi le etichette per le quali suonano.... se sono indipendenti o meno.La verità è che l'unica via di uscita sono i consumatori.Solamente i consumatori possono smettere di comperare CD. Fine della storia.Le case discografiche, romperanno le balle per un pochino, e poi, senza soldi, conteranno di meno in ambito politico e di lobby.... e magari falliranno. Con loro, tutta la manica di pseudoartistucoli costruiti "in casa", la SIAE e tutte le società ad essa corrispondenti.I veri "artisti", quelli che lo sono veramente, quelli che o loro, o difficile che ci sia qualcun'altro, rimarranno.Questa, a mio avviso, è l'unica soluzione praticabile per uscirne.NB: Un'articolo di "Repubblica" di ieri, faceva notare come le pene per chi duplica abusivamente materiale protetto da copyright sono superiori a quelle previste per il reato di omicidio colposo per inquinamento. Si riferiva ad un caso (che non mi ricordo) di centinaia di morti, il cui colpevole è stato condannato ad una pena detentiva inferiaro a quella prevista per il reato di copia abusiva......Inoltre, si accennava ad una trasmissione di Rai3 che aveva mostrato pubblicamente un fax dell'ambasciata USA al governo italiano per varare pene + severe per i reati di pirateria.
  • Anonimo scrive:
    fine dei singoli? vorrà dire qualcosa!
    smettono di vendere i singoli e diminuiscono gli album?non credo che chi ha qualcosa che VALE davvero lo scarichi completamente da internet.un singolo e basta e il resto schifo?W gli mp3.
  • Anonimo scrive:
    ... del "cactus"
    stage.vitaminic.dk/main/comici_spaventati_guerrieri/singles/
  • Anonimo scrive:
    Una "batosta" ai loro migliori consumatori...
    Le case discografiche in questo modo, DANNEGGIANO unicamente i loro migliori clienti, coloro che nonostante abbiano la possibilità di reperire per vie "illegali" i propri brani preferiscono acquistare l'album del proprio autore preferito.Questo sistema però svantaggia UNICAMENTE questi pontenziali clienti che si ritrovano in mano un prodotto DIFETTOSO!!!Mentre tutti coloro che reperiscono mp3 illegali dalla rete, di tale protezione non gliene importa una cippa!Anche io ho qualche CD "masterizzato" (COME TUTTI!) ma posseggono una consistente collezione di album ORIGINALI di cui alcuni con quella maledetta protezione!!! Personalmente NON MI FIDO e HO PAURA a comprare un'album di questi tempi, perchè le case discografiche NON SEGNALANO IN ALCUM MODO che tale album è PROTETTO, e questo danneggia unicamente il consumatore (proprio colui che invece dovrebbe tenere più stretto, perchè è uno dei sempre meno clienti che acquista regolarmente album ORIGINALI).Io personalmente trovo questa trovata della protezione un'espediente che allontanerà dai negozi sempre più appassionati che si rivolgeranno altrove per procurarsi la propria musica.Ciao!P.S. Termino con la solita frase di rito che oramai non serve più a nulla : ABBASSATE IL PREZZO DEI CD!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Una
      - Scritto da: Uno che acquista spesso..
      Le case discografiche in questo modo,
      DANNEGGIANO unicamente i loro migliori
      clienti, coloro che nonostante abbiano la
      possibilità di reperire per vie "illegali" i
      propri brani preferiscono acquistare l'album
      del proprio autore preferito.Aggiungo...Ho circa 400 cd originali, a casa in camera per motivi di spazio non ho un lettore cd audio normale, ho delle belle casse attaccate al pc (col pc ci lavoro) e quindi ritengo che sia piu' che giusto utilizzare il mio bel pc con i miei bei cd e le mie belle casse.Non mi sembra corretto, nei confronti di gente come noi (normali in fondo) la costrizione (perche' poi tale diventa) di comprare un impianto stereo per sentire i cd audio, quando i computer funzionano benissimo e soprattutto supportano il cddb (che la mia autoradio per ovvi motivi non supporta).Oppure...Ho comprato regolarmente la discografia completa dei Dire Straits, solo che non posso portarmi sempre appresso 10 cd, quindi ho deciso di farmi una piccola raccolta personale dei brani che preferisco (che non compaiono nei greatest hits tra l'altro), e ritengo che sia LEGALE quello che ho fatto.Anziche' ascoltare una canzone per ogni cd, ho fatto la raccoltina delle migliori (secondo me) e mi sono fatta i MIEI greatest hits.Non poter piu' fare tutto cio' (raccolta dei brani preferiti, ascolto dei cd mentre lavoro) non penso mi rendera' molto contenta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una
        hai troppo ragione...lasciali fare, tanto chi non acquisterà più i cd perchè impongono una serie di limitazioni sono gli utenti normali, non certo un pirata informatico o i covi di duplicatori a napoli. Ancora + spesso la gente preferirà prendere dall'extracomunitario un cd copiato, sicuro che almeno quello funziona su qualunque lettore! e se non funziona sono + onesti loro che te lo cambiano senza fare storie. oppure chiederà a qualche amico competente di procurarglielo.lascali fare, e quando le vendite di cd scenderanno del 20% invece che del 2,2% inizieranno a ragionare con la testa e non con il *%&$!- Scritto da: DElyMyth


