Presto online l'arte italiana

E' stato deciso di dar vita ad un network turistico e culturale digitale che servirà a far conoscere la nostra cultura e l'arte italiana all'estero ma anche agli stessi italiani


Roma – Il Governo ha dato il via alla realizzazione di un network turistico e culturale dell’Italia che sarà disponibile su Internet.

Il Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione, presieduto da Lucio Stanca, ha approvato una proposta avanzata dal ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giuliano Urbani, per avviare la valorizzazione, mediante la produzione di contenuti digitali per le reti globali, del patrimonio culturale e artistico italiano.

Tra i punti di forza del programma è prevista anche la rivalutazione e promozione del patrimonio storico-artistico di 100 chiese di pregio della Diocesi di Roma, nonché la realizzazione di una emeroteca dei periodici nazionali.

Il nuovo progetto nasce anche dall’esperienza maturata durante il progetto pilota “Ildefonso Rea”, promosso dalla Diocesi di Roma, per rinnovare e proiettare verso il futuro i beni del grande patrimonio culturale sacro della Capitale, rappresentato da oltre 2 mila chiese e 1.500 istituti religiosi di valore artistico-culturale. Secondo il servizio Arte Sacra e Beni Culturali del Vicariato di Roma, diretto da mons. Renzo Giuliano, il progetto prevede la digitalizzazione, l’inventario e la catalogazione dei beni di valore artistico e culturale delle prime 100 chiese. Un’operazione che, nei primi due anni, comporterà il ricorso al lavoro di circa 180 tecnici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    Della serie "tanto per postare"... quindi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    Direi, in breve, che non ci hai capito un
    cazz*. Continua così...ti piacerebbepurtroppo per te esattamente il contrario tu non sei riuscito a comprendere certi concetti poi sbagli ovvio quindi
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    prive di significato ?dici ?????
    Naturalmente non sai
    neppure chi fosse Sagan,;)leggevo sagan a 11 anni quindi
    non hai
    letteralmente capito un tubo del post sopra,dici ?????
    Ti ci vuole una pedagogista dell'età dello
    sviluppo esperta in alessia, acatafasia,
    dislogia e turbe cognitive varie, non un
    forum di informatica.solo turbe cognitive prego quindi
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    Carl Sagan, "Il mondo infestato dai
    demoni".
    se solo sapesse questo quiRiesci ad esprimere un pensiero semanticamente compiuto in forma sintattica completa "soggetto verbo complemento" o pensi solo per monosillabi e frasi tronche prive di significato ? Naturalmente non sai neppure chi fosse Sagan, non hai letteralmente capito un tubo del post sopra, ma poco importa, scrivi lo stesso per tenere le articolazioni in allenamento tra una partitina di playstation e una pippa.Ti ci vuole una pedagogista dell'età dello sviluppo esperta in alessia, acatafasia, dislogia e turbe cognitive varie, non un forum di informatica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    "In una societa' impregnata di tecnologia
    ando vedi tutti questi cosi tecnologici ?????


    Carl Sagan, "Il mondo infestato dai
    demoni".
    se solo sapesse questo qui


    Si applica perfettamente sia alla frasetta

    di Franklin, sia alle allucinazioni

    collettive meglio note come religioni.
    se vuoi seguire dei falsi profetti


    Ed in

    generale a tutte le banalizzazioni,

    semplificazioni e superficialità della

    comunicazione di "eterne verità"

    apodittiche.
    ti contradiciDirei, in breve, che non ci hai capito un cazz*. Continua così...
  • Anonimo scrive:
    DNA IMPRONTE
    A Extraction From FingerprintsPosted by michael on Saturday August 02, @01:14AMfrom the gattaca-wasn't-pessimistic-enough dept.Myriad writes "A Canadian scientist has developed a new way of gathering DNA evidence for analysis using fingerprints. The new test can extract DNA in 15 minutes - even from a print stored for many years and in varying conditions. The patented extraction technique consistently produces ~10 nanograms of DNA. Analysis generally requires 5-10 nanograms, although it is possible with as little as 0.1 nanogram."http://www.upi.com/view.cfm?StoryID=20030730-040600-4102rottenere dna utilizzando improntepoi cloniamo big boy
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    In ogni caso penso che meditare su una
    frase

    detta da Franklin possa aprirti la mente

    molto di più che meditare su una frase
    detta

    più di 1800 anni prima da Gesù.

    Tipico esempio di applicazione del
    "benaltrismo". I due messaggi afferiscono a
    sfere etiche differenti, ed hanno diverse
    valenze. Peraltro nessuno ha parlato di
    religione, qui: tirarla in causa è un ben
    misero espediente dialettico.

    Se proprio si deve meditare su qualche
    aforisma da paraurti (ma fortunatamente non
    è obbligatorio pensare da
    radiotelegrafisti), invece che su complessi
    sistemi di pensiero, meglio questo:

    "In una societa' impregnata di tecnologia
    come la nostra, ma sempre piu' assediata da
    nuovi profeti, impeti di irrazionalita', e
    falsa ricerca del
    meraviglioso, allontanarsi dalla Scienza o
    permettere che venga demonizzata, significa
    in realta' consegnarci ai veri demoni:
    l'irrazionalita', la superstizione, il
    pregiudizio, ed entrare in un'epoca di nuovo
    oscurantismo."

    Carl Sagan, "Il mondo infestato dai demoni".

