Prima mezza-vittoria per Napster

Ieri il giudice ha stabilito che Napster deve bloccare lo scambio di file illegali ma le majors della musica devono fornire al sistemone tutti i dati che servono per porre i filtri e individuare le violazioni. Napster vivrà


San Francisco (USA) – Un Napster ridotto, stremato, filtrato, è uscito per la prima volta dall’aula del tribunale di San Francisco con qualche motivo di soddisfazione. Il giudice Marilyn Hall Patel, che a suo tempo aveva cercato la chiusura del sistemone, ha infatti disposto che Napster deve sì bloccare lo scambio di contenuti illegali, ma anche che le majors devono assumersi le proprie responsabilità.

In pratica, Patel ha riconosciuto che Napster deve porre i filtri annunciati, e applicati ormai da più di 24 ore con scarsi risultati, ma ha anche sottolineato che le case discografiche che vogliono salvaguardarsi devono fornire a Napster i nomi degli autori delle canzoni e dei titoli che devono essere “bloccati”.

Non solo, i dati forniti devono essere relativi a file che sono rilevati come effettivamente presenti e scambiati tra gli utenti del sistemone. Questo significa che le majors dovranno individuare le singole violazioni, farne rapporto a Napster ed attendere, si legge nell’ingiunzione, “non più di tre giorni” prima che Napster ponga i filtri necessari a bloccare quello specifico brano.

Altra novità riguarda il fatto che Napster riceverà dai discografici gli elenchi di tutti i nuovi brani in uscita, sui quali dovrà seguire una policy più severa, bloccandoli nel momento stesso in cui dovessero apparire all’interno del network.

Una soluzione, quella di Patel, molto al di sotto delle aspettative dell’associazione dei discografici, RIAA. Ma è una soluzione che dà nuovo respiro a Napster, perché per la prima volta nei processi a carico dell’azienda, Napster ne esce rafforzato. Si tratta, naturalmente, solo di un primo passo, perché la causa che vede Napster imputato per violazione di copyright di massa, con conseguenti richieste di danni, è lontana dal concludersi e potrebbe significare comunque la scomparsa del sistemone.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Viva il Napster!!!
    Come disse il mitico Bono Vox (cantante degli U2) Il napster è l'ultima frontiera per la musica libera, perchè è un modo per combattere i continui aumenti di prezzo de CD originali, quindi secondo tantissimi musicisti, deve rimanere aperto così i prezzi dei Cd abbasseranno e vuoi mettere la qualità dei CD originali rispetto a gli mp3 scaricati da napster o chicchessia che spesso si sentono male? sarebbe un guadagno per tutti, se solo lo capissero invece di fare quello che stanno facendo, per colpa di Britney Spears e dei Metallica visto che è partito tutto da loro!!!
  • Anonimo scrive:
    NAPSTER non è MORTO............................
    Testo Ufficiale da NAPSTER......Napster News2001.3.11..................................................... As you probably know by now, the federal district court has issued a pre-trial injunction ordering Napster to block the sharing of specific music files at the request of copyright holders (in most cases, record companies or music publishers). We understand that this injunction has created some confusion, and we'd like to explain what's going on as best we can. First, Napster is and will continue to be up and running. The injunction doesn't shut Napster down; instead, it requires us to work with the recording industry to block the sharing of specific, copyrighted works after we receive notice that those works are available through Napster. And remember - this is just a preliminary injunction. There will still be a trial, and our appeals are pending. It's not over by a long shot. We're complying with the injunction even as we pursue our case in court. At the same time, we're trying to reach a business settlement with Vivendi/Universal, AOL/TimeWarner, Sony, EMI, and the music publishers. We've already received some removal notices, and we expect the record and music publishing companies to send many more. However, you'll still be able to share music that those companies haven't blocked. We're doing everything we can to preserve the Napster Community and the file-sharing experience. Second, we want to thank you again for your tremendous support. Even as we comply with the injunction, we find it hard to understand why the recording industry continues this attack on their best customers - the people who use Napster. Check out the top-selling CDs this week: the number one album on the Billboard chart is Everyday by the Dave Matthews Band. Three weeks before the album's release, its debut single, "I Did It," was featured on Napster at the band's request. In the number two spot is Shaggy, who saw his sales climb because a DJ in Hawaii discovered "It Wasn't Me" using Napster. No wonder we believe Napster helps record sales. As you know, millions of people sample new music using Napster, then go out and buy that music. In addition, millions of people discover new artists through Napster. People who use Napster buy more than three times as much music on average as non-Napster users. Members of the Napster Community are music's most passionate fans. We're going to keep fighting for your right to share files. Finally, we've never needed your help more than we do right now. Napster can achieve nothing without the support and voices of our 70 million users. Please continue to use Napster, and continue to make your voice heard in school, at work, in your community, and especially on Capitol Hill. Q & A on Record Companies Removing Files from Napster

    http://www.napster.com/pressroom/010308-qanda.html Hank's statement

    http://www.napster.com/pressroom/pr/010306.html Speakout!

    http://www.napster.com/speakout.....................................................