        - Scritto da: Uno che acquista spesso..

        Le case discografiche in questo modo,

        DANNEGGIANO unicamente i loro migliori

        clienti, coloro che nonostante abbiano la

        possibilità di reperire per vie
        "illegali" i

        propri brani preferiscono acquistare
        l'album

        del proprio autore preferito.

        Aggiungo...
        Ho circa 400 cd originali, a casa in camera
        per motivi di spazio non ho un lettore cd
        audio normale, ho delle belle casse
        attaccate al pc (col pc ci lavoro) e quindi
        ritengo che sia piu' che giusto utilizzare
        il mio bel pc con i miei bei cd e le mie
        belle casse.
        Non mi sembra corretto, nei confronti di
        gente come noi (normali in fondo) la
        costrizione (perche' poi tale diventa) di
        comprare un impianto stereo per sentire i cd
        audio, quando i computer funzionano
        benissimo e soprattutto supportano il cddb
        (che la mia autoradio per ovvi motivi non
        supporta).

        Oppure...
        Ho comprato regolarmente la discografia
        completa dei Dire Straits, solo che non
        posso portarmi sempre appresso 10 cd, quindi
        ho deciso di farmi una piccola raccolta
        personale dei brani che preferisco (che non
        compaiono nei greatest hits tra l'altro), e
        ritengo che sia LEGALE quello che ho fatto.
        Anziche' ascoltare una canzone per ogni cd,
        ho fatto la raccoltina delle migliori
        (secondo me) e mi sono fatta i MIEI greatest
        hits.