    Si applica perfettamente sia alla frasetta
    di Franklin, sia alle allucinazioni
    collettive meglio note come religioni. Ed in
    generale a tutte le banalizzazioni,
    semplificazioni e superficialità della
    comunicazione di "eterne verità"
    apodittiche.Concordo pienamente. Ti sei decisamente espresso meglio di quanto non lo abbia fatto io.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    Bisogna considerare le realtà dove vengono
    attuati questi controlli capillari. Ci sono
    città o meglio delle zone in alcune città in
    cui non potresti mai mettere piede in strada
    se non ti sentissi un pò più protetto da
    tutti questi sistemi di sorveglianza.mi vedo gia la telecamera tipo robocop che scende per difenderti
    Se
    devo scegliere se uscire sorvegliato o
    dovermene rimanere a casa... bhe scelgo la
    prima ipotesi.. almeno io.se vuoi vedere l'amante invece di stare con la moglie certi rischi devi prenderli
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    "In una societa' impregnata di tecnologiaando vedi tutti questi cosi tecnologici ?????
    Carl Sagan, "Il mondo infestato dai demoni".se solo sapesse questo qui
    Si applica perfettamente sia alla frasetta
    di Franklin, sia alle allucinazioni
    collettive meglio note come religioni.se vuoi seguire dei falsi profetti
    Ed in
    generale a tutte le banalizzazioni,
    semplificazioni e superficialità della
    comunicazione di "eterne verità"
    apodittiche.ti contradici
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    In ogni caso penso che meditare su una frase
    detta da Franklin possa aprirti la mente
    molto di più che meditare su una frase detta
    più di 1800 anni prima da Gesù.Tipico esempio di applicazione del "benaltrismo". I due messaggi afferiscono a sfere etiche differenti, ed hanno diverse valenze. Peraltro nessuno ha parlato di religione, qui: tirarla in causa è un ben misero espediente dialettico.Se proprio si deve meditare su qualche aforisma da paraurti (ma fortunatamente non è obbligatorio pensare da radiotelegrafisti), invece che su complessi sistemi di pensiero, meglio questo:"In una societa' impregnata di tecnologia come la nostra, ma sempre piu' assediata da nuovi profeti, impeti di irrazionalita', e falsa ricerca delmeraviglioso, allontanarsi dalla Scienza o permettere che venga demonizzata, significa in realta' consegnarci ai veri demoni: l'irrazionalita', la superstizione, il pregiudizio, ed entrare in un'epoca di nuovo oscurantismo." Carl Sagan, "Il mondo infestato dai demoni".Si applica perfettamente sia alla frasetta di Franklin, sia alle allucinazioni collettive meglio note come religioni. Ed in generale a tutte le banalizzazioni, semplificazioni e superficialità della comunicazione di "eterne verità" apodittiche.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    Lo so che diceva FRanklin e anche che diceva
    Jefferson e Paineconvinti che il sistema corrotto quindi ci volevano le milizie locali;)adesso vogliono togliere le armi pure quelle li piccole;)come se servissero a qualcosa contro dei blindati
    ... ma oggi siamo di
    fronte a rischi che non minacciano la
    sicurezza individuale o collettiva ma
    addirittura la sopravvivenza stessa della
    civilta' almeno nella sua forma piu' evoluta
    (giuridicamente e scientificamente).l'unica cosa da stabilire chi sono i nemici
    Il problema non si pone con tale gravita'
    oggi ma man mano che passano i decenni sara'
    pressante, perche' si arrivera'
    asintoticamente alla possibilita' che un
    solo uomo possa distruggere una intera
    metropoli e che una sola organizzazione di
    fanatici possa far collassare citta' per
    citta' l'intera civilta'.ci sono gia valigie nucleori
    Questo e' il dilemma ...scopi poco
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    D'accordo. Vuol dire che se uno mi vuole
    rapinare per strada, gli posso sparare in
    mezzo agli occhi?il nuovo clint eastwood;)io direi di si piu pistoleri meno coglioni perche si uccidono tra di loro;)
    Oppure sono solo "libero" di farmi ammazzare
    da qualche delinquente, sapendo che poi
    l'avvocato o lo psicologo buonista di turno
    gli eviteranno la galera?puoi diventare tu il deliquente ammazzando quello li;)poi ti salvi quindi;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    Questo lo sanno già. Gli elenchi degli
    iscritti a certe associazioni sono pubblici,
    i sindacalisti in fabbrica sono
    ufficialmente tali, gli attivisti
    politicizzati sono ben noti a Digos e
    Carabinieri...
    ed è sacrosanto che sia così,poi domani pure per farmi la spesa devo essere iscritto qualche associazione cosi ?????
    democrazia, si sa, la maggioranza comanda.si dipende solo di capirci di che maggioranze parliamo
    Si vede che nel tuo immaginario gli "sbirri"
    sono tutti come quegli idioti detective
    italoamericani dei telefilm, in sovrappeso e
    piuttosto rincitrulliti.miami vicerulez quindi
    Questo nel nostro sistema giuridico, in
    US/UK al massimo viene il poliziotto a casa
    a farti due domande, ti scrocca un caffè e
    se ne va facendosi una risata.nella mia casa si entra solo con mandatti firmati da dieci giudicialtrimenti se la vedono coi cani;)quindi
    Evidentemente la telecamera costa di meno.serve ?????tralasciando costi una telcamera ovunque serve ?????
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo


    d'altra parte oggi anche

    i bambini hanno i pupazzetti col

    telecontrollo come si vede nella
    pubblicita'

    in tv quindi da grandi non faranno tante

    storie come voi perche' saranno gia' stati

    addomesticati da piccoli a vivere con il

    guinzaglio virtuale

    e ti sembra una bella cosa?Per qualcuno che vorrebbe un mondo alla RoboCop forse si.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ha ragione!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    O forse saranno loro i nuovi Italiani.

    In fondo in America è successo proprio

    quello, gli Italiani ci sono andati e ora
    i

    loro figli si lamentano dell'immigrazione

    che porta via lavoro agli Americani.

    In Italia siamo emigrati per anni verso
    gli

    USA aspettandoci di essere ben accolti e

    poter fare fortuna e ora che altri si

    aspettano la stessa cosa da noi li
    sbattiamo

    fuori dicendo che altrimenti ci
    estinguiamo?

    bel ragionamento, complimenti!

    Forse non mi sono spiegato: Albanesi,
    Cinesi, Senegalesi.
    Ogniuno di cultura e religione completamente
    differente (vabbè forse a parte gli
    Albanesi). Cosa rimarrà della bella e
    antica romanità cristiana? Nulla. Non so
    dove vivi, ma io faccio riferimento alla mia
    città: ho visto negozianti chiudere per
    lasciare posto a cinesi (che abitano e
    dormono negli stessi negozi), o a causa
    delle bancarelle dei senegalesi che vendono
    roba contraffatta. Non sono razzista ma ci
    vuole controllo e limitazione degli
    immigrati, punto.
    Quello che non capisci e che queste culture
    difficilmente si italianizzano, quindi non
    sono loro che si adattano, ma noi che in
    futuro ci dovremo adattare alla loro
    cultura. E poi dai, non mi verrai a dire che
    siamo come l'amerrrica noi!E pensi che una telecamera possa cambiare questa gente?In ogni caso li ci vuole solo regolamentazione e la polizia che la faccia rispettare. Ma mi pare che la regolamentazione ci sia già (non so se si possa dormire nel negozio), ma manca la polizia che la faccia rispettare. Aumentate gli effettivi di quei bravi ragazzi che si fanno il mazzo a proteggere attivamente la città, non cercate di risparmiare sul salario di questa gente per installare inutili telecamere che comunque non risolverebbero il problema.Il fatto che questa gente non si italianizza potrebbe anche essere dato dal fatto che noi Italiani non lasciamo loro molto margine di manovra per farlo.Chiaro che con tutta la gente che sbarca ogni giorno è difficile cercare di integrarli tutti, ma il problema non lo si risolve neppure ributtandoli in acqua.L'unico modo è trovare un modo di integrarli meglio alla società e non lasciarli in balia delle gang mafiose.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...

    d'altra parte oggi anche
    i bambini hanno i pupazzetti col
    telecontrollo come si vede nella pubblicita'
    in tv quindi da grandi non faranno tante
    storie come voi perche' saranno gia' stati
    addomesticati da piccoli a vivere con il
    guinzaglio virtualee ti sembra una bella cosa?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ha ragione!

