PQI spara un disco flash da 64 GB

Il produttore taiwanese si appresta a commercializzare un hard disk a stato solido in formato 2,5 pollici capace di memorizzare 64 GB di dati. Il disco, con interfaccia SATA, mira al mercato dei notebook di fascia alta

Taipei (Taiwan) – La taiwanese Power Quotient International ( PQI ), uno dei primi produttori di memorie flash ad aver scommesso sugli hard disk a stato solido (solid state disk, SSD), ha annunciato al Computex un disco flash in formato 2,5 pollici da 64 GB, una capacità doppia rispetto all’ SSD lanciato da Samsung lo scorso mese.

Il dispositivo, che dovrebbe arrivare sul mercato ad agosto, utilizza chip di memoria NAND flash prodotti da Samsung e ha la stessa forma e dimensione di un tradizionale hard disk per notebook: questa caratteristica, insieme all’interfaccia SATA, lo rende pienamente intercambiabile con i dischi SATA montati sui più recenti computer portatili.

Il disco fornisce una velocità di trasferimento dati di 25 MB al secondo, è in grado di operare stabilmente ad una temperatura massima di 70 gradi e, secondo il produttore, consuma solo una frazione dell’energia richiesta da un disco magnetico. La capacità di 64 MB fa inoltre dell’SSD di PQI un’alternativa ancor più plausibile ai drive magnetici dello stesso formato.

Tra gli altri vantaggi offerti dagli SSD vi sono la maggiore affidabilità e resistenza agli shock (non contengono infatti alcuna parte in movimento), la maggior leggerezza e minori di tempi di accesso ai dati.

Ciò che ancora relega i dischi flash in una piccola nicchia del mercato è il loro prezzo : considerando che l’SSD da 32 GB di Samsung costa all’incirca 500 dollari, il drive da 64 GB di PQI dovrebbe costare intorno ai 1.000. Si tratta di cifre oltre 10 volte maggiori rispetto ai prezzi degli hard disk da 2,5 pollici tradizionali.

Samsung, che è il maggior produttore di memorie NAND flash al mondo, afferma tuttavia che i prezzi delle memorie flash scenderanno rapidamente, specie ora che i dischi a stato solido hanno cominciato a fare capolino sul mercato retailer. Il colosso coreano prevede che nel 2008 il 30% dei laptop di nuova produzione conterranno al proprio interno un SSD .

Le memorie flash non rappresentano però necessariamente il killer degli hard disk: le due tecnologie, come mostrato di recente dalla stessa Samsung, possono infatti lavorare insieme. I cosiddetti hard disk “ibridi”, costituiti da dischi magnetici e un certo quantitativo di memoria NAND flash, verranno sfruttati da Windows Vista per incrementare le performance, abbattere i tempi di boot e incrementare la durata delle batterie.

Oggi i produttori che vendono SSD sono già oltre una ventina, e i modelli in commercio sono disponibili in tutti i principali formati, da 1,8 a 3,5 pollici, e con le più diffuse interfacce d’interconnessione: SATA, EIDE, SCSI, SAS, Fibre-Channel, iSCSI, FireWire, NAS e InfiniBand. Una panoramica dei tipi di SSD in commercio e dei rispettivi venditori si trova qui .

Al Computex PQI ha anche mostrato schede SecureDigital da 4 GB compatibili con la nuova specifica SD 2.0: questa prevede il supporto al file-system FAT32 per spingere il limite di capacità delle schede SD a 32 GB.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mitici!!! Da rotolarsi dalle risate!
    Ma chi mai comprerà la cura direttamente dal malato?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    bill sniffa tutti i giorni i tuoi dati
    http://news.yahoo.com/s/ap/20060607/ap_on_hi_te/microsoft_monitoring_piracyinteressante questo aspetto del modello di"sicurezza" (sicurezza per chi ?) del buonzio bill, il quale ha bisogno a tutti i costidi ficcare il naso nel nostro disco tutti isanti giorniora so che qualcuno, quotidianamente, da buonangelo custode, veglia su di me e impedisceal male di impossessarsi del mio puter e dellamia mentegrazie bill
  • Anonimo scrive:
    LOL
    integrali nel sistema operativo no eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: LOL
      - Scritto da:
      integrali nel sistema operativo no eh?Integrali? Perchè integrali?
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        integrali nel sistema operativo no eh?

        Integrali? Perchè integrali?Perché i prodotti integrali hanno più fibra rispetto alle versioni raffinate, e quindi fanno più bene al nostro organismo...
  • Anonimo scrive:
    Interoperabilita', identita' e mercati
    Da esperienze precedenti, e' sempre stata la prima vittima. Il malefico formato TNEF per gli allegati, usato da alcune versioni di Outlook (e per fortuna nemmeno da tutte) e' uno dei casi piu' lampanti.Se poi saltasse fuori qualche regola che considera a priori non sicure alcune e-mail solo in quanto inviate da un MUA o da un MTA particolare, magari anche solo marcandole con un bel "attenzione, se apri questa sono affari tuoi" in giallo, allora il gioco sarebbe fatto, con gli utenti finali che dicono, come sempre: "e' colpa del TUO software, perche' da altri ricevo benissimo".Anni fa qualcuno parlo' di crisi per Sun, intendendo con questo che i vari cambi di orientamento dell'azienda nel tempo facevano pensare che Sun non sapesse quale fosse la propria missione aziendale. La si veda meglio o peggio a seconda dell'angolazione dalla quale la si guarda, ma di sicuro Sun non e' piu' quella di una volta.Sospetto che Microsoft, parallelamente, non riesca piu' a scollarsi di dosso l'immagine che molti di noi si sono fatta da parecchio tempo (sono un pinguino, anche se non di quelli arrabbiati). L'immagine che si e' creata, purtroppo per tutti, e' quella di un'azienda ormai decisa a vendere ad ogni costo qualsiasi cosa, pur di venderla. Sicuramente entrare di continuo in nuovi mercati non e' il modo giusto per "sdoganarsi" da una fama del genere. Non posso legittimare un certo odio, ma in una situazione del genere non e' tanto difficile capirne l'origine.Tra le tante caratteristiche della cultura araba, che sto provando a capire, spinto dai tempi, c'e' un'etica degli affari che mi ha colpito profondamente, spiegata in una vecchia storia sentita non ricordo piu' dove. Un uomo va da un venditore di tappeti, chiedendo al venditore di mostrargliene di un dato colore, secondo i propri gusti. Il venditore gli dice: "sto chiudendo, perche' oggi ho guadagnato ben piu' di quel che mi serviva e conto di non riaprire fino a domani. Piu' in la' su questa strada, pero', c'e' un altro venditore di tappeti. Lo conosco e so che vende anche lui della buona merce: prova ad andare da lui, penso che ti servira' bene lo stesso."I commenti su una storia del genere dipendono totalmente da chi li fa e possono essere i piu' diversi; ma non si puo' negare che un approccio simile, cosi' apparentemente estraneo al pensiero occidentale corrente, dia parecchio da riflettere a tutti quanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Interoperabilita', identita' e mercati

      Sospetto che Microsoft, parallelamente, non
      riesca piu' a scollarsi di dosso l'immagine che
      molti di noi si sono fatta da parecchio tempo
      (sono un pinguino, anche se non di quelli
      arrabbiati). L'immagine che si e' creata,
      purtroppo per tutti, e' quella di un'azienda
      ormai decisa a vendere ad ogni costo qualsiasi
      cosa, pur di venderla. Sicuramente entrare di
      continuo in nuovi mercati non e' il modo giusto
      per "sdoganarsi" da una fama del genere. Non
      posso legittimare un certo odio, ma in una
      situazione del genere non e' tanto difficile
      capirne
      l'origine.
      Rimane il fatto che il software che proverà a vendere prima lo faceva Sybari ed adesso... anche visto che cambierà solo il nome, la grafica e forse un supporto maggiore per l'integrazione. Comunque a mio avviso non hai tutti i torti, farebbe meglio a comprarsi le aziende e continuare a vendere con il vecchio marchio/nome, probabilmente la politica di adesso comuque li premia in qualche misura, simpatie o meno. Anche io preferivo il BackExec di Veritas piuttosto al nuovo di Symantec (uguale ma cambia il nome), mi dà l'idea di usare un norton antivirus quando lo apro ma di fatto il software è sempre quello
      Tra le tante caratteristiche della cultura araba,
      che sto provando a capire, spinto dai tempi, c'e'
      un'etica degli affari che mi ha colpito
      profondamente, spiegata in una vecchia storia
      sentita non ricordo piu' dove. Un uomo va da un
      venditore di tappeti, chiedendo al venditore di
      mostrargliene di un dato colore, secondo i propri
      gusti. Il venditore gli dice: "sto chiudendo,
      perche' oggi ho guadagnato ben piu' di quel che
      mi serviva e conto di non riaprire fino a domani.
      Piu' in la' su questa strada, pero', c'e' un
      altro venditore di tappeti. Lo conosco e so che
      vende anche lui della buona merce: prova ad
      andare da lui, penso che ti servira' bene lo
      stesso."
      I commenti su una storia del genere dipendono
      totalmente da chi li fa e possono essere i piu'
      diversi; ma non si puo' negare che un approccio
      simile, cosi' apparentemente estraneo al pensiero
      occidentale corrente, dia parecchio da riflettere
      a tutti
      quanti.C'è poco da riflettere, si tratta di vivere alla giornata e lo puoi fare solo se sai che anche il giorno dopo avrai clienti a sufficienza, se il commerciante si ritrovasse a fare debiti per un mese pur di mangiare il primo giorno che inizia a vendere rimane aperto fino alle 23 pur di rifarsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Interoperabilita', identita' e merca


        [...] Il venditore gli dice: "sto chiudendo,

        perche' oggi ho guadagnato ben piu' di quel che

        mi serviva e conto di non riaprire fino a
        domani.

        Piu' in la' su questa strada, pero', c'e' un

        altro venditore di tappeti. Lo conosco e so che

        vende anche lui della buona merce: prova ad

        andare da lui, penso che ti servira' bene lo

        stesso."

        I commenti su una storia del genere dipendono

        totalmente da chi li fa e possono essere i piu'

        diversi; ma non si puo' negare che un approccio

        simile, cosi' apparentemente estraneo al
        pensiero

        occidentale corrente, dia parecchio da
        riflettere

        a tutti

        quanti.