        Non poter piu' fare tutto cio' (raccolta dei
        brani preferiti, ascolto dei cd mentre
        lavoro) non penso mi rendera' molto
        contenta.
  • Anonimo scrive:
    tutto si puo' copiare
    nel campo dei bit zero-uno si trova sempre il metodo i copiare!!basta essere curiosi e cercare in rete.o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto si puo' copiare
      Si infatti, sono daccordo con te, voglio dire, alla fine sono sempre e solo bit, se li esporto dal mio lettore cd-rom da casa solo audio e mi collego dall'uscita digitale all'entrata della soundblaster ecco fatto un rip che ha sicuramente qualità scadente ma sempre in competizione con l'ex mp3 a 128 kbps!
      • Anonimo scrive:
        Re: tutto si puo' copiare
        uscita spdf lettore casalingo entrata spdf sb.a quel punto e' dentro l'hd con qualita' prossima all'originale.e si possono fare tante copie...comunque prima o poi risolveremo anche l'estrazione diretta da cdrom!alla faccia di questi stronzi!
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto si puo' copiare
      - Scritto da: clonecidi
      nel campo dei bit zero-uno si trova sempre
      il metodo i copiare!!basta essere curiosi e
      cercare in rete.o no?quello che dici è fin troppo ovvio, nessuno mette in dubbio il fatto che con CloneCD copi qualsiasi cosa che sia un CD, qu' si parla in modo teorico dei diritti dei consumatori, si fa accademia, in pratica aria fritta.iL Lordo
    • Anonimo scrive:
      Re: tutto si puo' copiare
      Certamente!sapete che vi dico? Ho un CD originale(normalmente acquistato),ma che usa questo nuovo sistema di ANTI-Copia!E' verissimo,con il PC non si riesce a leggere,il mio lettore DVD-ROM impazzisce...!L'estrazione AUDIO-DIGITALE è impossibile!Ma dico IO: Mai provato a farli leggere da un masterizzatore?? Esempio: PlexTor 24x10x40x (ma penso anche altri)! noo??? PROVATECI,usando anche un utility famosissima per estrarre i CD,NON FACCIAMO NOMI però....!Risultato? Che in macchina e sul PC mi ascolto tranquillamente la copia di Back-UP su Verbatim CD-R HI H HI! Nn ci credete? Provateci!!Errori casuali? e io gli IGNORO!!La protezione anticopia e facilissima da aggirare! Quindi non ce neanche bisogno di allarmarsi...! ByeEnjoy IT.
      • Anonimo scrive:
        Re: tutto si puo' copiare
        - Scritto da: erasmo
        Certamente!
        sapete che vi dico? Ho un CD
        originale(normalmente acquistato),ma che usa
        questo nuovo sistema di ANTI-Copia!
        E' verissimo,con il PC non si riesce a
        leggere,il mio lettore DVD-ROM
        impazzisce...!Io non ho ancora acquistato un cd di questa nuova generazione (e penso che non lo farò mai!), ma siccome ho il cd-rom e il dvd-rom insieme già da prima avevo qualche problemino con i cd audio, e li estraevo dal masterizzatore tranquillamente ;)
        L'estrazione AUDIO-DIGITALE è impossibile!
        Ma dico IO: Mai provato a farli leggere da
        un masterizzatore?? Esempio: PlexTor
        24x10x40x (ma penso anche altri)! noo???
        PROVATECI,usando anche un utility
        famosissima per estrarre i CD,NON FACCIAMO
        NOMI però....!
        Risultato? Che in macchina e sul PC mi
        ascolto tranquillamente la copia di Back-UP
        su Verbatim CD-R HI H HI! Nn ci credete?
        Provateci!!
        Errori casuali? e io gli IGNORO!!

        La protezione anticopia e facilissima da
        aggirare! Quindi non ce neanche bisogno di
        allarmarsi...! Bye
        Enjoy IT.Spero che questo tuo post possa servire a molti ;)Ciao
  • Anonimo scrive:
    E la legge ?
    Protezione dichiarata o meno, resta sempre il reato di lesione dei miei diritti di consumatore.Secondo l'ultima versione della legge sulla discografia italiana, infatti, gli utenti possono "effettuare copie di materiale protetto da diritto d'autore senza scopo di lucro".E neanche i CD ibridi con le tracce digitali mi interessano, perchè io i dischi li metto su musicassetta per ascoltarli in macchina, o vogliono obbligare la gente a comprare il CD anche per l'auto ? E poi siamo sicuro che i lettori CD delle auto siano in grado di leggere questo compact disc protetti ?E chi mi obbliga ad acquistare un impianto hi-fi quando ho una stazione multimediale con l'ultima scheda audio Creative ed impianto di diffusione sonora con tanto satelliti, surround e sub-woofer ?Chi protegge il consumatore ?Perchè questi produttori non vengono obbligati ad esporre un bollino sui CD protetti con scritto "si legge solo su certi lettori cd" ??L'unico risultato che otterranno, è un ancora più drastico calo delle vendite dei CD.Stanno per darsi la mazzata finale.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: E la legge ?
      - Scritto da: ascoltatore
      Protezione dichiarata o meno, resta sempre
      il reato di lesione dei miei diritti di
      consumatore.
      Secondo l'ultima versione della legge sulla
      discografia italiana, infatti, gli utenti
      possono "effettuare copie di materiale
      protetto da diritto d'autore senza scopo di
      lucro".
      E neanche i CD ibridi con le tracce digitali
      mi interessano, perchè io i dischi li metto
      su musicassetta per ascoltarli in macchina,
      o vogliono obbligare la gente a comprare il
      CD anche per l'auto ? E poi siamo sicuro che
      i lettori CD delle auto siano in grado di
      leggere questo compact disc protetti ?
      E chi mi obbliga ad acquistare un impianto
      hi-fi quando ho una stazione multimediale
      con l'ultima scheda audio Creative ed
      impianto di diffusione sonora con tanto
      satelliti, surround e sub-woofer ?
      Chi protegge il consumatore ?
      Perchè questi produttori non vengono
      obbligati ad esporre un bollino sui CD
      protetti con scritto "si legge solo su certi
      lettori cd" ??