    Ogniuno di cultura e religione completamenteOps, ognuno, scusa...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ha ragione!
    - Scritto da: Anonimo
    O forse saranno loro i nuovi Italiani.
    In fondo in America è successo proprio
    quello, gli Italiani ci sono andati e ora i
    loro figli si lamentano dell'immigrazione
    che porta via lavoro agli Americani.
    In Italia siamo emigrati per anni verso gli
    USA aspettandoci di essere ben accolti e
    poter fare fortuna e ora che altri si
    aspettano la stessa cosa da noi li sbattiamo
    fuori dicendo che altrimenti ci estinguiamo?
    bel ragionamento, complimenti!Forse non mi sono spiegato: Albanesi, Cinesi, Senegalesi.Ogniuno di cultura e religione completamente differente (vabbè forse a parte gli Albanesi). Cosa rimarrà della bella e antica romanità cristiana? Nulla. Non so dove vivi, ma io faccio riferimento alla mia città: ho visto negozianti chiudere per lasciare posto a cinesi (che abitano e dormono negli stessi negozi), o a causa delle bancarelle dei senegalesi che vendono roba contraffatta. Non sono razzista ma ci vuole controllo e limitazione degli immigrati, punto.Quello che non capisci e che queste culture difficilmente si italianizzano, quindi non sono loro che si adattano, ma noi che in futuro ci dovremo adattare alla loro cultura. E poi dai, non mi verrai a dire che siamo come l'amerrrica noi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Privacy
    - Scritto da: Anonimo

    E perche' in casa vuoi la privacy?
    non avrai mica qualcosa da nascondere?A mio avviso è uno di quelli che si scopa la figlia di 10 anni e non vuole la telecamera in casa.Mi sembra abbastanza sospetto da tenerlo sotto sorveglianza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ha ragione!
    - Scritto da: Anonimo
    Di questo passo il popolo italiano si
    estinguerà!
    Colonie di extracomunitari arrivano nel ns
    paese, aprono bancarelle (a Porta Portese,
    esempio, sono la maggior parte ormai) o
    svolgono attività illecite. Fanno 4/5 figli.
    I loro nuclei familiari medi sono di ben
    lunga superiori ai nostri. Tra 3 o 4
    generazioni gli italiani andranno ai
    semafori a lavare i vetri ad Albanesi,
    Cinesi e Senegalesi.

    Dobbiamo Impedire la nostra estinzione!!!O forse saranno loro i nuovi Italiani.In fondo in America è successo proprio quello, gli Italiani ci sono andati e ora i loro figli si lamentano dell'immigrazione che porta via lavoro agli Americani.In Italia siamo emigrati per anni verso gli USA aspettandoci di essere ben accolti e poter fare fortuna e ora che altri si aspettano la stessa cosa da noi li sbattiamo fuori dicendo che altrimenti ci estinguiamo? bel ragionamento, complimenti!
    - Scritto da: Anonimo

    Non esiste criminalità extracomunitaria,

    comunitaria, cinese, italiana,

    americana...esiste la CRIMINALITA' e
    basta!

    E va contrastata con ogni mezzo, anche

    riempendo la città di telecamere se

    necessario!

    Ricorda, inoltre, che gli extracomunitari

    fanno i loro porci comodi nel nostro paese

    perchè NOI glielo abbiamo sempre
    permesso, è

    colpa nostra! A calci bisognava
    prenderceli

    subito, non dopo 10 anni. Adesso a calci
    ti

    ci prendono loro e se tenti di ribellarti

    vieni etichettato subito come "razzista" o

    "fascista"...non ho parole...dove

    finiremo...!
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Io invece propongo che al posto di
    superare

    il limite la macchina si rifiuta di

    accelerare oltre al limite di velocità,

    eviterebbe tutte le multe e il traffico

    sarebbe comunque più sicuro. Ah, si, ecco
    il

    problema, nessuno ci guadagnerebbe più

    nulla.

    Però qualcuno potrebbe anche rimetterci. A
    me è successo di evitare un incidente (un
    coglione che non si è fermato ad uno stop)
    grazie ad un accelerata. Evitato il
    coglione, e salvata la pelle, il mio
    contachilometri segnava 70 su una strada
    urbana (limite 50). Se ci fosse stato il
    dispositivo di cui parli, probabilmente la
    mia portiera ora sarebbe bucata, la mia
    passeggera nel migliore dei casi senza un
    braccio e la macchina distrutta.
    Bel progresso!Giusto, ma se avessero installato quel dispositivo adesso ti saresti beccata una bella multa per eccesso di velocità in area urbana (e sono salate).Non penso che saresti riuscito a giustificare l'eccesso di velocità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    ... che chi rinuncia anche ad una piccola

    parte della sua libertà in nome della

    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.

    D'accordo. Vuol dire che se uno mi vuole
    rapinare per strada, gli posso sparare in
    mezzo agli occhi?

    Oppure sono solo "libero" di farmi ammazzare
    da qualche delinquente, sapendo che poi
    l'avvocato o lo psicologo buonista di turno
    gli eviteranno la galera?Ne l'uno ne l'altro.Ci vuole una via di mezzo e non una posizione estremista. E il mettere le telecamere dappertutto è una soluzione estremista.Possibile che nessuno abbia abbastanza cervello da capirlo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ... che chi rinuncia anche ad una piccola

    parte della sua libertà in nome della

    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.



    Ci pensino tutti coloro che trovano
    normale,

    anzi sacrosanto, essere ripresi 24/7 per

    strada...

