Preso un ladro di account Messenger

Si mette nei guai, seri, un ragazzo di Acireale che investiva i suoi talenti informatici nel sottrarre credenziali di accesso agli account dell'instant messaging di Microsoft. La GdF lo individua. Le conseguenze sono pesanti

Catania – Utilizzati da milioni di utenti anche in Italia, i software di instant messaging sono da sempre nel mirino dei ladri di identità : a causa di tecniche di social engineering sono molti gli utenti di sparamessaggini che hanno involontariamente consegnato a terzi le proprie credenziali di accesso, solo per vedersi sbarrare poi la strada ad un successivo tentativo di accesso. Un ragazzo che ha rubato almeno un account di Windows Live Messenger è stato individuato dalla Guardia di Finanza e a suo carico sono scattate denunce pesanti di natura penale.

In particolare a F.M.G., residente ad Acireale, le Fiamme Gialle hanno contestato i reati di “accesso abusivo ad un sistema informatico” e “detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici” previsti dagli artt. 615 ter e quater del Codice Penale .

Le indagini, condotte in collaborazione con Microsoft Italia, hanno portato all’individuazione del giovane grazie alla ricostruzione dei suoi movimenti in Internet. Questi, dopo aver sottratto le credenziali di accesso ad un utente Messenger, aveva modificato la password e si era dedicato ad attività costruttive come l’insulto sistematico a tutti i contatti in linea di quell’utente. “Dopo essere entrato nell’account di messaggistica istantanea e aver modificato User-Id e Password in modo che il reale intestatario non potesse più accedervi – spiega una nota della Guardia di Finanza – il F. M. G. modificava l’aspetto “messenger” dell’account in questione (visibile in rete da tutti gli altri utenti che hanno contatto con esso) pubblicando una frase particolarmente ingiuriosa ed offensiva visibile da altri utenti della rete Internet”.

La denuncia contro ignoti pervenuta al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Catania ha spinto i finanzieri prima a ricostruire i movimenti Internet del “ladro”, compreso l’uso della casella di posta elettronica associata all’account Messenger, e poi ha portato alla perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati individuati e sequestrati computer e altri dispositivi hardware e software che si ritiene siano stati utilizzati per “carpire illegalmente codici di accesso ed informazioni su ignari utenti”.

Le indagini coordinate dal Sostituto procuratore della Repubblica di Catania, Salvatore Faro, procedono a carico del giovane: gli inquirenti vogliono verificare se vi siano stati altri utilizzi abusivi dell’account sottratto.