    What You Can Do to Help..................................................... Washington matters! The RIAA has hired a slew of big-name lobbyists and has made big donations to politicians to protect the record companies and promote their interests. You need to make your voice heard. Tell Congress that file sharing over the Internet should not be shut down. Contact Congress by email or with a toll-free call (1-877-SHARING) to let them know how you feel! For helpful calling guidelines and a tool to find Congressional addresses and emails, go to:

    http://speakout.napster.com/ It's best to call Monday-Friday during Washington's normal business hours: 9-6 EST. If you get a busy signal, it means that many other Napster supporters are calling Congress at the same time: keep trying! It's critical right now that you tell your elected officials that you support Napster. On April 3, 2001, the Senate Judiciary Committee will hold an important Congressional hearing in Washington, D.C. on the future of Napster and other digital media companies. This hearing will be open to the public. We'll let you know more about the hearing as details become available. Thanks again from all of us at Napster. Are you interested in becoming an activist for Napster? If so, join the Napster Action Network (NAN):

    http://newsletter.napster.com/nan.....................................................




    Thanks for Sharing..................................................... Thanks for choosing to be a part of the Napster Community. We believe that person-to-person, non-commercial file sharing is legal. We respect copyright law and we are actively seeking a resolution with the recording industry that benefits artists, rightsholders and the Napster Community -- the recording industry's best customers. We know that the Internet offers many choices and we value your loyalty. As the future of file sharing unfolds, we will keep you informed and work to build better products by building strong relationships with our users. .....................................................




    Taking Care of Business.....................................................

    Newsletter Feedback: newsletter@napster.com

    Newsletter Archive: http://newsletter.napster.com/archive

    Tell a Friend to Subscribe: http://newsletter.napster.com/

    Unsubscribe: http://newsletter.napster.com/unsubscribe/.....................................................




    Copyright 2001 Napster, Inc...................................................... Please feel free to share this publication in any noncommercial way you see fit.
  • Anonimo scrive:
    Io li fermerei
    Una mossa come questa significherebbe morte sicura della libertà, quella vera, in internet.E non mi meraviglierei che dietro a questa trovata ci fosse dietro qualcuno di molto grosso, che voglia tracciare qualcosa che assomigli a dei confini virtuali ... magari per entrare su web.com fra un anno ci vorrà il passaporto.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Io li fermerei
      sinceramente non capisco proprio il tuo disappunto... io credo invece che l'eventualità di spostare napster in un luogo inaccessibile giuridicamente alle case discografiche sia una soluzione eccezionale... anzi non vedo perchè no ci abbiano già pensato prima...- Scritto da: K
      Una mossa come questa significherebbe morte
      sicura della libertà, quella vera, in
      internet.

      E non mi meraviglierei che dietro a questa
      trovata ci fosse dietro qualcuno di molto
      grosso, che voglia tracciare qualcosa che
      assomigli a dei confini virtuali ... magari
      per entrare su web.com fra un anno ci vorrà
      il passaporto.

      ciao
  • Anonimo scrive:
    Il problema è la connessione.
    SeaLand si trova nel canale della manica. Pur essendo uno stato, da qualche parte dovrà pur connettere i suoi server. Immancabilmente, o lo fa via satellite, o si connette con i cavi in Inghillerra, Francia, Olanda, o Belgio.Se le mani della RIAA arriva li, mettono dei Firewall sulle loro connessioni, bloccando da questi stati le richieste verso quel particolare server Napster, e possono anche inserire 80 miliardi di Gb di Mp3, ma gli utenti devono arrivarci pure a SeaLand.Se bloccano le porte di accesso, è come se il server non esistesse, quindi potrebbe funzionare fino a quando un tribunale, non potendo agire su SeaLand, si rivolgerà direttamente ai nodi adiacenti, imponendo il blocco del traffico verso quel particolare server e/o IP e/o dominio.Penso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema è la connessione.
      no. rifletti prima di parlare. grazie.P.S. impara il funzionamento dei protocollo di trasmissione e fatti un corso di telecomunicazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema è la connessione.
        - Scritto da: h0_ll_3_H_U_nD
        no. rifletti prima di parlare. grazie.