    Quando Franklin diceva questa cosa
    (inflazionata raga) il mondo era totalmente
    diverso.
    Ci pensino tutti coloro che citano massime
    strampalate e aforismi ogni 3x2 senza un
    minimo di contestualizzazione critica.Ok, allora aboliamo le religioni, cominciamo con quella cattolica, si basa su cose dette e scritte più di 2000 anni fa. In quel periodo il mondo era totalmente diverso, ma ancora più di quanto non lo fosse ai tempi di Franklin.Nota che io sarei daccordissimo di sopprimere tutte le religioni, ma non penso che tutti la pensino allo stesso modo.In ogni caso penso che meditare su una frase detta da Franklin possa aprirti la mente molto di più che meditare su una frase detta più di 1800 anni prima da Gesù.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ha ragione!
    Di questo passo il popolo italiano si estinguerà!Colonie di extracomunitari arrivano nel ns paese, aprono bancarelle (a Porta Portese, esempio, sono la maggior parte ormai) o svolgono attività illecite. Fanno 4/5 figli. I loro nuclei familiari medi sono di ben lunga superiori ai nostri. Tra 3 o 4 generazioni gli italiani andranno ai semafori a lavare i vetri ad Albanesi, Cinesi e Senegalesi.Dobbiamo Impedire la nostra estinzione!!!- Scritto da: Anonimo
    Non esiste criminalità extracomunitaria,
    comunitaria, cinese, italiana,
    americana...esiste la CRIMINALITA' e basta!
    E va contrastata con ogni mezzo, anche
    riempendo la città di telecamere se
    necessario!
    Ricorda, inoltre, che gli extracomunitari
    fanno i loro porci comodi nel nostro paese
    perchè NOI glielo abbiamo sempre permesso, è
    colpa nostra! A calci bisognava prenderceli
    subito, non dopo 10 anni. Adesso a calci ti
    ci prendono loro e se tenti di ribellarti
    vieni etichettato subito come "razzista" o
    "fascista"...non ho parole...dove
    finiremo...!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è frenclin?

    Siete tutti dei paranoici cacasotto, sia
    quelli che hanno paura di essere spiati (chi
    cazzo credete di essere?)se non servono per spiare perche sono li ?????
    che quelli che si
    sentono protetti da una telecamera.questi si;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    - Scritto da: Anonimo
    Tu, perche' strumentalizzi la notizia per
    far passare l'idea che le telecamere per il
    controllo del territorio non servano.
    Io vivo in una citta' che si sta riempiendo
    di telecamere e di stazioni di polizia in
    particolare in un quartiere.Se vuoi vivere tranquillo va a vivere in un paesino di montagna. La criminalità è sempre esistita nelle città.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema...
    - Scritto da: Anonimo
    sono criminale anche io quando attacco le
    caccole sotto i taavolini dei bar?Anche tu? ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è frenclin?

    Ciao, che un diluvio di sterco vi
    seppellisca tutti.Se resti solo, non duri una settimana.Se io mi salvo dal diluvio, duri solo il tempo di raggiungerti.Burp.
  • Anonimo scrive:
    Re: Porci comodi...
    - Scritto da: Anonimo
    ... e se ti lamenti che non gli diamo
    abbastanza calcioni, prova a visitare uno
    dei tanti centri di permanenza temporaneahai ragione quindi fanno bene a vendicarsi picchiando la gente per strada e fomentando la violenza ottimo ragionamento se fosse cosi' la civilta' sarebbe morta da tempo invece quando vedi per strada uno che ti vuole picchiare gli puoi sempre mostrare il fazzoletto colorato della pace che vale solo per l'iraq dato che del congo non gliene frega niente a nessuno e neanche della liberia perche' non si strumentalizzano bene con il politically correct ad ogni costo
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    - Scritto da: Anonimo
    EXTRACOMUNITARIA selvaggia e violenta che
    spadroneggia nella mia citta'! E sappiamo dima quale extracomunitaria a sentire te ci sono svedesi e danesi per strada che picchiano la gente parla come mangi invece di nascondere il razzismo dietro agli eufemismi
    chi e' la colpa: degli ignobili comunistri
    che hanno lasciato devastare la nostra terra
    a questa gentaglia e ci hanno lasciato alla
    loro merce'.ma quale terra vieni qui ad aiutarmi nella risaia e dopo parlerai di terra e anche di riso
    telecamere e di stazioni di polizia ad ogni
    passo che militarizzano in una maniera
    intollerabile la nostra vita.non servirebbero le telecamere anche perche' i razzisti padani vestiti di verde sembrano tutti uguali dehe!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    Anche se mi identificano non mi impediscono
    di certo di riempirti di legnate.dehehe prova ad aggredire il maestro chenping in discoteca e per identificarti dovranno andare a cercare il tuo dentista e un archeologo quindi fai meno il galletto e impara a vivere secondo i canoni della civilta'
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    impediscimelo di darti 100000 legnate
    anche se hai la telecameradehehe ieri 30 gabber hanno aggredito il maestro chenping in mezzo alla strada e solo la presenza della telecamera ha convinto il maestro a lasciarne andare via un paio con le loro gambe quindi vedi che il telecontrollo serve d'altra parte oggi anche i bambini hanno i pupazzetti col telecontrollo come si vede nella pubblicita' in tv quindi da grandi non faranno tante storie come voi perche' saranno gia' stati addomesticati da piccoli a vivere con il guinzaglio virtuale
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: ryoga
    In che modo ( o senso ) perdi la liberta'
    grazie ad una telecamera? (che e' un oggetto
    inanimato? )telescreenyou are the dead
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    ... che chi rinuncia anche ad una piccola
    parte della sua libertà in nome della
    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.D'accordo. Vuol dire che se uno mi vuole rapinare per strada, gli posso sparare in mezzo agli occhi?Oppure sono solo "libero" di farmi ammazzare da qualche delinquente, sapendo che poi l'avvocato o lo psicologo buonista di turno gli eviteranno la galera?
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    Lo so che diceva FRanklin e anche che diceva Jefferson e Paine ... ma oggi siamo di fronte a rischi che non minacciano la sicurezza individuale o collettiva ma addirittura la sopravvivenza stessa della civilta' almeno nella sua forma piu' evoluta (giuridicamente e scientificamente). Il problema non si pone con tale gravita' oggi ma man mano che passano i decenni sara' pressante, perche' si arrivera' asintoticamente alla possibilita' che un solo uomo possa distruggere una intera metropoli e che una sola organizzazione di fanatici possa far collassare citta' per citta' l'intera civilta'. Questo e' il dilemma ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Privacy
    E perche' in casa vuoi la privacy?non avrai mica qualcosa da nascondere?
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    ... che chi rinuncia anche ad una piccola
    parte della sua libertà in nome della
    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.