        C'è poco da riflettere, si tratta di vivere alla
        giornata e lo puoi fare solo se sai che anche il
        giorno dopo avrai clienti a sufficienza,A parte che non mi risulta (ancora) che Microsoft possa ritrovarsi a fallire domani, ne' che abbia poi sostenuto dei rischi esagerati (nemmeno quelli creati ai propri utenti, licenze alla mano) dal giorno che IBM ha bussato alla sua porta... Se lo leggi alla lettera significa, come dici tu, vivere alla giornata ma, se ne raccogli il messaggio da un punto di vista diverso, allora e' semplicemente sbagliato E stupido che il vincente stravinca a tutti i costi e da solo.Forse anche Sun Tzu ha scritto qualcosa del genere: non lo so, non me lo sono ancora bevuto.
  • Elwood_ scrive:
    cioè in pratica spamassin+clamav
    cioè mo questi ce vengono a dì che hanno fatto una cosa innovativa?Ma porco iggiuda cane!Stanno producendo soluzioni per i loro sistemi già esisteni da anni per i prodotti opensource?Questo vi fa capire che:1) usare exchange IMHO e come darsi un calcio da soli sui testicoli2) che pagare per tali soluzioni significa aggiunegere anche una martellata3) che davvero chi usa questi sistemi i sistemi di tecnologie antispam-malware praticamente e come se fosse ancora in carrozza e al lume di candelaMicrosozz our passion? Vendete fumm!
    • Anonimo scrive:
      Re: cioè in pratica spamassin+clamav
      - Scritto da: Elwood_
      cioè mo questi ce vengono a dì che hanno fatto
      una cosa
      innovativa?
      Ma porco iggiuda cane!
      Stanno producendo soluzioni per i loro sistemi
      già esisteni da anni per i prodotti
      opensource?
      Questo vi fa capire che:
      1) usare exchange IMHO e come darsi un calcio da
      soli sui
      testicoli
      2) che pagare per tali soluzioni significa
      aggiunegere anche una
      martellata
      3) che davvero chi usa questi sistemi i sistemi
      di tecnologie antispam-malware praticamente e
      come se fosse ancora in carrozza e al lume di
      candela
      Microsozz our passion? Vendete fumm!Scusa l'ignoranza ma mi sfugge qualche passaggio:- Exchange è un server di posta con funzionalità workgroup, è colpa sua se si riceve SPAM? con altri server open-source non si riceve SPAM?- Non è possibile anteporre ad exchange un gateway SMTP con tutte le soluzioni open-source che si vuole in modo da non acquistare soluzioni MS?- Attualmente non esistono soluzione antispam, antivirus ecc per i server MS? E molti (per non dire tutti) a pagamento? se non sbaglio ci sono prodotti della GFI, trendMicro, Symantec ecc..- Non è possibile utilizzare altre soluzioni al posto di Exchange, ad esempio Lotus Domino (anche se non è solo un sistema di posta) oppure soluzioni più o meno aperte, libere e gratuite?Rispondi alle mie domande e poi spiegami il tuo post iniziale. MS non può produrre soluzioni per i problemi in questione? Chi prima acquistava prodotti Antigen/Sybari adesso deve abbandonarli perchè sono di MS? Mi spieghi dove hai letto che MS propone soluzioni innovative? Mi puoi dire quale azienda rilascia prodotti senza cercare di metterne in risalto (a torto o a ragione) i suoi aspetti migliori e più riusciti?Le ultime domande sono sul personale:- pensi che chi acquisti Exchange sia un pirla?- pensi che utilizzare prodotti open-source sia più furbo/intelligente che usare prodotti MS o comunque a pagamento?- pensi di essere più intelligente rispetto agli altri o sei in media?- pensi che io sia un ingenuo?- pensi che io utilizzi prodotti MS?- pensi che io utilizzi prodotti open-source?ciao e grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: cioè in pratica spamassin+clamav
        [..]

        Le ultime domande sono sul personale:
        - pensi che chi acquisti Exchange sia un pirla?beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e open,...non esistesse niente di meglio capirei...
        - pensi che utilizzare prodotti open-source sia
        più furbo/intelligente che usare prodotti MS o
        comunque a pagamento?se le soluzioni open sono migliori come quelle citate o Apache... si, per tutti gli altri casi andrebbero valutati singolarmente... non sempre open=migliore
        - pensi di essere più intelligente rispetto agli
        altri o sei in
        media?l'intelligenza media delle gente è più bassa di quello che pensi...
        - pensi che io sia un ingenuo?visto quello che hai scritto, si. Ma non è grave, magari se ti informassi un pochino di più...
        - pensi che io utilizzi prodotti MS?fatti tuoi
        - pensi che io utilizzi prodotti open-source?fatti tuoi
        ciao e grazieCiao (non sono quello a cui hai risposto ma un altro)
        • Anonimo scrive:
          Re: cioè in pratica spamassin+clamav


          Le ultime domande sono sul personale:

          - pensi che chi acquisti Exchange sia un pirla?

          beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e
          open,
          ...non esistesse niente di meglio capirei...
          A questo punto sarei curioso di sapere quali sono le soluzioni migliori, io personalmente di funzionanti non ne ho ancora visto, sono certo che esistono ma il tuning richiesto è considerevole e rimane un senso di inaffidabilità generale. Questo per quanto riguarda la MIA esperienza naturalmente, sottolineo che i prodotti non li ho installati e configurati io (che posso essere imbranato) ma esperti del settore. In particolare mi interessa la parola "migliore": per cosa un prodotto tipo Exchange è migliore ad un altro?grazie e ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da:



            Le ultime domande sono sul personale:


            - pensi che chi acquisti Exchange sia un
            pirla?



            beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e

            open,

            ...non esistesse niente di meglio capirei...



            A questo punto sarei curioso di sapere quali sono
            le soluzioni migliori, io personalmente di
            funzionanti non ne ho ancora visto, sono certo
            che esistono ma il tuning richiesto è
            considerevole eh si lavorare da professionisti richiede queste seccature di tanto in tanto...
            e rimane un senso di inaffidabilità
            generale. l'inaffidabilità generale ti deriva dal fatto che non hai fatto il solito wizard di turno che ti ha confermato che era tutto perfetto?per l'inaffidabilità=windows, un sistema Linux ben configurato è una locomotiva...
            Questo per quanto riguarda la MIA
            esperienza naturalmente, sottolineo che i
            prodotti non li ho installati e configurati io
            (che posso essere imbranato) ma esperti del
            settore. te li raccomando.... ne ho conosciuti tanti di "esperti del settore"
            In particolare mi interessa la parola
            "migliore": per cosa un prodotto tipo Exchange è
            migliore ad un
            altro?di solito io valuto, stabilità, performance, sicurezza e feature, non necessariamente in questo ordine.ma c'è chi valuta solo, il marketing, la certificazione M$ oppure il fatto che essendo M$ va bene così e basta...ammettilo quanti "esperti" usano solo M$ perchè non saprebbero far funzionare altro...
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav


            eh si lavorare da professionisti richiede queste
            seccature di tanto in
            tanto...
            Forse abbiamo un concetto diverso di tuning, per me consiste nell'ottimizzare, personalizzare e migliorare la sicurezza di un prodotto, non perdere 8 ore per farlo funzionare a livello base

            e rimane un senso di inaffidabilità

            generale.

