Presto Eee PC 900, senza Atom

Così suggeriscono le ultime indiscrezioni

Taipei – Stando alle ultime indiscrezioni riportate da DigiTimes , Asus avrebbe intenzione di anticipare il lancio dell’ Eee PC 900 a fine aprile (almeno per quel che riguarda Taiwan), ma per riuscirci dovrà rinunciare al nuovo processore Atom.

Secondo le fonti, dunque, i primi modelli di Eee PC 900 si baseranno su più anziani e meno efficienti processori dual-core ultra-low voltage di Intel, mentre le versioni con Atom dovrebbero arrivare più avanti nel tempo.

Al momento non è chiaro se le versioni di Eee PC 900 attese sul mercato italiano nel terzo trimestre dell’anno includeranno Atom.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angelo trotta scrive:
    SIAE
    Ricordo che un po' di tempo fa alcuni esponenti della lega avevano protestato giustamente per la soppressione delle tasse Siae(famosi Bollettini).Oltre ad essere un business per editori ed affiliati scoraggiano i locali procurando un danno ai musicisti.Spero che la lega ed altri politici facciano raffiorare il problema.
  • francesco russo scrive:
    pompe funebri
    si dovrebbe continuare con le liberarizazzioni, per esempio agenzie di pompe funebri. Nel mio paese,15.000 abitanti c'e' solo una persona che gestisce tale attività. Naturalmente il costo è stabilito solo da lui.Ritengo che non sia giusto.
  • magnum scrive:
    Gasparri? Eccolo!
    Mai dimenticatohttp://yep.it/gasp
  • Whitemagic scrive:
    Snapshot della mia petizione
    ....Ho ricevuto dalla Rai la richiesta di pagamento del canone di abbonamento alle radiodiffusioni pur avendo da molti anni documentato alla vostra Spettabile agenzia di non possedere nessun apparecchio televisivo e non sentendone nessun bisogno. Il Regio decreto-Legge 246/1938 prevede il pagamento del canone di abbonamento alle radiodiffusioni laddove in possesso di un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni.Personalmente non tengo un preciso inventario delle apparecchiature in mio possesso che possano ricadere sotto questa definizione e ammesso che sia possibile distinguere se la mia lavatrice che notoriamente interferisce con la televisione del vicino sia adattabile a ricevere le vostre trasmissioni, immagino serva anche una modifica alloblo, mi domando se debba includere le apparecchiature dismesse in cantina.Ho provato a chiedere a una delle principali catene di apparecchiature se potevano dirmi se i prodotti che intendevo comprare ricadevano sotto la categoria di atto a adattabile ma non hanno saputo darmi le garanzie che chiedevo ho perciò soprasseduto allacquisto. Con tutte queste domande senza risposta e desideroso di proteggere la mia privacy e la serenità della mia famiglia libera dalle influenze nefaste delle vostre trasmissioni ho applaudito alliniziativa Aduc a cui aderisco.....
  • fred scrive:
    Ritornera' Stanca come ministro!!!!
    A lui si deve l'introduzione del penale per il reato di filesharing e lo scandalo di italia.itSara' proposto come ministro alla stessa carica che aveva prima, i dettagli della notizia qui:http://www.repubblica.it/2006/a/rubriche/piccolaitalia/stanca-prodigio/stanca-prodigio.htmlStanca, tecno-ministro degli sprechiCe lo ha messo su quella poltrona e, se tutto andrà come Dio vorrà, lo risistemerà lì. Silvio Berlusconi chiede a Lucio Stanca di fare un bis, un sacrificio: guidare ancora e di nuovo il ministero dell'Innovazione tecnologica, che nel prossimo esecutivo dovrebbe chiamarsi, stando agli annunci, della "modernizzazione digitale". Anche se il suo cognome non aiuta, Stanca dovrà far correre l'amministrazione pubblica, ridestarla dal torpore secolare, e soprattutto imporre l'uso di internet ovunque e comunque. Berlusconi è sicuro: digitalizzare l'Italia produrrà una minore spesa di circa venti miliardi di euro. Solo di carta si risparmierà qualcosa di equivalente alla grandezza "del Duomo di Milano".Ciascuno fa le sue scelte, e sicuramente il Cavaliere avrà ottimi motivi per garantire sulla qualità e la competenza dei suoi collaboratori. Se però il candidato premier avesse fatto una sosta davanti a un computer, anche solo dieci minuti col mouse in mano, avrebbe avuto l'esatta percezione di quale miracolo il suo ex ministro sia riuscito a realizzare nella precedente esperienza di governo. Nella rete, e dobbiamo dire proprio grazie, e forse a causa di Stanca, è nato ed è cresciuto il più formidabile, vasto, organizzato e agguerrito movimento antiministeriale che quotidianamente ha bacchettato, inseguito, censurato il dottor Lucio facendogli presumibilmente venire un gran mal di testa.Il popolo di internauti si è riunito in forum e blog, dove, dietro nomi di fantasia, si sono celati maghi del webdesigning, geni della programmazione informatica, guru della comunicazione. Scandaloitaliano. it e The Million Portal Bay hanno processato Stanca (e dopo di lui il successore Francesco Rutelli) con una sentenza senza appello: incompetente e sprecone.Scandaloitaliano ha raschiato il barile degli archivi elettronici e dei motori di ricerca, riuscendo a ricostruire le tappe fondamentali dell'impresa che Lucio Stanca ricorderà per tutta la vita: Italia. itCon 140 milioni di euro il prodigioso ministro (è il 16 marzo del 2004) dà il via alla realizzazione di un portale denominato in via provvisoria "Scegli Italia" che deve promuovere e rilanciare l'offerta turistica italiana e ridare competitività "alla principale industria del Paese rappresentata dal turismo".Solo per i contenuti, per descrivere l'Italia ("richiederanno un considerevole utilizzo di testi e immagini in tutti i settori") si prevede uno stanziamento iniziale di un centinaio di milioni di euro.Cento milioni di euro? Cento milioni, sì. Stanca vuole portare l'Italia "al livello dei maggiori Paesi europei che hanno implementato la promozione su internet del prodotto turistico nazionale". Un anno dopo, comunque, lo stanziamento globale è limata a 90 milioni di euro. Nel tempo scenderà a 45 milioni. Poi lieviterà a 58. Si chiamerà Italia. it, il mega portale italiano. La gara di appalto se la aggiudica Ibm.Azienda che non ha bisogno di presentazioni: 335 mila dipendenti e un fatturato che nel 2006 ha sfiorato il tetto dei 90 miliardi di dollari. Certo, la biografia di Stanca esibisce trent'anni e più di onorata carriera proprio in Ibm, di cui metà da dirigente: esordisce nel 1068, poco più che ragazzo, e ne esce solo nel 2001, quando risponde alla prima chiamata di Berlusconi. E' praticamente un rapporto filiale quello che lega Stanca all'azienda. Conflitto d'interessi? A Stanca non sembra, nemmeno a Berlusconi, e nemmeno all'opposizione per la verità.Il portale Italia.it diviene con gli anni il portale dei desideri. Dovrebbe essere un mostro di efficienza: non riuscirà a vedere mai la luce. Un rapido ripasso di geografica, roba da terza elementare, impone da subito di comunicare ai costruttori del sito che Sanremo si affaccia sul mare, le Marche pure hanno il mare, il Monte Rosa non è in Lombardia, e il grande compositore si chiama Gioacchino Rossini, non Gioacchino Fellini. In rete iniziano gli sberleffi, le ironie, le battute salaci.Intoppo dopo intoppo, euro dopo euro, il portale inizia la sua lenta agonia. Stanca lascia, arriva Rutelli. Il nuovo governo non solo chiude il rapporto con Ibm ma sanziona la multinazionale con penali "che hanno raggiunto il 20 per cento dell'importo contrattuale".Nulla da fare però. Anche Rutelli si brucerà le dita. Italia. it, dopo qualche milione di euro speso e sprecato, viene impacchettato, chiuso e spedito alla Corte dei Conti.E Stanca ("nonno Stanca" lo chiamano adesso sul web) ha pure il tempo di prendersi la rivincita. A chi gli chiede di Italia. it risponde: "Una vera schifezza!".
  • revolution scrive:
    E alla fine
    Qui si può solo piangere, e alla fine non si piange neanche più.Qui si può solo perdere, e alla fine non si perde neanche più.Popolo itallianno... facciamo ridere.
  • antonio la trippa scrive:
    E io non paco
    Venissero siori, venissero siori, che un bel calcio nel culo nessuno lo nega.Andassero a fere in culo, loro, i parlamentari, ed i nostri beneamati senatori.Perche' non proviamo a vendergli il colosseo?
  • pippo75 scrive:
    Rai fininvest e Franco Grillini
    ""Se fosse per me venderei i canali Rai, ovviamente a tre editori diversi per una vera concorrenza e obbligherei mediaset a fare altrettanto in modo da garantire un vero pluralismo""Per la vendita di una ditta pubblica, mi pare normale, ci sono già state altre privatizzazione.Ma obbligare una ditta privata a vendere le sue attività, sbaglio o è ilegale?Cosa direste se fra 2 anni obbligherebbe tutte le ditte a vendere una delle loro componenti?Se lo per per Mediaset può farlo per tutti.E Sky?E' proprio vero, in periodo elettorale le sparano di tutti i colori.Ho appena sentito il Cavaliere Nazionale dire che è fisicamente impossibile per lui perdere.Ma l'eterna giovinezza chi sarà il primo a prometterla?
  • solo365gior ni scrive:
    Il canone è un furto !!!!
    La TV di Stato, pagata con i soldi dei contribuenti, non può essere in mano ai partiti !!!!! Se la paghino LORO con i loro contributi la TV !!!!--------------Affrettati: http://www.solo365giorni.com !!! Psss: puoi vincere uno spazio GRATIS !!!
  • dont feed the troll scrive:
    Censori solo di chi non li approva
    Complimenti ancora alla moderazione che censura chi la contesta ma non i troll e i morpher che vengono qui a fare campagna elettorale.E' la dimensione della loro onestà intellettuale.Casserete anche questo post, dimostrando che ho ragione.
  • dont feed the troll scrive:
    Evidentemente alla moderazione
    il morphing e la campagna elettorale ad opera dei soliti troll sta + che bene.Scusate se ho osato protestare.Evidentemente è gente della stessa pasta.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Evidentemente alla moderazione
      infatti è vero. Adesso, propio vicino alle elezioni, arrivano questi troll che ti etichettano politicamente -_-
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Evidentemente alla moderazione
        - Scritto da: Sgabbio
        infatti è vero. Adesso, propio vicino alle
        elezioni, arrivano questi troll che ti
        etichettano politicamente
        -_-sai come si dice: ognun del proprio cuor gli altri misura.Essendo questi troll dei venduti, credono che lo siano tutti.Invece, venduta, è solo la moderazione.
  • Per Il Bene Comune scrive:
    La Rai? Peggio che nella I Repubblica
    ... Guardate qua come Vespa tratta il candidato premier Stefano Montanari della lista civica nazionale "Per Il Bene Comune". Questa è l'Italia e finché voteremo i due grandi partiti andrà sempre peggio. Diamo il voto ai piccoli!!!http://it.youtube.com/watch?v=NHOfRV-F6uUhttp://www.perilbenecomune.net
    • djinnZ scrive:
      Re: La Rai? Peggio che nella I Repubblica
      Solo un appunto, il termine prima repubblica è una idiozia spacciata proprio da quei regimi che si sono avvicendati negli ultimi anni e che dici di detestare.Fino a che la costituzione non viene stravolta (ma mi sa che se vince uno qualsiasi dei due, presunti grandi, contendenti stavolta il colpo di stato lo completano) o il parlamento non viene sciolto, l'Italia invasa etc. la repubblica è sempre una.Oppure se mettiamo nel conto le varie brevi esperienze rivoluzionarie e salò saremo nella settima repubblica non certo nella seconda.Quanto a Vespa non c'era una petizione?
      • All YourBase Are Belong To Us scrive:
        Re: La Rai? Peggio che nella I Repubblica
        Scusate se sono un po' OT, ma è per rispondere a djNNZ.Beh, la costituzioe *è* stata stravolta nella parte che riguarda le procedure di elezione e di voto. Prima i due poteri legislativo (=fare le leggi, proprio del Parlamento) ed esecutivo (=alla testa della pubblica amministrazione, proprio del Governo) erano distinti, come dovrebbero esserlo in una democrazia e, in particolare, in una Repubblica parlamentare, come l'Italia, dove la sovranità appartiene al Parlamento.Oggi invece la repubblica è sì parlamentare, ma solo de jure, perché la sovranità è de facto del Governo, che si arroga il diritto di promulgare leggi a colpi di maggioranza parlamentare. Ossia, in Italia, repubblica parlamentare, il Parlamento diventa uno strumento del Governo. Non è più sovrano, ma è sotto il ricatto della maggioranza al Governo.Siccome, in casi urgenti o particolari, ci può essere la necessità di varare una legge in fretta, il Governo può legiferare emanando decreti evitando i tempi dei dibattimenti parlamentari. Proprio in virtù di questa eccezionalità, il decreto emanato vale *adesso*, ma per diventare legge deve comunque passare per il Parlamento, perché, per esempio, può cessare l'urgenza e quindi anche la necessità del decreto e allora il Parlamento può ritenere opportuno non trasformare il decreto in legge. Questo è il senso del limitato e temporaneo potere legislativo del Governo previsto dalla nostra Costituzione.Sta di fatto che il Governo che dovrebbe avere esclusivamente poteri esecutivi (gestionali) dello Stato, è diventato un organo legislativo, in barba al principio della separazione dei poteri.Quindi la Carta costituzionale *è* stravolta. Eccome se lo è. Ed è stravolto anche lo spirito con cui è stata redatta nel '48.Insomma un sistema elettorale pluralista e proporzionale, il cui Parlamento è stato concepito dalla Costituente per rispecchiare e rappresentare democraticamente la varietà e l'eterogeneità delle "gens" e delle tante categorie sociali e culturali del nostro Paese, si è ridotto a un Parlamento servo del Governo, con due forze egemoni e assolutamente non rappresentative della reale struttura socio-economica del Paese, che la fanno da padrone.È per questa ragione che oggi la classe politica sembra ancora più lontana e ci stiamo sempre più dividendo in ricchi e poveri. Perché la varietà in Italia non ha più rappresentanza parlamentare. Invece di capire che la forza del Paese STA nella nostra varietà (pensiamo, p.e. alla microimprenditorialità, al territorio ecc.), e quindi cercare di valorizzarla per farla rendere (economicamente, sì, ma anche come fonte di idee, proposte e soluzioni), la nostra classe politica sta appiattendo il Paese impoverendolo in senso lato e, alla fine, come vediamo oggi, anche in senso stretto. Siamo più poveri perché hanno ucciso le tantissime, piccole voci che sono sempre state - loro, più che le grandi industrie - la vera "ossatura" economica nazionale dell'Italia.Con questi pensieri per la testa, oggi sto riflettendo molto seriamente su chi votare, se i grandi o i piccoli partiti...
  • claudio scrive:
    continuate a votare Berlusconi...
    chi commenta deve essere identificato, chi scrive deve essere identificato, chi si connette deve essere identificato...queste sono leggi da dittatura...e voi continuate a votare Berlusconi...
    • ninjaverde scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      E perchè gli altri fanno meglio?Non credere che la sinistra sia su posizioni differenti sul tema. Inoltre abbiamo di fronte un lapalissiano esempio di ipocrisia:(guarda caso) ce l'hanno sempre con il conflitto di interesse.... ma quando sono loro al governo chissà perchè se ne dimenticano!Il fatto è che se votassero una legge efficace per risolvere la questione anche le loro tasce dovrebbero rinunciare a dei bei soldini...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2008 12.11-----------------------------------------------------------
      • Paraila scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        Modificato dall' autore il 11 aprile 2008 12.11
        --------------------------------------------------
        • Berluska scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          il problema è proprio il 'Meno peggio'Meglio emigrare che votarlo.
          • xWolverinex scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: Berluska
            il problema è proprio il 'Meno peggio'
            Meglio emigrare che votarlo.Dimostrazione che l'informazione anche in questo caso e' una merda (come se ci fosse bisogno di ulteriori conferme). PD E PDL NON SONO GLI UNICI PARTITI C'e' una lista che questa casta ha cercato di bloccare fino all'ultimo, chissa' perche'. Svegliatevi
          • Malcolm PDL scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...

            PD E PDL NON SONO GLI UNICI PARTITI Certo che lo sono. Votare gli altri partiti significa fare il gioco di chi vuole l'instabilità.Meglio votare Berlusconi che quei partiti del cavolo che fanno sempre i ricatti e fanno cadere i governi da 50 anni a questa parte.L'unico che è riuscito a governare per 5 anni è Berlusconi, nel bene e nel male, nonostante tutti i cambi di ministri, lui è l'unico che è stato in grado di portare la legislatura e il governo a fine mandato.L'Italia ha bisogno di persone così che garantiscano in primo luogo la stabilità e la riduzione dello Stato. Questo è il motivo centrale per votare Berlusconi.
          • citrullo scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: Malcolm PDL

            PD E PDL NON SONO GLI UNICI PARTITI
            Certo che lo sono. Votare gli altri partiti
            significa fare il gioco di chi vuole
            l'instabilità.
            Meglio votare Berlusconi che quei partiti del
            cavolo che fanno sempre i ricatti e fanno cadere
            i governi da 50 anni a questa
            parte.
            L'unico che è riuscito a governare per 5 anni è
            Berlusconi, nel bene e nel male, nonostante tutti
            i cambi di ministri, lui è l'unico che è stato in
            grado di portare la legislatura e il governo a
            fine
            mandato.

            L'Italia ha bisogno di persone così che
            garantiscano in primo luogo la stabilità e la
            riduzione dello Stato. Questo è il motivo
            centrale per votare
            Berlusconi.Ma non è il Berlusca che ha rovinato il paese e poi gli altri hanno dato il colpo di grazia?Suvvia, attacchi il PD ma anche la tua parte non è tanto migliore.Per la cronaca a me frega poco della politica e dei partiti. Mangiano soldi e basta (o meglio fanno casini).Ho delle idee tutte mie su come dovrebbe andare sto paese ma noto con desolazione che il malato non vuole guarire e il malato ha la lebbra non solo sulla testa ma su tutto il corpo.
          • Geronimo scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            Io non voglio finire nelle riserve come gli apache.Voterò Lega Nord
          • pollicino scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: Malcolm PDL
            L'unico che è riuscito a governare per 5 anni è
            Berlusconi, nel bene e nel male, nonostante tuttiE chi se ne frega se ha governato 5 anni? non ha fatto un cazzo a parte che leggi per se stesso... poteva governare anche 20, o 2, era uguale.
        • shamrock73 scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          Io sono emigrato 3 anni fa e non ci penso propio a tornarciA giudicare dai commenti che leggo qua avete cio' che vi meritate. punto e a capop.s. ma come si fa a votare ancora Berlusconi....veramente non capisco chi ancora lo difende a meno che no sia a libro paga!
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: shamrock73
            Io sono emigrato 3 anni fa e non ci penso propio
            a
            tornarci
            A giudicare dai commenti che leggo qua avete cio'
            che vi meritate. punto e a
            capo

            p.s. ma come si fa a votare ancora
            Berlusconi....veramente non capisco chi ancora lo
            difende a meno che no sia a libro
            paga!E come si fa a votare chi ti controlla quanti soldi hai in tasca per poterne prelevare una parte? ( Naturalmente se vede che non hai una lira non ti aiuta in alcun modo ).Ecco rispondi a questo e vedrai perche' abbiamo quel che ci meritiamo (oggi)
          • pollicino scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...

            - Scritto da: shamrock73
            E come si fa a votare chi ti controlla quanti
            soldi hai in tasca per poterne prelevare una
            parte? ( Naturalmente se vede che non hai unaNotizia di ieri sera: Berlusconi farà uffici erariali in ogni comune, così che i suoi scagnozzi locali potranno verificare se la dichiarazione dei redditi di una persona o della sua famiglia corrisponde al tenore di vita. In pratica: se sei di forza italia fai quel che vuoi, agli altri roviniamo la vita.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: pollicino
            Notizia di ieri sera: Berlusconi farà uffici
            erariali in ogni comune, così che i suoi
            scagnozzi locali potranno verificare se la
            dichiarazione dei redditi di una persona o della
            sua famiglia corrisponde al tenore di vita. In
            pratica: se sei di forza italia fai quel che
            vuoi, agli altri roviniamo la
            vita.Fonte?
        • Akiro scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...

          Spero che l'Italia si RIALZI e questo potrà farlo
          solo con Berlusconi. Anche lui non è il massimo,
          ma nel panorama politico attuale è il meno peggio
          che abbiamo.vota Riina, fai prima.
        • Malcolm scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          le stesse parole che ci sono negli spot di Silvio... cos'è, siete pagati per andare in giro a propagandare? Come quei blogger pagati da WalMart per fargli pubblicità positiva?
        • pibedeoro scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: Stefano PDL
          Spero che l'Italia si RIALZI e questo potrà farlo
          solo con Berlusconi. Anche lui non è il massimo,
          ma nel panorama politico attuale è il meno peggio
          che
          abbiamo.berlusoni potra' solo dare la mazzata finale a un paese in crisi socio-economico-politica da anni.la sinistra e' un po' meno peggio, anche se con l'ultima legislatura ha sicuramente deluso.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            - Scritto da: pibedeoro
            berlusoni potra' solo dare la mazzata finale a un
            paese in crisi socio-economico-politica da
            anni.
            la sinistra e' un po' meno peggio, anche se con
            l'ultima legislatura ha sicuramente
            deluso.Fammi capi'....allora Berlusconi è la rovina dell'Italia, mentre la sinistra ( che a sentire il popolo ha praticamente messo in ginocchio tutti ) è il meno peggio e bisogna votarla anche se nell'ultima legislatura ha deluso?Complimenti.Quindi, oltre ad odiare Berlusconi perche' fa figo e tira su la figa nei centri sociali, mi spieghi quale altro motivo è il tuo rancore nei confronti di Berlusconi? ( che poi... è il partito che voti non la singola persona ).
        • pippo75 scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: Paraila
          Hai ragione, gli altri non fanno meglio, pero'
          almeno a sx c'e' gente che internet la capisce di
          piu', c'e' gente che anche se e' solo uno 0.1%
          qualcosa in piu' fa e protesta contro leggi
          liberticide. Non importa se e' solo uno 0.1%, e'
          semrpe meglio dello zero
          assoluto...hai fatto la battuta.http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2092327e nel 2001 c'era già stata fatta una legge simile, poi smentita e se non ricordo male abolita dal governo del Silvio Nazionale.Per cui non mi sembra che siano tanto meglio.Se poi protestano contro le leggi che prima approvano, pace all'anima loro.
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: Paraila
          Hai ragione, gli altri non fanno meglio, pero'
          almeno a sx c'e' gente che internet la capisce di
          piu', c'e' gente che anche se e' solo uno 0.1%
          qualcosa in piu' fa e protesta contro leggi
          liberticide. Non importa se e' solo uno 0.1%, e'
          semrpe meglio dello zero
          assoluto...E allora vota quello 0.1% e non il partito madre che fa le stesse (se non peggio) schifezze degli avversari.Invece no...voti come tanti altri quel 99.9% di politici che fanno le stesse schifezze "perche' altrimenti il mio sarebbe un voto perso" e cosi ci ritroviamo nella situazione attuale.( Dico "voti", ma non mi rivolgo direttamente a te, ma a chi vota "il moderato" invece di votare quello "buono" ).
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: Paraila
          Io infatti non ho mai detto che votero' PD, ma
          altro che reputo meritevole, di sicuro non
          votero' mai PDL, questo e' inoppugnabile, non
          voto chi vuol censurare e reprimere e lo dice in
          modo cosi' subdolo e spudorato senza
          vergogna.Mentre chi ti controlla il portafogli e ti obbliga a dover effettuare documentazioni scritte per poter fare una semplice donazione si?Congratulazioni! puoi partecipare al Grande Fratello ( ma senza pubblico...solo il governo dittatoriale ad osservarti )
        • y azevedo scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          ...non vorrei dire, ma di tutte le mrd che ci sono al parlamento, berlusconi è proprio quella che puzza di +, e quelli che come te ancora ci cascano, non so se mi fanno + pena o + rabbia.A questo punto allora chiamiamo le cose con il suo nome, w il berlusca, w la dittatura.
        • Silvione scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: Stefano PDL
          Spero che l'Italia si RIALZI e questo potrà farlo
          solo con Berlusconi. Anche lui non è il massimo,
          ma nel panorama politico attuale è il meno peggio
          che abbiamo.Hai appena sparato una minchiata cosi' grande da meritare di essere inclusa in questo divertente elenco. Magari te l'ha suggerita lui stesso, eh?http://www.youtube.com/watch?v=kieuecAFqFENo, non sto invitando in modo occulto a votare PD o chiunque altro; quelli sono fatti della stessa pappa perche' stanno allo stesso gioco e non denunciano quando c'e' da farlo.Sto solo dicendo che affermare che Berlusconi e' il meno peggio e' davvero grossa. Ben oltre i limiti della presa per il culo per l'intelligenza di chi ti legge.
    • La faccia scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      Se uno vuole solo leggere o ascoltare mi va benissimo che possa farlo anonimamente, ma chi esprimere un'opinione trovo giusto che insieme alle parole metta ben visibile anche la sua faccia.Detto questo, ci sono contesti particolari in cui senza uno scudo di anonimato uno non si sentirebbe di parlare (è il meccanismo degli alcolisti anonimi o del telefono azzurro/rosa), ma data la loro particolarità degli argomenti per questi si può (si deve) fare un'eccezione.Il caso generale dovrebbe rimanere invece quello in cui se voglio dire qualcosa devo anche prendermi la responsabilità di dire chi sono. L'unico anonimato che va bene in democrazia è quello del voto segreto.
      • r1b0 scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        - Scritto da: La faccia
        Se uno vuole solo leggere o ascoltare mi va
        benissimo che possa farlo anonimamente, ma chi
        esprimere un'opinione trovo giusto che insieme
        alle parole metta ben visibile anche la sua
        faccia.E allora perchè tu non lo fai?predicare bene razzolare male è il modus operandi che va per la maggiore nella repubblica delle banane.
        • scorpioprise scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          Quel che dico anch'io, e seppur dietro l'anonimato di un nick, mi esprimo e mi faccio riconoscere.
      • xWolverinex scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        - Scritto da: La faccia
        Se uno vuole solo leggere o ascoltare mi va
        benissimo che possa farlo anonimamente, ma chi
        esprimere un'opinione trovo giusto che insieme
        alle parole metta ben visibile anche la sua
        faccia.

        Detto questo, ci sono contesti particolari in cui
        senza uno scudo di anonimato uno non si
        sentirebbe di parlare (è il meccanismo degli
        alcolisti anonimi o del telefono azzurro/rosa),
        ma data la loro particolarità degli argomenti per
        questi si può (si deve) fare
        un'eccezione.

        Il caso generale dovrebbe rimanere invece quello
        in cui se voglio dire qualcosa devo anche
        prendermi la responsabilità di dire chi sono.
        L'unico anonimato che va bene in democrazia è
        quello del voto
        segreto.Esempio classico di ipocrisia pidielliana.Parli di identificazione... ma non ti identifichi.Perche' ?Se e' una cosa cosi' giusta... METTILA IN PRATICA TU PER PRIMO.
    • Antonio PDL scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      - Scritto da: claudio
      chi commenta deve essere identificato, chi scrive
      deve essere identificato, chi si connette deve
      essere identificato...NON DEVE ESSERE IDENTIFICATO.Deve essere IDENTIFICABILE.Gasparri dice queste sono leggi da
      dittatura...e voi continuate a votare
      Berlusconi...Guarda che la morte dei blog era stata ideata dal PD con disegno Levi... mi sa che non hai ben chiara la situazione!
      • otacon87 scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        perchè pensi che grillo non dia fastidio a prodi?fanno come per l'indulto... per far uscire una persona (in relazione con berlusconi) di galera ne hanno fatte uscire 100'000...adesso per i blog... per cercare di tappare la bocca a grillo vogliono chiudere insieme a lui la maggior parte dei blog per far passare la cosa sotto silenzio.ovviamente questo non significa che berlusconi meriti il voto, durante la sua ultima legislatura di leggi ad personam è diventato schifosamente piu ricco di quanto era prima...e lui continua a non farsi processare...
        • Antonio PDL scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: otacon87
          perchè pensi che grillo non dia fastidio a prodi?Prodi dava e dà fastidio a tutto il pd. Forse non l'avevi notato, ma veltroni ha fatto di tutto per far dimenticare prodi!Prodi, come Visco, era impresentabile a queste elezioni.Il problema è che gli italiani spesso sono ottusi e se la prendono con una sola persona (Prodi, Berlusconi, Bush), ma non capiscono che le leggi sono fatte da chi sta in Parlamento. Il Pd ricandida tutti quelli che già ora sono in Parlamento e tutti quelli che già ora sono al governo. Tolto il povero Prodi.
          fanno come per l'indulto...Indulto votato dall'attuale pd... solo che prima si chiamava DS+Margherita (e loro avevano e hanno ancora la maggioranza alla Camera).
          adesso per i blog... per cercare di tappare la
          bocca a grillo vogliono chiudere insieme a lui la
          maggior parte dei blog per far passare la cosa
          sotto silenzio.Ma non essere ridicolo. Quel che vogliono è garantire la sicurezza degli italiani.Rendere identificabili quelli che commettono dei reati è sacrosanto.Il tutto avviene tramite l'IP, cosa che non è proprio fra le più sicure e certe, ma è sicuramente meglio del completo anonimato.Togliere questo equivale a garantire a tutti la pedopornografia sui blog: questo se vietate l'identificabilità.
          ovviamente questo non significa che berlusconi
          meriti il votoLo merita più di tanti altri. In un periodo di crisi europea, con la Germania in recessione, la Franca coi conti fuori controllo e l'Italia a crescita zero, l'occupazione italiana è continuata a crescere. Questo grazie alle leggi fatte dal governo Berlusconi (e, diciamolo, da Treu). L'inflazione era sotto il 2%, max al 2%. Ora è oltre il 3%.I conti sono rimasti in ordine finché si è potuto senza aumentare le tasse.Poi con la recessione è chiaro che la spesa pubblica aumenti e i conti si deteriorino.Questo è normale, ma vallo a spiegare a chi non sa nulla di economia.
          di leggi ad personam è diventato schifosamente
          piu ricco di quanto era prima...A dir la verità i Ferrero sono i più ricchi d'Italia...prima lo era Berlusconi.Che la sua ricchezza è cresciuta, lo si deve ai manager delle sue aziende, non certo a lui che ora è in politica e tempo per le aziende non ne avrebbe nemmeno se volesse.
          • otacon87 scrive:
            Re: continuate a votare Berlusconi...
            see certo... il fatto che si fatto dei mega condoni non vuol dire nulla vero?ma dai..."Quel che vogliono è garantire la sicurezza degli italiani.Rendere identificabili quelli che commettono dei reati è sacrosanto.Il tutto avviene tramite l'IP, cosa che non è proprio fra le più sicure e certe, ma è sicuramente meglio del completo anonimato."1- gli ip riamangono gia tracciati sui server,2- per aggirare il controllo ip basta usare un paio di proxy o al massimo ti colleghi con la wireless del vicino...quello che vogliono fare è avere una persona da strigliare ogni volta che su un blog appare qualcosa che non gli piace.
      • xWolverinex scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        E' gia' cosi'.
      • Paraila scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...

        Guarda che la morte dei blog era stata ideata dal
        PD con disegno Levi... mi sa che non hai ben
        chiara la
        situazione!Perche' pensi che il nano si comporti diversamente se vince? Credo che lui fara' molto di peggio, con tutta la banda che si porta appresso, tutti noti censori espliciti. Almeno nello schieramente di sx qualcuno si e' salvato, tipo Di Pietro che ha subito votato contro la Levi.Il male minore non lo vedo nella dx, che vuoi che ti dica. A ognuno il suo.
        • pippo75 scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...

          Perche' pensi che il nano si comporti
          diversamente se vince? Credo che lui fara' molto
          di peggio, con tutta la banda che si porta
          appresso, tutti noti censori espliciti. Almeno
          nello schieramente di sx qualcuno si e' salvato,
          tipo Di Pietro che ha subito votato contro la
          Levi.ok, chi ha voglia di correggere wikipedia:Antonio di Pietro, Ministro delle Infrastrutture, ha affermato sia nel suo blog che in diverse interviste che il provvedimento era stato presentato come "di routine" come un insieme di norme per "ridurre gli emolumenti all’editoria pubblica, per migliorare il mercato dell’informazione" e che quindi "era stato approvato all'unanimità senza essere letto"
    • Per Il Bene Comune scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      COL FISCHIO! E col fischio che voto anche Veltroni.Io voto Per Il Bene Comune: www.perilbenecomune.net
    • lellykelly scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      è irrilevante chi è seduto sul morbido.politici irrilevantemente seduti sul morbido, subisciteli su rieducational channel.
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: continuate a votare Berlusconi...
      - Scritto da: claudio
      chi commenta deve essere identificato, chi scrive
      deve essere identificato, chi si connette deve
      essere identificato...queste sono leggi da
      dittatura...e voi continuate a votare
      Berlusconi...Non hai continuato dicendo :I conti bancari sono tutti sotto controllo ( quello del popolo, non quello di lor signor politici ), se voglio donare 100 euro a mio cugino mi viene a trovare la finanza a casa, se voglio regalare 300 euro ad un mio amico che si sposa devo stare attento sia io che lui a dichiarare l'uscita/entrata di quei soldi...ah...ma parlavi di Berlusconi.... il controllo a tappeto dei soldi degli italiani è tutto frutto di Veltroni & co.Questi sono segnali di "dittatura", non quelli di voler essere certi di chi "dichiara" certe cose nascondendosi dietro ad un nick e dietro ad un proxy
      • claudio scrive:
        Re: continuate a votare Berlusconi...
        Te vorresti essere libero di rubare le tasse, quindi?Per te è la stessa cosa essere identificati per scrivere in un blog o per spostare 2milioni di euro in lussemburgo?Ho capito:-)
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: continuate a votare Berlusconi...
          - Scritto da: claudio
          Te vorresti essere libero di rubare le tasse,
          quindi?
          Per te è la stessa cosa essere identificati per
          scrivere in un blog o per spostare 2milioni di
          euro in
          lussemburgo?


          Ho capito:-)300 euro = 2 milioni in lussemburgo?Chi mi effettua il cambio?Sai leggere cio' che scrivo o hai gli occhiali che filtrano?Se voglio fare un regalo ad un amico che si sposa, se voglio prestare ad un parente dei soldi, devo andare in banca, riempire un modulo dove dichiaro il "perche'" di quel movimento.Questa e' lotta all'evasione?Ripeto...parliamo anche di cifre minime.Comunque ho capito anche io che tipo di gente gira a sinistra....tutti a sognare l'era di Cuba eh?
  • ottime solo da mangiare scrive:
    Le sette cassate siciliane
    Quante cassate siciliane possiamo mangiare in un sol giorno?Sette!Ecco qui quelle del Grillini:
    Se fosse per me venderei i canali RaiBenissimo. Togliamo la tv di Stato.Così chi garantirà un'informazione corretta per tutti, soprattutto in campagna elettorale? Siamo d'accordo sul fatto che imparzialità e parità di trattamento siano necessarie???????????Le tv private devono badare al profitto, altrimenti perdono gli investitori e chiudono, la rai non ha questo obiettivo (sebbene debba almeno essere in pareggio).Guardiamo la rai attuale: per garantire il servizio pubblico mandano in onda le conferenze stampa coi politici. Questo sta facendo crollare gli ascolti della rai.Nota che siamo in periodo di garanzia: la rai garantisce ai suoi inserzionisti un certo share, se non lo raggiunge, paghiamo noi le conseguenze. Questo si può fare con una tv pubblica, in cui parte degli introiti sono pagati da noi, ma se la tv fosse solo privata, questa garanzia di informazione paritaria svanirebbe: Mediaset o La7 non potrebbero mai e poi mi sostenere in prima serata tutte le conferenze stampa con tutti i leader di partito per 1-2 settimane.Grillini ha detto una cazzata e nemmeno se n'è accorto.
    tre editori diversi per una vera concorrenzaAvere un solo canale per testa, in un mondo in cui film, telefilm e documentari costano sempre di più, è controproducente e non aumenta la concorrenza, semmai la livella verso il basso. Se tutti avessero una sola tv, gli introiti derivanti da quella tv sarebbero bassi, troppo bassi per investire in nuove trasmissioni.Immagini cosa accadrebbe? Tutte le tv si butterebbero nelle produzioni a basso costo, cioè i Reality Show, molto più che adesso.Oggi Rai e Mediaset fanno produrre Fiction e Film di qualità, possono non piacere, ma ci sono. Rai e Mediaset possono subire una fiction con pochi ascolti perché investono denaro anche in altre fiction (autoprodotte, alimentando l'industria nazionale del cinema). Cosa succederebbe se ci fosse 1 tv a testa? L'industria nazionale del cinema scomparirebbe, ogni tv non avrebbe più il denaro per produrre da sè e probabilmente si dovrebbe rivolgere all'estero per ogni cosa, molto PEGGIO di oggi.Grillini ha detto la seconda cazzate e nemmeno se n'è accorto.
    obbligherei mediaset a fare altrettantoAltra cazzata per il ragionamento precedente. Il problema della tv italiana non è la troppa concentrazione, ma la troppa frammentazione. Siamo l'unico Paese con 600 tv locali (1 tv a testa) che non hanno soldi per fare nulla, se non pubblicità.Queste tv dovrebbero unirsi, almeno a livello regionale o pluriregionale. E' l'unico modo per aumentare gli ascolti, ottenere più utili e smetterla di mandare in onda solo i fattucchieri e i venditori di tappeti volanti.Siamo alla terza ca÷zata di Grilliniin 3 righe.
    ridefinito l'intero concetto di servizio pubblico offerto dalla RAIQuesto invece è giusto. FINALMENTE UNA COSA SENSATA!La Rai va cambiata... ma guarda un po'!!! Penso lo saprebbe dire pure la mia cuginetta di 5 anni. Quel che mi aspetto da un politico è IL COME CAMBIARLA.Anche perché se Grillini dice di voler privatizzare la Rai dandola a 3 editori diversi, poi mi dovrebbe spiegare che diritto avrebbe di cambiare il concetto di servizio pubblico! Il servizio pubblico l'avrebbe già abolito: non potrebbe ridefinire un bel nulla. Siamo perciò alla IV cazzata.Per i problemi con la Endemol, si va al ridicolo: la Endemol produce per tutto il mondo, dovremmo essere fieri che sia diventata italiana. La Endemol è obbligata a trattare tutti (Mediaset, Rai e gli altri esteri) allo stesso modo, l'Europa vigila proprio su questo (altrimenti si configurerebbe abuso di posizione dominante). V cazzata di Grillini.Quanto ai blog non mi esprimo: fondamentalmente ha fatto un'accozzaglia di luoghi comuni senza dire nulla. In pratica vieta i blog in cui si discute come fare una bomba H (Gli Usa lo permettono, ma noi non dovremmo arrivare a quella libertà...così dice Grillini!). Così dicendo Grillini vorrebbe decidere al posto nostro cosa si può scrivere e cosa no. E chi diavolo sarebbe lui per deciderlo? VI cazzata.Preferisco di gran lunga un Gasparri che mi dice che ognuno è responsabile di quello che dice e che fa, è responsabile IRL e lo è su Internet. Abbiamo gli strumenti informatici per scoprire chi ha scritto cosa in un blog, ognuno tiene traccia degli IP utilizzati, gli ISP tengono traccia dei nominativi di chi ha il contratto con loro e lo associa ai vari IP. Questo è un sistema già in uso e che permette l'anonimato, ma anche la possibilità di scovare criminali, pedofili e terroristi.Dice che sulle tv non è libertà. Ma poi vuole la privatizzazione dell'unica tv di Stato che proprio quella libertà deve garantire: ma che ragionamento fa questo Grillini? VII cazzata.Vuole, infine che cresca la consapevolezza dell'autocritica. Che bello, che belle parole!Cioè??? In concreto???? Dobbiamo tutti iscriverci al partito? Grillini sa o non sa che è proprio il partito democratico di veltroni ad aver fatto un disegno di legge per assimilare i blog agli altri mezzi stampa? E Tonino è alleato di questi qui! Alla faccia della libertà. Lasciamo perdere Tonino, il pd e i grillini.Siamo buoni: Grillini ci lascia con SETTE CASSATE SICILIANE. Mangiamole alla faccia sua.
    • scorpioprise scrive:
      Re: Le sette cassate siciliane
      Devo dire che il tuo intervento mi è proprio piaciuto, e sono d'accordo con te. ;)
  • r1b0 scrive:
    Non si smentisce mai...
    quel genio di gasparri....
    • Saleinzucca scrive:
      Re: Non si smentisce mai...
      - Scritto da: r1b0
      quel genio di gasparri....Già e tu la diffamazione come la combatti? Con un Nicknam?
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Non si smentisce mai...
        - Scritto da: Saleinzucca
        - Scritto da: r1b0

        quel genio di gasparri....

        Già e tu la diffamazione come la combatti? Con un
        Nicknam?Con le leggi in vigore, genio.
      • r1b0 scrive:
        Re: Non si smentisce mai...
        Più che come combatto la diffamazione,ti ha già risposto alexfalcone, mi spieghi il metodo per identificare chi scrive in un blog? almeno quello pensato dal maestro. Naturalmente non vale l'IP perchè nella maggior parte dei blog è già così.Forse il nostro eroe intendeva la registrazione obbligatoria presso la prefettura con rilascio di uno user o qualcosa di simile? oppure l'istituzione del ministero dei blog?A certi nostalgici del 20ennio il pensare di non poter controllare e indirizzare le informazioni o più in generale i pensieri della gente li manda fuori di testa più di quello che sono.
        • Francesco Freezone scrive:
          Re: Non si smentisce mai...
          Ma per come la vedo io una persona è responsabile del proprio blog/sito/testata online in misura di come lo gestisce. Se in questo questo post scrivessi (E NON E' VERO!!!) "Ieri ho visto quel politico Pinco Pallino sniffare coca mentre si trombava un trans mentre guidava ai 130 in centro storico telefonando" sarei perseguibile, ma la rilevanza di quello che ho detto è molto bassa. Ed è qui che si dovrebbe fare una differenzazione tra la natura del blog (inteso come persone che postano in risposta) e quella delle testate giornalistiche. Le testate hanno un ruolo istituzionalizato per il quale quello che dicono è ( o dovrebbe essere) vero e quindi ha un diverso inpatto (oltre che una diversa diffusione e cappillarità).Se si generalizza per estremo, la frase di prima sarebbe imputabile di diffamzione anche detta alla fermata dell'autobus, ed in effetti lo è ma trovalo te un giudice pronto ad incriminarti! (beh forse un paio di giudici che lo farebbero li conosco!)
          • otacon87 scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            il fatto è che i politici hanno la coda di paglia...se non avessero niente da nascondere non si preoccuperebbero di cosa dice la gente o anche delle intercettazioni...cercano di coprire le magagne
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: Francesco Freezone
            Ma per come la vedo io una persona è responsabile
            del proprio blog/sito/testata online in misura di
            come lo gestisce. Se in questo questo post
            scrivessi (E NON E' VERO!!!) "Ieri ho visto quel
            politico Pinco Pallino sniffare coca mentre si
            trombava un trans mentre guidava ai 130 in centro
            storico telefonando" sarei perseguibile, ma la
            rilevanza di quello che ho detto è molto bassa.
            Ed è qui che si dovrebbe fare una differenzazione
            tra la natura del blog (inteso come persone che
            postano in risposta) e quella delle testate
            giornalistiche. Le testate hanno un ruolo
            istituzionalizato per il quale quello che dicono
            è ( o dovrebbe essere) vero e quindi ha un
            diverso inpatto (oltre che una diversa diffusione
            e cappillarità).
            Se si generalizza per estremo, la frase di prima
            sarebbe imputabile di diffamzione anche detta
            alla fermata dell'autobus, ed in effetti lo è ma
            trovalo te un giudice pronto ad incriminarti!
            (beh forse un paio di giudici che lo farebbero li
            conosco!)Sono d'accordo.E di norma questi casi non accadono. Voglio dire che la prassi è quella di chiedere al titolare del blog di rimuovere la frase, il post o addirittura il commento 'incriminato' e la vicenda si chiude lì. Fanno eccezione alcuni casi in cui chi si ritiene offeso ha fatto ricorso alle vie legali com prima mossa. Qui il vuoto normativo su come trattare la fattispecie 'blog' ha provocato interventi 'ad-capocchiam' assurdi e grotteschi, come il sequestro preventivo dell'intero blog su semplice esposto del querelante. Nei casi di cui sono venuto a conoscenza, nella maggior parte dei casi il giudice è stato in grado di discernere la via corretta. Gli errori però sono solitamente grossolani e con conseguenze anche gravi.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Sono d'accordo.
            E di norma questi casi non accadono. Voglio dire
            che la prassi è quella di chiedere al titolare
            del blog di rimuovere la frase, il post o
            addirittura il commento 'incriminato' e la
            vicenda si chiude lì.Quindi il diffamato deve preoccuparsi di andare alla caccia del troll di turno sui vari blog... e al diffamatore che accade? vediamo..vediamo :

            Fanno eccezione alcuni casi in cui chi si ritiene
            offeso ha fatto ricorso alle vie legali com prima
            mossa. Qui il vuoto normativo su come trattare la
            fattispecie 'blog' ha provocato interventi
            'ad-capocchiam' assurdi e grotteschi, come il
            sequestro preventivo dell'intero blog su semplice
            esposto del querelante.Quindi il diffamato potrebbe anche ritrovarsi dalla parte del torto ( stai dicendo tu che il vuoto normativo ha provocato interventi assurdi )... ma non avevi detto che "bisognava gestire la diffamazione con le attuali leggi in vigore"?Cosa intendevi allora? Di lasciare la diffamazione come reato non punito o punibile "ad capocchiam"?

            Nei casi di cui sono venuto a conoscenza, nella
            maggior parte dei casi il giudice è stato in
            grado di discernere la via corretta. Gli errori
            però sono solitamente grossolani e con
            conseguenze anche
            gravi.Quindi si necessita di un sistema in grado di recepire in linea diretta il colpevole e di punirlo secondo le leggi.Andare a beccare tramite l'ip il pc di qualcuno che fa da proxy, mi sembra assurdo ( oltre che incivile mettere in galera qualcuno che è innocente ).
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            Sono d'accordo.

            E di norma questi casi non accadono. Voglio dire

            che la prassi è quella di chiedere al titolare

            del blog di rimuovere la frase, il post o

            addirittura il commento 'incriminato' e la

            vicenda si chiude lì.

            Quindi il diffamato deve preoccuparsi di andare
            alla caccia del troll di turno sui vari blog... Sta alla vittima della diffamazione sporgere denuncia, a chi altro?
            Quindi il diffamato potrebbe anche ritrovarsi
            dalla parte del torto In che modo?Come sei arrivato a sostenere questa sciocchezza?Conosci le procedure legali?
            stai dicendo tu che il
            vuoto normativo ha provocato interventi assurdiE' vero, se ne vuoi un esempio informati sulla vicenda di Piero Ricca della scorsa estate.
            ... ma non avevi detto che "bisognava gestire la
            diffamazione con le attuali leggi in vigore"?Confermo. Sono le uniche disponibili. Vorresti usare leggi che non esistono? Hai capito quel che ho scritto? Ho esplicitamente indicato che mi riferisco alla fattispecie 'blog', per cui mancano norme specifiche.
            Di lasciare la diffamazione come reato non punito Ti risulta che la diffamazione non sia punita per legge?
            Quindi si necessita di un sistema in grado di
            recepire in linea diretta il colpevole e di
            punirlo secondo le leggi.No, di una normativa specifica sulla fattispecie 'blog', distinta da quella sul giornalismo on-line. Come individuare il colpevole e le sanzioni sono già normate, informati.
            Andare a beccare tramite l'ip il pc di qualcuno
            che fa da proxy, mi sembra assurdo E allora?Ti pare che io abbia scritto qualcosa del genere?
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Sta alla vittima della diffamazione sporgere
            denuncia, a chi
            altro?E il tempo perso nell'andare alla ricerca di chi sia il diffamatore? ( invece di ottenere l'esatto individuo in forma semplice e immediata....no...troppo facile cosi... )

            Quindi il diffamato potrebbe anche ritrovarsi

            dalla parte del torto

            In che modo?
            Come sei arrivato a sostenere questa sciocchezza?
            Conosci le procedure legali?Cito cio' che hai scritto : -----Fanno eccezione alcuni casi in cui chi si ritiene offeso ha fatto ricorso alle vie legali com prima mossa. Qui il vuoto normativo su come trattare la fattispecie 'blog' ha provocato interventi 'ad-capocchiam' assurdi e grotteschi, come il sequestro preventivo dell'intero blog su semplice esposto del querelante.Nei casi di cui sono venuto a conoscenza, nella maggior parte dei casi il giudice è stato in grado di discernere la via corretta. Gli errori però sono solitamente grossolani e con conseguenze anche gravi.------Che finora non gli sia stato dato torto, non significa che non potrebbe accadere, dato che anche tu sostieni che attualmente il vuoto normativo fa ritrovare sentenze assurde e grottesche.
            Confermo. Sono le uniche disponibili. Vorresti
            usare leggi che non esistono? Hai capito quel che
            ho scritto? Ho esplicitamente indicato che mi
            riferisco alla fattispecie 'blog', per cui
            mancano norme specifiche.Il "blog" che tanti vedono come qualcosa di astratto o completamente differente da un sito, non è niente di piu' e niente di meno di un sito dinamico.Quando comincerete a capirlo e a trattarlo come tale ( e non come la "libertà di espressione" ), allora avrete già cominciato a capire come funziona la rete. Le leggi esistono, ma spesso si trovano dinanzi a soggetti che non è possibile verificare se siano o meno i veri "diffamatori".Per tale motivo bisogna fare in modo di ridurre l'errore al minimo e non "lasciarlo cosi com'e' che tanto ci fa comodo".

            Di lasciare la diffamazione come reato non
            punito
            Ti risulta che la diffamazione non sia punita per
            legge?Che ci sia come "reato" ne sono convinto, ma che venga applicato...

            Quindi si necessita di un sistema in grado di

            recepire in linea diretta il colpevole e di

            punirlo secondo le leggi.

            No, di una normativa specifica sulla fattispecie
            'blog', distinta da quella sul giornalismo
            on-line. Come individuare il colpevole e le
            sanzioni sono già normate,
            informati."blog" = "sito web" = manifesti = diario = propaganda...insomma... non è giornalismo professionale ( spesso neanche amatoriale ), ma sempre un mezzo di informazione dove chiunque puo' dire qualsiasi castroneria.

            Andare a beccare tramite l'ip il pc di qualcuno

            che fa da proxy, mi sembra assurdo

            E allora?
            Ti pare che io abbia scritto qualcosa del genere?E che soluzione vorresti applicare se non quella del riconoscimento preventivo e certificato di chi "invia" messaggi diffamatori?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            E il tempo perso nell'andare alla ricerca di chi
            sia il diffamatore? Le indagini sono 'tempo perso'?
            invece di ottenere l'esatto
            individuo in forma semplice e immediataCome no, tutti quelli che delinquono sono ansiosi di compilare una scheda col proprio recapito per essere trovati. Sei un genio...
            Che finora non gli sia stato dato torto, non
            significa che non potrebbe accadereIn che modo?Non hai risposto.
            anche tu sostieni che attualmente il vuoto
            normativo fa ritrovare sentenze assurde e grottesche.Rileggi con gli occhi aperti, stavolta. Non ho parlato di sentenze, ma di provvedimenti 'preventivi' su presentazione di esposto. Vuol dire su decisione arbitraria del magistrato in fase di indagine. Provvedimenti puntualmente ritirati su ricorso del querelato. Informati.Conosci le procedure legali? Mi sa proprio di no.
            Il "blog" che tanti vedono come qualcosa di
            astratto o completamente differente da un sito,
            non è niente di piu' e niente di meno di un sito dinamico.Bravo. Ora sappiamo che oltre alla legge ignori anche cosa siano i blog.
            Che ci sia come "reato" ne sono convinto, ma che
            venga applicato...Informati sul numero dei procedimenti per diffamazione in Italia, mi sa che anche su questo parli a caso.
            "blog" = "sito web" = manifesti = diario = propaganda...Se così fosse non ci sarebbe alcun problema. La legge già regolamenta tutto.
            non è giornalismo professionale ( spesso neanche amatoriale ),
            ma sempre un mezzo di informazione dove chiunque puo' dire
            qualsiasi castroneria.Quindi qualcosa di diverso da un sito web, da un manifesto e così via. Riesci a contraddirti a distanza di una sola frase? Complimenti.Dovresti informarti meglio anche su ciò che ti hanno detto di pensare.
            E che soluzione vorresti applicare se non quella
            del riconoscimento preventivo e certificato di
            chi "invia" messaggi diffamatori?Tu sei pazzo: 'riconoscimento preventivo e certificato'?Dovrei chiedere le impronte digitali a tutti quelli che vogliono commentare sul mio blog?Ti rendi conto delle sciocchezze che scrivi?
          • Francesco Freezone scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            Insomma, si stava meglio quando si stava peggio. Quando politici e ideologisti ritenevano la rete un giocattolo e noi che l'abbiamo vista screscere ce la sbrigavamo a modo nostro, con leggi spesso dettate dalla rete stessa, dalla sua NETichetta. Quando erano gli hacker o i lamer, a seconda dei casi, a farla da padrone e dove la libertà d'espressione, su forum, IRCchat e siti vari te la guadagnavi su un nick semplicemente registrato con una password. Sparavi una cazzata, venivi bannato. I più autorevoli siti, che guarda caso parlano tutti di informatica nel senso geek del termine non hanno mai avuto bisogno di una regolamentazione e sono venuti su benissimo.E' proprio vero mezzi liberi e di massa viaggiano spesso con lo stesso scopo ma su binari differenti.
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Non si smentisce mai...
          - Scritto da: r1b0
          A certi nostalgici del 20ennio il pensare di non
          poter controllare e indirizzare le informazioni o
          più in generale i pensieri della gente li manda
          fuori di testa più di quello che
          sono.Bello, guarda che il tuo amichetto di sinistra ha già con i suoi amichetti di sinistra fatto in modo di controllare QUALSIASI COSA.Se devo spedire dei soldi a qualcuno per qualsiasi motivo possa avere ( voglio regalare dei soldi a mio cugino di 2° grado perche' ne ha bisogno ), devo spiegare mille motivi e non posso giustificare con DONAZIONI!L'unico modo per non dover spiegare ( ancora-ancora ) è quello di prenderli dal bancomat e andare a portarceli di persona, almeno, fino a quando non mi segneranno anche le banconote che mi avranno dato e dovro' allora spiegare il perche' di tale transazione.Quindi chi è il libertino qui e chi è il dittatore?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Se devo spedire dei soldi a qualcuno per
            qualsiasi motivo possa avere ( voglio regalare
            dei soldi a mio cugino di 2° grado perche' ne ha
            bisogno ), devo spiegare mille motivi e non posso
            giustificare con DONAZIONI!Mai sentito parlare di norme anti-riciclaggio?I trasferimenti di denaro sono controllati attentamente dalla normativa sul contrasto alla criminalità organizzata ed all'evasione fiscale. Informati.In ogni caso è materia del tutto differente dall'editoria on-line.
            Quindi chi è il libertino qui e chi è il dittatore?Il libertino è quello che pratica la libertà dei costumi sessuali, non vedo cosa c'entri.Il dittatore è il capo di una forma di governo in cui tutti i poteri sono riuniti in uno stesso organo istituzionale, solitamente un dittatore, appunto, più raramente da una 'giunta'.Per entrambe le definizioni potevi guardare un vocabolario.Nel caso in questione, la schedatura degli utenti dei blog, il controllo ossessivo delle comunicazioni, la chiusura a nuovi operatori e la posizione dominante su tale mercato da parte di un candidato al governo avvicina quest'ultimo alla definizione di dittatura.
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Mai sentito parlare di norme anti-riciclaggio?
            I trasferimenti di denaro sono controllati
            attentamente dalla normativa sul contrasto alla
            criminalità organizzata ed all'evasione fiscale.
            Informati.Se io invio 100-150 euro a mio cugino è giusto che lo Stato ne sia informato....sia mai che evado le tasse sui 100-150 euro... ( :sisi: )

            Quindi chi è il libertino qui e chi è il
            dittatore?