        P.S.
        impara il funzionamento dei protocollo di
        trasmissione e fatti un corso di
        telecomunicazione.Disponibilissimo.A parte che il protocollo IP mi sembra di poca competenza di telecomunicazioni, in quanto si appoggia su un livello OSI più alto di quello fisico, sono contentissimo di imparare cose nuove e non ho mai la pretesa di sapere tutto. Però ascolto solo chi mi dice "hai sbagliato perchè....." e mi snocciola il perchè le mie affermazioni sono sbagliate. Così, il forum diventa un posto di arricchimento.Chi parla dicendo, "non hai capito nulla, vai a studiare" e non mi spiega il perchè lo ritengo un presuntuoso e basta, a livello di Alien.Spiegami il perchè non si può bloccare l'accesso ad un indirizzo IP a livello di nodo.A me e a tutti i frequentatori di questo Forum.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema Ela connessione.
        rifletti prima di scrivere. grazie.P.S.impara il funzionamento di un forum e fatti un corso di educazione :-)- Scritto da: h0_ll_3_H_U_nD
        no. rifletti prima di parlare. grazie.

        P.S.
        impara il funzionamento dei protocollo di
        trasmissione e fatti un corso di
        telecomunicazione.
  • Anonimo scrive:
    ma usate opennap
    ma napster è una tecnologia... chiudono i server napster? e chi si ne frega.. io mi attacco ai server di opennap o di djnap. tanta musica gratis, e daltronde io, a chi pubblica un demente come eminem io i soldi non gle li dò.byebye!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma usate opennap

      ma napster è una tecnologia... chiudono i
      server napster? e chi si ne frega.. io mi
      attacco ai server di opennap o di djnap.
      tanta musica gratis, e daltronde io, a chi
      pubblica un demente come eminem io i soldi
      non gle li dò.OpenNap ad esempio lo uso già, non è quello il problema..il fatto è che sono cmq server centralizzati e se venisse condannato napster diventerebbero illegali anche loro.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma usate opennap

        OpenNap ad esempio lo uso già, non è quello
        il problema..
        il fatto è che sono cmq server centralizzati
        e se venisse condannato napster
        diventerebbero illegali anche loro.
        la causa riguarda Napster come compagnia, quindi i propri server, se chiudono o mettono sotto password i server di napster, chi mi impedisce di montare su una mia macchian opennap... certo, si rischierebbe... ma quanti server ftp pirata esistono al mondo???
    • Anonimo scrive:
      Re: ma usate opennap
      potresti dirmi qualcosa di più su questi server?- Scritto da: napparello
      ma napster è una tecnologia... chiudono i
      server napster? e chi si ne frega.. io mi
      attacco ai server di opennap o di djnap.
      tanta musica gratis, e daltronde io, a chi
      pubblica un demente come eminem io i soldi
      non gle li dò.

      byebye!
  • Anonimo scrive:
    [OT] vi ha fregati il TG2!
    amici di PI... sono stupefatto...per quanto inesatto fosse il servizio tel TG2 di IERI SERA, vi ha anticipato!!!!!!bella la foto della piattaforma... sembra una di quelle di WarCraft IIciao!
  • Anonimo scrive:
    Si, Ottima Idea... ma.....
    Non esiste solo la realtà da affrontare....Se credono che la riaa resti a guardare misà che si sbagliano.... al giorno d'oggi non è molto difficile ingaggiare qualcuno per far fuori suddetti server... con le buone o con le cattive...Cmq... buona fortuna anche a loro.Lunga vita (si spera) al file-sharing.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, Ottima Idea... ma.....
      - Scritto da: FreeMind.
      [...]
      Se credono che la riaa resti a guardare misà
      che si sbagliano.... al giorno d'oggi non è
      molto difficile ingaggiare qualcuno per far
      fuori suddetti server... con le buone o con
      le cattive...Dal sito di HeavenCo (a proposito di quello che offrono, http://www.havenco.com/products_and_services/index.html):"Tamper-resistant computing hardware, designed to protect customer transactions from all possible attackers, including HavenCo and its staff"Come vedi, l'off-shore business non è preso sottogamba... questi signori di HeavenCo SANNO di cosa ha bisogno il tipico loro cliente e glielo danno. Magari gli hacker che la RIAA potrà assumere saranno "cazzuti", ma avranno a che fare con squali ancora più agguerriti di loro (per mettere su la rete Gigabit Ethernet di HeavenCo... ma sai quanti soldi gireranno dentro quella piattaforma????).Io sono ottimista.E al contempo un po' triste... perchè per garantire un diritto più che legittimo alle masse, sia necessario portarsi al di fuori dei confini della cosiddetta legalità. :-(((In ogni caso non dimentichiamoci che c'è il network Gnutella (ancora molto immaturo, ma diamogli il tempo di crescere...)
      Lunga vita (si spera) al file-sharing.Pace e lunga vita! ^_^Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, Ottima Idea... ma.....
        - Scritto da: Wes
        - Scritto da: FreeMind.