      L'unico risultato che otterranno, è un
      ancora più drastico calo delle vendite dei
      CD.
      Stanno per darsi la mazzata finale.

      Ciao.

      Che centra la legge?, come sono protetti i DVD e i CD di giochi chi può impedire ai produttori di musica di proteggere il loro prodotti?iL Lordo
      • Anonimo scrive:
        Re: E la legge ?
        - Scritto da: iL Lordo
        Che centra la legge?, come sono protetti i
        DVD e i CD di giochi chi può impedire ai
        produttori di musica di proteggere il loro
        prodotti?Padronissimi di danneggiarsi da soli.Per quanto mi riguarda smettero' presto dicomprare cd.
      • Anonimo scrive:
        Re: E la legge ?
        Infatti neanche i CD dei giochi originali dovrebbero essere protetti, in questo modo, infatti, viene penalizzato l'utente che li acquista. Perche' chi gioca con un software copiato puo' installare il gioco e mettere da parte il CD mentre chi ha l'originale lo deve lasciare all'interno del lettore per noiose "verifiche di originalita'"? Perche' chi ha un soft copiato puo' fare una copia di backup mentre chi ha sborsato dei bei soldi in un originale deve sempre e solo usare lo stesso CD a rischio di rigarlo/rovinarlo? I produttori sono sempre pronti a puntare il dito contro gli utenti ma di fatto nessuno sorveglia i LORO comportamenti illegali. Comportamento illegale e' impedire la creazione di una copia di backup quando questa e' consentita dalla legge, comportamento illegale e' degradare o difettare appositamente un CD musicale senza neanche farlo presente a chiare lettere sulla confezione. Il computer non e' una bestia strana entrata ieri nelle nostre case, conosco gente che sente musica solamente col PC, impedire a costoro di riprodurre i CD audio sui propri computer e di crearsi degli MP3 per una facile fruizione dei brani significa ledere i diritti del consumatore, dargli un prodotto fallato, barare subdolamente, in altri termini, truffare l'utente. Ho comprato un CD di Sting con una protezione del genere, "All This Time", ne avrete sentito parlare. Beh, ho intenzione di restituirlo al venditore perche' il lettore di CD del PC non lo legge, ergo, e' un prodotto fallato, e credo che tutti, in presenza di CD protetti, dovrebbero fare allo stesso modo. E' l'unico modo per fargli capire che queste protezioni attuate a nostro danno NON LE VOGLIAMO.Alberto
        • Anonimo scrive:
          Re: E la legge ?
          - Scritto da: Alberto
          Comportamento illegale e' impedire la
          creazione di una copia di backup quando
          questa e' consentita dalla legge,
          comportamento illegale e' degradare o
          difettare appositamente un CD musicale senza
          neanche farlo presente a chiare lettere
          sulla confezione. mmhhh questa affermazione mi pare non esatta.Dove è scritto che insieme al CD compri il diritto di farti la copia di Back-Up?Il fatto che la legge lo consenta, (ma lo consente??) non vuol mica dire che sei obbligato per legge a farla.Allora quando compro un DVD lo dovrei riportare tutte le volte al negozio perchè non sono riuscito a copiarlo? Mi pare tirato per i capelli questo preteso diritto di dover ad ogni costo farsi la copia di Back-up dei CD.iL Lordo
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            - Scritto da: iL Lordo
            Dove è scritto che insieme al CD compri il
            diritto di farti la copia di Back-Up?E' legge, non serve che lo scrivano...
            Il fatto che la legge lo consenta, (ma lo
            consente??) non vuol mica dire che sei
            obbligato per legge a farla.Devo avere la possibilita di farlo...Capperi, 40KL un Cd e non posso neanche fare un Backup?!?!?
            Allora quando compro un DVD lo dovrei
            riportare tutte le volte al negozio perchè
            non sono riuscito a copiarlo?Posso convertirlo in mpeg, avi.... posso fare un abackupSe avessi un masterizzatore DVD potrei farlo.E' un limite mio, tecnico non imposto dal costruttore
            Mi pare tirato
            per i capelli questo preteso diritto di
            dover ad ogni costo farsi la copia di
            Back-up dei CD.????Forse compri pochi CD, forse li ascolti poco, forse non hai un lettore mp3 che usi in giro.... se li avessi capiresti!Apropo l'HipZip e' una figata!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            - Scritto da: iL Lordo


            - Scritto da: Alberto

            Comportamento illegale e' impedire la

            creazione di una copia di backup quando

            questa e' consentita dalla legge,

            comportamento illegale e' degradare o

            difettare appositamente un CD musicale
            senza

            neanche farlo presente a chiare lettere

            sulla confezione.

            mmhhh questa affermazione mi pare non esatta.

            Dove è scritto che insieme al CD compri il
            diritto di farti la copia di Back-Up?
            Il fatto che la legge lo consenta, (ma lo
            consente??) non vuol mica dire che sei
            obbligato per legge a farla.
            Allora quando compro un DVD lo dovrei
            riportare tutte le volte al negozio perchè
            non sono riuscito a copiarlo? Mi pare tirato
            per i capelli questo preteso diritto di
            dover ad ogni costo farsi la copia di
            Back-up dei CD.

            iL Lordo

          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            Prova tu a sentire il tuo CD di Enya preferito mentre hai qualcosa nel CDRom.Anzi, meglio, prova a farti una playlist delle + belle canzoni che hai (10 o 20 su 7 o 8 CD) senza diventare un maniaco furioso.
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            - Scritto da: ConteZero[CUT]
            delle + belle canzoni che hai (10 o 20 su 7
            o 8 CD) senza diventare un maniaco furioso.Lascialo stare... e' meglio!!!Cervello piallato mi pare sia il termine medico :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            Invece per legge il compratore ha diritto a farsi una copia di backup, ad uso personale. E' reato farne copie x gli amici, o, ancora peggio, da rivendere.
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            - Scritto da: Trauma
            Invece per legge il compratore ha diritto a
            farsi una copia di backup, ad uso personale.
            E' reato farne copie x gli amici, o, ancora
            peggio, da rivendere.Immagino volessi rispondere al lordo...
          • Anonimo scrive:
            Re: E la legge ?
            La soluzione è semplice. L'unica cosa che a lume di naso il consumatore può ottenere è che ci sia scritto sulla confezione che è a prova di copia.Ebbene, il cliente va in negozio legge l'avvertimento e......NON LO COMPRA!!!!Due o tre mesi di questa cura e i primi a scuoiare le case discografiche saranno i rivenditori. Saranno quindi costrette (le case) a rimangiarsi la furbata o gli salta la rete di ditribuzione. Ricordatevi sempre che finchè i dindini stanno nella mia saccoccia il padrone SONO ME!
      • Anonimo scrive:
        Re: E la legge ?

        Che centra la legge?, come sono protetti i
        DVD e i CD di giochi chi può impedire ai
        produttori di musica di proteggere il loro
        prodotti?Se compro un CD a 40.000 lire per avere la licenza di ascoltare le canzoni, vuol dire che posso comprare una copia originale dello stesso CD a 1.000 lire? Visto che e' solo un problema di licenze...Se devo spendere due volte 40.000 lire allora non e' un problema di licenze: il problema e' che sono ladri.
Chiudi i commenti