            Il libertino è quello che pratica la libertà dei
            costumi sessuali, non vedo cosa
            c'entri.
            Il dittatore è il capo di una forma di governo in
            cui tutti i poteri sono riuniti in uno stesso
            organo istituzionale, solitamente un dittatore,
            appunto, più raramente da una
            'giunta'.
            Per entrambe le definizioni potevi guardare un
            vocabolario.Penso ( e spero ) che ti sia arrivato il concetto, se non ti è arrivato perche' ho usato termini "simili" e non hai recepito...
            Nel caso in questione, la schedatura degli utenti
            dei blog, il controllo ossessivo delle
            comunicazioni, la chiusura a nuovi operatori e la
            posizione dominante su tale mercato da parte di
            un candidato al governo avvicina quest'ultimo
            alla definizione di
            dittatura.Quindi controllo delle comunicazioni NO, mentre il controllo dei soldi che hai in tasca SI.E giusto per curiosità... anche il controllo delle comunicazioni telefoniche SI? ( perche' se non erro il partitino di Prodi e di Veltroni hanno votato nel governo attuale la possibilità di intercettare telefonate dei cittadini ad esclusione di esponenti politici.... )Giusto per capire un attimo il tuo senso di "dittatura"
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Se io invio 100-150 euro a mio cugino è giusto
            che lo Stato ne sia informato...Lo Stato? E' l'istituto che effettua il trasferimento a dover trattenere le informazioni in caso di indagine. Come al solito scrivi senza informarti. Vai a sfogliarti la legge.
            Penso ( e spero ) che ti sia arrivato il
            concetto, se non ti è arrivato perche' ho usato
            termini "simili" e non hai recepito...Hai usato termini sbagliati. Ti ho già detto che dovresti informarti su quello che scrivi?
            il controllo dei soldi che hai in tasca SI.Il tuo esempio trattava di trasferimento di denaro, non di conti in tasca. Informati, c'è una certa differenza.
            E giusto per curiosità... anche il controllo
            delle comunicazioni telefoniche SI? Perché cambi discorso? Hai finito gli argomenti?
            Giusto per capire un attimo il tuo senso di "dittatura"Basta che cerchi sul vocabolario, come già ti ho detto.
          • Francesco Freezone scrive:
            Re: Non si smentisce mai...
            Insomma, si stava meglio quando si stava peggio. Quando politici e ideologisti ritenevano la rete un giocattolo e noi che l'abbiamo vista screscere ce la sbrigavamo a modo nostro, con leggi spesso dettate dalla rete stessa, dalla sua NETichetta. Quando erano gli hacker o i lamer, a seconda dei casi, a farla da padrone e dove la libertà d'espressione, su forum, IRCchat e siti vari te la guadagnavi su un nick semplicemente registrato con una password. Sparavi una cazzata, venivi bannato. I più autorevoli siti, che guarda caso parlano tutti di informatica nel senso geek del termine non hanno mai avuto bisogno di una regolamentazione e sono venuti su benissimo.E' proprio vero mezzi liberi e di massa viaggiano spesso con lo stesso scopo ma su binari differenti.
      • fred scrive:
        Re: Non si smentisce mai...
        Ricordo la chiusura del blog di Piero Ricca, del forum delle associazioni utenti e del sito web che raccoglieva tuttal la documentazione sul Vajont;non e' piu' sensato mettere a disposizione lo spazio per difendersi?persino wikileaks e' sotto costante attacco per il materiale scottante che pubblica su politici disonesti e compagnie poco pulite (nonche' sette scientologiane ed equivalentei), tuttavia wikileaks ha la fortuna di non risiedere in italia.
  • nonna pina scrive:
    Ma perchè
    Continuate a parlare di politica,leggi con gente che non merita neanche un calcio in culo!Non sarebbe ara di mandarli a fare in culo?!
  • xWolverinex scrive:
    Ma Gasparri...
    ... dopo la sua "legge" ancora ha la faccia di parlare ? Ma queste persone (a parte Di Pietro che ne ha uno) hanno la minima idea di cosa sia un blog ?E se chi apre un blog deve essere identificabile e chiunque puo', anzi DEVE, chiedere l'identificazione di chi "posta" allora possiamo estendere la cosa... quando becco un pezzo di topa per strada, le chiedo di identificarsi e lei non puo' negarmi il suo numero di telefono....Effettivamente potrebbe davvero tornare comoda la cosa....A Gaspa'.... Mavaffffancuuuuloooooo
  • Simone Guzzardi scrive:
    Intervento di Gasparri = Legge Levi
    Mi sembra che i "nostri" politici non capiscono che hanno già una sempre più larga fetta di popolazione contro: oltre che ingiusto per la libertà mi sembrerebbe un suicidio per loro stessi. Ma se questo vogliono...Ossequi all'Onorevole Gasparri.
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
      - Scritto da: Simone Guzzardi
      Mi sembra che i "nostri" politici non capiscono
      che hanno già

      una sempre più larga fetta di popolazione contro:
      oltre che ingiusto per la libertà mi sembrerebbe
      un suicidio per loro stessi. Ma se questo
      vogliono...
      Ossequi all'Onorevole Gasparri.Quindi libertà = libertà di diffamare a destra e a sinistra restando impunito.... Interessante...
      • Homo Italicus scrive:
        Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        - Scritto da: Simone Guzzardi

        Mi sembra che i "nostri" politici non capiscono

        che hanno già



        una sempre più larga fetta di popolazione
        contro:

        oltre che ingiusto per la libertà mi sembrerebbe

        un suicidio per loro stessi. Ma se questo

        vogliono...

        Ossequi all'Onorevole Gasparri.

        Quindi libertà = libertà di diffamare a destra e
        a sinistra restando impunito....
        Interessante...Non so in che anno o in che paese vivi.Ma nel 2008 in Italia diffamare è comunque vietato.E, come per ogni reato, il colpevole, una volta dimostrata dall'Autorità Giudiziaria la colpevolezza, viene più o meno punito.Tra "obbligo di identificare" e "libertà di diffamare" ci sono un sacco di cose in mezzo.Ma chi ha interesse al controllo dell'informazione fa sempre finta di non accorgersene.Provo a concederti il beneficio del dubbio: spiega in pochi, semplici e rigorosi passaggi logici come il non avere l'obbligo di identificare chiunque scriva una riga su un blog (da parte del gestore del blog stesso) significhi automaticamente la possibilità di diffamare impunemente.
        • Per esempio scrive:
          Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
          Per esempio... riporto questa notizia su Gasparri sul mio blog, con il miei nome cognome e foto bene in evidenza. Poi si collega un tizio anonimo (che potrei pure essere io, ma potresti essere tu, chi lo sa?) e fa un commento in cui gliene scrive di tutti i colori diffamandolo palesemente. Chi querela Gasparri? Me o l'anonimo? Se a fare il furbo sono stato io, è giusto che quereli me, ma se è stato un altro perché ci devo andar di mezzo? Mi va bene allora richiedere una registrazione al blog per commentare.Su come identificare il registrante poi si può discutere. Non voglio di certo dover mantenere un db con numeri di carta d'identità o codici fiscali, che tanto poi di per sé non servono a nulla (chiunque può generare i codici fiscali di chiunque, basta sapere data e luogo di nascita).
          • Nemonicus scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            Io mi sono rotto di queste discussioni inutili.Lo dicono in molti che ormai questa è aria fritta.Più di un commento su http://marzaland.myminicity.com/
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
          - Scritto da: Homo Italicus
          - Scritto da: Mi scoccio di loggare

          Quindi libertà = libertà di diffamare a destra e

          a sinistra restando impunito....

          Interessante...

          Non so in che anno o in che paese vivi.
          Ma nel 2008 in Italia diffamare è comunque
          vietato.
          E, come per ogni reato, il colpevole, una volta
          dimostrata dall'Autorità Giudiziaria la
          colpevolezza, viene più o meno
          punito.Non voglio andare molto OT dicendo che viene punito solo chi non ha santi in paradiso ( stendiamo un velo su cio' ),ma se non si identifica chi commette la diffamazione ( come lo fai? attraverso la cattura dell'ip? e se mi servo di un proxy server? e se mi servo di altre tecniche di oscuramento? ) come lo identifichi e come lo punisci?Spiega questo e poi ti spiego il perche' e' necessario che chi lascia un messaggio su internet sia ben identificabile.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        - Scritto da: Simone Guzzardi

        Mi sembra che i "nostri" politici non capiscono

        che hanno già



        una sempre più larga fetta di popolazione
        contro:

        oltre che ingiusto per la libertà mi sembrerebbe

        un suicidio per loro stessi. Ma se questo

        vogliono...

        Ossequi all'Onorevole Gasparri.

        Quindi libertà = libertà di diffamare a destra e
        a sinistra restando impunito....In che modo sei arrivato a capire una tale bestialità?Dove hai trovato che si dovrebbe essere liberi di commettere reati?A me pare che chi sostiene l'impunità sia proprio la parte politica di cui Gasparri fa parte, che addirittura candida pregiudicati a governare. Più chiaro di così...
        • Sgabbio scrive:
          Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
          un troll politoco, evviva!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: Sgabbio
            un troll politoco, evviva!hai modo di smentire le mie affermazioni?
          • pibedeoro scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Sgabbio

            un troll politoco, evviva!

            hai modo di smentire le mie affermazioni?Pensi davvero che sia in grado di farlo? Dimentichi che gli elettori del berlusca sanno parlare solo per slogan? E infatti la sua risposta ne e' la dimostrazione... ;-)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: pibedeoro
            Pensi davvero che sia in grado di farlo?No, ma per correttezza gli do modo di farlo.
            Dimentichi che gli elettori del berlusca sanno
            parlare solo per slogan? E infatti la sua
            risposta ne e' la dimostrazione...
            ;-)Ho partecipato a numerose discussioni in questi giorni senza purtroppo trovare nessun sostenitore di quello schieramento di destra che avesse un argomento di discussione.Esclusivamente espressioni di odio e di disprezzo verso 'l'avversario' e verso le istituzioni democratiche.
        • Malcolm PDL scrive:
          Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
          - Scritto da: www.aleksfalcone.orgQuando pensi di finire con i soliti commenti da campagna elettorale?Guarda che oggi è l'ultimo giorno!Lunedì potrai dire al padron Veltroni che hai perso.
          A me pare che chi sostiene l'impunità sia proprio
          la parte politica di cui Gasparri fa parte,Alleanza Nazionale???????Ma stai scherzando vero?Gasparri e il suo gruppo sono tra i pochi che non hanno votato all'INDULTO proposto dal Partito Democratico e votato dal Partito Democratico! Ma che film hai visto??????A dire le cose come stanno, FI ha votato l'indulto, ma Alleanza Nazionale NO. Più chiaro di così.E diciamo pure che se Di Pietro fosse stato una persona onesta e non uno dei tanti che preferisce stare attaccato alla poltrona di ministro, DOPO L'INDULTO SI SAREBBE DOVUTO DIMETTERE.Se non approvo quel che fa il governo che sostengo, MI DIMETTO, non resto attaccato al posto e ai privilegi come ha fatto Di Pietro.Quello predica bene e razzola male, molto male.Coraggio, ora torna all'ufficio marketing di Veltroni per chiedere cosa rispondere.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            fate smettere questo disonesto di destra (vabbè è un anacoluto) di morphare, grazie.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: Malcolm PDL
            Quando pensi di finire con i soliti commenti da
            campagna elettorale?Quando pensi di smetterla di trollare?
            Alleanza Nazionale???????
            Ma stai scherzando vero?AN non c'è sulle schede. La lista che comprende Gasparri ospita una grande varietà di pregiudicati. Non mi pare che sia sintomo di rispetto per le leggi dello Stato.
          • pibedeoro scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            Perche' cambi nick ad ogni post?
          • Matteorri scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: pibedeoro
            Perche' cambi nick ad ogni post?A te che ti frega se lui cambia o non cambia nick?Internet è così e richiede l'anonimato e ognuno può fare ciò che vuole proprio per questo.Quel che importa è che la magistratura possa identificare i criminali, per tutto il resto c'è l'anonimato.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
            - Scritto da: Matteorri
            Internet è così e richiede l'anonimato Dove sta scritto che internet 'richiede' l'anonimato? Cos'è che non conosci, internet o l'italiano?
            ognuno può fare ciò che vuole proprio per questo.Bello, tu di internet non hai capito granché.
            Quel che importa è che la magistratura possa
            identificare i criminali, per tutto il resto c'è l'anonimato.Quindi dovrebbero registrarsi solo quelli che hanno intenzione di commettere reati?
      • Paraila scrive:
        Re: Intervento di Gasparri = Legge Levi
        Non e' necessariamente detto che chi posta in un blog diffama, in un blog si commentano articoli, ma secondo lui si dovrebbe essere riconoscibili a prescindere. Quindi se parli do cse scomode in generale ma non diffami nessuno, ti possono rompere le palle in altri modi conoscendo chi sei, e si sa quali altri modi ci stanno...- Scritto da: Mi scoccio di loggare
        - Scritto da: Simone Guzzardi

        Mi sembra che i "nostri" politici non capiscono

        che hanno già



        una sempre più larga fetta di popolazione
        contro:

        oltre che ingiusto per la libertà mi sembrerebbe

        un suicidio per loro stessi. Ma se questo

        vogliono...

        Ossequi all'Onorevole Gasparri.

        Quindi libertà = libertà di diffamare a destra e
        a sinistra restando impunito....
        Interessante...
  • alex.tg scrive:
    Onorevole Gasparri,
    quel che chiede, l'identificazione accurata in ogni caso di chi si connetta ad internet, fra l'altro per inserire contenuti o accedere a un blog, e` tecnicamente impossibile per limiti che non possono essere superati e che ben pochi, in tutto il mondo, sono interessati a superare. Spero che il chiarimento sia utile.Distinti saluti.
    • Egregio Signore... scrive:
      Re: Onorevole Gasparri,
      Eh ma Inetrnet non l'ha scritta lui. Lui l'ha solo firmata... (ghost)
    • fred scrive:
      Re: Onorevole Gasparri,
      Intanto si e' capito che come un cinese non puo' criticare in Cina anche un Italiano non lo puo' fare in italia;in sostanza se devo aprire un forum lo faro su di un server che risiede su di un paese libero, come gia' accaduto per casi noti.In italia non si puo' nemmeno pubblicare qualcosa contro la chiesa, ad esempio, nemmeno se satirico (in riferimento a casi noti).
      • Paraila scrive:
        Re: Onorevole Gasparri,
        Esatto, se dovete aprire un blog fatelo all'estero dove le forze oscurantiste non possono nulla.- Scritto da: fred
        Intanto si e' capito che come un cinese non puo'
        criticare in Cina anche un Italiano non lo puo'
        fare in
        italia;
        in sostanza se devo aprire un forum lo faro su di
        un server che risiede su di un paese libero, come
        gia' accaduto per casi
        noti.
        In italia non si puo' nemmeno pubblicare qualcosa
        contro la chiesa, ad esempio, nemmeno se satirico
        (in riferimento a casi
        noti).
      • alex.tg scrive:
        Re: Onorevole Gasparri,
        Hah!Basta andare a scrivere le critiche sull'Italia in Cina e vice-versa. :D(geniale)
        • Paraila scrive:
          Re: Onorevole Gasparri,
          Ah ah, comunque ho sentito che hanno arrestato un cittadino cinese a 5 anni di lavori forzati (che equivalgono a morte certa solo in maniera piu' lenta e dolorosa) perche' gli hanno intercettato un sms in cui diceva che a lui dei giochi olimpici non gliene fregava una mazza ma voleva solo piu' diritti.- Scritto da: alex.tg
          Hah!
          Basta andare a scrivere le critiche sull'Italia
          in Cina e vice-versa.
          :D

          (geniale)
  • Polemik scrive:
    Regime ditattoriale
    • Polemik scrive:
      Re: Regime ditattoriale
      Ops, ho invertito le "t" nell'oggetto del post... :$
    • Giovanni scrive:
      Re: Regime ditattoriale
      - Scritto da: Polemik
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Regime ditattoriale
      - Scritto da: Polemik
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Regime ditattoriale
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        - Scritto da: Polemik

        identificabile e richieda l'identificazione
        delle

        persone che partecipano al blog con

        commenti

        .



        A quando i gulag - lager per i dissidenti? :|

        Se qualcuno ti diffamasse, come reagiresti?Sui blog normalmente si chiede al titolare di rimuovere le frasi incriminate. E la cosa si chiude lì.
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Regime ditattoriale
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org

          Se qualcuno ti diffamasse, come reagiresti?

          Sui blog normalmente si chiede al titolare di
          rimuovere le frasi incriminate. E la cosa si
          chiude
          lì.Se qualcuno ti diffama dicendo che gli hai sottratto soldi o che ti ha visto con bambini, difficilmente la tua reazione sarà di contattare l'amministratore del sito e far rimuovere quelle ingiurie.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Regime ditattoriale
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Se qualcuno ti diffama dicendo che gli hai
            sottratto soldi o che ti ha visto con bambini,
            difficilmente la tua reazione sarà di contattare
            l'amministratore del sito e far rimuovere quelle ingiurie.Perché no?
      • fred scrive:
        Re: Regime ditattoriale
        Se un anonimo di diffama rispondo con nome e cognome e lo smentisco, poi sta a lui ripresentarsi e dimostrando quello che ha detto da anonimo oppure portando nome e cognome, poi chi legge trarra le dovute conclusioni.mi pare semplice, no? altro che reato di opinione e diffamazione, questa e' la strada da seguire.
      • pippo75 scrive:
        Re: Regime ditattoriale


        Se qualcuno ti diffamasse, come reagiresti?mai sentito parlare del termine "denuncia per diffamazione"E gli avvocati gongolano.
  • Cassio scrive:
    Bravo Grillini
    Completamente d'accordo con lui e parzialmente con Tonino... peccato che alla fine Gasparri ce lo metterà al servizio a tutti quanti.
    • Ciccio Pasticcio scrive:
      Re: Bravo Grillini
      - Scritto da: Cassio
      Completamente d'accordo con lui Si', proprio un genio quando dice che il liberismo americano permette "addirittura" di postare documenti che descrivono come preparare una bomba H !!!!Come se non fosse sufficiente prendere un qualsiasi libro di fisica e leggere come fare... :@Allora non scriviamo piu' che con un coltello o con una pistola e' possibile ammazzare la gente: qualcuno potrebbe prendere spunto da queste preziose informazioni, o magari qualche terrorista non sa ancora come si fa... (rotfl)
      • Qualcuno scrive:
        Re: Bravo Grillini
        forse sui libri di fisica trovi tutto ciò che ti serve per preparare la bomba H ma sui blog puoi trovare la pappa pronta...
        • Guido Angeli scrive:
          Re: Bravo Grillini
          - Scritto da: Qualcuno
          forse sui libri di fisica trovi tutto ciò che ti
          serve per preparare la bomba H ma sui blog puoi
          trovare la pappa pronta...Il plutonio si può notoriamente acquistare su eBay.
        • Ciccio Pasticcio scrive:
          Re: Bravo Grillini
          - Scritto da: Qualcuno
          forse sui libri di fisica trovi tutto ciò che ti
          serve per preparare la bomba H ma sui blog puoi
          trovare la pappa pronta...A parte il fatto che le due cose sono assolutamente equivalenti (se "sui libri di fisica trovi TUTTO ciò che ti serve per preparare la bomba H" HAI GIA' la pappa pronta!), ma se proprio quello che leggi sui libri ti risulta ostico, puoi sempre andare a seguire, gratuitamente ed in forma assolutamente anonima in qualsiasi aula di Universita' italiana, quello che un professore ti illustra in dettaglio con ogni dovizia di particolari...O vogliamo anche incriminare i professori per istigazione al terrorismo, o monitorare i commenti degli studenti perche' in ognuno si POTREBBE nascondere un terrorista?!? :|Quello che queste testoline tardano a capire e' che non e' l'informazione a fare un terrorista, e nemmeno la volonta' di esserlo, ma, per la legge penale italiana (ancora), il COMMETTERE l'azione criminale in se'.Siamo arrivati al paradosso che per la coscienza comune (indotta artatamente), non e'solo "criminale" il COMMETTERE il reato (questo giustamente punito), ma anche l'INTENZIONE di commetterlo ed addirittura la CONOSCENZA di come commetterlo...Poveri noi... :(
          • Abusivo scrive:
            Re: Bravo Grillini

            A parte il fatto che le due cose sono
            assolutamente equivalenti (se "sui libri di
            fisica trovi TUTTO ciò che ti serve per preparare
            la bomba H" HAI GIA' la pappa pronta!)Devo essere stupido, perché dopo aver sostenuto Fisica I e Fisica II ad ingegneria non mi è ancora ben chiaro come fare una bomba. Lo dicevo io che il capitolo "Come fare una bomba H" non andava tolta dal libro di testo...
    • La cassata scrive:
      Re: Bravo Grillini

      Completamente d'accordo con lui [Grillini]Invece ha detto un sacco di cazzate. Vedi qui:
      Se fosse per me venderei i canali RaiBenissimo. Togliamo la tv di Stato.Così chi garantirà un'informazione corretta per tutti, soprattutto in campagna elettorale? Siamo d'accordo sul fatto che imparzialità e parità di trattamento siano necessarie???????????Le tv private devono badare al profitto, altrimenti perdono gli investitori e chiudono, la rai non ha questo obiettivo (sebbene debba almeno essere in pareggio).Guardiamo la rai attuale: per garantire il servizio pubblico mandano in onda le conferenze stampa coi politici. Questo sta facendo crollare gli ascolti della rai.Nota che siamo in periodo di garanzia: la rai garantisce ai suoi inserzionisti un certo share, se non lo raggiunge, paghiamo noi le conseguenze. Questo si può fare con una tv pubblica, in cui parte degli introiti sono pagati da noi, ma se la tv fosse solo privata, questa garanzia di informazione paritaria svanirebbe: Mediaset o La7 non potrebbero mai e poi mi sostenere in prima serata tutte le conferenze stampa con tutti i leader di partito per 1-2 settimane.Grillini ha detto una cazzata e nemmeno se n'è accorto.
      tre editori diversi per una vera concorrenzaAvere un solo canale per testa, in un mondo in cui film, telefilm e documentari costano sempre di più, è controproducente e non aumenta la concorrenza, semmai la livella verso il basso. Se tutti avessero una sola tv, gli introiti derivanti da quella tv sarebbero bassi, troppo bassi per investire in nuove trasmissioni.Immagini cosa accadrebbe? Tutte le tv si butterebbero nelle produzioni a basso costo, cioè i Reality Show, molto più che adesso.Oggi Rai e Mediaset fanno produrre Fiction e Film di qualità, possono non piacere, ma ci sono. Rai e Mediaset possono subire una fiction con pochi ascolti perché investono denaro anche in altre fiction (autoprodotte, alimentando l'industria nazionale del cinema). Cosa succederebbe se ci fosse 1 tv a testa? L'industria nazionale del cinema scomparirebbe, ogni tv non avrebbe più il denaro per produrre da sè e probabilmente si dovrebbe rivolgere all'estero per ogni cosa, molto PEGGIO di oggi.Grillini ha detto la seconda cazzate e nemmeno se n'è accorto.
      obbligherei mediaset a fare altrettantoAltra cazzata per il ragionamento precedente. Il problema della tv italiana non è la troppa concentrazione, ma la troppa frammentazione. Siamo l'unico Paese con 600 tv locali (1 tv a testa) che non hanno soldi per fare nulla, se non pubblicità.Queste tv dovrebbero unirsi, almeno a livello regionale o pluriregionale. E' l'unico modo per aumentare gli ascolti, ottenere più utili e smetterla di mandare in onda solo i fattucchieri e i venditori di tappeti volanti.Siamo alla terza ca÷zata di Grilliniin 3 righe.
      ridefinito l'intero concetto di servizio pubblico offerto dalla RAIQuesto invece è giusto. FINALMENTE UNA COSA SENSATA!La Rai va cambiata... ma guarda un po'!!! Penso lo saprebbe dire pure la mia cuginetta di 5 anni. Quel che mi aspetto da un politico è IL COME CAMBIARLA.Anche perché se Grillini dice di voler privatizzare la Rai dandola a 3 editori diversi, poi mi dovrebbe spiegare che diritto avrebbe di cambiare il concetto di servizio pubblico! Il servizio pubblico l'avrebbe già abolito: non potrebbe ridefinire un bel nulla. Siamo perciò alla IV cazzata.Per i problemi con la Endemol, si va al ridicolo: la Endemol produce per tutto il mondo, dovremmo essere fieri che sia diventata italiana. La Endemol è obbligata a trattare tutti (Mediaset, Rai e gli altri esteri) allo stesso modo, l'Europa vigila proprio su questo (altrimenti si configurerebbe abuso di posizione dominante). V cazzata di Grillini.Quanto ai blog non mi esprimo: fondamentalmente ha fatto un'accozzaglia di luoghi comuni senza dire nulla. In pratica vieta i blog in cui si discute come fare una bomba H (Gli Usa lo permettono, ma noi non dovremmo arrivare a quella libertà...così dice Grillini!). Così dicendo Grillini vorrebbe decidere al posto nostro cosa si può scrivere e cosa no. E chi diavolo sarebbe lui per deciderlo? VI cazzata.Preferisco di gran lunga un Gasparri che mi dice che ognuno è responsabile di quello che dice e che fa, è responsabile IRL e lo è su Internet. Abbiamo gli strumenti informatici per scoprire chi ha scritto cosa in un blog, ognuno tiene traccia degli IP utilizzati, gli ISP tengono traccia dei nominativi di chi ha il contratto con loro e lo associa ai vari IP. Questo è un sistema già in uso e che permette l'anonimato, ma anche la possibilità di scovare criminali, pedofili e terroristi.Dice che sulle tv non è libertà. Ma poi vuole la privatizzazione dell'unica tv di Stato che proprio quella libertà deve garantire: ma che ragionamento fa questo Grillini? VII cazzata.Vuole, infine che cresca la consapevolezza dell'autocritica. Che bello, che belle parole!Cioè??? In concreto???? Dobbiamo tutti iscriverci al partito? Grillini sa o non sa che è proprio il partito democratico di veltroni ad aver fatto un disegno di legge per assimilare i blog agli altri mezzi stampa? E Tonino è alleato di questi qui! Alla faccia della libertà. Lasciamo perdere Tonino, il pd e i grillini.Siamo buoni: Grillini ci lascia con SETTE CASSATE SICILIANE. Mangiamole alla faccia sua.
  • Nilok scrive:
    Identificabilità
    Ave.Non c'è nessuna ragione razionale per nascondersi nell'anonimato.Però, siccome ognuno è libero di fare quello che vuole se non danneggia altri, ci dovrebbero essere psoti e situazioni, sul web, dove non è possibile essere anonimi e posti e situazioni dove è SOLO possibile esserlo.Tanto per chiarire la situazione e non lasciare nel dubbio chi si trova ad interloquire con qualcun altro.A prestoNilok
    • Quoto scrive:
      Re: Identificabilità

      Non c'è nessuna ragione razionale per nascondersi
      nell'anonimato.Giusto.
      Però, siccome ognuno è libero di fare quello che
      vuole se non danneggia altriL'anonimato è fra di noi: noi possiamo leggere i commenti di ognuno, ma non sappiamo chi li scrive.Tuttavia se conosciamo il computer, l'indirizzo IP da cui quel tizio anonimo ha scritto, i carabinieri, l'fbi o chi per loro demandati alla sicurezza nazionale, possono facilmente risalire a chi ha commesso un crimine.Questo è a nostro vantaggio e sono contento che Gasparri abbia affrontato un tema così impopolare, quanto importante, in Rete.
      • medioman scrive:
        Re: Identificabilità
        Scritto da: Quoto

        Non c'è nessuna ragione razionale per
        nascondersi

        nell'anonimato.
        Giusto.


        Però, siccome ognuno è libero di fare quello che

        vuole se non danneggia altri
        L'anonimato è fra di noi: noi possiamo leggere i
        commenti di ognuno, ma non sappiamo chi li
        scrive.
        Tuttavia se conosciamo il computer, l'indirizzo
        IP da cui quel tizio anonimo ha scritto, i
        carabinieri, l'fbi o chi per loro demandati alla
        sicurezza nazionale, possono facilmente risalire
        a chi ha commesso un
        crimine.