    Ci pensino tutti coloro che trovano normale,
    anzi sacrosanto, essere ripresi 24/7 per
    strada...Quando Franklin diceva questa cosa (inflazionata raga) il mondo era totalmente diverso. Ci pensino tutti coloro che citano massime strampalate e aforismi ogni 3x2 senza un minimo di contestualizzazione critica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    Possono anche vedere con chi ti incontri, se
    entri o esci da certi luoghi. In caso di
    manifestazioni sindacali potrebbero sapere
    se stai dalla parte del governo o di qualche
    partitello di sinistra o di destra.Questo lo sanno già. Gli elenchi degli iscritti a certe associazioni sono pubblici, i sindacalisti in fabbrica sono ufficialmente tali, gli attivisti politicizzati sono ben noti a Digos e Carabinieri...ed è sacrosanto che sia così, altrimenti stavamo ancora agli anni di piombo. Ti piacevano ? Peccato, alla maggioranza della popolazione facevano schifo. E in democrazia, si sa, la maggioranza comanda.
    Che cosa succede se finisci sulla lista dei
    sospetti per un omicidio solo perchè una
    telecamera ha filmato che hai avuto una
    discussione animata con la vittima qualche
    ora prima per un posto sul parcheggio?
    Che cosa succede se qualcuno comincia a
    seguirti perchè hai avuto la cattiva idea di
    incontrarti (a tua insaputa) con un noto
    mafioso, o trafficante o quant'altro, e
    questo solo perchè lo hai incontrato per
    strada ed era un tuo ex compagno di scuola e
    una telecamera vi ha filmato assieme mentre
    vi salutavate allegramente ricordando i bei
    vecchi tempi.Si vede che nel tuo immaginario gli "sbirri" sono tutti come quegli idioti detective italoamericani dei telefilm, in sovrappeso e piuttosto rincitrulliti. Un singolo episodio del genere è una barzelletta per qualsiasi GIP, specialmente se esistono condizioni a margine comprovabili (il compagnuccio di scuola etc) verificabili d'archivio, non ti prendono neanche in considerazione come persona informata dei fatti.Questo nel nostro sistema giuridico, in US/UK al massimo viene il poliziotto a casa a farti due domande, ti scrocca un caffè e se ne va facendosi una risata.
    Mi dispiace ma io preferisco vedere il
    poliziotto in carne ed ossa all'angolo della
    stradaCi vogliono gli uni e le altre. Ma naturalmente se continuiamo a sborsare il triplo di quello che si incamera solo per pagare le pensioni ai baby raccomandati del consociativismo, sarà difficile avere i soldi per un poliziotto ad ogni angolo. Evidentemente la telecamera costa di meno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è frenclin? Post Scriptum
    chi si scaccola è uno zozzo
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    - Scritto da: Anonimo
    È tipico di ogni popolo, quando le cose
    vanno bene si accolgono tutti come amici a
    braccia aperte, quando le cose cominciano a
    girar male saltano fuori i populisti con i
    loro discorsi di razze migliori di altre e
    il dito puntato sugli stranieri e i diversi
    e il popolo idiota si associa senza pensare
    oltre.

    È sempre capitato dagli albori dell'umanità,
    e purtroppo l'umanità non si è
    sufficientemente evoluta da poter superare
    il problema.

    Lo straniero e il diverso fanno ancora paura
    e finchè faranno paura sarranno facilmente
    presi come capri espiatori per ogni
    problema.Solo una domanda. Se non ci sono differenze, perchè una popolazione di 56 milioni di abitanti esprime lo stesso numero di carcerati di un altra di 2-4 milioni? In fin dei conti in carcere la percentuale di italiani è poco superiore al 50%, in alcune anche ben inferiore. Come mai?
  • Anonimo scrive:
    Chi è frenclin?
    Voglio dire la miaaa! Siete tutti dei paranoici cacasotto, sia quelli che hanno paura di essere spiati (chi cazzo credete di essere?) che quelli che si sentono protetti da una telecamera.Ma perchè siete usciti dal pancione di mamma se il mondo di fuori è così cattivo? Se avete tanto bisogno di essere rassicurati, volete la SICUREZZA, potevate invecchiare nell'utero...Ciao, che un diluvio di sterco vi seppellisca tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    impediscimelo di darti 100000 legnate


    anche se hai la telecamera



    Non sono io che te lo impedisco ma

    sicuramente la telecamera è un deterrente.

    Comunque provaci poi vedi quanti calci nel

    c..o ti prendi :)

    E se sono mascherato, p.e. con un
    passamontagna?

    Anche se mi identificano non mi impediscono
    di certo di riempirti di legnate.Si però i calci nel c..o te li prendi lo stesso caro il mio "Cavaliere Mascarato". :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    Io invece propongo che al posto di superare
    il limite la macchina si rifiuta di
    accelerare oltre al limite di velocità,
    eviterebbe tutte le multe e il traffico
    sarebbe comunque più sicuro. Ah, si, ecco il
    problema, nessuno ci guadagnerebbe più
    nulla.Però qualcuno potrebbe anche rimetterci. A me è successo di evitare un incidente (un coglione che non si è fermato ad uno stop) grazie ad un accelerata. Evitato il coglione, e salvata la pelle, il mio contachilometri segnava 70 su una strada urbana (limite 50). Se ci fosse stato il dispositivo di cui parli, probabilmente la mia portiera ora sarebbe bucata, la mia passeggera nel migliore dei casi senza un braccio e la macchina distrutta.Bel progresso!
  • Marlenus scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    Scusa ma in un luogo pubblico e pieno di
    gente che tipo di privacy vai a perdere se
    una telecamera ti riprende mentre cammini o
    ti scaccoli (a patto che non trasmettano per
    paperissima l'episodio dello scaccolamento
    senza il mio permessso)?
    Me lo puoi spiegare per favore? Grazie.Ci provo io.Primo, ad una persona che mi incontra posso dire "scordatelo, non voglio che mia moglie sappia che sono stato in ospedale per la chemio", ad un nastro no.Secondo, l'informazione sulla mia presenza è solo disponibile ai presenti, in un ben determinato arco temporale (la memoria umana dimentica, i nastri no).Terzo, questa informazione non può essere catalogata in un immenso database dal quale un mio eventuale persecutore tra dieci anni potrebbe ritrovarla, per trarne conclusioni sbagliate (ha partecipato alla manifestazione politica tal dei tali, quindi è un simpatizzante dei birulo', a lui la promozione non la diamo).Quarto, a te può bastare che non sia di dominio pubblico il tuo scaccolamento (il no a Paperissima), per qualcun altro potrebbe non essere sufficiente. Il fatto di sapere (o anche solo immaginarmi) che qualche maresciallo possa divertirsi alle mie spalle mostrando agli amici "il cretino" che si scaccola in pubblico la trovo spaventosa.In più, in ossequio all'antica massima "chi controlla i controllori?", sapere che il maresciallo di cui sopra possa usare il sistema per sapere se la figlia diciannovenne esce di nascosto con il ragazzo che a LUI sta tanto antipatico o per dare la multa proprio a quel vicino così "stronzo" da essersi opposto (lui solo) alla trasformazione del riscaldamento condominiale da centralizzato a individuale non solo mi spaventa, mi terrorizza.Se conoscessi almeno un po' il paese in cui vivi, sapresti quante "birichinate" si scambiano tutti o quasi coloro che hanno un incarico di qualsiasi tipo, pubblico o privato, onesti e non. Fornigli un altra fonte (di valore inestimabile per la sua efficacia ed efficienza) per creare dossier e fascicoli per ricatti e controricatti mi sembra diabolico.Quinto, proprio perchè le telecamere non coprono tutto e il materiale girato rimane segreto (per i comuni mortali), sono possibili conclusioni sbagliate."E' entrato al numero 12 con la valigetta ed è rimasto dentro per un ora. Poi è tornato al lavoro. Al numero 12 interno 4 vive il ricettatore R, dove è stata rinvenuta la refurtiva proveniente dall'ufficio dell'accusato". Peccato che al 12 int 2 viva anche l'amante. Che l'accusato sia riuscito a tenere la relazione nascosta (non incontrandosi mai in pubblico). E che l'amante abbia deciso che piuttosto che perdere i soldi del marito cornuto preferisce lasciare il compagno di giochi in galera.Fantasie? Forse. Però vorrei vedere da parte tua la dimostrazione dell'efficacia di questo strumento di controllo nella prevenzione del crimine. Perchè come per le medicine, se gli effetti collaterali di un farmaco sovrastano l'azione terapeutica, il farmaco non dovrebbe essere usato. In più, se anche il farmaco fosse un salvavita (e va dimostrato), sarebbe bene cercarne un altro se l'effetto collaterale è di rendere il paziente cieco.Se poi l'unico effetto che ha è quello di ammazzare i microbi DOPO che hanno già ammazzato il paziente, non vedo a che serve (effetto della telecamera sull'omicida: magari lo arresterò, ma intanto la vittima è morta!).Marlenus
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Tu, perche' strumentalizzi la notizia per