Tra le conseguenze ovvie di una operazione che provoca addebiti di natura penale per il giovane smanettone, in uno dei primissimi casi del genere in Italia, c’è anche quella di rappresentare evidentemente un messaggio sull’importanza di mantenere una certa riservatezza sui propri dati di accesso. Dati che identificano , e il cui abuso può influire sulla propria rete di relazioni, ma che sono trattati da taluni con molta leggerezza. Senza parlare poi di quei casi in cui il tentativo di acquisire informazioni riservate degli utenti dei sistemi di instant messaging è realizzato su scala industriale e destinato a mietere vittime tra gli utenti meno attenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilmusico scrive:
    Ma perché...
    Ma perché, tanta meraviglia? Gli Ameri-cani, (intelligence, Bill Gates e company) vogliono controllare tutto e tutti. Quindi, è ..." normale " che loro trovino tutti i modi possibili, per arrivare allo scopo. Il problema , se mai , è il nostro. Come mantenere quella piccolissima percentuale di 'libertà' che ci è rimasta (forse).
  • def scrive:
    Locica di mercato....
    Il mondo sta sempre più andando verso un sistema alla "Matrix"?Mi sembra logico che l'azienda regina dei brevetti getti un'ipoteca sul futuro prossimo per garantirsi $$ a palate (a vagonate sarebbe più corretto!), facendosi pagare anche dal sistema di conrollo in virtù di un brevetto depositato anni prima...
  • Babbo Natale scrive:
    Questa cosa è da galera, urge una legge!
    Urge una legge!A me non sta bene essere monitorato!Metti che mi scappa una scoreggia... il computer che fa? Attiva un allarme biologico sigillando la zona?E magari il mio capo salata fuori con un report (orrendo come ogni report m@icrosoft...) "carrissimo, questo mese hai già scoreggiato per un complessivo di tot metri cubi di metano, per un valore tot di decibel, il computer mi dice che ti devo licenziare...."Ma siamo fuori di testa?Se ho qualcosa che non va ne parlo io ai miei colleghie se non lo faccio c'è un motivo (fiducia, rapporti inerpersonali per esempio).Si sono mai chiesti perchè la cartelle cliniche sono coperte da privacy e segreto professionale dal medico. Tutti questi dati equivalgono ad una cartella clinica e quindi deve essere visti solo da un medico da me autorizzato e non da un pincopallino qualunque dell'azienda adbito ad un compito tipo "dipendent monitoring" visto che va di moda l'inglese...RIPETO, CI VUOLE UNA LEGGE!!!
    • Ah ah scrive:
      Re: Questa cosa è da galera, urge una legge!
      - Scritto da: Babbo Natale
      Urge una legge!Un'altra????
      A me non sta bene essere monitorato!Carissimo tu lo sei tutti i giorni in continuazione e senza sosta... anche se non te ne accorgi, le tue telefonate sono monitorate, la tua navigazione è monitorata la tua passeggiata è monitorata (dalle telecamere) quando vai al cesso sei monitorato (dalla società che ti fornisce l'acqua)etc etc
      Si sono mai chiesti perchè la cartelle cliniche
      sono coperte da privacy e segreto professionale
      dal medico. Tutti questi dati equivalgono ad una
      cartella clinica e quindi deve essere visti solo
      da un medico da me autorizzato e non da un
      pincopallino qualunque Vatti a leggere i reportage di repubblica sull'ospedale umberto I e sul tribunale di roma, cosi vedrai che i tuoi dati sono esposti a tutti senza alcun tipo di filtro... Ti serve altro?Ah capperi... le leggi... ma quelle ci sono, peccato che in italia non le rispetti nessuno (soprattutto il servizio pubblico)
      • Claudio Messora scrive:
        Re: Questa cosa è da galera, urge una legge!
        quindi? Non ho capito.. sei pro o contro?
        • Get Real scrive:
          Re: Questa cosa è da galera, urge una legge!
          Pro o contro cosa? A che serve prendere una posizione? Le leggi sono fatte dai potenti ad uso dei più potenti.Noi ci adattiamo, o la nostra testa viene aperta a bastonate.
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Costruire robot
    E' una soluzione più semplice, che fa il sistema quando vai in bagno ? Monitoraggio anche delle puzzette ?
  • Morpheus scrive:
    sicuro che sono su di te.. e non dentro?
    troppa gente ha visto troppe volte Matrix (il film)
  • Franz87 scrive:
    Steve Ballmer
    Speriamo non attacchino i sensori al capo della m$:http://www.youtube.com/watch?v=wvsboPUjrGccredo li manderebbe tutti in palla :P :D
  • TLH scrive:
    La loro visione degli utenti
    Bene, questa nuova notizia ci offre, se mai ce ne fosse statobisogno, un ulteriore riprova di come la microsoft vede l'utente:nient'altro che uno schiavetto da sfruttare per $.D'altronde si capisce appena accendi un windows preinstallato, quando decine di programmi ti chiedono di essere attivati con opportuna licenza: insomma, accendi il pc nuovo e già devi pagare.. la filosofiasi capisce subito, sei un cliente da dragare il più possibile come tutti gli altri.
  • test scrive:
    Per mè è una ca..volata
    ma stiamo scherzando?? inanzitutto se anche MS avesse un brevetto del genere, quello di utilizzarlo in una azienda mi sembra una prospettiva impossibile da applicare..siamo seri..secondo me chi ha scritto questo articolo ha voluto calcare un po troppo la mano su un'utilizzo tremendo come quello in azienda, e ha finito per uscire dalla realtà. State tranquilli!Pero' magari lo si potra usare in altri ambiti..tipo lo sport, per migliorare le prestazioni sotto ogni aspetto, psicologico e fisico??
    • tamahck scrive:
      Re: Per mè è una ca..volata
      Gente... sono inorridito!secondo me un marchingegno del genere potrebbe andare bene negli allenamenti in sport a livello agonistico... forse...e nonostante ciò dubito anche di quell'utilizzo!in azienda??? ma stiamo impazzendo? ci stiamo avvicinando sempre più a Matrix sul serio!spero vivamente che qualche multinazionale provi ad imporre una tecnologia del genere! secondo me potremmo vedere di quei scioperi a livello mondiale da paura.. di quelle rivolte da far venire il pelo alto.. altro che forconi e torcie..una volta 4 contadini armati di badile ti tiravano giù una casa.. pensa cosa succede se 4 manovali coi controcaxxi e con a disposizione una ruspa e una gru si adirano.
      • test scrive:
        Re: Per mè è una ca..volata
        probabilmente verrebbero arrestati...sono super convinto che sia tutto una grandissima baggianata.Pero' rilancio la mia idea di utilizzo a livello sportivo, per esempio nel calcio, per capire come funziona l'interazione tra gli elementi di una squadra, quali sono i giocatori che non riescono a cooperare, ecc ecc
      • Get Real scrive:
        Re: Per mè è una ca..volata
        - Scritto da: tamahck

