PS3, jailbreak legale in Spagna

Il dispositivo USB utile a sbloccare la console Sony parte alla conquista della Spagna, dove una corte ha stabilito la legittimità del prodotto e tecnologie connesse

Roma – Dopo aver affrontato l’assalto degli agguerriti team legali di Sony, PS3Jailbreak ottiene un’importante vittoria giudiziaria in quel di Barcellona. Una corte spagnola ha infatti deciso che la tecnologia di sblocco della console videoludica è perfettamente legale : a renderla tale, la volontà della corporation nipponica di eliminare funzionalità presenti in precedenza.

La Corte di Barcellona ha stabilito la legalità del possesso, della vendita e della pubblicizzazione di PS3 Jailbreak, tecnologia che fornisce agli utenti la possibilità di continuare a installare Linux nonostante Sony abbia deciso di eliminare tale funzionalità con gli ultimi firmware per la console.

Sony avrà anche ottenuto una vittoria con la messa al bando del dispositivo di jailbreak di PS3 in Australia, ma nel resto del mondo le cose sembrano andare diversamente : oltre allo smacco della rinnovata legittimità di PS3 Jailbreak, l’azienda deve per giunta affrontare la costrizione a pagare le spese legali dei commercianti spagnoli presi di mira.

La decisione del giudice è appellabile e, mentre si attende la prevedibile decisione di Sony di proseguire lo scontro in tribunale, gli utenti possono giovare della nuova capacità di downgrade del firmware fornita all’ultima versione disponibile di PS3 Jailbreak.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti