Polaroid, la storia continua

Uno dei cimeli del ventesimo secolo ritorna dall'oltretomba tecnologico e punta ad un successo istantaneo. Anche con l'aiuto del digitale

Roma – Una delle novità del 2010 in materia di fotocamere sarà la Polaroid One Step Camera , una delle prime macchine fotografiche istantanee prodotte nel millennio. Un anno e mezzo dopo aver cessato la produzione di pellicole e macchine, uno dei marchi storici della fotografia sarà dissotterrato da Summit Global Group , azienda che ha acquisito la licenza di distribuzione direttamente dalla casa madre.

Si chiama invece The Impossible Project uno dei partner del progetto: l’ accordo stipulato con Summit Global Group prevede l’utilizzo di una vecchia fabbrica di pellicola nei pressi di Amsterdam. Rimettere in funzione i vecchi stabilimenti è fondamentale per generare quel soffio vitale necessario alla resurrezione definitiva della Polaroid .

L’ ascesa dei pixel aveva posto la parola fine sul regno delle istantanee ma, secondo i nuovi padroni, la pellicola Polaroid può ancora essere utile. “Se non puoi batterli, unisciti a loro” recita un proverbio: uno dei progetti della dirigenza attuale è proprio una fotocamera digitale dalle linee un po’ vintage basata sulle vecchie Polaroid .

Proprio la commistione fra vecchio e nuovo potrebbe essere la piattaforma dalla quale la vecchia Polaroid si ritufferà nel mercato : armata di tutto punto e con in più quella fondamentale caratteristica che la contraddistingue dalle concorrenti. La stampa istantanea.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wowaro doc scrive:
    Cataclism incoming
    come da oggetto
  • HAL scrive:
    Cinesi WTO
    Ma i cinesi non fanno parte del WTO? Varano continuamente norme contro le aziende straniere, vincolandole sempre di piu'. Tutto per il miraggio del mercato interno cinese, che ancora non si vede e non si sa quando si vedra'. Quando ci sveglieremo?
Chiudi i commenti