            l'inaffidabilità generale ti deriva dal fatto che
            non hai fatto il solito wizard di turno che ti ha
            confermato che era tutto
            perfetto?
            Wizard? e tu cosa usi per i penetration test? il nessus? e per configurare la scheda di rete su Knoppix setnetconfig (o simile)? e cosa decantano tanti sostenitori di linux, forse che è molto meglio da quando esistono le distro più facili da installare? non farmi ridere va, il wizard è proprio grazie agli ignoranti che è diventato un punto debole di windows perchè fanno senza approfondire
            per l'inaffidabilità=windows, un sistema Linux
            ben configurato è una
            locomotiva...
            Mi spiace dirti che lavoro con entrambe le piattaforme, hai allargato il concetto dell'exchange con tue considerazioni personali forse per sentirti meglio in questo pomeriggio che stai passando male...
            te li raccomando.... ne ho conosciuti tanti di
            "esperti del
            settore"
            Pensa pure male, si tratta di personaggi che parlano proprio come te decantando tanto le doti di linux ma agli atti pratici hanno ripetutamente deluso. Scusa se te lo dico ma inizio ad avere lo stesso sospetto su di te.

            In particolare mi interessa la parola

            "migliore": per cosa un prodotto tipo Exchange è

            migliore ad un

            altro?

            di solito io valuto, stabilità, performance,
            sicurezza e feature, non necessariamente in
            questo
            ordine.ed io anche il supporto ed il prezzo, mi sembra di capire che per i prodotti che valuti tu entrambe le cose non siano necessarie

            ma c'è chi valuta solo, il marketing, la
            certificazione M$ oppure il fatto che essendo M$
            va bene così e
            basta...
            non è da sottovalutare un prodotto che usano in molti con successo piuttosto di uno che utilizzano in pochi con successo
            ammettilo quanti "esperti" usano solo M$ perchè
            non saprebbero far funzionare
            altro...ti ripeto che gli esperti non lo erano su MS ma su prodotti Linux, in particolare firewall/posta/ids, la solita soluzione che vuol dire tutto e non vuol dire niente. Sto ancora aspettando una demo di opengroupware funzionante...Noto con piacere che non hai risposto alle mie domande, ancora non so qual'è l'alternativa ad exchange funzionante e, soprattutto, "migliore". Certo, sei libero di parlare di quello che vuoi, ma hai prodotto fumo mentre io cercavo concretezza, forse per te è un concetto difficile.Per me Exchange server con client Outlook, blackberry che ricevono le mail aziendali, Entourage su MAC che si interfacciano tranquillamente, palmari di ogni marca e modello sui quali sincronizzare le proprie attività E' una soluzione che costa 5000 Simdollars.Opengroupware che viaggia velocissimo e non si impianta mai sul server ma non riesce ad utilizzare nessuno perchè manca il connettore, se c'è funziona male, il blackbarry non è supportato ecc ecc ma è gratuito ed open-source NON è una soluzione.Rinnovo la domanda: sai darmi delle alternative validi o sai solo sentenziare sugli altri senza proporre nulla di costruttivo?
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            http://www.novell.com/products/openworkgroupsuite/
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da:
            http://www.novell.com/products/openworkgroupsuite/Hai visto quanta roba c'è da comprare?
          • opazz scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            Hai visto che è una suite unica?Novell Open Workgroup Suite includes server and desktop platforms with complete management tools, e-mail and collaboration and office-productivity software.
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da: opazz
            Hai visto che è una suite unica?

            Novell Open Workgroup Suite includes server and
            desktop platforms with complete management tools,
            e-mail and collaboration and office-productivity
            software.
            valla a cercare nello shop allora
          • opazz scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            Vuoi il mio account di partner Novell per accertartene?Quella soluzione E' una suite unica con tutti quei prodotti.
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da: opazz
            Vuoi il mio account di partner Novell per
            accertartene?

            Quella soluzione E' una suite unica con tutti
            quei
            prodotti.
            Questo significa che mi devo mettere in casa:1. un sistema operativo nuovo, perché passi RedHat ma chi cavolo ha in casa Novell Linux?2. un directory service nuovo3. uno strumento di gestione nuovo4. una suite office nuova.Perché forse non lo sai ma non è che Novell sia tra i sistemi più popolari. Francamente mi stupisce che non se la sia ancora comprata nessuno.Io passo il tempo a fare progetti in cui le aziende mi chiedono di quotare delle razionalizzazioni, consolidation e riduzione di complessità dei sistemi IT e tu mi vorresti convincere che mettermi in casa tutto 'sto popò di roba senza nemmeno capire bene per sanare quale inaccettabile debolezza di Exchange se non il fatto di essere un prodotto Microsoft.
          • opazz scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav

            Questo significa che mi devo mettere in casa:
            1. un sistema operativo nuovo, perché passi
            RedHat ma chi cavolo ha in casa Novell
            Linux?
            2. un directory service nuovo
            3. uno strumento di gestione nuovo
            4. una suite office nuova.Se devi fare una piattaforma di collaborware, che tu la faccia con sharepoint, con workplace/portal/domino, o con questo, devi per forza mettere più di un prodotto, quindi non vedo quella grossa difficolta.Chi ha in casa Novell Linux? Gli stessi che potrebbero avere Red Hat enteprise, dato che entrambe sono ottime distro "server".
            Perché forse non lo sai ma non è che Novell sia
            tra i sistemi più popolari. Dipende cosa intendi per popolare. Netware non sarà popolare, ma è un signor sistema.
            Francamente mi
            stupisce che non se la sia ancora comprata
            nessuno.Lol Mi fai ridere con questo commento.
            Io passo il tempo a fare progetti in cui le
            aziende mi chiedono di quotare delle
            razionalizzazioni, consolidation e riduzione di
            complessità dei sistemi IT e tu mi vorresti
            convincere che mettermi in casa tutto 'sto popò
            di roba senza nemmeno capire bene per sanare
            quale inaccettabile debolezza di Exchange se non
            il fatto di essere un prodotto
            Microsoft.Se il tuo problema è solo sostituire "quello che fa exchange" va visto che gli fai fare.Da MTA puro?Da servente di collaborware?Da.... ??Ad ogni esigenza la sua risposta.Con questa soluzione non fai solo collaborware e posta elettronica, gestisci anche gestire la rete con ZenWorks, un po' come una infrastruttura AD.Vuoi sostituire le funzioni normali di Exchange? non hai bisogno di tutto sto popo' di roba, come l'autore del post originale ha postato. Ti basta Groupwise.Probabilmente chi ha messo il link iniziale, ha sboronato troppo..
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da:

            A questo punto sarei curioso di sapere quali
            sono

            le soluzioni migliori, io personalmente di

            funzionanti non ne ho ancora visto, sono certo

            che esistono ma il tuning richiesto è

            considerevole

            eh si lavorare da professionisti richiede queste
            seccature di tanto in
            tanto...A parte che continui a non dire cosa è meglio e su che basi.Comunque, anche se fosse, mi spieghi perché dovrei spendere cifre pazzesche per la gestione (perché il tempo di tuning sono palanche)di un prodotto ottimo quando ho un prodotto molto buono che gestisco con pochi soldi?E' la stessa considerazione che fate voi profeti anti-MS quando ci predicate che è inutile spendere soldi per MS Office perché c'è Open Office che per fare due lettere e quattro spreadsheet va più che bene.Come mai se il prodotto migliore e più caro è MS allora conta il risparmio e se il prodotto migliore e più caro è non-MS allora conta la qualità?Ma, vuoi mettere? Non è Microsoft! Fenomenale!!!


            e rimane un senso di inaffidabilità

            generale.

            l'inaffidabilità generale ti deriva dal fatto che
            non hai fatto il solito wizard di turno che ti ha
            confermato che era tutto
            perfetto?Deriva dal fatto che più sono i parametri da definire maggiore è la probabilità di errore. Oppure anche la statistica vale solo quando è anti-MS?

            per l'inaffidabilità=windows, un sistema Linux
            ben configurato è una
            locomotiva...Ti garantisco che non vedo differenza di affidabilità tra i server Linux e quelli MS che gestisco. Anzi, se devo essere onesto i problemi maggiori li ho proprio con la black box linux. Dovrebbe essere black box (accendi e vai) ma è più che altro un accendi, vai e reboota, accendi, vai e reboota.

            In particolare mi interessa la parola

            "migliore": per cosa un prodotto tipo Exchange è

            migliore ad un

            altro?

            di solito io valuto, stabilità, performance,
            sicurezza e feature, non necessariamente in
            questo
            ordine.Allora attento. Perché potresti arrivare a conclusioni che ti sorprendono.ExchangeStabilità: no problemPerformance: no problem (nè meglio né peggio)Sicurezza: da configurare con attenzione perché più i sistemi sono diffusi più le vulnerabilità vengono prese di miraFeature: no problemProdotti di collaboration Open source (non la solita posta pop3 del piffero, ma roba seria):Stabilità: problematicaPerformance: no problemSicurezza: no problem perché anche se non la configuri chi se lo fila un prodotto con 3 installazioni?Feature: lasciamo perdere!
            ammettilo quanti "esperti" usano solo M$ perchè
            non saprebbero far funzionare
            altro...E quanti si riempiono la bocca senza nemmeno aver mai provato i prodotti MS se non da utente?
        • shezan74 scrive:
          Re: cioè in pratica spamassin+clamav
          - Scritto da:
          [..]



          Le ultime domande sono sul personale:

          - pensi che chi acquisti Exchange sia un pirla?

          beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e
          open,
          ...non esistesse niente di meglio capirei...Dunque sostieni il principio che chi non usa la soluzione migliore è un pirla.Sempre secondo te c'è una soluzione migliore delle altre, suppongo, quindi secondo la tua visione dei fatti se esistono 10 software che fanno SMTP l'utenza si divide in 2 categorie:1) Chi usa QUEL SOFTWARE che TU ritieni migliore è un figo.2) Chi usa una delle 9 restanti soluzioni è un pirlaDa cui si evince che 10 sistemi differenti che svolgono il servizio di SMTP non hanno motivo di esistere. Si chiede a te quello che ritieni il migliore e si usa a livello mondiale. Gli altri possono chiudere o inventare un software differente, almeno fino a che non verificherai che anche in quel campo c'è qualcun altro che ha fatto meglio. A questo punto, nuovamente, la concorrenza deve smettere di produrre software.Dove sbaglio?
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da:

            [..]





            Le ultime domande sono sul personale:


            - pensi che chi acquisti Exchange sia un
            pirla?



            beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e

            open,

            ...non esistesse niente di meglio capirei...

            Dunque sostieni il principio che chi non usa la
            soluzione migliore è un
            pirla.
            Sempre secondo te c'è una soluzione migliore
            delle altre, suppongo, quindi secondo la tua
            visione dei fatti se esistono 10 software che
            fanno SMTP l'utenza si divide in 2
            categorie:

            1) Chi usa QUEL SOFTWARE che TU ritieni migliore
            è un
            figo.
            2) Chi usa una delle 9 restanti soluzioni è un
            pirla

            Da cui si evince che 10 sistemi differenti che
            svolgono il servizio di SMTP non hanno motivo di
            esistere. Si chiede a te quello che ritieni il
            migliore e si usa a livello mondiale. Gli altri
            possono chiudere o inventare un software
            differente, almeno fino a che non verificherai
            che anche in quel campo c'è qualcun altro che ha
            fatto meglio. A questo punto, nuovamente, la
            concorrenza deve smettere di produrre
            software.

            Dove sbaglio?Sbagli perchè l'utente ha intuito (ma non confermo) che io utilizzo exchange, se avessi indicato postfix come server preferito sarebbero scattate pacche sulle spalle e commenti di reciproco sostegno "anche se io preferisco qmail.." ecc ecc La differenza non è se il prodotto A possiede più funzionalità del prodotto B ma se A è gratuito e B no.
          • Anonimo scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da:

            [..]





            Le ultime domande sono sul personale:


            - pensi che chi acquisti Exchange sia un
            pirla?



            beh..si, dato che esistono soluzioni migliori e

            open,

            ...non esistesse niente di meglio capirei...