    far passare l'idea che le telecamere per
    il

    controllo del territorio non servano.

    Io vivo in una citta' che si sta
    riempiendo

    di telecamere e di stazioni di polizia in

    particolare in un quartiere.

    Io NON voglio che la mia citta' sia cosi'

    militarizzata, io non voglio piu'
    telecamere

    e piu' poliziotti, ma vedo che purtroppo
    e'

    il male minore comparato con la
    criminalita'

    EXTRACOMUNITARIA selvaggia e violenta che

    spadroneggia nella mia citta'! E sappiamo
    di

    chi e' la colpa: degli ignobili comunistri

    che hanno lasciato devastare la nostra
    terra

    a questa gentaglia e ci hanno lasciato
    alla

    loro merce'.

    Oggi tornare indietro e' difficile ma se

    fosse per me sbatterei fuori a pedate nel

    culo tutti i tuoi amici extracomunitari

    cosi' non ci sarebbe piu' NESSUN bisogno
    di

    telecamere e di stazioni di polizia ad
    ogni

    passo che militarizzano in una maniera

    intollerabile la nostra vita.

    Weh! mi sa che se continua cosiI' emigro io
    in SUDAFRICA, almeno li l' APARTAID l'hanno
    superata, anche se da poco tempo.
    QuI', invece nella nostra Italietta da
    strapazzo stiamo percipitando davvero nel
    baratro del razzismo piu nero che la storia
    di quest'umanita abbia mai conosiuto.
    Bah speriamo bene, ma provo veramente una
    grande tristezza per simili messaggi pur
    capendo la rabbia che c'e' dietro.È tipico di ogni popolo, quando le cose vanno bene si accolgono tutti come amici a braccia aperte, quando le cose cominciano a girar male saltano fuori i populisti con i loro discorsi di razze migliori di altre e il dito puntato sugli stranieri e i diversi e il popolo idiota si associa senza pensare oltre.È sempre capitato dagli albori dell'umanità, e purtroppo l'umanità non si è sufficientemente evoluta da poter superare il problema.Lo straniero e il diverso fanno ancora paura e finchè faranno paura sarranno facilmente presi come capri espiatori per ogni problema.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    impediscimelo di darti 100000 legnate

    anche se hai la telecamera

    Non sono io che te lo impedisco ma
    sicuramente la telecamera è un deterrente.
    Comunque provaci poi vedi quanti calci nel
    c..o ti prendi :)E se sono mascherato, p.e. con un passamontagna?Anche se mi identificano non mi impediscono di certo di riempirti di legnate.
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    - Scritto da: Anonimo
    Tu, perche' strumentalizzi la notizia per
    far passare l'idea che le telecamere per il
    controllo del territorio non servano.
    Io vivo in una citta' che si sta riempiendo
    di telecamere e di stazioni di polizia in
    particolare in un quartiere.
    Io NON voglio che la mia citta' sia cosi'
    militarizzata, io non voglio piu' telecamere
    e piu' poliziotti, ma vedo che purtroppo e'
    il male minore comparato con la criminalita'
    EXTRACOMUNITARIA selvaggia e violenta che
    spadroneggia nella mia citta'! E sappiamo di
    chi e' la colpa: degli ignobili comunistri
    che hanno lasciato devastare la nostra terra
    a questa gentaglia e ci hanno lasciato alla
    loro merce'.
    Oggi tornare indietro e' difficile ma se
    fosse per me sbatterei fuori a pedate nel
    culo tutti i tuoi amici extracomunitari
    cosi' non ci sarebbe piu' NESSUN bisogno di
    telecamere e di stazioni di polizia ad ogni
    passo che militarizzano in una maniera
    intollerabile la nostra vita.Weh! mi sa che se continua cosiI' emigro io in SUDAFRICA, almeno li l' APARTAID l'hanno superata, anche se da poco tempo.QuI', invece nella nostra Italietta da strapazzo stiamo percipitando davvero nel baratro del razzismo piu nero che la storia di quest'umanita abbia mai conosiuto.Bah speriamo bene, ma provo veramente una grande tristezza per simili messaggi pur capendo la rabbia che c'e' dietro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    impediscimelo di darti 100000 legnate
    anche se hai la telecameraNon sono io che te lo impedisco ma sicuramente la telecamera è un deterrente. Comunque provaci poi vedi quanti calci nel c..o ti prendi :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema...
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo il mio modestissimo parere, il
    problema non sta nell'uso o meno delle
    telecamere, ma nella definizione di
    "criminale".

