Portabilità veloce, i commenti dei consumatori

Adiconsum e MDC commentano il recente provvedimento con cui l'Authority TLC intende snellire l'iter per la transumanza degli utenti da un operatore mobile all'altro

Roma – Non è certo passato inosservato il recente provvedimento con cui l’ Authority TLC intende rendere più agevole l’iter dei servizi di Mobile Number Portability. Un porting celere e agevole è l’aspettativa di tutti gli utenti che oggi lamentano la lentezza di questa pratica. E i commenti delle associazioni di consumatori non si sono fatti attendere.

Come noto, la delibera n. 126/07/CIR mira a spingere verso l’alto la capacità minima giornaliera di “evasione” dei quattro gestori mobili italiani, portando da 9mila a 12mila le richieste che i due operatori principali ( TIM e Vodafone ) dovranno esaudire, mentre quelle di Wind e TRE saranno definite in base alla richieste ricevute dagli utenti in base ad un criterio di calcolo stabilito nella delibera.

Un intervento, quello dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, apprezzabile ma non risolutivo, secondo Adiconsum , che spiega: “Non è un problema di quante pratiche vengano eseguite giornalmente, ma che il consumatore sia messo a conoscenza dei tempi di trasferimento in modo certo e trasparente”.

“Al consumatore che attende da mesi di poter utilizzare il proprio numero con il nuovo gestore – aggiunge l’associazione – non interessa nulla che le pratiche passino da 9.000 a 12.000! Vuole una data precisa e soprattutto rispettata. L’Autorità, quindi, deve obbligare i gestori a dichiarare, al momento della stipula del nuovo contratto, la data massima entro la quale verrà eseguito il cambio di gestore e stabilire penali e/o sanzioni in caso di mancato rispetto degli accordi presi con il cliente”.

“L’Agcom sta cercando di dare un nuovo scossone ad un mercato della portabilità ormai anestetizzato dagli operatori dominanti” commenta invece Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento TLC del Movimento Difesa del Cittadino .

Un mercato popolato da quattro operatori mobili reali e da nuovi operatori alternativi non può più permettersi, secondo l’associazione, di avere un’Authority inoperosa di fronte ai ritardi nelle operazioni di migrazione: “MDC – si legge in una nota – denuncia da sempre che i ritardi di lavorazione servono in realtà a coprire operazioni di retention su vasta scala, ossia di offerte più allettanti prospettate al cliente in fuga per non farselo scappare”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pautasso scrive:
    Metro di Torino
    La metropolitana di Torino e' arrivata per ultima ma offre la copertura totale per tutti gli operatori, e molti altri vantaggi.Beati gli ultimi perche' saranno i primi
  • Marco scrive:
    Copertura metropolitana
    Noto con piacere che almeno Milano a effettivamente avviato il progetto di copertura cosa che in teoria Roma doveva fare ancora alcuni anni fa con il Gsm che poi non è mai avvenuta complimenti speriamo di avere uan copertura come a Parigi
  • windomane scrive:
    E Wind?
    Spicca l'assenza di Wind.Non avrà i soldi per installare qualche decina di antenne?Che dopo il trasloco a Roma della sede milanese stia seguendo anche lei la parabola di Alitalia trasformandosi in un'azienda regionale?
    • claudio scrive:
      Re: E Wind?
      L'ATM voleva una rete 3g, la Wind non c'è la, usa I-Mode ed Edge che sono tecnologie avanzate ma cmq 2g
      • Miao scrive:
        Re: E Wind?
        Non è vero. In città come Milano e Roma la Wind ha già da parecchio la tecnologio 3G: secondo voi con Wind non si videochiama? Ed ora è presente e in crescita anche l'HSDPA. Il motivo non sarà certo questo...
        • Io blocco il P2P scrive:
          Re: E Wind?
          - Scritto da: Miao
          Non è vero. In città come Milano e Roma la Wind
          ha già da parecchio la tecnologio 3G: secondo voi
          con Wind non si videochiama? Ed ora è presente e
          in crescita anche l'HSDPA. Il motivo non sarà
          certo
          questo...Ovvio, affitta tutto da TIM...wind cola come il titanic.
    • s g scrive:
      Re: E Wind?
      Le antenne non sono degli operatori ma di ATM/CommsCon.Wind non c'è ancora perchè non ha ancora firmato l'accordo con ATM.Non c'entra niente il 3G, visto che sia Vodafone che TIM hanno anche il 2G in metro
  • ilcaroleader scrive:
    Provate...
    Provate a farvi un giro in bicicletta a Milano. Se tornate vivi, converrete che la copertura Umts in quattro stazioni è senza dubbio la priorità dei trasporti cittadini.No, non voglio fare del benaltrismo ("le priorità sono ben altre").Ma mi irritano, permettemelo, i toni trionfalistico-futuristici di certa stampa generalistica (Corriere) che sembrano cronache degli anni Cinquanta, quando Milano poteva ancora, forse, giocare a fare l'avanguardia dell'Italietta di Peppone.Certa retorica, oltre a essere totalmente fuori luogo, serve solo ad alimentare un'immagine distorta di una città che vuol dirsi europea e ha le piste ciclabili e linee metropolitane di Calcutta, anzi forse neanche quelle. Una retorica che non serve a nessuno se non a giustificare qualche amministratore miope. Come quello che diceva, rifiutando i blocchi del traffico anti-smog, che "Milano non può fermarsi". Muori, Milano, muori felice mentre telefoni dalla metropolitana.
    • Fabri scrive:
      Re: Provate...
      concordo. ribadendo la mia contrarietà, credo che se la cosa andava fatta, era da fare 10 anni fa, non ora... a questo punto sarebbe stato forse più utile (e lungimirante) aspettare qualche mese e installare direttamente il wi-max, soprattutto alla luce del fatto che la copertura GSM sarà totale solo nel 2010, quando i telefonini wi-fi saranno estremamente diffusie si potrà sviluppare il voip...come sempre in Italia arriviamo un passo o due dopo...
    • filoberto scrive:
      Re: Provate...
      OOOOOh!!! OVAZIONE!!non posso che sottoscrivere..
    • Il campo nome e cognome è troppo corto. scrive:
      Re: Provate...
      Sì ma con chi ce l'hai di preciso?ATM ha soltanto autorizzato l'operazione e messo a disposizione l'infrastruttura, sono gli operatori tel.(o meglio i loro delegati) a svolgere tutto. Non c'è sperpero di denaro pubblico.
  • Star scrive:
    La miglior cosa che ATM potesse fare
    Mi chiedo come mai i gestori di telefonia abbiano aspettato così tanto ad iniziare i lavori.Mi faccio tutti i giorni Sesto - Bisceglie (45 minuti di metropolitana) e se ci sono guasti o altri eventi bloccanti a meno di non uscire (se non si è fermi in galleria) non si ha alcun modo di comunicare con chi a casa o in ufficio ti sta aspettando.Ora forse le cose cambieranno.
  • Mech scrive:
    Disturbo?
    E' impossibile telefonare nella metro, il rumore dei treni è elevatissimo e d'estate fanno anche male i timpani...Servizio adatto a mandare sms e navigare o al limite per telefonare prima di salire sulle carrozze.Sarebbe stato preferibile installare un sistema di areazione migliore, girano certi puzzoni che fanno arricciare il naso... o peggio. :(
    • Star scrive:
      Re: Disturbo?
      In movimento concordo che il rumore dei treni è superiore a alla potenza di qualsiasi auricolare, ma da fermi una breve telefonata si può tranquillamente fare. Inoltre anche solo il fatto di poter inviare/ricevere SMS o connettersi in Internet ti consente in casi di emergenza di comunicare con gli altri.Certo potrebbero mettere convogli più nuovi, areare meglio, dotare tutti i treni di aria condizionata ecc... ecc... ecc...Peccato che l'ATM dichiari di non avere abbastanza soldi... e queste cose costano... mentre buona parte (se non tutto) il costo delle celle in metropolitana è a carico di TIM/3/Vodafone che si sono messe assieme per fornire la copertura.
  • fabri scrive:
    cade l'ultima oasi di tranquillità
    io non sono per nulla favorevole.. considerando oltretutto che difficilmente i viaggi in metrò superano la mezz'ora, è così indispensabile essere reperibili ovunque 24/7?? Chi è a favore forse lo è per principio e non si è mai trovato pigiato come una sardina con qualcuno che ti urla nell'orecchio, con l'avvento dei cellulari situazioni come questa saranno sempre più diffuse....
    • Star scrive:
      Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
      Per il lavoro che faccio (consulente informatico) ed il fatto che ogni giorno passo ben 90 minuti in metropolitana per me è più essenziale il fatto di poter costantemente comunicare sia a casa che ai clienti o ai colleghi se ci sono ritardi o questioni urgenti della tranquillità di chi ama le "oasi di silenzio". Costoro sperino nell'educazione e nel rispetto di coloro che non tengono la suoneria alta e non urlano quando parlano.
      • fabri scrive:
        Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
        E' proprio perchè conosco l'educazione di buona parte dei miei concittadini che non sono contento della cosa. Tutte le altre preoccupazioni (faccio il tuo stesso lavoro quindi le comprendo) sono seghe mentali, niente è mai così urgente da non poter tollerare un ritardo di qualche minuto... Oltretutto il metrò è già particolarmente rumoroso di suo, ciò spingerà la gente a gridare per coprire i rumori e le voci degli altri
        • Star scrive:
          Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
          - Scritto da: fabri
          Tutte le altre preoccupazioni (faccio
          il tuo stesso lavoro quindi le comprendo) sono
          seghe mentali, niente è mai così urgente da non
          poter tollerare un ritardo di qualche minuto...Sì se si tratta di qualche minuto... prova a rimanere bloccato (solo l'anno scorso mi è capitato ben 7 volte) per un ora e mezza in metropolitana senza poter comunicare con nessuno perché il pirla di turno si è suicidato...
      • FalsoBuonis mo scrive:
        Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
        Purtroppo chi visse sperando...A me la cosa non piace, però la prendo dal punto di vista della mia ragazza, che dice sentirsi tranquillizzata dalla cosa, visto che spesso nelle stazioni si aggirano tipi alquanto loschi e non tutte le zone sono coperte da videosorveglianza (e anche se lo fossero...)
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
          contenuto non disponibile
          • Il campo nome e cognome è troppo corto. scrive:
            Re: cade l'ultima oasi di tranquillità