            Dunque sostieni il principio che chi non usa la
            soluzione migliore è un
            pirla.
            Sempre secondo te c'è una soluzione migliore
            delle altre, suppongo, quindi secondo la tua
            visione dei fatti se esistono 10 software che
            fanno SMTP l'utenza si divide in 2
            categorie:

            1) Chi usa QUEL SOFTWARE che TU ritieni migliore
            è un
            figo.
            2) Chi usa una delle 9 restanti soluzioni è un
            pirla

            Da cui si evince che 10 sistemi differenti che
            svolgono il servizio di SMTP non hanno motivo di
            esistere. Si chiede a te quello che ritieni il
            migliore e si usa a livello mondiale. Gli altri
            possono chiudere o inventare un software
            differente, almeno fino a che non verificherai
            che anche in quel campo c'è qualcun altro che ha
            fatto meglio. A questo punto, nuovamente, la
            concorrenza deve smettere di produrre
            software.

            Dove sbaglio?dove ho detto quello che affermi tu?io ho detto che se esistono soluzioni open milgiori è da pirla non utilizzarle (data la gratuità di queste ultime) rispetto a quelle commerciali, pagare per avere una soluzione "peggiore" è da pirla...se poi ti serve Photoshop non ci sono soluzioni open che tengano il confronto... e questo concetto lo puoi estendere a tutti i prodotti.
          • misterz scrive:
            Re: cioè in pratica spamassin+clamav

            Dunque sostieni il principio che chi non usa la
            soluzione migliore è un
            pirla.
            Sempre secondo te c'è una soluzione migliore
            delle altre, suppongo, quindi secondo la tua
            visione dei fatti se esistono 10 software che
            fanno SMTP l'utenza si divide in 2
            categorie:

            1) Chi usa QUEL SOFTWARE che TU ritieni migliore
            è un
            figo.
            2) Chi usa una delle 9 restanti soluzioni è un
            pirla

            Da cui si evince che 10 sistemi differenti che
            svolgono il servizio di SMTP non hanno motivo di
            esistere. Si chiede a te quello che ritieni il
            migliore e si usa a livello mondiale. Gli altri
            possono chiudere o inventare un software
            differente, almeno fino a che non verificherai
            che anche in quel campo c'è qualcun altro che ha
            fatto meglio. A questo punto, nuovamente, la
            concorrenza deve smettere di produrre
            software.

            Dove sbaglio?Ma si capisce che l'hai cappitto anche tu dove sta lo sbaglio. Questo prodotto a suo favore ha un punto solo: possono installarlo da soli, cani e porci. Poi l'efficienza è quel che è ma non importa: abbiamo salvato il posto dell'ennesimo sedicente informatico.Questo per rispondere all'incazzatura. Se poi vogliamo discuterne costruttivamente, possiamo tranquillamente affermare che ogni soluzione va contestualizzata, appunto.Come dici tu, posso usare Exchange e poi governare a monte SMTP e IMAP con altri sistemi anche su linux e non necessariamente gratuiti ma che funzionano sicuramente meglio.Se uno entra in un appartamento, in cucina vede la caldaia a muro ultimo modello superecologico, poi va in bagno e vede un boiler con la spina attaccata e la spia accesa, è legittimo che si chieda chi è quel genio... magari lo è davvero, nel senso che probabilmente non vi era un impianto adatto e piuttosto che spaccare tutto si è preferito fare così! Dipende da quanto tempo devo stare in quel appartamento: se ci devo stare un anno, va bene così, se devo starcene più di 3, allora qualche dubbio sulla fesseria che ho pensato, sarebbe giusto farmelo venire.C'è chi usa caldaia e boiler; chi caldaia e basta; chi i pannelli solari in supporto alla caldaia che così entra in funzione solo quando serve... questione di ottica, lungimiranza, ma soprattutto etica. Pagare un prodotto che si installa da sè ma funziona male, tantè che ha bisogno di software di contorno, va bene. Avere il software gratis e pagare un informatico che lo accordi correttamente con le varie stratificazioni del sistema, NO. Perchè? Conta la percezione, ossia, mi sento più preso per il collo dall'informatico perchè mi tocca pagarlo (azz, non sia mai... ma chi è? Mi piace l'idea di dare un milione di euro a Pavarotti (Alias Bill Haz), a pupo manco na lira). E' una questione di percezione!Un genitore americano, non manderebbe mai il proprio figlio a giocare o fare i compiti a casa del suo compagno di scuola, perchè suo padre possiede una pistola... meglio che il bimbo se ne stia a casa dove, in giardino, c'è una bella piscina. Il rapporto sulle morti da annegamento di bimbi al di sotto dei 10 anni di età, rispetto quelli deceduti per un colpo di arma da fuoco è di 100:1. Eppure, verrà sempre considerato più pericoloso mandare il figlio a giocare dal vicino. Allo stesso modo, Microzoz mi tranquillizza di più... l'ho sott'occhio io e non può succedere nulla... fare un viaggio in macchina mi tranquillizza di più che prendere l'areo, e mi costa anche di più... ma non ha importanza, sono io a controllare la situazione, in aereo questo non succede, di conseguenza, ho più probabilità di arrivare alla meta. E così all'infinito.
    • misterz scrive:
      Re: cioè in pratica spamassin+clamav
      - Scritto da: Elwood_
      cioè mo questi ce vengono a dì che hanno fatto
      una cosa
      innovativa?
      Ma porco iggiuda cane!
      Stanno producendo soluzioni per i loro sistemi
      già esisteni da anni per i prodotti
      opensource?
      Questo vi fa capire che:
      1) usare exchange IMHO e come darsi un calcio da
      soli sui
      testicoli
      2) che pagare per tali soluzioni significa
      aggiunegere anche una
      martellata
      3) che davvero chi usa questi sistemi i sistemi
      di tecnologie antispam-malware praticamente e
      come se fosse ancora in carrozza e al lume di
      candela
      Microsozz our passion? Vendete fumm!Ma che bontà...Ma che bontà...Ma che cos'è questa robina qua?Cacao della Bolivia? -NOOO!-Ma che cos'è? C****a?
  • Anonimo scrive:
    che è la classe soho?
    so-ftware ho-use?boh... non so che cosa sia :(
  • Anonimo scrive:
    Mi chiedo se
    potrò installarlo su Linux e se sarà compatibile con Qmail 8)
  • Anonimo scrive:
    Vuole infettare anche l'email
    Non sazio di ciò che ha già infettato e impuzzato, il DRAGA ora pretende di reinventare a suo modo uno standard assoluto come l'email che non è stato inventato da lui (se mai ha mai inventato qualcosa).A DRAGA, ma va ritirati nella tua villa da 60 milioni di dollari rubati alle genti di tutto il mondo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Vuole infettare anche l'email
      - Scritto da:
      Non sazio di ciò che ha già infettato e
      impuzzato, il DRAGA ora pretende di reinventare a
      suo modo uno standard assoluto come l'email che
      non è stato inventato da lui (se mai ha mai
      inventato
      qualcosa).