    Rapinatori, stupratori, assassini,
    borseggiatori e quant'altro, ok sono
    criminali.

    Ma se si usassero le nuove tecnologie di
    controllo automatico a distanza per il
    monitoraggio di personaggi politicamente
    scomodi, allora avrei qualcosa da obiettare.[cut/]Secondo il mio parere le telecamere sono abbastanza inutili in questo senso,e ora ti dico il perchè.I criminali di professione sanno bene come aggirare le telecamere. Sono ormai parecchi i casi in cui i criminali hanno sfruttato la situazione a propio favore utilizzando percorsi al di fuori delle telecamere sffruttandone i punti ciechi, oppure utilizzando un semplice travestimento. I criminali con un minimo di cervello se ne fregano delle telecamere, anzi le fruttano a loro vantaggio (magari vengono abbassate le normali norme di sicurezza perchè con le telecamere si sentono al sicuro)Quindi a che servono.?servono a "beccare" il criminale occasionale e lo sprovveduto.........e naturalmente a monitorare l'attività dei comuni cittadini.....( per quali scopi? bho...)ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    Scusa ma in un luogo pubblico e pieno di gente che tipo di privacy vai a perdere se una telecamera ti riprende mentre cammini o ti scaccoli (a patto che non trasmettano per paperissima l'episodio dello scaccolamento senza il mio permessso)?Me lo puoi spiegare per favore? Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    Paranoico e istigatore alla violenza... Che bel bambino che sei diventato, la tua mammina deve essere proprio soddisfatta del lavoro che ha fatto su di te!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Privacy
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti. La privacy mi basta dentro casa
    mia. Se poi vado in giro nella mia città
    dove ci sono molte telecamere di
    sorveglianza non me ne frega niente, non ho
    niente da nascondere!Giusto, esattamente come un tedesco al tempo della Gestapo. Tanto lui non è un'ebreo e quindi non ha nulla da temere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    impediscimelo di darti 100000 legnateanche se hai la telecamera
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: ryoga
    In che modo ( o senso ) perdi la liberta'
    grazie ad una telecamera? (che e' un oggetto
    inanimato? )?!?Ma è davvero così difficile da capire questa massima di Franklin?Cosa c'entra che la camera è inanimata?!?La camera è uno strumento, poni la tua attenzione all'occhio, non all'obiettivo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin... e pure Orwell
    - Scritto da: ryoga

    - Scritto da: Anonimo

    ... che chi rinuncia anche ad una piccola

    parte della sua libertà in nome della

    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.



    In che modo ( o senso ) perdi la liberta'
    grazie ad una telecamera? (che e' un oggetto
    inanimato? )Perchè l' occhio del Grande Fratello ti spia dovunque...
  • ryoga scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    ... che chi rinuncia anche ad una piccola
    parte della sua libertà in nome della
    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.
    In che modo ( o senso ) perdi la liberta' grazie ad una telecamera? (che e' un oggetto inanimato? )
  • Anonimo scrive:
    Svegliato male stamattina?
    come da subject
  • allanon scrive:
    Re: Il problema...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Secondo il mio modestissimo parere, il