            Soprattutto ti invidio tantissimo perchè hai il
            dono del
            teletrasporto!Questa penso che la prenderò in prestito! :-D
      • Il campo nome e cognome è troppo corto. scrive:
        Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
        - Scritto da: Star
        Per il lavoro che faccio (consulente informatico)
        ed il fatto che ogni giorno passo ben 90 minuti
        in metropolitana...Guarda sono nella identica condizione, stesso lavoro e tempistica. E ringrazio la metro che mi da' ogni tanto un po' di tranquillità dalle richieste di clienti molto aldilà della soglia della stabilità mentale.Se anche tu volessi essere sempre reperibile, sei sicuro di volere sostenere una conversazione (in alcuni casi anche tecnica) con l'assordante fragore dei binari e persino il vociare degli altri, in uno spazio ristretto e rischiando incomprensioni varie?Io più che "amante delle oasi di tranquillità" mi definirei "amante del senso pratico".
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: cade l'ultima oasi di tranquillità
      contenuto non disponibile
  • Maurizio Merli scrive:
    Disturbo per un telefonino?
    Ma a dire il vero suonerie o discussioni telefoniche è difficile che disturbino più della "usuale" rumorosità del mezzo metro, o più della genta che normalmente parla durante il viaggio o ancora peggio della musica che nonostante sia riprodotta da auricolari spesso riesce a distinguersi da tutti i rumori precedenti ed infastidire gli altri passeggeri.Non riesco proprio a vedere svantaggi, sembra solo essere una cosa molto utile. Soprattutto per chi in metro percorre tratti che si avvicinano all'ora.
    • OrioPIX scrive:
      Re: Disturbo per un telefonino?
      E invece, proprio in considerazione della rumorosita' costante della metro, ti accorgerai di quanto e' cafona la gente che, pur di parlare al telefono, alzera' al massimo il volume della suoneria e si mettera' a berciare per farsi sentire...
  • Ste scrive:
    Ottimo...un po' in ritardo forse
    sarà perchè l'expò incombe e stanno cercando di arrufianarsi in ogni modo i delegati per ottenere l'expò?Scherzi a parte...tecnicamente non era una cosa proprio difficile...in mezza Europa lo fanno già da tempo. Anzi...nel passante già si può telefonare!Inoltre credo ci sia un forte interesse economico da parte dei gestori di telefonia (la metro trasporta milioni di passeggeri, il 99,9% dotati di un cellulare).Mi chiedo perchè non si siano mossi prima.
    • davide scrive:
      Re: Ottimo...un po' in ritardo forse
      - Scritto da: Ste
      sarà perchè l'expò incombe e stanno cercando di
      arrufianarsi in ogni modo i delegati per ottenere
      l'expò?

      Scherzi a parte...tecnicamente non era una cosa
      proprio difficile...in mezza Europa lo fanno già
      da tempo. Anzi...nel passante già si può
      telefonare!

      Inoltre credo ci sia un forte interesse economico
      da parte dei gestori di telefonia (la metro
      trasporta milioni di passeggeri, il 99,9% dotati
      di un
      cellulare).

      Mi chiedo perchè non si siano mossi prima.Anche secondo me è per arruffianarsi gli ispettori dell'expò...Comunque non solo in Europa ma anche a Torino (sia nelle stazioni che in galleria) è già possibile telefonare e navigare in internet da tempo!
Chiudi i commenti