      A DRAGA, ma va ritirati nella tua villa da 60
      milioni di dollari rubati alle genti di tutto il
      mondo...Metti del tabacco in quello che fumi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Vuole infettare anche l'email
      - Scritto da:
      Non sazio di ciò che ha già infettato e
      impuzzato, il DRAGA ora pretende di reinventare a
      suo modo uno standard assoluto come l'email che
      non è stato inventato da lui (se mai ha mai
      inventato
      qualcosa).

      A DRAGA, ma va ritirati nella tua villa da 60
      milioni di dollari rubati alle genti di tutto il
      mondo...Solo 60 milioni? Non erano 60 miliardi di dollari :P ?
  • rock and troll scrive:
    BYE BYE XIMIANN
    la campanella suona e le porte si aprono... ultima fermata si e' arrivati al capolinea. Questo e' il destino che in un futuro sempre piu' prossimo, investira' il paleolitico ximian e dell'acora piu' primitivo thunderbird. Nomi ad effetto, loghi sfavillanti, traballanti ideali terzomondisti, non possono fare nulla contro l'incredibile sviluppo dei nuovi software di email targati Redomond. Email crittografate con certificai basati su palladium, francobolli digitali per la corripsondenza sicura, firme digitali.. sono solo poche delle immense novita' che il nuovo mondo dell'informatica ci regalara' nei prossimi hanni. Ovviamente il continente dei pinguini, che per antonomasia e' freddo, immobile e privo di cambiamento... sta a guardare, e mi sa tanto che questa volta non riuscira' piu' a copiare.Maggior ragione adesso che con l'effetto serra si stanno scogliendo tutti i ghiacci.. ah ah ah glu glu.. l'open sorce non c'e' piu' (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: BYE BYE XIMIANN
      - Scritto da: rock and troll
      Email crittografate con certificai basati su
      palladium, francobolli digitali per la
      corripsondenza sicura, firme digitali.. Bah, sono cose che faccio con thunderbird + enigmail già da un paio di anni..Davvero niente di nuovo.Non solo troll, ma anche scarsamente documentato.Che mi tocca sentire..
      • Anonimo scrive:
        Re: BYE BYE XIMIANN
        - Scritto da:

        Non solo troll, ma anche scarsamente documentato.Dov'è la novità? Un troll ha il diritto/dovere di disinformarsi per poterle sparare grosse.
        • Anonimo scrive:
          Re: BYE BYE XIMIANN
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          Non solo troll, ma anche scarsamente
          documentato.

          Dov'è la novità? Un troll ha il diritto/dovere di
          disinformarsi per poterle sparare
          grosse.ROTFL :D
        • uguccione500 scrive:
          Re: BYE BYE XIMIANN
          ...certo, ma almeno se vuole essere ignorante che se lo tenga per se e non venga a spararle più grosse del solito qui!!!!!
          Dov'è la novità? Un troll ha il diritto/dovere di
          disinformarsi per poterle sparare
          grosse.
    • Anonimo scrive:
      Re: BYE BYE XIMIANN
      Come trollata mi pare fuori contesto: si parla di antivirus!
    • Anonimo scrive:
      Re: BYE BYE XIMIANN