        Questo è a nostro vantaggio e sono contento che
        Gasparri abbia affrontato un tema così
        impopolare, quanto importante, in
        Rete.Sembrate Crick e Crok. Chiedere a chi apre un blog di identificare quelli che lasciano un commento vuol dire di fatto impedire l'apertura dei blog. Che faccio, chiedo a tutti i partecipanti di faxarmi un documento prima di postare? L'identificazione via IP non posso certo garantirla io gestore del blog. Come faccio a sapere se chi usa quell'ip non stia usando una connessione non riconducibile alla sua identita'?Vabbe' trollare, ma almeno fatelo in modo intelligente...~~
  • Nilok scrive:
    Le TASSE si possono abolire!
    Ave.E' inutile tentare di arrampicarsi sugli specchi: le tasse si possono COMPLETAMENTE abolire.Ma è meglio parlare di che tipo di tasse avere o non avere....tanto per essere certi che COMUNQUE le tasse continuino ad esistere!A prestoNilok
    • VE LO DICO IO scrive:
      Re: Le TASSE si possono abolire!
      Le tasse non vanno abolite, devono solo essere utilizzate bene... rialzati italia... si e prendi tutti questi politici a calci nel culo!!
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Le TASSE si possono abolire!
      - Scritto da: Nilok
      E' inutile tentare di arrampicarsi sugli specchi:
      le tasse si possono COMPLETAMENTE abolire.Falso.Le tasse sono necessarie all'esistenza di una struttura statale, pagarle è cosa giusta.
      • Qualcuno scrive:
        Re: Le TASSE si possono abolire!
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: Nilok

        E' inutile tentare di arrampicarsi sugli
        specchi:

        le tasse si possono COMPLETAMENTE abolire.

        Falso.
        Le tasse sono necessarie all'esistenza di una
        struttura statale, pagarle è cosa
        giusta.concordo, le tasse servono, però sarebbe anche ora di eliminarne un bel po' e semplificare il sistema fiscale, invece di avere centinaia di tasse e balzelli vari, spesso complicati da calcolare.E soprattutto sarebbe anche utile che chi spende i soldi delle tasse, renda conto di ciò che fa, e se spreca i nostri soldi con opere inutili, se ne assuma la responsabilità.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Le TASSE si possono abolire!
          - Scritto da: Qualcuno
          concordo, le tasse servono, però sarebbe anche
          ora di eliminarne un bel po' e semplificare il
          sistema fiscale, invece di avere centinaia di
          tasse e balzelli vari, spesso complicati da
          calcolare.Giusto. E' un discorso ben diverso, però, non trovi?
          E soprattutto sarebbe anche utile che chi spende
          i soldi delle tasse, renda conto di ciò che fa, e
          se spreca i nostri soldi con opere inutili, se ne
          assuma la responsabilità.E' una cosa su cui ho riflettutto a lungo e a più riprese. Come accertare gli abusi, salvaguardando il diritto di ognuno di compiere degli errori in buona fede? Ma soprattutto in che modo quantificare eventuali risarcimenti?Nella storia ho trovato un solo esempio analogo che a mio parere sembrava funzionare, quello di Atene nel V secolo a.C., ma si basava su un sistema privo di professionisti della politica e su assemblee non rappresentative, ma dirette. Inoltre gli amministratori (scelti a turno tra tutti) non erano retribuiti per il loro servizio allo Stato. Tutti elementi inapplicabili ad uno stato moderno e più ampio di poche centinaia di cittadini. Il sistema ateniese è anch'esso durato pochissimo, pochi decenni, passando poi ad una democrazia più compiuta, culminata con Pericle, seguita da una decadenza che ha messo in luce gli stessi problemi con cui ci scontriamo oggi: libertà di pensiero e di espressione (la morte di Socrate).
    • Zarbon scrive:
      Re: Le TASSE si possono abolire!
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      E' inutile tentare di arrampicarsi sugli specchi:
      le tasse si possono COMPLETAMENTE
      abolire.

      Ma è meglio parlare di che tipo di tasse avere o
      non avere....tanto per essere certi che COMUNQUE
      le tasse continuino ad
      esistere!

      A presto
      NilokTu mi sa che non sai esattamente come funzioni una società vero?
      • Gilean scrive:
        Re: Le TASSE si possono abolire!
        - Scritto da: Zarbon
        - Scritto da: Nilok

        Ave.



        E' inutile tentare di arrampicarsi sugli
        specchi:

        le tasse si possono COMPLETAMENTE

        abolire.



        Ma è meglio parlare di che tipo di tasse avere o

        non avere....tanto per essere certi che COMUNQUE

        le tasse continuino ad

        esistere!



        A presto

        Nilok

        Tu mi sa che non sai esattamente come funzioni
        una società
        vero?Misa che quello che non sa come funziona la societa' sei tu, guardati il principato di Andorra che e' senza tasse e si vive da Dio, poi ne riparliamo ;)
    • pibedeoro scrive:
      Re: Le TASSE si possono abolire!
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      E' inutile tentare di arrampicarsi sugli specchi:
      le tasse si possono COMPLETAMENTE
      abolire.Signore e signori, abbiamo trovato il prossimo presidente del consiglio.Meno tasse per tutti? Macche'... ZERO tasse!!!Poi certo non entrando piu' soldi nelle casse pubbliche andranno eliminati tutti quei servizi inutili che lo Stato da' ai cittadini, tipo sanita', istruzione, forze dell'ordine e altri... ma in fondo chi se ne accorgera'......-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2008 17.28-----------------------------------------------------------
    • lellykelly scrive:
      Re: Le TASSE si possono abolire!
      fin che esiterà il denaro esisteranno le tasseabolendolo vivremo feliciIMHO e pure quella di star trek :)
  • Eritemeo scrive:
    blog = testata giornalistica?
    quindi se aprissi un blog "politico", ovvero che rappresenta un partito, e trovassi due parlamentari che mi mettono una firmettina potrei chiedere gli stessi finanziamenti pubblici all'editoria che ricevono i vari Ferara, Feltri e Polito?Morto interesante...
  • Garlini Valter scrive:
    Gasparri ma vada a... quel Paese !
    Si a quel Paese, dove se passa una normativa simile, mi troverò costretto ad andare io per aprire un Blog... Infatti se apro un Blog negli USA o in IRAN NESSUNA legge italiana potrà obbligare il provider ad identificarmi !P.S. Qualcuno spieghi a Gasparri almeno due cosine su come funziona Internet !
  • Ricky scrive:
    Sembrano tutti solidali...con noi...
    Ovvio, come dico sempre sono solo PAROLE,nessun fatto reale a parte quello gia' evidenziato dall'articolo:NESSUNO NE PARLA!Il canone dovrebbe SPARIRE e al suo posto dovrebbe essere inserita una nuova tassa per una sola rete RAI ben gestita e ricca di contenuti.Una tassa TRASPARENTE,il cittadino DEVE poter fare i conti in tasca alla RAI...i soldi sono suoi...e non li da' A PERDERE ma A FRUTTARE.Pretendere un canale pubblico, ben fatto e ricco GRATIS e' un po troppo egoistico oltre che inapplicabile (chi lavora va' pagato, se lavora male semmai lo si licenzia).Darei un po di fiducia all'italiano medio...sicuramente si perdera' in porcherie varie spalmate nelle tv private MA ANCHE si interessera' di cose piu' serie che trovera' sicuramente nel canale rai di riferimento.Non credo che un solo canale rai ben fatto verra' snobbato per altri canali privati farciti di porcate.Il bello e' POTER SCEGLIERE...ora ditemi voi cosa cavolo scegliamo se TRE RETI PUBBLICHE ASSERVITE AI PARTITI e N RETI PRIVATE ,asservite anche loro, si contendono lo SHARE a suon di grande fratello, fatti vostri,amici,buona domenica e via dicendo?!Ma dai...ci vuole una grande riforma che metta al centro,FINALMENTE,il bene della gente e non delle emittenti o dei pubblicitari o dei soliti ricconi.Il CITTADINO, porcaccia miseria,IL CITTADINO DOVREBBE ESSERE IL FINE ULTIMO...li mandiamo agovernarci per farci prendere a schiaffoni...
  • GIUSEPPE SCOPELLITI scrive:
    gasparri
    Come al solito la destra spare c............e idendificare chi crea un blog?Perchè se si vuole non è idendificabile tramite IP?Ecco da chi provengone le MILIONI di leggi da queste testoline benpensanti....
    • Antonio PDL scrive:
      Re: gasparri
      - Scritto da: GIUSEPPE SCOPELLITI
      Come al solito la destra spare c............e
      idendificare chi crea un blog?Perchè se si vuole
      non è idendificabile tramite IP?Ecco da chi
      provengone le MILIONI di leggi da queste
      testoline
      benpensanti....Identificare chi crea un blog significa solo mantenere gli IP di chi scrive sul blog.Questo lo possono fare tutti (tra l'altro mi pare che PI lo faccia).Infostrada, Alice, Tiscali e gli altri tengono nota del contratto corrispondente di volta in volta a quell'IP a quell'ora di quel tale giorno. A quel punto le responsabilità sono note.A me non sembra una cosa terribile. Ognuno è responsabile di quello che scrive, non si può pensare di diffamare chiunque senza poi essere punito per quel che si fa.Pensa a chi facesse transazione di bambini o peggio su qualche blog: solo perché è un blog questo non va punito in nome della libertà all'anonimato????No, grazie, io preferisco che PI si tenga il mio IP e che nei casi facessi qualche cazzata la polizia postale fosse in grado di risalire a me. Tanto IO non ho nulla da nascondere (e presumo nemmeno voi).Gasparri non è andato contro l'anonimato, ma chiede, giustamente, che sia possibile risalire al responsabile. Questo è avere senso dello Stato, non il credere che siccome internet non può essere controllata in toto, allora tutte le attività criminali debbono essere fatte qui sul blog e sui casinò online.
      • mppe scrive:
        Re: gasparri
        - Scritto da: Antonio PDL
        Identificare chi crea un blog significa solo
        mantenere gli IP di chi scrive sul
        blog.
        Questo lo possono fare tutti (tra l'altro mi pare
        che PI lo
        faccia).

        Infostrada, Alice, Tiscali e gli altri tengono
        nota del contratto corrispondente di volta in
        volta a quell'IP a quell'ora di quel tale giorno.
        A quel punto le responsabilità sono
        note.

        A me non sembra una cosa terribile. Ognuno è
        responsabile di quello che scrive, non si può
        pensare di diffamare chiunque senza poi essere
        punito per quel che si
        fa.

        Pensa a chi facesse transazione di bambini o
        peggio su qualche blog: solo perché è un blog
        questo non va punito in nome della libertà
        all'anonimato????
        No, grazie, io preferisco che PI si tenga il mio
        IP e che nei casi facessi qualche cazzata la
        polizia postale fosse in grado di risalire a me.
        Tanto IO non ho nulla da nascondere (e presumo
        nemmeno
        voi).

        Gasparri non è andato contro l'anonimato, ma
        chiede, giustamente, che sia possibile risalire
        al responsabile. Questo è avere senso dello
        Stato, non il credere che siccome internet non
        può essere controllata in toto, allora tutte le
        attività criminali debbono essere fatte qui sul
        blog e sui casinò
        online.bravo tu lascia che gasparri faccia le scelte tecnologiche per il paese..aspetto solo che tu vada nel penale perchè qualcuno ha usato la tua wireless per diffamare sui blog...
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: gasparri
          - Scritto da: mppe

          bravo tu lascia che gasparri faccia le scelte
          tecnologiche per il paese..aspetto solo che tu
          vada nel penale perchè qualcuno ha usato la tua
          wireless per diffamare sui
          blog...IGNORANTE! ( nel senso che ignori ).Lui ha risposto a questa affermazione : "Come al solito la destra spare c............e idendificare chi crea un blog?Perchè se si vuole non è idendificabile tramite IP?"OGGI, senza nessun problema di autenticazione, i provider salvano solo l'IP e quindi se qualcuno si appoggia al mio wireless e diffama Tizio, in galera ci vado io.Se dovesse essere applicato il principio di "identificazione" di chi posta commenti o diffamazioni, non ci andrei di mezzo io che ho il wireless, ma tu che ti sei appoggiato sul mio wireless.Questa è democrazia, non la tua idea di "sputtano tanto sono anonimo".
          • Egregio Signore... scrive:
            Re: gasparri
            E giusto per curiosità, tecnicamente, come faresti ad identificare chi commenta in un blog, se non tramite IP? Gli chiedi le generalità? Il Codice Fiscale? La Partita IVA? Raccomandata A/R con richiesta di invio delle impronte digitali?Perché se non te ne sei ancora accorto, questi politicanti da 4 soldi (tutti eh, mica solo sti tre che hanno risposto) fanno le leggi, ignorando totalmente come queste poi vadano applicate. Sarà un problema del giudice caso mai.Però intanto i casini li creano a noi.Qualcuno se la ricorda ancora la legge che prevede che i siti debbano essere depositati in forma cartacea?Ah, giusto per puntualizzare, qualunque forma di identificazione ti venisse in mente o venisse in mente a questa splendida classe politica che ci ritroviamo, per la natura stessa di internet, è perfettamente aggirabile, a meno di non obbligare il blogger di turno a mandare un ufficiale giudiziario a casa di chi scrive un commento prima di metterlo on-line.In effetti un'altra soluzione ci sarebbe, ma ci vuole più tempo per renderla operativa, anche perché riscuoterebbe tanto i favori del pubblico: il progetto Palladium.
          • Stefano PDL scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: Egregio Signore...
            E giusto per curiosità, tecnicamente, come
            faresti ad identificare chi commenta in un blog,
            se non tramite IP? Non è un problema dello Stato, ma di chi si lascia fregare l'IP.Per questo NON CONVIENE in alcun modo usare la Fonera o la condivisione del wifi.L'ordinamento italiano funziona così.Bada che funziona così anche nel mondo reale.Se rubi la mia auto per commettere una rapina e poi me la riparcheggi sotto casa, chi identifica la macchina viene a cercare me, non te. Tocca a me dimostrare che non ero su quella macchina e che mi è stata rubata.Se ti fai rubare la connessione ad internet, il problema è tuo e sta a te dimostrare il "furto". Certo che con Internet è più difficile e per questo hanno vietato la connessione del wifi.Ragazzi, le cose sono più complicate di quello che vi spiegano sui blog, cercate di capire che un sistema giudiziario si basa su mattoncini messi l'uno sull'altro. Non potete pensare di buttare giù qualcosa senza pensare a che accade a tutto il resto.Gasparri, persona che stimo, ha scritto qualcosa che sicuramente dà fastidio a molti, ma in realtà è quel che necessita il nostro ordinamento per tutelarci dai criminali.L'identificazione tramite IP è una cosa che ci tutela, non è il massimo della sicurezza, ma è *qualcosa*: bisogna sempre avere un compromesso fra libertà e sicurezza. QUel che dice Gasparri, dando ai blogger l'onere di mantenere l'IP di chi scrive è un buon compromesso, forse non il migliore, ma buono lo è. Per questo non capisco come si faccia ad accanirsi, forse solo per motivi politici, a qualcosa che già avviene e che è nel nostro interesse.
          • Egregio Signore... scrive:
            Re: gasparri
            Mi verrebbe da dirti "pezzo di scemo", ma me/te lo risparmio, perché non credo che gli insulti giovino mai in una discussione. Però resto col bisogno di dirtelo.Poniamo il caso, che io, pericoloso delinquente, decida di diffamare $noto_politico sul tuo blog, e voglia farla franca.Gasparri ti obbliga a tenere traccia degli interventi, poniamo, tramite la registrazione degli IP (ipotesi mia, perché non l'ha mica spiegato), e mettiamoci pure tramite una registrazione tramite email di conferma.Benissimo.Allora io che sono un pericolosissimo diffamatore di noti politici, prendo il mio portatilino, lo piallo, ci installo su, che so, una debian appena scaricata da www.debian.org, poi ci metto su aircrackng, privoxy, tor, configuro il tutto e cambio il mac address alla scheda usata dal portatile per raggiungere internet. Ci metto su anche moblock (l'equivalente di peefguardian), così, giusto per non raggiungere per sbaglio IP spioni o altro, durante il mio atto di gravissima sovversione dell'ordine precostituito.A questo punto salgo in macchina, e al primo AP con chiave WEP, mi ci piazzo sotto, lo forzo, e poi tramite TOR registro un'email anonima (di quelle che ricevono soltanto tipo mailinator), poi sempre tramite TOR e questa email anonima, mi registro sul tuo blog, e inizio a diffamare a destra e a manca.Ora, fatto tutto questo, tu o Gasparri, fate voi, trovatemi.
          • Nemonicus scrive:
            Re: gasparri
            Io sono pienamente d'accordo.E anche altri insieme a me ...
          • Egregio Signore... scrive:
            Re: gasparri
            Mi verrebbe da dirti "pezzo di scemo", ma me/te lo risparmio, perché non credo che gli insulti giovino mai in una discussione. Però resto col bisogno di dirtelo.Poniamo il caso, che io, pericoloso delinquente, decida di diffamare $noto_politico sul tuo blog, e voglia farla franca.Gasparri ti obbliga a tenere traccia degli interventi, poniamo, tramite la registrazione degli IP (ipotesi mia, perché non l'ha mica spiegato), e mettiamoci pure tramite una registrazione tramite email di conferma.Benissimo.Allora io che sono un pericolosissimo diffamatore di noti politici, prendo il mio portatilino, lo piallo, ci installo su, che so, una debian appena scaricata da www.debian.org, poi ci metto su aircrackng, privoxy, tor, configuro il tutto e cambio il mac address alla scheda usata dal portatile per raggiungere internet. Ci metto su anche moblock (l'equivalente di peefguardian), così, giusto per non raggiungere per sbaglio IP spioni o altro, durante il mio atto di gravissima sovversione dell'ordine precostituito.A questo punto salgo in macchina, e al primo AP con chiave WEP, mi ci piazzo sotto, lo forzo, e poi tramite TOR registro un'email anonima (di quelle che ricevono soltanto tipo mailinator), poi sempre tramite TOR e questa email anonima, mi registro sul tuo blog, e inizio a diffamare a destra e a manca.Ora, fatto tutto questo, tu o Gasparri, fate voi, trovatemi.
          • Egregio Signore... scrive:
            Re: gasparri
            Posso sapere perché cazzo il mio intervento continua ad essere rimosso?Grazie.
          • Egregio Signore... scrive:
            Re: gasparri
            Ok, mezz'ora e nessuna risposta.Vediamo chi si stanca prima.[img]http://img292.imageshack.us/img292/4836/interventozq0.jpg[/img]
          • bau bau micio micio scrive:
            Re: gasparri
            E tutte le tue certezze crollano come un castello di cartehttp://www.lastknight.com/articoli/tor-anonimato-web-in-30-secondi/Resta di farsi tatuare un codice a barre sul braccio da usare con un lettore ottico collegato al PC che ci consenta l'identificazione su internet, oppure un più comodo RFID impiantato alla nascita sotto pelle.Peccato non c'avesse pensato quell'omino coi baffetti, vero?
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: Egregio Signore...
            E giusto per curiosità, tecnicamente, come
            faresti ad identificare chi commenta in un blog,
            se non tramite IP? Si potrebbero installare certificati, richiedere registrazioni presso server di governo che rilasciano una sorta di chiavi pubbliche per ogni cittadino che andrebbero conservate insieme alle chiavi private per l'invio di messaggi ( un po' come funziona il PGP ).A chi fosse sprovvisto di tale chiave, gli verrebbe inibito l'invio di messaggi.Poi, se pretendi che ti trovi io una soluzione, mi paghi la consulenza e mi metto a studiare una tecnica difficilmente aggirabile ( pagano quelli per tenere su il sistemone di aams, perche' dovrei spremere le mie meningi gratuitamente? )
            Ah, giusto per puntualizzare, qualunque forma di
            identificazione ti venisse in mente o venisse in
            mente a questa splendida classe politica che ci
            ritroviamo, per la natura stessa di internet, è
            perfettamente aggirabile, a meno di non obbligare
            il blogger di turno a mandare un ufficiale
            giudiziario a casa di chi scrive un commento
            prima di metterlo
            on-line.Impronta digitale catturabile tramite porta usb. Viene generata una chiave univoca da poter inviare insieme al commento.Verificarne la validità o quant'altro, è una soluzione a cui ora non ho risposta, e ripeto...dietro compenso potrei anche trovarla.Nulla è impossibile.
      • Ciccio Pasticcio scrive:
        Re: gasparri

        A me non sembra una cosa terribile. Ognuno è
        responsabile di quello che scrive, non si può
        pensare di diffamare chiunque senza poi essere
        punito per quel che si
        fa.E fin qui posso, al limite, essere d'accordo con te, a patto pero' di ridefinire il reato di diffamazione, che, cosi' com'e', viene fin troppo facilmente strumentalizzato per tappare le bocche su argomenti "scomodi"
        Pensa a chi facesse transazione di bambini o
        peggio su qualche blog: solo perché è un blog
        questo non va punito in nome della libertà
        all'anonimato????Qui invece scadi completamente: cosa c'entrano le transazioni di bambini?!? :@Come tanti manuali di comunicazione interpersonale insegnano, e' troppo facile tentare di giustificare una misura ingiustificatamente severa agitando lo spettro di situazioni estreme intollerabili dal senso civile?Giustificare il data retention infinito e la tracciabilita' a tutti i costi e' riportare in auge il concetto di "cittadino trasparente" propugnato da un tale un Germania settant'anni fa, e che sappiamo bene a cosa ha portato.Ci deve essere un limite all'invasivita' dello Stato nella vita privata dei cittadini; A MIO PARERE, scrivere un giudizio in un blog equivale a parlare in piu' persone in una piazza: sarebbe come mettere in quest'ultimo esempio dei microfoni dovunque per registrare (con intento punitivo) se dico che Berlusconi (o Veltroni, o il Papa o chi vuoi tu) e' un coxxione.
        Gasparri non è andato contro l'anonimato, ma
        chiede, giustamente, che sia possibile risalire
        al responsabile. Questo è avere senso dello
        Stato, non il credere che siccome internet non
        può essere controllata in toto, allora tutte le
        attività criminali debbono essere fatte qui sul
        blog e sui casinò
        online.E due... :@ :@ :@Come prima stai equiparando il postare una propria opinione su un blog con il commettere atti criminali configurati come reati.Ti dimostro l'opposto con il tuo stesso metodo: dal momento che perpetrare "attivita' criminali" (sic!) e' reato, allora e' reato anche postare commenti su un blog... :|Che poi Gasparri non sia l'unico a sparare caxxate, lo dimostra bene Grillini quando dice che il liberismo americano permette "addirittura" di postare documenti che descrivono come preparare una bomba H !!!!Come se non fosse sufficiente prendere un qualsiasi libro di fisica e leggere come fare... :@Ma si', imbavagliamo il cervello della gente, cosi' saremo tutti piu' "controllabili" (e punibili); non scriviamo piu' che con un coltello o con una pistola e' possibile ammazzare la gente: qualcuno potrebbe prendere spunto da queste preziose informazioni, o magari qualche terrorista non sa ancora come si fa... (rotfl)Rileggiti il manuale di comunicazione, che devi essere piu' sottile, la prossima volta... :)
        • Antonio PDL scrive:
          Re: gasparri

          ridefinire il reato di
          diffamazione, che, cosi' com'e', viene fin troppo
          facilmente strumentalizzato per tappare le bocche
          su argomenti "scomodi"A quanto pare in rete è l'esatto opposto: ognuno può diffamare chiunque (anche a mezzo video) senza che nessuno riesca a bloccare nulla.Purtroppo spesso si immettono in rete molte falsità che poi è difficile ricondurre alla realtà proprio perché troppo radicate.

          Pensa a chi facesse transazione di bambini o

          peggio su qualche blog: solo perché è un blog

          questo non va punito in nome della libertà

          all'anonimato????
          Qui invece scadi completamente: cosa c'entrano le
          transazioni di bambini?!?E' un esempio di reato. Puoi fare l'esempio che vuoi. Grillini parla di bomba H... fai tu.
          Giustificare il data retention infinito e la
          tracciabilita' a tutti i costiNon è questo che Gasparri giustifica. Conoscere l'IP è una concessione fattibile, non permette l'anonimato completo, né la rintracciabilità oltre ogni dubbio, ma è un buon compromesso di partenza che permette l'identificazione nei casi portati davanti ad un tribunale. Quel che dice Gasparri è senza demagogia un concetto semplice, forse impopolare, ma da uomo di governo.
          Ci deve essere un limite all'invasivita' dello StatoAvere l'IP non è proprio un'invasione enorme della privacy.Poi l'IP è detenuto dagli ISP, non dallo Stato. Al max dallo Stato può essere richiesto nei casi previsti dalla legge e dalla costituzione.
          scrivere un giudizio in un blog equivale
          a parlare in piu' persone in una piazza:Non è così. Quel che dici in una piazza è una parola e non resta da nessuna parte.Quel che scrivi su un blog resta lì scritto finché il blog esiste. Permettimi di dire che è concettualmente molto diverso.
          Come prima stai equiparando il postare una
          propria opinione su un blog con il commettere
          atti criminali configurati come reati.Certo. Infatti sono i crimini ciò per cui la magistratura può richiedere informazioni agli ISP, mica li chiede se dai un'opinione sull'ultimo processore AMD o Intel.Si tratta di salvaguardarci dal crimine, non certo dalle opinioni sul prossimo iPhone 2.0.
          caxxate, lo dimostra bene Grillini quando dice
          che il liberismo americano permette "addirittura"
          di postare documenti che descrivono come
          preparare una bomba H !!!!In diversi abbiamo notato questa caxxata del Grillini... ma lui è in combutta con Grillo, quindi con Di Pietro, quindi col PD. Cose note da tempo.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: gasparri
        - Scritto da: Antonio PDL
        Identificare chi crea un blog significa solo
        mantenere gli IP di chi scrive sul blog.L'indirizzo IP non è una identificazione. Sembra che tu abbia la stessa preparazione tecnologica di Gasparri: nulla.
        Infostrada, Alice, Tiscali e gli altri tengono
        nota del contratto corrispondente di volta in
        volta a quell'IP a quell'ora di quel tale giorno.
        A quel punto le responsabilità sono note.No, le indicazioni giudiziarie in merito ed i pareri dell'Autorità garante sostengono l'esatto contrario: non ci può essere alcuna certezza di identificazione attraverso gli indirizzi IP.
        Pensa a chi facesse transazione di bambini o
        peggio su qualche blogQuesti traffici non si fanno sui blog.
        Gasparri non è andato contro l'anonimato, ma
        chiede, giustamente, che sia possibile risalire
        al responsabile.Stai dicendo che Gasparri è del tutto disinformato su come funziona attualmente, al punto da proporre ciò che già esiste?
        Questo è avere senso dello StatoChi? Gasparri? Quello che da il nome ad una legge priva di qualunque giustificazione se non la protezione degli interessi privati del suo padrone?Ma siamo seri...
        il credere che siccome internet non può essere
        controllata in toto, allora tutte le
        attività criminali debbono essere fatte qui sul
        blog e sui casinò online.Di che cosa stai parlando? Hai capito la domanda posta ai politici?
        • Antonio PDL scrive:
          Re: gasparri
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: Antonio PDL

          Identificare chi crea un blog significa solo

          mantenere gli IP di chi scrive sul blog.
          L'indirizzo IP non è una identificazione. Sembra
          che tu abbia la stessa preparazione tecnologica
          di Gasparri: nulla.Bello, piano con le offese. Dallo schiavo del padrone veltroniano non accetto offese di sorta.Nessuno dice che l'IP sia identificazione. Ma l'IP permette di identificare di chi è la linea e quindi di chi è la responsabilità.Non è il massimo della sicurezza, ma ci va un contemperamento di opposti interessi, in questo caso di libertà e di sicurezza.Gasparri, come ha dichiarato in altre occasioni, ritiene che PI e tutti gli altri siti debbano tenere l'indirizzo IP di chi scrive sui loro siti. Gli ISP sapranno poi associare l'IP al proprietario del contratto. A quel punto sarà il proprietario del contratto a rispondere dell'accusa e a doversi discolpare e ad indicare chi usava la linea.Non si ha anonimato completo, ma non si ha nemmeno identificazione completa.Si contemperano così interessi diversi.Funziona così nel mondo reale e funziona così per Internet.

          Pensa a chi facesse transazione di bambini o

          peggio su qualche blog
          Questi traffici non si fanno sui blog.Questi traffici si fanno ovunque, non solo e soltanto nel blog.Ci sono blog su cui si entra solo una volta registrati e altri in cui chiunque scrive, ma non è questo l'importante, l'importante è avere una norma che abbracci tuti i casi in cui qualcuno scrive su un sito qualsiasi o su un ng. Che sia blog, forum, commento o altro, cambia poco dal punto di vista della giustizia.