        una volta 4 contadini armati di badile ti
        tiravano giù una casa.. pensa cosa succede se 4
        manovali coi controcaxxi e con a disposizione una
        ruspa e una gru si
        adirano.Succede che la Polizia o l'Esercito li stendono. I media applaudono il modo in cui lo Stato ha debellato i facinorosi, e la giustizia annienta per sempre le vite delle loro famiglie.Tutti gli altri imparano la lezione: mettiti contro i padroni e vieni schiacciato senza pietà.
  • dacho scrive:
    Teoricamente interessante ma superfluo..
    Uno strumento del genere sarebbe davvero interessante dal punto di vista scientifico: si potrebbe avere in real-time lo stato di salute dell'azienda, si potrebbe sondare la fattibilità di una maggiore pressione sull'acceleratore della produttività, si potrebbe allocare determinate attività non soltanto sulla base degli skills delle persone ma anche della "ricettibilità" (basso stress) di nuovi compiti, si potrebbe utilizzare le rilevazioni per saggiare la stressogenicità di determinati stili/strumenti di comunicazione aziendale, si potrebbero avere mappe visive degli "hot spot" nell'azienda (ad esempio perchè il relativo manager è un coglione..), si potrebbe fare ricerca trovando curve di relazione tra straordinari e tasso di stress, si potrebbe persino fare ricerca "pura" proprio in un ambito in cui questa è molto ardua, etc..In un mondo "ideale" sarebbe così. Peccato che viviamo una realtà che è ben rappresentata dalle risposte (s-a-c-r-o-s-a-n-t-e!) alla ipotesi di un uso di questa tecnologia. Fintanto che non si saranno risolti i conflitti attuali uno strumento come questo - che, ribadisco, potrebbe essere anche molto utile -, infatti, non farebbe nient'altro che acuirli.
  • Giovanni scrive:
    Prossimo passo... MATRIX
    Bene, implementata ed usata questa tecnologia, il prossimo passo sarà quello di attaccare al cervello ed al corpo della gente dei connettori "ad hoc" e via a lavorare h24/24 come tanti bei robot, mentre un apposito programma "screensaver" darà al cervello l'illusione di essere in vacanza ai caraibi... Tu credi (vedi e senti) di essere in mezzo a qualche atollo, e stai remando per andare a pesca, mentre in realtà stai spalando carbone in una miniera a 2 km di profondità!Matrix è davvero il prossimo passo gente...
    • enneci scrive:
      Re: Prossimo passo... MATRIX
      - Scritto da: Giovanni
      Bene, implementata ed usata questa tecnologia, il
      prossimo passo sarà quello di attaccare al
      cervello ed al corpo della gente dei connettori
      "ad hoc" e via a lavorare h24/24 come tanti bei
      robot, mentre un apposito programma "screensaver"
      darà al cervello l'illusione di essere in vacanza
      ai caraibi... Tu credi (vedi e senti) di essere
      in mezzo a qualche atollo, e stai remando per
      andare a pesca, mentre in realtà stai spalando
      carbone in una miniera a 2 km di
      profondità!

      Matrix è davvero il prossimo passo gente...SWITCH TO LINUX
  • Gabriele scrive:
    Assurdo!
    Sono pazzi questi! O.OChe ci hanno presi per Automi e Servi.Stiamo esagerando adesso.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Assurdo!
      - Scritto da: Gabriele
      Sono pazzi questi! O.O
      Che ci hanno presi per Automi e Servi.
      è sempre stato così, o comunque è sempre stato questo l'obiettivo....(anonimo)(anonimo) @^
      Stiamo esagerando adesso.
    • enneci scrive:
      Re: Assurdo!
      - Scritto da: Gabriele
      Sono pazzi questi! O.O
      Che ci hanno presi per Automi e Servi.

      Stiamo esagerando adesso.Evidentemente si è stufato di guardare solo nei pc della gente, ora vuole proprio ammanettarli tutti...Per fortuna io, da tempo, l'ho già mandato affanculo, lui e i suoi programmi del cazzo...
Chiudi i commenti