    problema non sta nell'uso o meno delle

    telecamere, ma nella definizione di

    "criminale".Giusto, anche secondo me il problema non sono le telecamere, ma l'uso che si fa delle informazioni. Ho alcuni amici tra i carabinieri e so per certo che quando accedono ad info private il sistema informatico tiene traccia della loro matricola e delle info richieste.Magari qualche garantista a tutti i costi può porsi la classica domanda: "chi controlla il controllore". Ma il punto che volenti o nolenti le nostre info, anche private, saranno sempre più spesso catalogate in vari formati elettronici ed il formato elettronico è per sua stessa natura facile da catalogare e trasmettere e violare.Ora, o torniamo al medioevo, oppure piuttosto che batterci contro la tecnologia, ci cominciamo a battere per leggi che salvaguardino la nostra privacy dagli usi invasivi della tecnologia.
    sono criminale anche io quando attacco le
    caccole sotto i taavolini dei bar?Per quanto la cosa mi faccia un pò sifo devo dire di no :-)Almeno secondo il mio parere l'autorizzazione di accedere ad info private di una persona deve essere consentita alle sole forze dell'ordine, e solo sotto esplicita denuncia. Facciamo l'esempio delle caccole :-) :Il gestore del bar chiede di visionare le cassette con le telecamere perchè vuole scoprire chi è che gli fa questo scherzo. Assolutamente inammissibile, in nessun caso un privato deve poter ottenere info private per uso personale (vedasi inammissibile il caso RIAA).Il gestore sporge denuncia perchè ignoti gli attaccano le caccole sotto il tavolino. Tu vieni avvisato che si sta facendo indagini sul tuo conto in base ad una segnalazione ed una registrazione. Se sei tanto stupido da riprovarci e ti fai beccare mentre lo rifai, bè paghi la multa, visto che sarai pur libero di attaccare le caccole, ma gli altri dovrebbero essere liberi di non ritrovarsele appiccicate alle mani per sbaglio :-)Terzo caso, qualcuno si è preso l'epatite grazie al tuo innocente scherzetto delle caccole. Scatta la denuncia, le autorità analizzano tutte le prove a loro disposizione dal dna della caccola alle telecamere, ti beccano e ti interrogano per sapere se hai diffuso volontariamente una malattia oppure ne eri inconsapevole tu stesso. Se l'hai diffusa a posta allora posso definirti a ragione un criminale, non credi?Il punto è, chi mi dice che la polizia non passi la cassetta al gestore del bar in cambio di una mazzetta? Chi controlla il controllore? Battiamoci per questo allora, per avere e far applicare leggi chiare in questo tipo di problematiche.
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    - Scritto da: Anonimo
    ... che chi rinuncia anche ad una piccola
    parte della sua libertà in nome della
    sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.bellissima frase ma già da ieri è stata ripetuta 20 volte.. l'abbiamo capita perfettamente.
    Ci pensino tutti coloro che trovano normale,
    anzi sacrosanto, essere ripresi 24/7 per
    strada...Bisogna considerare le realtà dove vengono attuati questi controlli capillari. Ci sono città o meglio delle zone in alcune città in cui non potresti mai mettere piede in strada se non ti sentissi un pò più protetto da tutti questi sistemi di sorveglianza. Se devo scegliere se uscire sorvegliato o dovermene rimanere a casa... bhe scelgo la prima ipotesi.. almeno io.
  • Anonimo scrive:
    Re: Porci comodi...
    Per me va bene.... se paga lui!Ps: se a casa loro sono meglio allogiati, perche' non ci ritornano ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema...
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo il mio modestissimo parere, il
    problema non sta nell'uso o meno delle
    telecamere, ma nella definizione di
    "criminale".
    sono criminale anche io quando attacco le caccole sotto i taavolini dei bar?
  • Anonimo scrive:
    Re: venditori
    E chi vi dice che il sistema é stato venduto? Non potrebbe essere un sistema pilota per testare in campo la tecnologia?
  • Anonimo scrive:
    Il problema...
    Secondo il mio modestissimo parere, il problema non sta nell'uso o meno delle telecamere, ma nella definizione di "criminale".Rapinatori, stupratori, assassini, borseggiatori e quant'altro, ok sono criminali.Ma se si usassero le nuove tecnologie di controllo automatico a distanza per il monitoraggio di personaggi politicamente scomodi, allora avrei qualcosa da obiettare.Naturalmente nessuno può dimostrare né che questo controllo capillare venga effettivamente fatto, né il contrario, quindi io sono per un uso mooooooolto parsimonioso di suddette tecnologie.Lo Stato, non dimentica mai.Ingenuo 2001
  • Anonimo scrive:
    Re: Porci comodi...
    - Scritto da: Anonimo
    ... guarda che i porci comodi se li fanno
    anche gli autoctoni, tanto quanto gli
    extracomunitari...
    ... e se ti lamenti che non gli diamo
    abbastanza calcioni, prova a visitare uno
    dei tanti centri di permanenza temporanea
    (=lager) che sono sorti di recente un po'
    dappertutto... te ne tornerai a casa bello
    soddisfatto - almeno tu... :-(((Li volevi alloggiare all'Hilton?
  • Anonimo scrive:
    Re: Diceva Franklin...
    Pensaci anche tu quando consideri che proprio grazie a qualche telecamera in più la tua casa è un po' più sicura e forse non è così facile che il primo che passa ti dia una carretta di legnate in mezzo alla strada.
  • Anonimo scrive:
    Diceva Franklin...
    ... che chi rinuncia anche ad una piccola parte della sua libertà in nome della sicurezza, perderà sia l'una che l'altra.Ci pensino tutti coloro che trovano normale, anzi sacrosanto, essere ripresi 24/7 per strada...
  • Anonimo scrive:
    Porci comodi...
    ... guarda che i porci comodi se li fanno anche gli autoctoni, tanto quanto gli extracomunitari...... e se ti lamenti che non gli diamo abbastanza calcioni, prova a visitare uno dei tanti centri di permanenza temporanea (=lager) che sono sorti di recente un po' dappertutto... te ne tornerai a casa bello soddisfatto - almeno tu... :-(((
  • napodano scrive:
    chissà..
    chissà se non funzionano perché, avendo saputo del sistema, i criminali si sono spostàti altrove, oppure effettivamente continuano a scorazzare liberamente per la zona.nel primo caso, in un modo o nell'altro, hanno funzionato
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    Non esiste criminalità extracomunitaria, comunitaria, cinese, italiana, americana...esiste la CRIMINALITA' e basta! E va contrastata con ogni mezzo, anche riempendo la città di telecamere se necessario!Ricorda, inoltre, che gli extracomunitari fanno i loro porci comodi nel nostro paese perchè NOI glielo abbiamo sempre permesso, è colpa nostra! A calci bisognava prenderceli subito, non dopo 10 anni. Adesso a calci ti ci prendono loro e se tenti di ribellarti vieni etichettato subito come "razzista" o "fascista"...non ho parole...dove finiremo...!
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    io qualcuno lo appenderei anche in piazza ...magari a una telecamera
  • Anonimo scrive:
    Re: Strumentalizzatore
    Dai, sciocchino! Rifletti e poi posta...
  • Anonimo scrive:
    Strumentalizzatore
    Tu, perche' strumentalizzi la notizia per far passare l'idea che le telecamere per il controllo del territorio non servano.Io vivo in una citta' che si sta riempiendo di telecamere e di stazioni di polizia in particolare in un quartiere.Io NON voglio che la mia citta' sia cosi' militarizzata, io non voglio piu' telecamere e piu' poliziotti, ma vedo che purtroppo e' il male minore comparato con la criminalita' EXTRACOMUNITARIA selvaggia e violenta che spadroneggia nella mia citta'! E sappiamo di chi e' la colpa: degli ignobili comunistri che hanno lasciato devastare la nostra terra a questa gentaglia e ci hanno lasciato alla loro merce'.Oggi tornare indietro e' difficile ma se fosse per me sbatterei fuori a pedate nel culo tutti i tuoi amici extracomunitari cosi' non ci sarebbe piu' NESSUN bisogno di telecamere e di stazioni di polizia ad ogni passo che militarizzano in una maniera intollerabile la nostra vita.
  • Anonimo scrive:
    Re: venditori
    infatti il mio era un complimento ai venditori
  • Anonimo scrive:
    Re: Privacy
    Infatti. La privacy mi basta dentro casa mia. Se poi vado in giro nella mia città dove ci sono molte telecamere di sorveglianza non me ne frega niente, non ho niente da nascondere!
  • Anonimo scrive:
    Ottimo!
    Non pensate che sia semplice la tecnologia del riconoscimento automatico di volti, dietro c'è un software molto complesso che è in sperimentazione da anni soprattutto nel campo della robotica, ma che può trovare anche applicazioni utili in sistemi di sicurezza come quella di riconoscere "al volo" criminali o persone ricercate (come è stato fatto a Tampa). Sicuramente questo fallimento servirà per migliorare questa tecnologia che risulterà molto utile in diversi campi, ci vorrà del tempo, ma si arriverà al traguardo.
  • Anonimo scrive:
    Privacy
    Tutti gridano alla privacy... basta... non se ne può più... forse quel qualcuno non si ricorda che quasi tutte le leggi sulla privacy sanciscono che le forze dell'ordine non sono tenute all'osservanza delle normative per motivi di sicurezza (ovvio che se poi uso le immagini per i fatti miei è reato... ma non ci vuole mica un genio per capirlo...)... smettiamola di invocare ogno 2 secondi e mezzo sta benedetta privacy!!!! Tanto volenti o nolenti il controllo, legge o meno, c'è!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: venditori


    o quancuno ci ha marciato o la ditta
    produttrice ha i classici venditori da
    giaccioli ai pingiuniLa colpa non è certo dei venditori.... anzi, sono stati anche troppo bravi........sono i pinguini il problema...
  • Anonimo scrive:
    Bravi!
    Piazzano le telecamere ovunque facendoti credere che così diminuirà la criminalità, e poi si accorgono (dopo 2 anni) che non funzionano... complimenti!
Chiudi i commenti