          Gasparri non è andato contro l'anonimato, ma

          chiede, giustamente, che sia possibile risalire

          al responsabile.
          Stai dicendo che Gasparri è del tutto
          disinformato su come funziona attualmente, al
          punto da proporre ciò che già
          esiste?Gasparri qui ha solo scritto che è necessario che ci sia più responsabilità e che l'identificazione di chi fa dei crimini è necessaria. Questo è basilare in uno Stato.Non c'entra nulla la disinformazione (cui accenni solo tu, senza nemmeno spiegare in cosa...).Diciamo che stai facendo campagna elettorale e che sei qui a fare il servo della sinsitra.Di' al tuo padrone che ti devono assegnare ad un altro sito: qui la tua campagna non attacca.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: Antonio PDL
            Diciamo che stai facendo campagna elettorale e
            che sei qui a fare il servo della
            sinsitra.
            Di' al tuo padrone che ti devono assegnare ad un
            altro sito: qui la tua campagna non
            attacca.Detto da uno che posta sul forum con due nick diversi per far sembrare di + gli aderenti alla cosca mafiosa nota come PDL, ma entrambi con il nome della cosca nel nick per fare becerissima e bassissima propaganda, fa abbastanza ridere.Ma oltre ad avere una ignoranza abissale voi destri, non avete mai avuto il senso del ridicolo, altrimenti non ci disgustereste con le vostre bassezze.Trovo molto discutibile che i moderatori non ti censurino, non meriti di esprimerti in pubblico.
          • Stefano PDL scrive:
            Re: gasparri

            Trovo molto discutibile che i moderatori non ti
            censurino, non meriti di esprimerti in
            pubblico.Non per dire, ma il post cui rispondi contiene argomenti in tutto inerenti all'articolo.Il tuo nessuno.Il suo post riporta in chiaro la scritta PDL in modo che chiunque possa riconoscere che è di parte. Tu ti limiti a dirgli che è un troll.Direi che chi manca di argomenti, fa politica e non cenna minimamente all'oggetto dell'articolo sei solo tu.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: gasparri
            non discuto con pagliacci che morphano e fanno campagna elettorale, mi limito a ridere dei paradossi di cui si fanno protagonisti.Va a ciapà i rat, barbun.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: Stefano PDL
            Il suo post riporta in chiaro la scritta PDL E accusa altri di fare campagna elettorale. Il che è puerile.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Stefano PDL

            Il suo post riporta in chiaro la scritta PDL

            E accusa altri di fare campagna elettorale. Il
            che è
            puerile.Seconod me è + puerile che parla di se stesso in terza persona.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: gasparri
            purtroppo la moderazione del PDL mi cassa le risposte.Data l'ignoranza della stessa non mi stupisce che voti a destra.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: gasparri
            - Scritto da: Antonio PDL
            Bello, piano con le offese.Quali offese? Ti ho detto quel che appare dai tuoi commenti. Cos'è, sono frasi troppo difficili per te?
            Dallo schiavo del padrone veltroniano Hai una strana concezione delle idee personali. Chissà come ti sono venute...
            Nessuno dice che l'IP sia identificazione. Ma
            l'IP permette di identificare di chi è la linea e
            quindi di chi è la responsabilità.Cioè esattamente quel che avviene adesso. Stai dicendo che Gasparri non conosce le leggi in vigore?
            Questi traffici si fanno ovunque, non solo e
            soltanto nel blog.Un blog è l'ultimo posto dove fare commerci illeciti. Siamo seri...
            una norma che abbracci tuti i casi in cui qualcuno
            scrive su un sito qualsiasi o su un ng. Per stabilire cosa? La schedatura degli utenti? Può pensarlo soltanto chi non conosce la materia.
            Gasparri qui ha solo scritto che è necessario che
            ci sia più responsabilità e che l'identificazione
            di chi fa dei crimini è necessaria. Questo è
            basilare in uno Stato.Quindi non parlava di internet? Gli stai dando del babbeo?
            Diciamo che stai facendo campagna elettorale e
            che sei qui a fare il servo della sinsitra.Insomma non riesci nemmeno a concepire che si possa pensare per conto proprio? Ti hanno detto così?
          • Ciccio Pasticcio scrive:
            Re: gasparri

            Bello, piano con le offese. Dallo schiavo del
            padrone veltroniano non accetto offese di
            sorta.Beh, per analogia tu saresti lo schiavo del nano millantatore: non so chi stia meglio... (rotfl)
            Nessuno dice che l'IP sia identificazione. Ma
            l'IP permette di identificare di chi è la linea e
            quindi di chi è la responsabilità.NO! :@Ti ho gia' risposto altrove che la responsabilita' di un reato penale e' ascrivibile solo a chi ha commesso il reato stesso, non al proprietario del mezzo con cui il reato e' stato commesso.Altrimenti ti dovrebbero mettere direttamente in galera se nel bar di TUA proprieta' fosse stato commesso un omicidio.
            Non è il massimo della sicurezza, ma ci va un
            contemperamento di opposti interessi, in questo
            caso di libertà e di sicurezza.E questa cos'e', l'apoteosi della fuffa? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Gasparri, come ha dichiarato in altre occasioni,
            ritiene che PI e tutti gli altri siti debbano
            tenere l'indirizzo IP di chi scrive sui loro
            siti.Errore (e lo sai!): Gasparri ha proposto piu' volte che chi scrive nei blog sia univocamente identificato; di come farlo, poi, non ne ha la piu' pallida idea.
            Gli ISP sapranno poi associare l'IP al
            proprietario del contratto. A quel punto sarà il
            proprietario del contratto a rispondere
            dell'accusa e a doversi discolpare e ad indicare
            chi usava la linea.Un genio! E' l'uovo di colombo! (rotfl)Peccato che il rapporto di causa-effetto non sia necessariamente cosi' puntuale.Se vuoi ti mando a caxxre per mail con Berlusconi come mittente e come IP l'xdsl della sede del tuo partito.Poi arrestano lui?!?! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Non si ha anonimato completo, ma non si ha
            nemmeno identificazione completa.Peccato che l'identificazione completa sia la "conditio sine qua non" per comminare una pena.Fai un favore a tutti: studia un po' di diritto e poi ritorna da queste parti.
            Si contemperano così interessi diversi.
            Funziona così nel mondo reale e funziona così per
            Internet.No. Funziona cosi' nel modo politico.Vorrei evitare che funzionasse cosi' anche in Rete. :@


            Pensa a chi facesse transazione di bambini o


            peggio su qualche blog

            Questi traffici non si fanno sui blog.
            Questi traffici si fanno ovunque, non solo e
            soltanto nel
            blog.
            Ci sono blog su cui si entra solo una volta
            registrati e altri in cui chiunque scrive, ma non
            è questo l'importante, l'importante è avere una
            norma che abbracci tuti i casi in cui qualcuno
            scrive su un sito qualsiasi o su un ng. Che sia
            blog, forum, commento o altro, cambia poco dal
            punto di vista della giustizia.Non cambia nulla anche
            Gasparri qui ha solo scritto che è necessario che
            ci sia più responsabilità e che l'identificazione
            di chi fa dei crimini è necessaria. Questo è
            basilare in uno Stato.Ma non spiega come. Il che rende tutto molto fumoso ed ancor piu' pericoloso.
            Diciamo che stai facendo campagna elettorale e
            che sei qui a fare il servo della
            sinsitra.
            Di' al tuo padrone che ti devono assegnare ad un
            altro sito: qui la tua campagna non
            attacca.Nemmeno la tua, ciccio. :@Si sta parlando di come stanno tentando di mettere le mani sull'informatica. Se state procacciando voti, sparite da un'altra parte, please.
  • menomaleche silvionone larai scrive:
    Il canone rai NON PUO RESTARE...
    Anzi, mi auguro che vada su Berlusconi così finalmente (che sia la volta buona) la privatizza totalmente obbligandola a fare come sky: volete vederla? Pagate uguale (anzi, è facile che con quello che propinano dovranno farla pagare meno), ma la vedono solo quelli che pagano... esiste da decenni il decoder analogico ed esiste il digitale terrestre, neanche serve cambiare i ripetitori...Se è vero che la Rai piace a così tanti è giusto che esista, ma SOLO per quelli che la vogliono e se la possono permettere, non che tutti (tranne i barboni in punto di morte) debbano pagarla per stipendiare i soliti giornalisti amichetti di politici... soprattutto se la famiglia è numerosa.Se uno dovesse avere la "sfortuna" di avere 3-4 figli, non avrà mai i numeri per avere anche solo uno sconto (di quei 106 maledetti euro) ma devono pagare assolutamente... se no bruno vespa, del noce, fazio (antipatico e finto fino all'osso) come fanno a mantenere tutte le case che hanno?
    • BLah scrive:
      Re: Il canone rai NON PUO RESTARE...
      Speriamo...
    • ilcla scrive:
      Re: Il canone rai NON PUO RESTARE...
      POVERETTO...Devi aver subito una sorta di lavaggio del cervello...Credimi..ti dico con affetto quasi paterno di spegnere il PC e stare in casa in rigoroso silenzio...
  • Overture scrive:
    Il canone rai può restare SOLO a...
    ...queste condizioni:0- Tassazione solo di apparecchi realmente in grado di percepire il segnale televisivo. Per internet si creano forme di abbonamento apposite. Se fastweb fa pagare un extra per la sua tv solo per chi la vuole non vedo perchè la rai non possa fare altrettanto.1- Istituzione di un canale di sole news internazionali (non frega niente a nessuno sapere cosa scoreggia il politicante di turno) tipo cnn/bbc/al jazeera2- Il secondo canale deve avere solo approfondimenti culturali e sportivi (favorendo i sport di nicchia, chi vuole il grande calcio si paghi sky e non rompa)3- Nessuna intromissione politica4- Basta con i varietà cretini come affari tuoi5- Basta con san remo (o in alternativa con contratti molto ridimensionati)(6)- Il terzo canale non lo so, o lo si dedica allo sport separandolo dal 2° o si leva
    • Sgabbio scrive:
      Re: Il canone rai può restare SOLO a...
      rai tre fa trasmissioni interessanti come Geo&Geo per esempio, ed ha un buon spazio per la tv dei ragazzi. Una cosa non da poco, per esempio.comunque mi sembra che un canale per le sole news ci sia già ovvero Rai News 24. Però gradirei che nessun canale, sia visibile solo con Sky, come ha fatto la rai...
      • Overture scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        Rai News 24 è una barzelletta rispetto a quelli che ho indicato
        • Sgabbio scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          va bhe, però ogni tanto fanno cose che negli altri TG non fanno però.
          • Overture scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            A orari improponibili e su canali spesso non facilmente raggiungibili...
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Il canone rai può restare SOLO a...
      - Scritto da: Overture
      (6)- Il terzo canale non lo so, o lo si dedica
      allo sport separandolo dal 2° o si
      levaReport. Mi manda Raitre.Chi l'ha visto.Comincio' senza pubblicita', per anni (ve lo ricordate?) ma RaiTre nonostante cerchino di rovinarla.. e' l unico canale dove c'e' qualche trasmissione di servizio, oltre ad un po di satira e politica che non guasta.se leviamo anche Report beh.. puo' chiudere tutta la rai allora :DIMHOLucaS
      • quoto scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        Aggiungi Le Storie con Corrado Augias, TG Leonardo, Punto Donna, Chi è di scena, Shukran, Superquark, Che tempo che fa, Per un pugno di libri, Parla con me, Ulisse, I vari programmi di Mario Tozzi, Blob, Un giorno in pretura, Blu notte misteri italiani, La Grande Storia, La Superstoria, La Storia siamo noi... insomma una serie enorme di programmi intelligenti, utili e importanti. Io toglierei RAI1 e RAI2 che fanno quasi esclusivamente scemenze.
        • andream scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          peccato che report non si sia mai occupato del "problema canone rai"
          • qwerty scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            Qui ne parlano....http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90126,00.html
      • VE LO DICO IO scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        Report è uno di quei programmi che fa il sufficiente, solo che in una TV di programmi spazzatura sembra il messia sceso in terra. Se REPORT e la Gabanelli avessero le palle di continuare a parlare di case farmaceutiche sarebbe ancora migliore... peccato che essendo un programma sufficiente, ha chiuso occhi ed orecchie e di vaccini et simili si è smesso di parlare. Alla fine è come Striscia, troppo facile acchiappare i pesci piccoli... e con i pesci piccoli si mangia a sufficienza... del resto l'italiano è noto ad accontentarsi (Amici, grande fratello, l'isola dei falliti,ecc..), a scegliere il meno peggio... ed il 12-14 Aprile vincerà il meno peggio, tranquilli...Continuate ad accontentarvi...
      • Overture scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        Si possono spostare sul secondo canale
      • Akiro scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        "Chi l'ha visto" a parte, il resto lo quoto tutto.Ed ha, cosa da non sottovalutare, l'unico TG che si può veramente guardare (Studio Aperto e Tg4 sono macchiette).
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          - Scritto da: Akiro
          "Chi l'ha visto" a parte, il resto lo quoto tutto.

          Ed ha, cosa da non sottovalutare, l'unico TG che
          si può veramente guardare (Studio Aperto e Tg4
          sono
          macchiette).beh su chi l ha visto ultimamente mi sono ricredutotrasmissioni simili - di servizio su persone scomparse - esistono in quasi tutte le tv di paesi "moderni" e se una volta ti capitera' di vederlo.. beh, parlano di cronaca, e trovano spesso persone scomparse. un servizio, no? meglio dei pacchi... LucaS
    • Stefano PDL scrive:
      Re: Il canone rai può restare SOLO a...

      0- Tassazione solo di apparecchi realmente in
      grado di percepire il segnale televisivo.Per me invece conviene fare come qualcuno già suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta della corrente. Si elimina l'evasione, si riduce il canone.
      1- Istituzione di un canale di sole news
      internazionaliAbbiamo RaiNews24, non è il massimo (totalmente asservito alla sinistra, quasi peggio di rai3), ma almeno c'è.
      2- Il secondo canale deve avere solo
      approfondimenti culturali e sportiviAbbiamo già anche il canale di solo sport e qualche canale solo culturale.Su digitale terrestre ce ne sono due, quando si avrà lo switch off completo anche gli altri (attualmente su sat) potranno essere trasmessi gratis su DTT.
      3- Nessuna intromissione politicaL'intromissione politica c'è alla BBC, figurati se non c'è qui.
      4- Basta con i varietà cretini come affari tuoiQuei prg cretini però attirano spettatori e inserzionisti. Toglierli significa dover aumentare enormemente il canone (più che raddoppiarlo).
      5- Basta con san remo (o in alternativa con
      contratti molto ridimensionati)Visto che la Rai non riesce a fare un programma decente, da un po' si parla di spostarlo a Mediaset per ringiovanirlo e ammodernarlo.Fa quasi più successo il Festival Bar...
      (6)- Il terzo canale non lo so, o lo si dedica
      allo sport separandolo dal 2° o si levaRagioni da vecchio.Col passaggio alla tv digitale i canali non saranno solo 2 o 3, potranno essere 4-6 per ogni canale attuale. Già solo coi tre canali tradizionali la Rai potrebbe avere 15 canali, più le radio. Alcuni di questi canali probabilmente andranno ad altri operatori grazie alla Gasparri (che obbliga tutte le tv a cedere il40% dei loro canali a nuovi operatori e all'Agcom stanno cominciando con le gare per cedere questa capacità trasmissiva).
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        - Scritto da: Stefano PDL
        Per me invece conviene fare come qualcuno già
        suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta
        della corrente. E' illegale ed inattuabile: l'elettricità non la fornisce la RAI, né l'Agenzia delle Entrate. Viceversa la RAI non fa forniture di energia.
        RaiNews24, non è il massimo (totalmente
        asservito alla sinistra, quasi peggio di rai3)Falso.
        Abbiamo già anche il canale di solo sport e
        qualche canale solo culturale.E allora? La Rai, ora come ora, non è un servizio pubblico.
        L'intromissione politica c'è alla BBC, figurati
        se non c'è qui.In Italia c'è un enorme problema democratico che si chiama conflitto di interessi. Cosa che la legge previene in Gran Bretagna ed in ogni alra nazione civile.
        Quei prg cretini però attirano spettatori e
        inserzionisti. Continuano ad essere programi cretini. Non da servizio pubblico.Il fatto che facciano ascolto è dovuto alla mancanza di alternative. Non per caso una lettura di Dante in prima serata ha più successo di ogni programmazione concorrente.
        Visto che la Rai non riesce a fare un programma
        decente, da un po' si parla di spostarlo a
        Mediaset per ringiovanirlo e ammodernarlo.No, perché il padrone di tutto è avido.
        Col passaggio alla tv digitale i canali non
        saranno solo 2 o 3, potranno essere 4-6 per ogni
        canale attuale. Quindi non si dovrebbe toccare nulla? Va tutto bene così? Mi pare che tu abbia un concetto di 'servizio pubblico' alquanto distorto.
        andranno ad altri operatori grazie alla GasparriLa Gasparri dovrà essere sostituita da una legge decente, c'è una sentenza in tal senso che rischia di costare centinaia di milioni allo Stato per colpa di quella legge sciagurata.
        • Stefano PDL scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          - Scritto da: www.aleksfalcone.orgLeggo in altri post che sei uno di quelli messi sui blog dai partiti per fare la campagna elettorale. Beh, adesso si capisce perché ti infervori tanto quando ti si tocca la politica...
          - Scritto da: Stefano PDL

          Per me invece conviene fare come qualcuno già

          suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta

          della corrente.
          E' illegale ed inattuabileInfatti si tratta di fare una legge. Fatta la legge, diventa legale... ma sei nato ieri?
          l'elettricità non la fornisce la RAI, né l'Agenzia delle Entrate.E allora? Sai quante altre tasse paghiamo sulla bolletta della corrente?Tutti soldi che non vanno a chi ci vende l'energia, ma che vanno proprio all'Agenzia delle Entrate. Come vedi non solo è attuabile, ma è già attuato.Forse non lo sapevi! Il pd non ti ha dato le informazioni giuste, a quanto vedo.

          RaiNews24, non è il massimo (totalmente

          asservito alla sinistra, quasi peggio di rai3)
          Falso.Non hai mai visto rainews24. Io lo guardo frequentemente perché è l'unico tg che si può guardare in ogni momento della giornata e non ad orari fissi come quelli degli altri canali rai.

          Abbiamo già anche il canale di solo sport e

          qualche canale solo culturale.
          E allora?Si chiedeva un canale di sport, quello c'è già.Questo "e allora" che significa????
          In Italia c'è un enorme problema democratico che
          si chiama conflitto di interessi.Il tuo padron veltroni dice che il problema del conflitto di interessi non è importante.Vuoi discutere contro gli ordini che ti vengono dall'alto?

          Quei prg cretini però attirano spettatori e

          inserzionisti.
          programi cretini. Non da
          servizio pubblico.Il punto fondamentale è che senza quei programmi cretini, la rai costerebbe il doppio o il triplo di oggi. Forse tu, da stipendiato della politica, non hai questi problemi, noi gente normale abbiamo problemi ad arrivare a fine mese e un raddoppio delle tasse pagate alla rai non ce lo possiamo permettere.Ben vengano programmi cretini se poi la Rai con i soldi della pubblicità riesce a produrre anche canali intelligenti come RaiEdu.

          Col passaggio alla tv digitale i canali non

          saranno solo 2 o 3, potranno essere 4-6 per ogni

          canale attuale.
          Quindi non si dovrebbe toccare nulla?No, quel che si deve fare è rendere disponibile a tutti la programmazione di servizio pubblico che la rai già fa, ma che sulla tv analogica non va in onda.Il passaggio al digitale terrestre permetterà, allo spegnimento dell'analogico, di avere più spazio per trasmettere tutti quei canali di servizio pubblico che ora vanno solo su sat.

          andranno ad altri operatori grazie alla Gasparri
          La Gasparri dovrà essere sostituita da una legge
          decente, c'è una sentenza in tal sensoIl tuo padrone ti ha dato le informazioni sbagliate pure su questo.Quella sentenza dell'ue dice semplicemente che un certo d'alema (esponente del partito democratico) ha fatto un bando di gara che non era trasparente. Tutta la legislazione successiva si basa su questo errore fatto proprio dal PD (che fino a pochi mesi fa si chiamava DS e prima ancora PDS e prima ancora PCI... i cambi di nome evidentemente servono a far scordare il passato).
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            - Scritto da: Stefano PDL
            Leggo in altri post che sei uno di quelli messi
            sui blog dai partiti per fare la campagna
            elettorale. Stai vaneggiando? Il mio blog è mio ed esiste da oltre due anni. Non ho alcun legame con nessun partito. Ti infastidisce che io abbia delle idee? Invidioso?
            Infatti si tratta di fare una legge. Fatta la
            legge, diventa legale... ma sei nato ieri?Mi pare che la tua visione dell'attività legislativa sia quantomeno ingenua. Perché una legge sia approvata non può contraddire il restante quadro legislativo. Una fattura per la fornitura elettrica non può contenere una tassa statale. A meno che il canone non sia pagato dall'azienda elettrica al posto mio. Ma è chiaro che si tratta di una idea insensata.

            l'elettricità non la fornisce la RAI, né
            l'Agenzia delle
            Entrate.
            E allora? Sai quante altre tasse paghiamo sulla
            bolletta della corrente?Tasse sulle forniture elettriche e IVA, che vengono pagate dall'azienda erogatrice allo Stato. Nulla che abbia a che fare con altri prodotti.
            Non hai mai visto rainews24. Falso.
            Si chiedeva un canale di sport, quello c'è già.
            Questo "e allora" che significa????Dove vuoi arrivare?
            Il tuo padron veltroni Smettila, è infantile.
            il problema del conflitto di interessi non è importante.E' una anomalia democratica, se non riesci a vederlo sarà perché hai una idea vaga di quali siano i principi democratici.
            Il punto fondamentale è che senza quei programmi
            cretini, la rai costerebbe il doppio o il triplo
            di oggi.Falso. I programmi di cui parliamo costano cifre enormi per acquisto dei diritti del format, produzione, personaggi strapagati. Produzioni interne, con autori interni, che sono già a contratto con la Rai, ridurrebbero i costi di due terzi. Senza ridurre gli introiti. La qualità è sempre premiata dai risultati.
            Forse tu, da stipendiato della politica,Sei un patetico troll.
          • Stefano PDL scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            CARO servo del PD, evito di rispondere ai tuoi attacchi markettari da campagna elettorale.
            una legge sia approvata non può contraddire il
            restante quadro legislativo.Questo è falso. Quando contraddice qualcosa, vale la legge nuova.Non mi addentro nei particolari, perché da come scrivi, in ufficio marketing non ti hanno spiegato queste cose.
            Una fattura per la
            fornitura elettrica non può contenere una tassa
            statale.E qui dimostri completa ignoranza. Prendi una qualsiasi bolletta e scoprirai un elenco infinito di tasse e di tasse sulle tasse.Stessa cosa sulla benzina, sul riscaldamento e così via.
            A meno che il canone non sia pagato
            dall'azienda elettrica al posto mio. Ma è chiaro
            che si tratta di una idea insensata.Tanto insensata che già avviene in altri Paesi.Forse a te sembra insensata perché non paghi il canone, sei un evasore e non vuoi che l'evasione sia eliminata. Se già paghi il canone non hai nulla da perdere, in modo molto trasparente pagherai canone rai e elettricità sulla stessa bolletta, con chiara indicazione dei 15 euro mensili necessari per la rai.

            Non hai mai visto rainews24.
            Falso.E allora non hai mai capito di che parlano.Fanno campagna elettorale continua, proprio come te.Loro in tv, tu qui sui forum.
            E' una anomalia democratica, se non riesci a
            vederloChi non vuole vederlo è il PD.Ti ricordo che il PD è ancora al governo e che tutta la sinistra sarebbe ben contenta (a parole) di fare la legge sul conflitto. Chissà come mai dal 96 ad oggi, dopo 7 anni di governo sinistrorso NON L'AVETE MAI FATTA. Si vede che tutta questa emergenza non c'è. E non dire che c'erano i problemi interni alla coalizione, perché contro Berlusconi siete sempre stati tutti.

            Il punto fondamentale è che senza quei programmi

            cretini, la rai costerebbe il doppio o il triplo

            di oggi.
            Falso. I programmi di cui parliamo costano cifre
            enormi per acquisto dei diritti del format,Qui sbagli alla grande e dimostri solo di non conoscere la materia.I reality show nascono a funghi perché costano poco e rendono molto.Se le tv fossero tutte piccole emittenti da 1 solo canale, farebbero tutti pubblicità e reality show. Il resto costerebbe troppo.Dovrebbero pagarti di meno al partito, non hai argomenti decenti.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            - Scritto da: Stefano PDL
            CARO servo del PD, evito di rispondere ai tuoi
            attacchi markettari da campagna elettorale.Infantile.
            Questo è falso. Quando contraddice qualcosa, vale
            la legge nuova.Quale parte di 'quadro normativo' non capisci?
            E qui dimostri completa ignoranza. Prendi una
            qualsiasi bolletta e scoprirai un elenco infinito
            di tasse e di tasse sulle tasse.Conosci la differenza tra tassazione diretta e indiretta?
            Tanto insensata che già avviene in altri Paesi.Fonti? Dettagli? Normative?
            non paghi il canone, sei un evasore e non vuoi che
            l'evasione sia eliminata. Se non fai ricorso agl'insulti non sei in grado di argomentare? Patetico.
            E allora non hai mai capito di che parlano.
            Fanno campagna elettorale continuaDare notizie obbiettive da fastidio ai tuoi referenti elettorali?

            E' una anomalia democratica, se non riesci a

            vederlo
            Chi non vuole vederlo è il PD.E tu? Per una volta sei in grado di dare una tua opinione? Ne hai?
            I reality show nascono a funghi perché costano
            poco e rendono molto.Costano poco? Le locazioni sono gratuite? Il vitto è gratis? E gli studi? L'acquisto dei diritti sul format? Sei sicuro di quel che dici? Pensi che costi meno dei programmi di Minoli?
            Se le tv fossero tutte piccole emittenti da 1
            solo canale, farebbero tutti pubblicità e reality
            show. Il resto costerebbe troppo.Ci sono oltre 600 piccole emittenti. Nessuna produce reality.
      • Qualcuno scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        - Scritto da: Stefano PDL
        Per me invece conviene fare come qualcuno già
        suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta
        della corrente. Si elimina l'evasione, si riduce
        il canone.e paga anche chi la TV non ce l'ha proprio.Geniale!
        • Stefano PDL scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          - Scritto da: Qualcuno
          - Scritto da: Stefano PDL


          Per me invece conviene fare come qualcuno già

          suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta

          della corrente. Si elimina l'evasione, si riduce

          il canone.
          e paga anche chi la TV non ce l'ha proprio.
          Geniale!Bisogna vedere in quanti non hanno la tv in Italia.dalle ultime statistiche il cellulare sono posseduti dalla quasi totalità degli italiani, la tv invece dalla totalità.Al massimo, se non hanno la tv, hanno il monitor e il computer, ma con la legge attuale devono pagare anche loro.
          • Ciccio Pasticcio scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...

            Bisogna vedere in quanti non hanno la tv in
            Italia.
            dalle ultime statistiche il cellulare sono
            posseduti dalla quasi totalità degli italiani, la
            tv invece dalla totalità.Toppato!!!Io non ce l'ho, e non la voglio avere.E ne basta UNO solo che non l'abbia, per rendere ingiusta tale norma.
            Al massimo, se non hanno la tv, hanno il monitor
            e il computer, ma con la legge attuale devono
            pagare anche loro. Cos'e'? Il PDL ha la lista di tutto cio' che tutti gli italiani hanno in casa e te l'ha passata sottobanco per consentirti una tale affermazione? Con questi post dimostri solo una superficialita' imbarazzante...Se consideri anche che tuttora non c'e' un organismo ufficiale ed istituzionale che abbia saputo rispondere alla semplice domanda "Quali sono effetivamente gli apparecchi per la cui proprieta' si debba pagare il canone RAI?" vedi che la risposta non e' cosi' a portata di mano... (ghost)O mi sai rispondere tu? :-o
          • Qualcuno scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            - Scritto da: Stefano PDL
            Bisogna vedere in quanti non hanno la tv in
            Italia.
            dalle ultime statistiche il cellulare sono
            posseduti dalla quasi totalità degli italiani, la
            tv invece dalla
            totalità.che c'azzecca il cellulare?E poi, "quasi" è diverso da tutti.Il fatto che tu non conosca gente che non ha la TV, non vuol dire che non esista. Io ne ho incontrato uno che di TV non ne voleva sentir parlare, era già tanto che avesse in casa il telefono fisso.E basta che sia uno per rendere una legge simile sbagliata in partenza. Se è una tassa sulla TV, non vedo perché debba pagarla anche chi la TV non ce l'ha.Allora facciamo pure una tassa per compensare le perdite derivate dalla copia di materiale protetto da diritti d'autore, e poi, dato che non si è in grado di determinare chi debba pagarla o meno, applichiamola ai supporti di memorizzazione. Così paga anche chi tali supporti li utilizza unicamente per il backup dei propri dati...Ah, dimenticavo, sta boiata già l'ha pensata qualcuno, e l'ha pure messa in pratica!
            Al massimo, se non hanno la tv, hanno il monitor
            e il computer, ma con la legge attuale devono
            pagare anche loro.Quindi per correggere una legge sbagliata in partenza, se ne fa una peggiore, perché tanto anche secondo quella attuale c'è chi è costretto indebitamente a pagare.
      • Overture scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...