      Email crittografate con certificai basati su
      palladium, francobolli digitali per la
      corripsondenza sicura, firme digitali.. sono solo
      poche delle immense novita' che il nuovo mondo
      dell'informatica ci regalara' nei prossimi
      hanni.I prossimi "hanni", si', certo.
  • opazz scrive:
    Aritonfa...
    Chi si ricorda il famoso MSAV della versione 6.2 di DOS?Ma che porcaio era ;)No vabbeh battute a parte, non capisco perchè una persona debba scegliere la soluzione MS dopo anni che usa un altro sistema antivirus per il suo server di posta o di collaborware.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 giugno 2006 00.15-----------------------------------------------------------
    • myne.it scrive:
      Re: Aritonfa...
      Mah? Ogni 3x2 c'e' qualche notizia di "supervulnerabilità" di qualche prodotto M$ (fatevi un giro sul blog di PAolo Attivissimo e guardate l'ultima vulnerabilità segnalata...) :(Quindi, a parer mio, Bill prima di parlare di sicurezza farebbe bene a starci attento...Poi... pensando alle presentazioni interplanetarie alle quali Zio Gates ci ha già ben abituati, immaginati lo spasso se mentre esalta il suo nuovo prodottone di sicurezza il piccì si inchioda in preda ad un Virus catastrofico che mostra la famosa scena del "Bill's Apple Pie"...Andrei a terra... (rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 giugno 2006 00.35-----------------------------------------------------------
      • opazz scrive:
        Re: Aritonfa...
        A questo ora non ci pensavo, ma obbiettivamente...Da che pulpito arriva la predica...
      • Anonimo scrive:
        Re: Aritonfa...
        Invece di sparare a zero su un prodotto che nemmeno conosci, perchè non lo provi e fai dei commenti un pò più intelligenti...(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
        • Anonimo scrive:
          Re: Aritonfa...
          - Scritto da:
          Invece di sparare a zero su un prodotto che
          nemmeno conosci, perchè non lo provi e fai dei
          commenti un pò più
          intelligenti...(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troEh, ha parlato Alessio Bibolotti.Lui si che un intelligentone!!! :|
        • myne.it scrive:
          Re: Aritonfa...
          - Scritto da:
          Invece di sparare a zero su un prodotto che
          nemmeno conosci, perchè non lo provi e fai dei
          commenti un pò più
          intelligenti...(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(tro* [...] Ogni 3x2 c'e' qualche notizia di "supervulnerabilità" di qualche prodotto M$ [...]E questo mi sembra abbastanza palese e divulgato...* [...] fatevi un giro sul blog di PAolo Attivissimo e guardate l'ultima vulnerabilità segnalata... [...]Hai provato a dare un'occhiata? Ti segnalo anche il link: http://attivissimo.blogspot.com/2006/06/provate-questo-trucco-di-ie-e.html* [...] Quindi, a parer mio, Bill prima di parlare di sicurezza farebbe bene a starci attento [...]Significa che esprimo una mia opinione personale e non è detto che sia assoluta, ma comunque è mia...* [...] pensando alle presentazioni interplanetarie alle quali Zio Gates ci ha già ben abituati, immaginati [...significa ipotizzare, inventare, usare la fantasia...] lo spasso se mentre esalta il suo nuovo prodottone di sicurezza il piccì si inchioda in preda ad un Virus catastrofico che mostra la famosa scena del "Bill's Apple Pie" [... http://video.google.com/videoplay?docid=8474345765531799467&q=bill+pie ...]Ti ricordo (e non mi sto inventando nulla) che in svariate occasioni Mr Gates si è ritrovato con decine di giornalisti di settore da tutto il mondo, telecamere, etc... durante le sue presentazioni si è ritrovato a fare figuracce a causa di crash e/o problemi. Queste le più "imponenti":Presentazione di Win98: http://www.cnn.com/TECH/computing/9804/20/gates.comdex/Presentazione di Windows Media Center: http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=3695&numero=999Poi dai un'occhio alla "sfilzata" di crash in varie situazioni nel mondo (P. Attivissimo): http://www.attivissimo.net/security/wincrashes/galleria_crash.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: Aritonfa...
            - Scritto da: myne.it

            blah blah blah...
            ok, adesso per caso hai qualcosa da dire su Antigen?
          • myne.it scrive:
            Re: Aritonfa...
            - Scritto da:
            ok, adesso per caso hai qualcosa da dire su
            Antigen?
            Non l'ho ancora visto/provato e quindi nulla di specifico...Ma se leggi bene i miei post vedrai che ho usato il "ti immagini se?", che presume un lavoro di fantasia...Quindi non è detto che Antigen si a un prodotto di "M", ma resto sempre dell'opinione che spesso M$ ha raffazzonato prodotti alla benemeglio ed in fretta e furia pur di uscire sul mercato spacciandoli per "prodotti ottimali e completi", per poi fare "n" revisioni successive a miglioramento dei problemi (normalmente segnalati da utenti in difficoltà e/o imbufaliti)...Poi non stanno inventando l'acqua calda... se leggi qualche altro post qui in giro vedrai che in molti pensano che alcuni prodotti Open già fanno egregiamente quello che si presuppone faccia Antigen e da diversi anni...Tutto qui... il fatto di andare in giro a sbandierare ai 4 venti "l'innovazione" quando altri già fanno ciò che dici, sa un po' di "sborone", no?Se poi condisci il tutto con una bella chiusura a standard "strettamente privati", ecco che il Sig. Gates si crea un'altra nicchia di monopolio informatico...!?!
          • Anonimo scrive:
            Re: Aritonfa...
            - Scritto da: myne.it
            Quindi non è detto che Antigen si a un prodotto
            di "M", ma resto sempre dell'opinione che spesso
            M$ ha raffazzonato prodotti alla benemeglio ed in
            fretta e furia pur di uscire sul mercato
            spacciandoli per "prodotti ottimali e completi",
            per poi fare "n" revisioni successive a
            miglioramento dei problemi (normalmente segnalati
            da utenti in difficoltà e/o
            imbufaliti)...Questo mi pare lo facciano tutti, non solo MS...
            in molti pensano che alcuni prodotti Open già
            fanno egregiamente quello che si presuppone
            faccia Antigen e da diversi
            anni...Esempi concreti? Il tuo post è solo una trollata...
            Tutto qui... il fatto di andare in giro a
            sbandierare ai 4 venti "l'innovazione" quando
            altri già fanno ciò che dici, sa un po' di
            "sborone",
            no?Esempi concreti? Il tuo post è solo una trollata...
          • opazz scrive:
            Re: Aritonfa...

            Questo mi pare lo facciano tutti, non solo MS...Ti rispondo allo stesso modo..Esempi concreti? Il tuo post è solo una trollata...NT, Active Directory, Terminal Server, l'antispyware, ora questo..Microsoft lo fa di professione e da anni di acquisire e poi metterci il suo bollino..
            Esempi concreti? Il tuo post è solo una
            trollata...Non saranno anni, ma spamassassin e clamav fanno benissimo il loro lavoro.

            Tutto qui... il fatto di andare in giro a

            sbandierare ai 4 venti "l'innovazione" quando

            altri già fanno ciò che dici, sa un po' di

            "sborone",

            no?
            Esempi concreti? Il tuo post è solo una
            trollata...Te li ho fatto sopra esempi di "innovazioni" (almeno passate così dal mktg) introdotte da MS..
    • Anonimo scrive:
      Re: Aritonfa...
      Sybari ha sempre venduto la sua soluzione come più efficace di quella dei concorrenti in base al fatto che utilizza diversi motori. Inoltre serve solo per la posta.Secondo me non è un acquisto tanto improbabile.
    • uguccione500 scrive:
      Re: Aritonfa...
      Modificato dall' autore il 08 giugno 2006 00.15
      --------------------------------------------------
Chiudi i commenti