        [...]

        Se credono che la riaa resti a guardare
        misà

        che si sbagliano.... al giorno d'oggi non
        è

        molto difficile ingaggiare qualcuno per
        far

        fuori suddetti server... con le buone o
        con

        le cattive...
        Dal sito di HeavenCo (a proposito di quello
        che offrono,
        http://www.havenco.com/products_and_services/
        "Tamper-resistant computing hardware,
        designed to protect customer transactions
        from all possible attackers, including
        HavenCo and its staff"Ma scusa, è ovvio che sul sito parlano bene del LORO servizio, mentre non sarebbe meglio un giudizio imparziale a riguardo? Magari sapere chi li controlla questi serveroni.
        Come vedi, l'off-shore business non è preso
        sottogamba... questi signori di HeavenCo
        SANNO di cosa ha bisogno il tipico loro
        cliente e glielo danno. Magari gli hacker
        che la RIAA potrà assumere saranno
        "cazzuti", ma avranno a che fare con squali
        ancora più agguerriti di loro (per mettere
        su la rete Gigabit Ethernet di HeavenCo...
        ma sai quanti soldi gireranno dentro quella
        piattaforma????).Leggi su.
        Io sono ottimista.
        E al contempo un po' triste... perchè per
        garantire un diritto più che legittimo alle
        masse, sia necessario portarsi al di fuori
        dei confini della cosiddetta legalità. :-(((Sono d'accordo, anche perchè la rete è nata anarchica, e deve rimanere cosi', penso che sia un dovere di tutti non farla affondare. :-)
        In ogni caso non dimentichiamoci che c'è il
        network Gnutella (ancora molto immaturo, ma
        diamogli il tempo di crescere...)Devono cambiarlo, ultimamente è più instabile del solito.. se lo usi non chiedermi il perchè :) cmq ha vita breve anche gnutella, secondo me.

        Lunga vita (si spera) al file-sharing.
        Pace e lunga vita! ^_^

        Ciao!Sempre, lunga vita a tutti i mezzi di scambio, che siano o fisici o virtuali non importa ;-)Ciao!
  • Anonimo scrive:
    aggiunta da prima
    è possibile altresi scaricare, e mi sembra che non sia segnato nell'articolo 45modi per non dire Napster, dal sito www.neo-modus.com un prg. assolutamente fenomenale, almeno io lo penso perchi ha la banda larga(io non c'é l'ho).Permette di scaricare file come altri prg. gratis, e da un numero di server connessi indipendenti inprecisati, ma con almeno 200giga di materiale disponibile in media.Una cosa vi chiedo: è possibile rivedere gli articoli dei forum in archivio? E se si chi mi sà indicare il percorso corretto?Ancora grazie dello spazio concessomi.
    • Anonimo scrive:
      Re: aggiunta da prima
      - Scritto da: steve grimmett
      connessi indipendenti inprecisati, ma con
      almeno 200giga di materiale disponibile in
      media.200 giga è una "schifezza"... io sono su opennap31.musiccity.com: 5421568 utenti che condividono 21256 giga di materiale...Fai un po' i confronti!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: aggiunta da prima
      - Scritto da: steve grimmett
      è possibile altresi scaricare, e mi sembra
      che non sia segnato nell'articolo 45modi per
      non dire Napster, dal sito www.neo-modus.com
      un prg. assolutamente fenomenale, difatti c'e' nello speciale ;)http://punto-informatico.it/p.asp?i=35095&p=3si chiama Direct Connectsaluti!
  • Anonimo scrive:
    le idee non mancano
    Vedete ormai bisogna seguire le idee di questi "genietti", ma osservarle anche quelle dei vari RIAA per creare un circolo vizioso che permetta a tutti di esprimersi ed arrivare ad equilibrare i vari interessi e premiare o meglio evidenziare i metodi migliori di ricerca e sviluppo di strumenti efficaci per un salto di qualità verso il futuro.Io penso che 14-15anni fa era difficile concepire la possibilità che c'è oggi di rapido perfezionamento delle tecniche accrescitive per l'uomo, e che magari non è oggi ad uno stato maturo ed equilibrato, ma certamente il meglio fin qui raggiunto in termini di occasioni alla portata di ognuno.Grazie
Chiudi i commenti