        Per me invece conviene fare come qualcuno già
        suggeriva: far pagare a tutti con la bolletta
        della corrente. Si elimina l'evasione, si riduce
        il
        canone.Ma neanche per scherzo. Già adesso c'è confusione perchè non si sa bene (non si vuole specificare bene) chi può vedere o meno la tv e te vorresti tassare tutti solo perchè hanno una presa della corrente (alla quale è possibile attaccare un dispositivo atto o adattabile a ricevere onde UHF) ?
        Abbiamo RaiNews24, non è il massimo (totalmente
        asservito alla sinistra, quasi peggio di rai3),
        ma almeno
        c'è.Infatti si cassa RaiNews24 e si crea un VERO canale di news. Gli esempi non mancano
        Su digitale terrestre ce ne sono due, quando si
        avrà lo switch off completo anche gli altri
        (attualmente su sat) potranno essere trasmessi
        gratis su
        DTT.Il Digitale attualmente è solo una puttanata mangia soldi. Ne avevo sentito parlare male ma quando finalmente l'ho preso per provarlo è stato un vero scempio...
        L'intromissione politica c'è alla BBC, figurati
        se non c'è
        qui.Ok non sono perfetti ma in ogni caso sono loro a potersi mettere in cattedra e farci vedere come si crea una rete di news seria.
        Quei prg cretini però attirano spettatori e
        inserzionisti. Toglierli significa dover
        aumentare enormemente il canone (più che
        raddoppiarlo).E se invece si riducono gli stipendi ai mangioni e non diamo miliardi alla hunzinker (e soci) che neppure sfoggiando la dentiera (oltre al lato B s'intende) è riuscita a tenere a galla san remo ?Lo sai vero da dove arrivano i soldi che affari tuoi regala secondo criteri che statisticamente hanno poco a che vedere con la fortuna cieca ?Quei soldi li voglio vedere impiegati in qualcosa di più utile o se proprio si devono fare dei varietà li voglio al livello di chi vuol essere milionario non di chi è più analfabeta.
        Visto che la Rai non riesce a fare un programma
        decente, da un po' si parla di spostarlo a
        Mediaset per ringiovanirlo e
        ammodernarlo.
        Fa quasi più successo il Festival Bar...Chi se lo accatta, fallisce.
        Ragioni da vecchio.
        Col passaggio alla tv digitale i canali non
        saranno solo 2 o 3, potranno essere 4-6 per ogni
        canale attuale. Già solo coi tre canali
        tradizionali la Rai potrebbe avere 15 canali, più
        le radio. Alcuni di questi canali probabilmente
        andranno ad altri operatori grazie alla Gasparri
        (che obbliga tutte le tv a cedere il40% dei loro
        canali a nuovi operatori e all'Agcom stanno
        cominciando con le gare per cedere questa
        capacità
        trasmissiva).Io ragiono in pratica. Se non c'è motivo di tenere tot canali, non si tengono punto e basta.La Rai deve offrire servizi ai cittadini quindi news (neutrali ovviamente), approfondimenti delle stesse, programmi culturali, promozione sportiva delle piccole realtà, come li chiama la Falcetti, "istruzioni per l'uso" su moltissimi argomenti (non isolati in radio o in mezz'ora tra le 6.30 e le 7.00).Una volta coperti questi servizi non servono altri canali, sono solo una spesa aggiunta ed inutile.Ecco perchè poi il canone aumenta.
      • Akiro scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...

        Abbiamo RaiNews24, non è il massimo (totalmente
        asservito alla sinistra, quasi peggio di rai3),
        ma almeno c'è.Euronews se proprio non vuoi guardare il Tg3, che il migliore tg della tv.
        quando si
        avrà lo switch off completo anche gli altri
        (attualmente su sat) potranno essere trasmessi
        gratis su DTT.sarà il giorno che smetterò del tutto di guardare la tv
        Quei prg cretini però attirano spettatori e
        inserzionisti. Toglierli significa dover
        aumentare enormemente il canone (più che
        raddoppiarlo).sicuramente ci sarebbe un calo ma non drastico come intendi tu. Dipende sempre dal pubblico che segue il programma, ma forse tu intendi che più nessuno guarderebbe la rai? catastrofico.
      • Mc Laden scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        - Scritto da: Stefano PDL[...]

        4- Basta con i varietà cretini come affari tuoi
        Quei prg cretini però attirano spettatori e
        inserzionisti. Toglierli significa dover
        aumentare enormemente il canone (più che
        raddoppiarlo).ma non diciamo cazzate! fanno i varietà pallosi per non pagare le major.

        5- Basta con san remo (o in alternativa con

        contratti molto ridimensionati)
        Visto che la Rai non riesce a fare un programma
        decente, da un po' si parla di spostarlo a
        Mediaset per ringiovanirlo e
        ammodernarlo.
        Fa quasi più successo il Festival Bar...mapperpiacere!! sia sanremo che festivalbar cono delle cozzate colossali, e poi sempre per non dover pagare il pizzo alle major.[...]
    • fred scrive:
      Re: Il canone rai può restare SOLO a...
      Il terzo canale forse e' l'unico che fa vera informazione, stavolta sei caduto male; il canone andrebbe pagato oslo per quello.Poi c'e' rainews che oltre a fare informazione indipendente senza sosta produce un sacco di dossier, miniature di report, e dopo averli trasmessi li pubblica nel proprio sito e nella sezione a loro dedicata su youtube.insomma l'unica che si salva per intero.
      • Overture scrive:
        Re: Il canone rai può restare SOLO a...
        Se l'informazione è inquinata dalla politica non è mai vera informazione. Report e Mi manda Raitre saranno anche bei programmi ma la presenza di Annozero e del TG3 inacidiscono troppo la torta.
        • fred scrive:
          Re: Il canone rai può restare SOLO a...
          tu davvero non conosci la loro programmazione, vero?
          • Overture scrive:
            Re: Il canone rai può restare SOLO a...
            Cosa c'è da conoscere... io voglio una tv di stato che non si trasformi in telemosca o telepadania a seconda di chi vince le elezioni, è chiaro questo semplice concetto ?La tv di stato non dev'essere la bacheca di tutta la classe politica che, peggio del prezzemolo, commenta (spesso a sproposito) qualunque cosa perchè si crede in campagna elettorale permanente. I politici in tv li voglio vedere solo quando sono interpellati per fare il loro lavoro cioè trovare soluzioni attuabili per il benessere del paese. Se voglio vedere i bambini bisticciare vado all'asilo, non accendo una tv per la quale pago un abbonamento forzato.
  • Ekleptical scrive:
    Ma Gasparri...
    ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi??? E peggio ancora, identificare i commentatori?Ma questo qua sa di cosa parla? O di Internet ha solo sentito parlare da terzi come il suo capo da Arcore?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      da uno che ha contribuito ad uccidere la diffusione del WIFI vietando la condivisione della connessione, non c'è da stupirsi...poi manco sapeva della legge che portava IL SUO NOME?!?!Comunque Seriamente, perchè idendificare chi commenta? Uno mica e responsabile dei commenti che scrivono nel propio blog!
      • Micci scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        Secondo lui invece si, mi sa che non ha proprio capito come funziona un blog e internet.- Scritto da: Sgabbio
        Comunque Seriamente, perchè idendificare chi
        commenta? Uno mica e responsabile dei commenti
        che scrivono nel propio
        blog!
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma Gasparri...
          più che altro vuole preparare la pista per fare un favore all'alleato berlusconi che ha 3 televisioni...
        • citrullo scrive:
          Re: Ma Gasparri...
          - Scritto da: Micci
          Secondo lui invece si, mi sa che non ha proprio
          capito come funziona un blog e
          internet.
          Perché tu si?A mio avviso è come una chiacchiera da bar un po' più evoluta. Non mi risulta che al bar quando si sparano cavolate ci si debba identificare. E se dici che il blog è pubblico e chiunque può vederlo, giusto, ma io ad esempio ne vedo/frequento pochissimi. Segno che ci devi andare apposta non come la TV che te la becchi volente o nolente.Stesso esempio per il bar, se io entro ho modo di ascoltare le conversazioni ma questo perché ci sono entrato.
      • xWolverinex scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        - Scritto da: Sgabbio
        da uno che ha contribuito ad uccidere la
        diffusione del WIFI vietando la condivisione
        della connessione, non c'è da stupirsi...poi
        manco sapeva della legge che portava IL SUO
        NOME?!?!

        Comunque Seriamente, perchè idendificare chi
        commenta? Uno mica e responsabile dei commenti
        che scrivono nel propio
        blog!Ma come perche' ?Se vai a commentare il blog del politichino o del mezzo personaggiuccio "potente" stai bene attento a quello che dici per non incorrere nel rischio della "diffamazione"... che e' usata da "chi puo'" come arma per zittire chiunque..
        • Venduto al partito eh scrive:
          Re: Ma Gasparri...

          Ma come perche' ?
          Se vai a commentare il blog del politichino o del
          mezzo personaggiuccio "potente" stai bene attento
          a quello che dici per non incorrere nel rischio
          della "diffamazione"... che e' usata da "chi
          puo'" come arma per zittire
          chiunque..Ecco qui l'altro mandato dal pd per fare campagna elettorale.Ben tornato!Anche per te vale quanto scritto per Aleks: fai sapere a tutti che stai scrivendo per il padrone, altrimenti non vale.Per chi non ci credesse, basta fare una breve ricerca su google (o su MSN... per par condicio elettorale) inserendo il nome di questo xWolverinex.Sbaglio o tu sei lo stesso che su rete4 si era fatto la figura barbina non avendo capito che la corte di giustizia europea non parlava affatto di restituire delle frequenze a europa7, ma parlava di risarcimento danni in favore di Mediaset e di stefano?Pensa che di pietro ha fatto lo stesso tuo errore (stessa fonte?) e l'agcom gli ha dovuto spiegare che non aveva letto (o capito?) la sentenza... che figuraccia.
    • Overture scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      Lui sa solo come la maggior parte della gente al suo (basso) livello che se loro fanno la legge gli altri devono farsi il mazzo per applicarla, non importa come... poi chiediamoci perchè niente funziona...
    • Silvione scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?
      Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi??? E
      peggio ancora, identificare i commentatori?Controllo piu' stretto della stampa, in questo caso di quella virtuale, cioe' in sostanza somiglia molto all'inizio di un secondo MinCulPop con un altro nome.Chi non sapesse di cosa parlo chieda ai propri nonni, se e' fortunato da averne di abbastanza vecchi e ancora in vita, e/o faccia una ricerca.
      • quoto scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        Infatti, è un nostalgico del ventennio, vorrebbe che si ritornasse ai tempi di Radio Londra. La destra cerca sempre di reprimere la libertà dei cittadini... poi si mettono nome Casa delle Libertà, Popolo delle Libertà... cioè le libertà LORO di fare il proprio comodo. E i giudici sono matti quando si occupano dei loro malaffari, della loro corruzione e dei loro rapporti con la mafia. L'importante è capirsi.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Ma Gasparri...
          - Scritto da: quoto
          Infatti, è un nostalgico del ventennio, vorrebbe
          che si ritornasse ai tempi di Radio Londra. La
          destra cerca sempre di reprimere la libertà dei
          cittadini... poi si mettono nome Casa delle
          Libertà, Popolo delle Libertà... cioè le libertà
          LORO di fare il proprio comodo. O la libertà dei pregiudicati di diventare senatori...
          E i giudici sono
          matti quando si occupano dei loro malaffari,
          della loro corruzione e dei loro rapporti con la
          mafia. L'importante è capirsi.E se qualcuno dissente, prendiamo i fucili!:-D :-D (per evitare fraintendimenti, la frase sui fucili è solo una battuta, non sono mica un 'malato di mente' come quello che lo dice sul serio... e vuole fare il ministro delle riforme)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma Gasparri...
            non date da mangiare ai troll
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma Gasparri...
            - Scritto da: Sgabbio
            non date da mangiare ai trollPuoi smentire le mie affermazioni?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma Gasparri...
            e solo un vigliacco che usa il mio nick.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma Gasparri...
            - Scritto da: Sgabbio
            e solo un vigliacco che usa il mio nick.Mi pareva che ci fosse qualche stranezza...
      • fulcrum scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        O, per stare in tempi più recenti, al Piano di Rinascita Democratica della Loggia P2. Della quale il "capo" di Gasparri deteneva la tessera 1816.Cordiali SalutiFulcrum
    • Gesu Cristo scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      Identificarsi, mettere nome e cognome. oppure sei un diffamatore di professione che preferisce mettere il nick "diablo 73" e sparlare a destra e manca?tanto, ormai, pure su "Il manifesto" si firmano con in nick ...
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        - Scritto da: Gesu Cristo
        Identificarsi, mettere nome e cognome. oppure sei
        un diffamatore di professione che preferisce
        mettere il nick "diablo 73" e sparlare a destra e
        manca?

        tanto, ormai, pure su "Il manifesto" si firmano
        con in nick...In realtà l'uso di pseudonimi per firmare i 'pezzi' sui quotidiani risale agli albori del giornalismo.Famosi quelli di Mussolini ("Vero Eretico") e di Craxi ("Ghino Di Tacco"), i primi che mi vengono in mente.
    • Switching to PDL scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?
      Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi??? E
      peggio ancora, identificare i
      commentatori?Significa fare quel che già si fa: tenere l'IP di chi scrive in modo che da esso si possa risalire al responsabile.Perché non la pianti con questa pubblicità pro partitini??????????????Altrimenti cominciamo tutti a dire che il PD fa schifo, che garantisce disoccupazione e aumento del debito pubblico (chi crede, come Veltroni, che i conti siano risanati capisce meno di zero di economia..., chi come Franceschini ha bisogno del fogliettino con scritta la definizione di PIL e il suo valore per l'Italia non dovrebbe nemmeno candidarsi per governare l'Italia).
      • mppe scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        - Scritto da: Switching to PDL

        Significa fare quel che già si fa: tenere l'IP di
        chi scrive in modo che da esso si possa risalire
        al
        responsabile.
        che cazzate...io son in un'azienda con 600 client...usciamo con un solo ip..ora scrivo con un mac address e fra 5 minuti lo cambio..voglio vedere tu e gasparri venire qui a capire chi sono..
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        - Scritto da: Switching to PDL
        - Scritto da: Ekleptical

        ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?

        Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi???
        E

        peggio ancora, identificare i

        commentatori?

        Significa fare quel che già si fa: tenere l'IP di
        chi scrive in modo che da esso si possa risalire
        al responsabile.A me pare un discorso del tutto diverso, dal momento che l'IP non identifica una persona.
        Perché non la pianti con questa pubblicità pro
        partitini??????????????Quale pubblicità? Si tratta di scambio di opinioni.L'unica pubblicità a partitini che ho visto è quella del tuo nick.
        Altrimenti cominciamo tutti a dire che il PD fa
        schifo...Ti riesce difficile prendere parte civilmente ad una discussione?
      • Switching to PDL scrive:
        Re: Ma Gasparri...
        - Scritto da: claudio
        Se è per questo con il PIL non ci fai niente, non
        sei più ricco se hai più PIL,No, ma quando uno che si candida a governare, come Franceschini (del Partito democratico), non ha idea di cosa sia il PIL...a me vengono i brividi.In base al PIL si decide quanto denaro va all'Europa, quanto siamo fuori o dentro i parametri europei. Tutto si basa sul PIL nell'economia in cui viviamo.Addirittura può aumentare enormemente il deficit pubblico, ma se il PIL aumenta di più tutto va bene. Queste sono cose che da uno che vuole governare io non mi aspetto: PRETENDO CHE LE SAPPIA.La spesa pubblica è decisa in base al PIL, il sostegno alle famiglie, la salute pubblica si garantisce proprio perché esiste un certo prodotto da cui si prelevano delle tasse e delle imposte varie. Il PD non sa queste cose! Io mi vergognerei al posto loro.Cmq hai ragione, non è questo il luogo per parlarne.
    • fred scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      Sono daccordo, Gasparri ha letteralmente ca**** fuori dalla tazza;e la motivazione che riporta di Pietro purtrppo e' reale e molto grave; basta che sparli di una persona persona grossa e anche se dici la verita' questa ti lancia addosso uno stuolo di avvocati in una causa che noi comuni cittadini non siamo in grado di sostenere.Purtroppo i fatti degli ultimi anni con interi blog bloccati o, siti chiusi e altro dimostrano la situazione reale.Se oggi vuoi denunciare qualcosa lo devi fare fuori dall'italia a dimostrare che la Cina e' vicina almeno su questo campo.
    • Akiro scrive:
      Re: Ma Gasparri...

      Ma questo qua sa di cosa parla? O di Internet ha
      solo sentito parlare da terzi come il suo capo da
      Arcore?da terzi?per me ha solo visto un paio di servizi a Studio Aperto...
    • pippo75 scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?
      Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi??? E
      peggio ancora, identificare i
      commentatori?in un certo senso ha ragione.pensa se tutti quelli che inviano oggi email - poste italiane- ebay- banca di napoli- banca di milano- banche di altro tipo....se ci fosse il modo per avere tutti i dati di quelli che inviano queste mail ( purtroppo non lo sarà ), ma come idea in questo caso la vedo bene, purtroppo i politici hanno altri pensieri.
    • dreaddolo scrive:
      Re: Ma Gasparri...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..qualcuno mi spiega la posizione di Gasparri?
      Che vuol dire che bisognerebbe identificarsi??? E
      peggio ancora, identificare i
      commentatori?

      Ma questo qua sa di cosa parla? O di Internet ha
      solo sentito parlare da terzi come il suo capo da
      Arcore?gasparri da piccolo ha sbattuto la testa... e ha continuato a risbatterla per mooooolto tempo... povero...
  • Micci scrive:
    Da quello...
    ...che ho letto di questi tre tizi in questi giorni di sicuro NON votero' mai Gasparri, perche' nonostante abbia cercato di macherare quello che diceva girando attorno agli argomenti si e' tradito ampiamente apparendo come censore convinto, Di Pietro nel mezzo e Grillini avrebbe senza dubbio il mio voto perche', almeno a parole, e' quello che piu' di tutti ha capito internet e le sue problematiche.Certo poi resta da vedere, se sono tutte chiacchere pre-elettorali per raccattare voti o ci credono davvero in quel che dicono ma senza dubbio Grillini e' per me il piu' credibile. My 2 cents.
    • Cesare Sanza scrive:
      Re: Da quello...

      soltanto per evitare di 'disperdere' un voto che
      potrebbe risultare più utile dato ad
      altri.Vedo che la propaganda fa il suo effetto :)Senza polemica eh, io non voto neanche.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Da quello...
        non date da mangiare ai troll.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Da quello...
        - Scritto da: Malcolm
        Se la tua non è propaganda, allora cosa diavolo
        sarebbe?Quel che penso.Nel mondo reale c'è differenza tra le due cose.Quando sarai grande forse arriverai a capirlo.
        Spammi ovunque il sito Quale?
        non fai altro che dare contro a chi la pensa in
        modo diverso dal tuo padrone veltronianoIo non ho padroni. E discuto, è cosa normale in un forum. In ogni caso tu non fai lo stesso?Perché invece non dici quel che pensi tu? Se pensi, s'intende.
        • Malcolm scrive:
          Re: Da quello...
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: Malcolm

          Se la tua non è propaganda, allora cosa diavolo

          sarebbe?
          Quel che penso.
          Nel mondo reale c'è differenza tra le due cose.E qua tutti abbiamo capito che la tua è solo propaganda.Come quella del sito internet che spammi avanti e indietro su tutto il forum.Mi sa che i markettari del pd non ti hanno spiegato che la pubblicità virale si fa senza farlo capire agli altri lettori: tu ti devi porre come loro pari. Torna al pd e spiega gli errori commessi, se sei bravo, non ti licenzieranno.
          Io non ho padroni. L'ufficio elettorale markettaro è il tuo datore di lavoro, Veltroni il tuo padrone.Questo è chiaro da come scrivi.
          E discuto, è cosa normale in un forum. Non discuti, fai pubblicità contro Gasparri prendendotela con la sua parte politica e senza mai entrare nel merito della discussione.Gasparri chiede che ci sia l'identificabilità dei blogger. Che hai da dire contro questo?Attraverso il contratto del blogger con chi gli offre il servizio, l'identificabilità già si ha, questo per te è così liberticida? Per me questo garantisce maggiore sicurezza.Il fatto che poi il blogger (o chi per lui) mantenga l'elengo degli IP, è una sicurezza in più che permette di risalire (alla magistratura, non a chiunque) a chi ha commesso un reato.Anche questo per me è del tutto ragionevole. Tu stai ad attaccare Gasparri solo per motivi politici e perché il padrone ti ha ordinato di farlo. Io invece ritengo che quel che Gasparri ha detto sia del tutto sensato in un Paese di Diritto.Non si parla di identificazione, ma di possibilità di farlo. La Costituzione (e la legge) poi garantisce in quali casi ciò è lecito.
          • ilcla scrive:
            Re: Da quello...
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa discussione...Non riesco a capire francamente chi, oggi come oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di sostenere uno o l'altro schieramento politico.E' lampante che da nessuna delle due parti è mai uscito nulla di buono, ne sotto il profilo politico ne relativamente alla libertà di parola o di stampa...Hanno avuto la possibilità entrambi gli schieramenti di governare in fasi alterne e il risultato è stato disastroso sia da una parte che dall'altra.Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due simboli come se fosse una ventata d'aria nuova...Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni ?I politici sono alla ricerca di gente come VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta di mano si spartiscono la torta...QUALSIASI politico, degno di questo appellativo, dovrebbe coscienziosamente dire in modo sincero agli italiani che l'Italia non sta facendo la fine dell'Alitalia...ma l'ha già fatta !!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Da quello...
            - Scritto da: Malcolm
            E qua tutti abbiamo capito che la tua è solo
            propaganda.Hai difficoltà a comprendere l'italiano?
            tu ti devi porre come loro pari. Cioè dovrei scendere al tuo livello? Figuriamoci...

            E discuto, è cosa normale in un forum.
            Non discuti, fai pubblicità contro GasparriCioè dovrei essere d'accordo a priori? Stupidaggini.
            Gasparri chiede che ci sia l'identificabilità dei
            blogger. Che hai da dire contro questo?Che non è attuabile senza la schedatura dei visitatori. Dimostra l'ignoranza del mezzo.
            Attraverso il contratto del blogger con chi gli
            offre il servizio, l'identificabilità già si haQuindi Gasparri non ha proposte?Oppure ignora le regole in vigore?O magari non ha capito la domanda?
            Anche questo per me è del tutto ragionevole. Tu
            stai ad attaccare Gasparri solo per motivi politici E' una tua illazione gratuita. Io dissento da quel che pensi e dalle parole di Gasparri. Cos'è che ti fa andare in paranoia? Ti pare strano che qualcuno la pensi diversamente? Sei in grado di discutere oppure devi gridare al complotto per qualche tuo motivo?Io ho espresso quel che penso. Se sei in grado di rispondere civilmente, fallo, ma non hai alcun diritto di mettere in dubbio la mia onestà intellettuale. Nè alcun motivo. In nessun modo ho accennato a partiti né a pubblicità. Quel che scrivo sul mio blog sono solo affari miei. Se non ti piace sei libero di non leggerlo ed anche di sconsigliare ad altri di visitarlo. Ma fino ad ora il tuo comportamento è stato volgare e prevenuto. Non ti seguo sul piano degli insulti, è un livello troppo basso per me.
            Io invece ritengo che quel che Gasparri ha
            detto sia del tutto sensato in un Paese di
            Diritto.
            Non si parla di identificazione, ma di
            possibilità di farlo. A me pare che le parole siano chiare. Chiedere la semplice 'possibilità' è una non-risposta, dal momento che la ritenzione degli IP da parte degli ISP è cosa normale da sempre. Ha parlato di identificazione, che è cosa diversa: l'IP per la legge non è un dato sufficiente all'identificazione di un singolo individuo.Come vedi la materia è complessa, e non è possibile ridurla ad una discussione su quattro frasi riportate.E' addirittura stupido metterla sul piano politico-elettorale, cosa che io non ho mai inteso fare. Quel che scrivo altrove non c'entra. Né ti ho mai rinfacciato quelle che immagino siano le tue posizioni. Semplicemente non è un argomento.
          • Mc Laden scrive:
            Re: Da quello...
            - Scritto da: Malcolm
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            - Scritto da: Malcolm


            Se la tua non è propaganda, allora cosa
            diavolo


            sarebbe?

            Quel che penso.

            Nel mondo reale c'è differenza tra le due cose.
            E qua tutti abbiamo capito che la tua è solo
            propaganda.
            Come quella del sito internet che spammi avanti e
            indietro su tutto il
            forum.

            Mi sa che i markettari del pd non ti hanno
            spiegato che la pubblicità virale si fa senza
            farlo capire agli altri lettori: tu ti devi porre
            come loro pari. Torna al pd e spiega gli errori
            commessi, se sei bravo, non ti
            licenzieranno.


            Io non ho padroni.
            L'ufficio elettorale markettaro è il tuo datore
            di lavoro, Veltroni il tuo
            padrone.
            Questo è chiaro da come scrivi.


            E discuto, è cosa normale in un forum.
            Non discuti, fai pubblicità contro Gasparri
            prendendotela con la sua parte politica e senza
            mai entrare nel merito della
            discussione.

            Gasparri chiede che ci sia l'identificabilità dei
            blogger. Che hai da dire contro
            questo?
            [b]Attraverso il contratto del blogger con chi gli
            offre il servizio, l'identificabilità già si ha,
            questo per te è così liberticida?[/b] Per me questo
            garantisce maggiore
            sicurezza.
            Il fatto che poi il blogger (o chi per lui)
            mantenga l'elengo degli IP, è una sicurezza in
            più che permette di risalire (alla magistratura,
            non a chiunque) a chi ha commesso un
            reato.
            Anche questo per me è del tutto ragionevole. Tu
            stai ad attaccare Gasparri solo per motivi
            politici e perché il padrone ti ha ordinato di
            farlo. Io invece ritengo che quel che Gasparri ha
            detto sia del tutto sensato in un Paese di
            Diritto.
            Non si parla di identificazione, ma di
            possibilità di farlo. La Costituzione (e la
            legge) poi garantisce in quali casi ciò è
            lecito.
      • Malcolm scrive:
        Re: Da quello...
        giovane, sei pregato di cercarti un altro nick, visto che questo (Malcolm - il mio) è registrato
        • Sgabbio scrive:
          Re: Da quello...
          Vedo che non sei l'unico ad aver subito la cosa :(
          • citrullo scrive:
            Re: Da quello...
            - Scritto da: Sgabbio
            Vedo che non sei l'unico ad aver subito la cosa :(Al tipo che si diverte ad impersonare gli altri faccio notare che: attacchi Aleks in modo paranoico ma tu stesso ne combini. Non ricordo bene il nome della pratica illecita di impersonare gli altri (qualcuno me la rammenti please).Mi pari solo un guastatore.
    • fred scrive:
      Re: Da quello...
      Eppure Di Pietro e' l'unico che ha le idee chiare:"Lo stesso reato di diffamazione va rivisto, è purtroppo diventato uno strumento per chiudere la bocca alla voci libere"e' un problema che ultimamente abbiamo visto spesso, pensa solamente ai recentissimi casi del blog di Ricca o della chiusura della pagina che raccoglieva tutta la documentazione ufficiale sul Vajont, il sequestro dei forum dove si denunciavano le scorrettezze dei negozi online poco seri (ma se guardiamo agli anni scorsi di casi del genere in italia ne troviamo a bizzeffe).
      • Paraila scrive:
        Re: Da quello...
        Tuttavia quando si aprono blog in cui si riportano ingiustizie perpretrane ai cittadini e' sempre meglio non farlo in itaglia, questo perche' sappiamo come va a finire.Comunque si, di pietro e grillini hanno idee chiare in merito, le condivido in toto.- Scritto da: fred
        Eppure Di Pietro e' l'unico che ha le idee chiare:

        "Lo stesso reato di diffamazione va rivisto, è
        purtroppo diventato uno strumento per chiudere la
        bocca alla voci
        libere"

        e' un problema che ultimamente abbiamo visto
        spesso, pensa solamente ai recentissimi casi del
        blog di Ricca o della chiusura della pagina che
        raccoglieva tutta la documentazione ufficiale sul
        Vajont, il sequestro dei forum dove si
        denunciavano le scorrettezze dei negozi online
        poco seri (ma se guardiamo agli anni scorsi di
        casi del genere in italia ne troviamo a
        bizzeffe).
  • Sgabbio scrive:
    Ma perchè questo ?
    Caro Gasparri... È opportuno che chi apre dei blog, sia identificabile e richieda l'identificazione delle persone che partecipano al blog con commenti. Questo perché possano essere applicate le normative che vengono utilizzate al di fuori dell'editoria, così come si risolvono le controversie per la diffamazione, non a mezzo stampa. A parte che prima di tutto, ministro delle telecomunicazioni, non ti ci voglio manco morto, hai già combinato troppi danni uccidento il wifi prima di pisanu.Ma poi perchè chi apre il blog deve essere identificabile e deve richiedere l'identificazione delle persone che partecipano con i commenti ? Non lo troverei giusto. Caso mai sarebbe ora di sistemare la legge sulla diffamazione che viene usata a sproposito contro i blogger.Caro Grillini:Non sono assolutamente d'accordo dello svendere la rai. Non è una soluzione al problema del canone. In altri stati esistono tv pubbliche che hanno il canone ma sono avanti milleni rispetto alla rai perchè i soldi che ricevono li spendono per fare un reale servizio pubblico, come alternativa alla tv commerciale più blasonata.Faccio notare che Rai 3 è forse l'unico canale che si sia sforzato di fare qualche trasmissione di valore, come Geo&Geo ad esempio. Bisognerebbe puntare su una trasformazione della Rai!Prima di tutto levare dalle balle tutti i politici che ci stanno li dentro. Non ci devono stare i paratiti a controllare il funzionamento della rai. Poi, dare la possibilità di vedere TUTTI I CANALI della Rai senza dotarsi di un'abbonamento verso un privato. Ad esempio se la rai la pago con le mie tasse, perchè alcuni canali di questo ente pubblico, sono disponibili sono su Sky che è una società privata ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2008 00.12-----------------------------------------------------------
    • Micci scrive:
      Re: Ma perchè questo ?
      Si e' tradito in ultimo, ma gia' sapevo come la pensava dalle scorse interviste, e' un censore convinto. Poi mi pare abbia fatto anche la legge sulla tv quando era ministro, legge a prova di minore dandola in pasto a una commissione di clericali che hanno persino considerato il cane REx e Dragonball violenti e pieni di omicidi (peggio del moige in pratica), rendendo la tv italiana una porcheria inguardabile.No grazie, lui il mio voto non lo avra' MAI. - Scritto da: Sgabbio
      Caro Gasparri...

      È opportuno che chi apre dei blog, sia
      identificabile e richieda l'identificazione delle
      persone che partecipano al blog con commenti.
      Questo perché possano essere applicate le
      normative che vengono utilizzate al di fuori
      dell'editoria, così come si risolvono le
      controversie per la diffamazione, non a mezzo
      stampa.

      A parte che prima di tutto, ministro delle
      telecomunicazioni, non ti ci voglio manco morto,
      hai già combinato troppi danni uccidento il wifi
      prima di
      pisanu.

      Ma poi perchè chi apre il blog deve essere
      identificabile e deve richiedere
      l'identificazione delle persone che partecipano
      con i commenti ? Non lo troverei giusto. Caso mai
      sarebbe ora di sistemare la legge sulla
      diffamazione che viene usata a sproposito contro
      i
      blogger.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma perchè questo ?
        spiegati meglio....e con qualche fonte l'argomeno m'interessa assai!comunque a parte la commisione sui minori che spesso vengono dati in mano a personaggi molto dubbi, sia per la TV come per la Pedofilia.....Comunque mi ricordo che accusarono pure Dragon ball di pedofilia, ma li non c'entrava ne la commessione e il moige, ma una nota associazione genovese che si chiama Cittadinanzattiva....poi ai tempi De Gennaro era pure il PM di genova, che accuso pure la Play press di pubblicazioni pedopornografice che minori...
        • Micci scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          Beh, sulla commissione tv e minori conosco questo fatto recente:http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/spettacoli_e_cultura/tv-e-minori/tv-e-minori/tv-e-minori.htmlIl che e' una diretta conseguenza di quello che fece quando era ministro.Cio' mi basta per non votare dalla parte in cui sta lui, e' anche con le piccole cose che si vede cosa pensa una persona e quali principi morali possiede.- Scritto da: Sgabbio
          spiegati meglio....e con qualche fonte l'argomeno
          m'interessa
          assai!

          comunque a parte la commisione sui minori che
          spesso vengono dati in mano a personaggi molto
          dubbi, sia per la TV come per la
          Pedofilia.....

          Comunque mi ricordo che accusarono pure Dragon
          ball di pedofilia, ma li non c'entrava ne la
          commessione e il moige, ma una nota associazione
          genovese che si chiama Cittadinanzattiva....poi
          ai tempi De Gennaro era pure il PM di genova, che
          accuso pure la Play press di pubblicazioni
          pedopornografice che minori...
          Maqui sono fuori tema.

          Per Gasparri: E ovvio che è un censore nato basta
          vedere che partito aderisce. Comunque ste
          sparate contro i blog ormai sono all'ordine del
          giorno. Non mi stupirei che fra qualche anno
          tireranno fuori un'altre "geniale" riforma sulla
          editoria.....
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Micci
            Cio' mi basta per non votare dalla parte in cui
            sta lui, e' anche con le piccole cose che si vede
            cosa pensa una persona e quali principi morali
            possiede.Non posso che dirmi d'accordo. Pealare di principi morali in riferimento a 'quella parte' dove sta Gasparri è un ossimoro, vista la quantità di pregiudicati che si candidano a guidare l'Italia. Per tacer dei fucili...
          • Scovato scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: www.alefalcone.org
            principi morali in riferimento a 'quella parte'
            dove sta GasparriEcco tornato MISTER VENDUTO.Già sappiamo che sei stato addestrato dal pd per fare campagna elettorale.Certo che se stai qui a cercare voti il tuo pd deve proprio essere agli sgoccioli.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Scovato
            - Scritto da: www.alefalcone.org


            principi morali in riferimento a 'quella parte'

            dove sta Gasparri

            Ecco tornato MISTER VENDUTO.Dimostra quello che dici. Oppure tenti di diffamare? Il tuo comportamento dimostra la correttezza di ciò che dico.
            Già sappiamo che sei stato addestrato dal pd per
            fare campagna elettorale.Dove lo vedi scritto?
            Certo che se stai qui a cercare voti il tuo pd
            deve proprio essere agli sgoccioli.Insomma non sei in grado di rispondere?
          • Scovato scrive:
            Re: Ma perchè questo ?



            principi morali in riferimento a 'quella


            parte' dove sta Gasparri

            Ecco tornato MISTER VENDUTO.
            Dimostra quello che dici.Lo dimostri tu coi tuoi post e con lo spam ai tuoi siti sul pd.
            Oppure tenti di diffamare?E chi se ne frega? (LOL) Tanto tu sei per la libertà assoluta, la mancanza di controllo e ognuno può diffamare chi vuole senza incorrere in nessun problema di giustizia.
            Il tuo comportamento dimostra la correttezza di
            ciò che dico.Il tuo ipotizzare che ti sto diffamando dimostra che si deve rendere possibile l'assunzione di responsabilità per quel che si dice, anche davanti alla legge.Cosa che Gasparri richede e che tu prima ridicolizzi e poi richiedi a tua volta.Un po' ipocrita da parte tua.

            Già sappiamo che sei stato addestrato dal pd per

            fare campagna elettorale.
            Dove lo vedi scritto?Sul sito che continuamente pubblicizzi e dalle tue parole.Sono in grado di rispondere e lo faccio. Tu abbi il coraggio di ammettere che stai qui solo perché sei pagato dal pd. Almeno chi ti legge SA di dover prendere le tue parole con le pinze, dato che vengono da un venduto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            un troll politoco, evviva!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Scovato
            Lo dimostri tu coi tuoi post e con lo spam ai
            tuoi siti sul pd.Non ho alcun sito dedicato ad un partito. Non faccio spam di alcun tipo né ho nominato alcun partito nei miei commenti.Se vuoi riferirti ai miei post sul mio blog, quelli sono affari miei. Oppure vorresti censurarli come Gasparri?

            Oppure tenti di diffamare?
            E chi se ne frega? Non t'importa di commettere reati? Allora è chiaro perché il tuo riferimento politico è una lista che contiene pregiudicati.
            Tanto tu sei per la
            libertà assoluta, la mancanza di controlloMai sostenuto tali bestialità. Invece di tentare pateticamente di infamare, perché non ti limiti a discutere civilmente? Ti risulta così insopportabile? Oppure sei senza argomenti?
            ognuno può diffamare chi vuole senza incorrere in
            nessun problema di giustizia.Da quando? Qui sei tu che stai lanciando false accuse dichiarando esplicitamente che non t'importa di essere corretto.
            Il tuo ipotizzare che ti sto diffamando Non ipotizzo, lo stai facendo, a meno che tu non abbia prove in tal senso. Prove che peraltro ti ho invitato ad esibire. Ma ignori il mio invito, pertanto devo necessariamente ritenere che le tue accuse siano prive di fondamento.
            dimostra che si deve rendere possibile l'assunzione di
            responsabilità per quel che si diceCioè sostieni che tu non ti assumi la responsabilità di quel che dici?
            anche davanti alla legge.Se volessi, potrei sporgere denuncia e le autorità di polizia richiederebbero i necessari dati di indagine a PI.
            Cosa che Gasparri richede Gasparri chiede l'identificazione dei commentatori dei blog. Cosa ben diversa, e ridicola. Chi diffama commette già reato, non serve una legge per stabilirlo.Quindi o tu non hai (volutamente?) capito quel che c'è scritto nell'articolo, oppure Gasparri ignora le leggi in vigore sulle comunicazioni diffamatorie a mezzo stampa.

            Dove lo vedi scritto?
            Sul sito che continuamente pubblicizzi e dalle
            tue parole.Non pubblicizzo alcun sito, né ho mai parlato di addestramenti o corsi di politica.A te, piuttosto, farebbe bene un corso di logica dialettica per affrontare appropriatamente questi dibattiti.
            Sono in grado di rispondere e lo faccio.Sto aspettando.
            Tu abbi il coraggio di ammettere che stai qui solo perché
            sei pagato dal pd.Non posso ammettere ciò che è falso. Ti sfido a provare quel che dici.
            Almeno chi ti legge SA di
            dover prendere le tue parole con le pinze, dato
            che vengono da un venduto.Sei disgustosamente volgare a comportarti così. Cosa credi, che siano tutti come te?
          • Scovato scrive:
            Re: Ma perchè questo ?



            Oppure tenti di diffamare?

            E chi se ne frega?
            Non t'importa di commettere reati?No. Certo che m'importa, ma se avessi le tue posizioni, chiunque potrebbe diffamare in rete senza essere identificabile da nessuno, cioè senza poter essere scovato.
            perché non ti limiti a discutere civilmente?VCivilmente ho fatto notare a tutti che sei un servo del tuo padron weltroni.Ho fatto notare che hai un sito rcon foto, link, banner e post sul pd, segno evidente che sei immerso (infognato?) fino al collo con la politica.I tuoi commenti vanno presi per quello che sono: post di uno mandato qui dai markettari di weltroni.

            Il tuo ipotizzare che ti sto diffamando
            Non ipotizzo, lo stai facendoHai ragione. Dire che voti il pd e che i markettari ti hanno mandato qui a fare pubblicità è proprio un'infamia. Il problema è che tu lo fai davvero.

            dimostra che si deve rendere possibile

            l'assunzione di

            responsabilità per quel che si dice
            Cioè sostieni che tu non ti assumi la
            responsabilità di quel che dici?Mi sa che non sai leggere. Ho scritto che SI DEVE RENDERE POSSIBILE.Questo vuol dire che ognuno deve prendersi la responsabilità di ciò che scrive.La responsabilità si assume nel momento in cui si è identificabili.Attenzione che nessuno dice IDENTIFICATI o SCHEDATI.Si parla di POSSIBILITA'. Possibilità per i magistrati di risalire a chi ha commesso un crimine, diffamato qualcunoo fatto qualcosa contro la legge. Questo è in parte possibile attraverso l'IP.
            Gasparri chiede l'identificazione dei
            commentatori dei blog.No. Hai letto l'articolo? Gasparri chiede l'identificabilità del blogger.E richiede che il blogger sappia chi scrive sul suo sito. Questo è fattibile attraverso l'IP.Dato che l'IP non è indicativo del nome, questo salvaguarda l'anonimato, ma poiché l'ISP conosce a chi corrisponde quell'IP (a quella ora), si può risalire al responsabile della linea, qualora i magistrati lo richiedano.Questo è perfettamente normale e, soprattutto è giusto.
            Non pubblicizzo alcun sito, né ho mai parlato di
            addestramenti o corsi di politica.Infatti è quel che ti chiedo io di fare.AMMETTI in pubblico che ti hanno fatto fare il corso e che scrivi qui per opera dei markettari. Il tuo sito ne è la dimostrazione, le tue parole ne sono la conferma.
            Sei disgustosamente volgareHo usato l'italiano e non l'ho usato in maniera volgare.Chi si comporta in modo scorretto facendo campagna elettorale senza dirlo SEI TU.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Scovato
            se avessi le tue posizioni, chiunque potrebbe diffamare
            in rete senza essere identificabile da nessunoFalso. E un modo ignobile quello che hai di replicare.
            VCivilmente ho fatto notare a tutti che sei un
            servo del tuo padron weltroni.Ovvero scrivi falsità per evitare la discussione. CVD.
            Ho fatto notare che hai un sito rcon foto, link,
            banner e post sul pdE allora?Ci sono anche foto con esponenti politici diversi, post che riguardano musica, teatro, informatica e altro. Essendo un mio sito ci metto quel che voglio: qualcosa in contrario? Ma continui ad evitare il confronto.
            Questo vuol dire che ognuno deve prendersi la
            responsabilità di ciò che scrive.Quindi fallo: dimostra le tue affermazioni oppure smettila. Non hai alcun elemento per mettere in dubbio la mia onestà sulla base di una divergenza di opinioni. E' un comportamento infantile.
            E richiede che il blogger sappia chi scrive sul suo
            sito. Questo è fattibile attraverso l'IP.
            Questo è perfettamente normale e, soprattutto è giusto.Ed è come funziona adesso, ovvero Gasparri ignora come funzionino le cose. CVD.
            AMMETTI in pubblico che ti hanno fatto fare il corso
            e che scrivi qui per opera dei markettari.
            Il tuo sito ne è la dimostrazione, le tue parole
            ne sono la conferma.Cos'è, hai imparato il disco a memoria? Tutto quello che puoi dimostrare è che la penso diversamente da te. Il resto è mania di persecuzione.

            Sei disgustosamente volgare
            Ho usato l'italiano e non l'ho usato in maniera
            volgare.Ripeto, sei disgustosamente volgare.
          • ilcla scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa discussione...Non riesco a capire francamente chi, oggi come oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di sostenere uno o l'altro schieramento politico.E' lampante che da nessuna delle due parti è mai uscito nulla di buono, ne sotto il profilo politico ne relativamente alla libertà di parola o di stampa...Hanno avuto la possibilità entrambi gli schieramenti di governare in fasi alterne e il risultato è stato disastroso sia da una parte che dall'altra.Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due simboli come se fosse una ventata d'aria nuova...Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni ?I politici sono alla ricerca di gente come VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta di mano si spartiscono la torta...QUALSIASI politico, degno di questo appellativo, dovrebbe coscienziosamente dire in modo sincero agli italiani che l'Italia non sta facendo la fine dell'Alitalia...ma l'ha già fatta !!
          • Zarbon scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Scovato
            - Scritto da: www.alefalcone.org


            principi morali in riferimento a 'quella parte'

            dove sta Gasparri

            Ecco tornato MISTER VENDUTO.

            Già sappiamo che sei stato addestrato dal pd per
            fare campagna
            elettorale.
            Certo che se stai qui a cercare voti il tuo pd
            deve proprio essere agli
            sgoccioli.Le offese è l'ultima carta per chi non ha più motivazioni per controbattere e tu ne sei l'esempio
          • Scovato scrive:
            Re: Ma perchè questo ?


            Ecco tornato MISTER VENDUTO.

            Certo che se stai qui a cercare voti il tuo pd

            deve proprio essere agli

            sgoccioli.
            Le offese è l'ultima carta per chi non ha più
            motivazioni per controbattere e tu ne sei
            l'esempioDire che il pd è agli sgoccioli non è un'offesa.Dire che uno è venduto ad un partito nemmeno. Anzi, per chi venduto lo è, come il caro Aleks, dovrebbe essere pure un riconoscimento di prestigio.Oppure prima prende i soldi e poi nasconde la mano?Lui fa campagna elettorale, è giusto che lo riconosca.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            solo nella tua mente pensi che aleksfalcone sia un venduto al PD solo perchè dice cose che ha te non ti piacciono.
          • armageddon scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Ma io qua sono l'unico che ragiona di testa sua?E che decide di non seguire le direttive trovate suhttp://marzaland.myminicity.com/ ?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            pure io ragiono con la mia testa a differenza dei troll che ti ettichettano politicamente.
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Ma perchè questo ?

            dice cose che ha te
            non ti piacciono.Più errori nella stessa frase non potevi farli!Comunque pare proprio che Alex sia in combutta col pd: hai visto il sito?E' stracolmo di riferimenti a come sia bello Veltroni. La campagna elettorale del PD oramai si è buttata sui blog, perché non sa più dove accaparrarsi qualche voto.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
            Comunque pare proprio che Alex sia in combutta
            col pdIo non sono 'in combutta' con nessuno: ti risulta strano che un blog personale riporti le idee del proprietario?Se non ti piace puoi fare a meno di visitarlo. Oppure preferiresti la censura preventiva?
          • Martello scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente

            Comunque pare proprio che Alex sia in combutta

            col pd

            Io non sono 'in combutta' con nessuno: ti risulta
            strano che un blog personale riporti le idee del
            proprietario?Dai, abbiamo capito che tu sei il servo di veltroni e quell'altro è il servo contro veltroni.Siete in due, tutti e due mandati dai rispettivi partiti, l'abbiamo capito tutti.Ora andate in pace, ognuno nei propri uffici di partito e discutetene coi superiori.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Martello
            Dai, abbiamo capito Affermazioni forti e indimostrabili
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Martello
            Dai, abbiamo capito che tu sei il servo di
            veltroni e quell'altro è il servo contro veltroni.
            Siete in due, tutti e due mandati dai rispettivi
            partiti, l'abbiamo capito tutti.
            Ora andate in pace, ognuno nei propri uffici di
            partito e discutetene coi superiori.Ti capita spesso di non capire nulla?Fossi in te mi darei una controllata.
          • ilcla scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa discussione...Non riesco a capire francamente chi, oggi come oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di sostenere uno o l'altro schieramento politico.E' lampante che da nessuna delle due parti è mai uscito nulla di buono, ne sotto il profilo politico ne relativamente alla libertà di parola o di stampa...Hanno avuto la possibilità entrambi gli schieramenti di governare in fasi alterne e il risultato è stato disastroso sia da una parte che dall'altra.Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due simboli come se fosse una ventata d'aria nuova...Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni ?I politici sono alla ricerca di gente come VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta di mano si spartiscono la torta...QUALSIASI politico, degno di questo appellativo, dovrebbe coscienziosamente dire in modo sincero agli italiani che l'Italia non sta facendo la fine dell'Alitalia...ma l'ha già fatta !!
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: ilcla
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa
            discussione...
            Non riesco a capire francamente chi, oggi come
            oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di
            sostenere uno o l'altro schieramento
            politico.Nemmeno io.Cio' no ntoglie ch ein queste pagine non abbiamo letto nessuno smaccatamente a favore di Veltroni, mentre abbiamo letto un delirante morpher far campagna elettorale per il nano di Arcore, arrivando addirittura a sostenere che è giusto che detenga il 60% del mercato televisivo.
            E' lampante che da nessuna delle due parti è mai
            uscito nulla di buono, ne sotto il profilo
            politico ne relativamente alla libertà di parola
            o di
            stampa...
            Hanno avuto la possibilità entrambi gli
            schieramenti di governare in fasi alterne e il
            risultato è stato disastroso sia da una parte che
            dall'altra.
            Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di
            deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due
            simboli come se fosse una ventata d'aria
            nuova...
            Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni
            ?
            Veramente no, visto che era uscito l'argomento c'era un chiaro NO a Berlusconi, ma questo non voleva affatto significare di andar a votare Veltroni.
            I politici sono alla ricerca di gente come
            VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in
            modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta
            di mano si spartiscono la
            torta...
            Comprendo e in parte condivido il tuo discorso, pero' mi sento in dovere di segnalare una pericolosa deriva qualunquista in questo discurso.Sarà vero che sono tutti dei mariuoli, ma alcuni sono + mariuoli di altri.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            non hai argomenti....non date da mangiare ai troll!!
        • Paraila scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          Ah quello è stato l'esempio dell'ignoranza più grossolana di cose è e con quale metro opera la giustizia italiana (e da allora non è cambiato poi molto). Pensa che alla fine hanno imposto alla starcomics di apporre delle chiazze nere sopra bulma, cioè ti rondo conto di quanto fu rudicola la cosa? Poi quello sulla playpress, ma li ha seguito l'onda isterica messa in atto con Db, per far aumentare la notorieta' mediatica del pm che mosse l'accusa. La cosa patetica è che se la sono presa con dei disegni, peraltro stereotipati e molto poco reali come quelli giapponesi, roba che mi ha ricordato la repressione che inizò agli inizi anni 80 con l'arrivo dei robottoni nagaiani in rai e i film di Tezuka. Una cosa da prendere quella gente e rinchiuderla in un manicomio per il resto della loro vita (e pure Enzo Tortora, persona che comunque rispettai, ci diede contro, sempre per ignoranza e isteria mediatica).- Scritto da: Sgabbio
          spiegati meglio....e con qualche fonte l'argomeno
          m'interessa
          assai!

          comunque a parte la commisione sui minori che
          spesso vengono dati in mano a personaggi molto
          dubbi, sia per la TV come per la
          Pedofilia.....

          Comunque mi ricordo che accusarono pure Dragon
          ball di pedofilia, ma li non c'entrava ne la
          commessione e il moige, ma una nota associazione
          genovese che si chiama Cittadinanzattiva....poi
          ai tempi De Gennaro era pure il PM di genova, che
          accuso pure la Play press di pubblicazioni
          pedopornografice che minori...
          Maqui sono fuori tema.

          Per Gasparri: E ovvio che è un censore nato basta
          vedere che partito aderisce. Comunque ste
          sparate contro i blog ormai sono all'ordine del
          giorno. Non mi stupirei che fra qualche anno
          tireranno fuori un'altre "geniale" riforma sulla
          editoria.....
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            infatti questa ignoranza è dura da sradicare. Arrivano addirittura a strumentalizzare fatti tristi, come quel bambino di 3 anni che era caduto dal balcone è subito tutti i giornali affermavano che aveva fatto cosi per imitare i pokemon...Pure italia 1 di recente ha fatto una ipocrisita bella e buona con bleach, dicendo che non lo comprava perchè era troppo violento...che ipocriti....allora come mai hanno comprato i diritti e censurato serie come Naruto, Dragon ball Z/GT e One Peace? Per non parlare poi di alcuni anime che nonostante furono trasmessi ad orari in notte inoltrata, furono censurati lo stesso (non mi riferisco a Berserk)
          • Paraila scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Si scopri poi che quel bambino che si disse imito' goldrake e si butto' dal balcone non fu per imitazione ma perche' si era soffocato con uan maschera che inodssava e perdendo i sensi e 'finito di sotto, Ma ovviamente questo non lo hanno mai detto, mentre continuava l'iseria mediatica.Guarda, meno anime compra mediaset, meglio e', se devono ridurli a un colabrodo come han fatto e continuano a fare oggigiorno. Se vuoi vederti animazione senza censure e rilassarti in santa pace senza essere costretto a subirti le lamentele ingiustificate e stupide di idioti bigotti l'alternativa c'e' eccome, basta che sai un poco l'inglese, ma credo che tu lo sappia gia'. :)- Scritto da: Sgabbio
            infatti questa ignoranza è dura da sradicare.
            Arrivano addirittura a strumentalizzare fatti
            tristi, come quel bambino di 3 anni che era
            caduto dal balcone è subito tutti i giornali
            affermavano che aveva fatto cosi per imitare i
            pokemon...


            Pure italia 1 di recente ha fatto una ipocrisita
            bella e buona con bleach, dicendo che non lo
            comprava perchè era troppo violento...che
            ipocriti....allora come mai hanno comprato i
            diritti e censurato serie come Naruto, Dragon
            ball Z/GT e One Peace? Per non parlare poi di
            alcuni anime che nonostante furono trasmessi ad
            orari in notte inoltrata, furono censurati lo
            stesso (non mi riferisco a
            Berserk)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Paraila
            Si scopri poi che quel bambino che si disse
            imito' goldrake e si butto' dal balcone non fu
            per imitazione ma perche' si era soffocato con
            uan maschera che inodssava e perdendo i sensi e
            'finito di sotto, Ma ovviamente questo non lo
            hanno mai detto, mentre continuava l'iseria
            mediatica.Un bel caso manipolato ad HOC. Anche i power ranger subirono fatti simili. Anche il Wrestling ecc ecc...
            Guarda, meno anime compra mediaset, meglio e', se
            devono ridurli a un colabrodo come han fatto e
            continuano a fare oggigiorno. Se vuoi vederti
            animazione senza censure e rilassarti in santa
            pace senza essere costretto a subirti le
            lamentele ingiustificate e stupide di idioti
            bigotti l'alternativa c'e' eccome, basta che sai
            un poco l'inglese, ma credo che tu lo sappia
            gia'.
            :)
            Ti rivolgi agli editori italiani di quel settore che fanno spesso dei bei lavori e i fan sub, che ci sono molti gruppi italiani che fanno un buon lavoro nonostante le brutte voci che girano sui fan sub italiani :D
          • Paraila scrive:
            Re: Ma perchè questo ?

            Ti rivolgi agli editori italiani di quel settore
            che fanno spesso dei bei lavori e i fan sub, che
            ci sono molti gruppi italiani che fanno un buon
            lavoro nonostante le brutte voci che girano sui
            fan sub italiani
            :DChe brutte voci? Che sono mediocri? Alcuni si altri no, tuttavia io mi riferivo a quello americano perche' e' un fenomeno di massa, quello italiano e' robetta di nicchia che se lo cagano in 4 gatti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            appunto perchè è di nicchia, non fanno cazzate per la massa... va bhe i prezzi...Per i fan sub italiani c'è chi dice che sono sempre pessimi cosa non vera.
          • Paraila scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Esatto, come ogni cosa ci sono quelli fatti bene e quelli fatti male, del resto e' roba amatoriale fatta da appassionati nel tempo libero.Tuttavia a volte accade che la roba amatoriale sia meglio di quella licenziata ufficialmente. Non so se hai mai visto Shaolin soccer, la versione sottotitolata e' integrale e ben adattata, quella doppiata uscita nei cinema non solo l'anno fatta doppiare a gente che non sa recitare (i calciatori), ma hanno trasformato i dialoghi in qualcosa per dementi celebrolesi credendo di fa ridere, invece fanno piangere, e ciliegina sulla torta hanno censurato alcune parti con il sangue. E con questo chiudo l'argomento perche' siamo OT. :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Infatti essendo un lavoro amatoriale, bisogna avere un grado di giudizio apposito. Si può sengalare l'errore e dare consigli. Sempre :DComunque su Shaolin Soccer: Io ho visto il famoso DVIX quando non avevo ADSL. Quando arrivo in italia hanno fatto una vera e propia opera di ADATTAMENTO in pratica hanno volutamente snaturalizzato la trama, levando pure alcune scene particolari che tolgono il senso all'originale. In pratica hanno cambiato tutto solo per vendere di più......
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ma perchè questo ?
      - Scritto da: Sgabbio
      Non sono assolutamente d'accordo dello svendere
      la rai. Non è una soluzione al problema delma solo io, in Italia, ricordo di un referendum votato, passato e VINTO per la privatizzazione della Rai?c'era il quorum, fu vinto, ma ... allora, di che elezioni parliamo, se con i referendum ci incartano le uova? :/ma l ho sognato, o c'era quel refendum ?!?! :De non gliene frega proprio niente a nessuno nessuno nessuno?i cittadini, a maggioranza e secondo le regole stabilite dalla costituzione, hanno detto PRIVATIZZARE LA RAI.A me che me frega che dice Grillini o Gasparri ? Ma chi sono? Gli italiani hanno gia' VOTATO su questo argomentoper non parlare di legge elettorale (referendum quorum raggiunto e vinto), del finanziamento pubblico ai partiti (Referendum quorum raggiunto e vinto) etc etcil bello e' che di queste cose, come del canone, si parla ancora. Offendendo i miliardi spesi per quei referendum, e la volonta' gia' espressa della popolazione.ao. grrrLucaSps - 11 giugno 1995Privatizzazione Abrogazione della norma che definisce pubblica la RAI, in modo da avviarne la privatizzazione.http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_delle_consultazioni_referendarie-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2008 00.44-----------------------------------------------------------
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma perchè questo ?
        hmmm magari dare qualche informazione più dettagliata, non sarebbe male! Mi ricordo che decenni fa ci fu un referendum sulle reti televisive, che riguarda l'impossbilità dei privati di avere più di una rete televisiva.
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          - Scritto da: Sgabbio
          hmmm magari dare qualche informazione più
          dettagliata, non sarebbe male! Mi ricordo che
          decenni fa ci fu un referendum sulle reti
          televisive, che riguarda l'impossbilità dei
          privati di avere più di una rete
          televisiva.ti ho mandato il link, e' in calce1995, solo 13 anni fa, ma la strada della privatizzazione.. booh se la sono scordata?LucaSps - ho lavorato per 10 anni in rai (contratto a tempo indeterminato, poi mi licenziai) e votai a favore della privatizzazione mentre ancora lavoravo li eh, appunto me lo ricordo ;) un anno dopo comincio' PI.
        • Geppetto scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          - Scritto da: Sgabbio
          hmmm magari dare qualche informazione più
          dettagliata, non sarebbe male! Mi ricordo che
          decenni fa ci fu un referendum sulle reti
          televisive, che riguarda l'impossbilità dei
          privati di avere più di una rete
          televisiva.E gli italiani decisero l'esatto contrario. In fondo abbiamo sky che ha un centinaio di canali, non si capisce perché su una piattaforma uno possa avere mille canali e l'altro uno solo.Tanto appena ci sarà il passaggio al digitale terrestre ci sarà spazio immenso per moltissimi altri canali, quindi quel limite di 1 canale a testa era semplicemente stupido.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Geppetto
            non si capisce perché su una piattaforma uno
            possa avere mille canali e l'altro uno solo.Perché in analogico le frequenze assegnabili sono in numero limitato (11 canali nazionali). Assegnare più reti nazionali ad un unico operatore cancella di fatto la concorrenza.
            Tanto appena ci sarà il passaggio al digitale
            terrestre ci sarà spazio immenso per moltissimi
            altri canali, quindi quel limite di 1 canale a
            testa era semplicemente stupido.Non c'è nulla di stupido nel consentire una corretta concorrenza sul mercato. Se tu avessi una minima conoscenza dell'argomento lo capiresti.
          • Venduto al partito eh scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Geppetto

            non si capisce perché su una piattaforma uno

            possa avere mille canali e l'altro uno solo.
            Perché in analogico le frequenze assegnabili sono
            in numero limitato (11 canali nazionali).
            Assegnare più reti nazionali ad un unico
            operatore cancella di fatto la concorrenza.Chiariamo che tutto quello che scrivi è di parte, dato che sei PAGATO dal pd per fare campagna elettorale.Aveva ragione PI quando diceva che quel che si scrive sui blog ormai non ha più valore, perché ci sono i signorotti del marketing a fare pubblicità gratuita ovunque, dai forum ai blog. Bravissimo.Chiarito questo, 11 frequenze nazionali significa 55-60 canali in digitale.Chiamali pochi. Ci sta una buona parte dell'offerta di Sky.
            Non c'è nulla di stupido nel consentire una
            corretta concorrenza sul mercato.Corretta concorrenza, non significa un canale a testa.Con un canale solo, soprattutto in digitale, dove i canali sono tipicamente monotematici, con bassi ascolti (per canale) i profitti sarebbero ridicoli e non permetterebbero di reinvestire parte degli utili in nuovi programmi.Da quel che scrivi si vede chiaramente che non hai la minima idea di quel che pensi.Si vede che al "volontariato" del pd non ti hanno spiegato bene l'argomento: torna al partito per ricevere ulteriori istruzioni.
          • Ciccio Pasticcio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?

            Si vede che al "volontariato" del pd non ti hanno
            spiegato bene l'argomento: torna al partito per
            ricevere ulteriori
            istruzioni.Invece non si capisce minimamente tu da quale parte stai, eh?! (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Venduto al partito eh
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            - Scritto da: Geppetto


            non si capisce perché su una piattaforma uno


            possa avere mille canali e l'altro uno solo.


            Perché in analogico le frequenze assegnabili
            sono

            in numero limitato (11 canali nazionali).

            Assegnare più reti nazionali ad un unico

            operatore cancella di fatto la concorrenza.

            Chiariamo che tutto quello che scrivi è di parte,Chiariamo che quello che ho scritto è vero. Se a te non piace è un problema tuo.
            dato che sei PAGATO dal pd per fare campagna elettorale.Dimostralo.
            Chiarito questo, 11 frequenze nazionali significa
            55-60 canali in digitale.E allora? Questo non c'entra. La legge è stata redatta quando le trasmissioni digitali non erano nemmeno in sperimentazione.
            Corretta concorrenza, non significa un canale a
            testa.Informati sulla legislazione di tutti i paesi civili. E già che ci sei anche sulle tecnologie.
            Con un canale solo, soprattutto in digitale, dove
            i canali sono tipicamente monotematici, con bassi
            ascolti (per canale) i profitti sarebbero
            ridicoli e non permetterebbero di reinvestire
            parte degli utili in nuovi programmi.Nel resto del mondo prospera in questo modo. Il problema in Italia è l'anomala concentrazione che toglie spazio (e profitti) agli altri.In ogni caso è falso quel che sostieni, dal momento che reti televisive locali e network privati esistono e crescono nonostante la situazione quasi impossibile. Basta guardare la crescita di fatturato di 'La 7' e dei circuiti 'Odeon' o 'Europa 7'.
            Da quel che scrivi si vede chiaramente che non
            hai la minima idea di quel che pensi.Quindi non capisci quel che scrivo.Almeno io ho un argomento di discussione, tu non riesci a rispondere con frasi razionali?
          • Venduto al partito eh scrive:
            Re: Ma perchè questo ?




            non si capisce perché su una piattaforma uno



            possa avere mille canali e l'altro uno solo.

            dato che sei PAGATO dal pd per fare campagna

            elettorale.
            Dimostralo.Hai un sito che lo dimostra. Hai le tue parole a dimostrarlo.

            Chiarito questo, 11 frequenze nazionali

            significa 55-60 canali in digitale.
            E allora? Questo non c'entra.Stai implicitamente dandomi ragione.
            La legge è stata redatta quando le trasmissioni digitali
            non erano nemmeno in sperimentazione.La sperimentazione del digitale terrestre è iniziata nel 1996 in Italia, precisamente nella città di Torino. La prima legge che parla del dtt è stata fatta dalla sinistra nel lontano marzo 2001, dopo 5 anni di sperimentazioni.Mi sa che tu non sai bene di che parli. Ti consiglio di tornare al partito e farti dare ulteriori istruzioni in materia.
            Nel resto del mondo prospera in questo modo.Falso anche qui. Ci sono moltissime tv che hanno 2-3 canali.Sky ne ha centinaia e centinaia sparsi in tutto il mondo.
            problema in Italia è l'anomala concentrazione che
            toglie spazio (e profitti) agli altri.Il problema dell'Italia non è la concentrazione, ma la sua mancanza fra le troppe piccolissime tv locali. Siamo gli unici ad avere più di mezzo migliaio di tv con ascolti microscopici. Quel che si deve fare è far unire queste tv in modo che possano competere con le tv più grandi.
            reti televisive locali e network
            privati esistono e crescono nonostante la
            situazione quasi impossibile.Crescono? Restano uguali a come sono. Vai sulle piccole tv private e trovi sempre e solo pubblicità, televendite, programmi di maghi, del lotto e i vari 899.Che crescita sensazionale!Le uniche tv che crescono sono quelle che si alleano fra loro creando network regionali.A conferma del fatto che solo la maggior concentrazione può garantire miglior programmazione, grazie a maggiori utili e maggiori investimenti.Ripeto, torna al partito e fatti dare ulteriori informazioni, perché sei arrivato al punto di fare esempi che danno ragione a me e non a te!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            tu sei il tipico TROLL politico, che accusa subito uno a caso che non la pensa come lui, di essere della sponda politica opposta.....
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Venduto al partito eh
            Hai un sito che lo dimostra. Hai le tue parole a
            dimostrarlo.Ho un sito che riporta le mie idee, dove hai trovato le prove che io sia pagato? Non hai nulla di meglio da inventare?E' ridicolo.

            E allora? Questo non c'entra.
            Stai implicitamente dandomi ragione.Niente affatto. Ho scritto che non c'entra. Cioè non dimostri nulla.
            La sperimentazione del digitale terrestre è
            iniziata nel 1996 in Italia, precisamente nella
            città di Torino. La prima legge che parla del dtt
            è stata fatta dalla sinistra nel lontano marzo
            2001, dopo 5 anni di sperimentazioni.
            Mi sa che tu non sai bene di che parli.Legge 223 del 1990.
            Falso anche qui. Ci sono moltissime tv che hanno
            2-3 canali.Nessuna tv privata, né nazionale. L'unica legislazione 'permissiva' come numero di canali di trasmissione è quella degli USA, in cui, però, nessuna emittente copre l'intero territorio nazionale con frequenze analogiche.
            Sky ne ha centinaia e centinaia sparsi in tutto
            il mondo.Prendo atto che fai finta di non capire. Sky non ha frequenze analogiche.
            Il problema dell'Italia non è la concentrazione
            ma la sua mancanza fra le troppe piccolissime tv
            locali. Le tue frasi sono la negazione di ogni teoria economica sensata. In ogni caso il 98% della raccolta pubblicitaria è appannaggio del duopolio Rai-Mediaset: dove vedi lo spazio per altre realtà? Sei patetico.
            Crescono? Restano uguali a come sono. Ti ho dato i riferimenti su cui informarti. Di Stefano, il proprietario di Europa 7 affitta studi e produzioni a Rai e Mediaset. Sono le sue strutture a produrre molti programmi agli altri. Limitarsi a premere i bottoni del telecomando non ti rende informato sui fatti. Pensaci, genio.
            Ripeto, torna al partito e fatti dare ulteriori
            informazioni, Smettila, sei ridicolo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            non date da mangiare ai trollSuvvia, ti hanno smascherato, fai parte del pd e vieni qui a fare campagna elettorale.Spero almeno che tu ti sia venduto per i famosi 30 denari e non di meno.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            Suvvia, ti hanno smascherato, fai parte del pd e
            vieni qui a fare campagna elettorale.Non sono mai stato iscritto ad alcuna formazione politica. MAI. Dovete essere del tutto intossicati dall'odio per non accettare il fatto che qualcuno possa semplicemente avere una idea. Gratis.Ben misera vita è la vostra.
          • ilcla scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa discussione...Non riesco a capire francamente chi, oggi come oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di sostenere uno o l'altro schieramento politico.E' lampante che da nessuna delle due parti è mai uscito nulla di buono, ne sotto il profilo politico ne relativamente alla libertà di parola o di stampa...Hanno avuto la possibilità entrambi gli schieramenti di governare in fasi alterne e il risultato è stato disastroso sia da una parte che dall'altra.Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due simboli come se fosse una ventata d'aria nuova...Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni ?I politici sono alla ricerca di gente come VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta di mano si spartiscono la torta...QUALSIASI politico, degno di questo appellativo, dovrebbe coscienziosamente dire in modo sincero agli italiani che l'Italia non sta facendo la fine dell'Alitalia...ma l'ha già fatta !!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Veramente da vigliacchi usare il mio nick per dire cose che non direi mai.... Complimenti.
          • Paraila scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Ma uno puo' usare un nick di un utente registrato? molto male.Questa e' una bug abbastanza grave di questo forum che andrebbe corretto subito altrimenti i lamer hanno vita facile e mettono in bocca ad altri cowe che non hanno mai detto per proprio tornaconto (la non visualizzazione dell'avatar non basta).- Scritto da: Sgabbio
            Veramente da vigliacchi usare il mio nick per
            dire cose che non direi mai....
            Complimenti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            infatti questa cosa è molto grave. Spero che la redazione sistemi la cosa.
          • AnTanico scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            infatti questa cosa è molto grave. Spero che la
            redazione sistemi la
            cosa.http://www.piforum.it/b.aspx?i=2254564&m=2254650#p2254650ciao e grazie ancora :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Europa 7 a dire il vero non cresce tanto bene in quanto non può usufruire delle FREQUENZE CHE HA VINTO ONESTAMENTE.In con penso Odeon si fa pure ospitare da reti locali per farsi vedere.
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            Europa 7 a dire il vero non cresce tanto bene in
            quanto non può usufruire delle FREQUENZE CHE HA
            VINTO ONESTAMENTE.Europa7 non ha vinto proprio nessuna frequenza e di sicuro non lo ha fatto in modo onesto.Forse non sai che la corte di giustizia europea ha da poco dichiarato che la legge con cui europa7 ha vinto la concessione per trasmettere (e non le frequenze) non era trasparente.Infatti in quel bando si davano più concessioni di quelle fisicamente concedibili......e se non bastasse lo Stato nemmeno sapeva quali frequenze dare!Lì l'attuale PD, che prima si chiamava DS, ma cambia poco, ha fatto un gran macello che sconteremo propio noi, con le nostre tasse. Ringraziamo D'Alema e speriamo che al governo la sinistra del PD non ci vada mai più. Già hanno fatto troppi danni.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
            Europa7 non ha vinto proprio nessuna frequenza e
            di sicuro non lo ha fatto in modo onesto.Con questo ti sei giocato ogni credibilità. Se neghi l'evidenza si vede che sei un troll.
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente

            Europa7 non ha vinto proprio nessuna frequenza e

            di sicuro non lo ha fatto in modo onesto.
            Con questo ti sei giocato ogni credibilità.LA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA AFFERMA CHE QUEL BANDO IN BASE AL QUALE EUROPA7 HA VINTO LA CONCESSIONE ERA FATTO MALE, NON ERA TRASPARENTE, NON ERA PROPORZIONALE E DI FATTO DAVA CONCESSIONI SENZA CHE IL PD AVESSE LA MINIMA IDEA DI DOVE FOSSERO DISPONIBILI LE FREQUENZE.Ora entra nel merito, invece di dare del troll, dimostra che ho torto.Quanto ho scritto sta direttamente scritto nella sentenza dell'Ue.Se hai bisogno del link, te lo fornisco, non ho alcun problema, dato che mi occupo da tempo della questione.Se tu fossi informato, ma evidentemente non lo sei, sapresti che l'UE ha persino detto che poiché Mediaset ha investito in questi anni, toglierle delle frequenze potrebbe essere fatto in nome del pluralismo, ma tale azione dovrebbe essere ripagata con un risarcimento DANNI da parte nostra a MEDIASET.HAI CAPITO IN CHE GUAIO CI HA MESSI D'ALEMA COL SUO PD?????????Ora torna al partito e chiedi a dalemuccio di spiegare i suoi errori, perché tu non ne sei in grado e quando non hai argomenti ti limiti a dire "troll".
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
            LA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA AFFERMA CHE QUEL
            BANDO IN BASE AL QUALE EUROPA7 HA VINTO LA
            CONCESSIONE ERA FATTO MALE, NON ERA TRASPARENTE,«in Italia il piano nazionale di assegnazione per le frequenze non è mai stato attuato per ragioni essenzialmente normative, che hanno consentito agli occupanti di fatto delle frequenze di continuare le loro trasmissioni nonostante i diritti dei nuovi titolari di concessioni. Le leggi succedutesi, che hanno perpetuato un regime transitorio, hanno avuto l'effetto di non liberare le frequenze destinate ad essere assegnate ai titolari di concessioni in tecnica analogica». Ciò che viene dichiarato illegittimo sono tutte le leggi che hanno impedito ad Europa 7 di ottenere ciò cui ha diritto.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            Europa 7 a dire il vero non cresce tanto bene in
            quanto non può usufruire delle FREQUENZE CHE HA
            VINTO ONESTAMENTE.Cresce come fatturato e come 'parco produzioni', dal momento che molte produzioni Rai e Mediaset sono realizzate negli studi di Di Stefano. Anche la qualità delle trasmissioni di 'Europa 7' e '7 Gold' è mediamente di buona qualità. Gli manca solo lo spazio per trasmettere in nazionale, per il resto è messo bene.
            In con penso Odeon si fa pure ospitare da reti
            locali per farsi vedere.Ha avuto un crollo quando alcuni anni fa l'agenzia pubblicitaria (indipendente da Publitalia e Sipra) cui si appoggiava è fallita. Il network si è riallineato alle 'piccole', sfiorando il fallimento.
          • MAI Veltroni Presidente scrive:
            Re: Ma perchè questo ?

            Cresce come fatturato e come 'parco produzioni',
            dal momento che molte produzioni Rai e Mediaset
            sono realizzate negli studi di Di Stefano.LOL.Ha dei capannoni e li affitta. Se questo per te è significativo della enorme crescita di europa7...
          • ilcla scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa discussione...Non riesco a capire francamente chi, oggi come oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di sostenere uno o l'altro schieramento politico.E' lampante che da nessuna delle due parti è mai uscito nulla di buono, ne sotto il profilo politico ne relativamente alla libertà di parola o di stampa...Hanno avuto la possibilità entrambi gli schieramenti di governare in fasi alterne e il risultato è stato disastroso sia da una parte che dall'altra.Ora, visto che gli Italiani sono un popolo di deficienti, hanno pensato al rimpastone coi due simboli come se fosse una ventata d'aria nuova...Siete ancora quia discutere Berlusconi o Veltroni ?I politici sono alla ricerca di gente come VOI...che dibatte, litiga e magari si insulta in modo tale che nel frattempo LORO, con una stretta di mano si spartiscono la torta...QUALSIASI politico, degno di questo appellativo, dovrebbe coscienziosamente dire in modo sincero agli italiani che l'Italia non sta facendo la fine dell'Alitalia...ma l'ha già fatta !!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: ilcla
            Vorrei scrivere il mio parere in merito a questa
            discussione...
            Non riesco a capire francamente chi, oggi come
            oggi, ha ancora il coraggio di schierarsi e di
            sostenere uno o l'altro schieramento politico.Mi sembra del tutto inutile stare a guardare e criticare a priori. Cero, è più facile che informarsi e prendere parte al dibattito, ma credo sia sbagliato.Non si tratta di 'schierarsi', ma di esprimere una scelta. Se si rinuncia, si perde il diritto di criticare. E' necessario il coraggio di scegliere. Tu ce l'hai?Hai il coraggio di fregartene mentre altri abusano del tuo Paese per i propri interessi? Hai il coraggio di non sentire quando c'è chi evoca l'uso di armi per far prevalere i propri capricci? Hai il coraggio di disinteressarti mentre mafiosi e loro amici tentano di appropriarsi del governo d'Italia?Se le cose vanno male è per chi finge di non vedere.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: MAI Veltroni Presidente
            Ha dei capannoni e li affitta. Quindi veramente non sai nulla di quel che dici...Si tratta di studi di produzione cinematografica e televisiva completamente attrezzati. Insieme a professionisti, programmi e palinsesti. Informati.
      • Silvione scrive:
        Re: Ma perchè questo ?
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        ma solo io, in Italia, ricordo di un referendum
        votato, passato e VINTO per la privatizzazione
        della Rai?Ce lo ricordiamo, celo...Solo che di certe cose mica si parla molto in giro.
        http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_delle_consultazioni_referendarieNotato come la lista dei referendum abrogativi mostri un calo quasi costante, tranne un paio di spikes, delle affluenze?Sarebbe interessante, avendone tempo e possibilita', fare ricerche sulle cause.
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          - Scritto da: Silvione
          - Scritto da: Luca Schiavoni

          ma solo io, in Italia, ricordo di un referendum

          votato, passato e VINTO per la privatizzazione

          della Rai?

          Ce lo ricordiamo, celo...
          Solo che di certe cose mica si parla molto in
          giro.



          http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_delle_consulta

          Notato come la lista dei referendum abrogativi
          mostri un calo quasi costante, tranne un paio di
          spikes, delle
          affluenze?
          Sarebbe interessante, avendone tempo e
          possibilita', fare ricerche sulle
          cause.ok forse troppi, secondo alcuni.o forse proprio perche' ne sono stati disattesi TROPPI.Io non so se andrei oggi a votare un referendum, sinceramente visto la fine che hanno fatto.se nel 2008 le donne devono scendere in piazza per difendere il diritto all'aborto beh.. noi ci si preoccupa del canone rai (referendum vinto, repetita juvant!) ma l'andazzo ahime'.. non e' di quelli che poi ti mette voglia di tornare a votareio non ho mai capito la critica a chi dice che erano "troppi". Sono troppi anche i parlamentari, eppure li votiamo. Sono troppi i problemi che non risolvono, casomai. Se leggi bene l elenco mi sembra che per il 99 per cento siano stati tutti referendum utili e su cose concrete ed importantitanto e' vero che , spesso, sono stati bloccati dalle grandi lobby italiane L'abolizione dell'ordine dei giornalisti? la maggioranza voto' SI, ma non si raggiunse il quorum. E poi oggi tanti a lagnarsi del problema dell informazione in italia e dei bollini sui blog..L'ordine anticostituzionale dei giornalisti si poteva cancellare con una firma. E si e' fatto. Ma anche li.. non c'e' peggior sordo ..;)LucaS
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            se purtroppo non si era raggiunto il quorum, il referendum è nullo. Sta storia del quorum viene usato per azzoppare i referendum, come hanno fatto in tempi recenti per la fecondazione assistita.
          • Luca Schiavoni scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            se purtroppo non si era raggiunto il quorum, il
            referendum è nullo. Sta storia del quorum viene
            usato per azzoppare i referendum, come hanno
            fatto in tempi recenti per la fecondazione
            assistita.il quorum va rimosso, in svizzera non c'e'.. il prob e' che anche quando si raggiunge, se vogliono, il referendum e' nulloe dopo 13 anni si parla ancora di canone sui forum di PI ;)LucaS
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Ma perchè questo ?
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        ma solo io, in Italia, ricordo di un referendum
        votato, passato e VINTO per la privatizzazione
        della Rai?

        c'era il quorum, fu vinto, ma ... Ma c'è il piccolo dettaglio di un sistema radiotelevisivo imbalsamato da un conflitto d'interessi che nella storia dei regimi democratici è un caso unico.In dieci anni non si è nemmeno riusciti ad assegnare le frequenze nazionali a chi le ha legittimamente acquisite.E' necessario rimuovere quel problema per far progredire il Paese.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          un esempio concreto: Europa 7 ha viento la gara per l'assegnazione delle frequenze, ma rete 4 trasmette sulle frequenze di europa 7! Nonostante le sentenze favorevoli per Europa 7, rete 4 sta ancora li, grazie ad una volontà politica che non vuole indebolire mediaset.....
          • Conte Mascetti scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            un esempio concreto: Europa 7 ha viento la gara
            per l'assegnazione delle frequenze, ma rete 4
            trasmette sulle frequenze di europa 7! Nonostante
            le sentenze favorevoli per Europa 7, rete 4 sta
            ancora li, grazie ad una volontà politica che non
            vuole indebolire
            mediaset.....E intanto Pantalone pagahttp://lineagoticafight.blogspot.com/2008/02/rete-4-la-televisione-illegale.html[img]http://blog.edidablog.it/b2evolution/files/Image/Festablog/pantalone_redw1.jpg[/img]
    • Silvione scrive:
      Re: Ma perchè questo ?
      - Scritto da: Sgabbio
      Caro Gasparri...
      ...
      A parte che prima di tutto, ministro delle
      telecomunicazioni, non ti ci voglio manco morto,Beh, dai, come idea non sarebbe mica malvagia: da morto farebbe sicuramente meno danni, come del resto il 100% dei suoi colleghi:-)

      Ma poi perchè chi apre il blog deve essere
      identificabile e deve richiedere
      l'identificazione delle persone che partecipano
      con i commenti ? Non lo troverei giusto. Caso mai
      sarebbe ora di sistemare la legge sulla
      diffamazione che viene usata a sproposito contro
      i blogger.Ma e' ovvio. Tutto cio' serve a creare uno strato di burocrazia, quindi difficolta', sia per chi scrive (rendendolo identificabile e quindi sanzionabile, cioe' controllabile) sia per il media in se', che lasciato libero diventa potenzialmente pericoloso.Un quotidiano cartaceo costa una montagna di soldi. Il media fisico deve essere prodotto, stampato e distribuito; gli stipendi, le strutture, le macchine, ecc. comportano spese enormi che richiedono forzatamente introiti tramite la vendita del quotidiano, la pubblicita', i finanziamenti e via dicendo.Di contro, il blog fatto da appassionati ha spese enormemente inferiori: puo' essere realizzato da un Pinco Palla nella sua stanzetta, essere integrato da altri Pinco Palla in giro per il mondo e quindi letto ovunque in tempo reale.La conseguenza di cio', cioe' che la Rete avrebbe reso obsoleta la Stampa e che qualcuno si stava industriando per rallentare il processo, mi era chiara fin dalla legge sull'editoria di diversi anni fa (circa 8, mi pare).Quello che pero' non ero abbastanza paranoico/realista per capire anni fa e' l'aspetto forse piu' grottesco della storia: un quotidiano *deve* fare soldi, e tanti, senno' chiude, un blog invece puo' campare e resistere in attesa di tempi migliori perche' le spese sono minime in partenza.Questo porta alla naturale conseguenza che il quotidiano si puo' pilotarlo con dei finanziamenti, o la minaccia della mancanza degli stessi, affinche' pubblichi quello che vuole chi dispone del denaro, un blog molto probabilmente no.Di qui e' facile arrivare a comprendere perche' si sono inventati, e continueranno a farlo, trovate sempre piu' creative per rendere la vita difficile ai bloggers: chi fa informazione, non importa se di qualita' o meno, *deve* essere controllato, e siccome non puoi togliergli i finanziamenti al blog perche' il blogger ti spernacchia e risponde "non mi servono, tie'!", allora si ricorre ad altro.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Ma perchè questo ?
        - Scritto da: Silvione
        Ma e' ovvio. Tutto cio' serve a creare uno strato
        di burocrazia, quindi difficolta', sia per chi
        scrive (rendendolo identificabile e quindi
        sanzionabile, cioe' controllabile) sia per il
        media in se', che lasciato libero diventa
        potenzialmente pericoloso.
        Di contro, il blog fatto da appassionati ha spese
        enormemente inferiori: puo' essere realizzato da
        un Pinco Palla nella sua stanzetta, essere
        integrato da altri Pinco Palla in giro per il
        mondo e quindi letto ovunque in tempo
        reale.
        Di qui e' facile arrivare a comprendere perche'
        si sono inventati, e continueranno a farlo,
        trovate sempre piu' creative per rendere la vita
        difficile ai bloggers: chi fa informazione, non
        importa se di qualita' o meno, *deve* essere
        controllato, e siccome non puoi togliergli i
        finanziamenti al blog perche' il blogger ti
        spernacchia e risponde "non mi servono, tie'!",
        allora si ricorre ad altro.In alcuni momenti ho pensato, provocatoriamente, di chiedere invece l'equiparazione dei blog a testate giornalistiche a tutti gli effetti: dopo un centinaio di post (se non sbagli ne bastano 60) si potrebbe ottenere tutti in massa la qualifica di pubblicista per poi, successivamente, affrontare l'esame di Stato per l'iscrizione all'Albo. Sempre in massa, rendendo di fatto senza senso l'esistenza dell'Albo stesso.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma perchè questo ?
          infatti sono tantissimi i blog che superano i 100 post :D
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            - Scritto da: Sgabbio
            infatti sono tantissimi i blog che superano i 100
            post :DChe intendi?E' un'affermazione ironica o dici sul serio?Da quello che vedo ci vuol poco a superare il centinaio di post. Ci sono blog che superano il migliaio di articoli. Io stesso ho due blog per un numero complessivo che si aggira sui 300-400 post.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma perchè questo ?
            infatti intendevo che sono una vastita i blog con più di 100 post.
    • alex.tg scrive:
      Re: Ma perchè questo ?
      Dipendesse da me eliminerei la televisione, anche come concetto. Ma io sono per le soluzioni radicali.
Chiudi i commenti